PROVINCIA DI PESARO E URBINO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DI PESARO E URBINO"

Transcript

1 PROVINCIA DI PESARO E URBINO SCHEMA CONVENZIONE PER AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE INDIVIDUALE DI COLLABORAZIONE ESTERNA, CON CONTRATTO DI LAVORO AUTONOMO, COME PROJECT MANAGER PER LA GESTIONE DEL PROGETTO COMUNITARIO LIFE+ TROTA A SUPPORTO DEL SERVIZIO AMBIENTE (PROGETTO LIFE 12 NAT/IT/000940) CUP DEL PROGETTO COMUNITARIO LIFE+ TROTA: B43J L anno duemilatredici addì del mese di nella Residenza Provinciale con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto di legge TRA La Dott.ssa Elisabetta Cecchini, nella sua qualità di.., avente sede legale. in.. n., C.F., il quale dichiara di intervenire in questo atto non in proprio ma esclusivamente in nome e per conto della Provincia medesima, di seguito denominata Committente, che rappresenta in detta sua qualifica ai sensi dell art. 107 del D.Lgs. n. 267/2000; E.., residente a. in Via.n.C.F - P.IVA, rappresentato da, in qualità di legale rappresentante dello stesso, che delega (eventuale)... nato/a a.. il e residente a :. in Via n.., C.F ; P.IVA. all espletamento dell incarico in oggetto. PREMESSO - che con delibera del Consiglio Provinciale n. 46 dell'11/07/2013 con cui è stato approvato il bilancio di previsione annuale 2013 e il bilancio di previsione pluriennale 2013/2015, immediatamente eseguibile, è stato approvato il programma incarichi di cui all art. 46 comma 2 del 1

2 D.L. n.112/2008 convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n.133, nel quale è previsto l affidamento di un incarico temporaneo di consulenza tecnico finanziaria ad un esperto presso il Servizio 13 della Provincia di Pesaro e Urbino; - che con determina del responsabile del servizio 13 n. del, esecutiva ai sensi di legge, pubblicata in data, è stata avviata la procedura comparativa al fine di individuare un professionista che sia di supporto al Servizio 13 Ambiente Agricoltura Fonti rinnovabili Pianificazione ambientale, per adempiere al ruolo di Project Manager del progetto comunitario Trout population RecOvery in central italy - Acronym: LIFE+TROTA n. 12 NAT/IT/ Acronimo LIFE+ TROTA ; - che con determinazione n. del, pubblicata il sono stati approvati i verbali pg. N. pg. N., pg N. dove risulta la graduatoria finale e conferito l incarico a quale primo classificato alla selezione di che trattasi in possesso dei requisiti richiesti dal bando; Tutto ciò premesso, tra le parti come sopra costituite SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE ART. 1 OGGETTO DELL INCARICO E PRESTAZIONE PROFESSIONALE La Provincia di Pesaro e Urbino, come sopra rappresentata, conferisce al/alla Libero Professionista/Studio Associato l incarico professionale di collaborazione autonoma ai sensi dell art di Project Manager del progetto LIFE+ TROTA. L incaricato, con l accettazione delle clausole contenute nel disciplinare e nell avviso pubblico, si obbliga a fornire un supporto professionale altamente qualificato nella materia oggetto del presente disciplinare. ART. 2 NATURA DELL INCARICO L incarico viene conferito ai sensi degli articoli e seguenti del codice civile. Ha natura professionale, saltuaria e temporanea, senza vincolo di subordinazione ed esclude, di conseguenza, un rapporto di lavoro subordinato. L'incaricato assicura che non sussistono conflitti di interesse con attività o altri incarichi svolti dal medesimo. 2

3 ART. 3 DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA L incaricato si impegna a svolgere le attività di seguito descritte, coordinandosi con lo staff interno del Servizio 13 della Provincia di Pesaro e Urbino: fornire assistenza tecnica al Beneficiario Coordinatore (Provincia di Pesaro e Urbino) in tutte le questioni relative all esecuzione delle attività di progetto, ivi comprese quelle attinenti la gestione finanziaria e la rendicontazione tecnica e finanziaria delle risorse di progetto, nonché partecipare a riunioni operative presso gli uffici della Provincia di Pesaro e Urbino o in altri luoghi concordati; assicurare la correttezza, l efficacia e l efficienza delle singole attività del progetto nonché la loro coerenza rispetto al progetto approvato dalla Commissione Europea e rispetto al Grant Agreement sottoscritto tra la Provincia di Pesaro e Urbino e la Commissione Europea; redigere i rapporti, i report e le relazioni tecniche ed amministrative per la Commissione (con particolare riferimento a: Inception report, Mid-Term Report, Progress Report e Final Report), rispettando le tempistiche indicate nel Grant Agreement o quelle eventualmente indicate dalla Commissione; coordinare i rapporti con la Commissione e tra questa ed i partner di progetto, raccogliendo le informazioni necessarie per controllare lo stato di avanzamento di ogni azione; presenziare alle visite di controllo della Commissione o di delegati; coordinare i rapporti con i partner di progetto e fornire loro assistenza per l esecuzione dei rispettivi compiti previsti nel progetto, inclusa la rendicontazione tecnica e finanziaria delle risorse di progetto; collaborare con il soggetto incaricato di definire e implementare le attività di monitoraggio e di valutazione del progetto; contribuire all organizzazione dei meeting di progetto e coordinare i lavori durante gli stessi, garantendo la produzione delle minute dei suddetti meeting; contribuire all organizzazione degli incontri con gli stakeholder di progetto e coordinare i lavori durante gli stessi; collaborare con il Coordinatore Beneficiario (Provincia di Pesaro e Urbino) nell organizzazione e nell implementazione delle attività di comunicazione e disseminazione previste dal progetto; 3

4 collaborare con il Coordinatore Beneficiario (Provincia di Pesaro e Urbino) nella stesura e nell inoltro di qualsiasi altro documento ufficiale richiesto dalla Commissione Europea relativamente alla gestione del progetto. ART. 4 MODALITA DI ESPLETAMENTO DELL INCARICO L incaricato si impegna a svolgere le attività sopra descritte fino al raggiungimento dei risultati previsti nel progetto, in piena autonomia ma con armonizzazione a quelle che saranno le indicazioni e le disposizioni fornite dal Dirigente del Servizio 13 della Provincia di Pesaro e Urbino. L incarico dovrà essere svolto in funzione delle esigenze organizzative, di tempo, di luogo e di risultato del Servizio 13 della Provincia, alle quali l incaricato deve attenersi pur conservando piena autonomia relativamente agli aspetti tecnici ed organizzativi di esecuzione dell incarico. In considerazione degli obiettivi di risultato da conseguire, l incaricato potrà utilizzare i locali e le attrezzature messe a disposizione dal Servizio 13 della Provincia. L incarico avrà natura esclusivamente di tipo professionale e non può dare luogo a rapporto di lavoro di tipo pubblico o privato, ma costituisce unicamente rapporto di lavoro autonomo professionale e non di lavoro subordinato per cui l affidamento dell incarico non farà sorgere, in capo alla Provincia di Pesaro e Urbino, alcun obbligo alla contrattualizzazione e/o inquadramento del soggetto selezionato come dipendente. ART. 5 DURATA DELL INCARICO - PROROGA L incarico decorrerà dalla data di sottoscrizione del contratto-disciplinare d incarico che, a sua volta, acquisirà efficacia per le parti contraenti solo una volta che sarà stato pubblicato nelle previste forme di legge (pubblicazione sul proprio sito istituzionale del nominativo, dell oggetto e del compenso del presente contratto). L incarico stesso scadrà il 31/01/2018, ovvero, prorogabile su indicazione della Commissione Europea senza ulteriore corrispettivo aggiunto ai sensi della Legge 228/2012 c ART. 6 - RISERVATEZZA L incaricato si impegna ad osservare la più scrupolosa riservatezza su tutte le informazioni e i dati di cui venga comunque a conoscenza nell ambito dello svolgimento dell incarico derivante dal presente contratto. 4

5 ART. 7 COMPENSO Il compenso lordo complessivo presunto è stabilito in ,00 (trentaseimila/00), comprensivo di onorari, rimborsi, contributi previdenziali ed IVA se dovuti. Da tale compenso sono esclusi i rimborsi per le spese di viaggio e vitto sostenute per la partecipazione agli incontri di partenariato e alle diverse iniziative di progetto, per un ammontare massimo stabilito di 3.000,00 (tremila/00 euro) che verranno liquidati esclusivamente se comprovati da congrui giustificativi conformi ai regolamenti. Le missioni e le trasferte devono essere preventivamente autorizzate dal Dirigente del Servizio 13 della Provincia. Il corrispettivo verrà liquidato previa presentazione di regolari fatture con cadenza trimestrale, vistate dal dirigente di riferimento a conferma e validazione delle attività svolte, allegando una relazione descrittiva dettagliata delle attività svolte e degli output prodotti nel trimestre di riferimento (relazioni, report, rendicontazioni, ecc.), secondo le norme e i tempi riportati nelle Disposizioni comuni del Programma comunitario LIFE +; ART. 8 RENDICONTAZIONE E MODALITA DI PAGAMENTO L incaricato si impegna ad inviare trimestralmente i seguenti documenti con riportata la dicitura Attività eseguite per il progetto LIFE+ TROTA, numero 12 NAT/IT/ : 1) fattura con indicazione delle attività espletate nel trimestre di riferimento; 2) relazione descrittiva dettagliata delle attività svolte e degli output prodotti nel trimestre di riferimento (come indicate in fattura); 3) validi e congrui documenti giustificativi delle spese di vitto e alloggio sostenute per le trasferta e le missione preventivamente autorizzate e svolte nell ambito dell incarico in oggetto. Fino a quando non sarà consegnata tutta la documentazione completa, il servizio scrivente non provvederà a liquidare il compenso pattuito, interrompendo così i termini di pagamento della fattura previsti entro 30 gg. (diconsi trenta giorni). I termini di pagamento si sospendono per il tempo eventualmente necessario ad acquisire il documento unico di regolarità contributiva (DURC) di cui all articolo 2 del decreto legge. 210/2002 (conv. in L. n. 266/2002) e a verificare la regolarità circa l obbligo di pagamento delle somme iscritte a ruolo ex art. 48-bis del DPR n. 602/1973. Rappresentano altresì cause ostative al pagamento delle fatture, secondo la normativa vigente in materia: a) l accertamento della mancanza di regolarità contributiva (solo per la liquidazione finale) b) l inadempienza al pagamento delle somme iscritte a ruolo. 5

6 Nel caso in cui il libero professionista e/o studio associato non siano iscritti alle casse previdenziali ed assistenziali e quindi impossibilitati ad avere il DURC formuleranno una dichiarazione sostitutiva dichiarante il fatto di non avere dipendenti e di essere in regola con le posizioni previdenziali della propria cassa. ART. 9 TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI L incaricato si obbliga ad osservare le disposizioni contenute nell articolo 3 della legge n. 136/2010 in materia di tracciabilità dei flussi finanziari relativi al presente incarico. A tale fine il conto corrente dedicato, anche non in via esclusiva, sul quale effettuare i relativi pagamenti è il seguente: IBAN:.. e le persone autorizzate ad operare su tale conto corrente sono le seguenti: Cognome e nome:.. C.F.. Cognome e nome:.. C.F.. ART MODALITA DI VERIFICA DELLA PRESTAZIONE IN CORSO D OPERA E DEL RISULTATO FINALE - RISOLUZIONE La Provincia di Pesaro e Urbino si riserva la facoltà di controllare e verificare in ogni momento il rispetto delle condizioni previste dal presente disciplinare per l esecuzione della prestazione. Qualora da tali verifiche emerga una difformità rispetto a quanto pattuito, la Provincia potrà segnalare tali circostanze all incaricato, indicando le modalità ed i criteri di conformazione al risultato pattuito. Nel caso in cui, da tale verifica, emergano risultati parziali, non conformi a quanto richiesto ovvero del tutto insoddisfacenti, la Provincia, qualora sussista l interesse, potrà concedere un termine non superiore a 10 giorni per l integrazione del risultato. Resta ferma la facoltà di risolvere il contratto per inadempimento ovvero di ridurre proporzionalmente il corrispettivo nel caso in cui il risultato parziale risulti di utilità per l ente, come riportato al successivo art. 11. E fatto salvo il risarcimento dei danni subiti. ART. 11- RECESSO E RISOLUZIONE Le parti possono recedere dal contratto ai sensi dell'art del Codice Civile. Oltre a quanto previsto al precedente articolo 10, l incarico è risolto di diritto ai sensi dell art del Codice Civile nei seguenti casi: 1) per reiterata inosservanza delle prescrizioni fornite dal Committente; 2) per violazione degli obblighi di riservatezza; 6

7 In ogni caso di recesso e risoluzione del contratto spetta all incaricato il solo rimborso delle spese sostenute ed il pagamento delle prestazioni validamente concluse. E fatto salvo il risarcimento dei danni subiti dal Committente derivanti dalla mancata esecuzione delle prestazioni per causa imputabile all incaricato. Ai sensi dell art. 6-bis (conflitto di interesse) della Legge n. 241/1990 il rapporto si intende altresì risolto o decaduto in caso di violazione degli obblighi derivanti dalla suddetta norma. ART PENALI In caso di mancato rispetto dei termini indicati al precedente articolo 4, la Provincia di Pesaro e Urbino applicherà all incaricato una penale del 5% dell importo del compenso lordo contrattuale, da trattenersi al momento del pagamento del saldo dell onorario dovuto. E fatto salvo il risarcimento di eventuali danni causati alla Provincia di Pesaro e Urbino da tale ritardo. ART. 13 CONTROVERSIE Le eventuali controversie relative all interpretazione e all applicazione del presente disciplinare dovranno essere risolte con spirito di reciproca comprensione. Nel caso ciò non sia possibile è competente il Foro di Pesaro. ART. 14 SPESE Sono a carico dell incaricato tutte le spese relative al presente atto, nessuna esclusa o eccettuata, ivi comprese le spese di bollo, di registrazione, i diritti di segreteria, ecc., se e in quanto dovute. Il presente atto è da registrare solo in caso d uso, a norma dell art. 10 parte seconda, della tariffa allegata al DPR 26 aprile 1986 n 131. ART PRIVACY Le parti, ai sensi del D.Lgs. n.196/2003, si autorizzano reciprocamente al trattamento dei propri dati personali, in relazione agli adempimenti connessi con il presente rapporto contrattuale. Letto, approvato e sottoscritto in segno di accettazione. Pesaro, lì Per l'amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino IL DIRIGENTE SERVIZIO 13 Ambiente, Agricoltura, Energia rinnovabile, Pianificazione ambientale 7

8 Dott.ssa Elisabetta Cecchini IL PROFESSIONISTA 8

9 ALLEGATO ALLA CONVENZIONE PRJECT MANAGER : SCHEDA PROGETTUALE TITOLO DEL PROGETTO: Trout population RecOvery in central italy - Acronimo: LIFE+TROTA numero 12 NAT/IT/ Obiettivi del progetto: L' obiettivo principale del progetto è quello di mettere in atto azioni concrete per la conservazione delle trota nativa dell'area mediterranea (indicata come Salmo macrostigma nella Direttiva Comunitaria 92/43/EEC, Allegato II) e del suo habitat in Italia centrale. La trota macrostigma è classificata come specie vulnerabile in Europa e fortemente minacciata in Italia. Le principali minacce alla futura persistenza di questo salmonide concernono: il sovrasfruttamento della risorsa idrica, l'alterazione degli habitat fluviali e le attività di ripopolamento con trote domestiche e alloctone all'area del mediterraneo che danno luogo a fenomeni di ibridazione e successiva introgressione. Sebbene, quella dei ripopolamenti con materiale alloctono sia una pratica talmente diffusa tanto da affondare le sue radici fin nel XIX secolo, è ancora oggi possibile ritrovare lungo la penisola italiana nuclei isolati e integri, o quasi, dal punto di vista della variabilità genetica originaria. Un esempio in tal senso è rappresentato dalle trote presenti nel reticolo idrografico del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Qui, il lavoro di caratterizzazione genetica, che l'università Politecnica delle Marche, conduce da oltre dieci anni, ha messo in evidenza, sia l'appartenenza delle trote del Parco al "ceppo mediterraneo", sia la loro peculiarità (i.e., alcune varianti del DNA mitocondriale si trovano solo qui). Tuttavia, se si tiene in considerazione che nell Italia centro meridionale le popolazioni originarie di trota sono state ampiamente rimpiazzate dalle trote di natura domestica e alloctona, ad eccezione di poche popolazioni in Sicilia e in Sardegna, le popolazioni di S. macrostigma coinvolte in questo progetto rappresentano approssimativamente il 30-35% dei popolamenti rimasti in Italia. Questo progetto, pertanto, mira a mettere in atto concrete azioni di conservazione della specie S. macrostigma e del suo habitat in 6 fiumi dell Italia centrale (Metauro, Esino, Potenza, Chienti, Tenna and Tevere), dove popolazioni superstiti di trota macrostigma sono ancora oggi rinvenibili. Risultati Attesi: I principali risultati attesi dall implementazione del progetto sono: Ampliare la mappa della variabilità genetica di questa specie nell'area di studio Acquisire conoscenze approfondite sulle caratteristiche idrologiche dei torrenti che ospitano popolazioni di trota macrostigma Convertire un impianto convenzionale di acquacoltura in un impianto volto a ridurre il più possibili i rischi di domesticazione (i.e. naturalizzazione delle vasche etc) Avviare attività di supportive breeding attraverso l'utilizzo di esemplari selezionati grazie all'usilio di diversi marker molecolari; Effettuare nei torrenti particolarmente vocati a ospitare salmonidi attività di eradicazione delle trote alloctone ; Coinvolgere la comunità delle associazioni piscatorie e ambientaliste per aumentare la consapevolezza nella questione della conservazione della trota e per facilitare l accettazione di regole più efficaci nel gestire le attività di pesca e quelle di conservazione. Aree SIC coinvolte dal progetto: Piana di Pioraco 9

10 Serre del Burano Valle dell Ambro Gole della Valnerina Monte Fema Monte Bove Val di Fibbia Valle dell Acquasanta Gola del Fiastrone Valle dell Infernaccio Monte Sibilla Monte Nerone Gola di Gorgo a Cerbara Gola di Pioraco Monte Giuoco del Pallone Monte Cafaggio Valle Rapegna e Monte Cardosa Monte Pennino Scurosa Monte Catria, Monte Acuto Valore Aggiunto del progetto: È noto che in Europa i pesci delle acque interne costituiscono un gruppo tassonomico particolarmente vulnerabile: oltre alla profonda alterazione degli habitat acquatici (prelievo dell acqua, inquinamento, creazione di sbarramenti, ecc.), i pesci sono profondamente minacciati dalle pratiche di gestione sbagliate che hanno portato all introduzione di specie aliene e all alterazione genetica delle specie. La trota del Mediterraneo è una delle specie più severamente minacciate: le popolazioni originarie rimaste in alcuni Paesi europei (Francia, Spagna, Italia e Grecia e in alcune aree della ex Jugoslavia) e in pochi Paesi della costa mediterranea del sud, sono rare e localizzate. È pertanto evidente il valore aggiunto europeo del progetto che mira a proteggere le popolazioni rimanenti in Italia centrale Inoltre, l approccio conservativo che verrà adottato prende spunto dagli esiti di un precedente progetto LIFE (LIFE03NAT/F/000101) sulla conservazione della trota in Corsica e i risultati che verranno ottenuti saranno divulgati in altri Paesi europei (Spagna). Impatto socio-economico del progetto: Il principale impatto socio-economico del progetto riguarderà le associazioni di pesca sportiva, che operano nelle aree di progetto. In passato, i pescatori sportivi sono stati, anche se non intenzionalmente, una delle maggiori cause dell impatto negativo che l'introduzione di specie o popolazioni aliene hanno avuto sulle comunità naturali di pesci e sulla loro integrità genetica. Infatti, la maggior parte delle pratiche di gestione venivano condotte per ripopolare i fiumi e i laghi con la mera finalità di garantire le necessità della pesca sportiva. Negli ultimi anni, nell area di progetto la comunità dei pescatori ha fortemente accresciuto la sua consapevolezza e l attenzione per la conservazione dell'ambiente, tuttavia, alcuni conflitti permangono, specialmente con le normative che regolamentano la pesca nei Siti di Interesse Comunitario (SIC) e nelle aree protette. Il presente progetto potrebbe portare a decisioni concernenti la normativa relativa alla pesca sportiva (Azione C6) che potrebbero avere impatti socio-economici sulle comunità di pescatori. Per evitare una reazione negativa, tale comunità sarà coinvolta nel progetto sin dall inizio (Azione E2) e anche direttamente nelle attività di conservazione (Azioni C). Azioni: 10

11 Il progetto TROTA è strutturato in gruppi di azioni: AZIONI A: Azioni preparatorie, elaborazione di piani di gestione e/o di piani di azione A1. Preparazione delle procedure amministrative per l avvio del progetto A2. Caratterizzazione genetica e demografica della popolazione di trote in 32 siti al fine di individuare 10 siti dove implementare le attività di i) recupero dei riproduttori (Azione C2) e ii) di supportive breeding. A3. Caratterizzazione ambientale dei corsi d acqua che saranno soggetti ad azioni di conservazione A4. Scambio di know-how con esperti che hanno acquisito esperienze in precedenti e analoghi progetti Life A5. Richiesta di tutti i permessi necessari per gli interventi di cattura, trasporto e ripopolamento AZIONI C: Azioni concrete di conservazione C1. Conversione di un impianto di acquacoltura a gestione convenzionale a un impianto per la gestione e il recupero dei popolamenti nativi di trota mediterranea C2. Raccolta e selezione di trote dai siti selezionati durante le azioni A e loro trasporto all impianto di acquacoltura per la produzione di trote mediterranee geneticamente pure per il supportive breeding/ripopolamento C3. Rimozione di trote aliene dai corsi d acqua selezionati per lo svolgimento di attività di ripopolamento (C4) C4. Ripopolamento nei corsi d acqua selezionati nelle precedenti azioni con stadi giovanili di Salmo macrostigma C5. Valutazione del flusso d acqua estivo per aumentare le probabilità di sopravvivenza di trota macrostigma in conformità con le norme relative al flusso minimo e alla qualità dell acqua C6. Revisione e aggiornamento del quadro normativo esistente così da adattarlo alla conservazione della trota macrostigma. Entrambe le normative, relative alla gestione della pesca e dell ambiente saranno prese in considerazione. AZIONI D: Monitoraggio dell impatto delle azioni concrete di conservazione del progetto Azione D1: Monitoraggio della rimozione delle trote aliene (C3) e monitoraggio delle attività di ripopolamento (C4) Azione D2: Monitoraggio del successo riproduttivo e delle caratteristiche genetiche (C1 e C2) delle trote selvatiche stabulate in cattività e di quelle nate in cattività Azione D3: Valutazione dell impatto socio economico e eco-sistemico delle azioni di progetto AZIONI E: Campagna di sensibilizzazione pubblica e disseminazione dei risultati di progetto E1. Sito web di progetto E2. Coinvolgimento di stakeholder locali nel progetto E3. Disseminazione dei risultati di progetto in altre aree con popolazioni native di trote del Mediterraneo E4. Elaborazione di materiali di disseminazione del progetto E5. Report 11

12 AZIONI F: Operatività e monitoraggio generale dell implementazione del progetto F1. Gestione tecnica del progetto da parte della Provincia di Pesaro e Urbino F2. Gestione finanziaria del progetto da parte della Provincia di Pesaro e Urbino F3. Attività di networking F4. Audit esterno F5. Piano di conservazione dopo la chiusura di progetto 12

PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n. PREMESSO che:

PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n. PREMESSO che: PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n PREMESSO che: vista la Delibera di Giunta Provinciale n. 198 del 04/12/2008 recante: Modifiche

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO Reg. Inc. n. Pordenone, lì CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO INFORMATICO ALL ATTIVITÀ DI ESTRAPOLAZIONE, ELABORAZIONE E MONITORAGGIO STATISTICO

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

ALLEGATO A ALL AVVISO PUBBBLICO

ALLEGATO A ALL AVVISO PUBBBLICO I 61121 Pesaro, Viale A. Gramsci, 4 Tel. 0721. 359.2396 Fax. 0721. 359.2431 E_mail : e.cecchini@provincia.ps.it Iternet : www.provincia.ps.it/ambiente ALLEGATO A ALL AVVISO PUBBBLICO N.B. In fase di richiesta

Dettagli

Bando di selezione per il conferimento di un incarico di consulenza specialistica

Bando di selezione per il conferimento di un incarico di consulenza specialistica Bando di selezione per il conferimento di un incarico di consulenza specialistica E indetta una selezione per il conferimento di n. 1 (uno) incarico di consulenza specialistica per l individuazione delle

Dettagli

In esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.. del SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

In esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.. del SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE ALLEGATO B) all Avviso Schema di CONVENZIONE TRA COMUNE DI FORLì E ASSOCIAZIONE DI (VOLONTARIATO /PROMOZIONE SOCIALE) (nome). PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO CRESCERE NEL CENTRO PREMESSO - che l Amministrazione

Dettagli

COMMISSIONE DI CERTIFICAZIONE Viale Jacopo Berengario, 51 41121 Modena tel. +39 059.2056745/2 - fax. +39 059.2056743

COMMISSIONE DI CERTIFICAZIONE Viale Jacopo Berengario, 51 41121 Modena tel. +39 059.2056745/2 - fax. +39 059.2056743 CONTRATTO DI PRESTAZIONE D OPERA EX ARTT. 2222 E SS. C.C. La..., in persona del suo legale rappresentante, sig.., nato a.. ( ) il / /, con sede legale in. ( ), Via.., C.F. e P.IVA:.., di seguito denominata

Dettagli

SCHEMA DISCIPLINARE INCARICO

SCHEMA DISCIPLINARE INCARICO 1 SCHEMA DISCIPLINARE INCARICO Allegato B) COMUNE DI TRIESTE N. Cod. Fisc. e Part. IVA 00210240321 Area Cultura e Sport Civici Musei di Storia ed Arte Rep./Racc. n Prot. n OGGETTO: Contratto di collaborazione

Dettagli

In data odierna. tra. Società Entrate Pisa S.E.Pi. S.p.A. - (P.IVA 01724200504) con sede

In data odierna. tra. Società Entrate Pisa S.E.Pi. S.p.A. - (P.IVA 01724200504) con sede Contratto di affidamento di incarico In data odierna tra Società Entrate Pisa S.E.Pi. S.p.A. - (P.IVA 01724200504) con sede in Pisa, Piazza dei Facchini n. 16, nella persona del Direttore Generale, Dott.

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE PROFESSIONALE

CONTRATTO DI PRESTAZIONE PROFESSIONALE CONTRATTO DI PRESTAZIONE PROFESSIONALE L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal Direttore del Dipartimento/Centro o Preside

Dettagli

C O N V E N Z I O N E

C O N V E N Z I O N E C O N V E N Z I O N E Il Comune di PONTECAGNANO FAIANO (SA), Capofila dell Ambito Territoriale S4, sito in via M.A. Alfani, Legalmente Rappresentato dalla dott.ssa Giovanna Martucciello, nata a Pontecagnano

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA CIG Z170CA13CF

COMUNE DI BRESCIA CIG Z170CA13CF COMUNE DI BRESCIA SETTORE EDIFICI PUBBLICI E MONUMENTALI DISCIPLINARE D INCARICO PROFESSIONALE PER L ATTIVITA DI VERIFICA E ADEGUAMENTO ALLA NORMATIVA PREVENZIONE INCENDI IN DIVERSI EDIFICI PUBBLICI E

Dettagli

DETERMINAZIONE N.104 DEL 28/11/2011

DETERMINAZIONE N.104 DEL 28/11/2011 Settore n 2 Servizi di Gestione Economico-Finanziaria DETERMINAZIONE N.104 DEL 28/11/2011 N. Registro generale 463 OGGETTO: Conferimento incarichi professionali di consulenza in materia di partecipate.

Dettagli

P R O V I N C I A D I U D I N E P R O V I N C I E DI U D I N

P R O V I N C I A D I U D I N E P R O V I N C I E DI U D I N ALLEGATO (A) P R O V I N C I A D I U D I N E P R O V I N C I E DI U D I N SCHEMA DI DISCIPLINARE PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO PER L ATTIVITA DI COORDINAMENTO, CURATELA SCIENTIFICA E COORDINAMENTO

Dettagli

COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (Prov. NA)

COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (Prov. NA) COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (Prov. NA) CONVENZIONE PER L INCARICO PROFESSIONALE DI DIRETTORE OPERATIVO DEI LAVORI DI manutenzione istituti scolastici e immobili comunali, comprensive degli impianti

Dettagli

ARTICOLO 1 Premesse Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto.

ARTICOLO 1 Premesse Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto. SCRITTURA PRIVATA TRA la Diocesi/Parrocchia di..., con sede in..., Via/Piazza,..., codice fiscale/partita iva..., in persona del legale rappresentante pro-tempore, di seguito denominato anche Committente

Dettagli

Scheda progetto Redazione di una Sintesi ragionata del Sesto Rapporto di coesione economica, sociale e territoriale dell Unione Europea.

Scheda progetto Redazione di una Sintesi ragionata del Sesto Rapporto di coesione economica, sociale e territoriale dell Unione Europea. Allegato 1) Scheda progetto Redazione di una Sintesi ragionata del Sesto Rapporto di coesione economica, sociale e territoriale dell Unione Europea. PREMESSA Ogni tre anni l'unione Europea pubblica una

Dettagli

Sviluppo Investimenti Territorio s.r.l.

Sviluppo Investimenti Territorio s.r.l. 161/13 Sviluppo Investimenti Territorio s.r.l. Regolamento per l affidamento di incarichi professionali a soggetti esterni Sommario Articolo 1 Oggetto del Regolamento... 2 Articolo 2 Presupposti e limiti...

Dettagli

* * * * * L anno Duemilaquindici addì... del mese di..., presso la Sede Municipale, tra i Sigg:

* * * * * L anno Duemilaquindici addì... del mese di..., presso la Sede Municipale, tra i Sigg: REP. Marca da Bollo 16,00 DISCIPLINARE CONFERIMENTO INCARICO PROFESSIONALE DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA CANTIERI IN FASE DI ESECUZIONE RELATIVAMENTE AI LAVORI DI VIA ROMA ALL ING. LIVIO CAMPAGNOLO CON

Dettagli

DISCIPLINARE DI INCARICO

DISCIPLINARE DI INCARICO Regione Autonoma Friuli - Venezia Giulia ENTE PARCO NATURALE DELLE PREALPI GIULIE DISCIPLINARE DI INCARICO PER IL C OORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN F ASE DI ESECUZI ONE, PER I LAVORI DI REALIZZAZI ONE

Dettagli

progettazione e realizzazione di un programma di formazione dal titolo Scuola

progettazione e realizzazione di un programma di formazione dal titolo Scuola N. di Raccolta SCRITTURA PRIVATA PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI FORMAZIONE DAL TITOLO SCUOLA PER L AUTOIMPRENDITORIALITÀ SIPAVIA TRA La Provincia di Pavia

Dettagli

CONSORZIO PUBBLICO DI FUNZIONI ZONA VALDERA Provincia di Pisa. Determinazione n 22 del 24/02/2010

CONSORZIO PUBBLICO DI FUNZIONI ZONA VALDERA Provincia di Pisa. Determinazione n 22 del 24/02/2010 Comuni di Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme, Chianni, Crespina, Lajatico, Lari, Palaia, Peccioli, Ponsacco, Pontedera, S. Maria a Monte, Terricciola e Azienda USL n.5 Ufficio della Direzione

Dettagli

Città di Manfredonia Provincia di Foggia

Città di Manfredonia Provincia di Foggia Città di Manfredonia Provincia di Foggia Convenzione per incarico di supporto al 3 settore per l espletamento di attività connesse alla materia specialistica fiscale. L anno duemilaquindici, il giorno

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

COMUNE DI PRATO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E POLITICHE EUROPEE SCHEMA DI DISCIPLINARE DI INCARICO

COMUNE DI PRATO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E POLITICHE EUROPEE SCHEMA DI DISCIPLINARE DI INCARICO Allegato B Schema di disciplinare di incarico COMUNE DI PRATO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E POLITICHE EUROPEE SCHEMA DI DISCIPLINARE DI INCARICO OGGETTO: SERVIZIO DI JUNIOR PROJECT OFFICER PER IL PROGETTO

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OO.PP. DEL PIEMONTE E DELLA VALLE D AOSTA CIG ZAA0BF9AA1

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OO.PP. DEL PIEMONTE E DELLA VALLE D AOSTA CIG ZAA0BF9AA1 SCHEMA MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OO.PP. DEL PIEMONTE E DELLA VALLE D AOSTA CUP ASSEGNATO AL PROGETTO D31H12000140001 CIG ZAA0BF9AA1 Affidamento

Dettagli

L anno il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste.

L anno il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste. COMUNE DI TRIESTE N. Cod. Fisc. e Part. IVA 00210240321 Rep. n Area Risorse Economiche-Finanziarie e di Sviluppo Economico Prot. n OGGETTO: Affidamento servizio di assistenza tecnica in relazione alla

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA AREA PROGRAMMAZIONE E GESTIONE TERRITORIO COPIA DETERMINAZIONE N. 289 del 31/12/2009 OGGETTO APPROVAZIONE DISCIPLINARE D'INCARICO PER LA REDAZIONE DI

Dettagli

Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 256 di data 07.10.2014 S C H E M A D I C O N V E N Z I O N E

Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 256 di data 07.10.2014 S C H E M A D I C O N V E N Z I O N E Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 256 di data 07.10.2014 IL SINDACO F.F. F.to Lucia Vicentini IL SEGRETARIO COMUNALE F.to dott.ssa Tiziana Angeli S C H E M A D I C O N V E N Z I O N

Dettagli

TRA. Eventidea agency s.r.l. INDICE

TRA. Eventidea agency s.r.l. INDICE CONTRATTO DI LAVORO OCCASIONALE TRA Eventidea agency s.r.l. E.. INDICE 1. Premesse, definizioni e allegati 2. Oggetto 3. Modalità di esecuzione 4. Durata 5. Corrispettivo 6. Risoluzione per inadempimento

Dettagli

Comune di Forlì Servizio ENTRATE TRIBUTARIE BILANCIO INVESTIMENTI

Comune di Forlì Servizio ENTRATE TRIBUTARIE BILANCIO INVESTIMENTI Racc. Contr / BOLLO ALLEGATO C Comune di Forlì Servizio ENTRATE TRIBUTARIE BILANCIO INVESTIMENTI Schema di A: c.f. p.iva LETTERA CONTRATTO PER AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA CONTABILE/FISCALE E

Dettagli

DISCIPLINARE DI INCARICO DI DIRETTORE RESPONSABILE DELLA NEWSLETTER SEMESTRALE EDITA DAL SERVIZIO POLITICHE EUROPEE DELLA PROVINCIA DA SVOLGERSI NEL

DISCIPLINARE DI INCARICO DI DIRETTORE RESPONSABILE DELLA NEWSLETTER SEMESTRALE EDITA DAL SERVIZIO POLITICHE EUROPEE DELLA PROVINCIA DA SVOLGERSI NEL Reg. inc. n. Pordenone, lì DISCIPLINARE DI INCARICO DI DIRETTORE RESPONSABILE DELLA NEWSLETTER SEMESTRALE EDITA DAL SERVIZIO POLITICHE EUROPEE DELLA PROVINCIA DA SVOLGERSI NEL PERIODO GIUGNO 2014 DICEMBRE

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA)

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) L anno DUEMILA... il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste. Premesso che:

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA AREA PROGRAMMAZIONE E GESTIONE TERRITORIO COPIA DETERMINAZIONE N. 102 del 17/09/2012 OGGETTO INCARICO PROFESSIONALE PER LA REDAZIONE DI RELAZIONI TECNICHE

Dettagli

C I T T A di S A R Z A N A

C I T T A di S A R Z A N A C I T T A di S A R Z A N A Provincia della Spezia A R E A 1 S E R V I Z I I N T E R N I Servizio Economato Provveditorato Patrimonio e Gare D E T E R M I N A Z I O N E N. 331 DEL 27.11.2013 Oggetto: Affidamento

Dettagli

IL AREA AMMINISTR.CONTABILE

IL AREA AMMINISTR.CONTABILE OGGETTO: Manutenzione ordinaria arredo urbano. Affidamento alla Cooperativa Promozione Lavoro di San Bonifacio. IL AREA AMMINISTR.CONTABILE RICHIAMATA la delibera di Giunta Comunale n. 13 del 01.03.2012,

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE

DECRETO DEL DIRETTORE DECRETO DEL DIRETTORE N. 211 DEL 24.09.2015 OGGETTO: Approvazione della Convenzione per l affidamento del servizio di informazione, raccolta dati, compilazione e calcolo dell indicatore parificato universitario

Dettagli

COMUNE DI VALSAMOGGIA. (Provincia di Bologna) DISCIPLINARE PER IL CONFERIMENTO D INCARICO PROFESSIONALE

COMUNE DI VALSAMOGGIA. (Provincia di Bologna) DISCIPLINARE PER IL CONFERIMENTO D INCARICO PROFESSIONALE COMUNE DI VALSAMOGGIA (Provincia di Bologna) DISCIPLINARE PER IL CONFERIMENTO D INCARICO PROFESSIONALE PER ESEGUIRE I SERVIZI TECNICI DI COORDINATORE PER LA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI LAVORI DI

Dettagli

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio;

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio; ALLEGATO A SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: Convenzione tra Il Comune di Trieste Servizio Biblioteche Civiche e la cooperativa sociale.... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito

Dettagli

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO relativo alla Procedura selettiva n. 238/2014 ai sensi dell art. 125 comma 11 del D.Lgs. n.163/2006 per l affidamento del servizio di consulenza ed assistenza di carattere

Dettagli

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 106

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 106 O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 106

Dettagli

COMUNE DI PRATO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E POLITICHE EUROPEE SCHEMA DI DISCIPLINARE DI INCARICO

COMUNE DI PRATO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E POLITICHE EUROPEE SCHEMA DI DISCIPLINARE DI INCARICO Allegato B Schema di disciplinare di incarico COMUNE DI PRATO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E POLITICHE EUROPEE SCHEMA DI DISCIPLINARE DI INCARICO OGGETTO: SERVIZIO DI PROJECT MANAGER PER IL PROGETTO EUROPEO

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO CONTRATTO DI APPALTO PRIVATO PER OPERE RELATIVE A IMMOBILI CIVILI Tra... d ora in avanti denominato il committente residente in. C.F... P. IVA - da una parte e.. d ora in avanti

Dettagli

COMUNE DI VOGHIERA (PROVINCIA DI FERRARA) L'anno duemiladodici, addì ( ) del mese di, presso la

COMUNE DI VOGHIERA (PROVINCIA DI FERRARA) L'anno duemiladodici, addì ( ) del mese di, presso la COMUNE DI VOGHIERA (PROVINCIA DI FERRARA) SVOLGIMENTO DEI COMPITI E FUNZIONI DI RESPONSABILE ESTERNO DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP) PER L ANNO 2012 Rep. N. /2012 L'anno duemiladodici,

Dettagli

INCARICO DI PRESTAZIONE PROFESSIONALE PER ORIENTARORE DI BASE NEI CPI/SPI DELLA PROVINCIA DI POTENZA

INCARICO DI PRESTAZIONE PROFESSIONALE PER ORIENTARORE DI BASE NEI CPI/SPI DELLA PROVINCIA DI POTENZA INCARICO DI PRESTAZIONE PROFESSIONALE PER ORIENTARORE DI BASE NEI CPI/SPI DELLA PROVINCIA DI POTENZA L anno 2012 il giorno 8 (otto) del mese di febbraio tra la Provincia di Potenza con sede legale in Potenza,

Dettagli

Istituto Comprensivo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria I Grado 86048 SANT ELIA A PIANISI (CB)

Istituto Comprensivo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria I Grado 86048 SANT ELIA A PIANISI (CB) Prot. n. 2672 A/3 Istituto Comprensivo CONTRATTO DI PRESTAZIONE D OPERA IN REGIME DI LAVORO AUTONOMO TRA l Istituto Comprensivo Statale di Sant Elia a Pianisi, di seguito indicato come Istituto, codice

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO CAMERALE N. 5 DEL 15/06/2009

APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO CAMERALE N. 5 DEL 15/06/2009 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO CAMERALE N. 5 DEL 15/06/2009 REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI A SOGGETTI ESTERNI ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI PARMA. Art. 1 Oggetto Finalità-

Dettagli

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente CONVENZIONE Attività di ballo e ginnastica presso i Centri Anziani del Municipio 18 CIG n. 5110477308 Il giorno. del mese di. dell anno 2013 presso la sede del Servizio Sociale del Municipio 18 Roma Aurelio,

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA AVVISO ESPLORATIVO Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantacinque utenze intestate all EFS. - Importo complessivo annuo stimato 37.000,00 oltre iva di legge. - Procedura

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO Per

SCHEMA DI CONTRATTO Per SCHEMA DI CONTRATTO Per L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA PER LA VALUTAZIONE DEGLI ASPETTI ECONOMICO AZIENDALI SOTTOSTANTI ALL IPOTESI DI INTERNALIZZAZIONE DELL ATTIVITA DI GESTIONE DEI

Dettagli

COMUNE DI RIMINI DEFINIZIONE DEI COSTI E DEI RICAVI CONNESSI ALLA GESTIONE FUTURA DEI CAMPI DA CALCIO COMUNALI NONCHE DEGLI INVESTIMENTI IVI

COMUNE DI RIMINI DEFINIZIONE DEI COSTI E DEI RICAVI CONNESSI ALLA GESTIONE FUTURA DEI CAMPI DA CALCIO COMUNALI NONCHE DEGLI INVESTIMENTI IVI COMUNE DI RIMINI CONTRATTO DI AFFIDAMENTO DI INCARICO DI STUDIO PER LA DEFINIZIONE DEI COSTI E DEI RICAVI CONNESSI ALLA GESTIONE FUTURA DEI CAMPI DA CALCIO COMUNALI NONCHE DEGLI INVESTIMENTI IVI REALIZZABILI

Dettagli

DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINAMENTO PER LA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE E IN FASE D ESECUZIONE DI CUI AL DLGS 81/2008 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI PER Con la presente

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO DI GESTIONE DEL PARCO DEL MONTE CUCCO. Avvisa

IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO DI GESTIONE DEL PARCO DEL MONTE CUCCO. Avvisa BANDO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA NELLE ATTIVITA DI PROMOZIONE, COMUNICAZIONE, MARKETING AD UN ESPERTO DI MARKETING E COMUNICAZIONE. IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE AD EURO 100.000,00 ATTINENTI I SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE AD EURO 100.000,00 ATTINENTI I SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE AD EURO 100.000,00 ATTINENTI I SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA IN MATERIA DI LAVORI PUBBLICI E I SERVIZI IN MATERIA

Dettagli

OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal.

OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal. SCHEMA DI CONTRATTO allegato sub E) OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal. IMPRESA: (denominazione e codice

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO D.R. N. 688 DEL 10/12/2007 (sostituisce il testo emanato con D.R. n. 449 del 06/09/2007.) REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO CAPO I Art. 1 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

D I P A R T I M E N TO II Governance, Progetti e Finanza

D I P A R T I M E N TO II Governance, Progetti e Finanza D I P A R T I M E N TO II Governance, Progetti e Finanza DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE del 25/03/2010 n. 98 Oggetto: P.A. 2005 NUOVA SEDE DELL I.P.C. PODESTI DI ANCONA - ACCORPAMENTO I.P.C. PODESTI - I.P.S.I.A.

Dettagli

Lez. 2 Riferimenti normativi [documento 2A]

Lez. 2 Riferimenti normativi [documento 2A] Lez. 2 Riferimenti normativi [documento 2A] Compila il disciplinare d incarico ipotizzando un intervento di manutenzione straordinaria, comprensivo di progetto e direzione lavori e coordinamento della

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE OGGETTO: Contratto estimatorio per la fornitura di dispositivi medici occorrenti al servizio di radiologia interventistica e vascolare

Dettagli

DITTA SINET ITALIA S.R.L.

DITTA SINET ITALIA S.R.L. COMUNE DI SPINEA (Provincia di Venezia) CONVENZIONE CON LA DITTA SINET ITALIA S.R.L. DI PORTOGRUARO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA PER LA TRACCIABILITA E RINTRACCIABILITA DELLE INFORMAZIONI MARKETING

Dettagli

Disciplinare di conferimento dell incarico per pratica S.C.I.A. Vigili del Fuoco del nuovo asilo nido di Via Alfieri (edificio

Disciplinare di conferimento dell incarico per pratica S.C.I.A. Vigili del Fuoco del nuovo asilo nido di Via Alfieri (edificio Disciplinare di conferimento dell incarico per pratica S.C.I.A. Vigili del Fuoco del nuovo asilo nido di Via Alfieri (edificio Alpen Rose s.r.l.) STAZIONE CONFERENTE: COMUNE DI BORGOMANERO (C.F. 82001370038);

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA CONTRATTO CON L ENTE ENAIP FVG PER LA REALIZZAZIONE DI UN PERCORSO DI AGGIORNAMENTO

PROVINCIA DI GORIZIA CONTRATTO CON L ENTE ENAIP FVG PER LA REALIZZAZIONE DI UN PERCORSO DI AGGIORNAMENTO PROVINCIA DI GORIZIA CONTRATTO CON L ENTE ENAIP FVG PER LA REALIZZAZIONE DI UN PERCORSO DI AGGIORNAMENTO FORMATIVO SUI PROGRAMMI WORD, EXCEL, POWER POINT. IMPORTO CONTRATTUALE: EURO 12.850,00 (dodicimilaottocentocinquanta)

Dettagli

CONTRATTO DI CONSULENZA PROFESSIONALE

CONTRATTO DI CONSULENZA PROFESSIONALE CONTRATTO DI CONSULENZA PROFESSIONALE Il/La nato a il.., residente in alla via.., C.F.., (se società) nella qualità di..della., con sede in via.. n., part. I.V.A. n., PEC. (committente) E Il Dott./Dott.ssa..,

Dettagli

PROVINCIA DI BARI CONVENZIONE PER AFFIDAMENTO INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PROFESSIONALE FINALIZZATA ALL ESPLETAMENTO DELLE

PROVINCIA DI BARI CONVENZIONE PER AFFIDAMENTO INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PROFESSIONALE FINALIZZATA ALL ESPLETAMENTO DELLE PROVINCIA DI BARI CONVENZIONE PER AFFIDAMENTO INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PROFESSIONALE FINALIZZATA ALL ESPLETAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI SUPPORTO ALLE A.T.O. RIFIUTI PROVINCIALI

Dettagli

COMUNE DI CAMPONOGARA Provincia di VENEZIA

COMUNE DI CAMPONOGARA Provincia di VENEZIA COMUNE DI CAMPONOGARA Provincia di VENEZIA COPIA UNITA OPERATIVA COMPLESSA: RAGIONERIA DETERMINAZIONE DI IMPEGNO E LIQUIDAZIONE Numero 693 del Registro delle Determinazioni Data 22-09-2012 OGGETTO: INCARICO

Dettagli

..., di seguito denominato/a anche CONSULENTE. premesso che:

..., di seguito denominato/a anche CONSULENTE. premesso che: CONTRATTO DI PRESTAZIONE D OPERA INTELLETTUALE EX ART. 2230 C.C. La..., in persona del suo legale rappresentante, sig.., nato a.. ( ) il / /, con sede legale in. ( ), Via.., C.F. e P.IVA:.., di seguito

Dettagli

CONTRATTO DI LAVORO AUTONOMO PROFESSIONALE Sottoscritto in data da e tra

CONTRATTO DI LAVORO AUTONOMO PROFESSIONALE Sottoscritto in data da e tra CONTRATTO DI LAVORO AUTONOMO PROFESSIONALE Sottoscritto in data da e tra Università di Trento con sede in Trento, Via Belenzani n. 12, codice fiscale e partita IVA 00340520220, rappresentata dal dr. nato

Dettagli

Regolamento per il conferimento. degli incarichi ed il reclutamento del personale

Regolamento per il conferimento. degli incarichi ed il reclutamento del personale MEGAS. NET S.P.A. Regolamento per il conferimento degli incarichi ed il reclutamento del personale (adottato ai sensi dell'art. 18, secondo comma, D.L. 112/2008, convertito con Legge 6 agosto 2008, n.

Dettagli

PROVINCIA DI MILANO DISCIPLINARE DI INCARICO. Atti n. 104280/15.4/2013/1 ***** TRA

PROVINCIA DI MILANO DISCIPLINARE DI INCARICO. Atti n. 104280/15.4/2013/1 ***** TRA PROVINCIA DI MILANO DISCIPLINARE DI INCARICO Atti n. 104280/15.4/2013/1 ***** TRA PROVINCIA DI MILANO con sede legale in Milano alla Via Vivaio n. 1 C.F. e P.IVA 02120090150 rappresentata ai sensi del

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO DI AFFIDAMENTO LAVORI IN MATERIA DI IMPIANTISTICA ELETTRICA RELATIVI AD IMMOBILI CIVILI DI PROPRIETA CONDOMINIALE (INSTALLAZIONE,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI DI DIFESA IN GIUDIZIO (CIVILE E PENALE) IN

CONDIZIONI GENERALI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI DI DIFESA IN GIUDIZIO (CIVILE E PENALE) IN CONDIZIONI GENERALI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI DI DIFESA IN GIUDIZIO (CIVILE E PENALE) IN AMBITO DI RESPONSABILITA PROFESSIONALE MEDICO - SANITARIA DELLE AUSL DI RAVENNA, FORLI, CESENA

Dettagli

CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI

CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI CONVENZIONE D INCARICO PROFESSIONALE PER LA DIREZIONE LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI LAVORI DI Manutenzione della rete idrica e fognaria a servizio dell intero territorio

Dettagli

In ordine alla durata, si prendono in considerazione le due ipotesi previste dall art. 62, lett. a) del d. lgs. n. 276/2003.

In ordine alla durata, si prendono in considerazione le due ipotesi previste dall art. 62, lett. a) del d. lgs. n. 276/2003. Nota esplicativa dello schema di contratto a progetto Lo schema di contratto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto prevede, nell ambito delle singole clausole, alcune soluzioni alternative

Dettagli

ART. 1 (finalità ed ambito applicativo)

ART. 1 (finalità ed ambito applicativo) OGGETTO: Approvazione Regolamento recante disciplina per il conferimento di incarichi di collaborazione, di studio di ricerca, di consulenze, ovvero ogni altra tipologia di collaborazione autonoma, a soggetti

Dettagli

INCARICO DI CONSULENZA ESTERNA AD ALTO CONTENUTO PROFESSIONALE. L anno., il giorno. del mese di in Velletri, presso la TRA

INCARICO DI CONSULENZA ESTERNA AD ALTO CONTENUTO PROFESSIONALE. L anno., il giorno. del mese di in Velletri, presso la TRA REP. N. INCARICO DI CONSULENZA ESTERNA AD ALTO CONTENUTO PROFESSIONALE. L anno., il giorno del mese di in Velletri, presso la sede della Società Volsca Ambiente e Servizi S.p.A. - TRA il quale dichiara

Dettagli

CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (Art. 10 L.R. n. 23/2006) tra

CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (Art. 10 L.R. n. 23/2006) tra CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (Art. 10 L.R. n. 23/2006) L anno 2011, il giorno., del mese di tra l Amministrazione Comunale di Cavarzere, con sede legale in Cavarzere

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE IL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE IL DIRIGENTE Rep. n. 395 del 24.07.08 PROVINCIA DI ASTI SERVIZIO AMBIENTE DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Protocollo n. 5606 del 23.07.08 OGGETTO: Conferimento di incarico professionale di consulenza per attuazione del

Dettagli

COMUNE DI ALTOPASCIO

COMUNE DI ALTOPASCIO COMUNE DI ALTOPASCIO PROVINCIA DI LUCCA C.A.P. 55011 tel. 0583 / 216455 c.f. 00197110463 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per affidamento incarico del servizio di brokeraggio assicurativo 1 INDICE ART.1 Oggetto

Dettagli

O P E R A R O M A N I

O P E R A R O M A N I O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 4

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE VITERBO CONVENZIONE TRA

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE VITERBO CONVENZIONE TRA Modello 6 CONVENZIONE TRA La Azienda Unita Sanitaria Locale con sede in Viterbo, via E.Fermi,15,Codice Fiscale e Partita I.V.A. 01455570562 (di seguito denominata per brevità AZIENDA ), rappresentata dal

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE Di RESPONSABILE DEI SERVIZI DI PREVENZIONE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

AVVISO PUBBLICO PER AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE Di RESPONSABILE DEI SERVIZI DI PREVENZIONE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO ISTITUTO SUPERIORE ISTRUZIONE SECONDARIA G. TASSINARI COD. NAIS09100C VIA FASANO,13 POZZUOLI 80078 TEL 081 5265754 FAX 081 5266762 E-MAIL NAIS09100C@istruzione.it SITO WEB www.itispozzuoli.it Prot. 3145/c14

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO Per

SCHEMA DI CONTRATTO Per SCHEMA DI CONTRATTO Per L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA LEGALE IN MATERIA DI SERVIZI PUBBLICI LOCALI E PARTECIPAZIONI SOCIETARIE PER LA VALUTAZIONE DEGLI ASPETTI GIURIDICO - AMMINISTRATIVI SOTTOSTANTI

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI CAGLIARI REP. N. 3509 CONTRATTO D OPERA SENZA VINCOLO DI SUBORDINAZIONE PER COLLABORAZIONE

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI CAGLIARI REP. N. 3509 CONTRATTO D OPERA SENZA VINCOLO DI SUBORDINAZIONE PER COLLABORAZIONE AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI CAGLIARI REP. N. 3509 CONTRATTO D OPERA SENZA VINCOLO DI SUBORDINAZIONE PER COLLABORAZIONE PROFESSIONALE DI SUPPORTO TECNICO E OPERATIVO ALLA PROVINCIA DI CAGLIARI PER ATTIVITA

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA. tra

PROVINCIA DI BOLOGNA. tra PROVINCIA DI BOLOGNA Contratto di affidamento di incarico professionale alla dott.ssa Giorgia Mazzotti per l'adeguamento del sito internet turistico della Redazione Locale della Pianura Bolognese agli

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA PROVINCIA DI BOLOGNA C O P I A DETERMINAZIONE : AREA LAVORI PUBBLICI E AMBIENTE SERVIZIO LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONE CONFERIMENTO INCARICO RELATIVO AGLI ADEMPIMENTI DI COORDINATORE

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE NUMERO GARA 2367978 CIG 229069989B CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI RIMINI E.. PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI MATERIALE A FAVORE DEI SERVIZI ED ISTITUZIONI FACENTI

Dettagli

Determinazione del Dirigente del Servizio Relazioni e Progetti Europei e Internazionali N. 36 43076/2010

Determinazione del Dirigente del Servizio Relazioni e Progetti Europei e Internazionali N. 36 43076/2010 Determinazione del Dirigente del Servizio Relazioni e Progetti Europei e Internazionali N. 36 43076/2010 Oggetto: AFFIDAMENTO DI INCARICO A FRANCESCA MARIA BENA PER IL SUPPORTO AL SERVIZIO RELAZIONI E

Dettagli

FINANZIARIO E BANCARIO PER L ACQUISIZIONE DI UN FINANZIAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DEL PIANO MEZZI AZIENDALE.

FINANZIARIO E BANCARIO PER L ACQUISIZIONE DI UN FINANZIAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DEL PIANO MEZZI AZIENDALE. Pag. 1 di 6 CAPITOLATO SPECIALE RELATIVO AL SERVIZIO FINANZIARIO E BANCARIO PER L ACQUISIZIONE DI UN FINANZIAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DEL PIANO 1 Pag. 2 di 6 INDICE ART. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO --------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

CONTRATTO DI LAVORO AUTONOMO PROFESSIONALE CON PROFESSIONISTA APPARTENENTE AD UNO STUDIO ASSOCIATO. Sottoscritto in data da e tra

CONTRATTO DI LAVORO AUTONOMO PROFESSIONALE CON PROFESSIONISTA APPARTENENTE AD UNO STUDIO ASSOCIATO. Sottoscritto in data da e tra CONTRATTO DI LAVORO AUTONOMO PROFESSIONALE CON PROFESSIONISTA APPARTENENTE AD UNO STUDIO ASSOCIATO Sottoscritto in data da e tra Università di Trento con sede in Trento, Via Belenzani n. 12, codice fiscale

Dettagli

COMUNE DI PANTELLERIA PROVINCIA DI TRAPANI

COMUNE DI PANTELLERIA PROVINCIA DI TRAPANI COMUNE DI PANTELLERIA PROVINCIA DI TRAPANI DETERMINAZIONE DEL CAPO SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO N 68 /III Sett. Affidamento incarico professionale per adempimenti fiscali del Data 31.12.2014 Comune di

Dettagli

Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati all inserimento socio lavorativo di minori. stranieri non accompagnati e di giovani migranti

Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati all inserimento socio lavorativo di minori. stranieri non accompagnati e di giovani migranti Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati all inserimento socio lavorativo di minori stranieri non accompagnati e di giovani migranti MODALITA DI ATTUAZIONE Art. 1 NORME REGOLATRICI La partecipazione

Dettagli

Comune di Prato. Concorso di progettazione in fase unica: Parco Cimiteriale e Tempio Crematorio a Chiesanuova, nel Comune di Prato

Comune di Prato. Concorso di progettazione in fase unica: Parco Cimiteriale e Tempio Crematorio a Chiesanuova, nel Comune di Prato Comune di Prato Servizio Edilizia Pubblica e Cimiteri Concorso di progettazione in fase unica: Parco Cimiteriale e Tempio Crematorio a Chiesanuova, nel Comune di Prato Allegato 11 - Schema disciplinare

Dettagli

BOZZA SCHEMA DI CONVENZIONE

BOZZA SCHEMA DI CONVENZIONE Allegato bando Tribunale di Crotone per l affidamento del servizio di pubblicità legale delle vendite giudiziarie nelle procedure esecutive e nelle procedure fallimentari e gli altri servizi sotto indicati

Dettagli

Incarico Semplificato per servizi di architettura

Incarico Semplificato per servizi di architettura ESEMPIO Incarico Semplificato per servizi di architettura L'anno duemila..., il giorno.. Del mese di. Tra : - il sig................................................residente a.............. via.......................

Dettagli

Procedure di conferimento degli incarichi professionali

Procedure di conferimento degli incarichi professionali Regolamento sull'ordinamento degli uffici e dei servizi Parte II Procedure di conferimento degli incarichi professionali Approvato con delibera della Giunta dell Unione di Comuni n. 88 del 23/10/2012 Modificato

Dettagli

Trentino Mobilità s.p.a. REGOLAMENTO PER LA SELEZIONE DEL PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI

Trentino Mobilità s.p.a. REGOLAMENTO PER LA SELEZIONE DEL PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI Trentino Mobilità s.p.a. REGOLAMENTO PER LA SELEZIONE DEL PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 21 dicembre 2012 In vigore dal 22 dicembre 2012

Dettagli

Schema di disciplinare di incarico professionale-------------------------------------------------

Schema di disciplinare di incarico professionale------------------------------------------------- PROT. N.. del. Schema di disciplinare di incarico professionale------------------------------------------------- Disciplinare di incarico professionale per Redazione progetto definitivo, progetto esecutivo,

Dettagli