INFORMAZIONE DISPOSIZIONI SULL ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE. PERSONALE DOCENTE. Organizzazione del lavoro.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INFORMAZIONE DISPOSIZIONI SULL ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE. PERSONALE DOCENTE. Organizzazione del lavoro."

Transcript

1 INFORMAZIONE DISPOSIZIONI SULL ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE. PERSONALE DOCENTE - Struttura organizzativa dei docenti Organizzazione del lavoro. 1- Il Dirigente Scolastico sceglie e incarica i due collaboratori, come prevede l art.25,comma 5 del D.Lgs. n. 165 del 30/03/2001, ai quali saranno conferite deleghe,anche di natura organizzativa e amministrativa,ai sensi dell art.34 del C.C.N.L. 2006/ Ogni plesso, Corridoni, De Filippo, Fortis, Grimm, Rodari, ha un responsabile, incaricato dal Dirigente Scolastico, come figura di sistema. 3- I due Collaboratori e i responsabili di plesso fanno parte dello Staff del Dirigente Scolastico. - Assegnazione dei docenti ai plessi 1- L assegnazione alle diversi sedi avviene all inizio di ogni anno scolastico, prima dell inizio delle lezioni e dura per tutto l anno, ma può essere modificata e adattata in base a nuove esigenze didattiche e/o amministrative, intervenute successivamente, in casi eccezionali. - Utilizzazione dei docenti in rapporto al POF 1- Ad ogni docente vengono assegnati insegnamenti o attività sia della quota nazionale del curricolo che di quella della scuola, salvo diversa disponibilità degli interessati. 2- Gli artt. 3 Legge 28/03/03, n 53(norma di delega) e 3 D.Lgs. 19 Novembre 2004,n 286(norma delegata) attribuiscono all INVALSI la competenza amministrativa ad effettuare tra l altro, verifiche periodiche e sistematiche sulle conoscenze e abilità degli studenti. 3- Ai sensi dell art.28, comma 4, del vigente C.C.N.L. le attività di somministrazione (se svolte al di fuori dell orario di servizio) e di correzione delle prove INVALSI prevedono una remunerazione. Pagina 1 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

2 - Ritardi. 1-La documentazione del sistema di rilevazione delle presenze e/o quella effettuata mediante la firma sul registro delle presenze e sul registro di classe dell orario di presenza è tenuta dalla Segreteria del personale ed é, periodicamente, vistata dal Dirigente Scolastico, che ne effettua il controllo. 2-Non sono ammessi ritardi sull orario di servizio. In caso eccezionale il docente è tenuto ad informare tempestivamente la scuola. Orario giornaliero di lezione. 1-Nella Scuola dell Infanzia il numero massimo di ore di servizio giornaliero è di 5, compresa la mensa tenuto conto della modulazione dell orario. 2-Nella Scuola Primaria il numero massimo di ore di servizio giornaliero è di 6, compresa la mensa, tenuto conto della modulazione dell orario. 3-Nella Scuola Secondaria di primo grado il numero di ore di servizio giornaliero, di massima, è di 6.30, compresa la mensa, tenuto conto della modulazione dell orario. Flessibilità oraria. 1-Per tutti gli Ordini di scuola, su richiesta dei docenti interessati sarà consentito effettuare cambi di turno, previo accordo con il collega disponibile. Sostituzione dei docenti assenti. 1-All inizio di ogni anno scolastico il Dirigente Scolastico chiederà la disponibilità ad effettuare ore di supplenza eccedenti quelle di insegnamento, che saranno previste e inserite nell orario settimanale delle lezioni. I docenti disponibili ad effettuare ore eccedenti saranno utilizzati nelle classi del plesso di servizio o di altri plessi, secondo esigenze organizzative. 2-La sostituzione dei docenti assenti nei diversi Ordini di scuola avverrà secondo le seguenti disposizioni: a) con nomina di supplente temporaneo, secondo la normativa vigente, salvo particolari esigenze; b) senza nomina di supplente temporaneo: Pagina 2 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

3 Scuola dell Infanzia 1. utilizzo delle ore di contemporaneità con I.R.C, 2. utilizzo dei recuperi di permessi brevi già usufruiti, 3. utilizzo del docente di sostegno in assenza dell alunno diversamente abile, sentite le esigenze della classe, 4. utilizzo delle ore di straordinario (ore eccedenti) retribuito, secondo la disponibilità data, 5. anticipo ore eccedenti da recuperare successivamente o eventualmente da retribuire, 6. compensazione dell anticipo di ore eccedenti con le uscite didattiche. Scuola Primaria 1. utilizzo delle ore di contemporaneità con I.R.C (ad eccezione delle attività alternative) o L2, 2. utilizzo dei recuperi di permessi brevi già usufruiti, 3. utilizzo del docente di sostegno in assenza dell alunno diversamente abile, 4. utilizzo delle otto ore della valigetta previste per ogni docente, 5. utilizzo delle ore di straordinario (ore eccedenti) retribuito, secondo la disponibilità data, 6. anticipo ore eccedenti da recuperare successivamente o eventualmente da retribuire, 7. compensazione dell anticipo di ore eccedenti con le uscite didattiche Scuola Secondaria di primo grado 1. utilizzo delle ore di completamento cattedra, 2. utilizzo dei recuperi di permessi brevi già usufruiti, 3. utilizzo del docente di sostegno in assenza dell alunno diversamente abile, 4. utilizzo delle due ore della valigetta previste per ogni docente, 5. utilizzo delle ore di straordinario (ore eccedenti) retribuito, secondo la disponibilità data, 6. anticipo ore eccedenti da recuperare successivamente o eventualmente da retribuire. 7. compensazione dell anticipo di ore eccedenti con le uscite didattiche. Permessi orari e modalità di recupero 1-Il Dirigente Scolastico attribuisce permessi orari, della durata massima di due ore giornaliere, secondo quanto previsto dall art.16 del CCNL , a condizione che sia garantita la copertura da parte di altro docente. La richiesta di permessi brevi deve essere presentata almeno cinque giorni prima. 2-Il recupero delle ore dei permessi brevi fruiti in orario di lezione dovrà avvenire secondo le seguenti modalità: con la sostituzione dei colleghi assenti, con il recupero delle ore aggiuntive di insegnamento (anche su progetti) già prestate, dietro autorizzazione del Dirigente Scolastico. Pagina 3 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

4 3-.Il recupero dei permessi brevi, disposto dall amministrazione, deve avvenire entro i due mesi lavorativi successivi a quello della fruizione del permesso (art.16, comma 3, CCNL 06/09). Nei casi in cui, per motivi imputabili al dipendente, non sia possibile il recupero, l Amministrazione provvede a trattenere la relativa somma, di cui il dipendente riceverà comunicazione scritta da parte dell Amministrazione. Il rifiuto da parte del dipendente ad effettuare il recupero proposto deve essere comunicato per iscritto. 4-L assenza dalle riunioni programmate per gli organi collegiali deve essere comunicata prima dell inizio delle riunioni stesse e deve essere recuperata. Il recupero delle assenze alle riunioni degli OO.CC. (art 29 commi 3 a e 3b CCNL 2006/09), con esclusione di quelle richieste con certificazione medica o per altri impegni autorizzati dal Dirigente Scolastico, dovrà avvenire secondo la seguente modalità: a. riduzione dei crediti di ore funzionali (commissioni, gruppi di progetto, ecc.), contabilizzate dai Responsabili di plesso, tabulate e consegnate ogni due mesi al Segretario del Collegio dei Docenti e inviate da quest ultimo al DSGA per l inserimento nella contabilità del FIS. - Recupero delle ore prestate oltre l orario di servizio. 1-Le ore prestate oltre l orario di servizio sono recuperate secondo le seguenti modalità: a) Per tutti gli Ordini di scuola: dai debiti determinati dai permessi brevi fruiti. b) Per tutti gli Ordini di scuola: si attinge dai segmenti orari eventualmente residui (valigetta), se disponibili. c) Nella Scuola dell Infanzia nei periodi in cui non si effettuano i gruppi omogenei (giugno e settimane interrotte da festività intermedie). d) Nella Scuola Primaria nelle contemporaneità e nelle compresenze. 2-Nelle uscite didattiche entro le 4 ore e i 10 km: si recuperano le ore prestate oltre l orario di servizio, senza aggravio per lo Stato e fatte salve le esigenze di servizio. 3-Per le uscite di durata superiore alle 4 ore e con un percorso superiore ai 10 km, si recupera dalle compresenze e/o dalle contemporaneità o dai permessi orari. a) Fruizione di spettacoli. b) Altre attività. c) Compenso con il FIS (Fondo d Istituto). Permessi retribuiti 1-I docenti che intendono fruire dei giorni di permesso, previsti dall art. 15 del CCNL , devono presentare la domanda documentata (anche con autocertificazione) al Dirigente Scolastico con almeno cinque giorni di anticipo, salvo casi di necessità e urgenza. Pagina 4 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

5 Ferie durante l attività didattica 1-A domanda dell interessato, possano essere fruiti sei giorni di ferie durante i periodi di attività didattica, con le seguenti modalità: a. Senza giustificazione: la fruizione è subordinata alla possibilità di farsi sostituire dai colleghi ed alla condizione che non vengano a determinarsi oneri aggiuntivi per l Amministrazione (art. 13, comma 9). b. Con giustificazione: sono in questo caso assimilate ai giorni di permesso retribuito e con oneri aggiuntivi per l amministrazione (art. 15, comma 2). Permessi per la partecipazione a corsi di formazione durante lo svolgimento delle lezioni 1-I docenti possono usufruire di cinque giorni di permesso retribuito nel corso dell anno scolastico per partecipare ad iniziative di aggiornamento autorizzate dall amministrazione con esonero dal servizio e sostituzione ai sensi della vigente normativa. 2-In caso di più richieste per lo stesso corso si utilizzeranno i seguenti criteri valutati discrezionalmente dal Dirigente Scolastico, tenuto conto delle esigenze didattiche ed organizzative: a. Non più di due insegnanti per plesso. b. A rotazione il più giovane e il più anziano di servizio tra i docenti che hanno chiesto di poter partecipare. c. Potrà essere autorizzata la partecipazione di più di due insegnanti per plesso, fatte salve le esigenze di servizio. Utilizzi particolari dei docenti. 1-Durante lo sciopero, in caso di assenza degli alunni della propria classe, al docente in servizio può essere assegnata la vigilanza di altre classi; in ogni caso resta a disposizione nel proprio plesso per l intera durata del suo orario di servizio. Pagina 5 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

6 Organico Amministrativi. PERSONALE A.T.A. Organizzazione dei servizi amministrativi. 1-Personale in organico di diritto: n.5 unità. 2-I servizi e i compiti degli assistenti amministrativi sono così ripartiti: AREE COMPITI Gestione area alunni Gestione scuola Iscrizioni, trasferimento, rilascio attestati, attestazioni e certificazioni, assicurazione, infortuni, assenze, tenuta fascicoli, registri, libri di testo, statistiche, pratiche alunni diversabili, pre-post scuola primaria ed infanzia, refezione, esami, rilascio attestati, attestazioni e certificazioni, diplomi, Stampa schede di valutazione. stampa schede di valutazione, Elezioni organi collegiali (dell intero istituto), convocazione Organi Collegiali, circolari interne, gestione uscite e viaggi d istruzione, Chiamate per supplenze ecc Archivio e Protocollo Magazzino Inventario e Tenuta del registro protocollo informatico, archiviazione, circolari interne, raccolta atti da sottoporre alla firma, tenuta fascicoli personali, richieste manutenzione dei plessi, rapporti con gli enti esterni (Comune). Tenuta degli inventari, discarico, prestiti. Contratti di acquisto di beni e servizi derivanti dal POF. Amministrazione del personale docente e ata Certificazioni, compensi accessori e indennità, liquidazione stipendi personale supplente temporaneo, adempimenti fiscali, erariali e previdenziali. Informatizzazione assenze e supplenze. Rapporti con DPSV e RPS, collaborazione a livello contabile con il DSGA, TFR, IRAP, CUD, disoccupazione. Gestione e informatizzazione assenze, supplenze, ferie personale ata. Gestione debiti/crediti personale. Rapporti sindacali (comunicati, assemblee, scioperi, RSU). Redazione contratti personale esterno. Pagina 6 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

7 Inquadramenti economici, pratiche pensionistiche, ricostruzione di carriera, prestiti INPDAP. 3-Le disposizioni relative alla rotazione dei turni alla ripartizione delle competenze del personale amministrativo sono di competenza del Dirigente Scolastico, sentito il parere del DSGA, dal quale saranno attuate. -Disposizioni organizzative inerenti il servizio. 1-La Segreteria della sede centrale funziona: Tutti i giorni, escluso il sabato, dalle ore 7.30 alle ore Nei mesi di luglio e agosto funzionerà solo l ufficio di segreteria della sede centrale con il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore La segreteria funzionerà anche il sabato durante il periodo delle iscrizioni degli alunni. 2-Orario di apertura al pubblico e al personale interno degli sportelli degli uffici di segreteria, da settembre a giugno: GIORNO DALLE ORE ALLE ORE SEDE VIA NAZARIO SAURO LUNEDI' MARTEDI' MERCOLEDI' GIOVEDI VENERDI' Orario di apertura al personale interno degli sportelli degli uffici di segreteria, da settembre a giugno: GIORNO DALLE ORE ALLE ORE SEDE VIA NAZARIO SAURO LUNEDI' - MARTEDI' GIOVEDI - VENERDI' MERCOLEDI' Nei mesi di luglio e agosto il ricevimento del pubblico avverrà solo presso l ufficio della sede centrale dal lunedì al venerdì con il seguente orario: dalle ore 9.00 alle ore Pagina 7 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

8 Orario di lavoro. 1-La presenza del personale ATA è rilevata con sistemi di rilevazione automatica delle presenze (art. 9 della legge 30 dicembre 1991 n. 412; Circolare 16 febbraio 1994, n. 3/94 del Ministero Funzione Pubblica; art. 3, comma 83 della Legge 24 dicembre 2007, n 244; D.L. 112/2008 convertito nella legge 133/2008, in particolare dell'articolo 71 e delle circolari collegate n. 7 e n. 8 della Funzione Pubblica) e/o con la firma sul registro delle presenze apposito, con l indicazione dell orario di inizio e di termine della prestazione lavorativa. 1-L orario di lavoro degli assistenti amministrativi è di 35 ore settimanali (art. 51 e 55 CCNL). E articolato su turni giornalieri da sei ore a massimo nove ore (in caso di orario superiore a 7 ore e 12 minuti, con una pausa di almeno mezz ora). 2-I turni e gli orari di lavoro giornalieri, assegnati a ciascun dipendente, sono flessibili e potranno subire variazioni periodiche nel corso dell anno, a causa di nuove esigenze organizzative e gestionali, valutate dal Dirigente Scolastico, sentito il parere del DSGA, al fine di assicurare il servizio. 3-Nella fissazione dell orario di lavoro potrà essere soddisfatta la richiesta di flessibilità oraria legata ad esigenze personali o familiari documentate, che non determini disfunzione di servizio o aggravio per gli altri lavoratori. 4-Durante la sospensione delle attività didattiche nel periodo estivo (per l anno scolastico dal 2 Luglio 2012), il personale osserverà un turno orario di 7 ore e 12 minuti (36 ore settimanali). Entro i primi 45 giorni dall inizio dell anno scolastico, tenuto conto di eventuali avvicendamenti di personale, il DSGA, previo consenso del Dirigente Scolastico, che attribuirà gli incarichi, proporrà i compiti al personale interessato. 5-Il lavoro straordinario deve essere autorizzato dal DSGA e comunicato repentinamente al Dirigente Scolastico. Ferie. 1-Le richieste di ferie e festività soppresse sono autorizzate dal Dirigente Scolastico, sentito il parere del DSGA. Le richieste per il periodo estivo devono essere presentate entro il 31 Marzo di ogni anno. Durante i periodi di Natale, Pasqua, Carnevale, ecc. deve comunque essere garantita la presenza di almeno due unità di personale amministrativo presso la sede centrale. Qualora vi siano giorni scoperti, gli assistenti amministrativi elaboreranno una soluzione alternativa da presentare entro il 31 Marzo di ogni anno al DSGA. Subito dopo sarà predisposto il piano delle ferie e festività soppresse tenendo in considerazione quanto segue: al termine delle attività didattiche (30 Giugno), fino alla fine del mese di Agosto, il funzionamento della scuola sarà garantito con la presenza di n. 2 assistenti amministrativi e nel caso in cui tutto il personale di una qualifica richieda lo stesso periodo, sarà modificata la richiesta del dipendente disponibile (oppure dei dipendenti); in mancanza di personale disponibile sarà adottato il criterio della rotazione annuale, tenendo in considerazione eventuali situazioni di vincolo oggettivo al fine di consentire almeno tre settimane consecutive di ferie coincidenti con quelle del coniuge o del convivente. Pagina 8 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

9 Le richieste saranno autorizzate entro il 10 Aprile di ogni anno. 2-Qualora i criteri su esposti, entro il 7 Aprile di ogni anno, non siano stati rispettati, il Dirigente Scolastico procederà d ufficio all assegnazione delle ferie. 3-L eventuale variazione del piano da parte dell Amministrazione è prevista in caso di motivate (per iscritto) esigenze di servizio. 4-Le festività soppresse devono essere fruite entro il corrente anno scolastico; le ferie, eventualmente non godute per motivi di servizio, devono essere fruite entro il 31 Dicembre e, in ultima istanza, entro il 30 Aprile dell anno successivo, da applicarsi al personale a T.I. e a quello a T.D. con continuità di contratto. 5-Durante l'attività didattica il personale ATA potrà usufruire delle ferie maturate fino ad un massimo di cinque giorni consecutivi e per non più di una persona alla volta, senza oneri per l Amministrazione e considerate le esigenze di servizio. Organizzazione dei servizi dei collaboratori scolastici. - Criteri di assegnazione delle unità ai plessi. 1-I Collaboratori scolastici sono assegnati dal Dirigente Scolastico, sentito il parere del DSGA, ai vari plessi secondo i seguenti criteri: a. numero di classi, b. tempo scuola, c. struttura degli edifici, d. età degli alunni, e. presenza uffici amministrativi. 2-I Collaboratori Scolastici in organico di diritto sono 19, così assegnati ad ogni singolo plesso: Unità assegnate alla Scuola dell'infanzia RODARI n. 4 Unità assegnate alla Scuola dell'infanzia GRIMM n. 3 Unità assegnate alla Scuola Primaria FORTIS n. 4 Unità assegnate alla Scuola Primaria CORRIDONI n. 4 Unità assegnate alla Scuola Secondaria 1 DE FILIPPO n. 4 - Tipologia del personale. 1-Se all'interno dell'organico di diritto fossero presenti persone con inidoneità parziale, cui verranno attribuite solo mansioni di sorveglianza e circolazione di carteggio, verranno suddivise nei vari plessi. 2-Si cercherà di mantenere un equilibrio fra personale di sesso maschile e di sesso femminile assegnando possibilmente una persona di sesso maschile ad ogni plesso. Pagina 9 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

10 - Criteri di assegnazione della sede di servizio. 1-L'assegnazione della sede di servizio verrà effettuata dal Dirigente Scolastico, sentito il parere del DSGA, secondo i seguenti criteri: a. La rotazione annuale e/o periodica del dipendente nei vari plessi, secondo la valutazione del Dirigente Scolastico. b. La continuità nel plesso, ove possibile. c. Le richieste del dipendente (es. la viciniorietà alla residenza/domicilio). Tali criteri verranno applicati anche in caso di presenza di più richieste per un solo posto vacante. Servizi e compiti dei collaboratori scolastici. 1-I servizi e i compiti assegnati ai Collaboratori scolastici sono così specificati: SERVIZI RAPPORTI CON GLI ALUNNI PULIZIA DI CARATTERE MATERIALE SUPPORTO AMMINISTRATIVO E DIDATTICO COMPITI a. Sorveglianza degli alunni: nelle aule, laboratori, spazi comuni, in occasione di momentanea assenza dell insegnante, vigilanza particolarmente attenta in prossimità dei servizi igienici durante gli intervalli. b. Sorveglianza degli alunni, a supporto dei docenti, in occasione del loro trasferimento dai locali scolastici ad altre sedi anche non scolastiche, palestre, laboratori, ivi comprese le visite guidate ed i viaggi di istruzione. c. Servizio di accompagnamento in piscina o in altre uscite nel Territorio d. Servizio di accompagnamento al pullman. e. Collaborazione con i docenti. f. Igiene alunni Scuola dell infanzia. g. Distribuzione frutta nel progetto Frutta nelle scuole. a. Pulizia dei locali scolastici, spazi scoperti e arredi. b. Spostamento arredi e attrezzature didattiche. a. Utilizzo fotocopiatrice e fotoincisore. b. Utilizzo come centralinisti per lo smistamento delle telefonate, per la sede centrale solo nella fascia oraria con doppio organico. c. Utilizzo e allestimento delle tecnologie informatiche. d. Approntamento sussidi didattici. e. Servizi di mensa con comunicazione presenze e assenze giornaliere. f. Servizio di sorveglianza per il pre- e post-scuola nelle scuole primarie e di prolungamento orario nelle scuole dell infanzia. Pagina 10 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

11 SUPPORTO DIVERSABILITA ALLA a. Prestazione di ausilio materiale agli alunni diversabili nell accesso dalle aree esterne alle strutture scolastiche, all interno e nell uscita da esse, nonché nell uso dei servizi igienici e nella cura dell igiene personale, anche in riferimento alle attività previste dall art.47 del CCNL. - Ripartizione delle mansioni. 1-La ripartizione delle mansioni viene effettuata in modo equo fra tutto il personale risultante in organico, secondo il criterio della rotazione sulla base della disponibilità e delle attitudini del personale. 2-In ogni plesso un addetto presta ausilio materiale agli alunni diversabili nell accesso alle aree esterne delle strutture scolastiche, all interno e nell uscita da esse, nonché nell uso dei servizi igienici e nella cura dell igiene personale e durante l orario di mensa. 3-Al personale dichiarato parzialmente inidoneo a svolgere le proprie mansioni non vengono assegnati i lavori risultanti nel verbale del Collegio medico; gli stessi lavori vengono assegnati ad altro personale disponibile, dietro compenso a carico del fondo d'istituto. Nel caso in cui non vi sia personale disponibile, i lavori verranno ripartiti in modo equo fra tutto il personale. - Avvertenze particolari per il personale collaboratore scolastico. 1-Negli ultimi due giorni lavorativi del mese di Agosto dovranno essere in servizio almeno due unità di personale collaboratore scolastico per garantire il regolare avvio delle attività scolastiche. 2-Per una maggior funzionalità di tutta l'istituzione scolastica si ribadisce il principio, enunciato dal D.L. 297/94, secondo cui tutto il personale è investito di responsabilità collettiva a prescindere dagli spazi di competenza. Ciò in relazione alla sicurezza di tutti gli utenti dell'istituzione scolastica, all'igiene degli spazi e alla salute fisica di tutti quanti transitino negli edifici, come previsto dal D.L. 81/ Tutti devono porre particolare attenzione e cura nella rilevazione degli oggetti fuori posto che possono creare pericolo, di suppellettili deteriorate e non più funzionali e, infine, nei confronti di comportamenti o atteggiamenti scorretti che possano creare pericolo da parte di chiunque. 4-E dovere di tutti fare eventuali segnalazioni scritte utilizzando un apposito modulo. Turni e orari di lavoro ordinari. 1-L orario di lavoro all interno dell Istituto Comprensivo sarà organizzato rispetto alle esigenze di servizio come sotto riportato: Scuola Primaria "FORTIS" dalle ore 6.00 alle Scuola Primaria "CORRIDONI" dalle ore 7.00 alle Scuola Infanzia "RODARI" dalle ore 6.30 alle Pagina 11 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

12 Scuola Infanzia "GRIMM" dalle ore 7.00 alle Scuola Secondaria "DE FILIPPO" dalle ore 7.30 alle Il suddetto orario è comprensivo del recupero dei prefestivi. Tale orario rimane invariato anche al termine del recupero dei prefestivi. Modalità organizzative di turni e orari. 1-Nell assegnazione dei turni e degli orari saranno tenute in considerazione le eventuali richieste di orario flessibile, motivate con effettive esigenze personali o familiari documentate; le richieste verranno soddisfatte se non determineranno disfunzioni di servizio e aggravi personali o familiari per gli altri lavoratori. 2-Tutto il personale effettuerà un orario di 35 ore settimanali su 5 giorni (art. 51 e 55 CCNL) con turnazione minima su base settimanale. Su richiesta degli interessati, motivata da gravi esigenze personali o familiari, è possibile lo scambio giornaliero del turno di lavoro. 3-I turni e gli orari di lavoro giornalieri sono assegnati a ciascun dipendente secondo il piano annuale delle attività. E prevista la flessibilità in base alla disponibilità del dipendente, in ragione di nuove esigenze organizzative e gestionali, valutate dal Dirigente Scolastico, sentito il parere del DSGA, al fine di assicurare il servizio. 4-I turni saranno articolati su fasce orarie che garantiscano la presenza di una parte del personale nel primo turno per assolvere all obbligo di vigilanza, le altre unità in turno pomeridiano, aumentato di 30 minuti al giorno, per garantire la pulizia dei locali scolastici. In caso di assenza di qualche collaboratore, deve essere data la priorità alla sorveglianza dell atrio di accesso alla scuola. 5-Le eccedenze di 30 minuti costituiscono recupero di debito orario derivante dalla chiusura della scuola nei giorni prefestivi, previsti dal Dirigente Scolastico, e di un giorno di sospensione delle lezioni, fra quelli deliberati dal Consiglio di Istituto. Tali eccedenze avranno termine non appena il debito verrà esaurito e, comunque, entro e non oltre il 30 Giugno di ogni anno. Il recupero delle eccedenze inizierà quando andranno in vigore gli orari completi di lezione. 6-Il personale che effettua l orario fisso antimeridiano potrà prestare, a fine turno, 30 minuti a settimane alterne o 15 minuti tutti i giorni, al fine del recupero delle ore eventualmente non lavorate nei periodi di sospensione delle lezioni sopra riportati. Pausa. 1-Il lavoratore che effettua la pausa può rimanere anche sul proprio posto di lavoro, (in caso di orario superiore a 7 ore e 12 minuti, con una pausa di almeno mezz ora). Il lavoratore può usufruire del servizio mensa a turnazione e fermo restando il costo a suo carico. Pagina 12 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

13 Ritardi e uscite anticipate. 1-I dipendenti devono arrivare puntuali per la prestazione lavorativa. Eventuali ritardi nell orario di inizio, dovuti a comprovate e documentate motivazioni, presentate al Dirigente Scolastico tramite il DSGA, inferiori a trenta minuti, possono essere recuperati anche lo stesso giorno, a discrezione dell Amministrazione, prolungando l orario di uscita. Se il ritardo è superiore a trenta minuti sarà recuperato entro la settimana successiva, in base alle esigenze di servizio, a discrezione dell Amministrazione, o detratto dai crediti. 2-Il carattere abitudinario del ritardo comporta le sanzioni previste dalla normativa. 3-I dipendenti non possono allontanarsi anticipatamente, rispetto alla fine del servizio, dal lavoro se non hanno richiesto il permesso secondo le modalità previste dall articolo successivo. - Permessi orari e recuperi. 1-I permessi orari e i recuperi sono autorizzati dal Dirigente Scolastico, sentito il parere del DSGA. 2-Occorre motivare e documentare la domanda di permesso. L eventuale rifiuto o riduzione della concessione sarà comunicato per iscritto, specificando i motivi. 3-Il recupero con ore di lavoro, da effettuare entro i due mesi successivi e, comunque, non oltre l anno scolastico in corso, avverrà in giorni o periodi di maggiore necessità di servizio. - Informazione. 1-Il riepilogo dei crediti o dei debiti orari di ogni dipendente, risultante dagli orari ordinari, dai permessi orari e relativi recuperi e dalle ore eccedenti, previa comparazione tra l autocertificazione e la verifica del sistema di rilevazione automatica delle presenze,sarà fornito a ciascun interessato ogni mese con comunicazione scritta della situazione aggiornata e con riscontro di firma. - Ore eccedenti. 1-Le ore eccedenti necessarie al servizio saranno effettuate prioritariamente per l azzeramento dei debiti, a prescindere dal plesso di appartenenza, e successivamente saranno effettuate dal personale che si renderà disponibile dichiarando la propria preferenza per: la retribuzione con compenso a carico del Fondo di Istituto, compatibilmente con le disponibilità finanziarie, il recupero con riposi compensativi. 2-Il recupero delle ore eccedenti con riposi compensativi avverrà su richiesta degli interessati in giorni o periodi di minor carico di lavoro, ovvero nei periodi di sospensione delle attività didattiche (Natale, Carnevale, Pasqua, Luglio e Agosto).Tali periodi possono essere aggiunti alle ferie previo consenso dell Amministrazione a condizione che non si verifichi disservizio. Pagina 13 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

14 3-Per i soli collaboratori scolastici, nel caso in cui nessun dipendente sia disponibile ad effettuare ore eccedenti, le stesse saranno ripartite in modo omogeneo fra tutto il personale con il criterio della rotazione in ordine alfabetico, con esclusione di coloro che si trovano in particolari situazioni previste dalle leggi 53/2000, 903/77, 104/92. - CHIUSURA PREFESTIVI E GIORNI DI SOSPENSIONE DELIBERATI DAL CONSIGLIO DI ISTITUTO. 1-La chiusura della scuola con la sospensione dell'attività didattica avviene nei giorni prefestivi indicati dal Dirigente Scolastico, sentito il parere del DSGA, e nei giorni di sospensione delle lezioni deliberati dal Consiglio di Istituto. Tale chiusura comporta il recupero nei periodi di attività didattica, secondo le esigenze di servizio. La revoca di uno o più giorni di chiusura della scuola nei suddetti giorni prefestivi, in base a sopravvenute esigenze di servizio, sarà indicata dal Dirigente Scolastico, sentito il parere del DSGA. 2-Per l anno scolastico 2011/12 la chiusura della scuola avverrà nei giorni 13, 16, e 17 Agosto 2012, come deliberato dal Consiglio d Istituto. Tali assenze vanno recuperate con richiesta di ferie o con l utilizzo di ore straordinarie già prestate. Ferie e festività soppresse (per i soli collaboratori scolastici). 1-Le richieste di ferie e festività soppresse sono autorizzate dal Dirigente Scolastico sentito il parere del DSGA. 2-Durante i periodi di Natale, Pasqua, Carnevale ecc. per la sede centrale deve essere garantita la presenza di 2 collaboratori scolastici, provenienti a rotazione dagli altri plessi. 3-Durante la vacanze natalizie e pasquali dovranno essere effettuate le pulizie approfondite; qualora una o più unità di personale chieda l intero periodo di ferie, nella richiesta dovrà essere esplicitato e confermato con firma chi si assume, in sostituzione, l onere delle pulizie del/dei collega/colleghi assente/assenti. 4-Le richieste per il periodo estivo devono essere raccolte entro il 31 Marzo di ogni anno dal DSGA per verificarne la congruenza. Il piano delle ferie e festività soppresse dovrà tenere in considerazione quanto segue: a. dal termine delle attività didattiche (30 giugno), fino alla fine del mese di agosto, il funzionamento della scuola sarà garantito con la presenza di n. 2 collaboratori scolastici per la sede centrale. Negli altri plessi i collaboratori scolastici dovranno garantire un periodo di almeno 7 giorni per la pulizia approfondita delle proprie competenze, mentre per il restante periodo ogni collaboratore sarà a disposizione per le esigenze di servizio per l intero Istituto. b. nel caso in cui tutto il personale richieda lo stesso periodo, sarà modificata la richiesta del dipendente (oppure dei dipendenti) disponibile; in mancanza di personale disponibile sarà adottato il criterio della rotazione annuale, tenendo in considerazione eventuali situazioni di vincolo oggettivo al fine di consentire almeno 3 settimane consecutive di ferie. c. le richieste saranno autorizzate entro il 10 Aprile di ogni anno. Pagina 14 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

15 d. qualora i criteri su esposti, ad una settimana dal termine previsto per l autorizzazione, non siano stati rispettati, il Dirigente Scolastico procederà d ufficio all assegnazione delle ferie, sentito il parere del DSGA. e. il 30 e 31 Agosto di ogni anno, in ciascun plesso dovranno essere in servizio almeno due unità di personale per garantire l apertura di tutte le sedi scolastiche. 5-Le festività soppresse devono essere fruite entro il corrente anno scolastico; le ferie, eventualmente non godute per motivi di servizio, devono essere fruite entro il 31 Dicembre e, in ultima istanza, entro il 30 aprile dell anno successivo. 6-Durante l'attività didattica, il personale ATA potrà usufruire delle ferie maturate fino ad un massimo di 5 giorni consecutivi e per non più di una persona alla volta, in ciascun plesso. Durante il suddetto periodo i colleghi in servizio si faranno carico delle pertinenze del personale in ferie, senza oneri per l amministrazione. 7- Eventuali variazioni al piano delle ferie, da parte dell Amministrazione, possono avvenire per gravi e motivate esigenze di servizio e saranno comunicate per iscritto dal Dirigente Scolastico. - AGGIORNAMENTO 1-In caso di attività di aggiornamento organizzate dall Amministrazione centrale (una giornata o più giornate), il personale interessato fruirà del permesso giornaliero retribuito; le pulizie degli spazi di competenza del dipendente assente verranno effettuate dal personale che rimane in servizio (2 ore a coppia). 2-Sarà possibile partecipare alle attività di aggiornamento organizzate da altri Enti, al di fuori dell orario di servizio, con recupero delle ore effettuate previa consegna della dichiarazione o dell attestato di partecipazione. 3-In caso di impegno oltre l orario di servizio giornaliero, il recupero delle ore avverrà con le seguenti modalità: fino a 20 ore recupero con riposi compensativi, da fruire entro il termine delle attività didattiche (30 giugno), previo accordo con il DSGA; per quelle eccedenti le 20 ore l interessato potrà richiedere se recuperare con riposi compensativi o con compenso a carico del fondo di istituto. 4-In caso di partecipazione a corsi di aggiornamento che prevedono attività sia on-line che in presenza, con pacchetti orari prestabiliti, il recupero avverrà con le seguenti modalità: fino a 20 ore recupero con riposi compensativi, da fruire entro il termine delle attività didattiche (30 giugno), previo accordo con il DSGA; per quelle eccedenti le 20 ore l interessato potrà richiedere se recuperare con riposi compensativi o con compenso a carico del fondo di istituto. In ogni caso, i suddetti riposi compensativi non sono cumulabili alle richieste delle ferie estive che vanno fruite nel periodo 1 Luglio 31 Agosto. Pagina 15 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

16 5-La partecipazione alle attività di aggiornamento sarà garantita da una unità per plesso, tenendo in considerazione, a discrezione dell amministrazione, i seguenti criteri: -precedenza per chi è impegnato nel settore di lavoro oggetto del corso, -precedenza per chi deve completare un percorso già iniziato, -precedenza per chi ha partecipato a meno corsi di aggiornamento, -in subordine personale a termine carriera. Le attività di aggiornamento saranno svolte prioritariamente in orario di servizio. IL DIRIGENTE SCOLASTICO (Dott.ssa Annunziata Bonamassa) Pagina 16 di16disposizioni normative sull organizzazione e la gestione del Personale e degli Uffici

INFORMAZIONE DISPOSIZIONI SULL ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE A.S.2014/15 PERSONALE DOCENTE. Organizzazione del lavoro.

INFORMAZIONE DISPOSIZIONI SULL ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE A.S.2014/15 PERSONALE DOCENTE. Organizzazione del lavoro. INFORMAZIONE DISPOSIZIONI SULL ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE A.S.2014/15 PERSONALE DOCENTE - Struttura organizzativa dei docenti Organizzazione del lavoro. 1- Il Dirigente Scolastico sceglie

Dettagli

ORGANIZZAZIONE E ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA

ORGANIZZAZIONE E ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA Atti preliminari ORGANIZZAZIONE E ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA All inizio di ogni anno scolastico e comunque prima dell inizio delle lezioni, sulla base del POF e delle attività ivi previste:?? Il

Dettagli

CAPO III ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE A.T.A.ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO - 1 -

CAPO III ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE A.T.A.ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO - 1 - CAPO III ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE A.T.A.ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO - 1 - PREMESSA Al fine di evitare equivoci di sorta, a tutto il personale ATA viene consegnata copia individuale dell

Dettagli

Modalità di organizzazione del personale docente e di utilizzazione del personale Ata

Modalità di organizzazione del personale docente e di utilizzazione del personale Ata LICEO CLASSICO STATALE N. FORTEGUERRI LICEO STATALE DELLE SCIENZE UMANE A. VANNUCCI Corso Gramsci, 148 - PISTOIA - Tel. 0573/20302-22328-Fax 0573/24371 Modalità di organizzazione del personale docente

Dettagli

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO G. GAVAZZENI Via Combattenti e Reduci 70 TALAMONA (Sondrio) Tel. e Fax 0342/670755 - e.mail: segreteria@ictalamona.it Anno

Dettagli

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 -

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - ART. 19 Orario 1. All inizio dell anno scolastico vene definito l orario

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. 35020 Albignasego (PD)

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. 35020 Albignasego (PD) I criteri per le determinazioni del dirigente riferiti a l organizzazione degli uffici e le misure inerenti alla gestione dei rapporti di lavoro ex art. 5, comma 2, del Dlgs n. 165/2001 come novellato

Dettagli

dispone per l anno scolastico 2013/2014 la seguente ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

dispone per l anno scolastico 2013/2014 la seguente ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO Prot. n. 6173 del 20/11/2013 Il Dirigente Scolastico Visto il D.Lgs 297/1994; Vista la Legge 59/1997 art. 21; Visto il DPR 275/1999 art. 14; Visto il D.Lgs 165/201 art. 25; Visto il CCNL 2006/2009; Visto

Dettagli

CRITERI E MODALITA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA

CRITERI E MODALITA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA CRITERI E MODALITA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA Art. 1 Criteri di assegnazione del personale docente ai corsi e alle classi 1. Il

Dettagli

Gestione del personale

Gestione del personale LICEO ERASMO DA ROTTERDAM Gestione del personale Ambito funzionale Gestione delle risorse 1 Liceo Erasmo da Rotterdam PQ04gestione del personale_11_2010rev2 INDICE 1.1 OBIETTIVO 1.2 CAMPO D APPLICAZIONE

Dettagli

INFORMATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DEGLI UFFICI

INFORMATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DEGLI UFFICI Prot. n. 4369/A 26 Concordia Sagittaria, 24 novembre 2015 Ai rappresentanti sindacali Al personale dell Istituto All albo dell Istituto INFORMATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

Dettagli

PIANO ANNUALE delle ATTIVITÀ

PIANO ANNUALE delle ATTIVITÀ Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo di Sermide Via Zambelli, 2 46028 Sermide (MN) Tel. 0386 61101 Fax. 0386 960476 email: mnic82200r@istruzione.it - info@icsermide.it

Dettagli

INFORMATIVA SU MODALITA DELL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ORARIO DI SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA ANNO SCOLASTICO 2011/2012

INFORMATIVA SU MODALITA DELL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ORARIO DI SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio LICEO SCIENTIFICO STATALE GIUSEPPE PEANO 00142 Roma - Via Francesco Morandini, 38 - XIX Distretto e-mail:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 87010 SAN SOSTI (CS)

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 87010 SAN SOSTI (CS) Prot.n. 2143/B10 Al Dirigente Scolastico - Sede - OGGETTO : Proposta piano di lavoro a.s. 2011/12 inerente alle prestazioni dell orario di lavoro e l attribuzione degli incarichi di natura organizzativa.-

Dettagli

LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61

LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61 Il passato del futuro LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61 Viale Maria Luigia, 1-43125 Parma - Tel. 0521.282115 - Fax. 0521.385159 www.liceoromagnosi.org - ssromagn@scuole.pr.it - codice MIUR PRPC010001

Dettagli

AREA SERVIZI AMMINISTRATIVI

AREA SERVIZI AMMINISTRATIVI ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASALE SUL SILE Piazza All arma dei Carabinieri, 7/a 31032 Casale sul Sile (TV) AREA SERVIZI AMMINISTRATIVI Tutti i servizi di segreteria sono informatizzati. Gli uffici di segreteria,

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie

Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie Prot. n. 3631/C16 Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie 35136 PADOVA - Via delle Cave, 174 Tel. 049/720744 - Fax 049/8685112

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo "Dante"

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Dante Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo "Dante" Via Rusnati,1 21013 Gallarate (VA) C.F. 91055810120 Cod. Meccanografico VAIC878006 Tel. 0331.792428 - Fax 0331.774924

Dettagli

IV ISTITUTO COMPRENSIVO S. Quasimodo V.le Vittorio Veneto, 92 96014 FLORIDIA COD. FISC. 80002230896

IV ISTITUTO COMPRENSIVO S. Quasimodo V.le Vittorio Veneto, 92 96014 FLORIDIA COD. FISC. 80002230896 IV ISTITUTO COMPRENSIVO S. Quasimodo V.le Vittorio Veneto, 92 96014 FLORIDIA COD. FISC. 80002230896 Tel 0931-941385 Fax 0931-940906 www.quasimodofloridia.it sric824002@istruzione.it sric824002@pec.istruzione.it

Dettagli

Prot. N. 1551/C14 Abbiategrasso, 18 settembre 2015. Il Dirigente Scolastico

Prot. N. 1551/C14 Abbiategrasso, 18 settembre 2015. Il Dirigente Scolastico Prot. N. 1551/C14 Abbiategrasso, 18 settembre 2015 Oggetto: Piano di lavoro personale A.T.A. a.s. 2015/16 Agli interessati e p.c. Alla RSU Atti Albo Il Dirigente Scolastico VISTO il CCNL 2006/09, con riferimento

Dettagli

CITTA DI PISTICCI. (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 138 del 20 maggio 2004) (Provincia di Matera)

CITTA DI PISTICCI. (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 138 del 20 maggio 2004) (Provincia di Matera) CITTA DI PISTICCI (Provincia di Matera) R E G O L A M E N T O O R A R I O D I S E R V I Z I O E D I A C C E S S O D E L P U B B L I C O (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 138 del 20 maggio

Dettagli

PIANO ATTIVITÀ a.s. 2006/07

PIANO ATTIVITÀ a.s. 2006/07 PIANO ATTIVITÀ a.s. 2006/07 Allegato n. 2 ASSISTENTI AMMINISTRATIVI Unità di personale assegnato in Organico n. 8 Personale ITI: N. 8 Personale ITD: N. 0 ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO L orario di funzionamento

Dettagli

10. INFORMAZIONI GENERALI: DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE E SEGRETERIA

10. INFORMAZIONI GENERALI: DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE E SEGRETERIA Informazioni generali: direzione, amministrazione e segreteria 51 10. INFORMAZIONI GENERALI: DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE E SEGRETERIA Dirigente scolastico Dott. Barca Daniele Tel. 059 358161 Fax 059 299126

Dettagli

Prot.n. 4389/A5 Empoli, 30 settembre 2015 OGGETTO: SUDDIVISIONE COMPITI ED ORARIO DEGLI ASSISTENTI AMMINISTATIVI ANNO SCOLASTICO 2015-16.

Prot.n. 4389/A5 Empoli, 30 settembre 2015 OGGETTO: SUDDIVISIONE COMPITI ED ORARIO DEGLI ASSISTENTI AMMINISTATIVI ANNO SCOLASTICO 2015-16. DIREZIONE DIDATTICA STATALE EMPOLI 3 CIRCOLO VIA PONZANO 43 50053 EMPOLI (FI) TEL. 0571922337 FAX N. 0571960135 e-mail: fiee22000t@istruzione.it - Codice fiscale n. 82008030486 sito web: www.empoliterzocircolo.it

Dettagli

DIRETTIVE PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE.

DIRETTIVE PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. DIRETTIVE PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. ART. 1 NORME DI PRINCIPIO 1. Le presente direttive vengono adottate al

Dettagli

Mansioni Area Gestione Alunni: BELVEDERE COSTANTINO

Mansioni Area Gestione Alunni: BELVEDERE COSTANTINO Mansioni Area Gestione Alunni: BELVEDERE COSTANTINO 1. Iscrizioni scuola secondaria di 1^ grado. 2. Iscrizioni alunni scuola dell Infanzia. 3. Iscrizioni scuola secondaria di 2^ grado. 4. Monitoraggio

Dettagli

INFOMAZIONE PREVENTIVA IN RELAZIONE ALL'ART. 6 DEL CCNL 2006-2009 ANNO SCOLASTICO 2011-2012

INFOMAZIONE PREVENTIVA IN RELAZIONE ALL'ART. 6 DEL CCNL 2006-2009 ANNO SCOLASTICO 2011-2012 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SORBOLO Via Garibaldi,29 43058 SORBOLO (PR) Tel 0521/697705 Fax 0521/698179 Sito internet: http://icsorbolomezzan.scuolaer.it e-mail: pric81400t@istruzione.it Prot. n. 4918/C14

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA DI CODROIPO (UD) Via Friuli, 14 33033 CODROIPO

DIREZIONE DIDATTICA DI CODROIPO (UD) Via Friuli, 14 33033 CODROIPO DIREZIONE DIDATTICA DI CODROIPO (UD) Via Friuli, 14 33033 CODROIPO E-mail Intranet: UDEE057002@istruzione.it Tel. 0432-906427 Fax 0432-906436 E-mail Internet: cdcodroipo@cdcodroipo.it CONTRATTO INTEGRATIVO

Dettagli

Assistenti Amministrativi. Sig.ra Neri Paola

Assistenti Amministrativi. Sig.ra Neri Paola Assistenti Amministrativi Sig.ra Neri Paola Gestione del Personale - Cura e gestione della trasmissione dei contratti del personale neo immesso in ruolo alla RGS; - Conferma in Ruolo, proroga periodo di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. ALLEGATO A ALLA DELIBERA DI G.C. N. 71 DEL 05.11.2009 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. ART. 1 NORME DI

Dettagli

VERBALE ESAME CONGIUNTO

VERBALE ESAME CONGIUNTO VERBALE ESAME CONGIUNTO Il giorno 27/03/2013, presso l ITIS E. Mattei di San Donato Milanese tra la delegazione di parte pubblica rappresentata dal Dirigente Scolastico prof. Paiano Giacomo e la delegazione

Dettagli

75015 - P I S T I C C I - (MT)

75015 - P I S T I C C I - (MT) ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO da PIETRELCINA Cod. Min. MTIC810001 - Via M. Polo snc Tel. 0835 58.15.07 Fax. 0835 44.69.03 - Cod. Fisc. 90007100770 mtic810001@istruzione.it mtic810001@pec.istruzione.it

Dettagli

Tel. 0521/282115 - Fax 0521/385159 E-mail : ssromagn@scuole.pr.it

Tel. 0521/282115 - Fax 0521/385159 E-mail : ssromagn@scuole.pr.it LICEO GINNASIO STATALE "G.D.ROMAGNOSI" Viale Maria Luigia, 1-43100 Parma Tel. 0521/282115 - Fax 0521/385159 E-mail : ssromagn@scuole.pr.it PROT. N.2596/1 Parma 02.10.2013 OGGETTO : Adozione piano di lavoro

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTELVETRO Via Palona, 11/B 41014 CASTELVETRO DI MODENA (MO)

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTELVETRO Via Palona, 11/B 41014 CASTELVETRO DI MODENA (MO) ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTELVETRO Via Palona, 11/B 41014 CASTELVETRO DI MODENA (MO) Prot. n. 4051 /A 01 IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTO il CCNL; VISTO il Piano dell offerta formativa deliberato dal Consiglio

Dettagli

COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA

COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA Provincia di Caserta REGOLAMENTO COMUNALE DELL ORARIO DI SERVIZIO, DI LAVORO E APERTURA AL PUBBLICO DEGLI UFFICI E SERVIZI DELL ENTE Approvato con delibera di Giunta Municipale

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015 PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015 ATTIVITA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE 1) CALENDARIO SCOLASTICO Definito per le parti di propria competenza, dal Ministro dell Istruzione, dalla

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Il giorno 30/09/2014 alle ore 10.30 presso l Istituto Comprensivo di Varallo tra il Dirigente Scolastico e le R.S.U., si stipula la seguente

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA A.S. 2014/15. Competenze ed Orario dei collaboratori scolastici

PIANO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA A.S. 2014/15. Competenze ed Orario dei collaboratori scolastici IIST IITUTO COMPRENS IIVO STATALE Via Regina Margherita - 09010 U T A (CA) :: 070969005 : 0709661226 : caic874006@istruzione.it PIANO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA A.S. 2014/15 Visti gli articoli 47 51 e

Dettagli

COMUNE DI TIVOLI ANNO 2012

COMUNE DI TIVOLI ANNO 2012 COMUNE DI TIVOLI ANNO 2012 ACCORDO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. ART. 1 NORME DI PRINCIPIO 1. Il presente accordo

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO (emanato con decreto rettorale 12 gennaio 2004, n. 178) INDICE

REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO (emanato con decreto rettorale 12 gennaio 2004, n. 178) INDICE REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO (emanato con decreto rettorale 12 gennaio 2004, n. 178) INDICE Articolo 1 (Orario ordinario di lavoro e di servizio. Definizioni) Articolo 2 (Articolazione dell orario)

Dettagli

Contrattazione integrativa d Istituto a.s.2012/2013 FRONTESPIZIO DELL INTESA

Contrattazione integrativa d Istituto a.s.2012/2013 FRONTESPIZIO DELL INTESA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Scuola dell INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA di I GRADO Via Milazzo,21-03030

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE DOCENTE

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE DOCENTE M i n i s t e r o d e l l I s t r u z i o n e, d e l l U n i v e r s i t à e d e l l a R i c e r c a I. I. S. J. T O R R I A N I I S T I T U T O T E C N I C O - S E T T O R E T E C N O L O G I C O L I

Dettagli

IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI

IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI Prot. n. 4354 /B8 Magliano Sabina,22/09/2015 AL DIRIGENTE SCOLASTICO Oggetto: piano di lavoro a.s. 2015/2016 inerente alle prestazioni dell orario di lavoro, l attribuzione degli incarichi di natura organizzativa

Dettagli

1.Criteri di assegnazione del personale

1.Criteri di assegnazione del personale ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PARMIGIANINO P.le Rondani, 1 43100 Parma - Tel. 0521/233874 Fax 0521/233046 e-mail: pric83600p@istruzione.it PEC: pric83600p@pec.istruzione.it web: www.icparmigianino.it Codice

Dettagli

COMUNE DI PLOAGHE PROVINCIA DI SASSARI

COMUNE DI PLOAGHE PROVINCIA DI SASSARI / COMUNE DI PLOAGHE PROVINCIA DI SASSARI REGOLAMENTO DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO ED EROGAZIONE BUONI PASTO approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 92 in data 06.11.2014 modificato con

Dettagli

1) UFFICIO DEL PERSONALE Studio e aggiornamento della normativa

1) UFFICIO DEL PERSONALE Studio e aggiornamento della normativa ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE BURLANDO Via Montaldo, 61-16137 GENOVA Tel.: 010.8461599 - Fax: 010.812933 C.F. 95131430100 e-mail: geic829009@istruzione.it - p.e.c.: geic829009@pec.istruzione.it www.icburlando.gov.it

Dettagli

- CIRCOLO DIDATTICO STATALE

- CIRCOLO DIDATTICO STATALE - CIRCOLO DIDATTICO STATALE Via Acquasantianni - 86029 TRIVENTO (CB) C.F.: 80007550702- (tel.0874/873059-871821 ) E-Mail: cbee12500e@istruzione.it - E-Mail certificata cbee12500e@pec.it www.circolodidatticotrivento.it

Dettagli

Sedita/Frisella/Gaglio 1

Sedita/Frisella/Gaglio 1 ISTITUTO ONNICOMPRENSIVO L. PIRANDELLO SCUOLA INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI I GRADO E SECONDARIA DI II GRADO LICEO SCIENTIFICO VIA ENNA n 7 - Tel. e Fax 0922/970439 92010 - LAMPEDUSA E LINOSA (AG)

Dettagli

Polo Universitario della Provincia di Agrigento

Polo Universitario della Provincia di Agrigento Polo Universitario della Provincia di Agrigento DIRETTIVA DEL RESPONSABILE DEL SETTORE AA.GG. N. 3 del _15/02/2013_ OGGETTO: GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE

Dettagli

SERVIZI AMMINISTRATIVI PERSONALE IN ORGANICO: n. 2 N. ADDETT

SERVIZI AMMINISTRATIVI PERSONALE IN ORGANICO: n. 2 N. ADDETT PIANO DI LAVORO DEL PERSONALE A.T.A. A seguito della proposta del DSGA, viene definito il piano di lavoro e delle attività del personale amministrativo, tecnico ed ausiliario, per l a.sc. 2014/15. 1. Individuazione

Dettagli

PROT. 2520 C/2 GRASSANO, 12/09/2015 IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI E AMM.VI

PROT. 2520 C/2 GRASSANO, 12/09/2015 IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI E AMM.VI ISTITUTO COMPRENSIVO A. ILVENTO VIA CAPITAN PIRRONE TEL.FAX 0835/721012 E.MAIL:mtic808001@istruzione.it PEC:MTIC808001@pec.istruzione.it 75014 GRASSANO MT- PROT. 2520 C/2 GRASSANO, 12/09/2015 AL DIRIGENTE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G.CIVININI ALBINIA PIANO DELLE ATTIVITA PERSONALE AMINISTRATIVO TECNICO E AUSILIARIO A.S. 2013/2014

ISTITUTO COMPRENSIVO G.CIVININI ALBINIA PIANO DELLE ATTIVITA PERSONALE AMINISTRATIVO TECNICO E AUSILIARIO A.S. 2013/2014 ISTITUTO COMPRENSIVO G.CIVININI ALBINIA PIANO DELLE ATTIVITA PERSONALE AMINISTRATIVO TECNICO E AUSILIARIO A.S. 2013/2014 AL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO ALBINIA OGGETTO: PROPOSTA PIANO DELLE

Dettagli

Prot. n. 3787/C41 Varese, 18 settembre 2014 SEDE

Prot. n. 3787/C41 Varese, 18 settembre 2014 SEDE M i n i s t e r o I s t r u z i o n e U n i v e r s i t à e R i c e r c a ISTITUTO COMPRENSIVO VARESE 4 A. Frank Via Carnia, 155 21100 VARESE Tel. 0332261238 Fax 0332341647 C.M. VAIC87100B C.F. 80014800124

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO d ISTITUTO

CONTRATTO INTEGRATIVO d ISTITUTO Ministero della Pubblica Istruzione I. C. Galilei Via Quadrelli, 2 21052 Busto Arsizio Tel:0331 340120 Fax: 0331 340120 e-mail uffici: vaic860001@istruzione.it CONTRATTO INTEGRATIVO d ISTITUTO A.S. 2013/2014

Dettagli

ORGANIZZAZIONE. a. garantire le informazioni su atti e procedimenti amministrativi inerenti il cittadino.

ORGANIZZAZIONE. a. garantire le informazioni su atti e procedimenti amministrativi inerenti il cittadino. ORGANIZZAZIONE Il compito essenziale dell URP è di fornire all utenza dell Istituto adeguate informazioni relative ai servizi, alle strutture, ai compiti, ai procedimenti e al funzionamento dell Amministrazione,

Dettagli

APPLICAZIONE NORMATIVA SULLA PRIVACY NEL SETTORE DI COMPETENZA SUPPORTO AMMINISTRATIVO ADEMPIMENTI INVALSI

APPLICAZIONE NORMATIVA SULLA PRIVACY NEL SETTORE DI COMPETENZA SUPPORTO AMMINISTRATIVO ADEMPIMENTI INVALSI CELLI Anna Maria GESTIONE ALUNNI Gestione del processo relativo all iscrizione degli alunni, compresa la verifica dei documenti relativi all iscrizione degli allievi diversamente abili e stranieri e la

Dettagli

PARTE GENERALE PROCEDURE PER LA DEFINIZIONE DEL PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA

PARTE GENERALE PROCEDURE PER LA DEFINIZIONE DEL PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE ATA (ai sensi dell art. 3, comma 1, lettera f del CCNL 15/03/2001) L anno 2002 il mese

Dettagli

Istituto Tecnico Tecnologico E. FERMI Ascoli Piceno ART 6 comma 2 CCNL 2007 Informazione preventiva a.s. 2011-12

Istituto Tecnico Tecnologico E. FERMI Ascoli Piceno ART 6 comma 2 CCNL 2007 Informazione preventiva a.s. 2011-12 Istituto Tecnico Tecnologico E. FERMI Ascoli Piceno ART 6 comma 2 CCNL 2007 Informazione preventiva a.s. 2011-12 Lettera c): criteri di attuazione dei progetti nazionali, europei e territoriali Sono inseriti

Dettagli

19 ottobre Elezione rappresentanti di sezione dei genitori 21 ottobre Elezione rappresentanti di classe dei genitori

19 ottobre Elezione rappresentanti di sezione dei genitori 21 ottobre Elezione rappresentanti di classe dei genitori Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Vito Fabiano di Latina Via Don Vincenzo Onorati s.n.c., Borgo Sabotino, 04100 Latina

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO G. GALILEI - PASCOLI Scuola dell Infanzia - Primaria - Secondaria di Primo Grado - Sezione Ospedaliera Via D. Bottari, 1 (Piazza

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA PERSONALE A.T.A. VERBALI D'INTESA ISTITUTO COMPRENSIVO SAN FRANCESCO ANGUILLARA SABAZIA

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA PERSONALE A.T.A. VERBALI D'INTESA ISTITUTO COMPRENSIVO SAN FRANCESCO ANGUILLARA SABAZIA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA PERSONALE A.T.A. VERBALI D'INTESA ISTITUTO COMPRENSIVO SAN FRANCESCO ANGUILLARA SABAZIA Il giorno 13 dicembre 2010 alle ore 14,15 si riuniscono per la contrattazione integrativa

Dettagli

GESTIONE FINANZIARIA E CONTABILE N.2 Addetti corrispondenti a: 1 posto part-time 24 ore Contributo orario di 18 ore ( parziale di posto intero 1)

GESTIONE FINANZIARIA E CONTABILE N.2 Addetti corrispondenti a: 1 posto part-time 24 ore Contributo orario di 18 ore ( parziale di posto intero 1) AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE n. 2 Addetti corrispondenti a : 1 posto intero Contributo orario di 12 ore( parziale di posto intero 1) Contributo orario di 12 ore ( nomina a tempo determinato) Contributo

Dettagli

PIANO DI LAVORO 2012/2013

PIANO DI LAVORO 2012/2013 MINISTERO DELL ISTRUZIONE UNIVERSITA E RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO SCOLASTICO STATALE ISTITUTO COMPRENSIVO ORSA MAGGIORE 00144 Roma Via dell Orsa Maggiore, 112 Municipio

Dettagli

Città di Salve. Provincia di Lecce REGOLAMENTO ORARIO DI SERVIZIO E DI ACCESSO DEL PUBBLICO

Città di Salve. Provincia di Lecce REGOLAMENTO ORARIO DI SERVIZIO E DI ACCESSO DEL PUBBLICO Città di Salve Provincia di Lecce REGOLAMENTO ORARIO DI SERVIZIO E DI ACCESSO DEL PUBBLICO Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 5 del 21 /01/2014 Indice: ART. 1: Orario di servizio Titolo

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA al PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015

RELAZIONE ILLUSTRATIVA al PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE ILLUSTRATIVA al PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 La presente relazione viene presentata al Consiglio di Istituto, in allegato al Programma Annuale per l Esercizio finanziario 2015, in

Dettagli

Incarichi e compiti del personale amm.vo

Incarichi e compiti del personale amm.vo Incarichi e compiti del personale amm.vo N. DIPENDENTE STATUS QUALIFICA 1 FOIS NICOLETTA Tempo indeterminato Assistente amministrativo 2 MAINARDI PAOLA Tempo indeterminato Assistente amministrativo 3 PERNICI

Dettagli

REGOLAMENTO SULL'ORARIO DI SERVIZIO, DI LAVORO E DI APERTURA AL PUBBLICO DEL COMUNE DI PADRIA

REGOLAMENTO SULL'ORARIO DI SERVIZIO, DI LAVORO E DI APERTURA AL PUBBLICO DEL COMUNE DI PADRIA REGOLAMENTO SULL'ORARIO DI SERVIZIO, DI LAVORO E DI APERTURA AL PUBBLICO DEL COMUNE DI PADRIA Il presente regolamento, ai sensi dell art. 5, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001, disciplina i tempi e le modalità

Dettagli

COMUNE di BUSACHI Provincia di Oristano

COMUNE di BUSACHI Provincia di Oristano COMUNE di BUSACHI Provincia di Oristano Piazza Italia, 1 Tel. 0783 62010-62274 - Fax 0783 62433 - P. IVA 00541880951 REGOLAMENTO IN MATERIA DI ORARIO DI SERVIZIO, DI LAVORO E DI APERTURA AL PUBBLICO Approvato

Dettagli

INDIVIDUAZIONE E ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI. DOTT.SSA Forgione Roberta responsabile dei servizi amministrativi e generali

INDIVIDUAZIONE E ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI. DOTT.SSA Forgione Roberta responsabile dei servizi amministrativi e generali INDIVIDUAZIONE E ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI DOTT.SSA Forgione Roberta responsabile dei servizi amministrativi e generali COGNOME E NOME ORARIO MANSIONI ATTRIBUITE Sigla DI BIASE

Dettagli

I.T.S. E.MATTEI DI DECIMOMANNU

I.T.S. E.MATTEI DI DECIMOMANNU I.T.S. E.MATTEI DI DECIMOMANNU ACCORDO A LIVELLO DI ISTITUZIONE SCOLASTICA IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE ATA L anno 2015, nel mese di MAGGIO, il giorno

Dettagli

ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI A.S. 2015/16

ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI A.S. 2015/16 ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI A.S. 2015/16 L articolazione dei servizi amministrativi e generali che di seguito si propone, è stata predisposta prendendo in considerazione le funzioni

Dettagli

Articolazione degli Uffici

Articolazione degli Uffici Articolazione degli Uffici Dirigenza e Direzione Dirigente scolastico Chiara Riello Primo collaboratore del Dirigente Alessandra Brotto Direttore dei Servizi Generali e Amm.vi Stefania Vivian Uffici di

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CHARLES DARWIN RIVOLI

LICEO SCIENTIFICO CHARLES DARWIN RIVOLI LICEO SCIENTIFICO CHARLES DARWIN RIVOLI CONTRATTO INTEGRATIVO RIGUARDANTE I CRITERI GENERALI DELL'ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL'ARTICOLAZIONE DELL'ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA Il giorno.. alle

Dettagli

COMUNE DI CAMPEGINE ART. 1 NORME DI PRINCIPIO

COMUNE DI CAMPEGINE ART. 1 NORME DI PRINCIPIO COMUNE DI CAMPEGINE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. ART. 1 NORME DI PRINCIPIO 1. Il presente Regolamento

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO PER L ANNO SCOLASTICO 2011 2012

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO PER L ANNO SCOLASTICO 2011 2012 CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO PER L ANNO SCOLASTICO 2011 2012 CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2011-2012 L anno 2011 il giorno 19 del mese di dicembre alle ore 10,00 nei

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO. (Approvato con delibera Giunta Comunale n. 29 del 3 marzo 2010)

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO. (Approvato con delibera Giunta Comunale n. 29 del 3 marzo 2010) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO (Approvato con delibera Giunta Comunale n. 29 del 3 marzo 2010) 1 INDICE Art. 1 Definizioni Art. 2 Articolazione dell orario di lavoro Art.

Dettagli

NORME COMUNI. Art. 1 Obiettivi del contratto integrativo

NORME COMUNI. Art. 1 Obiettivi del contratto integrativo MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO III ISTITUTO STATALE D ARTE Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma Telefono e fax 067480609 - E-mail: info@terzoisa.org Distretto

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA. Approvato nel Collegio dei docenti 11/09/2015

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA. Approvato nel Collegio dei docenti 11/09/2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE DIDATTICA STATALE di CARDITO Gianni Rodari VIA G. PRAMPOLINI 80024 CARDITO (NA) C. M.:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO INDICE: Art.1 Definizioni Art.2 L orario di servizio Art.3 L orario di apertura al pubblico Art.4 L orario di lavoro Art.5 L orario dei

Dettagli

REGOLE APPLICATIVE DEL REGOLAMENTO SULL ORARIO DI LAVORO DEL COMUNE DI COTIGNOLA

REGOLE APPLICATIVE DEL REGOLAMENTO SULL ORARIO DI LAVORO DEL COMUNE DI COTIGNOLA AREA PERSONALE E ORGANIZZAZIONE Servizio Amministrazione del Personale Corso Garibaldi, 62 48022 Lugo Tel. 0545 38311 Fax 0545 38442 marinid@unione.labassaromagna.it REGOLE APPLICATIVE DEL REGOLAMENTO

Dettagli

INFORMAZIONE SULLE MATERIE ATTINENTI AL RAPPORTO DI LAVORO IN ATTESA INTRODUZIONE MODELLO ESAME CONGIUNTO

INFORMAZIONE SULLE MATERIE ATTINENTI AL RAPPORTO DI LAVORO IN ATTESA INTRODUZIONE MODELLO ESAME CONGIUNTO INFORMAZIONE SULLE MATERIE ATTINENTI AL RAPPORTO DI LAVORO IN ATTESA INTRODUZIONE MODELLO ESAME CONGIUNTO (Art. 5, comma 2, del D.lgs n. 165 del 2001, così come novellato dall art. 2, comma 17, del Decreto

Dettagli

COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO

COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO 1 INDICE Art. 1 L orario di lavoro ordinario Art. 2 L orario differenziato

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DELLA PRESENZA IN SERVIZIO DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI AVIGLIANO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DELLA PRESENZA IN SERVIZIO DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI AVIGLIANO ALLEGATO A ALLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 63 DEL 14/6/2013 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DELLA PRESENZA IN SERVIZIO DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI AVIGLIANO ART.

Dettagli

Comune di Capannori Provincia di Lucca

Comune di Capannori Provincia di Lucca Allegato 1 Comune di Capannori Provincia di Lucca Regolamento Comunale per la disciplina dell orario di servizio e di lavoro 1 Premessa Il presente regolamento è approvato nel rispetto dei contratti vigenti.

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE A.T.A. A.S. 2014/2015

CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE A.T.A. A.S. 2014/2015 CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE A.T.A. A.S. 2014/2015 Il giorno 02/03/2015 alle ore 10,00 presso la sede dell Istituto Comprensivo

Dettagli

CONTRATTO PER IL PERSONALE A.T.A.

CONTRATTO PER IL PERSONALE A.T.A. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE Michele BUNIVA 10064 PINEROLO (Torino) Via dei Rochis, 25 segreteria@buniva.i CONTRATTAZIONE COLLETTIVA INTEGRATIVA D'ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2012 / 2013 CONTRATTO

Dettagli

DISPOSIZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO N. 1 31 agosto 2011 Prot. N. 4463/C02 DISPOSIZIONI GENERALI PER IL PERSONALE ATA

DISPOSIZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO N. 1 31 agosto 2011 Prot. N. 4463/C02 DISPOSIZIONI GENERALI PER IL PERSONALE ATA ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE G.Garibaldi - CESENA Istituto tecnico agrario statale G.Garibaldi (Amministrazione e presidenza) Via Savio, 2400-47522 CESENA tel. 0547/330603 fax 0547/330740 e-mail

Dettagli

UFFICIO DI SEGRETERIA

UFFICIO DI SEGRETERIA Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Scuola dell'infanzia, Primaria, Secondaria l grado Via G. Gentile, 7-36054 MONTEBELLO VICENTINO Tel. 0444-649086

Dettagli

SERVIZI E COMPITI ASSISTENTI AMMINISTRATIVI

SERVIZI E COMPITI ASSISTENTI AMMINISTRATIVI SERVIZI E COMPITI ASSISTENTI AMMINISTRATIVI DIDATTICA GESTIONE ALUNNI Informazione utenza interna ed esterna - iscrizioni alunni- Tenuta fascicoli documenti alunni- Richiesta o trasmissione documenti -

Dettagli

ALLEGATO 1 DETERMINAZIONI DEL DIRIGENTE IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO VISTO VISTA VISTA VISTA VISTA VISTO VISTO VISTO VISTA VISTA

ALLEGATO 1 DETERMINAZIONI DEL DIRIGENTE IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO VISTO VISTA VISTA VISTA VISTA VISTO VISTO VISTO VISTA VISTA ALLEGATO 1 DETERMINAZIONI DEL DIRIGENTE IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO VISTO il CCNL Comparto Scuola 2006-2009; VISTA la Sequenza Contrattuale Docenti dell 8.04.2008; VISTA la Sequenza Contrattuale

Dettagli

COMUNE DI GROTTAMMARE

COMUNE DI GROTTAMMARE COMUNE DI GROTTAMMARE 63013 PROVINCIA DI ASCOLI PICENO P.IVA 00403440449 * Tel. 0735-7391 * Fax 0735-735077 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO (approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE POLITICHE DEGLI ORARI

REGOLAMENTO SULLE POLITICHE DEGLI ORARI REGOLAMENTO SULLE POLITICHE DEGLI ORARI Approvato con deliberazione n. 61 del 23.10.2006 ART. l Orario di servizio Per orario di servizio si intende il periodo di tempo giornaliero necessario per assicurare

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER. Oggetto : Informazioni e disposizioni sulla vita della scuola.

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER. Oggetto : Informazioni e disposizioni sulla vita della scuola. ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER ISTITUTO TECNICO : Elettrotecnica, Informatica, Meccanica e Meccatronica LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE Via Berchet 2-20900 Monza 039324607 - Fax 039322122

Dettagli

Gilda degli Insegnanti Teramo. Assemblea sindacale

Gilda degli Insegnanti Teramo. Assemblea sindacale Gilda degli Insegnanti Teramo www.abruzzogilda.it Assemblea sindacale Cosa succede nella scuola? Siamo veramente informati? 1 Gilda degli Insegnanti Teramo www.abruzzogilda.it Cos'e la Gilda? 2 E' un'

Dettagli

Prot. n. 0002111 Genazzano, 09 settembre 2015 IL DIRIGENTE

Prot. n. 0002111 Genazzano, 09 settembre 2015 IL DIRIGENTE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO G. GARIBALDI Via della Signoretta 00030 Genazzano (Roma) 069579055/ 0695570268

Dettagli

Contratto Integrativo di Istituto a.s. 2014/2015. Organizzazione del lavoro e articolazione dell orario del personale A.T.A.

Contratto Integrativo di Istituto a.s. 2014/2015. Organizzazione del lavoro e articolazione dell orario del personale A.T.A. Contratto Integrativo di Istituto a.s. 2014/2015 Organizzazione del lavoro e articolazione dell orario del personale A.T.A. VISTO il CCNL 2006/2009 e successive modificazioni ed integrazioni Art.1 Riunione

Dettagli

INFORMATIVA ALLA RSU SUI CRITERI ADOTTATI NELLA GESTIONE DEL PERSONALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015

INFORMATIVA ALLA RSU SUI CRITERI ADOTTATI NELLA GESTIONE DEL PERSONALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DE NICOLA - SASSO C.so Vittorio Emanuele,77-80059 TORRE DEL GRECO (NA) Cod. Fisc. 95170080634 - Cod. Mecc. NAIC8CS00C 36 Distretto Scolastico Tel./ Fax 081 882 65 00 e-mail

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Allegato B PERSONALE ATA

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Allegato B PERSONALE ATA Sallustio Bandini Istituto Tecnico Statale Programmatori Ragionieri Geometri Lingue Straniere Agenzia Formativa Accreditata dalla Regione Toscana CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Allegato B

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORARIO DI SERVIZIO, SUL LAVORO STRAORDINARIO E SULLA BANCA DELLE ORE

REGOLAMENTO SULL ORARIO DI SERVIZIO, SUL LAVORO STRAORDINARIO E SULLA BANCA DELLE ORE COMUNE DI PORTOGRUARO Provincia di Venezia REGOLAMENTO SULL ORARIO DI SERVIZIO, SUL LAVORO STRAORDINARIO E SULLA BANCA DELLE ORE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 230 DEL 14.11.2002.

Dettagli

Art.1 Oggetto del regolamento

Art.1 Oggetto del regolamento REGOLAMENTO PER L ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO APPROVATO CON DELIBERA COMMISSARIALE N. 72/2013 MODIFICATA CON DELIBERA COMMISSARIALE N. 89/2013 E DELIBERA COMMISSARIALE N. 138/2013. Art.1 Oggetto del

Dettagli