Condizioni generali Edizione Assicurazione malattia collettiva perdita di salario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Condizioni generali Edizione 01.05.2009. Assicurazione malattia collettiva perdita di salario"

Transcript

1 Condizioni generali Edizione Assicurazione malattia collettiva perdita di salario

2 2 Condizioni generali Vaudoise

3 Sommario Informazioni per lo stipulante 5 Estensione dell assicurazione 6 1 Oggetto dell assicurazione Definizioni Limitazioni della copertura d assicurazione Persone assicurate Inizio della copertura Fine della copertura Validità territoriale...7 Prestazioni della Vaudoise 7 8 Pagamento delle prestazioni Colpa grave Riduzione per fattori estranei alla malattia Calcolo delle prestazioni Durata delle prestazioni Assicurazione complementare in caso di maternità Trasferimento all assicurazione individuale Diritto al libero passaggio tra assicuratori Altre disposizioni Contratto Premio Conteggio del premio Modifica del tasso di premio Obblighi in caso di sinistro Partecipazione alle eccedenze Comunicazioni Foro Diritto applicabile...14 Edizione Condizioni generali Vaudoise

4 4 Condizioni generali Vaudoise

5 Informazioni per lo stipulante Introduzione La presente informazione ragguaglia in modo chiaro e conciso lo stipulante sull identità dell assicuratore e sugli elementi principali del contratto d assicurazione, come disposto dall art. 3 della Legge federale sul contratto d assicurazione (LCA). Informazione Identità dell assicuratore L assicuratore è la Vaudoise Generale, Compagnia d Assicurazioni, in seguito denominato Vaudoise. La Vaudoise è una società anonima sottoposta al diritto svizzero con sede principale in av. de Cour 41, 1007 Losanna. Diritti e doveri delle parti I diritti e i doveri delle parti derivano dalla proposta o dall offerta, dalla polizza, dalle condizioni contrattuali e dalle leggi in vigore, segnatamente dalla LCA. In seguito all accettazione della proposta o dell offerta, al contraente viene consegnata una polizza il cui contenuto corrisponde alla proposta o all offerta. Copertura assicurativa e ammontare del premio La proposta o l offerta, la polizza e le condizioni contrattuali definiscono i rischi assicurati e l estensione della copertura assicurativa. Allo stesso modo, la proposta o l offerta, come pure la polizza, riportano tutti i dati relativi sia al premio che alle tasse eventuali. Obblighi dello stipulante Trattamento dei dati La lista seguente indica i doveri più frequenti dello stipulante: cambiamenti del rischio: se nel corso dell assicurazione un fatto rilevante subisce una modifica che costituisce un aggravamento essenziale del rischio, lo stipulante deve avvisare immediatamente per iscritto la Vaudoise; accertamento dei fatti: lo stipulante deve collaborare: agli accertamenti riguardanti il contratto d assicurazione, in particolare in materia di reticenza, aggravamento del rischio, verifica delle prestazioni ecc.; accertamento della prova del danno. Salvo in caso di necessità, egli non deve prendere alcuna misura concernente il danno senza l accordo della Vaudoise. Lo stipulante è tenuto a fornire alla Vaudoise qualsiasi informazione e documentazione utile, a richiederle a terzi all attenzione della Vaudoise, ad autorizzare terzi per iscritto a fornire alla Vaudoise le relative informazioni, la documentazione corrispondente ecc. sinistro: il sinistro deve essere notificato nei termini riportati al cap. 20 CGA. Gli altri doveri scaturiscono dalle condizioni contrattuali e dalla LCA. La Vaudoise elabora i dati che scaturiscono dalla documentazione contrattuale o dalla gestione del contratto. La Compagnia utilizza tali informazioni per determinare il premio, per valutare il rischio, trattare i casi assicurativi, effettuare valutazioni statistiche e a scopo di marketing. I dati sono custoditi su supporto cartaceo o elettronico. Se necessario, la Vaudoise può trasmettere questi dati per l elaborazione ai terzi partecipanti al contratto, in Svizzera e all estero, e in particolare ai coassicuratori e ai riassicuratori. La Vaudoise è inoltre autorizzata a richiedere qualsiasi informazione considerata utile presso le autorità o terzi, in particolare per quanto attiene all evoluzione dei sinistri. Tale autorizzazione vale a prescindere dalla stipulazione contrattuale. Lo stipulante ha il diritto di richiedere alla Vaudoise le informazioni previste dalla legge in merito al trattamento dei dati che lo riguardano. L autorizzazione al trattamento dei dati può essere revocata in qualunque momento. Le compagnie di assicurazione sono dotate di un sistema centrale di informazione (ZIS) contro le frodi in materia assicurativa. Questa banca dati è registrata presso l incaricato federale alla protezione dei dati e le iscrizioni si effettuano ai sensi del regolamento ZIS. 5 Condizioni generali Vaudoise

6 Estensione dell assicurazione 1 Oggetto dell assicurazione 2 Definizioni 2.1 Incapacità al lavoro La Vaudoise copre, alle condizioni contrattuali, la perdita di salario risultante da un incapacità al lavoro dovuta a una malattia e attestata da un medico. Viene considerata incapace di lavorare la persona che, a causa di una malattia, non può esercitare la propria attività professionale abituale, oppure, se l incapacità dura da un certo tempo, se essa rimane nell impossibilità di esercitare qualsiasi altra attività che si possa ragionevolmente esigere considerando il suo stato di salute e le sue attitudini. 2.2 Malattia Si definisce malattia qualsiasi danno alla salute fisica o mentale rilevabile medicalmente che non è dovuto a: un infortunio ai sensi dell assicurazione infortuni secondo la LAINF; una lesione parificabile a un infortunio ai sensi dell assicurazione infortuni secondo la LAINF; una malattia professionale coperta ai sensi dell assicurazione infortuni secondo la LAINF e che provoca un incapacità al lavoro. 2.3 Cure di disintossicazione 2.4 Medici Una cura di disintossicazione in uno stabilimento ospedaliero viene assimilata a una malattia. Sono considerate medici le persone titolari del diploma federale di medicina o di chiropratica o di qualsiasi altro diploma straniero riconosciuto come equivalente, nonché le persone autorizzate da un Cantone a esercitare la medicina in virtù di un certificato scientifico, nei limiti di questa autorizzazione. In caso di trattamento all estero, sono assimilate ai medici le persone autorizzate a esercitare la medicina dalla legislazione dello Stato in questione. 2.5 Periodo d attesa Il periodo d attesa è il periodo d incapacità al lavoro durante il quale l indennità giornaliera non è versata. Esso è calcolato per ogni caso d incapacità al lavoro d un tasso uguale o superiore al 25%. Tuttavia, in caso di ricaduta, non è tenuto conto di un nuovo periodo d attesa. Per il calcolo del periodo d attesa, tutti i giorni sono presi in considerazione e i giorni d incapacità parziale al lavoro contano come giorni interi. Il periodo d attesa decorre dal primo giorno d incapacità al lavoro attestata. 2.6 Ricaduta Per il calcolo della durata delle prestazioni e del periodo d attesa, è considerata ricaduta di una malattia la riapparizione della stessa nei 12 mesi che seguono immediatamente l ultimo giorno d incapacità al lavoro causata dalla medesima malattia, a condizione che ci sia una incapacità al lavoro attestata da un medico. 3 Limitazioni della copertura d assicurazione 3.1 Malattie non assicurate Non è assicurata in base al presente contratto l incapacità al lavoro: dovuta a una malattia che è in corso al momento dell entrata in vigore della copertura assicurativa, con riserva del cap. 15 (libero passaggio tra assicuratori); provocata da effetti di radiazioni ionizzanti, a meno che il danno alla salute sia conseguente a interventi medici in rapporto con una malattia assicurata; derivante da una malattia che è la conseguenza diretta o indiretta di violazioni della neutralità svizzera o consecutiva a eventi bellici; attribuibile alla gravidanza, se questa ha avuto inizio prima dell entrata in vigore della copertura assicurativa, con riserva del cap. 15 (libero passaggio tra assicuratori). 3.2 Parto Non vi è diritto alle prestazioni durante le 14 settimane successive al parto, con riserva della conclusione di una copertura d indennità complementare di maternità (cap. 13). 4 Persone assicurate 4.1 Principio Si tratta di quelle appartenenti ai gruppi designati nella polizza. 6 Condizioni generali Vaudoise

7 4.2 Convenzione speciale Sono assicurati soltanto mediante convenzione speciale: lo stipulante dell assicurazione; il coniuge, gli ascendenti e i discendenti dello stipulante che lavorano nell impresa, se non hanno uno statuto di salariato ai sensi dell assicurazione vecchiaia e superstiti; la manodopera che lavora a domicilio. 5 Inizio della copertura La copertura d assicurazione prende effetto per ogni assicurato: il giorno in cui, in virtù del contratto di lavoro, l assicurato comincia o avrebbe dovuto cominciare la propria attività nell impresa dichiarata; il giorno dell entrata in servizio effettiva, se l assicurato infrange per sua colpa le disposizioni del contratto di lavoro non presentandosi al datore di lavoro il giorno previsto per l assunzione; alla data dell accettazione definitiva della proposta da parte della vaudoise, per le persone assicurate secondo convenzione speciale (cap. 4.2). 6 Fine della copertura Oltre ai casi previsti dalla legge e dal contratto, la copertura d assicurazione cessa: il giorno in cui terminano i rapporti di lavoro, a mezzanotte; il giorno in cui l assicurato compie 70 anni; per il proprietario di una ditta e i familiari assicurati (coniuge, genitori, figli), al momento della cessazione o dell interruzione dell attività determinata alla stipulazione del contratto. 7 Validità territoriale 7.1 Principio L assicurazione è valida nel mondo intero; fuori dall Europa essa è tuttavia valida unicamente per viaggi e soggiorni che non oltrepassano i 12 mesi consecutivi. 7.2 Copertura all estero L assicurato che si ammala nel corso del suo soggiorno all estero beneficia delle prestazioni assicurate per la durata della sua assenza dalla Svizzera o dal Liechtenstein, al massimo però durante 90 giorni. 7.3 Incapacità al lavoro L assicurato incapace al lavoro che lascia temporaneamente la Svizzera o il Liechtenstein può beneficiare delle prestazioni per la durata del suo soggiorno, a condizione che abbia in precedenza ottenuto l accordo scritto della Vaudoise. 7.4 Trasferimento del domicilio Il diritto alle prestazioni si estingue quando l assicurato incapace di lavorare trasferisce il proprio domicilio al di fuori della Svizzera o del Liechtenstein, o al più tardi al termine del periodo durante il quale il datore di lavoro è obbligato a versare il salario in virtù delle disposizioni legali. Prestazioni della Vaudoise 8 Pagamento delle prestazioni 8.1 Principio 8.2 Disoccupati Le prestazioni sono versate dopo la scadenza del periodo d attesa, per qualsiasi incapacità al lavoro almeno del 25%, proporzionalmente al grado d incapacità al lavoro attestata. Per i disoccupati riconosciuti atti al collocamento da parte dell ente competente che beneficiano di un indennità di disoccupazione, l indennità giornaliera è ridotta della metà quando l incapacità al lavoro è superiore al 25%; l indennità giornaliera è intera quando l incapacità al lavoro è superiore al 50%. 8.3 Certificato L incapacità al lavoro deve essere debitamente certificata da un medico. Se non supera 3 giorni, può essere certificata anche dal solo datore di lavoro. 7 Condizioni generali Vaudoise

8 8.4 Cura medica Se la certificazione concerne un periodo retroattivo d incapacità al lavoro, sono presi in considerazione soltanto gli ultimi tre giorni precedenti la prima visita medica (inizio della cura medica). 8.5 Sovrassicurazione Se l assicurato ha diritto durante la sua incapacità al lavoro a prestazioni di altri enti di assicurazioni sociali, quali segnatamente l assicurazione vecchiaia e superstiti, l assicurazione invalidità federale, l assicurazione infortuni conformemente alla LAINF, l assicurazione disoccupazione, l assicurazione militare federale, la previdenza professionale oppure a quelle di istituzioni straniere analoghe, la Vaudoise deve unicamente versare la differenza tra le prestazioni all occorrenza cumulate di queste istituzioni e l indennità giornaliera assicurata. Le eventuali riduzioni operate dalle istituzioni precedentemente citate non implicano l aumento degli obblighi della Vaudoise. 8.6 Annuncio La Vaudoise può far dipendere la continuazione del pagamento delle prestazioni dall annuncio del caso all una o all altra istituzione elencata qui sopra. 8.7 Salario convenuto I cap. 8.5 e 8.6 non sono applicabili se l indennità giornaliera è determinata in base a un salario convenuto. 9 Colpa grave La Vaudoise rinuncia all applicazione dell art della Legge federale sul contratto d assicurazione (LCA) e non opera nessuna riduzione delle sue prestazioni in caso di colpa grave dell assicurato. 10 Riduzione per fattori estranei alla malattia 11 Calcolo delle prestazioni 11.1 Principio Le prestazioni della Vaudoise subiscono una riduzione proporzionale quando fattori estranei alla malattia influenzano il grado d incapacità al lavoro. L indennità giornaliera è determinata in base al salario contributivo per l assicurazione vecchiaia e superstiti, al quale si aggiungono gli assegni familiari, che l assicurato ha ricevuto nell impresa dichiarata al momento dell evento provocante l incapacità al lavoro, inclusi gli elementi del salario non ancora versati e che gli sono dovuti. Detto salario è convertito in salario annuo e diviso per Casi speciali Nei casi speciali elencati qui sotto, il salario determinante per l indennità giornaliera è stabilito in funzione delle disposizioni seguenti: se l assicurato non ha ottenuto il salario o ne ha ottenuto uno ridotto a causa del servizio militare, del servizio nella protezione civile o del servizio civile, di un infortunio, della maternità o della disoccupazione parziale, viene preso in considerazione il guadagno che avrebbe conseguito senza queste circostanze; se l assicurato non esercita regolarmente un attività lucrativa o il suo salario è sottoposto a forti fluttuazioni, ci si deve basare su un salario medio, calcolato in base ai guadagni realizzati nell impresa dichiarata nel corso dell anno precedente all incapacità al lavoro; un incapacità al lavoro iniziata durante un congedo non pagato dà diritto alle prestazioni solamente dal giorno in cui l assicurato avrebbe dovuto riprendere il lavoro se non si fosse ammalato. Il salario preso in considerazione da quel momento è quello versato per ultimo prima dell inizio del congedo; in caso di ricaduta è determinante il salario ottenuto al momento in cui questa si verifica Giorni indennizzati 11.4 Norme AVS L indennità giornaliera è pagata per tutti i giorni (domeniche e giorni festivi compresi). Per gli assicurati non assoggettati all assicurazione vecchiaia e superstiti rimangono applicabili le norme della stessa. 8 Condizioni generali Vaudoise

9 11.5 Salario convenuto Per le persone assicurate in base a un salario convenuto, questo è il solo determinante. L ultima frase del cap è applicabile per analogia. 12 Durata delle prestazioni 11.6 Salario massimo 12.1 Principio La polizza stabilisce il salario massimo preso in considerazione per il calcolo delle prestazioni. La Vaudoise versa, fatte salve le eventualità elencate al cap e al cap. 12.6, l indennità giornaliera assicurata per un periodo massimo di 730 giorni per ogni malattia. Il periodo d attesa convenuto è imputato alla durata massima delle prestazioni. Per il calcolo della durata delle prestazioni, i giorni d incapacità parziale al lavoro di almeno il 25% contano come giorni interi Esclusione Trascorso il periodo previsto al cap. 12.1, questa malattia non dà più diritto a prestazioni ed è esclusa dalla copertura d assicurazione. Per ogni altra malattia, in corso o meno in quel momento, la copertura rimane concessa secondo le stesse modalità (cap. 12.1), purché rimanga una capacità residua e a patto che la prima malattia non dia già diritto ad una rendita completa dell assicurazione invalidità federale. Per le persone assicurate mediante convenzione speciale (cifra 4.2, primo e secondo trattino), la Vaudoise si riserva il diritto di adeguare il salario convenuto alla nuova situazione basata sulla capacità al lavoro residua Tubercolosi e poliomielite Qualora una convenzione collettiva di lavoro lo preveda, la durata massima del cap viene portata a un massimo di 1800 giorni in un periodo di 7 anni consecutivi, se l incapacità al lavoro è imputabile a una tubercolosi o a una poliomielite Estensione della durata delle prestazioni Per le persone che non hanno ancora raggiunto l età dell assicurazione vecchiaia, che sono incapaci al lavoro nel momento in cui lasciano l impresa assicurata e che non sono assicurate mediante convenzione speciale (cifra 4.2), il diritto alle prestazioni per la malattia in corso è mantenuto nel quadro delle disposizioni della presente assicurazione collettiva, al più tardi fino all esaurimento della durata massima delle prestazioni. L erogazione di queste prestazioni, tuttavia, è soggetta alla condizione che l incapacità al lavoro persista ininterrottamente. Le prestazioni sono inoltre limitate al grado d incapacità al lavoro esistente nel momento in cui l assicurato lascia la cerchia di persone assicurate. Restano tuttavia riservati la stipulazione di un assicurazione individuale di libero passaggio (cifra 14) e il caso in cui l assicurato possa far valere il diritto di entrare immediatamente in un altra assicurazione collettiva stipulata dal nuovo datore di lavoro (convenzione di libero passaggio tra assicuratori). Con riserva di un esaurimento precedente, le prestazioni per la malattia in corso finiscono: dopo 180 giorni dalla fine dei rapporti di lavoro per gli assicurati non domiciliati in Svizzera o nel Liechtenstein e per gli assicurati che vengono licenziati durante il periodo di prova, oppure; dal momento in cui l assicurato beneficia delle prestazioni pensionistiche della previdenza professionale o, al più tardi quando percepisce le prestazioni dell assicurazione vecchiaia Persone assicurate secondo convenzione speciale Per le persone assicurate secondo convenzione speciale (cap. 4.2) che non hanno ancora raggiunto l età dell assicurazione vecchiaia quando inizia l incapacità al lavoro, le prestazioni cessano per la malattia in corso, riservato il caso in cui non risultino già esaurite: al più tardi 180 giorni dopo la cessazione dell attività professionale, a meno che l assicurato abbia stipulato un assicurazione individuale di libero passaggio (cap. 14), la quale prende effetto immediatamente alla fine dell attività lavorativa; al più tardi 180 giorni dopo aver raggiunto l età dell assicurazione vecchiaia; in ogni caso il giorno in cui l assicurazione cessa in virtù del contratto o della legge Età AVS Per le persone che hanno superato l età dell assicurazione vecchiaia quando inizia l incapacità al lavoro, l indennità giornaliera viene versata al massimo per una durata di 180 giorni per malattia, ma al più tardi fino al momento in cui queste persone compiono 70 anni. 9 Condizioni generali Vaudoise

10 12.7 Esaurimento L assicurato non può impedire l esaurimento del suo diritto all indennità giornaliera rinunciando alla stessa. 13 Assicurazione complementare in caso di maternità 13.1 Principio 13.2 Assenza di copertura A condizione che questa assicurazione complementare sia prevista nel contratto, la Vaudoise versa l indennità giornaliera assicurata per ogni parto avvenuto dopo il 6 mese di gravidanza. In caso di stipulazione dell assicurazione complementare nel corso della gravidanza o se la gravidanza è iniziata prima dell entrata in vigore della copertura dell assicurazione (cap. 5), l indennità giornaliera non è dovuta Cessazione delle prestazioni Il diritto all indennità giornaliera dell assicurazione complementare cessa, per ogni assicurata, il giorno in cui cessa il rapporto di lavoro e in ogni caso il giorno in cui termina il contratto d assicurazione Sovrassicurazione In caso di concorso con le prestazioni di altri enti assicurativi, i cap. dall 8.5 all 8.7 sono applicabili per analogia. 14 Trasferimento all assicurazione individuale 14.1 Principio L assicurato ha il diritto di passare all assicurazione malattia individuale della Vaudoise, a condizione che sussista un attività lucrativa e che non possa fare valere il diritto al libero passaggio ai sensi del cap. 15, nei casi seguenti: quando cessa di appartenere alla cerchia delle persone coperte da un assicurazione malattia collettiva stipulata presso la Vaudoise; quando questa assicurazione termina; quando l assicurato è disoccupato e riconosciuto collocabile da parte dell ente competente Eccezioni Non è invece possibile far valere il diritto di passare all assicurazione individuale se: l assicurato ha esaurito l indennità giornaliera per la malattia in corso e ha diritto, a causa di quest ultima, a una rendita intera dell assicurazione invalidità federale; l assicurato beneficia delle prestazioni pensionistiche della previdenza professionale oppure ha raggiunto l età dell assicurazione vecchiaia nel momento in cui esce dall assicurazione collettiva; se non è domiciliato in svizzera o nel Liechtenstein; se l assicurato viene licenziato durante il periodo di prova Domanda Per essere valida, la domanda di trasferimento deve essere formulata per iscritto entro 90 giorni dal giorno dell uscita dall assicurazione collettiva Obbligo di informare Lo stipulante dell assicurazione è responsabile d informare gli aventi diritto in merito alla possibilità di domandare il trasferimento all assicurazione individuale. Egli è il solo responsabile dell eventuale danno risultante da una mancanza d informazione in tempo utile Obbligo dell assicuratore La Vaudoise ha, nei limiti delle disposizioni dell assicurazione individuale, l obbligo di garantire all assicurato che esce dall assicurazione collettiva le prestazioni accordate da quest ultima. L indennità giornaliera assicurata dall assicurazione individuale, tuttavia, non può essere superiore al reddito dell assicurato al momento della stipulazione. L età limite dell assicurazione individuale corrisponde all età AVS dell assicurato. Le malattie che hanno comportato il versamento massimo delle prestazioni dell assicurazione collettiva previste al cap. 12 sono escluse dalla copertura dell assicurazione individuale. Il termine d attesa rimane quello previsto dall assicurazione collettiva; tuttavia, in caso di disoccupazione, è fissato ad almeno trenta giorni Età d entrata Quale età d entrata nell assicurazione individuale è determinante quella d entrata nell assicurazione collettiva della Vaudoise. 10 Condizioni generali Vaudoise

11 14.7 Imputazione l giorni durante i quali l assicurato ha fruito dell assicurazione collettiva sono imputati alla durata massima del versamento dell indennità giornaliera prevista nell assicurazione individuale Gravidanza L assicurata in gravidanza che passa all assicurazione individuale non ha diritto alle prestazioni di maternità. 15 Diritto al libero passaggio tra assicuratori 15.1 Principio Quando un dipendente deve entrare in un assicurazione collettiva stipulata con la Vaudoise in seguito: a un cambiamento del datore di lavoro (adesione all assicurazione collettiva del suo nuovo datore di lavoro stipulata presso la Vaudoise); a un cambiamento d assicuratore (stipulazione da parte del datore di lavoro di un assicurazione collettiva presso la Vaudoise); usufruisce del libero passaggio Condizioni Le condizioni sono le seguenti: la Vaudoise, nei limiti dell assicurazione collettiva, ha l obbligo di garantire alla persona che cambia assicurazione le prestazioni che le erano concesse fino ad allora, a esclusione tuttavia di un eventuale indennità giornaliera di maternità. Né lo stato di salute né eventuali limiti d età d ammissione all assicurazione possono essere opposti al passante nel momento in cui fa valere il diritto di libero passaggio; i giorni durante i quali la persona che cambia assicurazione ha beneficiato dell indennità giornaliera dell assicurazione collettiva precedente sono imputati alla durata del versamento dell indennità giornaliera prevista nell assicurazione collettiva della Vaudoise; in caso d incapacità al lavoro della persona che cambia assicurazione, e a condizione che il termine d attesa convenuto con la precedente assicurazione collettiva sia già scaduto, la Vaudoise versa l indennità giornaliera assicurata dal giorno del passaggio nell assicurazione collettiva. Altre disposizioni 16 Contratto 16.1 Entrata in vigore Gli obblighi della Vaudoise prendono inizio alla data di entrata in vigore fissata nella polizza. Se la copertura è rilasciata a titolo provvisorio, la Vaudoise accorda, fino alla consegna della polizza, una copertura assicurativa sulla base di quanto stabilito per iscritto nell attestato provvisorio di copertura. La Vaudoise può rifiutare l accettazione definitiva dell assicurazione proposta. Qualora la Vaudoise ricorra a questo diritto, i suoi obblighi cessano entro tre giorni dalla ricezione della comunicazione di rifiuto da parte dello stipulante. Quest ultimo deve versare un premio parziale, calcolato sino all estinzione della copertura Modifica Qualora, mediante appendice, lo stipulante chieda un estensione dell assicurazione, il capoverso precedente si applica per analogia al nuovo rischio Durata Il contratto è concluso per una prima durata che spira alla data fissata nella polizza, a mezzanotte. Salvo convenzione contraria, esso si rinnova tacitamente di anno in anno Disdetta del contratto da parte dello stipulante Lo stipulante può sciogliere il contratto inoltrando disdetta nei seguenti casi: al più tardi 3 mesi prima della scadenza del contratto, oppure, se così è stato convenuto, 3 mesi prima della scadenza dell anno assicurativo. La disdetta è considerata avvenuta per tempo se perviene alla vaudoise al più tardi l ultimo giorno prima dell inizio del termine di 3 mesi. I contratti a tempo determinato e senza clausola di prolungamento si estinguono alla data indicata nella polizza; 11 Condizioni generali Vaudoise

12 dopo ogni evento assicurato per il quale è dovuta una prestazione, al più tardi 14 giorni dopo aver avuto conoscenza del pagamento da parte della Vaudoise. In questo caso, la responsabilità della Vaudoise si estingue 14 giorni dopo la notifica della disdetta alla Vaudoise; se la Vaudoise modifica i premi. In questo caso, la disdetta deve pervenire alla Vaudoise al più tardi l ultimo giorno dell anno assicurativo Disdetta del contratto da parte della Vaudoise La Vaudoise può sciogliere il contratto inviando una disdetta nei seguenti casi: al più tardi 3 mesi prima della scadenza del contratto, oppure, se così è stato concordato, 3 mesi prima della scadenza dell anno assicurativo. La disdetta è considerata avvenuta per tempo se perviene allo stipulante al più tardi l ultimo giorno prima dell inizio del termine di 3 mesi. I contratti a tempo determinato e senza clausola di prolungamento si estinguono alla data indicata nella polizza; dopo ogni evento assicurato per il quale è dovuta una prestazione, ma al più tardi con il versamento della prestazione. In questo caso, la responsabilità della vaudoise si estingue 14 giorni dopo la notifica della disdetta allo stipulante; nelle 4 settimane successive la conoscenza della reticenza, se lo stipulante ha dichiarato inesattamente o taciuto un fatto rilevante che conosceva o doveva conoscere e a proposito del quale era stato interpellato per iscritto. La disdetta ha effetto dal momento in cui perviene allo stipulante. La Vaudoise ha diritto al rimborso delle prestazioni accordate per sinistri la cui evenienza e/o entità è stata influenzata dall oggetto della reticenza. Il diritto della Vaudoise a detto rimborso cade in prescrizione dopo un anno a decorrere dal giorno in cui le condizioni della reticenza sono state stabilite e, in ogni caso, dopo 10 anni dalla nascita di tale diritto. La Vaudoise può recedere dal contratto nei seguenti casi: se lo stipulante è stato messo in mora per il pagamento di un premio in sospeso e la Vaudoise ha successivamente rinunciato all incasso per via esecutiva; in caso di frode ai danni dell assicurazione. 17 Premio 17.1 Sistema Il premio è fisso o variabile. La polizza determina il sistema di premio applicabile e precisa il salario massimo preso in considerazione per il calcolo del premio Scadenza Salvo convenzione contraria, il premio è fissato per anno assicurativo e deve essere pagato in anticipo, al più tardi il primo giorno dei mesi di scadenza convenuti. Il primo premio scade alla ricezione della fattura, al più presto però alla data di entrata in vigore stabilita nella polizza Pagamento rateale Se è convenuto un pagamento rateale del premio, la polizza determina il relativo supplemento. Le rate che scadono durante l anno assicurativo, con riserva delle disposizioni del cap. 17.4, sono considerate come se beneficiassero di una proroga di pagamento Rimborso Il premio è dovuto solo fino al termine del contratto quando questo è sciolto o si estingue prima della scadenza. Tuttavia, il premio è dovuto nella sua totalità nei seguenti casi: lo stipulante recede dal contratto d assicurazione in seguito a un danno nell anno (365 giorni) successivo alla sua conclusione; il contratto si è estinto a seguito della scomparsa del rischio e la vaudoise è stata chiamata a versare delle prestazioni. Restano riservate le disposizioni relative ai conteggi di premio (cap. 18) Ingiunzione di pagamento Se i premi non vengono pagati alle scadenze convenute, lo stipulante è diffidato per iscritto e a sue spese a versare il premio entro 14 giorni dall invio della diffida, che menzionerà le conseguenze della mora. Se il termine trascorre infruttuosamente, la copertura d assicurazione non è data per tutte le incapacità al lavoro che iniziano dopo la scadenza del termine precitato e fino al pagamento completo dei premi e delle spese. Questa disposizione si applica per analogia alle ricadute, ai sensi del cap Condizioni generali Vaudoise

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità 6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le donne che esercitano un attività lucrativa hanno diritto all indennità di maternità

Dettagli

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti 2 Questo opuscolo La informa sulla Sua situazione assicurativa spiegandole se e in che misura Lei è coperto

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

Regolamento FAR. Valido dal 1.1.2014

Regolamento FAR. Valido dal 1.1.2014 Regolamento FAR Regolamento concernente le prestazioni e i contributi della Fondazione per il pensionamento anticipato nel settore dell edilizia principale (Fondazione FAR) Valido dal 1.1.2014 STIFTUNG

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV)

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV) 1 Estratto dal Foglio ufficiale n. 50 del 22 giugno 2001 e no. 27 del 4 aprile 2003 (Testo unico aggiornato al 1. gennaio 2015, FU 101/2014 del 19.12.2014) Contratto normale di lavoro per il personale

Dettagli

1.03 Stato al 1 gennaio 2012

1.03 Stato al 1 gennaio 2012 1.03 Stato al 1 gennaio 2012 Accrediti per compiti assistenziali Base legale 1 Le disposizioni legali prevedono che, per il calcolo delle rendite, possano essere conteggiati anche accrediti per compiti

Dettagli

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità 6.01 Stato al 1 gennaio 2009 perdita di guadagno Persone aventi diritto alle indennità 1 Hanno diritto alle indennità di perdita di guadagno (IPG) le persone domiciliate in Svizzera o all estero che: prestano

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S)

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) 318.703 i 01.15 2 di 11 Indice 1. Scopo del questionario... 3 2. Compiti degli organizzatori(trici)

Dettagli

Tariffa comune Ma 2012 2015

Tariffa comune Ma 2012 2015 SUISA Cooperativa degli autori ed editori di musica SWISSPERFORM Società svizzera per i diritti di protezione affini Tariffa comune Ma 2012 2015 Juke-Box Approvata dalla Commissione arbitrale federale

Dettagli

Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro

Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro 2.07 Contributi Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve La procedura di conteggio semplificata rientra nel quadro della legge federale concernente

Dettagli

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs 3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l'età ordinaria

Dettagli

Legge federale su l assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti

Legge federale su l assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti Legge federale su l assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (LAVS) 1 831.10 del 20 dicembre 1946 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 34

Dettagli

3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento

3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento 3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l età ordinaria di pensionamento. Gli

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Capire il certificato di previdenza

Capire il certificato di previdenza Previdenza professionale Capire il certificato di previdenza Questo foglio informativo illustra la struttura del certificato di previdenza. Fornisce spiegazioni e contiene informazioni utili su temi importanti.

Dettagli

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte?

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte? Kanton Zürich Finanzdirektion Scheda informativa per i dipendenti assoggettati all imposta alla fonte nel Cantone di Zurigo Valida dal 1 gennaio 2015 Kantonales Steueramt Dienstabteilung Quellensteuer

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro 2.05 Contributi Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Per principio, qualsiasi attività derivante da un'attività dipendente viene considerata come salario

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

Contributi all assicurazione contro la disoccupazione

Contributi all assicurazione contro la disoccupazione 2.08 Contributi Contributi all assicurazione contro la disoccupazione Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve L assicurazione contro la disoccupazione (AD) è un assicurazione sociale svizzera obbligatoria come

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Assicurazione responsabilità civile organi direttivi

Assicurazione responsabilità civile organi direttivi Assicurazione responsabilità civile organi direttivi Informazioni per la clientela ai sensi della LCA e Condizioni generali di assicurazione (CGA) Indice del contenuto Art. Pagina Art. Pagina Art. Pagina

Dettagli

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25

Dettagli

Accrediti per compiti educativi

Accrediti per compiti educativi 1.07 Generalità Accrediti per compiti educativi Valido dal 1 gennaio 2015 1 Panoramica introduttiva Le disposizioni legali prevedono che, nel calcolo delle rendite, si possano eventualmente conteggiare

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015

1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015 1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015 Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Il presente promemoria informa su quanto cambia in merito a contributi e prestazioni a partire dal 1 gennaio

Dettagli

del 19 giugno 1992 (Stato 1 gennaio 2014)

del 19 giugno 1992 (Stato 1 gennaio 2014) Legge federale sulla protezione dei dati (LPD) 235.1 del 19 giugno 1992 (Stato 1 gennaio 2014) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 95, 122 e 173 capoverso 2 della Costituzione

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014 Prescrizione e decadenza in materia di contributi e prestazioni INPS Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE delle Polizze Collettive n. 5008/01 e n. 5250/02 (ed. Ottobre 2008)

NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE delle Polizze Collettive n. 5008/01 e n. 5250/02 (ed. Ottobre 2008) NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE delle Polizze Collettive n. 5008/01 e n. 5250/02 (ed. Ottobre 2008) N O T A I N F O R M A T I V A INFORMAZIONI RELATIVE ALLE IMPRESE Cardif Assurance Vie

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

Disposizioni UE sulla sicurezza sociale

Disposizioni UE sulla sicurezza sociale Aggiornamento 2010 Disposizioni UE sulla sicurezza sociale I diritti di coloro che si spostano nell Unione europea ANNI di coordinamento UE in materia di sicurezza sociale Commissione europea Disposizioni

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

PROXILIA CREDIT STANDARD FASCICOLO INFORMATIVO

PROXILIA CREDIT STANDARD FASCICOLO INFORMATIVO PROXILIA CREDIT STANDARD FASCICOLO INFORMATIVO Convenzione assicurativa n. FI/12/791 Proxilia Credit Standard stipulata da Fiditalia S.p.A. per l assicurazione dei rischi: vita caso morte, invalidità permanente

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

4.06 Stato al 1 gennaio 2013

4.06 Stato al 1 gennaio 2013 4.06 Stato al 1 gennaio 2013 Procedura nell AI Comunicazione 1 Le persone che chiedono l intervento dell AI nell ambito del rilevamento tempestivo possono inoltrare una comunicazione all ufficio AI del

Dettagli

CONTRIBUTI FIGURATIVI

CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI COSA SONO: I contributi determinano il diritto e l'importo della pensione. SI SUDDIVIDONO IN: - mensili - settimanali - giornalieri Un anno, composto di 12 mesi, comporterà 12 contributi mensili

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO A. LA NUOVA MODALITA 3 B. RILASCIO DELL ATTESTATO DI ESENZIONE 5 C. REQUISITI PER L ESENZIONE

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai

5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai 5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le prestazioni complementari (PC) all'avs e all'ai sono d'ausilio quando le rendite e gli altri

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

Condizioni generali di assicurazione

Condizioni generali di assicurazione Condizioni generali di assicurazione per l assicurazione veicoli a motore FORMULA Indice A. DISPOSIZIONI COMUNI Pagina 1. Basi del contratto 3 2. Genere d assicurazione 3 3. Veicolo assicurato / Veicolo

Dettagli

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice MATERNITA E CONGEDI PARENTALI Indice Interdizione.pag. 2 Interruzione della gravidanza.pag. 3 Astensione obbligatoria..pag. 4 Astensione obbligatoria della madre....pag. 4 Astensione obbligatoria del padre....pag.

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE)

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) Regolamento (CEE) n. 2137/85 del Consiglio del 25 luglio 1985 Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) EPC Med - GEIE Via P.pe di Villafranca 91, 90141 Palermo tel: +39(0)91.6251684

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE AREA LAVORO E PREVIDENZA INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE (a cura di Ernesto Murolo) Indice QUANDO SI MANIFESTA UN INFORTUNIO SUL LAVORO...5 1. Se l infortunio ha prognosi fino a 3 giorni...5

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI Gli Stati firmatari della presente Convenzione, Profondamente convinti che l'interesse del minore sia

Dettagli

Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili

Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili Assunzione Tipologie contrattuali Ai lavoratori avviati mediante il cd. collocamento obbligatorio vanno applicate le norme valide per la generalità

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo. Atto di fondazione. (Fondazione) Entrata in vigore: 1 dicembre 2011

Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo. Atto di fondazione. (Fondazione) Entrata in vigore: 1 dicembre 2011 Swiss Life SA, General-Guisan-Quai 40, Casella postale, 8022 Zurigo Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo (Fondazione) Atto di fondazione Entrata in vigore: 1 dicembre 2011 web1486 / 04.2012

Dettagli

FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008

FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008 FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008 INSERIMENTO/AGGIORNAMENTO GRADUATORIE ATA DI 1^ FASCIA GUIDA ANALITICA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA (modelli di domanda - allegati B1, B2, F, G, H) 0) La modulistica

Dettagli

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Obblighi contributivi Calcolo dei contributi Con l instaurazione del rapporto di lavoro, sorge anche l obbligazione

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Il lavoro subordinato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È? Il contratto di lavoro subordinato è un contratto con il quale un lavoratore si impegna a svolgere una determinata attività lavorativa alle dipendenze

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli