CHANEL. Indice. Storia del brand 2-7 Brand Identity Prism 8-9

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CHANEL. Indice. Storia del brand 2-7 Brand Identity Prism 8-9"

Transcript

1

2 CHANEL Indice Storia del brand 2-7 Brand Identity Prism 8-9 CHANEL marketing mix Haute Couture Pre t-a -porter Accessori Orologeria Alta gioielleria Profumeria Cosmesi Swot analysis Analisi del consumatore Analisi della concorrenza aziendale / per prodotto Posizionamento Prospettive per il futuro 45 Strategia di sviluppo Informazioni aggiuntive

3 Bibliografia Storia del brand CHANEL S.A. è una casa di moda parigina fondata ad inizio secolo da Coco Chanel. Specializzata nei beni di lusso (alta moda, pret-a-porter, borse, profumeria e cosmetica, fra gli altri), il marchio CHANEL è diventato uno dei più riconoscibili nomi nel campo della moda. La casa di moda è attualmente in mano ad Alain Wertheimer e Gerard Wertheimer, che sono i nipoti di Pierre Wertheimer, socio in affari di Coco Chanel. Anni venti-cinquanta Nel 1909, Gabrielle Chanel aprì un negozio al piano terra degli appartamenti Balsan di Parigi dando il via a quello che in seguito diverrà uno dei più importanti imperi aziendali del mondo. L'edificio Balsan era un luogo in cui si ritrovava l'elite parigina, e per la stilista era una ottima opportunità di vendere i cappelli di sua creazione. In questa occasione Coco Chanel conobbe anche Arthur Capel, che riconobbe in lei un ottimo fiuto per gli affari, e l'aiutò a trasferire l'attività al 31 di Rue Cambon di Parigi, nel 1910, in cui già c'era un negozio di sartoria. Nel 1913, Chanel aprì due nuove boutique a Deauville e Biarritz in Francia, dove lanciò una moda femminile più semplice delle tendenze della Belle Époque, che privilegiava uno stile sfarzoso ed opulento. L'inizio della prima guerra mondiale influenzò anche il mondo della moda, dato che le donne dovettero sopperire alle mancanze lavorative dei mariti impegnati al fronte. Pensando al modo in cui vestire le donne, affinché potessero avere dei capi d'abbigliamento comodi e pratici anche sul lavoro, Chanel aprì una nuova boutique a Rue de Cambon davanti all'hôtel Ritz Paris. 3

4 Furono prodotti blazer di flanella, gonne di lino, marinarette e maglione in jersey. Lo stile CHANEL divenne celebre per la sua semplicità in tutta la Francia nel Nel 1915 e nel 1917, la rivista Harper's Bazaar disse che un abito CHANEL dovrebbe stare "nella lista di ogni compratore". Coco Chanel diventò una delle più celebri stiliste al mondo, e seguendo le tendenze della moda degli anni venti, Chanel produsse nuovi abiti femminili, in due o tre prezzi, ancora oggi considerati di grande eleganza. Nel 1921 venne prodotto il primo profumo della casa di moda, CHANEL No. 5. Earnest Beaux creò la fragranza per Coco Chanel, che si limitò a sceglierne il nome. Il profumo ebbe un grosso successo, al punto che il "5", divenne il suo numero fortunato. CHANEL No.5 fu il primo di una serie di profumi, che divennero uno dei prodotti di punta della maison, ed alla cui commercializzazione Pierre Wertheimer affiancò Coco Chanel. CHANEL N.22 vide la luce nel 1922, Gardénia nel 1925, Bois des Ñles nel 1926, Cuir de Russie nel 1927, Sycomore, Une idée nel 1930, Jasmin nel Nel 1923 la stilista rivelò ad Harper's Bazaar che la semplicità è la chiave di volta per la vera eleganza. Risale al 1926 l'arrivo sul mercato del tubino, il petit noir, considerato il capo più importante nella storia dell abbigliamento. Nel 1932 Chanel lanciò sul mercato una linea di gioielleria, basata principalmente sui diamanti, realizzati con la collaborazione del conte Etienne de Beaumont e del duca Fulco di Ventura. CHANEL è giunta al culmine della propria notorietà, ed i suoi atelier danno lavoro a 4000 persone, mentre le vendite degli abiti CHANEL si aggirano a circa 28 mila modelli l'anno. Nel 1939 però lo scoppio della seconda guerra mondiale costrinse Coco Chanel a chiudere il negozio di rue de Cambon, lasciando in vita soltanto l'attività dei profumi. Dopo la guerra, Coco Chanel, accusata di aver collaborato con i nazisti preferì trasferirsi in Svizzera e vendere tutti i diritti del marchio a Pierre Wertheimer. 4

5 Anni cinquanta-settanta Chanel ritornò a Parigi nel 1953 per scoprire che la scena della moda era dominata dal giovane stilista Christian Dior. Coco Chanel ritornò in affari con Pierre riprendendo pieno possesso del marchio "CHANEL." La loro collaborazione fece tornare la maison al vertice del mondo della moda. La nuova collezione primaverile di CHANEL ottenne un grande successo, ed in particolar modo fu molto apprezzato il suo tailleur di maglia, che diverrà celebre anche grazie a Jacqueline Kennedy. Chanel ottiene il prestigioso riconoscimento Fashion Oscar di Neiman Marcus, che le fu assegnato nel 1957 a Dallas. Nel 1965 Jacques Wertheimer prese il posto del padre Pierre alla guida dell'azienda. Il 10 gennaio 1971 Coco Chanel si spense all'età di 87 anni. La leadership dell'azienda passò a Yvonne Dudel, Jean Cazaubon e Philippe Guibourge, che contribuirono a mantenere alto il nome del marchio, anche se Jacques Wetheimer alla fine rilevò l'intera casa di moda CHANEL. Nel 1974, fu lanciato sul mercato l'eau de toilette Cristalle, nato da un progetto che Coco Chanel aveva iniziato quando era ancora in vita. Il 1978 vide la nascita della prima linea di pret-a-porter del marchio (disegnata da Philippe Guibourgé), e la distribuzione di essa a livello mondiale. Alain Wertheimer, prese il posto del padre Jacques nel Grazie alle sue strategie di mercato, il profumo CHANEL No. 5 ritornò ad essere la fragranza più venduta al mondo. Inoltre Alain Wertheimer, riuscì a "strappare" alla casa di moda Chloé il rinomato stilista Karl Lagerfeld. 5

6 Anni recenti Karl Lagerfeld si occupò dal 1983 della linea d'alta moda e dal 1984 del pret-aporter. Pur mantenendo inalterati lo stile ed i valori del marchio "CHANEL", Lagerfeld attualizzò l'azienda introducendo importanti innovazioni e lanciando nuove linee, mentre la famiglia Wertheimer si occupò di creare nuove società per differenziare la produzione CHANEL, spaziando dalla cosmetica, alla gioielleria, ad i costumi da bagno (tramite il marchio Erès), agli orologi ed agli occhiali (licenziati da Luxottica). Nel febbraio 2002, in collaborazione con il Musée National d'histoire Naturelle, è stata organizzata a Roma una mostra dedicata al diamante presso le scuderie del Quirinale. Insieme ad i gioielli Cartier e de De Beers ed ai quadri di Tiziano e Rubens sono stati esposti tre gioielli firmati da Coco Chanel: la spilla del 1932 Étoile, in platino e diamanti, il collier Comète tempestato da 650 diamanti, ed un anello composto da 22 diamanti di 2,15 carati, ed al centro un diamante da un carato. Gli anni venti e trenta furono contraddistinti proprio dalle linee e dalla moda inventata dalla stilista. CHANEL non diede solo una svolta al mondo della moda ma per la prima volta valorizzò la donna e ruppe la coltre fitta che impediva di vedere il genere femminile alla pari con quello maschile. Il dettaglio per eccellenza nello stile CHANEL è il copricapo, in cui tutto il suo istinto e la sua passione si liberano, coronando gli abiti che mescolano: luce, colore, eleganza, classe, leggerezza e personalità. La "petite couturière" Coco è sovrana dello stile e della classe ai quali non rinuncia mai, conferendo unicità e originalità ad ogni sua creazione. CHANEL è per tutte le donne. Sempre giovanile ed elegante, diede alla donna un'importanza maggiore nel mondo del lavoro unendo una semplice giacca di taglio maschile ad una gonna, permettendo così a chi la indossava di mostrare la propria femminilità. 6

7 Distribuzione CHANEL conta più di 200 boutique in tutto il mondo, distribuite in negozi monomarca, all'interno di grandi magazzini come Harrods e Neiman Marcus, o in alcuni aeroporti. Dal 2001 è iniziato un progetto dell'architetto Peter Marino con il quale è iniziata la ristrutturazione di alcune delle principali boutique CHANEL, affinché esse si adeguino alla filosofia della stilista, secondo la quale "le cose più belle sono le più semplici, e niente è tanto bello quanto uno spazio vuoto". In questo progetto sono state fatte rientrare i negozi di New York, Parigi, Tokyo, Seul, Vienna, Città del Messico e Milano. Testimonial La compagnia si è sempre avvalsa di testimonial particolarmente celebri, fra cui non si può non ricordare Catherine Deneuve, Nicole Kidman e Audrey Tautou (tutte e tre per il profumo CHANEL No. 5), ma soprattutto, Marilyn Monroe che negli anni cinquanta si fece fotografare, mentre si spruzzava alcune gocce di CHANEL No. 5. Tale immagine è rimasta sicuramente la più rappresentativa dell'intera produzione di CHANEL, e continua ad essere una delle foto più celebri nella storia del marketing, ancora oggi citata in diverse occasioni o venduta in forma di poster. Negli anni ottanta, novanta e duemila sono state moltissime le top model internazionali che hanno calcato la passerella parigina della maison per interpretarne le creazioni: Naomi Campbell, Eva Riccobono, Kate Moss, Claudia Schiffer, Jessica Stam, Raquel Zimmermann, Natasha Poly e moltissime altre. Per le sue campagna pubblicitarie spesso CHANEL si affida a testimonial celebri come Nicole Kidman o più recentemente a Keira Knightley, Jennifer Aniston, Scarlett Johansson, Kirsten Dunst, Vanessa Paradis. Attualmente il principale volto maschile di CHANEL, è il modello francese Baptiste Giabiconi. 7

8 Riferimenti nella cultura popolare Il marchio CHANEL viene citato nelle canzoni Fashionista di Jimmy James, Labels or love di Fergie e Fifty sixty di Alizée. Nell'episodio Scene di lotta di classe a Springfield della serie animata I Simpson, Marge Simpson indossa un vestito CHANEL. Nella serie televisiva The Hills Spencer Pratt regala una borsetta CHANEL ad Heidi Montag. Nel film Sex and the City del 2008, Samantha Jones (Kim Cattrall) sfoggia una borsa CHANEL. Nella serie televisiva Lipstick Jungle Victory Ford (Lindsay Price) riceve in regalo una borsa che fu usata da Coco CHANEL. Nel film Il diavolo veste Prada del 2006, Nigel (Stanley Tucci), direttore artistico della rivista Runway, nel tentativo di migliorare il look di Andrea Sachs (Anne Hathaway), le dice di avere "un disperato bisogno di CHANEL". Nel film Beverly Hills Chihuahua del 2008, la cagnetta Chloe rivela di utilizzare CHANEL No. 5. Nel film Agente Smart - Casino totale del 2008, l'agente 99 (Anne Hathaway) utilizza borsa ed occhiali CHANEL. 8

9 Brand Identity Prism Phisycal Total look woman. I prodotti hanno strategie di posizionamento, prezzo, distribuzione e comunicazione differenti e comprendono il settore moda e accessori, cosmetica, profumi, orologeria e gioielleria. Personality La maggior parte delle consumers di CHANEL sono donne istintive, coraggiose, creative, perfezioniste ma anche sobrie. CHANEL è classe ed eleganza e se fosse una persona si potrebbe perfettamente identificare nella figura della sua fondatrice, Coco Chanel, una donna forte, coraggiosa, determinata, intraprendente, emancipata e libera, ma anche raffinata, elegante e semplice. Relationship CHANEL si rivolge ad un elite e tende a creare con i propri clienti un rapporto in cui li coccola e li soddisfa pienamente. Infatti, i consumers si sentono soddisfatti, percepiscono che il brand li fa sentire meglio, lo ritengono allettante, convincente ma soprattutto gratificante. Culture Il brand è conosciuto soprattutto per il fatto che riesce a coniugare raffinatezza, innovazione e semplicità. Queste caratteristiche arrivano al consumer grazie alla comunicazione (tramite testimonial che incarnano lo stesso sistema valoriale di CHANEL e a pubblicità col medesimo mood), ai prodotti (classici, di qualità e dalle forme pulite), ai punti vendita (sofisticati e con personale altamente disponibile e competente) e alle strategie di prezzo applicate (coerenti con il brand di lusso per quanto riguarda moda e accessori, orologeria e gioielleria, ma anche più accessibili per quanto riguarda cosmetica e fragranze). 9

10 Reflected La consumatrice CHANEL quando utilizza o indossa uno dei prodotti del brand si sente una donna al passo coi tempi ed elegante. La parte delle consumers che appartiene all Elite Femminile tramite il prodotto CHANEL conferma il suo status riaffermando se stessa. Al contrario, la parte delle consumers che aspira ad arrivare a far parte dell Elite Femminile è come se entrasse per qualche istante a far parte di quel mondo. Mentalisation I consumers di CHANEL sono per la maggior parte donne giovani e adulte (25-54 anni) con titolo di studio, reddito e status elevati. Sono donne con un attitudine all intraprendenza e uno spiccato senso alla realizzazione personale, sia professionale che culturale. In genere acquistano nei negozi migliori, dove il personale è disponibile. 10

11 CHANEL marketing mix Il total look woman è affrontato da CHANEL attraverso strategie di marketing sensibilmente diverse. I settori merceologici ai quali è interessata sono: Moda (Haute Couture & Prêt-à-porter) ----> Lusso inaccessibile Accessori ----> Lusso Orologeria Alta Gioielleria Profumeria ----> Lusso accessibile Cosmesi Il vertice della piramide è rappresentato da pezzi unici, realizzati artigianalmente e proposti con una strategia di marketing basata sull inaccessibilità, quindi su prezzi alla portata di pochi. Il lusso invece è rappresentato dal mercato più ampio di prodotti realizzati in serie, anche se spesso in edizioni limitate, caratterizzati da una forte impronta della personalità del designer e della reputazione del marchio e venduti utilizzando una strategia distributiva basata sulla selezione di un numero limitato di punti vendita. Alla base della piramide sta infine il lusso accessibile, prodotti che mantengono un forte contenuto moda e un elevata qualità, per i quali una leva competitiva importante è rappresentata dalla comunicazione e che sono proposti sul mercato a un livello di prezzo appunto accessibile a un vasto numero di consumatori. Nella prospettiva di marketing di CHANEL quando si parla di prodotto si includono sia beni tangibili sia servizi, esperienze, idee e informazioni, quindi tutto quanto contribuisce a generare il valore percepito dal cliente. E possibile distinguere concettualmente tre dimensioni del sistema di offerta che concorrono a generare tale valore: una dimensione funzionale legata alle prestazioni offerte (coprirsi, profumarsi, sapere l ora, riparare gli occhi dal sole, ecc.), una dimensione semiotica che riguarda il ruolo del prodotto come strumento di comunicazione verso gli altri e di relazione sociale (desiderio di dare un immagine di sè di persona elegante e raffinata), e una dimensione psicologica che attiene alla sfera affettiva ed emozionale e quindi al potere 11

12 evocativo che il bene esercita sugli individui (desiderio di gratificarsi con prodotti che si sentono coerenti con il proprio modo di vivere e con i propri valori). CHANEL utilizza il settore moda, in particolare quello dell Haute Couture, per creare aspirazione e desiderio verso il marchio, mentre utilizza prodotti come cosmesi, profumeria e occhiali per incrementare il suo giro d affari. CHANEL per ogni categoria merceologica applica la strategia valoriale more for more : prodotti di alta qualità, fissando il prezzo a livelli elevati, in modo da recuperare i maggiori costi richiesti dalla produzione. Per portare all acquisto CHANEL giustifica i suoi prezzi con una superiorità del prodotto sul piano tecnico ed estetico, oltre che con la capacità del bene di entrare in sintonia con il consumatore sul piano emotivo. Un prodotto di lusso come CHANEL è inevitabile che persegua questa strada, l unica utile a sottolineare qualità, accuratezza nella produzione, durabilità, stile, affidabilità e raffinatezza. I prodotti CHANEL non hanno solo caratteristiche di alto livello ma conferiscono prestigio ai suoi utilizzatori, divengono emblemi di stili di vita e di status elevati ed esclusivi. Infatti, fino a non molto tempo fa, quando si parlava di moda, si faceva riferimento sostanzialmente al sistema costituito dalle aziende del tessile e dell abbigliamento. CHANEL invece, non vende semplicemente oggetti per coprirsi, ma cerca di proporre ai clienti uno stile di vita (lifestyle), un modo di essere. Questo stile di vita si esprime attraverso capi di abbigliamento, accessori, ecc, ma anche attraverso altri prodotti e servizi; CHANEL quindi nel corso degli anni ha ampliato il suo raggio d azione, comprendendo nella sua offerta l insieme dei beni e servizi coerenti con lo stile di vita proposto. Il punto debole di questa strategia può essere la facilità di imitazione dei prodotti: garantire la stessa qualità di CHANEL applicando un mark-up minore potrebbe essere estremamente dannoso. A breve sarà online il primo web-store CHANEL: sarà possibile acquistare dal prêt-à-porter alla cosmesi. 12

13 Nonostante il mercato in contrazione, da inizio anno CHANEL continua ogni mese a guadagnare quote di mercato rafforzando il proprio posizionamento in Italia. E fiduciosa anche per il prossimo futuro in quanto avrà un piano di lanci molto ricco accompagnato da importanti investimenti. Per essere definita Haute Couture, una casa di moda deve appartenere al Sindacato dell'haute Couture di Parigi, che è regolato dal Ministero dell'industria francese. L Haute Couture di CHANEL è presente solamente nella sede francese della Maison, a Parigi. Questo per aumentarne l esclusività e il prestigio. Questo sindacato ha 18 membri, tra cui Coco CHANEL, Christian Dior, Pierre Cardin, Valentino, Giorgio Armani, Givenchy. Questi devono avere 15 o più collaboratori e presentare le collezioni due volte all'anno. Ogni presentazioni deve avere almeno 35 uscite tra abiti da giorno e da sera. 13

14 Haute Couture Primavera-estate Decorazioni in alluminio e luci colorate annunciano il tono Neo barocco della collezione haute couture CHANEL primavera estate Seduti in profondi divani, tappezzati di tessuto argentato, vi sono gli affezionati ammiratori di CHANEL, fra cui l ambasciatrice Anna Mouglalis; le attrici francesi Amira Casar, Charlotte Gainsbourg, Clémence Poésy e Elisa Sednaoui; la presentatrice televisiva Alexa Chung; l attrice ucraina Olga Kurylenko; la top model Claudia Schiffer; il rapper e produttore Kanye West; e l artista contemporaneo cinese Yi Zhou. Colori pastello e argento sono stati una sorta di flash che ho avuto una mattina, che successivamente ho portato nella realtà nelle decorazioni e nella collezione, spiega Karl Lagerfeld. Per questo motivo, per la Primavera Estate 2010, siamo accolti da un festival di look in colori soft che i designer hanno fatto uscire uno per volta, con una notevole assenza di nero. Colori acquerello quali gialli, rosa, grigi e verdi pistacchio dominano, ma entrano in contrasto con toni acidi. Per di più, tocchi argentati si snodano dentro e fuori, nelle rifiniture, nei bottoni scolpiti, nei ricami che sembrano fatti di mercurio, nei guanti a mezze dita di pelle e nelle camelie in peltro martellato. L argento ritorna ancora sugli stivali corti con tacchi scolpiti e nelle mèches delle modelle che portano i capelli a forma di cuore. Karl Lagerfeld reinventa i vestiti in tweed in modo autoritario. La loro silhouette è di nuovo resa con maniche strette e retro leggermente arrotondati. Le giacche e i piccoli cappotti con cuciture invisibili nascondono delicatamente vestiti con frange in tweed e shorts a vita alta che secondo il designer, sono per un comfort moderno e per niente borghesi. 14

15 I vestiti giocano con l asimmetria, la luce e la sensualità. Senza spalline, con maniche, con colletto o con le spalline larghe, sono tutti decorati con perle, cristalli o raso di un argento brillante. I vestiti lunghi fino alle caviglie vengono accentuati grazie a collane lunghe con cristalli che accarezzano il corpo dal collo fino alla parte alta della schiena. Con la collezione Neo barocca, Karl Lagerfeld e gli straordinariamente talentuosi atelier di Métiers d Art e CHANEL, che hanno speso più di 1300 ore per creare alcuni di questi vestiti, portano energia e modernità e provano che niente è troppo bello o troppo raro per l Haute couture di Rue Cambon. Prodotto CHANEL nella sua più alta espressione. Il brand nasce in questo modo dalla mente di Coco CHANEL e continua a dettare legge per quanto riguarda classe, raffinatezza ed eleganza. Creato appositamente per il cliente, ogni capo richiede almeno 3 prove. La qualità oggettiva dei capi è decisamente alta, vengono realizzati artigianalmente e la realizzazione è estremamente complessa e delicata. Questa qualità subisce un ulteriore impennata grazie alla manipolazione della qualità percepità attraverso tutto il sistema legato al prodotto. La qualità progettata risulta quindi indubbiamente alta. L Haute Couture diventa anche uno sfoggio della creatività e della bravura tecnica del brand. Prezzo Si parla di Haute Couture o alta moda in riferimento a prodotti che hanno un prezzo fino a 10 volte superiore rispetto al prezzo medio di mercato, con un elevatissimo contenuto di moda, confezionati su misura in modo artigianale per un ristretto numero di clienti privilegiati. 15

16 CHANEL punta decisamente sul prezzo percepito che si basa sul valore che riesce a comunicare attraverso le sfilate. I prezzi sono estremamente alti, sproporzionati rispetto al costo della produzione, il mark-up applicato è elevatissimo: si parte dai fino a superare gli Questa strategia non è assolutamente autodistruttiva: si potrebbe ipotizzare che un business del genere sia estremamente labile ma non è così, CHANEL la utilizza per rafforzare la propria brand identity, per creare awareness e creare aspirazione. Oltretutto CHANEL può contare su circa 150 regolari clienti per quanto riguarda l Haute Couture. Promozione La comunicazione dell Haute Couture è indubbiamente legata alle sfilate e al lavoro incessante compiuto dall ufficio stampa della Maison per far apparire su riviste di fama mondiale le ultime collezioni con recensioni prestigiose che ne aumentino la valutazione. L Haute Couture, modello aspirazionale, non può assolutamente essere oggetto di promozioni. Alcuni capi vengono prestati a personaggi famosi che li esibiscono a cerimonie importanti; il prestigio che questi abiti donano alla Maison, infatti, permette di incrementare le vendite di tutti gli altri prodotti. La percezione del consumatore di un abito dal valore così elevato potrebbe risultare alterata da un uso improprio di promozioni su questo tipo di capi. Distribuzione Trattandosi di capi praticamente artigianali la distribuzione non ha nulla a che vedere con quello che riguarda il Prêt-à-porter. Gli abiti molte volte sono pezzi unici realizzati per il cliente con il quale si instaura un rapporto quasi confidenziale. Gli abiti quindi possono essere acquistati in showroom ma anche durante la sfilata. 16

17 Una struttura apposita successiva all evento avrà lo scopo di perfezionare l acquisto. 17

18 Prêt-à-porter Autunno-inverno (in boutique da settembre 2010) Una luce polare brilla sopra la nuova collezione CHANEL Ready-to-Wear. Per proteggerle dall estremo freddo invernale, le silhouette vengono racchiuse in volumi generosi, rotondi e confortevoli e in una tavolozza di colori che va dal nero, al bianco salmastro al grigio e al marrone caramello, con spruzzi di rosso e blu glaciale. Un mix moderno di maglia, motivi etnici e di diversi tipi di stoffe si trova sotto le giacche e i cappotti lunghi. Fantasy Furs (Pellicce di fantasia), come Karl Lagerfeld ama chiamarle, donano calore al tweed, al tulle e alla lana, mentre effetti scricchiolanti e sciupati, frange di lana e grezzi orli suggeriscono abilmente gli effetti del freddo. Stivali in pelliccia passeggiano in un mondo selvaggio, con tacchi in pelle o ispirati alle stalattiti e coperture rese come se fossero una seconda pelle protettiva in plastica. Il fantastico tema del glaciale si ritrova anche nei vestiti da sera, con cappotti di raso, chiffon con pieghe, pizzi con pom-pom che ricordano le palle di neve e tulle ricamato con camelie in vetro. Tocchi di mohair e lana d angora si alternano a stringhe di perle, reinterpretate come se fossero dei cubi di ghiaccio o palline di neve cristallizzata. Collane e anelli sovradimensionati riflettono le luci nordiche come avviene fra le rotture dei ghiacciai. 18

19 Paris-Shanghai, Métiers d art collection (ora in boutique) Per alcuni anni, CHANEL ha assicurato i destini e la conservazione delle abilità delle Maisons d Art fra cui tra le altre la maison delle piume Lemarié, dei ricami Lesage, delle scarpe Massaro e dei copricapo Michel. Karl Lagerfeld dedica una collezione all anno a queste maisons, presentata esclusivamente in una città che è parte o è destinata a lasciare il segno sulla storia di CHANEL. A Shanghai, il 3 dicembre 2009, svelò l ottava edizione di questa collezione, chiamata Paris-Shanghai. In un set composto da un lungo barcone sul fiume Huangpu confinante con Bund, più di 30 modelle arrivarono dai quattro angoli del globo per portare il disegno di vita di Karl Lagerfeld. Con i grattacieli di Pudong come sfondo, Lagerfeld presentò la sua visione contemporanea ed ispirata. Una per una, le sue creazioni appaiono, influenzate dalla Terracotta Army, le eroine del cinema Hollywoodiano e cinese, lo chic glitterato degli anni 30 e l opulenza della corte imperiale. Le maniche strette suggeriscono la forma della pagoda; la vita è piccola e leggermente strutturata; le balze dei vestiti sono costruite in strati. Neri, rossi, color cachi e blu mezzanotte, i vestiti con i colletti alti, i cappotti riccamente ricamati e tagliati, vestiti in maglia con motivi in rilievo, tuniche e toghe di lustrini sono caratterizzati da spalle larghe e strutturate e corpi stretti. Come sempre, gli accessori erano affascinanti elementi della collezione. Orecchini lunghi e larghi cappelli appuntiti incorniciavano la faccia. Collane, spille e braccialetti da polso facevano parte di un tesoro nascosto di perle, monete e pietre preziose. Stivali che arrivano fino alle cosce con suole in sughero, ma anche sandali ingioiellati con tacchi scolpiti. 19

20 Borse ricamate o con lustrini, sia in raso che in pelle d agnello, venivano reinterpretate in una moltitudine di colori. Una fusione di Oriente e Occidente, la collezione Paris-Shanghai è dove Karl Lagerfeld porta in vita il viaggio esotico da sogno di Coco CHANEL. Prodotto Essendo il prodotto più vicino all Haute Couture è quello che beneficia di più del suo influsso positivo. Uno dei successi del Prêt-à-porter CHANEL è indubbiamente il tailleur: 90 di sopravvivenza nel mercato riuscendo a rimanere concettualmente inalterato. Opera classica, simbolo di un eleganza alla francese, il tailleur CHANEL si decifra seconda una carta di lettura precisa: linee nette, forma chiusa articolata precisamente dove la silhouette ha bisogno di agiatezza e comodità, seguendo precisamente le volontà di Coco CHANEL. Il packaging è molto ben rifinito ed è adornato dalla storica camelia, fiore preferito della fondatrice. Prezzo Il prodotto Prêt-à-porter presenta un prezzo da tre a cinque volte la media di mercato e si presenta come una creazione di uno stilista e con un forte contenuto di creatività. I prezzi hanno un range che parte da poche centinaia di euro per arrivare a toccare i per le creazioni più elaborate. Il Prêt-à-porter CHANEL non è venduto in rete, strategia che permette di non creare confusione di percezione del valore dei prodotti e di aumentare l esclusività del prodotto: il cliente se vuole il prodotto deve cercare e raggiungere il punto vendita. 20

21 Promozione Il Prêt-à-porter utilizza il canale della stampa e delle affissioni per la propria comunicazione. Non c è una prevalenza di riviste di moda per quanto riguarda la stampa, infatti CHANEL decide di comunicare anche su quotidiani e periodici che non hanno nulla a che vedere con il mondo del fashion. Il product placement è un altra tecnica ampiamente utilizzata da CHANEL per creare notorietà verso i suoi prodotti (film come Il diavolo veste Prada sono perfetti per inserire prodotti in un ambiente che sia coerente con il brand). Anche in film pubblicitari sono presenti capi della Maison: CHANEL crea una sorta di product placement interno, questi film sono esplicitamente finalizzati alla comunicazioni di cosmetici e profumi ma viene colta l occasione per pubblicizzare anche le collezioni. Per quanto riguarda la scontistica CHANEL effettua promozioni unicamente nelle sue boutique seguendo queste regole: nel periodo di saldi la collezione passata subisce uno sconto fisso del 30%, la collezione ancora precedente invece viene scontata del 50%. I capi invenduti vengono re-inviati alla casa madre al termine dei saldi. Distribuzione La gran parte della distribuzione è affidata a boutique monomarca. In questo modo si è sicuri di poter creare un punto vendita coerente con il brand. Personale altamente qualificato metterà a proprio agio i clienti con un servizio superiore, esporrà le caratteristiche e il processo di produzione dei prodotti scelti. Il punto vendita contribuisce chiaramente alla comunicazione del brand. 21

22 Accessori Prodotto Gli accessori CHANEL sono quelli con cui il brand sviluppa il maggior fatturato insieme a cosmetici e profumi. A questo proposito un costante circolo di accessori CHANEL nel mercato (bags, sunglasses, ecc.) non può permettere che la valutazione di CHANEL cali solo per il fatto che non si tratti del settore merceologico più in vista. Vengono infatti realizzati con la stessa cura e la maniacalità per il dettaglio di tutta la linea Prêt-à-porter. Pelle di altissima qualità, inclusioni nella resina, fibra di vetro inglobata dalla madreperla, svarowski, metalli preziosi, cura per il dettaglio e rifinitura a mano sono le prerogative degli accessori CHANEL. Una grande ricerca sui materiali e sui colori è stata fatta quest anno sulle bags, colori sgargianti uniti a materiali innovativi e piacevoli al tatto. Per l ottica CHANEL, come molti altri brand, si affida a Luxottica. L'accordo di licenza con la Maison CHANEL è stato siglato nel 1999 e Luxottica Group è stata la prima azienda licenziataria per gli occhiali di questo importante marchio del lusso. Le collezioni di occhiali CHANEL riflettono i valori essenziali del marchio, che si declina in uno stile unico e in un design creativo nelle forme, nei materiali e nei colori. Gli occhiali CHANEL si rivolgono ad una clientela sofisticata, alla moda, elegante, raffinata e attenta alla cura dei minimi dettagli. In generale gli accessori sono strettamente legati allo stile della collezione alla quale appartengono il che influenza gli acquisti e la loro percezione. Se si produce al meglio, allora è praticamente impossibile che il cliente non lo riconosca e che preferisca i concorrenti. La comunicazione, la pubblicità, 22

La Grande Mappa di Sinottica e i Nuovi Stili di Vita. Grande Mappa e Nuovi Stili di Vita

La Grande Mappa di Sinottica e i Nuovi Stili di Vita. Grande Mappa e Nuovi Stili di Vita SINOTTICA-E U R I S K O La Grande Mappa di Sinottica e i Nuovi Stili di Vita 1 Sinottica-Eurisko 2004 Premessa Nel presente documento Eurisko propone una nuova segmentazione della popolazione italiana

Dettagli

Gioielli per ogni occasione

Gioielli per ogni occasione GUIDA REGALO Gioielli per ogni occasione I gioielli di una donna sono generalmente gli oggetti di maggior valore economico che possiede e spesso anche i più cari dal punto di vista affettivo. Oggi sul

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Virginia Hill. Copertina rivista Sovrana, 1927 Italia (da:

Virginia Hill. Copertina rivista Sovrana, 1927 Italia (da: Piante e fiori nella moda italiana, dagli anni Venti agli anni Ottanta Virginia Hill Il tema piante e fiori nella moda, per molti, potrebbe sembrare scontato. Spesso è stata fatta un associazione che vede

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA.

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT ALPHA ORIENT Il colore è ovunque, basta saperlo cercare. Finitura altamente decorativa

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 -

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 - COMUNICATO STAMPA PRESENTAZIONE DI UN ECCEZIONALE INSIEME DI CREAZIONI DI JEAN PROUVÉ E DI UNA SELEZIONE DI GIOIELLI E OROLOGI DA COLLEZIONE CHE SARANNO PROPOSTI NELLE PROSSIME ASTE. - GIOVEDÌ 9 APRILE

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

pasquale natuzzi Presidente e stilista Gruppo Natuzzi

pasquale natuzzi Presidente e stilista Gruppo Natuzzi DOLCE FAR NIENTE IN NATUZZI SOGNIAMO UN MONDO PIÙ CONFORTEVOLE. CHIAMATELA PASSIONE, MA È IL NOSTRO IMPEGNO PER DONARVI BENESSERE. PER NOI, UNA POLTRONA NON È UN SEMPLICE OGGETTO, ESSA HA UNA PRESENZA

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Spread. C è anche quello dei prezzi. Inchiesta

Spread. C è anche quello dei prezzi. Inchiesta Spread C è anche quello dei prezzi LA NOSTRA INCHIESTA Le grandi catene internazionali, da Zara a McDonald s, praticano prezzi diversi in Europa. I consumatori italiani tra i più penalizzati. Le grandi

Dettagli

Riapre a Milano, nella sua storica sede di via Verdi al civico 5, lo showroom Surcanapé.

Riapre a Milano, nella sua storica sede di via Verdi al civico 5, lo showroom Surcanapé. Riapre a Milano, nella sua storica sede di via Verdi al civico 5, lo showroom Surcanapé. Situato nel cuore della capitale italiana della moda e del design, lo showroom si affaccia sulla strada con due

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

by marktgerecht.jm.ohg strategische markenführung www.marktgerecht.com ADIOS VENTILOS! Perché si sono estinte le valvole. www.schiel.

by marktgerecht.jm.ohg strategische markenführung www.marktgerecht.com ADIOS VENTILOS! Perché si sono estinte le valvole. www.schiel. www.schiel.biz by marktgerecht.jm.ohg strategische markenführung www.marktgerecht.com ADIOS VENTILOS! Perché si sono estinte le valvole. Adios Ventilos! o Perché si sono estinte le valvole. Editore: Schiel

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Esperienze di successo per un vantaggio competitivo 27 ottobre 2011 Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Raffaella Graziosi Project & Portfolio Manager ACRAF SpA Gruppo Angelini

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Dove: Principioattivo Via Melzo 34, 20129 Milano Giorni/Orari apertura: 14/19

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

L ATTIVITA DI RETAIL NEL SETTORE MODA: CASO GUCCI

L ATTIVITA DI RETAIL NEL SETTORE MODA: CASO GUCCI LUISS GUIDO CARLI di ROMA LIBERA UNIVERSITA INTERNAZIONALE DEGLI STUDI SOCIALI FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA: MARKETING L ATTIVITA DI RETAIL NEL SETTORE MODA: CASO GUCCI RELATORE: PROF. MATTEO GIULIANO

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli www.metrawindows.it PERSIANA SCORREVOLE Sistemi oscuranti METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

OGNI CASA NATURALMENTE SPECIALE

OGNI CASA NATURALMENTE SPECIALE OGNI CASA NATURALMENTE SPECIALE HAND MADE GIANNINI GRANITI SA, Via Cantonale 219, CH-6527 Lodrino Tel. +41(0)91 863 22 86, info@giannini-graniti.ch La ditta si propone con un prodotto unico ed esclusivo

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

L altra metà del cielo. l evoluzione della donna

L altra metà del cielo. l evoluzione della donna L altra metà del cielo l evoluzione della donna l evoluzione della donna nel tempo e nello spazio, a partire dagli anni del primo dopoguerra fino agli anni 2000. La donna è stata e continuerà ad essere

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO LA PRODUTTIVITÀ HA UN NUOVO LOGO ED UNA NUOVA IMMAGINE resentiamo il nuovo logo e il nuovo pay off aziendali in un momento P storico della realtà Laverda, contraddistinto

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Applicazione del gel. Con lo spazzolino per unghie rimuovere dall unghia e dalla pelle circostante la polvere di limatura.

Applicazione del gel. Con lo spazzolino per unghie rimuovere dall unghia e dalla pelle circostante la polvere di limatura. Nelle figure seguenti illustriamo la tecnica di applicazione dei nostri gel con l'uso della tip. Da questa dimostrazione si può apprezzare come il Gel System sia semplice e veloce da usare, in quanto non

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap.12 Le relazioni pubbliche Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Capitolo 12 Le relazioni pubbliche Le relazioni pubbliche (PR) Insieme di attività

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

IL CONCETTO DI PRODOTTO

IL CONCETTO DI PRODOTTO Definizione IL CONCETTO DI PRODOTTO Un prodotto è tutto ciò che può essere offerto a un mercato a fini di attenzione, acquisizione, uso e consumo, in grado di soddisfare un desiderio o un bisogno. Esso

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION I. SCOPO POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION La corruzione è proibita dalle leggi di quasi tutte le giurisdizioni al mondo. Danaher Corporation ( Danaher ) si impegna a rispettare le leggi

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

OGGETTI VINTAGE E DA COLLEZIONE - LIBRI AUTOGRAFATI ASTA DEL 21 APRILE 2015

OGGETTI VINTAGE E DA COLLEZIONE - LIBRI AUTOGRAFATI ASTA DEL 21 APRILE 2015 OGGETTI VINTAGE E DA COLLEZIONE - LIBRI AUTOGRAFATI ASTA DEL 21 APRILE 2015 NUMERO LOTTO N 1 DESCRIZIONE E Frullatore da cucina Quick Batter Omre di Monza Prodotto tra gli anni '60 e '70. Spina originale.

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

TECNICHE. H. Sei Cappelli per Pensare. 1. Che cos è la tecnica dei sei cappelli per pensare?

TECNICHE. H. Sei Cappelli per Pensare. 1. Che cos è la tecnica dei sei cappelli per pensare? TECNICHE H. Sei Cappelli per Pensare 1. Che cos è la tecnica dei sei cappelli per pensare? Il metodo dei sei cappelli per pensare è stato inventato da Edward de Bono nel 1980. I cappelli rappresentano

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Alimentatore tuttofare da 10 A

Alimentatore tuttofare da 10 A IK0RKS - Francesco Silvi, v. Col di Lana, 88 00043 - Ciampino (RM) E_Mail : francescosilvi@libero.it Alimentatore tuttofare da 10 A E questa la costruzione di un alimentatore portatile che accompagna i

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli