Classe 5N - Appunti MODULO 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Classe 5N - Appunti MODULO 2 http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2011/viewtopic.php?f=9&t=20"

Transcript

1 Brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco Classe 5N - Appunti MODULO 2 Classe 5N - Appunti MODULO 2 Appunti estemporanei relativi al 2 Modulo - classe 5N Gli stessi appunti sono disponibili in laboratorio all'indirizzo: \\ \Sechi Non Buttare \2Modulo Page 1 of 3 Posted: Tue Dec 13, :04 am 30/1/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 SO = Sistema operativo SO: collezione di prg che consente l'uso delle risorse macchina a utenti e prg NOS: collezione di prg che consente l'uso delle risorse di rete ad utenti e prg Posted: Mon Jan 30, :11 am DRIVER => traduttore tra PERIFERICA VIRTUALE e PERIFERICA REALE SUPERUSER => utente amministratore => può fare tutto in UNIX si chiama root (radice) 3/2/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 \\ \Sechi Non Buttare \Software => per scopiazzare i SO Linux Posted: Fri Feb 03, :04 am vantaggi SO: -facilità d'uso - detta le regole di accesso alle risorse (winword, autocad demandano al SO la creazione dei files) - sicurezza NOS: collezione di prg che consente l'uso delle risorse di rete a utenti e prg GUI => modulo del SO che contiene l'interfaccia grafica (graphical user interface) (inventata dalla XEROX - produttore di materiale per la stampa) Filesystem (FS) => modulo di SO che consente la gestione dei files OPENSOURCE => spiegato perchè esistono diverse GUI in LINUX? E in win NO!? spiegato kconsole => terminale SW ----> 5O 30/1/2012 Programmi DTP => desktop publishing => editoria elettronica PUtty => client ssh illustrata connessione ssh e telnet - spiegata differenza di connessione tra SuperUSER nell'ssh e nel telnet

2 SO Multiuser => accesso contemporaneo di + utenti SO Multitask => + task attivi 4/2/2012-5N - Appunti MODULO 2 ricordare 4 pacchetti di openoffice e di KDE - cosa è Koffice cosa è NEOOFFICE (un porting di OPENOFFICE SU APPLE) Posted: Sat Feb 04, :25 pm DAMN SMALL LINUX cosa è indicato il prg per la gestione dei task in win in win esiste il concetto di UL (unità logica) in unix no tutte le cartelle partono da una unica radice detta root riprendere da VNCViewer e completare gui i comandi UNIX sono CASE SENSITIVE ricordarsi i nomi delle KDE ----> 5O 31/1/2012 può un SO essere Mono user e multi task? Si winxp può un SO essere Multi user e mono task? impossibile può un SO essere Mono user e mono task? DOS può un SO essere Multi user e multi task? Win Linux ----> 5M 31/1/2012 nome UNC (univoco in rete) \\ \Sechi Non Buttare \1Modulo corrisponde al nome locale C:\Documents and Settings\porf sechi\desktop\sechi Non Buttare \1Modulo per ogni UL (nità logica) ho un punto iniziale detto radice o root unix è un nos il riferimento apicale in UNIX si dice root (è unica e non deve essere confusa con l'utente amministratore) /pippo/pioppo/note.txt sapere equivalente win del gestore dei servizi linux Attualmente GNOME è l'ambiente grafico di default di molte distribuzioni Linux, tra le quali Debian, Fedora e Ubuntu. parte apple NO KWORD - KRAYON (ora KRITA) - KSPREAD - KPRESENTER si sapere cosa è KOFFICE ricordarsi le relazioni tra XWIN e Openoffice ricordarsi i nomi di 4 applicazioni di koffice e saperne le funzionalità terminale grafico o sessione grafica => simile al telnet o al terminale (ogni user usa la macchina in modo indipendente) ma con capacità grafiche. Qualsiasi prg client ha bisogno di una sw servente per funzionare () la passwd della macchina redhat è Non è il controllo remoto di team viewer (dove io mi collego in remoto). Le mie operazioni sono visibili sulla macchina dove mi sono connesso kde, gnome sono interfacce grafiche: posso selezionare quella che + mi aggrada

3 failsafe => simile alla modalità provvisoria di win Il file system è la collezione di prg e di regole che consente l'archiviazione dell'informazione in file e cartelle cartella => definita dal FS consente di raggruppare logicamente dei documenti Nella cartella degli utenti abbiamo tutte le impostazioni degli user che usano la macchina policies => regole di accesso alle risorse (locali o di rete) La gestione degli account è strettamente legata a quella del FS (devo impedire che mio fratello snappi dentro i miei files personali!!) tramite delle regole dette policies C:\Documents and Settings\<utente>\desktop ifconfig => equivalente linux di ipconfig (anche doppio shift sinistro e destro - ALTGR+Shift destro per uscire dall'interfaccia grafica di redhat, emulazione testuale => sessione testuale ottenuta con telnet, ssh emulazione grafica => sessione grafica ottenuta con un'applicazione che visualizza Linux in modo grafico. Ogni utente lavora in modo completamente separato dagli altri utenti connessi mostrato ssh (putty) shutdown => spegnimento del sistema 6/2/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 Posted: Mon Feb 06, :03 pm nei terminali grafici arriva l'equazione di quello che deve essere mostrato per cui i terminali grafici hanno un processore contrariamente a quelli testuali. Oggi i terminali sono tutti SW Come è possibile bloccare l'accesso alla porta USB in maniera centralizzata? spiegato controllo remoto => spiegato Comunicazione tra XWIN e XTERMINAL VNC è un xterm (client XWindows) le mosse del mouse e della tastiera sul VNC vengono inviate al server il quale rielabora l'input e rispedisce la videata risultante da tali operazioni (riprendere dalla connessione tra terminale e SERVER) O 02/02/2012 L'emulazione grafica vista nel 1 modulo era Terminal Server DAMN SMALL LINUX cosa è user => root user => studente passwd => studente

4 \\ \Sechi Non Buttare \2Modulo IP macchina virtuale Usa Ctrl+ESCape per uscire dalla macchina virtuale di QEMU bootstrap => fase di avvio del sistema => partono i processi di base che consentono il corretto funzionamento della macchina perchè la root accede ad una macchina remota con ssh ma non con telnet? spiegato Nel controllo remoto la macchina remota viene gestita in remoto da chi si connette (ad esempio con teamviewer): non è possibile usare la stessa macchina in due utenti. Nell'emulazione terminale si (ogni utente lavora nella propria sessione) SESSIONE => sezione di memoria sul server dove viene gestita una connessione in emulazione terminale (SESSIONE => RAM REMOTA) Il traffico tra un terminale grafico e la singola sessione è molto elevato poichè ogni pixel che cambia deve essere mandato al terminale 1024x768x4byte => 3 mega di roba che viene inviata per ogni videata (contro i 1920 byte di una CLI) - per ottimizzare la comunicazione si opera in questo modo: le immagini vengono vettorializzate (trasformate in equazioni matematiche {esempio cerchio: coordinate centro + raggo} - grafica pittorica => tratta le immagini come insieme di punti (esempio photoshop) : tipicamente in ambito fotografico (file pesanti + soggetto a scadimento della qualità dell'immagine se ingrandisco - questo formato può essere usato per tutte le immagini) - grafica vettoriale => tratta le immagini come vettori => fumetti, grafica (freehand) (leggera e la qualità è indipendente dalla risoluzione del dispositivo utilizzato - può essere usato solo per immagini non soggette a pesanti variazioni di colore e con forme assimilabili ad equazioni) 1920 byte => occupazione di una videata testuale 80x24 I prg (anche i sistemi operativi) sono costruiti come oggetti programmabili. L'interfaccia grafica rende usabili le applicazioni e trasforma i vari cliccheggiamenti nei comandi operativi del motore applicativo. In WIN tale tecnica si dice OLE 1024x768x4byte videata grafica che deve essere inviata ad un client di accesso remoto Pannello di controllo => strumenti di amministrazione => gestione servizi => in questo pannello vengono definiti i servizi che sono avviati durante il bootstrap (avvio) - In unix Configurazione del servizio Kdiskfree => analizza lo spazio su disco - In win tastodestro sulle risorse del computer => menu contestuale: gestione => gestione disco => usato per definisco la lettera identificativa di una UNITA LOGICA KConsole => equivalente finestra dos Il kernel produce un set di comandi standard (dette API) che le applicazioni del SO utilizzano per essere indipendenti dalle caratteristiche HW del sistema utilizzato Il kernel ha 2 obiettivi: - sicurezza (non posso accedere all'hw direttamente) - linguaggio comune (System Call o API) che le applicazioni possono usare e che quindi diventano HW

5 indipendent =>portabilità delle applicazioni I files nel disco fisso non vengono registrati in maniera consecutiva poichè questo determinerebbe una continua operazione di compattamento che si traduce in una copia di immense qtà di dati riprendere dalla FAT ---> 5M 3/2/2012 riprendere dalla tabella 5_FAT_2 una radice per ogni UL (unità logica) in DOS/WIN 10/02/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 formattazione => operazione che rende usabile una unità di memoria di massa (HD, USB disk...). In altre parole posso salvare in essa file e cartelle. con una fat 32 posso indirizzare (raggiungere) 2^32 blocchi 2^32xdimensione blocco => dimensione disponibile dell'hd spiegato meccanismo di cancellazione dei files (? davanti alla entry nella FAT32. I blocchi vengono lasciati integri) - VANTAGGI CANCELLAZIONE: 1) velocità di eliminazione poichè non devo pulire i blocchi 2) possibilità di recupero dei file cancellati (i cui blocchi non sono stati ancora usati per nuovi file). Occorrono dei tools ad hoc fat/ntfs => duplice copia ---> 5O 7/2/2012 Comandi BATCH => sequenza di comandi che possono essere eseguiti senza il presidio di un utente. i comandi batch sono solitamente file testuali la cui estensione è.bat (in dos) spiegare la non protezione del kernel nel dos CLI (interfaccia con comandi di linea) => interfacce testuali Posted: Fri Feb 10, :57 am vantaggi CLI - leggerezza (richiede poche risorse HW) - automatizzazione dei comandi - recovery => consente di mettere a posto un sistema corrotto (dove ad esempio l'interfaccia grafica non si avvia +) - qualsiasi funzione disponibile nel SO è richiamabile nella cli. Non è vera la stessa affermazione per le GUI svantaggi - modalità ostica poichè per utilizzarla devo conoscere i comandi ---> 5M 7/2/2012 spiegare FORMAT format a: /Q => formattazione veloce format a: /S => formattazione con installazione dei file di sistema (posso avviare la macchina con quella UL (a: nel ns caso) comandi testuali

6 [Nome del comando] [oggetti che subiscono l'azione del comando] [opzioni: modificano il comportamento di default del comando] 12x8kb+2048x8k+2048^2x8kb+2048^3x8k dell'inode ricordarsi il tipo di metadati (proprietario, dimensione files, diritti accesso e modalità + link RICHIESTA Una tipica partizione Unix contiene un file system così organizzato: - Blocco 0, non usato da Unix, a volte usato per il boot del sistema (è l'mbr se si trova sul device primario); - Blocco 1 o superblock, contiene informazioni critiche sulla struttura del file system (numero di i-node, numero di blocchi del disco ecc); - Elenco degli I-node, numerati da 1 a un numero finito, che contengono le informazioni sui singoli file presenti nel file system e sulla posizione dei rispettivi dati; - Blocchi dei dati, con i dati effettivi contenuti nel file. cd => cambio directory => il separatore delle cartelle è diverso da UNIX a DOS multiboot =>possibilità di avviare + SO (solo uno alla volta) stty => comando di cfg per la shell che definisce il comportamento dei tasti della tastiera. 11/02/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 Posted: Sat Feb 11, :59 am PROMPT => punto dove il modulo di SO che controlla l'input dell'utente attende la digitazione di un comando. L'interprete dei comandi (o shell) è il modulo di SO che controlla l'input In win la shell è il menu esegui In dos esistono 2 shell: command (file command.com) oppure cmd (file cmd.exe) command.com => interprete dell'ultimo DOS 6.2 => si nota poichè le regole di naming utilizzate per i file considerano il nome lungo al caratteri un nome win viene accorciato a 6 caratteri ~ (alt+126) + numero progressivo in unix esistono diverse shell => bash, sh, ksh, csh => hanno # funzionalità = localhost CONCETTO DI CARTELLA CORRENTE => è la cartella dove verranno eseguiti i comandi nel caso non abbiano alcun argomento (l'argomento non è l'opzione!) set => comando per visualizzare le variabili di sistema in dos: PROMPT (per dos) => setta l'aspetto del prompt del dos set, declare => comando per visualizzare le variabili di sistema in unix: SET PROMPT=Ciao: ==> modifico il prompt del dos con "Ciao:" SET PS1=Ciao: ==> modifico il prompt di unix con "Ciao:"

7 La variabile di sistema prompt è settata per informare l'utente sulla attuale cartella corrente. In DOS le opzioni sono riconoscibili poichè sono precedute da / mentre in UNIX dal M 10/2/2012 SHELL = interprete dei comandi Menu Esegui + GUI => shell windows command, cmd => interpreti di comandi => prg del SO che resta in attesa dell'input dell'utente (mediante il prompt) ed esegue quello che lo user digita. In inglese si dice SHELL command.com => interprete dei comandi indispensabile per far girare vecchie applicazioni del DOS 6.2 (ultima versione prima di win95) command => supporta le regole di naming del dos => 8 char + 3 di estensione Come WIN trasforma per compatibilità i nomi dei files (tilde : ascii 126 => tasto alt SUL tastierino numerico) studentimodello.txt => studen~1.txt studentimonello.txt => studen~2.txt comandi di help per win, xwin, dos e unix (detto) editor per win, xwin, dos e unix (vi) (detto) XEDIT => editor di testo (equivalente NOTEPAD di WIN - EDIT del DOS) localdomain => Equivalenti WIN /bin => c:\windows /dev => c:\windows\inf /etc => contiene le cfg (in win non esiste (o c:\programmi\prg considerato)) /home, /proc : spiegato /tmp => spiegato equivalente. cosa succede se elimino i files in essa contenuti 13/2/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 Equivalenti WIN /bin => c:\windows /dev => c:\windows\inf /etc => contiene le cfg (in win non esiste (o c:\programmi\prg considerato)) Posted: Mon Feb 13, :02 am /home, /proc : spiegato /tmp => spiegato equivalente. cosa succede se elimino i files in essa contenuti /usr => c:\windows-c:\programmi cache => spooler

8 cache => allinea dispositivi con velocità diverse: un dispositivo veloce non viene rallentato da quello + lento grazie alla spooler => cache di stampa => preleva i files da stampare e nei momenti di morta invia pian piano il testo da stampare alla stampante - /usr/spooler => contiene i files da stampare spiegato pwd - equivalente dos: cd senza argomenti ls => equivalente dos/win => dir => elenca i contenuti della cartella indicata come argomento - se manca l'argomento i contenuti di quella corrente ls -l => mostra un elenco completo relativo ai files il 1 carattere identifica il tipo di documento che sto guardando. dal 2 al 10 diritti proprietario, gruppo proprietario, restanti utenti r => lettura w => modifica x => esecuzione root : 3 significati => spiegato => ultimo gruppo amministratore (spiegato bene in domanda simulata 2.D.7) GESTIONE UTENTI nei SO multiuser (accessi contemporanei!!!!!) => definizione utenti e gruppi i gruppi consentono la definizione di regole (policies) di accesso comuni ad un insieme di utenti. Tutti gli appartenenti a tale gruppo acquisiranno tali diritti. Rimuovendo un diritto di accesso ad una risorsa => tutti gli utenti di quel gruppo perderanno il diritto di accedervi. Utente ROOT => super user - In Win (predefinito) Administrator Gruppo ROOT => gruppo superuser - In Win (predefinito) Administrators EXE, COM => eseguibili (determinano l'avvio di un prg) BAT, WSF, WSH, vbs => script In unix un fle è avviabile se il flag (interruttore) X risulta attivo le estensioni del DOS sono un metodo di classificazione per il SO che sulla base di queste valuta il tipo di file. Mostrata come occultare estensione (aprire una qualsiasi cartella => menu strumenti => voce opzioni => pannello visualizzazioni => radiobutton nascondi estensioni conosciute ls => elenco dei files nella cartella corrente ls. => elenco dei files nella cartella corrente ls / => elenco dei files nella root i files unix che iniziano con. sono visibili solo con l'opzione -a

9 17/2/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 In dos ho una cartella corrente per ogni UL ls -a => anche i files che iniziano con. ls -l => elenco esteso con una serie di proprietà Posted: Fri Feb 17, :34 am ls -a -l => ls -al (equivalenti) ls mi consente di indicare la cartella da visualizzare. => cartella corrente.. => cartella precedente cd.. risalgo di un livello cd => cambia la cartelle corrente --- 5O 14/2/2012 perchè esistono percorsi relativi ed assoluti? spiegato hard disk => partizioni logiche del disco fisso => in dos ad ogni partizione corrisponde una UNITA' LOGICA (UL) - le UL sono identificate mediante una lettera seguita da : - Nella prassi comune il disco (+ corretto partizione) di avvio è solitamente c: mentre A: identifica il floppy. disco diviso in partizioni => solitamente per ogni partizione viene associata una UL cluster => meccanismo che unifica + dischi fisici in un'unica UL (per ottenere UL di grandissime dimensioni) le cartelle (directory) consentono l'organizzazione logica dei files (esempio c:\appunti\info c:\appunti\mate..) -Ogni UL ha un riferimento assoluto detto radice (è lo \ dopo i :) Non è la stessa cosa scrivere c:\pippo da c:pippo su un FS (file system) è possibile costruire due file con lo stesso nome? Si poichè il nome reale di un file DOS/WIN è UL:+\(root)+sequenza di cartelle attraversate separate da \+nomefile c:\pippo\pluto\pioppo.doc => percorso assoluto ed univoco nella mia macchina C:\WINDOWS>dir c:pippo => voglio vedere il contenuto della cartella pippo che è nella cartella corrente (C:\WINDOWS) C:\WINDOWS>dir pippo => come sopra (percorso relativo) - omettendo la UL verrà usata quella corrente (ovvero c:) C:\WINDOWS>dir c:\windows\pippo => (percorso assoluto) C:\WINDOWS>dir c:.\pippo => equivalente al precedente C:\WINDOWS>dir c:\pippo => voglio vedere il contenuto della cartella pippo che è sotto la root di c: un percorso privo nella parte iniziale di \ è sempre un percorso relativo (alla cartella corrente)

10 se ad N dischi corrisponde una sola UL si parla di cluster per cambiare la UL corrente mi basta digitare il nome (esempio Y:) cd y:\geogebra => voglio cambiare la cartella corrente di Y: in \geogebra -----esempio: C:\WINDOWS>dir y: Il volume nell'unità Y non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di Y:\ 07/12/ <DIR>. 07/12/ <DIR>.. 07/12/ <DIR> geogebra 17/10/ <DIR> Immagini 17/10/ <DIR> Musica 17/10/ <DIR> Video 0 File 0 byte 6 Directory byte disponibili C:\WINDOWS>dir y:\ Il volume nell'unità Y non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di y:\ 07/12/ <DIR>. 07/12/ <DIR>.. 07/12/ <DIR> geogebra 17/10/ <DIR> Immagini 17/10/ <DIR> Musica 17/10/ <DIR> Video 0 File 0 byte 6 Directory byte disponibili C:\WINDOWS>y: Y:\>cd geogebra Y:\geogebra>c: C:\WINDOWS>dir y: Il volume nell'unità Y non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di Y:\geogebra 07/12/ <DIR>. 07/12/ <DIR>.. 07/12/ <DIR> geogebra e plugin 17/01/ Matematica dinamica per tutti.doc 07/12/ <DIR> PDF_creator 1 File byte 4 Directory byte disponibili C:\WINDOWS> fine esempio

11 c:pippo\pluto\pioppo.doc => non è un percorso assoluto poichè dipende dalla cartella corrente potrebbe essere il file (riferimento ai percorsi assoluti) c:\pippo\pluto\pioppo.doc se sono in c:\ c:\caio\pippo\pluto\pioppo.doc se sono in c:\caio c:\pippo\pippo\pippo\pippo\pluto\pioppo.doc se sono in c:\pippo\pippo\pippo La cartella corrente è la cartella dove sono \pippo\pluto\pioppo.doc => non è un percorso assoluto poichè dipende dalla UL corrente L'UL corrente è la UL dove sono potrebbe essere il file a:\pippo\pluto\pioppo.doc c:\pippo\pluto\pioppo.doc \\PCDelProfe\NomeCondivisione\pippo\pluto\pioppo.doc se sono nel disco di rete \\PCDelProfe\NomeCondivisione\ ----5M 16/2/2012 PERCHè ESISTONO I PERCORSI RELATIVI ED ASSOLUTI? SPIEGATO (VEDI ESEMPI) SONO EQUIVALENTI C:\Documents and Settings\porf sechi\desktop>dir..\..\.. C:\Documents and Settings\porf sechi\desktop>dir C:\ SONO EQUIVALENTI C:\Documents and Settings\porf sechi\desktop>dir "c:\documents and Settings\porf sechi\desktop" C:\Documents and Settings\porf sechi\desktop>dir C:\Documents and Settings\porf sechi\desktop>dir. ESEMPIO UNIX studente]$ ls 5i bello dead.letter lol pioppo.txt ppp vezzoli 5n caio kill nuovodoc pippo st*onzo xcopy addio ciao L: pioppo pluto tavolo studente]$ ls /home/studente 5i bello dead.letter lol pioppo.txt ppp vezzoli 5n caio kill nuovodoc pippo st*onzo xcopy addio ciao L: pioppo pluto tavolo UL corrente: UL dove sono percorso assoluto cd "c:\documents and Settings\prova" percorso relativo (funziona solo se sono in cd "c:\documents and Settings" cd prova in unix (ad esclusione delle UL) i percorsi assoluti e relativi restano gli stessi (usa / al posto di \) pippo.doc => il sistema operativo aggancia al nome relativo la UL corrente (esempio C:) e la cartella corrente. I nomi relativi (quelli che non hanno lo \ iniziale o la UL) sono comodi per l'utente (che non deve scrivere nei comandi percorsi allucinanti) ma il SO deve avere una regola che gli consente di generare il percorso assoluto (che è l'unico ad essere univoco). c:\pippo\pluto\pioppo.doc => percorso assoluto (univoco) pippo\pluto\pioppo.doc => percorso relativo \pippo\pluto\pioppo.doc => percorso relativo c:pippo\pluto\pioppo.doc => percorso relativo

12 INIZIO ESEMPIO C:\Documents and Settings\porf sechi>dir putciao.txt Il volume nell'unità C non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di C:\Documents and Settings\porf sechi 23/03/ putciao.txt 1 File 132 byte 0 Directory byte disponibili C:\Documents and Settings\porf sechi>dir "c:\documents and Settings\porf sechi\putciao.txt" Il volume nell'unità C non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di c:\documents and Settings\porf sechi 23/03/ putciao.txt 1 File 132 byte 0 Directory byte disponibili C:\Documents and Settings\porf sechi> C:\Documents and Settings\porf sechi>y: Y:\geogebra>dir c:putciao.txt Il volume nell'unità C non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di C:\Documents and Settings\porf sechi 23/03/ putciao.txt 1 File 132 byte 0 Directory byte disponibili Y:\geogebra>dir putciao.txt Il volume nell'unità Y non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di Y:\geogebra File non trovato FINE ESEMPIO dir putciao.txt => aggancia la UL corrente + la cartella corrente di quella UL seguita da "putciao.txt" dir c:putciao.txt => aggancia la cartella corrente di C: seguita da "putciao.txt" "c:\documents and Settings\porf sechi\putciao.txt" => vero nome del file 18/2/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 Riprendere da UNC (modalità univoca per nominare i files all'interno di una LAN) \\PCDelProfe\NomeCondivisione\pippo\pluto\pioppo.doc se sono nel disco di rete \\PCDelProfe\NomeCondivisione\ Posted: Sat Feb 18, :58 am

13 \\ => identifica la root della LAN \\doc_info2\sechi Non Buttare \pippo.doc Mostrato come si crea una condivisione parlare di.. e perchè si usano le cartelle Cartella condivisa =>sul servente (chi mette a disposizione il Disco) è identificata con una manina sotto l'icona Sul client la risorsa condivisa appare con un'icona con un cavo ETH sottostante FS unix non esistono le UL - Esiste un unico riferimento assoluto detto root (/ iniziale) esempio di nome in unix /home/sechi/pioppo.doc esempio percorso di rete (la root è unica sia per PC standalone e in rete) /condivisione/sechi/rootdisechi In unix il percorso è relativo quando manca la root (/ iniziale) Dammi 3 significati di root in UNIX? cercare per credere! Perchè gli URL usano /? Esempio udente.htm ricordo URL => regola di naming univoca per internet.. => nome relativo che indica la cartella precedente a quella corrente. => nome relativo che indica la cartella corrente I comandi con percorso relativo sono + compatti e "umanamente" + usabili. Mancano del requisito dell'univocità richiesto dal SO esempio: vado in pippo C:\Documents and Settings\porf sechi>cd pippo risalgo di un livello usando il percorso assoluto C:\Documents and Settings\porf sechi\pippo>cd "C:\Documents and Settings\porf sechi" vado in pippo C:\Documents and Settings\porf sechi>cd pippo risalgo di un livello usando un percorso relativo C:\Documents and Settings\porf sechi\pippo>cd.. C:\Documents and Settings\porf sechi> cd.\pippo equivale a cd pippo Il comando cd c:.. con cartella corrente c:\pippo\pluto\caio e UL corrente A: cosa comporta per richiamare una UL in WIN/DOS mi basta scriverne il nome ad esempio a: c: k:

14 ESEMPIO Sia C:\Documents and Settings\porf sechi\caio la cartella corrente di c: - supponiamo di essere nella UL k: C:\Documents and Settings\porf sechi\caio>k: K:\>cd c:.. K:\>c: C:\Documents and Settings\porf sechi> il comando cd c:.. cambia la Cartella corrente di C: lasciando inalterata quella di k: Sia C:\Documents and Settings\porf sechi\caio la cartella corrente di c: - supponiamo di essere nella UL k: sia K:\pippo la cartella corrente di K: C:\Documents and Settings\porf sechi\caio>k: K:\PIPPO>cd.. K:\>c: C:\Documents and Settings\porf sechi\caio> il comando cd.. in questo caso opera sulla UL K: per dos andare sotto la root (radice) cd c:\ cd a:\ cd \ => della UL corrente In unix solo cd / Quante root ci sono nel SO DOS/WIN? spiegato In unix le partizioni sono rappresentate come cartelle sotto la cartella /dev (device) Con df vedo le partizioni del disco. Si noti l'assenza delle UL ma ogni partizione è abbinata ad una particolare sottocartella della root studente]$ df Filesystem 1k-blocks Used Available Use% Mounted on /dev/hda % / /dev/hda % /boot /dev/hda % /home none % /dev/shm /dev/hda % /usr /dev/hda % /var In dos una partizione potrebbe essere una UL cd ~ => cd /home/studente (solo in sh) Y:\>mkdir pippo ==> creo pippo sotto la root di Y: (poichè la root di Y: coincide con la sua cartella corrente [vedi prompt]) Y:\>md pippo ==> creo pippo sotto la cartella corrente della UL corrente(la root è la cartella corrente di Y [vedi prompt]) Y:\>md c:\pippo =>ok

15 Y:\>md c:pippo (creo nella cartella corrente di C:) studente]$ mkdir /bin/sechi mkdir: cannot create directory `/bin/sechi': Permission denied --- ESEMPIO UNIX => permission denied studente]$ mkdir /bin/sechi mkdir: cannot create directory `/bin/sechi': Permission denied studente]$ su root Password: studente]# whoami root studente]# mkdir /bin/sechi studente]# rmdir /bin/sechi --- FINE ESEMPIO UNIX => permission denied --- ESEMPIO UNIX => rimozione cartella non vuota (non permessa) studente]# rmdir pippo rmdir: `pippo': La directory non Þ vuota studente]# ls sechi studente]# rmdir sechi studente]# ls sechi ls: sechi: No such file or directory --- FINE ESEMPIO rimozione cartella non vuota TREE => mostra la struttura ad albero della cartella corrente della UL corrente TREE C:=> mostra la struttura ad albero della cartella corrente della UL c: TREE \ => mostra la struttura ad albero della root della UL corrente perchè in unix nonostante il prg sia stato stoppato continuo a vedere l'output a video? Perchè il processo che gestisce il video è lento e quindi memorizza l'output (erogato molto velocemente) in un buffer (zona di memoria) e finchè questa zona non viene svuotata il processo video mostra i contenuti del buffer Alcuni comandi in DOS sono talmente utilizzati che si è preferito includerli all'interno della shell (esempio md, cd, dir, copy...). I comandi con questa caratteristica sono detti comandi interni - In unix i corrispondenti comandi sono invece posti in file all'interno della cartella /BIN --- ESEMPIO UNIX => esempio comandi esterni in UNIX // RINOMINO ls in sechi (comando assurdo per UNIX!) bin]# mv ls sechi // Adesso ls non viene trovato dalla shell bin]# ls bash: /bin/ls: No such file or directory // sechi (che è in realtà ls effettua il listing della cartella corrente) bin]# sechi

16 arch date gunzip nice sort ash dd gzip nisdomainname stty ash.static df hostname pgawk su aumix-minimal dmesg igawk ping sync awk dnsdomainname ipcalc ps tar basename doexec kill pwd tcsh bash domainname ln red touch bash2 echo loadkeys rm true bsh ed login rmdir umount cat egrep mail rpm uname chgrp ex mkdir rvi usleep chmod false mknod rview vi chown fgrep mktemp sechi view consolechars gawk more sed ypdomainname cp gawk mount setserial zcat cpio gettext mt sfxload csh grep mv sh cut gtar netstat sleep --- FINE ESEMPIO UNIX => esempio comandi esterni in UNIX -- 5M 17/2/2012 cd r: => fornisce la cartella corrente di r: XWIN = >sistema grafico vettoriale => videate descritte mediante equazioni matematiche => pochi byte per descrivere il monitor e le sue variazioni dovute ai cliccheggiamenti dell'utente => viaggio bene anche su linee loffi XWINDOWS è una GUI di UNIX (la + vecchia) C:\Programmi\Microsoft Office\Office10>winword => in questo caso word si avvia Esempi sul copy/cp C:\Documents and Settings\porf sechi\xxx>copy "c:\documents and Settings\porf sechi" "c:\documents and Settings\porf sechi\xxx" copy... => equivalente al precedente copy.. => equivalente al precedente copy \. oppure copy \ oppure C:\Documents and Settings\porf sechi\xxx>copy c:\ "c:\documents and Settings\porf sechi\xxx" copy r:.. * => qualsiasi sequenza di caratteri compresa quella vuota? => qualsiasi carattere compreso anche nulla??? => al massimo 3 caratteri

17 copy *.*.. => copia tutti i files della cartella corrente nella precedente copy A*.*.. => copia tutti i files della cartella corrente che iniziano per A nella precedente copy *.xls f:\backup => eseguo il backup dei file di excel sulla mia chiave USB che ha come lettera di UL F: dir?.txt => elenco dei files con nome lungo al massimo 1 carattere dir 5?.txt => elenco appunti delle classi 5 dir mod1*.do* => file di word (anche dot, docx, dotx) che riguardano il modulo 1 Powered by phpbb Forum Software phpbb Group All times are UTC Page 1 of 3

18 Brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco Classe 5N - Appunti MODULO 2 24/2/2012: Classe 5N - Appunti MODULO 2 copio tutti i documenti della cartella corrente di C: (relativi a word) nella cartella corrente di R: (che immagino essere una chiave USB) R:\>copy c:*.doc* Page 2 of 3 Posted: Fri Feb 24, :53 am C:\Documents and Settings\porf sechi\xxx>dir??? Il volume nell'unità C non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di C:\Documents and Settings\porf sechi\xxx 23/02/ <DIR>. 23/02/ <DIR>.. 03/04/ hhh 03/04/ hh 1 File byte 2 Directory byte disponibili equivale a dir "C:\Documents and Settings\porf sechi\xxx\???" dir c:??? dir.\??? In unix i files non hanno estensione Gli eseguibili non sono riconoscibili per la loro estensione ma dal flag x nella maschera dei permessi -rw-r--r-- 1 root root 71 feb 23 08:52 caio ==> non è eseguibile -rwxr--r-- 1 root root 71 feb 23 08:52 caio ==> è eseguibile ma solo per la root -rwxr--r-x 1 root root 71 feb 23 08:52 caio ==> è eseguibile per tutti cp../*. => copio i files della cartella precedente nella cartella corrente --- 5M 23/2/2012-5O 23/2/2012 cp../*. => copio i files della cartella precedente che hanno estensione nella cartella corrente i nomi in unix/dos sono completi non pippo.doc ma /home/studenti/pippo.doc la rinomina quindi corrisponde ad uno spostamento mv => in dos ren (per i file) move per le cartelle -R => opzione ricorsiva =>

19 FATTORIALE n! => n(n-1)! => definizione ricorsiva - stop 0!=1 n! => 1*2*3*...*n => definizione iterativa SOMMA PRIMI N termini S(n)=n+S(n-1) => definizione ricorsiva - stop S(0)=0 S(n)= n => definizione iterativa 25/2/2012: Classe 5N - Appunti MODULO 2 riprendere con la ricorsione e con l'esempio di salvataggio fare ulteriori esempi di uso dei char speciali Posted: Sat Feb 25, :55 am ---- dir *. => elenco dei files senza estensione dir *sechi*.* /S => cerco tutti i files che contengono sechi nel nome a partire dalla cartella corrente dir \*sechi*.* /S => cerco tutti i files che contengono sechi nel nome nell'ul corrente /S opzione => cerca ricorsivamente all'interno di tutte le cartelle n! = n * (n-1) * (n-2) *... *2 * 1 => definizione iterativa del fattoriale n! = (n-1)! * n => definizione ricorsiva del fattoriale 1! = 1 Ricorsione =>definisco un qualcosa in termini di se stesso S(n) = N => definizione iterativa della somma dei primi N termini S(n) =S(n-1)+n => definizione ricorsiva della somma dei primi N termini S(0) = 0 esempio s(4)=4+s(3)=4+3+s(2)=4+3+2+s(1)= s(0)= Si noti che la definizione iterativa richiede uno stop (lo sviluppo altrimenti diventa infinito S(n) =S(n-1)+n = [s(n-2)+(n-1)]+n = [{s(n-3)+(n-2)}+(n-1)]+n =... = S(0) (n-1)+n algoritmo ricorsivo => esiste sempre un metodo iterativo equivalente algoritmo => sequenza di operazioni che uno svolge per arrivare alla soluzione di un determinato problema algoritmo => tradotto mediante un linguaggio di prg in un prg programma quale vantaggi hanno gli algoritmi ricorsivi e svantaggi? spiegato /S => opzione ricorsiva per il dos -R => opzione ricorsiva per UNIX/Linux IN UNIX rm * => elimino tutti i files della cartella corrente rm * -R => elimino tutti i files della cartella corrente e anche le cartelle sottostanti IN DOS del *.* => elimino tutti i files della cartella corrente DEL * /S => elimino tutti i files della cartella corrente e anche le cartelle sottostanti

20 CHMOD => cambia le modalità di accesso => valido per SO multiuser DOS non è Multi USER => esiste un prg simile e si chiama attrib perchè cambio il proprietario di un file? Esiste un comando analogo in DOS? NO poichè è monouser attrib consente di definire particolari attributi che non sono però associati all'utente: H => HIDDEN (File nascosti) S => SYSTEM (File di sistema) A => ARCHIVE (file comuni) R => READ ONLY => a sola lettura 27/2/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 chmod nnn nomefile Posted: Mon Feb 27, :57 am chmod 777 pippo 7=1+2+4=x=1+w=2+4=r - rwx rwx rwx => diritti con rwx => diritti con r-x -wx rw- => diritti con => diritti con 000 chmod 536 pippo assembler => linguaggio macchina o del processore. Un prg per essere eseguito deve contenere istruzioni assembly e al tempo stesso l'utente deve avere i diritti di esecuzione i diritti possono essere modificati dal proprietario o dalla root la x mi permette di entrare nella cartella - non posso usare ne ls ne mkdir => chiaramente se conosco il nome di un file all'interno di tale cartella lo posso leggere (esempio un file di cfg) anche se non ho per la cartella i diritti r backup incrementale => salvataggio relativo solo ai files nuovi o modificati perchè cambio il proprietario di un file? Esiste un comando analogo in DOS? NO poichè è monouser attrib consente di definire particolari attributi che non sono però associati all'utente: H => HIDDEN (File nascosti) S => SYSTEM (File di sistema) A => ARCHIVE (file comuni)

Classe 5O - Appunti MODULO 2 http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2011/viewtopic.php?f=9&t=21

Classe 5O - Appunti MODULO 2 http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2011/viewtopic.php?f=9&t=21 Brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2011/ Classe 5O - Appunti MODULO 2 http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2011/viewtopic.php?f=9&t=21 Classe 5O - Appunti

Dettagli

Indice del forum -> Classe 5N - 2 Modulo. Inviato: 21 Nov 2005 08:02 am Oggetto: 2 Modulo - classe 5N

Indice del forum -> Classe 5N - 2 Modulo. Inviato: 21 Nov 2005 08:02 am Oggetto: 2 Modulo - classe 5N lnx.brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco FAQ Cerca Lista degli utenti Gruppi utenti Profilo Non ci sono nuovi messaggi Logout [ ] 2 Modulo - classe 5N Indice del forum -> Classe 5N - 2 Modulo

Dettagli

Sequenza di avvio di Linux:

Sequenza di avvio di Linux: Sequenza di avvio di Linux: Il BIOS esegue una serie di test ed inizializzazione di tutti i dispositivi del computer; quindi, carica in memoria il BOOT loader del sistema operativo e gli cede il controllo.

Dettagli

lnx.brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco 5N - 2 Modulo Vai a pagina 1, 2 Successivo Appunti illustrati durante le lezioni

lnx.brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco 5N - 2 Modulo Vai a pagina 1, 2 Successivo Appunti illustrati durante le lezioni lnx.brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco FAQ Cerca Lista degli utenti Gruppi utenti Profilo Non ci sono nuovi messaggi Logout [ ] 5N - 2 Modulo Vai a pagina 1, 2 Successivo Indice del forum

Dettagli

Shell di Linux e Comandi Utente

Shell di Linux e Comandi Utente Shell di Linux e Comandi Utente Sistemi Operativi Roberto Aringhieri DTI Crema - Università degli Studi di Milano Sistemi Operativi - Shell di Linux e Comandi Utente Roberto Aringhieri p.1/23 Outline Accesso

Dettagli

Sequenza di avvio di Linux:

Sequenza di avvio di Linux: Sequenza di avvio di Linux: Il BIOS esegue una serie di test ed inizializzazione di tutti i dispositivi del computer; quindi, carica in memoria il BOOT loader del sistema operativo e gli cede il controllo.

Dettagli

vantaggi SO: - facilità d'uso - detta le regole di accesso alle risorse (winword, autocad demandano al SO la creazione dei

vantaggi SO: - facilità d'uso - detta le regole di accesso alle risorse (winword, autocad demandano al SO la creazione dei Brescianet.com Sito di supporto alla didattica http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2012/ 5N - 2 Modulo http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2012/viewtopic.php?f=15&t=18 5N - 2 Modulo Unix e Sistemi Operativi

Dettagli

Brescianet.com. 5O - 2 Modulo http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2012/viewtopic.php?f=15&t=19. 5O - 2 Modulo by e01692. 17/1/2013 -: 5O - 2 Modulo

Brescianet.com. 5O - 2 Modulo http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2012/viewtopic.php?f=15&t=19. 5O - 2 Modulo by e01692. 17/1/2013 -: 5O - 2 Modulo Brescianet.com Sito di supporto alla didattica http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2012/ 5O - 2 Modulo http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2012/viewtopic.php?f=15&t=19 5O - 2 Modulo Unix e Sistemi Operativi

Dettagli

fare hard link fra file system diversi e su directory.

fare hard link fra file system diversi e su directory. Un sistema GNU/Linux, come ogni Unix, ha una directory principale, chiamata root ed indicata con / sotto la quale si trovano TUTTE le altre directory e TUTTI gli altri filesystems eventualmente montati

Dettagli

Utilizzo di putty. L uso base e molto semplice: richiede solo di specificare:

Utilizzo di putty. L uso base e molto semplice: richiede solo di specificare: Utilizzo di putty Client ssh liberamente utilizzabile (www.chiark.greenend.org.uk/~sgtatham/putty/download.html) Tra le molte opzioni di configurazione di putty sono utili: Window - Translation: per selezionare

Dettagli

GNU/Linux Concetti di base

GNU/Linux Concetti di base GNU/Linux Concetti di base Sommario GNU/Linux Open Source e GPL Login/Logout Shell e comandi Files Stdin, stdout Redirezione e pipe Filesystem 2 Cos'è Linux Linux è basato su UNIX (filosofia, comandi,

Dettagli

Indice del forum -> Appunti - Classi 5. Inviato: 20 Nov 2004 08:51 am Soggetto: II MODULO - UNIX - Classe 5I

Indice del forum -> Appunti - Classi 5. Inviato: 20 Nov 2004 08:51 am Soggetto: II MODULO - UNIX - Classe 5I Brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco FAQ Cerca Lista degli utenti Gruppi utenti Profilo Non ci sono nuovi messaggi Esci [ ] II MODULO - UNIX - Classe 5I Indice del forum -> Appunti - Classi

Dettagli

PC Crash Course: OBIETTIVI

PC Crash Course: OBIETTIVI PC Crash Course: OBIETTIVI 1. PC: uno strumento 2. Microsoft Windows XP: alcuni concetti chiave della interfaccia grafica 3. File System: file, direttori, link, 4. Il prompt dei comandi 5. Un occhiata

Dettagli

SHELL GNU/Linux Bash. Conoscere e configurare il proprio ambiente bash. Kernel speaks: dmesg

SHELL GNU/Linux Bash. Conoscere e configurare il proprio ambiente bash. Kernel speaks: dmesg SHELL GNU/Linux Bash Obiettivi : Gestire i permessi sui file Conoscere e configurare il proprio ambiente bash Editare testi Capire ed utilizzare i redirezionamenti Kernel speaks: dmesg Init e Runlevels

Dettagli

Controllo di processi

Controllo di processi Controllo di processi Ogni processo del sistema ha un PID (Process Identity Number). Ogni processo può generare nuovi processi (figli). La radice della gerarchia di processi è il processo init con PID=1.

Dettagli

Introduzione alla. Alessandra Giordani agiordani@disi.unitn.it Lunedì 27 febbraio 2012 http://disi.unitn.it/~agiordani/ 1

Introduzione alla. Alessandra Giordani agiordani@disi.unitn.it Lunedì 27 febbraio 2012 http://disi.unitn.it/~agiordani/ 1 Introduzione alla Shell di UNIX Alessandra Giordani agiordani@disi.unitn.it Lunedì 27 febbraio 2012 http://disi.unitn.it/~agiordani/ 1 Composizione di un sistema informativo: Hardware (CPU, periferiche,

Dettagli

COMANDI MS-DOS. Per ulteriori informazioni su uno specifico comando, digitare HELP nome comando

COMANDI MS-DOS. Per ulteriori informazioni su uno specifico comando, digitare HELP nome comando COMANDI MS-DOS Per ulteriori informazioni su uno specifico comando, digitare HELP nome comando ASSOC Visualizza o modifica le applicazioni associate alle estensioni dei file. AT Pianifica l'esecuzione

Dettagli

cambiare utente mediante il comando su verificare chi siete e su che dir state lavorando Chi siete e che dir? (Inserisci la risposta)

cambiare utente mediante il comando su verificare chi siete e su che dir state lavorando Chi siete e che dir? (Inserisci la risposta) Collegamento al server LINUX Segui le seguenti istruzioni per accedere al server LINUX. Da WINDOWS Lancia telnet dalla riga di comando telnet 10.15.1.5, 10.15.1.12, 10.15.1.18, 10.15.1.23 aula boole telnet

Dettagli

Reti Informatiche. Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica. Ing. Domenico De Guglielmo. 2008 Vanessa Gardellin & Sara Lioba Volpi

Reti Informatiche. Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica. Ing. Domenico De Guglielmo. 2008 Vanessa Gardellin & Sara Lioba Volpi Reti Informatiche Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica Ing. Domenico De Guglielmo 2008 Vanessa Gardellin & Sara Lioba Volpi Informazioni Generali (1/2) Ricevimento su appuntamento (tramite

Dettagli

LINUX - *** KIT DI MINIMA SOPRAVVIVENZA *** - UNIX - v0.05 -

LINUX - *** KIT DI MINIMA SOPRAVVIVENZA *** - UNIX - v0.05 - LINUX - *** KIT DI MINIMA SOPRAVVIVENZA *** - UNIX - v0.05 - Created by GT, 28/10/2002 l.r. bycg, 14/11/2005 1 - INFORMAZIONE SUI FILES ls : lista i files presenti nel direttorio dove ci si trova, in ordine

Dettagli

Modulo 2 - ECDL. Uso del computer e gestione dei file. Fortino Luigi

Modulo 2 - ECDL. Uso del computer e gestione dei file. Fortino Luigi 1 Modulo 2 - ECDL Uso del computer e gestione dei file 2 Chiudere la sessione di lavoro 1.Fare Clic sul pulsante START 2.Cliccare sul comando SPEGNI COMPUTER 3.Selezionare una delle opzioni STANDBY: Serve

Dettagli

Indice del forum -> Classe 5M - 2 Modulo. Inviato: 29 Nov 2005 10:01 am Oggetto: 2 Modulo - Classe 5M

Indice del forum -> Classe 5M - 2 Modulo. Inviato: 29 Nov 2005 10:01 am Oggetto: 2 Modulo - Classe 5M lnx.brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco FAQ Cerca Lista degli utenti Gruppi utenti Profilo Non ci sono nuovi messaggi Logout [ ] 2 Modulo - Classe 5M Indice del forum -> Classe 5M - 2 Modulo

Dettagli

brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2009/

brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2009/ brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2009/ Classe 5N - Modulo 2 http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2009/viewtopic.php?f=8&t=17 Classe 5N - Modulo 2 Appunti

Dettagli

Linux. Linux. Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento. Paolo Zatelli Università di Trento 1 / 24

Linux. Linux. Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento. Paolo Zatelli Università di Trento 1 / 24 Linux Linux Paolo Zatelli Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento Paolo Zatelli Università di Trento 1 / 24 Linux Outline 1 Linux 2 Interfaccia 3 File e directory 4 Comandi

Dettagli

Comandi più comunemete usati

Comandi più comunemete usati Comandi più comunemete usati file Management mkdir Crea una directory cd Cambia la directory di lavoro ls Lista i file; simile al dir del dos Cp copia i file mv Sposta i file rm Rimuove un file o una directory

Dettagli

Introduzione al DOS. 2 P. Gallo F. Salerno Task 1 Il sistema operativo DOS

Introduzione al DOS. 2 P. Gallo F. Salerno Task 1 Il sistema operativo DOS il libro si estende sul web LEZIONE Introduzione al DOS MS-DOS è un sistema operativo monoutente monotasking (cioè capace di far girare un solo programma alla volta). Alcune versioni del sistema operativo

Dettagli

Indice degli argomenti del s.o. Software. Software. Buona lezione a tutti!! SISTEMI OPERATIVI

Indice degli argomenti del s.o. Software. Software. Buona lezione a tutti!! SISTEMI OPERATIVI Buona lezione a tutti!! SISTEMI OPERATIVI Gli appunti sono disponibili per tutti gratis sul sito personale del Prof M. Simone al link: www.ascuoladi.135.it nella pagina web programmazione, sezione classi

Dettagli

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi Parte V & Reti Sistema operativo: insieme di programmi che gestiscono l hardware Hardware: CPU Memoria RAM Memoria di massa (Hard Disk) Dispositivi di I/O Il sistema operativo rende disponibile anche il

Dettagli

GLI SCRIPT DI SHELL. Lucidi a cura di B.De Carolis. UNIX shell script UdB- Dip Informatica

GLI SCRIPT DI SHELL. Lucidi a cura di B.De Carolis. UNIX shell script UdB- Dip Informatica GLI SCRIPT DI SHELL Lucidi a cura di B.De Carolis Shell Unix - Linux comandi Interfaccia di alto livello tra utente e SO. Il processore interpreta e mette in esecuzione comandi da: 1) standard input o

Dettagli

NOTE PER UTILIZZO COMPILATORE FORTRAN CON LINUX

NOTE PER UTILIZZO COMPILATORE FORTRAN CON LINUX NOTE PER UTILIZZO COMPILATORE FORTRAN CON LINUX Queste pagine sono estratte dalle note del corso "Abilità Informatiche: Introduzione a Unix", Alessandra Seghini Per stampare questo documento si consiglia

Dettagli

Note sull ambiente di lavoro utilizzato ai Laboratori di Fondamenti di Informatica I

Note sull ambiente di lavoro utilizzato ai Laboratori di Fondamenti di Informatica I Università di Pisa Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Note sull ambiente di lavoro utilizzato ai Laboratori di Fondamenti di Informatica I a cura di Marco Cococcioni a.a. 2013-2014 Un po di terminologia

Dettagli

MODULO 2. Gestione dei File. Concetti base. Muoversi tra il menù dei programmi installati

MODULO 2. Gestione dei File. Concetti base. Muoversi tra il menù dei programmi installati MODULO 2 Gestione dei File MODULO 2 - GESTIONE DEI FILE 1 Concetti base Avviare e spegnere il computer Muoversi tra il menù dei programmi installati Di che risorse disponiamo? Pannello di controllo - Sistema

Dettagli

Università degli Studi di Verona. Linux Ubuntue ilcompilatorec. Dicembre 2014 - Sergio Marin Vargas. Dipartimento di Biotecnologie

Università degli Studi di Verona. Linux Ubuntue ilcompilatorec. Dicembre 2014 - Sergio Marin Vargas. Dipartimento di Biotecnologie Università degli Studi di Verona Dipartimento di Biotecnologie Laurea in Biotecnologie Corso di Informatica2014/2015 Linux Ubuntue ilcompilatorec Dicembre 2014 - Sergio Marin Vargas Caratteristiche di

Dettagli

DOS-Gestione delle Directory e comandi

DOS-Gestione delle Directory e comandi DOS-Gestione delle Directory e comandi In ambiente MS-DOS è doveroso saper gestire file e cartelle in modo rapido. Vediamo ora come sono organizzati i file. Un file è un qualsiasi insieme di informazioni

Dettagli

Ca ra tteristiche dei sistem i GN U/L inux. Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell

Ca ra tteristiche dei sistem i GN U/L inux. Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell 1 GNU/Linux è un sistema operativo, cioè un insieme di programmi che collaborano fra di loro rendendo utilizzabile un calcolatore, infatti senza

Dettagli

Il SOFTWARE DI BASE (o SOFTWARE DI SISTEMA)

Il SOFTWARE DI BASE (o SOFTWARE DI SISTEMA) Il software Software Il software Il software è la sequenza di istruzioni che permettono ai computer di svolgere i loro compiti ed è quindi necessario per il funzionamento del calcolatore. Il software può

Dettagli

Università degli Studi di Messina Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea Triennale in Informatica (D.M. 270)

Università degli Studi di Messina Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea Triennale in Informatica (D.M. 270) Università degli Studi di Messina Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea Triennale in Informatica (D.M. 270) Sistemi Operativi + Laboratorio di Sistemi Programma del corso (anno accademico 2009

Dettagli

Utenti e File System

Utenti e File System Utenti e File System C. Baroglio a.a. 2002-2003 1 Gestione degli utenti Unix è un sistema multiutente ovvero più utenti possono lavorare su di una stessa macchina, anche contemporaneamente. Tutti gli utenti

Dettagli

Installazione di Ubuntu 10.04. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it

Installazione di Ubuntu 10.04. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Installazione di Ubuntu 10.04 Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Operazioni preliminari Backup di tutti i dati dalla partizione Windows Deframmentazione di tutte le partizioni Windows (n volte...) Abilitare

Dettagli

SOFTWARE. SOFTWARE Sistema operativo. SOFTWARE Sistema operativo SOFTWARE. SOFTWARE Sistema operativo. SOFTWARE Sistema operativo

SOFTWARE. SOFTWARE Sistema operativo. SOFTWARE Sistema operativo SOFTWARE. SOFTWARE Sistema operativo. SOFTWARE Sistema operativo Franco Sartore ottobre 2006, febbraio 2010 v_03 Software di base: programmi di gestione dell Elaboratore: Programmi di Utilità Applicazioni: Programmi che svolgono attività specifiche di alto livello (Word

Dettagli

Dos: Guida ai comandi Dos

Dos: Guida ai comandi Dos Dos: Guida ai comandi Dos Nonostante oramai sembri vecchio e superato da tutti questi nuovi e potenti sistemi operativi, il buon vecchio Dos ancora oggi puo' risultare utile per tirare fuori le castagne

Dettagli

PRECORSO DI INFORMATICA. Laboratorio Prima Parte

PRECORSO DI INFORMATICA. Laboratorio Prima Parte PRECORSO DI INFORMATICA Laboratorio Prima Parte ARGOMENTI DI OGGI Avviare Linux KDE e gli altri D.E. Bash Gestione file system Redirezione input/output Gestione dei processi Man Info Configurazione del

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CONSUNTIVA Codice Mod. RQ 23.2 Pag 1/5. Sistemi e Reti (articolazione Telecomunicazione) Classe

PROGRAMMAZIONE CONSUNTIVA Codice Mod. RQ 23.2 Pag 1/5. Sistemi e Reti (articolazione Telecomunicazione) Classe I.T.C.S. ERASMO DA ROTTERDAM Liceo Artistico indirizzo Grafica - Liceo delle Scienze Umane opz. Economico sociale ITI Informatica e telecomunicazioni - ITI Costruzioni, ambiente e territorio Edile Elettronico

Dettagli

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows www.informarsi.net Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows Sistema operativo Il sistema operativo, abbreviato in SO (in inglese OS, "operating system") è un particolare software, installato su un sistema

Dettagli

Il file system e la shell di windows. a.s. 2015-16

Il file system e la shell di windows. a.s. 2015-16 Il file system e la shell di windows Un pò di ripasso Sistemi Operativi: avvio All avvio del computer, il BIOS (Basic Input-Output System) esegue una serie di test diagnostici per controllare lo stato

Dettagli

Informatica di Base. Il software

Informatica di Base. Il software di Base 1 Sistemi informatici Hardware Microprocessore Memoria Periferiche di input e output Software Software di sistema Programmi applicativi 2 Il sw applicativo Il sw applicativo è costituito dall insieme

Dettagli

Lab 01 Sistemi Operativi

Lab 01 Sistemi Operativi Informatica Grafica Ingegneria Edile-Architettura a.a. 2010/2011 Lab 01 Sistemi Operativi Lab01 1 Obiettivi Durante l'esercitazione vedremo come il sistema operativo si occupa di gestire: 1. i processi

Dettagli

Il File System di Linux

Il File System di Linux Il File System di Linux La struttura ad albero / Cartella radice, detta ROOT DIRECTORY, di cui sono figlie tutte le altre Ci si muove nel file system con percorsi relativi o percorsi assoluti In un albero,

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

Sistemi Operativi. Organizzazione logica ed implementazione di un File System

Sistemi Operativi. Organizzazione logica ed implementazione di un File System Modulo di Sistemi Operativi per il corso di Master RISS: Ricerca e Innovazione nelle Scienze della Salute Unisa, 17-26 Luglio 2012 Sistemi Operativi Organizzazione logica ed implementazione di un File

Dettagli

NOZIONI BASE SHELL E SCRIPT LINUX

NOZIONI BASE SHELL E SCRIPT LINUX NOZIONI BASE SHELL E SCRIPT LINUX Aggiornato al 11 gennaio 2006 Ermes ZANNONI (ermes@zannoni.to.it) (http://www.zannoni.to.it) Indice : 1. Introduzione 2. La Shell 2.1 Comandida Shell 2.1.1 File e directory

Dettagli

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI Introduzione ai sistemi operativi pag. 3 La shell pag. 3 Tipi di sistemi operativi pag. 4 I servizi del sistema operativo pag. 4 La gestione dei file e il file system Il

Dettagli

lnx.brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco 5N - 2 Modulo Vai a 1, 2 Successivo

lnx.brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco 5N - 2 Modulo Vai a 1, 2 Successivo lnx.brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco FAQ Cerca Lista utenti Gruppi Profilo Non ci sono nuovi messaggi Log out [ e01692 ] 5N - 2 Modulo Vai a 1, 2 Successivo Indice del forum -> Classe

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Laboratorio di Informatica. Capitolo 2. Il Sistema Operativo. Settembre 2006. Il Sistema Operativo 1

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Laboratorio di Informatica. Capitolo 2. Il Sistema Operativo. Settembre 2006. Il Sistema Operativo 1 Corso di Laurea Ingegneria Informatica Laboratorio di Informatica Capitolo 2 Il Sistema Operativo Settembre 2006 Il Sistema Operativo 1 Nota bene Alcune parti del presente materiale didattico sono derivate

Dettagli

Accesso alle risorse del laboratorio informatico del Dipartimento di Matematica

Accesso alle risorse del laboratorio informatico del Dipartimento di Matematica Accesso alle risorse del laboratorio informatico del Dipartimento di Matematica Marco Liverani 26 settembre 2012 Il laboratorio informatico del Dipartimento di Matematica mette a disposizione degli studenti

Dettagli

I.S. Sobrero. Dipartimento di Informatica. Utilizzo. install.linux@home. 16/02/2007 install.linux@home Marco Marchisotti

I.S. Sobrero. Dipartimento di Informatica. Utilizzo. install.linux@home. 16/02/2007 install.linux@home Marco Marchisotti I.S. Sobrero Dipartimento di Informatica Utilizzo install.linux@home 1 La shell La shell di Linux è a linea di comando. Appare obsoleta e difficile da usare, ma in realtà è molto più potente e versatile

Dettagli

17.2. Configurazione di un server di Samba

17.2. Configurazione di un server di Samba 17.2. Configurazione di un server di Samba Il file di configurazione di default (/etc/samba/smb.conf) consente agli utenti di visualizzare le proprie home directory di Red Hat Linux come una condivisione

Dettagli

Sistemi informatici. Informatica. Il software. Il sw di sistema. Il sw applicativo. Il sw di sistema. Il sistema operativo. Hardware.

Sistemi informatici. Informatica. Il software. Il sw di sistema. Il sw applicativo. Il sw di sistema. Il sistema operativo. Hardware. http://159.149.98.238/lanzavecchia/docum enti/sscta.htm Sistemi informatici Hardware Microprocessore Memoria Periferiche di input e output Software Software di sistema Programmi applicativi 1 2 Il sw applicativo

Dettagli

Il software del PC. Il BIOS

Il software del PC. Il BIOS Il software del PC La parola software è un neologismo che è stato coniato in contrapposizione all hardware (ferraglia). L hardware si può prendere a calci, contro il software si può solo imprecare. Il

Dettagli

Note operative per Windows XP

Note operative per Windows XP Note operative per Windows XP AVVIO E ARRESTO DEL SISTEMA All avvio del computer, quando l utente preme l interruttore di accensione, vengono attivati i processi di inizializzazione con i quali si effettua

Dettagli

Università degli Studi di Verona. Dipartimento di Biotecnologie. BreveguidaLinux. Ottobre 2014 - Sergio Marin Vargas

Università degli Studi di Verona. Dipartimento di Biotecnologie. BreveguidaLinux. Ottobre 2014 - Sergio Marin Vargas Università degli Studi di Verona Dipartimento di Biotecnologie Biologia molecolare Laboratorio di Bioinformatica II BreveguidaLinux Ottobre 2014 - Sergio Marin Vargas Caratteristiche di Linux Nel 1991,

Dettagli

Corso base GNU/Linux 2014. Latina Linux Group. Sito web: www.llg.it. Mailing list:http://lists.linux.it/listinfo/latina

Corso base GNU/Linux 2014. Latina Linux Group. Sito web: www.llg.it. Mailing list:http://lists.linux.it/listinfo/latina Corso base GNU/Linux 2014 Latina Linux Group Sito web: www.llg.it Mailing list:http://lists.linux.it/listinfo/latina Corso Base 2014 Lezione 3 15/04/2014 1 / 21 Obiettivi di questo incontro Conoscere cosa

Dettagli

Se state utilizzando la shell bash, ovvero la shell di riferimento per questo manuale, il terminale visualizzerà il seguente output:

Se state utilizzando la shell bash, ovvero la shell di riferimento per questo manuale, il terminale visualizzerà il seguente output: CAPITOLO 5 LA SHELL BASH Pietro Buffa Con questo capitolo comincia il nostro viaggio nel mondo delle Command Line Interface (CLI), ovvero le interfacce testuali a linea di comando tipiche dei sistemi UNIX

Dettagli

GNU/Linux 101. intro to system administration. SaLUG! @ Manifatture KNOS 22 Gennaio 2015. This work is licensed under a

GNU/Linux 101. intro to system administration. SaLUG! @ Manifatture KNOS 22 Gennaio 2015. This work is licensed under a GNU/Linux 101 intro to system administration SaLUG! @ Manifatture KNOS 22 Gennaio 2015 This work is licensed under a Creative Commons by-nc-sa 4.0 International License by ALCA Società Cooperativa About

Dettagli

Informatica. Il software (S.O.) e ancora sulle basi numeriche

Informatica. Il software (S.O.) e ancora sulle basi numeriche (S.O.) e ancora sulle basi numeriche http://159.149.98.238/lanzavecchia/docum enti/sscta.htm 1 Il sistema operativo Un insieme di programmi che gestiscono le risorse (cpu, memoria, dischi, periferiche)

Dettagli

jt - joetex - percorsi didattici

jt - joetex - percorsi didattici jt - joetex - percorsi didattici Primi passi con linux Avvio della macchina Spegnere (o riavviare) il Computer Installare su HD il programma Linux EduKnoppix a. Avvio della macchina Una volta spento il

Dettagli

Impostazioni interfaccia del S.O.

Impostazioni interfaccia del S.O. Impostazioni interfaccia del S.O. L interfaccia dei primi sistemi operativi era testuale: uno schermo nero sul quale si scrivevano i comandi con la tastiera. In DOS, ad esempio, dir s*.gif per elencare

Dettagli

GB informazioni e freeware

GB informazioni e freeware GB informazioni e freeware Informazioni per PC, internet, software, freeware e tutorial Home Programmi Informazioni Passatempo Siti utili Aggiornamenti sito News Posizione nel sito : Home >> Informazioni

Dettagli

INTERFACCIA UTENTE----------------------------------------------------------------------------------------------------

INTERFACCIA UTENTE---------------------------------------------------------------------------------------------------- IL FILE SYSTEM PROF. ANTONIO TUFANO Indice 1 FILE SYSTEM ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ 3 1.1. CARATTERISTICHE E STORIA

Dettagli

Lesson #6. Miscellaneous. Roberto De Virgilio

Lesson #6. Miscellaneous. Roberto De Virgilio Lesson #6 Miscellaneous Roberto De Virgilio Sistemi operativi - 2 Dicembre 2015 Canali di comunicazione e ridirezione I programmi dispongono di 3 canali di comunicazione standard (standard file descriptor):

Dettagli

10. Interfaccia del File System

10. Interfaccia del File System 10. Interfaccia del File System 10.1 Il concetto di File 10.2 Metodi di accesso 10.3 Struttura delle Directory 10.4 Protezione (Leggere) 10.5 Semantica della Consistenza (Leggere) Un File System consiste

Dettagli

Introduzione ai servizi di Linux

Introduzione ai servizi di Linux Introduzione ai servizi di Linux Premessa Adios è un interessante sistema operativo Linux basato sulla distribuzione Fedora Core 6 (ex Red Hat) distribuito come Live CD (con la possibilità di essere anche

Dettagli

Il computer: primi elementi

Il computer: primi elementi Il computer: primi elementi Tommaso Motta T. Motta Il computer: primi elementi 1 Informazioni Computer = mezzo per memorizzare, elaborare, comunicare e trasmettere le informazioni Tutte le informazioni

Dettagli

Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi

Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi Alessandro Dal Palù email: alessandro.dalpalu@unipr.it web: www.unipr.it/~dalpalu Qualche link utile Informazioni sull utilizzo della shell Unix/Linux http://www.pluto.it/ildp/howto/bash-prog-intro-howto.html

Dettagli

Laboratorio di Informatica (a matematica)

Laboratorio di Informatica (a matematica) Laboratorio di Informatica (a matematica) schermo schermo stampante SERVER WMAT22 WMAT18 WMAT20 WMAT19 WMAT16 WMAT17 WMAT21 WMAT15 WMAT 10 WMAT9 WMAT8 WMAT7 WMAT6 WMAT?? WMAT13 WMAT14 WMAT12 server WMATT??

Dettagli

Navigare in Internet

Navigare in Internet Navigare in Internet Navigare in Internet Scopo del modulo Gli scopi del modulo consistono nel mettere in grado di : Usare particolari tipi di file e protocolli e di meccanismi di accesso remoto Usare

Dettagli

Introduzione. Esempio 1. Soluzione: SPOSTA_1.BAT

Introduzione. Esempio 1. Soluzione: SPOSTA_1.BAT Introduzione Un file batch è un file di testo di tipo ASCII che contiene una sequenza di comandi DOS. I file batch devono avere estensione.bat I comandi DOS all interno dei programmi batch sono eseguiti

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Il Sistema Operativo Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela Fogli Cos

Dettagli

Il sistema operativo UNIX/Linux. Gli script di shell

Il sistema operativo UNIX/Linux. Gli script di shell Il sistema operativo UNIX/Linux Gli script di shell Introduzione Le shell permettono La gestione di comandi su linea di comando La shell comprende automaticamente quando il costrutto termina e lo esegue

Dettagli

Software: di base ed applicativo

Software: di base ed applicativo Consulente del Lavoro A.A 2003/2004 I Semestre Software: di base ed applicativo prof. Monica Palmirani Hardware e Software Hardware: parte fisica del computer costituita da parti elettroniche e meccaniche

Dettagli

Patente Europea del Computer ECDL. Modulo 2 Gestione dei file. Prof. Alfredo Pulvirenti apulvirenti@dmi.unict.it

Patente Europea del Computer ECDL. Modulo 2 Gestione dei file. Prof. Alfredo Pulvirenti apulvirenti@dmi.unict.it Patente Europea del Computer ECDL Modulo 2 Gestione dei file Prof. Alfredo Pulvirenti apulvirenti@dmi.unict.it Unità didattiche Prime conoscenze ed impostazioni Icone, finestre e strutture dati Operare

Dettagli

Corso UNIX avanzato. Utente avanzato. Amministratore. Gestione proprio account Gestione dei propri processi Ricerca e manipolazione file

Corso UNIX avanzato. Utente avanzato. Amministratore. Gestione proprio account Gestione dei propri processi Ricerca e manipolazione file Corso UNIX avanzato Corso UNIX avanzato Utente avanzato Gestione proprio account Gestione dei propri processi Ricerca e manipolazione file Amministratore Gestione utenti Aggiunta rimozione hardware Backup

Dettagli

Interfaccia del file system

Interfaccia del file system Interfaccia del file system Concetto di file Modalità di accesso Struttura delle directory Montaggio di un file system Condivisione di file Protezione 9.1 File E un insieme di informazioni correlate e

Dettagli

MINI GUIDA AI COMANDI PIU' USATI PER I NOSTRI STB

MINI GUIDA AI COMANDI PIU' USATI PER I NOSTRI STB MINI GUIDA AI COMANDI PIU' USATI PER I NOSTRI STB Da usare in una sessione di Telnet o con Putty Cambio Password: Note: Minimo 5 e Massimo 8 Caratteri, lettere maiuscole/minuscole e o numeri. La password

Dettagli

Corso di Abilità Informatiche Secondo Modulo AA 2008/2009

Corso di Abilità Informatiche Secondo Modulo AA 2008/2009 Corso di Laurea di Primo Livello Scuola Universitaria Interfacoltà in Biotecnologie Università degli Studi di Torino PRIMI PASSI CON LINUX Corso di Abilità Informatiche Secondo Modulo AA 2008/2009 LABORATORIO

Dettagli

Alcune estensioni comuni Tipo del file Estensione corrispondente..wav,.mid,.voc Grafica.bmp,.jpg,.gif,.tif Documenti web.htm,.html

Alcune estensioni comuni Tipo del file Estensione corrispondente..wav,.mid,.voc Grafica.bmp,.jpg,.gif,.tif Documenti web.htm,.html Alcune estensioni comuni Tipo del file Estensione corrispondente Eseguibile.exe,.com dall utente Eseguibile.sys,.dll,.vbx Testo.txt Suono.wav,.mid,.voc Grafica.bmp,.jpg,.gif,.tif Documenti web.htm,.html

Dettagli

Struttura di un sistema operativo. Struttura dei Sistemi Operativi. Servizi per l utente generico. Servizi per l utente generico

Struttura di un sistema operativo. Struttura dei Sistemi Operativi. Servizi per l utente generico. Servizi per l utente generico Impossibile visualizzare l'immagine. Struttura di un sistema operativo Struttura dei Sistemi Operativi Servizi di un sistema operativo Interfaccia Utente Capitolo 2 -- Silberschatz Chiamate di sistema

Dettagli

Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 4: SoftWare. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 4: SoftWare. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 4: SoftWare Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Software È un insieme di programmi che permettono di trasformare un insieme di circuiti elettronici (=

Dettagli

Laboratorio di Programmazione

Laboratorio di Programmazione Laboratorio di Programmazione Federico Spizzo Dipartimento di Fisica / Edificio C Stanza 006 Tel: 0532 974231 E-mail: federico.spizzo@unife.it Gianluigi Cibinetto Dipartimento di Fisica / Edificio C Stanza

Dettagli

COPIARE FILE E DIRECTORY

COPIARE FILE E DIRECTORY COPIARE FILE E DIRECTORY Creiamo il file prova2.txt nella directory prove: touch prova2.txt Fare una copia del file prova1.txt assegnando il nome copia1bis.txt cp prova1.txt copia1bis.txt Se vogliamo che

Dettagli

Sistema Operativo Compilatore

Sistema Operativo Compilatore MASTER Information Technology Excellence Road (I.T.E.R.) Sistema Operativo Compilatore Maurizio Palesi Salvatore Serrano Master ITER Informatica di Base Maurizio Palesi, Salvatore Serrano 1 Il Sistema

Dettagli

Università degli Studi di Verona. Dipartimento di Biotecnologie. Introduzione a Linux. Dr. Sergio Marin Vargas

Università degli Studi di Verona. Dipartimento di Biotecnologie. Introduzione a Linux. Dr. Sergio Marin Vargas Università degli Studi di Verona Dipartimento di Biotecnologie Biochimica - Laboratorio di Bioinformatica I (CdL. Bioinformatica) Bioinformatica e banche dati biologiche (CdL. Biotecnologie) Modulo Laboratorio

Dettagli

Corso Linux base: primo incontro. Sommario. Alessandro Pasotti (apasotti@gmail.com) License: Creative Commons Attribution Share Alike 3.

Corso Linux base: primo incontro. Sommario. Alessandro Pasotti (apasotti@gmail.com) License: Creative Commons Attribution Share Alike 3. Corso Linux base: primo incontro Alessandro Pasotti (apasotti@gmail.com) License: Creative Commons Attribution Share Alike 3.0 Sommario 1. hardware 2. software 3. concetti base 4. cos'è GNU/Linux 5. le

Dettagli

Informatica d ufficio

Informatica d ufficio Informatica d ufficio Anno Accademico 2008/2009 Lezione N 2 Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo è un programma che è sempre in funzione durante l utilizzo del PC (quando si accende

Dettagli

uomo Software (sistema operativo) hardware

uomo Software (sistema operativo) hardware uomo Software (sistema operativo) hardware 1 Sistema operativo Insieme di programmi che svolgono funzioni essenziali per l uso del sistema di elaborazione Questi programmi sono i primi ad essere eseguiti

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file 2.1 L AMBIENTE DEL COMPUTER 1 2 Primi passi col computer Avviare il computer Spegnere correttamente il computer Riavviare il computer Uso del mouse Caratteristiche

Dettagli

Una macchina virtuale è un dispositivo di calcolo astratto caratterizzato da:

Una macchina virtuale è un dispositivo di calcolo astratto caratterizzato da: Pagina 1 di 7 Introduzione generale Cos'è un sistema operativo Il sistema operativo (operating system) è un insieme di programmi che interagiscono e controllano le funzionalità della macchina fisica (hardware)

Dettagli

Lezione T11 Virtual File System

Lezione T11 Virtual File System Lezione T11 Virtual File System Sistemi Operativi (9 CFU), CdL Informatica, A. A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche Università di Modena e Reggio Emilia http://weblab.ing.unimo.it/people/andreolini/didattica/sistemi-operativi

Dettagli

Console, terminale e privacy (emulare un thin client per UNIX e GNU/Linux)

Console, terminale e privacy (emulare un thin client per UNIX e GNU/Linux) Console, terminale e privacy (emulare un thin client per UNIX e GNU/Linux) Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) (a.scatolini@linux4campagnano.net) Miniguida n. 150 Ver. 1.0 Ottobre 2011 Il

Dettagli