Il successo dell economia di ogni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il successo dell economia di ogni"

Transcript

1 cave & cantieri SETTORE: LAVAGGIO INERTI SVILUPPO ECONOMICO E RISPETTO AMBIENTALE Descrizione di un impianto di depurazione acqua e trattamento fango a ciclo chiuso Il successo dell economia di ogni paese dipende in gran parte dal settore edilizio e dalle grandi opere di costruzione civile: strade, autostrade, alta velocità, dighe, gallerie, sono tutte opere ingegneristiche di fondamentale importanza. Si ottengono così maggiori servizi che sono messi a disposizione dell industria, della produttività e di tutti i cittadini migliorando così il proprio stile di vita. Lo sviluppo edilizio dei paesi industrializzati deve necessariamente mettere al primo posto il rispetto ambientale per non cadere, come ad esempio per i paesi emergenti o in via di sviluppo, nel grave errore di favorire solo e a tutti i costi la produttività, a discapito del degrado ambientale e del progressivo inquinamento che si riflette negativamente sulla salute di ogni persona. All edilizia è strettamente collegata la fornitura di materie prime che arrivano dall estrazione di ghiaia, sabbia, e dalle attività ad esse connesse, come la produzione di calcestruzzo o conglomerato bituminoso, relativamente a tali attività le cave, attrezzate con opportuni impianti di lavaggio e selezione inerti, stanno dimostrando in Europa una particolare attenzione alla salvaguardia ambientale attrezzandosi con validi ed efficaci impianti di depurazione acqua che risultano essere l elemento indispensabile per ogni sistema di lavaggio inerti. *Tecnoidea Impianti, Monza (MI) Paolo Gonzales* Febbraio 2008 quarry & construction 41

2 Impianto lavaggio inerti con depurazione acque e trattamento fango Inerti Camalò, Camalò (TV) Acqua torbida in uscita dall impianto di lavaggio inerti fino a m 3 /giorno Le quantità di acque utilizzate per il lavaggio degli inerti in un impianto di medie dimensioni sono notevolmente più elevate rispetto ad altri processi produttivi. A secondo del tipo di materiale da lavare e della metodologia di lavaggio utilizzato, si può raggiungere il quantitativo di m 3 al giorno di acqua, pari ad un consumo annuo di circa m 3. Per quanto sopra esposto oggi non è concepibile progettare e realizzare un nuovo impianto per la produzione di inerti lavati, senza considerare parte integrante del progetto globale un efficace impianto di depurazione acqua e trattamento fango in grado di riciclare completamente le acque di lavaggio e di trattare il fango liquido di risulta rendendolo perfettamente palabile, comodo da movimentare e di facile riutilizzo. L industria italiana è al primo posto nella fornitura di impianti di depurazione Acqua depurata in uscita dall impianto di depurazione recuperata in ciclo chiuso acqua e trattamento fango, sia in campo nazionale che internazionale. Il successo consiste nell avere affrontato, per il settore dell estrazione, selezione e lavaggio inerti, soluzioni tecniche e innovative relative alla depurazione dell acqua torbida derivante dai lavaggi, abbandonando i sistemi tradizionali già esistenti anche in altri settori industriali e civili, ma poco efficaci. Di seguito viene illustrato un impianto di depurazione applicato al ciclo di produzione di inerti lavati con una produttività pari a 1800 m 3 /giorno. L impianto, situato in Lombardia, è in funzione nell area di Caponago (MI) presso il polo estrattivo della società Vitali Spa. La realizzazione dell impianto di lavaggio inerti è stata possibile grazie allo studio di una accurata strategia ambientale, eseguita direttamente da parte della proprietà, solo così la soluzione è stata possibile poiché si è eliminata qualsiasi forma di impatto ambientale. L investimento per la realizzazione 42 quarry & construction Febbraio 2008

3 cave & cantieri Dati tecnici relativi al tipo di inerte lavato, produzione inerti, depuratore acqua e filtro pressa fango Tipo di inerte: mistone alluvionale Dimensione max inerte lavato: mm Produzione max inerte lavato: 200 m 3 /h Ore lavorative dell impianto per giorno: h Portata acqua di processo: 420 m 3 /h Produzione fanghi addensati in media: 450 m 3 giorno Produzione fanghi filtro pressati in media: 150 m 3 giorno Depuratore statico a flusso verticale: mod Tecnoidea Impianti Filtro pressa a piastre concamerate: mod. 1300/75/30 Tecnoidea Impianti Layout impianto di depurazione acque e trattamento fanghi a ciclo chiuso to: lavaggio inerti, lavaggio ruote automezzi, produzione calcestruzzo, lavaggio autobetoniere. I Aspetto: spazio disponibile e sviluppo in verticale dell impianto di depurazione acqua Considerato il poco spazio a disposizione nell area dell insediamento produttivo, già occupato quasi totalmente dall impianto di selezione inerti e di produzione del calcestruzzo, l impianto completo di depurazione acqua e trattamento fango doveva essere inserito in uno spazio molto contenuto. Il tutto è stato possibile con l applicazione di un sistema che si sviluppa in verticale e che occupa uno spazio dell impianto di lavaggio inerti è stato importante ed economicamente molto impegnativo, ma necessario per un impresa specializzata che deve mantenersi all avanguardia nel rispondere prontamente alle richieste di mercato che impongono di possedere impianti di alta produttività e tecnologicamente avanzati, rispettando tutti i requisiti ambientali. Le difficoltà da superare per la scelta dell impianto di depurazione non erano certamente facili e riguardavano tre aspetti principali: I - il primo aspetto riguardava lo spazio disponibile, notevolmente limitato per l installazione di tutto l impianto di depurazione acqua e trattamento fango. II - il secondo aspetto di vitale importanza riguardava il bilanciamento dei carichi idraulici da fornire a tutte le utenze interessate alla produzione, tenendo in considerazione le elevate portate di acqua ed il relativo reintegro necessario. III - il terzo aspetto riguardava la razionale distribuzione dell acqua ai quattro punti strategici di utilizzo dell impian- Layout impianto selezione e lavaggio inerti con inserito l impianto di depurazione acqua a ciclo chiuso Febbraio 2008 quarry & construction 43

4 un area di soli 60 m 2 posta ad un altezza di 5 m rispetto alla quota zero del piazzale, ciò ha permesso di sfruttare la parte sottostante per realizzare: A: sotto il depuratore: la necessaria vasca di stoccaggio del fango addensato di 100 m 3 di volume; B: sotto i due serbatoi di stoccaggio: l opportuno locale tecnico per il posizionamento della centralina del flocculante, delle pompe di rilancio dell acqua depurata, dei quadri elettrici e di tutti i componenti dell impianto, il locale risulta essere così protetto e termoriscaldato garantendo un ottimo funzionamento anche nei periodi invernali. Sviluppo verticale uguale: economia di spazio risparmio sulle opere in calcestruzzo compattezza razionalità impiantistica. In soli 180 m 2 : 5000 m 3 /giorno di acqua depurata 450 m 3 /giorno di fango addensato 150 m 3 /giorno di fango filtropressato alla base di circa 11 m x 16 m con una superficie di circa 180 m 2. è straordinario constatare come in così poco spazio ogni giorno viene depurata e riciclata una quantità di acqua pari a 5000 m 3 da cui risulta una quantità di fango liquido addensato pari a 450 m 3 che viene trasformato in circa 150 m 3 di fango filtro pressato perfettamente pala- bile, privo di sgocciolamento e pronto per un possibile riutilizzo. Lo sviluppo in verticale dell impianto ha avuto anche il grosso pregio di ridurre i costi relativi alle opere murarie necessarie per il posizionamento del depuratore, dei due serbatoi di stoccaggio dell acqua depurata e per i servizi. Infatti, per gli stessi è stata occupata II Aspetto: bilanciamento carichi idraulici agli impianti Il bilancio idraulico delle portate è stato possibile solo grazie ad un accurato studio che ha visto in primo piano l impianto di depurazione acqua realizzato dalla società Tecnoidea Impianti di Monza (MI), leader nella realizzazione di nuove tecnologie mirate al recupero dell acqua di processo, dei risparmi idrici ed energetici ottimizzando così il ciclo produttivo dello stesso insediamento produttivo. Senza l impianto di depurazione acqua non si sarebbe neppure potuto pensare di creare l insediamento produttivo considerato l elevato consumo della stessa per l impianto di selezione e lavaggio inerti. In aggiunta, sono da considerare i consumi di acqua per la produzione di calcestruzzo, per il lavaggio delle autobetoniere e per l impianto di lavaggio ruote che avviene ogni qualvolta un automezzo deve uscire dal cantiere. Il recupero dell acqua è straordinario, ogni giorno su un utilizzo di circa 6500 m 3 ne vengono recuperati 6300 m 3, il restante 3% circa è da considerarsi persa nei cumuli di ghiaia e sabbia e nell umidità residua presente nei fanghi filtro presati. 44 quarry & construction Febbraio 2008

5 cave & cantieri Nel caso specifico è stato garantito il recupero: - dell acqua di ricircolo derivante dall impianto di lavaggio inerti: 5000 m 3 /gg - dell acqua sgocciolamento piazzali: 500 m 3 /gg; - dell acqua spremuta in uscita dal filtro pressa: 300 m 3 /gg; - dell acqua di ricircolo di ritorno dall impianto lavaggio ruote: 530 m 3 /gg; - dell acqua delle campionature lettura flocculazione e livello fango: 60 m 3 /gg; - dell acqua di lavaggio tele filtro pressa: 10 m 3 /gg; - dell acqua di lavaggio autobetoniere: 100 m 3 /gg. III Aspetto: distribuzione dei carichi idraulici alle varie utenze Il depuratore realizzato dalla Tecnoidea Impianti è di tipo statico a flusso verticale ed è affiancato da due serbatoi di stoccaggio piezometrici che hanno un importanza strategica nell accumulo Depuratore statico a flusso verticale installato presso Sabliere - Hein, Lussemburgo e nella distribuzione dei carichi idraulici alle varie utenze. La funzione del primo serbatoio è quella di ricevere l acqua chiarificata dal depuratore e di accumularla in quota (mantenendo la piezometrica). Due pompe poste sotto questo serbatoio adducono l acqua depurata rispettivamente all impianto lavaggio inerti e all impianto lavaggio ruote automezzi. La funzione del secondo serbatoio è di compensare e accumulare l acqua della falda che non sarebbe sufficiente a soddisfare tutte le utenze richieste dai vari impianti: reintegro depurazione, alimentazione calcestruzzo, lavaggio autobetoniere, reintegro lavaggio automezzi e alimentazione ai vari servizi. Il secondo serbatoio è quindi alimentato durante la notte da una pompa posta nel pozzo artesiano, in questo modo viene sempre garantita la quantità di acqua a tutti i servizi. L alimentazione delle varie utenze avviene per caduta libera poiché le stesse si Impianto lavaggio inerti con depurazione acque e trattamento fango Vitali spa, Caponago (MI) Febbraio 2008 quarry & construction 45

6 trovano ad una altezza inferiore rispetto al battente idraulico del serbatoio stesso; in pratica il serbatoio funziona come un acquedotto. Acqua depurata in uscita dal depuratore Fango addensato in uscita dal cono del depuratore Conclusione Concludendo con l inserimento dell impianto di depurazione acqua e trattamento fango installato presso l insediamento produttivo, non solo si è dimostrata la sostenibilità dal punto di vista ambientale, ma si sono superate tutte le difficoltà presentate, ottenendo i seguenti vantaggi: ingombro minimo e ulteriori spazi a disposizione per l azienda; minimo investimento di opere murarie rispetto ad altri sistemi che si sviluppano in orizzontale occupando spazi decisamente più grandi; notevole risparmio idrico, con un recupero fino al 97% dell acqua utilizzata; risparmio energetico dovuto al battente idraulico dell acqua depurata che viene mantenuta in quota grazie ai due serbatoi piezometrici di stoccaggio e distribuita ai vari centri di lavoro con la relativa portata e pressione richiesta; eliminazione dei bacini di decantazione e lagunaggio e relative manutenzioni di svuotamento e pulizia; fango filtro pressato perfettamente palabile, unica soluzione che permette di concretizzare l immediata possibilità di un suo riutilizzo; Acqua limpida in uscita dalla filtrazione dei fanghi e pronta per il ciclo semplice movimentazione del fango per mezzo di pale gommate; funzionamento completamente automatico con possibilità di controllo dati e gestione a distanza; qualità dell acqua depurata secondo le leggi in vigore e pronta al riutilizzo con tutti i requisiti di purezza e pressione richiesti; ottimizzazione del ciclo produttivo favorendo insieme al risparmio idrico ed energetico, la qualità ambientale. Fango filtro pressato perfettamente palabile e trasportabile 46 quarry & construction Febbraio 2008

SISTEMA DI TRATTAMENTO DEI FANGHI

SISTEMA DI TRATTAMENTO DEI FANGHI SISTEMA DI TRATTAMENTO DEI FANGHI BAIONI CRUSHING PLANTS SISTEMA DI TRATTAMENTO DEI FANGHI BAIONI CRUSHING PLANTS La protezione dell ambiente, la necessità di gestire al meglio i fanghi derivanti da scavi

Dettagli

Questa tipologia di impianto garantisce una potenzialità oraria media annua di rifiuto trattato di circa 10 ton/ora.

Questa tipologia di impianto garantisce una potenzialità oraria media annua di rifiuto trattato di circa 10 ton/ora. DECCA IMPIANTI Srl 25064 GUSSAGO (BS) - ITALIA Sede e magazzino: Via Martino Franchi, 3 tel. +39.030.320047-030.322041 Fax +39.030.2410833 WEB: www.decca.it - e-mail: info@decca.it Capitale Sociale 50.000

Dettagli

SISTEMA BREVETTATO NUOVA TECNOLOGIA PER LA PRODUZIONE DI CALCESTRUZZO DI QUALITA

SISTEMA BREVETTATO NUOVA TECNOLOGIA PER LA PRODUZIONE DI CALCESTRUZZO DI QUALITA SISTEMA BREVETTATO NUOVA TECNOLOGIA PER LA PRODUZIONE DI CALCESTRUZZO DI QUALITA COSA È IL SISTEMA CHTT? Il CHTT (Concrete High-Tech Turbomixer) è un SISTEMA per la produzione della Pasta di Cemento. La

Dettagli

Obiettivo eccellenza. Mem SpA

Obiettivo eccellenza. Mem SpA cave & cantieri Mem SpA Obiettivo eccellenza Carlo Cagozzi La società di Segrate, grande protagonista nel settore della frantumazione, è all opera in uno dei cantieri più importanti del nostro Paese, quello

Dettagli

Il car-fluff:ultimo anello del percorso di smaltimento degli autoveicoli a fine vita. Il caso della discarica controllata Faeco

Il car-fluff:ultimo anello del percorso di smaltimento degli autoveicoli a fine vita. Il caso della discarica controllata Faeco Montichiari, 14 Settembre 2007 Il car-fluff:ultimo anello del percorso di smaltimento degli autoveicoli a fine vita. Il caso della discarica controllata Faeco Ing., Amministratore Delegato Il Car-Fluff

Dettagli

Gli impianti idroelettrici di pompaggio: nuovi protagonisti sulla scena del mercato elettrico?

Gli impianti idroelettrici di pompaggio: nuovi protagonisti sulla scena del mercato elettrico? Trasporto e stoccaggio dell energia: come diventare smart Milano 11 luglio 2011 Gli impianti idroelettrici di pompaggio: nuovi protagonisti sulla scena del mercato elettrico? Clara Risso Direttore Fonti

Dettagli

Impianti di depurazione delle acque reflue dell industria agro-alimentare

Impianti di depurazione delle acque reflue dell industria agro-alimentare Impianti di depurazione delle acque reflue dell industria agro-alimentare La profonda conoscenza del ciclo produttivo del settore agro-alimentare, unita alla pluriennale esperienza acquisita, permettono

Dettagli

Riutilizzo dei Reflui dei Depuratori di Cecina e Rosignano, Riciclati a fini Industriali nello Stabilimento Solvay di Rosignano

Riutilizzo dei Reflui dei Depuratori di Cecina e Rosignano, Riciclati a fini Industriali nello Stabilimento Solvay di Rosignano PROGETTO ARETUSA Riutilizzo dei Reflui dei Depuratori di Cecina e Rosignano, Riciclati a fini Industriali nello Stabilimento Solvay di Rosignano GENERALITÀ 1.1 Finalità ed Ubicazione dell impianto Aretusa

Dettagli

Dal Prete Engineering S.r.l. N Registro Imprese : VR-1998-60155 - Cod. Fiscale 02891240232 Sede Legale: Via Napoleone 22-37015 S.

Dal Prete Engineering S.r.l. N Registro Imprese : VR-1998-60155 - Cod. Fiscale 02891240232 Sede Legale: Via Napoleone 22-37015 S. 1 Gentile Cliente, La ringraziamo, innanzi tutto, di aver scelto Dal Prete Engineering quale fornitore dell impianto acquistato. Il nostro impegno è quello di far sì che il rapporto di collaborazione iniziato

Dettagli

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NOTE TECNICHE RELATIVE ALL EROGAZIONE DEL SERVIZIO Tea acque srl assume ogni responsabilità per le attività e conduzione degli impianti oggetto del servizio. CONDUZIONE: intesa

Dettagli

Zan Hotel BENTIVOGLIO (BO) 7 marzo 2014. Pierluigi DELL ONTE Ufficio Tecnico Starplast

Zan Hotel BENTIVOGLIO (BO) 7 marzo 2014. Pierluigi DELL ONTE Ufficio Tecnico Starplast Zan Hotel BENTIVOGLIO (BO) 7 marzo 2014 Pierluigi DELL ONTE Ufficio Tecnico Starplast Premessa Premessa La risposta BIOBLU per il riutilizzo delle acque piovane BIOGRIGIO Per il trattamento e riutilizzo

Dettagli

INDICE. 1. Scheda Impianto... 3. 2. Caratteristiche Costruttive... 4. 3. Processo di depurazione... 5

INDICE. 1. Scheda Impianto... 3. 2. Caratteristiche Costruttive... 4. 3. Processo di depurazione... 5 INDICE 1. Scheda Impianto... 3 2. Caratteristiche Costruttive... 4 3. Processo di depurazione... 5 4. Scelta degli Additivi Chimici e Dosaggio... 5 5. Processo di Chiariflocculazione e Specifiche Vasca

Dettagli

CiAl Consorzio Imballaggi Alluminio. Recupero Alluminio da scorie di combustione da impianti di incenerimento dei rifiuti urbani

CiAl Consorzio Imballaggi Alluminio. Recupero Alluminio da scorie di combustione da impianti di incenerimento dei rifiuti urbani CiAl Consorzio Imballaggi Alluminio Recupero Alluminio da scorie di combustione da impianti di incenerimento dei rifiuti urbani RECUPERO ALLUMINIO DALLE SCORIE POST-COMBUSTIONE L impianto BSB per il trattamento

Dettagli

Città Metropolitana di Genova

Città Metropolitana di Genova Città Metropolitana di Genova PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ACQUA E RIFIUTI Protocollo Generale N. 0038120 / 2015 Atto N. 1766 OGGETTO: R.R. 10 luglio

Dettagli

PIANIFICAZIONE DI UN IMPIANTO DI DEPURAZIONE ACQUA E TRATTAMENTO FANGO

PIANIFICAZIONE DI UN IMPIANTO DI DEPURAZIONE ACQUA E TRATTAMENTO FANGO PIANIFICAZIONE DI UN IMPIANTO DI DEPURAZIONE ACQUA E TRATTAMENTO FANGO Prof. Franco Caron Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica Corso di Gestione dei Grandi Progetti d Ingegneria A.A. 2011/2012 Mancini

Dettagli

Missione. Partnership. Siamo a Cagliari, diretti a Carbonia, Sber.Na srl in Sardegna

Missione. Partnership. Siamo a Cagliari, diretti a Carbonia, Sber.Na srl in Sardegna cave cave & cantieri & cantieri Sber.Na srl in Sardegna Missione Partnership Visionare il sito, ascoltare il cliente, progettare insieme a lui l impianto, seguirlo passo dopo passo, condividendo le sfide

Dettagli

Indicazioni per la predisposizione del Piano di Gestione dei Rifiuti di Estrazione PGRE

Indicazioni per la predisposizione del Piano di Gestione dei Rifiuti di Estrazione PGRE Indicazioni per la predisposizione del Piano di Gestione dei Rifiuti di Estrazione PGRE Il Piano di Gestione dei Rifiuti di Estrazione (PGRE), che costituirà l All. n. 5 o successivi, al provvedimento

Dettagli

COMUNE di ROCCAVIONE

COMUNE di ROCCAVIONE REGIONE PIEMONTE COMUNE di ROCCAVIONE PROVINCIA di CUNEO AUA Autorizzazione Unica Ambientale ai sensi e per gli effetti del D.P.R. 13 marzo 2013 n.59 TITOLO: Procedimento di Verifica Impatto Ambientale

Dettagli

Istanza di autorizzazione alla ricerca e di concessione di acque ad uso industriale e ad uso igienico ed assimilati in località Castella

Istanza di autorizzazione alla ricerca e di concessione di acque ad uso industriale e ad uso igienico ed assimilati in località Castella Provincia di Brescia Comune di Brescia e di concessione di acque ad uso industriale e ad uso igienico ed assimilati in località Castella RELAZIONE TECNICA La Ditta: Gaburri S.p.A. Via Buffalora, 54 25129

Dettagli

- DIVISIONE CALCESTRUZZI -

- DIVISIONE CALCESTRUZZI - - DIVISIONE CALCESTRUZZI - - 04100 Borgo S. Michele (LT) - S.P. Capograssa, 1851 Tel.: +39 0773 255901 - Fax: +39 0773.258374 www.piccaspa.com --- E-mail: calcestruzzi@piccaspa.com INDICE 1) Calcestruzzo

Dettagli

TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE DA IMPIANTO DI PRODUZIONE COMBUSTIBILI DA MATERIALE DI RIFIUTO.

TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE DA IMPIANTO DI PRODUZIONE COMBUSTIBILI DA MATERIALE DI RIFIUTO. TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE DA IMPIANTO DI PRODUZIONE COMBUSTIBILI DA MATERIALE DI RIFIUTO. Viene qui presentato il progetto generale dell impianto di trattamento del refluo liquido proveniente dall

Dettagli

modello MINI COMPACT L

modello MINI COMPACT L Impianto di chiarificazione delle acque e disidratazione dei fanghi modello MINI COMPACT L capacità 600 litri al minuto 1 Dal Prete Engineering S.r.l. N Registro Imprese : VR-1998-60155 - Cod. Fiscale

Dettagli

SISTEMA MODULARE PER LA REALIZZAZIONE DI BACINI DI ACCUMULO E DI DRENAGGIO. drainpanel. soluzione innovativa per la gestione delle acque

SISTEMA MODULARE PER LA REALIZZAZIONE DI BACINI DI ACCUMULO E DI DRENAGGIO. drainpanel. soluzione innovativa per la gestione delle acque SISTEMA MODULARE PER LA REALIZZAZIONE DI BACINI DI ACCUMULO E DI DRENAGGIO drainpanel soluzione innovativa per la gestione delle acque ALTA CAPACITÀ DRENANTE RESISTENTE SOVRAPPONIBILE w w w. g e o p l

Dettagli

PRODOTTI Torino Pinerolo Carmagnola Racconigi Alba Bra SERVIZI Savigliano Saluzzo Fornitura del calcestruzzo Pompaggio del calcestruzzo

PRODOTTI Torino Pinerolo Carmagnola Racconigi Alba Bra SERVIZI Savigliano Saluzzo Fornitura del calcestruzzo Pompaggio del calcestruzzo w w w. s e l g h i s. i t PRODOTTI Calcestruzzi a dosaggio e a prestazione garantita resi direttamente in cantiere o in stabilimento in conformità alla vigente normativa. Calcestruzzo ad alta resistenza

Dettagli

Impianti di Soil Washing

Impianti di Soil Washing Impianti di Soil Washing Bonifica terreni e sedimenti co La tecnica del Soil Washing Come funziona il Soil Washing Il Soil Washing è un processo di lavaggio dei sedimenti e terreni contaminati, generalmente

Dettagli

Con Clean aria pulita da polveri: Mod. CAP 150.60

Con Clean aria pulita da polveri: Mod. CAP 150.60 Cannone abbattimento polveri e odori Silenziato e Autonomo. Con Clean aria pulita da polveri: Mod. CAP 150.60 Gruppo electtrogeno 30 kva - 24 kw: Silenziato. 400 V 50 HZ Cannone abbattimento polveri. Silenziato:.

Dettagli

Cava Casolo Piano Gestione Rifiuti

Cava Casolo Piano Gestione Rifiuti 1 PREMESSA... 2 2 METODO DI COLTIVAZIONE... 3 2.1 Scopertura del giacimento... 3 2.2 Estrazione e carico del calcare... 3 2.3 Trasporto all impianto... 3 2.4 Frantumazione... 3 2.5 Recupero ambientale...

Dettagli

AZIENDA MULTISERVIZI VALENZANA S.p.A. INTRODUZIONE AL CICLO IDRICO INTEGRATO. Comune di Valenza

AZIENDA MULTISERVIZI VALENZANA S.p.A. INTRODUZIONE AL CICLO IDRICO INTEGRATO. Comune di Valenza AZIENDA MULTISERVIZI VALENZANA S.p.A. INTRODUZIONE AL CICLO IDRICO INTEGRATO Comune di Valenza Il Ciclo Idrico Integrato Acque Superficiali Acque di Falda Depurazione Prelievo Collettamento Fognario Distribuzione

Dettagli

AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (ART. 5 DEL Decreto Legislativo n 59/2005)

AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (ART. 5 DEL Decreto Legislativo n 59/2005) AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (ART. 5 DEL Decreto Legislativo n 59/2005) SINTESI NON TECNICA OSSIDAZIONE ANODICA S.N.C. Sede Legale e Stabilimento: via Pordenone, 31 S.QUIRINO (PN) 1. INQUADRAMENTO

Dettagli

SE.T.IN.GEO S.a.s. di Ing. Bruno Cipullo & C. Servizi tecnici per ingegneria e geologia

SE.T.IN.GEO S.a.s. di Ing. Bruno Cipullo & C. Servizi tecnici per ingegneria e geologia SE.T.IN.GEO S.a.s. di Ing. Bruno Cipullo & C. Servizi tecnici per ingegneria e geologia PIANO DI GESTIONE DEI I RIFIUTI DI ESTRAZIONE Di seguito si riporta il Piano di gestione dei rifiuti di estrazione

Dettagli

RELAZIONE TECNICA Smaltimento reflui biologici e trattamento acque superficiali

RELAZIONE TECNICA Smaltimento reflui biologici e trattamento acque superficiali COMUNE DI BLUFI PROVINCIA DI PALERMO PIANO DI LOTTIZZAZIONE IN C.DA COMMENDA - TRE AREE ZONA T.O. DEL P.R.G. : D.2 ( area per insediamenti produttivi industriale-artigianale ) ITAL SYSTEM Spa - sede in

Dettagli

Estratto dalle Linee Guida ARPA LG28/DT Criteri di applicazione DGR 286/05 e 1860/06 ACQUE METEORICHE DI DILAVAMENTO

Estratto dalle Linee Guida ARPA LG28/DT Criteri di applicazione DGR 286/05 e 1860/06 ACQUE METEORICHE DI DILAVAMENTO Estratto dalle Linee Guida ARPA LG28/DT Criteri di applicazione DGR 286/05 e 1860/06 ACQUE METEORICHE DI DILAVAMENTO LINEE GUIDA 5.1 Definizioni Acque di prima pioggia Sono identificate nei primi 5 mm

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA. Regolamentazione ed omogeneizzazione dei costi per il conferimento dei rifiuti in discarica.

REGIONE LOMBARDIA. Regolamentazione ed omogeneizzazione dei costi per il conferimento dei rifiuti in discarica. REGIONE LOMBARDIA REGOLAMENTO REGIONALE 28 febbraio 2005, n.5 Regolamentazione ed omogeneizzazione dei costi per il conferimento dei rifiuti in discarica. (Pubblicato nel 1 suppl. ord. al Bollettino ufficiale

Dettagli

SISTEMI INNOVATIVI PER LA GESTIONE DELLE ACQUE METEORICHE

SISTEMI INNOVATIVI PER LA GESTIONE DELLE ACQUE METEORICHE SISTEMI INNOVATIVI PER LA GESTIONE DELLE ACQUE METEORICHE Geoplast www.geoplast.it Ciclo naturale dell acqua La gestione delle acque meteoriche è importante al fine di ripristinare il naturale ciclo dell

Dettagli

Città Metropolitana di Genova

Città Metropolitana di Genova Città Metropolitana di Genova PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ACQUA E RIFIUTI Protocollo Generale N. 0003551 / 2015 Atto N. 115 OGGETTO: Autorizzazione

Dettagli

INDUSTRIA CONTENITORI PER TRATTAMENTO E STOCCAGGIO LIQUIDI. allargare l orizzonte

INDUSTRIA CONTENITORI PER TRATTAMENTO E STOCCAGGIO LIQUIDI. allargare l orizzonte INDUSTRIA CONTENITORI PER TRATTAMENTO E STOCCAGGIO LIQUIDI allargare l orizzonte impianti di disoleatura per acque di prima pioggia da parcheggi 2 1 6 Le superfici sigillate dal sottosuolo con cemento

Dettagli

modello SUPER COMPACT

modello SUPER COMPACT Impianto di chiarificazione delle acque e disidratazione dei fanghi modello SUPER COMPACT capacità 150 litri al minuto Dal Prete Engineering S.r.l. N Registro Imprese : VR-1998-60155 - Cod. Fiscale/P.Iva

Dettagli

AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE Art. 5, D.Lgs 59/2005

AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE Art. 5, D.Lgs 59/2005 AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE Art. 5, D.Lgs 59/2005 SISTEMA INFORMATIVO AMBIENTALE ANNO 2014 1 Zincatura Nazionale srl Stabilimento di Vigonovo (VE) Via Toniolo 32 Febbraio 2015 1 Premessa La "Zincatura

Dettagli

MAITEK SRL. Innovazione tecnologica e semplicità di applicazione al servizio della qualità e della convenienza

MAITEK SRL. Innovazione tecnologica e semplicità di applicazione al servizio della qualità e della convenienza MAITEK SRL Innovazione tecnologica e semplicità di applicazione al servizio della qualità e della convenienza MAITEK s.r.l. nasce nel 1999 con l obiettivo di sviluppare tecnologie per il settore estrattivo

Dettagli

Scheda n 1. Tecnologie ambientali per le Apea SISTEMI MODULARI DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA. Aspetti ambientali interessati dalla tecnologia

Scheda n 1. Tecnologie ambientali per le Apea SISTEMI MODULARI DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA. Aspetti ambientali interessati dalla tecnologia LIFE+ PROJECT ACRONYM ETA-BETA LIFE09 ENV IT 000105 Scheda n 1 Tecnologie ambientali per le Apea SISTEMI MODULARI DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA Aspetti ambientali interessati dalla tecnologia emissioni

Dettagli

Interventi di adeguamento alle B.A.T. AREA ACCIAIERIA

Interventi di adeguamento alle B.A.T. AREA ACCIAIERIA Interventi di adeguamento alle B.A.T. AREA ACCIAIERIA Intervento Acciaieria Codice Descrizione ACC/1 ACC/2 AC.1 Adeguamento sistema di depolverazione secondaria ACC/2 X AC.2 Adozione sistema di filtrazione

Dettagli

Cannone abbattimento polveri e odori Silenziato e Autonomo

Cannone abbattimento polveri e odori Silenziato e Autonomo Cannone abbattimento polveri e odori Silenziato e Autonomo Mod. Clean CAP 100.50 Cannone abbattimento polveri. Serbatoi di accumulo acqua in PE con accessori. Quadro elettrico con comando a distanza. Gruppo

Dettagli

LE CENTRALI ELETTRICHE

LE CENTRALI ELETTRICHE Le centrali elettriche sono impianti industriali utilizzati per la produzione di corrente elettrica L 8 marzo 1833 è una data storica per la produzione di corrente elettrica in Italia, perché a Milano

Dettagli

CENTRIFUGHE: UN METODO EFFICACE PER IL RICIRCOLO DELLE ACQUE DI PROCESSO NELLA FINITURA SUPERFICIALE. Rösler Italiana srl. Maurizio Foppa Pedretti

CENTRIFUGHE: UN METODO EFFICACE PER IL RICIRCOLO DELLE ACQUE DI PROCESSO NELLA FINITURA SUPERFICIALE. Rösler Italiana srl. Maurizio Foppa Pedretti CENTRIFUGHE: UN METODO EFFICACE PER IL RICIRCOLO DELLE ACQUE DI PROCESSO NELLA FINITURA SUPERFICIALE Rösler Italiana srl Maurizio Foppa Pedretti Un po di storia : l uso delle centrifughe nella vibrofinitura

Dettagli

Independent Eco System (IES) è un modulo abitativo mobile energeticamente indipendente, utilizzabile in molteplici situazioni in cui è richiesta una

Independent Eco System (IES) è un modulo abitativo mobile energeticamente indipendente, utilizzabile in molteplici situazioni in cui è richiesta una Presenta Independent Eco System (IES) è un modulo abitativo mobile energeticamente indipendente, utilizzabile in molteplici situazioni in cui è richiesta una installazione off-grid, con completo distacco

Dettagli

Depurazione acque reflue. Depuratori e impianti in polietilene con marchio CE

Depurazione acque reflue. Depuratori e impianti in polietilene con marchio CE Depurazione acque reflue Depuratori e impianti in polietilene con marchio CE : la soluzione di ISEA per la depurazione dei reflui conforme alla norma europea EN 12566-3 Prodotti certificati a marchio

Dettagli

IMPIANTI AUTOLAVAGGI

IMPIANTI AUTOLAVAGGI GARANZIA 25 ANNI IMPIANTI AUTOLAVAGGI 2014 Impianto per autolavaggio 2 Rototec Impianti autolavaggi - 2014 Il crescente interesse verso la tutela e la salvaguardia dell ambiente si sta focalizzando sempre

Dettagli

Vengono di seguito descritte tutte le fasi fondamentali realizzate dal processo N-Free

Vengono di seguito descritte tutte le fasi fondamentali realizzate dal processo N-Free Premessa Il processo sopra menzionato, consente di trattare i reflui zootecnici sia provenienti direttamente dagli allevamenti, cioè senza che essi abbiano subito nessun trattamento biologico, oppure quelli

Dettagli

NEL CASO SUSSUSTA SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE COMPILARE LA DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA DA PAG. 4 A PAG. 7

NEL CASO SUSSUSTA SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE COMPILARE LA DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA DA PAG. 4 A PAG. 7 ALLEGATI TECNICI NECESSARI ALL ISTANZA AUA AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN FALDA (acque derivanti dal lavaggio e dalla lavorazione degli inerti naturali in falda) Lo scarico in falda potrà essere esercitato

Dettagli

Zero scorie, cento vantaggi

Zero scorie, cento vantaggi è un azienda situata nella zona industriale di Padova in grado di recuperare le scorie di acciaieria ed ottenere un inerte artificiale per l utilizzo negli aggregati in genere. L azienda nasce quindi dalla

Dettagli

IMPIANTO IDRICO-SANITARIO. Immagine tratta dal libro TECNOLOGIA del prof. Gianni Arduino

IMPIANTO IDRICO-SANITARIO. Immagine tratta dal libro TECNOLOGIA del prof. Gianni Arduino IMPIANTO IDRICO-SANITARIO Per la serie impianti indispensabili per le abitazioni, parliamo di impianto idrico-sanitario, ossia di quell impianto che rifornisce le abitazioni di acqua potabile. Purtroppo

Dettagli

ESPERIENZE DI RIUSO IN AMBITO URBANO ING. RICCARDO BRESCIANI IRIDRA S.r.l.

ESPERIENZE DI RIUSO IN AMBITO URBANO ING. RICCARDO BRESCIANI IRIDRA S.r.l. ESPERIENZE DI RIUSO IN AMBITO URBANO ING. RICCARDO BRESCIANI IRIDRA S.r.l. LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE ACQUE APPROCCIO CONVENZIONALE APPROCCIO SOSTENIBILE LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE ACQUE: ECOSAN

Dettagli

AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE Art. 5, D.Lgs 59/2005

AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE Art. 5, D.Lgs 59/2005 AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE Art. 5, D.Lgs 59/2005 SISTEMA INFORMATIVO AMBIENTALE ANNO 2012 1 Zincatura Nazionale srl Stabilimento di Vigonovo (VE) Via Toniolo 32 Aprile 2013 1 Premessa La "Zincatura

Dettagli

Impianto di trattamento acque reflue Sistema MBR Reattore a fanghi attivi con sistema di BIOREATTORE A MEMBRANA

Impianto di trattamento acque reflue Sistema MBR Reattore a fanghi attivi con sistema di BIOREATTORE A MEMBRANA Impianto di trattamento acque reflue Sistema MBR Reattore a fanghi attivi con sistema di BIOREATTORE A MEMBRANA L'impianto descritto è composto da un reattore biologico a fanghi attivi accoppiato con sistema

Dettagli

Acquedotti: Le fonti di approvvigionamento e le relative opere

Acquedotti: Le fonti di approvvigionamento e le relative opere Corso di Laurea in Ingegneria per l Ambiente ed il Territorio Corso di Costruzioni Idrauliche A.A. 2004-05 www.dica.unict.it/users/costruzioni Acquedotti: Le fonti di approvvigionamento e le relative opere

Dettagli

Messa in sicurezza Quadrante Est: avvio delle attività del progetto percolato

Messa in sicurezza Quadrante Est: avvio delle attività del progetto percolato Messa in sicurezza Quadrante Est: avvio delle attività del progetto percolato Dopo circa un mese di prove, dalla fine di gennaio è in esercizio l impianto di prelievo del percolato presente nei corpi delle

Dettagli

Underdrain: brevetto Leopold. Per la depurazione di acque reflue e per la potabilizzazione

Underdrain: brevetto Leopold. Per la depurazione di acque reflue e per la potabilizzazione Underdrain: brevetto Leopold 160 Per la depurazione di acque reflue e per la potabilizzazione Per rimuovere i solidi in sospensione che non si sono depositati nel decantatore dopo la flocculazione o per

Dettagli

PRODUZIONE 3.1 3.2 3.3 INDICE. Produzione PRODUZIONE IMPIANTI PER LA PRODUZIONE E IL DOSAGGIO FUNZIONAMENTO DELLE CENTRALI DI BETONAGGIO

PRODUZIONE 3.1 3.2 3.3 INDICE. Produzione PRODUZIONE IMPIANTI PER LA PRODUZIONE E IL DOSAGGIO FUNZIONAMENTO DELLE CENTRALI DI BETONAGGIO INDICE 3 3.1 IMPIANTI PER LA E IL DOSAGGIO 3.2 FUNZIONAMENTO DELLE CENTRALI DI BETONAGGIO 3.3 MINI BETONIERE DA CANTIERE 3 Volendo produrre un calcestruzzo durevole, con buone caratteristiche di resistenza,

Dettagli

Convegno Acqua potabile Evoluzione normativa e tecniche di trattamento

Convegno Acqua potabile Evoluzione normativa e tecniche di trattamento Convegno Acqua potabile Evoluzione normativa e tecniche di trattamento NUOVA GENERAZIONE DI FLOCCULANTI AD ALTA BASICITA PER LA CHIARIFICAZIONE DELLE ACQUE Sala Convegni Fiera di Tirana, 15 Ottobre 2009

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ Rischi igienico-sanitari nelle piscine e in strutture simili: nuove prospettive e criticità

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ Rischi igienico-sanitari nelle piscine e in strutture simili: nuove prospettive e criticità ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ Rischi igienico-sanitari nelle piscine e in strutture simili: nuove prospettive e criticità Roma, 8-9 Ottobre 2015 FORO ITALICO GLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELL ACQUA IN PISCINA

Dettagli

La gestione dei limi di decantazione del lavaggio degli inerti di cava

La gestione dei limi di decantazione del lavaggio degli inerti di cava La gestione dei limi di decantazione del lavaggio degli inerti di cava Ordine dei Geologi della Toscana Commissione Terre e rocce da scavo Firenze 09/12/2008 ORIGINE impianti di lavaggio degli inerti di

Dettagli

YOUR SPECIALIST IN BIOGAS TECHNOLOGY

YOUR SPECIALIST IN BIOGAS TECHNOLOGY YOUR SPECIALIST IN BIOGAS TECHNOLOGY Esperienza, Fiducia, Continuità CONVECO è una società di riferimento e leader nel mercato per quanto riguarda le installazioni di impianti biogas in Italia Progettiamo,

Dettagli

depurazioni trattamento delle acque di scarico civili e industriali

depurazioni trattamento delle acque di scarico civili e industriali Committente: Spett.le Azienda Vinicola VINI TONON S.R.L. Via Carpesica 1 Loc. Carpesica 31029 Vittorio Veneto (TV) IMPIANTO DI DEPURAZIONE PER IL TRATTAMENTO DI ACQUE REFLUE PROVENIENTI DA CANTINA DI VINIFICAZIONE

Dettagli

1. PREMESSE. 1.53.11.1_Piano_gestione_fase_avviamento_E.doc 1

1. PREMESSE. 1.53.11.1_Piano_gestione_fase_avviamento_E.doc 1 1. PREMESSE Il presente documento costituisce il piano con le modalità operative da seguire per la gestione della fase di avvio e collaudo delle nuove opere di progetto per evitare disservizi nel funzionamento

Dettagli

RESIDUI DELLA PULIZIA STRADALE: IL PROCESSO DI RECUPERO

RESIDUI DELLA PULIZIA STRADALE: IL PROCESSO DI RECUPERO Convegno MatER 15-16 maggio 2013 - Piacenza TECNOLOGIE E TENDENZE PER IL RECUPERO DEI RIFIUTI RESIDUI DELLA PULIZIA STRADALE: IL PROCESSO DI RECUPERO Pergetti Mauro 15-16 maggio 2013 1 Premessa 1/2 Il

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE (rev. 20140217) 1. Prima dell installazione deve essere verificata l idoneità tecnica del suolo dal punto di vista strutturale, eventuali

Dettagli

Il trattamento e il recupero dei rifiuti da spazzamento strade

Il trattamento e il recupero dei rifiuti da spazzamento strade CONTATTI Il trattamento e il recupero dei rifiuti da spazzamento strade Ezio Esposito Ecocentro Tecnologie Ambientali S.p.A. Via Maestri del Lavoro, 6-24020 Gorle (BG) 035/510898 035/511492- info@gruppoesposito.it

Dettagli

esperienze in Sicilia

esperienze in Sicilia Programma di Cooperazione Transfrontaliera INTERREG IIIA Italia-Malta Gestione sostenibile delle risorse idriche in ambienti insulari aridi e semiaridi e uso delle acque reflue urbane depurate I trattamenti

Dettagli

RISCHI IGIENICO SANITARI NELLE PISCINE : NUOVE PROSPETTIVE E CRITICITA

RISCHI IGIENICO SANITARI NELLE PISCINE : NUOVE PROSPETTIVE E CRITICITA RISCHI IGIENICO SANITARI NELLE PISCINE : NUOVE PROSPETTIVE E CRITICITA 9-10 OTTOBRE 2014 FORO ITALICO ROMA I.S.S. Gli impianti di trattamento dell acqua Colaiacomo geom. Maurizio Federazione Italiana Nuoto

Dettagli

Cannone abbattimento polveri e odori Silenziato e Autonomo.

Cannone abbattimento polveri e odori Silenziato e Autonomo. Cannone abbattimento polveri e odori Silenziato e Autonomo. Con Clean aria pulita da polveri: Gruppo electtrogeno 250 kva - 200 kw: Silenziato. 400 V 50 HZ Quadro elettrico con comando a distanza: Avviamento

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Elaborato Tipo / S tipo Sistema / Edificio / Argomento. Deposito D2 e Nuova Cabina Elettrica (NCE) Descrizione opere per bando

RELAZIONE TECNICA. Elaborato Tipo / S tipo Sistema / Edificio / Argomento. Deposito D2 e Nuova Cabina Elettrica (NCE) Descrizione opere per bando RELAZIONE TECNICA Elaborato Tipo / S tipo Sistema / Edificio / Argomento RT RFR Centrale / Impianto Rev. Titolo elaborato Sito di Saluggia (NCE) Descrizione opere per bando Descrizione delle revisioni

Dettagli

FILTRI PERCOLATORI PER PICCOLE UTENZE

FILTRI PERCOLATORI PER PICCOLE UTENZE FILTRI PERCOLATORI PER PICCOLE UTENZE Questa sezione descrive una serie di impianti prefabbricati progettati e realizzati per il trattamento delle acque reflue domestiche e assimilate provenienti da piccole

Dettagli

Stato di attuazione interventi di riqualificazione

Stato di attuazione interventi di riqualificazione Impianto di Scarpino Stato di attuazione interventi di riqualificazione Genova, 28 aprile 2015 I punti fondamentali Stabilità della discarica Scarpino 1 e Scarpino 2 Bilancio idrico dell area di Scarpino

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVINCIA DI GENOVA PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE PROVINCIA DI GENOVA PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ACQUA E RIFIUTI Prot. Generale N. 0094026 / 2014 Atto N. 4046 OGGETTO: Autorizzazione Unica Ambientale

Dettagli

Gestione delle acque meteoriche

Gestione delle acque meteoriche Gestione delle acque meteoriche 1 1 IL PROBLEMA Le acque meteoriche ricadenti sulle coperture dei fabbricati, su strade, piazzali e parcheggi sono raccolte in apposite canalizzazioni e sono avviate alla

Dettagli

EMERGENZA. in verticale ESCAVATORI A RISUCCHIO SIAMO ANDATI A DESIO, IN BRIANZA, PER VEDERE ALL OPERA

EMERGENZA. in verticale ESCAVATORI A RISUCCHIO SIAMO ANDATI A DESIO, IN BRIANZA, PER VEDERE ALL OPERA EMERGENZA in verticale SIAMO ANDATI A DESIO, IN BRIANZA, PER VEDERE ALL OPERA UN ESCAVATORE A RISUCCHIO DELLA GEROTTO FEDERICO. UN PRONTO INTERVENTO CHE HA CONSENTITO DI ASPIRARE 500 METRI CUBI DI MATERIALE

Dettagli

COMUNE DI OSPITALETTO Provincia di Brescia. UNITA OPERATIVA ACQUE UFFICIO PROGETTAZIONI PETROLTECNICA S.p.A. IMPIANTO DI TRATTAMENTO

COMUNE DI OSPITALETTO Provincia di Brescia. UNITA OPERATIVA ACQUE UFFICIO PROGETTAZIONI PETROLTECNICA S.p.A. IMPIANTO DI TRATTAMENTO - 1 - COMUNE DI OSPITALETTO Provincia di Brescia UNITA OPERATIVA ACQUE UFFICIO PROGETTAZIONI PETROLTECNICA S.p.A. Progetto: IMPIANTO DI TRATTAMENTO ACQUE REFLUE AUTOLAVAGGIO Oggetto: RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Contenuto e obiettivi

Contenuto e obiettivi Aiuto all applicazione EN-4 Impianti di ventilazione Contenuto e obiettivi Il presente aiuto all applicazione tratta delle esigenze da rispettare per la progettazione, la messa in opera e la sostituzione

Dettagli

La Govoni adotta, a seconda delle esigenze del cliente, una serie sistemi di filtrazione che consentono di ottenere una serie di vantaggi:

La Govoni adotta, a seconda delle esigenze del cliente, una serie sistemi di filtrazione che consentono di ottenere una serie di vantaggi: La Govoni adotta, a seconda delle esigenze del cliente, una serie sistemi di filtrazione che consentono di ottenere una serie di vantaggi: - maggiore durata del lubrorefrigerante - riduzione dei costi

Dettagli

DEPURATORE CHIMICO-FISICO AUTOMATICO

DEPURATORE CHIMICO-FISICO AUTOMATICO Azienda Certificata Azienda Certificata ISO 14001:2000 ISO 9001:2000 EA 18, 28b, 35 EA 18, 28b, 35 DEPURATORE CHIMICO-FISICO AUTOMATICO La funzione dell impianto chimico- fisico è quella di purificare

Dettagli

IMPIANTI LAVARUOTE CUYPERS NV D A E K E U M

IMPIANTI LAVARUOTE CUYPERS NV D A E K E U M CUYPERS NV D A E K E U M IMPIANTI LAVARUOTE Hellebeemden 5 3500 Hasselt, België T. + 32 (0)11 27 93 93 F. + 32 (0)11 27 40 44 info@cuypersnv.eu www.cuypersnv.eu PERCHE LAVARE LE RUOTE DEGLI AUTOMEZZI?

Dettagli

FORNITURE - Elenco delle categorie di specializzazione

FORNITURE - Elenco delle categorie di specializzazione ALLEGATO N. 2 FORNITURE - Elenco delle categorie di specializzazione 1) Fornitura di attrezzature e macchine varie Attrezzature per laboratorio F.01.01; Attrezzature per lavori idraulici F.01.02; Attrezzature

Dettagli

C.A.D.F. S.p.A. Servizio Idrico Integrato: Acquedotto Depurazione Fognatura

C.A.D.F. S.p.A. Servizio Idrico Integrato: Acquedotto Depurazione Fognatura C.A.D.F. S.p.A. C.A.D.F. S.p.A., società a capitale pubblico gestisce il Servizio Idrico Integrato: Acquedotto Depurazione Fognatura Codigoro Via Alfieri.3 Tel: 0533725111 Fax: 0533713617 Internet: www.cadf.it

Dettagli

www.jabsco.com Nuova autoclave autoaspirante a basso consumo energetico, può servire in contemporanea 2 rubinetti massimo.

www.jabsco.com Nuova autoclave autoaspirante a basso consumo energetico, può servire in contemporanea 2 rubinetti massimo. Autoclave Autoclave Mod. RFL 122202A Nuova autoclave autoaspirante a basso consumo energetico, può servire in contemporanea 2 rubinetti massimo. Protezione termica interna per i sovracarichi. Gira a secco

Dettagli

ALLEGATO C1 Classificazione degli impianti idroelettrici in base alla potenza

ALLEGATO C1 Classificazione degli impianti idroelettrici in base alla potenza ALLEGATO C1 Classificazione degli impianti idroelettrici in base alla potenza Classificazione Portata d acqua Salto lordo Potenza netta Piccola taglia < 10 m 3 /s < 50 m < 5 kw (pico centrali) < 100 kw

Dettagli

PERFORAZIONE A PERCUSSIONE

PERFORAZIONE A PERCUSSIONE PERFORAZIONE A PERCUSSIONE Attrezzature e funzionamento L impianto è costituito da: un sistema di sollevamento (coppia di argani con frizione, funi di acciaio e torre); una a sonda cilindrica cava munita

Dettagli

NASTRO DI CERNITA. Permette un accurata selezione del prodotto prima della pigiatura. E adatto ad ospitare comodamente fino ad 8 operatori.

NASTRO DI CERNITA. Permette un accurata selezione del prodotto prima della pigiatura. E adatto ad ospitare comodamente fino ad 8 operatori. NASTRO DI CERNITA Permette un accurata selezione del prodotto prima della pigiatura. E adatto ad ospitare comodamente fino ad 8 operatori. Dispone di: - Tramoggia di carico studiata per un comodo svuotamento

Dettagli

Il vostro partner nella movimentazione e nel trattamento dei rifiuti.

Il vostro partner nella movimentazione e nel trattamento dei rifiuti. Ambiente Il vostro partner nella movimentazione e nel trattamento dei rifiuti. PER DARVI UNA MANO A In passato i rifiuti non costituivano una priorità, poi col tempo si è preso coscienza della necessità

Dettagli

INDICAZIONI PROGETTUALI INERENTI LE ISTANZE DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE METEORICHE PROVENIENTI DA PUNTI VENDITA E DISTRIBUZIONE CARBURANTI

INDICAZIONI PROGETTUALI INERENTI LE ISTANZE DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE METEORICHE PROVENIENTI DA PUNTI VENDITA E DISTRIBUZIONE CARBURANTI INDICAZIONI PROGETTUALI INERENTI LE ISTANZE DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE METEORICHE PROVENIENTI DA PUNTI VENDITA E DISTRIBUZIONE CARBURANTI Le indicazioni sotto riportate sono da riferirsi a

Dettagli

DIFENDERE AMBIENTE E IMPRESE

DIFENDERE AMBIENTE E IMPRESE Poste Italiane Spa - Sped. in a.p. - D.L. 353/2003 conv. in L. 46/2004, art.1, c.1 - CB-NO/Torino Anno 7 n. 26 DEA edizioni s.a.s. Strada del Portone, 127-10095 Grugliasco (TO) marzo 2014 anno vii numero

Dettagli

BWT SOLAR PUMPE. Gruppo di caricamento e lavaggio per impianti solari, geotermici e di riscaldamento tradizionali MANUTENZIONE ORDINARIA

BWT SOLAR PUMPE. Gruppo di caricamento e lavaggio per impianti solari, geotermici e di riscaldamento tradizionali MANUTENZIONE ORDINARIA BWT SOLAR PUMPE Gruppo di caricamento e lavaggio per impianti solari, geotermici e di riscaldamento tradizionali NOTE GENERALI DATI TECNICI INSTALLAZIONE AVVIAMENTO MANUTENZIONE ORDINARIA INTERVENTI STRAORDINARI

Dettagli

Servizio Idrico Integrato del Biellese e Vercellese S.p.A. IL CICLO INTEGRATO DELL ACQUA

Servizio Idrico Integrato del Biellese e Vercellese S.p.A. IL CICLO INTEGRATO DELL ACQUA Servizio Idrico Integrato del Biellese e Vercellese S.p.A. IL CICLO INTEGRATO DELL ACQUA IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Il servizio idrico integrato è costituito dall'insieme dei servizi pubblici di captazione,

Dettagli

Depuratore Biologico Villanuova Sul Clisi (Bs) Depuratore Biologico Casto (Bs) Depuratore Biologico Serle (Bs)

Depuratore Biologico Villanuova Sul Clisi (Bs) Depuratore Biologico Casto (Bs) Depuratore Biologico Serle (Bs) Depuratore Biologico Villanuova Sul Clisi (Bs) Depuratore Biologico Casto (Bs) Depuratore Biologico Serle (Bs) SEPARATORE OLI E GRASSI IN CAV SEPARATORE EMULSIONI OLEOSE MONOBLOCCO 87 a b c E K vasca di

Dettagli

PER UNA NUOVA CULTURA DELL ACQUA

PER UNA NUOVA CULTURA DELL ACQUA PROGETTO EDUCATIONAL CICLO IDRICO INTEGRATO PER UNA NUOVA CULTURA DELL ACQUA Anno scolastico 2013/ 2014 CICLO DELL ACQUA DISTRIBUZIONE E USO SOSTENIBILE DEPURAZIONE NON C È VITA SENZA ACQUA. L ACQUA È

Dettagli

L IDRODINAMICA AL SERVIZIO DELLA CITTA PER LA SALVAGUARDIA DELL AMBIENTE

L IDRODINAMICA AL SERVIZIO DELLA CITTA PER LA SALVAGUARDIA DELL AMBIENTE L IDRODINAMICA AL SERVIZIO DELLA CITTA PER LA SALVAGUARDIA DELL AMBIENTE L AMBIENTE ALLA BASE DELL OPERATIVITA Anni di sviluppo e prove dirette sul campo ci hanno portato a realizzare e successivamente

Dettagli

Città Metropolitana di Genova

Città Metropolitana di Genova Città Metropolitana di Genova PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ENERGIA, ARIA E RUMORE Protocollo Generale N. 0049962 / 2015 Atto N. 2310 OGGETTO: Domanda

Dettagli