MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL"

Transcript

1 Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 3.1 Gemonese MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA DI UDINE DICEMBRE 2014 Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Direzione centrale salute, integrazione sociosanitaria e politiche sociali Area degli interventi sociali e dell'integrazione socio-sanitaria Servizio sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali 1

2 Rilevazione ed elaborazione dati a cura di: Osservatorio delle Politiche Sociali - Provincia di Udine Ref. Eloisia Goriup Dicembre

3 PROFILO MINORI AMBITO 3.1 GEMONA SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA E SCUOLE... 4 Tab. 1 - Numero di strutture per la prima infanzia (Nidi d infanzia, Servizi Integrativi, Servizi Sperimentali e Sezioni Primavera) nell ambito distrettuale 3.1 Gemonese, in provincia di Udine e in regione FVG al Tab. 2 Capacità ricettiva dei servizi per la prima infanzia (Nidi d infanzia, Servizi Integrativi, Servizi Sperimentali e Sezioni Primavera) nell ambito distrettuale 3.1 Gemonese, in provincia di Udine e in regione FVG al Tab. 3 Numero di minori iscritti, di cui disabili, di cui lattanti, nei servizi per la prima infanzia (Nidi d infanzia pubblici e privati, Servizi Integrativi, Servizi Sperimentali e Sezioni Primavera) nell ambito distrettuale 3.1 Gemonese, in provincia di Udine e in regione FVG al Tab. 4 Numero di servizi per la prima infanzia per tipologia (art. 3, 4, 4bis, 5 LR ) nell ambito distrettuale 3.1 Gemonese, in provincia di Udine e in regione FVG al Tab. 5 Totale servizi prima infanzia (nidi, integrativi, sperimentali e sezioni primavera), capacità ricettiva dei servizi, iscritti, popolazione residente 0-3 anni compiuti, percentuale copertura potenziale dei servizi (rapporto % tra capacità ricettiva e popolazione 0-3 anni) e percentuale iscritti su popolazione 0-3 anni nell ambito distrettuale 3.1 Gemonese, in provincia di Udine e in regione FVG al Tab. 6 - Scuole e aventi sede o plesso nei Comuni dell ambito 3.1 Gemonese, per ordine scuola, e scuole Provincia di Udine e Regione FVG anno scolastico Tab. 7 - alle scuole e aventi sede o plesso nei Comuni dell ambito 3.1 Gemonese, per ordine scuola e iscritti in Provincia di Udine e Regione FVG anno scolastico Tab. 7bis alle scuole e aventi sede o plesso nei Comuni dell ambito 3.1 Gemonese di cui stranieri e percentuale di stranieri su iscritti, per ordine scuola anno scolastico NOTA METODOLOGICA

4 SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA E SCUOLE Tab. 1 - Numero di strutture per la prima infanzia (Nidi d infanzia, Servizi Integrativi, Servizi Sperimentali e Sezioni Primavera) nell ambito distrettuale 3.1 Gemonese, in provincia di Udine e in regione FVG al Nidi d infanzia Servizi Integrativi Servizi Sperimentali Sezioni primavera 1 Totale Pubblici Privati Tot Pubblici Privati Tot Pubblici Privati Tot Pubblici Privati Tot Ambito Prov UD Reg FVG Fonte: elaborazione Osservatorio Politiche Sociali Provincia di Udine su dati CRDA-SISS Tab. 2 Capacità ricettiva dei servizi per la prima infanzia (Nidi d infanzia, Servizi Integrativi, Servizi Sperimentali e Sezioni Primavera) nell ambito distrettuale 3.1 Gemonese, in provincia di Udine e in regione FVG al Nidi d infanzia Servizi Integrativi Servizi Sperimentali Sezioni primavera 1 Totale Pubblici Privati Tot Pubblici Privati Tot Pubblici Privati Tot Pubblici Privati Tot Ambito Prov UD Reg FVG Fonte: elaborazione Osservatorio Politiche Sociali Provincia di Udine su dati CRDA-SISS Tab. 3 Numero di minori iscritti, di cui disabili, di cui lattanti, nei servizi per la prima infanzia (Nidi d infanzia pubblici e privati, Servizi Integrativi, Servizi Sperimentali e Sezioni Primavera) nell ambito distrettuale 3.1 Gemonese, in provincia di Udine e in regione FVG al Minori iscritti Di cui disabili MF Di cui lattanti (3-12 mesi) MF M F Tot Nidi Pubblici Nidi Privati Servizi Integrativi Servizi Sperimentali Sezioni Primavera Totale Ambito Totale Provincia UD Totale Regione FVG Fonte: elaborazione Osservatorio Politiche Sociali Provincia di Udine su dati CRDA-SISS Tab. 4 Numero di servizi per la prima infanzia per tipologia (art. 3, 4, 4bis, 5 LR ) nell ambito distrettuale 3.1 Gemonese, in provincia di Udine e in regione FVG al Nidi d infanzia Servizi Integrativi Servizi sperimentali Nidi d infanzia Nidi aziendali Integrati scuola Centri bambini Spazi gioco Servizi educativi Baby sitter locale Servizi sperimentali Servizi ricreativi infanzia genitori domiciliari Ambito Provincia UD Regione FVG Fonte: elaborazione Osservatorio Politiche Sociali Provincia di Udine su dati CRDA-SISS 1 Vengono qui indicate le Sezioni primavera attivate presso le scuole dell infanzia; sono state inoltre monitorate, a livello provinciale, due Sezioni Primavera attive presso Nidi d infanzia conteggiate nella tabella 1. I dati relativi a queste due Sezioni Primavera, con riferimento a capacità ricettiva ed iscritti, rientrano nelle tabelle 2 e 3 nel computo complessivo relativo ai Nidi d infanzia. 4

5 Tab. 5 Totale servizi prima infanzia (nidi, integrativi, sperimentali e sezioni primavera), capacità ricettiva dei servizi, iscritti, popolazione residente 0-3 anni compiuti, percentuale copertura potenziale dei servizi (rapporto % tra capacità ricettiva e popolazione 0-3 anni) e percentuale iscritti su popolazione 0-3 anni nell ambito distrettuale 3.1 Gemonese, in provincia di Udine e in regione FVG al Totale servizi 0-3 anni Tot. Capacità ricettiva Servizi prima infanzia Tot. Servizi prima infanzia Popolazione Minori 0-3 anni % copertura potenziale dei servizi % iscritti /popolazione 0-3 anni Ambito ,7 20,4 Prov UD ,6 17,8 Reg FVG ,6 22,1 Fonte: elaborazione Osservatorio Politiche Sociali Provincia di Udine su dati CRDA-SISS. Popolazione 0-3 anni compiuti dati Demo Istat al 31/12/2013 5

6 Tab. 6 - Scuole e aventi sede o plesso nei Comuni dell ambito 3.1 Gemonese, per ordine scuola, e scuole Provincia di Udine e Regione FVG anno scolastico Scuole secondarie 1 Scuole secondarie 2 Scuole dell'infanzia Scuole primarie Totale Comune ARTEGNA BORDANO CHIUSAFORTE DOGNA GEMONA DEL FRIULI MALBORGHETTO VALBRUNA MOGGIO UDINESE MONTENARS OSOPPO PONTEBBA RESIA RESIUTTA TARVISIO TRASAGHIS VENZONE Tot. ambito Tot. Provincia Tot. Regione Fonte: elaborazione CRDA-SISS Provincia di Udine su dati MIUR - SIDI - USR FVG; Origine dati: scuole presenti in anagrafe istituzioni scolastiche e. Periodo di raccolta novembre 2013-febbraio NOTE: Non sono state conteggiate le scuole carcerarie; nel conteggio delle scuole secondarie di II sono stati conteggiati tutti i corsi di diploma e le scuole serali. 6

7 Tab. 7 - alle scuole e aventi sede o plesso nei Comuni dell ambito 3.1 Gemonese, per ordine scuola e iscritti in Provincia di Udine e Regione FVG anno scolastico Comune Scuole dell'infanzia Scuole primarie Scuole secondarie 1 Scuole secondarie 2 Totale iscritti ARTEGNA BORDANO CHIUSAFORTE DOGNA GEMONA DEL FRIULI MALBORGHETTO VALBRUNA MOGGIO UDINESE MONTENARS OSOPPO PONTEBBA RESIA RESIUTTA TARVISIO TRASAGHIS VENZONE Tot Ambito Tot. Provincia Tot. Regione Fonte: elaborazione CRDA-SISS Provincia di Udine su dati MIUR - SIDI - USR FVG; Origine dati: scuole presenti in anagrafe istituzioni scolastiche e. Periodo di raccolta novembre 2013-febbraio

8 Tab. 7bis alle scuole e aventi sede o plesso nei Comuni dell ambito 3.1 Gemonese di cui stranieri e percentuale di stranieri su iscritti, per ordine scuola anno scolastico Comune Scuole dell'infanzia Scuole primarie Scuole secondarie 1 Scuole secondarie 2 Totale iscritti ARTEGNA , , , ,6 BORDANO , , ,8 CHIUSAFORTE DOGNA GEMONA DEL FRIULI , , , , ,0 MALBORGHETTO VALBRUNA , , ,7 MOGGIO UDINESE , , , ,6 MONTENARS , ,9 OSOPPO , , , ,4 PONTEBBA , , ,2 RESIA , , ,3 RESIUTTA TARVISIO , , , , ,5 TRASAGHIS , , , ,6 VENZONE , ,6 Tot Ambito , , , , ,6 Tot. Provincia , , , , ,6 Tot. Regione , , , , ,7 Fonte: elaborazione CRDA-SISS Provincia di Udine su dati MIUR - SIDI - USR FVG; Origine dati: scuole presenti in anagrafe istituzioni scolastiche e. Periodo di raccolta novembre 2013-febbraio

9 NOTA METODOLOGICA Di seguito vengono indicate le fonti di origine di ciascuna tipologia di dati qui presentati e alcune note metodologiche per guidarne l utilizzo. Servizi per la prima infanzia I dati relativi ai servizi prima infanzia sono rilevati annualmente dai CRDA-SISS provinciali attraverso la somministrazione di questionari ad hoc ai responsabili di tutti i servizi socio educativi 0-3 anni, pubblici e privati, censiti sul territorio: si fa riferimento sia ai servizi del sistema educativo integrato previsto dalla LR 20/2005, quali i nidi d infanzia, i servizi integrativi e i servizi sperimentali; sia alle c.d. sezioni Primavera 2 attivate presso le scuole di infanzia ( sono state conteggiate le sezioni primavera attivate all interno di nidi di infanzia 2 monitorate complessivamente in provincia di Udine i cui dati, relativi a capienza e iscritti, sono ricompresi in quelli dei nidi di infanzia). Le informazioni presentate nei profili (numero strutture, capienza autorizzata e minori iscritti) sono disaggregate a livello di ambito distrettuale per Comune sede di ubicazione della struttura e provengono dalla rilevazione effettuata dalle Province nel mese di maggio 2014, su dati riferiti al alle Scuole e I dati riferiti al numero di scuole e dei diversi ordini e gradi e ai relativi iscritti hanno come fonte il MIUR-SIDI-USR FVG e sono riferiti all anno scolastico 2013/2014. Le estrazioni sono state effettuate sulle scuole presenti in anagrafe istituzioni scolastiche e del MIUR, nel periodo, novembre 2013 febbraio I dati sono presentati disaggregati a livello comunale, per Comune sede di plesso scolastico, scuola o istituto, poi aggregati a livello di ambito distrettuale. 2 Sezione Primavera o servizio socio educativo integrativo per bambini di età compresa tra i 24 e i 36 mesi, disciplinato dall articolo 1 comma 630 della legge 27 dicembre 2006,n. 296 ( Legge finanziaria 2007 ) e relativi accordi ed intese, da intendersi come servizio socio - educativo integrativo e aggregato alle strutture delle scuole di infanzia e dei nidi di infanzia autorizzate ai sensi della normativa vigente allo svolgimento di attività educative o di insegnamento. La Regione FVG sostiene con appositi contributi il servizio erogato dalle Sezioni Primavera ai sensi dell articolo 7, commi 1 e 2, della legge regionale 29 dicembre 2010, n.22 (Legge finanziaria 2011). 9

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 4.2 Tarcento MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 6.1 Sacile MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO MINORI ANNO 2013/2014 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE SULLE POLITICHE SOCIALI DELLA

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 3.1 Gemonese MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 3.2 Carnia MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 4.3 Cividalese MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA

Dettagli

SECONDA INTEGRAZIONE ALLA CONVENZIONE. di data 1 agosto 2006 tra COMUNITÀ MONTANA DEL GEMONESE, CANAL DEL FERRO E VAL CANALE. e A&T 2000 S.p.A.

SECONDA INTEGRAZIONE ALLA CONVENZIONE. di data 1 agosto 2006 tra COMUNITÀ MONTANA DEL GEMONESE, CANAL DEL FERRO E VAL CANALE. e A&T 2000 S.p.A. SECONDA INTEGRAZIONE ALLA CONVENZIONE di data 1 agosto 2006 tra COMUNITÀ MONTANA DEL GEMONESE, CANAL DEL FERRO E VAL CANALE e A&T 2000 S.p.A. PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO RIFIUTI L anno duemilaundici,

Dettagli

COMUNITA MONTANA GEMONESE CANAL DEL FERRO E VAL CANALE PONTEBBA (UD)

COMUNITA MONTANA GEMONESE CANAL DEL FERRO E VAL CANALE PONTEBBA (UD) COMUNITA MONTANA GEMONESE CANAL DEL FERRO E VAL CANALE PONTEBBA (UD) BANDO PER LA CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI AGLI INSEGNANTI CHE SCELGONO DI PRESTARE STABILMENTE IL PROPRIO SERVIZIO NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER

MATERIALI DI LAVORO PER Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 1.3 Muggia San Dorligo della Valle - Dolina MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ - SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER COMUNITÀ - SEZIONE MINORI L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI

MATERIALI DI LAVORO PER COMUNITÀ - SEZIONE MINORI L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 1.1 Duino Aurisina MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ - SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE SULLE POLITICHE

Dettagli

Il contributo del FSE per lo sviluppo dei Servizi per la prima infanzia nella Regione Friuli Venezia Giulia: la formazione degli operatori

Il contributo del FSE per lo sviluppo dei Servizi per la prima infanzia nella Regione Friuli Venezia Giulia: la formazione degli operatori Investire nei bambini in Italia: strumenti dell'ue e opportunità di finanziamento Il contributo del FSE per lo sviluppo dei Servizi per la prima infanzia nella Regione Friuli Venezia Giulia: la formazione

Dettagli

Il Servizio sociale dei Comuni dell Ambito distrettuale n. 3.1 Gemonese, Canal del Ferro, Val Canale

Il Servizio sociale dei Comuni dell Ambito distrettuale n. 3.1 Gemonese, Canal del Ferro, Val Canale SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE AUTONOMA FRIULI-VENEZIA GIULIA AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 3 "ALTO FRIULI" SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI DELL AMBITO DISTRETTUALE N. 3.1 GEMONESE, CANAL DEL FERRO,

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA DI TRIESTE Provincia di Trieste Area Servizi

Dettagli

44 BIMBI IN FILA PER 3 COL RESTO DI 2

44 BIMBI IN FILA PER 3 COL RESTO DI 2 Assessorato alle Politiche Sociali Assessorat aes Politichis Socials 44 BIMBI IN FILA PER 3 COL RESTO DI 2 I numeri sui minori e i servizi dedicati in Provincia di Udine SECONDA EDIZIONE Osservatorio Politiche

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA DI TRIESTE Contesto demografico Ambito distrettuale

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 2.2 Basso Isontino MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE SULLE

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 2.1 Alto Isontino MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE SULLE

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA Provincia di Pordenone Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 6.5 Pordenone MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO

Dettagli

RAPPORTO CONDIZIONI DI VITA IN PROVINCIA DI PORDENONE EDIZIONE 2010 ANDAMENTO DEMOGRAFICO. a cura di Osservatorio Provinciale delle Politiche Sociali

RAPPORTO CONDIZIONI DI VITA IN PROVINCIA DI PORDENONE EDIZIONE 2010 ANDAMENTO DEMOGRAFICO. a cura di Osservatorio Provinciale delle Politiche Sociali RAPPORTO CONDIZIONI DI VITA IN PROVINCIA DI PORDENONE EDIZIONE 2010 ANDAMENTO DEMOGRAFICO a cura di Osservatorio Provinciale delle Politiche Sociali 11 Novembre 2010 Andamento della popolazione residente

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA Provincia di Pordenone Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 6.1 Sacile MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA Provincia di Pordenone Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 6.3 Azzano Decimo MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO

Dettagli

INTERVENTI DI SENSIBILIZZAZIONE E FORMAZIONE PER LA PREVENZIONE DELLA PEDOFILIA LEGGE REGIONALE N. 20/2004

INTERVENTI DI SENSIBILIZZAZIONE E FORMAZIONE PER LA PREVENZIONE DELLA PEDOFILIA LEGGE REGIONALE N. 20/2004 INTERVENTI DI SENSIBILIZZAZIONE E FORMAZIONE PER LA PREVENZIONE DELLA PEDOFILIA LEGGE REGIONALE N. 20/2004 1. DATI DI RIFERIMENTO DEL SOGGETTO RESPONSABILE Denominazione Ente Azienda per i Servizi Sanitari

Dettagli

Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 4.5 Udinese

Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 4.5 Udinese Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 4.5 Udinese Materiali di lavoro per la costruzione del profilo di comunità PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO POLITICHE SOCIALI DELLA

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 4.3 Cividalese MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA

Dettagli

Nomine e Compensi degli Amministratori di Parte Pubblica nelle Società Partecipate. (Art. 1, comma 735, legge 296/2006)

Nomine e Compensi degli Amministratori di Parte Pubblica nelle Società Partecipate. (Art. 1, comma 735, legge 296/2006) COMUNITÀ MONTANA DELLA CARNIA 33028 TOLMEZZO (UD) Nomine e Compensi degli Amministratori di Parte Pubblica nelle Società Partecipate (Art. 1, comma 735, legge 296/2006) Pag. 1 di 12 Il presente report

Dettagli

IL TERZO SETTORE IN FRIULI VENEZIA GIULIA

IL TERZO SETTORE IN FRIULI VENEZIA GIULIA IL TERZO SETTORE IN FRIULI VENEZIA GIULIA Dossier statistico 2013 a cura di In collaborazione con: Presentazione Il dossier illustra in forma grafica la consistenza, in Friuli Venezia Giulia, del Terzo

Dettagli

Appendice Statistica

Appendice Statistica REGIONE CALABRIA Dipartimento Istruzione, Università, Alta Formazione, Innovazione e Ricerca Osservatorio Regionale sull Istruzione e il Diritto allo Studio Dieci anni di scuola calabrese Appendice Statistica

Dettagli

VIDEOCONFERENZA CON I DIRIGENTI SCOLASTICI

VIDEOCONFERENZA CON I DIRIGENTI SCOLASTICI VIDEOCONFERENZA CON I DIRIGENTI SCOLASTICI sul tema: ORGANICO DI DIRITTO del personale docente a.s. 2007/08 Relatrice: Maria Luisa Altomonte IL SISTEMA SCOLASTICO STATALE IN EMILIA ROMAGNA LE - 1 Le sedi

Dettagli

Al Presidente della Regione Veneto. Alla Redazione del sito web dell USR

Al Presidente della Regione Veneto. Alla Redazione del sito web dell USR Prot. n. AOODRVE5461 Venezia, lì, 6 maggio 2015 e-mail Ai Dirigenti delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado statali e paritarie della regione Veneto Ai Dirigenti Amministrativi e Tecnici e

Dettagli

Fabiana Fusco Università di Udine. Il Friuli Venezia Giulia: mosaico di lingue, lingue di minoranza e dialetti

Fabiana Fusco Università di Udine. Il Friuli Venezia Giulia: mosaico di lingue, lingue di minoranza e dialetti Fabiana Fusco Università di Udine Il Friuli Venezia Giulia: mosaico di lingue, lingue di minoranza e dialetti Carta tratta dall Enciclopedia dell Italiano Treccani L.R. n. 5 del 17 febbraio 2010 Valorizzazione

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE LAFFRANCO, BIANCONI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE LAFFRANCO, BIANCONI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 572 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI LAFFRANCO, BIANCONI Disciplina della professione di educatore di asilo nido e istituzione

Dettagli

La Carnia in cifre: tra crisi e strategie di sviluppo. Gennaio 2015

La Carnia in cifre: tra crisi e strategie di sviluppo. Gennaio 2015 La Carnia in cifre: tra crisi e strategie di sviluppo Gennaio 2015 osservatorio della montagna friulana ANALISI SOCIO ECONOMICA DELLA MONTAGNA DEL FRIULI VENEZIA GIULIA gennaio 2015 Via Morpurgo 4-33100

Dettagli

Archivio di Stato di Udine

Archivio di Stato di Udine Ministero per i Beni e le Attività Culturali Archivio di Stato di Udine SCHEDA FONDO 3.1.2 Denominazione o titolo 3.1.3 Data/e 3.1.4 Livello di descrizione 3.1.5 Consistenza e supporto dell'unità archivistica

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 11 DEL 19-05-2006 REGIONE VALLE D'AOSTA

LEGGE REGIONALE N. 11 DEL 19-05-2006 REGIONE VALLE D'AOSTA LEGGE REGIONALE N. 11 DEL 19-05-2006 REGIONE VALLE D'AOSTA Disciplina del sistema regionale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia. Abrogazione delle leggi regionali 15 dicembre 1994, n. 77,

Dettagli

SOS servizi in Alto Friuli

SOS servizi in Alto Friuli SOS servizi in Alto Friuli Gemona del Friuli, 12 Marzo 2015 Sos Servizi in Alto Friuli 1 Il futuro assetto territoriale UTI N. COMUNI POPOLAZIONE SUPERFICIE DENSITA CARNIA 28 38.554 1.223,9 31,50 ALTO

Dettagli

REGOLAMENTO I.S.E.E. (Indicatore situazione economica equivalente)

REGOLAMENTO I.S.E.E. (Indicatore situazione economica equivalente) COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA (PROVINCIA DI REGGIO EMILIA) REGOLAMENTO I.S.E.E. (Indicatore situazione economica equivalente) Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 4 del 18 febbraio 2002 Modificato

Dettagli

ALLEGATO A ALLA DELIBERAZIONE DEL C.C. N. 38 DEL 19.09.2013: ALLEG

ALLEGATO A ALLA DELIBERAZIONE DEL C.C. N. 38 DEL 19.09.2013: ALLEG ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio Comunale del 26.06.2013: MODIFICA DELLA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI CON LA COMUNITA MONTANA DEL GEMONESE, VAL CANALE E CANAL DEL FERRO; INDIRIZZO

Dettagli

I SERVIZI EDUCATIVI NELLA REGIONE PIEMONTE: Ecco i numeri del Piemonte!!!!!

I SERVIZI EDUCATIVI NELLA REGIONE PIEMONTE: Ecco i numeri del Piemonte!!!!! I SERVIZI EDUCATIVI NELLA REGIONE PIEMONTE: Ecco i numeri del Piemonte!!!!! SITUAZIONE GENERALE AL 30/06/2015 DEL NUMERO DEI SERVIZI PER L INFANZIA E DEI POSTI DISPONIBILI Servizi Asili nido Comunali Asili

Dettagli

MIUR.AOODRVEUff.4/ n. 16710_C27a Venezia, 29 dicembre 2014

MIUR.AOODRVEUff.4/ n. 16710_C27a Venezia, 29 dicembre 2014 MIUR.AOODRVEUff.4/ n. 16710_C27a Venezia, 29 dicembre 2014 Ai Dirigenti delle Scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado del Veneto e p.c. Ai Dirigenti Amministrativi e tecnici della Direzione Generale

Dettagli

PROGRAMMA IMMIGRAZIONE 2009

PROGRAMMA IMMIGRAZIONE 2009 PROGRAMMA IMMIGRAZIONE 2009 Indice 1. Premessa 2. Riferimenti normativi 3. Ambiti di intervento 4. Modalità di attuazione 5. Risorse 6. Azioni 7. Riepilogo 1. Premessa La Regione Friuli Venezia Giulia

Dettagli

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2010

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2010 Ministero Lavoro e le Politiche sociali Conferenza le Regioni e le Province Autonome Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2010 SEGRETO STATISTICO, OBBLIGO DI

Dettagli

Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione :

Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione : 1 Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione : Provincia di Rimini / Ufficio Scuola 2 LA SCUOLA RIMINESE:

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Quadro normativo di riferimento. Art. 3 Destinatari

Art. 1 Finalità. Art. 2 Quadro normativo di riferimento. Art. 3 Destinatari Allegato al decreto del direttore centrale 6 agosto 2012 n. 1087/ISTR Bando per il finanziamento delle Sezioni Primavera anno scolastico 2012/2013 Art. 1 Finalità 1. Il presente bando viene emanato al

Dettagli

LE SCUOLE DELL INFANZIA: UNA TRADIZIONE VENETA. Paritarie Non paritarie (2) ALUNNI 1.655.386 100% Statali regionali (1) 960.

LE SCUOLE DELL INFANZIA: UNA TRADIZIONE VENETA. Paritarie Non paritarie (2) ALUNNI 1.655.386 100% Statali regionali (1) 960. FEDERAZIONE ITALIANA SCUOLE MATERNE Associazione delle Scuole dell Infanzia paritarie e servizi alla Prima Infanzia Via G. Medici 9/d 35138 PADOVA Tel. 049.8711300 Fax 049.8710833 www.fismveneto.it segreteria@fismveneto.it

Dettagli

Sedi, alunni, classi, dotazioni organiche del personale della scuola statale. Situazione di Organico di Diritto Anno scolastico 2005/2006

Sedi, alunni, classi, dotazioni organiche del personale della scuola statale. Situazione di Organico di Diritto Anno scolastico 2005/2006 Sedi, alunni, classi, dotazioni organiche del personale della scuola statale Situazione di Organico di Diritto Anno scolastico 2005/2006 Istituzioni scolastiche - prospetto provinciale Circoli didattici

Dettagli

MIUR.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(I).0013937.12-11-2014

MIUR.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(I).0013937.12-11-2014 MIUR.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(I).0013937.12-11-2014 INTESA BIENNALE aa.ss. 2013/2014 2014/2015 TRA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE E REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA PROGRAMMAZIONE E LA GESTIONE COMPLESSIVA

Dettagli

Giulia L'ASSESSORE REGIONALE ALLA PROTEZIONE CIVILE COMMISSARIO DELEGATO

Giulia L'ASSESSORE REGIONALE ALLA PROTEZIONE CIVILE COMMISSARIO DELEGATO DECRETO N. 179/CD/2004 di data 11 giugno 2004 Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Oggetto: Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3309 di data 11 settembre 2003 e seguenti. Decreto n.

Dettagli

COMUNITA' MONTANA DEL GEMONESE, CANAL FERRO E VAL CANALE

COMUNITA' MONTANA DEL GEMONESE, CANAL FERRO E VAL CANALE COMUNITA' MONTANA DEL GEMONESE, CANAL FERRO E VAL CANALE ALLEGATO n. 5 al CAPITOLATO D'ONERI per il servizio integrato di raccolta e trasporto di alcune frazioni di rifiuti urbani ed assimilati Gestione

Dettagli

4 RAPPORTO SULLA COESIONE SOCIALE NELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Anno 2015

4 RAPPORTO SULLA COESIONE SOCIALE NELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Anno 2015 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità 4 RAPPORTO SULLA COESIONE SOCIALE NELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Anno 2015 Provincia di Reggio Emilia 1 4. IL SISTEMA FORMATIVO 2 Gli studenti iscritti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI TRASAGHIS (Comuni di Bordano, Moggio, Osoppo, Resia, Resiutta, Trasaghis, Venzone)

ISTITUTO COMPRENSIVO DI TRASAGHIS (Comuni di Bordano, Moggio, Osoppo, Resia, Resiutta, Trasaghis, Venzone) Al Personale Docente ed ATA delle Scuole di Bordano Al Comune di Bordano Ai sigg. Genitori degli Alunni della Scuola dell Infanzia e Primaria di Bordano SCUOLA PRIMARIA: dal 14 al 18 settembre 2015 lezioni

Dettagli

GILDA DEGLI INSEGNANTI FEDERAZIONE GILDA-UNAMS. Il fondo d istituto

GILDA DEGLI INSEGNANTI FEDERAZIONE GILDA-UNAMS. Il fondo d istituto Il fondo d istituto Il Fondo è destinato a retribuire le prestazioni rese dal personale docente, educativo ed ata (solo personale interno, sia a tempo determinato che indeterminato) per sostenere il processo

Dettagli

FONDAZIONE CARIPARMA. Espr.it. la comunità genera nuovo welfare. Alcuni dati sulla provincia di Parma EDUCAZIONE E ISTRUZIONE

FONDAZIONE CARIPARMA. Espr.it. la comunità genera nuovo welfare. Alcuni dati sulla provincia di Parma EDUCAZIONE E ISTRUZIONE FONDAZIONE CARIPARMA Espr.it la comunità genera nuovo welfare Alcuni dati sulla provincia di Parma EDUCAZIONE E ISTRUZIONE 1 Scuole per l infanzia Servizi educativi per la prima infanzia Indice di copertura

Dettagli

IL TERZO SETTORE IN FRIULI VENEZIA GIULIA

IL TERZO SETTORE IN FRIULI VENEZIA GIULIA IL TERZO SETTORE IN FRIULI VENEZIA GIULIA Dossier statistico 2011 a cura di Giugno, 2011 Presentazione Il dossier raccoglie in forma grafica la numerosità della presenza, in Friuli Venezia Giulia, di tre

Dettagli

Pubblicazioni realizzate dall Osservatorio provinciale delle politiche sociali Anni 2001-2010

Pubblicazioni realizzate dall Osservatorio provinciale delle politiche sociali Anni 2001-2010 Pubblicazioni realizzate dall Osservatorio provinciale delle politiche sociali Anni 2001-2010 Guida all'associazionismo Piacentino Novembre 2001 La guida è stata redatta dall'osservatorio provinciale delle

Dettagli

CARTE DEI SERVIZI TERRITORIALI DIDATTICO/RICREATIVI ED EDUCATIVI DI SUPPORTO ALLA FAMIGLIA LINEE GUIDA PER LA STRUTTURA DEL DOCUMENTO

CARTE DEI SERVIZI TERRITORIALI DIDATTICO/RICREATIVI ED EDUCATIVI DI SUPPORTO ALLA FAMIGLIA LINEE GUIDA PER LA STRUTTURA DEL DOCUMENTO CARTE DEI SERVIZI TERRITORIALI DIDATTICO/RICREATIVI ED EDUCATIVI DI SUPPORTO ALLA FAMIGLIA LINEE GUIDA PER LA STRUTTURA DEL DOCUMENTO INDICE Organizzazione della titolazione, numerazione, indicazione di

Dettagli

Fare autovalutazione L utilizzo dei dati a supporto del sistema di valutazione

Fare autovalutazione L utilizzo dei dati a supporto del sistema di valutazione SEMINARIO L AVVIO DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE: PRESENTAZIONE DEL FORMAT DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE Fare autovalutazione L utilizzo dei dati a supporto del sistema di valutazione Gianna Barbieri

Dettagli

Gioco d azzardo come dipendenza: la normativa regionale e la risposta dei servizi

Gioco d azzardo come dipendenza: la normativa regionale e la risposta dei servizi Gioco d azzardo come dipendenza: la normativa regionale e la risposta dei servizi dott.ssa Nora Coppola Direttore Area Promozione salute e Prevenzione Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia L.R. n. 1 del

Dettagli

Il sistema educativo integrato dei servizi per la prima infanzia nel quadro normativo della Regione Friuli Venezia Giulia

Il sistema educativo integrato dei servizi per la prima infanzia nel quadro normativo della Regione Friuli Venezia Giulia Il sistema educativo integrato dei servizi per la prima infanzia nel quadro normativo della Regione Friuli Venezia Giulia Giornata di Studio Le qualità del nido d infanzia alla luce delle sfide di oggi

Dettagli

I Servizi per l infanzia in Emilia-Romagna. Bologna, 10 settembre 2014

I Servizi per l infanzia in Emilia-Romagna. Bologna, 10 settembre 2014 I Servizi per l infanzia in Emilia-Romagna Bologna, 10 settembre 2014 Valore ed importanza dei servizi educativi In Emilia-Romagna il sistema educativo è stato: elemento di evoluzione sociale; motore di

Dettagli

SETTIMANA PROVINCIALE DELLE SOLIDARIETA 2010 XII edizione 9-15 novembre 2010 Udine e Gorizia Fiere Spa Torreano di Martignacco (Ud)

SETTIMANA PROVINCIALE DELLE SOLIDARIETA 2010 XII edizione 9-15 novembre 2010 Udine e Gorizia Fiere Spa Torreano di Martignacco (Ud) SETTIMANA PROVINCIALE DELLE SOLIDARIETA 2010 XII edizione 9-15 novembre 2010 Udine e Gorizia Fiere Spa Torreano di Martignacco (Ud) PROGRAMMA Tavola rotonda Martedì 9 novembre 2010 ore 9.00-12.00 L IMPORTANZA

Dettagli

REGISTRO PRESENZE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SEZIONE... INSEGNANTI PERSONALE AUSILIARIO

REGISTRO PRESENZE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SEZIONE... INSEGNANTI PERSONALE AUSILIARIO NIDO D INFANZIA SEZIONE PRIMAVERA SERVIZIO DOMICILIARE (Piccolo Gruppo Educativo) CENTRO PER BAMBINI E GENITORI SERVIZIO RICREATIVO (barrare la tipologia del servizio) Denominazione... Via... n.... REGISTRO

Dettagli

Responsabile del procedimento Tel: 040 675 E mail: Posta Elettronica Certificata

Responsabile del procedimento Tel: 040 675 E mail: Posta Elettronica Certificata Pag. 1 / 4 comune di trieste piazza Unità d'italia 4 34121 Trieste www.comune.trieste.it partita iva 00210240321 AREA SERVIZI E POLITICHE SOCIALI SERVIZIO SOCIALE COMUNALE REG. DET. DIR. N. 2076 / 2015

Dettagli

IL SUPPORTO ISTITUZIONALE: l'esempio del Comune di Milano

IL SUPPORTO ISTITUZIONALE: l'esempio del Comune di Milano S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO TEMPO PER LAVORARE E TEMPO PER VIVERE, STRUMENTI DI SOSTEGNO PER LE FAMIGLIE IL SUPPORTO ISTITUZIONALE: l'esempio del Comune di Milano Anita Sonego Presidente

Dettagli

Evoluzione della normativa regionale e diritto allo studio

Evoluzione della normativa regionale e diritto allo studio Regione Toscana Settore istruzione Istruzione e educazione Evoluzione della normativa regionale e diritto allo studio Firenze, 20 novembre 2015 mariachiara.montomoli@regione.toscana.it Il sistema regionale

Dettagli

PICCOLI PASSI VERSO GRANDI DIRITTI

PICCOLI PASSI VERSO GRANDI DIRITTI PICCOLI PASSI VERSO GRANDI DIRITTI La CGIL e L INFANZIA 0-3 anni Il NIDO 3-6 anni La scuola dell Infanzia La legge 285 del 1997, disposizioni per la promozione dei diritti dell infanzia e dell adolescenza

Dettagli

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche (Allegato al Decreto n. 762/LAVFOR.ISTR dd. 8 aprile 2015) Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche Art.

Dettagli

SEZIONE 1 ANAGRAFICA ISTITUZIONE SCOLASTICA e INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGETTO. Denominazione dell istituzione scolastica (per esteso):

SEZIONE 1 ANAGRAFICA ISTITUZIONE SCOLASTICA e INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGETTO. Denominazione dell istituzione scolastica (per esteso): SCHEDA di RILEVAZIONE per le ISTITUZIONI SCOLASTICHE Progetti finanziati dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Direzione centrale istruzione, cultura, sport e pace Coordinamento degli interventi

Dettagli

Programma statistico nazionale 2014-2016. Aggiornamento 2015-2016 DIFFUSIONE DI VARIABILI IN FORMA DISAGGREGATA

Programma statistico nazionale 2014-2016. Aggiornamento 2015-2016 DIFFUSIONE DI VARIABILI IN FORMA DISAGGREGATA Sistema statistico nazionale Istituto Nazionale di Statistica Programma statistico nazionale 2014-2016. Aggiornamento 2015-2016 Allegato 1 DIFFUSIONE DI VARIABILI IN FORMA DISAGGREGATA 1 2 Allegato 1 Diffusione

Dettagli

Lavoro occasionale Di tipo accessorio

Lavoro occasionale Di tipo accessorio Lavoro occasionale Di tipo accessorio PRIMO TRIMESTRE/ 211 Lavoro occasionale di tipo accessorio I trim 211 gennaio 212 Il Report è stato realizzato da Giorgio Plazzi e Chiara Cristini, ricercatori dell

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schema di regolamento recante Norme per la riorganizzazione della rete scolastica e il razionale ed efficace utilizzo delle risorse umane della scuola, ai sensi dell'articolo 64, comma 4, del decreto-legge

Dettagli

COMUNE DI PALERMO REGOLAMENTO RECANTE MODALITA E CRITERI PER L ASSISTENZA SPECIALISTICA AGLI ALUNNI DISABILI

COMUNE DI PALERMO REGOLAMENTO RECANTE MODALITA E CRITERI PER L ASSISTENZA SPECIALISTICA AGLI ALUNNI DISABILI COMUNE DI PALERMO REGOLAMENTO RECANTE MODALITA E CRITERI PER L ASSISTENZA SPECIALISTICA AGLI ALUNNI DISABILI TESTO APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI C.C. N 579 DEL 05/10/2012 E INTEGRATO DALLE MODIFICHE APPORTATE

Dettagli

Le scuole del Veneto all avvio dell anno scolastico 2015/16. Anticipazioni su dati provvisori a.s. 2015/16

Le scuole del Veneto all avvio dell anno scolastico 2015/16. Anticipazioni su dati provvisori a.s. 2015/16 Le scuole del Veneto all avvio dell anno scolastico 2015/16 Anticipazioni su dati provvisori a.s. 2015/16 Dirigenze scolastiche statali a.s. 2015/16 Provincia Direzione didattica Istituto comprensivo Scuola

Dettagli

legge regionale 5 dicembre 2005, n. 20; legge regionale 11 maggio 2006, n. 4; legge regionale 12 giugno 2006, n. 9.

legge regionale 5 dicembre 2005, n. 20; legge regionale 11 maggio 2006, n. 4; legge regionale 12 giugno 2006, n. 9. 57/5 31.12.2009 Oggetto: Legge region egionale 5 marzo 2008 n. 3, art. 6. Piano annuale di formazione professionale, e, annualità 2009/2010 UPB S06.06.004 S - Cap SC06.1574 F.R. L Assessore del Lavoro,

Dettagli

5 per mille 2012 Distribuzione delle scelte e degli importi per attività sociali del comune di residenza Friuli Venezia Giulia

5 per mille 2012 Distribuzione delle scelte e degli importi per attività sociali del comune di residenza Friuli Venezia Giulia 00466330305 AIELLO DEL FRIULI UD FRIULI VENEZIA GIULIA 51 1.050,92 84002950305 AMARO UD FRIULI VENEZIA GIULIA 30 364,25 84001250301 AMPEZZO UD FRIULI VENEZIA GIULIA 36 483,56 81000570937 ANDREIS PN FRIULI

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA DI TRIESTE Contesto demografico Ambito distrettuale

Dettagli

Commento /Illustrazione. Rimandi /Riferimenti. Massima / keywords

Commento /Illustrazione. Rimandi /Riferimenti. Massima / keywords LR(9) 57_13 Pag. I LEGGE REGIONALE TOSCANA n. 57 del 18 ottobre 2013. Disposizioni per il gioco consapevole e per la prevenzione della ludopatia. Commento /Illustrazione in B.U.R.T. n. 50 PARTE PRIMA del

Dettagli

CONSIDERATO CONSIDERATO VISTA VISTA VISTA PRESO ATTO VISTA VISTO

CONSIDERATO CONSIDERATO VISTA VISTA VISTA PRESO ATTO VISTA VISTO INTESA BIENNALE PER GLI ANNI SCOLASTICI 2015/2016 E 2016/2017 TRA L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L EMILIA-ROMAGNA E LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA PROGRAMMAZIONE E LA GESTIONE COMPLESSIVA DELLE SEZIONI

Dettagli

Graf. 1 - Totale corsi per adulti ripartiti per tipologia 18,16% CPC (Tot. 3.400) CILS (Tot. 3.209) CBM (Tot. 12.112)

Graf. 1 - Totale corsi per adulti ripartiti per tipologia 18,16% CPC (Tot. 3.400) CILS (Tot. 3.209) CBM (Tot. 12.112) 1.4 - I Corsi Complessivamente i corsi per adulti attivati nell a.s. 26/7 sono stati 18.721 1, così ripartiti: 3.4 corsi del primo ciclo di istruzione (pari al 18,16% del totale), 3.29 corsi a favore di

Dettagli

Prot. n. 11053/C14a Udine, 24.10.2015

Prot. n. 11053/C14a Udine, 24.10.2015 Prot. n. 11053/C14a Udine, 24.10.2015 All Albo dell Istituto Sito dell Istituto Oggetto: AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI FORMATORI/TUTOR DA IMPIEGARE NEI CORSI CLIL per docenti di scuola secondaria

Dettagli

CCNI del 26 Febbraio 2014

CCNI del 26 Febbraio 2014 MOBILITA PER L A.S. 2014/2015 CCNI del 26 Febbraio 2014 PERSONALE DOCENTE E EDUCATIVO I POSTI DISPONIBILI E LE PREFERENZE ESPRIMIBILI POSTI DISPONIBILI PER LE OPERAZIONI DI MOBILITÀ L'elenco dei posti

Dettagli

Area 2 - Servizi alla Persona Assessorato alla scuola e istruzione CARTA DEI SERVIZI CENTRI RICREATIVI ESTIVI

Area 2 - Servizi alla Persona Assessorato alla scuola e istruzione CARTA DEI SERVIZI CENTRI RICREATIVI ESTIVI Area 2 - Servizi alla Persona Assessorato alla scuola e istruzione CARTA DEI SERVIZI CENTRI RICREATIVI ESTIVI CARTA DEI SERVIZI CENTRI RICREATIVI ESTIVI PAG. 1 di 6 Che cos è la Carta dei Servizi La Carta

Dettagli

C. A. M. P. P. CONSORZIO PER L ASSISTENZA MEDICO PSICOPEDAGOGICA. Tel. 0431/386611 Fax 0431/386600 www.campp.it

C. A. M. P. P. CONSORZIO PER L ASSISTENZA MEDICO PSICOPEDAGOGICA. Tel. 0431/386611 Fax 0431/386600 www.campp.it C. A. M. P. P. CONSORZIO PER L ASSISTENZA MEDICO PSICOPEDAGOGICA Via Sarcinelli n. 113 Via XXIV Maggio n. 46 33052 Cervignano del Friuli (UD) 33052 Cervignano del Friuli (UD) Tel. 0431/386611 Fax 0431/386600

Dettagli

ATTIVAZIONE DEI PERCORSI ABILITANTI SPECIALI

ATTIVAZIONE DEI PERCORSI ABILITANTI SPECIALI ATTIVAZIONE DEI PERCORSI ABILITANTI SPECIALI DDG n. 58/2013 pubblicato sulla G.U. del 30 luglio 2013 TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE Dal 30 luglio al 29 agosto 2013 Esclusivamente on line con Polis

Dettagli

L educazione alla legalità La relazione n. 40/2015

L educazione alla legalità La relazione n. 40/2015 Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione Seduta del 23 aprile 2015 L educazione alla legalità La relazione n. 40/2015 Ufficio Analisi Leggi e Politiche regionali Presentazione di Marina Gigli Sommario

Dettagli

del Lavoro in FVG dicembre

del Lavoro in FVG dicembre Udine, 16 dicembre 2014 e, 16I Il Mercato del Lavoro in FVG dicembre 2014 Udine, 16 dicembre 2014 La mappa dei servizi per l impiego autorizzati e accreditati in FVG Paolo Tomasin Esperto del Servizio

Dettagli

Comune di Cento. Regolamento del Servizio di Mensa Scolastica, testo coordinato, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.

Comune di Cento. Regolamento del Servizio di Mensa Scolastica, testo coordinato, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. Comune di Cento REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA.doc REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 ART. 1 FINALITA 1. Il servizio di mensa scolastica è finalizzato a rendere effettivo il diritto allo studio

Dettagli

ALLEGATO 1 - I PARTE

ALLEGATO 1 - I PARTE ALLEGATO 1 - I PARTE SCHEDA DI PRESENTAZIONE / REGOLAMENTO DIDATTICO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER I DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO Art. 1 - FINALITA -

Dettagli

Istanze di riconoscimento della parità scolastica per l anno scolastico 2014/2015

Istanze di riconoscimento della parità scolastica per l anno scolastico 2014/2015 USR Lombardia - via Pola, 11-20124 - Milano - Tel. 02 574 627 1 - PEC drlo@postacert.istruzione.it - CF 97254200153 Istanze di riconoscimento della parità scolastica per l anno scolastico 2014/2015 Indicazioni,

Dettagli

I. CLASSI PRIME DELL A.S. 2014-15 MODELLI DI FUNZIONAMENTO E OFFERTA FORMATIVA (Dpr 89/2009)

I. CLASSI PRIME DELL A.S. 2014-15 MODELLI DI FUNZIONAMENTO E OFFERTA FORMATIVA (Dpr 89/2009) M i n i s t e r o d e l l i s t r u z i o n e, d e l l u n i v e r s i t à e d e l l a r i c e r c a Istituto Comprensivo Como Prestino Breccia Via Picchi 6 22100 Como - Tel: 031 507192 - Fax: 031 5004738

Dettagli

DGR 399 DD. 20.2.2004 LA GIUNTA REGIONALE

DGR 399 DD. 20.2.2004 LA GIUNTA REGIONALE DGR 399 DD. 20.2.2004 LA GIUNTA REGIONALE VISTA la legge regionale 27 marzo 1996, n. 18 e successive modificazioni ed integrazioni ed in particolare l articolo 6, comma 1 della stessa; VISTA la legge 8

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

INFORMASALUTE UDINE. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari

INFORMASALUTE UDINE. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA ISTITUTO NAZIONALE SALUTE, MIGRAZIONI E POVERTÀ MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELL INTERNO Fondo Europeo per l'integrazione dei cittadini di Paesi terzi INFORMASALUTE

Dettagli

Al Comune di Muggia Ente Gestore del Servizio Sociale dei Comuni Ambito 1.3

Al Comune di Muggia Ente Gestore del Servizio Sociale dei Comuni Ambito 1.3 Attenzione: la copertina del decreto presidenziale va stampata su carta intestata della presidenza, che ha già il cartiglio Al Comune di Muggia Ente Gestore del Servizio Sociale dei Comuni Ambito 1.3 Oggetto:

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 Il programma annuale è direttamente raccordato al Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) e traduce, in

Dettagli

Regolamento del Marchio di Qualità del Parco naturale delle Prealpi Giulie

Regolamento del Marchio di Qualità del Parco naturale delle Prealpi Giulie DEL MARCHIO DI QUALITÀ DEL PARCO NATURALE DELLE PREALPI GIULIE Art. 1 Uso e concessione del Marchio di Qualità Il presente Regolamento disciplina l uso e la concessione a terzi del Marchio di Qualità (di

Dettagli

PROGRAMMA PROVINCIALE SPERIMENTALE SULLA DISABILITA (L.R. 41/96 ARTT. 5 21) TRIENNIO 2011 2013 PIANO DI ATTUAZIONE

PROGRAMMA PROVINCIALE SPERIMENTALE SULLA DISABILITA (L.R. 41/96 ARTT. 5 21) TRIENNIO 2011 2013 PIANO DI ATTUAZIONE PROGRAMMA PROVINCIALE SPERIMENTALE SULLA DISABILITA (L.R. 41/96 ARTT. 5 21) TRIENNIO 2011 2013 PIANO DI ATTUAZIONE Definizione obiettivi: descrizione degli obiettivi di piano riferiti agli obiettivi generali

Dettagli

L indagine 2009 sui diplomandi e sugli istituti secondari di secondo grado

L indagine 2009 sui diplomandi e sugli istituti secondari di secondo grado Venerdì 27 Febbraio 2009 / Aula Caldora / Qualità dell Istruzione Superiore e anagrafe degli studenti L indagine 2009 sui diplomandi e sugli istituti secondari di secondo grado Sara Laurita Quadro di riferimento

Dettagli

1) AREA DISABILITA : alunni certificati disabili (L.104/92) -> PEI (Piano Educativo Individualizzato)

1) AREA DISABILITA : alunni certificati disabili (L.104/92) -> PEI (Piano Educativo Individualizzato) Nerina Milletti /10 Considerando tre aree dello svantaggio scolastico, due sottocategorie di alunni con Bisogni Educativi Speciali erano già previste e normate. Ora è possibile estendere a tutti gli alunni

Dettagli

TESTO UNIFICATO ELABORATO DAL RELATORE ADOTTATO COME TESTO BASE

TESTO UNIFICATO ELABORATO DAL RELATORE ADOTTATO COME TESTO BASE Asili nido (C. 172 Burani Procaccini, C. 690 Turco, C. 891 Valpiana, C. 1783 Mussolini, C. 2003 Briguglio e C. 2020 Governo). TESTO UNIFICATO ELABORATO DAL RELATORE ADOTTATO COME TESTO BASE ART. 1. (Finalità).

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia - Direzione Generale

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia - Direzione Generale MIUR.AOODRFR.REGISTRO UFFICIALE(U).0003843.14-05-2015 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Agli Enti Gestori delle Scuole Paritarie di ogni Ordine e Grado Ai Dirigenti degli Ambiti

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CENTALLO - VILLAFALLETTO

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CENTALLO - VILLAFALLETTO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CENTALLO VILLAFALLETTO Scuola dell infanzia Scuola primaria - Scuola secondaria di primo grado Via delle Scuole 8-12044 Centallo (CN) Tel. 0171214049 fax 0171214049 email cnic84300r@istruzione.it

Dettagli