Machinery safety directives

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Machinery safety directives"

Transcript

1 Machinery safety directives General directives, national (Italy) Italian directives: D.Lgs. 81/2008, ha abrogato e sostituito, tra gli altri, il D.Lgs. 626/94. Direttiva macchine: Direttiva 98/37/CE recepita a livello nazionale dal D.P.R. 459/96. Dal 29/12/2009 entrerà in vigore la nuova direttiva macchine 2006/42/CE. Machinery design Concetti fondamentali, principi generali di progettazione (ha abrogato e sostituito la UNI EN 292): Terminologia di base, metodologia; Principi tecnici. Hydraulic and pneumatic systems: UNI EN 982, Requisiti di sicurezza relativi a sistemi e loro componenti per trasmissioni oleoidrauliche e pneumatiche. Oleoidraulica. UNI EN 983, Requisiti di sicurezza relativi a sistemi e loro componenti per trasmissioni oleoidrauliche e pneumatiche. Pneumatica. UNI EN 286-1, Prescrizioni essenziali per garantire la sicurezza dei recipienti a pressione per aria o azoto. Machinery directives on CE market.doc Pag. 1

2 Risks assesment: Principi per la valutazione dei rischi (ha abrogato e sostituito la UNI EN 1050:1998) UNI EN ISO UNI EN ISO Command and control systems related to security: UNI EN ISO , Parti dei sistemi di comando relativi alla sicurezza. Parte 1: Principi generali per la progettazione ; UNI EN ISO , Parti dei sistemi di comando relativi alla sicurezza. Parte 2: Validazione. La UNI EN ISO ha sostituito la precedente UNI EN (dal 01/12/2009 la UNI EN non potrà più essere applicata) CEI EN 62061, Sicurezza funzionale dei sistemi di comando e controllo elettrici, elettronici ed elettronici programmabili correlati alla sicurezza. Safety devices and guards: UNI EN ISO 13850, Arresto di emergenza. Principi di progettazione. CEI EN , Dispositivi per circuiti di comando ed elementi di manovra. Sezione 5: Dispositivo elettrico di arresto d emergenza con blocco meccanico. UNI EN 574, Dispositivo di sicurezza a due mani. Aspetti funzionali. UNI EN 1088, Dispositivi di interblocco associati ai ripari. Criteri di scelta e di progettazione. CEI EN , Apparecchi elettrosensibili di protezione. Parte 1: Prescrizioni generali e prove. Machinery directives on CE market.doc Pag. 2

3 IEC , Electro-sensitive protective equipment. Part 2: Particular requirements for equipment using Active Opto-electronic Protective Devices (AOPDs). IEC , Electro-sensitive protective equipment. Part 2: Particular requirements for Active Opto-electronic Protective Device responsive to Diffuse Reflection (AOPDDR). UNI EN 999, Posizionamento dei dispositivi di protezione in funzione della velocità di avvicinamento di parti del corpo. UNI EN 953, Ripari. Requisiti generali per la progettazione e la costruzione di ripari fissi e mobili. UNI EN 294, Distanze di sicurezza per impedire il raggiungimento di zone pericolose con gli arti superiori. UNI EN 811, Distanze di sicurezza per impedire il raggiungimento di zone pericolose con gli arti inferiori. UNI EN 349, Spazi minimi per evitare lo schiacciamento di parti del corpo. UNI EN , Dispositivi di protezione sensibili alla pressione. Principi generali di progettazione e di prova di tappeti e pedane sensibili alla pressione. UNI EN , Dispositivi di protezione sensibili alla pressione. Principi generali di progettazione e di prova di bordi e barre sensibili alla pressione. UNI EN , Dispositivi di protezione sensibili alla pressione. Principi generali di progettazione e di prova di paraurti, piastre, fili ed analoghi dispositivi sensibili alla pressione. UNI EN ISO , Mezzi di accesso permanenti al macchinario. Scelta di un mezzo di accesso fisso tra due livelli. UNI EN ISO , Mezzi di accesso permanenti al macchinario. Piattaforme di lavoro e corridoi di passaggio. UNI EN ISO , Mezzi di accesso permanenti al macchinario. Scale, scale a castello e parapetti. UNI EN ISO , Mezzi di accesso permanenti al macchinario. Scale fisse. Machinery directives on CE market.doc Pag. 3

4 Electrical system: Low tension directive: Direttiva 2006/95/CE, che ha abrogato la precedente 73/23/CEE Electrical equipment of machines: CEI EN , pubblicata in data Software: CEI EN , Sicurezza funzionale dei sistemi elettrici, elettronici ed elettronici programmabili per applicazioni di sicurezza. Parte 3: Requisisti del software Men-machine interface (Indicators, actuators, acoustic and visual signals of danger, graphic symbols ecc.): CEI EN 60073, Principi di codifica per gli indicatori e per gli attuatori CEI EN 60047, Interfaccia uomo macchina. Principi di manovra. CEI EN , Indicazione, marcatura e manovra. Parte 1: Prescrizioni per segnali visivi, acustici e tattili. CEI EN , Indicazione, marcatura e manovra. Parte 2: Prescrizioni per la marcatura. CEI EN , Indicazione, marcatura e manovra. Parte 3: Prescrizioni per la posizione ed il funzionamento degli attuatori. UNI EN 457, Segnali acustici di pericolo. UNI EN 842, Segnali visivi di pericolo. Requisiti generali, progettazione e prove. UNI EN 981, Sistemi di segnali di pericolo e di informazione uditivi e visivi. Machinery directives on CE market.doc Pag. 4

5 UNI EN 894-1/2/3, Requisiti ergonomici per la progettazione dei dispositivi di segnalazione (visualizzatori) e di comando: 1 interazione con l uomo; 2 dispositivi di informazione; 3- dispositivi di comando. ISO 7000, Simboli grafici per gli equipaggiamenti. Ergonomic UNI EN 614-1, Principi ergonomici di progettazione. Terminologia e principi generali. UNI EN 614-2, Interazioni tra la progettazione del macchinario ed i compiti lavorativi. UNI EN ISO 7250, Misurazioni di base del corpo umano. UNI EN 547-1, Principi per la determinazione delle dimensioni richieste per le aperture di accesso con tutto il corpo. UNI EN 547-2, Principi per la determinazione delle dimensioni richieste per le aperture di accesso. UNI EN 547-3, Sicurezza del macchinario. Misure del corpo umano. Dati antropometrici. UNI EN 14738, Requisiti antropometrici per la progettazione di postazioni di lavoro sul macchinario. UNI EN 984, Requisiti ergonomici per la progettazione dei dispositivi di informazione e di comando. UNI EN ISO , Ergonomia dell interazione uomo-sistema. Principi dialogici. Noise D.Lgs. 81/2008, Titolo VIII Agenti fisici. UNI EN ISO , Suggerimenti pratici per la progettazione di macchine ed apparecchiature a bassa emissione di rumore. Pianificazione. Machinery directives on CE market.doc Pag. 5

6 UNI EN ISO , Suggerimenti pratici per la progettazione di macchine ed apparecchiature a bassa emissione di rumore. Elementi di fisica per la progettazione a bassa emissione. UNI EN ISO 11200, Rumore emesso dalle macchine e dalle apparecchiature. Linee guida per l uso delle norme di base per la determinazione dei livelli di pressione sonora al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni. UNI EN ISO 11202, Rumore emesso dalle macchine e dalle apparecchiature. Misurazione dei livelli di pressione sonora al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni Metodo di controllo in sito. UNI EN ISO 3746, Determinazione dei livelli di potenza sonora delle sorgenti di rumore mediante pressione sonora Metodo di controllo con una superficie avvolgente su un piano riflettente. Hot or cold surfaces UNI EN ISO , Metodi per la valutazione della risposta dell uomo al contatto con le superfici. Parte 1: Superfici calde. UNI EN ISO , Metodi per la valutazione della risposta dell uomo al contatto con le superfici. Parte 3: Superfici fredde. Emission of hazardous substances UNI EN 626-1, Riduzione dei rischi per la salute derivanti da sostanze pericolose emesse dalle macchine. Principi e specifiche per i costruttori di macchine. UNI EN 626-2, Riduzione dei rischi per la salute derivanti da sostanze pericolose emesse dalle macchine. Metodologia per la definizione della procedura di verifica. Explosive atmospheres Direttiva ATEX 1999/92/CE, Prescrizioni minime per il miglioramento della tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori che possono essere esposti al rischio di atmosfere esplosive. Direttiva 94/9/CE, Apparecchi e sistemi di protezione destinati ad essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva. Direttiva di prodotto. Machinery directives on CE market.doc Pag. 6

7 Pressure equipment Direttiva PED 97/23/CE, Dispositivi in pressione. Electromagnetic Compatibility Direttiva 2004/108/CE, Compatibilità elettromagnetica. Abroga la 89/336/CE. Recepita a livello nazionale dal D.Lgs. 194/2007. Machinery directives on CE market.doc Pag. 7

ELENCO DELLE NORME (E DEI PROGETTI DI NORME) DI TIPO A, B ARMONIZZATE AI SENSI DELLA DIRETTIVA MACCHINE

ELENCO DELLE NORME (E DEI PROGETTI DI NORME) DI TIPO A, B ARMONIZZATE AI SENSI DELLA DIRETTIVA MACCHINE ELENCO DELLE NORME (E DEI PROGETTI DI NORME) DI TIPO A, B ARMONIZZATE AI SENSI DELLA DIRETTIVA MACCHINE Norme suddivise per tipo di norma: NORME DI TIPO A - NORME DI INTERESSE GENERALE NORME DI TIPO B

Dettagli

NORME DI CARATTERE GENERALE Sicurezza macchine - Edizione 2011

NORME DI CARATTERE GENERALE Sicurezza macchine - Edizione 2011 NORME DI CARATTERE GERALE Codice UNI/TR 11232-1:2007 UNI/TR 11232-2:2007 UNI ISO/TR 14121-2:2010 UNI 1005-1:2009 UNI 1005-2:2009 UNI 1005-3:2009 UNI 1005-4:2009 UNI 1032:2009 UNI 1032:2009 UNI 1037:2008

Dettagli

CD-Rom MACCHINE SICURE - FILERA LEGNO

CD-Rom MACCHINE SICURE - FILERA LEGNO CD-Rom MACCHINE SICURE - FILERA LEGNO UNI EN 1366-5:2005 Prove di resistenza al fuoco per impianti di fornitura servizi - Parte 5: Canalizzazioni di servizio e cavedi UNI EN 1870-11:2005 Sicurezza delle

Dettagli

Norme tecniche di riferimento. per la presunzione di conformità. di Macchine Agricole alla Direttiva Macchine

Norme tecniche di riferimento. per la presunzione di conformità. di Macchine Agricole alla Direttiva Macchine Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto per le Macchine Agricole e Movimento terra Rapporto interno n. 09-03 Renato Delmastro, Davide Gnesini ( ) Norme tecniche di riferimento per la presunzione di

Dettagli

CORSI. Aldebran IL MANUALE D ISTRUZIONI. Direttiva Macchine 2006/42/CE. Aldebran. innovative engineering

CORSI. Aldebran IL MANUALE D ISTRUZIONI. Direttiva Macchine 2006/42/CE. Aldebran. innovative engineering DM03 IL MANUALE D ISTRUZIONI Scrivere le Istruzioni per l uso è un attività specialistica che va affidata ad esperti con conoscenze interdisciplinari di tipo legislativo, tecnico e scientifico. È necessaria

Dettagli

Sicurezza delle Macchine e marcatura CE

Sicurezza delle Macchine e marcatura CE Sicurezza delle Macchine e marcatura CE (direttiva 2006/42/CE) Reggio Emilia 16-23 - 29 Giugno 2015 Il corso affronta nel dettaglio e con taglio operativo, i principali standard (UNI, ISO, ecc) la cui

Dettagli

1) QUALI BENI MOBILI SONO INTERESSATI DALLA MESSA A NORMA? 2) QUALI SONO LE NORMATIVE DI RIFERIMENTO TECNICO CHE

1) QUALI BENI MOBILI SONO INTERESSATI DALLA MESSA A NORMA? 2) QUALI SONO LE NORMATIVE DI RIFERIMENTO TECNICO CHE 1) QUALI BENI MOBILI SONO INTERESSATI DALLA MESSA A NORMA? 2) QUALI SONO LE NORMATIVE DI RIFERIMENTO TECNICO CHE RIGUARDANO LA VENDITA DEI MACCHINARI? Pagina 1 di 18 Convegno fallimentare - 9 novembre

Dettagli

Norme tecniche per macchinari 1

Norme tecniche per macchinari 1 Legge federale sulla sicurezza delle installazioni e degli apparecchi tecnici (LSIT) Norme tecniche per macchinari 1 Visto l articolo 4a della legge federale del 19 marzo 1976 (modificata il 18 giugno

Dettagli

Lo standard accettato per le macchine non marcate CE L allegato V del D. Lgs.. 81/08

Lo standard accettato per le macchine non marcate CE L allegato V del D. Lgs.. 81/08 Lo standard accettato per le macchine non marcate CE L allegato V del D. Lgs.. 81/08 Bologna - 4 maggio 2011 Ing. Mario Alvino Coordinatore Operativo CTS L Allegato V del Testo Unico tratta i requisiti

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione Azienda USL3 di Pistoia DIRETTIVE E NORME. Ing. Massimo Selmi. Pistoia, 24.03.2014

Dipartimento di Prevenzione Azienda USL3 di Pistoia DIRETTIVE E NORME. Ing. Massimo Selmi. Pistoia, 24.03.2014 Dipartimento di Prevenzione Azienda USL3 di Pistoia DIRETTIVE E NORME Ing. Massimo Selmi Pistoia, 24.03.2014 ORGANISMI DI NORMAZIONE IL SISTEMA DELLA NORMAZIONE Settori: Mondo Europa Italia Elettrico Telecomunicazioni

Dettagli

ATEX 94/9/CE. Decreto legislativo n 81/2008. esplosive ATEX 94/9/CE & ATEX 99/92/CE

ATEX 94/9/CE. Decreto legislativo n 81/2008. esplosive ATEX 94/9/CE & ATEX 99/92/CE ATEX 99/92/CE Decreto legislativo n 81/2008 Titolo XI - Protezione da atmosfere esplosive ATEX 94/9/CE & ATEX 99/92/CE Utilizzatori AREE PERICOLOSE ATEX 1999/92/CE Dlgs. 81/2008 titolo XI (già Dlgs. 233/2003)

Dettagli

PUBBLICAZIONE DEI TITOLI E DEI RIFERIMENTI DELLE NORME ARMONIZZATE EUROPEE NELL'AMBITO DELLA DIRETTIVA 2006/42/CE

PUBBLICAZIONE DEI TITOLI E DEI RIFERIMENTI DELLE NORME ARMONIZZATE EUROPEE NELL'AMBITO DELLA DIRETTIVA 2006/42/CE 17 maggio 2016 RF/lb PUBBLICAZIONE DEI TITOLI E DEI RIFERIMENTI DELLE NORME ARMONIZZATE EUROPEE NELL'AMBITO DELLA DIRETTIVA 2006/42/CE Or.smo Norma Titolo della norma Prima pubblicazione sulla GUCE CEN

Dettagli

La nuova Direttiva Macchine (2006/42/CE) e le norme tecniche. Bruno Maiocchi UCIMU SISTEMI PER PRODURRE

La nuova Direttiva Macchine (2006/42/CE) e le norme tecniche. Bruno Maiocchi UCIMU SISTEMI PER PRODURRE La nuova Direttiva Macchine (2006/42/CE) e le norme tecniche Bruno Maiocchi UCIMU SISTEMI PER PRODURRE Nuova Direttiva Macchine Sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea n. L157 del 9 giugno è stata

Dettagli

Workshop 2012. Associazione Provinciale Periti Industriali TECNOLOGIA GRAN SASSO

Workshop 2012. Associazione Provinciale Periti Industriali TECNOLOGIA GRAN SASSO Workshop 2012 Associazione Provinciale Periti Industriali TECNOLOGIA GRAN SASSO Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati di TERAMO Workshop 2012 I settori: -Sicurezza -Automazione

Dettagli

PRESSE MECCANICHE PRESSE IDRAULICHE E PNEUMATICHE

PRESSE MECCANICHE PRESSE IDRAULICHE E PNEUMATICHE PRESSE MECCANICHE PRESSE IDRAULICHE E PNEUMATICHE Tipologia: Presse meccaniche con innesto a chiavetta Presse meccaniche con innesto a frizione Presse a funzionamento idraulico Presse a funzionamento pneumatico

Dettagli

27 dicembre 2013 SECO Direzione del lavoro Sicurezza dei prodotti Adriana Bertini. Numero Titolo Riferimento alla Gazzetta uff. CE

27 dicembre 2013 SECO Direzione del lavoro Sicurezza dei prodotti Adriana Bertini. Numero Titolo Riferimento alla Gazzetta uff. CE Legge federale sulla sicurezza dei prodotti (LSPro) Norme tecniche per macchinari 1 Visto l articolo 6 della legge federale del 12 giugno 2009 sulla sicurezza dei prodotti (LSPro; RS 930.11), le norme

Dettagli

EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE Anticipazioni sulla norma IEC 60204-1 Edizione 5

EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE Anticipazioni sulla norma IEC 60204-1 Edizione 5 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE Anticipazioni sulla norma IEC 60204-1 Edizione 5 Nel 2002 era stata fatta una panoramica delle norme internazionali di competenza del Comitato Tecnico 44, in corso

Dettagli

Posizione ufficiale CETOP sulla Direttiva Macchine (2006/42/CE)

Posizione ufficiale CETOP sulla Direttiva Macchine (2006/42/CE) Posizione ufficiale CETOP sulla Direttiva Macchine (2006/42/CE) 1 Componenti oleoidraulici e pneumatici e loro classificazione secondo la Direttiva 1 Macchine 1.1 Macchine 2 1.2 Quasi-macchine (PCM, Partly

Dettagli

Norme tecniche per macchinari 1

Norme tecniche per macchinari 1 Legge federale sulla sicurezza dei prodotti (LSPro) Norme tecniche per macchinari 1 Visto l articolo 6 della legge federale del 12 giugno 2009 sulla sicurezza dei prodotti (LSPro; RS 930.11), le norme

Dettagli

L informatica per la fruibilità dello strumento normativo: 2 software per il calcolo delle distanze di sicurezza

L informatica per la fruibilità dello strumento normativo: 2 software per il calcolo delle distanze di sicurezza Dipartimento Tecnologie di Sicurezza Settore Ricerca, Certificazione e Verifica L informatica per la fruibilità dello strumento normativo: 2 software per il calcolo delle distanze di sicurezza Ing. Luciano

Dettagli

Direttiva Macchine 2006/42/CE

Direttiva Macchine 2006/42/CE Direttiva Macchine 2006/42/CE Tutte le macchine e i componenti di sicurezza sono soggetti alla Direttiva 2006/42/CE, nota come Direttiva Macchine, recepita in Italia con D.Lgs N. 17/2010. Questa Direttiva

Dettagli

ELENCO DIRETTIVE DEL NUOVO APPROCCIO CHE PREVEDONO L APPOSIZIONE DELLA MARCATURA CE

ELENCO DIRETTIVE DEL NUOVO APPROCCIO CHE PREVEDONO L APPOSIZIONE DELLA MARCATURA CE ELENCO DIRETTIVE DEL NUOVO APPROCCIO CHE PREVEDONO L APPOSIZIONE DELLA MARCATURA CE PREMESSA La parte IV Titolo I artt. da 102 a 113 del Codice del Consumo costituisce il recepimento nazionale della Direttiva

Dettagli

PATENTINO PER PERFORATORE DI POZZI PER ACQUA PERCORSO DI ABILITAZIONE

PATENTINO PER PERFORATORE DI POZZI PER ACQUA PERCORSO DI ABILITAZIONE PATENTINO PER PERFORATORE DI POZZI PER ACQUA PERCORSO DI ABILITAZIONE PATENTINO PER PERFORATORE DI POZZI PER ACQUA Macchine perforatrici SICUREZZA Slides ricavate dal percorso per Perforatori Grande /

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE DEL 12/03/1998

DECRETO MINISTERIALE DEL 12/03/1998 DECRETO MINISTERIALE DEL 12/03/1998 ELENCO RIEPILOGATIVO DI NORME ARMONIZZATE ADOTTATE AI SENSI DEL COMMA 2 DELL'ART. 3 DEL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 24 LUGLIO 1996, N. 459, CONCERNENTE:

Dettagli

Aspetti metodologici innovativi per la valutazione dei rischi nell'ambito della Nuova Direttiva Macchine

Aspetti metodologici innovativi per la valutazione dei rischi nell'ambito della Nuova Direttiva Macchine ISPESL - Politecnico di Bari - ARPA Puglia La sicurezza delle macchine tra nuova Direttiva Macchine e Testo Unico Aspetti metodologici innovativi per la valutazione dei rischi nell'ambito della Nuova Direttiva

Dettagli

EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA

EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA Fattori che hanno determinato l evoluzionel 1 Recepimento delle Direttive Comunitarie con conseguente passaggio dalla normativa nazionale a quella comunitaria Le Direttive sono

Dettagli

Consulenza nell ambito della conformità delle apparecchiature e dei sistemi

Consulenza nell ambito della conformità delle apparecchiature e dei sistemi Consulenza nell ambito della conformità delle apparecchiature e dei sistemi La marcatura CE delle apparecchiature (quadri, quadri comando, macchine, dispositivi, ecc) è regolamentata per mezzo delle direttive

Dettagli

MACCHINE SICURE. MACCHINE SICURE Vittore Carassiti - INFN FE 1

MACCHINE SICURE. MACCHINE SICURE Vittore Carassiti - INFN FE 1 Vittore Carassiti - INFN FE 1 LA SICUREZZA DEI LUOGHI DI LAVORO Ha il suo riferimento base in un numero di direttive comunitarie di tipo sociale Esse sono state recepite in blocco in Italia mediante il

Dettagli

ATTREZZATURE DI LAVORO: VALUTAZIONE RISCHI E GESTIONE

ATTREZZATURE DI LAVORO: VALUTAZIONE RISCHI E GESTIONE VALUTAZIONE RISCHI E GESTIONE 1. SCOPO... 1 2. RIFERIMENTI... 1 3. MODALITÀ OPERATIVE... 1 4. ALLEGATI... 2 5. DESTINATARI... 3 1. SCOPO La presente procedura ha come scopo la gestione e la prevenzione

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 5 PER LA MOTORIZZAZIONE DELLE PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1, EN

Dettagli

ARI LOANO (SV) 20.05.2011 IK1HLG

ARI LOANO (SV) 20.05.2011 IK1HLG ARI LOANO (SV) Utilizzare un Generatore Elettrico in Sicurezza ovvero "come proteggersi dai contatti diretti ed indiretti quando si usa un generatore di corrente elettrica con motore a scoppio". 20.05.2011

Dettagli

SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO

SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO RISCHIO MECCANICO 1 MACCHINE E ATTREZZATURE GESTIONE ADEGUATEZZA AL AL LAVORO DA DA SVOLGERE IDONEITA AI AI FINI FINI DELLA SICUREZZA E SALUTE CORRETTO UTILIZZO

Dettagli

www.ingrande.it INGRANDE DOMENICO SRL Via dello Stadio 5-53042 Chianciano Terme (SI) Te l : 0578 320013 - Fa x : 0578 320755 E-mail : info@ingrande.

www.ingrande.it INGRANDE DOMENICO SRL Via dello Stadio 5-53042 Chianciano Terme (SI) Te l : 0578 320013 - Fa x : 0578 320755 E-mail : info@ingrande. www.ingrande.it INGRANDE DOMENICO SRL Via dello Stadio 5-53042 Chianciano Terme (SI) Te l : 0578 320013 - Fa x : 0578 320755 E-mail : info@ingrande.it YACK Montascale a ruote Montascale a ruote tecnologia

Dettagli

GUIDA UNAC N. 5 PER L INSTALLAZIONE DI PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME EN 12453 - EN 12445

GUIDA UNAC N. 5 PER L INSTALLAZIONE DI PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME EN 12453 - EN 12445 Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 5 PER L INSTALLAZIONE DI PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME EN 12453 - EN 12445 Con la presente pubblicazione

Dettagli

Le direttive Europee di Prodotto

Le direttive Europee di Prodotto . Le direttive Europee di Prodotto Ing. Giorgio Zerboni Roma, 19 aprile 2011 1 Le Direttive Europee Le Direttive europee sono le regole generali che l Unione Europea si è data in ogni settore e, quindi,

Dettagli

Percorso Executive Sicurezza delle Macchine e degli Impianti di produzione.

Percorso Executive Sicurezza delle Macchine e degli Impianti di produzione. Percorso Executive Sicurezza delle Macchine e degli Impianti di produzione. Informativa sulla Direttiva Macchine INTERAMENTE FINANZIATO DA: Nell ambito delle opportunità formative messe a disposizione

Dettagli

Ciclo di 8 corsi su: Direttive di prodotto europee

Ciclo di 8 corsi su: Direttive di prodotto europee Ordine degli Ingegneri della provincia di Brescia Commissione Industriale Organizza un: Ciclo di 8 corsi su: Direttive di prodotto europee presso la sede dell Ordine degli Ingegneri della Provincia di

Dettagli

ATEX ed Ambienti Confinanti DCS Safety System Sistemi di Sicurezza e Controllo in ambienti a rischio esplosione

ATEX ed Ambienti Confinanti DCS Safety System Sistemi di Sicurezza e Controllo in ambienti a rischio esplosione TUSL - TESTO UNICO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO In ambito lavorativo, il Dlgs. 81/2008 propone un sistema di gestione della sicurezza e della salute preventivo e permanente,

Dettagli

PRESSE PIEGATRICI IDRAULICHE

PRESSE PIEGATRICI IDRAULICHE PRESSE PIEGATRICI IDRAULICHE FORMAZIONE SUL CAMPO - SERVIZIO PSAL - 2011 Gruppo G2 Rischi macchine nel comparto meccanica Tecnico della Prevenzione Coordinatore: Enzo Colombo Tecnici della Prevenzione:

Dettagli

Il codice dei colori per i componenti elettrici e la sicurezza - seconda parte -

Il codice dei colori per i componenti elettrici e la sicurezza - seconda parte - Pubblicato il: 28/02/2005 Aggiornato al: 16/03/2005 Il codice dei colori per i componenti elettrici e la sicurezza seconda parte di Gianluigi Saveri La tabella CEI UNEL 00721 Colori delle guaine dei cavi

Dettagli

D.P.R. 459/1996 ( Direttiva Macchine)

D.P.R. 459/1996 ( Direttiva Macchine) Allegato E alla direttiva del 7 gennaio 2015 RISCHI MECCANICI 1 - PREMESSA Il D.P.R. 459/1996 ( Direttiva Macchine) ha introdotto nel panorama normativo sulla tutela della salute nei luoghi di lavoro importanti

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DEL FASCICOLO TECNICO DI PORTE E CANCELLI MOTORIZZATI AI SENSI DELLA DIRETTIVA MACCHINE (89/392/CEE)

LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DEL FASCICOLO TECNICO DI PORTE E CANCELLI MOTORIZZATI AI SENSI DELLA DIRETTIVA MACCHINE (89/392/CEE) Costruttore: (Nome, indirizzo, telefono) FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI NAZIONALI DELL INDUSTRIA MECCANICA VARIA ED AFFINE ASSOCIAZIONE NAZIONALE COSTRUTTORI DI INFISSI MOTORIZZATI E DI AUTOMATISMI PER

Dettagli

INSTALLAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN

INSTALLAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) INSTALLAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN 12445 Con la

Dettagli

2.4.16 Isola robotizzata D.Lgs. 81/08 All. V e VI, DPR 459/96 All. I, UNI EN ISO 10218:2006

2.4.16 Isola robotizzata D.Lgs. 81/08 All. V e VI, DPR 459/96 All. I, UNI EN ISO 10218:2006 2.4.16 Isola robotizzata D.Lgs. 81/08 All. V e VI, DPR 459/96 All. I, UNI EN ISO 10218:2006 Macchina o insieme di macchine asservite nella manipolazione del materiale o nell esecuzione delle lavorazioni

Dettagli

In accordo alla Direttiva ATEX, gli equipaggiamenti sono progettati in funzione del tipo d atmosfera nella quale possono essere utilizzati.

In accordo alla Direttiva ATEX, gli equipaggiamenti sono progettati in funzione del tipo d atmosfera nella quale possono essere utilizzati. Atmosfere potenzialmente esplosive sono presenti in diverse aree industriali: dalle miniere all industria chimica e farmacautica, all industria petrolifera, agli impianti di stoccaggio di cereali, alla

Dettagli

Linee di interconnessione secondo le evoluzioni normative UNI - CEI

Linee di interconnessione secondo le evoluzioni normative UNI - CEI secondo le evoluzioni normative UNI - CEI Panorama normativo nei sistemi di rilevazione fumi ed EVAC Sistemi di rilevazione fumi rif. UNI 9795 : 2010* Sistemi EVAC rif. UNI ISO 7240-19* 1 UNI TC 72 Ing.Andrea

Dettagli

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 1 E 20 kwp

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 1 E 20 kwp SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 1 E 20 kwp SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di fornire le

Dettagli

La manomissione dei circuiti di sicurezza nelle macchine SEMINARIO TECNICO. Milano 4 dicembre 2013

La manomissione dei circuiti di sicurezza nelle macchine SEMINARIO TECNICO. Milano 4 dicembre 2013 SEMINARIO TECNICO Milano 4 dicembre 2013 LA MANOMISSIONE DEI CIRCUITI DI SICUREZZA NELLE MACCHINE Relatore Dott. Ing. Federico Dosio Copyright F.D. - All rights reserved. - 1-11/17/2013 1 DIRETTIVA 2006/42/CE

Dettagli

LINEE GUIDA. ADEGUAMENTO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO AI REQUISITI COSTRUTTIVI PREVISTI DALLA LEGGE 18 APRILE 2005, n. 62 art. 29

LINEE GUIDA. ADEGUAMENTO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO AI REQUISITI COSTRUTTIVI PREVISTI DALLA LEGGE 18 APRILE 2005, n. 62 art. 29 MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DIREZIONE GENERALE DELLA TUTELA DELLE CONDIZIONI DI LAVORO DIV. VII Igiene e Sicurezza del Lavoro LINEE GUIDA ADEGUAMENTO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO AI

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 1 PER LA MOTORIZZAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1,

Dettagli

Impianti Tecnologici

Impianti Tecnologici Impianti Tecnologici OGGETTO: ELENCO DELLE PRINCIPALI NORME E GUIDE CEI Il presente Registro è redatto in n. 11 pagine (copertina presente) ver. 1.0 1 Elenco Norme e Guide CEI 0-1 Adozione di nuove norme

Dettagli

Societa di Scienze Farmacologiche Applicate

Societa di Scienze Farmacologiche Applicate Societa di Scienze Farmacologiche Applicate Principali Processi Applicativi per lo Sviluppo e Commercializzazione di Dispositivi Medici - Seminario Gruppo di Lavoro Dispositivi Medici Auditorium Bayer

Dettagli

SAFETY SERVICE. Valutazione dei rischi

SAFETY SERVICE. Valutazione dei rischi SAFETY SERVICE Valutazione dei rischi AZIENDA: DATA: MACCHINA: REFERENTE (Cliente): IL TECNICO VERBALIZZANTE (Safety Service): IL RESPONSABILE TECNICO (Safety Service): IL RESPONSABILE DEL SERVICE: TRASMESSO

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO

POLITECNICO DI TORINO NEWSLETTER N2 - I dispositivi elettronici posti a protezione degli operatori E stato indicato nella precedente newsletter che la sicurezza degli operatori in un contesto industriale è affidata a una catena

Dettagli

TORNI. parallelo ad uso didattico a revolver CNC. Tipologia:

TORNI. parallelo ad uso didattico a revolver CNC. Tipologia: TORNI Tipologia: parallelo ad uso didattico a revolver CNC Norme di riferimento UNI 8703/84 torni ad asse orizzontale UNI 6175/68 torni per uso didattico UNI 5471/64 tornio parallelo, sensi di manovra

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) INSTALLAZIONE DI PORTE BASCULANTI DA GARAGE IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILE DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN 12445

Dettagli

2.4.15 Centro di lavoro D. Lgs. 81/08 All. V e VI, DPR 459/96 All. I, UNI EN 12417:2003

2.4.15 Centro di lavoro D. Lgs. 81/08 All. V e VI, DPR 459/96 All. I, UNI EN 12417:2003 2.4.15 Centro di lavoro D. Lgs. 81/08 All. V e VI, DPR 459/96 All. I, UNI EN 12417:2003 Macchina utensile in cui il mandrino, orizzontale o verticale, è in grado di eseguire due o più processi di lavorazione

Dettagli

Le Responsabilità in riguardo alle attrezzature di lavoro

Le Responsabilità in riguardo alle attrezzature di lavoro Le Responsabilità in riguardo alle attrezzature di lavoro Formazione Preposti I.T.I. G. Galilei Livorno 1 Articolazione dell intervento Quadro normativo vigente Scelta, acquisto, installazione, manutenzione

Dettagli

La certificazione di prodotto nell ambito della direttiva ATEX

La certificazione di prodotto nell ambito della direttiva ATEX Direttiva 94/9/CE ATEX 95 (ex art. 100) del Parlamento Europeo e del Consiglio del 23 Marzo 1994. Concerne il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative agli apparecchi e sistemi di

Dettagli

Acustica - Misura dell'assorbimento acustico in camera riverberante UNI EN ISO 354:2003

Acustica - Misura dell'assorbimento acustico in camera riverberante UNI EN ISO 354:2003 UNI EN ISO 354:2003 UNI EN ISO 1680:2001 Acustica - Misura dell'assorbimento acustico in camera riverberante Acustica - Procedura per prove di misurazione del rumore aereo emesso dalle macchine elettriche

Dettagli

è un marchio Necsi Catalogo formazione aziendale

è un marchio Necsi Catalogo formazione aziendale è un marchio Necsi Catalogo formazione aziendale Siamo una società di ingegneri, consulenti, progettisti e installatori che opera in tutto il nord Italia con 5 sedi operative tra Veneto, Trentino Alto

Dettagli

COMPRENDERE LA NORMA EN ISO 13849-1 e il ritiro della EN 954-1

COMPRENDERE LA NORMA EN ISO 13849-1 e il ritiro della EN 954-1 Aprile 2010 Buongiorno siamo lieti di inviarle la presente Newsletter per aggiornarla sulle novità presentate da Rockwell Automation che riteniamo possano essere di Suo interesse. Nel ricordarle che Sitec

Dettagli

Applicazione della Direttiva 2006/42/CE

Applicazione della Direttiva 2006/42/CE Applicazione della Direttiva 2006/42/CE Il 9 giugno 2006 la Gazzetta Ufficiale dell'unione Europea ha pubblicato la Direttiva 2006/42/CE, del 17 maggio 2006, relativa alle macchine, la quale modifica anche

Dettagli

Firenze 28.11.2013. A. Colzani - L. Rota. 01/12/2013 Servizio Acquisti

Firenze 28.11.2013. A. Colzani - L. Rota. 01/12/2013 Servizio Acquisti Valutazione dei Rischi per la modifica e l installazione di un nuovo azionamento elettrico per le porte di salita in conformità alla EN 14752. Esempio di applicazione su automotrici ALN668 circolanti su

Dettagli

Apparecchi di illuminazione a LED Il quadro normativo

Apparecchi di illuminazione a LED Il quadro normativo Padova, 14 Ottobre 2011 Apparecchi di illuminazione a LED Il quadro normativo Ing. Giuseppe Migale Laboratorio sicurezza ottica e fotometria IMQ IMQ S.p.a. Via Quintiliano 43, 20138 - Milano 1 Principali

Dettagli

Sommario PREMESSA... 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 1 CALCOLO ILLUMINOTECNICO... 4

Sommario PREMESSA... 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 1 CALCOLO ILLUMINOTECNICO... 4 Relazione di calcolo illuminotecnico Sommario PREMESSA... 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 1 CALCOLO ILLUMINOTECNICO... 4 PREMESSA Oggetto del seguente lavoro è il calcolo illuminotecnico da effettuarsi nel

Dettagli

La gestione delle modifiche su macchine/linee esistenti: errori comuni, criticità e corretta prassi da seguire

La gestione delle modifiche su macchine/linee esistenti: errori comuni, criticità e corretta prassi da seguire SICUREZZA MACCHINE: Marcatura CE: La gestione delle modifiche su macchine/linee esistenti: errori comuni, criticità e corretta prassi da seguire - 21 ottobre 2010 Relatore: Marino Zalunardo Con il patrocinio

Dettagli

(/(1&2'(//(1250(,168332572$//$',5(77,9$ &(³0$&&+,1(

(/(1&2'(//(1250(,168332572$//$',5(77,9$ &(³0$&&+,1( (/&2'(//250(,168332572$//$',5(77,9$ &(³0$&&+,1( Le 1RUPH WHFQLFKH sono documenti elaborati con il consenso delle parti interessate, la cui osservanza è volontaria. Non hanno valore legale, a meno che non

Dettagli

Pubblicazione delle nuove Direttive Comunitarie

Pubblicazione delle nuove Direttive Comunitarie Pubblicazione delle nuove Direttive Comunitarie Milano, 21 Ottobre 2014 Ivan Furcas ivan.furcas@it.bureauveritas.com Nuovo quadro legislativo Pubblicazione L96 GUCE (Gazzetta Ufficiale Comunità Europea)

Dettagli

Comunicazione della Commissione nell'ambito dell'applicazione della Direttiva del Consiglio 89/336/CEE (2004/C 98/05)

Comunicazione della Commissione nell'ambito dell'applicazione della Direttiva del Consiglio 89/336/CEE (2004/C 98/05) C 98/8 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 23.4.2004 Comunicazione della Commissione nell'ambito dell'applicazione della Direttiva del Consiglio 89/336/CEE (2004/C 98/05) (Testo rilevante ai fini del

Dettagli

alla norma tecnica Giorgio Belussi - IMQ

alla norma tecnica Giorgio Belussi - IMQ La conformità del prodotto alla norma tecnica Giorgio Belussi - IMQ SICUREZZA 2010 Fieramilano Milano, 18 novembre 2010 Workshop A.I.PRO.S. La certificazione dei Sistemi di Sicurezza Certificazione di

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO La presente guida mette in risalto solo alcuni punti salienti estrapolati dalla specifica norma UNI 9795 con l

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

Normativa tecnica e marcatura CE. Sommario. Documenti Normativi Industria e Marcatura CE Conclusioni

Normativa tecnica e marcatura CE. Sommario. Documenti Normativi Industria e Marcatura CE Conclusioni Normativa tecnica e marcatura CE Sommario Documenti Normativi Industria e Marcatura CE Conclusioni 1 Documenti Normativi Finalità ed Uso Finalità Definire lo Stato dell Arte nei rispettivi settori di competenza

Dettagli

LA MARCATURA CE DEI PRODOTTI LAPIDEI

LA MARCATURA CE DEI PRODOTTI LAPIDEI MAPEI-ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE MARMISTI DELLA DELLA LOMBARDIA, 20 20 Giugno 2006 2006 LA MARCATURA CE DEI PRODOTTI LAPIDEI Grazia Signori g.signori@videomarmoteca.it Centro Prove Materiali Lapidei scarl*

Dettagli

LA MARCATURA CE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

LA MARCATURA CE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI LA MARCATURA CE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI La marcatura CE e le direttive di prodotto che ne istituiscono l obbligo per determinate categorie di prodotti hanno come fine la libera circolazione delle merci

Dettagli

Cancelli motorizzati (Scheda) CANCELLI MOTORIZZATI. Ultimo aggiornamento: 1 apr. 2007. Sistema di alimentazione: TT. Norme di riferimento:

Cancelli motorizzati (Scheda) CANCELLI MOTORIZZATI. Ultimo aggiornamento: 1 apr. 2007. Sistema di alimentazione: TT. Norme di riferimento: CANCELLI MOTORIZZATI Sistema di alimentazione: TT Norme di riferimento: o Norma UNI EN 12427 Porte e cancelli industriali, commerciali e da garage - Permeabilità all'aria - Metodo di prova ; o Norma UNI

Dettagli

La sicurezza nell ambiente di lavoro nelle imprese delle materie plastiche e gomma

La sicurezza nell ambiente di lavoro nelle imprese delle materie plastiche e gomma La sicurezza nell ambiente di lavoro nelle imprese delle materie plastiche e gomma Università Carlo Cattaneo - LIUC 7 Giugno 2010 Ing. E. Moroni Organismo Notificato n.0066 I.C.E.P.I S.p.A. Via P. Belizzi

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 9 PER L INSTALLAZIONE DEI CANCELLI MOTORIZZATI A SCORRIMENTO VERTICALE DAL BASSO VERSO L ALTO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE

Dettagli

REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI FOLLINA

REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI FOLLINA REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI FOLLINA IMPIANTO FOTOVOLTAICO SU COPERTURA EX SCUOLA DI VALMARENO PROGETTO PRELIMINARE DEFINITIVO 10) CALCOLO PRELIMINARE DELLE STRUTTURE E DEGLI IMPIANTI

Dettagli

AUTOMAZIONE E MOTORIZZAZIONE DEI CANCELLI ASPETTI LEGISLATIVI ED INSTALLATIVI

AUTOMAZIONE E MOTORIZZAZIONE DEI CANCELLI ASPETTI LEGISLATIVI ED INSTALLATIVI AUTOMAZIONE E MOTORIZZAZIONE DEI CANCELLI ASPETTI LEGISLATIVI ED INSTALLATIVI GENERALITA NORMATIVA DI RIFERIMENTO UNI EN 13241-1:2004 Porte e cancelli industriali, commerciali e da garage - Norma di prodotto

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 8 PER L INSTALLAZIONE DI BARRIERE MOTORIZZATE IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1, EN

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Comunicazione della Commissione nell'ambito dell'applicazione della Direttiva del Consiglio 89/336/CEE

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Comunicazione della Commissione nell'ambito dell'applicazione della Direttiva del Consiglio 89/336/CEE C 77/8 Comunicazione della Commissione nell'ambito dell'applicazione della Direttiva del Consiglio 89/336/CEE (2005/C 77/03) (Testo rilevante ai fini del SEE) Pubblicazione di titoli e riferimenti di norme

Dettagli

2.2.6 Dispositivi di comando DPR 459/96 all.1; CEI EN 60204-1/06

2.2.6 Dispositivi di comando DPR 459/96 all.1; CEI EN 60204-1/06 2.2.6 Dispositivi di comando I dispositivi di comando costituiscono l elemento attraverso il quale l operatore attiva o disattiva le funzioni della macchina. Sono normalmente costituiti da un organo meccanico

Dettagli

I rischi infortunistici alla luce del D. Lgs.. 81/08 e del metodo standardizzato per la valutazione dei rischi. Dott.

I rischi infortunistici alla luce del D. Lgs.. 81/08 e del metodo standardizzato per la valutazione dei rischi. Dott. I rischi infortunistici alla luce del D. Lgs.. 81/08 e del metodo standardizzato per la valutazione dei rischi. Dott. Ermanno Sarti Infortunio L'infortunio è l'evento occorso al lavoratore per causa violenta

Dettagli

Le direttive nuovo approccio applicabili alle macchine in riferimento alla direttiva 2006/42/CE

Le direttive nuovo approccio applicabili alle macchine in riferimento alla direttiva 2006/42/CE Le direttive nuovo approccio applicabili alle macchine in riferimento alla direttiva 2006/42/CE Cuneo, 8 Ottobre 2013 Ivan Furcas ivan.furcas@it.bureauveritas.com Sviluppo della legislazione di prodotto

Dettagli

Nuove norme CEI giugno 2004

Nuove norme CEI giugno 2004 Nuove norme CEI giugno 2004 CEI EN 50155/A1 Applicazioni ferroviarie, tranviarie, filoviarie e metropolitane Equipaggiamenti elettronici utilizzati sul materiale rotabile; CEI EN 50317 Applicazioni ferroviarie,

Dettagli

Elenco delle norme UNI Impianti di riscaldamento e climatizzazione relative alle civili abitazioni

Elenco delle norme UNI Impianti di riscaldamento e climatizzazione relative alle civili abitazioni Elenco delle norme UNI Impianti di riscaldamento e climatizzazione relative alle civili abitazioni UNI 5104 Impianti di condizionamento dell'aria - norme per l'ordinazione, l'offerta e il collaudo. UNI

Dettagli

P.G.A. Engineering Studio Tecnico Industriale

P.G.A. Engineering Studio Tecnico Industriale è uno studio di consulenza giovane ed in fase di sviluppo, per questo aperto ad ogni esigenza di mercato. Nato nel 2006 come studio di ingegneria, riceve l abilitazione per operare nei settori: civile

Dettagli

LA SICUREZZA DEI SISTEMI DI COMANDO E CONTROLLO. Quale norma utilizzo per il calcolo?

LA SICUREZZA DEI SISTEMI DI COMANDO E CONTROLLO. Quale norma utilizzo per il calcolo? LA SICUREZZA DEI SISTEMI DI COMANDO E CONTROLLO Quale norma utilizzo per il calcolo? Matteo Marconi AC&E S.r.l. Una pietra miliare il punto 1.2 della 2006/42/CE 1.2. SISTEMI DI COMANDO 1.2.1. Sicurezza

Dettagli

Il Rischio Meccanico e la Sicurezza delle Macchine

Il Rischio Meccanico e la Sicurezza delle Macchine Il Rischio Meccanico e la Sicurezza delle Macchine Prof. Ing. Marcello Braglia DIMNP Facoltà d Ingegneria Università di Pisa Il Rischio Meccanico e la Sicurezza delle Macchine Attraverso il suo funzionamento,

Dettagli

NORME EN81.20 e EN81.50. www.giovenzana.com

NORME EN81.20 e EN81.50. www.giovenzana.com NORME EN81.20 e EN81.50 www.giovenzana.com La nuova EN 81-20 sostituisce EN 81-2 & EN 81-1. Contiene i requisiti per completare l installazione di ascensori per passeggeri e montacarichi indipendenti

Dettagli

Dispositivi di sicurezza per rilevamento presenza

Dispositivi di sicurezza per rilevamento presenza Dispositivi di sicurezza per rilevamento presenza DISPOSITIVI ELETTROSENSIBILI La IEC TS 62046 Ed.2-2008-02 02-2222 fornisce indicazioni per la selezione e la corretta integrazione dei seguenti dispositivi

Dettagli

(2006/C 201/02) (Testo rilevante ai fini del SEE) Riferimento e titolo della norma (e documento di riferimento)

(2006/C 201/02) (Testo rilevante ai fini del SEE) Riferimento e titolo della norma (e documento di riferimento) 24.8.2006 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 201/31 Comunicazione della Commissione nell'ambito dell'applicazione della direttiva 89/336/CEE del Consiglio, del 3 maggio 1989, per il ravvicinamento

Dettagli

1. IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI

1. IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI 1. IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI 1.1 ELENCO DEGLI IMPIANTI Saranno realizzati i seguenti impianti elettrici e speciali: - modifica al quadro generale di distribuzione esistente (QOO1) esistente - alimentazione

Dettagli

Seminari tecnici Schneider 2009

Seminari tecnici Schneider 2009 Seminari tecnici Schneider 2009 IL PANORAMA NORMATIVO E LEGISLATIVO AD UN ANNO DALL ENTRATA IN VIGORE DELLA DIRETTIVA 2006/42/CE Relatore Dott. Ing. Federico Dosio IL PANORAMA NORMATIVO E LEGISLATIVO AD

Dettagli

L equipaggiamento elettrico delle macchine

L equipaggiamento elettrico delle macchine L equipaggiamento elettrico delle macchine Convegno La normativa macchine: obblighi e responsabilità 4 giugno 05 Ing. Emilio Giovannini Per. Ind. Franco Ricci U.F. Prevenzione e Sicurezza Verifiche Periodiche

Dettagli

LA SICUREZZA NELL AMBIENTE DI LAVORO NELLE IMPRESE DELLE MATERIE PLASTICHE E GOMMA

LA SICUREZZA NELL AMBIENTE DI LAVORO NELLE IMPRESE DELLE MATERIE PLASTICHE E GOMMA LA SICUREZZA NELL AMBIENTE DI LAVORO NELLE IMPRESE DELLE MATERIE PLASTICHE E GOMMA LIUC Università Carlo Cattaneo 7 giugno 2010 intervento di Norberto Canciani ASL Milano LA SICUREZZA NELL AMBIENTE DI

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 10 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Apparati digitali Misura dei disturbi condotti ai morsetti di alimentazione (0,15-30 MHz) Misura dei disturbi irradiati (30-1000 MHz) Apparecchi elettrodomestici

Dettagli

MACCHINE PER LA PROTEZIONE DELLE COLTURE

MACCHINE PER LA PROTEZIONE DELLE COLTURE Disciplinare di Sicurezza 05d.01 MACCHINE PER LA PROTEZIONE DELLE COLTURE Macchine semoventi per la sterilizzazione a vapore del terreno Revisione: del: 2.0 04/06/2015 Rev.: 2.0 Pagina 2 di 5 Controllo

Dettagli