Piano di Formazione in Project Management

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano di Formazione in Project Management"

Transcript

1 Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli - Commissione Ingegneria Gestionale - Piano di Formazione in Project Management Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 1/19

2 Sommario Premessa e finalità Le certificazioni in ambito Project Management Il Piano di Formazione in Project Management I percorsi formativi Il Programma di Certificazione di base ISIPM... 7 Obiettivi del corso... 7 Contenuti... 8 Durata e modalità di erogazione... 9 Prerequisiti... 9 Crediti formativi rilasciati... 9 Docenti... 9 Documentazione... 9 Ulteriori features... 9 Prezzo del corso... 9 Il Programma di Certificazione CAPM/PMP del PMI Il Corso Base Obiettivi del corso Contenuti Durata e modalità di erogazione Prerequisiti Crediti formativi rilasciati Docenti Documentazione Prezzo del corso Il Corso Avanzato Obiettivi del corso Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 2/19

3 Contenuti Durata e modalità di erogazione Prerequisiti Crediti formativi rilasciati Docenti Documentazione Prezzo del Corso Corso di specializzazione: il Project Management nelle Costruzioni Obiettivi del Corso Contenuti Durata e modalità di erogazione Prerequisiti Crediti formativi rilasciati Docenti Documentazione Prezzo del corso Corso di specializzazione: il Project Management nella Sanità Obiettivi del Corso Contenuti Durata e modalità di erogazione Prerequisiti Crediti formativi rilasciati Docenti Documentazione Prezzo del corso Ulteriori sviluppi Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 3/19

4 Premessa e finalità. L Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli, con il supporto tecnico e la collaborazione della Commissione Ingegneria Gestionale, intende offrire a tutti gli iscritti un programma formativo nel campo del Project Management di alto profilo, variamente articolato, differenziato in funzione degli skill di ingresso dei discenti, dei livelli di approfondimento e del target richiesto. Per lo sviluppo di tale programma prevede di attivare partnership e forme di collaborazione con i principali Enti ed Istituzioni italiani che diffondono la cultura del Project Management, in linea con gli standard ed i modelli di riferimento nazionali ed internazionali. Le certificazioni in ambito Project Management. Quella del Project Manager non è una professione regolamentata, bensì un ruolo, sempre più spesso chiave nel raggiungimento degli obiettivi progettuali: il PM per svolgere bene il proprio lavoro deve avere esperienza e competenze specifiche Si è diffusa quindi nelle aziende l esigenza di certificare le capacità e le conoscenze dei propri project manager: il possesso di una certificazione, rilasciata da Enti ed organismi esterni riconosciuti a livello nazionale e/o internazionale, costituisce una attestazione oggettiva delle capacità; diventa essa stessa un bene rivendibile verso il cliente esterno che richiede o commissiona il progetto da gestire. La certificazione professionale dei Project Manager è nata nei paesi a cultura anglosassone, e si è poi gradualmente diffusa in Europa e nel mondo, interessando sia i settori economici privati che la pubblica amministrazione. In termini generali, con la certificazione delle competenze: dal punto di vista del cliente si ottiene un miglior controllo delle attività progettuali, una maggiore consapevolezza sugli stati di avanzamento, oltre che una confidenza sul raggiungimento degli obiettivi progettuali; dal punto di vista del PM, vi è una concreta possibilità di attestare competenza ed esperienza riferiti a standard riconosciuti a livello nazionale e internazionale; dal punto di vista dell azienda vi è l opportunità di partecipare a gare e progetti nazionali ed internazionali, unitamente ad una maggiore garanzia di qualità e competenza nella gestione dei progetti, rendendo complessivamente i processi più efficienti. Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 4/19

5 Il Piano di Formazione in Project Management. Il piano di formazione che si intende sviluppare prevede lo sviluppo di corsi ed interventi formativi in riferimento agli standard ISIPM e PMI, ossia di alcuni tra gli Enti maggiormente rappresentativi ed attivi nella diffusione della cultura del Project Management sul piano nazionale ed internazionale. In particolare si prevede di attivare i seguenti corsi: corso finalizzato all ottenimento della Certificazione di base ISIPM ; corso (base ed avanzato) finalizzato all ottenimento dell a Certificazione CAPM/PMP del PMI ; corsi di verticalizzazione delle competenze per la gestione dei progetti in ambito Costruzioni e Sanità. Gli standard e le rispettive metodologie di riferimento non sono in conflitto tra loro, essendo la certificazione ISIPM anch essa basata sullo standard PMBoK del PMI, anzi sono compatibili e complanari, potendo costituire, per la loro natura e per i prerequisiti di ingresso, naturale complemento ed evoluzione delle competenze. In particolare per la certificazione ISIPM non sono richiesti particolari prerequisiti, potendo quindi rivolgersi anche a neolaureati o a laureandi in prossimità del completamento del proprio percorso di studi: fornisce loro una ulteriore leva competitiva ( la certificazione) sicuramente molto utile per l assessment delle competenze e l ingresso nel mondo del lavoro. Essa è da intendersi come un qualificato punto di partenza di un percorso formativo che porti le persone a crescere ed a qualificare nel tempo il proprio ruolo di Project Manager per tappe successive, partendo da un buon livello delle fondamenta teoriche della disciplina del Project Management, accedendo alle certificazioni di livello superiore in funzione della graduale acquisizione di adeguate esperienze lavorative nel settore specifico. La certificazione PMP del PMI è una certificazione di livello superiore, un punto di arrivo, perché i requisiti minimi per il suo ottenimento prevedono, oltre ai corsi necessari ad acquisire i crediti formativi, una pluriennale esperienza in ambito PM, con compiti di gestione di task di progetto, diversamente articolata secondo il modello delle varie aree di competenza ( Knowledge Areas ) definito dal PMI. Anche lo sforzo in termini di studio personale ed approfondimento sugli standard ed i modelli proposti, per essere in grado di sostenere l esame finale, è sicuramente più elevato. Tale maggiore complessità è evidenziata dalle caratteristiche e dalla durata del corso, che, in linea con analoghi interventi formativi già sviluppati in precedenza dall Ordine, è suddiviso in un corso di base, che espone i principali contenuti del PMBoK, ed un corso avanzato, che prepara i discenti, mediante esempi ed esercitazioni, in senso più stretto all esame finale. Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 5/19

6 Per la certificazione CAPM del PMI l iter formativo e di studio è pressoché identico a quello della certificazione PMP, essendo diversi i soli requisiti minimi necessari all ottenimento. Si riporta di seguito una tabella sintetica con le principali caratteristiche ed i requisiti delle certificazioni proposte nel percorso formativo. Principali caratteristiche Certificazione Base (ISIPM ) Certificazione CAPM (PMI ) Certificazione PMP (PMI ) Ruolo Tutti gli stakeholder di progetto Supporto del PM Direzione del progetto e/o del team Credenziali Tutti quelli che necessitano di buoni basi consoscitive del PM, in tutti i ruoli (assistenti PM, team di progetto, referenti clienti e fornitori) Opera a supporto del PM aziendale (assistenti PM, team di progetto, Project Office) conoscendo i processi e la terminologia del Project Management, con allineamento al PMBoK. Responsabile di tutti gli aspetti del progetto, con compiti di Direzione del progetto e/o del team Elegibility Requirements Step per la certificazione Nessun prerequisito (anche neo-laureati o laureandi) Prova di esame a risposta multipla Diploma di scuola di secondo livello o equivalente; ore di lavoro in un project team o 25 ore di formazione in Project Management Processo applicativo e prova di esame a risposta multipla Laurea con almeno 3 anni di esperienza in PM; ore di gestione di task di progetto. 35 ore di formazione in Project Management Processo applicativo e prova di esame a risposta multipla Informazioni sull esame 1.5 ore - 60 domande 3 ore domande 4 ore domande Tassa esame 160 per membri ISIPM ( 120 per iscritti Ordine Ing.) US$ 225 membri PMI (US$ 300 non membri ) US$ 405 membri PMI (US$ 555 non membri ) Durata certificazione Illimitata 5 anni con nuovo esame allo scadere 3 anni con 60 PDU da acquisire nel periodo per il mantenimento della certificazione Tabella 1 - Principali caratteristiche delle certificazioni proposte nel percorso formativo. Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 6/19

7 Per gli ulteriori approfondimenti sulle caratteristiche degli Enti e delle certificazioni si rimanda ai rispettivi siti: I percorsi formativi e le certificazione delle competenze secondo i modelli precedentemente descritti costituiscono, ai diversi livelli di approfondimento, il frame work comune del bagaglio di conoscenze richieste al Project Manager per poter operare al meglio nei più svariati settori applicativi. Per tenere in conto in modo adeguato le specificità dei settori in cui il PM opera, sono stati ulteriormente definiti nel piano formativo dei percorsi di approfondimento verticali, in particolare nel settore delle Costruzioni e della Sanità, fortemente contestualizzati negli ambiti prescelti. Tali interventi formativi non prevedono specifiche certificazioni, ad oggi non presenti nel panorama nazionale. I percorsi formativi. Sono di seguito esposti nel dettaglio le principali caratteristiche degli interventi formativi previsti a piano. Il Programma di Certificazione di base ISIPM Obiettivi del corso Il corso di formazione, inerente la disciplina del project management, è finalizzato a formare adeguatamente i discenti affinchè essi possano successivamente affrontare e superare con successo la prova d esame relativa alla Certificazione Base di Project Management, acronimo ISIPM-Base, rilasciata dall Istituto Italiano di Project Management (www.isipm.org ). Tale corso di formazione può essere fruito a se stante o essere inserito all interno di un percorso formativo di maggior durata ed ampiezza, in riferimento alle aree tematiche verticali di specializzazione. Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 7/19

8 Contenuti Conoscenze di Contesto Progetto Project, Program e Portfolio Management Criteri di successo del progetto Strategie di progetto, requisiti ed obiettivi Valutazione del progetto Approccio sistemico e integrazione Contesto e stakeholder Il ruolo del Project Manager Fasi del progetto (ciclo di vita) Processi di project management: Avvio (start-up), Pianificazione, Esecuzione, Controllo, Chiusura (close-out) Cenni sulle certificazioni internazionali e nazionali dei project manager Conoscenze tecniche e metodologiche Strutture gerarchiche di progetto o Tecniche di descrizione, di scomposizione e di codifica del lavoro, delle responsabilità, del prodotto, ecc. o La WBS, La OBS, La PBS o La Matrice di responsabilità Gestione ambito del progetto e deliverable o La Project Charter o La definizione degli obiettivi la WBS Gestione dei tempi di progetto odefinire la check list delle attività ostimare le durate di una attività ola sequenza realizzativa delle attività di progetto (reticoli logici) otecniche e algoritmi di schedulazione dei tempi (Pert, Cpm) oil Gantt di progetto ed il percorso critico oottimizzazione dei tempi di progetto (Fast Traking e Crashing) ola definizione della baseline dei tempi Gestione dei costi di progetto otipologie di costo dei progetto (costi diretti, indiretti, fissi, variabili, ) oscelta del livello adeguato di assegnazione dei costi ocalcolo del budget di progetto oallocazione temporale dei costi e definizione della curva ad S (BCWS) o La Baseline dei costi Gestione rischi e opportunità di progetto Gestione delle risorse di progetto Gestione qualità di progetto Gestione configurazione e modifiche Gestione contrattualistica e acquisti di progetto Gestione documentazione e reportistica Valutazione dell'avanzamento odifferenza fra monitoraggio e controllo oavanzamento tempi e rischedulazioni a finire omonitoraggio e controllo delle risorse oil controllo dei costi e l analisi delle performance economiche ol Earned Value Method e il suo utilizzo nella ridefinizione del budget a finire oindici di Performance e cruscotti manageriali Conoscenze Manageriali di base (cenni) osistema qualità osicurezza, salute e ambiente ofinanza e aspetti legali ostrutture organizzative e progetti ogestione processi di cambiamento (change management) ogestione delle comunicazioni Conoscenze Comportamentali (cenni) oleadership onegoziazione oteamworking / Team building oproblem solving oorientamento al risultato oconflitti e crisi omotivazione o Etica Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 8/19

9 Durata e modalità di erogazione Il corso è di tipo frontale (in aula) con durata di 21 ore. Si svolgerà c/o la sede dell Ordine degli Ingegneri di Napoli; il calendario sarà definito e pubblicizzato sul sito dell Ordine. Il numero massimo di partecipanti è pari a 15. Prerequisiti Nessun prerequisito (anche neo-laureati). Crediti formativi rilasciati A tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione, con il riconoscimento di crediti formativi (21 Contact Hours) utili per un eventuale successivo accreditamento alle certificazioni del PMI Project Management Institute. Docenti Il corso sarà svolto da docenti accreditati ISIPM. Documentazione Il materiale didattico utilizzato durante il corso, comprensivo di slide ed eventuali letture di approfondimento, è in italiano. Sono previste esercitazioni pratiche che permettono di fissare meglio i concetti teorici e le metodologie descritte. Inoltre, in considerazione del successivo esame di certificazione ISIPM-Base che i discenti dovranno sostenere, verrà regalato a tutti i partecipanti il libro Guida alla Certificazione Base di Project Management Franco Angeli editore che costituisce il testo di riferimento per la preparazione all esame di certificazione ISIPM-Base. Ulteriori features Tessera di iscrizione annua ad ISIPM, che dà diritto a partecipare per un anno solare a tutti gli eventi organizzati da ISIPM e alle varie comunità e gruppi di lavoro attivati dell Istituto. Prezzo del corso Iscritti all Ordine : 300,00 / per persona (IVA esclusa) Non Iscritti all Ordine : 350,00 / per persona (IVA esclusa) Si sottolinea che il prezzo esposto non comprende quello relativo alla tassa d esame per la certificazione ISIPM-Base, che potrà essere svolta c/o la Sede dell Ordine al raggiungimento del numero minimo di 10 iscritti. Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 9/19

10 Il Programma di Certificazione CAPM/PMP del PMI. Il programma è articolato in un corso base ed un corso avanzato. Il Corso Base Obiettivi del corso Il corso base tratta i principali contenuti del PMBoK, lo standard di riferimento del PMI ; propedeutico al corso avanzato, è stato disegnato per consolidare le conoscenze di base in Project Management e fornire quelle indicazioni che solo la quotidiana esperienza professionale maturata negli anni consente di acquisire. L obiettivo è, quindi, un fattivo supporto alla quotidiana gestione manageriale dei progetti, intesi nel senso più ampio del termine: da quelli strettamente legati alla gestione del business e delle strategie aziendali, a quelli di crescita professionale interna, fino ad arrivare alla gestione dei servizi che le organizzazioni mettono a disposizione dei propri utenti. Contenuti Titolo Contenuto introduzione e concetti chiave del PM. Familiarizzare con il gergo PM in uso internazionalmente. Il Ciclo di vita del Competenze base di gestione progetto. I process groups. progetti e inizio del progetto Inizio: la definizione degli obiettivi, le attività necessarie per ottenere l autorizzazione per la partenza del progetto: la scheda progetto e la definizione delle ipotesi di partenza. Un progetto: esercizio di impostazione della scheda progetto. Pianificazione del progetto La pianificazione: la definizione delle attività e delle risorse; il tempo, i costi, i rischi, la wbs e la creazione del piano di progetto. L identificazione, tra le alternative possibili, di quella migliore per il raggiungimento degli obiettivi. Esercizio pratico di creazione di un piano di progetto. La presentazione del piano. Esecuzione, controllo e L esecuzione: la gestione del tempo, il coordinamento delle persone e l approvvigionamento delle risorse, in Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 10/19

11 chiusura del progetto accordo con il piano stabilito, per portare a compimento il progetto. La gestione del team, la delega, la leadership. Il controllo: Il controllo per assicurarsi che gli obiettivi del progetto siano raggiunti, monitorando e misurando regolarmente progressi e variazioni rispetto al piano. La Chiusura: La formalizzazione della fine del progetto, l accettazione dei risultati e le attività per portarlo ad una corretta conclusione. Le lessons learned. Le aree della conoscenza e l organizzazione di progetto. Durata e modalità di erogazione Il corso è di tipo frontale (in aula) con durata di 24 ore. Si svolgerà c/o la sede dell Ordine degli Ingegneri di Napoli; il calendario sarà definito e pubblicizzato sul sito dell Ordine. Il numero massimo di partecipanti è pari a 18. Prerequisiti Diploma di Laurea e possibilmente esperienza di lavoro (circa ore) in un team di progetto. Crediti formativi rilasciati A tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione, con il riconoscimento dei crediti formativi (4 Contact Hours) per gli esami di certif icazione CAPM/PMP del PMI Project Management Institute Docenti Il corso sarà svolto da docenti con pluriennale esperienza sia nel campo della formazione che operativa nel Project Management, preferibilmente certificati PMP. Documentazione Il materiale didattico utilizzato durante il corso (slide) fa riferimento al Project Management Body of Knowledge (PMBoK), non fornito. Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 11/19

12 Sono previste esercitazioni pratiche che permettono di fissare meglio i concetti teorici e le metodologie descritte. Prezzo del corso Iscritti all Ordine : 300,00 / per persona (IVA esclusa) (*) Non Iscritti all Ordine : 350,00 / per persona (IVA esclusa) (*) (*) prezzo indicativo in via di definizione Il Corso Avanzato Obiettivi del corso Il corso avanzato prepara i discenti, anche mediante l utilizzo di esempi ed esercitazioni, all esame di certificazione Project Management Professional (PMP) del Project Management Institute. Ogni modulo del corso prevede la focalizzazione su una o più aree di conoscenza (Knowledge areas) delle 9 previste dall approccio del Project Management Institute (PMI ). E prevista la disamina dei processi correlati alla specifica area di conoscenza (Knowledge Area) ed esercitazioni individuali della medesima tipologia dell esame di certificazione (domande multirisposta a tempo). Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 12/19

13 Contenuti TITOLO CONTENUTO Scope & Time Management La gestione del tempo, la definizione degli obiettivi, il concetto di delega. Gestione dell ambito e dei tempi del Progetto per assicurare che il progetto includa tutto e solo quanto richiesto per la sua buona riuscita e secondo la tempistica stabilita. Project cost & procurement management Gestione dei costi di progetto: stesura del budget e controllo economico del piano per assicurare che il progetto sia completato nel rispetto del budget approvato. Gestione dei contratti. Human Relationship and Communications Management Gestione delle risorse coinvolte in un progetto per ottenere il meglio dalle risorse disponibili: Gestione e distribuzione delle informazioni di progetto; in che modo il processo di comunicazione in cui ognuno è coinvolto come individuo ha effetti sull insieme del progetto. Integration Management and Quality management Gestione dei parametri di qualità di un progetto: definizione dei livelli di qualità e controllo dei risultati per assicurare che il progetto soddisfi le necessità per le quali è stato attivato. Gestione di tutte le attività atte ad assicurare che i vari elementi del Progetto siano correttamente coordinati. Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 13/19

14 Risk management Gestione del rischio di progetto: come identificare, documentare e tenere sotto controllo i rischi di progetto. Le azioni da fare per i rischi prevedibili, le reazioni a quelli non prevedibili. Durata e modalità di erogazione Il corso è di tipo frontale (in aula) con durata di 40 ore. Si svolgerà c/o la sede dell Ordine degli Ingegneri di Napoli; il calendario sarà definito e pubblicizzato sul sito dell Ordine. Il numero massimo di partecipanti è pari a 18. Prerequisiti Aver frequentato il corso base. Per la certificazione PMP sono richiesti il diploma di Laurea ed almeno 3 anni di esperienza in Prpject Management, con ore di gestione di task di progetto. Crediti formativi rilasciati A tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione, con il riconoscimento dei crediti formativi (35 Contact Hours) necessari per gli esami di certificazione CAPM/PMP del PMI Project Management Institute Docenti Il corso sarà svolto da docenti con pluriennale esperienza nel campo del Project Management e certificati PMP. Documentazione Il materiale didattico utilizzato durante il corso (slide) fa riferimento al Project Management Body of Knowledge (PMBoK), non fornito. Sono previste esercitazioni pratiche che permettono di fissare meglio i concetti teorici e le metodologie descritte. Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 14/19

15 Prezzo del Corso Iscritti all Ordine : 450,00 / per persona (IVA esclusa) (*) Non Iscritti all Ordine : 500,00 / per persona (IVA esclusa) (*) (*) prezzo indicativo in via di definizione Si sottolinea che il prezzo esposto non comprende quello della tassa di esame per l acquisizione delle certificazioni del PMI. Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 15/19

16 Corso di specializzazione: il Project Management nelle Costruzioni Obiettivi del Corso Il corso prevede di analizzare gli aspetti peculiari della gestione dei progetti nell ambito del settore delle Costruzioni. Contenuti Il programma prevede la trattazione dei seguenti argomenti: 1) Il Project management e l'appalto pubblico: 1.1) L'evoluzione della tecnica del PM nell'appalto pubblico negli ordinamenti italiani e comunitari; 1.2) La progettazione; 1.3) La gara 1.4) La gestione; 1.5) La realizzazione. 2) L'evoluzione del sistema: 2.1) Principali riferimenti del PM nel codice contratti pubblici ( 163/2006) e approccio alle norme comunitarie; 2.2) L'approccio manageriale e la rigenerazione dei processi. 3) Le fasi procedurali del Pm per un appalto: 3.1) La pianificazione; 3.2) La programmazione; 3.3) L'esecuzione; 3.4) Il monitoraggio. 4) Il Project manager e i modelli organizzativi del processo: 4.1) Modelli organizzativi per la gestione dei processi 4.2) Organizzazione operativa; 4.3) Organizzazione informativa; 4.4) Organizzazione gestionale; 4.5) Organizzazione documentale. 5) Flusso di gestione, critica ad appalti reali: 5.1 Esempio reale di modello di gestione per appalto complesso. 5.2 Esempio reale di modello di gestione per appalto integrato complesso. Durata e modalità di erogazione Il corso è di tipo frontale (in aula) con durata di 14 ore. Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 16/19

17 Si svolgerà c/o la sede dell Ordine degli Ingegneri di Napoli dalle ore alle (4 mezze giornate); il calendario sarà successivamente definito e pubblicizzato sul sito dell Ordine. Prerequisiti Il modulo formativo prevede come vincolo propedeutico che tutti i partecipanti abbiano precedentemente frequentato il Corso Base di Project Management ISIPM-Base, poiché nel corso in oggetto si assume un costante riferimento alle 36 aree di conoscenza descritte nel corso base, e si estenderanno le conoscenze precedentemente acquisite dai discenti con un focus rivolto all ambito delle Costruzioni edili. Tale corso di formazione non può quindi essere erogato a se stante, ma è inserito all interno di un percorso formativo di maggior durata ed ampiezza che prevede come prepedeuticità il corso ISIPM di base. Crediti formativi rilasciati A tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione, con il riconoscimento di crediti formativi (14 Contact Hours) utili per un eventuale successivo accreditamento e o mantenimento delle certificazioni del PMI Project Management Institute. Docenti Il corso sarà svolto da docenti accreditati ISIPM, con pluriennale esperienza nel campo della gestione dei progetti nell ambito delle Costruzioni. Documentazione Il materiale didattico utilizzato durante il corso, comprensivo di slide ed eventuali letture di approfondimento, è in italiano. Sono previste esercitazioni pratiche che permettono di fissare meglio i concetti teorici e le metodologie descritte. Prezzo del corso Iscritti all Ordine : 250,00 / per persona (IVA esclusa) (*) Non Iscritti all Ordine : 300,00 / per persona (IVA esclusa) (*) (*) prezzo indicativo in via di definizione Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 17/19

18 Corso di specializzazione: il Project Management nella Sanità Obiettivi del Corso Il corso prevede di analizzare gli aspetti peculiari della gestione dei progetti in ambito sanitario. Contenuti Il programma si propone di affrontare ed esaminare i seguenti argomenti: Bisogno/Domanda di salute Produzione e offerta di prestazioni sanitarie Organizzazione sanitarie Valutazione economica dei servizi Valutazione dei sistemi sanitari La qualità in sanità Normativa sanitaria e Project Management Durata e modalità di erogazione Il corso è di tipo frontale (in aula) con durata di 14 ore. Si svolgerà c/o la sede dell Ordine degli Ingegneri di Napoli dalle ore alle (4 mezze giornate); il calendario sarà successivamente definito e pubblicizzato sul sito dell Ordine. Prerequisiti Il modulo formativo prevede come vincolo propedeutico che tutti i partecipanti abbiano precedentemente frequentato il Corso Base di Project Management ISIPM-Base, poiché nel corso in oggetto si assume un costante riferimento alle 36 aree di conoscenza descritte nel corso base, e si estenderanno le conoscenze precedentemente acquisite dai discenti con un focus rivolto all ambito delle Costruzioni edili. Tale corso di formazione non può quindi essere erogato a se stante, ma è inserito all interno di un percorso formativo di maggior durata ed ampiezza che prevede come prepedeuticità il corso ISIPM di base. Crediti formativi rilasciati A tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione, con il riconoscimento di crediti formativi (14 Contact Hours) utili per un eventuale successivo accreditamento e o mantenimento delle certificazioni del PMI Project Management Institute. Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 18/19

19 Docenti Il corso sarà svolto da docenti accreditati ISIPM, con pluriennale esperienza nel campo della gestione dei progetti in ambito sanitario. Documentazione Il materiale didattico utilizzato durante il corso, comprensivo di slide ed eventuali letture di approfondimento, è in italiano. Sono previste esercitazioni pratiche che permettono di fissare meglio i concetti teorici e le metodologie descritte. Inoltre verrà regalato a tutti i partecipanti il libro Guida alla Certificazione Base del Project Management in Sanità Franco Angeli editore. Prezzo del corso Iscritti all Ordine : 250,00 / per persona (IVA esclusa) (*) Non Iscritti all Ordine : 300,00 / per persona (IVA esclusa) (*) (*) prezzo indicativo in via di definizione Ulteriori sviluppi Tra gli ulteriori interventi formativi da implementare, è stata individuata la esigenza dello sviluppo di competenze specifiche per il ruolo di Project Manager nell ambito dei Beni Culturali, considerati sia la forte richiesta di tali tipologie di skill professionali da parte del mercato (Pubblica Amministrazione, Enti, Consorzi, ), sia gli interventi specifici che l Ordine sta effettuando su tali problematiche. Il dettaglio dell intervento sarà definito nella prossima revisione del presente piano formativo. Si sottolinea come, al fine di fornire ai propri iscritti la più ampia e qualificante offerta formativa, in termini di naturale evoluzione, di completamento e di specializzazione delle competenze, il piano formativo sarà periodicamente revisionato ed integrato, per tenere in conto le nuove esigenze ed opportunità che potranno essere individuate. Piano di Formazione in Project Management Rev.02 del 03/06/2011- Codice: COMIG-PFPM.02 Pag. 19/19

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT EXECUTIVE PERCORSO DI CERTIFICAZIONE PMP PROFESSIONAL. Project Management 26 MARZO - 24 LUGLIO 2015

PROJECT MANAGEMENT EXECUTIVE PERCORSO DI CERTIFICAZIONE PMP PROFESSIONAL. Project Management 26 MARZO - 24 LUGLIO 2015 PROJECT MANAGEMENT EXECUTIVE PERCORSO DI CERTIFICAZIONE PMP PROJECT MANAGEMENT PROFESSIONAL CON LA SUPERVISIONE SCIENTIFICA DI XVIII Edizione / Formula weekend 26 MARZO - 24 LUGLIO 2015 Z1099 2015 Project

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali Cos è un progetto? Un iniziativa temporanea intrapresa per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Master s Certificate in Project Management

Master s Certificate in Project Management Leader mondiale nella formazione del Project Management MCPM Master s Certificate in Project Management Accelera la tua carriera grazie a una certificazione internazionale Master s Certificate in Project

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT Lo standard internazionale di PM per gestire l innovazione nei prodotti e nei servizi, le commesse, i progetti di miglioramento

PROJECT MANAGEMENT Lo standard internazionale di PM per gestire l innovazione nei prodotti e nei servizi, le commesse, i progetti di miglioramento LA GUIDA DEL SOLE 24 ORE AL PROJECT MANAGEMENT Lo standard internazionale di PM per gestire l innovazione nei prodotti e nei servizi, le commesse, i progetti di miglioramento Stefano Tonchia e Fabio Nonino

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

1. UPM (Unità di Project Management) Centro di Medicina Preventiva e Comunitaria - Azienda ULSS 20 Verona

1. UPM (Unità di Project Management) Centro di Medicina Preventiva e Comunitaria - Azienda ULSS 20 Verona PRINCIPI PROJECT MANAGEMENT PRINCIPI DI PROJECT MANAGEMENT Elisabetta Simeoni 1), Giovanni Serpelloni 2) 1. UPM (Unità di Project Management) Centro di Medicina Preventiva e Comunitaria - Azienda ULSS

Dettagli

24 ORE EDUCATION ON LINE

24 ORE EDUCATION ON LINE www.masteronline.ilsole24ore.com 24 ORE EDUCATION ON LINE I NUOVI MASTER ON LINE CON DIPLOMA DEL SOLE 24 ORE 90% DI FORMAZIONE ON LINE PIÙ ESAMI IN PRESENZA CORSI ON LINE VIDEO LEZIONI INTERATTIVE CON

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Nota introduttiva I percorsi formativi che prevedono in esito il rilascio di un certificato di qualifica professionale

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT Executive Master in Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT OBIETTIVI Il Master ha l obiettivo di formare executive e professional nella governance dei progetti e dei servizi IT, integrando quelle

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 sviluppo risorse per l azienda CISITA PARMA IMPRESE Executive TOOLS STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 IN COLLABORAZIONE CON Executive TOOLS Executive Tools - Strumenti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

ELEMENTI DI TECNICA PROGETTUALE PER GLI INTERVENTI SOCIOSANITARI: INDICAZIONI PRATICHE PER LA STESURA DI UN PROGETTO

ELEMENTI DI TECNICA PROGETTUALE PER GLI INTERVENTI SOCIOSANITARI: INDICAZIONI PRATICHE PER LA STESURA DI UN PROGETTO ELEMENTI DI TECNICA PROGETTUALE ELEMENTI DI TECNICA PROGETTUALE PER GLI INTERVENTI SOCIOSANITARI: INDICAZIONI PRATICHE PER LA STESURA DI UN PROGETTO Giovanni Serpelloni 1), Elisabetta Simeoni 2) 1. Centro

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI All.1 al Disciplinare di Gara CAPITOLATO TECNICO Procedura aperta di carattere comunitario, ai sensi dell

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA GESTIONE DEL PROGETTO SOFTWARE CON UML

INTRODUZIONE ALLA GESTIONE DEL PROGETTO SOFTWARE CON UML Università degli Studi di Parma Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica DISPENSE INTRODUTTIVE INTRODUZIONE ALLA GESTIONE DEL PROGETTO SOFTWARE CON UML Prof. Giulio Destri

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI Asset, Property e facility management Roma 28 febbraio 2015 Relatore: Ing. Juan Pedro Grammaldo Argomenti trattati nei precedenti incontri Principi di Due Diligence

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

I profili con maggiore potenzialità occupazionale nel non profit in Europa, riscontrati attraverso le vacancy e nel recruitment passaparola

I profili con maggiore potenzialità occupazionale nel non profit in Europa, riscontrati attraverso le vacancy e nel recruitment passaparola I profili con maggiore potenzialità occupazionale nel non profit in Europa, riscontrati attraverso le vacancy e nel recruitment passaparola Europrogettista Il profilo è ricercato in particolare da ONG,

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Dall Idea al Progetto

Dall Idea al Progetto CORSO DI EUROPROGETTAZIONE MODULO 2 Dall Idea al Progetto DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 CAPITOLO 1 STRUTTURARE UN PROGETTO Modulo 2 Dall Idea al Progetto 2

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Master in Archeologia preventiva & Management del rischio. archeologico. Luiss Business School Roma, ottobre 2011

Master in Archeologia preventiva & Management del rischio. archeologico. Luiss Business School Roma, ottobre 2011 Master in Archeologia preventiva & Management del rischio archeologico Luiss Business School Roma, ottobre 2011 Mercato e scenario di riferimento (1/2) La figura dell archeologo ha subito negli ultimi

Dettagli

LAVORARE PER PROGETTI

LAVORARE PER PROGETTI LAVORARE PER PROGETTI Giampaolo Calori e Nicoletta Perego Eulogos Consulenti di Direzione 1. PREMESSA Ogni giorno le aziende devono confrontarsi con il mutamento continuo dell ambiente interno ed esterno

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE Quality Evolution Consulting Formazione Manageriale Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE 7 edizione Firenze 23 maggio 2015 Firenze 120 ore al sabato 23 maggio 2015 31 ottobre 2015 Agenzia Formativa

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA Prova Finale GESTIONE DELLA TRANSIZIONE SECONDO LO STANDARD ITIL ITIL SERVICE TRANSITION

Dettagli

Gestire l innovazione nelle PMI. Il Project Management come competenza manageriale

Gestire l innovazione nelle PMI. Il Project Management come competenza manageriale Gestire l innovazione nelle PMI Il Project Management come competenza manageriale Indice Presentazione Pag. Gli autori» Introduzione» 1. Il contesto di riferimento del Project Management nei progetti di

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Catalogo Corsi 2010 v.1.0. Pagina 2

Catalogo Corsi 2010 v.1.0. Pagina 2 Area e Percorso Codice Nome del corso Il Project Management Il Percorso Fondamentale Metodologie Durata gg Pagina PMSTART Fondamenti di Project Management 3 15 PM-A La gestione di integration, scope, time

Dettagli