Discriminazione di genere nell infanzia Creato il 31 agosto 2010 da Latoi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Discriminazione di genere nell infanzia Creato il 31 agosto 2010 da Latoi"

Transcript

1 Pagina 1 di 6 Magazine Pari Opportunità PARI OPPORTUNITÀ, PER LEI Discriminazione di genere nell infanzia Creato il 31 agosto 2010 da Latoi Questa è la pubblicità di Prenatal, pubblicata su Io Donna, quell allegato al quotidiano tanto sessista di nome la Repubblica. Io Donna mi è stato segnalato più volte per contenuti sessisti e softpedopornografici. Prenatal, famoso brand di abbigliamento per bambini non è esente da stereotipi di genere. La pubblicità comincia troppo presto a porre le donne come oggetto sessuale sotto gli occhi di un piccolo uomo messo apposta lì per giudicarle.

2 Pagina 2 di 6 La bambina, secondo la pubblicità dovrebbe chiedere ad suo coetaneo (almeno questo, ci mancherebbe altro!) se è adorabile, nonchè appetibile nel gergo infantile. Adorabile è inoltre sinonimo di graziosa ed esprime la grazia che può avere solo una fanciulla addomesticata, roba da femmine per intenderci. L Udi di Reggio Calabria ha denunciato due episodi dei quali è necessario parlarne. Su questi due episodi ci ha parlato della discriminazione di genere in età infantile, spesso pre-scolare, come i tre soggetti della pubblicità sopra citata. Le bambine subiscono una doppia discriminazione: quella da parte dei media e quella da parte degli educatori (maestri e genitori). Alle bambine viene promosso lo stesso stereotipo che poi le accompagna fino all età adulta tramutandosi poi in discriminazione e violenza. Devi essere una brava donnina di casa, una mamma oppure devi essere sexy, pena la stigmatizzazione e la violenza di genere. Da qui nasce la famosa erotizzazione del corpo infantile di cui personalmente sto denunciando nella mia campagna Libera Infanzia, la campagna che si occupa di liberare i bambini dagli stereotipi di genere. Ho continuato a sfogliare Io Donna e le bambine a differenza dei maschietti hanno pose che richiamano quelle delle donne adulte. Le bambine hanno 8,7, 6 e perfino 4 anni. Hanno il trucco e gli scatti le vengono fatti in modo che si noti.

3 Pagina 3 di 6 Il settimanale non si fa certo problemi a inserire l età delle piccole modelle.

4 Pagina 4 di 6 Possibile che nessuno si indigna? I bambini nascono con una visione di genere egualitaria. I maschietti non ci vedono nulla di male nel piangere dopo essersi sbucciati un ginocchio, perchè è un gesto naturalissimo..infantile. Perchè un adulto deve intervenire, magari prendendolo pure a sberle, impartendoli che solo le femmine piangono? A voi non pare un sopruso? Non vi offende che una femmina dev essere relegata a frignona, sentire che essere femmina significa essere inferiore all uomo e che un bambino debba nascondere le proprie emozioni. Non vi indigna che un bambino venga preso a schiaffi solo perchè la nostra cultura vuole imporre e tramandare una disuguaglianza di genere? Allo stesso modo le bambine che non trovano nulla di male nel giocare con le Lego finchè un adulto non ci metta mano ricordandogli che le femmine devono giocare con le bambole e le aspirapolveri folletto in miniatura, perchè in futuro dovranno occuparsi della casa e della famiglia O magari quell adulto un pò pedofilo che a suon di scapellotti le impone di mostragli le mutandine.

5 Pagina 5 di 6 L erotizzazione delle bambine è figlia di una cultura patriarcale, la stessa che mercifica il corpo delle donne, in quanto associa il femminile al richiamo sessuale. Richiami all erotizzazione delle donne e del corpo infantile non li troviamo soltanto nelle riviste e nei brand di moda, ma anche nella vendita delle fashion dolls. Le fashion dolls sono bambole con lineamenti sensuali e abbigliamento succinto. Queste bambole insegnano alle bambine che la società, oggi e domani, si aspetta da loro solo una cosa: quella di essere sexy e avvenenti. Le bambine desiderano essere come loro in quanto le reputano vincenti. Lo stesso lo si può dire contro quelle pubblicità (e i giocattoli) che impongono alle bambine di recitare ruoli da casalinga. La pubblicità che vi ho allegato è quella della LittleTikes.com, postata da questo blog che non si è risparmiato per nulla la battutina sulle mamme femministe, come se bisogna essere per forza femministe per andar contro gli stereotipi di genere. La foto ci mostra un bambino che risponde al telefono e una bambina che esegue le faccende domestiche. Si parla di bambini che imitano gli adulti. Non si capisce perchè debbano imitarli in modo così stereotipato. Cosa si aspetta quindi dai

6 Pagina 6 di 6 bambini sembra intuibile da quello che ci propone il marketing: Ruoli prestabiliti imposti attraverso i giocattoli e la pubblicità senza contare quanto siano dannosi per l affermazione dei generi nella società. <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.01 Transitional//EN" "http://www.w3c.org/tr/1999/rec

IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI

IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI #NOVIOLENZA CONTRO LO STALKING, IL FEMMINICIDIO, ED OGNI ALTRA FORMA DI VIOLENZA SULLE DONNE IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI CONCRETI Durante le due settimane (dal 16 al 29 aprile) dell iniziativa No

Dettagli

revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta

revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta Nel corso del primo anno : - riconosce il nome proprio; - dice due-tre parole oltre a dire mamma e papà ; - imita

Dettagli

1. Book fotografici per moda & marketing

1. Book fotografici per moda & marketing Esecuzione dei set fotografici, lavori grafici e video Il modo in cui realizzo foto è diverso in base ai due scopi per i quali lo faccio: 1.Foto per guadagno, quindi come mia occupazione professionale

Dettagli

2, di cui 1 - Autoaggiorna mento 1-6 ore per 10 docenti 3 0

2, di cui 1 - Autoaggiorna mento 1-6 ore per 10 docenti 3 0 MILANO STATALI 20 46 66 PARITARIE 3 8 11 23 54 77 Dom.1 Nella stesura delle documentazioni scolastiche (regolamento, piano di lavoro annuale, relazioni finali, registri, ecc.) e nelle comunicazioni interne

Dettagli

Modalità di esecuzione dei set fotografici

Modalità di esecuzione dei set fotografici Modalità di esecuzione dei set fotografici I generi di foto di cui mi occupo sono di due tipi: 1. Foto per guadagno, quindi come mia occupazione professionale. 2. Foto per soddisfazione personale. I generi

Dettagli

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14 VI Sommario Parte prima Da bambino a preadolescente Chi è il bambino? Come cresce? Come impara a interagire con il mondo e a lasciare un segno nel suo ambiente di vita? La prima parte del volume cerca

Dettagli

Finalità. Sensibilizzare al rispetto di genere per prevenire forme di discriminazione.

Finalità. Sensibilizzare al rispetto di genere per prevenire forme di discriminazione. Finalità. Sensibilizzare al rispetto di genere per prevenire forme di discriminazione. Obiettivi. Suscitare curiosità verso l altro. Indagare sulle diversità e i ruoli. Riconoscere e valorizzare le differenze.

Dettagli

ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA, 1948

ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA, 1948 il progetto ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA, 1948 Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua,

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

PROVE DI APPRENDIMENTO di ITALIANO CLASSE II MEDIA

PROVE DI APPRENDIMENTO di ITALIANO CLASSE II MEDIA PROVE DI APPRENDIMENTO di ITALIANO CLASSE II MEDIA Comprensione della lettura Es. 1 Leggere il testo LA SIGNORINA MONICA e rispondere alle domande Tempo previsto per lo svolgimento : 1 h Punteggio massimo:

Dettagli

Sondaggio sulla diffusione di pregiudizi e stereotipi tra i ragazzi fra i 14 e i 17 anni EXECUTIVE SUMMARY

Sondaggio sulla diffusione di pregiudizi e stereotipi tra i ragazzi fra i 14 e i 17 anni EXECUTIVE SUMMARY Sondaggio sulla diffusione di pregiudizi e stereotipi tra i ragazzi fra i 14 e i 17 anni EXECUTIVE SUMMARY Progetto N. 280-2014 Novembre 2014 METODOLOGIA L indagine è stata realizzata dal 5 al 12 Novembre

Dettagli

POLITICHE ED ESPERIENZE EUROPEE PER COMBATTERE LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

POLITICHE ED ESPERIENZE EUROPEE PER COMBATTERE LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE POLITICHE ED ESPERIENZE EUROPEE PER COMBATTERE LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE Manuela Samek Lodovici IRS- Università Cattolica Milano 21 novembre 2013 Diverse forme e contesti di violenza contro le donne,

Dettagli

CONTRASTARE LA VIOLENZA DI GENERE: AZIONI E STRATEGIE EDUCATIVE E FORMATIVE. A cura di Cotrina Madaghiele

CONTRASTARE LA VIOLENZA DI GENERE: AZIONI E STRATEGIE EDUCATIVE E FORMATIVE. A cura di Cotrina Madaghiele CONTRASTARE LA VIOLENZA DI GENERE: AZIONI E STRATEGIE EDUCATIVE E FORMATIVE A cura di Cotrina Madaghiele ASSOCIAZIONE GENERE FEMMINILE Sede legale: via Poggi d Oro, 21-00179 ROMA / Sede operativa: via

Dettagli

Indagine conoscitiva sui ragazzi delle classi Terze delle Scuole Medie Inferiori

Indagine conoscitiva sui ragazzi delle classi Terze delle Scuole Medie Inferiori Indagine conoscitiva sui ragazzi delle classi Terze delle Scuole Medie Inferiori porta avanti da diversi anni interventi di informazione-educazione nelle scuole di ogni ordine e grado, tenuti da un medico

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

La funzione educativa

La funzione educativa La funzione educativa 1 Prima di entrare nel merito della materia, occorre evidenziare fin da subito l esistenza di una corresponsabilità educativo-formativa dei genitori e della scuola nel processo di

Dettagli

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015 Internet istruzioni per l uso Marcallo, 29 Aprile 2015 Conoscere per gestire il rischio La Rete, prima ancora di essere qualcosa da giudicare, è una realtà: un fatto con il quale bisogna confrontarsi Internet

Dettagli

Ciao. Sono Strani Vari, l inventore di giocattoli. E questa è Gnich Gnach, la mia carriola. Vi presento il mio laboratorio:

Ciao. Sono Strani Vari, l inventore di giocattoli. E questa è Gnich Gnach, la mia carriola. Vi presento il mio laboratorio: Ciao. Sono Strani Vari, l inventore di giocattoli. E questa è Gnich Gnach, la mia carriola. Vi presento il mio laboratorio: La bottega è nata nell 89 da un idea di Umberto Carbone e Michi Coralli. Riutilizza

Dettagli

DINAMICHE INTERPERSONALI E DI GRUPPO 7 LEZIONE. Prof. Marta Ghini

DINAMICHE INTERPERSONALI E DI GRUPPO 7 LEZIONE. Prof. Marta Ghini DINAMICHE INTERPERSONALI E DI GRUPPO 7 LEZIONE Prof. Marta Ghini ESERCITAZIONE Ripasso dell altra volta non condotto dal docente. UNA DISTINZIONE DI TERMINI STEREOTIPO: rappresentazione cognitiva o impressione

Dettagli

Trova il tempo di essere amico: è la strada della felicità (Madre Teresa di Calcutta)

Trova il tempo di essere amico: è la strada della felicità (Madre Teresa di Calcutta) PROGETTO IO E TE GRANDI AMICI PREMESSA Trova il tempo di essere amico: è la strada della felicità (Madre Teresa di Calcutta) CON AMICIZIA SI INDICA UN SENTIMEMTO DI AFFETTO VIVO E RECIPROCO TRA DUE O Più

Dettagli

LEGGERE SENZA STEREOTIPI

LEGGERE SENZA STEREOTIPI LEGGERE SENZA STEREOTIPI Il progetto Leggere senza stereotipi nasce dall esigenza di creare una proposta concreta che si rivolga a bambine e bambini tra 0 e 6 anni e che, attraverso l uso degli albi illustrati,

Dettagli

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N CIAO! Abbiamo bisogno di te. Vogliamo sapere come i ragazzi e le ragazze della tua età usano il cellulare e la rete Internet. Non scrivere il tuo nome. 1. Sei? 1 Un ragazzo

Dettagli

Violenza sui minori: i professionisti si interrogano

Violenza sui minori: i professionisti si interrogano Violenza sui minori: i professionisti si interrogano Focus territoriale Modalità di intervento a favore di minori vittime di violenza: come gli psicologi del Servizio Psicologico della Azienda Sanitaria

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007

Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007 Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007 KIDS & CO Il più completo sistema di ricerche dedicato al mondo 0-18 anni Doxa Junior, Baby&Teens I principali

Dettagli

Jordan. Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande

Jordan. Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande Roger Jordan Serena Marco Pervez Vrinda Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande Chi ti piace di più? Chi ti piace meno?.. Chi ti sembra più contento?.. Chi ti sembra più

Dettagli

A.S. 2007/08 INS. Martinis Margherita Mazza Giuseppina SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI

A.S. 2007/08 INS. Martinis Margherita Mazza Giuseppina SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI A.S. 2007/08 INS. Martinis Margherita Mazza Giuseppina SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI Proseguire il lavoro svolto lo scorso anno scolastico sulle funzioni dei numeri proponendo ai bambini storie-problema

Dettagli

Sc. Infanzia San Piero sez. A 5 anni UNITA DI APPRENDIMENTO ANNUALE VOGLIA DI PAROLE

Sc. Infanzia San Piero sez. A 5 anni UNITA DI APPRENDIMENTO ANNUALE VOGLIA DI PAROLE Sc. Infanzia San Piero sez. A 5 anni UNITA DI APPRENDIMENTO ANNUALE VOGLIA DI PAROLE L Unità di Apprendimento annuale offre ai bambini la possibilità di consolidare, potenziare ed ampliare le conoscenze

Dettagli

PROGETTO. A scuola di parità. Finanziato da: per conoscere, prevenire e fermare la violenza sulle donne

PROGETTO. A scuola di parità. Finanziato da: per conoscere, prevenire e fermare la violenza sulle donne PROGETTO A scuola di parità per conoscere, prevenire e fermare la violenza sulle donne Finanziato da: Premessa. Il Progetto A scuola di parità si rivolge ai bambini, alle bambine, ai ragazzi e alle ragazze

Dettagli

INTIMITÀ È LEADER ASSOLUTO NEL SEGMENTO DEI SETTIMANALI NARRATIVA. ADS Settembre 2012. 241.993 copie

INTIMITÀ È LEADER ASSOLUTO NEL SEGMENTO DEI SETTIMANALI NARRATIVA. ADS Settembre 2012. 241.993 copie CONCEPT EDITORIALE Intimità, nata nel marzo 1946, pubblica ogni settimana storie vere, ispirate alla vita e all esperienza di gente comune, e romanzi di evasione completi e a puntate. Negli anni Intimità

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA Istituto Comprensivo Rita Levi Montalcini Anno Scolastico 2015-2016 PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA Motivazione: Necessità di accogliere i bambini in modo personalizzato e di farsi carico delle

Dettagli

Come fare un book fotografico a Cagliari (/index.php/come-fare-un-bookfotografico.html)

Come fare un book fotografico a Cagliari (/index.php/come-fare-un-bookfotografico.html) Come fare un book fotografico a Cagliari (/index.php/come-fare-un-bookfotografico.html) Visite: 210 Book fotografici a Cagliari e Sud Sardegna - Alessandro Zucca Fotografo Modalità di realizzazione book

Dettagli

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza mancanza di energia e di voglia di fare le cose Materiale a cura di: L. Magliano, A.

Dettagli

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore 13 Maggio Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore Raffaella Nassisi 13 MAGGIO Romanzo Milano,Giugno 2011 Settembre 2011 Per te, Alberto Prefazione 13 Maggio è

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Scegliete la risposta che corrisponde maggiormente a ciò che voi fareste nella situazione descritta.

Scegliete la risposta che corrisponde maggiormente a ciò che voi fareste nella situazione descritta. Cognome : Nome: Data : Istruzioni Sono state elaborate sotto forma di questionario a scelta multipla alcune tipiche situazioni professionali dell assistenza domiciliare. Vengono proposte tre situazioni

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi Articolo 1: Il bambino (o bambina) è ogni essere umano fino a 18 anni. Articolo 2: Gli Stati devono rispettare, nel

Dettagli

Questa non è una lezione

Questa non è una lezione Questa non è una lezione Sono appunti, idee su Internet tra rischi e opportunità. Che vuol dire non dobbiamo stare a guardare? È il Web 2.0... i cui attori siete voi Chi vi ha insegnato ad attraversare

Dettagli

1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!!

1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!! 1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!! Dalla testimonianza di Alessandro: ho 15 anni, abito a Milano dove frequento il liceo. Vivo con i miei genitori ed una

Dettagli

L AUTISMO VIAGGIA IN TANDEM. Dott.ssa Lorenza Fontana Coordinatore pedagogico del Centro per l autismo di Novara

L AUTISMO VIAGGIA IN TANDEM. Dott.ssa Lorenza Fontana Coordinatore pedagogico del Centro per l autismo di Novara L AUTISMO VIAGGIA IN TANDEM Dott.ssa Lorenza Fontana Coordinatore pedagogico del Centro per l autismo di Novara Essere autistici non significa non essere umani, ma essere diversi. Quello che è normale

Dettagli

Dalla DIPENDENZA All AUTONOMIA. Dall AUTOSUFFICIENZA All INTERDIPENDENZA USCIRE DALL INFANZIA

Dalla DIPENDENZA All AUTONOMIA. Dall AUTOSUFFICIENZA All INTERDIPENDENZA USCIRE DALL INFANZIA Il coraggio di educare: avere un progetto per i propri figli Paolo Ragusa Fano, 29 aprile 2015 Il nostro progetto come adulti (genitori e operatori) è aiutare bambini e ragazzi ad USCIRE DALL INFANZIA

Dettagli

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta:

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta: SOTTO LO STESSO TETTO: Gender MainstreaMinG e valorizzazione delle differenze a scuola La classe 4A presenta: Tutti diversi... ma uguali ;-) Nell'anno scolastico 2014/15 la classe 4A dell'i.c. Via d'avarna,

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

Relazione Finale progetto II Anno

Relazione Finale progetto II Anno Relazione Finale progetto II Anno Premessa Anche quest anno ho la necessità di fare una premessa. Quando a giugno ho pensato di creare un giornalino a scuola come progetto per l ultimo anno del DOL ero

Dettagli

La vita quotidiana dell infanzia nelle indagini Istat-Ministero del Lavoro, della salute delle politiche sociali

La vita quotidiana dell infanzia nelle indagini Istat-Ministero del Lavoro, della salute delle politiche sociali La vita quotidiana dell infanzia nelle indagini Istat-Ministero del Lavoro, della salute delle politiche sociali Linda Laura Sabbadini Direttore Centrale Istat Forte incremento dell informazione statistica

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Cosa chiede ActionAid al governo italiano?

Cosa chiede ActionAid al governo italiano? Afghanistan e diritti delle donne: domande e risposte Cosa chiede ActionAid al governo italiano? La fase di transizione che prevede il progressivo ritiro delle truppe internazionali è cominciata nel 2011

Dettagli

Io e gli altri: il mondo a tre anni Come nascono i bambini Dalla percezione della pancia e del busto

Io e gli altri: il mondo a tre anni Come nascono i bambini Dalla percezione della pancia e del busto Servizio 2-6 anni Turri Sezione rossa a. s. 2009-2010 dal progetto didattico annuale Io e gli altri: il mondo a tre anni raccontiamo Come nascono i bambini Il nostro viaggio è cominciato con l intento

Dettagli

SCUOLA: 150 anni di Valori ed Unità

SCUOLA: 150 anni di Valori ed Unità Art. 3. SCUOLA: 150 anni di Valori ed Unità Maurizio Lazzarini Art. 3. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO

LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO CLAIRE (UK) Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione (comunicazione) e la

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Donna, una parola, mille ruoli Questionario

Donna, una parola, mille ruoli Questionario Donna, una parola, mille ruoli Questionario sul ruolo femminile a Cavour, nella società, nella famiglia, nel lavoro Gent.ma cittadina, Fino agli anni sessanta, la donna ha avuto un ruolo subalterno nella

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

All. B - PROGETTO GENERALE. ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROMOSSO DA: Presidenza della Commissione P.O. della Regione Calabria 1 :

All. B - PROGETTO GENERALE. ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROMOSSO DA: Presidenza della Commissione P.O. della Regione Calabria 1 : All. B - PROGETTO GENERALE LAVORI IN CORSO La scuola come cantiere di parità & legalità Percorso multidisciplinare di pedagogia civile rivolto a scuole dei tre ordini ANNO SCOLASTICO 2013/ 14 COMMISSIONE

Dettagli

Le Coccole L ASILO NIDO PRESENTA LA CARTA DEI SERVIZI. Via Maestri del Lavoro, 1 Località Gambarara (Mantova) Tel. 0376 398982 isolabimbi@libero.

Le Coccole L ASILO NIDO PRESENTA LA CARTA DEI SERVIZI. Via Maestri del Lavoro, 1 Località Gambarara (Mantova) Tel. 0376 398982 isolabimbi@libero. I L A B S I o dei B I M PRESENTA L ASILO NIDO Le Coccole LA CARTA DEI SERVIZI Via Maestri del Lavoro, 1 Località Gambarara (Mantova) Tel. 0376 398982 isolabimbi@libero.it DITE: E faticoso frequentare i

Dettagli

COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE?

COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE? COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE? Ogni genitore desidera essere un buon educatore dei propri figli, realizzare il loro bene, ma non è sempre in armonia con le dinamiche affettive, i bisogni,

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

L ascolto nel contesto di cura: raccogliere gli indizi per agganciare la violenza sulle donne

L ascolto nel contesto di cura: raccogliere gli indizi per agganciare la violenza sulle donne L ascolto nel contesto di cura: raccogliere gli indizi per agganciare la violenza sulle donne 1 livello: ascolto degli indizi di contesto Progetto O.N.Da. ''Donne e violenza domestica: diamo voce al silenzio'

Dettagli

Questura di Piacenza

Questura di Piacenza Questura di Piacenza Ufficio Relazioni con il Pubblico Atti di intimidazione, sopraffazione, oppressione fisica o psicologica commessi da un soggetto "forte" (bullo) nei confronti di uno "debole" (vittima)

Dettagli

Servizio di Psicologia Scolastica SPAZIO ASCOLTO I.C. via De Andreis. www.spazioascolto.it CRESCERE GENITORI

Servizio di Psicologia Scolastica SPAZIO ASCOLTO I.C. via De Andreis. www.spazioascolto.it CRESCERE GENITORI Servizio di Psicologia Scolastica SPAZIO ASCOLTO I.C. via De Andreis www.spazioascolto.it CRESCERE GENITORI I PROSSIMI INCONTRI 28 APRILE Bullismo: azioni efficaci per contrastarlo 19 MAGGIO Rapporto famiglia-scuola:

Dettagli

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO LIVELLO A1

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO LIVELLO A1 ANNO ACCADEMICO 2013-2014 COGNOME NOME MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO TEMPO MASSIMO PER LA CONSEGNA DELLA PROVA: 90 MINUTI 1.Inserisci gli articoli determinativi corretti.

Dettagli

Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado

Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Luglio 2011 Indice Premessa... pag. 3 Documenti e ricerche... pag. 5 Gli obiettivi... pag.

Dettagli

PROGETTI DI EDUCAZIONE MUSICALE

PROGETTI DI EDUCAZIONE MUSICALE PROGETTI DI EDUCAZIONE MUSICALE INTRODUZIONE I progetti di educazione musicale da me proposti si articolano in differenti approcci che variano a seconda dell età dei bambini. La differenziazione avviene

Dettagli

Differenze di genere e Assertività

Differenze di genere e Assertività Differenze di genere e Assertività 24 gennaio 2015, Portogruaro Maura Di Mauro Differenze di Genere e Assertività 2 Differenze di Genere e Assertività 3 Genere, o sesso? Differenze sessuali = differenze

Dettagli

Social Media, Ragazzi e Cyber bullismo

Social Media, Ragazzi e Cyber bullismo Social Media, Ragazzi e Cyber bullismo sabato 22 marzo 2014 Todi, Sala del Consiglio Comunale Dalle ore 9.00 registrazione partecipanti saluti istituzionali, presentazione rete WISTER, Flavia Marzano 10.20

Dettagli

INSTAGRAM REPORT. COSA STAI SBAGLIANDO SU INSTAGRAM SE SEI UN PROFESSIONISTA O UN IMPRENDITORE MIRKOBAZOLI.COM

INSTAGRAM REPORT. COSA STAI SBAGLIANDO SU INSTAGRAM SE SEI UN PROFESSIONISTA O UN IMPRENDITORE MIRKOBAZOLI.COM INSTAGRAM REPORT. COSA STAI SBAGLIANDO SU INSTAGRAM SE SEI UN PROFESSIONISTA O UN IMPRENDITORE MIRKOBAZOLI.COM PORTA IL TUO BRAND SU INSTAGRAM Ho studiato nell ultimo anno le dinamiche di questo fantastico

Dettagli

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Il datore di lavoro Sandra Meier La signora F. è impiegata nella nostra azienda al servizio clienti. Lavora alla Helsana da oltre 20 anni. L ho conosciuta nel 2006 al

Dettagli

Scheda Tecnica Peluche

Scheda Tecnica Peluche ALLEGATO 1 BIS SCHEDE TECNICHE DI PRODOTTO Scheda Tecnica Peluche 1 Categoria prodotto: GIOCATTOLI 2 Sottocategoria prodotto: PELUCHE 3 Immagine prodotto: 4 5 6 7 8 Descrizione prodotto e destinazione

Dettagli

ADOLESCENTI E GENERE: LABORATORI DI SCRITTURA A SCUOLA

ADOLESCENTI E GENERE: LABORATORI DI SCRITTURA A SCUOLA ADOLESCENTI E GENERE: LABORATORI DI SCRITTURA A SCUOLA PORTIS LUCIA LUCIA.PORTIS@UNITO.IT OBIETTIVI DEL PROGETTO Dare agli adolescenti la possibilità, attraverso la scrittura, di creare uno spazio per

Dettagli

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare Livello: A2 Gruppo 1 Autori: Betto Michela, Camozzi Laura, Ros Laura Destinatari: Alunni di 2-3 elementare con conoscenza dell italiano di livello A2 Tempi

Dettagli

NUDO ARTISTICO - CLASSICO E MODERNO. Max Furia MANUALI DI FOTOGRAFIA NUDO ARTISTICO. Classico e moderno

NUDO ARTISTICO - CLASSICO E MODERNO. Max Furia MANUALI DI FOTOGRAFIA NUDO ARTISTICO. Classico e moderno MAX FURIA Max Furia 1 MANUALI DI FOTOGRAFIA NUDO ARTISTICO Classico e moderno Max Furia NUDO ARTISTICO, CLASSICO E MODERNO Tutte le foto appartengono ai rispettivi autori e sono state fornite per gentile

Dettagli

Arrivederci! 1 Unità 4 Tempo libero

Arrivederci! 1 Unità 4 Tempo libero Chi è? Indicazioni per l insegnante Obiettivi didattici porre semplici domande su una persona i verbi essere e avere i numeri il genere (dei nomi e dei sostantivi) Svolgimento L insegnante distribuisce

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

SCUOLA MEDIA STATALE DANTE ALIGHIERI Succursale: Via Capelli, 66 Torino CLASSE 3 N Prof.ssa Pazzi Prof.ssa Tirozzio

SCUOLA MEDIA STATALE DANTE ALIGHIERI Succursale: Via Capelli, 66 Torino CLASSE 3 N Prof.ssa Pazzi Prof.ssa Tirozzio SCUOLA MEDIA STATALE DANTE ALIGHIERI Succursale: Via Capelli, 66 Torino CLASSE 3 N Prof.ssa Pazzi Prof.ssa Tirozzio Diario di bordo Un lunedì del mese di Febbraio, la nostra professoressa di Lettere ci

Dettagli

I COMPORTAMENTI PROBLEMATICI

I COMPORTAMENTI PROBLEMATICI I COMPORTAMENTI PROBLEMATICI Per comportamenti problematici si intendono pratiche quali il fumo, il bere alcoolici, il consumo di cannabinoidi e situazioni di aggressività come il bullismo. In questa sede

Dettagli

ECONOMIA E QUALITA DELLA VITA a misura di bambino RICORDANDO DANIELA FURLAN IL PROF. BARATELLA E TANTI ALTRI...

ECONOMIA E QUALITA DELLA VITA a misura di bambino RICORDANDO DANIELA FURLAN IL PROF. BARATELLA E TANTI ALTRI... ECONOMIA E QUALITA DELLA VITA a misura di bambino RICORDANDO DANIELA FURLAN IL PROF. BARATELLA E TANTI ALTRI... 1 2 DENARO EURO ALTRE VALUTE CAMBIO CALCOLI BANCONOTE MONETE STORIA del denaro CONIO ALTRI

Dettagli

Il Quotidiano in Classe

Il Quotidiano in Classe Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati dagli studenti sul HYPERLINK "ilquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Matilde Soana Supervisione di Sofia Macchiavelli

Dettagli

SEMINARIO COSTRUIRE INSIEME I PERCORSI DELL AFFIDO FAMILIARE 13 FEBBRAIO 2009

SEMINARIO COSTRUIRE INSIEME I PERCORSI DELL AFFIDO FAMILIARE 13 FEBBRAIO 2009 SEMINARIO COSTRUIRE INSIEME I PERCORSI DELL AFFIDO FAMILIARE 13 FEBBRAIO 2009 Luisa Della Rosa, psicoterapeuta. Sono contenta e orgogliosa di essere stata invitata a un appuntamento che ritengo importante.

Dettagli

Il matrimonio è mio e lo gestisco io"

Il matrimonio è mio e lo gestisco io Il matrimonio è mio e lo gestisco io" Il matrimonio è mio e lo gestisco io IL NOSTRO TEAM Il Team" di questo progetto è costituito da una sola ragazza, cittadina italiana ma di origini latino americane.

Dettagli

CAM Measure Manuale d utilizzo

CAM Measure Manuale d utilizzo CAM Measure Manuale d utilizzo Per tutti quelli che vogliono misurare con un telefonino! App scritta da Adriano, per maggiori informazioni, visita: http://ovi.petrucci.ch Introduzione... 2 Calibrazione

Dettagli

Come è cambiata la comunicazione pubblica di genere: alcuni passaggi fondamentali. Anna Catasta. Centro di Iniziativa Europea 20 aprile 2010

Come è cambiata la comunicazione pubblica di genere: alcuni passaggi fondamentali. Anna Catasta. Centro di Iniziativa Europea 20 aprile 2010 MICOMUNICO COMUNICAZIONE DI GENERE NELLA PROVINCIA DI MILANO Come è cambiata la comunicazione pubblica di genere: alcuni passaggi fondamentali Anna Catasta Centro di Iniziativa Europea 20 aprile 2010 1

Dettagli

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015 Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato Firenze, 4 maggio 2015 Un sito statico è un sito web che non permette l interazione con l utente,

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano GIULIA commessa à la

Dettagli

MASCHI CONTRO FEMMINE

MASCHI CONTRO FEMMINE MASCHI CONTRO FEMMINE OBIETTIVO Analizzare le immagini stereotipate legate all appartenenza di genere, riflettere sulle motivazioni dei diversi comportamenti di uomini e donne e sulla propria identità

Dettagli

Giovedì 15 Marzo 2012

Giovedì 15 Marzo 2012 Giovedì 15 Marzo 2012 L ESPERIENZA DEL MORIRE COME AIUTARE I BAMBINI AD AFFRONTARE LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA SILVIA VARANI Psicoterapeuta Fondazione ANT Italia Onlus Fratelli, a un tempo stesso, Amore

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

Come aiutare a scuola i bambini e ragazzi adottati

Come aiutare a scuola i bambini e ragazzi adottati S1 Come aiutare a scuola i bambini e ragazzi adottati Silvia Andrich Baselga di Pinè 2 aprile 2011 Diapositiva 1 S1 Silvia; 27/03/2011 L importanza della scuola La scuola è fondamentale per la crescita

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli