Il Piano Triennale è a cura di: Massimo Buscema, Direttore del Semeion

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Piano Triennale è a cura di: Massimo Buscema, Direttore del Semeion"

Transcript

1 A09 109/06

2 Il Piano Triennale è a cura di: Massimo Buscema, Direttore del Semeion Hanno collaborato i ricercatori del Semeion: Giulia Massini, Stefano Terzi, Marco Intraligi, Guido Maurelli, Massimiliano Capriotti, Riccardo Petritoli Semeion Centro Ricerche di Scienze della Comunicazione Via Sersale, Roma web: e mail:

3 SEMEION Centro Ricerche di Scienze della Comunicazione Piano Triennale Anni Ricerca di Base e Applicata Sintesi delle Ricerche del 2007 ARACNE

4 Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. via Raffaele Garofalo, 133 A/B Roma (06) ISBN I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento anche parziale, con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i Paesi. Non sono assolutamente consentite le fotocopie senza il permesso scritto dell Editore. I edizione: maggio 2008

5 Indice 1. Presentazione del Semeion Componenti del Semeion I campi d interesse della ricerca Piano Triennale Ricerca di base ( ) di Massimo Buscema 2. Piano Triennale Ricerca di Base ( ) Teoria Generale dei sistemi Artificiali Adattivi La Sintassi delle immagini: le informazioni nascoste Active Connection Matrix (ACM) La Semantica delle immagini: il pixel e il suo contesto la Pixel Vector Theory (PVT) Analisi dei segnali non stazionari Implicit Function as Squashing Time (IFAST) Meta classificatori e nuove reti supervisionate (MetaNet) Reti Auto Associate non lineari (Mappe Contrattive) Teoria dei Grafi e Data Mining (H Function) Multi Dimensional Scaling (PST e Population) Virtual Data Generation (PI Function and HID) Co Clustering and Bi Clustering (Visual DB) Il Clustering Dinamico sulle Traiettorie dei Datasets (DPCA) Piano Trennale Ricerca Applicata ( ) di G. Maurelli 3. Piano Triennale Ricerca Applicata ( ) Biomedicale settore Imaging Progetto CAD Mr mammography con Sistemi Artificiali Adattivi per la classificazione e previsione di masse tumorali 127 5

6 Progetto CAD Mr mammography con Sistemi Artificiali Adattivi per la classificazione di microcalcificazioni tumorali Progetto di svilippo di Meta Classificatori per l ottomizzazione delle previsioni sui tumori Sistema di analisi dell imaging biomedicale per far emergere l informazione nascosta Campo Biomedicale settore clinico Corsi di formazione sull Intelligenza Artificiale per medici specialisti Software applicativi per l elaborazione complessa di dataset clinici Progetto IMPROVE sul rischio cardiovascolare Progetto Nazionale Emorragia Digestiva (PNED) Progetto per l identificazione di nuovi biomarkers nell Alzheimer Disease Social Security Progetto Central Drug Trafficking Database (CDTD) Progetto Sicurezza integrata su 4 livelli Progetto telecamera intelligente e firma micro gestuale Progetto analisi e previsione del traffico mercantile nel mediterraneo Progetto Selezione del Personale delle Forze Armate Industria, marketing e mondo del lavoro Previsione di classi di fumatori sulla base di analisi cliniche e variabili socio anagrafiche Analisi e simulazione dinamica dei comportamenti di consumo 162 6

7 Analisi e ottimizzazione dei percorsi lavorativi Analisi e previsione della concentrazione di gas sulla base di sistemi nanosensori Sintesi delle Ricerche del 2007 a cura di M. Buscema, G. Massini, S. Terzi, M. Intraligi, G. Maurelli 4. Novità della Ricerca di Base nell anno Active Connection Martix (ACM): evoluzioni Clusterig Dinamico La Funzione Hubness (H): evoluzioni SOM Maps Hidden Input Discovery (HID) Meta Classificatori modelli e software Multidimensional Scaling modelli e software Semantic Connection Map Pubblicazioni scientifiche Attività di formazione Collaborazioni e brevetti Collaborazioni e cooperazioni istituzionali Elenco dei brevetti Partecipazione a conferenze e convegni 221 7

8

9 1. Presentazione del Semeion Il Centro Ricerche Semeion è un Ente Scientifico senza scopo di lucro, fondato nel 1985, con personalità giuridica riconosciuta nel 1991 dal Ministero dell Università e della Ricerca (MIUR). Dal 2005 è diventato Istituto Scientifico Speciale del MIUR. L attività istituzionale del Semeion è suddivisa in tre ambiti: - ricerca di base e sperimentale nel campo dell intelligenza artificiale, volta a scoprire e sperimentare nuovi modelli matematici e algoritmi con particolare riferimento ai Sistemi Artificiali Adattivi; - ricerca applicata effettuata attraverso la realizzazione di progetti in biomedicina, sicurezza sociale, imaging, economia e finanza; - formazione di giovani ricercatori, attraverso corsi, seminari e stage, nel campo dell intelligenza artificiale con particolare attenzione ai nuovi modelli di Reti Neurali Artificiali e Algoritmi Evolutivi e alle procedure di applicazione per risolvere problemi complessi. L attività di ricerca sviluppata in ognuno di questi tre ambiti si materializza producendo una serie di oggetti concreti: - la ricerca di base e sperimentale si concretizza attraverso la realizzazione di scoperte che vengono diffuse nella comunità scientifica tramite la pubblicazione di articoli scientifici e libri, e che spesso pongono le basi per la registrazione di brevetti; - la ricerca applicata si concretizza tramite la realizzazione di progetti in diversi campi applicativi nei quali i Sistemi Artificiali Adattivi possono portare nuove conoscenze e realizzazione di know-how, i progetti più innovativi e competitivi diventano brevetti sfruttabili dal mondo dell industria; - la formazione si realizza attraverso corsi, seminari e stage, che consentono a neolaureati in diverse discipline (informatica, ingegneria, fisica, matematica, medicina, statistica, ecc.) di acquisire nuove competenze nell ambito del vasto campo dell Intelligenza Artificiale. 9

10 Lo schema seguente illustra le diverse ramificazioni dell attività di ricerca scientifica del Semeion. Attività di Ricerca del Semeion Ricerca di Base e Sperimentale Ricerca Applicata Formazione Scoperte e Brevetti Software di Ricerca Pubblicazioni Articoli scientifici Libri Progetti e Software applicativo Partecipazione a convegni Seminari Corsi Stage Nell organizzazione generale delle attività di ricerca il tempo dedicato alla ricerca di base e sperimentale corrisponde a circa il 60% delle risorse umane in organico al Semeion. Le scoperte e il software di ricerca, che viene parallelamente sviluppato a scopo sperimentale, i brevetti e le pubblicazioni scientifiche, sia libri che articoli scientifici, sono gli oggetti con i quali la ricerca di base comunica i risultati del proprio lavoro alla comunità scientifica. La partecipazione a conferenze e convegni, inoltre, misura il livello di interesse che la comunità scientifica attribuisce al lavoro svolto dai ricercatori del Semeion. La ricerca applicata, che può essere definita come un insieme di procedure organizzate al fine di verificare il dominio di validità e l utilità di una teoria, dipende dalla ricerca di base. Ha il compito di verificare la possibilità di sviluppare tecnologie che abbiano la consistenza dei prototipi. Essa misura il grado di sfruttamento di una teoria sul piano della sua utilità economica e sociale. Durante l attività di ricerca applicata si realizzano i progetti e si costruiscono i 10

11 prototipi. All interno del Semeion l attività di ricerca applicata impegna circa il 30% delle risorse umane. La formazione, infine, che comprende anche gli stage formativi, nella pianificazione delle attività istituzionali del Semeion, si può definire un attività di divulgazione scientifica, con intento didattico. Ha lo scopo di formare i nuovi ricercatori nel campo dell Intelligenza Artificiale e occupa circa il 10% delle risorse umane del Semeion. L equipe del Semeion è composta globalmente da 21 persone. Il nucleo centrale è composto di 10 ricercatori di provenienza multidisciplinare: informatici, ingegneri, fisici, economisti e medici. Ognuno è impegnato, con diversi livelli di coinvolgimento, nella ricerca di base, sperimentale e applicata. A questi si aggiungono 6 ricercatori associati e 3 ricercatori esterni che occasionalmente collaborano all attività del Centro. Le altre due persone gestiscono l amministrazione e la segreteria. Nel corso di questi ultimi anni il lavoro dei ricercatori del Semeion ha prodotto numerose scoperte nel campo dell Intelligenza Artificiale, alcune delle quali sono state brevettate in collaborazione con aziende interessate al loro sfruttamento economico. Nei laboratori del Semeion sono stati ideati, progettati e sperimentati nuovi modelli di Sistemi Artificiali Adattivi (Reti Neurali, Algoritmi Evolutivi, Sistemi di analisi e pre-processamento dei dati), e sono stati sviluppati programmi informatici finalizzati alla sperimentazione di questi modelli. L attività di ricerca si è concretizzata in oltre 200 pubblicazioni di articoli scientifici su riviste internazionali, 20 libri monografici e 14 brevetti internazionali. Nel 2007 si è costituito un Comitato Tecnologico Scientifico, composto da diverse personalità del mondo della ricerca sia di ambito pubblico che privato. Il Comitato si riunisce tre volte all anno e ha una funzione consultiva nell ottica di contribuire ad orientare l attività di ricerca di base e applicata che il Semeion svolge. L organigramma dei componenti del Semeion è così strutturato. 11

12 Direttore Prof. Massimo Buscema Comitato Tecnologico Scientifico Prof. F. Beltrame Dr. A. Bettini Dr. M. Chieli Prof. A. Collina Dr. L. Criscuoli Dr. E. Grossi Dr. F. Nazzari Prof. R. Passariello Prof. PL. Sacco Dr. C. Sandels Navarro Ricerca di base e sperimentale Ricerca applicata Ricerca organizzazione e comunicazione Ricercatori associati Ricercatori esterni Relazioni pubbliche e istituzionali Prof. M. Buscema Dr.ssa G. Massini Ing. S. Terzi Ing. M. Breda M. Intraligi Dr. M. Capriotti Dr. V. Carlei Ing. R. Petritoli Dr. M. Pizziol Dr. G. Maurelli G. Magistretti Dr.ssa E. Testa Ing. G. Catzola Dr. E. Grossi Ing. G. Pieri Prof. G. Salina St. G. Monaghan Amm. R. Fusco Prof. S. Einstein Prof. PL. Sacco Dr. M. Ramazzotti Studio M&D L.M. Hercolani Gaddi L organigramma del Semeion L equipe dei ricercatori del Semeion 12

13 1.1 Componenti del Semeion Prof. Massimo Buscema (1955): Direttore della Ricerca. Computer scientist, fa ricerca da anni sulle Reti Neurali Artificiali e sui Sistemi Artificiali Adattivi. È stato professore presso alla University of Charleston (West Virginia-USA) e direttore del Department of Science of Communications della stessa università, è stato, inoltre, professore di Informatica e Linguistica presso l Università di Perugia. Membro dell Editorial Board di diverse riviste scientifiche internazionali. Ha ideato, costruito e sviluppato nuovi modelli e algoritmi d intelligenza artificiale. È autore di numerose pubblicazioni scientifiche sugli aspetti teorici della Natural Computation con oltre 150 titoli: articoli scientifici, saggi e libri sullo stesso tema. Inventore di 14 brevetti internazionali. Ricerca di Base e Sperimentale Dr.ssa Giulia Massini (1957): Ricercatore Senior, informatica, svolge attività di ricerca sui Sistemi Artificiali Adattivi. Si occupa dell applicazione della Neural Computation in prevalenza in ambito sociale e medico. Ha ideato e sviluppato nuovi algoritmi adattivi e software di ricerca, è autrice di numerose pubblicazioni scientifiche. Ing. Stefano Terzi (1970): Ricercatore Senior, ingegnere elettronico, ha sviluppato software di ricerca implementando modelli di Reti Neurali Artificiali e di algoritmi evolutivi, per l applicazione al campo medico e della sicurezza. Autore di diverse pubblicazioni scientifiche. Ing. Marco Breda (1962): Ricercatore Senior, ingegnere elettronico, ha lavorato in importanti aziende nel settore delle telecomunicazioni (Telecom, Ericsson). Opera come ricercatore presso il Semeion dove si occupa di ricerca di base, contribuendo a diverse pubblicazioni e alla produzione di alcuni pacchetti applicativi. Ricerca Applicata Marco Intraligi (1959): Ricercatore Senior, informatico, esperto in tecniche di preprocessing ed elaborazioni di dati con i Sistemi Artificiali Adattivi. Autore di articoli scientifici sulle applicazioni di 13

14 modelli artificiali nell ambito della diagnostica clinica e dei sistemi di trattamento dell imaging biomedicale. Dr. Massimiliano Capriotti (1964): Ricercatore, informatico, esperto nell applicazione dei modelli d intelligenza artificiali al campo della sicurezza e della medicina. Autore di pubblicazioni scientifiche. Ing. Riccardo Petritoli (1970): Ricercatore, ingegnere elettronico, ha sviluppato software applicativi in ambito medico implementando modelli di Reti Neurali Artificiali. È esperto in tecniche di analisi di imaging biomedicale. Autore di pubblicazioni scientifiche. Dr. Marco Pizziol (1980): Ricercatore, laureato in fisica presso l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, lavora nell ambito della ricerca e sviluppo di sistemi adattivi applicati in campo biomedico. Organizzazione e Comunicazione della Ricerca Dr. Guido Maurelli (1957): Ricercatore, laureato in lettere e filosofia, Responsabile della comunicazione. È esperto nell applicazione dei Sistemi Artificiali Adattivi al campo sociale. Ha pubblicato articoli e saggi su libri e riviste scientifiche internazionali. Si occupa della divulgazione scientifica delle attività di ricerca del Semeion. Dr.ssa Ester Testa (1972): segreteria organizzativa, laureata in Scienze Politiche, si occupa dell organizzazione interna delle attività del Semeion. Giancarlo Magistretti (1969): ragioniere, responsabile dell amministrazione del Semeion. Ricercatori Associati Ing. Gino Catzola (1953): Ricercatore Associato, ingegnere elettronico, specializzato in Program Management, Computer Science, e Sistemi Dinamici Complessi. Ha lavorato per importanti aziende multinazionali per i mercati Difesa, Spazio, Telecomunicazioni (TIM, Digital Equipment, Alenia Spazio). Attualmente è in Telecom Italia. Collabora all attività di ricerca del Semeion sui Sistemi Dinamici Complessi, Reti Neurali Artificiali e Intelligenza Artificiale. Dr. Enzo Grossi (1951): Ricercatore Associato, medico, attualmente Direttore Medico della Bracco SpA, Dipartimento Farma Italia. Ha 14

15 lavorato come manager nell ambito della Ricerca e Sviluppo di diverse aziende multinazionali del settore medico farmaceutico (Menarini, Ciba Geigy, Beecham-Smith Kline & Beecham). Autore di circa 300 pubblicazioni scientifiche su riviste mediche. Membro di diverse società scientifiche e di board scientifici di riviste internazionali. Collabora all attività di ricerca del Semeion, contribuendo attraverso numerose pubblicazioni. Ing. Giovanni Pieri (1938): Ricercatore Associato, ingegnere chimico, attualmente è consulente per il trasferimento tecnologico presso imprese e enti pubblici. È stato direttore del Centro Ricerche G. Donegani (Montedison/ENI). Ha pubblicato articoli scientifici sulla fisica delle apparecchiature chimiche. Dr. Vittorio Carlei (1972): Ricercatore Associato, Phd in economia, è Direttore della 2C-srl, una spin-off del Semeion, che opera nell ambito della business innovation, applicando sistemi intelligenti in campo economico e finanziario per grandi gruppi bancari (Santander, Unicredit). Prof. Gaetano Salina (1960): Ricercatore Associato, Primo Ricercatore dell Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, lavora nella sezione di Roma Tor Vergata. I suoi principali campi di interesse sono: computers massivamente paralleli, reti neuronali, elettronica digitale ed analogica (VLSI), meccanica statistica e teoria dei campi. St. Geoff Monaghan (1954): Ricercatore Associato, detective, ha lavorato 25 anni presso nella Metropolitan Police Service di Londra, Scotland Yard, con un esperienza internazionale nelle strategie di contrasto al traffico di droga. Attualmente è consulente dell United Nations Office on Drugs and Crime (UNODC) sede di Mosca. Ammiraglio Roberto Fusco (1946): Ricercatore Associato, attualmente è ufficiale ammiraglio della Marina Militare in congedo. Ha percorso l intera carriera di ufficiale di Stato Maggiore fino al massimo grado di Ammiraglio di Squadra. Laureato in Scienze marittime e navali, specializzato in guerra elettronica e telecomunicazioni. Ha assolto numerosi incarichi di comando navale. Dal 2007 collabora come esperto militare con il Semeion. 15

16 Ricercatori Esterni Prof. Stanley Einstein (1934): Psicologo clinico e sociale, da molti anni specializzato nel campo delle tossicodipendenze, con particolare riferimento ai problemi di uso ed abuso di droghe. Autore di 14 libri, fondatore ed Editor in Chief della rivista internazionale sulle droghe Substance Use & Misure pubblicata da oltre 40 anni, e di altre riviste su problemi sociali come Violence, Aggression & Terrorism. Direttore del Middle Eastern Summer Institute on Drug Use, Jerusalem. Prof. Pierluigi Sacco (1964): Professore Ordinario di Politica Economica presso l Università IUAV di Venezia. Prorettore alla Comunicazione e alle attività editoriali della IUAV. Scrive per il Sole24Ore. Ha pubblicato numerosi articoli e saggi scientifici nel campo della teoria economica, della teoria dei giochi e dell economia della cultura. Dr. Marco Ramazzotti (1969): Archeologo, Ricercatore presso la Cattedra di Archeologia e Storia dell Arte del Vicino Oriente Antico. È stato fra i primi archeologi che ha applicato modelli matematici (Reti Neurali, Algoritmi Evolutivi) allo studio di database archeologici, pubblicando diversi articoli su importanti riviste del settore. Comitato Tecnologico Scientifico Prof. Francesco Beltrame (1953): Professore Ordinario di Bioingegneria, Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica della Facoltà di Ingegneria dell Università degli Studi di Genova. Direttore del Dipartimento di Tecnologie dell Informazione e delle Comunicazioni del CNR. Presidente del Comitato Tecnico Scientifico del MUR per la ricerca industriale (legge 297/99). Dr. Andrea Bettini (1953): Manager e consulente di direzione, ha ricoperto ruoli dirigenziali in numerose aziende operanti in diversi settori: informatica, servizi, formazione professionale (Apple Computer Italia, Sodexho Pass, MrTed Italy, Irescogi, Fondazione Consulenti per il Lavoro). Attualmente è partner associato di Boyden International. Dr. Massimo Chieli (1950): Presidente di Alitalia Express e Consulente Aziendale. È autore di articoli e pubblicazioni su temi di 16

17 organizzazione e di service management e svolge docenze in corsi di formazione e master aziendali e universitari. Prof. Amilcare Collina (1939): Ingegnere chimico, è stato Professore al Politecnico di Milano, per 25 anni ha lavorato nel settore Ricerca & Sviluppo della Montedison con diversi livelli di responsabilità fino ad arrivare a ricoprire il ruolo di Capo dell Ufficio Tecnologico dell intero Gruppo. Dal 1994 lavora nel Gruppo Mapei, attualmente è Advisor del CEO per la ricerca e l innovazione. È membro del Board Ricerca ed Innovazione del Cefic (European Chemical Industry Council). Dr. Luciano Criscuoli (1950): Direttore Generale per il Coordinamento e lo Sviluppo della Ricerca del Ministero dell Università e della Ricerca dal È membro permanente di numerose commissioni di studio per l attuazione delle politiche di intervento nel settore della ricerca. Ricopre incarichi istituzionali di rappresentanza del Ministero nelle sedi nazionali e internazionali. Ha curato la definizione di nuove specifiche normative di settore, e di documenti di programmazione del Ministero per l attuazione di interventi finalizzati al potenziamento e al sostegno della ricerca (PNR, Linee Guida per la Politica Scientifica e Tecnologica del Governo, PON per il Mezzogiorno, ecc). Dr. Enzo Grossi (1951): già descritto nei ricercatori associati. Dr. Federico Nazzari (1942): Manager nel settore dell industria Farmaceutica ha svolto le sue mansioni in aziende multinazionali ricoprendo importanti ruoli dirigenziali (Vice Direttore Generale Upjohn SpA, AD della Maggioni Winthrop, Presidente e AD dell Istituto Luso Farmaco d Italia SpA. Dal 2000 al 2007 ha operato in Bracco come Group Vice President General Affairs. È stato Presidente di Farmindustria per tre mandati, di cui due consecutivi il terzo nel Dal febbraio 2007 è entrato nel Consiglio di Recordati SpA con delega per i rapporti istituzionali. Prof. Roberto Passariello (1941): Professore Ordinario di Radiologia e Direttore dell Istituto di Radiologia dell Università degli Studi di Roma La Sapienza. Autore o co-autore di 10 libri e di oltre 500 pubblicazioni scientifiche, molte delle quali su riviste internazionali. Autore di più di 600 Conferenze, comunicazioni, relazioni su invito e moderazioni a Tavole Rotonde in Italia e all Estero. Membro 17

18 Onorario di numerose società scientifiche fra cui: Radiological Society of North America, European Association of Radiology, Cardiovascular and Interventional Society of Europe, Royal College of Radiology. Prof. Pierluigi Sacco (1964): già descritto nei ricercatori associati. Dr. Cristiano Sandels Navarro (1960): Project & Business Manager, si occupa di progetti di sviluppo, organizzazione e gestione aziendale. Ha lavorato nell ambito della comunicazione, marketing e consulenza aziendale. Collabora con l Università di Milano con docenze sulla sostenibilità energetica e ambientale. Ha contribuito alla stesura dei contenuti del programma per la candidatura di Milano per l EXPO Relazioni pubbliche e istituzionali Luciana Marcellini Hercolani Gaddi (1948): Public & Institutional Relations, fondatrice dello Studio M&D, che svolge tutte le attività necessarie a favorire il contatto e la messa in relazione fra aziende pubbliche, private ed istituzioni. I settori dove lo Studio prevalentemente opera sono quelli della Ricerca, dell Aeronautica, della Manutenzione. Collabora con il Semeion dal I campi d interesse della ricerca L attività di ricerca del Semeion nelle sue componenti, ricerca di base, ricerca sperimentale e ricerca applicata, ha investito, nel tempo, diversi campi d interesse. Nel corso degli anni, come è ovvio per un centro ricerche, l interesse ha subito modifiche determinate essenzialmente da mutate condizioni storico-scientifiche. Queste trasformazioni d interesse sono state orientate principalmente da due spinte parallele: a) un lavoro di ricerca scientifica sempre più orientato a studiare e comprendere le logiche di funzionamento dei fenomeni complessi; b) un attenzione al contesto storico relativamente allo sviluppo delle dinamiche socio-culturali e alle diverse manifestazioni del mondo naturale. In questa prospettiva l esplicitazione dei campi di interesse nei quali la ricerca del Semeion si è sviluppata dalla sua fondazione ad oggi, 18

19 consentirà di comprendere l evoluzione scientifica e storica del centro. I campi sono: 1. prevenzione sociale e sanitaria (dal 1985); 2. settore aziendale e industriale (dal 1987); 3. settore scolastico ed educativo (dal 1990); 4. ambiente e territorio (dal 1995); 5. economia e finanza (dal 1996); 6. mondo del lavoro e orientamento professionale (dal 1998); 7. settore medico, biologico e farmaceutico (dal 2000); 8. settore della sicurezza sociale e dei fenomeni criminali (dal 2000). 19

20

21 Piano Triennale Ricerca di Base ( ) di Massimo Buscema

22

23 2. Piano Triennale Ricerca di Base ( ) Prima di entrare nella descrizione delle diverse attività svolte dai ricercatori, è utile fornire una breve definizione di come il Semeion concepisce la ricerca di base e sperimentale La ricerca di base consiste nella formulazione di teorie adeguatamente formalizzate (linguaggio matematico e/o equivalente implementabile su computer) e nella loro sperimentazione. Ricerca di base e sperimentale sono due facce della stessa medaglia: la prima senza la seconda è non falsificabile e, quindi, incontrollabile, la seconda senza la prima è un attività disordinata. La formulazione di teorie e la loro sperimentazione costituiscono i fondamenti della ricerca di base, così come da anni mostra la fisica. La ricerca di base e quella sperimentale permettono le scoperte fondamentali. Le scoperte fondamentali sono quelle che ridisegnano i criteri con i quali si produce la conoscenza scientifica. Si tratta, quindi, di scoperte che non si limitano ad accrescere la conoscenza scientifica, ma che permettono nel tempo un progresso scientifico forte ed improvviso e un conseguente ritorno esponenziale degli investimenti. Le scoperte incrementali, invece, sono quelle che perfezionano e/o specificano, in un ambito sperimentale o applicativo particolare, le scoperte fondamentali. La ricerca di base si valuta in relazione alla produttività delle scoperte fondamentali e incrementali, e in base al numero di applicazioni tecnologiche che essa permette nel tempo. La ricerca di base e quella sperimentale, così concepite, sono fra le attività principali del Semeion, all interno dei settori dell attività istituzionale. Si tratta delle attività che costituiscono il motore del lavoro di ricerca che si manifesta successivamente sotto diversi aspetti. La ricerca di base è il luogo di riferimento teorico in relazione al quale la ricerca applicata pianifica la realizzazione dei progetti. È il laboratorio dove si sperimentano nuove teorie e si costruiscono nuovi modelli e algoritmi, realizzando programmi informatici di ricerca che hanno come scopo una pura funzione sperimentale. 23

24 2.1 Teoria Generale dei Sistemi Artificiali Adattivi I Sistemi Artificiali Adattivi (AAS) fanno parte del vasto mondo della Natural Computation (NC). La Natural Computation (NC) è un sottoinsieme delle Artificial Sciences (AS). Con Artificial Science si intendono quelle scienze per le quali la comprensione dei processi naturali e/o culturali si realizza tramite la ricreazione di quei processi stessi per mezzo di modelli automatici. Nelle AS il computer è ciò che la scrittura rappresenta per la lingua naturale: le AS sono costituite da algebre formali per la generazione di modelli artificiali (strutture e processi), nello stesso modo in cui le lingue naturali sono costituite di una semantica, di una sintassi e di una pragmatica per la generazione di testi. Nelle lingue naturali la scrittura è la conquista dell indipendenza della parola dal tempo, tramite lo spazio; nelle AS il computer è la conquista dell indipendenza del modello dal soggetto, tramite l automazione. Così come, tramite la scrittura, una lingua naturale può creare oggetti culturali che prima della scrittura erano impensabili (romanzi, testi giuridici, manuali, ecc.) allo stesso modo le AS, tramite il computer, possono creare modelli automatici di impensabile complessità. Lingue naturali e Artificial Sciences, senza la scrittura e il computer, restano quindi limitate. Ma una scrittura non basata su una lingua naturale, o un modello automatico non generato da un algebra formale, è un insieme di scarabocchi (vedi schema nella pagina successiva). Nelle AS la comprensione di un qualsiasi processo naturale e/o culturale avviene in modo proporzionale alla capacità del modello artificiale automatico di ricreare quel processo. Più la comparazione tra processo originale e modello generato da esito positivo, più è probabile che il modello artificiale abbia esplicitato le regole di funzionamento del processo originale. Questo confronto, tuttavia, non può essere effettuato in modo ingenuo. Sono necessari sofisticati strumenti di analisi per effettuare una comparazione attendibile tra processo originale e modello artificiale. 24

25 Artificial Sciences Processi Naturali e Culturali Analisi Algebre Formali Comparazione Modelli Artificiali Automatici Generazione Il grafico mostra come l analisi dei Processi Naturali e/o Culturali, che si vuole comprendere, parte da una teoria, che adeguatamente formalizzata (Algebre Formali), è in grado di generare Modelli Artificiali Automatici di quei Processi Naturali e/o Culturali. Infine, i Modelli Artificiali Automatici generati devono essere comparati con i Processi Naturali e/o Culturali di cui pretendono esserne il modello e la spiegazione. La maggioranza degli strumenti di analisi utili per questa comparazione consiste nel confrontare le dinamiche del processo originale e quelle del modello artificiale al variare delle rispettive condizioni al contorno. In modo sintetico si potrebbe argomentare che: 1. più, al variare delle condizioni al contorno, si ottengono varietà di dinamiche di risposta sia nel processo originale che nel modello artificiale; e 2. più queste dinamiche tra processo originale e modello artificiale sono omologhe, allora 3. più è probabile che il modello artificiale sia una buona spiegazione del processo originale. Nella figura che segue proponiamo un albero tassonomico per la caratterizzazione delle discipline che, attraverso la Natural Computation e la Classic Computation, compongono il sistema delle Artificial Sciences: 25

26 Con Natural Computation (NC) si intende quella parte delle Artificial Sciences (AS) che tenta di costruire modelli automatici di processi naturali e/o culturali tramite l interazione locale di microprocessi non isomorfi al processo originale. Nella NC si assume quindi che: 1. qualsiasi processo sia il risultato, più o meno contingente, di processi più elementari che tendono ad auto-organizzarsi nel tempo e nello spazio; 2. nessuno dei microprocessi è di per sé informativo circa la funzione che assumerà rispetto agli altri, né del processo globale di cui sarà parte. Artificial Sciences Classic Computation Natural Computation Programming Theory Computer Models Microelectronis Digital Systems Descriptive Systems Generative Systems Operative Systems Programming Languages Software Engineering Computer Architectures Compilers Data Base Real Time Systems Distributed Systems Telematics Images Acquisition Images Management Images Processing Graphics Systems Dynamic Systems Theory Dissipative Systems Theory Autopoietic Systems Theory Probabilistic Theory Catastropher Theory Chaos Theory Evidence Theory Fuzzy Logic.. Physical Systems Evolutionary Systems Adaptive Systems Learning Systems (Artificial Neural Networks) Albero tassonomico delle discipline che compongono il sistema delle Artificial Sciences Questa filosofia computazionale, poco economica per la creazione di modelli semplici, può essere utilizzata efficacemente per creare qualsiasi tipo di processo o modello che si ispiri a processi complessi, ossia a processi di fronte ai quali le filosofie classiche hanno trovato notevoli inconvenienti.

Il giardino nella macchina

Il giardino nella macchina Idee per una rilettura Il giardino nella macchina La nuova scienza della vita artificiale Claus Emmeche Bollati Boringhieri, 1996 È possibile la vita artificiale? In che modo gli strumenti offerti dalla

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

DEFINIZIONE DEL CONCEPT DI PRODOTTO

DEFINIZIONE DEL CONCEPT DI PRODOTTO DEFINIZIONE DEL CONCEPT DI PRODOTTO 92 Generazione dei concetti di prodotto Individuazione dei bisogni dei clienti Eseguire l analisi economica Analizzare i prodotti della concorrenza Costruire e collaudare

Dettagli

Text mining ed analisi di dati codificati in linguaggio naturale. Analisi esplorative di dati testualilezione

Text mining ed analisi di dati codificati in linguaggio naturale. Analisi esplorative di dati testualilezione Text mining ed analisi di dati codificati in linguaggio naturale Analisi esplorative di dati testualilezione 2 Le principali tecniche di analisi testuale Facendo riferimento alle tecniche di data mining,

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

IDENTIFICAZIONE dei MODELLI e ANALISI dei DATI. Lezione 40: Filtro di Kalman - introduzione. Struttura ricorsiva della soluzione.

IDENTIFICAZIONE dei MODELLI e ANALISI dei DATI. Lezione 40: Filtro di Kalman - introduzione. Struttura ricorsiva della soluzione. IDENTIFICAZIONE dei MODELLI e ANALISI dei DATI Lezione 40: Filtro di Kalman - introduzione Cenni storici Filtro di Kalman e filtro di Wiener Formulazione del problema Struttura ricorsiva della soluzione

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA

UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA SVILUPPO DI METODI DECONVOLUTIVI PER L INDIVIDUAZIONE DI SORGENTI INDIPENDENTI

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

VC-dimension: Esempio

VC-dimension: Esempio VC-dimension: Esempio Quale è la VC-dimension di. y b = 0 f() = 1 f() = 1 iperpiano 20? VC-dimension: Esempio Quale è la VC-dimension di? banale. Vediamo cosa succede con 2 punti: 21 VC-dimension: Esempio

Dettagli

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale.

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. L analisi modale è un approccio molto efficace al comportamento dinamico delle strutture, alla verifica di modelli di calcolo

Dettagli

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE».

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE». Federcongressi&eventi è l associazione delle imprese e dei professionisti che lavorano nell industria italiana dei convegni, congressi ed eventi: un industria che dà lavoro a 287.741 persone, di cui 190.125

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

La center multi service srl è una società europea che dal 1998 opera nel settore dei meetings e congressi, nella comunicazione integrata e nei

La center multi service srl è una società europea che dal 1998 opera nel settore dei meetings e congressi, nella comunicazione integrata e nei La center multi service srl è una società europea che dal 1998 opera nel settore dei meetings e congressi, nella comunicazione integrata e nei rapporti business to business. I settori di azione spaziano

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE

I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE Nell ultima notte di osservazione abbiamo visto bellissime immagini della Galassia, delle sue stelle e delle nubi di gas che la compongono.

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione Processi (di sviluppo del) software Fase di Analisi dei Requisiti Un processo software descrive le attività (o task) necessarie allo sviluppo di un prodotto software e come queste attività sono collegate

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina UN ESPERIENZA Dott.ssa Stefania Bracci Datré S.r.l via di Vorno 9A/4 Guamo (Lucca) s.bracci@datre.it Sommario In questo contributo presentiamo

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA

MINISTERO DELLA DIFESA circolare NSC M_D GCIV prot. div. Div data PARTENZA C/3-89180 29 novembre 2010 MINIERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE CIVILE Dr. Fulvio Angelini Telefono 06.4986.2422 fax 06.4986.2409

Dettagli

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009 Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati nell A.S. 2008 2009 Presentazione a cura di Roberta Michelini Casalpusterlengo, 8 gennaio 2010 http://www.invalsi.it/esamidistato0809/

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Giuseppe Carci La mobilità universitaria tra dispersione e riorientamento Con

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840 Assessorat des Ouvrages Publics de la protection des sols et du logement public Assessorato Opere Pubbliche, Difesa del Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica Premessa Le fondamentali indicazioni riportate

Dettagli

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G.

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale G. CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM FRANCO FRATTOLILLO Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G. Rummo" di Benevento, con votazione 60/60.

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Introduzione al GIS (Geographic Information System)

Introduzione al GIS (Geographic Information System) Introduzione al GIS (Geographic Information System) Sommario 1. COS E IL GIS?... 3 2. CARATTERISTICHE DI UN GIS... 3 3. COMPONENTI DI UN GIS... 4 4. CONTENUTI DI UN GIS... 5 5. FASI OPERATIVE CARATTERIZZANTI

Dettagli

Così come le macchine meccaniche trasformano

Così come le macchine meccaniche trasformano DENTRO LA SCATOLA Rubrica a cura di Fabio A. Schreiber Il Consiglio Scientifico della rivista ha pensato di attuare un iniziativa culturalmente utile presentando in ogni numero di Mondo Digitale un argomento

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli