Retail abbigliamento: Strategie di localizzazione territoriale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Retail abbigliamento: Strategie di localizzazione territoriale"

Transcript

1 Consulting Retail abbigliamento: Strategie di localizzazione territoriale Volume I Zara Giugno 2013

2 Estratto da Il Retail dell abbigliamento in Lombardia Focus on: Zara I recenti fenomeni socio economici e l attuale fase congiunturale ripropongono oggi una sfida spesso sottovalutata in fase di creazione della propria rete commerciale. La localizzazione dei punti vendita secondo una logica strategica deve essere basata sullo studio di tre variabili: a. La struttura della rete di vendita dei propri competitor; b. Le posizioni geografiche degli altri negozi della propria rete; c. Il bacino di utenza di ogni singolo punto vendita. Dove è meglio collocare un nuovo negozio in modo tale da incrementare le performance di tutta la rete? Il report prende in esame la rete di vendita di 25 marchi di distribuzione tessile dotati di reti di vendita più o meno diffuse sul territorio lombardo e ne analizza il posizionamento geografico rispetto agli altri brand in esame, rispetto a se stessa e rispetto al bacino di utenza. Il Focus vuole fornire una rappresentazione di come Zara, attraverso la sua rete di vendita in Lombardia, si pone rispetto ai suoi competitor, al proprio bacino di utenza e gli eventuali fenomeni di cannibalizzazione generati dalla vicinanza geografica tra i suoi negozi. Competitor La prima indagine vuole fornire una rappresentazione grafica dei 5 marchi di abbigliamento con cui la rete di vendita del brand Zara si sovrappone in percentuali maggiori e i 5 con cui condivide minori sovrapposizioni di clientela. Le percentuali più alte sono sintomo di strategie localizzative molto simili, al contrario percentuali di sovrapposizione molto basse si osservano con quelle reti di vendita la cui strategia localizzativa segue logiche molto distanti. Quale sarà la scelta localizzativa migliore? Vicino a quale negozio è più strategico insediare un nuovo punto vendita? Solo grazie ad una puntuale analisi dei dati del territorio è possibile verificarne le implicazioni in termini di risultati di vendita. 86% 86% 84% STRATEGIE TERRITORIALI: ZARA VS ALTRI PLAYER Strategie simili a ZARA 80% 77% Strategie diverse da ZARA 39% 38% 36% 29% 15% LIU JO PINKO EMPORIO ARMANI LIBERO VERGELIO SISLEY MOTIVI BENETTON PIAZZA ITALIA SORELLE RAMONDA Isocrone: linee teoriche che delimitano i confini di aree equidistanti in termini di tempo [0-5 minuti] da un determinato punto. 2

3 Rete vendita La seconda indagine vuole fornire evidenze in merito a come i diversi player del settore distribuiscano la propria rete di vendita sul territorio lombardo. Lo scopo della seguente analisi è quello di consegnare spunti di riflessione riguardo gli eventuali effetti di cannibalizzazione. Nel grafico sottostante sono mostrate in termini percentuali 12 delle 15 situazioni di sovrapposizione tra i 22 punti vendita della rete Zara. Dalle analisi svolte traspaiono strategie localizzative differenti: Zara si caratterizza per una rete distribuita tra centri storici e grandi centri commerciali periferici; per questa ragione le percentuali di cannibalizzazione variano molto tra location e location. Una coppia chiarificante di punti vendita è quella bresciana: la forte vicinanza tra i due centri commerciali ospitanti genera livelli di cannibalizzazione del 100% nell isocrona 0-5 minuti. I punti vendita situati nella città di Milano, prevalentemente nel centro storico della città, pur presentando alti livelli di sovrapposizione con il resto della rete, non toccano quote superiori all 80% di cannibalizzazione nell isocrona 0-5 minuti. Al contrario, nell area geografica compresa tra il confine nord di Milano e la provincia di Monza e della Brianza, la rete di vendita presenta livelli di sovrapposizione medio bassi, inferiori al 25%, legati alla presenza di punti vendita sufficientemente distanti l uno dall altro. La cannibalizzazione non è di per sé negativa: qual è dunque la scelta più efficace in termini di creazione e/o ristrutturazione di una rete di vendita? Qual è la location più adatta all insediamento di un nuovo punto vendita? Non vogliamo esprimere un giudizio in merito alle scelte localizzative del brand Zara sul territorio lombardo, ma ne abbiamo analizzato la rete per mostrare come differenti scelte in sede di realizzazione della rete commerciale possano generare differenti livelli di cannibalizzazione tra i punti vendita. Quando l apertura di un nuovo store rischia di compromettere le performance complessive della rete esistente? Dgm Consulting tramite sistemi e metodologie collaudate di analisi dei dati del territorio, è in grado di rispondere alle domande poste in precedenza attraverso l utilizzo di modelli ad hoc fondamentali in ottica di studio e sviluppo della rete commerciale. CANNIBALIZZAZIONE POTENZIALE DEI PDV ZARA C.C. Carosello, Carugate C.C. Milanofiori, Assago C.C. Vulcano, Sesto San Giovanni Via Italia, 12/C, Monza Via M. Ulpio Traiano, 79, Milano Piazza Duca D'Aosta, Milano Corso Buenos Aires, 54, Milano Corso Vittorio Emanuele, 11, Milano C.C. Fiordaliso, Rozzano Via Torino, 2, Milano Corso Zanardelli Giuseppe, 11, Brescia C.C. Freccia Rossa, Brescia 0% 20% 40% 60% 80% 100% 3

4 Bacino di utenza La terza indagine vuole mostrare il bacino di utenza di alcuni punti vendita della rete di Zara. Nella tabella sottostante sono elencati alcuni dei dati utilizzati per la produzione di questo Report. Per ogni punto vendita sono state effettuate analisi ad hoc basate su dati reali della popolazione femminile residente dai 15 ai 59 anni aggiornati al censimento Analisi identiche sono state svolte prendendo in considerazione dati aggiornati al censimento 2011 e sono a disposizione gratuitamente di chi ne farà richiesta. Dalle analisi svolte emergono profonde differenze tra la popolazione residente all interno delle isocrone dei punti vendita Zara connesse alle differenze abitative tra le varie città lombarde. Qual è la location dal bacino di utenza più adatto a contribuire all incremento delle performance commerciali dell intera rete? A tale domanda non si può rispondere considerando solamente la variabile popolazione residente: DGM Consulting è in grado di prevedere il fatturato di ogni singolo store attraverso modelli che includano variabili georeferenziate quali ad esempio: persone in transito; fasce d età; centri di aggregazione Nel prossimo numero Focus On: MAX&Co Popolazione femminile totale per Isocrona Indirizzi PdV Popolazione Femminile iso. [0-5] Popolazione Femminile iso. [5-10] Popolazione Femminile iso. [10-15] Via Xx Settembre, 58, BERGAMO Via Portico, 71, ORIO AL SERIO Via Berlinguer, 48, CORNATE D'ADDA Via Italia, 31, BRESCIA Corso Zanardelli Giuseppe, 11, BRESCIA Via Vittorio Veneto, 9, VARESE Corso Cavour, 2, CREMONA Via Torino, 2, MILANO Corso Vittorio Emanuele, 11, MILANO Piazza Duca D'Aosta, MILANO Corso Buenos Aires, 54, MILANO Via M. Ulpio Traiano, 79, MILANO Viale Milanofiori, ASSAGO Via Eugenio Curiel, 25, ROZZANO Via Italia, 555, SESTO SAN GIOVANNI Strada Provinciale 208 Km 2, CARUGATE Via Italia, 12/C, MONZA Via Mazza, 50, MONTEBELLO DELLA BATTAGLIA Via Vittorio Veneto, 9, VARESE La costruzione delle isocrone è stata realizzata attraverso l utilizzo del software Pitney Bowes MapInfo Professional utilizzando grafi stradali driving con velocità di spostamento basate su dati TomTom.

5 Il Report I recenti fenomeni socio economici e l attuale fase congiunturale rendono necessaria oggi più di ieri una conoscenza dettagliata del proprio contesto retail di riferimento, dei propri competitor, dei propri clienti e dell area geografica in cui questi operano, transitano e risiedono al fine di garantire profitto e competitività all impresa. Quale potenziale di mercato ha un punto vendita? Quanto di questo è già presidiato dai competitor? Se aprissi un nuovo store cannibalizzerei le vendite di quelli esistenti? Quali punti vendita mantenere e quali chiudere? Qual è la previsione di fatturato del nuovo punto vendita? DGM Consulting con questa ricerca si pone come obiettivo quello di rispondere a queste domande applicando tecniche di Geomarketing all analisi dell assetto delle reti di vendita di 25 marchi di abbigliamento presenti sul territorio lombardo. Il report vuole proporre un metodo di analisi dell assetto territoriale della rete di vendita di ogni singolo brand con lo scopo di evidenziare quelle caratteristiche rilevabili solamente tramite lo studio di dati georeferenziati. Per ogni punto vendita si è studiata l area geografica di attrazione con lo scopo di produrre risultati in merito al potenziale di mercato condiviso tra coppie di punti vendita della stessa rete e delle reti dei competitor. Le tabelle e i grafici riportati nel presente documento sono il frutto di rielaborazioni di DGM Consulting sulla base di dati della popolazione residente all anno 2001 provenienti da fonti differenti quali istituzioni, società di analisi e bilanci pubblicati. Per ragioni di spazio sono state presentate solo alcune delle evidenze emerse dallo studio del campione di aziende e del mercato dell abbigliamento retail. Sono a disposizione gratuitamente dei soggetti che facciano esplicita richiesta a DGM Consulting tutti i dati e risultati del report aggiornati all anno Lo studio effettuato all interno della presente documentazione può essere replicato e approfondito nei confronti di ulteriori società operanti nel business esaminato. Va inoltre aggiunto che le tecniche di analisi territoriale possono essere adottate anche in riferimento a società che hanno una rete vendita di strutturata in modo differente (agenti, commerciali, ecc ). Si ringrazia PitneyBowes per il software e il supporto ricevuto nella creazione di questi Report. 5

6 CHI SIAMO: DGM Consulting nasce nel 2003 per volontà dei due soci fondatori, Andrea Dossi e Gianluca Consulting Meloni, con l'obiettivo di costruire un luogo in cui convogliare e sviluppare il bagaglio di conoscenze professionali, di ricerca e didattiche maturate nel corso degli anni nell'area del Planning, Control & Performance Evaluation. Nel tempo DGM è cresciuta ampliando progressivamente le competenze chiave attraverso una continua e sistematica attività di ricerca. Grazie a questo impegno, DGM ha avviato e concluso un numero crescente di progetti che ne testimoniano la sua evoluzione anche in termini di servizi offerti e di settori presidiati. Oggi DGM, pur volendo rimanere una realtà capace di garantire un servizio customizzato e rispettoso delle esigenze dei propri clienti, si propone come community professionale nel campo della Consulenza Direzionale a tutto tondo. RESPONSABILE AREA Mercati Roberto Nicolò Viganò Tel: DGM Consulting Via Ripamonti, Milano Tel Pagina 1 Copyright DGM Consulting. Tutti i diritti riservati. E' proibita la riproduzione, anche parziale, in ogni forma o mezzo, senza l esplicita concessione scritta da parte degli autori.

NON PIÙ ALLA CIECA VOLUME I TASSATIVO CONOSCERE IL POTENZIALE DI TERRITORIO PRIMA DI INVESTIRE SETTORE RISTORAZIONE: NORD-OVEST ITALIA. www.dgmco.

NON PIÙ ALLA CIECA VOLUME I TASSATIVO CONOSCERE IL POTENZIALE DI TERRITORIO PRIMA DI INVESTIRE SETTORE RISTORAZIONE: NORD-OVEST ITALIA. www.dgmco. Consulting NON PIÙ ALLA CIECA TASSATIVO CONOSCERE IL POTENZIALE DI TERRITORIO PRIMA DI INVESTIRE VOLUME I SETTORE RISTORAZIONE: NORD-OVEST ITALIA 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013

Dettagli

RIDISEGNARE I PROCESSI AZIENDALI. IL CASO COBO RAPPRESENTARE I PROCESSI AZIENDALI. IL CASO GHELFI ONDULATI. Pagina 1

RIDISEGNARE I PROCESSI AZIENDALI. IL CASO COBO RAPPRESENTARE I PROCESSI AZIENDALI. IL CASO GHELFI ONDULATI. Pagina 1 RAPPRESENTARE I PROCESSI AZIENDALI. IL CASO GHELFI ONDULATI Pagina 1 ORGANIZZARE LE ATTIVITÀ PER PROCESSI PER COMPRENDERE E RIORDINARE LE MODALITÀ DI LAVORO SPESSO LA FLESSIBILITÀ È CONSIDERATA UN PUNTO

Dettagli

DGM CONSULTING UNA COMMUNITY PROFESSIONALE NEL CAMPO DELLA CONSULENZA DIREZIONALE MILANO, ANNO 2014. www.dgmco.it

DGM CONSULTING UNA COMMUNITY PROFESSIONALE NEL CAMPO DELLA CONSULENZA DIREZIONALE MILANO, ANNO 2014. www.dgmco.it DGM CONSULTING UNA COMMUNITY PROFESSIONALE NEL CAMPO DELLA CONSULENZA DIREZIONALE MILANO, ANNO 2014 www.dgmco.it CHI SIAMO DGM CONSULTING NASCE NEL 2003 PER VOLONTÀ DEI DUE SOCI FONDATORI, ANDREA DOSSI

Dettagli

RIDISEGNARE I PROCESSI AZIENDALI. IL CASO COBO. Consulting RIDISEGNARE I PROCESSI AZIENDALI. IL CASO COBO. Pagina 1

RIDISEGNARE I PROCESSI AZIENDALI. IL CASO COBO. Consulting RIDISEGNARE I PROCESSI AZIENDALI. IL CASO COBO. Pagina 1 Consulting RIDISEGNARE I PROCESSI AZIENDALI. IL CASO COBO Pagina 1 PROGETTARE SOLUZIONI CONDIVISE: RIDISEGNARE I PROCESSI SECONDO UNA LOGICA «PARTECIPATIVA» LA DECISIONE DI RIDISEGNARE I PROCESSI AZIENDALI

Dettagli

Web Communication Strategies

Web Communication Strategies Web Communication Strategies The internet is becoming the town square for the global village of tomorrow. Bill Gates 1 ottobre 2013 Camera di Commercio di Torino Barbara Monacelli barbara.monacelli@polito.it

Dettagli

Mediolanum Corporate University Palazzo Archimede. via Ludovico il Moro, 4/a 20080 Basiglio (MI) - Milano 3

Mediolanum Corporate University Palazzo Archimede. via Ludovico il Moro, 4/a 20080 Basiglio (MI) - Milano 3 Mediolanum Corporate University Palazzo Archimede via Ludovico il Moro, 4/a 20080 Basiglio (MI) - Milano 3 Tel. +39 02 9049.6050 Fax. +39 02 9049.6100 http://www.mediolanumcorporateuniversity.it info@mediolanumcorporateuniversity.it

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

CREARE, INVESTIRE E MANTENERE valore immobiliare sostenibile nel tempo. Monza Via XX Settembre. UFFICIO 145 mq

CREARE, INVESTIRE E MANTENERE valore immobiliare sostenibile nel tempo. Monza Via XX Settembre. UFFICIO 145 mq CREARE, INVESTIRE E MANTENERE valore immobiliare sostenibile nel tempo Monza Via XX Settembre UFFICIO 145 mq Il Territorio La città di Monza sorge nell alta pianura lombarda al margine meridionale della

Dettagli

Evoluzione Rete Diretta Presentazione dell'iniziativa. Milano, 24 Luglio 2014

Evoluzione Rete Diretta Presentazione dell'iniziativa. Milano, 24 Luglio 2014 Evoluzione Rete Diretta Presentazione dell'iniziativa Milano, 24 Luglio 2014 Gli obiettivi del piano per la Rete diretta ISPF Produzione 12 13 [*] Nuova produzione [**] M M CAGR '14-'17 +14% 484 Prestiti

Dettagli

GeoDomino. Il sistema di geomarketing

GeoDomino. Il sistema di geomarketing GeoDomino Il sistema di geomarketing GeoDomino Cos è GeoDomino è uno strumento di analisi territoriale di supporto alle decisioni che permette di adeguare le strategie di sviluppo e la gestione operativa

Dettagli

delle aziende in Italia:

delle aziende in Italia: Livello di rischiosità delle aziende in Italia: Lombardia Dati aggiornati a Dicembre 2012 Marketing CRIBIS D&B Agenda Distribuzione delle aziende nella regione Analisi del livello di rischiosità Confronto

Dettagli

01/06/2014-1 - AEROPORTO DI MILANO-BERGAMO

01/06/2014-1 - AEROPORTO DI MILANO-BERGAMO 01/06/2014-1 - AEROPORTO DI MILANO-BERGAMO LA PORTA D ACCESSO DELLA ZONA EST DELLA REGIONE LOMBARDIA Uno dei principali fattori di successo dell Aeroporto di Milano Bergamo è dato dalla posizione geografica,

Dettagli

BRAND UP! Il brand, il suo valore, il suo impatto sulle performance d impresa

BRAND UP! Il brand, il suo valore, il suo impatto sulle performance d impresa Il brand, il suo valore, il suo impatto sulle performance d impresa In evidenza I La ricerca condotta dimostra come investimenti in brand possano condizionare fortemente le performance attuali e future

Dettagli

MARKETfinder. Geomarketing web-based per tutta l'azienda!

MARKETfinder. Geomarketing web-based per tutta l'azienda! MARKETfinder Geomarketing web-based per tutta l'azienda! MARKETfinder è uno strumento di geomarketing che consente all'azienda di mettere in relazione il proprio business con il territorio, confrontando

Dettagli

MAPINFO PER IL SETTORE RETAIL

MAPINFO PER IL SETTORE RETAIL MAPINFO PER IL SETTORE RETAIL Utilizzare la Location Intelligence come vantaggio competitivo L O C AT I O N L O C AT I O N L O C AT I O N! MapInfo fornisce soluzioni per l analisi spaziale e la visualizzazione

Dettagli

DEPOSITI E PRESTITI BANCARI PROVINCIA DI BRESCIA

DEPOSITI E PRESTITI BANCARI PROVINCIA DI BRESCIA DEPOSITI E PRESTITI BANCARI PROVINCIA DI BRESCIA Dal 31/12/2007 al 30/6/20 QUADERNI DI APPROFONDIMENTO N. 8/20 Ottobre 20 Fonte dati Banca d'italia Elaborazioni Ufficio Studi ed Informazione Statistica

Dettagli

Istruzione alla procedura per il recupero dati dai negozi

Istruzione alla procedura per il recupero dati dai negozi Istruzione alla procedura per il recupero dati dai negozi INDICE 1. Creazione della statistica delle trasmissioni mancanti 3 Procedura 3 Stores2 - Selezione utente - AMM Amministratore 3 Stores2 - Gestione

Dettagli

REGOLAMENTO TP 59/14 DEL CONCORSO A PREMI INDETTO DA VODAFONE OMNITEL B.V. (il PROMOTORE ) CON SEDE GESTIONALE A MILANO VIA LORENTEGGIO 240

REGOLAMENTO TP 59/14 DEL CONCORSO A PREMI INDETTO DA VODAFONE OMNITEL B.V. (il PROMOTORE ) CON SEDE GESTIONALE A MILANO VIA LORENTEGGIO 240 REGOLAMENTO TP 59/14 DEL CONCORSO A PRE INDETTO DA VODAFONE OMNITEL B.V. (il PROMOTORE ) CON SEDE GESTIONALE A LANO VIA LORENTEGGIO 240 DENONAZIONE: AREA: QUEST ESTATE CON YOULANO PUOI VINCERE FANTASTICI

Dettagli

L uso dei dati territoriali per la valutazione del mercato e la definizione dei target

L uso dei dati territoriali per la valutazione del mercato e la definizione dei target Banca Popolare di Vicenza L uso dei dati territoriali per la valutazione del mercato e la definizione dei target Filippo Catturi, Alfredo Pastega Roma, 14 dicembre 2005 Agenda Premessa La valutazione del

Dettagli

Alla C.A. Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bergamo Email: oappc.bergamo@archiworldpec.

Alla C.A. Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bergamo Email: oappc.bergamo@archiworldpec. Giunta Regionale DIREZIONE GENERALE AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE QUALITÀ DELL'ARIA, EMISSIONI INDUSTRIALI E RUMORE Piazza Città di Lombardia n.1 20124 Milano www.regione.lombardia.it ambiente@pec.regione.lombardia.it

Dettagli

Consulting APRIRE UN PUNTO VENDITA PREVEDENDO IL FATTURATO: IL CASO PRÉNATAL. Pagina 1

Consulting APRIRE UN PUNTO VENDITA PREVEDENDO IL FATTURATO: IL CASO PRÉNATAL. Pagina 1 Consulting APRIRE UN PUNTO VENDITA PREVEDENDO IL FATTURATO: IL CASO PRÉNATAL Pagina 1 Prevedere, meglio che curare Misurare i risultati in ottica preventiva di Gianluca Meloni e Roberto Viganò 1 F enomeni,

Dettagli

L abc del geomarketing: la geografia

L abc del geomarketing: la geografia L abc del geomarketing: la geografia 2013 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata applicata al business Geomarketing, questo sconosciuto. La parola chiave è territorio : il geomarketing

Dettagli

versione3.0 Brochure_Giugno 2015

versione3.0 Brochure_Giugno 2015 versione3.0 Brochure_Giugno 2015 Intro studio dell interazione tra Domanda ed Offerta attraverso l analisi della sovrapposizione dei bacini. Se l analisi è riferita solamente agli esercizi di una stessa

Dettagli

OUTSOURCING HR? Ecco come si sceglie. Human Energy

OUTSOURCING HR? Ecco come si sceglie. Human Energy OUTSOURCING HR? Ecco come si sceglie. RELAZIONI CHE AUMENTANO IL VALORE L outsourcing è in rapida e costante crescita, anche per quanto riguarda l amministrazione e la gestione del personale. Nuove soluzioni

Dettagli

Capitolo 5. Strutture formative. 5.1 Istituti Numero di unità scolastiche per tipologia di istituti medi superiori

Capitolo 5. Strutture formative. 5.1 Istituti Numero di unità scolastiche per tipologia di istituti medi superiori Capitolo 5 Strutture formative Variabili e indicatori utilizzati: Numero di unità scolastiche degli istituti medi superiori Numero di istituti per 10.000 giovani in età scolare Numero di iscritti agli

Dettagli

E. Alberto Bertolotti Amministratore Delegato ACF SpA

E. Alberto Bertolotti Amministratore Delegato ACF SpA E. Alberto Bertolotti Amministratore Delegato ACF SpA IL METODO ANALISI DI ALCUNE DELLE PRINCIPALI MISURE AGEVOLATIVE LOMBARDE PER LE PMI INDUSTRIALI MISURE AGEVOLATIVE ANALIZZATE METODOLOGIA ANALISI ECONOMICO

Dettagli

PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014. Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014

PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014. Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014 PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014 Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014 Osservatorio PMI 2014 -VI Edizione 1 Obiettivi Individuare le

Dettagli

Company Profile. www.valuelab.it

Company Profile. www.valuelab.it Company Profile www.valuelab.it 1 Profilo VALUE LAB è una innovativa società di consulenza di management e IT solutions specializzata in Marketing, Vendite e Retail. Aiutiamo le Aziende di produzione,

Dettagli

DEFINIZIONE DEL POTENZIALE DI MERCATO DI UN PUNTO VENDITA DELLA GRANDE DISTRIBUZIONE: UN CASO CONCRETO

DEFINIZIONE DEL POTENZIALE DI MERCATO DI UN PUNTO VENDITA DELLA GRANDE DISTRIBUZIONE: UN CASO CONCRETO Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it DEFINIZIONE

Dettagli

Francesco Calì. Value Purchasing. Strumenti e Tecniche per ridurre il Costo Totale d Acquisto. MANAGEMENT FrancoAngeli

Francesco Calì. Value Purchasing. Strumenti e Tecniche per ridurre il Costo Totale d Acquisto. MANAGEMENT FrancoAngeli Francesco Calì Value Purchasing Strumenti e Tecniche per ridurre il Costo Totale d Acquisto MANAGEMENT FrancoAngeli MANAGEMENT Visioni, esperienze, metodologie per potenziare competenze e capacità: proprie

Dettagli

REPORT 2010 IL FRANCHISING IN ITALIA

REPORT 2010 IL FRANCHISING IN ITALIA REPORT 2010 IL FRANCHISING IN ITALIA Roma 29 settembre 2010 a cura di Danila Negrini - Ufficio Economico Confesercenti Nazionale dati indagine e mappe: BRD consultino-g&o 1. Premessa Vengono di seguito

Dettagli

Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione. In testa.

Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione. In testa. Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione. In testa. Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione Operiamo a sostegno delle piccole e medie imprese, degli enti pubblici e delle associazioni nella

Dettagli

Telefono fisso e cellulare: comportamenti emergenti

Telefono fisso e cellulare: comportamenti emergenti 4 agosto 2003 Telefono e cellulare: comportamenti emergenti La crescente diffusione del telefono cellulare nella vita quotidiana della popolazione ha determinato cambiamenti profondi sia nel numero sia

Dettagli

IMMOBILIARE RUBINO INDICE CARTELLA STAMPA 2008. 1 La storia: da 25 anni un punto di riferimento nel settore immobiliare pugliese

IMMOBILIARE RUBINO INDICE CARTELLA STAMPA 2008. 1 La storia: da 25 anni un punto di riferimento nel settore immobiliare pugliese IMMOBILIARE RUBINO INDICE CARTELLA STAMPA 2008 1 La storia: da 25 anni un punto di riferimento nel settore immobiliare pugliese 2 La mission: professionalità, consulenza e affidabilità immobiliare 3 I

Dettagli

Business Intelligence @ Work Applicazioni Geografiche e su Palmare per il CRM e la Sales Force Automation

Business Intelligence @ Work Applicazioni Geografiche e su Palmare per il CRM e la Sales Force Automation Business Intelligence @ Work Applicazioni Geografiche e su Palmare per il CRM e la Sales Force Automation Nuovi approcci e nuovi strumenti Marco Di Dio Roccazzella Director marco.didio@valuelab.it www.valuelab.it

Dettagli

Comunità solidali. Equità e giustizia sociale. Aalborg Commitment 9. Capitolo 9

Comunità solidali. Equità e giustizia sociale. Aalborg Commitment 9. Capitolo 9 Capitolo 9 Aalborg Commitment 9 Ci impegniamo a costruire comunità solidali e aperte a tutti. Lavoreremo quindi per: adottare le misure necessarie per alleviare la povertà assicurare un equo accesso ai

Dettagli

Big Data e Customer Engagement

Big Data e Customer Engagement 2013 Big Data e Customer Engagement Una Ricerca di: Novembre 2013 SOMMARIO PRINCIPALI RISULTATI DELLO STUDIO 2 INTRODUZIONE 5 COSA SONO I BIG DATA 5 PERCHÉ I BIG DATA SONO DIVENTATI IMPORTANTI 6 ADOZIONE

Dettagli

Questionario di customer satisfaction per le Aziende IPPC

Questionario di customer satisfaction per le Aziende IPPC Questionario di customer satisfaction per le Aziende IPPC Settore Attività industriali, Controlli e Coordinamento Laboratori Viale Restelli, 3/1-20124 Milano Tel. 02-69666385 Fax. 0269666254 e-mail: d.cristofaro@arpalombardia.it

Dettagli

VALUE LAB CONSULENZA DI DIREZIONE AZIENDALE

VALUE LAB CONSULENZA DI DIREZIONE AZIENDALE VALUE LAB CONSULENZA DI DIREZIONE AZIENDALE LOYALTY PROGRAM Le fasi di definizione di un programma fedeltà Di Marco Di Dio Roccazzella Partner di Value Lab marcodidio@valuelab.it 2 Numerose aziende si

Dettagli

ABSTRACT. Gli obbiettivi di questo elaborato sono:

ABSTRACT. Gli obbiettivi di questo elaborato sono: ABSTRACT Dal titolo del presente elaborato, già si può intuire che l argomento di cui si andrà a trattare è l analisi degli aspetti che ruotano intorno alla maternità multiculturale. Viene presa in considerazione

Dettagli

L offerta per il mondo Automotive. gennaio 2008

L offerta per il mondo Automotive. gennaio 2008 L offerta per il mondo Automotive gennaio 2008 Chi siamo :: Una knowledge company, specializzata in strategie, marketing e organizzazione, che in partnership con i suoi clienti e fornitori, realizza progetti

Dettagli

1. PREMESSA. Politecnico Innovazione 1

1. PREMESSA. Politecnico Innovazione 1 E-BUSINESS IN CIFRE 1. PREMESSA Valutare il grado di penetrazione dell e-business nelle Pmi significa analizzare qual è il ruolo che le tecnologie sono chiamate a svolgere all interno delle aziende: nelle

Dettagli

TNT post. Luca Palermo marzo 2006

TNT post. Luca Palermo marzo 2006 TNT post Il nome che mancava nella posta senza nome Luca Palermo marzo 2006 1 2 AGENDA q TNT Post q q Europe Italia q Business Unaddressed q q q q q Cos è Come lo vedono i consumatori Strumenti al servizio

Dettagli

Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara

Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara Competitività, sistema produttivo e infrastrutture. Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara Gabriele Ghetti, Presidente Piacenza, 27 ottobre 2005 Profilo Soci SIPRO è una Società per Azioni, con

Dettagli

Rapporto sullo stato dell Ambiente 2010-2011

Rapporto sullo stato dell Ambiente 2010-2011 Rapporto sullo stato dell Ambiente 2010-2011 Il contesto socio-economico Alberto Brugnoli Direttore Generale Éupolis Lombardia Rapporto sullo Stato dell Ambiente 2010-2011 Venerdì 11 Maggio 2012, Palazzo

Dettagli

Metodi e Modelli per l Analisi Strategica per l A.A. 2013-2014

Metodi e Modelli per l Analisi Strategica per l A.A. 2013-2014 Metodi e Modelli per l Analisi Strategica per l A.A. 2013-2014 Caso 1: Progetto strategico: basic intelligence, visione e posizionamenti Caso 2: Progetto strategico: criticità, macro trend e obiettivi

Dettagli

Piano Regionale dei Trasporti del Veneto 17 ALLEGATI

Piano Regionale dei Trasporti del Veneto 17 ALLEGATI Piano Regionale dei Trasporti del Veneto Allegati 17 ALLEGATI Qui di seguito sono riportate alcune significative elaborazioni effettuate sull'universo dei dati ISTAT 1991 relativi alla mobilità sistematica

Dettagli

Carpi e i distretti italiani del tessile-abbigliamento: da dove parte il rilancio?

Carpi e i distretti italiani del tessile-abbigliamento: da dove parte il rilancio? La metamorfosi del «modello emiliano»: c è ancora un futuro per i distretti industriali? Una prospettiva economica Carpi e i distretti italiani del tessile-abbigliamento: da dove parte il rilancio? Cristina

Dettagli

Luxury Market Vision. Le opportunità esistenti per le aziende italiane del lusso nei mercati emergenti. www.pwc.com/it. Giugno 2013.

Luxury Market Vision. Le opportunità esistenti per le aziende italiane del lusso nei mercati emergenti. www.pwc.com/it. Giugno 2013. www.pwc.com.it Giugno 2013 Luxury Market Vision Le opportunità esistenti per le aziende italiane del lusso nei mercati emergenti Giugno 2013 www.pwc.com/it I mercati emergenti guidano lo sviluppo del mercato

Dettagli

UNA PROFESSIONE ALLE CORDE? Gli assistenti sociali di fronte alla crisi del welfare

UNA PROFESSIONE ALLE CORDE? Gli assistenti sociali di fronte alla crisi del welfare seminario UNA PROFESSIONE ALLE CORDE? Gli assistenti sociali di fronte alla crisi del welfare 21 novembre 2012 - Teatro PIME, Via Mosè Bianchi 94, Milano 1 Consiglio dell Ordine degli Assistenti Sociali

Dettagli

Market tomorrow. I mutamenti del proprio mercato di riferimento

Market tomorrow. I mutamenti del proprio mercato di riferimento Market tomorrow I mutamenti del proprio mercato di riferimento Obiettivi 2 Fotografare il proprio posizionamento al giorno d oggi significa prima di tutto comprendere e ridefinire i contorni del proprio

Dettagli

Introduzione al Web Marketing e Social Networking

Introduzione al Web Marketing e Social Networking Introduzione al Web Marketing e Social Networking Relatore: Andrea Baioni www.andreabaioni.it abaioni@andreabaioni.it DEFINIZIONI E DIFFERENZE Marketing tradizionale un sistema integrato di attività, organizzato

Dettagli

Cessione del quinto. La profittabilità di lungo periodo come driver per lo sviluppo industriale. Convegno ABI - Assofin Credito alle Famiglie 2008

Cessione del quinto. La profittabilità di lungo periodo come driver per lo sviluppo industriale. Convegno ABI - Assofin Credito alle Famiglie 2008 Cessione del quinto La profittabilità di lungo periodo come driver per lo sviluppo industriale Convegno ABI - Assofin Credito alle Famiglie 2008 Il mercato e l industria in Italia e in Europa Roma, 9 giugno

Dettagli

PROGETTO PALLAVOLO. Noi lo facciamo per passione, voi potete aiutarci con il vostro contributo.

PROGETTO PALLAVOLO. Noi lo facciamo per passione, voi potete aiutarci con il vostro contributo. PROGETTO PALLAVOLO Noi lo facciamo per passione, voi potete aiutarci con il vostro contributo. Chi siamo? TEAM VOLLEY è un progetto per la Pallavolo formato da due Associazioni Sportive Dilettantistiche

Dettagli

Referente per l'istruttoria della pratica: VALENTINA PASSONI Tel. 02/6765.2575

Referente per l'istruttoria della pratica: VALENTINA PASSONI Tel. 02/6765.2575 Regione Lombardia - Giunta DIREZIONE GENERALE AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE Piazza Città di Lombardia n.1 20124 Milano www.regione.lombardia.it ambiente@pec.regione.lombardia.it Tel 02 6765.1

Dettagli

Oltre al Price Optimization, la digitalizzazione del processo di formulazione prezzi

Oltre al Price Optimization, la digitalizzazione del processo di formulazione prezzi Oltre al Price Optimization, la digitalizzazione del processo di formulazione prezzi Indice Chi è SAIT Il processo di pricing da analogico verso il digitale Progetto Price Optimization in SAIT: Obiettivi

Dettagli

REGOLAMENTO PER OPERAZIONE A PREMIO EX ARTT.10 E 11 D.P.R. 430/2001 OPERAZIONE RIO E SKY PRIMAFILA

REGOLAMENTO PER OPERAZIONE A PREMIO EX ARTT.10 E 11 D.P.R. 430/2001 OPERAZIONE RIO E SKY PRIMAFILA REGOLAMENTO PER OPERAZIONE A PREMIO EX ARTT.10 E 11 D.P.R. 430/2001 OPERAZIONE RIO E SKY PRIMAFILA 1. Soggetto promotore Soggetto promotore è 20th Century Fox H.E. Italia Srl con sede legale in P.zza Fontana

Dettagli

GRUPPO ORPEA. Orpea S.A. Orpea Italia S.p.A.

GRUPPO ORPEA. Orpea S.A. Orpea Italia S.p.A. GRUPPO ORPEA Presentazione Gennaio 2014 Orpea S.A. Orpea Italia S.p.A. Presentazione Gruppo Orpea gennaio 2014 1 1. Orpea S.A. ORPEA S.A. ( Orpea ) Società di Diritto Francese, è una dei principali attori

Dettagli

Indice. Prefazione Gli autori Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XVII XXIII XXV XXVI

Indice. Prefazione Gli autori Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XVII XXIII XXV XXVI I Prefazione Gli autori Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XVII XXIII XXV XXVI Parte I Scenari e strategie di entrata sui mercati internazionali 1 Capitolo 1 Globalizzazione, apertura dei mercati

Dettagli

IL GREEN LAND SOCIAL HOUSING : per L IDENTITA TERRITORIALE e SOCIOECONOMICA

IL GREEN LAND SOCIAL HOUSING : per L IDENTITA TERRITORIALE e SOCIOECONOMICA IL GREEN LAND SOCIAL HOUSING : il SISTEMA AGROALIMENTARE come RISORSA per L IDENTITA TERRITORIALE e SOCIOECONOMICA VERSO Gennaio 2014 A cura di: Fondazione Cogeme Onlus Federazione Provinciale Coldiretti

Dettagli

Competitività del Cloud computing in Lombardia

Competitività del Cloud computing in Lombardia Competitività del Cloud computing in Lombardia Ferdinando Pennarola, Francesco Sacco EntER Università L. Bocconi L U G L I O 2 0 1 2 Executive Summary Nell ambito dell Osservatorio Assolombarda Bocconi,

Dettagli

INTERIOR RETAIL SHOWROOM DESIGN. Via Morimondo 2/2 20143 Milano Italia Tel +39 (02) 89126140 Fax +39 (02) 89127093 www.milanolayout.

INTERIOR RETAIL SHOWROOM DESIGN. Via Morimondo 2/2 20143 Milano Italia Tel +39 (02) 89126140 Fax +39 (02) 89127093 www.milanolayout. INTERIOR RETAIL SHOWROOM DESIGN STUART WEITZMAN SHOWROOM MILANO Cliente Stuart Weitzman Progettazione nuovo showroom Fase In cantiere progettuale Opening Marzo 2012 Luogo Superficie 500 mq Palazzo Serbelloni

Dettagli

Investire nei social. con ritorno

Investire nei social. con ritorno con ritorno Per le aziende che operano nel turismo la vera opportunità è creare un esperienza sociale che consenta agli web users di sentirsi parte di una community. Così aumentano brand awareness e fatturato.

Dettagli

Il percorso di digitalizzazione nel Retail risultati questionario. Bologna

Il percorso di digitalizzazione nel Retail risultati questionario. Bologna Il percorso di digitalizzazione nel Retail risultati questionario Bologna 2 3 4 GOVERNANCE 5 45% 4 35% 3 25% 23% 46% 27% 23% 36% 1. Come viene gestito di norma il budget destinato ai progetti di innovazione

Dettagli

Corso di Marketing Industriale

Corso di Marketing Industriale U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I B E R G A M O Facoltà di Ingegneria Corso di Marketing Industriale Prof Ferruccio Piazzoni ferruccio.piazzoni@unibg.it Il Geomarketing I Mktg-L13 Il Geomarketing,

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE SUI CASI INCIDENTI DI DIABETE MELLITO TIPO I INFANTILE-GIOVANILE

RAPPORTO ANNUALE SUI CASI INCIDENTI DI DIABETE MELLITO TIPO I INFANTILE-GIOVANILE RAPPORTO ANNUALE SUI CASI INCIDENTI DI DIABETE MELLITO TIPO I INFANTILE-GIOVANILE Dati Ridi (0-29 anni) Anno 2013 Servizio Epidemiologia Clinica e Valutativa Trento giugno 2014 A cura di Silvano Piffer

Dettagli

La stima del parco circolante di Bus e Pullman a livello locale

La stima del parco circolante di Bus e Pullman a livello locale XIII Expert panel emissioni da trasporto su strada Roma, 4 ottobre 2007 La stima del parco circolante di Bus e Pullman a livello locale Stefano Caserini - ARPA Lombardia Lucia Pennisi, Alessandro Vasserot

Dettagli

Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso

Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso Poli coinvolti Polo industriale di Villorba Polo industriale di Conegliano Veneto - Vittorio Veneto collocati entrambi a nord del Comune

Dettagli

NOME AZIENDA. UBI Banca Popolare Commercio e Industria COMPANY PROFILE CONTATTI

NOME AZIENDA. UBI Banca Popolare Commercio e Industria COMPANY PROFILE CONTATTI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA NOME AZIENDA PROFILO AZIENDA PORTE APERTE ALLE IMPRESE 2011 UBI Banca Popolare Commercio e Industria COMPANY PROFILE UBI Banca Popolare Commercio e Industria fa parte del

Dettagli

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto Marco Cantamessa Emilio Paolucci Politecnico di Torino e Istituto Superiore Mario Boella Torino,

Dettagli

Business Intelligence @ Work Applicazioni Geografiche e su Palmare per il CRM e la Sales Force Automation

Business Intelligence @ Work Applicazioni Geografiche e su Palmare per il CRM e la Sales Force Automation Business Intelligence @ Work Applicazioni Geografiche e su Palmare per il CRM e la Sales Force Automation Nuovi approcci e nuovi strumenti Marco Di Dio Roccazzella Partner marco.didio@valuelab.it www.valuelab.it

Dettagli

IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 2011-2020: EFFETTI SUL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO. Modena, 4 aprile 2011

IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 2011-2020: EFFETTI SUL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO. Modena, 4 aprile 2011 IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 2011-2020: EFFETTI SUL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO Modena, 4 aprile 2011 1 PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA Strumento per la Competitività del Paese In un paese

Dettagli

Soluzioni edili Pag. 1. Una storia lunga un secolo Pag. 2. L attività di engineering Pag. 3. I settori di attività Pag. 4. Scheda di sintesi Pag.

Soluzioni edili Pag. 1. Una storia lunga un secolo Pag. 2. L attività di engineering Pag. 3. I settori di attività Pag. 4. Scheda di sintesi Pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Soluzioni edili Pag. 1 Una storia lunga un secolo Pag. 2 L attività di engineering Pag. 3 I settori di attività Pag. 4 Scheda di sintesi Pag. 6 Mantova, luglio 2006

Dettagli

Crescita Locale per la Competizione Globale (L.236/93)

Crescita Locale per la Competizione Globale (L.236/93) Crescita Locale per la Competizione Globale (L.236/93) Presentazione e del progetto Legnano, 02/12/2010 Euroimpresa Legnano Agenzia di sviluppo Promuovere l innovazione e lo sviluppo dell Alto Milanese,

Dettagli

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO di Massimo Lazzari e Davide Mondaini (*) L evoluzione rapida e irreversibile dei contesti di riferimento in cui le aziende si

Dettagli

FORMAZIONE A SUPPORTO PIANO D IMPRESA 2014/2017 GRUPPO INTESA SANPAOLO S.P.A.

FORMAZIONE A SUPPORTO PIANO D IMPRESA 2014/2017 GRUPPO INTESA SANPAOLO S.P.A. FBA Fondo Banche Assicurazioni Avviso 1/2014 Piani aziendali, settoriali e territoriali FORMAZIONE A SUPPORTO PIANO D IMPRESA 2014/2017 GRUPPO INTESA SANPAOLO S.P.A. 1 MOTIVAZIONI AZIENDALI In un momento

Dettagli

Audiweb pubblica i dati di audience del mese di dicembre 2011 e i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia

Audiweb pubblica i dati di audience del mese di dicembre 2011 e i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia Milano, 31 gennaio 2012 Audiweb pubblica i dati di audience del mese di dicembre 2011 e i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia Cresce del 6,9% rispetto al 2010 la diffusione

Dettagli

Ottimizza le prestazioni del tuo Call Center Call center e marketing intelligence: quali le relazioni?

Ottimizza le prestazioni del tuo Call Center Call center e marketing intelligence: quali le relazioni? Ottimizza le prestazioni del tuo Call Center Call center e marketing intelligence: quali le relazioni? Milano, 4 Giugno 2002 Obiettivi dell incontro Obiettivi dell incontro Condividere alcune riflessioni

Dettagli

Via Vittor Pisani 12 20124 Milano Tel. +39 02 36599910 - Fax. - +39 02 36636390 COMPLIANCE TEE

Via Vittor Pisani 12 20124 Milano Tel. +39 02 36599910 - Fax. - +39 02 36636390 COMPLIANCE TEE Via Vittor Pisani 12 20124 Milano Tel. +39 02 36599910 - Fax. - +39 02 36636390 COMPLIANCE TEE SERVIZI GRATUITI icasco offre gratuitamente a tutti i Soggetti Obbligati la newsletter settimanale inews che

Dettagli

Il tuo partner qualificato per la distribuzione pubblicitaria. www.promoway.it

Il tuo partner qualificato per la distribuzione pubblicitaria. www.promoway.it Il tuo partner qualificato per la distribuzione pubblicitaria www.promoway.it Chi siamo La via della promozione è costellata di imprevisti che possono causare dispersioni comunicative: cassette postali

Dettagli

YOUR PERSONAL RETAILER

YOUR PERSONAL RETAILER YOUR PERSONAL RETAILER Company Profile Luglio 2012 1 1 WHO Retail Group S.p.A. dal 2007 con la proprietà di Nicolò Marzotto, azionista di Valentino Fashion Group e del Gruppo Zignago Santa Margherita,

Dettagli

TEAM COACHING. L arte di accompagnare la propria squadra alla vittoria

TEAM COACHING. L arte di accompagnare la propria squadra alla vittoria TEAM COACHING L arte di accompagnare la propria squadra alla vittoria PERCHÉ IL TEAM COACHING È COSÌ IMPORTANTE? Il risultato di un leader è la somma dei risultati della sua squadra. Un manager di successo

Dettagli

ASSOFIN - CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO

ASSOFIN - CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO ASSOFIN - CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO Settembre 2004 INDICE PRESENTAZIONE DELL'OSSERVATORIO...pag. 1 EXECUTIVE SUMMARY... 3 Capitolo 1 STATO ED EVOLUZIONE DEL

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ARTIGIANATO E SERVIZI

DIREZIONE GENERALE ARTIGIANATO E SERVIZI 10462 15/10/2009 Identificativo Atto n. 170 DIREZIONE GENERALE ARTIGIANATO E SERVIZI APPROVAZIONE DELLE GRADUATORIE DEL BANDO "CONTRIBUTI ALLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE (MPMI) PER IL SOSTEGNO DELL'INNOVAZIONE

Dettagli

CASO INDITEX - ZARA. Fatturato 12.527 11.084 13% Utile Netto 1.732 1.314 32% Numero di Negozi 5.044 4.607 437. Numero di Paesi 77 74 3

CASO INDITEX - ZARA. Fatturato 12.527 11.084 13% Utile Netto 1.732 1.314 32% Numero di Negozi 5.044 4.607 437. Numero di Paesi 77 74 3 Barbara Francioni CASO INDITEX - ZARA Inditex, uno dei più grandi gruppi di distribuzione di moda a livello internazionale, conta più di 5.000 punti vendita in 78 Paesi Il primo negozio Zara aprì nel 1975

Dettagli

Retail & Consumer Summit 2011

Retail & Consumer Summit 2011 www.pwc.com/it Retail & Consumer Summit 2011 La gestione della discontinuità e del cambiamento: sfide e opportunità 11 ottobre 2011 1 1 Discontinuità nei consumi: come sta cambiando il comportamento d

Dettagli

L IMPEGNO DELLE IMPRESE LOMBARDE PER LA RESPONSABILITA SOCIALE EDIZIONE 2013

L IMPEGNO DELLE IMPRESE LOMBARDE PER LA RESPONSABILITA SOCIALE EDIZIONE 2013 L IMPEGNO DELLE IMPRESE LOMBARDE PER LA RESPONSABILITA SOCIALE EDIZIONE 2013 LE CAMERE DI COMMERCIO INVITANO LE IMPRESE A PARTECIPARE ALLA SELEZIONE DELLE MIGLIORI BUONE PRASSI AZIENDALI PER LA RESPONSABILITÀ

Dettagli

UN NOSTRO PROFESSIONISTA SI RICONOSCE...

UN NOSTRO PROFESSIONISTA SI RICONOSCE... UN NOSTRO PROFESSIONISTA SI RICONOSCE... consulman Il gruppo Consulman nasce nel 1991 dall aggregazione di professionisti provenienti da qualificate esperienze nell ambito del management, della consulenza

Dettagli

Rapporto Assofranchising Italia 2013 Sintesi per la stampa

Rapporto Assofranchising Italia 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Assofranchising Italia 2013 Sintesi per la stampa In un mercato con i principali parametri della crescita bloccati, o addirittura con segno negativo, il franchising ha saputo sostanzialmente tenere

Dettagli

I soggetti del marketing territoriale

I soggetti del marketing territoriale I soggetti del marketing territoriale Anyway Soggetti Pubblici => legami col governo Privati => fine di lucro Misti Conflitti => Agenzie di marketing territoriale Livelli di ampiezza della responsabilità

Dettagli

L evoluzione delle agenzie di assicurazione 2012

L evoluzione delle agenzie di assicurazione 2012 L evoluzione delle agenzie di assicurazione 2012 Indagine sulla agent satisfaction degli agenti Generali Presentazione al Consiglio Direttivo Bologna, 15 novembre 2012 Copyright by IAMA Consulting Srl,

Dettagli

Il sistema dei Confidi lombardi e il ruolo delle Camere di commercio. nel sostegno alle imprese

Il sistema dei Confidi lombardi e il ruolo delle Camere di commercio. nel sostegno alle imprese Il sistema dei Confidi lombardi e il ruolo delle Camere di commercio Gianmarco Paglietti Ufficio Studi del Consorzio camerale Lecco, 16 febbraio 2011 Gli obiettivi Monitorare il processo di razionalizzazione

Dettagli

Capitolo 7. Infrastrutture

Capitolo 7. Infrastrutture Capitolo 7 Infrastrutture Variabili e indicatori utilizzati: Dotazione infrastrutturale viaria Dotazione infrastrutturale ferroviaria Numero di autovetture circolanti Numero di veicoli per trasporto merci

Dettagli

Le risorse finanziarie messe a disposizione per l erogazione dei contributo di cui trattasi sono pari a 3.000.000.

Le risorse finanziarie messe a disposizione per l erogazione dei contributo di cui trattasi sono pari a 3.000.000. Bando per la concessione di contributi in conto capitale per l installazione di sistemi di contabilizzazione diretta o indiretta della quantità di calore consumata in abbinamento a sistemi di termoregolazione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la politica industriale, la competitività e le piccole e medie imprese ex DIV.VIII PMI e artigianato IL CONTRATTO DI RETE ANALISI QUANTITATIVA

Dettagli

Elenco depositi dormienti

Elenco depositi dormienti OSVALDO LENZI INTESTATARIO UNICO 1948-05-06 MILANO MI 5048 - BANCA POPOLARE COMMERCIO E INDUSTRIA SPA 00232 - CLIENTI ISTITUZIONALI BPCI - VIA VARESE, 16 MILANO 50-00232 - 3050363000 DEPOSITO DI STRUMENTI

Dettagli

Protocollo T1.2011.0004632 del 24/02/2011 Firmato digitalmente da FILIPPO DADONE. Alla

Protocollo T1.2011.0004632 del 24/02/2011 Firmato digitalmente da FILIPPO DADONE. Alla Giunta Regionale DIREZIONE GENERALE AMBIENTE, ENERGIA E RETI TUTELA AMBIENTALE VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE Protocollo T1.2011.0004632 del 24/02/2011 Firmato digitalmente da FILIPPO DADONE Alla PROVINCIA

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

Benito Pellecchia. La cura nello scegliere, è ciò che fa la differenza tra un capo d abbigliamento e uno stile di vita.

Benito Pellecchia. La cura nello scegliere, è ciò che fa la differenza tra un capo d abbigliamento e uno stile di vita. Benito Pellecchia La cura nello scegliere, è ciò che fa la differenza tra un capo d abbigliamento e uno stile di vita. 1966 anno di aperturqa del primo storico negozio al centro di Giugliano. Nel segno

Dettagli

LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEL TRASPORTO AEREO PASSEGGERI E MERCI NEL NORD ITALIA

LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEL TRASPORTO AEREO PASSEGGERI E MERCI NEL NORD ITALIA Intervento Giuseppe Castelli Vice Presidente Assolombarda Seminario LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEL TRASPORTO AEREO PASSEGGERI E MERCI NEL NORD ITALIA Sala Falck Assolombarda 10 febbraio 2009 Tutte le relazioni

Dettagli