lavorare con dati tabellari in ArcGis

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "lavorare con dati tabellari in ArcGis"

Transcript

1 lavorare con dati tabellari in ArcGis 1. gestione delle tabelle 2. aggregazione di dati tabellari 3. relazioni con tabelle esterne 4. modifica di dati tabellari (1) gestione delle tabelle

2 Tipi di tabelle ArcMap può lavorare con due tipi fondamentali di tabelle tabelle di attributi di dataset GIS-oriented (commesse a informazione geometrica altre tabelle (non associate a informazione geometrica) Come aggiungere tabelle nella mappa: le tabelle di attributi sono caricate nella mappa automaticamente nel momento in cui viene aggiunto il dataset le altre tabelle possono essere aggiunte alla mappa utilizzando lo stesso comando disponibile per i dataset (File/Add Data) Come visualizzare le tabelle caricate nella mappa ed elencate nella TOC: Le tabelle di attributi possono essere visualizzate attraverso un click destro sul nome del layer nella TOC/Open Attribute Table Le altre tabelle possono essere visualizzate attraverso un click destro sul nome del layer nella TOC/Open Formati di tabelle ArcGis può utilizzare dati tabellari registrati secondo diversi standard: Geodatabase, dbase, ASCII text, INFO files A seconda degli standard utilizzati i dati tabellari possono essere archiviati in formati diversi tabelle in file.mdb di Microsoft Access (Personal Geodatabase tables) tabelle in database SDE (SDE tables) File.dbf (dbase Table) File.txt (Text File) File binari archiviati nelle directory INFO (Info tables) Si consideri che quando si lavora prevalentemente con shapefile è opportuno avvalersi del formato dbase (.dbf), che ArcMap propone per default nelle operazioni di salvataggio

3 Aprire una tabella degli attributi in ArcGis Un click destro nella TOC sul nome del layer/open Attribute Table permette di visualizzare la tabella degli attributi di un layer caricato nella Table of Contents si consideri che è possibile aprire più di una tabella contemporaneamente La dimensione di visualizzazione della tabella può essere gestita attraverso le opzioni concesse dall interfaccia di windows Sistemare l ambiente di lavoro Quando si lavora su una tabella associata ad informazione geometrica è opportuno sistemare le finestre di ArcMap sul monitor in modo da permettere una visualizzazione contemporanea Se non ci sono altre finestre aperte può essere utile partire dal comando di windows Affianca le finestre orizzontalmente, disponibile con un click destro sulla barra degli strumenti di windows si consideri che alcune schede video consentono di gestire due monitor contemporaneamente

4 Muoversi nella tabella È possibile muoversi nella visualizzazione dei record nella tabella utilizzando le barre di scorrimento orizzontale e verticale oppure scorrendo la lista numerica dei record in basso a sinistra Si noti che il riquadro riporta in basso il numero dei record eventualmente selezionati e quello totale della tabella Si consideri che è possibile cambiare le modalità di visualizzazione della tabella (tipo di carattere, dimensione, colore di selezione ) attraverso il comando Options/Appearance disponibile sulla tabella Sistemare le colonne in una tabella Quando si è aperta una tabella, è possibile modificare alcuni elementi della sua visualizzazione Aumentare o ridurre la larghezza delle colonne Cambiare la disposizione delle colonne Cambiare l ordine dei record sulla base dell ordine di uno o più campi tabellari Congelare una colonna in modo da renderla sempre visibile anche se si scorre la tabella in senso orizzontale Definire un alias per il nome di un campo tabellare in modo che il campo appaia nella tabella con un nome diverso

5 Larghezza e ordine delle colonne Per cambiare la larghezza delle colonne Posizionare il puntatore del mouse sul bordo del campo tabellare su cui si vuole intervenire in corrispondenza del suo nome (il puntatore cambierà aspetto) Fare click e trascinare il limite della colonna alla larghezza desiderata Per cambiare l ordine delle colonne Click sull intestazione del campo Tenendo premuto il tasto del mouse, trascinare la colonna a destra o sinistra nella posizione desiderata Cambiare l ordine dei record secondo i valori contenuti in un campo tabellare Un click destro in corrispondenza del nome del campo apre una finestra di dialogo in cui è possibile chiedere di ordinare i record in base ai valori contenuti nel campo Sono possibili due metodi di ordinamento Ordine alfabetico o numerico diretto (A- Z) (Sort Ascending) Ordine alfabetico o numerico inverso (Z- A) (Sort Descending) È possibile ordinare i record in base a valori contenuti in più di un campo tabellare Ordinare le colonne in modo tale che la colonna i cui valori debbano essere considerati come primo criterio di ordinamento sia collocata a sinistra della colonna i cui valori debbano essere considerati come secondo criterio di ordinamento Selezionare entrambe le colonne (utilizzando il tasto Ctrl) Ordinare la selezione multipla di campi secondo il criterio desiderato

6 Congelare un campo tabellare Nel caso la tabella contenga molti campi, non sarà possibile comprenderli tutti contemporaneamente nella visualizzazione a schermo È sempre possibile muoversi nella visualizzazione scorrendo la tabella attraverso la barra orizzontale, ma in questo caso le colonne collocate a sinistra della tabella possono scomparire dalla visualizzazione È possibile congelare una o più colonne in modo che restino sempre visibili anche utilizzando la barra di scorrimento orizzontale Il comando è disponibile nella finestra di dialogo che si apre dopo un click destro sul nome del tema: Freeze/Unfreeze Column Applicando il comando il campo selezionato si sposterà al primo posto a sinistra della tabella Definire un alias come nome di un campo Il formato di registrazione delle informazioni tabellari impone delle limitazioni relativamente al nome dei campi non possono essere utilizzati più di 10 caratteri non sono ammessi spazi nel nome del campo Per migliorare la comprensibilità del contenuto può essere utile attribuire un nuovo nome personalizzato (alias) al campo nella TOC, doppio click sul nome del layer nella finestra di dialogo Layer Properties selezionare Fields selezionare il campo tabellare da rinominare digitare il nuovo nome nel box Alias/OK Si consideri che gli alias possono essere salvati in un file.lyr oppure nel file di mappa.mxd, ma non possono essere salvati nello shapefile

7 Selezionare elementi della tabella interattivamente Un click sul nome del campo seleziona il campo Un click sul pulsante posto a sinistra del record seleziona il record Si noti che tenendo premuto Ctrl è possibile selezionare più di un record Selezionare record interattivamente In un dataset GIS-oriented esiste una relazione uno-a-uno tra oggetti geometricamente definiti e record tabellari Quando si seleziona un record, appare selezionata nella vista anche la geometria corrispondente e, viceversa, quando si seleziona un oggetto nella vista, appare selezionato il record tabellare corrispondente È possibile visualizzare nella tabella solo i record selezionati con un click su Show/Selected Il comando Options/Select All seleziona tutti i record della tabella Il comando Option/Clear Selection annulla la selezione corrente Il comando Option/Switch Selection rovescia la selezione corrente: tutti i record selezionati vengono deselezionati, tutti i record non selezionati vengono selezionati

8 Selezionare record in base a proprietà tabellari Per selezionare record in base a proprietà tabellari valgono le stesse regole utilizzate per selezionare oggetti in base a proprietà (Select by Attribute) Nella tabella è disponibile il comando Options/Select by Attributes Si noti che tale comando è alternativo e perfettamente equivalente a Selection/Select by Attribute Il comando Options/Find & Replace permette di individuare record in base a un valore tabellare, o a una parte di un valore tabellare si noti che il comando Find & Replace è casesensitive si noti che la funzione di sostituzione (Replace) è disponibile solo entro una sessione di modifica dei dati Visualizzare statistiche sui contenuti dei campi tabellari ArcMap permette di visualizzare alcune descrizioni statistiche elementari e un istogramma che aiuta a comprendere la distribuzione dei dati in campi che contengono valori quantitativi Click destro sull intestazione di un campo che contiene valori numerici/statistics Nella finestra che appare è possibile visualizzare la distribuzione dei dati in tutti i campi numerici selezionando il nome del campo nell elenco a discesa (Field)

9 (2) aggregazione di dati tabellari Elaborare i dati tabellari in una nuova tabella Possono darsi casi in cui l organizzazione dei records sia più articolata di quello che si desidererebbe p.e. nel caso si vogliano ricavare dei valori di popolazione aggregati per province quando si abbia a disposizione una tabella in cui ciascun record corrisponda a un comune Può essere necessario costruire una tabella originale a partire dalla aggregazione (summarization) dei dati contenuti in un altra tabella p.e. aggregando i valori di una tabella organizzata per comuni in una nuova tabella aggregata per province

10 La funzione summarize (1/3) Dopo aver individuato il campo su cui effettuare l operazione di aggregazione (p.e. il campo provincia di una tabella i cui record corrispondano a comuni) click destro sul nome del campo; nella finestra di dialogo scegliere Summarize La finestra di dialogo che appare (Summarize) consente di scegliere il campo su cui effettuare l operazione di aggregazione di individuare le operazioni statistiche da effettuare sugli altri campi di specificare il formato e il percorso di salvataggio della nuova tabella La funzione summarize (2/3) In una operazione di aggregazione le possibilità di calcolo dei valori tabellari sono evidentemente diverse per campi contenenti valori numerici e per campi contenenti valori di testo Per i campi numerici sono possibili le seguenti funzioni Minimum (verrà trascritto il valore minimo presente) Maximum (verrà trascritto il valore massimo presente) Average (verrà calcolata la media matematica tra i valori presenti) Sum (verrà calcolata la somma tra i valori presenti Standard Deviation (verrà calcolata la deviazione standard, ossia un indice di dispersione dei dati, nel range dei valori presenti) Variance (verrà calcolata la varianza, ossia l inverso della deviazione standard, nel range dei valori presenti Per i campi testuali sono possibili le seguenti funzioni First (verrà riportato il primo dei valori presenti) Last (verrà riportato l ultimo dei valori presenti)

11 La funzione summarize (3/3) Il risultato di una operazione di aggregazione tabellare è una nuova tabella non connessa ad informazione geometrica Al termine della elaborazione una finestra di dialogo chiederà se la nuova tabella deve essere aggiunta ai temi disponibili nella TOC La nuova tabella può essere visualizzata scegliendo il comando Open dopo un click destro sul nome della tabella (3) relazioni con tabelle esterne

12 Connessioni tra dati tabellari e informazione spaziale Le informazioni geografiche possono provenire da una grande varietà di fonti; in alcuni casi possono essere disponibili tabelle non associate ad informazione geografica Si consideri che è possibile caricare in una mappa anche dati tabellari non connessi a geometrie Quando sia possibile, può darsi che si desideri associare informazione tabellare a informazione spaziale diversamente disponibile In casi come questi le diverse tabelle possono essere messe in relazione usando un valore comune in un campo Metodi di relazione tra dati tabellari in ArcMap ArcMap prevede due metodi di associazione tra dati tabellari e oggetti spaziali Join (metodo adatto per relazioni uno-a-uno o molti-a-uno) Relates (metodo adatto per relazioni uno-a-molti o molti-amolti) Si consideri che: Quando si effettua una operazione di join tra due tabelle, si agganciano gli attributi della prima agli attributi della seconda basandosi su un campo comune alle due tabelle. Le relazioni di join sono in genere le più utili perché riescono a espandere il contenuto informativo originale del dataset e lo rendono disponibile per l analisi e la visualizzazione Quando si effettua una operazione di relate tra due tabelle si definisce una relazione tra le due tabelle sempre basata su un campo comune, ma non si agganciano gli attributi dell una all altra. Le relazioni così impostate sono meno potenti di quelle di join e sono soprattutto utilizzate come metodo alternativo di interrogazione; è infatti sempre possibile visualizzare i dati relazionati quando necessario

13 Join Tipicamente in una operazione di join le tabelle vengono correlate per associare ad oggetti geometrici alcuni attributi non presenti nel dataset, ma disponibili in una tabella esterna Si consideri che l operazione di join collega la tabella degli attributi del dataset a una tabella esterna, ma non altera i file originali, che rimangono separati Una operazione di join dunque non modifica gli attributi del dataset: l associazione viene salvata solo nella mappa.mxd ed, eventualmente, nel layer file Impostazione di una relazione di join con una tabella esterna Per impostare una relazione di join tra un layer e una tabella esterna: click destro sul nome del layer/joins and Relates/Join Nella finestra di dialogo che appare (Join Data) è necessario indicare che si vuole associare informazione da una tabella esterna (Join attribute from a table) quale campo della tabella deve essere utilizzato per l operazione di join (Choose the field in this layer that the join will based on) quale tabella esterna deve essere utilizzata per l operazione di join (Choose the table to join to this layer, or load the table from disk) si consideri che tale tabella può essere o meno connessa ad informazione geometrica si consideri che tale tabella può essere o meno già caricata nella TOC quale campo della tabella esterna deve essere utilizzato per l operazione di join (Choose the field in the table to base the join on)

14 Risultato di una operazione di join Il risultato di una operazione di join modifica la tabella degli attributi del layer aggiungendo i campi disponibili nella tabella esterna la associazione si basa su valori comuni presenti nei due campi: se un record non avesse un corrispettivo nella tabella esterna i nuovi campi associati ai record senza corrispettivo saranno vuoti; si consideri che questa impostazione può essere cambiata nella sezione Advanced della finestra di dialogo Joining Data si noti che ArcMap dispone automaticamente degli alias per i nomi dei campi che consentono di ricostruire la provenienza dei dati La nuova tabella può essere utilizzata per operazioni di analisi e di visualizzazione Salvare una associazione con una tabella esterna Una associazione di join può essere salvata attraverso un layer file che registrerà le modalità di relazione e i percorsi di accesso ai dati, senza modificare i dataset originali Se si desidera conservare un nuovo dataset che mantenga l associazione creata occorre esportare il risultato dell operazione di join come nuovo shapefile: click destro sul nome del layer/export Data si consideri che nell esportazione ArcMap utilizzerà i nomi originali dei campi tabellari (e non gli alias definiti attraverso il join) Una associazione di join può essere rimossa dalla mappa in modo semplice: click destro sul nome del layer/join and Relates/Remove Join(s)

15 (4) modifica di dati tabellari Aggiungere ed eliminare campi in una tabella (1/2) In alcuni casi può essere necessario modificare il dataset disponibile dal punto di vista degli attributi tabellari aumentando o diminuendo il numero dei campi disponibili Si consideri che in ArcMap è possibile aggiungere o eliminare campi tabellari a un layer caricato nella mappa a condizione che il dataset su cui si lavora non abbia restrizioni relativamente alle possibilità di modifica (ovvero non sia in sola lettura) non si sia aperta una sessione di modifica dei dati ( si noti che in caso contrario, se cioè è in corso una sessione di editing, i comandi Add Field e Delete Field non sono disponibili) nessuna altra applicazione (compresa ArcCatalog) stia accedendo ai dati

16 Eliminare campi in una tabella Per eliminare un campo dalla tabella di un layer caricato nella TOC, dopo aver aperto la tabella (click destro sul nome del layer/open Attribute Table) Click destro sull intestazione del campo da eliminare/ Delete Field Una finestra di dialogo avvertirà che l eliminazione di un campo è irreversibile/ok Si consideri che questa modifica ha effetti diretti e immediati sul dataset e non può essere annullata Aggiungere campi in una tabella Per aggiungere un campo alla tabella di un layer caricato nella TOC, dopo aver aperto la tabella (click destro sul nome del layer/open Attribute Table) Utilizzare il comando Options/Add Field Nella finestra di dialogo Add Field digitare il nome e il tipo di campo desiderato

17 Tipi di dati tabellari La tabella di uno shapefile può contenere i seguenti tipi di campi tabellari Campi numerici intero corto (Short Integer): può essere usato per registrare numeri interi da a (approssimativamente) intero lungo (Long integer): può essere usato per registrare numeri interi da a (approssimativamente) decimale a precisione singola (single-precision floating point number, o, anche, Float): può essere usato per registrare numeri decimali positivi e negativi che utilizzino 7 caratteri significativi in notazione scientifica (approssimativamente per valori da -3.4E-38 a -1.2E38 per numeri negativi e da 3.4E-38 to 1.2E38 per numeri positivi) decimale a precisione doppia (double-precision floating point number, o, anche, Double) può essere usato per registrare numeri decimali positivi e negativi che utilizzino 15 caratteri significativi in notazione scientifica (approssimativamente per valori da 2.2E-308 a -1.8E308 per numeri negativi e da 2.2E-308 a 1.8E308 per numeri positivi) Campi testuali Possono essere utilizzati per caratteri alfabetici o numerici (ma un valore numerico in un campo testuale non può essere utilizzato per operazioni aritmetiche) Campi data Possono essere utilizzati per la registrazione di date, ore, o date e ore; tipicamente il formato di registrazione è mm/gg/aaaa hh:mm:ss e una specificazione AM o PM Verificare i tipi di campo utilizzati nel dataset in uso Per verificare i tipi di campo utilizzati nel dataset in uso, dopo aver richiamato le proprietà del layer, spostarsi nella sezione Fields La finestra di dialogo mostra, in colonne: il nome del campo (Name; che può eventualmente essere sostituito da un alias) il tipo di campo (Type) il massimo numero di caratteri ammessi (Length) il massimo numero di cifre ammesse (Precision; solo per i campi numerici) il massimo numero di decimali ammessi (Scale; solo per i campi numerici decimali)

18 Scegliere il tipo di campo Quando si aggiunge un campo in una tabella occorre individuare preventivamente il genere di valori che quel campo dovrà contenere; in base a questa individuazione potrà definirsi il tipo da utilizzare si consideri che una volta definito il tipo di campo sarà possibile inserire alcuni tipi di valori e non altri si consideri che alcuni tipi di campo sono disponibili per specifiche operazioni di analisi, altri no si consideri che, in generale, è opportuno scegliere l opzione che soddisfi le esigenze dell operatore ma occupi il minor numero di risorse di memoria Campi testuali Nel caso si debbano inserire valori alfabetici o numerici senza che si preveda di effettuare su quei valori operazioni di calcolo, si scelga un campo testuale (Text) La finestra di dialogo Add Field permetterà di determinare il massimo numero di caratteri ammessi nel campo (Lenght) si consideri che questa scelta non è modificabile: se si sceglie 10 come massima lunghezza non sarà possibile inserire una sequenza di 11 caratteri d altra parte si consideri che un campo capace di contenere molti caratteri richiederà più tempo di elaborazione e costringerà a un continuo ridimensionamento della larghezza della colonna nella visualizzazione si consideri che può essere opportuno avvalersi, anche per la codifica di osservazioni qualitative, di una codice numerico che potrà essere successivamente richiamato con una operazione di join

19 Campi numerici per numeri interi Nel caso si debbano inserire valori numerici interi si scelga una delle due opzioni possibili (Short Integer o Long Integer) e si individui il numero massimo delle cifre registrabili nel campo digitando tale valore nella sezione Precision si noti che nel caso non venga digitata nessuna cifra nella sezione Precision ArcMap imposterà la precisione del nuovo campo secondo le possibilità del tipo di campo prescelto (Short o Long Integer) si noti che in caso contrario ArcMap sceglierà il tipo di campo coerentemente con la dimensione indicata nella sezione Precision e indipendentemente dalla scelta operata nella sezione Type: vale a dire che se si imposta Short Integer con una precisione superiore alla capacità del tipo Short, ArcMap creerà un campo Long Integer, e così via si noti che nel caso si imposti una precisione superiore alla capacità di Long Integer, ArcMap creerà un campo Double si noti che, dopo aver creato un campo numerico, per default ArcMap riempirà quel campo con il valore 0 Campi numerici per numeri decimali Nel caso si debbano inserire valori numerici decimali si scelga una delle due opzioni possibili (Float o Double) e si individuino: il numero massimo delle cifre registrabili nel campo digitando tale valore nella sezione Precision il numero massimo delle posizioni decimali ammesse digitando tale valore nella sezione Scale si noti che nel caso non venga digitata nessuna cifra nelle sezioni Precision e Scale ArcMap imposterà la precisione e scala del nuovo campo secondo le possibilità del tipo di campo prescelto (Float o Double) si noti che in caso contrario ArcMap sceglierà il tipo di campo coerentemente con la dimensione indicata nella sezione Precision e indipendentemente dalla scelta operata nella sezione Type si noti che ArcMap non potrà costruire il nuovo campo con indicazioni contraddittorie nella relazione tra numero massimo di cifre del campo e numero massimo di decimali ammessi (p.e. Precision 2, Scale 5)

20 Modificare gli attributi tabellari (1/4) Per modificare gli attributi tabellari aggiunti alla mappa è necessario avviare una sessione di modifica dei dati (Editing) Per avviare una sessione di editing utilizzare il comando Editor/Start Editing disponibile nella barra degli strumenti Editor Se la barra degli strumenti Editor non fosse disponibile è possibile renderla visibile attraverso il comando View/Toolbars/Editor Una sessione di editing opera su dati contenuti in un unica cartella per volta; nel caso la TOC contenesse layer contenuti in cartelle diverse una finestra di dialogo chiederà di individuare la cartella che contiene i dati che si vogliono modificare Modificare gli attributi tabellari (2/4) Le operazioni di modifica dei campi tabellari avvengono successivamente alla selezione degli oggetti (o dei records) su cui si vuole intervenire È possibile operare in due modi attraverso la finestra di dialogo Attributes accessibile dalla barra dei comandi Editor direttamente sull intera tabella degli attributi: questa possibilità è particolarmente utile quando si vuole intervenire su più di un oggetto contemporaneamente; è opportuno in questo caso utilizzare l opzione Show Selected

21 Modificare gli attributi tabellari (3/4) Nella finestra di dialogo Attribute individuare il campo e il valore che si vuole modificare e digitarlo dopo un click In alternativa, individuare il campo e il valore che si vuole modificare nella tabella degli attributi e digitarlo dopo un click Si ricordi che dopo aver digitato il nuovo valore è necessario confermarlo premendo Invio o con un click in una nuova posizione Modificare gli attributi tabellari (4/4) In alcuni casi può essere necessario inserire uno stesso valore tabellare per più oggetti contemporaneamente In questo caso è opportuno utilizzare direttamente la tabella degli attributi e il comando Field Calculator Selezionare (interattivamente o attraverso una interrogazione) un gruppo di oggetti ai quali si vuole attribuire lo stesso valore Click destro sull intestazione del campo del quale si vogliono inserire o modificare i valori/calculate Values Nella finestra di dialogo Field Calculator definire i criteri per l attribuzione del valore agli oggetti selezionati Si consideri che l espressione va compilata secondo la sintassi VBA: in particolare si ricordi che un valore di testo va preceduto e seguito da virgolette doppie (p.e. TOPON = Vinci )

22 Altre possibilità di uso del comando Field Calculator Attraverso lo strumento Field Calculator è possibile costruire valori tabellari sulla base di operazioni, più o meno complesse, svolte sui valori disponibili negli altri campi Si consideri che lo strumento Field Calculator è attivo anche al di fuori di sessioni di editing, anche se in questo caso le modifiche non possono essere annullate popolazione area densità [popolazione] / [area] quota_gronda quota_suolo altezza [quota_gronda] - [quota_suolo] Salvataggio e chiusura di una sessione di editing È buona norma salvare costantemente le modifiche effettuate durante una sessione di editing: Editor/Save Edits Quando si sono completate le modifiche, è possibile chiudere la sessione di editing: Editor/Stop Editing. Una finestra di dialogo chiederà conferma della volontà di salvare le modifiche Si ricordi che le modifiche effettuate in una sessione di editing vengono registrate nel dataset originale. Può essere opportuno salvare una copia dei dati prima di lanciare una sessione di editing

23 Esercizio Caricare in ArcMap lo shapefile comuni_tosc_gb contenuto nella cartella tut_06_tabelle, aprire la tabella degli attributi ed esercitarsi nelle possibilità di visualizzazione della tabella Dopo aver congelato il campo NOME nella tabella dello shapefile comuni_tosc_gb, ordinare i record contemporaneamente in ordine di provincia (campo PROVINCIA ) e in ordine di superficie (campo AREA ) Salvare una tabella esterna in formato.dbf e con nome province_tosc derivata dalla aggregazione della tabella dello shapefile comuni_tosc_gb sulla base dei valori contenuti nel campo PROVINCIA ; salvare nella tabella tutti i dati numerici disponibili attraverso operazioni di somma Esercizio Stabilire una relazione di join tra lo shapefile comuni_tosc_gb e la tabella esterna province_tosc precedentemente creata Vestire il risultato della operazione di join in Graduated Color sul campo province_tosc_sum_popol normalizzata attraverso il valore di province_tosc_sum_area ; impostare No color per Outline color Stabilire una relazione di join tra lo shapefile comuni_tosc_gb che contiene i valori del censimento 1991 e la tabella esterna Toscana_01.txt contenuta nella cartella tut_06_tabelle che contiene i valori del censimento 2001 per i comuni toscani Aggiungere alla tabella risultante un campo numerico con nome SALDO e, senza aprire una sessione di editing, attraverso il Field Calculator riempire il valore del nuovo campo con la differenza tra la popolazione presente al 2001 e la popolazione presente al 1991 Vestire adeguatamente il risultato

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

Estrazione dati cartografici formato SHP (shape) ed e00

Estrazione dati cartografici formato SHP (shape) ed e00 Estrazione dati cartografici formato SHP (shape) ed e00 Istruzioni per visualizzazione codici di particella, simboli e linee tratteggiate in ArcGis 8.x 9.x 1- Da pannello di controllo in Windows installare

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Cos è Excel. Uno spreadsheet : un foglio elettronico. è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse

Cos è Excel. Uno spreadsheet : un foglio elettronico. è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse Cos è Excel Uno spreadsheet : un foglio elettronico è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse I dati contenuti nelle celle possono essere elaborati ponendo

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Introduzione al software ArcGIS 8.3

Introduzione al software ArcGIS 8.3 Introduzione al software ArcGIS 8.3 Data: Febbraio 2007 CopyLeft 2007 Niccoli Tommaso Indice 1. Introduzione ad ARCGIS... 4 1.1. Struttura di ArcView...5 1.2. Terminologia di ArcGIS...6 2. ArcCatalog...

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 Indice generale GUIDA A CALC 3.5... 3 1 Utilizzo dell'applicazione... 3 1.1 LAVORARE CON IL FOGLIO ELETTRONICO...3 1.2 MIGLIORARE LA

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

Software Emeris Communication Manager

Software Emeris Communication Manager ecm Software Emeris Communication Manager Manuale operativo Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel 02.956821 - Fax 02.95307006 e-mail: info@fantinicosmi.it http://www.fantinicosmi.it

Dettagli

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO FARE UNA MAPPA CON OPENOFFICE IMPRESS START/PROGRAMMI APRIRE IMPRESS SCEGLIERE PRESENTAZIONE VUOTA. POI CLIC SU AVANTI E DI NUOVO SU AVANTI. QUANDO AVANTI NON COMPARE PIÙ, FARE CLIC SU CREA CHIUDERE LE

Dettagli

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK.

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK. Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione Per svolgere correttamente alcune esercitazioni operative, è previsto che l utente utilizzi dei dati forniti attraverso

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale.

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale. l Editor vi Negli ambienti Unix esistono molti editor di testo diversi; tuttavia vi è l unico che siamo sicuri di trovare in qualsiasi variante di Unix. vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n. 1x1 qs-stat Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.: PD-0012 Copyright 2010 Q-DAS GmbH & Co. KG Eisleber Str. 2 D - 69469 Weinheim

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA

PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA La Scheda Valutazione Anziano FRAgile al momento dell inserimento è abbinata al paziente. E possibile modificarla o inserirne una nuova per quest ultimo. Verrà considerata

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico I Parte I Introduzione 1 1 Introduzione... 1 2 Editor di... stile 1 Parte II Modello grafico 4 1 Intestazione... 4 2 Colonna... metrica 4 3 Litologia... 5 4 Descrizione... 5 5 Quota... 6 6 Percentuale...

Dettagli

Non tutto, ma un po di tutto

Non tutto, ma un po di tutto ALFREDO MANGIA Non tutto, ma un po di tutto Nozioni fondamentali per conoscere e usare un foglio di calcolo. Corso di alfabetizzazione all informatica Settembre 2004 SCUOLA MEDIA GARIBALDI Genzano di Roma

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

La finestra di Avvio di Excel

La finestra di Avvio di Excel Con Excel si possono fare molte cose, ma alla base di tutto c è il foglio di lavoro. Lavorare con Excel significa essenzialmente immettere numeri in un foglio di lavoro ed eseguire calcoli sui numeri immessi.

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE

SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE Copyright 2008-2014 Lucanasoft di Vincenzo Azzone Tutti i diritti riservati. 1 Indice Generale INTRODUZIONE!...

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import dati Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Gestire dati geografici con software GIS: QGIS 2.2

Gestire dati geografici con software GIS: QGIS 2.2 Gestire dati geografici con software GIS: QGIS 2.2 ESERCIZI Maggio 2014 Il materiale contenuto nel presente manuale può essere utilizzato esclusivamente per scopi personali e non può pertanto essere impiegato

Dettagli

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali AlboTop Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali Introduzione AlboTop è il nuovo software della ISI Sviluppo Informatico per la gestione dell Albo professionale dell Ordine Assistenti Sociali.

Dettagli

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO Con questa esercitazione guidata imparerai a realizzare una macro. Una macro è costituita da una serie di istruzioni pre-registrate che possono essere

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione in virgola mobile

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione in virgola mobile Problemi connessi all utilizzo di un numero di bit limitato Abbiamo visto quali sono i vantaggi dell utilizzo della rappresentazione in complemento alla base: corrispondenza biunivoca fra rappresentazione

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master

Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master Industry Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master Dispositivi utilizzati: - 2 LOGO! 0BA7 (6ED1 052-1MD00-0AB7) - Scalance X-208 LOGO! 0BA7 Client IP: 192.168.0.1 LOGO! 0BA7 Server IP:

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

per Scanner Serie 4800/2400

per Scanner Serie 4800/2400 Agosto, 2003 Guida d installazione e guida utente per Scanner Serie 4800/2400 Copyright 2003 Visioneer. Tutti i diritti riservati. La protezione reclamata per il copyright include tutte le forme, gli aspetti

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Configurazione Area51 e Bilance Bizerba

Configurazione Area51 e Bilance Bizerba Configurazione Area51 e Bilance Bizerba Ultimo Aggiornamento: 20 settembre 2014 Installazione software Bizerba... 1 Struttura file bz00varp.dat... 5 Configurazione Area51... 6 Note tecniche... 8 Gestione

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta Web Conferencing and Collaboration tools Passo 1: registrazione presso il sito Accedere al sito www.meetecho.com e registrarsi tramite l apposito form presente nella sezione Reserved Area. In fase di registrazione

Dettagli

Editor vi. Editor vi

Editor vi. Editor vi Editor vi vi 1 Editor vi Il vi è l editor di testo standard per UNIX, è presente in tutte le versioni base e funziona con qualsiasi terminale a caratteri Permette di visualizzare una schermata alla volta

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

Esercitazioni di Excel

Esercitazioni di Excel Esercitazioni di Excel A cura dei proff. A. Khaleghi ed A. Piergiovanni. Queste esercitazioni hanno lo scopo di permettere agli studenti di familiarizzare con alcuni comandi specifici di Excel, che sono

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli