Marketing Industriale e Direzione d Impresa Lezione 25 Il comportamento d'acquisto del consumatore Ing. Marco Greco

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Marketing Industriale e Direzione d Impresa Lezione 25 Il comportamento d'acquisto del consumatore Ing. Marco Greco m.greco@unicas."

Transcript

1 Markeing Indusriale e Direzione d Impresa Lezione 25 Il comporameno d'acquiso del consumaore Ing. Marco Greco Tel

2 Il processo di acquiso razionale Processo di acquiso suddiviso in fasi disine, legao ad approccio EPS (Exended Problem Solving) Modello normaivo, più che descriivo Aiua ad individuare le scele di markeing più adae a ciascuna fase 2

3 3. Valuazione delle alernaive Individuare l algorimo che permee, a parire dalle informazioni oenue, di giungere ad un giudizio di preferenza Varia al variare del consumaore e della siuazione di acquiso In via preliminare è necessario definire: - L insieme di aribui del prodoo, che conribuiscono a soddisfare il bisogno e ad aumenare l uilià aesa del consumaore - Il livello di imporanza di ciascun aribuo, ossia il peso dell aribuo nella definizione della decisione di acquiso - Il livello di preminenza di ciascun aribuo, ossia l ordine nel quale l aribuo viene richiamao alla mene dal consumaore 3

4 Modelli di valuazione Modello del valore aeso Modello della marca ideale Modello congiunivo Modello disgiunivo Modello lessicografico 4

5 Modello del valore aeso A jk = n i=1 W ik B ijk A jk : uilià del consumaore k oenibile dal prodoo j W ik : peso relaivo assegnao dal consumaore k all aribuo i B ijk : performance dell aribuo i all inerno del prodoo j secondo l opinione del consumaore k n: numero oale degli aribui rienui imporani per la scela di un dao bene Il consumaore k sceglie il prodoo j con A jk massimo 5

6 Modello del valore aeso Le imprese che non vengono prescele possono punare su: - modifica delle caraerisiche del prodoo - riposizionameno reale - modifica delle opinioni sul prodoo/marca - riposizionameno psicologico - modifica delle opinioni sui prodoi concorreni - deposizionameno della concorrenza - modifica del peso relaivo degli aribui - richiamo dell aenzione sugli aribui scarsamene considerai - modificare il modello ideale del consumaore 6

7 Modello della marca ideale Il consumaore possiede un immagine della prodoo ideale e compara ad esso le diverse alernaive di offera a sua disposizione D jk = n i=1 W ik B ijk I ik D jk : disuilià del consumaore k oenibile dall acquiso del prodoo j, piuoso che dall acquiso del prodoo ideale I ik : livello ideale assegnao all aribuo i dal consumaore k (simao araverso inervise ai poenziali acquireni) B ijk e W ik hanno lo sesso significao viso nel modello del valore aeso Il consumaore k sceglie il prodoo j con D jk minimo 7

8 Modelli non compensaori In un modello compensaorio pro e conro possono bilanciarsi a vicenda, I modelli non compensaori sono più sbrigaivi Modello congiunivo / Scele eurisiche combinaorie Si definiscono dei livelli minimi di soglia S ijk che ogni prodoo deve raggiungere su alcuni, o ui, gli aribui, pena la sua esclusione già nella fase iniziale di valuazione Modello disgiunivo Si considerano i prodoi che hanno uno o più aribui con puneggi superiori a ceri livelli, senza curarsi della posizione oenua sugli alri aribui Modello lessicografico Gli aribui vengono ordinai per imporanza (in modo deerminisico o probabilisico) e si discrimina sul primo aribuo, poi sul secondo, e via via sugli alri, oppure si basa esclusivamene sul primo aribuo I meodi possono essere uilizzai congiunamene, anche nell ambio dello sesso processo di acquiso, per esempio prima facendo una scremaura e poi enrando nel deaglio 8

9 4. Decisione di acquiso La definizione della preferenza per un prodoo si raduce in inenzione di acquiso, a meno di: - opinioni e aeggiameni degli alri: dipende da osilià verso la nosra scela, e da quano ci ineressa l opinione alrui - Opinione: pensiero che descrive come una persona giudica un dao oggeo, in un dao momeno - Aeggiameno: valuazione relaivamene sabile di un individuo riguardo ad un prodoo, una caegoria, una marca Gli aeggiameni consenono di economizzare (comporameni simili rispeo a prodoi simili) e sono perciò complessi da modificare - faori siuazionali non previsi (es. perdia del lavoro) 9

10 4. Decisione di acquiso Ruolo del rischio percepio nella decisione di modificare, posporre o annullare una decisione di acquiso. Esso è dao da: rischio funzionale presazioni al di soo delle aspeaive rischio fisico minaccia all incolumià rischio finanziario non vale il prezzo rischio sociale genera disagio da pare degli alri rischio psicologico inacca il benessere psichico dell uilizzaore rischio emporale se devo cambiarlo perdo empo 10

11 4. Decisione di acquiso Decisione di acquiso consise in: quale prodoo acquisare quano acquisare quando acquisare in che modo pagare 11

12 5. Comporameno del dopo-acquiso In ale fase, si deermina il livello di soddisfazione del consumaore S = f (E, P) S = livello di soddisfazione E = livello delle aspeaive iniziali (valore aeso) P = livello delle presazioni oenue (valore percepio) E dipende dalle informazioni oenue nella fase 2 In paricolare, va presaa aenzione alle informazioni fornie dai vendiori, che possono alimenare aspeaive che vengono disaese, generando dissonanza e quindi insoddisfazione 12

13 Comporameno e soddisfazione Consumaore soddisfao aumena la probabilià di riacquiso e genera passaparola posiivo 13

14 Comporameno e soddisfazione Azioni pos-acquiso dell impresa - Spedire leere di congraulazioni per l acquiso effeuao - Solleciare suggerimeni da pare del cliene per migliorare il prodoo - Fornire servizi accessori - Librei di isruzioni curai e rassicurani Frosinone, 24/11/2014

15 Misurare la Cusomer Saisfacion American Cusomer Saisfacion Index (ACSI) Rileva soddisfazione a livello di singola impresa, di seore e di inera nazione 15

16 American Cusomer Saisfacion Index (ACSI) 16

17 American Cusomer Saisfacion Index (ACSI) Source: hp://www.heacsi.org/index.php?opion=com_conen&view=aricle&id=147&caid=&iemid=212&i=personal+compuers Uile benchmark per le imprese affereni ad un deerminao seore indusriale Uile srumeno di feedback delle sraegie di markeing implemenae da ali imprese Srumeno di conrollo e validazione del legame ra sraegie di markeing e valore d impresa sui mercai azionari

18 Gli effei dell insoddisfazione Modello di Babich A, B, C = numero di consumaori di a, b e c x, y, z, = livello di insoddisfazione per a, b e c m a, m b, m c = quoe di mercao per a, b e c D = domanda oale (cosane al empo ) 18 ] ) ( [ ] ) ( [ ] ) ( [ C B A C D m D C C B A B D m D B C B A A D m D A C B A C B A

19 Gli effei dell insoddisfazione Modello di Babich Ipoesi di base i consumaori cambiano sempre marca al primo segno di insoddisfazione i consumaori insoddisfai di una marca si disribuiscono ra le alre due marche in modo proporzionale alle loro quoe di mercao 19 ] ) ( [ ] ) ( [ ) (1 ] ) ( [ ] ) ( [ ) (1 ] ) ( [ ] ) ( [ ) ( C A C y B C B C x A z C C A B B z C C B B x A y B B B A A z C C A A y B x A A

20 Modello di Babich Livello di insoddisfazione x y z 0,01 0,02 0,10 Livello di insoddisfazione x y z 0,10 0,18 0,20 20

21 Gli effei dell insoddisfazione Modello di Reicheld : frazione media di ransazioni non soddisfaceni, che porano il cliene a cambiare forniore (es. asso di difeosià) n: numero di ransazioni per cliene P n : percenuale di clieni persa dopo n ransazioni P n 100[1 (1 ) n ] 21

22 Limii del processo di acquiso razionale Difficolà di individuare e analizzare le singole fasi Vale specialmene nel caso di comporameno di acquiso complesso e nel caso di primo acquiso Negli alri casi, specie per i beni a basso livello di coinvolgimeno, alcuni sadi possono essere salai o inverii Spesso il processo di acquiso non è razionale, ma viene razionalizzao successivamene 23

23 Modelli alernaivi di processo di acquiso Processo di acquiso non basao su un approccio massimizzane, ma su quello soddisfacene: scelgo il primo prodoo che garanisce almeno un livello soglia di uilià Processo di acquiso basao su meccanismi di rinforzo, oenui araverso un adeguao invio di simoli e feedback, in maniera inermiene o coninua, al consumaore Problema della desensibilizzazione Processo di acquiso basao sull abiudine, specie quando gli simoli provenieni dall ambiene endono ad essere sabili nel empo o sono di bassa inensià e efficacia 24

24 Razionalià limiaa Il Premio Nobel Herber Simon ha dimosrao come il processo decisionale umano sia molo diverso da quello «razionale» - Raccola incomplea delle informazioni - Incapacià di elaborare ue le informazioni raccole - Ricerca di una soluzione soddisfacene piuoso che massimizzane - Evoluzione del processo decisionale araverso l apprendimeno Ruolo fondamenale delle eurisiche: regole empiriche e scorciaoie menali che velocizzano e economizzano il processo decisionale, causando però anche errori 25

25 Risparmio nell elaborazione Eurisica della disponibilià: le persone endono ad aribuire una frequenza maggiore agli eveni che vengono in mene più facilmene Eurisica della rappresenaivià: le persone endono ad aribuire una caraerisica a un cero oggeo più sulla base della somiglianza rispeo a casi analoghi, che sull analisi dei dai oggeivi Eurisica dell ancoraggio: le persone endono ad aribuire una caraerisica ad un cero oggeo sulla base di un valore di riferimeno non oggeivo (àncora), come la prima impressione e ad adeguarsi ad esso 26

26 Riduzione delle dissonanze Eurisica della disconferma: le persone endono a valuare con maggiore empo e impegno le informazioni che conraddicono le loro conoscenze e valori pre-esiseni, piuoso che quelle in linea con essi Eurisica del senno di poi: le persone endono rerospeivamene a modificare la probabilià di accadimeno di un eveno dopo che esso si è effeivamene verificao Illusione del conrollo: le persone endono a sopravvaluare le proprie capacià di gesire le siuazioni e di porarle a ermine in maniera migliore rispeo agli alri 27

27 La scela in condizioni di incerezza Per valuare un eveno incero A in maniera razionale occorre ener cono degli n possibili esii dell eveno, valuai sulla base: - del risulao connesso a ciascun esio, espresso in ermini di valore moneario (ra j ) - della probabilià di accadimeno di ciascun esio (pa j ) In queso modo, è possibile calcolare il valore aeso dell eveno n EV(A) = j=1 ra j pa j Non sempre il consumaore sceglierà l eveno che garanisce il massimo valore aeso. Ad esempio, quale ra quesi giochi esa o croce sceglierese A (100; -0.50), B (200; -100), C (20000; )? 28

28 Teoria dell uilià aesa Il consumaore sceglierà l eveno caraerizzao dalla massima uilià aesa, espressa come valore aeso delle uilià associae a ciascun esio dell eveno Dao M 0 il parimonio di parenza del consumaore n EU A = j=1 U(M 0 + ra j )pa j Solo se EU A > U(M 0 ) allora il consumaore sceglierà l eveno A, alrimeni manerrà lo saus quo 29

29 Razionalià limiaa del consumaore Le persone endono a preferire le alernaive che danno guadagni ceri rispeo a quelli inceri (effeo cerezza) Le persone valuano molo più le perdie rispeo ai guadagni (avversione alla perdia) Nel caso in cui enrambi gli eveni sono inceri e le possibili perdie sono di modesa enià, la scela verrà faa verso l alernaiva con il maggior valore aeso In generale, le persone sembrano avverse al rischio di frone a un guadagno sicuro, menre sono propense al rischio di frone a una perdia sicura 31

30 Prospec heory 32

31 Conabilià menale A parire dalla funzione del valore precedene, si scopre che: I consumaori endono a sopravvaluare una serie di piccoli guadagni espressi singolarmene, piuoso che un singolo guadagno complessivo I consumaori endono a valuare peggio una singola perdia elevaa piuoso che una serie di piccole perdie espresse singolarmene (specie se l acquiso principale è di grande enià) 33

32 Le inuizioni di Gusave Le Bon Le Bon, G. (1895) «Psicologia delle Folle» «Se un legislaore, ad esempio, vuole imporre una nuova assa, dovrà forse scegliere quella che è eoricamene più giusa? Nien affao. La più ingiusa risulerà praicamene la migliore per le folle purché sia la meno appariscene e a prima visa la meno gravosa. Ecco perché un imposa indirea, anche se esorbiane, sarà sempre acceaa dalla folla. Dao che viene prelevaa quoidianamene su genere di consumo nella misura di frazioni di cenesimo, non incide sulle abiudini e fa poca impressione. Sosiuiela con un imposa proporzionale sui salari o sui reddii, da pagarsi in un solo versameno, sia pure dieci vole meno gravoso dell alro e solleverà unanimi proese» (p. 39) 34

33 Le inuizioni di Gusave Le Bon Le Bon, G. (1895) «Psicologia delle Folle» «Ceno piccoli delii [ ] non colpiranno affao l immaginazione delle folle, menre un grosso delio [ ] la colpirà profondamene anche se le conseguenze saranno infiniamene meno gravi di quelle dei ceno piccoli delii presi assieme» (p. 97) 35

34 Bias nelle scele ineremporali In generale, le persone preferiscono un guadagno oggi piuoso che un guadagno domani, anche se ques ulimo è di enià maggiore Il Discouned Uiliy Model predice che l indifferenza ra i due guadagni si rova araverso l applicazione di un asso soggeivo di scono cosane In realà, alcuni esperimeni hanno mosrao come le persone richiedano un asso di scono maggiore nei primi periodi In generale, le persone preferiscono i guadagni più vicini perché le emozioni connesse con il consumo immediao sono più fori di quelle connesse al consumo riardao 37

35 Frosinone, 24/11/2014 Pricing

36 Pricing Wha is he bes price for my produc? This is he mos difficul quesion for a markeer, for an enrepreneur, for a sarupper. Why? High price: some of he poenial demand will no buy he produc less sales, unsold sock, less economies of scale Low price: some of he profi margin is los risk of ou-of-sock, risk of oo small margins 39

37 Price peculiariies Among he markeing mix, price is he only elemen ha produces revenue Price can be changed quickly (unlike qualiy, produc feaures, or disribuion channels) Price is a powerful leverage ha is ofen used badly 40

38 Pricing objecive Survival Shor-erm Overcapaciy and inense compeiion Variable coss are covered Max curren profi Medium-erm Risk of sacrificing long-run performance Max mk share Lowes price in he indusry Price sensiive marke, economies of scale and scope, sraegic aspecs Max mk skimming High prices o skim he marke High demand, low offer, no aracion of compeiors, high image of he produc Produc-qualiy leadership Premium producs a premium prices 41

39 Esimaing he demand curve Purchase quaniy in response o alernaive prices The characerisics of he curve depend on he price sensiiviy Each person has his/her own price sensiiviy, ha may be aggregaed in he price elasiciy of demand Facors affecing price sensiiviy: The produc is more disincive, has more qualiy, presige, or exclusiveness Buyers are less aware of subsiues Buyers canno easily compare he qualiy of subsiues The expendiure is a lower par of buyer s oal income The expendiure is small compared o he oal cos of he end produc Par of he cos is borne by anoher pary The produc is used in conjuncion wih asses previously bough The Inerne 42

40 Esimaing he demand curve Saisical analysis of pas prices, quaniies sold and oher relevan variables (markeing mix, marke rends, ec ) Conduc experimens varying prices and observing he resuls Ask buyers how many unis hey would buy a cerain prices Noe ha wha he buyers say hey would do, no necessarily coincides wih heir acual behaviour 43

41 Esimaing coss You should be able o esimae how much coss vary wih differen levels of producion Analyse he compeiors prices and offers (and, more difficul, coss) Targe cosing: plan he produc feaures, deermine he price according o is appeal and compeiors prices, deduc he desired profi margin Try o achieve he remaining arge cos 44

42 Targe cosing: Taa Nano To develop a produc for people who wan o move from 2 wheeler o 4 wheeler in affordable price. Price wihin a range of 2500$. Low cos, regulaory requiremen, accepable performance sandards Aluminium engines o reduce weigh and cos, No radio, No AC, Use of Plasic and adhesive raher han Welding and meal body. Source: hp://www.aanano.com/nano-sory.hml 45

43 Choosing he pricing mehod Markup Pricing: esimae he oal coss and add a sandard markup for profi (e.g. in case of projecs). The mehod ignores he demand, herefore canno be opimal Esimaing he demand is more difficul han esimaing coss, herefore his sysem is very popular Targe-reurn pricing: deermine he price yielding he company s arge reurn-on-invesmen (e.g. General Moors prices is cars o achieve a 15-20% ROI) Targe price = uni cos+desired ROI invesed capial expeced uni sales 46

44 Choosing he pricing mehod Perceived-Value Pricing: price is based on he cusomers perceived value, improving i by means of he oher markeing-mix elemens Need of markeing research Value pricing: fairly low price for a high qualiy offering reengineering he company s operaions o become a low-cos producer wihou sacrificing qualiy, and lowering prices Everyday low pricing (EDLP): no emporary discouns, always low price Going-Rae Pricing: price is based on compeiors prices (sligh premium or sligh discoun) 47

45 Psychological aspecs of price Irrelevan alernaives The psychological effecs of price The cos of Free 48

46 The Economis subscripion (source Ariely, 2008) A. Online subscripion 59$ B. Paper subscripion 125$ C. Paper + Online subscripion 125$ The «B» alernaive is a lure, because we compare alernaives 49

47 Irrelevan alernaives Ren cos A C B Disance from Campus If he alernaives are «A» and «B», half of he people would choose he former, and half he laer If we add he alernaive «C», people choosing «B» will increase significanly 50

48 The zero cos We are overwhelmingly araced by every «free» producs, even if we do no need hem or we are no ineresed in hem a all The difference beween 20 cens and 0 cens is dramaic (e.g. Amazon France) When we have o choose beween a free produc and a wih fee produc, we lose our raionaliy (e.g.+20% free) 51

49 The psychological effecs of price An expensive medicine (he 50- cen aspirin) may make people feel beer han a cheaper medicine (he penny aspirin) Ofen he placebo effec acually works beer han drugs (e.g. pain reamen) 52

50 Discriminaory prices Occurs when a company sells a produc a wo or more prices ha do no reflec a proporional difference in coss Cusomer-segmen pricing :Differen cusomer groups pay differen prices for he same good. (e.g. lower icke price in museums for sudens and senior ciizens) Produc-form pricing: differen versions of he produc are priced differenly bu no proporionaely o heir respecive coss (e.g. small vs large bole of waer) 53

51 Discriminaory prices Image pricing: some companies price he same produc a wo differen levels based on image differences (main brand vs commercial brand of a waer boling company) Locaion pricing: differen price a differen locaions even hough he coss are he same (e.g. sea prices in heares on he basis of visibiliy) Time pricing: prices are varied by season, day, or hour (e.g. hoel rooms) 54

52 Cuing or increasing prices In case of excess capaciy or declining marke share, he firm may wan o cu prices Noe ha: You migh rigger a price war, losing profi margins Cusomers may assume ha lower-priced producs have lower qualiy low price buys marke share, no marke loyaly: he same cusomers will shif o any lower-price firm higher-priced compeiors may cu heir prices and sill have longer saying power because of deeper cash reserves. Rising coss may squeeze profi margins, leading o price increases 55

53 Promoional prices Loss-leader pricing: sores drop he price on well known brands o simulae addiional sore raffic (e.g. a small amoun of iphones sold a 200 ) Special-even pricing: sellers esablish special prices in cerain seasons o draw in more cusomers (e.g. Nemi s srawberries fesival) Cash rebaes: Parial refund for a purchase ha is paid in acual currency; his helps clear invenories wihou cuing he saed price Low-ineres financing: Insead of cuing is price, he company can offer cusomers low- or no-ineres financing. 56

54 Nemi s Srawberry fesival Nemi s srawberries bear heir lile fruis only in May/June Nemi s srawberries are considered among he mos delicious of Lazio From May 25 h o June 9 h here is a fesival of srawberries in Nemi (80 h ediion in 2013) 57

55 Samsung cash back hp://www.samsung.com/au/promoions/ 58

56 Promoional prices Longer paymen erms: Sellers srech loans over longer periods and hus lower he monhly paymens ha cusomers pay Warranies and service conracs: Companies can promoe sales by adding a free or low-cos warrany or service conrac. Psychological discouning: Used legiimaely, his involves offering he iem a subsanial savings from he normal price (e.g Was $359, now $299) Bundling: bundle of producs or feaures (e.g. An auo manufacurer migh offer an opion package a less han he cos of buying all of he opions separaely) Pure bundling: producs can only be found in he bundle, hey are no sold separaely 59

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta Lezione 11 (BAG cap. 10) Inflazione, produzione e crescia della monea Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Tre relazioni ra produzione, disoccupazione e inflazione Legge di Okun

Dettagli

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

Gestione della produzione MRP e MRPII

Gestione della produzione MRP e MRPII Sommario Gesione della produzione e Inroduzione Classificazione Misure di presazione La Disina Base Logica Lo Sizing in II Inroduzione Inroduzione Def: Gesire la produzione significa generare e sfruare

Dettagli

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. IL MODELLO ECONOMETRICO PER LA STIMA DEGLI STOCK SETTORIALI... 3 Foni... 3 Meodologia... 3 La formulazione

Dettagli

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI Alma Maer Sudiorum Universià di Bologna FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Maemaica Maeria di Tesi: Maemaica per le applicazioni economiche e finanziarie MODELLI PER

Dettagli

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico Il condensaore IASSUNTO: apacia ondensaori a geomeria piana, cilindrica, sferica La cosane dielerica ε r ondensaore ceramico, a cara, eleroliico Il condensaore come elemeno di circuio: ondensaori in serie

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 356/2013/R/IDR CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI SERVIZI IDRICI Documeno per la consulazione nell ambio del procedimeno avviao con la deliberazione

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE Durane un erreoo, le oscillazioni del erreno di fondazione provocano nelle sovrasani sruure delle oscillazioni forzae. Quando il erreoo si arresa, i ovieni della sruura

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF TEMPOIZZATOE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A GAO ) SCHEMA A BLOCCHI : M (8) NE555 00K C7 00uF STAT S 4 K C6 0uF (6) (5) () TH C T A B 0 0 Q S Q rese T DIS (7) OUT () 0 T T09*()*C7 (sec) GND () (4) 6

Dettagli

7 I convertitori Analogico/Digitali.

7 I convertitori Analogico/Digitali. 7 I converiori Analogico/Digiali. 7 1. Generalià Un volmero numerico, come si evince dal nome, è uno srumeno che effeua misure di ensione mediane una conversione analogicodigiale della grandezza in ingresso

Dettagli

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici OTORI A ORRENTE ONTINUA OTORIDUTTORI W W W.DAGU.IT cerificazioni Dagu s.r.l. è un azienda che si è sviluppaa negli anni con discrea rapidià, seguendo un rend di cosane crescia, ciò grazie ad un assiduo

Dettagli

Esercizi svolti di teoria dei segnali

Esercizi svolti di teoria dei segnali Esercizi svoli di eoria dei segnali Alessia De Rosa Mauro Barni Novembre Indice Inroduzione ii Caraerisiche dei segnali deerminai Sviluppo in Serie di Fourier di segnali periodici Trasformaa di Fourier

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus 13, Seembre 10 Lampade: Plus Lampade ai vapori di sodio ad ala pressione di ala qualià realizzae con ecnologia PIA (Philips Inegraed Anenna). Vanaggi La ecnologia PIA aumena l'affidabilià e riduce il asso

Dettagli

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A.

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A. Eserciio ( es le La marice è diagonaliabile: verificare, rovando la marice diagonaliane, che è simile a. Esisono re auovalori: mol.alg(- dim V - ; mol.alg( dim V ; mol.alg(- dim V -. Esise una marice simile

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA Capializzazioe semplice e composa MATEMATICA FINANZIARIA Immagiiamo di impiegare 4500 per ai i ua operazioe fiaziaria che frua u asso del, % auo. Quao avremo realizzao alla fie dell operazioe? I u coeso

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica Principi di ingegneria elerica Lezione 19 a Conversione eleromeccanica dell'energia Trasmissione e disribuzione dell'energia elerica acchina elerica elemenare Una barra condurice di lunghezza l immersa

Dettagli

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi.

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi. Iroduzioe () Ua defiizioe (geerale) del ermie qualià: qualià è l isieme delle caraerisiche di u eià (bee o servizio) che e deermiao la capacià di soddisfare le esigeze espresse ed implicie di chi la uilizza.

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO NUMERO 2 del 23.04.08 COSER COSER IME Applicazioni Apparecchiature Numero 2 del 23-04-08 APPLICAZIONI APPARECCHIAURE E IMPIANI LE VARIE SOLUZIONI SARANNO ELENCAE NEL MODO PIÙ SINEICO POSSIBILE. ROVAA LA

Dettagli

Circuiti del primo ordine

Circuiti del primo ordine Circuii del primo ordine Un circuio del primo ordine è caraerizzao da un equazione differenziale del primo ordine I circuii del primo ordine sono di due ipi: L o C Teoria dei Circuii Prof. Luca Perregrini

Dettagli

VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI

VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI MODAL VERBS PROF. COLOMBA LA RAGIONE Indice 1 VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI ----------------------------------------------- 3 2 di 15 1 Verbi modali: aspetti grammaticali e pragmatici

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboraorio di Algorimi e Sruure Dai Aniello Murano hp://people.na.infn.i people.na.infn.i/ ~murano/ 1 Algorimi per il calcolo di percori minimi u un grafo 1 Un emplice problema Pr oblema: Supponiamo che

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

Problema 1: Una collisione tra meteoriti

Problema 1: Una collisione tra meteoriti Problema : Una colliione ra meeorii Problemi di imulazione della econda prova di maemaica Eami di ao liceo cienifico 5 febbraio 05 Lo udene deve volgere un olo problema a ua cela Tempo maimo aegnao alla

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE Prof. MARCO GIULIANI Docente di Economia Aziendale Università Politecnica delle Marche Socio LIVE m.giuliani@univpm.it Jesi, 11 ottobre 2013 1 Prime

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Buon appetito 3. comunicazione. grammatica. vocabolario Espresso. bene / buono

Buon appetito 3. comunicazione. grammatica. vocabolario Espresso. bene / buono Buon appeio comunicazione Cosa desidera? Vorrei solo un primo Che cosa avee oggi? Prende un caffè? Scusi, mi pora ancora un po di pane? Il cono, per coresia È possibile prenoare un avolo? grammaica I verbi

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione Raduno precampionato 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat Il referto di gara Indicazioni per la corre1a compilazione Il referto di gara Il referto di gara rappresenta il documento che completa l incarico arbitrale:

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future.

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Roma, 11.11.2014

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto anno tra contenuti e attività

Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto anno tra contenuti e attività XXXII CONVEGNO UMI-CIIM IL VALORE FORMATIVO DELLA MATEMATICA NELLA SCUOLA DI OGGI dedicato a Federigo Enriques Livorno, 16-18 ottobre 2014 Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Lecce, 19.02.2014 La

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Middleware Laboratory. Dai sistemi concorrenti ai sistemi distribuiti

Middleware Laboratory. Dai sistemi concorrenti ai sistemi distribuiti Dai sistemi concorrenti ai sistemi distribuiti Problemi nei sistemi concorrenti e distribuiti I sistemi concorrenti e distribuiti hanno in comune l ovvio problema di coordinare le varie attività dei differenti

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Funzione del benessere sociale e trade-off equità ed efficienza

Funzione del benessere sociale e trade-off equità ed efficienza Funzione del benessere sociale e trade-off equità ed efficienza Economia Pubblica lezione 3 1 Esistono infinite allocazioni Pareto-efficienti: Frontiera del Benessere (FB) o grande frontiera dell utilità

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Il ciclo di vita del software

Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Definisce un modello per il software, dalla sua concezione iniziale fino al suo sviluppo completo, al suo rilascio, alla sua successiva evoluzione,

Dettagli

Consulenza Finanziaria Indipendente

Consulenza Finanziaria Indipendente Consulenza Finanziaria Indipendente Investire per il lungo periodo GROUP Via Traversa Pistoiese 83-59100 Prato Tel: +39 0574 613447 email: info@kcapitalgroup.com www.kcapitalgroup.com L industria del risparmio

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCO PROF SE 2 SeccoProf, SeccoProf EL, SeccoUltra, SeccoMust Tolgono l umidità dappertutto Removing humidity everywhere Un intera gamma professionale

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015

Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015 Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015 Corso di Economia Aziendale II modulo Capitolo 4 Lo scambio monetario e i valori scaturenti da esso 1 Stru%ura del corso Introduzione

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

Analisi di massima: L utente dovrà inserire un numero limite, e tramite vari calcoli verrà stampato a video la sequenza.

Analisi di massima: L utente dovrà inserire un numero limite, e tramite vari calcoli verrà stampato a video la sequenza. Relazione tecnica Fibonacci ANDENA GIANMARCO Traccia: Creare un algoritmo che permetta, dato un valore intero e positivo, di stabilire la sequenza utilizzando la regola di fibonacci dei numeri fino al

Dettagli

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie Quello che devi sapere sulle opzioni binarie L ebook dà particolare risalto ai contenuti più interessanti del sito www.binaryoptionitalia.com ed in particolar modo a quelli presenti nell area membri: cosa

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Finanza Aziendale Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 1 Argomenti Decisioni di finanziamento e VAN Informazioni e

Dettagli

La teoria dei vantaggi comparati. La teoria dei vantaggi comparati

La teoria dei vantaggi comparati. La teoria dei vantaggi comparati La teoria dei vantaggi comparati La teoria dei vantaggi comparati fu elaborata dall economista inglese David Ricardo (1772-1823) nella sua opera principale: On the Principles of Political Economy and Taxation

Dettagli

Thermo Shrinking Machines

Thermo Shrinking Machines Thermo Shrinking Machines EAGLE 100 Macchina confezionatrice manuale per film termoretraibile Manual heat-shrinking wrapping machine Soudouse manuel de thermo-retracion Schrumpfmaschine Màquina manual

Dettagli