Tecnologie e soluzioni innovative per la Pubblica Amministrazione Digitale Your potential. Our passion.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "www.microsoft.com/italy/pa/ Tecnologie e soluzioni innovative per la Pubblica Amministrazione Digitale Your potential. Our passion."

Transcript

1 Tecnologie e soluzioni innovative per la Pubblica Amministrazione Digitale Your potential. Our passion.

2 Questa Guida riassume per voi le iniziative di Microsoft dedicate al settore pubblico e illustra i vantaggi e le opportunità che le nostre soluzioni possono portare in termini di sicurezza, affidabilità, efficienza e risparmio. Che cosa potrete trovare in questo documento? Prima di tutto la nostra visione sull innovazione e le ragioni che ci spingono a investire in ricerca, a collaborare con le amministrazioni pubbliche e a condividere le nostre conoscenze e competenze con partner e istituzioni. Seguono le novità presenti all interno di EASI Fase II una iniziativa per sostenere le nuove sfide dell egovernment e della modernizzazione della P.A. definite dal recente Codice dell Amministrazione Digitale. Partiremo da un analisi su tematiche di ampio respiro quali la cooperazione applicativa e l interoperabilità, per approdare infine nel cuore delle soluzioni Microsoft studiate per migliorare i servizi e innovare il lavoro dei dipendenti pubblici. Il tutto arricchito da testimonianze di enti centrali e locali, esperienze già realizzate e suggerimenti per mettere a fuoco le giuste motivazioni con cui affrontare le sfide future. Maggio 2005

3 Sommario Le iniziative Microsoft per il settore pubblico...4 L innovazione della Pubblica Amministrazione...4 Passi importanti, sfide future...4 Esperienza e competenze condivise...5 Un ecosistema di imprese al servizio della P.A...5 Standard aperti, trasparenza e sicurezza al primo posto...6 Soluzioni su misura con la tecnologia.net...6 EASI fase II, la nuova proposta Microsoft...7 Condividere soluzioni e innovazione in rete...8 Un Centro di supporto agli enti locali...8 Interoperabilità e cooperazione applicativa...10 Open standard e interoperabilità...10 Il Riuso del software in ambiente Microsoft...10 Un architettura stabile per l egovernment...10 Il Sistema Pubblico di Connettività...11 La Cooperazione attraverso le Porte di Dominio...12 La nuova Busta di egovernment...13 La soluzione Microsoft per la cooperazione applicativa...14 La Directory dei servizi...14 Il sistema di Notifica degli Eventi...15 Microsoft BizTalk Server Esperienze di cooperazione applicativa tra Enti...16 Le soluzioni per innovare la P.A...19 Efficienza Operativa...19 Windows Server 2003: fare di più con meno...19 Mettere al sicuro il proprio Ente...20 Il rispetto della Privacy nella Pubblica Amministrazione...21 I Portali Internet e le soluzioni Microsoft per il front-end...22 Comunicare e collaborare via intranet...23 Accessibilità: realizzare siti a norma di Legge...25 La Posta Elettronica Certificata (PEC)...26 Protocollo Informatico a norma...27 La Carta d Identità Elettronica per l accesso ai servizi...28 Citizen Relationship Management, mettere il Cittadino al centro...29 Business Intelligence: trasformare le informazioni in azione...30 Ripensare la produttività individuale e di gruppo con Office Gli Smart Client...32 L edemocracy per gli Enti locali...33 T-Government, il Cittadino in prima fila...34 A fianco della P.A...34 Link utili...36

4 Le iniziative Microsoft per il settore pubblico L innovazione della Pubblica Amministrazione La Pubblica Amministrazione è per molti aspetti la struttura portante del sistema economico e sociale italiano. È il sistema vivo che permette a Cittadini, Imprese e Amministrazioni di incontrarsi e allo Stato di incoraggiare la crescita della società civile, migliorare la qualità della vita e sostenere il progresso economico del Paese. Promuovere l innovazione della Pubblica Amministrazione è oggi un compito di grande rilevanza, indispensabile per allineare lo sviluppo italiano ai paradigmi europei e modernizzare i processi produttivi interni, favorendo la crescita e l efficienza del sistema Paese. È un impegno che viene richiesto all Italia anche dall Unione Europea, che con il piano eeurope e più in generale con gli impegni fissati nel programma di Lisbona 2010, intende porre nell Economia della Conoscenza e nella Società dell Informazione il cuore della nuova crescita. Puntare sull innovazione significa, infatti, creare maggiori opportunità per il territorio e le imprese, assicurare una vicinanza più stretta tra istituzioni e Cittadini, favorire migliori condizioni di lavoro per gli stessi dipendenti pubblici. Per enti e amministrazioni vuol dire sperimentare nuovi sistemi di Governance per la pianificazione di interventi mirati e il risparmio dei costi, guardando alla riorganizzazione dei servizi e all attuazione di politiche di efficienza e trasparenza amministrativa come opportunità nuove per il rilancio della Pubblica Amministrazione. Passi importanti, sfide future Codice dell Amministrazione Digitale, Art. 10, Organizzazione delle Pubbliche Amministrazioni. Le pubbliche amministrazioni nell organizzare autonomamente la propria attività utilizzano le tecnologie dell informazione e della comunicazione per la realizzazione degli obiettivi di efficienza, efficacia, economicità, imparzialità, trasparenza e semplificazione. La Repubblica promuove la realizzazione e l utilizzo di reti telematiche come strumento di interazione tra le pubbliche amministrazioni e i privati. Il nuovo modello di Stato informatizzato al quale punta il Piano Nazionale di egovernment ha dato vita negli ultimi anni a una vera rivoluzione digitale che ha spinto verso la modernizzazione numerose Regioni, Province e Comuni. La Prima Fase del Piano, arrivata a metà del suo percorso, prosegue passo passo verso il rilascio di nuovi servizi. Molto è stato fatto, ma lo sforzo verso la costruzione di una nuova Società dell Informazione deve oggi essere consolidato e incoraggiato. L avvio della Seconda Fase del Piano Nazionale di egovernment e le numerose iniziative locali rappresentano nuovi percorsi possibili e opportunità importanti di rilancio, dei quali anche le imprese di Information and Communication Technology (ICT) devono farsi carico, portando il proprio bagaglio di competenze, conoscenze e soluzioni. Microsoft sostiene attivamente lo sviluppo dell innovazione nel Paese, condividendo gli obiettivi dei Piani nazionali e regionali e mettendo a disposizione della Pubblica Amministrazione le proprie conoscenze e competenze, risorse e specialisti ICT, partner e consulenti di egovernment. Negli ultimi anni ha deciso di investire ancora di più su iniziative in favore del settore pubblico, puntando su ricerca, innovazione, comunicazione e condivisione dei risultati. Credendo fermamente nella volontà di aiutare le organizzazioni e le persone a realizzare il proprio potenziale, Microsoft offre alle realtà locali, agli amministratori e ai dipendenti pubblici gli strumenti software adatti a creare innovazione e vivere nuove esperienze. Grazie ai propri partner avvicina e sostiene il settore pubblico, portando e trasferendo fiducia e competenza, interesse e passione. 4

5 Esperienza e competenze condivise Il nuovo Codice dell Amministrazione Digitale disegna oggi i contorni normativi della strada che conduce all Innovazione. È una cornice legislativa importante, ma affinché il cambiamento prenda forma serve il supporto efficace delle Imprese del settore ICT. Sono necessarie professionalità e competenze che sappiano accompagnare e assistere le istituzioni, avvicinare e consigliare le imprese, comprendere e tradurre correttamente le istanze dei Cittadini. Il dialogo tra gli attori sociali, le sinergie tra pubblico e privato e il reciproco supporto nello sviluppo sono alla base del progresso del Paese e garantiscono una crescita equilibrata e diffusa. Modernizzare il settore pubblico è un processo continuo che presuppone uno sviluppo permanente e la condivisione di esperienze e risultati. Per questo motivo, Microsoft valorizza al massimo le risorse presenti sul territorio italiano, trasferendo le proprie competenze ai partner che lavorano a livello locale e che affiancano gli enti italiani nella propria evoluzione. In questo modo, Microsoft desidera garantire continuità ai processi di innovazione e al tempo stesso aiutare il sistema Paese a crescere. Un ecosistema di imprese al servizio della P.A. La rete italiana dei partner Microsoft conta circa aziende comprensive di distributori, rivenditori, system integrator, partner certificati, sviluppatori, system builder, centri di formazione certificati. In questa ottica Microsoft stabilisce iniziative specifiche, messe a punto in un confronto continuo con le esigenze maturate sul territorio in ambito pubblico, e crea programmi di formazione mirata per trasferire costantemente il patrimonio di conoscenze e competenze e al tempo stesso i benefici e i vantaggi a una rete capillare di partner, vero punto di forza della società nel portare concretezza e assistenza locale ai progetti di informatizzazione della P.A. Le partnership hanno dimostrato di portare notevoli benefici e vantaggi sia ai fornitori di tecnologie sia a tutte le imprese e amministrazioni pubbliche dell ecosistema che gravita intorno alle tecnologie Microsoft. Garantiscono una vicinanza al cliente e favoriscono la condivisione di conoscenze, la convergenza verso standard comuni e tecnologie interoperabili di nuova generazione; agevolano la costruzione di modelli personalizzabili e riutilizzabili rispondenti ai singoli bisogni; minimizzano i rischi d impresa, distribuendoli sul settore; creano comunità di interessi. La specializzazione e il rapporto costante tra partner e amministrazioni favorisce lo sviluppo di aree di competenza che portano maggiore valore nella fase di costruzione dei servizi, installazioni più efficaci e una migliore gestione del patrimonio esistente e delle soluzioni, evitando così sprechi o duplicati non richiesti, massimizzando gli investimenti nel tempo. Il modello basato sulle partnership porta vantaggi economici sia al settore pubblico sia alla filiera di fornitori ICT. Secondo un recente studio di IDC Italia, per ogni Euro di ricavi generato da Microsoft, l ecosistema complessivo di partner genera quasi 12 Euro. L innovazione tecnologica, dunque, non è fine a se stessa per Microsoft, ma ha conseguenze dirette sulla crescita del Paese e lo sviluppo di un sistema equilibrato, che suddivide i rischi e affronta le sfide locali con maggiore partecipazione e fiducia. 5

6 Standard aperti, trasparenza e sicurezza al primo posto Essere al servizio del Paese per Microsoft significa anche supportare lo sviluppo di standard aperti e soluzioni tecnologiche in grado di dialogare con il patrimonio informatico esistente presso gli enti dello Stato e capaci di favorire la crescita e la diffusione di progetti concreti, replicabili nel tempo e sul territorio. Per questo Microsoft collabora con gli organismi competenti per la definizione degli standard per l interoperabilità dei sistemi e contribuisce con altri fornitori e associazioni di settore a condurre decisivi studi di fattibilità in materia. Nel corso degli ultimi due anni, inoltre, Microsoft ha siglato con le Amministrazioni centrali importanti accordi che vanno in questa direzione e che rilanciano il tema della sicurezza come nodo fondamentale intorno al quale stringere l azione di egovernment. Nel mese di febbraio 2005 ha siglato un Protocollo d Intesa con il Ministero dell Interno, il Government Security Program, per consentire al Ministero di accedere al codice sorgente e alle informazioni tecniche del sistema operativo Windows e di Office Questo programma è pensato per garantire maggiore trasparenza, sicurezza e stabilità dei sistemi e indirizzare le esigenze di interoperabilità e scambio di informazioni tra i governi. L accordo con il Ministero dell Interno formalizza, inoltre, una collaborazione a lungo termine, mirata alla completa trasparenza dei codici che regolano il funzionamento delle piattaforme software utilizzate su tutto il territorio nazionale e testimonia la condivisione di Microsoft dei piani governativi per la sicurezza nazionale. Inoltre, insieme al Ministero delle Comunicazioni, Microsoft Italia ha lanciato iniziative e progetti volti a sensibilizzare Cittadini e Imprese sul problema della sicurezza informatica, mirando ad aumentare il livello di protezione delle reti informatiche e di telecomunicazione della Pubblica Amministrazione. L accordo prevede anche la creazione di una task force in grado di intervenire in maniera preventiva contro i crimini informatici e gestire in maniera rapida ed efficace eventuali situazioni di crisi. Soluzioni su misura con la tecnologia.net Oltre alla garanzia offerta da sicurezza e trasparenza, un altro fattore indispensabile al progresso delle Amministrazioni Pubbliche è il valore della tecnologia. La piattaforma software di Microsoft aiuta a portare nelle organizzazioni pubbliche agilità nei cambiamenti e flessibilità con rapidi cicli di sviluppo delle soluzioni e una veloce messa in esercizio di progetti innovativi. Tutto ciò a costi competitivi rispetto alle spese dell informatica del passato. Le soluzioni Microsoft vengono incontro a chi ha l esigenza di introdurre sistemi di back office efficienti e di nuova generazione, ma anche di un appropriata infrastruttura informatica di supporto alle attività di comunicazione (posta elettronica), collaborazione, gestione dei sistemi e sicurezza. La tecnologia.net e le soluzioni Microsoft si basano su standard aperti e forniscono l ambiente appropriato affinché le applicazioni degli enti pubblici siano stabili, sicure, aperte, integrate e possano essere realizzate in tempi rapidi, in maniera economica e abbiano lunga durata e capacità di adattamento alle differenti condizioni ed esigenze organizzative. Le caratteristiche della piattaforma Microsoft permettono di ripensare i sistemi informativi e investire affinché si realizzino dei risparmi in termini di gestione, chiedendo di più ai propri sistemi IT e spendendo meno, raggiungendo quell efficienza operativa che oggi in tempi di ristrettezze 6

7 economiche è quantomai necessaria. Razionalizzando le risorse è possibile incidere profondamente sull abbattimento dei costi, in particolare per la gestione dei grandi sistemi. Integrazione e flessibilità nella gestione delle componenti applicative sono altri due elementi di rilievo della tecnologia Microsoft, che permette di standardizzare molte componenti di base di un architettura informatica. In questo modo anche il più complesso dei progetti può utilizzare con efficienza componenti software che sono prodotti ad alto volume ed elevato grado di sicurezza e qualità, con grandi benefici sul versante dei costi, della rapidità di sviluppo, della presenza di competenze per il disegno, la gestione e la manutenzione dei progetti. Questa è quella che noi chiamiamo Innovazione integrata: grazie a essa è possibile semplificare la complessità delle tecnologie, estendere le capacità dei computer e permettere a un numero sempre maggiore di persone di accedere alla tecnologia dell informazione, affrontando in anticipo le esigenze future. In questo modo gli enti pubblici sono in grado di lavorare con le tecnologie e gli investimenti fatti, semplificando progettazione, sviluppo, implementazione e manutenzione delle soluzioni nelle organizzazioni e guardando con fiducia ai prossimi impegni progettuali. EASI fase II, la nuova proposta Microsoft Parte centrale dell offerta Microsoft per l innovazione della Pubblica Amministrazione è EASI fase II, il cui obiettivo è di facilitare i processi di trasformazione, lo sviluppo di progetti, l adozione di nuove tecnologie, l adeguamento alle nuove normative in materia di digitalizzazione dei servizi amministrativi. EASI completa e integra l insieme dei prodotti e delle tecnologie che fanno parte dell offerta generale di Microsoft e inserisce ogni soluzione nel contesto della Pubblica Amministrazione italiana, rispondendo in maniera specifica alle esigenze locali. Il programma Microsoft EASI, egovernment Acceleration Solutions per l Italia, nella sua versione originaria, è nato nel 2002 nel quadro di una iniziativa per indirizzare le trasformazioni richieste dal Piano Nazionale di egovernment. Grazie all esperienza e al know-how maturato in questi ultimi anni, Microsoft propone una nuova versione del programma, rilanciando l azione di modernizzazione degli enti pubblici. Le soluzioni proposte sono conformi a tutti i requisiti architetturali e tecnologici adottati dalla Pubblica Amministrazione, agli standard più comuni per la cooperazione applicativa e ai modelli di sviluppo impiegati presso i cantieri dei progetti finanziati nella Prima e nella Seconda Fase del Piano Nazionale di egovernment. Le soluzioni presenti in EASI sono il risultato di progetti concreti, realizzati nel corso degli ultimi anni presso numerosi enti e amministrazioni, oppure il frutto di sperimentazioni svolte presso il Microsoft egovernment Competence Center o da partner Microsoft qualificati. La nuova versione di EASI si allinea con le esigenze espresse dalla normativa maturata negli ultimi anni ed è conforme alle indicazioni presenti nel nuovo Codice dell Amministrazione Digitale. EASI fase II è un mix di componenti di base e materiale di supporto agli sviluppatori e ai Technical decision maker che si pone come obiettivo principale l accelerazione dei processi di innovazione e la messa in opera di soluzioni efficaci, sperimentate e riusabili. Contiene Guide di supporto all architettura IT, documentazione tecnica, codice di esempio riutilizzabile, documentazione di orientamento sulle tematiche di maggiore attualità. 7

8 L offerta presente nella nuova versione di EASI è in continua evoluzione e indirizza i temi del Riuso, della Cooperazione applicativa, dell interoperabilità, della privacy, della produttività individuale e di molti altri fattori abilitanti verso l egovernement. Fornisce percorsi per risolvere in maniera nuova, semplice e rapida temi complessi come il Sistema Pubblico di Connettività, la Busta di egovernment, il T-Government. Rinfresca temi e soluzioni legate allo sviluppo della prima Fase del Piano Nazionale, in particolare relativi ai servizi di front-end, dal protocollo informatico alla Posta Elettronica Certificata. Condividere soluzioni e innovazione in rete Nell ambito delle azioni mirate a favorire il Riuso del software, Microsoft ha dato vita a un iniziativa internazionale che permette agli operatori del settore pubblico di partecipare a un programma denominato Solutions Sharing Network (SSN), che prevede la realizzazione di una comunità on line finalizzata alla comunicazione, allo scambio di informazioni e alla collaborazione tra gli enti governativi, le istituzioni accademiche e altri enti amministrativi. Questa comunità ha l obiettivo di favorire lo scambio di esperienze e nuove pratiche legate al Riuso del software e consentire agli operatori del settore di condividere soluzioni IT, analisi, architetture, procedure, best practice, codice sorgente di applicazioni personalizzate per migliorare l efficienza e ridurre i costi di sviluppo dei progetti a lungo termine. L iniziativa in Italia è stata avviata in collaborazione con la Regione Lombardia e vedrà la costituzione di un Portale del Riuso che consentirà l accesso per la condivisione di soluzioni applicative correlate ai servizi di egovernment e di un forum aperto agli enti locali e ai loro partner. La finalità è di contribuire al processo di condivisione delle informazioni, illustrando soluzioni e best practice. Nel portale ci saranno anche meccanismi per la ricerca e viene offerta l opportunità di definire categorie per classificare le soluzioni migliori. A fianco delle soluzioni applicative il network vedrà la pubblicazione anche di guide di riferimento, documentazione e casi di studio che possono essere presi come esempi per lo sviluppo di nuovi progetti da parte di organizzazioni ed enti pubblici. Un Centro di supporto agli enti locali Parte integrante della stessa offerta EASI fase II è il servizio prestato dal Microsoft egovernment Competence Center. Moderno ed efficiente centro di assistenza che affianca e supporta gratuitamente le Pubbliche Amministrazioni locali nel processo di innovazione tecnologica, vede impegnati congiuntamente Microsoft e Intel. Ha come obiettivo principale di assistere a livello tecnico e operativo gli Enti Locali nella difficile sfida per l implementazione dei progetti promossi dal piano di egovernment nazionale e dai piani regionali o stimolati dai finanziamenti nazionali ed europei. Il Competence Center aiuta a familiarizzare con le nuove tecnologie alla base dell utilizzo della rete e fornisce servizi di informazione, training e consulenza per costruire in autonomia soluzioni innovative di egovernment in conformità con le specifiche tecniche definite dal CNIPA e dal Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie. 8

9 Moderno ed efficiente centro di assistenza che affianca e supporta gratuitamente le Pubbliche Amministrazioni locali nel processo di innovazione tecnologica. Forte dell esperienza di due anni di attività, promuove, inoltre, presso la comunità informatica casi di successo, applicazioni replicabili ed esperienze svolte da altre amministrazioni. A partire dal 2005, ha dato vita anche a una serie di approfondimenti tematici, lezioni interattive e training erogati via Web. Queste conferenze multimediali, denominate Webcast, gratuite e interattive, vengono trasmesse via Internet e sono dedicate al personale tecnico degli enti pubblici affinché possano usufruire di momenti di formazione legati all uso delle tecnologie per la P.A., senza spostarsi dal proprio ufficio. 9

10 Interoperabilità e cooperazione applicativa Open standard e interoperabilità Allo scopo di assicurare il massimo livello di standardizzazione e di interoperabilità delle proprie soluzioni, Microsoft ha adottato lo standard XML e il supporto nativo ai Web service, consentendo ai sistemi informativi di far dialogare applicazioni e scambiare dati indipendentemente dal formato, dal linguaggio di programmazione e dalla piattaforma in uso. I vantaggi derivanti dall adozione di tecnologie e soluzioni per l interoperabilità sono evidenti: si va dalla semplice integrazione con i sistemi legacy esistenti alla facilità di interscambio con applicazioni appartenenti a domini differenti, dalla condivisione di servizi sviluppati all interno del proprio Ente allo sviluppo di servizi federati e aperti, nel rispetto di tutti i necessari requisiti di sicurezza e privacy. La tecnologia.net è in linea con gli standard più diffusi per l interoperabilità dei sistemi. Microsoft collabora attivamente con i maggiori organismi internazionali, come il World Wide Web Consortium (W3C) o il Web Services Interoperability Organization (WS-I), alla definizione degli standard Web, dal protocollo SOAP (Simple Object Access Protocol) al linguaggio XML (exstensible Markup Language), e in generale allo sviluppo della tecnologia per i Web service. Il Riuso del software in ambiente Microsoft In ambito informatico si può parlare di Riuso del software quando si ha la possibilità di impiegare applicazioni già sviluppate in contesti differenti. Perché un applicativo sia riusabile deve cioè soddisfare le stesse esigenze operative passando da un contesto all altro e poter gestire gli stessi processi che tale applicazione deve automatizzare anche in presenza di modelli sistemistici e applicativi differenti. La condivisione delle specifiche funzionali del software è il primo passo per riusare le applicazioni. Il secondo è l interoperabilità, ovvero il fatto che due applicazioni possano scambiarsi dati e informazioni, chiamare tra loro funzioni o servizi applicativi senza che sia necessario da parte di chi scrive un applicazione sapere come è fatta l altra. Per favorire il Riuso del software, Microsoft condivide le specifiche tecniche funzionali alla base delle soluzioni impiegate e adotta open standard, lasciando a fornitori diversi la possibilità di sviluppare prodotti software e applicazioni che diano all utente finale la garanzia di poter interscambiare dati e informazioni a prescindere dalla tecnologie sottostanti e scegliere sulla base del valore e non di aspetti ideologici. Il Riuso applicativo è chiaramente indipendente delle piattaforme e dalle tecnologie di base; il condividere specifiche funzionali di applicazioni sviluppate per la Pubblica Amministrazione consente infatti di poter riusare la loro implemetazione sia su piattaforme Open che Commerciali. Un architettura stabile per l egovernment La proposta Microsoft per la Pubblica Amministrazione è una piattaforma software completa, stabile, efficiente e flessibile che consente di ridurre il più possibile la complessità e i costi dei sistemi. È un infrastruttura integrata, che unisce i servizi di interfaccia verso i Cittadini e le imprese a un livello intermedio di cooperazione applicativa e questo ai sistemi informativi e ai servizi di back office. 10

11 Dal punto di vista dell infrastruttura server, Microsoft propone Windows Server System TM, una famiglia di soluzioni Server progettate per supportare soluzioni end-to-end basate su Windows Server TM È un infrastruttura completa e interoperabile che aiuta a migliorare l impatto strategico degli investimenti effettuati per sostenere le esigenze di infomatizzazione degli enti pubblici di ogni dimensione. È incentrata sul concetto di innovazione integrata: un approccio di progettazione completo che permette di semplificare lo sviluppo, il rilascio e la gestione dei servizi attraverso l anticipazione di esigenze e opportunità. L integrazione delle soluzioni della famiglia Windows Server System facilita la cooperazione applicativa e l interazione con i dati e le applicazioni dell ambiente IT allo scopo di aumentare l affidabilità e la sicurezza dell infrastruttura, ridurre i costi dei processi operativi e fornire nuove funzionalità in grado di supportare sia il consolidamento dei sistemi sia l espansione delle organizzazioni o la loro integrazione con altre amministrazioni. Il fondamento di Windows Server System è il sistema operativo Microsoft Windows Server 2003, che fornisce l infrastruttura di base e i servizi comuni ai tre livelli di sviluppo: front-office, cooperazione applicativa e back office. La piattaforma offre il modello di protezione sottostante, i servizi di directory e di gestione necessari per supportare l infrastruttura operativa; il modello per la definizione e la programmazione delle applicazioni, come base per l infrastruttura applicativa; i servizi dati e di collaborazione essenziali per integrare servizi di back office. La piattaforma Microsoft per l egovernment comprende un modello di programmazione integrato, basato su.net Framework che, grazie agli XML Web service, permette di ottenere l integrazione del software applicativo; Internet Information Services, un server Web in grado di garantire sicurezza, affidabilità e velocità; servizi di directory che consentono di ottenere livelli superiori di prestazioni, scalabilità e flessibilità. Insieme, Visual Studio.NET 2003 e Windows Server 2003 formano una piattaforma applicativa unificata, con un modello di programmazione coerente e scalabile per applicazioni mission critical di qualsiasi tipo. Il Sistema Pubblico di Connettività Il Sistema Pubblico di Connettività (SPC) è la nuova autostrada sulla quale viaggeranno le informazioni della Pubblica Amministrazione. Come specifica il D.Lgs 42/2005, è l insieme di infrastrutture tecnologiche e di regole tecniche per lo sviluppo, la condivisione, l integrazione e la diffusione del patrimonio informativo e dei dati della P.A., necessarie per assicurare l interoperabilità e la cooperazione applicativa dei sistemi informatici e dei flussi informativi, garantendo la sicurezza, la riservatezza delle informazioni, nonché la salvaguardia e l autonomia del patrimonio informativo di ciascuna pubblica amministrazione. La realizzazione architetturale e organizzativa di questa rete deve assicurare il coordinamento informativo e informatico dei dati tra le amministrazioni centrali, regionali e locali e avvenire, di conseguenza, nel rispetto della natura federata, policentrica e non gerarchica del sistema italiano. SPC intende favorire l economia nell utilizzo dei servizi di rete, l interoperabilità e il supporto alla cooperazione applicativa. Affinché il Sistema Pubblico di Connettività sia pienamente operativo le pubbliche amministrazioni, nell ambito della loro autonomia funzionale e gestionale, devono adottare soluzioni tecniche compatibili con la cooperazione applicativa nella progettazione e gestione dei propri sistemi informativi. 11

12 Il Sistema Pubblico di Connettività è un sistema di infrastrutture tecnologiche e regole comuni di interfaccia per interconnettere la P.A. e diffondere il suo patrimonio informativo, razionalizzando le soluzioni telematiche esistenti e introducendo un ambiente comune per integrare le applicazioni. D.Lgs 42/2005 La Cooperazione attraverso le Porte di Dominio La cooperazione applicativa tra i domini è una funzione indispensabile per realizzare l interconnessione tra le pubbliche amministrazioni e lo scambio di informazioni tra i sistemi delle organizzazioni strutturate in domini federati. Come si realizza? In sintesi, avviene tramite un canale di interscambio basato su standard aperti (Web service, XML, SOAP) che agevola il passaggio di messaggi tra i domini. Grazie al Sistema Pubblico di Connettività, ogni dominio della rete colloquia con gli altri attraverso una componente infrastrutturale di interfaccia denominata Porta di dominio che svolge funzioni di barriera di ingresso per autorizzare l accesso alle risorse applicative della rete e tradurre i messaggi provenienti da altri domini. Questa componente può svolgere le funzioni di Porta Applicativa per mettere servizi e dati a disposizione degli altri domini oppure la funzione di Porta Delegata per richiedere dati e servizi ad altri domini. Ogni porta di dominio deve assicurare i livelli di sicurezza indicati nelle specifiche tecniche elaborati da CNIPA, gestendo i profili di collaborazione previsti, essere in linea con gli standard definiti per il formato dei messaggi (busta di egovernment), verificare l integrità dei documenti ricevuti e la rispondenza della firma digitale allegata, controllare l autorità che ha emesso i certificati elettronici. Le funzioni delle Porte di dominio permettono il dialogo tra servizi e sono dunque fondamentali per garantire la sicurezza e l interscambio di dati o informazioni tra enti appartenenti a una stessa rete. Le Porte di dominio si posizionano così tra le componenti di back end, gli archivi amministrativi, i servizi locali e la rete pubblica, oppure tra aree differenti di una medesima organizzazione suddivisa in domini federati, svolgendo il ruolo di interprete o di filtro dei dati ricevuti e trasmessi. 12

13 Le porte di dominio permettono il dialogo tra i servizi e la comunicazione tra applicazioni distribuite appartenenti anche a enti differenti La nuova Busta di egovernment La Busta di egovernment è il modello logico e funzionale con cui si realizza la composizione di un messaggio mediante il quale si trasferiscono o richiedono informazioni e dati all interno del Sistema Pubblico di Connettività, secondo il paradigma della cooperazione applicativa. Porte di dominio, Sistema Pubblico di Connettività e Busta di egovernment sono i pilastri dell architettura di egovernment per la cooperazione applicativa 13

14 Le specifiche tecniche della Busta di egovernment sono state rilasciate da CNIPA a più riprese. L ultima definizione, diffusa nel mese di aprile 2004, supera e migliora il modello elaborato nel 2002, fornendo una specifica più dettagliata e precisa, in particolare nella definizione dello standard da utilizzare per garantire la sicurezza, e nel formato dell intestazione del messaggio. Tale modello permette di gestire gli scambi di informazioni in modo indipendente dalle applicazioni; definire un interfaccia uniforme per le interazioni tra enti pubblici e terze parti; raggiungere migliori livelli di servizio, affidabilità e sicurezza. La soluzione Microsoft per la cooperazione applicativa Nell ambito di EASI Fase II Microsoft propone un nuovo framework di sviluppo per favorire un efficace e rapida implementazione del modello di cooperazione applicativa. La soluzione aiuta a realizzare in tempi brevi, in maniera indipendente dalle piattaforme presenti presso le amministrazioni pubbliche, Porte di dominio che dialogano con Buste di egovernment che supportano le specifiche tecniche di ultima generazione definite da CNIPA. La soluzione, denominata.net Toolkit per la Busta di egovernment, è un framework composto da: una libreria di codice utilizzabile su piattaforma Microsoft.NET; una Guida all utilizzo di questa libreria con alcuni tutorial pratici per la realizzazione di Porte di dominio in grado di interoperare con porte applicative e porte delegate realizzate su qualsiasi piattaforma (Windows, Unix ecc.); documentazione tecnica; scenarii di esempio realizzati in Visual Basic.NET e Visual C#. La libreria è quindi un add-on dell ambiente di sviluppo Visual Studio.NET, ed è distribuita liberamente, aperta, facile da utilizzare e documentata in italiano. Può essere impiegata in qualunque scenario in cui sia richiesto l invio di messaggi costruiti secondo il nuovo modello di Busta di egovernment. Oltre a sfruttare le funzionalità native del Microsoft.NET Framework e dei Web Services Enhancements (WSE) 2.0, Microsoft rilascia anche le estensioni SOAP necessarie per indirizzare alcune particolari specifiche della Busta di egovernment, in particolare per l integrazione di qualsiasi tipo di allegato al messaggio SOAP, secondo quanto previsto dallo standard SOAP with Attachments. L ambiente di sviluppo del Toolkit fornisce agli sviluppatori un ambiente di programmazione ad oggetti che nasconde la complessità del formato della Busta di egovernment e pertanto aumenta la flessibilità, riducendo drasticamente i tempi di sviluppo, al fine di lasciare alle amministrazioni maggiori opportunità per focalizzarsi sui contenuti applicativi dei servizi da erogare. Inoltre, rispetta i presupposti per una piena operatività all interno della rete, assicurando la giusta autonomia e sicurezza dei servizi locali delle singole amministrazioni e il livello adeguato di interoperabilità applicativa di base tra enti di una rete locale o la cooperazione e l interscambio sulla rete nazionale. La Directory dei servizi Per abilitare gli scambi transazionali, soddisfare le richieste di servizio prodotte dagli sportelli di front-office e gestire al meglio l aumento del numero dei servizi offerti dalle amministrazioni, è utile poter contare su una Directory dei servizi, una sorta di registro pubblico che da un lato elenca i servizi di cooperazione applicativa disponibili sulle porte di dominio delle diverse amministrazioni 14

15 e dall altro esplicita le modalità tecniche di accesso. Grazie a queste directory, le modalità di accesso e di interfacciamento ai servizi erogati da amministrazioni che partecipano a un Dominio di Cooperazione possono essere rese pubbliche, indipendente dalla piattaforma software sulla quale sono stati realizzati i servizi stessi e le Porte di Dominio. La soluzione Microsoft per la Directory dei servizi è incorporata a livello nativo nel sistema operativo Windows Server 2003, supporta le specifiche dell Organization for Advacement of Structured Information Standard (OASIS): lo standard UDDI per la creazione dei cosiddetti business services. La soluzione assicura l identificazione dei servizi esportati dal punto di vista amministrativo e funzionale (tipologia e varianti, ruoli abilitati, associazione agli eventi della vita, ecc.), l individuazione delle porte di dominio e delle amministrazioni di competenza, la descrizione dei servizi esportati (modalità di accesso, profili di collaborazione, formato di codifica dei messaggi). Microsoft mette a disposizione, attraverso i servizi dell egovernment Competence Center, un esempio di utilizzo di UDDI nel quale i servizi on line ai cittadini e alle imprese possono essere classificati sia per ente erogante, sia secondo la classificazione dei cosiddetti Eventi della vita, questo esempio è stato sviluppato nell ambito del progetto nazionale PEOPLE, e può essere riutilizzato ed esteso in altri contesti. Il sistema di Notifica degli Eventi Per completare l efficacia della Cooperazione Applicativa è necessario applicare anche il modello della Notifica degli Eventi. Dopo la condivisione delle informazioni (Registri), la creazione di interfacce tra domini (Porte), la trasmissione dei dati attraverso standard comuni (Busta di egovernment) e la definizione di una rete condivisa (SPC), è necessario che ogni Ente possa notificare l avvenuto cambiamento di informazioni relative a un oggetto applicativo (per esempio, il cambio di residenza di una persona) o la generazione di nuovi dati (come nel caso di una nascita). Questo meccanismo, basato su eventi, avviene secondo il paradigma del Publish and Subscribe, ovvero della notifica contemporanea al cambiamento dei dati iscritti in un archivio. La soluzione proposta da Microsoft Italia nel 2002, nell ambito della prima edizione del programma EASI, prendeva il nome di Event Notification System (ENS) e consisteva in una implementazione prototipale, destinata a essere utilizzata come base per la realizzazione di sistemi più complessi. Il Sistema di Notifica proposto è tra i primi realizzati utilizzando il paradigma dei Web CASI di STUDIO service e il relativo modello di registro dei servizi (UDDI). Tutti i messaggi scambiati Istituto Zooprofilattico da e verso questo sistema, siano essi messaggi di registrazione, sottoscrizione, generazione dell Abruzzo e del Molise dell evento, notifica dell evento, sono messaggi SOAP formattati secondo lo standard base [www.microsoft.com/italy/casi] della Busta di egovernment. A testimonianza della validità del modello proposto, alcune L Anagrafe Bovina nazionale società partner negli ultimi anni hanno realizzato sistemi di Notifica degli Eventi su [www.anagrafe.izs.it] piattaforma Microsoft, estendendo e irrobustendo il prototipo ENS con l utilizzo del prodotto Microsoft BizTalk Server e di ulteriori sviluppi. Un esempio di questa implementazione è quello proposto dalla società partner NETA (Gruppo Engineering) per l Istituto Zooprofilattico dell Abruzzo e del Molise relativo all Anagrafe Bovina Nazionale. Grazie alla tecnologia Microsoft e alle soluzioni EASI, l Istituto ha sviluppato un servizio integrato su tre livelli, uno locale, uno regionale e uno nazionale e permette il monitoraggio del movimento di circa 8 milioni e 15

16 mezzo di capi bovini presenti in Italia. La soluzione di NETA è inoltre parte integrante del framework regionale Cohesion per lo sviluppo di servizi telematici ai cittadini e alle imprese della Regione Marche; recentemente la soluzione della Regione Marche è stata migrata su piattaforma Microsoft BizTalk Server 2004 e completamente integrata con la nuova Porta di Dominio realizzata con il.net Toolkit per la Busta di egovernment. Microsoft BizTalk Server 2004 La soluzione Microsoft BizTalk Server 2004 è uno strumento di orchestrazione generale dei servizi applicativi che può facilmente essere implementato in progetti di egovernment per accelerare i processi di integrazione. È uno strumento di cooperazione applicativa che comprende servizi di integrazione per le applicazioni interne e servizi di distribuzione verso organizzazioni esterne. Aiuta i differenti livelli di un architettura applicativa a dialogare e comprende numerose CASI di STUDIO funzionalità di orchestrazione dei processi: acceleratori verticali di soluzioni e di settore; Ministero dell Ambiente strumenti di monitoraggio; un motore per le regole di business completo; servizi di [www.microsoft.com/italy/casi] trasporto e di routing dei documenti; servizi di conversione dei dati (XML, EDI, RosettaNet, Portale Cartografico Nazionale ecc.), automazione e gestione dei processi; servizi di analisi dei dati e data mining; servizi [www.atlanteitaliano.it] di configurazione, gestione e integrazione della piattaforma Microsoft Windows, servizi di scalabilità e di integrazione della protezione. Microsoft BizTalk Server è stato impiegato con successo nella soluzione adottata presso il Ministero dell Ambiente per lo sviluppo dell Atlante Cartografico Italiano e fa parte dell architettura proposta da Microsoft per il progetto PEOPLE. Esperienze di cooperazione applicativa tra Enti Microsoft e i suoi partner hanno maturato numerose esperienze a fianco della Pubblica Amministrazione in materia di integrazione dei sistemi informativi e di cooperazione applicativa. Tra i progetti più significativi per l importanza ricoperta a livello nazionale e per gli enti coinvolti, si possono ricordare le seguenti esperienze realizzate anche con il contributo della tecnologia Microsoft e, nei casi più recenti, del.net Toolkit per la Busta di egovernement. Questo patrimonio è oggi condiviso a livello nazionale e riguarda casi replicabili e riusabili in nuovi contesti amministrativi. Il SIL della Regione Sardegna La prima esperienza riguarda il mercato del lavoro, candidato ideale a sperimentare modelli di cooperazione applicativa. Il forte decentramento su base provinciale dei Servizi Pubblici per l Impiego, le esigenze legate alla nuova Borsa Continua Nazionale del Lavoro (BCNL) e la gestione dei suoi nodi regionali allacciati ai Sistemi Informativi del Lavoro (SIL) delle Regioni, ha portato le realtà locali a scegliere architetture di cooperazione applicativa. È il caso della Regione Sardegna, che grazie al supporto di Accenture, ha sviluppato il proprio SIL su due livelli nativamente integrati: regionale e provinciale. L adozione della tecnologia Microsoft sta supportando l integrazione con il livello nazionale per mezzo di Porte di Dominio sviluppate in ambiente.net. La soluzione permetterà il dialogo tra le applicazioni e il coordinamento di servizi per la gestione completa delle informazioni relative ai lavoratori e potrà includere le comunicazioni obbligatorie a INPS e INAIL. 16

17 Lo Schema del Sistema Informativo per il Lavoro (SIL) della Regione Sardegna sviluppato da Accenture PER APPROFONDIRE SigmaTER [www.sigmater.it] OpenPDD [www.openpdd.org] CORE [www.corenet.it] SigmaTER, il catasto in Rete Di particolare interesse è l iniziativa di cooperazione applicativa nata nell ambito del progetto SIGMA TER - Servizi Integrati catastali Geografici per il Monitoraggio Amministrativo del TERritorio. Approvato dal Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie, il progetto affianca il processo nazionale di decentramento del Catasto. Avrà un impatto su circa 10 milioni di Cittadini e migliaia di operatori della Pubblica Amministrazione. Sviluppato per assicurare il flusso di dati catastali tra Agenzia del Territorio e i Comuni e garantire una migliore conoscenza del territorio sotto il profilo fiscale e amministrativo, SIGMA TER ha realizzato un infrastruttura per l interscambio di informazioni catastali e territoriali fra amministrazioni di diverso ordinamento (Ministero delle Finanze, Regioni e Comuni). La cooperazione applicativa necessaria per assicurare valenza amministrativa al flusso dei dati tra gli enti coinvolti è stata progettata garantendo: aderenza alle specifiche tecniche emesse dal Cnipa e portabilità delle applicazioni indipendentemente dalla piattaforma tecnologica. La scelta è stata condivisa e sviluppata con altri due progetti di egovernment di respiro nazionale: People e DocArea. Microsoft ha voluto cogliere questa sfida e, insieme alla società partner CORE S.r.l. di Bologna, sfruttando il framework.net Toolkit per la Busta di egovernment ha realizzato PDD.NET, la prima soluzione per la porta di dominio su piattaforma commerciale disponibile gratuitamente per gli operatori del settore. Totalmente interoperabile con il mondo Java, PDD.NET sfrutta il meglio della tecnologia.net per la realizzazione di un set completo di funzionalità predefinite e di plug-in corredati di esempi che ne garantiscono l integrazione in svariati contesti tecnologici: un concreto e pratico contributo di Microsoft alla costruzione dell egovernment in Italia. Microsoft: tecnologie e soluzioni innovative per la Pubblica Amministrazione 17

18 PEOPLE, servizi per gli enti locali Infine, segnaliamo il Progetto PEOPLE per l erogazione di circa 200 servizi on line ai Cittadini e alle Imprese nella Pubblica Amministrazione Locale. PEOPLE è finalizzato alla costruzione di piattaforme pilota per l erogazione di servizi e alla definizione di un insieme di modelli e standard replicabili anche al di fuori degli Enti partecipanti al progetto. Per l occasione Microsoft ha messo a punto un architettura specifica e riusabile, riconosciuta dal comitato tecnico PEOPLE come una delle piattaforme di riferimento, adeguata e completa rispetto alle esigenze progettuali. La soluzione realizzata da Microsoft è oggi dispiegabile su tutto il territorio nazionale PER APPROFONDIRE e rispetta i protocolli Internet e gli standard approvati da PEOPLE. L architettura si basa Progetto PEOPLE su 3 livelli distinti e integrati (front-end, virtual service e back end), a supporto della [www.progettopeople.it] realizzazione di portali, delle attività dei centri servizi e dei Comuni. A questi strati applicativi si possono aggiungere anche servizi trasversali di posta certificata, autenticazione e gestione, a completezza di un offerta che può essere estesa a diversi enti italiani e declinata secondo le esigenze specifiche. Inoltre, soluzioni aggiuntive e i prodotti disponibili sulla piattaforma Microsoft si possono mappare direttamente sulle varie componenti dell architettura PEOPLE, permettendo di coprire le esigenze di ciascuno dei tre layer dell architettura, garantendo l interoperabilità con soluzioni realizzate su ogni altra piattaforma. L architettura di PEOPLE in ambiente.net e i tre livelli integrati per la strutturazione dei servizi 18

19 CASI di STUDIO Poste Italiane, INPS, Provincia di Parma, Azienda Ospedaliera di Villa Scassi, Polizia Ferroviaria, Provincia di Teramo, Regione Marche [www.microsoft.com/italy/casi] Le soluzioni per innovare la P.A. Efficienza Operativa In questi anni la crescita dei budget dedicati all informatica ha subito un brusco rallentamento e la maggior parte degli investimenti in tecnologia è utilizzata per gestire l infrastruttura esistente, con una costante riduzione degli importi destinati allo sviluppo di nuovi progetti. L incremento dei costi e della complessità dei sistemi, l aumento dei rischi relativi alla protezione e la difficoltà di allineare il sistema informativo agli obiettivi sono alcune delle principali sfide che i reparti IT delle grandi organizzazioni pubbliche devono affrontare. Gli enti pubblici si trovano sempre più di fronte all esigenza di contenere i costi e di ottenere maggiori risultati con risorse limitate. Migliorare l efficienza operativa dell infrastruttura IT permette di ridurre i costi e le complessità di gestione dei sistemi e delle applicazioni, mantenendo al tempo stesso la qualità dei servizi. Per incrementare l efficienza operativa dei sistemi dei propri clienti, Microsoft punta su un insieme di prodotti e servizi di gestione integrati nel sistema operativo server che aiutano gli enti pubblici ad acquisire un livello adeguato di facilità di gestione, una semplicità fatta di sicurezza, livelli di servizio, produttività ed efficienza, a costi competitivi. Questa combinazione di tecnologie, soluzioni e standard permette di creare, installare e provvedere alla manutenzione dei sistemi informativi a un rapporto costo/risultato realmente conveniente. Le tecnologie di gestione Microsoft permettono di monitorare le performance di sistemi distribuiti da una singola posizione centralizzata, automatizzare l inventario degli asset tecnologici e del deployment applicativo aziendale, rispondere in tempo reale all evoluzione delle capacità richieste. Windows Server 2003: fare di più con meno Microsoft Windows Server 2003 rappresenta la pietra angolare della piattaforma server di Microsoft che permette alle organizzazioni, dalla più grande alla più piccola, di ottenere più valore dai propri investimenti in tecnologia, riducendo al tempo stesso i costi. Windows Server 2003 è una componente fondamentale della famiglia Windows Server System: mette a disposizione delle organizzazioni pubbliche un infrastruttura che aumenta la produttività dei propri dipendenti che utilizzano il PC e i dispositivi digitali per lo svolgimento delle attività quotidiane. In particolare, il sistema operativo server favorisce la collaborazione e la condivisione delle informazioni all interno delle organizzazioni, consentendo l accesso ai dati e alle risorse aziendali ovunque si trovino. Sicurezza e diminuzione drastica del downtime sono stati i principali obiettivi nella realizzazione del sistema operativo. Microsoft ha introdotto tecnologie volte a ridurre le possibilità di attacchi ai server per aiutare gli amministratori IT ad avere infrastrutture sempre più affidabili con elevati livelli di sicurezza. Le infrastrutture basate su Windows Server 2003 sono in grado di offrire risultati in termini di migliori prestazioni, riduzione dei costi di gestione, maggior produttività del personale IT addetto e minori costi di deployment. Microsoft: tecnologie e soluzioni innovative per la Pubblica Amministrazione 19

20 INPS, un taglio ai costi e apertura al Web con la tecnologia.net L Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS) abbandona la piattaforma IBM AS/400 per le tecnologie Web e i sistemi aperti, scegliendo l architettura.net. Per rispondere all evoluzione dei bisogni degli utenti e alle crescenti responsabilità in ambito Welfare, ha messo in atto una migrazione record che ha ridotto drasticamente i costi di gestione e sviluppo, migliorato l efficienza e la produttività, salvaguardando il ricco patrimonio applicativo e le competenze dell ente. Inoltre, l Istituto ha voluto eliminare la propria dipendenza da sistemi legacy, razionalizzando le risorse, per aprirsi alla tecnologia Web e migliorare la produttività nello sviluppo del software, offrendo al contempo nuovi servizi on line ai propri utenti. La scelta della tecnologia Microsoft.NET ha consentito di tagliare drasticamente i costi di gestione dell infrastruttura informatica e ridurre in modo sostanziale anche quelli per la manutenzione e lo sviluppo del software. La nuova piattaforma, aperta e flessibile, permette infatti di progettare facilmente e velocemente nuovi servizi per cittadini e imprese e modificare con semplicità gli applicativi e le procedure già operative. La capacità del framework.net di riutilizzare nativamente i programmi già scritti in COBOL ha dato velocità e semplicità all attività di migrazione. Tra i vantaggi ottenuti, oltre ai tempi record con cui è avvenuta la migrazione (che ha coinvolto circa 300 applicazioni utilizzate da più di 20 mila dipendenti), c è anche l opportunità di impiegare in futuro i Web service, che rendono più semplice l interoperabilità con le altre amministrazioni, da sempre obiettivo strategico per l INPS. Mettere al sicuro il proprio Ente Codice dell Amministrazione Digitale, Art. 54, La sicurezza dei dati. I documenti informatici delle pubbliche amministrazioni devono essere custoditi e controllati con modalità tali da ridurre al minimo i rischi di distruzione, perdita, accesso non autorizzato o non consentito o non conforme alle finalità della raccolta. Secondo le stime più recenti, gli attacchi informatici aumentano in numero e virulenza ogni anno e generano danni per i quali occorrono in media dai 2 ai 5 giorni per riprendersi. Il blocco dei sistemi, l infezione di virus o worm, la manomissione della rete informatica possono causare danni estremamente pericolosi, rallentare o fermare le attività interne agli enti, facendo spendere ingenti somme di manutenzione per il ripristino dei sistemi o il recupero dei dati. Potrebbero anche arrecare danni, seppur involontariamente, ai Cittadini e agli utenti, ritardando l erogazione delle prestazioni, compromettendo i servizi e la salvaguardia di informazioni riservate. È necessario che la rete interna o le extranet, la posta elettronica, le attrezzature o i sistemi controllati via software, gli strumenti per la produttività individuale siano sempre in funzione per evitare sprechi e perdite economiche. È giusto, dunque, prestare la dovuta attenzione alla sicurezza informatica anche nella Pubblica Amministrazione, tanto più che si tratta di servizi pubblici, in cui le istituzioni hanno una responsabilità diretta nei confronti dei Cittadini. Microsoft ha studiato soluzioni specifiche per assistere e sensibilizzare la Pubblica Amministrazione sul tema della sicurezza informatica, avviando numerose iniziative e programmando periodici incontri e seminari di orientamento presso l egovernment Center. Attraverso le proprie tecnologie, i servizi e prodotti Microsoft specifici per la prevenzione di attacchi e la protezione dei sistemi informativi, è in grado di offrire una risposta completa ai responsabili della sicurezza delle realtà amministrative locali e centrali. Inoltre, negli ultimi anni Microsoft ha lavorato molto al miglioramento del proprio software per garantire i più elevati livelli di affidabilità e sicurezza, rendendo disponibili aggiornamenti e nuovi prodotti adatti a realtà amministrative di ogni dimensione. 20

Nuovi strumenti Microsoft EASI per la Cooperazione Applicativa ed il Sistema Pubblico di Connettività

Nuovi strumenti Microsoft EASI per la Cooperazione Applicativa ed il Sistema Pubblico di Connettività Nuovi strumenti Microsoft EASI per la Cooperazione Applicativa ed il Sistema Pubblico di Connettività Forum P.A. Roma, 9 Maggio 2005 Antonello Maraglino Business Development Manager Public Sector Microsoft

Dettagli

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE Flavia Marzano marzano@cibernet.it 10/05/2004 ARPA Club Forum PA 2004 Contenuti Cenni normativi Sistema di gestione documentale:

Dettagli

La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia

La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia Il 2006 ha registrato alcuni segnali positivi di ripresa, sia dell'economia italiana che dell Information

Dettagli

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government Il progetto P.E.O.P.L.E. Dimensioni del progetto Presentato da 55 enti con quasi 7,4 milioni di abitanti, circa il 13% della popolazione nazionale. P.E.O.P.L.E. si basa su un budget iniziale complessivo

Dettagli

Organization Intelligence: Approccio e Tecnologia

Organization Intelligence: Approccio e Tecnologia Organization Intelligence: Approccio e Tecnologia [Knowledge] «In organizations it often becomes embedded not only in documents or repositories but also in organizational routines, processes, practices

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 ADMINISTRA COMUNE DI NAPOLI Il progetto Administra nasce dall esigenza del Comune di Napoli di disporre di un unica infrastruttura tecnologica permanente di servizi

Dettagli

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi L AMMINISTRAZIONE LOCALE: IL FRONT OFFICE DELL INTERO MONDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Con il Piano di E-Government, con il ruolo centrale

Dettagli

Portale integrato Lavoro, Formazione, Politiche sociali e Osservatorio e servizio Centri Impiego On Line

Portale integrato Lavoro, Formazione, Politiche sociali e Osservatorio e servizio Centri Impiego On Line Portale integrato Lavoro, Formazione, Politiche sociali e Osservatorio e servizio Centri Impiego On Line Dott.ssa Alessandra Bordini Provincia di Reggio Calabria Responsabile Servizio Pianificazione Progettazione

Dettagli

MICROSOFT DYNAMICS: SOLUZIONI GESTIONALI PER L AZIENDA

MICROSOFT DYNAMICS: SOLUZIONI GESTIONALI PER L AZIENDA MICROSOFT DYNAMICS: SOLUZIONI GESTIONALI PER L AZIENDA Microsoft Dynamics: soluzioni gestionali per l azienda Le soluzioni software per il business cercano, sempre più, di offrire funzionalità avanzate

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE)

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) Comune di Vigonovo Sistemi Informativi Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni

Dettagli

P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6

P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6 Comune di Sospirolo P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6 PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione

Dettagli

IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE

IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE SCHEDA Il Codice è il risultato di oltre due anni di lavoro, di continue interazioni con tutti i livelli istituzionali, con le Regioni e le Autonomie Locali. È stato

Dettagli

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA 1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA La Regione Siciliana ha intrapreso nell'ultimo decennio un percorso di modernizzazione che ha come frontiera la creazione della Società dell Informazione, ovvero

Dettagli

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Dopo anni di innovazioni nel settore dell Information Technology, è in atto una profonda trasformazione.

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo on-line Standard tecnici del sistema informativo per l invio telematico del Prospetto Informativo Documento: UNIPI.StandardTecnici Revisione

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale

Programma ELISA - Proposta progettuale Macro descrizione del progetto Il progetto intende fornire alle amministrazioni locali gli strumenti per un ottimale governo dell erogazione dei servizi sui diversi canali e per la definizione di concrete

Dettagli

Descrizione generale. Architettura del sistema

Descrizione generale. Architettura del sistema Descrizione generale Sister.Net nasce dall esigenza di avere un sistema generale di Cooperazione Applicativa tra Enti nel settore dell Informazione Geografica che consenta la realizzazione progressiva

Dettagli

UNA POLITICA PER LA SANITÀ ELETTRONICA

UNA POLITICA PER LA SANITÀ ELETTRONICA Ministro per l innovazione e le tecnologie Tavolo Permanente Sanità Elettronica delle Regioni e delle Province Autonome UNA POLITICA PER LA SANITÀ ELETTRONICA Per un migliore e più efficiente Sistema Sanitario

Dettagli

Pubblico e privato nelle strategie di e-government

Pubblico e privato nelle strategie di e-government Ruolo degli Enti Locali nel Piano di e-government La strategia del Comune per l e-government Gli strumenti attuativi della strategia Il necessario apporto del privato Ruolo degli Enti Locali nel Piano

Dettagli

Il nuovo codice della PA digitale

Il nuovo codice della PA digitale Il nuovo codice della PA digitale 1. Cosa è e a cosa serve Le pubbliche amministrazioni sono molto cambiate in questi ultimi anni: secondo i sondaggi i cittadini stessi le vedono mediamente più veloci

Dettagli

L evoluzione del Sistema Informativo della fiscalità. Il nuovo paradigma dei servizi

L evoluzione del Sistema Informativo della fiscalità. Il nuovo paradigma dei servizi L evoluzione del Sistema Informativo della fiscalità Il nuovo paradigma dei servizi Ing. Giuseppe Lacerenza Roma, 21 maggio 2007 Il nuovo paradigma dei servizi Indice Sogei e il Sistema informativo della

Dettagli

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA Obiettivo Richiamare quello che non si può non sapere Fare alcune precisazioni terminologiche IL COMPUTER La struttura, i componenti

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

COMUNE DI CASTELCUCCO

COMUNE DI CASTELCUCCO COMUNE DI CASTELCUCCO Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni ai sensi art. 24, comma 3 bis D.L. n. 90/2014 e s.m.i. SOMMARIO 1 CONTESTO

Dettagli

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc.

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc. AS/400 STAMPANTI SERVER WINDOWS WORKSTATIONS MATERIALI DI CONSUMO SERVER LINUX CORSI DI FORMAZIONE CHI SIAMO Solution Line è una società di consulenza composta da professionisti di pluriennale esperienza,

Dettagli

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina COMUNE DI FIRENZE Area Comunicazione Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina Forum P.A. - Roma, 08 maggio 2006 I PERCORSI DI CAMBIAMENTO E INNOVAZIONE NEL COMUNE DI FIRENZE

Dettagli

RELAZIONE E COMUNICAZIONE. Sviluppare la gestione delle relazioni con i clienti grazie a:

RELAZIONE E COMUNICAZIONE. Sviluppare la gestione delle relazioni con i clienti grazie a: RELAZIONE E COMUNICAZIONE Sviluppare la gestione delle relazioni con i clienti grazie a: Microsoft Office System 2007 Windows Vista Microsoft Exchange Server 2007 è ancora più potente ed efficace, grazie

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

Dalla strategia all implementazione: proposte concrete per l innovazione nella P.A.

Dalla strategia all implementazione: proposte concrete per l innovazione nella P.A. Milano, 18 novembre 2009 Gestione della conformità alle normative, Dematerializzazione e Collaborazione in tempo reale: il valore di una piattaforma integrata per gli Enti Pubblici Locali Dalla strategia

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

Programmi europei: opportunità per Regioni ed Enti Locali

Programmi europei: opportunità per Regioni ed Enti Locali Programmi europei: opportunità per Regioni ed Enti Locali ForumPA - Roma, 22 Maggio 2007 Flavia Marzano flavia.marzano2@unibo.it Roma, 22 Maggio 2007 Flavia Marzano 1 Ricerca europea? Arrivare al 3% del

Dettagli

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno In questi ultimi anni gli investimenti

Dettagli

Internet e la Banca. Relatore Andrea Falleni, Responsabile Prodotti e Soluzioni BST Banking Solutions & Technologies Gruppo AIVE

Internet e la Banca. Relatore Andrea Falleni, Responsabile Prodotti e Soluzioni BST Banking Solutions & Technologies Gruppo AIVE Internet e la Banca Relatore Andrea Falleni, Responsabile Prodotti e Soluzioni BST Gruppo AIVE 1 Scenario Le BANCHE in Italia, al contrario delle concorrenti europee, hanno proposto, sul mercato dei nuovi

Dettagli

Appendice D. D. Web Services

Appendice D. D. Web Services D. D.1 : cosa sono I cosiddetti sono diventati uno degli argomenti più attuali nel panorama dello sviluppo in ambiente Internet. Posti al centro delle più recenti strategie di aziende del calibro di IBM,

Dettagli

Open City Platform OCP

Open City Platform OCP Open City Platform OCP Come rendere intelligente la città (un passo per volta)? Una piattaforma cloud aperta robusta, scalabile e flessibile per accelerare l attivazione digitale dei servizi della PA INFN

Dettagli

PROFILO AZIENDALE MISSION & VISION

PROFILO AZIENDALE MISSION & VISION COMPANY PROFILE 2014 PROFILO AZIENDALE Posytron è una società di consulenza tecnologica e gestionale certificata ISO 9001:2008 fondata nel 1999 da Alberto Muritano, attuale CEO, per supportare l'innovazione

Dettagli

Modello dell Infrastruttura per il Fascicolo Sanitario Elettronico (InfFSE) Progetto: Infrastruttura tecnologica del Fascicolo Sanitario Elettronico

Modello dell Infrastruttura per il Fascicolo Sanitario Elettronico (InfFSE) Progetto: Infrastruttura tecnologica del Fascicolo Sanitario Elettronico Dipartimento per la digitalizzazione della PA e l innovazione Consiglio Nazionale delle Ricerche Dipartimento delle Tecnologie dell Informazione e delle Comunicazioni Modello dell Infrastruttura per il

Dettagli

UN APPROCCIO FEDERATO ALLA TRASFORMAZIONE DEGLI ENTI INTEGRARE TERRITORIO, SISTEMI E ORGANIZZAZIONE PER UNA PA PIÙ EFFICIENTE

UN APPROCCIO FEDERATO ALLA TRASFORMAZIONE DEGLI ENTI INTEGRARE TERRITORIO, SISTEMI E ORGANIZZAZIONE PER UNA PA PIÙ EFFICIENTE UN APPROCCIO FEDERATO ALLA TRASFORMAZIONE DEGLI ENTI INTEGRARE TERRITORIO, SISTEMI E ORGANIZZAZIONE PER UNA PA PIÙ EFFICIENTE Un metodo di lavoro per gli Enti: L ASSOCIAZIONE COME RISORSA Gli Enti pubblici

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA IL CLIENTE Regione Lombardia, attraverso la società Lombardia Informatica. IL PROGETTO Fin dal 1998 la Regione Lombardia

Dettagli

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014 Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino Roma, 27 marzo 2014 Informatica Trentina: società di sistema Società a capitale interamente pubblico per la diffusione di servizi ICT al comparto pubblico

Dettagli

PRESENTAZIONE Taurus Informatica S.r.l. Area Lotus

PRESENTAZIONE Taurus Informatica S.r.l. Area Lotus Pag. 1 di 9 PRESENTAZIONE Taurus Informatica S.r.l. Sommario...2 IL MONDO LOTUS...2 LA NOSTRA ESPERIENZA...4 Formazione...4 Sviluppo e Sistemi...4 LA NOSTRA PROPOSTA...8 Area formazione...8 Area sviluppo...8

Dettagli

Il Sistema di gestione del fascicolo penale digitale

Il Sistema di gestione del fascicolo penale digitale APQ PUGLIA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE PROGETTO PILOTA Informatizzazione Procura della Repubblica di Lecce Il Sistema di gestione del fascicolo penale digitale ForumPA 11 maggio 2009 Maurizio Natale InnovaPuglia

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Evoluzione del CST 1. Introduzione Il prossimo 30 settembre 2008 termina il progetto di esercizio sperimentale dei servizi e, quindi, il Centro Servizi

Dettagli

Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server

Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server Caso di successo Microsoft Virtualizzazione Gruppo Arvedi Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server Informazioni generali Settore Education Il Cliente Le

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Relazione Attività Di Progetto Uno degli obiettivi del progetto CST Area di TARANTO è stato quello di garantire la diffusione dei servizi innovativi

Dettagli

Il sistema documentario nella Intranet della Regione Marche

Il sistema documentario nella Intranet della Regione Marche Seminario di studio: Dai sistemi documentali al knowledge management Un opportunità per la Pubblica Amministrazione Gestione documentale e knowledge management Roma, 15 aprile 2003 MAURO ERCOLI BEATRICE

Dettagli

Concertazione e cooperazione applicativa nel progetto Comunas

Concertazione e cooperazione applicativa nel progetto Comunas Concertazione e cooperazione applicativa nel progetto Comunas Fabrizio Gianneschi Regione Autonoma della ardegna Alcuni dati Circa 1.700.000 abitanti 377 Comuni 83% sotto i 5.000 abitanti 30% ha una intranet

Dettagli

SOMMARIO 1 CONTESTO ATTUALE E SERVIZI ATTIVI... 2 OBIETTIVI DEL COMUNE...

SOMMARIO 1 CONTESTO ATTUALE E SERVIZI ATTIVI... 2 OBIETTIVI DEL COMUNE... COMUNE DI FONTE Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni ai sensi art. 24, comma 3 bis D.L. n. 90/2014 e s.m.i. SOMMARIO 1 CONTESTO ATTUALE

Dettagli

EMC Documentum Soluzioni per il settore assicurativo

EMC Documentum Soluzioni per il settore assicurativo Funzionalità EMC Documentum per il settore assicurativo La famiglia di prodotti EMC Documentum consente alle compagnie assicurative di gestire tutti i tipi di contenuto per l intera organizzazione. Un

Dettagli

porta i dati al centro

porta i dati al centro REALIZZA IL cambiamento porta i dati al centro Il mondo che cambia Il digitale abilita una relazione virtuosa tra la Pubblica Amministrazione e la collettività, nonché il ridisegno dei processi a partire

Dettagli

Il TAL nel programma dell Agenzia per l Italia Digitale

Il TAL nel programma dell Agenzia per l Italia Digitale Il TAL nel programma dell Agenzia per l Italia Digitale ing. Mauro Draoli C O N F E R E N Z A TA L 2 0 1 4 Europa 2020 e Agenda Digitale Strategia Europa 2020 per superare l'impatto della crisi finanziaria

Dettagli

SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE

SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE EGIDIO PICERNO POTENZA 9 LUGLIO 2010 Interoperabiltà è la capacità di due o più sistemi informativi di scambiarsi informazioni e di attivare, a suddetto

Dettagli

Software Servizi Progetti. per la Pubblica Amministrazione e le Aziende

Software Servizi Progetti. per la Pubblica Amministrazione e le Aziende Software Servizi Progetti per la Pubblica Amministrazione e le Aziende SOLUZIONI AD ELEVATO VALORE AGGIUNTO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E LE AZIENDE Maggioli Informatica unitamente ai suoi marchi Cedaf,

Dettagli

MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI LIMES Linea informatica di Migrazione, Emergenza e Sicurezza. Presentazione al G-Award 2012

MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI LIMES Linea informatica di Migrazione, Emergenza e Sicurezza. Presentazione al G-Award 2012 MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI LIMES Linea informatica di Migrazione, Emergenza e Sicurezza Presentazione al G-Award 2012 Responsabile del progetto: Francesco Lazzaro Capo dell Ufficio DGAI IV Sviluppo

Dettagli

SUITE PAGHE 2.0. Il software per compilare le tue paghe online

SUITE PAGHE 2.0. Il software per compilare le tue paghe online SUITE PAGHE 2.0 Il software per compilare le tue paghe online SUITE PAGHE 2.0 L EFFICIENZA DELLA TECNOLOGIA SI UNISCE ALLA FUNZIONALITÀ DELLA PRATICA Il software Paghe 2.0 Un servizio per la gestione del

Dettagli

TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA. Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi

TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA. Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi A CHE PUNTO SIAMO Cogliere opportunità le dell evoluzione normativa Dagli anni 90 l innovazione

Dettagli

Eclipse Day 2010 in Rome

Eclipse Day 2010 in Rome Le infrastrutture open source per la cooperazione applicativa nella pubblica amministrazione: l'esperienza in Regione del Veneto Dirigente del Servizio Progettazione e Sviluppo Direzione Sistema Informatico

Dettagli

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Oggetto della Fornitura... 3 2 Composizione della Fornitura... 3 2.1 Piattaforma

Dettagli

Circolarità Anagrafica- Sistema Informativo dell'amministrazione Regionale

Circolarità Anagrafica- Sistema Informativo dell'amministrazione Regionale Circolarità Anagrafica- Realizzazione della piattaforma infrastrutturale regionale Obiettivo dell intervento è la realizzazione della circolarità anagrafica come l insieme delle regole, procedure e applicazioni

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Novità di Visual Studio 2008

Novità di Visual Studio 2008 Guida al prodotto Novità di Visual Studio 2008 Introduzione al sistema di sviluppo di Visual Studio Visual Studio Team System 2008 Visual Studio Team System 2008 Team Foundation Server Visual Studio Team

Dettagli

La «Community Network dell Umbria» (CN-Umbria)

La «Community Network dell Umbria» (CN-Umbria) La «Community Network dell Umbria» (CN-Umbria) Un opportunità per gli Enti territoriali della Regione Umbria 1 La riforma della Pubblica Amministrazione La trasformazione dei processi della PA: Le riforme

Dettagli

Il Comune Lo sviluppo informatico

Il Comune Lo sviluppo informatico Il Comune Lo sviluppo informatico Il SISTEMA INFORMATIVO COMUNALE Situazione di contesto Il sistema informativo del Comune di Fabriano è composto da due parti essenziali. La prima, più visibile è costituita

Dettagli

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY Company Profile 2007 1 CARATTERI IDENTIFICATIVI DEL GRUPPO Reply è una società di Consulenza, System Integration e Application Management, leader nella progettazione

Dettagli

Microsoft Business Solutions CRM : conoscere le esigenze dei clienti per sviluppare il proprio potenziale di business MICROSOFT BUSINESS SOLUTIONS

Microsoft Business Solutions CRM : conoscere le esigenze dei clienti per sviluppare il proprio potenziale di business MICROSOFT BUSINESS SOLUTIONS 3A-CRM.qxp 14-07-2004 11:57 Pagina 1 MICROSOFT BUSINESS SOLUTIONS MICROSOFT ENTERPRISE CLUB Disponibile anche sul sito: www.microsoft.com/italy/eclub/ Microsoft Business Solutions CRM : conoscere le esigenze

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di VERGIATE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di VERGIATE PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di VERGIATE (ex art.24 DL 90/2014) SOMMARIO 1. Cronologia revisioni 2. Inquadramento e obiettivi del piano 3. Architettura di riferimento 4. Piano attuativo 4.1. Individuazione

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.2 Gestire

Dettagli

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Allegato n. 2 al Capitolato speciale d appalto. ENTE PUBBLICO ECONOMICO STRUMENTALE DELLA REGIONE CALABRIA POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Procedura aperta sotto

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata COD. PROD. D.6.3 1 Indice Considerazioni sulla virtualizzazione... 3 Vantaggi della virtualizzazione:... 3 Piattaforma di virtualizzazione...

Dettagli

Progetto Timbro digitale

Progetto Timbro digitale L E-GOVERNMENT PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: L e-government è il processo di informatizzazione della PA. Consente il trattamento dei documenti e la gestione dei procedimenti con sistemi digitali. Grazie

Dettagli

josh Protocol! The Organization Intelligence Software la soluzione evoluta di protocollo informatico

josh Protocol! The Organization Intelligence Software la soluzione evoluta di protocollo informatico josh Protocol! The Organization Intelligence Software la soluzione evoluta di protocollo informatico josh è un software di it Consult e marchio registrato della stessa it Consult S.r.l. - 2001-2014 all

Dettagli

Knowledge Box Spring 2011. Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA

Knowledge Box Spring 2011. Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA Knowledge Box Spring 2011 Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA Maria Pia Giovannini DigitPA Responsabile Ufficio Sistemi per l efficienza della gestione delle risorse

Dettagli

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in PROGRAMMA STRATEGICO TRIENNALE 2011-2013 Per La Realizzazione Del Sistema Informativo Regionale Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli

Dettagli

La piattaforma Microsoft per la gestione documentale e integrazioni con la firma digitale

La piattaforma Microsoft per la gestione documentale e integrazioni con la firma digitale La piattaforma Microsoft per la gestione documentale e integrazioni con la firma digitale Carlo Iantorno National Technology Officer carloi@microsoft.com Alberto Masini Business Development Manager alberto.masini@microsoft.com

Dettagli

A passo sicuro nel mondo IT

A passo sicuro nel mondo IT A passo sicuro nel mondo IT A passo sicuro nel mondo IT Le scelte effettuate, le esperienze acquisite e la capacità di applicarle nella realizzazione dei progetti hanno fatto sì che, nel corso degli anni,

Dettagli

NUMERO 1O l esperienza migliora il business

NUMERO 1O l esperienza migliora il business NUMERO 1O l esperienza migliora il business Dal 1986 al vostro fianco NUMERO 1O, a più di vent anni dalla sua nascita, rappresenta il polo di riferimento nell esperienza informatica legata al business.

Dettagli

Ricca - Divisione I.T.

Ricca - Divisione I.T. Ricca - Divisione I.T. Information Technology & Security Partner Profilo B.U. e Offerta Servizi Ricca Divisione I.T. Information Technology & Security Partner La Mission La nostra missione è divenire il

Dettagli

COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso

COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni ai sensi dell articolo 24, comma 3 bis del D.L.

Dettagli

Architettura e componenti per la cooperazione applicativa nella Pubblica Amministrazione. White Paper Oracle Novembre 2002

Architettura e componenti per la cooperazione applicativa nella Pubblica Amministrazione. White Paper Oracle Novembre 2002 Architettura e componenti per la cooperazione applicativa nella Pubblica Amministrazione White Paper Oracle Novembre 2002 Architettura e componenti Oracle per la cooperazione applicativa nella Pubblica

Dettagli

La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività Prima parte

La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività Prima parte La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività Prima parte Ing. Gianfranco Pontevolpe Responsabile Ufficio Tecnologie per la sicurezza Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione I sistemi gestionali e le Piccole Medie Imprese A cura di Fabrizio Amarilli Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione Articoli Sono noti

Dettagli

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server La nuova generazione di soluzioni per le piccole imprese Vantaggi per le piccole imprese Progettato per le piccole imprese e commercializzato

Dettagli

TRA IN ATTUAZIONE PREMESSI

TRA IN ATTUAZIONE PREMESSI PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE PIEMONTE, UNIONE DELLE PROVINCE PIEMONTESI, ANCI PIEMONTE, UNCEM PIEMONTE, LEGA DELLE AUTONOMIE LOCALI, CONSULTA UNITARIA DEI PICCOLI COMUNI DEL PIEMONTE, PER LA COSTITUZIONE

Dettagli

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia Tabella 6: della Società dell Informazione, Asse I - Infrastruttura a banda larga 1. Completamento della copertura a banda larga degli Enti pubblici e dei siti strategici per l erogazione di servizi di

Dettagli

Ottimizzazione dei processi di acquisto in Lavazza grazie a un ambiente applicativo integrato con Microsoft Office

Ottimizzazione dei processi di acquisto in Lavazza grazie a un ambiente applicativo integrato con Microsoft Office Disponibile anche sul sito: www.microsoft.com/italy/eclub/ PRODUTTIVITÀ E MISURAZIONE DELLE PERFORMANCE MICROSOFT Ottimizzazione dei processi di acquisto in Lavazza grazie a un ambiente applicativo integrato

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE

CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE La Camera di Commercio La Camera di Commercio è un ente autonomo di diritto pubblico che svolge, nell ambito della circoscrizione territoriale di competenza,

Dettagli

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Una soluzione ERP ALL AVANGUARDIA CONNETTERE Microsoft Dynamics NAV 2009 SEMPLIFICARE ANALIZZARE Microsoft Dynamics NAV 2009 è una soluzione di gestione

Dettagli

Capitolato speciale per la fornitura di

Capitolato speciale per la fornitura di ALLEGATO A Capitolato speciale per la fornitura di Servizi di verifica procedurale e funzionale delle componenti di servizio della Community Network dell'umbria nell'ambito del piano di Semplificazione

Dettagli

Master sull Interoperabilità nella Pubblica Amministrazione e nelle Imprese

Master sull Interoperabilità nella Pubblica Amministrazione e nelle Imprese Il Master di secondo livello in "Interoperabilità per la Pubblica Amministrazione e le Imprese" mira a formare professionisti di sistemi di e-government in grado di gestirne aspetti tecnologici, normativi,

Dettagli

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche 1. La e-company: definizione e caratteristiche 2. Le tre direttrici di sviluppo del

Dettagli

COMUNE DI ARGENTA. La scelta dell open source come strumento dell e government locale.

COMUNE DI ARGENTA. La scelta dell open source come strumento dell e government locale. COMUNE DI ARGENTA Ferrara 29 Novembre 2003 La scelta dell open source come strumento dell e government locale. Un percorso applicativo di responsabilizzazione e sviluppo delle risorse umane Comune in Provincia

Dettagli