REGOLAMENTO E NORME TECNICHE ALLESTIMENTO SPAZI ESPOSITIVI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO E NORME TECNICHE ALLESTIMENTO SPAZI ESPOSITIVI"

Transcript

1 REGOLAMENTO E NORME TECNICHE ALLESTIMENTO SPAZI ESPOSITIVI 1. CONSEGNA DEGLI SPAZI ESPOSITIVI Gli spazi espositivi saranno messi a disposizione degli Espositori per l'introduzione e la sistemazione dei materiali con i seguenti orari: Allestimenti Lunedì 06 ottobre 2014 ore Martedì 07 ottobre 2014 ore Disallestimenti Sabato 11 ottobre 2014 ore Su tale orario non saranno concesse deroghe se non preventivamente autorizzate. Le ore in deroga saranno quantificate e conteggiate su richiesta. L accesso per il transito dei veicoli sarà consentito, attraverso i passi carrai abilitati, esclusivamente ai mezzi muniti di apposita autorizzazione ed alle persone che si trovino sugli stessi, purché munite del documento di ingresso. In particolare non sono consentiti il deposito di materiali o la sosta di mezzi lungo i viali interni. È vietato l accesso degli automezzi all interno dei padiglioni e sale, tranne che per quelli a trazione elettrica. Durante le operazioni di carico e scarico, i tempi di sosta degli automezzi dovranno essere limitati al minor tempo possibile necessario per le operazioni. Data la contemporanea presenza di mezzi di altri espositori, gli addetti alla sicurezza della Sede potranno richiedere lo spostamento o ritardare l accesso dei mezzi coinvolti per permettere l ottimale gestione dei flussi veicolari. 2. RICEVIMENTO MERCI E ALLESTIMENTO A) Nella compilazione dei documenti di accompagnamento delle merci, l Espositore dovrà indicare chiaramente alle voci Mittente e Destinatario il nome della propria Azienda, mentre alla voce Luogo di destinazione si dovrà scrivere c/o Centro Fieristico Le Ciminiere, Viale Africa Piazzale Asia, CATANIA. Su tutta la merce dovrà inoltre essere specificato il titolo della manifestazione (55 Congresso Nazionale della Società Italiana di Nefrologia SIN ) e il numero e nome dello spazio espositivo. B) La merce spedita dovrà essere consegnata tassativamente lunedì 6 ottobre 2014 ore

2 In caso di arrivo anticipato o posticipato delle merci, rispetto alla data del 6 ottobre, la Sede respingerà le stesse. C) La merce dovrà viaggiare in porto franco. Eventuali spedizioni in porto assegnato verranno respinte. D) Le operazione di scarico e di facchinaggio (incluso il materiale recapitato da vettori o trasportatori) dovranno essere organizzate dalle singole Aziende espositrici che le assumono a proprio totale carico, con l esclusione di qualsiasi intervento di sorta da parte della Sede e dell Organizzatore. Eventuali richieste di personale di facchinaggio o di attrezzature dovranno essere comunicate preventivamente alla Segreteria Organizzativa Aristea International. c.a. Alessandro Amidei Tel E) Lo spazio espositivo consiste del solo spazio a terra, non comprende alcun arredo, ma include l allacciamento alla rete elettrica per un massimo di 1 Kw. F) I materiali di allestimento impiegati dagli Espositori dovranno essere conformi alla normativa sulla prevenzione incendi e, in ogni caso, dovranno essere ignifughi o ignifugati con idonei prodotti come previsto dalla legge. L Espositore dovrà inviare alla Segreteria Organizzativa Aristea, entro e non oltre venerdì 12 settembre 2014, il progetto esecutivo e/o l immagine dello stand utilizzato e una dichiarazione relativa ai materiali impiegati per il proprio allestimento, corredata dai singoli certificati di ignifugazione, che dovranno essere sottoposti all approvazione degli Uffici competenti della Sede. In assenza di tale approvazione non sarà consentito all Allestitore il montaggio dello stand. 3. DISALLESTIMENTO E RITIRO MERCI A) Il ritiro delle merci dovrà essere effettuato tassativamente nel solo pomeriggio di Sabato 11 ottobre 2014 ore B) Sarà responsabilità dell Espositore verificare che le operazioni di smontaggio e ritiro delle merci siano compiute entro il termine e l orario stabiliti da Regolamento. Eventuali deroghe dovranno essere preventivamente concordate ed autorizzate dall Organizzatore.

3 C) Qualora la merce resti in deposito oltre l orario stabilito dal presente Regolamento, l Espositore sarà tenuto a corrispondere all Allestitore una penale calcolata sulla base dei giorni di ritardo, fatto salvo in ogni caso il diritto della Sede al risarcimento dei maggiori danni ed a provvedere direttamente allo sgombero dei locali, ovvero lo smaltimento immediato di quanto lasciato in Sede, addebitandone le spese agli Espositori. D) L Espositore prende atto che la Sede non può rilasciare documenti fiscali o di altro genere per il ritiro delle merci e del materiale. 4. NORME COMPORTAMENTALI A) L eventuale distribuzione di generi alimentari e bevande da parte degli Espositori all interno del proprio stand dovrà essere preventivamente segnalata alla Segreteria Organizzatrice per la necessaria autorizzazione. B) Gli Espositori saranno responsabili a tutti gli effetti del comportamento dei propri dipendenti e collaboratori, nonché di quanti accedano su loro autorizzazione alla Sede. 5. DIVIETI PARTICOLARI E fatto obbligo all Espositore di rispettare i seguenti divieti: A) Affiggere manifesti pubblicitari o altro alle pareti ed alle vetrate interne ed esterne della Sede del Congresso; B) Accedere alla Sede del Congresso con cani od altri animali; C) Fumare nelle aree interne; D) Nei materiali presenti durante la mostra espositiva temporanea sono esclusi: 1. contenitori in pressione se contenenti componenti infiammabili e/o combustibili; 2. materiali esplosivi, detonanti, asfissianti o comunque pericolosi 3. accendere fuochi, nonché introdurre od usare bombole di gas compressi o liquefatti; E) Ingombrare vie di servizio e di esodo con materiali o rifiuti di qualsiasi genere; F) Produrre rifiuti di lavorazione soggetti a smaltimento speciale;

4 G) Intervenire direttamente su impianti fissi di proprietà della Sede; H) Utilizzare carrelli non gommati all interno; I) Praticare per qualsiasi motivo fori alle strutture e alle pareti per attaccare o appendere manifesti, cavi, pannelli, stendardi, adesivi; L) Per il fissaggio a pavimento di moquette o materiali similari è fatto assoluto divieto di utilizzare materiali a forte aderenza e con supporto interno cartaceo o di debole consistenza; M) Danneggiare le attrezzature di proprietà del complesso Le Ciminiere e le strutture dei padiglioni; N) Scaricare acque o liquidi di rifiuto; O) Sollevare le piastre di copertura dei cunicoli e/o dei pozzetti; P) Aprire varchi o porte; Q) Lasciare incustoditi strumenti ed attrezzature se non preventivamente disabilitati nel funzionamento; R) Manomettere i sigilli o le chiusure a chiave posti alle cassette di alimentazione dell energia elettrica; S) Lasciare in esposizione macchinari o autoveicoli con serbatoio pieno di carburante; T) Abbandonare nel quartiere fieristico parte degli allestimenti dello stand, quali moquette, cocciami o residui di qualsiasi natura; U) Accumulare materiale combustibile di rifiuto delle lavorazioni, man mano che esso viene prodotto, assicurando le attività immediate per il suo allontanamento. Si declina ogni responsabilità per danni derivanti dalla mancanza osservanza di tali divieti. 6. NORME DI SICUREZZA GENERALI A) L Espositore si impegna ad osservare tutte le norme di sicurezza generali e specifiche, dirette ad evitare danni a persone ed a cose, esonerando la Sede e l Organizzatore da ogni loro responsabilità.

5 B) L Espositore si impegna ad osservare le disposizioni in materia di sicurezza del lavoro ed in particolare dovrà: verificare preventivamente l idoneità tecnico-professionale delle imprese esecutrici di lavori, fornire a queste ultime dettagliate informazioni sui rischi specifici esistenti nell ambiente in cui dovranno operare e sulle misure di prevenzione adottate, coordinare gli interventi di protezione e prevenzione dai rischi cui sono esposti i lavoratori (anche al fine di eliminare i rischi dovuti alle interferenze di lavori tra diverse imprese). C) Le operazioni di allestimento, smontaggio e di gestione degli allestimenti e delle attrezzature (stand, ecc.) utilizzate durante lo svolgimento della mostra espositiva temporanea devono essere attuate e condotte da personale esperto e qualificato, e che deve essere informato dalle presenti disposizioni; detto personale deve prendere conoscenza dei luoghi, delle istruzioni attinenti la sicurezza e dei presidi preposti ad essa; deve sempre ed in ogni caso seguire le indicazioni e le prescrizioni poste dagli Addetti alla Sicurezza preposti dalla Sede (Addetti Specializzati). 7. IMPIANTI ELETTRICI A) Ogni stand potrà allacciarsi alla rete generale dell energia elettrica all interno delle aree espositive secondo le indicazioni del personale tecnico dell Organizzatore. E fatto espresso divieto di attivare di propria iniziativa l erogazione elettrica manomettendo gli impianti della rete generale della Sede del Congresso. B) Per ogni singolo stand è consentito un prelievo di energia fino a 1 Kw a 220 volts 50Hz. L erogazione di forza motrice trifase a 380 volts dovrà essere preventivamente richiesta. C) Pur essendo ogni linea elettrica in dotazione alla Sede e messa a disposizione degli Espositori protetta da corto circuiti da un interruttore magnetotermico e da un differenziale generale, gli Espositori saranno comunque tenuti a proteggere i propri impianti elettrici, installando a loro volta un adeguato interruttore differenziale magnetotermico come previsto dalla legge. D) Tutte le apparecchiature elettriche dovranno prevedere la regolamentare messa a terra. E) L esecuzione di eventuali linee elettriche dallo stand ai punti di distribuzione saranno a totale carico dell Espositore, il quale dovrà avvalersi di ditte qualificate o di proprio personale specializzato. I lavori dovranno essere eseguiti nel rigoroso rispetto delle norme CEI, delle disposizioni di legge in materia di antincendio, di sicurezza e di prevenzione infortuni, oltre che delle disposizioni del presente Regolamento.

6 F) Tutti i lavori di allestimento e disallestimento dovranno essere effettuati previo distacco dell impianto elettrico dalla rete di alimentazione della Sede. G) Al momento dell allacciamento del proprio impianto o delle proprie apparecchiature alla rete generale gli Espositori dovranno verificare la tensione dell alimentazione di rete onde accertarne la compatibilità. H) L Espositore sarà responsabile di qualsiasi danno conseguente all inosservanza delle leggi, delle norme CEI e delle disposizioni in materia di antincendio, di sicurezza e di prevenzione infortuni, con l esclusione di qualsiasi responsabilità da parte della Sede anche per danni a terzi. 8. ESONERO DI RESPONSABILITA ED OBBLIGHI ASSICURATIVI A) Oltre che per quanto già sopra indicato, la Sede e l Organizzatore sono espressamente esonerati da qualsiasi responsabilità, contrattuale od extracontrattuale, verso le Aziende Espositrici (ivi compresi i loro dipendenti o collaboratori), i vettori delle merci, i partecipanti alla manifestazione ed i terzi in genere per: 1. sottrazione di materiali; 2. danni conseguenti a furto o danneggiamento per qualsiasi causa (compreso l incendio) a materiali di ogni genere durante il periodo di permanenza nelle proprie strutture. B) Il risarcimento dei danni che le Aziende espositrici (ivi compresi loro dipendenti o collaboratori), i partecipanti ed i terzi in genere dovessero subire direttamente od indirettamente troverà ristoro esclusivamente in adeguate coperture assicurative che l Espositore si impegna ad attivare (ed a mantenere operanti per tutta la durata del rapporto) con compagnia di assicurazione di primaria importanza, inserendo nelle polizze stesse la rinuncia dell assicuratore ad ogni azione di regresso o di rivalsa verso la Sede, l Organizzatore e verso i loro dipendenti o collaboratori. C) Sarà obbligo dell Espositore consegnare all Organizzatore, a semplice sua richiesta, copia delle polizze assicurative. D) La custodia e la sorveglianza degli stand durante l orario di apertura della manifestazione competono ai rispettivi espositori; si fa pertanto loro obbligo di essere presenti nello stand con proprio personale 30 minuti prima dell apertura dell area espositiva e di presidiare lo stesso sino alla chiusura serale.

7 9. PULIZIE Al termine dell allestimento e durante l esposizione la Sede curerà le pulizie negli spazi di percorrenza e lo svuotamento cestini (carta e residuo, esclusi tra gli altri vetro e organico). Interventi di pulizia più approfonditi resteranno in ogni caso a carico dell Espositore. Rimane a carico dell Espositore lo smaltimento giornaliero di cartoni e altri rifiuti e l obbligo di mantenere gli stand in ordine. Le pulizie derivanti da lavorazioni e messe a punto degli spazi espositivi da parte di aziende allestitrici legate contrattualmente con l espositore stesso, dovranno essere effettuate dalla stesse, in mancanza si provvederà ad addebitare i costi all Espositore.

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA LINEE GUIDA TECNICHE PER L UTILIZZO DEL CENTRO FIERISTICO CONGRESSUALE E CULTURALE LE CIMINIERE PREMESSA Il centro fieristico e congressuale Le Ciminiere rappresenta una

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE. I Fiera Nazionale del Libro all aperto a Reggio Calabria

REGOLAMENTO GENERALE. I Fiera Nazionale del Libro all aperto a Reggio Calabria REGOLAMENTO GENERALE XENÍA BOOK FAIR I Fiera Nazionale del Libro all aperto a Reggio Calabria POESIA, LETTERATURA, TEATRO, MUSICA, ARTE Gallico Superiore (Reggio Calabria) Parco della Mondialità, 4-5 luglio

Dettagli

Preallestiti Su prenotazione è possibile usufruire di stand preallestiti, come da Kit Sponsor.

Preallestiti Su prenotazione è possibile usufruire di stand preallestiti, come da Kit Sponsor. - REGOLAMENTO - SPONSOR & AREE ESPOSITIVE Scadenziario 1. Lunedì 2 marzo 2009 - Invio alla Segreteria Organizzativa : 1) i nominativi dei rappresentanti delle Aziende Espositrici che saranno presenti in

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE. Centro Congressuale Fieristico Culturale Le Ciminiere di Catania

REGOLAMENTO GENERALE. Centro Congressuale Fieristico Culturale Le Ciminiere di Catania REGOLAMENTO GENERALE Centro Congressuale Fieristico Culturale Le Ciminiere di Catania Art.1 Denominazione Il Centro Congressuale fieristico Culturale Le Ciminiere di Catania, è un complesso polifunzionale

Dettagli

Regolamento generale Buk Festival della piccola e media editoria Modena 20 21 febbraio 2016

Regolamento generale Buk Festival della piccola e media editoria Modena 20 21 febbraio 2016 Regolamento generale Buk Festival della piccola e media editoria Modena 20 21 febbraio 2016 AVVERTENZA PRELIMINARE: Raccomandiamo di leggere attentamente il seguente Regolamento e ricordiamo che la firma

Dettagli

BELLISSIMA 2016 Fiera del libro e della cultura indipendente

BELLISSIMA 2016 Fiera del libro e della cultura indipendente BELLISSIMA 2016 Fiera del libro e della cultura indipendente REGOLAMENTO DA FIRMARE E RISPEDIRE INSIEME ALLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Per Fiera si intende la 1 a edizione di Bellissima Fiera del libro

Dettagli

DISPOSIZIONI PER LE OPERAZIONI DI ALLESTIMENTO E DISALLESTIMENTO PER ULTERIORI INFORMAZIONI CONTATTARE: MOTOR BIKE EXPO - FAX. +39.041.

DISPOSIZIONI PER LE OPERAZIONI DI ALLESTIMENTO E DISALLESTIMENTO PER ULTERIORI INFORMAZIONI CONTATTARE: MOTOR BIKE EXPO - FAX. +39.041. 24-25- GENNAIO 2014 ATTENZIONE ALLESTIMENTO: L accesso al quartiere è subordinato al VERSAMENTO DI UNA CAUZIONE DI 100 EURO per sostare FINO A 2 ORE nella zona indicata in verde nella planimetria. All

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA FIERA MAREDIMODA CANNES 2009: MarediModa e IntimodiModa.

REGOLAMENTO DELLA FIERA MAREDIMODA CANNES 2009: MarediModa e IntimodiModa. Como, Gennaio 2009 REGOLAMENTO DELLA FIERA MAREDIMODA CANNES 2009: MarediModa e IntimodiModa. 1. Denominazione e oggetto della fiera La denominazione della fiera è: MarediModa - IntimodiModa Cannes. Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO ESPOSITORI

REGOLAMENTO ESPOSITORI REGOLAMENTO ESPOSITORI ART.1 Denominazione e organizzazione Il festival internazionale dell ambiente e dell ecologia Ecocity Expo 2014 è organizzata dall associazione no profit Città Ecocompatibile. La

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLA MANIFESTAZIONE

REGOLAMENTO GENERALE DELLA MANIFESTAZIONE 2 Edizione Libri all Orizzonte Fiera del Libro di Spoleto 26-28 luglio 2013 Rocca Albornoziana - Piazza Campello 1, 06049 Spoleto REGOLAMENTO GENERALE DELLA MANIFESTAZIONE AVVERTENZA PRELIMINARE Raccomandiamo

Dettagli

Di che Gusto Sei - (Padiglione espositivo Ex Cofa) Pescara, 31 maggio 1 e 2 Giugno Porto Turistico Marina di Pescara

Di che Gusto Sei - (Padiglione espositivo Ex Cofa) Pescara, 31 maggio 1 e 2 Giugno Porto Turistico Marina di Pescara Di che Gusto Sei - (Padiglione espositivo Ex Cofa) Pescara, 31 maggio 1 e 2 Giugno Porto Turistico Marina di Pescara DOMANDA DI PARTECIPAZIONE - ESPOSITORE Ragione sociale., C.F........, P.IVA..., Reg.

Dettagli

Ferrara Fiere Congressi Fascicolo Sicurezza - Allegato scheda 1 Informazioni sui rischi. Fascicolo Sicurezza. Allegato scheda 1

Ferrara Fiere Congressi Fascicolo Sicurezza - Allegato scheda 1 Informazioni sui rischi. Fascicolo Sicurezza. Allegato scheda 1 Ferrara Fiere Congressi Fascicolo Sicurezza - Allegato scheda 1 Informazioni sui rischi Fascicolo Sicurezza Allegato scheda 1 INFORMAZIONI SUI RISCHI Informazione sui rischi presenti durante le fasi di

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE. (Informazioni minime di Quartiere)

REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE. (Informazioni minime di Quartiere) REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE. (Informazioni minime di Quartiere) INDICE ACCESSO AL QUARTIERE... 2 DESCRIZIONE DELLE AREE AZIENDALI E MODALITÀ DI ACCESSO ALLE AREE DOVE DOVRANNO ESSERE SVOLTI I LAVORI

Dettagli

DOLCEMENTE SPOSI 11,12 OTTOBRE

DOLCEMENTE SPOSI 11,12 OTTOBRE DATI PER LA FATTURAZIONE DA COMPILARE AL CONTRATTO DOLCEMENTE SPOSI 11,12 OTTOBRE RAGIONE SOCIALE INDIRIZZO PARTITA IVA CONTATTI: MAIL SITO TELEFONO CELL STAND SCELTO N COSTO ACCONTO IN DATA SALDO APPUNTI

Dettagli

SOTTOCOSTA APPUNTAMENTO CON LA NAUTICA, IL NATANTE E LA PESCA IN MARE MARINA DI PESCARAdal 1 al 4 Maggio 2014

SOTTOCOSTA APPUNTAMENTO CON LA NAUTICA, IL NATANTE E LA PESCA IN MARE MARINA DI PESCARAdal 1 al 4 Maggio 2014 SOTTOCOSTA APPUNTAMENTO CON LA NAUTICA, IL NATANTE E LA PESCA IN MARE MARINA DI PESCARAdal 1 al 4 Maggio 2014 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE - PRIVATI Nome Cognome indirizzo c.a.p. località C.F. Email Telefono

Dettagli

TECNICO REGOLAMENTO STAND GLOBAL ALLEGATO SUB C CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE. Aggiornamento: 12 Luglio 2012 MANUALE ESPOSITORE 2012 1

TECNICO REGOLAMENTO STAND GLOBAL ALLEGATO SUB C CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE. Aggiornamento: 12 Luglio 2012 MANUALE ESPOSITORE 2012 1 Milano 6-7 novembre 2012 Mico Congressi Milano ALLEGATO SUB C CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE REGOLAMENTO TECNICO STAND GLOBAL Aggiornamento: 12 Luglio 2012 MANUALE ESPOSITORE 2012 1 2 MANUALE ESPOSITORE

Dettagli

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI(DUVRI) E INFORMATIVA IN MERITO AI RISCHI SPECIFICI PER LE FASI DI ALLESTIMENTO E DISALLESTIMENTO

Dettagli

FERA DI USEI CANZO(CO) REGOLAMENTO GENERALE

FERA DI USEI CANZO(CO) REGOLAMENTO GENERALE FERA DI USEI CANZO(CO) REGOLAMENTO GENERALE ART. 1 - Manifestazione Fera di Usei La F.I.D.C. sezione di Canzo, nel rispetto e fatto salvo quanto previsto dalla normativa in materia di commercio, col presente

Dettagli

Regolamento Generale

Regolamento Generale Regolamento Generale TITOLO: NATALE IN MOSTRA Regali e Sapori MOSTRA-MERCATO del regalo artigianale e dei prodotti agro-alimentari DATA: 16-20 dicembre 2011 LUOGO: Mostra d Oltremare Padiglione 10 ORGANIZZAZIONE:

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA FIERA PROVINCIALE DEL TARTUFO

REGOLAMENTO DELLA FIERA PROVINCIALE DEL TARTUFO COMUNE DI BORGOFRANCO SUL PO PROVINCIA DI MANTOVA AREA AMMINISTRATIVA SERVIZIO SVILUPPO SOCIOECONOMICO REGOLAMENTO DELLA FIERA PROVINCIALE DEL TARTUFO Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 27

Dettagli

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO)

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO) PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA, DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE, PORTIERATO, FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO, PER UFFICI E SERVIZI PROVINCIALI CIG: 4178959A0D ALLEGATO A/4

Dettagli

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI(DUVRI) PER LE FASI DI ALLESTIMENTO E DISALLESTIMENTO DEL QUARTIERE FIERISTICO EX ART. 26 D.LGS.

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO Ottobre 2013 1

REGOLAMENTO TECNICO Ottobre 2013 1 REGOLAMENTO TECNICO Ottobre 2013 1 Premessa Il presente regolamento definisce: Le modalità di accesso nella Struttura Fieristica in presenza di: allestimenti d ogni genere; opere di montaggio e smontaggio;

Dettagli

CHIARISSIMA. Villa Mazzotti Chiari (Bs) REGOLAMENTO GENERALE (ultimo aggiornamento: 26 novembre 2015)

CHIARISSIMA. Villa Mazzotti Chiari (Bs) REGOLAMENTO GENERALE (ultimo aggiornamento: 26 novembre 2015) CHIARISSIMA Villa Mazzotti Chiari (Bs) REGOLAMENTO GENERALE (ultimo aggiornamento: 26 novembre 2015) AVVERTENZA PRELIMINARE Si raccomanda di leggere con attenzione il Regolamento seguente. L'Espositore

Dettagli

58ª FIERA REGIONALE DI LONATO DEL GARDA AGRICOLA - ARTIGIANALE - COMMERCIALE (15-16 - 17 GENNAIO 2016)

58ª FIERA REGIONALE DI LONATO DEL GARDA AGRICOLA - ARTIGIANALE - COMMERCIALE (15-16 - 17 GENNAIO 2016) 58ª FIERA REGIONALE DI LONATO DEL GARDA AGRICOLA - ARTIGIANALE - COMMERCIALE (15-16 - 17 GENNAIO 2016) MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE ART. 1 ACCETTAZIONE DELLE MODALITA DI PARTECIPAZIONE Con la sottoscrizione

Dettagli

MONTAGNANESE IN FIERA

MONTAGNANESE IN FIERA MONTAGNANESE IN FIERA FIERA DI PRIMAVERA fuori le mura 9-10 APRILE 2016 SCHEDA DI ADESIONE ALLA FIERA ll presente modulo va compilato in stampatello ed in forma leggibile. Da presentare al Comitato Organizzatore

Dettagli

COMUNE DI GAMBARA 72 FIERA DI S. GIUSEPPE

COMUNE DI GAMBARA 72 FIERA DI S. GIUSEPPE COMUNE DI GAMBARA PROVINCIA DI BRESCIA 72 FIERA DI S. GIUSEPPE AGRICOLA GASTRONOMICA COMMERCIALE ARTIGIANALE 17 18 MARZO 2012 Gambara, Gennaio 2012 SPETT/LE DITTA Anche quest anno riproponiamo LA FIERA

Dettagli

34ª edizione TRAVAGLIATOCAVALLI 25-28 aprile 2013 REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

34ª edizione TRAVAGLIATOCAVALLI 25-28 aprile 2013 REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 34ª edizione TRAVAGLIATOCAVALLI 25-28 aprile 2013 REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE ART. 1 ORGANIZZAZIONE La XXXIV edizione di TRAVAGLIATOCAVALLI 2013 è organizzata dalla Società EQUISERV Srl (in seguito EQ)

Dettagli

PONTE LUNA STRUTTURA AREA FESTE

PONTE LUNA STRUTTURA AREA FESTE PREMESSO PONTE LUNA STRUTTURA AREA FESTE che la struttura Area Feste è un immobile di proprietà del Comune di Rubiera, realizzato grazie al contributo dell Amministrazione Comunale, all autofinanziamento

Dettagli

CHALLENGE RIMINI EXPO

CHALLENGE RIMINI EXPO CHALLENGE RIMINI EXPO RIMINI, 8-11 Maggio 2014 L area espositiva verrà allestita su Piazzale Fellini, nel cuore di Marina Centro di Rimini, e potrà accogliere non solo gli addetti ai lavori, ma anche cittadini,

Dettagli

2) REGOLAMENTO D ACCESSO E COMPORTAMENTO ALL INTERNO DEL CENTRO DI RACCOLTA

2) REGOLAMENTO D ACCESSO E COMPORTAMENTO ALL INTERNO DEL CENTRO DI RACCOLTA ALLEGATO B 1) SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE La presente procedura ha lo scopo di realizzare le condizioni di massima sicurezza per tutti coloro che intendono conferire materiali/rifiuti nel CENTRO DI RACCOLTA

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO PER GLI ESPOSITORI

REGOLAMENTO TECNICO PER GLI ESPOSITORI MANIFESTAZIONE: 46 Congresso SIN Genova 2015 DATA: 10-14 OTT 2015 LUOGO: Centro Congressi Magazzini del Cotone Porto Antico REGOLAMENTO TECNICO PER GLI ESPOSITORI 1. ALLESTIMENTO DEGLI STAND 2 1.1. NORME

Dettagli

1 Congresso Congiunto A.I.S.G. S.I.GLA.

1 Congresso Congiunto A.I.S.G. S.I.GLA. Gentile Espositore, 1 Congresso Congiunto A.I.S.G. S.I.GLA. N O T I Z I E U T I L I al fine di consentirle di organizzare per tempo ogni dettaglio della sua partecipazione all 1 Congresso Congiunto AISG

Dettagli

DATI PER FATTURAZIONE SE DIVERSI DALL ESPOSITORE

DATI PER FATTURAZIONE SE DIVERSI DALL ESPOSITORE DATI ESPOSITORE Ragione sociale Indirizzo CAP Città Prov. Nazione C.F. P.IVA Tel. Fax Email Insegna/ Marchi Scritta da apporre sul frontalino dello stand DATI PER FATTURAZIONE SE DIVERSI DALL ESPOSITORE

Dettagli

Festa del vino 2015 - Regolamento Espositori

Festa del vino 2015 - Regolamento Espositori Pro Loco Castelvenere Via del Genio 15, 82037 Castelvenere (BN) Tel. 3407943165 e-mail prolococastelvenere@libero.it castelvenere@unplibenevento.it Sito: www.prolococastelvenere.org Festa del vino 2015

Dettagli

Approvato con delibera del Commissario Straordinario, adottata con i poteri del C.C. n. 229 del 30.12.2009

Approvato con delibera del Commissario Straordinario, adottata con i poteri del C.C. n. 229 del 30.12.2009 Allegato A) Approvato con delibera del Commissario Straordinario, adottata con i poteri del C.C. n. 229 del 30.12.2009 Modificato con delibera di C.C. n. 79 del 21.12.2010 REGOLAMENTO GENERALE FIERA CAMPIONARIA

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER LO SVOLGIMENTO DELLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE ORGANIZZATE DALLA RTC FIERE

REGOLAMENTO GENERALE PER LO SVOLGIMENTO DELLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE ORGANIZZATE DALLA RTC FIERE REGOLAMENTO GENERALE PER LO SVOLGIMENTO DELLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE ORGANIZZATE DALLA RTC FIERE Art. 1 AMMISSIONE ALLA FIERA Possono essere ammessi come espositori: a) Le aziende italiane ed estere

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO DI MANIFESTAZIONE

REGOLAMENTO TECNICO DI MANIFESTAZIONE REGOLAMENTO TECNICO DI MANIFESTAZIONE 1) AVVERTENZA PRELIMINARE AVVERTENZA PRELIMINARE Per BolognaFiere si intende Fiere Internazionali di BolognaS.p.A. Per Organizzatore si intende Cosmofarma srl. 2)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED UTILIZZAZIONE DELLA CASA DELLE ASSOCIAZIONI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED UTILIZZAZIONE DELLA CASA DELLE ASSOCIAZIONI COMUNE DI COMUN NUOVO Provincia di Bergamo P.zza De Gasperi, 10 24040 Comun Nuovo Tel. 035/595043 fax 035/595575 p.i.00646020164 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED UTILIZZAZIONE DELLA CASA DELLE ASSOCIAZIONI

Dettagli

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI(DUVRI) E INFORMATIVA IN MERITO AI RISCHI SPECIFICI PER LE FASI DI ALLESTIMENTO E DISALLESTIMENTO

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI

DISPOSIZIONI GENERALI DISPOSIZIONI GENERALI Ingresso alla Fiera riservato agli operatori. Prezzo del biglietto: 30,00 giornaliero Biglietto giornaliero speciale Insegnanti: 10,00 previa registrazione online ai convegni Non

Dettagli

Nipponbashi d estate 2015

Nipponbashi d estate 2015 Nipponbashi d estate 2015 MODULO PRENOTAZIONE SPAZIO ESPOSITIVO Treviso - 10, 11 e 12 Luglio 2015 Il presente modulo dovrà essere consegnato presso Ikiya (Via Manzoni 52, 31100 Treviso), inviato via fax

Dettagli

Mostra Merceologica. 1.4 Segreteria congressuale - Orari Giovedì, 13 ottobre 8.00-18.00 Venerdì, 14 ottobre 8.00-18.00 Sabato, 15 ottobre 8.00-16.

Mostra Merceologica. 1.4 Segreteria congressuale - Orari Giovedì, 13 ottobre 8.00-18.00 Venerdì, 14 ottobre 8.00-18.00 Sabato, 15 ottobre 8.00-16. Mostra Merceologica 1. Informazioni generali La Mostra Merceologica verrà allestita nell'ambito del 47 Congresso Internazionale SIDO che si svolgerà a Firenze presso la Fortezza da Basso dal 13 al 15 ottobre

Dettagli

272^ EDIZIONE DELLA FIERA DI OTTOBRE DI LARINO 8/12 OTTOBRE 2014 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

272^ EDIZIONE DELLA FIERA DI OTTOBRE DI LARINO 8/12 OTTOBRE 2014 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE 272^ EDIZIONE DELLA FIERA DI OTTOBRE DI LARINO 8/12 OTTOBRE 2014 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Il sottoscritto in qualità di della ditta Categoria : ARTIGIANATO COMMERCIO INDUSTRIA SERVIZI ALTRA Con sede in

Dettagli

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI(DUVRI) E INFORMATIVA IN MERITO AI RISCHI SPECIFICI PER LE FASI DI ALLESTIMENTO E DISALLESTIMENTO

Dettagli

MODULO 0 ALLESTIMENTI FUORI STANDARD

MODULO 0 ALLESTIMENTI FUORI STANDARD MODULO 0 ALLESTIMENTI FUORI STANDARD MODULO OBBLIGATORIO PER GLI ALLESTIMENTI FUORI STANDARD Il modulo di prenotazione del servizio dovrà essere inviato 60 gg prima dell inizio della manifestazione a:

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO PARZIALE O TOTALE DEI LOCALI POSTI AL PIANO TERRENO ED ALA SUD-EST DI VILLA VISCONTI BORROMEO LITTA.

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO PARZIALE O TOTALE DEI LOCALI POSTI AL PIANO TERRENO ED ALA SUD-EST DI VILLA VISCONTI BORROMEO LITTA. REGOLAMENTO PER L UTILIZZO PARZIALE O TOTALE DEI LOCALI POSTI AL PIANO TERRENO ED ALA SUD-EST DI VILLA VISCONTI BORROMEO LITTA. Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento disciplina l uso temporaneo

Dettagli

APRILE 2014 02-05 COSMOPACK 04-07 COSMOPROF

APRILE 2014 02-05 COSMOPACK 04-07 COSMOPROF APRILE 2014 02-05 COSMOPACK 04-07 COSMOPROF B O L O G N A QUARTIERE FIERISTICO www.cosmoprof.com MANUALE DELL ESPOSITORE SoGeCos s.p.a via cappuccini, 2 20122 milano (italy) ph. + 39 02 796 420 fax + 39

Dettagli

- REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1. Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006. Art.

- REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1. Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006. Art. - REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1 Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006 Art. 1 La Sala Conferenze dell Ordine dei Medici chirurghi e Odontoiatri

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI Premessa La Camera di Commercio di Cagliari, compatibilmente con le proprie esigenze, mette a disposizione

Dettagli

SABATO 04 DOMENICA 05 OTTOBRE 2014 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

SABATO 04 DOMENICA 05 OTTOBRE 2014 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE A DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Dati per la fatturazione Telefono Fisso e Mobile Internet Telefax E-mail Codice fiscale Partita IVA N.B.: I dati anagrafici sopra riportati sono validi agli effetti della fatturazione.

Dettagli

DICHIARAZIONI D.L. 626/94

DICHIARAZIONI D.L. 626/94 Montichiari - DICHIARAZIONI D.L. 626/94 Montichiari - DICHIARAZIONE DI COMPOSIZIONE DEGLI ALLESTIMENTI AI FINI DELLA PREVENZIONE INCENDI L azienda Pad. N. Stand Referente per la sicurezza In ottemperanza

Dettagli

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI(DUVRI) E INFORMATIVA IN MERITO AI RISCHI SPECIFICI PER LE FASI DI ALLESTIMENTO E DISALLESTIMENTO

Dettagli

ISTRUZIONI PREVENTIVE ANTINCENDIO A TUTTO IL PERSONALE

ISTRUZIONI PREVENTIVE ANTINCENDIO A TUTTO IL PERSONALE ISTRUZIONI PREVENTIVE ANTINCENDIO A TUTTO IL PERSONALE MISURE PREVENTIVE PER TUTTI I LAVORATORI E vietato depositare e manipolare sostanze infiammabili in quantità superiori alla normale dotazione prevista.

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO. Titolo I Allestimenti. Art.1 Divieti

REGOLAMENTO TECNICO. Titolo I Allestimenti. Art.1 Divieti REGOLAMENTO TECNICO Titolo I Allestimenti Art.1 Divieti E vietato accendere i fuochi, utilizzare bombole a gas, introdurre nel quartiere materiali esplosivi, detonatori, illuminanti o comunque pericolosi.

Dettagli

Iscrizione Partecipanti

Iscrizione Partecipanti Iscrizione Partecipanti Denominazione Impresa/Ente...... Indirizzo Sede Legale... Città... Provincia... Nazione.... C.F....... Partita Iva........... E-mail. Tel.... Fax.... Sito web..... Referente Tecnico...

Dettagli

SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) E COSTI PER LA SICUREZZA DEL LAVORO

SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) E COSTI PER LA SICUREZZA DEL LAVORO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) E COSTI PER LA SICUREZZA DEL LAVORO (art. 26 del d.lgs. n. 81/2008 - Sicurezza e salute nel luogo di lavoro)

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO GESTIONE INCUBATORE VILLA LA MAGIA PROGETTO ABITARE L ARTE

REGOLAMENTO INTERNO GESTIONE INCUBATORE VILLA LA MAGIA PROGETTO ABITARE L ARTE REGOLAMENTO INTERNO GESTIONE INCUBATORE VILLA LA MAGIA PROGETTO ABITARE L ARTE 1. SERVIZI GENERALI DELL INCUBATORE I Servizi offerti all impresa/utente come indicato nel contratto di prestazione di servizi

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO DI MANIFESTAZIONE FAMAART 2015

REGOLAMENTO TECNICO DI MANIFESTAZIONE FAMAART 2015 REGOLAMENTO TECNICO DI MANIFESTAZIONE FAMAART 2015 1) AVVERTENZA PRELIMINARE Per BolognaFiere si intende Fiere Internazionali di Bologna S.p.A., Viale della Fiera 20, 40127 Bologna. 2) DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA ALLEGATO A alla Delibera del Consiglio Comunale n. 37 del 28/12/2015 COMUNE DI SCORRANO. (Provincia di Lecce) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Eguaglianza

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE ORGANIZZATORI TERZI

REGOLAMENTO GENERALE ORGANIZZATORI TERZI REGOLAMENTO GENERALE ORGANIZZATORI TERZI LUCCA - QUARTIERE FIERISTICO EX AREA BERTOLLI Manifestazione organizzata e comunque portatori di interesse generale. e) Venditori anche non professionali, collezionisti

Dettagli

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Pagina 1 di 5 1. PREMESSA Il presente documento è parte integrante della documentazione contrattuale viene allegato alla documentazione inviata agli offerenti in fase di selezione e deve essere firmata

Dettagli

130,00 + IVA a mq TOTALE... TOTALE PARTECIPAZIONE...

130,00 + IVA a mq TOTALE... TOTALE PARTECIPAZIONE... START UP Meeting > NH Centro Congressi Milanofiori 23-24 Febbraio 2012 MODULO DI ISCRIZIONE/APPLICATION FORM Ragione sociale... Partita IVA... Indirizzo... Città... Cap... Telefono... Fax... E-mail...

Dettagli

MODULO 0 ALLESTIMENTI FUORI STANDARD

MODULO 0 ALLESTIMENTI FUORI STANDARD MODULO 0 ALLESTIMENTI FUORI STANDARD MODULO OBBLIGATORIO PER GLI ALLESTIMENTI FUORI STANDARD Il modulo di prenotazione del servizio dovrà essere inviato 60 gg prima dell inizio della manifestazione a:

Dettagli

NORME DI COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI TRASPORTO LINEA LECCE-NAPOLI

NORME DI COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI TRASPORTO LINEA LECCE-NAPOLI NORME DI COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI TRASPORTO LINEA LECCE-NAPOLI Le presenti CONDIZIONI GENERALI DI TRASPORTO si applicano ai servizi di trasporto di concessione Ministeriale

Dettagli

COMUNE DI PREONE. Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA TEMPORANEA DI CAMPERS CARAVAN AUTOCARAVAN

COMUNE DI PREONE. Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA TEMPORANEA DI CAMPERS CARAVAN AUTOCARAVAN COMUNE DI PREONE Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA TEMPORANEA DI CAMPERS CARAVAN AUTOCARAVAN Approvato con delibera C.C. n. 30 del 29 giugno 2012 REGOLAMENTO

Dettagli

Città di Olgiate Comasco

Città di Olgiate Comasco REGOLAMENTO PER L USO DEGLI STABILI COMUNALI 1 1. Il presente regolamento disciplina l uso dei seguenti stabili comunali: - CENTRO CIVICO MEDIOEVO, - SALA CONSILIARE, - SALONE DEL CENTRO SPORTIVO COMUNALE

Dettagli

REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE A REMURATA

REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE A REMURATA REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE A REMURATA Indice Articoli: ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART. 2 PERIODO DI SVOLGIMENTO, LOCALIZZAZIONE E DEROGHE ART. 3 REQUISITI PER L AMMISSIONE E ASSEGNAZIONE ART. 4 DOMANDA

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE

REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE INTRODUZIONE Il presente Regolamento Tecnico stabilisce - ad integrazione del Regolamento Generale dell Evento allegato alla domanda di partecipazione - quanto segue: le

Dettagli

DA CLASTIDIUM LAVORA SOC. COOP. A R.L. DA PARTE DI ALTRI ORGANIZZATORI DI EVENTI

DA CLASTIDIUM LAVORA SOC. COOP. A R.L. DA PARTE DI ALTRI ORGANIZZATORI DI EVENTI Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE AREE FIERISTICHE OLTREXPO (ex Area Fieristica Truffi) GESTITE DA CLASTIDIUM LAVORA SOC. COOP. A R.L. DA PARTE DI ALTRI ORGANIZZATORI DI EVENTI Pagina 2 di

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI (Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 32 del 20/05/2015) Art. 1 Individuazione dei locali L Amministrazione Comunale,

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. SEDE OPERATIVA PISCINA COMUNALE COMUNE DI FIGLINE VALDARNO Gestione Piscina Comunale Data emissione I revisione

Dettagli

ALLEGATO 1 SERVIZIO DI MOVIMENTAZIONE MERCI RITIRO - MAGAZZINO - SPEDIZIONE. Investment and Trading Forum, 23-24 maggio 2013 Palacongressi di Rimini

ALLEGATO 1 SERVIZIO DI MOVIMENTAZIONE MERCI RITIRO - MAGAZZINO - SPEDIZIONE. Investment and Trading Forum, 23-24 maggio 2013 Palacongressi di Rimini ALLEGATO 1 SERVIZIO DI MOVIMENTAZIONE MERCI RITIRO - MAGAZZINO - SPEDIZIONE Investment and Trading Forum, 23-24 maggio 2013 Palacongressi di Rimini INFORMAZIONI GENERALI Palaservip/Mail-Boxes é il fornitore

Dettagli

MODULO D1 ACQUA E ARIA COMPRESSA

MODULO D1 ACQUA E ARIA COMPRESSA Da inviare a: BF SERVIZI srl mail: vendite@bfservizi.it fax + 39 051 6374020 Scadenza: 8 febbraio 2013 Ragione sociale dell Azienda Espositrice Indirizzo completo Città Prov CAP Nazione Telefono Fax E-mail

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE

REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE INTRODUZIONE Il presente Regolamento Tecnico stabilisce - ad integrazione del Regolamento Generale dell Evento quanto segue: 1. le modalità di accesso al Quartiere fieristico

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE

Dettagli

Quaderno dell Espositore

Quaderno dell Espositore QE Quaderno dell Espositore Indice 1. Dati della manifestazione 2. Informazioni per gli espositori con stand preallestito fornito da PadovaFiere 3. Allestimento e smontaggio stand 4. Parcheggi per gli

Dettagli

COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo

COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA POLIVALENTE PALAINCONTRO IN VIA A. MORO Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 16 del 21.06.2007

Dettagli

COMUNE DI GROTTAMMARE

COMUNE DI GROTTAMMARE COMUNE DI GROTTAMMARE 44023 PROVINCIA DI ASCOLI PICENO Regolamento per la concessione in uso a terzi dei teatri comunali di Grottammare Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 51 del 26.11.2008

Dettagli

Fascicolo Sicurezza. Pag. 1

Fascicolo Sicurezza. Pag. 1 Pag. 1 PREMESSA E FINALITA DEL DOCUMENTO Il presente fascicolo è redatto a cura dell Organizzatore e di Ferrara Fiere Congressi S.r.l., in ottemperanza ed assolvimento degli obblighi di legge informativi

Dettagli

Città di Lecce. Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo

Città di Lecce. Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo Città di Lecce Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 72 del 7 settembre 2009 PRINCIPI GENERALI Art. 1. FINALITA

Dettagli

COMUNE DI MARTIGNACCO Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA PALESTRA DEL CENTRO SCOLASTICO INTEGRATO DI VIA UDINE

COMUNE DI MARTIGNACCO Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA PALESTRA DEL CENTRO SCOLASTICO INTEGRATO DI VIA UDINE COMUNE DI MARTIGNACCO Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA PALESTRA DEL CENTRO SCOLASTICO INTEGRATO DI VIA UDINE Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 42 del 30.11.2012 INDICE

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DELLA STRUTTURA LE CIMINIERE

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DELLA STRUTTURA LE CIMINIERE PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DELLA STRUTTURA LE CIMINIERE DESCRIZIONE DEL CENTRO FIERISTICO Il centro fieristico per come riportato nel seguente schema planimetrico è diviso

Dettagli

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO ART. 1 - OGGETTO E FINALITA 1. Il presente Regolamento disciplina l utilizzo

Dettagli

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali Lettera Rischi Interferenziali Spett.le Ditta Appaltatrice Ditta Subappaltatrice Luogo, Data 2 OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali In relazione alla necessità di una possibile

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO DI MANIFESTAZIONE

REGOLAMENTO TECNICO DI MANIFESTAZIONE REGOLAMENTO TECNICO DI MANIFESTAZIONE Questo Regolamento Tecnico riprende ed integra le disposizioni contenute nel Regolamento di partecipazione all esposizione, accettato e controfirmato dall Espositore

Dettagli

SOGGETTO ORGANIZZATORE DENOMINAZIONE

SOGGETTO ORGANIZZATORE DENOMINAZIONE SOGGETTO ORGANIZZATORE DENOMINAZIONE Art. 1 L Associazione Culturale "Amici di Liberi sulla Carta" (in seguito denominate Gli Organizzatori ) organizza Lib(e)ri sulla Carta Fiera dell editoria indipendente

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

Quaderno dell Espositore

Quaderno dell Espositore QE Quaderno dell Espositore Indice 1. Dati della manifestazione 2. Allestimento e smontaggio stand 3. Informazioni per gli espositori con stand preallestito fornito da PadovaFiere 4. Parcheggi per gli

Dettagli

REGOLAMENTO. Art. 1 -AMMISSIONE ALLA MANIFESTAZIONE

REGOLAMENTO. Art. 1 -AMMISSIONE ALLA MANIFESTAZIONE REGOLAMENTO Art. 1 -AMMISSIONE ALLA MANIFESTAZIONE Il Comune di Miggiano indice ed organizza ogni anno nella terza domenica di ottobre una manifestazione fieristica denominata EXPO 2000, Industria, Artigianato

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE

REGOLAMENTO AZIENDALE REGOLAMENTO AZIENDALE Utilizzo Sale Convegni e Riunioni Approvato con delibera N. del Articolo 1-Scopi e ambito di applicazione Il presente regolamento disciplina la concessione in uso e l utilizzazione

Dettagli

COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona

COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona SETTORE TECNICO SERVIZIO LAVORI PUBBLICI E PATRIMONIO Concessione di area pubblica parco 1 Maggio e per la gestione del chiosco-bar destinato all esercizio

Dettagli

SOTTOCOSTA APPUNTAMENTO CON LA NAUTICA, IL NATANTE E LA PESCA IN MARE MARINA DI PESCARA dal 1 al 4 Maggio 2014

SOTTOCOSTA APPUNTAMENTO CON LA NAUTICA, IL NATANTE E LA PESCA IN MARE MARINA DI PESCARA dal 1 al 4 Maggio 2014 SOTTOCOSTA APPUNTAMENTO CON LA NAUTICA, IL NATANTE E LA PESCA IN MARE MARINA DI PESCARA dal 1 al 4 Maggio 2014 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE - AZIENDE denominazione completa forma giuridica denominazione a

Dettagli

MODULO UNICO RICHIESTA FORNITURE EXTRA- ALLESTIMENTI

MODULO UNICO RICHIESTA FORNITURE EXTRA- ALLESTIMENTI MODULO UNICO RICHIESTA FORNITURE EXTRA- ALLESTIMENTI DA RESTITUIRE ENTRO E NON OLTRE IL 28 FEBBRAIO 2015 AL FAX 0532 976997 O ALLA MAIL info@ferraradroneshow.it Ragione sociale Padiglione Stand Indirizzo

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle sale del Centro Teatro

Regolamento per l utilizzo delle sale del Centro Teatro Regolamento per l utilizzo delle sale del Centro Teatro Art. 1 Oggetto Il presente Regolamento ha per oggetto la disciplina di criteri e modalità per l utilizzo in uso delle sale del Centro Teatro di proprietà

Dettagli

D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione del rischio per l eliminazione delle interferenze.

D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione del rischio per l eliminazione delle interferenze. SERVIZIO LAVORI PUBBLICI SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA SUL TERRITORIO COMUNALE 2013-2018 D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione del rischio per l eliminazione

Dettagli

FORMULARIO SICU PREVENZIONE INCENDI SICUREZZA PROGETTO - MATERIALI DI ALLESTIMENTO IMPIANTO ELETTRICO ALLEGATI

FORMULARIO SICU PREVENZIONE INCENDI SICUREZZA PROGETTO - MATERIALI DI ALLESTIMENTO IMPIANTO ELETTRICO ALLEGATI FORMULARIO SICU PREVENZIONE INCENDI SICUREZZA PROGETTO - MATERIALI DI ALLESTIMENTO IMPIANTO ELETTRICO ALLEGATI Dati da compilare obbligatoriamente a cura dell Espositore PROSPETTO RIEPILOGATIVO Con riferimento

Dettagli

Comune di Legnaro REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E LO SVOLGIMENTO DELLA SAGRA DI LEGNARO. Provincia di Padova. ==ooooo==-- --==ooooo=

Comune di Legnaro REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E LO SVOLGIMENTO DELLA SAGRA DI LEGNARO. Provincia di Padova. ==ooooo==-- --==ooooo= Comune di Legnaro Provincia di Padova --==ooooo= ==ooooo==-- REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E LO SVOLGIMENTO DELLA SAGRA DI LEGNARO Approvato con delibera di CC n. 10 del 27/04/2012 Art. 1 Oggetto 1. Il

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE Art. 1. PRINCIPI GENERALI E FINALITA 1) Il presente regolamento ha lo scopo di salvaguardare le strutture e identificare chiaramente le modalità per l utilizzo

Dettagli