Down to earth report: HP 3PAR StoreServ storage

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Down to earth report: HP 3PAR StoreServ storage"

Transcript

1 Juku.it Down to earth report: HP 3PAR StoreServ storage Enrico Signoretti Marzo 2013 Versione Italiana Juku consulting - mail: web:

2 Jukuconsulting.com Indice Executive summary 3 Introduzione 5 Un cenno storico 5 La famiglia di prodotti 6 Architettura 8 Gli elementi alla base di 3PAR StoreServ Una breve introduzione 8 Nodi controller 9 Perchè è importante 10 L ASIC 11 Accelera le operazioni di calcolo più complesse Cos è un ASIC? 11 Come è implementato da 3PAR StoreServ 11 Perchè è importante 12 Software 13 L elemento abilitante e il più visibile all utente Cos è il software? 13 Come lo implementa 3PAR StoreServ 14 Perchè è importante 14 Wide striping 16 Ottimizza l uso delle risorse a disposizione Cose è il wide striping? 16 Come è implementato da HP 3PAR StoreServ 17 Perchè è importante 17 Thin provisioning 19 Permette di allocare solo lo spazio effettivamente necessario Cos è il thin provisioning? 19 Come è implementato da 3PAR StoreServ 19

3 Jukuconsulting.com Perchè è importante 20 Snapshots 21 Copie istantanee di volumi Cos è una snapshot? 21 Come è implementato da 3PAR StoreServ 21 Perchè è importante 22 Multi tenancy 23 Partizionamento del sistema Cos è la multi tenancy? 23 Come è implementato da 3PAR StoreServ 23 Perhcè è importante 24 Automazione 25 Abbattere la quantità di task ripetitivi e di ottimizzazione manuale Cos è l automazione? 25 Come lo implementa 3PAR StoreServ 25 Perchè è importante 26 Replica dei dati 27 Funzionalità alla base del disaster recovery Cos è la replica dei dati? 27 Come è implementato da 3PAR StoreServ 28 Why it is important for you 28 Federazione dello storage 29 Far operare più sistemi diversi insieme e in modo trasparente Cos è la federazione dello storage? 29 Come è implementato da 3PAR StoreServ 29 Perchè è importante 30 Integrazione 31 L interazione fra storage e host software Cos è l integrazione? 31 Come lo implementa 3PAR StoreServ 31 Perchè è importante 32 Nota finale 33 Juku 34 Perchè Juku 34 Autore 34

4 Jukuconsulting.com 3 Executive summary Oggi il business gira con i tempi di internet e molte aziende stanno cercando nuove soluzioni per gestire i propri dati importanti, specialmente dal punto di vista dell automazione e dell efficienza. Le transazioni delle applicazioni core e dei database vanno processate alla massima velocità mentre l integrazione con gli hypervisor e la facilità d uso sono alla base del lavoro di tutti i giorni. Le tecnologie storage tradizionali non riescono più a sostenere i requisiti imposti da questo nuovo tipo di richieste ad un costo ragionevole, specialmente quando si parla in termini di TCO (total cost of ownership) e di ROI (return on investment). Le architetture e le tecnologie di nuova generazione sono l unico modo di raggiungere i migliori risultati in termini di efficienza e prestazioni. Molti produttori stanno lavorando per indirizzare le richieste dei propri clienti. In realtà, il mercato dell enterprise storage si è segmentato enormemente negli utlimi anni e sta indirizzando molti target differenti: le proposte variano da soluzioni basate su hardware totalmente commodity a sistemi esclusivamente flash. Allo stesso tempo i DNA dei disk array sono molto diversi fra loro: alcuni prodotti adottano un approccio 100% commodity puntando a migliorare le funzionalità dei sistemi tradizionali attraverso il software, altri stanno sviluppando architetture senza compromessi che possono portare il massimo in termini di efficienza e prestazioni. Ovviamente, nel mezzo, si trovano tante sfumature. La maturità di questo tipo di prodotti è un altro elemento fondamentale. Infatti, le aziende guardano alle performance ma, allo stesso tempo, affidabilità e resilienza sono fondamentali per far operare un business 7x24 senza interruzioni. Alla fine, l investimento per acquisire una soluzione storage di nuova generazione è facile da assorbire grazie al miglioramento generale delle prestazioni e alla diminuzione dell attività relativa al management. Miglioramenti che si notano immediatamente nei processi di business.

5 Jukuconsulting.com 4 I sistemi storage HP 3PAR StoreServ sono da considerare al top fra gli array enterprise tier 1 di nuova generazione, con funzionalità ben implementate e un efficienza generale molto elevata. Infine, con l introduzione di 3PAR StoreServ 7000 nella fascia midrange, la famiglia di prodotti HP 3PAR StoreServ può essere adottata da ogni tipo di utente finale dalla grande impresa fino all SMB.

6 Jukuconsulting.com 5 Introduzione Un cenno storico La famiglia di prodotti HP 3PAR StoreServ proviene da un acquisizione che HP ha fatto nel PAR fu originariamente fondata nel 1999 da Jeffrey Price, Ashok Singhal e un terzo partner Robert Rogers, che poi lasciò l azienda un paio di anni più tardi. Le P,A e R nel nome sono proprio le iniziali dei fondatori. La missione dell azienda era to make storage solutions simple and efficient" (costruire soluzioni storage semplici ed efficienti). Il primo prodotto, chiamato InServ storage server, fu consegnato nel 2002 e l azienda rilasciò la sua prima implementazione di thin provisioning nel Infatti, 3PAR è stata sempre considerata un pioniere sia nel thin provisioning che in altre tecniche di efficientamento che ora troviamo anche in molti altri sistemi di storage. I principali concorrenti di 3PAR erano EMC, HDS e IBM. 3PAR promosse il suo ingresso in borsa attraverso un offerta pubblica di acquisto nel 2007 e fu quotata al NYSE. Dopo l acquisizione di 3PAR, HP decise di promuovere alcune figure chiave di 3PAR in ruoli importanti all interno della sua divisione storage. Il più visibile è stato sicuramente David Scott, ex CEO di 3PAR, che ora ha in carico tutta la divisione enterprise storage di HP. Scott sta lavorando alla nuova strategia storage dell azienda, anche cercando di razionalizzare l offerta dopo le tante acquisizioni che HP ha fatto negli ultimi anni. HP 3PAR StoreServ ha quindi acquisito un ruolo fondamentale in questa strategia anche se risulta chiaro l intento dell azienda a sviluppare altri importanti asset del suo portfolio prodotti come: StoreVirtual (P4000) SMB storage, le soluzioni di backup StoreOnce e la famiglia di prodotti StoreAll (Object storage) annunciati di recente.

7 Jukuconsulting.com 6 La famiglia di prodotti La famiglia di prodotti HP 3PAR StoreServ è composta da due modelli: 7000 e Il primo è indirizzato a installazioni di tipo midrange mentre l altro è pensato per quelle installazioni grandi e con e s i g e n z e p i ù e l e v a t e. E n t r a m b i condividono lo stesso sistema operativo, tutte le funzionalità e alcune componenti chiave come il chip ASIC custom. Le maggiori differenze risiedono nel numero di controller supportati, connettività di front-end/back-end, scalabilità e prestazioni. Uno dei più importanti vantaggi di HP 3PAR StoreServ è che il cliente può facilmente trovare il modello che soddisfa le sue esigenze attuali senza dover pensare troppo ai requisiti necessari a lungo termine: la condivisione del sistema operativo fra diversi modelli e le funzionalità di federazione dello storage garantiranno la possibilità di utilizzare modelli e hardware di generazione diversa insieme, condividendone le risorse, senza che questo crei problemi di migrazione o rischi di mettere a repentaglio investimenti precedenti. HP propone molte funzionalità software sui 3PAR StoreServ come anche una serie di plug-in e integrazioni con i maggiori hypervisor, sistemi operativi e piattaforme DB. HP 3PAR Operating System è licenziato sul suo relativo hardware. Il software aggiuntivo, come ad esempio snapshots e replica, sono solitamente offerti in bundle commerciali. Il catalogo delle soluzioni software contiene anche molte suite di management e reporting. Le suite software dedicate all integrazione coprono i maggior hypervisors,

8 Jukuconsulting.com 7 sistemi operativi e DB (come ad esempio, Microsoft Windows Server, VMware, Hyper-V, Microsoft SQL e Oracle). La tabella che segue mostra le differenti specifiche fra i due modelli 7000 e (disponibile anche sul sito web HP.com). HP 3PAR StorServ HP 3PAR Storserv 7000 Capacity Drive type Host interface Storage controllers Availability features Cache 2.2PB LFF FC, LFF SATA, SFF SAS or LFF SAS 8 Gb/sec Fibre Channel (192) Ports, 10 Gb/sec iscsi (32) Ports maximum, depending on configuration/model (8) Quad-core 2.8GHz P10000 Controller Node; Maximum, depending on model Redundant power supplies and fans, Redundant batteries, A minimum of dual redundant controllers, RAID 1, RAID 5 and RAID MP for data protection, High availability cage and high availability magazine 768GB; Maximum supported, depending on model 864TB SFF SAS or LFF SAS 8 Gb/sec Fibre Channel (24) Ports, 10 GbE iscsi (8) Ports Maximum supported, depending on configuration/model (4) core 1.8GHz Controller Node; Maximum, depending on model Redundant power supplies and fans, A minimum of dual redundant controllers, with up to four controllers for added redundancy, RAID 1, RAID 5 and RAID 6 for data protection. The 4-node configuration provides cache persistence in the event of a controller failure. 64GB; Maximum supported, depending on model Compatible OSs warranty (parts/ labor/onsite) MS Windows Server MS Windows Server 2003/2008/2012, MS Windows 2003/2008/2012, MS Windows Hyper-V, HP-UX, SUSE Linux Hyper-V, HP-UX, SUSE Linux Enterprise Server (SLES), Red Hat Enterprise Server (SLES), Red Hat Enterprise Linux (RHEL), VMware Enterprise Linux (RHEL), VMware ESX and ESXi, Oracle Solaris, ESX and ESXi, Oracle Solaris, Oracle UEK, Oracle Linux, Citrix Oracle UEK, Oracle Linux, Citrix XenServer, IBM AIX, HP OpenVMS XenServer, IBM AIX, HP OpenVMS 3/3/3 years 3/3/3 years

9 Jukuconsulting.com 8 Architettura Gli elementi alla base di HP 3PAR StoreServ Una breve introduzione L architettura HP 3PAR StoreServ combina hardware commodity con componenti specifici ad alte prestazioni e soluzioni innovative. Tutti i modelli StoreServ condividono un disegno comune basato su coppie di controller connessi fra di loro con dei link punto-punto ad alta velocità e bassa latenza. I link a bassa latenza e alta velocità garantiscono un coordinamento ottimale fra i nodi e la coerenza della cache. Infatti, i nodi formano un cluster in alta affidabilità che si presenta agli host come un unica entità con ogni controller che avrà una o più porte disponibili per la connettività verso l esterno.

10 Jukuconsulting.com 9 Dal punto di vista pratico l utente può creare volumi protetti con differenti livelli RAID (chiamati Virtual Volumes), esportati poi come LUN. Sofisticati sistemi di virtualizzazione e meccanismi di mappatura interna di dischi rigidi e SSD garantiscono una elevatissima granularità ed efficienza nel provisioning e nella gestione dello spazio. Un chip ASIC di quarta generazione è dedicato a controllare e velocizzare tutte queste operazioni, scaricando di conseguenza le CPU dei controller e migliorando le prestazioni dell intero sistema. L architettura HP 3PAR StoreServ è implementata in due differenti modelli: il sistema high-end HP 3PAR StoreServ e il prodotto midrange HP 3PAR StoreServ Ogni modello può avere differenti configurazioni per quanto riguarda i controller: il può ospitare fino a 8 controller, i e 7400 possono supportare due o quattro controller, mentre il 7200 è un modello entry level che ne supporta soltanto due. La quantità di dischi supportati varia da modello a modello ed è conseguenza del numero di controller. Il 7000 è il modello più recente e utilizza CPU Intel exa-core e cassetti standard SAS da 2.5 o 3.5. L HP 3PAR StoreServ 10000, che probabilmente riceverà un upgrade presto, è invece basato su CPU quad core e ha sia connettività di back-end con cassetti FC che SAS. HP ha aggiunto il supporto per i cassetti SAS di recente sul 10000, il quale usa cassetti particolarmente densi e affidabili. Entrambi i sistemi 7000 e supportano dischi SSD, 15K, 10K e 7.2K RPM. La dimensione e il formato dei dischi dipendono dal modello. I protocolli supportati attualmente sono FC (8Gb/sec) e iscsi (10Gb/sec), il numero delle porte disponibili cambia da modello a modello e dipende dalla configurazione. FCoE non è supportato al momento, probabilmente per la scarsità di domanda. Nodi controller I nodi controller sono elementi chiave dell architettura HP 3PAR StoreServ. Ogni nodo fa parte di un cluster in alta affidabilità attivo-attivo. Il controller si occupa di fornire potenza di calcolo per la movimentazione dei dati e connettività per le operazioni di IO. Il cluster può essere composto da due a otto nodi (dipende dal modello e dalla sua configuarazione). Ogni controller

11 Jukuconsulting.com 10 ha connessioni dirette (2GB/sec) con tutti gli altri nodi ed è accoppiato con un secondo nodo per manatenere la cache ridondata e coerente. I nodi controller sono equipaggiati con CPU Intel 4/6 core e ASIC proprietari di quarta generazione. Le operazioni di controllo e di movimentazione dei dati sono gestite in contemporaneamente da entrambi, ognuno con la sua cache dedicata. Questo approccio garantisce la possibilità di gestire operazioni a grande velocità evitando nel contempo colli di bottiglia. Nelle configurazioni più grandi ogni controller supporta fino a 36 porte per un totale di 288 nell intero sistema. 192 di queste porte possono essere usate per la connettività di front-end. Perchè è importante L architettura HP 3PAR StoreServ è semplice e potente. Le connessioni a bassa latenza e alta velocità permettono di ottenere grandi prestazioni senza l ausilio di un crossbar switch. Dall altro lato le connessioni dirette possono limitare la grandezza massima del sistema ma considero che l attuale configurazione top con 2,2PB di capacità massima, 64 core (CPU) e gli ASIC mostra numeri sostanzialmente importanti e può soddisfare le esigenze della maggior parte degli utenti. Il grande ammontare di memoria cache in questo tipo di sistemi è obbligatorio, ma questo aiuta anche a velocizzare tutte le operazioni. Infine, la semplicità e la robustezza di questo disegno architetturale aiuta e semplifica lo sviluppo del sistema operativo e delle relative funzionalità di prossima generazione.

12 Jukuconsulting.com 11 L ASIC Accelera le operazioni di calcolo più complesse Cos è un ASIC? L ASIC (Application Specific Integrated Circuit) è un chip realizzato su misura per svolgere al meglio alcune operazioni specifiche. Questi tipi di chip sono evoluti molto negli ultimi anni e ora possono includere anche microprocessori, memoria e tante altre parti che solitamente si trovano come componenti separati. I maggiori vantaggi di questi chip su misura si trovano nella riduzione dei costi e nei risparmi di energia e spazio. La conseguenza diretta di tutto ciò, è la possibilità di poter condensare più potenza di calcolo nello stesso spazio con minori costi e complessità dell hardware. Come è implementato da HP 3PAR StoreServ HP 3PAR StoreServ è una delle poche architetture storage disponibili sul mercato ad implementare il suo proprio ASIC. Attualmente, i sistemi in commercio, utilizzano chip di quarta generazione. Parlare di quarta generazione significa anche poter contare su un certo livello di maturità del disegno e delle relative funzionalità. L ASIC dei sistemi HP 3PAR StoreServ è un componente specializzato che esegue tutta una serie di compiti particolarmente gravosi come le operazioni RAID (5,6/MP), i calcoli CRC (Cyclic Redundancy Check), movimentazioni di dati (es.: copie di volumi, gestione delle snapshots, etc.), thin provisioning/ reclaim e zero block detection.

13 Jukuconsulting.com 12 Perchè è importante Questo chip esegue quasi tutti i calcoli più complessi che si possono trovare in un sistema di storage. Aiuta ad aumentare l efficienza generale senza che il sistema ne risenta in prestazioni. Infatti, molte operazioni, che vedremo in dettaglio nelle prossime pagine, sono svolte con blocchi di dimensione particolarmente piccola (16KB). Molti vendor stanno evitando di sviluppare questo tipo di chip perché i costi di R&D sono decisamente elevati ma il vantaggio di accoppiare componenti altamente specializzate a CPU tradizionali è una soluzione senza compromessi per ottenere le migliori prestazioni. Utilizzando hardware di questa potenza e, conseguentemente, blocchi di dimensioni così piccole, si ottengono prestazioni e una migliore efficienza nella gestione dello spazio. Il tutto si traduce in un migliore TCO per l utente finale.

14 Jukuconsulting.com 13 Software L elemento abilitante e il più visibile all utente Cos è il software? Quando si parla di software nei moderni sistemi di storage possiamo facilmente dividere l argomento in due parti: la prima riguarda il sistema operativo interno e la sua interfaccia di gestione, l altra è legata alle diverse suite di management esterne che permettono di operare anche su diversi sistemi. Gli storage vendor possono proporre anche diversi software aggiuntivi ai loro clienti (es.: plug-in, connettori e altre integrazioni con sistemi operativi e applicazioni) e discuteremo di questi nei prossimi capitoli. Il sistema operativo di un moderno array di dischi è il software che fornisce tutte le funzionalità, controlla lo stato del sistema, gestisce le operazioni di IO e di protezione dei dati. L OS presenta anche le diverse interfacce (API, CLI e GUI) per l amministrazione. Le suite di management esterne sono dei set di strumenti più articolati e sono solitamente indicate per gestire più sistemi, collezionare dati per analizzare le prestazioni, fare capacity planning, charge back e spesso anche molto altro. Ogni vendor ha i suoi tool, molti prodotti sono specifici per operare sugli array di quel produttore ma, a volte, questi gestiscono anche array e dispositivi di terze parti. Gli strumenti software che vengono da differenti fornitori hanno differenti modelli di licenziamento e può essere alquanto difficile comparare funzionalità e costi delle diverse offerte.

15 Jukuconsulting.com 14 Come lo implementa HP 3PAR StoreServ Abbiamo parlato a lungo dell hardware e del chip ASIC dei sistemi HP 3PAR StoreServ ma il software è altrettanto importante, specialmente perché è il vero abilitante di tutto l hardware sottostante ed è quello che l utente vede quando deve gestire il sistema. Le funzionalità di HP 3PAR StoreServ, incluse quelle che fanno affidamento sul chip ASIC, sono disponibili attraverso il sistema operativo 3PAR OS (in precedenza chiamato InForm OS). Il 3PAR OS include strumenti di amministrazione con un interfaccia coerente e facile da usare, come ad esempio il 3PAR management console o la CLI scriptabile, in grado di essere un valido aiuto agli amministratori dello storage. Il Sistema operativo 3PAR OS supporta anche le specifiche SNMP e SMI-S e può essere integrato con tool di terze parti. La 3PAR Management Console è un applicazione scritta in Java e deve risiedere nello stesso computer su cui sono installati anche gli strumenti CLI. MC permette di gestire tutte le risorse fisiche e virtuali dello storage 3PAR e dispone di una serie di strumenti di base per il monitoraggio e il reporting di tutte le attività di front-end e back-end. Questo software controlla anche le funzionalità aggiuntive che descriveremo in dettaglio nei prossimi capitoli (alcune di queste funzionalità devono comunque essere abilitate con una chiave di licenza). Ci sono molti software aggiuntivi per HP 3PAR StoreServ che possono essere installati per ottenere funzionalità aggiuntive, questi spaziano da sistemi di reporting e monitoraggio a plug-in che possono essere installati sugli host per migliorare l interazione fra lo storage e il sistema operativo o le applicazioni (ad esempio, HP 3PAR Recovery Manager per VMware). Il catalogo di prodotti software 3PAR è già abbastanza ampio ed è in continua crescita. Perchè è importante L applicazione che ogni amministratore di storage tiene sempre aperta sul suo desktop è il tool di amministrazione dello storage: Un interfaccia d uso coerente e facile da usare aiuta ad evitare errori e a trovare l informazione

16 Jukuconsulting.com 15 giusta nel posto giusto, contribuendo a velocizzare tutta l attività di amministrazione. Allo stesso modo, tool più sofisticati che migliorano le funzionalità di base possono essere di grande aiuto per gestire infrastrutture complesse ed essere utilizzati come supporto alle esigenze del business (come ad esempio il chargeback). Infine, gli strumenti software da installare sugli host rivolti all integrazione tra lo storage e gli strati di software a livello superiore sono un elemento fondamentale per creare e gestire infrastrutture moderne ed efficienti. HP 3PAR StoreServ ha soluzioni interessanti in tutti e tre i campi che ho descritto e supporta tutti le maggiori piattaforme software con i suoi tool di integrazione.

17 Jukuconsulting.com 16 Wide striping Ottimizza l uso delle risorse a disposizione Cose è il wide striping? Negli array di vecchia generazione i dischi sono organizzati in gruppi chiamati RAID set. Ogni RAID set/group ha quindi un numero limitato di dischi e viene formattato per agire come una singola unità. Ogni blocco (o un insieme di blocchi) scritto dal server viene diviso in funzione del numero di dischi disponibile e viene effettuato un calcolo di parità. Alla fine, il risultato di questa operazione più la parità, saranno scritti sui dischi fisici. Alcuni vendor usano ancora questo sistema ma, il meccanismo di RAID così come è stato spiegato, è nato negli anni 80 e le cose sono drasticamente cambiate da allora. Infatti, Le LUN presentate agli host provengono direttamente da un RAID group e le performance di questa LUN sono quindi limitate al numero di dischi che sono presenti nel gruppo. Un secondo problema si pone sull efficienza dell intero array: è vero che è possibile concatenare diverse LUN (con un Volume Manager interno oppure a livello di host) ma è altrettanto vero che si incorre nel rischio di costruire un sistema complesso da gestire e con molte limitazioni. I sistemi di storage più moderni adottano una tecnica diversa che possiamo riassumere così: ogni disco del sistema, o almeno ogni disco per tipo, fa parte di un pool. I dischi sono quindi segmentati in chunk (pagine o blocchi di una dimensione che può variare da pochi MB a centinaia di MB) e rimangono disponibili per diventare parte dei volumi. Quando l utente alloca lo spazio per una LUN, il volume viene creato prendendo i chunck necessari dal pool. Con questa tecnica ogni singolo disco contribuisce con spazio e prestazioni ad ogni LUN: le operazioni di IO sono distribuite su tutti i dischi dell array eliminando colli di bottiglia e ottenendo il massimo dalle risorse disponibili.

18 Jukuconsulting.com 17 Come è implementato da HP 3PAR StoreServ HP 3PAR StoreServ ha sviluppato uno strato di virtualizzazione molto sofisticato che implementa un eccellente meccanismo di wide striping. Ogni disco fisico è diviso in chunk da 1GB (chunklets se si fa riferimento alla convenzione adottata da HP 3PAR StoreServ) che vengono utilizzati per costruire le LUN e anche come meccanismo di sparing distribuito. Il sistema crea e gestisce in automatico i Logical Disk (LD) quando necessario: in pratica questi sono semplicemente delle stringhe di chunklets a cui è stata applicata una forma di protezione RAID e vengono poi usati per ogni tipo di richiesta (Volumi, snapshot, ecc.). L utente infine vede e può istanziare i Virtual Volumes (VVs) dai Common Provision Groups. I CPG sono utilizzati per creare dei pool virtuali di LDs e possono essere pensati come ad un sistema di profilazione. I Virtual Volumes sono quindi esportati come LUN verso gli host. Spiegare questo meccanismo di funzionamento è decisamente più complicato che vederlo e usarlo nel lavoro di tutti i giorni! Perchè è importante Lo strato di virtualizzazione di 3PAR StoreServ porta molti benefici all utente finale. Se paragonato con un array tradizionale un array di questo tipo è: Molto più facile da usare, Permette una utilizzazione delle risorse molto più granulare, Molto più efficiente in termini di prestazioni. Questo tipo di disegno architetturale, moderno ed elegante, porta molti vantaggi e permette di implementare tutta una serie di funzionalità innovative senza i limiti che normalmente si riscontrano su array tradizionali.

19 Jukuconsulting.com 18 I vantaggi non sono solo nelle performance o nell utilizzo migliore delle risorse ma anche, ad esempio, in tempi di recovery molto più rapidi dopo la rottura di un disco. Infatti, ogni volta che un disco segnala un fault, il processo di ricostruzione ripristina solo i blocchi effettivamente usati e li distribuisce in tutto l array invece che ricostruire l intero disco in un piccolo RAID Group.

20 Jukuconsulting.com 19 Thin provisioning Permette di allocare solo lo spazio effettivamente necessario Cos è il thin provisioning? Il Thin Provisioning è una tecnica di virtualizzazione che da all utente l impressione di avere più spazio disponibile di quanto ne sia allocato effettivamente. Al contrario del provisioning tradizionale (fat), questo aiuta l utente a non allocare risorse non effettivamente utilizzate lasciandole disponibili per attività future. Nei sistemi di vecchia concezione il problema più grande derivato dall uso del thin provisioning è la quantità di CPU necessaria per gestirlo e il conseguente decremento delle prestazioni. Un altro grosso problema di alcune implementazioni di Thin provisioning è la mancanza di abilità a rimanere thin. Infatti, il thin provisioning deve capire il tipo dei blocchi scritti e come recuperare lo spazio non più utilizzato per essere considerato realmente efficiente. In ogni caso, le implementazioni di Thin Provisioning sono decisamente migliorate negli ultimi anni e ora, per alcuni tipi di sistemi, sono l opzione di default per creare ogni genere di volume. Come è implementato da HP 3PAR StoreServ HP 3PAR StoreServ è sempre stato considerato uno dei pionieri nell implementare tecniche di thin provsioning (TP). La prima versione del thin provisioning di HP 3PAR StoreServ fu rilasciata 10 anni fa ed è immediatamente diventata la base del suo prodotto e della strategia di marketing. Il chip ASIC di quarta generazione che si trova all interno degli HP 3PAR StoreServ ha un ruolo fondamentale nella gestione del TP: le risorse vengono rilasciate poi gestite con blocchi di dimensioni decisamente piccole (16KB), al volo e senza nessun tipo di preallocazione. L ASIC si occupa anche di individuare i blocchi che contengono solo degli zeri per poi non scriverli realmente sui dischi fisici, preservando quindi ancora più spazio. HP 3PAR

21 Jukuconsulting.com 20 StoreServ può anche richiamare (liberare) spazio non più utilizzato, quest ultima feature è supportata da diversi software vendor come Microsoft, VMware, Oracle e Symantec. Il Thin Provisioning è implementato a livello core nel sistema, di conseguenza ogni servizio o funzionalità (snapshot e replica, ad esempio) lo usa estensivamente. E anche interessante notare che HP 3PAR StoreServ ha un tool gratuito che permette di importare LUN di tipo fat provisioned da altri array e convertirle, durante l importazione, a volumi thin. Perchè è importante I volumi di tipo fat (pre-allocati) sono spesso motivo di scarsa utilizzazione delle risorse e, in molti casi, diventa più facile sprecare invece di gestire una buona politica di utilizzazione delle risorse. In molti ambienti, è facile trovare oltre il 50/60% di spazio inutilizzato proprio per questa ragione. Questo, alla fine, impatta fortemente sul TCO del sistema storage. Spazio disco sprecato significa anche denaro sprecato in corrente elettrica, raffreddamento e spazio fisico occupato nel datacenter. Il thin provisioning di HP 3PAR StoreServ risulta essere una delle migliori implementazioni del mercato perché è: Granulare, Molto efficiente, Ingegnerizzato dall inizio con l obiettivo di rimanere effettivamente thin.

22 Jukuconsulting.com 21 Snapshots Copie istantanee di volumi Cos è una snapshot? Una snapshot è una copia di un volume di dati di tipo point-in-time. In pratica è una vista di un volume ad un preciso istante nel tempo. Ci sono due tipi principali di snapshot: copy-on-write o basate sui puntatori e la loro implementazione varia da vendor a vendor. Di solito, le snapshot che utilizzano i puntatori sono più efficienti di quelle C-O-W ma dipende molto da come queste vengono implementate. Al giorno d oggi le snapshot sono alla base di molte integrazioni con sistemi operativi, hypervisor e applicazioni: queste integrazioni possono contribuire pesantemente a velocizzare molte operazioni come, ad esempio, i backup o copie di dati per scopi legati a sviluppo e test. E una di quelle funzionalità di cui non si può fare a meno in un sistema storage di classe enterprise. L utente deve capire a fondo come funziona e come opera in pratica il sistema di snapshot del suo storage prima di andare in produzione. Infatti, le limitzioni e i vincoli imposti da alcune implementazioni possono avere un impatto importante sia dal punto di vista delle prestazioni che da quello dell integrità dei dati. Come è implementato da HP 3PAR StoreServ HP 3PAR StoreServ offre un sistema di snapshot, chiamato Virtual Copy, che implementa il sistema del copy-on-write. Questo usa il Chip ASIC per ottenere lo stesso livello di funzionalità che si possono ottenere con le migliori snapshot pointer-based. Infatti, l ASIC non soffre di tutti i rallentamenti che vengono introdotti dalle operazioni di copia dei sistemi COW tradizionali. Virtual Copy, inoltre, trae vantaggio da tutto lo strato di virtualizzazione di cui abbiamo discusso in precedenza. Non c è alcuna

23 Jukuconsulting.com 22 necessità di preallocazione di spazio e lo schedulatore interno può essere utilizzato per automatizzare molte operazioni (l automazione sarà discussa più in dettaglio nei capitoli che seguono). Al contrario di molti altri sistemi disponibili sul mercato, le snapshot di HP 3PAR StoreServ possono essere usate anche in scrittura, possono essere create da altre snapshot e possono essere create anche su dischi di tipo diverso. Le snapshot possono essere anche organizzate in gruppi omogenei dove i diversi comandi vengono eseguiti in simultanea (consistency group) per una maggiore affidabilità nella consistenza dei dati. HP ha sviluppato integrazioni con i sistemi operativi e gli stack applicativi più importanti per ottenere copie (e restore) di dati consistenti in pochi click. Perchè è importante Le snapshots sono una delle funzionalità più importanti di un sistema di storage moderno. Possono velocizzare molte operazioni e far risparmiare un enormità di tempo ai system administrator, contribuendo attivamente ad un ROI più rapido e ad un TCO più basso. La semplicità d uso e la rapidità sono al centro dell usabilità di un sistema di storage mentre l integrazione con gli strati software superiori sono fondamentali per ottenerne tutti i benefici: HP 3PAR Virtual Copy lo fa veramente bene. 3PAR SoreServ offre anche una interfaccia CLI per aiutare gli utenti finali ad integrare il loro ambienti legacy (o software personalizzati) attraverso degli script.

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Lo storage di prossima generazione

Lo storage di prossima generazione Juku.it Lo storage di prossima generazione white paper (settembre 2012) Enrico Signoretti Juku consulting srl - mail: info@juku.it web: http://www.juku.it Indice Note legali 3 Juku 1 Perchè Juku 1 Chi

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com Redatto da Product Manager info@e4company.com Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com 2 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 4 2 SOLUTION OVERVIEW... 5 3 SOLUTION ARCHITECTURE... 6 MICRO25... 6 MICRO50...

Dettagli

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp Efficienza e performance Soluzioni di storage NetApp Sommario 3 Introduzione n EFFICIENZA A LIVELLO DI STORAGE 4 Efficienza di storage: il 100% dei vostri dati nel 50% del volume di storage 6 Tutto in

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Scott Lowe Founder and Managing Consultant del 1610 Group Modern Data Protection Built for Virtualization Introduzione C è stato

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

A vele spiegate verso il futuro

A vele spiegate verso il futuro A vele spiegate verso il futuro Passione e Innovazione per il proprio lavoro La crescita di Atlantica, in oltre 25 anni di attività, è sempre stata guidata da due elementi: la passione per il proprio lavoro

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Caratteristiche e Posizionamento ver. 2.1 del 21/01/2013 Cos è ESI - Enterprise Service Infrastructure? Cos è ESI? ESI (Enteprise Service Infrastructure) è una

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler 2 Le aziende attuali stanno adottando rapidamente la virtualizzazione desktop quale mezzo per ridurre i costi operativi,

Dettagli

PROGETTO VIRTUALIZZAZIONE DELLA SERVER FARM DI TURISMO TORINO E PROVINCIA E SERVIZI CONNESSI CAPITOLATO TECNICO. Pagina 1 di 10

PROGETTO VIRTUALIZZAZIONE DELLA SERVER FARM DI TURISMO TORINO E PROVINCIA E SERVIZI CONNESSI CAPITOLATO TECNICO. Pagina 1 di 10 PROGETTO VIRTUALIZZAZIONE DELLA SERVER FARM DI TURISMO TORINO E PROVINCIA E SERVIZI CONNESSI CAPITOLATO TECNICO Pagina 1 di 10 INDICE: DESCRIZIONE NR. PAGINA 1. PREMESSA 3 2. OGGETTO DELL APPALTO 3 3.

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l.

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. Babel S.r.l. - P.zza S. Benedetto da Norcia 33, 00040 Pomezia (RM) www.babel.it

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

SISTEMI DI VIRTUALIZZAZIONE: STATO DELL ARTE, VALUTAZIONI, PROSPETTIVE

SISTEMI DI VIRTUALIZZAZIONE: STATO DELL ARTE, VALUTAZIONI, PROSPETTIVE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Triennale in Informatica Tesi di Laurea SISTEMI DI VIRTUALIZZAZIONE: STATO DELL ARTE, VALUTAZIONI, PROSPETTIVE

Dettagli

IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL

IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL PROPRIO PATRIMONIO INFORMATIVO E DEL PROPRIO KNOW-HOW IMPRENDITORIALE. SERVIZI CREIAMO ECCELLENZA Uno dei presupposti fondamentali

Dettagli

3 domande che i CIO dovrebbero fare circa la protezione dei dati sui server virtuali. Aprile 2013

3 domande che i CIO dovrebbero fare circa la protezione dei dati sui server virtuali. Aprile 2013 3 domande che i CIO dovrebbero fare circa la protezione dei dati sui server virtuali Aprile 2013 1 Contenuti Perché è importante per i CIO... 3 Quello che tutti i CIO dovrebbero sapere... 4 3 domande da

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli