Classe 5N - Appunti MODULO 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Classe 5N - Appunti MODULO 2 http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2011/viewtopic.php?f=9&t=20"

Transcript

1 Brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco Classe 5N - Appunti MODULO 2 Classe 5N - Appunti MODULO 2 Appunti estemporanei relativi al 2 Modulo - classe 5N Gli stessi appunti sono disponibili in laboratorio all'indirizzo: \\ \Sechi Non Buttare \2Modulo Page 1 of 3 Posted: Tue Dec 13, :04 am 30/1/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 SO = Sistema operativo SO: collezione di prg che consente l'uso delle risorse macchina a utenti e prg NOS: collezione di prg che consente l'uso delle risorse di rete ad utenti e prg Posted: Mon Jan 30, :11 am DRIVER => traduttore tra PERIFERICA VIRTUALE e PERIFERICA REALE SUPERUSER => utente amministratore => può fare tutto in UNIX si chiama root (radice) 3/2/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 \\ \Sechi Non Buttare \Software => per scopiazzare i SO Linux Posted: Fri Feb 03, :04 am vantaggi SO: -facilità d'uso - detta le regole di accesso alle risorse (winword, autocad demandano al SO la creazione dei files) - sicurezza NOS: collezione di prg che consente l'uso delle risorse di rete a utenti e prg GUI => modulo del SO che contiene l'interfaccia grafica (graphical user interface) (inventata dalla XEROX - produttore di materiale per la stampa) Filesystem (FS) => modulo di SO che consente la gestione dei files OPENSOURCE => spiegato perchè esistono diverse GUI in LINUX? E in win NO!? spiegato kconsole => terminale SW ----> 5O 30/1/2012 Programmi DTP => desktop publishing => editoria elettronica PUtty => client ssh illustrata connessione ssh e telnet - spiegata differenza di connessione tra SuperUSER nell'ssh e nel telnet

2 SO Multiuser => accesso contemporaneo di + utenti SO Multitask => + task attivi 4/2/2012-5N - Appunti MODULO 2 ricordare 4 pacchetti di openoffice e di KDE - cosa è Koffice cosa è NEOOFFICE (un porting di OPENOFFICE SU APPLE) Posted: Sat Feb 04, :25 pm DAMN SMALL LINUX cosa è indicato il prg per la gestione dei task in win in win esiste il concetto di UL (unità logica) in unix no tutte le cartelle partono da una unica radice detta root riprendere da VNCViewer e completare gui i comandi UNIX sono CASE SENSITIVE ricordarsi i nomi delle KDE ----> 5O 31/1/2012 può un SO essere Mono user e multi task? Si winxp può un SO essere Multi user e mono task? impossibile può un SO essere Mono user e mono task? DOS può un SO essere Multi user e multi task? Win Linux ----> 5M 31/1/2012 nome UNC (univoco in rete) \\ \Sechi Non Buttare \1Modulo corrisponde al nome locale C:\Documents and Settings\porf sechi\desktop\sechi Non Buttare \1Modulo per ogni UL (nità logica) ho un punto iniziale detto radice o root unix è un nos il riferimento apicale in UNIX si dice root (è unica e non deve essere confusa con l'utente amministratore) /pippo/pioppo/note.txt sapere equivalente win del gestore dei servizi linux Attualmente GNOME è l'ambiente grafico di default di molte distribuzioni Linux, tra le quali Debian, Fedora e Ubuntu. parte apple NO KWORD - KRAYON (ora KRITA) - KSPREAD - KPRESENTER si sapere cosa è KOFFICE ricordarsi le relazioni tra XWIN e Openoffice ricordarsi i nomi di 4 applicazioni di koffice e saperne le funzionalità terminale grafico o sessione grafica => simile al telnet o al terminale (ogni user usa la macchina in modo indipendente) ma con capacità grafiche. Qualsiasi prg client ha bisogno di una sw servente per funzionare () la passwd della macchina redhat è Non è il controllo remoto di team viewer (dove io mi collego in remoto). Le mie operazioni sono visibili sulla macchina dove mi sono connesso kde, gnome sono interfacce grafiche: posso selezionare quella che + mi aggrada

3 failsafe => simile alla modalità provvisoria di win Il file system è la collezione di prg e di regole che consente l'archiviazione dell'informazione in file e cartelle cartella => definita dal FS consente di raggruppare logicamente dei documenti Nella cartella degli utenti abbiamo tutte le impostazioni degli user che usano la macchina policies => regole di accesso alle risorse (locali o di rete) La gestione degli account è strettamente legata a quella del FS (devo impedire che mio fratello snappi dentro i miei files personali!!) tramite delle regole dette policies C:\Documents and Settings\<utente>\desktop ifconfig => equivalente linux di ipconfig (anche doppio shift sinistro e destro - ALTGR+Shift destro per uscire dall'interfaccia grafica di redhat, emulazione testuale => sessione testuale ottenuta con telnet, ssh emulazione grafica => sessione grafica ottenuta con un'applicazione che visualizza Linux in modo grafico. Ogni utente lavora in modo completamente separato dagli altri utenti connessi mostrato ssh (putty) shutdown => spegnimento del sistema 6/2/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 Posted: Mon Feb 06, :03 pm nei terminali grafici arriva l'equazione di quello che deve essere mostrato per cui i terminali grafici hanno un processore contrariamente a quelli testuali. Oggi i terminali sono tutti SW Come è possibile bloccare l'accesso alla porta USB in maniera centralizzata? spiegato controllo remoto => spiegato Comunicazione tra XWIN e XTERMINAL VNC è un xterm (client XWindows) le mosse del mouse e della tastiera sul VNC vengono inviate al server il quale rielabora l'input e rispedisce la videata risultante da tali operazioni (riprendere dalla connessione tra terminale e SERVER) O 02/02/2012 L'emulazione grafica vista nel 1 modulo era Terminal Server DAMN SMALL LINUX cosa è user => root user => studente passwd => studente

4 \\ \Sechi Non Buttare \2Modulo IP macchina virtuale Usa Ctrl+ESCape per uscire dalla macchina virtuale di QEMU bootstrap => fase di avvio del sistema => partono i processi di base che consentono il corretto funzionamento della macchina perchè la root accede ad una macchina remota con ssh ma non con telnet? spiegato Nel controllo remoto la macchina remota viene gestita in remoto da chi si connette (ad esempio con teamviewer): non è possibile usare la stessa macchina in due utenti. Nell'emulazione terminale si (ogni utente lavora nella propria sessione) SESSIONE => sezione di memoria sul server dove viene gestita una connessione in emulazione terminale (SESSIONE => RAM REMOTA) Il traffico tra un terminale grafico e la singola sessione è molto elevato poichè ogni pixel che cambia deve essere mandato al terminale 1024x768x4byte => 3 mega di roba che viene inviata per ogni videata (contro i 1920 byte di una CLI) - per ottimizzare la comunicazione si opera in questo modo: le immagini vengono vettorializzate (trasformate in equazioni matematiche {esempio cerchio: coordinate centro + raggo} - grafica pittorica => tratta le immagini come insieme di punti (esempio photoshop) : tipicamente in ambito fotografico (file pesanti + soggetto a scadimento della qualità dell'immagine se ingrandisco - questo formato può essere usato per tutte le immagini) - grafica vettoriale => tratta le immagini come vettori => fumetti, grafica (freehand) (leggera e la qualità è indipendente dalla risoluzione del dispositivo utilizzato - può essere usato solo per immagini non soggette a pesanti variazioni di colore e con forme assimilabili ad equazioni) 1920 byte => occupazione di una videata testuale 80x24 I prg (anche i sistemi operativi) sono costruiti come oggetti programmabili. L'interfaccia grafica rende usabili le applicazioni e trasforma i vari cliccheggiamenti nei comandi operativi del motore applicativo. In WIN tale tecnica si dice OLE 1024x768x4byte videata grafica che deve essere inviata ad un client di accesso remoto Pannello di controllo => strumenti di amministrazione => gestione servizi => in questo pannello vengono definiti i servizi che sono avviati durante il bootstrap (avvio) - In unix Configurazione del servizio Kdiskfree => analizza lo spazio su disco - In win tastodestro sulle risorse del computer => menu contestuale: gestione => gestione disco => usato per definisco la lettera identificativa di una UNITA LOGICA KConsole => equivalente finestra dos Il kernel produce un set di comandi standard (dette API) che le applicazioni del SO utilizzano per essere indipendenti dalle caratteristiche HW del sistema utilizzato Il kernel ha 2 obiettivi: - sicurezza (non posso accedere all'hw direttamente) - linguaggio comune (System Call o API) che le applicazioni possono usare e che quindi diventano HW

5 indipendent =>portabilità delle applicazioni I files nel disco fisso non vengono registrati in maniera consecutiva poichè questo determinerebbe una continua operazione di compattamento che si traduce in una copia di immense qtà di dati riprendere dalla FAT ---> 5M 3/2/2012 riprendere dalla tabella 5_FAT_2 una radice per ogni UL (unità logica) in DOS/WIN 10/02/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 formattazione => operazione che rende usabile una unità di memoria di massa (HD, USB disk...). In altre parole posso salvare in essa file e cartelle. con una fat 32 posso indirizzare (raggiungere) 2^32 blocchi 2^32xdimensione blocco => dimensione disponibile dell'hd spiegato meccanismo di cancellazione dei files (? davanti alla entry nella FAT32. I blocchi vengono lasciati integri) - VANTAGGI CANCELLAZIONE: 1) velocità di eliminazione poichè non devo pulire i blocchi 2) possibilità di recupero dei file cancellati (i cui blocchi non sono stati ancora usati per nuovi file). Occorrono dei tools ad hoc fat/ntfs => duplice copia ---> 5O 7/2/2012 Comandi BATCH => sequenza di comandi che possono essere eseguiti senza il presidio di un utente. i comandi batch sono solitamente file testuali la cui estensione è.bat (in dos) spiegare la non protezione del kernel nel dos CLI (interfaccia con comandi di linea) => interfacce testuali Posted: Fri Feb 10, :57 am vantaggi CLI - leggerezza (richiede poche risorse HW) - automatizzazione dei comandi - recovery => consente di mettere a posto un sistema corrotto (dove ad esempio l'interfaccia grafica non si avvia +) - qualsiasi funzione disponibile nel SO è richiamabile nella cli. Non è vera la stessa affermazione per le GUI svantaggi - modalità ostica poichè per utilizzarla devo conoscere i comandi ---> 5M 7/2/2012 spiegare FORMAT format a: /Q => formattazione veloce format a: /S => formattazione con installazione dei file di sistema (posso avviare la macchina con quella UL (a: nel ns caso) comandi testuali

6 [Nome del comando] [oggetti che subiscono l'azione del comando] [opzioni: modificano il comportamento di default del comando] 12x8kb+2048x8k+2048^2x8kb+2048^3x8k dell'inode ricordarsi il tipo di metadati (proprietario, dimensione files, diritti accesso e modalità + link RICHIESTA Una tipica partizione Unix contiene un file system così organizzato: - Blocco 0, non usato da Unix, a volte usato per il boot del sistema (è l'mbr se si trova sul device primario); - Blocco 1 o superblock, contiene informazioni critiche sulla struttura del file system (numero di i-node, numero di blocchi del disco ecc); - Elenco degli I-node, numerati da 1 a un numero finito, che contengono le informazioni sui singoli file presenti nel file system e sulla posizione dei rispettivi dati; - Blocchi dei dati, con i dati effettivi contenuti nel file. cd => cambio directory => il separatore delle cartelle è diverso da UNIX a DOS multiboot =>possibilità di avviare + SO (solo uno alla volta) stty => comando di cfg per la shell che definisce il comportamento dei tasti della tastiera. 11/02/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 Posted: Sat Feb 11, :59 am PROMPT => punto dove il modulo di SO che controlla l'input dell'utente attende la digitazione di un comando. L'interprete dei comandi (o shell) è il modulo di SO che controlla l'input In win la shell è il menu esegui In dos esistono 2 shell: command (file command.com) oppure cmd (file cmd.exe) command.com => interprete dell'ultimo DOS 6.2 => si nota poichè le regole di naming utilizzate per i file considerano il nome lungo al caratteri un nome win viene accorciato a 6 caratteri ~ (alt+126) + numero progressivo in unix esistono diverse shell => bash, sh, ksh, csh => hanno # funzionalità = localhost CONCETTO DI CARTELLA CORRENTE => è la cartella dove verranno eseguiti i comandi nel caso non abbiano alcun argomento (l'argomento non è l'opzione!) set => comando per visualizzare le variabili di sistema in dos: PROMPT (per dos) => setta l'aspetto del prompt del dos set, declare => comando per visualizzare le variabili di sistema in unix: SET PROMPT=Ciao: ==> modifico il prompt del dos con "Ciao:" SET PS1=Ciao: ==> modifico il prompt di unix con "Ciao:"

7 La variabile di sistema prompt è settata per informare l'utente sulla attuale cartella corrente. In DOS le opzioni sono riconoscibili poichè sono precedute da / mentre in UNIX dal M 10/2/2012 SHELL = interprete dei comandi Menu Esegui + GUI => shell windows command, cmd => interpreti di comandi => prg del SO che resta in attesa dell'input dell'utente (mediante il prompt) ed esegue quello che lo user digita. In inglese si dice SHELL command.com => interprete dei comandi indispensabile per far girare vecchie applicazioni del DOS 6.2 (ultima versione prima di win95) command => supporta le regole di naming del dos => 8 char + 3 di estensione Come WIN trasforma per compatibilità i nomi dei files (tilde : ascii 126 => tasto alt SUL tastierino numerico) studentimodello.txt => studen~1.txt studentimonello.txt => studen~2.txt comandi di help per win, xwin, dos e unix (detto) editor per win, xwin, dos e unix (vi) (detto) XEDIT => editor di testo (equivalente NOTEPAD di WIN - EDIT del DOS) localdomain => Equivalenti WIN /bin => c:\windows /dev => c:\windows\inf /etc => contiene le cfg (in win non esiste (o c:\programmi\prg considerato)) /home, /proc : spiegato /tmp => spiegato equivalente. cosa succede se elimino i files in essa contenuti 13/2/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 Equivalenti WIN /bin => c:\windows /dev => c:\windows\inf /etc => contiene le cfg (in win non esiste (o c:\programmi\prg considerato)) Posted: Mon Feb 13, :02 am /home, /proc : spiegato /tmp => spiegato equivalente. cosa succede se elimino i files in essa contenuti /usr => c:\windows-c:\programmi cache => spooler

8 cache => allinea dispositivi con velocità diverse: un dispositivo veloce non viene rallentato da quello + lento grazie alla spooler => cache di stampa => preleva i files da stampare e nei momenti di morta invia pian piano il testo da stampare alla stampante - /usr/spooler => contiene i files da stampare spiegato pwd - equivalente dos: cd senza argomenti ls => equivalente dos/win => dir => elenca i contenuti della cartella indicata come argomento - se manca l'argomento i contenuti di quella corrente ls -l => mostra un elenco completo relativo ai files il 1 carattere identifica il tipo di documento che sto guardando. dal 2 al 10 diritti proprietario, gruppo proprietario, restanti utenti r => lettura w => modifica x => esecuzione root : 3 significati => spiegato => ultimo gruppo amministratore (spiegato bene in domanda simulata 2.D.7) GESTIONE UTENTI nei SO multiuser (accessi contemporanei!!!!!) => definizione utenti e gruppi i gruppi consentono la definizione di regole (policies) di accesso comuni ad un insieme di utenti. Tutti gli appartenenti a tale gruppo acquisiranno tali diritti. Rimuovendo un diritto di accesso ad una risorsa => tutti gli utenti di quel gruppo perderanno il diritto di accedervi. Utente ROOT => super user - In Win (predefinito) Administrator Gruppo ROOT => gruppo superuser - In Win (predefinito) Administrators EXE, COM => eseguibili (determinano l'avvio di un prg) BAT, WSF, WSH, vbs => script In unix un fle è avviabile se il flag (interruttore) X risulta attivo le estensioni del DOS sono un metodo di classificazione per il SO che sulla base di queste valuta il tipo di file. Mostrata come occultare estensione (aprire una qualsiasi cartella => menu strumenti => voce opzioni => pannello visualizzazioni => radiobutton nascondi estensioni conosciute ls => elenco dei files nella cartella corrente ls. => elenco dei files nella cartella corrente ls / => elenco dei files nella root i files unix che iniziano con. sono visibili solo con l'opzione -a

9 17/2/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 In dos ho una cartella corrente per ogni UL ls -a => anche i files che iniziano con. ls -l => elenco esteso con una serie di proprietà Posted: Fri Feb 17, :34 am ls -a -l => ls -al (equivalenti) ls mi consente di indicare la cartella da visualizzare. => cartella corrente.. => cartella precedente cd.. risalgo di un livello cd => cambia la cartelle corrente --- 5O 14/2/2012 perchè esistono percorsi relativi ed assoluti? spiegato hard disk => partizioni logiche del disco fisso => in dos ad ogni partizione corrisponde una UNITA' LOGICA (UL) - le UL sono identificate mediante una lettera seguita da : - Nella prassi comune il disco (+ corretto partizione) di avvio è solitamente c: mentre A: identifica il floppy. disco diviso in partizioni => solitamente per ogni partizione viene associata una UL cluster => meccanismo che unifica + dischi fisici in un'unica UL (per ottenere UL di grandissime dimensioni) le cartelle (directory) consentono l'organizzazione logica dei files (esempio c:\appunti\info c:\appunti\mate..) -Ogni UL ha un riferimento assoluto detto radice (è lo \ dopo i :) Non è la stessa cosa scrivere c:\pippo da c:pippo su un FS (file system) è possibile costruire due file con lo stesso nome? Si poichè il nome reale di un file DOS/WIN è UL:+\(root)+sequenza di cartelle attraversate separate da \+nomefile c:\pippo\pluto\pioppo.doc => percorso assoluto ed univoco nella mia macchina C:\WINDOWS>dir c:pippo => voglio vedere il contenuto della cartella pippo che è nella cartella corrente (C:\WINDOWS) C:\WINDOWS>dir pippo => come sopra (percorso relativo) - omettendo la UL verrà usata quella corrente (ovvero c:) C:\WINDOWS>dir c:\windows\pippo => (percorso assoluto) C:\WINDOWS>dir c:.\pippo => equivalente al precedente C:\WINDOWS>dir c:\pippo => voglio vedere il contenuto della cartella pippo che è sotto la root di c: un percorso privo nella parte iniziale di \ è sempre un percorso relativo (alla cartella corrente)

10 se ad N dischi corrisponde una sola UL si parla di cluster per cambiare la UL corrente mi basta digitare il nome (esempio Y:) cd y:\geogebra => voglio cambiare la cartella corrente di Y: in \geogebra -----esempio: C:\WINDOWS>dir y: Il volume nell'unità Y non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di Y:\ 07/12/ <DIR>. 07/12/ <DIR>.. 07/12/ <DIR> geogebra 17/10/ <DIR> Immagini 17/10/ <DIR> Musica 17/10/ <DIR> Video 0 File 0 byte 6 Directory byte disponibili C:\WINDOWS>dir y:\ Il volume nell'unità Y non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di y:\ 07/12/ <DIR>. 07/12/ <DIR>.. 07/12/ <DIR> geogebra 17/10/ <DIR> Immagini 17/10/ <DIR> Musica 17/10/ <DIR> Video 0 File 0 byte 6 Directory byte disponibili C:\WINDOWS>y: Y:\>cd geogebra Y:\geogebra>c: C:\WINDOWS>dir y: Il volume nell'unità Y non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di Y:\geogebra 07/12/ <DIR>. 07/12/ <DIR>.. 07/12/ <DIR> geogebra e plugin 17/01/ Matematica dinamica per tutti.doc 07/12/ <DIR> PDF_creator 1 File byte 4 Directory byte disponibili C:\WINDOWS> fine esempio

11 c:pippo\pluto\pioppo.doc => non è un percorso assoluto poichè dipende dalla cartella corrente potrebbe essere il file (riferimento ai percorsi assoluti) c:\pippo\pluto\pioppo.doc se sono in c:\ c:\caio\pippo\pluto\pioppo.doc se sono in c:\caio c:\pippo\pippo\pippo\pippo\pluto\pioppo.doc se sono in c:\pippo\pippo\pippo La cartella corrente è la cartella dove sono \pippo\pluto\pioppo.doc => non è un percorso assoluto poichè dipende dalla UL corrente L'UL corrente è la UL dove sono potrebbe essere il file a:\pippo\pluto\pioppo.doc c:\pippo\pluto\pioppo.doc \\PCDelProfe\NomeCondivisione\pippo\pluto\pioppo.doc se sono nel disco di rete \\PCDelProfe\NomeCondivisione\ ----5M 16/2/2012 PERCHè ESISTONO I PERCORSI RELATIVI ED ASSOLUTI? SPIEGATO (VEDI ESEMPI) SONO EQUIVALENTI C:\Documents and Settings\porf sechi\desktop>dir..\..\.. C:\Documents and Settings\porf sechi\desktop>dir C:\ SONO EQUIVALENTI C:\Documents and Settings\porf sechi\desktop>dir "c:\documents and Settings\porf sechi\desktop" C:\Documents and Settings\porf sechi\desktop>dir C:\Documents and Settings\porf sechi\desktop>dir. ESEMPIO UNIX studente]$ ls 5i bello dead.letter lol pioppo.txt ppp vezzoli 5n caio kill nuovodoc pippo st*onzo xcopy addio ciao L: pioppo pluto tavolo studente]$ ls /home/studente 5i bello dead.letter lol pioppo.txt ppp vezzoli 5n caio kill nuovodoc pippo st*onzo xcopy addio ciao L: pioppo pluto tavolo UL corrente: UL dove sono percorso assoluto cd "c:\documents and Settings\prova" percorso relativo (funziona solo se sono in cd "c:\documents and Settings" cd prova in unix (ad esclusione delle UL) i percorsi assoluti e relativi restano gli stessi (usa / al posto di \) pippo.doc => il sistema operativo aggancia al nome relativo la UL corrente (esempio C:) e la cartella corrente. I nomi relativi (quelli che non hanno lo \ iniziale o la UL) sono comodi per l'utente (che non deve scrivere nei comandi percorsi allucinanti) ma il SO deve avere una regola che gli consente di generare il percorso assoluto (che è l'unico ad essere univoco). c:\pippo\pluto\pioppo.doc => percorso assoluto (univoco) pippo\pluto\pioppo.doc => percorso relativo \pippo\pluto\pioppo.doc => percorso relativo c:pippo\pluto\pioppo.doc => percorso relativo

12 INIZIO ESEMPIO C:\Documents and Settings\porf sechi>dir putciao.txt Il volume nell'unità C non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di C:\Documents and Settings\porf sechi 23/03/ putciao.txt 1 File 132 byte 0 Directory byte disponibili C:\Documents and Settings\porf sechi>dir "c:\documents and Settings\porf sechi\putciao.txt" Il volume nell'unità C non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di c:\documents and Settings\porf sechi 23/03/ putciao.txt 1 File 132 byte 0 Directory byte disponibili C:\Documents and Settings\porf sechi> C:\Documents and Settings\porf sechi>y: Y:\geogebra>dir c:putciao.txt Il volume nell'unità C non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di C:\Documents and Settings\porf sechi 23/03/ putciao.txt 1 File 132 byte 0 Directory byte disponibili Y:\geogebra>dir putciao.txt Il volume nell'unità Y non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di Y:\geogebra File non trovato FINE ESEMPIO dir putciao.txt => aggancia la UL corrente + la cartella corrente di quella UL seguita da "putciao.txt" dir c:putciao.txt => aggancia la cartella corrente di C: seguita da "putciao.txt" "c:\documents and Settings\porf sechi\putciao.txt" => vero nome del file 18/2/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 Riprendere da UNC (modalità univoca per nominare i files all'interno di una LAN) \\PCDelProfe\NomeCondivisione\pippo\pluto\pioppo.doc se sono nel disco di rete \\PCDelProfe\NomeCondivisione\ Posted: Sat Feb 18, :58 am

13 \\ => identifica la root della LAN \\doc_info2\sechi Non Buttare \pippo.doc Mostrato come si crea una condivisione parlare di.. e perchè si usano le cartelle Cartella condivisa =>sul servente (chi mette a disposizione il Disco) è identificata con una manina sotto l'icona Sul client la risorsa condivisa appare con un'icona con un cavo ETH sottostante FS unix non esistono le UL - Esiste un unico riferimento assoluto detto root (/ iniziale) esempio di nome in unix /home/sechi/pioppo.doc esempio percorso di rete (la root è unica sia per PC standalone e in rete) /condivisione/sechi/rootdisechi In unix il percorso è relativo quando manca la root (/ iniziale) Dammi 3 significati di root in UNIX? cercare per credere! Perchè gli URL usano /? Esempio udente.htm ricordo URL => regola di naming univoca per internet.. => nome relativo che indica la cartella precedente a quella corrente. => nome relativo che indica la cartella corrente I comandi con percorso relativo sono + compatti e "umanamente" + usabili. Mancano del requisito dell'univocità richiesto dal SO esempio: vado in pippo C:\Documents and Settings\porf sechi>cd pippo risalgo di un livello usando il percorso assoluto C:\Documents and Settings\porf sechi\pippo>cd "C:\Documents and Settings\porf sechi" vado in pippo C:\Documents and Settings\porf sechi>cd pippo risalgo di un livello usando un percorso relativo C:\Documents and Settings\porf sechi\pippo>cd.. C:\Documents and Settings\porf sechi> cd.\pippo equivale a cd pippo Il comando cd c:.. con cartella corrente c:\pippo\pluto\caio e UL corrente A: cosa comporta per richiamare una UL in WIN/DOS mi basta scriverne il nome ad esempio a: c: k:

14 ESEMPIO Sia C:\Documents and Settings\porf sechi\caio la cartella corrente di c: - supponiamo di essere nella UL k: C:\Documents and Settings\porf sechi\caio>k: K:\>cd c:.. K:\>c: C:\Documents and Settings\porf sechi> il comando cd c:.. cambia la Cartella corrente di C: lasciando inalterata quella di k: Sia C:\Documents and Settings\porf sechi\caio la cartella corrente di c: - supponiamo di essere nella UL k: sia K:\pippo la cartella corrente di K: C:\Documents and Settings\porf sechi\caio>k: K:\PIPPO>cd.. K:\>c: C:\Documents and Settings\porf sechi\caio> il comando cd.. in questo caso opera sulla UL K: per dos andare sotto la root (radice) cd c:\ cd a:\ cd \ => della UL corrente In unix solo cd / Quante root ci sono nel SO DOS/WIN? spiegato In unix le partizioni sono rappresentate come cartelle sotto la cartella /dev (device) Con df vedo le partizioni del disco. Si noti l'assenza delle UL ma ogni partizione è abbinata ad una particolare sottocartella della root studente]$ df Filesystem 1k-blocks Used Available Use% Mounted on /dev/hda % / /dev/hda % /boot /dev/hda % /home none % /dev/shm /dev/hda % /usr /dev/hda % /var In dos una partizione potrebbe essere una UL cd ~ => cd /home/studente (solo in sh) Y:\>mkdir pippo ==> creo pippo sotto la root di Y: (poichè la root di Y: coincide con la sua cartella corrente [vedi prompt]) Y:\>md pippo ==> creo pippo sotto la cartella corrente della UL corrente(la root è la cartella corrente di Y [vedi prompt]) Y:\>md c:\pippo =>ok

15 Y:\>md c:pippo (creo nella cartella corrente di C:) studente]$ mkdir /bin/sechi mkdir: cannot create directory `/bin/sechi': Permission denied --- ESEMPIO UNIX => permission denied studente]$ mkdir /bin/sechi mkdir: cannot create directory `/bin/sechi': Permission denied studente]$ su root Password: studente]# whoami root studente]# mkdir /bin/sechi studente]# rmdir /bin/sechi --- FINE ESEMPIO UNIX => permission denied --- ESEMPIO UNIX => rimozione cartella non vuota (non permessa) studente]# rmdir pippo rmdir: `pippo': La directory non Þ vuota studente]# ls sechi studente]# rmdir sechi studente]# ls sechi ls: sechi: No such file or directory --- FINE ESEMPIO rimozione cartella non vuota TREE => mostra la struttura ad albero della cartella corrente della UL corrente TREE C:=> mostra la struttura ad albero della cartella corrente della UL c: TREE \ => mostra la struttura ad albero della root della UL corrente perchè in unix nonostante il prg sia stato stoppato continuo a vedere l'output a video? Perchè il processo che gestisce il video è lento e quindi memorizza l'output (erogato molto velocemente) in un buffer (zona di memoria) e finchè questa zona non viene svuotata il processo video mostra i contenuti del buffer Alcuni comandi in DOS sono talmente utilizzati che si è preferito includerli all'interno della shell (esempio md, cd, dir, copy...). I comandi con questa caratteristica sono detti comandi interni - In unix i corrispondenti comandi sono invece posti in file all'interno della cartella /BIN --- ESEMPIO UNIX => esempio comandi esterni in UNIX // RINOMINO ls in sechi (comando assurdo per UNIX!) bin]# mv ls sechi // Adesso ls non viene trovato dalla shell bin]# ls bash: /bin/ls: No such file or directory // sechi (che è in realtà ls effettua il listing della cartella corrente) bin]# sechi

16 arch date gunzip nice sort ash dd gzip nisdomainname stty ash.static df hostname pgawk su aumix-minimal dmesg igawk ping sync awk dnsdomainname ipcalc ps tar basename doexec kill pwd tcsh bash domainname ln red touch bash2 echo loadkeys rm true bsh ed login rmdir umount cat egrep mail rpm uname chgrp ex mkdir rvi usleep chmod false mknod rview vi chown fgrep mktemp sechi view consolechars gawk more sed ypdomainname cp gawk mount setserial zcat cpio gettext mt sfxload csh grep mv sh cut gtar netstat sleep --- FINE ESEMPIO UNIX => esempio comandi esterni in UNIX -- 5M 17/2/2012 cd r: => fornisce la cartella corrente di r: XWIN = >sistema grafico vettoriale => videate descritte mediante equazioni matematiche => pochi byte per descrivere il monitor e le sue variazioni dovute ai cliccheggiamenti dell'utente => viaggio bene anche su linee loffi XWINDOWS è una GUI di UNIX (la + vecchia) C:\Programmi\Microsoft Office\Office10>winword => in questo caso word si avvia Esempi sul copy/cp C:\Documents and Settings\porf sechi\xxx>copy "c:\documents and Settings\porf sechi" "c:\documents and Settings\porf sechi\xxx" copy... => equivalente al precedente copy.. => equivalente al precedente copy \. oppure copy \ oppure C:\Documents and Settings\porf sechi\xxx>copy c:\ "c:\documents and Settings\porf sechi\xxx" copy r:.. * => qualsiasi sequenza di caratteri compresa quella vuota? => qualsiasi carattere compreso anche nulla??? => al massimo 3 caratteri

17 copy *.*.. => copia tutti i files della cartella corrente nella precedente copy A*.*.. => copia tutti i files della cartella corrente che iniziano per A nella precedente copy *.xls f:\backup => eseguo il backup dei file di excel sulla mia chiave USB che ha come lettera di UL F: dir?.txt => elenco dei files con nome lungo al massimo 1 carattere dir 5?.txt => elenco appunti delle classi 5 dir mod1*.do* => file di word (anche dot, docx, dotx) che riguardano il modulo 1 Powered by phpbb Forum Software phpbb Group All times are UTC Page 1 of 3

18 Brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco Classe 5N - Appunti MODULO 2 24/2/2012: Classe 5N - Appunti MODULO 2 copio tutti i documenti della cartella corrente di C: (relativi a word) nella cartella corrente di R: (che immagino essere una chiave USB) R:\>copy c:*.doc* Page 2 of 3 Posted: Fri Feb 24, :53 am C:\Documents and Settings\porf sechi\xxx>dir??? Il volume nell'unità C non ha etichetta. Numero di serie del volume: 380B-4908 Directory di C:\Documents and Settings\porf sechi\xxx 23/02/ <DIR>. 23/02/ <DIR>.. 03/04/ hhh 03/04/ hh 1 File byte 2 Directory byte disponibili equivale a dir "C:\Documents and Settings\porf sechi\xxx\???" dir c:??? dir.\??? In unix i files non hanno estensione Gli eseguibili non sono riconoscibili per la loro estensione ma dal flag x nella maschera dei permessi -rw-r--r-- 1 root root 71 feb 23 08:52 caio ==> non è eseguibile -rwxr--r-- 1 root root 71 feb 23 08:52 caio ==> è eseguibile ma solo per la root -rwxr--r-x 1 root root 71 feb 23 08:52 caio ==> è eseguibile per tutti cp../*. => copio i files della cartella precedente nella cartella corrente --- 5M 23/2/2012-5O 23/2/2012 cp../*. => copio i files della cartella precedente che hanno estensione nella cartella corrente i nomi in unix/dos sono completi non pippo.doc ma /home/studenti/pippo.doc la rinomina quindi corrisponde ad uno spostamento mv => in dos ren (per i file) move per le cartelle -R => opzione ricorsiva =>

19 FATTORIALE n! => n(n-1)! => definizione ricorsiva - stop 0!=1 n! => 1*2*3*...*n => definizione iterativa SOMMA PRIMI N termini S(n)=n+S(n-1) => definizione ricorsiva - stop S(0)=0 S(n)= n => definizione iterativa 25/2/2012: Classe 5N - Appunti MODULO 2 riprendere con la ricorsione e con l'esempio di salvataggio fare ulteriori esempi di uso dei char speciali Posted: Sat Feb 25, :55 am ---- dir *. => elenco dei files senza estensione dir *sechi*.* /S => cerco tutti i files che contengono sechi nel nome a partire dalla cartella corrente dir \*sechi*.* /S => cerco tutti i files che contengono sechi nel nome nell'ul corrente /S opzione => cerca ricorsivamente all'interno di tutte le cartelle n! = n * (n-1) * (n-2) *... *2 * 1 => definizione iterativa del fattoriale n! = (n-1)! * n => definizione ricorsiva del fattoriale 1! = 1 Ricorsione =>definisco un qualcosa in termini di se stesso S(n) = N => definizione iterativa della somma dei primi N termini S(n) =S(n-1)+n => definizione ricorsiva della somma dei primi N termini S(0) = 0 esempio s(4)=4+s(3)=4+3+s(2)=4+3+2+s(1)= s(0)= Si noti che la definizione iterativa richiede uno stop (lo sviluppo altrimenti diventa infinito S(n) =S(n-1)+n = [s(n-2)+(n-1)]+n = [{s(n-3)+(n-2)}+(n-1)]+n =... = S(0) (n-1)+n algoritmo ricorsivo => esiste sempre un metodo iterativo equivalente algoritmo => sequenza di operazioni che uno svolge per arrivare alla soluzione di un determinato problema algoritmo => tradotto mediante un linguaggio di prg in un prg programma quale vantaggi hanno gli algoritmi ricorsivi e svantaggi? spiegato /S => opzione ricorsiva per il dos -R => opzione ricorsiva per UNIX/Linux IN UNIX rm * => elimino tutti i files della cartella corrente rm * -R => elimino tutti i files della cartella corrente e anche le cartelle sottostanti IN DOS del *.* => elimino tutti i files della cartella corrente DEL * /S => elimino tutti i files della cartella corrente e anche le cartelle sottostanti

20 CHMOD => cambia le modalità di accesso => valido per SO multiuser DOS non è Multi USER => esiste un prg simile e si chiama attrib perchè cambio il proprietario di un file? Esiste un comando analogo in DOS? NO poichè è monouser attrib consente di definire particolari attributi che non sono però associati all'utente: H => HIDDEN (File nascosti) S => SYSTEM (File di sistema) A => ARCHIVE (file comuni) R => READ ONLY => a sola lettura 27/2/ Classe 5N - Appunti MODULO 2 chmod nnn nomefile Posted: Mon Feb 27, :57 am chmod 777 pippo 7=1+2+4=x=1+w=2+4=r - rwx rwx rwx => diritti con rwx => diritti con r-x -wx rw- => diritti con => diritti con 000 chmod 536 pippo assembler => linguaggio macchina o del processore. Un prg per essere eseguito deve contenere istruzioni assembly e al tempo stesso l'utente deve avere i diritti di esecuzione i diritti possono essere modificati dal proprietario o dalla root la x mi permette di entrare nella cartella - non posso usare ne ls ne mkdir => chiaramente se conosco il nome di un file all'interno di tale cartella lo posso leggere (esempio un file di cfg) anche se non ho per la cartella i diritti r backup incrementale => salvataggio relativo solo ai files nuovi o modificati perchè cambio il proprietario di un file? Esiste un comando analogo in DOS? NO poichè è monouser attrib consente di definire particolari attributi che non sono però associati all'utente: H => HIDDEN (File nascosti) S => SYSTEM (File di sistema) A => ARCHIVE (file comuni)

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

Introduzione. Esempio 1. Soluzione: SPOSTA_1.BAT

Introduzione. Esempio 1. Soluzione: SPOSTA_1.BAT Introduzione Un file batch è un file di testo di tipo ASCII che contiene una sequenza di comandi DOS. I file batch devono avere estensione.bat I comandi DOS all interno dei programmi batch sono eseguiti

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

I Metacaratteri della Shell Unix

I Metacaratteri della Shell Unix I Metacaratteri della Shell Unix La shell Unix riconosce alcuni caratteri speciali, chiamati metacaratteri, che possono comparire nei comandi. Quando l utente invia un comando, la shell lo scandisce alla

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

L'ambiente UNIX: primi passi

L'ambiente UNIX: primi passi L'ambiente UNIX: primi passi Sistemi UNIX multiutente necessità di autenticarsi al sistema procedura di login Login: immissione di credenziali username: nome identificante l'utente in maniera univoca password:

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

RSYNC e la sincronizzazione dei dati

RSYNC e la sincronizzazione dei dati RSYNC e la sincronizzazione dei dati Introduzione Questo breve documento intende spiegare come effettuare la sincronizzazione dei dati tra due sistemi, supponendo un sistema in produzione (master) ed uno

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon)

sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon) Sed & Awk Sed e Awk sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon) awk: linguaggio per l'elaborazione di modelli orientato ai campi (1977, Bell

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Il Concetto di Processo

Il Concetto di Processo Processi e Thread Il Concetto di Processo Il processo è un programma in esecuzione. È l unità di esecuzione all interno del S.O. Solitamente, l esecuzione di un processo è sequenziale (le istruzioni vengono

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

I FILTRI SED, GREP (e AWK) Tratto da http://www.pluto.it/files/ildp/guide/abs/textproc.html SED

I FILTRI SED, GREP (e AWK) Tratto da http://www.pluto.it/files/ildp/guide/abs/textproc.html SED I FILTRI SED, GREP (e AWK) Tratto da http://www.pluto.it/files/ildp/guide/abs/textproc.html SED SED è un programma in grado di eseguire delle trasformazioni elementari in un flusso di dati di ingresso,

Dettagli

Lezione 15 File System

Lezione 15 File System Lezione 15 File System Sistemi Operativi (9 CFU), CdL Informatica, A. A. 2014/2015 Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche Università di Modena e Reggio Emilia http://weblab.ing.unimo.it/people/andreolini/didattica/sistemi-operativi

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Installazione LINUX 10.0

Installazione LINUX 10.0 Installazione LINUX 10.0 1 Principali passi Prima di iniziare con l'installazione è necessario entrare nel menu di configurazione del PC (F2 durante lo start-up) e selezionare nel menu di set-up il boot

Dettagli

1) Le Espressioni regolari

1) Le Espressioni regolari ESPRESSIONI REGOLARI e FILTRI SED, GREP e AWK 1) Le Espressioni regolari Un'espressione regolare è un modello che descrive un insieme di stringhe. Le espressioni regolari sono costruite, in maniera analoga

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi alternative: function nome { lista-comandi } oppure nome ( ) {

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

Analisi di sistemi compromessi (ricerca di rootkit, backdoor,...)

Analisi di sistemi compromessi (ricerca di rootkit, backdoor,...) Analisi di sistemi compromessi (ricerca di rootkit, backdoor,...) Massimo Bernaschi Istituto per le Applicazioni del Calcolo Mauro Picone Consiglio Nazionale delle Ricerche Viale del Policlinico, 137-00161

Dettagli

Il Sistema Operativo: il File System

Il Sistema Operativo: il File System Il Sistema Operativo: il File System Il File System è quella parte del S.O. che si occupa di gestire e strutturare le informazioni memorizzate su supporti permanenti (memoria secondaria) I file vengono

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti APRS su Linux con Xastir Installazione dai sorgenti L installazione di Xastir Per installare Xastir non è richiesto essere un guru di Linux, anche se una conoscenza minima della piattaforma è necessaria.

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Manipolazione di testi: espressioni regolari

Manipolazione di testi: espressioni regolari Manipolazione di testi: espressioni regolari Un meccanismo per specificare un pattern, che, di fatto, è la rappresentazione sintetica di un insieme (eventualmente infinito) di stringhe: il pattern viene

Dettagli

Editor vi. Editor vi

Editor vi. Editor vi Editor vi vi 1 Editor vi Il vi è l editor di testo standard per UNIX, è presente in tutte le versioni base e funziona con qualsiasi terminale a caratteri Permette di visualizzare una schermata alla volta

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file 1 di 1 Uso del computer e gestione dei file Argomenti trattati: Sistema operativo Microsoft Windows: interfaccia grafica e suoi elementi di base Avvio e chiusura di Windows Le FINESTRE e la loro gestione:

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

Modulo 2 - Appendice 3 L'editor vi e cenni su sed

Modulo 2 - Appendice 3 L'editor vi e cenni su sed 1 Modulo 2 - Appendice 3 L'editor vi e cenni su sed Laboratorio di Sistemi Operativi I Anno Accademico 2008-2009 Copyright 2005-2007 Francesco Pedullà, Massimo Verola Copyright 2001-2005 Renzo Davoli,

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Appunti di Sistemi Operativi. Enzo Mumolo e-mail address :mumolo@units.it web address :www.units.it/mumolo

Appunti di Sistemi Operativi. Enzo Mumolo e-mail address :mumolo@units.it web address :www.units.it/mumolo Appunti di Sistemi Operativi Enzo Mumolo e-mail address :mumolo@units.it web address :www.units.it/mumolo Indice 1 Cenni su alcuni algoritmi del Kernel di Unix 1 1.1 Elementi di Unix Internals.................................

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 1 Indice 1. Descrizione del sistema e Requisiti hardware e software per l installazione... 4 1.1 Descrizione del

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Marco Giorgi. Palazzo di Giustizia di Torino 30 marzo 2012

Marco Giorgi. Palazzo di Giustizia di Torino 30 marzo 2012 Marco Giorgi Palazzo di Giustizia di Torino 30 marzo 2012 Post mortem (Dopo lo spegnimento del sistema) Si smonta il dispositivo e lo si collega ad un PC dedicato all'acquisizione Live forensics (Direttamente

Dettagli

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema Software 2 Insieme di istruzioni e programmi che consentono il funzionamento del computer Il software indica all hardware quali sono le operazioni da eseguire per svolgere determinati compiti Valore spesso

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta Web Conferencing and Collaboration tools Passo 1: registrazione presso il sito Accedere al sito www.meetecho.com e registrarsi tramite l apposito form presente nella sezione Reserved Area. In fase di registrazione

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Lezione 1. 1 All inizio di ogni capitolo vengono indicati gli obiettivi della lezione sotto forma di domande la cui risposta è lo scopo

Lezione 1. 1 All inizio di ogni capitolo vengono indicati gli obiettivi della lezione sotto forma di domande la cui risposta è lo scopo Lezione 1 Obiettivi della lezione: 1 Cos è un calcolatore? Cosa c è dentro un calcolatore? Come funziona un calcolatore? Quanti tipi di calcolatori esistono? Il calcolatore nella accezione più generale

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli