Trasporto merci (ultimi dati pubblicati da Eurostat)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Trasporto merci (ultimi dati pubblicati da Eurostat)"

Transcript

1 Trasporto merci (ultimi dati pubblicati da Eurostat) Unione Europea Nell Unione Europea i volumi di merci movimentate sono cresciuti progressivamente fino al 2007, per subire una pesante battuta d arresto nel 2009 e recuperare nel 2010, ancora in leggera flessione nel 2011, tendenza confermata anche per l anno Osservando la UE 28 TRAFFICO INTERNO TOTALE MERCI, mld tkm, fonte EUROSTAT ripartizione del Strada Ferrovia Navig. Int. Oleodotti Totale Mare Aereo Totale traffico merci per modalità di trasporto, quello su strada continua ad essere il preferito rispetto alle altre modalità. Nel il 42% di tutte le merci movimentate (incluso mare e aereo), viaggiava su strada, per salire al 2012/ ,3% 4,9% 22,8% -0,1% 23,6% 21,4% 25,8% 22,8% 46,4% nel 2009, ed 2012/ / ,2% -3,0% 0,4% -3,6% 12,0% 5,6% -9,7% -3,1% 8,1% -2,6% 5,9% -1,1% 2,7% 0,0% 7,3% -2,1% attestarsi al 44,9% a fine Se si escludono mare e aereo, la strada movimentava il 67% delle merci nel 1995, il 73% nel 2009 e il 71,6% nel La strada rappresenta quindi quasi i ¾ del totale trasportato (escludendo il mare), mentre la ferrovia, dopo il decremento, più marcato rispetto alla strada, patito nel 2009, ha avuto una leggera ripresa nel 2010 e nel 2011, di nuovo in leggero calo nel Il 71,6% delle merci è trasportato su strada, il 17,2% su ferrovia, il 6,3% sulle acque di navigazione interna e il 4,9% attraverso gli oledotti. Fino al 2007 il traffico merci è cresciuto a tassi superiori rispetto al Pil, dal 2007 in poi la tendenza si è invertita. I valori delle merci trasportate oggi sono ritornati ai valori degli anni (sempre escluso mare e aereo). L incremento del traffico merci su strada nel periodo è stato del 31%, quello ferroviario solo del 4,9%, quello su vie d acqua interne del 22,8%, mentre quello attraverso gli oleodotti è diminuito dello 0,1%. Mare e aereo hanno registrato nello stesso periodo incrementi rispettivamente del 21,4% e del 25,8%. Complessivamente nel periodo considerato il traffico merci è cresciuto del 22,8%. Area Studi e Statistiche 1 14/05/2015

2 Secondo dati preliminari Eurostat, il traffico merci su strada nel 2013 registra un recupero dell 1,6% sul 2012, con mld di t/km movimentate da camion e rimorchi. Se escludiamo mare e aereo, la strada è in assoluto la regina nel trasporto nazionale e internazionale (quest ultimo include cross trade e cabotaggio ), con punte eccezionali in Spagna, col 91% di tutte le merci trasportate, in Regno Unito con l 83%, in Italia e in Germania con l 80% e in Polonia con il 76%. La Germania si conferma il primo Paese dell Unione per volumi di merci trasportate, seguita dalla Polonia. Germania e Francia sono anche i Paesi dell UE con i più alti volumi di cabotaggio autorizzato. La Polonia ha sperimentato la crescita maggiore, vicina al 63% nel periodo , passando da 151 mld t/km trasportate nel 2007 a 247,6 nel 2013, contribuendo insieme a Bulgaria (da 14,6 nel 2007 a 27,1 mlt t/km nel 2013), Slovenia (da 13,7 a 15,9 mld tkm) e Repubblica Ceca (da 48,1 a 54,9 mld tkm) a spostare il baricentro del trasporto europeo su strada verso oriente. Il traffico merci su strada, in mld di t/km trasportate, nel 2013 è in calo rispetto all anno precedente in Germania, Spagna, Francia e UK, finalmente in recupero in Italia. In Polonia il traffico è cresciuto dell 11,4% rispetto al L Italia, tra il 2007 e il 2013 ha perso invece il 40% delle merci movimentate su strada in mld t/km (da 211,4 mld di tkm a 127,2), solo nel 2011 il calo è stato del 18,7% sul 2010 e nel 2012 è stato del 13,2% sull anno prima. Un crollo che fa ben riflettere sulla gravità della crisi, con consumi in continua contrazione, inclusi quelli alimentari e una pesante contrazione della produzione industriale, l alto tasso di disoccupazione, la pressione fiscale tra le più alte in Europa. Si evidenzia una stretta correlazione tra i trend delle immatricolazioni di autocarri (>3,5 t di ptt) e i volumi trasportati su strada misurati in mld di tkm a livello complessivo UE. Per singolo paese invece la correlazione si fa sempre meno evidente, la competitività delle imprese di trasporto è in parte giocata sul fronte dei diversi regimi fiscali nazionali e del costo del lavoro, i quali favoriscono delocalizzazione delle imprese da un lato e comportamenti elusivi (letter-box sussidiares) o illegali (cabotaggio abusivo) dall altro, rendendo meno correlati crescita economica e volumi di traffico delle merci. Le quantità di merci movimentate su strada, rilevate da Eurostat, riguardano quelle effettuate da autocarri con portata superiore a 3,5 tonnellate. Area Studi e Statistiche 2 14/05/2015

3 Italia Secondo la modalità di trasporto, la contrazione maggiore ha riguardato il trasporto su strada (effettuato dai veicoli con portata superiore a 3,5 t). Il traffico merci su strada (in mld di tkm) è calato del 40% dal 2007 al Nel 2013 sono stati movimentati su strada 127,2 mld t/km di merci (+2,6% sul 2012), ancora presto certamente per parlare di una ripresa, ma almeno non si è aggiunto un altro segno meno. Si registra anche un leggero miglioramento del traffico dei veicoli pesanti sulle autostrade, misurato in milioni di veicoli-km, che, secondo i dati Aiscat, è leggermente cresciuto dello 0,7%, dopo il calo del 2,3% nel 2013 e del 14% rispetto al In termini di viaggi si registra una crescita del traffico nazionale del 2,1% dei vettori stradali a carico completo, dell 1,3% del trasporto a collettame e del 2,5% del traffico internazionale. Anche in termini del fatturato merci si registrano segnali positivi: + 2% gli autotrasportatori nazionali, +1,9% gli autotrasportatori internazionali, +1,3% i corrieri nazionali e +3,5% gli express courier (dati Confetra). ITALIA - Traffico interno e internazionale (escluso mare e aereo) Strada Ferrovia Navig.int. Oleodotti Totale volumi mld t/km ,7 22,8 0,2 10,3 218, ,8 22,8 0,1 11,4 246, ,8 18,6 0,1 11,1 205, ,8 19,8 0,1 10,0 172, ,0 20,2 0,1 10,1 154,4 2012/ % -11% 0% -11% -37% 2012/ % 2% 0% 1% -11% quote % 10% 0% 5% 100% % 9% 0% 5% 100% % 9% 0% 5% 100% % 11% 0% 6% 100% % 13% 0% 7% 100% Elaborazioni ANFIA su dati EUROSTAT L osservazione dei dati in tabella conferma l assoluta prevalenza del trasporto merci su strada, che nel 2012 assorbe l 80% delle tonnellate-km di merce trasportate, 6 punti in meno dal 2005, a favore di ferrovia e oledotti. Se ai dati Eurostat si aggiungessero quelli relativi al trasporto su veicoli con portata inferiore a 3,5 tonnellate, esclusi dalle statistiche europee, la situazione dell Italia risulterebbe diversa in termini di volumi trasportati, mentre la tendenza negativa dei movimenti resterebbe. In Italia il calo dei volumi delle merci trasportate è stato maggiore rispetto alle media UE, determinando una contrazione più accentuata delle vendite di nuovi autocarri. Infatti la media delle vendite di autocarri medi-pesanti nel decennio ammontava a unità/anno, negli anno è scesa a Area Studi e Statistiche 3 14/05/2015

4 Unione Europea+Efta - Mercato Veicoli Commerciali e Industriali (dati ACEA) Veicoli commerciali leggeri Nell area UE-Efta il mercato dei veicoli commerciali leggeri ha registrato un incremento del 10,7% nel 2014, con 1,59 milioni di unità vendute, un volume inferiore del 30% a quello pre-crisi del 2007 (2,28 milioni di unità). Il mercato dei VCL in Francia registra un incremento dell 1,5% sul 2013 con oltre 370mila nuove registrazioni, un volume inferiore del 20% rispetto a quello del Il mercato tedesco dopo un calo del 24% nel 2009 sul 2008 con appena 170mila immatricolazioni, ha recuperato progressivamente e la media annua delle vendite dal 2011 al 2014 è stata di oltre 223 mila unità vendute. In UK sono stati immatricolati quasi 322mila VCL (+18,7%) nel 2014, un volume ormai in linea con quelli pre-crisi. Anche in Italia e in Spagna si registrano nel 2014 aumenti a doppia cifra, si tratta però di volumi di mercato inferiori di oltre il 50% rispetto a quelli conseguiti nel VCL Anno 2014 var.% var.% I Q 2015 I Q / /2014 Germania , ,5 Francia , ,4 UK , ,3 Italia , ,1 Spagna , ,5 Belgio , ,6 Paesi Bassi , ,0 Svezia , ,0 UE15+EFTA , ,2 Polonia , ,7 UE Nuovi Paesi Membri , ,5 Nel primo trimestre del 2015, aumenta il ritmo di crescita delle immatricolazioni in UE- EFTA, che ammonta nel periodo a +13,5% contro il 10,7% della media d anno Tra i maggiori Paesi, quello con la crescita più sostenuta risulta la Spagna, che a gen-marzo 2015 cresce del 44,5%, seguito dal Regno Unito (+22,3%), dalla Polonia (+13,7%) e dalla Germania (+10,5). UE+EFTA , ,5 Area Studi e Statistiche 4 14/05/2015

5 Autocarri >3500 kg Sui camion, la nuova normativa europea sulle emissioni Euro6, entrata in vigore nel 2013 per le omologazioni, dal 1 gennaio 2014 è diventata operante per le immatricolazioni (con più di un anno di anticipo rispetto alle automobili). Per tutto il 2013, i Costruttori hanno potuto produrre e vendere i modelli omologati prima del (purché Euro V o EEV). Dal 1 gennaio 2014, invece, si sono potuti vendere solo camion Euro VI e gli Euro V/ EEV, prodotti entro il , per i quali è stata ottenuta una deroga di fine serie dal Ministero dei Trasporti. La ripresa del mercato nel 2 semestre 2013, è stata influenzata dall entrata in vigore della normativa, che ha causato un aumento della domanda di autocarri Euro V o EEV. L effetto distorsivo determinato dall introduzione della norma Euro6, è proseguito anche nei primi 3 mesi del 2014, dopo il mercato, con la sola eccezione del mese di ottobre, è stato contrassegnato dal segno meno, con addirittura flessioni a due cifre negli ultimi due mesi dell anno. La media annua degli autocarri venduti dal 2011 al 2014 è stata di circa 306mila veicoli, il 30% in meno dei volumi consuntivati negli anni pre-crisi. Il mercato degli autocarri ha subìto un pesantissimo ridimensionamento con la crisi economica-industriale europea. Sono diminuiti i consumi dei consumatori, l approvvigionamento delle industrie, la distribuzione di Autocarri >3500 kg Anno 2014 prodotti finiti, che hanno var.% var.% I Q 2015 I Q / /2014 enormemente influito sul rinnovo delle flotte. Nel 2014 la Germania , ,0 contrazione del mercato è stato Francia , ,6 del 7,7% con poco più di 290mila UK Italia Spagna Belgio Paesi Bassi Austria UE15+EFTA ,8 0,0 23,2 1,9-23,3 12,3-8, ,1 12,7 22,5-8,8 129,5 8,3 9,4 nuovi camion venduti. Il calo delle immatricolazioni di autocarri medi-pesanti è stato molto più pesante in Italia e in Spagna (il 64% in meno sui volumi venduti nel 2007). La Germania è il primo mercato dell Unione allargata, seguita da Polonia , ,3 Francia e UK, al 4 posto si UE Nuovi Paesi Membri , ,6 piazza la Polonia. UE+EFTA , ,1 Nel primo trimestre 2015 possiamo assistere ad una ripresa del mercato, infatti le immatricolazioni aumentano del 10,1% rispetto al primo trimestre Notevole è la crescita del mercato olandese che aumenta del 130% circa (-23% nel 2014) e diventa il quinto mercato, ai danni dell Italia, che comunque nello stesso periodo vede il proprio mercato crescere del 12,5%. Si osserva un buon tasso di crescita anche nel Regno Unito (+45%, dopo il calo del 28% del 2014) e in Spagna (+22,5%, già in crescita nel 2014 del 23%), mentre si registrano contrazioni nell immatricolato del primo trimestre 2015 rispetto al 2014 in Germania (-1%), in Francia (-8,6%) e in Belgio (- 8,8%). Area Studi e Statistiche 5 14/05/2015

6 Autocarri >16000 kg Complessivamente il mercato degli autocarri pesanti ha totalizzato oltre 225mila nuove registrazioni nel 2014, più della metà vendute in soli tre paesi: Germania, Francia e UK. Buon recupero della Spagna, anche se come in Italia, dal 2009 il mercato si è più che dimezzato. La Polonia è il quarto mercato dell Unione Europea allargata. Quasi l 80% dei veicoli industriali immatricolati ha ptt >16 tonnellate. La contrazione del comparto dei pesanti è stata del 5,6%, mentre quella dei medi è stata del 14%. Dopo la diminuzione nel 2014, il mercato degli autocarri con peso superiore a 16 tonnellate è tornato a crescere, nell UE-Efta del 15% nel primo trimestre 2015, rispetto allo stesso periodo del I Paesi Bassi sono il paese che ha osservato il maggior tasso di crescita, il 139%, diventando il sesto paese nella classifica dei mercati UE, scavalcando il mercato italiano, che nello stesso periodo è aumentato solo del 14,4%. Autocarri >16000 kg Anno 2014 var.% var.% I Q 2015 I Q / /2014 Germania , ,9 Francia , ,6 UK , ,6 Italia , ,4 Spagna , ,4 Belgio , ,5 Paesi Bassi , ,1 Austria , ,2 Anche nel Regno Unito possiamo osservare un apprezzabile aumento delle immatricolazioni nel primo trimestre, con una crescita del 67,6%, seguito da Spagna (+23,4%) e Polonia (+15,6%). Si registrano cali nelle immatricolazioni, invece, in Francia (-6,6%) e Belgio (- 8,5%). UE15+EFTA , ,3 Polonia , ,6 UE Nuovi Paesi Membri , ,4 UE+EFTA , ,9 Area Studi e Statistiche 6 14/05/2015

7 Produzione Veicoli Commerciali leggeri Unione Europea e Italia Nel 2014 sono stati prodotti nell Unione Europea 1,58 milioni veicoli commerciali leggeri (+12,8% sul 2013). La produzione tedesca, dopo il crollo del 2009, ha recuperato progressivamente, superando di gran lunga nel 2014, con oltre 303mila veicoli prodotti, i volumi del In Spagna la produzione di VCL, pari a 477mila unità, è cresciuta del 23,9%, ma risulta inferiore del 20,4% rispetto a quella del Positivo anche il dato dell Italia, che con circa 271mila veicoli prodotti, registra un incremento del 15% circa sul 2013, pur mantenendosi ancora al di sotto dei volumi record Dalle fabbriche francesi sono usciti invece 322mila veicoli commerciali leggeri (+14,2%). Netto ridimensionamento di questo comparto in UK, nel 2014 la produzione è diventata poco più di ¼ di quella del Produzione VCL principali paesi - Numeri indice (Base Anno 2007=100) unità prodotte numeri indici: base anno 2000=100 GERMANIA FRANCIA* SPAGNA UK ITALIA GERMANIA FRANCIA SPAGNA UK ITALIA ,8 104,2 107,1 79,2 84, ,7 97,2 96,6 95,4 84, ,0 100,0 100,0 100,0 100, ,9 88,8 87,3 89,6 98, ,9 50,6 55,2 40,9 49, ,5 66,7 72,9 56,9 73, ,3 79,3 79,9 52,6 84, ,7 72,5 65,5 48,0 75, ,6 71,7 64,2 35,1 73, ,6 81,9 79,6 28,2 84,4 Elaborazione ANFIA su dati di fonte Associazioni Nazionali/OICA La produzione di autocarri medi-pesanti nel 2014 ha subìto un calo del 2,7% con 411mila autocarri usciti dagli stabilimenti localizzati nell UE (elaborazione ANFIA su dati BMI). Si tratta di un volume inferiore del 51% rispetto a quello del 2007 (oltre 839mila autocarri, dato OICA). Il 2015 in Italia è iniziato in maniera positiva, in particolar modo per il comparto dei veicoli pesanti, le cui unità prodotte sono aumentate nel primo trimestre 2015 di oltre il 50% rispetto al primo trimestre 2014, mentre, nello stesso periodo, la produzione di veicoli commerciali leggeri è aumentata dell 8%. Area Studi e Statistiche 7 14/05/2015

8 ITALIA - Mercato veicoli commerciali, industriali e rimorchi Il settore dei veicoli commerciali e industriali aveva già molto sofferto, in Italia, nella precedente crisi del 1992/1993, per poi riprendersi nel 1994 con la prima legge Tremonti (detassazione del reddito reinvestito) e soprattutto nel 1997/1998 con l introduzione degli incentivi alla rottamazione di cui beneficiarono anche i veicoli promiscui. Infine dal 1998 al 2000 la decisa ripresa dell attività economica determinò la crescita della domanda che si espresse con un significativo ritmo di sviluppo. Il record assoluto di vendite nel 2002 fu determinato dalla reintroduzione della Tremonti-bis. La crisi economica ha determinato una pesante contrazione dei consumi e il calo della produzione industriale, con conseguente riduzione costante e progressiva del trasporto di beni di approvvigionamento (materie prime, Trasporto merci su strada 2012 vs 2010 flessione del 30% circa delle merci trasportate in t/km semilavorati) e di prodotti finiti. Il trasporto complessivo delle merci su strada ha subìto un calo di oltre il 18% nel 2011 e del 13,2% nel 2012, determinato dal crollo dei consumi, anche quelli di beni alimentari, e dalla conseguente diminuzione della movimentazione di materie prime e prodotti finiti. Nel 2013 il trasporto interno delle merci su strada risulta in leggera crescita rispetto al 2012, secondo i dati Eurostat. Si tratta comunque di un volume di merci movimentate in mld t/km quasi dimezzato rispetto al Veicoli commerciali =<3,5 t ptt I fattori che hanno influito sul rapido sviluppo del mercato dei veicoli commerciali con ptt <3,5 ton. fino al 2007 hanno riguardato lo sviluppo delle attività terziarie, la capillarità e il forte aumento della rete di distribuzione delle merci di largo consumo, la chiusura delle aree urbane ai mezzi pesanti. Dal 2008 la domanda di veicoli commerciali è tornata ai livelli dei primi anni novanta (triennio ). Nel 2014 il mercato dei VCL ha registrato quasi 118mila nuove immatricolazioni, con un recupero del 16,4% sul 2013, soprattutto grazie al rinnovo delle flotte. Il mercato dei veicoli leggeri con alimentazione alternativa (circa unità) nel 2014 ha pesato per il 6,3% del totale rispetto all 8,3% del I veicoli elettrici immatricolati nel 2014 sono poco più di 300. Fiat Professional mantiene la leadership del mercato. Fiat Ducato è il modello più venduto in Italia. Il 2015 è iniziato bene per il mercato dei VCL, e nel primo trimestre cresce di quasi il 7% rispetto allo stesso periodo del 2014 con oltre unità immatricolate. Area Studi e Statistiche 8 14/05/2015

9 Autocarri >3,5 t ptt Dopo la breve parentesi di ripresa nel 2011, molto più contenuta che nel resto d Europa, la domanda di autocarri >3,5 t. di ptt, è tornata a scendere a tassi sempre più marcati, aggravandosi nel 2012, con un calo del 29%. Nel 2013 e nel 2014 sono stati rilasciati lo stesso numero di libretti di circolazione, comunque in calo rispetto al 2012 (circa ). Circa il 75% dei veicoli venduti, riguarda il comparto dei pesanti (>=16 t); i trattori stradali venduti nell anno sono stati poco meno e i veicoli cava cantiere quasi 700. CNH mantiene la leadership del comparto con il 40% di quota. Nel 2015 il comparto ha visto una crescita, nel primo quadrimestre, del 12,1%. Dopo il lieve calo di gennaio (-3,1%), a febbraio il numero di libretti rilasciati è aumentato del 9,3%, a marzo del 42,7% e ad aprile del 9,8%. Rimorchi e semirimorchi >3,5 t di ptt Alla fine del 2014 sono stati immatricolati tra Rimorchi e Semirimorchi con peso superiore a kg, in crescita del 5,3% sul 2013, in termini assoluti pari a 348 veicoli in più. La crescita del 2014 è la risultante di un forte aumento delle immatricolazioni nel primo semestre 2014 (+25,7%) e di un decremento nel secondo semestre (-7,2%). Area Studi e Statistiche 9 14/05/2015

10 I rimorchi pesanti immatricolati nel 2014 sono 777, in crescita del 16% e rappresentano l 11,3% del totale mercato veicoli trainati pesanti, mentre nel 2013 erano 670 e rappresentavano il 10,3% del totale. I semirimorchi pesanti immatricolati nel 2014 ammontano a 6.082, in crescita del 4,1% rispetto al 2013, quando le immatricolazioni si sono fermate a 5.842; il mercato dei semirimorchi ha registrato un deciso incremento nel 1 semestre del 27% e un calo del 9% nella seconda parte dell anno, dovuto in particolare alla caduta nel 3 trimestre del 12,5%. La crisi ha colpito il settore, ma soprattutto i costruttori nazionali, che subiscono anche un ridimensionamento del loro peso nel mercato nazionale, che si riduce al 49% dal 72% del 2008, ben 23 punti in meno. L andamento dei costruttori nazionali registra da un lato la crisi dell azienda leader del settore (CIR) e dall altro la tenuta o la crescita degli altri competitor nazionali, che insieme crescono dell 8,6%.I brand esteri conquistano il 51% del mercato e crescono del 25% rispetto al Schmitz, Krone e Koegel hanno venduto complessivamente volumi pari a 1/3 di tutti i veicoli trainati in Italia nel 2014 (+23% sul 2013). A gennaio-aprile 2015, il comparto dei Rimorchi e Semirimorchi Pesanti ha raggiunto quota carte di circolazione emesse, circa unità in più rispetto allo stesso periodo del 2014, in crescita del 69%, crescita dovuta soprattutto al mese di Marzo (+119%), ma anche di Febbraio (+88%) e Aprile (+68%). A crescere in questo periodo sono stati soprattutto i semirimorchi (+77%). Nei primi quattro mesi del 2015 continua il trend positivo dei produttori esteri, che vedono aumentare il proprio mercato del 134% rispetto al primo quadrimestre 2014, contro un aumento del 16% dei marchi nazionali. In tal modo, la quota di mercato dei marchi esteri passa dal 45% del primo quadrimestre 2014 al 62% nel A trainare il mercato dei produttori esteri è soprattutto Koegel, che passa dall ottavo posto nelle quote di mercato dei primi quattro mesi 2014 al primo posto nel primo quadrimestre 2015, aumentando di oltre sei volte le proprie immatricolazioni e la propria quota di mercato di circa dieci punti percentuali. Anche Schmitz sale di una posizione, raggiungendo il secondo posto nelle quote di mercato, forte di un aumento delle immatricolazioni del 122%. Nel primo quadrimestre 2014, la maggiore quota di mercato era dell italiana CIR, nel 2015 perde 8 posizioni, diventando il nono brand del mercato italiano. ALLESTIMENTI Risulta sempre più difficile contare i veicoli secondo l allestimento, per l utilizzo da parte degli operatori di codici carrozzeria generici. Pertanto verosimilmente, sulla base dei codici specifici, nel 2014 risultano con andamento positivo i comparti: isotermici, cisterne ed eccezionali, con questo andamento positivo che continua nei primi quattro mesi del LUNGHEZZA Secondo le fasce di lunghezza dei semirimorchi, si registrano i seguenti incrementi: - < 9 mt. 943 unità, +8,8% sul 2013, share 15,5% su totale semirimorchi ,5 mt. 922 unità, +8,5%, share 15,2% - >12,5 mt unità, +2,2%, share 69%. Nel primo quadrimestre 2015, invece, le variazioni sono le seguenti: - < 9 mt. 444 unità, +35,8% sul primo quadrimestre 2014, share 13% su totale semirimorchi ,5 mt. 922 unità, +21,4%, share 11% - >12,5 mt unità, +101,6%, share 76%. Area Studi e Statistiche 10 14/05/2015

11 AREE GEOGRAFICHE Ad eccezione dell Area Sud-Isole, che registra una flessione del 2,9%, le altre aree, nel 2014, hanno visto crescere i propri mercati. Nell area Nord-Ovest le vendite di R&S pesanti sono aumentate del 17,6%, con veicoli venduti e una quota del 28,6% (3 punti in più rispetto alla quota del 2013); l area Centro cresce del 7,5% fino a raggiungere le 929 immatricolazioni, mentre il Nord-Est registra vendite, il 2,1% in più rispetto al L incremento del mercato nel 2014, come già citato, è stato di 348 veicoli. Hanno contribuito al saldo positivo: Lombardia e Veneto, che hanno venduto rispettivamente 223 e 170 veicoli in più rispetto ai volumi registrati nel Nei primi quattro mesi del 2015, le immatricolazioni di R&S pesanti sono aumentate in tutte le aree del Paese, anche se a ritmi differenti: Il mercato dell area Sud e Isole è cresciuto del 120,6%, raggiungendo quota immatricolazioni e quello dell area Nord-Orientale è cresciuto del 76,5% raggiungendo quota Le regioni del Nord-Ovest hanno visto crescere il proprio mercato del 51,1% con 961 immatricolazioni, mentre osserviamo una crescita del mercato più bassa nel Centro (+15,2%) con 433 immatricolazioni. In questo periodo, le immatricolazioni sono aumentate in tutte le regioni eccetto Lazio e Abruzzo, dove sono state registrate delle lievi contrazioni, mentre la regione in cui il mercato è cresciuto di più è la Sicilia, che da 70 R&S immatricolati nel primo quadrimestre 2014 raggiunge quota 301 nello stesso periodo del 2015 (+330%). ITALIA Parco circolante veicoli commerciali, industriali e rimorchi A fine 2014 il parco circolante ammonta a circa 5,47 milioni di veicoli adibiti al Parco veicoli adibiti al trasporto merci trasporto merci, pari al 11% del parco veicoli comm. <3,5 t veicolare complessivo, che è di 49,15 milioni veicoli ind. >3,5 t di veicoli, inclusi motocicli, motocarri e motrici quadricicli. Rispetto al 2002, il parco circolante è cresciuto per tutte le tipologie di veicoli R&S motocarri adibiti al trasporto merci con la sola eccezione del comparto veicoli industriali >3,5 t. di ptt, che perde 17 punti percentuali, calo che è andato accentuandosi nell ultimo triennio ( ). Evoluzione del parco circolante dei veicoli adibiti al trasporto merci. 140 Veicoli commerciali <3,5 t. Veicoli industriali >3,5 t. numeri indice 2002= Area Studi e Statistiche 11 14/05/2015

12 Anzianità del parco Il 49% degli autocarri adibiti al trasporto merci con ptt superiore a 3,5 t ha più di 20 anni, di questi oltre il 51% ha portata utile compresa tra 1,7 t e 6 t. Gli autocarri specifici/speciali con ptt superiore a 3,5 t. con più di 20 anni, pesano per il 31% del totale del comparto, poco meno della metà dei veicoli più vecchi ha allestimento: isotermici, betoniere, trattamenti rifiuti, soccorso stradale. Le motrici, con oltre 20 anni, sono solo il 13% e contando anche quelle con più di 15 anni raggiungono il 22% di tutti i trattori stradali circolanti. Marisa Saglietto Responsabile Area Studi e Statistiche ANFIA Tel Area Studi e Statistiche 12 14/05/2015

2013 1719 407 153 112 2391 1089 2 3481 var. % 1995-2013 33,4% 4,7% 25,1% -2,7% 24,9% 17,0% 27,0% 22,3%

2013 1719 407 153 112 2391 1089 2 3481 var. % 1995-2013 33,4% 4,7% 25,1% -2,7% 24,9% 17,0% 27,0% 22,3% UE28 Il trasporto merci Tutte le modalità. Anno 2013 1 Nell Unione Europea i volumi di merci movimentate sono cresciuti progressivamente fino al 2007, per subire una pesante battuta d arresto nel 2009,

Dettagli

Il trasporto merci su strada: evoluzione del mercato e del parco circolante autocarri in Italia

Il trasporto merci su strada: evoluzione del mercato e del parco circolante autocarri in Italia Il trasporto merci su strada: evoluzione del mercato e del parco circolante autocarri in Italia Meeting Fabbricazione e Distribuzione Ricambi Autocarro 31 ottobre 2014 Trade Mondo e Italia Traffico merci

Dettagli

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche EUROPA Il mercato delle autovetture Aprile 2012 Nell Europa27+EFTA 1 sono state registrate complessivamente 1,06 milioni di vetture nel mese di aprile 2012, con una flessione del 6,5 % rispetto allo stesso

Dettagli

Tabella 1 - Immatricolazioni Autocarri Pesanti (>16 t) EST Europeo - Fonte ACEA

Tabella 1 - Immatricolazioni Autocarri Pesanti (>16 t) EST Europeo - Fonte ACEA Crollo del Mercato Autocarri e del Trasporto Merci su strada in Italia, quali le cause? Rapporto 2015 Cabotaggio, concorrenza sleale, dimensioni delle Aziende di trasporto, scarsa produttività, costi del

Dettagli

Andamento generale e specificità della Sicilia

Andamento generale e specificità della Sicilia ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE Andamento generale e specificità della Sicilia Mercato europeo La crisi del settore dell'auto continua senza sosta e si sta aggravando ulteriormente,

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

NAFTA Il mercato è in crescita dal 2010 e nel 2014 supera i volumi 2007

NAFTA Il mercato è in crescita dal 2010 e nel 2014 supera i volumi 2007 NAFTA Il mercato è in crescita dal 2010 e nel 2014 supera i volumi 2007 NAFTA Nel 2014 la domanda di motor vehicle 1 è stata di 19,9 milioni di unità, con una crescita del 6% sul 2013. Il mercato, dopo

Dettagli

UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%.

UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%. UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%. I Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA ad aprile 2015 registrano 1.209.551 nuove immatricolazioni di autovetture,

Dettagli

UNIONE EUROPEA Inizio anno con il segno positivo: a gennaio il mercato auto cresce del 6,2%.

UNIONE EUROPEA Inizio anno con il segno positivo: a gennaio il mercato auto cresce del 6,2%. UNIONE EUROPEA Inizio anno con il segno positivo: a gennaio il mercato auto cresce del 6,2%. I Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA 1 a gennaio 2015 registrano 1.028.760 nuove immatricolazioni

Dettagli

NAFTA Il mercato cresce del 3,9% nei primi 6 mesi del 2014 e migliora ancora nel 3 trimestre: +8,6% su luglio-settembre 2013

NAFTA Il mercato cresce del 3,9% nei primi 6 mesi del 2014 e migliora ancora nel 3 trimestre: +8,6% su luglio-settembre 2013 NAFTA Il mercato cresce del 3,9% nei primi 6 mesi del 2014 e migliora ancora nel 3 trimestre: +8,6% su luglio-settembre 2013 NAFTA Nel 2013 la domanda di light vehicles contava oltre 18,33 milioni di unità,

Dettagli

Nota Congiunturale sul Trasporto Merci periodo di osservazione Gennaio-Dicembre 2011. a cura del Centro Studi Confetra. Anno XV - febbraio 2012

Nota Congiunturale sul Trasporto Merci periodo di osservazione Gennaio-Dicembre 2011. a cura del Centro Studi Confetra. Anno XV - febbraio 2012 Nota Congiunturale sul Trasporto Merci periodo di osservazione Gennaio-Dicembre 2011 a cura del Centro Studi Confetra Anno XV - febbraio 2012 Nota congiunturale sul trasporto merci Anno XVIII - marzo 2015

Dettagli

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014 Le imprese attive nel comune di Bologna dal 28 al 214 33. Imprese attive nel comune di Bologna 32.5 32. 31.5 31. Fonte: UnionCamere Emilia-Romagna Il numero delle imprese attive a Bologna tra il 28 e il

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

Emilio di Camillo Marzo 2011 http://www.centrostudisubalpino.it

Emilio di Camillo Marzo 2011 http://www.centrostudisubalpino.it Osservatorio congiunturale del Mercato Europeo dell Auto. Fine anno 21. Dopo un 29 condizionato dalla spinta agli acquisti motivata dagli incentivi, il 21 ci ha fatto riavvicinare, almeno nel caso Italiano,

Dettagli

280 aziende associate

280 aziende associate Convegno Centro Studi Promotor Università di Bologna L auto a metà del guado nell anno orribile 2009 Guido Rossignoli Roma, 28 Maggio 2009 ANFIA e la Filiera Automotive ANFIA, Associazione Nazionale Filiera

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI Aggiornamento del 29 maggio 2015 I CONTENUTI IL SISTEMA ECONOMICO LA FINANZA PUBBLICA LA SANITA IL SISTEMA ECONOMICO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI IL PIL PIL: DINAMICA E PREVISIONI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1 NAFTA: Con 17,4 milioni di autoveicoli, la produzione del 2014 rappresenta il terzo miglior risultato dell industria autoveicolistica dell area. Il Messico diventa il settimo maggior produttore del mondo,

Dettagli

SINTESI PER LA STAMPA

SINTESI PER LA STAMPA SINTESI PER LA STAMPA Troppo spesso quando policy makers e opinione pubblica si occupano dei Trasporti le attenzioni vengono rivolte principalmente agli effetti negativi che questi generano: consumi energetici,

Dettagli

UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%.

UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%. UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%. Il mercato automotive mostra importanti segnali di ripresa, sebbene il massimo storico del 2007, oltre 16 millioni di

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati Contesto europeo Secondo i dati resi disponibili da Eurostat, integrati con i dati ISPRA per quanto riguarda l Italia, nel 2011 i 27 Stati membri dell

Dettagli

1.330.600 autovetture immatricolate a maggio 2016. Il mercato delle autovetture cresce del 15,5% a maggio e del 9,7% nei primi cinque mesi.

1.330.600 autovetture immatricolate a maggio 2016. Il mercato delle autovetture cresce del 15,5% a maggio e del 9,7% nei primi cinque mesi. 1.330.600 autovetture immatricolate a maggio 2016 Il mercato delle autovetture cresce del 15,5% a maggio e del 9,7% nei primi cinque mesi. I Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA a maggio 2016

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso di inflazione, il mercato ha avuto un calo improvviso

Dettagli

UNIONE EUROPEA-Efta Nel 1 trimestre 2015 aumentano del 29,1% le immatricolazioni di vetture ad alimentazione alternativa.

UNIONE EUROPEA-Efta Nel 1 trimestre 2015 aumentano del 29,1% le immatricolazioni di vetture ad alimentazione alternativa. UNIONE EUROPEA-Efta Nel 1 trimestre 2015 aumentano del 29,1% le immatricolazioni di vetture ad alimentazione alternativa..totale Alimentazioni Alternative (AVFs 1 ) L Italia è il paese dell Unione europea

Dettagli

IL MERCATO DEI MUTUI NEL 2010

IL MERCATO DEI MUTUI NEL 2010 IL MERCATO DEI MUTUI NEL 2010 Nel IV trimestre del 2010 le famiglie italiane hanno ricevuto finanziamenti per l acquisto dell abitazione per 15.041,15 milioni di euro. Rispetto allo stesso trimestre del

Dettagli

UNIONE EUROPEA Tredicesimo incremento consecutivo del mercato auto a settembre: +6,1%

UNIONE EUROPEA Tredicesimo incremento consecutivo del mercato auto a settembre: +6,1% UNIONE EUROPEA Tredicesimo incremento consecutivo del mercato auto a settembre: +6,1% Il mercato delle autovetture registra a settembre 2014 un incremento del 6,1%, grazie alla chiusura positiva per tutti

Dettagli

Scenari petroliferi ed energetici

Scenari petroliferi ed energetici Confindustria Siracusa Scenari petroliferi ed energetici A cura dell Area comunicazione ed organizzazione Ufficio studi e statistiche Elaborazione su dati dell Unione Petrolifera IL MERCATO PETROLIFERO

Dettagli

Trasporto merci. Luglio 2014

Trasporto merci. Luglio 2014 INDAGINE CONGIUNTURALE SUL SETTORE DEI TRASPORTI n. 38 SINTESI Luglio 2014 Trasporto merci Dopo aver chiuso il 2012 con una dinamica settoriale complessivamente negativa, il 2013 mette in evidenza per

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Filiale di Campobasso, Banca d Italia Campobasso, 18 giugno 2015 L economia italiana La prolungata flessione del PIL si è attenuata Andamento

Dettagli

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2012. Ottobre 2013

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2012. Ottobre 2013 Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2012 Ottobre 2013 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di Marisa Corazza Nel 2012 parco

Dettagli

Informazioni Statistiche N 8/2014

Informazioni Statistiche N 8/2014 Città di Palermo Ufficio Statistica Veicoli circolanti e immatricolati a Palermo nel 2013 Girolamo D Anneo Informazioni Statistiche N 8/2014 SETTEMBRE 2014 Sindaco: Segretario Generale: Capo Area della

Dettagli

Il commercio internazionale dei servizi: il turismo

Il commercio internazionale dei servizi: il turismo Il commercio internazionale dei servizi: il turismo Grafico 1 Andamento del tasso di cambio fra Euro e Dollaro Usa La situazione di instabilità politica e sociale che ha come epicentro il Medio Oriente

Dettagli

1.093.000 autovetture immatricolate a febbraio 2016. Il mercato delle autovetture cresce del 14% nel mese di febbraio e del 10% nel primo bimestre.

1.093.000 autovetture immatricolate a febbraio 2016. Il mercato delle autovetture cresce del 14% nel mese di febbraio e del 10% nel primo bimestre. 1.093.000 autovetture immatricolate a febbraio 2016 Il mercato delle autovetture cresce del 14% nel mese di febbraio e del 10% nel primo bimestre. I Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA a febbraio

Dettagli

Emilio di Camillo Febbraio 2012 http://www.centrostudisubalpino.it

Emilio di Camillo Febbraio 2012 http://www.centrostudisubalpino.it Osservatorio congiunturale del Mercato Europeo dell Auto. Fine anno 2. Dopo un 29 in progresso rispetto alla caduta della domanda del 28, condizionato però dalla spinta agli acquisti motivata dagli incentivi,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2397 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPEZZONE Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione ENERGIA Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell energia; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO 1

L ESPORTAZIONE DI VINO 1 L ESPORTAZIONE DI VINO 1 Premessa L Italia, come è noto, è uno dei principali produttori di vino, contendendo di anno in anno alla Francia, a seconda dell andamento delle vendemmie, la leadership mondiale.

Dettagli

Analisi del mercato delle auto

Analisi del mercato delle auto Analisi del mercato delle auto Le immatricolazioni ripartono grazie alla necessità di sostituire il vecchio parco di auto non catalizzate. La scomparsa imminente della benzina super fa crescere le vendite,

Dettagli

UNIONE EUROPEA 13 milioni di nuove immatricolazioni di automobili nel 2014, il mercato cresce del 5,4%

UNIONE EUROPEA 13 milioni di nuove immatricolazioni di automobili nel 2014, il mercato cresce del 5,4% UNIONE EUROPEA 13 milioni di nuove immatricolazioni di automobili nel 2014, il mercato cresce del 5,4% Nel complesso dei Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA 1 a dicembre 2014 le immatricolazioni

Dettagli

Volume mondiale Esportazioni

Volume mondiale Esportazioni Italia - l auto in cifre Italia La mobilità globale delle merci e il ruolo della strada Dati, proiezioni e considerazioni sul Commercio Estero Mondiale, e sulle valutazioni tradizionali delle varie modalità

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

Informazioni Statistiche N 3/2013

Informazioni Statistiche N 3/2013 Città di Palermo Ufficio Statistica Veicoli circolanti e immatricolati a Palermo nel 2012 Girolamo D Anneo Informazioni Statistiche N 3/2013 NOVEMBRE 2013 Sindaco: Segretario Generale: Capo Area della

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8 L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 I DATI RELATIVI AL 2011 2 LE ESPORTAZIONI 4 LE CARATTERISTICHE STRUTTURALI 6 La macchina utensile 6 La robotica 7 L INDUSTRIA

Dettagli

A. Consistenze e caratteristiche generali della rete

A. Consistenze e caratteristiche generali della rete REPORT SULLA DISTRIBUZIONE DEI CARBURANTI IN ITALIA SETTEMBRE 2013 1 A. Consistenze e caratteristiche generali della rete Tav.1 Evoluzione della rete di distribuzione carburanti 2000 2005 2010 2011 Autostradali

Dettagli

Informazioni Statistiche N 3/2010

Informazioni Statistiche N 3/2010 Città di Palermo Ufficio Statistica Veicoli circolanti e immatricolati a Palermo nel 2009 Girolamo D Anneo Informazioni Statistiche N 3/2010 NOVEMBRE 2010 Sindaco: Assessore ai Tributi e alla Statistica:

Dettagli

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO ARRIVI STRANIERI 1999 PER PROVENIENZA U.S.A. 1% S DK 1% 2% CZ 2% CH 2% ALTRI 10% GB 8% E 1% B 3% NL 6% F 2% A 7% D 55% STATI 1999 arrivi e presenze in provincia

Dettagli

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Comitato per la qualificazione della spesa pubblica Comitato per lo sviluppo provinciale Sandro Trento Enrico Zaninotto Quadro internazionale: 2010 migliore, ma

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Milano, 25 Novembre 2008 Atahotel Executive Dott. Massimiliano Maggioni KPMG Advisory S.p.A. Agenda Overview sul

Dettagli

L esodo dell autotrasporto dall Italia e l impatto sull economia della filiera

L esodo dell autotrasporto dall Italia e l impatto sull economia della filiera Conferenza Stampa L esodo dell autotrasporto dall Italia e l impatto sull economia della filiera Modena, 31 marzo 2015 1 Introduzione Questo studio si prefigge lo scopo di analizzare e valutare: 1) l impatto

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

IL SETTORE. COSTRUZIONI in provincia di Trento

IL SETTORE. COSTRUZIONI in provincia di Trento 26 marzo 2013 IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI in provincia di Trento il contesto economico Nel 2012 l area dell euro è nuovamente in recessione, con una riduzione del Pil pari allo 0,6%; si stima che permanga

Dettagli

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci confetra - nota congiunturale sul trasporto merci a cura del Centro Studi Confetra Anno XIV - n 2 Ottobre 2011 Periodo di osservazione gennaio-giugno 2011 La nota congiunturale Confetra sul trasporto merci

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche Osservatorio24 def 27-02-2008 12:49 Pagina 7 Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO 2.1 La produzione industriale e i prezzi alla produzione Nel 2007 la produzione industriale

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle

La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle Trento, 23 gennaio 2012 La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle La popolazione residente in provincia di Trento

Dettagli

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue Rapporto annuale 2012 3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue IN SINTESI Nel 2011, la contrazione della domanda interna nonostante la tenuta di quella estera ha determinato un calo dell

Dettagli

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO «FOCUS» ANIA: R.C. AUTO -- Numero 2 -- Marzo 2004 STATISTICA TRIMESTRALE R.C. AUTO () EXECUTIVE SUMMARY Con la disponibilità dei dati per l intero 2003 relativi ad un campione di imprese esercitanti il

Dettagli

Trasporto merci in Italia: i dati Confetra del 2014.

Trasporto merci in Italia: i dati Confetra del 2014. Trasporto merci in Italia: i dati Confetra del 2014. 28/04/2015 Sommario Premessa Dati e analisi dei settori Le performance migliori Spedizioni internazionali In breve L'andamento positivo del traffico

Dettagli

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI per IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI ELEMENTI DI SINTESI INVESTIMENTI IN OPERE PUBBLICHE: 3,9 miliardi il valore degli investimenti in opere pubbliche

Dettagli

UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%.

UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%. UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%. A marzo 2014 si registra il 7 incremento consecutivo delle vendite di autovetture nel mercato UE28+EFTA: +10,4% con 1.489.796 unità. I cinque principali

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 24 aprile 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 L Istat ha ricostruito le serie storiche trimestrali e di media annua dal 1977 ad oggi, dei principali aggregati del mercato del lavoro,

Dettagli

Energia e trasporti: il ruolo del metano

Energia e trasporti: il ruolo del metano Metano e trasporti per il governo della mobilità Energia e trasporti: il ruolo del metano di Edgardo Curcio Presidente AIEE Parma, 16 marzo 2010 Centro Congressi Paganini Indice della presentazione 1.

Dettagli

L OSSERVATORIO. 14 Aprile 2014 CATEGORIA: SOCIETA EFFICACIA DELLA LAUREA

L OSSERVATORIO. 14 Aprile 2014 CATEGORIA: SOCIETA EFFICACIA DELLA LAUREA L OSSERVATORIO 14 Aprile 2014 CATEGORIA: SOCIETA EFFICACIA DELLA LAUREA LAUREATI, DISOCCUPATI E SCORAGGIATI 14 Aprile 2014 Nella prima metà degli anni Cinquanta, per le strade circolavano poco più di 400mila

Dettagli

ASIA 1 Stabili le vendite di autoveicoli nei primi 9 mesi, senza il Giappone invece crescono del 5,7%

ASIA 1 Stabili le vendite di autoveicoli nei primi 9 mesi, senza il Giappone invece crescono del 5,7% ASIA 1 Stabili le vendite di autoveicoli nei primi 9 mesi, senza il Giappone invece crescono del 5,7% La domanda di autoveicoli nel 2010 è stata di 30,42 milioni di unità (+26% sul 2009); rispetto al 2005

Dettagli

STATISTICHE ITALIA Produzione Nazionale Immatricolazioni Export-Import Circolazione Varie

STATISTICHE ITALIA Produzione Nazionale Immatricolazioni Export-Import Circolazione Varie INDICE STATISTICHE ITALIA Produzione Nazionale Immatricolazioni Export-Import Circolazione Varie STATISTICHE INTERNAZIONALI Produzione Mondiale Immatricolazioni Export Circolazione Varie STATISTICHE ITALIA

Dettagli

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato EDI.CO.LA.NEWS Dati&Mercato N.9 EDILIZIA RESIDENZIALE: IL RINNOVO SI FERMA E PROSEGUE IL CALO DELLE NUOVE COSTRUZIONI Il valore di un mercato è determinato dalla consistenza degli investimenti che vi affluiscono.

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

Comunicato stampa. difficilmente paragonabile, si è deciso di non stimare il gettito IRE per l anno 2009.

Comunicato stampa. difficilmente paragonabile, si è deciso di non stimare il gettito IRE per l anno 2009. Comunicato stampa L IMPOSIZIONE FISCALE SUL SETTORE AUTOMOTIVE RESTA ELEVATA ANCHE NEL 2009 NONOSTANTE LA GRAVE CRISI DEL SETTORE La leggera decrescita del gettito tributario del comparto, 67,2 miliardi

Dettagli

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 Secondo i dati forniti dall Eurostat, il valore della produzione dell industria agricola nell Unione Europea a 27 Stati Membri nel 2008 ammontava a circa 377 miliardi

Dettagli

SUD AMERICA La domanda di autoveicoli cresce del 2,6%, grazie al buon recupero del Brasile

SUD AMERICA La domanda di autoveicoli cresce del 2,6%, grazie al buon recupero del Brasile SUD AMERICA La domanda di autoveicoli cresce del 2,6%, grazie al buon recupero del Brasile Nell area considerata, che include Argentina, Brasile, Cile e Venezuela, il mercato ha registrato, con oltre 5,12

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa-ANIMA NELL AMBITO DI FEDERCOSTRUZIONI

Dettagli

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Milano, 14 aprile 2011 La crisi finanziaria e i suoi riflessi sull economia reale La crisi internazionale Riflessi sull economia Italiana 2008

Dettagli

LA RECENTE DINAMICA DEI PREZZI AL CONSUMO

LA RECENTE DINAMICA DEI PREZZI AL CONSUMO 27 ottobre 2014 Anno 2014 LA RECENTE DINAMICA DEI PREZZI L inflazione (misurata dall indice armonizzato dei prezzi al consumo, IPCA), già in forte decelerazione nel 2013 (+1,3% in media d anno, dal +3,3%

Dettagli

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro...

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro... Indice Situazione economica internazionale... 2 Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4 Regional Competitiveness Index... 6 Mercato del Lavoro... 7 Cassa Integrazione Guadagni... 10 Il credito alle imprese...

Dettagli

IL PUNTO SULLA PRODUZIONE DI PROGETTI APPROFONDIMENTI E PROSPETTIVE

IL PUNTO SULLA PRODUZIONE DI PROGETTI APPROFONDIMENTI E PROSPETTIVE CSO - ALBICOCCHE UE / ALBICOCCHE: trend della produzione A livello generale la produzione di albicocche nella UE è sostanzialmente stabile e si aggira, recentemente, sulle 650.000 tonnellate annue ma è

Dettagli

Priorità per i Trasporti e la Logistica

Priorità per i Trasporti e la Logistica Priorità per i Trasporti e la Logistica Audizione presso Comitato Scientifico Consulta Generale per l Autotrasporto e la Logistica Sommario Premessa: le Linee Guida del Piano per la Logistica... 2 Descrizione

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati

RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati Produzione rifiuti: valori nazionali Nel 2009 cala la produzione dei rifiuti urbani in tutte le macroaree geografiche italiane: -1,6% al Centro, -1,4% al Nord e -0,4%

Dettagli

Il trasporto delle merci ieri, oggi e domani. Thomas Baumgartner Presidente ANITA

Il trasporto delle merci ieri, oggi e domani. Thomas Baumgartner Presidente ANITA Il trasporto delle merci ieri, oggi e domani Thomas Baumgartner Presidente ANITA Roma, 6 novembre 2014 FILIERA TRASPORTI E LOGISTICA 3 posto dopo costruzioni e agribusiness L attività più rilevante della

Dettagli

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia Le dimensioni quantitative del problema In Italia, nel, gli stradali sono stati 230.871. Questi hanno determinato 5.131 e 325.850, con un costo sociale

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6 35 3 Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie (anno 29; % sul totale mondo) 28,3 25 2 15 16,4 18,2 24,1 22, 1 5 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3, Regno Unito 5,6 8,7 Francia Germania Giappone

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO IT IT IT COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 27.1.2009 COM(2009) 9 definitivo COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO Monitoraggio delle emissioni di CO2 delle automobili

Dettagli

FAMIGLIA. 1 2 3 4 5 6 totale 2011 29.4 27.4 20.4 17.1 4.3 1.3 100 2012 30.1 27.3 20.3 16.5 4.5 1.3 100 2013 30.2 27.3 20.2 16.6 4.3 1.

FAMIGLIA. 1 2 3 4 5 6 totale 2011 29.4 27.4 20.4 17.1 4.3 1.3 100 2012 30.1 27.3 20.3 16.5 4.5 1.3 100 2013 30.2 27.3 20.2 16.6 4.3 1. FAMIGLIA Numero di famiglie. Il numero di famiglie abitualmente dimoranti sul territorio nazionale è aumentato da 21.8 a 24.6 milioni nel 2013. Durante il periodo intercensuario le famiglie unipersonali

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione MACCHINE E APPARECCHIATURE ELETTRICHE Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell industria dell elettronica;

Dettagli

Il riciclo e il recupero

Il riciclo e il recupero 22 Rapporto di sostenibilità Conai 213 Il riciclo e il recupero Conai si fa carico del conseguimento degli obiettivi fissati dalla normativa europea e nazionale in materia di gestione ambientale dei rifiuti

Dettagli

Comunicato stampa del 6 agosto 2015

Comunicato stampa del 6 agosto 2015 Comunicato stampa del 6 agosto 2015 Crisi dell edilizia in Sardegna: crollo degli investimenti pubblici e privati e rubinetti a secco per il credito le cause prevalenti La Sardegna è infatti una delle

Dettagli

NOTA DAL CSC. In Italia più occupati anziani e meno giovani

NOTA DAL CSC. In Italia più occupati anziani e meno giovani 02-01-2015 Numero 15-1 NOTA DAL CSC In Italia più occupati anziani e meno giovani Durante la crisi i 55-64enni con lavoro sono aumentati di 1,1 milioni, contro il calo di 1,6 milioni tra i 25-34enni. Il

Dettagli

VENETO LAVORO Osservatorio & Ricerca. I CONTRATTI DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO. AGGIORNAMENTO AL 30 settembre 2015

VENETO LAVORO Osservatorio & Ricerca. I CONTRATTI DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO. AGGIORNAMENTO AL 30 settembre 2015 VENETO LAVORO Osservatorio & Ricerca I CONTRATTI DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO. AGGIORNAMENTO AL 30 settembre MISURE/64 1 Ottobre Introduzione Nel la regolazione del mercato del lavoro è stata oggetto

Dettagli

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO IT IT IT COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 10.11.2010 COM(2010) 655 definitivo RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO Monitoraggio delle

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

Il mercato spagnolo del riciclaggio

Il mercato spagnolo del riciclaggio Nota settoriale Il mercato spagnolo del riciclaggio Agenzia ICE Ufficio di Madrid Data di realizzazione: aprile 2013 Agenzia ICE ufficio di Madrid Il settore del riciclaggio 1 CENNI SUL MERCATO SPAGNOLO

Dettagli

Informazioni Statistiche N 3/2012

Informazioni Statistiche N 3/2012 Città di Palermo Ufficio Statistica Veicoli circolanti e immatricolati a Palermo nel 2011 Girolamo D Anneo Informazioni Statistiche N 3/2012 NOVEMBRE 2012 Sindaco: Assessore alla Statistica: Segretario

Dettagli

Compravendite immobiliari e mutui IV trimestre 2009

Compravendite immobiliari e mutui IV trimestre 2009 8 giugno 2010 Compravendite immobiliari e mutui IV trimestre 2009 L Istat diffonde i dati, relativi al quarto trimestre 2009, delle convenzioni contenute negli atti notarili inerenti sia la compravendita

Dettagli

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi 36 anni da 3 profonde crisi. La prima nel 1983, a causa della stagnazione economica

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi 36 anni da 3 profonde crisi. La prima nel 1983, a causa della stagnazione economica 1 Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi 36 anni da 3 profonde crisi. La prima nel 1983, a causa della stagnazione economica e di un alto tasso di inflazione. Dieci anni dopo,

Dettagli

Variazione % tendenziale 2,9 1,1. Elaborazioni Anfia su dati ISTAT *Codici Ateco 29

Variazione % tendenziale 2,9 1,1. Elaborazioni Anfia su dati ISTAT *Codici Ateco 29 La produzione industriale in Italia cresce del 2,9% ad ottobre 2015. L industria automotive è tra i comparti che registrano la maggiore crescita da inizio anno: +28,5%. Secondo i dati diffusi da ISTAT,

Dettagli

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 PROVINCIA DI LIVORNO Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 1 1. Sintesi dei risultati Il mercato

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli