SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso"

Transcript

1 SOFTWARE GESTIONALE Manuale d uso Le informazioni riportate su questo documento potrebbero risultare, al momento della lettura, obsolete o poco attinenti alla versione in uso. Consigliamo la consultazione dell area supporto on-line per verificare la disponibilità di documenti aggiornati. Documento aggiornato al 15/03/2011

2 Sommario degli argomenti Agenti... 3 Anagrafica Agente... 3 Dati aggiuntivi agente 4 Configurazione delle regole di calcolo... 5 Struttura di una regola di calcolo delle provvigioni 6 Definizione delle condizioni di calcolo delle provvigioni 6 Esempi di regole per il,calcolo delle provvigioni 9 Movimenti e calcolo provvigioni Creazione e/o Modifica di un movimento 14 Generazione movimenti di provvigione 14 Gestione agenti e subagenti Provvigioni calcolate e maturate 16 Provvigioni liquidabili 16 Visualizzare il Saldo delle provvigioni 17 Estratto conto Provvigioni maturate/da maturare 17 Intrastat Anagrafica azienda Articoli 18 Elenchi Intrastat Ricalcola il valore statistico e fiscale 21 La creazione dei documenti intrastat da prima nota Causali contabili 22 Collegamento da Prima Nota Contabile 22 La creazione dei documenti intrastat da documenti Modelli e supporto magnetico di 27

3 Agenti Le operazioni di vendita possono essere effettuate direttamente dall azienda, mediante personale alle sue dirette dipendenze, oppure tramite ausiliari commerciali che operano senza vincoli di dipendenza e di subordinazione. Gli ausiliari commerciali possono assumere figure giuridiche diverse agendo in maniera differente a seconda della categoria alla quale appartengono. Una delle categorie più importanti è quella dell Agente. Il contratto che lega l Agente con l azienda per la quale agisce è detto contratto di agenzia che, secondo l art del C.C.: è il contratto attraverso il quale una parte assume stabilmente l incarico di promuovere, per conto dell altra, verso retribuzione, la conclusione di contratti in una zona determinata. La legge definisce agente di commercio chiunque (persona o società) venga stabilmente incaricato da una o più imprese di promuovere la conclusione di contratti in una o più zone determinate. Il rappresentante di commercio, invece, è colui che viene stabilmente incaricato da una o più imprese di concludere contratti in una o più zone determinate. La differenza tra le due figure, pertanto, sta nel potere, o meno, di concludere i contratti con i clienti, impegnando direttamente l azienda preponente. L attività degli agenti viene retribuita con delle provvigioni calcolate in percentuale o in misura fissa sui soli affari andati a buon fine che sono stati portati a termine nella zona ad essi affidata. Nello svolgimento della sua attività l agente, infine, può avvalersi della collaborazione di altre persone che assumono la veste di sub agenti. In tal caso all agente spetterà una percentuale sulle provvigioni spettanti ai suoi sub-agenti. Anagrafica Agente La prima operazione da compiere per gestire gli agenti e le provvigioni è la creazione delle anagrafiche agenti. Dalla gestione Anagrafiche basta cliccare su Nuovo barrare il check Tipo anagrafica Agente e confermare. Si apre una finestra formata da 6 schede in cui è possibile inserire: i dati anagrafici dell agente; i dati del codice ENASARCO, la categoria agente e la Tipologia agente; l agente di riferimento se si tratta di un sub agente; i dati del contratto. 3 di 27

4 Dati aggiuntivi agente Dal menu Strumenti è possibile richiamare i dati aggiuntivi che permettono di associare l agente ad alcune informazioni necessarie per il calcolo delle provvigioni. L agente, infatti, può essere associato a : una o più zone e per ognuna di queste è possibile indicare se è mono o plurimandatario; una o più regole di calcolo delle provvigioni indicando quella predefinità; uno o più clienti, indicando per ciascuno l importo o la percentuale di provvigione e la data di validità della stessa. Questa informazione viene memorizzata anche sui dati aggiuntivi dell anagrafica di ciascun cliente indicato; uno o più articoli indicando per ciascuno la percentuale di provvigione e la data di validità. Anche questa informazione viene riportata sull anagrafica dell articolo in questione. Questo permette di impostare le regole di calcolo delle provvigioni in modo tale che la percentuale o l importo della provvigione da calcolare venga ripreso dalla scheda del cliente o dell articolo. Ad esempio all agente Gialli Ermellino è associata; - la regola di calcolo Provvigione su scheda cliente; - il cliente Elettronic center; - la provvigione del 3% fino al 31/12/2008. In fase di fatturazione indicato il cliente Elettronic center, verrà riportato in automatico l agente Gialli, la regola Provvigione su scheda cliente e verrà applicata la percentuale del 3% sul valore indicato nella regola. 4 di 27

5 Configurazione delle regole di calcolo L attività degli agenti e dei rappresentanti di commercio viene retribuita con le provvigioni calcolate in percentuale o in misura fissa sugli Affari andati a buon fine nella zona ad essi affidata. L agente o il rappresentante hanno diritto alla provvigione per tutte le vendite effettuate nella zona geografica a loro riservata, anche se sono state compiute senza il loro intervento. Questo diritto deriva dal fatto che l impresa deve rispettare l esclusiva dei propri agenti non nominando altri ausiliari nella stessa zona e non agendovi direttamente. La misura della provvigione e il modo di calcolarla possono essere liberamente pattuiti, e si possono anche stabilire misure diverse per diversi prodotti o categorie di prodotti. I procedimenti più applicati si possono ricondurre alle seguenti formule: Percentuale costante: viene stabilita una percentuale costante sulle vendite, qualunque sia l ammontare annuo delle stesse. Percentuale crescente: viene stabilita una percentuale crescente sulle vendite, con determinati scatti quando gli affari superano certi limiti. Percentuale costante e premio: vengono stabiliti una percentuale costante sulle vendite, qualunque sia l ammontare delle stesse, e un premio crescente sui quantitativi venduti. Sovrapprezzo: viene stabilita a favore dell agente una percentuale a titolo di sovrapprezzo, ossia della differenza tra il prezzo di vendita e il prezzo minimo di listino. Misura fissa: viene stabilita una cifra fissa per ogni contratto concluso. Per agevolare l azienda nello svolgimento del rapporto di agenzia, viene messo a disposizione una serie di funzioni che le consentono di gestire i diversi aspetti legati al rapporto stesso. L obiettivo che si vuole raggiungere con quest applicazione, quindi, è quello di ottenere una gestione delle provvigioni flessibile che si adatti alla maggior parte delle casistiche richieste. L azienda può differenziare il calcolo delle provvigioni a seconda delle proprie esigenze. E possibile, infatti, indicare un certo numero di condizioni discriminando per: categoria merceologica; categoria cliente; categoria provvigione; singolo cliente; singolo articolo; zona di competenza; tipo ordine; listino. Questa condizioni sono dette condizioni unitarie. Al verificarsi di queste condizioni sono collegate un certo numero di formule o espressioni che definiscono la percentuale o l importo fisso della provvigione, la base di calcolo, il tipo di liquidazione da applicare. E possibile, poi, associare tali regole di calcolo agli agenti inseriti in anagrafica, ed indicare, per ogni riga di dettaglio dei documenti di vendita, un agente e una regola di calcolo diversa. All avvio dell applicazione appare una finestra contenente due sezioni: Elenco Regole Elenco Struttura regola Posizionando il cursore sulla linea di delimitazione verticale delle sezioni e trascinando il mouse da una parte all altra sarà possibile modificare le dimensioni delle sezioni allargandole o restringendole. Cliccando sui rispettivi pulsanti della barra dei menù o degli strumenti, è possibile richiamare tutte le varie funzionalità legate alle regole di calcolo delle provvigioni, che saranno di seguito elencate. 5 di 27

6 Struttura di una regola di calcolo delle provvigioni Ogni regola è costituita da una o più condizioni principali legate l una all altra in modo che il verificarsi dell una escluda l applicabilità dell altra. Ognuna di esse può essere costituita da una o più condizioni unitarie, ossia è possibile prevedere un calcolo delle provvigioni che tenga conto di uno o più dei seguenti elementi: Categoria merceologica Singolo articolo Categoria cliente Singolo cliente Zona Listino Tipo ordine Categoria di provvigione Ad ogni condizione unitaria impostata sono collegate delle formule di calcolo o espressioni. Il calcolo delle provvigioni può essere effettuato al momento dell emissione della fattura di vendita. o in un momento successivo. Questa opzione va impostata in anagrafica azienda sui Parametri gestione agenti barrando o meno la casella Genera automaticamente i movimenti di provvigione dai documenti Per ogni riga di dettaglio della fattura può essere indicato un agente e una formula diversa. Il programma, al salvataggio del documento, verifica che per ogni riga di dettaglio siano soddisfatte le regole di calcolo impostate; quindi calcola la provvigione. In particolare valuta la validità della condizione principale e di quelle unitarie. Se queste risultano soddisfatte, vengono valutate le espressioni ad esse associate, ed applicate quelle che risultano vere. Se una delle condizioni principali non si verifica il programma passa a valutare quella successiva, in ordine di inserimento, se ne sono state impostate altre. Lo stesso accade all interno della condizione principale. Infatti, se una delle condizioni unitarie non si verifica il programma valuta la validità di quelle successive, e così via. Se, ad esempio, l azienda decide di attribuire una determinata provvigione agli agenti che operano in una certa zona e una diversa a coloro che operano in un altra, la condizione unitaria sarà rappresentata dalla Zona. Maggiore è il numero di condizioni unitarie che costituiscono quella principale, più difficile sarà il verificarsi di quest ultima e quindi l attribuzione della provvigione prevista nella regola Definizione delle condizioni di calcolo delle provvigioni La definizione delle condizioni di calcolo delle provvigioni può essere schematizzata come segue: selezionare la voce Aggiungi condizione o Aggiungi espressione dal menù Modifica. E possibile ottenere lo stesso risultato selezionando la voce Aggiungi Condizione o Aggiungi Espressione dal menù di scelta rapida visualizzabile cliccando con il tasto destro del mouse sulla sezione Elenco Struttura Regola oppure utilizzando i pulsanti della barra degli strumenti, indicare, nella finestra di dettaglio condizione/espressione che viene visualizzata, le condizioni ed espressioni di calcolo da cui deve essere costituita la regola. La finestra può essere richiamata anche attraverso la voce Proprietà del menù Visualizza o della barra degli strumenti, o la voce Proprietà del menù di scelta rapida visualizzabile cliccando con il tasto destro del mouse sulla sezione Elenco Struttura Regola. La finestra è formata da due schede: Scheda Condizione Scheda Espressione 6 di 27

7 Scheda Condizione Le informazioni visualizzate in questa scheda dipendono dalle impostazioni fatte in sede di definizione dell azienda. In anagrafica azienda, infatti, è possibile specificare, tra i parametri, le condizioni che l azienda intende gestire per il calcolo delle provvigioni. Se ad esempio le provvigioni devono essere calcolate per Categoria merceologica e Tipo ordine, all avvio della funzionalità verranno visualizzate solo queste informazioni che rappresenteranno le condizioni unitarie utilizzabili. Se, invece, sono gestite tutte quelle previste, la finestra avrà il seguente aspetto: Categoria cliente Cliente Categoria provvigione Listino Categoria merceologica Articolo Zona Tipo ordine Calcola solo la prima espressione valida Ad ogni condizione è associato un simbolo selezionabile barrando il corrispondente pulsante di opzione. Ogni pulsante indica se la condizione deve avere valore: uguale a quello indicato nel campo abilitato; diverso da quello indicato nel campo abilitato; compreso tra due valori indicati. Barrando questo pulsante, dove è presente, si abilita anche il secondo campo, in modo da poter indicare l intervallo entro il quale la condizione si deve verificare. Se la condizione è formata da più espressioni e la casella Calcola solo la prima espressione valida è attiva, in fase di calcolo della provvigione il programma applica solo la prima espressione verificata Scheda Espressione In questa scheda è possibile inserire la formula da associare a ciascuna condizione impostata. Si può definire uno scaglione in percentuale o ad importo fisso. Quello ad importo fisso consente di definire l importo massimo entro il quale la provvigione deve essere calcolata ed è riferito a quanto specificato nella sezione Calcola provvigione su. La provvigione può essere calcolata su Valore campo o sulla Differenza. Sul Valore campo vuol dire che viene calcolata su un campo specifico. Sono previsti i seguenti campi: Costo medio Costo ultimo Importo netto sconto di rigo netto iva Prezzo di listino non scontato netto iva Prezzo di listino scontato netto iva Prezzo di vendita non scontato netto iva Prezzo di vendita scontato netto iva Totale merce netto sconti netto iva Sulla differenza vuol dire che la provvigione viene calcolata sulla differenza tra due dei campi sopra elencati. Uno viene indicato su Nome del campo e l altro su Nome del campo da sottrarre. 7 di 27

8 Il valore della provvigione può essere: in percentuale; ad importo fisso; uguale al Valore campo, ossia ad uno dei campi indicati nella sezione calcola provvigione su; uguale alla differenza tra i due campi indicati nella sezione calcola provvigione su; ripreso dalla scheda del cliente. Sull anagrafica del cliente nei dati aggiuntivi è possibile indicare l agente, la regola di calcolo e la percentuale di provvigione da applicare; ripreso dalla scheda articolo. Nella gestione articoli è possibile indicare sui dati aggiuntivi di ogni artioclo informazioni sull agente, la regola, la percentuale di provvigione da applicare; ripreso dal documento di vendita. Su ciascuna riga di dettaglio dell artiocolo è possibile indicare oltre alla regola di calcolo e all agente anche la percentuale o l importo della provvigione. La liquidazione della provvigione può avvenire: sul fatturato; al saldo intero documento; al saldo intera scadenza; a data indicata alla scadenza intero documento alla scadenza singolo effetto Infine, è possibile indicare la provvigione per l agente di riferimento. Questa provvigione può essere definita sull importo del documento o sulla provvigione dell agente in percentuale, oppure ad importo fisso. Modalità di applicazione e modifica della priorità di verifica Le condizioni e le espressioni possono essere associate, rispettivamente, ad una regola o ad una condizione secondo un determinato ordine di priorità di valutazione. Questo è rappresentato graficamente dalla disposizione in cui sono visualizzate nella lista Struttura. Ne consegue che durante il calcolo delle provvigioni, le condizioni vengono valutate una alla volta, a partire da quella con la priorità più alta, ossia la prima della lista. Le provvigioni, quindi, sono calcolate a partire dalle espressioni associate alla prima condizione e il risultato è dato dalla somma algebrica dei totali parziali ottenuti da ogni singola espressione. La priorità può essere variata aggiornando graficamente la lista Struttura, ossia modificando l ordine di visualizzazione delle condizioni. Questa funzione può essere realizzata utilizzando: le voci del menù Strumenti Aumenta priorità e Diminuisci priorità ; le voci Sposta su e Sposta su del menù di scelta rapida che appare cliccando con il tasto destro del mouse sulla descrizione della condizione o dell espressione; i pulsanti della barra degli strumenti. 8 di 27

9 Esempi di regole per il,calcolo delle provvigioni Esempio 1 L azienda Alfa ha stabilito che la provvigione deve essere calcolata come percentuale del 10% sul costo ultimo e liquidata alla scadenza dell intero documento. A questo calcolo devono aggiungersi una provvigione calcolata come percentuale del 2% sul costo medio da liquidare alla scadenza dell intero documento e una provvigione del 3% sul prezzo di vendita al lordo degli sconti da liquidare alla scadenza dell intero documento. In questo esempio è possibile individuare una condizione e tre espressioni. Inoltre il valore della seconda e della terza espressione verranno aggiunte a quello della prima. Condizione. Condizione Nessuna condizione da indicare Espressione1: Provvigione somma Provvigione calcolata come percentuale del 10% sul costo ultimo e liquidata alla scadenza dell intero documento. Espressione 2: Provvigione da aggiungere Provvigione calcolata come percentuale del 2% sul costo medio da liquidare alla scadenza dell intero documento da aggiungere a quella precedente. Provvigione 3 da aggiungere Provvigione del 3% sul prezzo di vendita al lordo degli sconti da liquidare alla scadenza dell intero documento. 9 di 27

10 Esempio 2 Il cliente è E.R. Elettronica S.p.A. e Articolo Televisore Panasonic 32 poll.. La provvigione deve essere pari alla differenza tra prezzo di vendita e costo ultimo dell articolo fino ad uno scaglione di da liquidare al saldo dell intero documento, e pari al 20% sul prezzo di vendita per un importo superiore a da liquidare al saldo dell intero documento. In questo caso, è possibile individuare una condizione (formata da due condizioni unitarie) e due espressioni. Condizione Cliente = E.R. Elettronica S.p.A. Articolo = Televisore Panasonic 32 poll Espressione 1 Provvigione calcolata come differenza tra prezzo di vendita e costo ultimo dell articolo fino a da liquidare al saldo dell intero documento. Espressione 2 Provvigione calcolata come percentuale del 20% sul prezzo di vendita oltre da liquidare al saldo dell intero documento. 10 di 27

11 Esempio 3 Se la provvigione viene calcolata in base alla Categoria Cliente Italia, e l azienda ha stabilito che sia pari al prezzo medio di vendita fino a e sia liquidata a data indicata, si avrà una condizione e un espressione. Condizione Categoria Cliente = Cliente Italia. Espressione 1 Provvigione pari al prezzo di vendita netto sconti netto iva da liquidare a data indicata In questo caso se si verifica la condizione indicata, viene valutata l espressione e se questa è soddisfatta ossia si rientra nello scaglione dei viene applicata la formula di calcolo definita. Se l agente cui è associata una regola di calcolo è un sub agente, sarà necessario indicare, all interno della stessa, la provvigione per l agente di riferimento. Quest ultima può essere calcolata ad esempio come percentuale del 2 % sulla provvigione del sub agente. La provvigione dell agente di riferimento, però, può essere calcolata anche come percentuale sull importo del documento o ad importo fisso. Esempio 4 Se la zona di attività è Sud Italia e gli articoli considerati appartengono alla categoria Prodotti informatici l azienda ha stabilito che la provvigione deve essere calcolata sul prezzo di vendita al netto degli sconti con percentuale uguale al 10% fino a 1.000,00, da liquidare al saldo dell intero documento, e una percentuale del 15% per importi superiori, da liquidare al saldo del singolo effetto, al risultato si deve sommare un importo fisso pari a 100,00 per importi fino a 1.000,00 e 150,00 e per importi superiori. In questo esempio è possibile individuare una condizione (formata da due condizioni unitarie) e quattro espressioni. Condizione Zona = Italia del sud Categoria merceologica = Prodotti infomatici Espressione 1 Provvigione calcolata come percentuale del 10% sul prezzo di vendita al netto degli sconti fino a 1.000,00 da liquidare al saldo totale del documento. 11 di 27

12 Espressione 2 Alla provvigione calcolata con l espressione 1 devono essere aggiunte 100,00 da liquidare al saldo totale del documento. Espressione 3 Provvigione calcolata come percentuale del 15% sul prezzo di vendita al netto degli sconti oltre 1.000,00 da liquidare al saldo del singolo effetto. Espressione 4 Alla provvigione calcolata con l espressione 3 devono essere aggiunte 150,00 da liquidare al saldo del singolo effetto. 12 di 27

13 Movimenti e calcolo provvigioni I documenti di vendita contengono le informazioni necessarie per il calcolo delle provvigioni degli agenti in essi indicati. In ogni riga di dettaglio del documento sono specificati l agente che ha portato a termine la trattativa, la regola di calcolo delle provvigioni da applicare, il tipo di ordine pervenuto. Da queste informazioni è possibile calcolare le provvigioni spettanti a ciascun agente generandone i relativi movimenti. L agente, inoltre, sulle provvigioni maturate, ha diritto ad anticipi, e l azienda può rettificare le provvigioni spettanti in funzione di note di credito o per retribuire dei premi. Queste informazioni possono essere gestite come movimenti di rettifica che influenzano il totale da liquidare ad ogni singolo agente. Da quanto detto consegue che per ogni agente si a- vranno due tipologie di movimenti: di provvigione di rettifica Ogni azienda può decidere, indicandolo tra i parametri dell anagrafica azienda, se: generare movimenti di provvigione e/o di rettifica in automatico alla registrazione dei documenti di vendita; inserirli manualmente attraverso questa gestione; generali avviando la corrispondente applicazione Crea provvigioni. Se si è barrata, in Anagrafica Azienda sotto Strumenti\Parametri Gestione agenti la casella Genera automaticamente i movimenti di provvigione dai documenti, al salva di un qualsiasi documento di vendita vengono generati i movimenti di provvigione e/o di rettifica (nel caso di nota di credito a cliente) e da questa gestione è possibile eliminarli o modificarli. Se non è stata barrata la casella in azienda, è possibile generare i movimenti di provvigione e/o rettifica in un momento successivo tramite l applicazione Generazione movimenti di provvigione o Crea Provvigioni. All avvio, l applicazione si predispone per l inserimento di un movimento di rettifica. Cliccando però sul corrispondente pulsante della barra dei menù o degli strumenti è possibile modificare la visualizzazione della finestra e predisporla per l inserimento di un movimento di provvigione. 13 di 27

14 Creazione e/o Modifica di un movimento Per la creazione di un movimento di provvigione o rettifica manuale, è necessario specificare le informazioni di testata, ossia inserire i dati generali relativi alla descrizione, al segno, alla data del movimento e alla tipologia di documento cui lo stesso deve riferirsi. Successivamente devono essere inserite le informazioni del dettaglio movimento, ossia la data di maturazione e di liquidazione, l importo della provvigione e l agente cui la stessa deve essere liquidata; e infine quelle del dettaglio articoli riguardanti i dati relativi alle righe di dettaglio del documento di vendita a cui il movimento inserito si riferisce. Per la modifica, invece, è necessario selezionare il movimento utilizzando o la modalità elenco, o la funzionalità Trova, richiamabili dalle corrispondenti voci della barra dei menù o dai pulsanti della barra degli strumenti. E possibile, in particolare: Liquidare manualmente i movimenti di provvigione e di rettifica; Inserire, per ogni movimento di rettifica, delle righe riferite ai vari agenti indicati nelle righe di dettaglio del documento di vendita, al fine di gestire acconti premi o altro; Modificare gli importi e le date di maturazione dei movimenti di provvigione; Inserire ed eliminare dei movimenti di rettifica; Annullare l elaborazione dei movimenti di provvigione. Non è possibile, invece, modificare righe di dettaglio liquidate; in particolare: Provvigioni liquidate; Rettifiche pagate. Nel caso sia necessario modificare provvigioni pagate, bisognerà inserire una riga di dettaglio al movimento di rettifica associato al documento; se, invece, si vuole modificare un movimento di rettifica pagato, bisognerà inserire una nuova riga definendone segno e importo Generazione movimenti di provvigione La generazione dei movimenti di provvigione e di rettifica può avvenire in maniera differita selezionando le fatture o le note di credito da cui avviare l elaborazione. Questo è possibile utilizzando l applicazione generazione movimenti di provvigione. All avvio si apre un autocomposizione formata da tre passi che permette la selezione dei documenti specificando il tipo e l intervallo di date di emissione. In base a questi parametri viene proposto l elenco di tutte le fatture o note di credito che appartengono al tipo specificato, la cui data rientra nell intervallo indicato e che non siano già stati associati ad un movimento di provvigione o rettifica. Da quest elenco è possibile selezionare tutti i documenti o solo alcuni. 1 2 Selezionare il tipo di documento e l intervallo della data di emissione. Selezionare i documenti da cui generare i movimenti di provvigione o di rettifica. Indicare all ultimo passo la data di creazione del movimento e confermare quindi la creazione. 14 di 27

15 Gestione agenti e subagenti Quest applicazione permette di visualizzare l elenco degli agenti che operano per l azienda corrente, il legame con i loro eventuali sub agenti, le provvigioni calcolate e maturate, nonché quelle liquidabili. Inoltre, permette di calcolare l estratto conto analitico o sintetico e il saldo delle provvigioni che spettano a ciascun agente. All avvio dell applicazione appare una finestra in cui è visualizzato l Elenco degli Agenti presenti in anagrafica per l azienda corrente. Ogni singolo agente è rappresentato da un icona. Cliccando con il tasto destro del mouse sulla lista degli agenti è possibile visualizzare un menu a tendina contenente due voci: Mostra legame Agenti/Subagenti: permette di vedere i legami tra l agente selezionato e l agente di riferimento. Questa relazione, creata in Anagrafica, può essere richiamata, anche, mediante la corrispondente voce della barra dei menù o il pulsante della barra degli strumenti. Il legame viene rappresentato mediante una struttura ad albero in cui agli agenti vengono associate delle icone che ne indicano lo stato (selezionato o non selezionato) e il tipo (agente di riferimento o no.. Anagrafica Agente: permette di aprire la gestione anagrafica per la modifica dell agente selezionato o l inserimento di altre anagrafiche agente. Selezionato un agente dall elenco degli agenti o dalla struttura agenti/sub agenti, è possibile visualizzare le in- formazioni relative alle provvigioni che gli spettano. L ammontare delle provvigioni calcolate in fase di emissione delle fatture di vendita. Per ogni riga di dettaglio delle fatture, infatti, indicato l agente e la regola di calcolo della provvigione, viene calcolata la provvigione. L ammontare delle provvigioni maturate. ossia le provvigioni che, in base al tipo di liquidazione indicato sulla regola, maturano e possono essere liquidate all agente. L ammontare delle provvigioni liquidabili ossia la somma delle provvigioni maturate che non su- perano un valore massimo da specificare e che l azienda ha deciso di pagare all agente. 15 di 27

16 Provvigioni calcolate e maturate Richiamata la visualizzazione delle Provvigioni calcolate o delle Provvigioni maturate dal menu Visualizza o dal corrispondente pulsante della barra degli strumenti, si aggiunge alle due sezioni della finestra principale un altra area. Indicato l intervallo entro il quale devono essere prese in considerazione le provvigioni ed, e- ventualmente, il documento da cui le stesse sono state originate, basta cliccare su Refresh Dati o sul corrispondente pulsante della barra degli strumenti per visualizzare le informazioni relative all ammontare delle provvigioni calcolate a favore dell agente selezionato, oppure di quelle maturate. Queste informazioni vengono visualizzate all interno di una griglia, in cui sono presenti tutte le informazioni sul tipo di movimento (provvigione o rettifica, ossia proveniente da documento o nota di credito), sui dati del documento, sulla data di maturazione della provvigione, sul totale delle provvigioni e sul totale delle rate cui si riferiscono le provvigioni stesse. Provvigioni liquidabili Nel momento in cui la provvigione matura, ad esempio viene pagata una singola scadenza o l intero documento, in base al tipo liquidazione indicato sulla regola, la provvigione è liquidabile. Richiamata la visualizzazione delle Provvigioni Liquidabili dal menu Visualizza o dal corrispondente pulsante della barra degli strumenti, si pare un altra sezione accanto alla finestra principale. Indicato l intervallo di date entro il quale prendere in considerazione le provvigioni, e l importo massimo da liquidare, basta cliccare sul Refresh dati per ottenere l elenco delle informazioni richieste. La prima colonna visualizzata nella griglia è priva di intestazione ed è utilizzata per selezionare il movimento da liquidare. Di default tutte le righe sono selezionate. Cliccando con il tasto destro del mouse su ciascuna riga appare un menu di scelta rapida che permette di selezionare o deselezionare la riga stessa.nella parte bassa della griglia vengono visualizzati due totali: Totale Movimenti liquidabili: visualizza il totale delle provvigioni maturate e liquidabili in base alle date selezionate e all importo massimo indicato; Totale movimenti selezionati: visualizza il totale delle provvigioni selezionate che può coincidere o meno con il totale movimenti liquidabili. Selezionate le provvigioni è possibile liquidarle utilizzando la voce del menu Strumenti Liquida provvigioni. Questo procedimento pone i movimenti di provvigione come Pagati ma non realizza il passaggio dei pagamenti in contabilità. 16 di 27

17 Calcolo della data di Maturazione Effettiva E possibile avviare questa funzionalità mediante la corrispondente voce della barra dei menù o il pulsante della barra degli strumenti. Consente di ri-calcolare la data di maturazione effettiva dei movimenti di provvigione, non ancora pagati, in relazione al pagamento di una scadenza tra quelle associate. Infatti, se nello scadenzario non è previsto l aggiornamento automatico delle date di maturazione dei movimenti di provvigione, nel caso di variazioni alle scadenze, i dettagli dei movimenti stessi e le relative rate di scadenza non saranno allineati e si dovrà procedere al ricalcolo. Visualizzare il Saldo delle provvigioni Selezionato un agente dall elenco degli agenti o dalla struttura agenti/sub agenti, è possibile visualizzare le informazioni relative ai saldi calcolati Calcola saldi in un intervallo di tempo specificato. Richiamata la visualizzazione dei Saldi utilizzando la corrispondente voce della barra dei menù Strumenti\ Calcola Saldi o il pulsante della barra degli strumenti, si apre un altra area. Indicato l intervallo entro il quale devono essere prese in considerazione le provvigioni, sarà possibile visualizzare le informazioni riguardanti l agente selezionato utilizzando la voce della barra dei menù Refresh Dati o il corrispondente pulsante della barra degli strumenti. Viene visualizzata una griglia contenente per anno e per mese le provvigioni liquidate, da maturare, maturate e sospese dell agente selezionato. Estratto conto Provvigioni maturate/da maturare Selezionato un agente dall elenco degli agenti o dalla struttura agenti/sub agenti, è possibile visualizzare l Estratto conto analitico o sintetico delle provvigioni spettanti all agente. Selezionato un agente basta richiamare la funzionalità Estratto conto dal menu Strumenti, indicare il periodo di riferimento e premere il pulsante Refresh dati. Viene visualizzato l estratto conto sintetico che riporta: le informazioni sui documenti che hanno i movimenti di provvigione o di rettifica; numero, data, tipo e segno del movimento; Importo della provvigione; data maturazione presenta ed effettiva della provvigione. E possibile richiamare l Estratto conto analitico dal menu Visualizza o dalla corrispondente voce della barra degli strumenti, oppure cliccando con il tasto destro del mouse sulla griglia in cui sono visualizzati i movimenti di provvigione. L estratto conto analitico visualizza anche le informazioni relative agli articoli contenuti nei documenti che hanno generato la provvigione o il movimento di rettifica. 17 di 27

18 Intrastat Le operazioni di acquisto e vendite effettuati tra operatori economici comunitari comportano l introduzione dell obbligo di compilazione, da parte dei contribuenti, di appositi elenchi riepilogativi delle cessioni e degli acquisti intracomunitari effettuati. Detti elenchi, noti anche come Elenchi Intrastat, sono stati introdotti per conseguire il duplice scopo di controllare il rispetto della normativa IVA comunitaria e di fornire dati statistici sulla circolazione delle merci tra i paesi membri. La periodicità di invio degli elenchi Intrastat e i relativi termini di presentazione sono variabili; dipendono dal volume delle cessioni e degli acquisti intracomunitari effettuati nel corso dell'anno precedente, in base ai valori esposti nella seguente tabella. Acquisti Ammontare Cessioni Periodicità di presentazione < euro < euro trimestrale oltre euro oltre i euro mensile I soggetti che presentano un elenco riepilogativo con periodicità trimestrale e che, nel corso di un trimestre, superano la soglia di euro presentano l elenco riepilogativo con periodicità mensile a partire dal mese successivo a quello in cui tale soglia è superata. In tal caso, sono presentati gli elenchi riepilogativi, appositamente contrassegnati, per i periodi mensili già trascorsi. Il superamento o meno della soglia di euro deve essere accertato distintamente per l elenco delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese, da un lato, e per l elenco degli acquisti di beni e delle prestazioni di servizi ricevute, dall altro. E, quindi, possibile che il medesimo soggetto sia tenuto, per esempio, ad una periodicità trimestrale per l elenco relativo agli acquisti di beni e servizi ed una periodicità mensile per l elenco relativo alle cessioni di beni e servizi. Inoltre, va tenuto presente che, nel caso di superamento della soglia di euro per una singola categoria di operazioni (cioè solo per le cessioni intracomunitarie di beni ovvero solo per i servizi resi a soggetti passivi comunitari, ovvero solo per gli acquisti intracomunitari di beni o solo per i servizi ricevuti da soggetti passivi intracomunitari), scatta l obbligo di presentazione mensile per l intero elenco di cessioni o di acquisti. Ad esempio, se nel corso di un trimestre un soggetto passivo ha realizzato cessioni intracomunitarie di beni pari a euro e, nel medesimo periodo, ha prestato servizi per euro, sarà tenuto a presentare mensilmente l elenco riepilogativo delle cessioni intracomunitarie di beni e dei servizi intracomunitari resi. Analogamente, se nel corso di un trimestre un soggetto passivo ha realizzato acquisti intracomunitari di beni pari a euro e, nel medesimo periodo, ha ricevuto prestazioni di servizi per euro, sarà tenuto a presentare mensilmente l elenco riepilogativo degli acquisti intracomunitari di beni e dei servizi intracomunitari ricevuti. Dunque, le singole categorie di operazioni relativi ai beni ed ai servizi non si sommano, ma sono considerate singolarmente; tuttavia, il superamento della soglia per una singola categoria comporta l applicazione della periodicità mensile anche per l altra categoria. Ovviamente, come previsto dall articolo 2, comma 4, del decreto, nel caso in cui il soggetto obbligato dovesse superare nel corso del trimestre la soglia di euro, secondo le indicazioni sopra evidenziate, sarà tenuto a presentare gli elenchi con periodicità mensile, a partire dal mese successivo a quello in cui la soglia è stata superata. Anagrafica azienda Per ogni azienda è stata prevista la possibilità di specificare i dati anagrafici del Soggetto delegato e della periodicità di presentazione dei modelli tramite la funzionalità Dati Intrastat attivabile dal menu Strumenti. Articoli Nell anagrafica articoli, nel caso in cui si è in possesso della licenza di utilizzo per la Gestione Intrastat, è possibile attivare tramite il menu Strumenti la voce Dati Intrastat. 18 di 27

19 Se indicati, questi dati sono resi disponibili nei documenti e negli ordini: selezionando l articolo in questione, vengono automaticamente proposti nel dettaglio questi valori. L utente in ogni caso può procedere alla loro variazione. Se si attiva la voce di menu quando si è in modalità tabellare, si aprirà un altra finestra che permette di calcolare la massa netta in Kg. per tutti gli articoli filtrati. Se si mette la spunta sulla casella Servizio per indicare che l articolo è da intendersi come servizio, questo farà si che si potrà indicare, nel campo della Nomenclatura combinata, un codice appropriato per i servizi (tabella CPA 2008). 19 di 27

20 Elenchi Intrastat La gestione Intrastat permette l immissione, la variazione, la cancellazione e la stampa (sia su modello in carta bianca che su modello ministeriale) dei documenti da presentare negli elenchi Intrastat di ciascun periodo. I documenti Intrastat si differenziano per periodo di riferimento (mese, trimestre,) in base alla scelta che annualmente si compie dall Anagrafica Azienda. La gestione dei documenti Intrastat è unica sia per i documenti bis (operazioni) che per i documenti ter (rettifiche) e sia per le cessioni (Intra-1) che per gli acquisti (Intra-2). In questo modo l utente, filtrando i documenti per il periodo di interesse, può disporre di tutti gli elementi che sono contenuti nei modelli del periodo. In immissione viene richiesta la tipologia di documento come dato preliminare ed in base al tipo di documento (bis o ter) saranno abilitati solo i campi di pertinenza. Documento I dati elencati in questa scheda rappresentano le informazioni sul documento di acquisto o cessione. L utente, tra i dati da specificare, può inserire una Data consegna/spedizione che determinerà il periodo di presentazione del documento. In assenza tale periodo sarà determinato dalla data documento. In caso di acquisti la selezione di un fornitore determina il riporto della valuta corrispondente al suo codice ISO. La valuta servirà ad esprimere il campo imponibile nella valuta della testata e degli elementi Intrastat. Tramite la gestione Passaggio documenti in Intrastat, in questa sezione verranno riportati tutti i dati di testata del documento di vendita a cui è riferito. Riferimento Questa sezione serve per riferirsi ad un altro documento Intrastat già immesso (es. per una nota di credito ci si riferisce alla relativa fattura, già caricata come documento Intrastat). Se il documento corrente è una Cessione (bis o ter) si possono selezionare documenti Cessioni bis. Se il documento corrente è un Acquisto (bis o ter) si possono selezionare documenti Acquisti bis. Indicato il documento nella griglia vengono visualizzati tutti gli elementi Intrastat di quel documento. Tramite la gestione Passaggio documenti in Intrastat, in caso di nota di credito, in questa sezione verranno riportati tutte le informazioni sulla fattura originaria. Dati statistici Dati statisti compilabili se i dati richiesti sono Fiscali e statistici e, quindi, solo se si tratta di periodicità mensile. La scheda non è compilabile se i dati richiesti sono solo fiscali e quindi con periodicità trimestrale.. 20 di 27

21 Elementi Intrastat Questa scheda espone il dettaglio delle righe che saranno riportate negli elenchi Intrastat. E possibile indicare sia beni che servizi. Nel caso di servizi si abilitano i campi Codice e Servizio. Mod. erogazione, mod. incasso, Nazione pagamento. La sezione Rettifiche si abilita solo se si tratta di un movimento di rettifica sia di cessione che di acquisto.. In base al valore del campo Dati richiesti, saranno compilabili solo i campi Fiscali (valore operazione in valuta, valore operazione, natura transazione, nomenclatura combinata) oppure solo i campi Statistici (natura transazione, nomenclatura combinata, massa, unità supplementare, valore statistico) oppure entrambi. Nei campi Valore operazione valuta, Valore operazione e Valore statistico, per ogni nuovo dettaglio, viene automaticamente riportata la differenza tra i valori di testata e la somma dei relativi campi degli elementi già immessi. Il campo Nomenclatura combinata non è compilabile se la periodicità di presentazione è annuale. Il campo Unità supplementari è compilabile solo se richiesto dalla relativa nomenclatura combinata. In caso di un documento ter è obbligatorio indicare il segno, il codice ISO ed il Codice IVA del cliente/fornitore. Ad ogni nuovo dettaglio viene riportato come default il segno corrispondente alla differenza sopra citata per il bis, il codice ISO e l IVA del cliente/fornitore del documento corrente (in caso di segno più) oppure il codice ISO e l IVA del cliente/fornitore del documento di riferimento (in caso di segno meno). Se si tratta di un servizio sarà abilitata l opzione Servizio e i campi relativi alla modalità erogazione, modalità di incasso, nazione pagamento. Così come indicato per le Note di credito, la sezione Rettifiche verrà abilitata se il movimento corrente è una Rettifica (sia di Cessione che di Acquisto). Ricalcola il valore statistico e fiscale Si tratta di una funzionalità che permette, nel caso di acquisti intracee, di rideterminare il valore statistico e il valore imponibile.in particolare l'utente può indicare un importo positivo o negativo (relativo ad esempio a spese di trasporto, imballaggio, ecc.) tramite il quale sarà possibile rideterminare il valore statistico di tutti i dettagli inseriti e di conseguenza del totale valore statistico. Il riproporzionamento verrà effettuato sulla base della massa netta o del valore imponibile. Inoltre è possibile indicare un importo positivo o negativo (relativo ad esempio a sconti di fine documento) tramite il quale è possibile rideterminare il valore imponibile, di conseguenza anche il valore statistico, di tutti i dettagli inseriti e dunque i totali del documento; il riproporzionamento verrà effettuato in base alla massa netta o al valore imponibile. Dalla gestione Intrastat,, sulle operazioni di acquisto, dal menu strumenti, richiamare la funzionalità Ricalcola il valore statistico e fiscale. Viene visualizzata una finestra i cui campi saranno diversamente abilitati a seconda della tipologia di Dati richiesti indicati. Esempio Solo Fiscali: Su un operazione di acquisto in cui si è indicato come dati richiesti Solo fiscali, si richiama la funzionalità Ricalcola il valore statistico e fiscale. Si apre una finestra in cui è abilitata solo la sezione valore fiscale. Inserito un importo positivo ad esempio L , alla conferma l importo indicato viene ripartito fra tutti i dettagli in proporzione del valore imponibile o della massa netta Esempio Solo statistici: Su un operazione di acquisto in cui si è indicato come dati richiesti Solo Statistici, si richiama la funzionalità Ricalcola il valore statistico e fiscale. Si apre una finestra in cui è abilitata solo la sezione valore statistico. Inserito un importo positivo ad esempio L e barrato il pulsante di opzione Ridetermina il valore statistico, alla conferma il valore statistico viene ricalcolato e ripartito fra i dettagli in proporzione del valore imponibile o della massa netta. Se, invece, è stato barrato il pulsante di opzione Applica al valore statistico già esistente, l importo viene sommato al valore già presente e ridistribuito fra i dettagli. 21 di 27

22 La creazione dei documenti intrastat da prima nota In fase di immissione di una fattura di vendita o di acquisto, oppure in variazione richiamando il Riepilogativo collegamenti non completi, si può effettuare un collegamento con la gestione Intrastat, sempre che la causale contabile sia stata debitamente personalizzata, ed effettuare l immissione dei dati negli elenchi. Causali contabili Prima di procedere con la registrazione in Prima Nota Contabile, occorre personalizzare appositamente le causali contabili da utilizzare. L unica modifica che bisogna apportare è l indicazione della Funzionalità collegata, tramite il menu a discesa posto nella scheda Collegamenti e concatenamenti. Il collegamento con la Gestione Intrastat può essere effettuato solo per le causali di tipo Operazione con IVA e solo per i Tipo registri e Tipo documento descritti nella tabella sottostante: Tipo registro Tipo documento Tipo collegamento Vendite Acquisti Corrispettivi aliquota certa Corrispettivi aliquota ventilare Fattura Nota credito Nota debito Fattura Nota credito Nota debito Fattura Fiscale Fattura in corrispettivi Nota credito in corrispettivi Nota debito in corrispettivi Fattura Fiscale Fattura in corrispettivi Nota credito in corrispettivi Nota debito in corrispettivi Cessioni Intra - Sezione Bis Cessioni Intra - Sezione Ter Acquisti Intra - Sezione Bis Acquisti Intra - Sezione Ter Cessione Intra - Sezione Bis Cessione Intra - Sezione Ter Cessione Intra - Sezione Bis Cessione Intra - Sezione Ter Collegamento da Prima Nota Contabile Alla fine della registrazione di una fattura di vendita (cessione intracomunitaria), oppure di un documento di acquisto (acquisto intracomunitario), viene attivata la gestione Elenchi Intrastat per l immissione dei dati. Le videate proposte per l inserimento dei dati sono esattamente le stesse descritte nel precedente paragrafo Elenchi Intrastat Il collegamento NON avviene nelle seguenti condizioni: Se le causali contabili non prevedono il collegamento con la gestione Intrastat. Se il cliente o il fornitore è sprovvisto del codice ISO. In tal caso viene visualizzato un messaggio di avvertimento. Se al cliente o al fornitore non è stata agganciata come Classificazione IVA la voce Intracee. 22 di 27

23 La creazione dei documenti intrastat da documenti Per ogni documento di vendita oppure ordine da cliente, si possono specificare, qualora l utente voglia successivamente optare per il passaggio documenti nella Gestione Intrastat, dei dati aggiuntivi necessari per la creazione degli Elenchi Intrastat. Alcuni di questi dati riguardano la testata del documento, in quanto in comune per tutti gli articoli, altri si riferiscono ad ogni singolo dettaglio. Tutti i tipi di documento prevedono degli appositi modelli di layout personalizzati. Tra i dati disponibili nella testata dei documenti, occorre porre particolare rilievo alla casella di selezione Documento: Cessione Intracomunitaria, di tipo Si/No, che consente di contrassegnare i documenti relativi alle operazioni intracomunitarie. Solo i documenti con questo campo selezionato durante il Passaggio documenti in Intrastat confluiranno per la creazione automatica degli elenchi, ovvero saranno trasferiti nella gestione Intrastat. Tra i dati di dettaglio, se la casella Articolo Intrastat: non riportare il valore nella gestione Intrastat è barrata, l articolo specificato non sarà trasferito nella gestione Intrastat. Nella Nota di credito sono stati previsti i campi specifici, richiesti nel caso di rettifiche dei Servizi, come il Codice della sezione doganale presso cui è stata registrata la dichiarazione da rettificare, l anno della dichiarazione da rettificare, il protocollo della dichiarazione da rettificare e il progressivo della riga della dichiarazione da rettificare. Passaggio documenti in Intrastat Tramite questa funzionalità è possibile trasferire i documenti personalizzati con i dati Intrastat nell omonima gestione. Appena attivata, viene proposta la lista dei filtri di ricerca che si possono indicare per filtrare solo i documenti interessati. 23 di 27

24 Particolare attenzione va riposta al campo Ripartizione delle spese, che in base al valore indicato può assumere significato diverso, come riportato nella tabella: Voce Valore della merce Comportamento Le spese del documento verranno ripartite tra gli elementi di dettaglio in base al Valore delle merce, ai fini del calcolo del Valore statistico. Massa netta Le spese del documento verranno ripartite tra gli elementi di dettaglio in base alla Massa netta, ai fini del calcolo del Valore statistico. Nessun riporto Le spese del documento non verranno riportate nei documenti Intrastat e quindi il Valore statistico sarà uguale al Valore fiscale delle merci. Indicare tutti i filtri desiderati e premere il pulsante Esegui Ricerca. Dopo aver selezionato i documenti che si vogliono trasferire nella Gestione Intrastat, premere il pulsante Elabora. 24 di 27

25 Modelli e supporto magnetico Per far fronte agli adempimenti legati alla gestione Intrastat, è presente un apposita autocomposizione, che permette di: Stampare i modelli Intra-1 (cessioni) e Intra-2 (acquisti). Creare il supporto magnetico. Stampa modelli Intra-1 e Intra-2 Dal primo passo dell autocomposizione, scegliere l opzione Intra-1 oppure Intra-2 per avviare la stampa degli elenchi riepilogativi Intrastat rispettivamente relativi alle cessioni oppure agli acquisti. Premere il pulsante Avanti per visualizzare il passo 2. In questa videata sono presentati i filtri che è possibile indicare per ottenere la stampa od anteprima di stampa od esportazione desiderata. Tra i dati preliminari è possibile specificare una lista di aziende oppure una sola azienda (se non si indicano dei limiti, vengono stampate tutte le aziende che presentano documenti Intrastat per il periodo indicato) e la valuta dei modelli. Nel passo 2 dell autocomposizione, sia per la generazione del file da trasmettere telematicamente che per la stampa del modello (da utilizzare solo per verifiche e non per presentazione alla Dogana, in quanto è richiesto in maniera obbligatoria la presentazione telematica) è stata data la possibilità di definire, nel caso di presentazione trimestrale, quali mesi devono essere compresi nella dichiarazione. Gli elementi estratti terranno conto di questo filtro e l indicazione del periodo verrà riportato anche in stampa del brogliaccio di controllo. L ultimo passo è utile per avviare la stampa del modello scelto. 25 di 27

Elenchi Intrastat. Indice degli argomenti. Premessa. Operazioni preliminari. Inserimento manuale dei movimenti e presentazione

Elenchi Intrastat. Indice degli argomenti. Premessa. Operazioni preliminari. Inserimento manuale dei movimenti e presentazione Elenchi Intrastat Indice degli argomenti Premessa Operazioni preliminari Inserimento manuale dei movimenti e presentazione Collegamento con la Contabilità Collegamento con il ciclo attivo e passivo Generazione

Dettagli

VERSIONE MINIMA COMPATIBILE

VERSIONE MINIMA COMPATIBILE Applicativo GIS CONTABILITA Versione 10.00.5c00 Tipo Versione Aggiornamento Data Rilascio 19.03.2010 Gentile cliente, La informiamo che è disponibile un aggiornamento GIS CONTABILITA. COMPATIBILITÀ E INSTALLAZIONE

Dettagli

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente Prerequisiti Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente L opzione Provvigioni agenti è disponibile per le versioni Vendite, Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione

Dettagli

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale Nota Salvatempo Contabilità 13.03 1 APRILE 2015 Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale *in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 31/03/2014

Dettagli

Operazioni Intracomunitarie

Operazioni Intracomunitarie Informatica Aretusa Operazioni Intracomunitarie Dal singolo movimento all invio telematico by Informatica Aretusa 08/07/2010 Operazioni Intracomunitarie Le voci di questo menù permettono la gestione degli

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa dei listini Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Il listino generale di vendita... 5 Rivalutare un singolo... 7 Ricercare gli articoli nei listini...

Dettagli

FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità - Intrastat. Oggetto Modulo Intrastat

FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità - Intrastat. Oggetto Modulo Intrastat Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità - Intrastat Oggetto Modulo Intrastat * in giallo le modifiche apportate rispetto

Dettagli

SERVICEPACK 16.0.0C MARZO 2010

SERVICEPACK 16.0.0C MARZO 2010 Apogeo gruppo Zucchetti SERVICEPACK 16.0.0C MARZO 2010 SOMMARIO DEGLI ARGOMENTI TRATTATI RICTEL - GESTIONE RICEVUTE TELEMATICHE INTERMEDIARI...1 ACQUISIZIONE FILE ENTRATEL...1 INTRASTAT...1 ASPETTI NORMATIVI...1

Dettagli

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici Release 5.20 Manuale Operativo BONIFICI Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici La gestione dei bonifici consente di automatizzare le operazioni relative al pagamento del fornitore tramite bonifico bancario,

Dettagli

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE GESTIONE INTRA CEE In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE OPERAZIONI PRELIMINARI Per attivare la gestione dell Intrastat,

Dettagli

GESTIONE MODELLI INTRA 1 e 2

GESTIONE MODELLI INTRA 1 e 2 GESTIONE MODELLI INTRA 1 e 2 Nel menù Contabilità è presente la procedura Modelli INTRA che consente di immettere i dati relativi ad acquisti e/o vendite Intracomunitarie ai fini della stampa e/o memorizzazione

Dettagli

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso SOFTWARE GESTIONALE Manuale d uso Le informazioni riportate su questo documento potrebbero risultare, al momento della lettura, obsolete o poco attinenti alla versione in uso. Consigliamo la consultazione

Dettagli

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo Release 5.00 Manuale Operativo CODICI IVA Adeguamento aliquote d'imposta Per rendere funzionale e veloce l adeguamento dei codici Iva utilizzati nel sistema gestionale, e rispondere così rapidamente alle

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 Comunicazione Operazioni rilevanti IVA per

Dettagli

1 - Spesometro guida indicativa

1 - Spesometro guida indicativa 1 - Spesometro guida indicativa Il cosiddetto spesometro non è altro che un elenco contenente i dati dei clienti e fornitori con cui si sono intrattenuti dei rapporti commerciali rilevanti ai fini iva.

Dettagli

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014)

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) Sommario: 1) Attivazione del prodotto; 2) Configurazione; 3) Contribuente; 4) Gestione operazioni rilevanti ai

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione dei clienti e dei fornitori. www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione dei clienti e dei fornitori. www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione dei clienti e dei fornitori www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 La gestione dei clienti... 5 Informazioni della scheda generale... 6 Informazioni sulle altre sedi...

Dettagli

5.8.2 Novità funzionali

5.8.2 Novità funzionali - 176 - Manuale di Aggiornamento 5.8.2 Novità funzionali Le modifiche al programma contabile sono le seguenti: implementazione nei Parametri della procedura implementazione delle tabelle Intra per gestire

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 TUTTE LE CONTABILITA...2 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00056z)...2 NUOVA ALIQUOTA IVA AL 22%...3 Riferimenti normativi...3 Tabella codici

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6LMC5F89155 Data ultima modifica 16/01/2014 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità Oggetto Modalità di esportazione dalla Contabilità alla Comunicazione Annuale

Dettagli

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Il programma Gestione Negozi permette la gestione del materiale presso i clienti Benetton tramite le sue funzionalità di gestione anagrafica

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Di seguito vengono elencate le modalità per gestire l acquisto e la cessione dei beni usati OPERAZIONI PRELIMINARI Per gestire l acquisto e la cessione di beni usati è necessario:

Dettagli

GESTIONE INTRASTAT PER UTENTI CON CONTABILITA' IPSOA

GESTIONE INTRASTAT PER UTENTI CON CONTABILITA' IPSOA Last update: 04/08/2010 10:37 ipsoa:intrastat http://www.aegsystem.it/doku.php?id=ipsoa:intrastat GESTIONE INTRASTAT PER UTENTI CON CONTABILITA' IPSOA IMPOSTAZIONI DITTA 1. Aprire/creare l azienda in contabilità.

Dettagli

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 D.L. 138/2011: Aumento aliquota IVA al 21%... 3 1.1 Tabella Codici Iva... 3 1.1.1

Dettagli

Le operazioni Intracomunitarie

Le operazioni Intracomunitarie UR1001101000 Le operazioni Intracomunitarie Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi

Dettagli

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo:

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo: Guida SH.Shop Inserimento di un nuovo articolo: Dalla schermata principale del programma, fare click sul menu file, quindi scegliere Articoli (File Articoli). In alternativa, premere la combinazione di

Dettagli

Personalizzazione stampe con strumento Fincati

Personalizzazione stampe con strumento Fincati Personalizzazione stampe con strumento Fincati Indice degli argomenti Introduzione 1. Creazione modelli di stampa da strumento Fincati 2. Layout per modelli di stampa automatici 3. Impostazioni di stampa

Dettagli

VisualGest. Gestione Scadenziario e Partite Aperte. Manuale d installazione configurazione e Operatività

VisualGest. Gestione Scadenziario e Partite Aperte. Manuale d installazione configurazione e Operatività Gestione Scadenziario e Partite Aperte Manuale d installazione configurazione e Operatività COS E UNO SCADENZIARIO Lo scadenziario è una procedura particolare per la gestione delle scadenze relative a

Dettagli

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Raccolta Ordini Agenti AVVIO PROGRAMMA Per avviare il programma fare click su Start>Tutti i programmi>modasystem>nomeazienda. Se il collegamento ad internet è attivo

Dettagli

ibowmobile Manuale Utente Omnia Web S.r.l Viale Teracati,94 96100 Siracusa Info@omniaw.it - www.omniaw.it

ibowmobile Manuale Utente Omnia Web S.r.l Viale Teracati,94 96100 Siracusa Info@omniaw.it - www.omniaw.it ibowmobile Manuale Utente Omnia Web S.r.l Viale Teracati,94 96100 Siracusa Info@omniaw.it - www.omniaw.it Manuale Utente ibowmobile Ottobre 2015 Pagina 1 Sommario 1. Utilizzo dell applicativo... 3 2. Clienti...

Dettagli

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax 1 INDICE Capitolo 0: Per iniziare Configurazione. 3 Struttura del software.. 4 Utilizzo del software 5 Capitolo 1: Tabelle di base Clienti 6 Consulenti

Dettagli

Per accedere alla gestione magazzino si clicca, da menù generale, su magazzino->magazzino- >magazzino->anagrafica : si apre la finestra sotto e siamo

Per accedere alla gestione magazzino si clicca, da menù generale, su magazzino->magazzino- >magazzino->anagrafica : si apre la finestra sotto e siamo EASYGEST - GESTIONE ANAGRAFICA MAGAZZINO Per accedere alla gestione magazzino si clicca, da menù generale, su magazzino->magazzino- >magazzino->anagrafica : si apre la finestra sotto e siamo posizionati

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.1.0 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 CONTABILITA... 3 1.1 Consultazione Mastrini: Richiamo movimenti di anni

Dettagli

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros Configurator è uno strumento facile ed intuitivo nel suo utilizzo, che vi permetterà di realizzare in breve tempo il dimensionamento di canne fumarie e renderà

Dettagli

Gestione Fatture/Parcelle/Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione Conto Terzi. Gestione Proforme Conto Terzi

Gestione Fatture/Parcelle/Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione Conto Terzi. Gestione Proforme Conto Terzi Fatturazione Conto Terzi Fct WinParc Gestione Fatture/Parcelle/Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione Conto Terzi Fct Proforma Gestione Proforme Conto Terzi Fct Ddt Gestione Documenti di

Dettagli

Intra 2010 Invio telematico

Intra 2010 Invio telematico Intra 2010 Invio telematico A seguito dell'entrata in vigore del decreto attuativo che recepisce le nuove normative europee in materia di modelli INTRA, dal 2010 non sono più accettati i modelli cartacei

Dettagli

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Indice degli argomenti Premessa 1. Scenari di utilizzo 2. Parametri 3. Archivi Collegamento 4. Import Dati 5. Export Dati 6. Saldi di bilancio

Dettagli

Corrispettivi Ventilazione Grafici

Corrispettivi Ventilazione Grafici HELP DESK Nota Salvatempo 0044 MODULO FISCALE Corrispettivi Ventilazione Grafici Quando serve La normativa Registrazione dei corrispettivi in ventilazione a partire dall'esercizio IVA 2015 Decreto Ministeriale

Dettagli

Struttura degli elenchi riepilogativi

Struttura degli elenchi riepilogativi Allegato XII SPECIFICHE TECNICHE E TRACCIATI RECORD DEGLI ELENCHI RIEPILOGATIVI DELLE CESSIONI E DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI E DEI SERVIZI RESI E RICEVUTI (PRESENTAZIONE TELEMATICA ATTRAVERSO

Dettagli

Relazioni tra modello IVA e Conto Fiscale

Relazioni tra modello IVA e Conto Fiscale DESCRIZIONE DELL APPLICATIVO Il programma crea i modelli prelevando i dati dai totali Iva individuati dagli Indici di collegamento. E anche possibile caricare, ex novo, una dichiarazione per le ditte di

Dettagli

Questa utilissima funzione permette anche di inviare mail per il pagamento dei saldi o per inviare solleciti di pagamento.

Questa utilissima funzione permette anche di inviare mail per il pagamento dei saldi o per inviare solleciti di pagamento. FUNZIONALITA' AGGIUNTIVE INTEGRAZIONE CON PAYRIDER Una grande novità per il pagamento degli anticipi a conferma delle prenotazioni è l integrazione di Magellano con il sistema di pagamento online PayRider.

Dettagli

SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE...

SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE... Sommario SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE... 4 INTRODUZIONE ALLE FUNZIONALITÀ DEL PROGRAMMA INTRAWEB... 4 STRUTTURA DEL MANUALE... 4 INSTALLAZIONE INRAWEB VER. 11.0.0.0... 5 1 GESTIONE INTRAWEB VER 11.0.0.0...

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ. FAQ n.ro MAN-8BPDK267678 Data ultima modifica 02/05/2011. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità, Beni usati

Supporto On Line Allegato FAQ. FAQ n.ro MAN-8BPDK267678 Data ultima modifica 02/05/2011. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità, Beni usati Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8BPDK267678 Data ultima modifica 02/05/2011 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità, Beni usati Oggetto Modalità operative - Regime del margine globale * in giallo

Dettagli

PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEL CREDITO PCC - Estrazione dati

PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEL CREDITO PCC - Estrazione dati PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEL CREDITO PCC - Estrazione dati L art. 27 decreto legge 24 aprile 2014 n. 66, convertito con modificazioni dalla legge 23 giugno 2014, n. 89, introduce significative

Dettagli

Manuale d uso software Gestione Documenti

Manuale d uso software Gestione Documenti Manuale d uso software Gestione Documenti 1 Installazione del Programma Il programma Gestione Documenti può essere scaricato dal sito www.studioinformaticasnc.com oppure può essere richiesto l invio del

Dettagli

ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO)

ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) RADIX ERP by ACS Data Systems Comunicazione telematica art 21 del DL. 72/2010 (spesometro) Operazioni IVA 2012 Release: 31.10.2013 ACS Data Systems AG/spa 1 / 23

Dettagli

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 09/03/2011

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 09/03/2011 Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-86GKJM79678 Data ultima modifica 09/03/2011 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità - Intrastat Oggetto Genera dichiarazione Intrastat * in giallo le modifiche

Dettagli

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE (Vers. 2.0.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Prima Nota... 8 Registrazione nuovo movimento... 10 Associazione di file all operazione...

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa degli ordini e degli impegni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa degli ordini e degli impegni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa degli ordini e degli impegni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Gli ordini a fornitore... 5 Gli impegni dei clienti... 7 Evadere gli ordini

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza Avvertenza Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

I dichiarazione Intrastat Frontespizio elenco 1. I riga sezione 1. II riga sezione 1. N riga sezione 1. I riga sezione 1.

I dichiarazione Intrastat Frontespizio elenco 1. I riga sezione 1. II riga sezione 1. N riga sezione 1. I riga sezione 1. Allegato XII CARATTERISTICHE TECNICHE E CONTENUTO DEGLI ELENCHI RIEPILOGATIVI DELLE CESSIONI E DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI E DEI SERVIZI RESI E RICEVUTI. Il flusso contenente i dati degli elenchi

Dettagli

Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni

Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni Release 5.20 Manuale Operativo VENDITE E MAGAZZINO Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni Il presente manuale fornisce le informazioni necessarie al fine di ottenere le stampe delle statistiche annuali

Dettagli

HARDWARE INTERNET NETWORKING LIQUIDAZIONI IVA

HARDWARE INTERNET NETWORKING LIQUIDAZIONI IVA EASYGEST LIQUIDAZIONE IVA SOFTWARE LIQUIDAZIONI IVA Se il calcolo iva è trimestrale Prima di utilizzare la liquidazione in una data ditta Si imposta una volta soltanto se è trimestrale. Si clicca dal menù

Dettagli

GESTIONE ORDINI. Sommario

GESTIONE ORDINI. Sommario GESTIONE ORDINI Sommario Inserimento e modifica Documento... 2 Automatismi Canale Cliente Mandanti... 7 Gestione delle Promozioni... 8 Modalità di Pagamento... 9 Statistiche Ordini... 11 1 Inserimento

Dettagli

INTRA. Elenchi Cessioni ed Acquisti. Release 4.90 Manuale Operativo

INTRA. Elenchi Cessioni ed Acquisti. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo INTRA Elenchi Cessioni ed Acquisti La procedura consente di gestire gli acquisti e le cessioni all interno dei paesi appartenenti dell Unione Europea: il modulo è interamente

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Le aziende che gestiscono questo particolare regime hanno la necessità di determinare l IVA derivante dalla vendita dei beni usati in modo particolare, in linea generale si può

Dettagli

CONTABILITA ANALITICA

CONTABILITA ANALITICA CONTABILITA ANALITICA Operazioni da svolgere per gestire Movimentazioni di Contabilità Analitica. Il documento che segue ha lo scopo di illustrare le operazioni che devono essere eseguite per: Predisporre

Dettagli

L UFFICIO WEB. Modulo online per la gestione del personale. Manuale di utilizzo. Versione 1.0.75.0. Pagina 1 di 33

L UFFICIO WEB. Modulo online per la gestione del personale. Manuale di utilizzo. Versione 1.0.75.0. Pagina 1 di 33 L UFFICIO WEB Modulo online per la gestione del personale Manuale di utilizzo Versione 1.0.75.0 Pagina 1 di 33 1. INTRODUZIONE L applicazione Ufficio Web permette una gestione semplificata e automatizzata

Dettagli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli Prerequisiti Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli L opzione Varianti articolo è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro e include tre funzionalità distinte: 1. Gestione

Dettagli

OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016)

OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016) OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016) 1. Introduzione Il presente documento riassume le operazioni da eseguire per gestire correttamente con e/satto il passaggio dall esercizio 2015 a quello 2016. Verranno

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa delle fidelity card & raccolta punti. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa delle fidelity card & raccolta punti. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa delle fidelity card & raccolta punti Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 La gestione delle fidelity card nel POS... 4 Codificare una nuova fidelity

Dettagli

Nuova procedura di Cassa Contanti Wingesfar: istruzioni per le farmacie Novembre 2009

Nuova procedura di Cassa Contanti Wingesfar: istruzioni per le farmacie Novembre 2009 Nuova procedura di Cassa Contanti Wingesfar: istruzioni per le farmacie Novembre 2009 Documenti Tecnici Informatica e Farmacia Vega S.p.A. Premessa La procedura di Cassa Contanti rileva i movimenti giornalieri

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 4.90.1G DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA : IVA PER CASSA...

Dettagli

Guida Informativa. LAVORI DI FINE ANNO ebridge Linea Azienda. Chiusura e riapertura esercizio di magazzino, fatturazione, ordini e agenti.

Guida Informativa. LAVORI DI FINE ANNO ebridge Linea Azienda. Chiusura e riapertura esercizio di magazzino, fatturazione, ordini e agenti. Guida Informativa LAVORI DI FINE ANNO ebridge Linea Azienda Chiusura e riapertura esercizio di magazzino, fatturazione, ordini e agenti. ebridge Azienda Lavori di Fine Anno Sommario PREMESSA 3 FASI PRELIMINARI.

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Attività Separate ai fini IVA L art. 36 del DPR 633/72 disciplina la tenuta di contabilità separate per le diverse attività esercitate da parte dei soggetti

Dettagli

REGISTRAZIONE DA PRIMA NOTA DI ACQUISTI E VENDITE INTRA CON METODO REVERSE CHARGE

REGISTRAZIONE DA PRIMA NOTA DI ACQUISTI E VENDITE INTRA CON METODO REVERSE CHARGE REGISTRAZIONE DA PRIMA NOTA DI ACQUISTI E VENDITE CON METODO REVERSE CHARGE Note: Il presente manuale vuole essere solo una guida sommaria per agevolare l operatore nell utilizzo della procedura e pertanto

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 4.6.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2D DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 14 - Manuale di Aggiornamento 4 VENDITE ORDINI MAGAZZINO 4.1 Definizione e Destinazione Copie: Controllo in stampa

Dettagli

CortileGAS. Linee guida amministratore Gas. Andrea Nicotra Versione 2.0 03/06/13

CortileGAS. Linee guida amministratore Gas. Andrea Nicotra Versione 2.0 03/06/13 CortileGAS Linee guida amministratore Gas Andrea Nicotra Versione 2.0 03/06/13 Linee guida per l amministrazione di un Gas attraverso il software CortileGAS (gas.cortile.org) Sommario 1 Gestione listini

Dettagli

1. CODICE DI ATTIVAZIONE 2. TIPOLOGIE GARANZIE 3. CONFIGURAZIONE NUMERI DI SERIE 4. DOCUMENTI

1. CODICE DI ATTIVAZIONE 2. TIPOLOGIE GARANZIE 3. CONFIGURAZIONE NUMERI DI SERIE 4. DOCUMENTI Seriali Modulo per la gestione dei numeri di serie e delle garanzie Il modulo Seriali consente di registrare le informazioni relative ai numeri di serie (ed eventualmente le garanzie) degli articoli acquistati,

Dettagli

ebridge Agenzie di viaggio

ebridge Agenzie di viaggio RIFERIMENTI ALLA NORMATIVA DELLE A.D.V. L'attività di organizzazione di viaggi e soggiorni in genere è svolta da operatori specifici (cosiddetti Tour operator) che organizzano i viaggi in nome proprio,

Dettagli

SERGIO VACCA & ASSOCIATI

SERGIO VACCA & ASSOCIATI SERGIO VACCA & ASSOCIATI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI STUDIO DI CONSULENZA SOCIETARIA, TRIBUTARIA E DI ECONOMIA AZIENDALE 1 ASSOCIATI DOTT. SERGIO VACCA DOTT. ALBERTO VACCA RAG. MAGDA VACCA

Dettagli

Scrutinio Argo Software s.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

Scrutinio Argo Software s.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 INDICE INDICE...2 PREMESSA...3 MENÙ PRINCIPALE...4 ICONE UTILIZZATE PER ACCEDERE ALLE PROCEDURE PIÙ FREQUENTEMENTE USATE...5 ICONE UTILIZZATE NELLE PROCEDURE DI STAMPA...6 SISTEMA...7 SCRUTINI...7 CARICAMENTO

Dettagli

Linea Azienda. Lavori di Fine Anno

Linea Azienda. Lavori di Fine Anno Linea Azienda Lavori di Fine Anno I contenuti del presente manuale si riferiscono ad una specifica versione del prodotto e possono essere soggetti a modifiche senza preavviso. Le immagini che riproducono

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

Tibet. Manuale Centri di Costo. Tibet R 1

Tibet. Manuale Centri di Costo. Tibet R 1 Tibet Manuale Centri di Costo Tibet R 1 Che cosa è la gestione dei Centri di Costo La gestione dei Centri di Costo consente alle aziende di controllare in modo analitico l'aspetto economico della gestione

Dettagli

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie Facoltà di Scienze Motorie CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO Una tabella che contiene parole e numeri che possono essere elaborati applicando formule matematiche e funzioni statistiche. Esame di Informatica

Dettagli

Manuale d uso Gestione Condomini

Manuale d uso Gestione Condomini Manuale d uso Gestione Condomini Guida Per Amministratori Indice 1. Introduzione 1.1 Principali Videate pag. 3 2. Comandi 2.1 Inserire una riga pag. 4 2.2 Cancellare una riga pag. 4 2.3 Aggiornare una

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo VENDITE E MAGAZZINO Gestione Prezzi Sconti e Listini La gestione dei prezzi può essere personalizzata, grazie ad una serie di funzioni apposite per l impostazione di diversi

Dettagli

E necessario verificare e/o impostare i seguenti dati:

E necessario verificare e/o impostare i seguenti dati: E stato implementato il programma relativo agli Allegati Clienti e Fornitori in base alla recente Normativa Fiscale Obbligo di comunicazione telematica delle operazioni rilevanti ai fini dell imposta sul

Dettagli

NOVITA FEBBRAIO 2008

NOVITA FEBBRAIO 2008 NOVITA FEBBRAIO 2008 SOMMARIO 1.1 CONTROLLO ANTICIPO TFR... 2 1.2 GESTIONE PRESTITI / CESSIONE 5^... 3 1.2.1 ANAGRAFICA DITTA... 3 1.2.2 ANAGRAFICA DIPENDENTE... 4 1.2.3 CHIUSURE MENSILI...11 1.3 GESTIONE

Dettagli

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti:

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: GESTIONE INVENTARI La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: 1. CHIUSURA DI MAGAZZINO: il classico inventario di fine anno o cambio gestione.

Dettagli

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE Gestione Archivi 2 Configurazioni iniziali 3 Anagrafiche 4 Creazione prestazioni e distinta base 7 Documenti 9 Agenda lavori 12 Statistiche 13 GESTIONE ARCHIVI Nella

Dettagli

Sommario. 1. Che cos è DocFly Fatturazione PA... 3. 1.1. Il Gestionale Web... 3. 1.2. Accesso all interfaccia Web... 3

Sommario. 1. Che cos è DocFly Fatturazione PA... 3. 1.1. Il Gestionale Web... 3. 1.2. Accesso all interfaccia Web... 3 Sommario 1. Che cos è DocFly Fatturazione PA... 3 1.1. Il Gestionale Web... 3 1.2. Accesso all interfaccia Web... 3 1.3 Funzionalità dell interfaccia Web... 4 1.3.1 Creazione guidata dela fattura in formato

Dettagli

Appunti di: MICROSOFT EXCEL

Appunti di: MICROSOFT EXCEL Appunti di: MICROSOFT EXCEL INDICE PARTE I: IL FOGLIO ELETTRONICO E I SUOI DATI Paragrafo 1.1: Introduzione. 3 Paragrafo 1.2: Inserimento dei Dati....4 Paragrafo 1.3: Ordinamenti e Filtri... 6 PARTE II:

Dettagli

Gestione Provvigioni Agenti

Gestione Provvigioni Agenti Gestione Provvigioni Agenti Indice degli argomenti Introduzione 1. Operazioni preliminari in Gestionale 1 2. Gestione delle provvigioni nei documenti di vendita, ordini clienti e offerte 3. Gestione delle

Dettagli

MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE

MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE PAGINA 2 MODELLO F24 Indice Capitolo 1: Come muoversi all interno del programma 3 1.1 Importazione dati da anno precedente 3 1.2 Inserimento di una nuova anagrafica

Dettagli

Codice identificativo dell aggiornamento: 20241508A

Codice identificativo dell aggiornamento: 20241508A Sommario VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO... 2 DICHIARAZIONE UPF / 2015... 3 ALIQUOTE ADDIZIONALI COMUNALI ANNO 2014 E 2015... 4 DELEGA UNIFICATA F24... 4 Versamento contributi fissi IVS anno

Dettagli

Comunicazione ex art. 21 Note operative

Comunicazione ex art. 21 Note operative Comunicazione ex art. 21 Note operative Sommario 1. Compilazione PERSON11 3 2. Modifica del flag art. 21 sulle anagrafiche da escludere 7 3. Modifica delle registrazioni degli anni precedenti 8 4. Stampa

Dettagli

Manuale d'uso. Manuale d'uso... 1. Primo utilizzo... 2. Generale... 2. Gestione conti... 3. Indici di fatturazione... 3. Aliquote...

Manuale d'uso. Manuale d'uso... 1. Primo utilizzo... 2. Generale... 2. Gestione conti... 3. Indici di fatturazione... 3. Aliquote... Manuale d'uso Sommario Manuale d'uso... 1 Primo utilizzo... 2 Generale... 2 Gestione conti... 3 Indici di fatturazione... 3 Aliquote... 4 Categorie di prodotti... 5 Prodotti... 5 Clienti... 6 Fornitori...

Dettagli

Gestione e allineamento delle Giacenze

Gestione e allineamento delle Giacenze Release 5.20 Manuale Operativo INVENTARIO Gestione e allineamento delle Giacenze Il modulo permette la contemporanea gestione di più inventari, associando liberamente ad ognuno un nome differente; può

Dettagli

Mon Ami 3000 Centri di costo Contabilità analitica per centri di costo/ricavo e sub-attività

Mon Ami 3000 Centri di costo Contabilità analitica per centri di costo/ricavo e sub-attività Prerequisiti Mon Ami 000 Centri di costo Contabilità analitica per centri di costo/ricavo e sub-attività L opzione Centri di costo è disponibile per le versioni Contabilità o Azienda Pro. Introduzione

Dettagli

AGENZIE DI VIAGGIO. Pagina 13 di 46

AGENZIE DI VIAGGIO. Pagina 13 di 46 AGENZIE DI VIAGGIO Con il presente rilascio è stata completata la gestione dei registri IVA con l implementazione della gestione delle fatture emesse art. 74-ter; sarà possibile utilizzare le nuove causali

Dettagli

Fatture in Ambito CEE e Modello Intra

Fatture in Ambito CEE e Modello Intra Release 4.90 Manuale Operativo PASSAGGIO DATI INTRA Fatture in Ambito CEE e Modello Intra Il modulo Intra permette il passaggio dei dati di ogni fine periodo delle fatture attive e passive in ambito CEE,

Dettagli

HORIZON SQL FATTURAZIONE

HORIZON SQL FATTURAZIONE 1-1/8 HORIZON SQL FATTURAZIONE 1 FATTURAZIONE... 1-1 Impostazioni... 1-1 Meccanismo tipico di fatturazione... 1-2 Fatture per acconto con fattura finale a saldo... 1-2 Fattura le prestazioni fatte... 1-3

Dettagli

La gestione della produzione avanzata richiede Mon Ami 3000 Azienda Pro oltre alle opzioni Produzione base e Produzione avanzata.

La gestione della produzione avanzata richiede Mon Ami 3000 Azienda Pro oltre alle opzioni Produzione base e Produzione avanzata. Mon Ami 3000 Produzione avanzata Distinta base multi-livello e lancio di produzione impegno di magazzino, emissione ordini e schede di lavorazione gestione avanzamento di produzione Prerequisiti La gestione

Dettagli