Differenze e confronto tra tecnologia tradizionale 4 20 ma e Foundation Fieldbus

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Differenze e confronto tra tecnologia tradizionale 4 20 ma e Foundation Fieldbus"

Transcript

1 Differenze e confronto tra tecnologia tradizionale 4 20 ma e Foundation Fieldbus FF - 1 MAURO ROMAGNOLI Product Manager Specialista Comunicazioni digitali per strumentazione da campo ABB SpA Measurement Products

2 FF - 2 Cos è Fieldbus Foundation Un Protocollo di comunicazione digitale aperto progettato per soddisfare le necessità dell Industria di Processo Bidirezionale Multidrop per utilizzo anche in aree classificate Suddiviso in Bus H1 per il campo e HSE (High Speed Ethernet) Bus H1 o a bassa velocità ha caratteristiche per il controllo di processo: Standard IEC Velocità fissa a 31,25 kbit/sec (Bus H1) Alimentazione 9-32 Vdc Comunicazione ed alimentazione su 2 fili (Loop-Power) Max Lunghezza della linea (doppino) circa 1900 m ** Max numero di strumenti per linea suggeriti 14/16 per la specifica 32 Bus HSE o ad alta velocità ha caratteristiche per l automazione di fabbrica ** max lunghezza dipende da diversi fattori quali topologia di rete, tipo di cavo, numero di strumenti etc etc

3 Differenze Principali con la tecnologia ma Energia disponibile Topologie di collegamento Funzionalità Configurazione FF - 3

4 Energia disponibile Il segnale analogico 4-20 ma è un sistema di comunicazione standard per la strumentazione industriale Il loop di corrente 4-20 ma rappresenta il segnale di misura dei trasmettitori Lo stesso loop di corrente alimenta anche il trasmettitore, Il segnale di misura è valido tra 3.8 e 20.5 ma mentre, in caso di anomalia, il segnale va alla soglia di allarme selezionata di 3.6 ma o oltre 22.0 ma Normal Operation (-1.25%) ( %) Analog Output saturated FF - 4 Device malfunction

5 Energia disponibile La condizione più critica è quando lo strumento va in allarme a 3.6 ma perchè lo strumento deve continuare a funzionare con meno di questa corrente. Questa ridotta disponibilità di energia non consente a strumenti 4 20 ma di svolgere calcoli e funzionalità complesse che sarebbero realizzabili se ci fosse più energia disponibile. FF - 5 Viceversa, gli strumenti Fieldbus non hanno questa limitazione e hanno a disposizione più di 10 ma. Comunicazione con modulazione in corrente a ±9mA!

6 Topologie di Collegamento Ogni strumento analogico è collegato tramite due fili ad una scheda di I/O che converte il segnale ma in una misura in formato ingegneristico Anche gli strumenti FF sono collegati con due fili ma, sullo stesso doppino possono essere collegati più strumenti: Le uscite degli strumenti sono già in formato ingegneristico Le schede di I/O spariscono perche la loro funzione Analog Input (AI) migra all interno dello strumento stesso Host Interface Host Interface Controller Controller HSE Fieldbus Ethernet Field Device I/O Interface 45.2 C 89.1 mbar 512 m3/h Linking Device H1 Fieldbus I/O Interface FF ma 45.2 C 89.1 mbar H1 Fieldbus 512 m3/h

7 Topologie Fieldbus Bus with Spurs Tree H1 Segment H1 Segment Daisy Chain MISTA!! Junction Box H1 Segment H1 Segment Tree FF - 7 SCONSIGLIATA!!! Bus & Spur

8 Funzionalità distintive di FF I Blocchi Funzione (Function Blocks) Controllo distribuito in campo La Funzione LAS (Link Active Scheduler) I tipi di comunicazioni usate da FF Il Macrociclo ed il Determinismo I files DD e CFF FF - 8

9 Struttura a Blocchi dati in strumenti FF Gli strumenti FF contengono molte variabili e informazioni distribuite/mappate in diversi Blocchi Blocco Risorse Blocco Trasduttore Blocchi Funzione Fieldbus FOUNDATION FF - 9

10 Gli strumenti FF hanno almeno 3 Blocchi 1 blocco risorsa (Resource Block) Contiene dati che descrivono le caratteristiche generali del dispositivo: Revisioni Numeri di serie 1 blocco trasduttore (Transducer Block) Connessione tra il mondo fisico (processo) e il mondo informatico (conversioni) Acquisizione e conversione della misura di processo in formato ingegneristico Limiti e Calibrazione del sensore 1 blocco funzione (Function Blocks) Di Ingresso (Analog Input) per i trasmettitori o Di Uscita (Analog Output) per gli Attuatori..che sono direttamente connessi al relativo blocco Trasduttore dal quale ricevono le misure in formato ingegneristico, e applicano le opportune scalature richieste per lo specifico controllo di processo. In aggiunta possono esserci molti altri Blocchi Funzione FF - 10

11 Function Blocks..Cosa sono e cosa fanno? I Function Blocks sono moduli software che: 1- ricevono delle misure o variabili in ingresso le elaborano attraverso formule/algoritmi di calcolo. 3-. producono i risultati in uscita Function Block model Algorithm Inputs Outputs FF - 11 Mode Structure (Manual, Auto, etc...)

12 FF - 12 Function Blocks. Quali e quanti sono? Input Class AI analog input DI discrete input MAI multiple analog input MDI multiple discrete input PUL pulse input Control and Calculate Class PID PID control EPID enhanced PID APID advanced PID ARTHarithmetic SPLT splitter CHAR signal characterizer INTG integrator/totalizer AALManalog alarm ISEL input selector SPG setpoint ramp generator Standard Function Blocks TIME timer and logic LLAG lead-lag OSDLoutput selector / dynamic limiter DENSdensity CT constant FFET flip-flop and edge trigger MBCS modbus control slave MBSS modbus supervision slave MBCM modbus control master MBSM modbus supervision master Output Class AO analog output DO discrete output MAO multiple analog output MDO multiple discrete output STEP step output PID

13 Function Blocks.. Come si usano? I Function Blocks possono risiedere nel Controllore (tradizionale) e/o negli strumenti da campo come Trasmettitori o Posizionatori I Function Blocks di controllo contenuti in uno strumento, possono essere usati anche da altri strumenti connessi sullo stesso segmento/rete Collegando virtualmente tra loro (link) diversi Function Blocks si progetta una strategia di controllo....se i Function Block sono residenti negli strumenti si realizza un controllo distribuito in campo FF - 13

14 Applicazioni Tipiche AI DI M AI AI AI PID AO Input AO R PID Feedback Control AO DO Output Manual Control Ratio Control AO AI AI AI PID PID PID AI PID Cascade Control AI PID AO AI DI Feedforward Control AI PID AO BG AO BG AO Split Range Control CS AO Override Control FF - 14

15 Function Blocks..nell uso tradizionale FF - 15 Transmitter Measure AI OUT Input Board Signal Processing Controller BKCAL_IN IN OUT PID Traditional CONTROL SYSTEM Regolazione BKCAL_OUT CAS_IN AO Output Board Signal Processing Valve FIELDVUE Actuate

16 Function Blocks.nella soluzione FF Host Trasmettitore Valvola BKCAL_IN BKCAL_OUT FIELDVUE AI OUT IN OUT PID CAS_IN AO FF - 16 massima flessibilità

17 Function Blocks.Controllo di Cascata Convenzionale PID PID DCS AI AI I/O Cards AO 4-20 ma 4-20 ma 4-20 ma FF - 17

18 Function Blocks.Controllo di Cascata con FF DCS AI PID Fieldbus AO AI PID FF - 18 AI_1 BKCAL_IN OUT IN PID_1 (Master) AI_2 OUT OUT BKCAL_IN CAS_IN IN PID_2 (Slave) OUT BKCAL_OUT CAS_IN AO OUT BKCAL_OUT

19 Function Blocks..Ma cosa cambia per gli strumenti? Gli strumenti FF non sono valutati solo per la loro funzione tradizionale di misura ma anche per la loro capacità di calcolo Se si vuole realizzare del controllo distribuito bisogna selezionare strumenti che contengano numero & tipi di Function Blocks necessari allo scopo FF - 19 E anche necessario verificare il loro Execution Time per capire se sono adeguati alle perfomance di controllo richieste

20 FF - 20 Fieldbus Data Sheet (example) Tag Number: Basic Fieldbus Function Blocks Advanced Function Blocks Segment Information Analog Input (AI) Number Execution Time (msec) Discrete Input (DI) Number Execution Time (msec) Pulse Input (PI) Execution Time (msec) Device: Complex Discrete Output (CDO) Bias (B) Execution Time (msec) Device Control (DC) Manual Loader (ML) Execution Time (msec) Proportional/Integral/Derivative (PID) Execution Time (msec) Analog Output (AO) Number Discrete Output (DO) Execution Time (msec) Number Execution Time (msec) Execution Time (msec) Execution Time (msec) Segment #: LAS Capable: YES NO Integrator (I) Execution Time (msec) Device current draw (ma): Analog Human Interface (AHI) Execution Time (msec) Device Minimum Voltage: Device capacitance: Polarity Sensitive: YES NO Input Selector (IS) Execution Time (msec) Segment terminator location: Lead Lag Controller (LL) Execution Time (msec) VCR s: DD Revision: Control Selector (CS) Signal Splitter (SS) Execution Time (msec) CCF Revision: Proportional/Derivative (PD) Execution Time (msec) Execution Time (msec) Timer (T) Execution Time (msec) ITK Version: Ratio (R) Execution Time (msec) Arithmetic (A) Execution Time (msec) Digital Alarm (DA) Execution Time (msec) Calculate (C) Execution Time (msec) Analog Alarm (AA) Execution Time (msec) Deadtime (D) Execution Time (msec) Complex Analog Output (CAO) Execution Time (msec) Complex Analog Output (CAO) Execution Time (msec) Set Point Ramp Generator (SRG) Signal Characterizer (SC) Execution Time (msec) Digital Human Interface (DHI) Execution Time (msec) Execution Time (msec) Execution Time (msec) Notes

21 Struttura di un Trasmettitore FF Competenza dello Strumentista DAP (Device Application Process) Device VFD Physical I/O Resource Block (Only 1) DAP Transducer Block(s) Channel Channel Analog Input Block Digital Input Block Link Link CAP Link Link PID Block FF - 21 Competenza Dell ingegneria di Controllo CAP (Control Application Process)

22 LAS (Link Active Scheduler).. Cos è? La funzione LAS è il coordinatore di una rete FF La sua funzione è anche chiamata Arbitro di BUS perchè uno dei suoi compiti è di gestire il traffico delle comunicazioni che devono intercorrere tra strumenti e tra strumenti e DCS Può essere immaginata come quella del direttore d orchestra che coordina gli orchestrali (strumenti da campo) che devono seguire uno spartito (Macrociclo) FF - 22

23 LAS (Link Active Scheduler).. a Cosa serve? Il LAS si occupa di Auto-rilevazione degli strumenti connessi sul bus (live List) Assegnamento automatico dell indirizzo di rete e ricerca con TAG Gestione delle comunicazioni Scheduled and Unscheduled Time Distribution (Sincronizzazione fra gli strumenti) La funzione LAS in forma ridotta può essere sviluppata anche negli strumenti da campo (Backup LAS) FF - 23

24 LAS (Link Active Scheduler)..i tipi di Comunicazioni Unscheduled (asincrone) Client Server (one to one) Usata per messaggi di Configurazione / Manutenzione / Monitoring degli strumenti Trasmesse solo su intervento/richiesta dell operatore Report Distribution (one to many) Usate per la Notifica di Eventi/Allarmi e per la trasmissione di Trend. Trasmesse da strumento con allarmi attivi solo quando il LAS gli passa il Token Scheduled (Sincrone) Publisher Subscriber (one to many) Usate per la pubblicazione/scambio di variabili tra Function Blocks collegati link tra loro FF - 24 Esclusivamente dedicate alla realizzazione del Controllo di Processo

25 il Macrociclo Device 1 AI OUT Device 2 OUT Device 4 Device 3 IN BK_CAL IN PID AI OUT IN IN IN DISP BK_CAL OUT CAS_IN AO VCR2 DISP UNSCHEDULED FF - 25 AIN AIN VCR1 PID AOUT MacroCycle Request/Response Communication (Unscheduled) t

26 Sistema Deterministico Unscheduled DISP DISP DISP DISP AIN AIN AIN AIN AO AO AO AO PID PID PID PID AIN AIN AIN AIN FF - 26

27 H1 - ridondanza del LAS Sistema Multimaster FF distingue 2 tipi di strumentazione: Link Master e Basic Solo strumenti Link Master supportano la funzione di Backup-LAS H1 Fieldbus LAS BASIC DEVICE LINK MASTER DEVICE (primary) BASIC DEVICE BASIC DEVICE LINK MASTER DEVICE (back-up) BASIC DEVICE FF - 27

28 La funzione Backup LAS La funzione Backup LAS negli strumenti da campo E di fatto una ridondanza funzionale perchè mantiene vive le operazioni di controllo anche nel caso il Link Master (primary LAS) fallisce La funzione di LAS viene trasferita al dispositivo di back-up quando muore il LAS primario H1 Fieldbus LAS LAS BASIC DEVICE LINK MASTER DEVICE (primary) BASIC DEVICE BASIC DEVICE LINK MASTER DEVICE (back-up) (primary ) BASIC DEVICE FF - 28

29 Device Description (DD) Il Device Description è una descrizione estesa di ogni oggetto/parametro all interno dello strumento, da rendere disponibile attraverso il bus per letture/scritture Il DD consente ad ogni Host FF di riconoscere ed utilizzare, in modo automatico, il corrispondente Field Device (E da considerarsi come il driver di una stampante) + ON-LINE configuration FF - 29

30 Capability File (CFF) Il Capability File descrive le risorse dello strumento tipo: Numbero e tipi di Function Blocks Tempo d esecuzione dei Function Blocks (Execution Time) Settaggio di default dei parametri/oggetti deifunction blocks.. + OFF-LINE configuration FF - 30

31 Vantaggi dei Fieldbus Controller I/O Subsystem Traditional One Variable One direction Controller Fieldbus Multiple Variables Both directions FF - 31

32 Vantaggi dei Fieldbus Controller I/O Subsystem Traditional View stops at I/O Subsystem Controller Fieldbus View extends into Instrument FF - 32 Instrument extends to view process

33 Vantaggi dei Fieldbus Controller PID I/O Subsystem Traditional AI AO Controller Fieldbus Some Controls and I/O can move to field Instruments FF - 33 PID AI AO

34 Vantaggi dei Fieldbus Controller Traditional Controller Fieldbus I/O Subsystem One I.S. barrier One Wire I.S. One I.S. barrier, One Wire for many Devices I.S. I.S. I.S. FF - 34

35 Analog / Digital communication Quali sono le differenze tra una comunicazione analogica e una digitale nell automazione di processo? analog Trasmissione of solo una variabile di processo (il valore della corrente ma) Riconoscimento di problemi di collegamento (interruzione della linea) Riconoscimento di problemi di strumento (Sensor Fail) sotto forma di livello del segnale d uscita 3.6 ma / 22.0 ma digital Può essere trasmessa più di una variabile di processo Ogni variabile di processo è trasmessa con il suo Quality Status (Bad, Uncertain, Good) Le variabili di processo sono trasmesse in formato ingegneristico e ad Alta risoluzione Le informazioni di diagnostica riguardo rotture nello strumento possono essere trasmessi per funzioni di Asset Management FF - 35

36 FF - 36 Sommario del confronto Sparisce il segnale d uscita 4 20 ma e relativo convertitore D to A La funzione dell I/O Card che, in sala controllo, converte il segnale 4 20 ma in formato digitale migra all interno del trasmettitore stesso La misura è trasmessa in formato ingegneristico (es: 27.5 C o mbar) Non è indispensabile settare un campo di misura o d uscita in quanto lo strumento fieldbus misura e trasmette in formato digitale tutto quello che è all interno dei limiti fisici del sensore il settaggio del campo d uscita serve: Se si vuole leggere la misura in percentuale del campo di misura Se la misura è derivata, ad esempio una Portata misurata con un dp Come semplice informazione per l utente o il DCS ma non ha effetto sui calcoli

37 Sommario dei vantaggi Topologia Multidrop, un doppino per più strumenti Più energia per gli strumenti non vincolati dal loop di corrente 4-20 ma. Più informazioni disponibili per Monitoraggio - Diagnostica - Controllo Misura disponibile come valore reale espresso nella unità di misura selezionata e con in aggiunta una validazione del valore stesso (Status Byte) Le misure sono composte di 5 Bytes (Input/Output) I 5 Bytes sono composti da 4 Bytes floating point e 1 Byte di Quality Status BAD + Dettaglio UNCERTAIN + Dettaglio GOOD + Dettaglio S V V V V 8 Bits for status description according to NAMUR NE E E 39 FF Bad / Uncertain Good / Maintenance Integrazione fra Local Devices/Control System Migliore precisione dovuta all assenza di conversioni A/D e D/A Minore ritardo di aggiornamento/propagazione dell informazione dovuto a minor numero di elementi tra lo strumento ed il DCS Maggiore Flessibilità

38 Sommario dei vantaggi Riduzione di: Cavi e Armadi di connessione I.S. Barriers Input / Output Converters Alimentatori ed Armadi Spazio per sale di controllo dell impianto FF - 38

39 Test comparativi di controllo in campo e tradizionale FF - 39 Control in the Field Provides Superior Reaction to Deterministic Disturbance in the Process

40 Test comparativi di controllo in campo e tradizionale FF - 40

41 Sorgente FF - 41

42 Grazie Domande? FF - 42

43 Consorzio Fieldbus Foundation - FF Fieldbus Foundation

FOUNDATION TM Fieldbus technology

FOUNDATION TM Fieldbus technology Fieldbus Foundation Freedom to choose. Power to integrate FOUNDATION TM Fieldbus technology PRIOLO 12-GIUGNO-08- GIORNATA DI STUDIO La tecnologia di base di FF La tecnologia Il bus H1 Il bus H2 (HSE) Interoperabilità

Dettagli

- Aree classificate possibili soluzioni. - Dalla pneumatica al Bus di campo

- Aree classificate possibili soluzioni. - Dalla pneumatica al Bus di campo Fieldbus Foundation Freedom to choose. Power to integrate - Aree classificate possibili soluzioni - Dalla pneumatica al Bus di campo La pneumatica La pneumatica con lo standard 3-15 PSI VANTAGGI Idonea

Dettagli

Fieldbus Foundation H1

Fieldbus Foundation H1 Fieldbus Foundation H1 Stefano Panzieri FF-H1-1 User Application Blocks Ci sono tre categorie di blocchi funzione: Resources Block: descrive le caratteristiche del dispositivo, come il nome ed il numero

Dettagli

FOUNDATION TM Fieldbus technology

FOUNDATION TM Fieldbus technology Fieldbus Foundation Freedom to choose. Power to integrate Italia FOUNDATION TM Fieldbus technology Relatore : Fieldbus Foundation TM : I vantaggi, dalla misura all informazione Parlando di vantaggi si

Dettagli

PLC. I/O Analogici. www.webalice.it/s.pollini

PLC. I/O Analogici. www.webalice.it/s.pollini PLC I/O Analogici 1 I/O Analogici Acquisizione e gestione di segnali fisici variabili nel tempo da un valore minimo ad un valore massimo 2 I/O Analogici Trasduttori: attivi - passivi 3 I/O Analogici Trasduttori:

Dettagli

Posizionatore elettropneumatico intelligente SP500 Guida alle funzionalità HART

Posizionatore elettropneumatico intelligente SP500 Guida alle funzionalità HART 3.568.5275.310 IM-P343-40 CH Ed. 1 IT - 2012 Posizionatore elettropneumatico intelligente SP500 Guida alle funzionalità HART 1. Indice 2. Introduzione 3. Scheda opzionale HART 4. HART network 5. Point-to-point

Dettagli

Sistemi di Supervisione e Controllo

Sistemi di Supervisione e Controllo Sistemi di Supervisione e Controllo Argomento Docente - Sistemi di Controllo Distribuito (DCS) - Prof. Elio USAI eusai@diee.unica.it Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica Università di Cagliari

Dettagli

PlantPAx : interfaccia per dispositivi di campo e asset management

PlantPAx : interfaccia per dispositivi di campo e asset management PlantPAx : interfaccia per dispositivi di campo e asset management Simone Cerizza Commercial Engineer Process Italian Region Agenda Cenni generali fieldbus digitale Tecnologia FDT/DTM Piattaforma di integrazione

Dettagli

ARCHITETTURA TRADIZIONALE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO AUTOMATICO/1

ARCHITETTURA TRADIZIONALE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO AUTOMATICO/1 ARCHITETTURA TRADIZIONALE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO AUTOMATICO/1 Ogni sensore/attuatore è collegato direttamente al PLC Cablaggi relativamente semplici da eseguire Difficoltà a espandere l impianto Informazioni

Dettagli

RETI INDUSTRIALI. Sistemi di rete a cablatura tradizionale. Sistemi di rete a cablatura innovativa Bus. Introduzione GERARCHIA DI CONTROLLO

RETI INDUSTRIALI. Sistemi di rete a cablatura tradizionale. Sistemi di rete a cablatura innovativa Bus. Introduzione GERARCHIA DI CONTROLLO RETI INDUSTRIALI Ing.Francesco M. Raimondi www.unipa.it\fmraimondi Lezioni del corso di Automazione Industriale Dipartimento di Ingegneria dell Automazione e dei Sistemi GERARCHIA DI CONTROLLO Ing. F.M.

Dettagli

La Comunicazione Digitale

La Comunicazione Digitale La Facoltà di Ingegneria, Università degli Studi di Bologna DIEM - Dipartimento di Ingegneria delle Costruzioni Meccaniche, Nucleari, Aeronautiche e di Metallurgia Slide 1 Qualche domanda a cui dare risposta

Dettagli

PROFINET per l automazione di processo

PROFINET per l automazione di processo PROFINET per l automazione di processo Emiliano Sisinni Dipartimento di Ingegneria dell Informazione, Università di Brescia, Via Branze 38-25123 Brescia (Italy) CSMT Gestione Scarl Centro di Competenza

Dettagli

FOUNDATION TM Fieldbus technology

FOUNDATION TM Fieldbus technology Fieldbus Foundation Freedom to choose. Power to integrate Italia FOUNDATION TM Fieldbus technology Relatore : Design Guidelines Due possibili approcci: Teoria: Calcolo e verifica di ogni segmento Pratica:

Dettagli

Verona, 29-30 ottobre 2013!

Verona, 29-30 ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! Il Machine Controller piattaforma integrata di Controllo, Motion, Robotica, Visione e Sicurezza su bus EtherCAT Omron Electronics spa Ing. Marco Filippis Product Manager Servo,

Dettagli

Dalla pneumatica al Bus da campo

Dalla pneumatica al Bus da campo Aree classificate possibili soluzioni Dalla pneumatica al Bus da campo Relatore: Roberto Ramorino La pneumatica La pneumatica con lo standard 3-15 PSI VANTAGGI Idonea anche per zone con pericoli di esplosione

Dettagli

Protocollo USB Elementi di un sistema USB Comunicazione USB

Protocollo USB Elementi di un sistema USB Comunicazione USB Protocollo USB Elementi di un sistema USB HOST: dispositivo master (PC), l unico autorizzato ad avviare una comunicazione sul bus HUB: come nelle reti di computer, l hub fornisce un punto di connessione

Dettagli

Convertitori/Ripetitori in FIBRA OTTICA

Convertitori/Ripetitori in FIBRA OTTICA FUNZIONALITA ED AFFIDABILITA I convertitori in fibra ottica danno la possibilità di estendere su fibra ottica qualsiasi tipo di rete/bus (LAN/Ethernet, CAN o seriale) anche contemporaneamente e garantiscono

Dettagli

I bus di campo nell automazione industriale

I bus di campo nell automazione industriale I bus di campo nell automazione industriale Fabio Giorgi Introduzione Aspetti di comunicazione nell automazione industriale Esempio di cella di lavorazione Passaggio dal controllo centralizzato al controllo

Dettagli

Modello ENTITY Modello DART

Modello ENTITY Modello DART Fieldbus Foundation Freedom to choose. Power to integrate Italia Modello FISCO Modello ENTITY Modello DART A cura di: Erwin Malleier, Pepperl+Fuchs srl Italia Premessa La sicurezza intrinseca con la sua

Dettagli

SAFETY AT WORK PRODOTTI E SOLUZIONI PER LA SICUREZZA

SAFETY AT WORK PRODOTTI E SOLUZIONI PER LA SICUREZZA SAFETY AT WORK PRODOTTI E SOLUZIONI PER LA SICUREZZA FINO AD ORA: MSS BASIC Sistema di sicurezza modulare 3RK3 Basic: - è un dispositivo di sicurezza modulare e parametrizzabile tramite software - offre

Dettagli

PROFINET: architetture innovative e prestazioni sempre al vertice

PROFINET: architetture innovative e prestazioni sempre al vertice PROFINET: architetture innovative e prestazioni sempre al vertice Paolo Ferrari Dipartimento di Ingegneria dell Informazione, Università di Brescia, Via Branze 38-25123 Brescia (Italy) Tel: +39-030-3715445

Dettagli

Aree classificate possibili soluzioni

Aree classificate possibili soluzioni Fieldbus Foundation Freedom to choose. Power to integrate Aree classificate possibili soluzioni Dalla pneumatica al Bus da campo Relatore: Erwin Malleier La pneumatica La pneumatica con lo standard 3-15

Dettagli

Tecnologie di Campo nell Automazione Industriale

Tecnologie di Campo nell Automazione Industriale Tecnologie di Campo nell Automazione Industriale Reti per l Automazione Stefano Panzieri Lan e Bus di Campo - 1 Stefano Panzieri Al livello più basso Misura e acquisizione delle grandezze di interesse

Dettagli

e automazione industriale

e automazione industriale Corso di Laurea Magistrale di Ingegneria Elettrica Corso di Sistemi e componenti per l automazione AA 2014-15 Azionamenti elettrici e automazione industriale Ezio Bassi, Francesco Benzi Università di Pavia

Dettagli

Fieldbus Foundation Freedom to choose. Power to integrate. Italia. Modello FISCO. A cura di: Erwin Malleier, Pepperl+Fuchs srl

Fieldbus Foundation Freedom to choose. Power to integrate. Italia. Modello FISCO. A cura di: Erwin Malleier, Pepperl+Fuchs srl Fieldbus Foundation Freedom to choose. Power to integrate Modello FISCO A cura di: Erwin Malleier, Pepperl+Fuchs srl Premessa La sicurezza intrinseca con la sua limitazione di energia elettrica verso il

Dettagli

Tecnologie automatiche per il Controllo di Processo

Tecnologie automatiche per il Controllo di Processo Tecnologie automatiche per il Controllo di Processo Distributed Control Systems Process Shutdown Emergency Shutdown P&I Diagram Stefano Panzieri Controllo di Processo - 1 Il comparto industriale Stefano

Dettagli

La tecnica proporzionale

La tecnica proporzionale La tecnica proporzionale Regolatori di pressione La tecnica proporzionale Regolatori di pressione La tecnica proporzionale La tecnica proporzionale Controllo direzione e flusso La tecnica proporzionale

Dettagli

SIMATIC PCS 7. PCS 7: PROFINET per Process Automation

SIMATIC PCS 7. PCS 7: PROFINET per Process Automation SIMATIC PCS 7 PCS 7: PROFINET per Process Automation Page 2 L automazione industriale nelle diverse industrie PCS Processo 7 Discreto Step 7 Industrie di processo Industrie ibride Industrie manifatturiere

Dettagli

SPECIFICA TECNICA. Sistemi di Supervisioe S.C.A.D.A. Gennaio 2008. a cura di Marco Dal Prà. Edizione 3.1. Appunti di Automazione

SPECIFICA TECNICA. Sistemi di Supervisioe S.C.A.D.A. Gennaio 2008. a cura di Marco Dal Prà. Edizione 3.1. Appunti di Automazione Sistemi di Supervisioe S.C.A.D.A. SPECIFICA TECNICA a cura di Marco Dal Prà Edizione 3.1 Gennaio 2008 SCADA Specifica Tecnica Ver 3.1 Pag. 1 di 16 PRESENTAZIONE Questa specifica tecnica si occupa di descrivere

Dettagli

Safety e Security nelle reti PROFIBUS e PROFINET

Safety e Security nelle reti PROFIBUS e PROFINET Safety e Security nelle reti PROIBUS e PROINET Paolo errari Dipartimento di ingegneria dell informazione, Università di Via Brianze, 38 25123 (Italy) Centro di Competenza PROIBUS e PROINET, CSMT Gestione

Dettagli

Sistema di monitoraggio delle correnti in ingresso in impianti fotovoltaici

Sistema di monitoraggio delle correnti in ingresso in impianti fotovoltaici Sistema di monitoraggio delle correnti in ingresso in impianti fotovoltaici "L uso della piattaforma CompactRIO ha consentito l implementazione di un sistema di monitoraggio adatto ad essere utilizzato

Dettagli

Wattmetri di Precisione

Wattmetri di Precisione I modelli proposti Wattmetri di Precisione 3390 PW3337 PW3336 3332 3334 Canali di misura V e I 4 e 4 4 e 3 2 e 2 1 e 1 1 e 1 Misura di tensione fino a 1500V fino a 1000V fino a 1000V fino a 600V fino a

Dettagli

SERCOS. Dipartimento di Ingegneria Elettrica. SERCOS Benzi 1

SERCOS. Dipartimento di Ingegneria Elettrica. SERCOS Benzi 1 SERCOS SErial Real-Time COmmunication System Francesco Benzi Dipartimento di Ingegneria Elettrica Università di Pavia SERCOS Benzi 1 SERCOS Benzi 2 SERCOS Serial Real-Time Communication System Nasce negli

Dettagli

the digital connection company Full Lighting Management

the digital connection company Full Lighting Management Ailux S.r.l. è una realtà tecnologica che ha come strategia aziendale la connettività. L azienda ed il suo management si riconoscono e amano identificarsi come una digital connection. L unione di un management

Dettagli

Cesare Pallucca Application Engineer Manager Omron Electronics Spa

Cesare Pallucca Application Engineer Manager Omron Electronics Spa Reti di telecontrollo per le acque: i vantaggi nella modernizzazione degli impianti Cesare Pallucca Application Engineer Manager Omron Electronics Spa Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas ed Elettriche Roma

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE. Reti industriali. Parte II ELEMENTI DI INFORMATICA UFC_05

TECNICO SUPERIORE PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE. Reti industriali. Parte II ELEMENTI DI INFORMATICA UFC_05 Reti industriali Parte II ELEMENTI DI INFORMATICA UFC_05 1 Scenario Industriale ELEMENTI DI INFORMATICA UFC_05 2 Bus di campo (FieldBus) Utilizzati per la comunicazione a livello di cella e al livello

Dettagli

TopLab e TopMessage Acquisizione dati

TopLab e TopMessage Acquisizione dati ACQUISIZIONE DATI SISTEMI ACQUISIZIONE AD ALTA RISOLUZIONE TopLab e TopMessage 1 2 3 4 5 6 7 8 9 via Ethernet Datalogger Controllo di processo Analisi Monitoraggio vibrazioni Controllo remoto OPC Server

Dettagli

PROFIBUS: bus standard per industria e building automation

PROFIBUS: bus standard per industria e building automation PROFIBUS: bus standard per industria e building automation Luca ing. Marani Softing Industrial Solutions Italia Via Sesini 20 37138 Verona Sommario Il bus di campo Profibus, si adatta perfettamente ad

Dettagli

Addendum al Manuale Istruzioni Per Convertitori Modis. MFC 081/085i KROHNE 02/2001

Addendum al Manuale Istruzioni Per Convertitori Modis. MFC 081/085i KROHNE 02/2001 KROHNE 02/2001 Addendum al Manuale Istruzioni Per Convertitori Modis MFC 081/085i KROHNE Ltd? Rutherford Drive? Park Farm Industrial Estate? Wellingborough? Northamptonshire? NN8 6AE Page 1 of 15 Indice

Dettagli

FIELDBUS FRA PASSATO E FUTURO

FIELDBUS FRA PASSATO E FUTURO Evaldo BARTALONI CLUI EXERA Direttore Tecnico 1 AZIENDE 2 INGEGNERIA 3 MANUTENTORI 4 AZIENDE MANUTENTORI? Diffusione a macchia di leopardo Uso depotenziato Incertezza 5 CLUI Il futuro dell Automazione,

Dettagli

TURBOtech srl. SED-635 Sistema di Eccitazione Digitale. Settore Elettronica Industriale FUNZIONI. Pagina 1 di 12

TURBOtech srl. SED-635 Sistema di Eccitazione Digitale. Settore Elettronica Industriale FUNZIONI. Pagina 1 di 12 SED-635 Sistema di Eccitazione Digitale Il SED-635 costituisce un completo sistema di eccitazione capace di adattarsi al controllo di generatori sincroni di qualsiasi taglia. L integrazione dell interfaccia

Dettagli

MANUALE UTENTE PEL 2500 / PEL 2500-M V2.0.0 (24.10.2014) 1 (7)

MANUALE UTENTE PEL 2500 / PEL 2500-M V2.0.0 (24.10.2014) 1 (7) V2.0.0 (24.10.2014) 1 (7) MESSA IN ESERCIZIO Montaggio - Il trasmettitore deve essere installato sopra il punto di misurazione per evitare problemi di condensa. - La sovrapressione del canale è rilevata

Dettagli

L'automazione nei processi industriali

L'automazione nei processi industriali L'automazione nei processi industriali Un processo industriale è l insieme delle operazioni che concorrono a trasformare le caratteristiche e le proprietà di materiali, tipi di energia e/o informazioni

Dettagli

P R O G E T T O L A R S A A P P U N T I S U L P. L. C.

P R O G E T T O L A R S A A P P U N T I S U L P. L. C. P R O G E T T O L A R S A A P P U N T I S U L P. L. C. L automazione di un qualunque procedimento industriale si ottiene mediante un insieme d apparecchiature, opportunamente collegate tra loro, in modo

Dettagli

Embedded Control con LabVIEW Real- Time e FieldPoint

Embedded Control con LabVIEW Real- Time e FieldPoint Embedded Control con LabVIEW Real- Time e FieldPoint Overview Modellizzazione e progetto di controllo Simulazione e tuning Estensione del concetto di controllo di sistema LabVIEW Real-Time Controllo discretizzato

Dettagli

SISTEMI INTERESSATI ALL ACQUISIZIONE DATI

SISTEMI INTERESSATI ALL ACQUISIZIONE DATI SISTEMI INTERESSATI ALL ACQUISIZIONE DATI Strumenti dedicati a particolari fasi operative (esempio: analizzatori di bus di campo, sniffer, strumenti per il monitoraggio della distribuzione dell energia,..)

Dettagli

L importanza della diagnostica e della ricerca guasti per l efficienza nella gestione di reti Profibus

L importanza della diagnostica e della ricerca guasti per l efficienza nella gestione di reti Profibus L importanza della diagnostica e della ricerca guasti per l efficienza nella gestione di reti Profibus Micaela Caserza Magro Genoa Fieldbus Competence Centre srl Via Greto di Cornigliano 6r/38 16152 Genova

Dettagli

CPU 32 bits. Specifiche Tecniche. Rif : MS-CPU32. Generale. Alimentazione. Batteria Interna al Litio. Memory

CPU 32 bits. Specifiche Tecniche. Rif : MS-CPU32. Generale. Alimentazione. Batteria Interna al Litio. Memory CPU 32 bits Rif : MS-CPU32 Scheda industriale con processore a 32bits IT Embedded (Web Server, email, FTP, IP forwarding, ) Supporto PLC completo (IEC1131-3, Basic, Linguaggio C, ) Hardware modulare rimovibile

Dettagli

STRUMENTAZIONE. Il Sistema di supervisione e acquisizione dati: S.C.A.D.A. APPARATI SINGOLI MASTER RETE LOCALE SUPERVISIONE

STRUMENTAZIONE. Il Sistema di supervisione e acquisizione dati: S.C.A.D.A. APPARATI SINGOLI MASTER RETE LOCALE SUPERVISIONE Il Sistema di supervisione e acquisizione dati: S.C.A.D.A. Ing.Francesco M. Raimondi www.unipa.it/fmraimondi Lezioni del corso di Automazione Industriale Dipartimento di Ingegneria dell Automazione e dei

Dettagli

Capitolo 8 - Protocollo Modbus RTU per Drive SIRCO

Capitolo 8 - Protocollo Modbus RTU per Drive SIRCO Capitolo 8 - Protocollo Modbus RTU per Drive SIRCO 8.1 Introduzione I parametri Drive vengono riferiti nel capitolo come registri Modbus di 16 bit; un parametro Drive di 32 bit occupa quindi 2 registri

Dettagli

Sistema ATM con rete NetRail. Divisione elco srl

Sistema ATM con rete NetRail. Divisione elco srl Sistema ATM con rete NetRail Divisione elco srl Introduzione Verrà di seguito descritto un sistema di gestione degli impianti automotore di tipo evoluto. Questo sistema si basa sull'utilizzo di una rete

Dettagli

M.I.D.I: Musical Instrument Digital Interface. Capitolo 6. il MIDI. Si intende x MIDI:

M.I.D.I: Musical Instrument Digital Interface. Capitolo 6. il MIDI. Si intende x MIDI: Capitolo 6 il MIDI M.I.D.I: Musical Instrument Digital Interface Si intende x MIDI: 1. il protocollo di comunicazione, ossia il linguaggio; 2. l'interfaccia di comunicazione tra computer e periferiche;

Dettagli

Introduzione ai Microcontrollori Workshop 08/06/2011 Dott.Ing.Marco Frosini Qprel srl Dott.Ing.Lorenzo Giardina Qprel srl Slide 1 di 27 L'elettronica digitale PRIMA dei microcontrollori Elemento base:

Dettagli

Liberare e rendere fruibili

Liberare e rendere fruibili GRANDANGOLO ABB - INNOVAZIONE NELLA PRODUZIONE di Alessandro Bignami Nell attuale clima economico, la massimizzazione delle attività di impianto e la riduzione delle fermate non programmate sono di venuti

Dettagli

Profibus vs WorldFIP WorldFip centralizzato e basato sulla schedulazione

Profibus vs WorldFIP WorldFip centralizzato e basato sulla schedulazione Il Profibus PROcess FIeld BUS (PROFIBUS) è un sistema di comunicazione nato per connettere dispositivi di campo digitali diversi e/o elementi con prestazioni di basso livello, come trasmettitori, attuatori,

Dettagli

Verona, 29-30 ottobre 2013!

Verona, 29-30 ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! L interfaccia tra i sistemi di controllo ed i sistemi elettrici: nuove architetture basate su reti e/o bus di comunicazione Andrea Bazzani Michele Monaco Sergio Guardiano SISTEMI

Dettagli

Esempio LA CONFIGURAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA COMUNICAZIONE PROFIBUS-DP IN AMBIENTE SIEMENS STEP 7. Corso su

Esempio LA CONFIGURAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA COMUNICAZIONE PROFIBUS-DP IN AMBIENTE SIEMENS STEP 7. Corso su Corso su LA CONFIGURAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA COMUNICAZIONE PROFIBUS-DP IN AMBIENTE SIEMENS STEP 7 creato in esclusiva per Associazione PLC Forum www.plcforum.it versione 1.0 Prof.Ing.Salvatore Cavalieri

Dettagli

pco5 CLIMASET Regolazione, Software e Sistemi di Supervisione per il mondo del freddo e del comfort

pco5 CLIMASET Regolazione, Software e Sistemi di Supervisione per il mondo del freddo e del comfort pco5 Embedded BMS RS485: Nessun costo aggiuntivo per il collegamento con reti seriali in protocollo Carel, Modbus, es.. PGD Touch. Embedded Field Bus RS485: Nessun costo aggiuntivo per il collegamento

Dettagli

La sicurezza sui fieldbus: anche la comunicazione è sicura. Micaela Caserza Magro Università di Genova Micaela.caserza@unige.it

La sicurezza sui fieldbus: anche la comunicazione è sicura. Micaela Caserza Magro Università di Genova Micaela.caserza@unige.it La sicurezza sui fieldbus: anche la comunicazione è sicura Micaela Caserza Magro Università di Genova Micaela.caserza@unige.it Che cosa è la sicurezza funzionale La Sicurezza Funzionale è: Porzione della

Dettagli

What is LabVIEW???? Pietro Giannone. Dipartimento di Ingegneria Elettrica Elettronica e dei Sistemi. Università degli Studi di Catania

What is LabVIEW???? Pietro Giannone. Dipartimento di Ingegneria Elettrica Elettronica e dei Sistemi. Università degli Studi di Catania Università degli Studi di Catania Dipartimento di Ingegneria Elettrica Elettronica e dei Sistemi What is LabVIEW???? Pietro Giannone University of Catania Dipartimento di Ingegneria Elettrica Elettronica

Dettagli

PANEL EXPRESS. KITE automation srl - Via Morandi 10-20077 Melegnano (MI) - Tel/Fax +39 02/39.62.44.34 - support@kite-automation.it

PANEL EXPRESS. KITE automation srl - Via Morandi 10-20077 Melegnano (MI) - Tel/Fax +39 02/39.62.44.34 - support@kite-automation.it PANEL EXPRESS PanelExpress è un software runtime per HMI basato su piattaforma Windows XP e.net. Il software permette di utilizzare le risorse di un ipc (p.e. la potenza di calcolo, multimedia, grande

Dettagli

Facili da installare, le soluzioni a sicurezza intrinseca con full SIL assessment

Facili da installare, le soluzioni a sicurezza intrinseca con full SIL assessment Facili da installare, le soluzioni a sicurezza intrinseca con full SIL assessment PERFORMANCE MADE SMARTER - sono conformi allo standard IEC 61511 TEMPERATURA INTERFACCE I.S. INTERFACCE DI COMUNICAZIONE

Dettagli

PW3337 e PW3336. Wattmetri a 2 e 3 canali CA/CC, 1000V-65/5000A, banda di frequenza da DC a 100kHz. Caratteristiche avanzate

PW3337 e PW3336. Wattmetri a 2 e 3 canali CA/CC, 1000V-65/5000A, banda di frequenza da DC a 100kHz. Caratteristiche avanzate PW3337 e PW3336 Wattmetri a 2 e 3 canali CA/CC, 1000V-65/5000A, banda di frequenza da DC a 100kHz PW3336 e PW3337 sono wattmetri digitali di precisione a 2 e 3 canali di ingresso, totalmente isolati tra

Dettagli

Istruzioni di messa in servizio rapida per. Flying shear Taglio al volo lineare

Istruzioni di messa in servizio rapida per. Flying shear Taglio al volo lineare Istruzioni di messa in servizio rapida per Flying shear Taglio al volo lineare FLYING SHEAR Programmare la scheda UD7x con l applicazione Per poter caricare l applicatione Flying Shear nella scheda ud70

Dettagli

sigmapac - micropac - M81 Soluzioni potenti e flessibili

sigmapac - micropac - M81 Soluzioni potenti e flessibili sigmapac - micropac - M81 Soluzioni potenti e flessibili PC SUPERVISIONE internet PANNELLO OPERATORE WEB SCADA modem router MODEM micropac MODEM sigmapac I CONTROLLORI ARChITETTURA APERTA Per gestire la

Dettagli

Software di configurazione String Box

Software di configurazione String Box Software di configurazione String Box E vietata la riproduzione di qualsiasi parte del presente documento anche se parziale salvo autorizzazione della ditta costruttrice. Sommario Avvertenze... 3 Installazione

Dettagli

Input/Output: bus, interfacce, periferiche

Input/Output: bus, interfacce, periferiche Architettura degli Elaboratori e delle Reti Lezione 29 Input/Output: bus, interfacce, periferiche A. Borghese, F. Pedersini Dipartimento di Scienze dell Informazione Università degli Studi di Milano L

Dettagli

Semplifica la tua automazione con Control Technology Inc.

Semplifica la tua automazione con Control Technology Inc. Semplifica la tua automazione con Control Technology Inc. mantenendo il controllo dei costi CTI Serie 2500 Dei PLC robusti e potenti per il controllo di processo e l automazione Una supervision/scada intelligente

Dettagli

Safety Chain Solutions, la soluzione Preventa per la sicurezza macchine. Safety Chain Solutions, la soluzione

Safety Chain Solutions, la soluzione Preventa per la sicurezza macchine. Safety Chain Solutions, la soluzione Safety Chain Solutions, la soluzione Preventa per la sicurezza macchine Safety Chain Solutions, la soluzione Preventa per la sicurezza macchine Pierluca Bruna Product Expert CT 44 CEI - UNI/CT 042/SC 01/GL

Dettagli

Automazione e territorio

Automazione e territorio Automazione e territorio ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE M. Bartolo - PACHINO LICEO Classico -LICEO Scientifico LICEO delle Scienze Applicate - Liceo delle Scienze Umane I.T.I.S. (Elettronica e Elettrotecnica

Dettagli

Dott. Davide Tamellini Ing. Vittorio Agostinelli. Automazione. AssoAutomazione

Dott. Davide Tamellini Ing. Vittorio Agostinelli. Automazione. AssoAutomazione La gestione dell IP dinamico in rete GPRS con utilizzo del protocollo IEC60870: il concetto di Plc Gprs Manager, nella comunicazione wireless con standard IEC, applicato alle reti idriche geograficamente

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DELLE RETI

CLASSIFICAZIONE DELLE RETI CLASSIFICAZIONE DELLE RETI A seconda dei ruoli dei computer le reti si classificano in: Reti Client Server in cui sono presenti computer con ruoli diversi, alcuni funzionano da client e uno o più da server

Dettagli

Componenti per l automazione industriale

Componenti per l automazione industriale Componenti per l automazione industriale Gest. Aziend. Pian. Prod. EDP PIMS Supervisione Controllo di base SCADA PLC / PID DCS Misura e comando Sensori e attuatori Architettura a singolo anello Realizzata

Dettagli

Gestione dei segnali analogici nei sistemi di automazione industriale con PLC.

Gestione dei segnali analogici nei sistemi di automazione industriale con PLC. Gestione dei segnali analogici nei sistemi di automazione industriale con PLC. Nelle automazioni e nell industria di processo si presenta spesso il problema di gestire segnali analogici come temperature,

Dettagli

Introduzione alla tecnologia. LonWorks

Introduzione alla tecnologia. LonWorks Introduzione alla tecnologia LonWorks La tecnologia LonWorks viene sviluppata da Echelon a partire dal 1990 Echelon é quotata in borsa dal 1998 (asdaq:elo) > 4000 OEM nel mondo > 30 mio di nodi installati

Dettagli

Protocolli e standard di comunicazione per la domotica e la gestione dell illuminazione

Protocolli e standard di comunicazione per la domotica e la gestione dell illuminazione Protocolli e standard di comunicazione per la domotica e la gestione dell illuminazione Ing. Susanna Spinsante Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università Politecnica delle Marche Ancona, 21

Dettagli

Configurazione moduli I/O serie EX

Configurazione moduli I/O serie EX Configurazione moduli I/O serie EX aggiornamento: 20-12-2014 IEC-line by OVERDIGIT overdigit.com Tabella dei contenuti 1. Moduli di I/O con protocollo Modbus... 3 1.1. Parametri di comunicazione... 4 1.2.

Dettagli

Il sistema Mitrol si presenta come un pannello operatore dotato di display LCD a colori con Touch Screen, all interno del quale è installata

Il sistema Mitrol si presenta come un pannello operatore dotato di display LCD a colori con Touch Screen, all interno del quale è installata Il sistema Mitrol si presenta come un pannello operatore dotato di display LCD a colori con Touch Screen, all interno del quale è installata tipicamente una monoscheda, contenente tutte le CPU richieste

Dettagli

Sistema di acquisizione dati

Sistema di acquisizione dati Sistema di acquisizione dati Ci sono innumerevoli ragioni sul perché é necessario acquisire informazioni dal mondo esterno: 1. Il controllo dei processi fisici che interessano la produzione industriale

Dettagli

Traduzione del documento originale.

Traduzione del documento originale. Serie 3731 Posizionatore elettropneumatico Ex d Tipo 3731-5 con comunicazione Applicazione Posizionatore per il montaggio su valvole pneumatiche. Corsa 3,6 200 mm Angolo rotativo 24 100 Strumento da campo

Dettagli

SUPREMATouch. Sistema modulare di monitoraggio Fire & Gas

SUPREMATouch. Sistema modulare di monitoraggio Fire & Gas SUPREMATouch Sistema modulare di monitoraggio Fire & Gas Soluzioni di monitoraggio Fire & Gas I sistemi permanenti di monitoraggio gas di MSA sono utilizzati in tutto il mondo per proteggere le persone

Dettagli

Fast Ethernet. Caratteristiche generali

Fast Ethernet. Caratteristiche generali Fast Ethernet Caratteristiche generali Nascita di Fast Ethernet La rapida crescita delle reti locali e lo sviluppo crescenti di applicazioni e servizi multimediali ha portato all'esigenza di realizzare

Dettagli

sistemi integrare interfacciare comunicare Supervisionare Gestire remotare Attuare www.eps-sistemi.it

sistemi integrare interfacciare comunicare Supervisionare Gestire remotare Attuare www.eps-sistemi.it sistemi integrare interfacciare comunicare Supervisionare Gestire remotare Attuare www.eps-sistemi.it sistemi COSTRUTTORI di macchine ed impianti, INTEGRATORI di sistemi ed UTILIZZATORI finali si affidano

Dettagli

La Comunicazione tra i dispositivi

La Comunicazione tra i dispositivi La Comunicazione tra i dispositivi Per fare comunicare i dispositivi occorre : a) stabilire un protocollo di comunicazione - definire una forma di interazione e sincronizzazione che rispecchi certe regole

Dettagli

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to EIB (01 ITA).doc pag. 1 / 9

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to EIB (01 ITA).doc pag. 1 / 9 EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to EIB (01 ITA).doc pag. 1 / 9 Configurazione Una volta lanciato il Configuratore, per creare un nuovo progetto accedere al menu File -> Nuovo

Dettagli

Protocolli di Comunicazione Elettronica dei Sistemi Digitali L-A Università di Bologna, Cesena

Protocolli di Comunicazione Elettronica dei Sistemi Digitali L-A Università di Bologna, Cesena Protocolli di Comunicazione Elettronica dei Sistemi Digitali L-A Università di Bologna, Cesena Aldo Romani A.a. 2005-2006 UART UART Universal Asynchronous Receiver/Transmitter Clock implicito e trasmissione

Dettagli

Trasmettitori di pressione Serie 2600T Come sostituire un vecchio trasmettitore di pressione Profibus PA con il nuovo 266 PdP

Trasmettitori di pressione Serie 2600T Come sostituire un vecchio trasmettitore di pressione Profibus PA con il nuovo 266 PdP Informativa tecnica TI/266PB-IT Trasmettitori di pressione Serie 2600T Come sostituire un vecchio trasmettitore di pressione Profibus PA con il nuovo 266 PdP Soluzioni dedicate per ogni applicazione Trasmettitori

Dettagli

APPLICAZIONE COMPACTRIO DI RIFERIMENTO PER UN DATALOGGER A BORDO VEICOLO BASATO SU TIPS & TECHNIQUES

APPLICAZIONE COMPACTRIO DI RIFERIMENTO PER UN DATALOGGER A BORDO VEICOLO BASATO SU TIPS & TECHNIQUES APPLICAZIONE DI RIFERIMENTO PER UN DATALOGGER A BORDO VEICOLO BASATO SU COMPACTRIO Ryan King Q uesta applicazione presenta una soluzione software per un datalogger embedded stand-alone basato su hardware

Dettagli

Antonio Cianfrani. Fondamenti di Reti - Prof. Marco Listanti - A.A. 2010/2011. INFOCOM Dept

Antonio Cianfrani. Fondamenti di Reti - Prof. Marco Listanti - A.A. 2010/2011. INFOCOM Dept Antonio Cianfrani Laboratorio Fondamenti di Reti 1. Introduzione ai Router IP Funzioni svolte dai Router I router operano allo strato 3 della pila protocollare OSI Individuano il cammino dei pacchetti

Dettagli

Remote Terminal Unit B-200 Pag. 1 Descrizione

Remote Terminal Unit B-200 Pag. 1 Descrizione Remote Terminal Unit B-200 Pag. 1 Descrizione Introduzione La RTU B200, ultima nata del sistema TMC-2000, si propone come valida risposta alle esigenze di chi progetta e implementa sistemi di automazione

Dettagli

Getting started. Creare una applicazione in Modbus Rtu con moduli IOlog SS3000

Getting started. Creare una applicazione in Modbus Rtu con moduli IOlog SS3000 Getting started Creare una applicazione in Modbus Rtu con moduli IOlog SS3000 Revisioni del documento Data Edizione Commenti 22/06/2010 1.0 - Sielco Sistemi srl via Roma, 24 I-22070 Guanzate (CO) http://www.sielcosistemi.com

Dettagli

L architettura di sviluppo per PLC presente in Laboratorio

L architettura di sviluppo per PLC presente in Laboratorio L architettura di sviluppo per PLC presente in Laboratorio Introduzione Le postazioni presenti in laboratorio sono configurate per consentire lo sviluppo e la validazione di software per PLC. Ogni postazione

Dettagli

Z-TWS4 CONTROLLORE MULTIFUNZIONE PER ENERGY MANAGEMENT. www.seneca.it OPC

Z-TWS4 CONTROLLORE MULTIFUNZIONE PER ENERGY MANAGEMENT. www.seneca.it OPC CONTROLLORE MULTIFUNZIONE PER ENERGY MANAGEMENT 100% Made & Designed in Italy Linux OPC Protocolli Energy Management IEC 60870-5-101 IEC 60870-5-104 IEC 61400-25 www.seneca.it ENERGY MANAGEMENT Grazie

Dettagli

Architetture di rete e performance con PROFINET

Architetture di rete e performance con PROFINET Architetture di rete e performance con PROFINET Paolo Ferrari Dipartimento di Ingegneria dell Informazione, Università di Brescia, Via Branze 38-25123 Brescia (Italy) Tel: +39-030-3715445 fax: +39-030-380014

Dettagli

Scheda tecnica. Enercom Srl Via Monti Urali, 1 42122 Reggio Emilia 0522 558791 www.enercomit.com

Scheda tecnica. Enercom Srl Via Monti Urali, 1 42122 Reggio Emilia 0522 558791 www.enercomit.com BAS920 fa parte di una famiglia di controller liberamente programmabili progettati per essere scalabili, dalle piccole installazioni a quelle di grandi dimensioni. BAS920 è perfettamente idoneo al controllo

Dettagli

a e a t s R e p r d r g 220 mm/s 220 mm/s 220 mm/s DIN810 A20 M20x1,5 / 40 prof. Esecuzione misurazione forza Opzioni addizionali

a e a t s R e p r d r g 220 mm/s 220 mm/s 220 mm/s DIN810 A20 M20x1,5 / 40 prof. Esecuzione misurazione forza Opzioni addizionali o Presse di precisione DSM a In e a S d te r g t t tu s R e p r t Presse elettroniche con servomotore brushless per un range di applicazione da 0,8 kn fino a 20 kn QMP 80 per forze di trazione e spinta

Dettagli

EMI-10L Introduzione Il convertitore EMI-10L permette di convertire una porta di comunicazione seriale RS485 in un bus ethernet con protocollo TCP/IP.

EMI-10L Introduzione Il convertitore EMI-10L permette di convertire una porta di comunicazione seriale RS485 in un bus ethernet con protocollo TCP/IP. MANUALE ISTRUZIONI IM471-I v0.2 EMI-10L Introduzione Il convertitore EMI-10L permette di convertire una porta di comunicazione seriale RS485 in un bus ethernet con protocollo TCP/IP. Transmission Control

Dettagli

Configurable CAN System (CCS)

Configurable CAN System (CCS) ISTRUZIONI INTERFACCIA SOFTWARE Configurable CAN System Software Interface FT1130M - FT1137M Configurable CAN System (CCS) Interfaccia software Manuale utente Pag. 1 1 FT1130M - FT1137M Configurable CAN

Dettagli