The San Carlo Cicchetti empire spreads into Qatar

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "The San Carlo Cicchetti empire spreads into Qatar"

Transcript

1 A SUCCESSFUL DEAL The San Carlo Cicchetti empire spreads into Qatar The photo shows the godfather of modern Italian cooking Carlo Distefano with Mohamed Aljaber; their partnership, along with incredible vision and hard work, has resulted in one of the most successful restaurant empires of the last decade, spreading into Doha, Qatar and soon to the rest of the planet. It s hard not to be swept along as Carlo shares his passion and phenomenal successes. The San Carlo Cicchetti s story is the biggest leap forward in Britain s culinary development since the Romans; with his great work Carlo Distefano has transformed the restaurant scene and made his mark on the world. Volatile and talented, articulate and inventive, Carlo Distefano has always gone his original way; his refreshing approach has changed for ever our eating out habits. With their authentic dishes, informal style and cool modern interior design, San Carlo Cicchetti and Signor Sassi revolutionized our socio-gastronomic culture and have now become the most influential restaurants in England. With many new restaurants soon to open in 5-star hotels and prestigious shopping venues, Carlo Distefano s empire expands even further, while their formula menu style and even the decor are copied by restaurants across the land. The San Carlo Group shows for the first time the extent of the contribution their Restaurants have made to the way we eat out today: Signor Sassi, Cicchetti, Fumo, San Carlo Bottega, San Carlo Farmacia e Dolce, Signor Sassi Dubai, Kuwait City, Bangkok, Marriot Hotel, Selfridge Manchester combine authentic Italian food with luxurious yet relaxed surroundings. To be seen at Signor Sassi or San Carlo Cicchetti is to feel part of the international glamour scene, where anyone, anytime, can find themselves rubbing shoulders with megastars and major celebrities. The legendary Carlo Distefano has created a love affair with Italian food that transcends social barriers and national borders and whose impetus is going from strength to strength. Sito Ufficiale: Grafica:

2 2 LONDRA SERA

3 LONDRA SERA 3 Prevenire lo spreco del cibo Lo spreco alimentare non è solo un problema di alimenti ma anche di impatti sulla biodiversità e sul clima, un allarme che il WWF rilancia nell anno del vertice mondiale di Parigi. I dati resi noti nel rapporto Food wastage footprint. Impacts on natural resources, realizzato dal Dipartimento di Gestione Ambientale e delle risorse naturali della FAO, segnalano infatti che l impronta di carbonio del cibo prodotto ma non mangiato e quindi sprecato ogni anno, viene stimata in 3.3 miliardi di tonnellate di CO2, una cifra complessiva che inserisce questo sconcertante dato di emissioni di prodotti che non vengono neanche utilizzati, al terzo posto nella classifica dei maggiori emettitori di CO2 a livello mondiale dopo Cina e Stati Uniti. È un circolo vizioso perché, secondo studi recenti, il cambiamento climatico a sua volta potrebbe ridurre la produttività agricola, diminuendo le disponibilità alimentari globali e danneggiando le popolazioni più povere e le famiglie che basano il proprio reddito sulle colture, l allevamento del bestiame e la pesca. Globalmente il consumo di acqua blu (un elemento importante dell impronta idrica che riguarda l acqua dolce prelevata dalla superficie o La Dieta Mediterranea rischia di fare la fine di Cenerentola : abbandonata dagli italiani che l anno scorso hanno ridotto i consumi di alcuni alimenti base dello stile di vita alimentare in salsa tricolore. Lo segnalano la Coldiretti e il Barilla Center for Food and Nutrition: nel 2014 si registra un -4% per l olio extravergine d oliva, un -7% per il pesce, e un -4% per la verdura fresca rispetto ai consumi del 2013, secondo le elaborazioni su dati Ismea nel primo bimestre dell anno. In difesa della dieta mediterranea la Coldiretti ha deciso dunque di scendere in campo non solo con l operazione SOS frutta ma anche decidendo di aderire agli obiettivi del Protocollo di Milano per Expo L associazione si aggiunge ai sottoscrittori dell Accordo su Cibo e Alimentazione promosso dalla Fondazione Barilla Center for Food Nutrition. Il Consiglio Europeo, ricordano i promotori, ha di recente invitato i 28 Stati membri dell Unione Europea a incoraggiare la società civile a una sana alimentazione, sottolineando l importanza dei regimi alimentari che contribuiscono a condurre una vita in salute. Come la Dieta Mediterranea appunto, iscritta dall Unesco dal 2010 nella lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell umanità. Una dieta ricca di alimenti indicati come sani, tra cui frutta, cereali integrali, verdura, carne magra, pesce, olio di oliva in sostituzione dei grassi saturi. Pane, pasta, pesce, frutta, verdura, olio extravergine e il tradizionale bicchiere di vino, se consumati a tavola in pasti regolari, si sono dimostrati un elisir di lunga vita per gli italiani: nel corso di 10 anni sono più che raddoppiati (+138%) gli ultracentenari presenti A cura di Isabella Grimaldi de Monterval dalle falde e utilizzata, ad esempio, per scopi agricoli, come l irrigazione) che è collegato allo spreco alimentare è di circa 250 km cubici, equivalenti al flusso annuale d acqua del Volga oppure a tre volte il volume delle acque del Lago di Ginevra. Il cibo prodotto e sprecato occupa quasi 1.4 miliardi di ettari di terra, costituendo il 30% della superficie occupata da terre agricole a livello mondiale. È difficile stimare l impatto sulla biodiversità dello spreco alimentare a livello globale, comunque gli effetti negativi dell espansione agricola e delle coltivazioni estensive è tale sulla frammentazione degli habitat e sulla perdita di biodiversità che appare veramente assurdo che una parte importante di quanto prodotto, con significativi impatti ambientali, vada addirittura sprecato. La perdita di terra, acqua e biodiversità attribuibile allo spreco alimentare come anche gli impatti negativi da esso provocati sul cambiamento climatico rappresenta un costo elevato per l intera società non ancora ben quantificato. Il diretto costo economico dello spreco alimentare dei prodotti agricoli (escluso i prodotti del pescato) viene valutato sui 750 miliardi di dollari, una cifra equivalente al PIL della Svizzera. Nel suo programma One Planet Food, dedicato all alimentazione sostenibile con un focus speciale sulla riduzione dello spreco alimentare lungo tutta la filiera e sotto l egida della campagna Think. Eat.Save di Unep-Fao, il WWF ha sviluppato iniziative di sensibilizzazione ed attivazione che stanno coinvolgendo milioni di italiani in comportamenti virtuosi e replicabili grazie alla collaborazione con importanti imprese del settore. Lo spreco sarà, inoltre, uno dei temi che caratterizzeranno la partecipazione di WWF ad EXPO 2015 che vedrà l associazione impegnata in una serie di iniziative per portare l alimentazione sostenibile all attenzione del grande pubblico. La responsabilità è dei consumatori, che spendono in media 316 euro l anno in cibo che per disattenzione o negligenza viene buttato senza essere consumato, ma anche di un sistema produttivo che troppo spesso perde cibo e risorse lungo la filiera, fino al 50% delle perdite totali, prima ancora che arrivino in tavola. L alleanza stretta dal WWF con aziende della grande distribuzione per campagne dedicate consentirà di veicolare consigli e buone pratiche contro lo spreco alimentare verso un grandissimo numero di cittadini. Prosegue, infatti, la campagna di sensibilizzazione sulla riduzione dello spreco alimentare domestico con iniziative in punto vendita e sul web promossa da Auchan e Simply, già impegnate nella vendita dei prodotti sfusi e nel recupero di prodotti prossimi alla scadenza; in tutti i punti vendita IKEA vengono distribuite le eco-vaschette anti-spreco realizzate in collaborazione con WWF; prosegue anche l iniziativa sviluppata con Autogrill che prevede che i rifiuti organici diventino compost attraverso un progetto sperimentale che coinvolge le aree di servizio autostradali di Villoresi Est, Brianza Nord e Brianza Sud. Con la crisi si abbandona la Dieta Mediterranea nel Belpaese, che può contare su over 100, secondo l ultimo censimento Istat del Gli italiani sono tra i più longevi del mondo con una vita media che ha raggiunto i 79,4 anni per gli uomini e gli 84,5 per le donne. Ma il futuro è preoccupante. L Italia - conclude il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo - ha la fortuna di poter contare su un patrimonio agricolo legato al territorio in grado di esprimere eccellenze dal punto di vista ambientale, qualitativo, della sicurezza alimentare e per la salute, che rappresenta il vero valore aggiunto del Made in Italy. L impegno per una corretta alimentazione è una responsabilità di tutti, perché stimolare uno stile di vita sano partendo dalla dieta significa garantire un futuro migliore alle persone e al pianeta. Guido Barilla, presidente della Fondazione BCFN, si dice molto lieto di ricevere l adesione di Coldiretti al Protocollo di Milano. La Fondazione BCFN ha chiesto alla Commissione Europea di sviluppare un programma di lungo termine attraverso gli stati membri per promuovere le diete sostenibili, illustrandone i vantaggi salutistici e ambientali rispetto ad altri regimi alimentari. Mangiare con calma, con gusto, riappropriandosi di uno stile di vita naturale e salutare dove a ogni atto sia riconosciuta la giusta velocità. Si parla comunemente di dieta intesa come selezione di cibi e quantità di cibi, in realtà la dieta ha un significato ben più ampio che investe tutto il nostro agire, e se guardiamo al passato, possiamo prendere a piene mani le lezioni dei nostri antenati. I dati della letteratura, così come quelli storici, indicano la dieta mediterranea come una delle migliori diete in senso assoluto per ciò che concerne il benessere fisico e la prevenzione delle malattie croniche degenerative - spiega Giuseppe Fatati, presidente della Fondazione Adi (Associazione Dietetica Italiana) - per quanto strano possa sembrare, non è affatto un assurdo accostare le parole dietologia e Medioevo. La dietetica in quegli anni riguardava l igiene, il sonno, la qualità del luogo e del clima, la pratica di sport o di danza, il sesso o la caccia. Antimo, medico bizantino del VI sec. e la Scuola Medica Salernitana già a quei tempi insistevano sull importanza della digestione e sulla necessità di variare l alimentazione, includendo frutta, verdura, legumi, olive e olio d oliva, pesce, cereali e vino rosso, tutti prodotti tipici del mediterraneo». L invito di Adi, quindi, è quello di scoprire il benessere della mediterraneità in questo periodo di risposo, per poi non poterne più fare a meno. Lo yogurt è lo snack preferito in Italia Non più pausa caffè. Gli italiani si rivelano salutisti all ora dello spuntino e uno su 2 sceglie lo yogurt come spezza fame. Mentre in Europa si gioca un testa a testa fra cioccolato e frutta fresca, consumati rispettivamente dal 64% e dal 62% della popolazione. La Nielsen Global Survey on Snacking Trends, condotta su 30 mila persone in 60 Paesi, tra cui il nostro, fotografa la merendina in salsa tricolore: non tutti gli abitanti del Belpaese mettono sul piatto i loro desideri alimentari più reconditi. Il 51% si rifugia nello yogurt, ma sogna il cioccolato. Tanto che nella scala della preferenza assoluta l oro nero vince di 10 punti (21% contro 11% dello yogurt). E questo perché mangiucchiare per un italiano su 5 viene vissuto come un modo per migliorare l umore, e per il 17% come un viatico per combattere lo stress. E se 9 connazionali su 10 si concedono la pausa merenda almeno 7 volte al mese, il 43% è anche attento agli ingredienti e indica fra i requisiti base del suo menu spezza fame l assenza di OGM, insieme all uso di componenti naturali e l assenza di coloranti. Lo stesso succede nel resto d Europa, ma non altrettanto negli altri continenti. Quanto ai prodotti più consumati lungo la Penisola, al secondo posto l agognato cioccolato che vince sulla frutta fresca, relegata al gradino più basso del podio. Momento di piacere, opportunità per soddisfare una voglia, ma senza dimenticare la freschezza, caratteristica principale di uno stuzzichino ideale per il 42% degli intervistati. Cenerentole nel menù delle pause tricolore, come nel resto del mondo, i prodotti piccanti (indicati solo 13% del campione), quelli amari (8%) e gommosi (6%). All assenza di glutine o di caffeina viene riservata poca attenzione (sono i requisiti rispettivamente indicati dal 10 e 11% degli intervistati). La merendina dei sogni deve invece contenere pochi zuccheri (per il 32% del campione), grassi (28%), sale (26%), calorie (26%), fruttosio (23%), carboidrati (20%). Gli ingredienti più gettonati sono, sul fronte salutistico, le fibre (segnalate dall 80% dei rispondenti), le componenti integrali (25%) e le proteine (22%). Dal punto di vista dietetico, per il 25% degli italiani lo snack rimane comunque un modo per soddisfare solo la piccola fame tra un pasto e l altro. Chi sfrutta lo spuntino come nutrimento è il 20%, sotto la media europea del 26%. Rimane molto basso il consumo come sostituto dei pasti, che attualmente pesa il 15% relativamente alla colazione, il 9% per il pranzo, l 8% per la cena.

4 4 LONDRA SERA TRENTINO WINE TASTING Nella foto scattata durante la presentazione dei vini del Trentino si notano da sinistra a destra: Mirella (Alivini); Michael Garner (Master of Wine); Laura Bianchini (20 Ways Ltd.); Gianni Segatta (Alivini); Michele Tomasi (La Cadalora); Emilio Mascia (20 Ways Ltd). 20 Ways, in collaborazione con Alivini Company Ltd, ha celebrato il Trentino ed i suoi vini lo scorso 12 marzo. Una vera e propria masterclass condotta dal Master of Wine Michael Garner, che ha introdotto magnificamente la Regione Trentino, offrendo un affascinante panoramica su quelle che sono le referenze più caratteristiche e preziose. Le cantine protagoniste erano Cantina d Isera e Azienda Agricola La Cadalora. Solamente vitigni autoctoni per questa occasione speciale, rappresentati nel mercato britannico da 20 Ways Ltd: Marzemino, Spumante Trento Doc, Majere Casetta e Pinot Nero Vignalet. Re fra i bianchi fermi un particolarissimo Chardonnay dell Azienda Agricola La Cadalora. Per l occasione, 20 Ways Ltd ha abbinato un interessante proposta gastronomica legata al Trentino ed alle sue tipicità. La qualità e la peculiarità delle etichette in mostra hanno davvero deliziato e sorpreso i gusti dei convenuti. Un gruppo di ospiti mentre degustano i vini del Trentino. Laura Bianchini e Michael Garner. Gruppo Formaggi del Trentino e salumi Belli, in assaggio per i partecipanti.

5 LONDRA SERA 5 FOTO NEWS SPECIAL HAPPINESS IS A PIZZA CALLED FRATELLI LA BUFALA The Ristorante Pizzeria Fratelli La Bufala s team (Shaftesbury Avenue, Piccadilly) are celebrating the news of the forthcoming opening in Knightsbridge Green of a new restaurant. VINI IACOVAZZO I vini della Tenuta Iacovazzo sono stati presentati durante Vinoteca 2015 svoltasi all Ironmonger s Hall di Barbican. Pictured here are Carlo, Luca e Claudio Iacovazzo. AMISHA: WE ARE THE GREATEST Amazing news for the Italian Restaurant Amisha: for the last two months Amisha has been voted the 4th Best Italian Restaurant (Zucca it s number 2) and is now number 6 for Best Vegetarian Options. Amisha is now number one for Best Kid Friendly Restaurant. Congratulations!!! CONSORZIO DEL PROSCIUTTO DI PARMA Laua Wheatley and friends, from the Dialogue Agency, pictured during Vinoteca 2015 at Ironmonger s Hall, Barbican, running the hugely successful Parma Ham and Parmiggiano Reggiano Consorzio stall, organized by the Italian Chamber of Commerce and Industry in the UK. At L ARTE DI CUCINARE we can fulfill any requirements for a small or large party (up to 80 people), in a comfortable and relaxed atmosphere, either for a romantic occasion or a casual evening with friends and family. Carlo Barbieri will always give you a warm welcome.

6 6 LONDRA SERA ANNUNCI ECONOMICI / CLASSIFIEDS UTILITÀ NATIONAL HEALTH SERVICE Tel (NHS Direct 24 ore) Tel Tel Tel LONDON AIRPORTS London Heathrow International Airport Tel London City Airport Tel Gatwick Airport Tel London Luton Airport Tel Stansted Airport Tel UK AIRPORT BIRMINGHAM International Airport Tel EXETER International Airport Tel LIVERPOOL John Lennon Airport Tel MANCHESTER AIRPORT Tel EDINBURGH AIRPORT Tel GLASGOW AIRPORT Tel CARDIFF AIRPORT Tel BELFAST International Airport Tel INTERNATIONAL ORGANIZATION FOR MIGRATION UK (IOM) Tel STOP TRAFFICKING UK HELPLINE Tel THE POPPY PROJECT Tel WOMEN S AIDS Tel EAVES Tel THE SAMARITANS Tel THE SCARLET CENTRE Tel RIGHTS OF WOMEN Tel NATIONAL DOMESTIC VIOLENCE HELPLINE Tel PROFESSIONISTI DOUBLE GLAZING REPAIR SERVICE Misted/Broken Glass, Hinges, Handles, Locks, A rated glass upgrades, Secondary Glazing, Fully qualified installer Free Advisory Service Call Vincenzo Laudano Mob Tel C. Da ELECTRICAL Claudio D Auria impianti Elettrici. Domestici e Commerciali.Rewires additional circuits. Electric Service & Maintenance. Light & Installations Tel JUST SATELLITE.IT Digital and Satellite installations Wall, Mounting TV Screens, CCTV fixed and motorized systems,multi rooms installations & repairs La television italiana e di tutto il mondo nelle vostre case. Evening and Weekend calls or Di Tano & Son Building and Maintenance Electrical & Plumbing Work Power flush & Jetting Mobile Tel BF Construction Tutti i lavori per negozi, uffici e case Brian Landoli Tel GEMA Handman General maintenance & Refurbishing Alessandro Picchio Tel Mob ales.pic50gmail.com Carpenter & Joiner Mario Pappano Specialist Fitted Wardrobes, Bookcases, Alcoves, Fitted Kitchens 5 Fontaine Road London SW16 3PB Tel Mobile Out of the Attic Antiques & Interior Design Gianfranco Serra Mob Shop , Blackstock Road London N5 2LL FRANCO MAGIC.CO.UK Bring magic to your party Not happy, pay nothing Franco Lamberti Costruzioni Tel Mobile +44(0) LAVORO EXPERIENCED ARCHITECT Experienced Architect is looking for dynamic/creative working environment to professionally grow and to do unconditioned architecture. me at: Addetto cucina 5 giorni la settimana Dalle 8am alle 4pm Telefonare a Sergio Oddono s gelati Happy sales assistant required Pizzaiolo con esperienza cercasi Inviare CV a: googl .com BARISTA for busy pizzeria Tel Tony on CHEF DE PARTIE Ristorante vicino London Bridge Tel Rita on PER LAVORARE CON GLI INGLESI VISITARE I SEGUENTI SITI: Recruiting agency Costa General Recruitment: NHS Health & Social Care, Central London Community Healthcare Dorset County Hospital NHS Civil Service Fast Stream BSI GROUP General Recruitment CAPITA RESURCING LTD BAE SYSTEMS Advanced Engineering & IT AMWAY UK ENTERPRICE AMAZON Logistic, Transport & Warehousing ALLIANZ Financial Services JOHN LEWIS Logistics, Transport & Warehousing work FDM Group Training MOTHERCARE UK LD Retail & Sales EXCELCARE HOLDING Ltd Social Care JEWSON Building & Construction KIDZANIA General Recruitment LCBT Training NORTHAMPTON General Hospital Heath & Social Care OXFORD Health Foundation Trust Heath & Social Care CIVIL SERVICE PCL Transport 24/7 Pricewaterhousecoopers LLP Finance & professional Services ROYAL AIR FORCE Regular & Reserve RAF General Recruitment RAW TALENT General recruitment SALISBURY NHS Foundation Trust Heath & Social Care SPORTS DIRECT.COM Retail & Sales SUSSEX Partnership NHS Heath & Social Care THE MANSFIELD GROUP Logistics, Transport & Warehousing The Royal Bournemouth and Christchurch Hospitals NHS Heath & Social Care West Hertfordshire Hospitals NHS Heath & Social care STANZE IN AFFITTO VENDESI HOUSE FOR SALE Farmhouse in Monte Falcone, Le Marche, for Sale, price 110,000 euros ono, 500 sq metres, please visit www. buymyitalianfarmhouse.co.uk for information and photos. Please call Warren for further info on or Single room to rent Tel Abitazione in affitto Tel Room to let zona Elephant & Castle Tel Medium size room SE2 350 montly. More info or agency To let 4-bedroom house 2500/month Deposit required Nice studio flat Tel To let Large double-room No smoker Please call Room to let Tel To Let Double room Male only Call To let large double-room From 110 to 145 a week Call To let very clean room Tel NOTE: all information, events and places may change, Press Promotions can accept no responsibility whatsoever for any errors or changes. Neither do we accept responsibility for any decisions made based on this information gained through Londra Sera or Daily Italian (the Editor)

7 LONDRA SERA 7 Convegno sulla lingua italiana Si è svolto presso l Ufficio per l Italia del Parlamento Europeo a Roma il convegno La lingua italiana come strumento di dialogo interculturale, sviluppo e crescita economica, iniziativa organizzata dall Associazione Scuole di Italiano come Lingua Seconda (ASILS) che si propone di proseguire la collaborazione tra pubblico e privato sul tema avviata dagli Stati Generali della Lingua italiana celebrati a Firenze nello scorso mese di ottobre. A salutare i presenti Jacopo Viciani, della segreteria particolare del sottosegretario, che ha richiamato l importanza dell appuntamento fiorentino, cui hanno contribuito anche le scuole che insegnano l italiano in Italia e all estero, e segnalato come occorra tener vivo l entusiasmo, oltre che lavorare per la realizzazione concreta degli impegni assunti con il documento finale degli Stati Generali. Siamo riusciti nel nostro intento di creare una mobilitazione di popolo, nella chiamata a raccolta del partito della lingua italiana, di coloro che credono spiega che diffondere la nostra lingua nel mondo non sia solo una missione culturale ma anche un opportunità economica. Richiama poi i passi avanti compiuti da ottobre: in corso la creazione di una banca dati per favorire l inserimento dei laureati in didattica dell italiano da parte del Maeci in collaborazione con la Crui; sul fronte del volontariato linguistico internazionale, vengono segnalate 25 università straniere che accoglieranno giovani impegnati nel servizio civile all estero per progetti di insegnamento dell italiano; in fase di raccolta anche i dati sulla diffusione dell italiano nel mondo che verranno diffusi a Firenze nel corso della XV edizione della Settimana della Lingua Italiana ottobre 2015, - evento per cui si prevede anche l operatività del portale unificante tutte le risorse dedicate all apprendimento della lingua italiana, cui stanno lavorando Maeci, Miur e Poligrafico della Stato. Nel 2016 è previsto inoltre un nuovo incontro degli Stati generali a Firenze per monitorare le attività messe in campo. L insegnamento dell italiano non è solo un atto dovuto per valorizzare la nostra cultura prosegue Viciani - ma è un vero e proprio affare economico, sia per il sistema Italia, perché attrae turisti, genera export e investimenti, sia perché crea nell immediato un ritorno economico. Per ogni euro pubblico destinato agli enti gestori dei corsi di lingua e cultura italiana all estero dice - si genera un ritorno economico sul fronte privato che equivale al doppio e in taluni casi al triplo in aree come l Africa o a 5 volte tanto in America latina. Si tratta quindi di un comparto che può creare occupazione e generare profitto, sottolinea Viciani, evidenziando la necessità di intercettare la domanda di italiano oggi presente nel mondo favorendo il moltiplicarsi delle imprese culturali, come scuole private che potrebbero affiancarsi alle realtà pubbliche impegnate in questo settore con strumenti quali il credito agevolato o quelli già esistenti per l internazionalizzazione. Per un salto di qualità della diffusione della lingua italiana all estero è quindi necessario un cambio di mentalità che associ a tale settore la possibilità di fare profitto, così da coinvolgere in tempi di ristrettezze economiche le imprese private in tale attività, visto anche il crescere della classe media nei Paesi emergenti. Conferma la capacità di attrazione esercitata dalla lingua italiana anche il capo dell Ufficio per l Italia del Parlamento europeo, Daniel Ractliffe, che si definisce lui stesso un esempio vivente di tale capacità di attrazione. Ho avuto modo di constatare l interesse per l italiano da parte di giovani provenienti da Paesi con un alto tasso di crescita economica, come la Cina, e questo dimostra afferma Ractliffe che possiamo aver fiducia nel futuro culturale di questo mondo globalizzato. Questo è anche un esempio del funzionamento della diplomazia culturale italiana; in un mondo che non è più eurocentrico, chi studia la lingua di Dante diventa ambasciatore di cultura e valori europei. Dal Parlamento Europeo ha inviato un video messaggio Gianni Pittella, capogruppo dell Alleanza progressista dei Socialisti e Democratici, che sottolinea come si debba investire sulla promozione della nostra lingua come volano dello sviluppo, intervenendo su criticità come le procedure burocratiche e sul sistema di certificazione dei docenti e dell apprendimento. Ad illustrare l attività dell ASILS, nata nel 1991 e che riunisce oggi 42 scuole presenti in 10 regioni del territorio nazionale, la presidente Francesca Romana Memoli: gli studenti stranieri che hanno frequentato i corsi attivati dalle scuole dell associazione sono stati nel mila, per un totale di 301 corsi della durata media di 4,5 settimane. Il fatturato raggiunge i 20,9 milioni di euro e arriva sino a 42 milioni di euro se consideriamo anche l indotto che ruota intorno alla permanenza degli studenti stranieri in Italia (alloggi, visite e attività culturali etc). L associazione tiene alla qualità dei servizi offerti e dei suoi insegnanti, qualificati e assunti per la maggior parte con un contratto nazionale. Negli ultimi anni è aumentato in particolare il personale che collabora nell ambito web, in linea con la trasformazioni del comparto, che affianca alle lezioni frontali sempre più anche l utilizzo dei social media. Un analisi dell Asils rileva come i primi Paesi di provenienza degli studenti dei corsi offerti siano Stati Uniti e Germania (che registrano tuttavia un calo rispetto al 2012), Russia, Svizzera (in aumento), Giappone, Regno Unito, Francia, Brasile e Paesi Bassi. Sono studenti, ma anche lavoratori (36%) e appartenenti a tutte le fasce d età, anche più elevate rispetto a quella classica degli universitari. Sono soprattutto permanenze stagionali, che si concentrano nei mesi estivi anche se l impegno è quello di destagionalizzare la permanenza. Richiamato anche l investimento nel marketing: 2 milioni di euro nel 2013, una media di 58 mila euro a scuola, promozione cui Memoli auspica possano collaborare maggiormente le istituzioni in iniziative condivise. Il punto di forza segnalato dall Aisls resta la capacità attrattiva costante che l italiano esercita il numero degli studenti e dei corsi non ha subito significative variazioni rispetto al 2012 mentre le criticità sono la scarsa interazione con il pubblico, la mancanza di coinvolgimento nei tavoli di lavoro istituzionali in cui si affrontano i temi dell insegnamento dell italiano, l esclusione dei soggetti privati nei progetti di insegnamento linguistico ministeriali. La presidente chiede inoltre un intervento normativo sul rilascio dei visti, che preveda tra le fattispecie per la loro concessione anche quella per lo studio della lingua italiana. Per il Ministero degli Affari esteri e la Cooperazione internazionale interviene Stefano Zanini, capo ufficio III della Direzione Generale del Sistema Paese, che segnala come si stia lavorando per la raccolta di dati più precisi sulla diffusione dell italiano nel mondo, esigenza avanzata nel corso degli Stati generali. Il ministero afferma aveva censito nel 2012 circa 550 mila studenti di italiano all estero, ma erano quelli che risultavano partecipare solo alle iniziative in qualche modo collegate con il Maeci attraverso i contributi destinati a questo scopo. Il numero è stato poi progressivamente ampliato fino ad arrivare a 1 milione e 500 mila studenti, continua Zanini, segnalando come resti però ancora molto lavoro da fare sui numeri, sia quantitativamente che qualitativamente. In particolare occorre un esame sulle motivazioni che spingono alla scelta dell italiano come seconda lingua di studio, analisi che egli invita l associazione a condividere, così come tiene a sottolineare sia aperto il lavoro messo in campo con il documento finale degli Stati generali. Altro fronte di lavoro da parte del Maeci è la certificazione della qualità di insegnamento ed insegnanti, tema su cui si sta riflettendo in collaborazione con le università. Ricorda le cifre legate al turismo in Italia Cristiano Radaelli, commissario straordinario dell Enit, che parla di una percentuale del nostro Pil riconducibile al settore del 9%, di 90 miliardi di euro di ricchezza generata e 2,6 milioni di posti di lavoro. La sollecitazione è anche in questo caso quella di fare di più, perché le rendite di posizione non bastano. L Italia potrebbe essere e tronare ad essere la prima meta turistica d Europa, mentre non ha saputo cogliere l aumento del flusso turistico mondiale e oggi è superata da Paesi come la Francia e la Spagn, prosegue Radaelli. Per il commissario straordinario dell Enit, dunque, la bellezza non basta in un mercato altamente competitivo come quelle turistico; la presenza di stranieri in Italia per frequentare corsi di italiano potrebbe costituire una leva per lo stesso settore turistico, sino ad oggi poco utilizzata. (V.P.) Audizione del Comitato Promotore degli Stati Generali dell Associazionismo È tornato a riunirsi alla Camera dei Deputati il Comitato Permanente sugli italiani nel mondo e la Promozione del Sistema Paese. Un audizione informale nel corso della quale i deputati hanno incontrato i rappresentanti del Comitato Promotore degli Stati Generali dell Associazionismo degli italiani nel mondo. È stata un audizione molto importante ha spiegato il presidente del Comitato della Camera Fabio Porta - perché gli Stati Generali dell Associazionismo degli italiani nel mondo rappresentano un opportunità unica di riflessione sulla nuova presenza italiana all estero non soltanto in termini di nuove mobilità, ma anche di un ripensamento generale del ruolo e della presenza degli italiani nel mondo attraverso il sistema delle associazioni e delle forme di rappresentanza che oggi comunque sono rimesse in discussione da novità di tipo non solo istituzionali, ma anche sociali ed economiche. Cambiamenti che hanno trasformato il nostro Paese, ma che hanno fatto diventare un altra cosa anche l Italia nel mondo, rispetto a quella che tanti di noi avevano conosciuto e per la quale abbiamo lavorato negli anni. Abbiamo quindi convocato questa audizione perché crediamo come Comitato di dover essere parte integrante di questo processo di cui i promotori degli Stati Generali si sono fatti carico. Per quanto concerne gli argomenti trattatati nel corso dell audizione Porta ha segnalato come si sia parlato in primo luogo del forum che sarà organizzato probabilmente a giugno dal Comitato Promotore degli Stati Generali del quale fanno parte tutte LA RICETTA DELLA SETTIMANA le più grandi e storiche organizzazioni della presenza italiana nel mondo. Durante l incontro ha aggiunto Porta - sono stati evidenziati alcuni temi come quello della rappresentanza e del riconoscimento formale dell associazionismo e del terzo settore non solo in Italia, ma anche all estero. Si è inoltre parlato della questione del volontariato, delle nuove mobilità e delle presenze italiane nel mondo che comunque diventano anche tematiche trasversali, una cartina di tornasole con cui rileggere il ruolo di chi opera in questo versante degli italiani all estero. Porta ha poi sottolineato quanto sia importante, anche per rimettere in carreggiata il lavoro svolto su queste materie in Parlamento, la capacità di riflessione e di mettersi in discussione di fronte ai cambiamenti espressa da queste storiche associazioni del mondo dell emigrazione. La questione ha rilevato il presidente del Comitato è quella del rinnovo dell associazionismo alla luce dei cambiamenti dell ultimo decennio, come ad esempio il nuovo sistema di rappresentanza degli italiani all estero, una rinnovata ondata migratoria dall Italia verso l estero, una italianità sempre più fatta non tanto di cittadini, ma di oriundi, di amici dell Italia e di italici. Si tratta quindi anche di rimettere in discussione certi parametri che sono superati e che a volte anche le nostre autorità e il nostro ministero degli Esteri fanno fatica a superare. Nel corso dell incontro ha aggiunto Porta è inoltre emersa in maniera particolare la questione già accennata, a cui le associazioni tengono molto, del riconoscimento giuridico dell associazionismo italiano nel mondo. Un problema che noi abbiamo più volte posto sia con una specifica proposta di legge, sia chiedendo al governo e al sottosegretario al Welfare Luigi Bobba, che segue la questione della riforma del terzo settore, che in questo ambito siano tenute presenti le specificità degli italiani nel mondo. Porta ha anche segnalato come il Comitato nei prossimi mesi di lavoro intenda riprendere alcune questioni importanti e urgenti, come ad esempio quella dell esenzione dall Imu, su ci sono state presentate delle specifiche interrogazioni, e quella della stipula della convenzione fra i patronati e Maeci. Riaffronteremo ha infine aggiunto Porta - anche il tema dell internazionalizzazione. Lo abbiamo già approfondito, ma adesso lo vorremmo affrontare con particolare riferimento all appuntamento dell Expo rispetto alle nostre comunità all estero e alle collettività di affari italiane nel mondo. (G.M.) Pasta ai Ricci di Mare Ingredienti: 400 gr spaghetti n.5 (quelli grossi); 2 kg ricci di mare vivi; olio extra-vergine d oliva; aglio; peperoncino; prezzemolo fresco, sale. Esecuzione: In una padella, soffriggere nell olio l aglio schiacciato e un po di peperoncino. Per aprire i ricci afferrarli con la mano sinistra protetta da un panno e infilare la lama più appuntita di una forbice nell opercolo alla base del riccio; tagliare il guscio tracciando un raggio nella parte piatta, quindi seguire la circonferenza. Eliminata la base, raccogliere il liquido filtrandolo in una ciotola e disporre in un altra ciotola gli spicchi aranciati, tolti dai gusci con un cucchiaino. Quando gli spaghetti saranno bene al dente scolarli e passarli nella padella. Aggiungere la polpa di riccio e mantecate delicatamente per pochi secondi. Condire prima di presentare i piatti con un pizzico di prezzemolo appena tritato.

8 8 LONDRA SERA Alle origini del gusto Il cibo a Pompei e nell Italia antica L idea di una mostra ad Asti sull alimentazione nel mondo antico si ispira alle linee guida dell Expo 2015 di Milano, Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita, quando ricordano che la qualità e la genuinità del cibo vanno di pari passo con la tradizione consolidata nelle attività di coltivazione e di allevamento dei popoli e delle comunità locali, frutto di esperienze millenarie sulle quali oggi si innestano forti innovazioni scientifiche e tecnologiche. Oggi come in passato, il cibo è uno dei principali fattori che qualificano una civiltà, strettamente connesso alla sfera sociale e religiosa, concorre alla creazione del senso di appartenenza e a quella che definiamo identità culturale e da lì alla comunicazione interculturale. La mostra Alle origini del gusto. Il Cibo a Pompei e nell Italia antica, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e Fondazione Palazzo Mazzetti, curata da Adele Campanelli e Alessandro Mandolesi, condurrà il visitatore in un viaggio alle origini del comportamento alimentare italiano in un contesto, Asti e il suo territorio, rino- mato per una produzione agro-alimentare che affonda le radici in un passato ricco di testimonianze locali. Partendo dall invito a un banchetto di età romana in un itinerario a ritroso nel tempo, anche attraverso approfondimenti su alcuni significativi prodotti della terra (grano, olio, vino) si compone un quadro esaustivo delle abitudini alimentari e produttive dei maggiori popoli antichi che vissero in Italia. Un impostazione innovativa e originale basata sull incontro fra archeologia e tecnologia dove le ricostruzioni delle attività e delle consuetudini alimentari dei Romani focalizzeranno, di volta in volta, situazioni singolari relative alle altre importanti civiltà che si sono sviluppate sul territorio italiano: dai Greci agli Etruschi, fino agli Italici. Le conoscenze sulla produzione e sulla cucina romana, e in parte anche greca ed etrusca, sono vaste e basate su fonti di natura molteplice: letterarie, archeologiche, paleo-ambientali. I testi scritti in particolare sono numerosi: si cita a titolo esemplificativo il

9 LONDRA SERA 9 FOTO DI COPERTINA: Taberna romana, Pompei NELLA STESSA PAGINA IN SENSO ANTI ORARIO: Banchetto a Pompei Vusuta alla domus romana di Via Varrone IN QUESTA PAGINA, DALL ALTO IN SENSO ORARIO: Piatti da pesce dall area di Paestum Pranzo nell antica Roma Uva. Pittura parietale, 79 d.c. Pompei Thermopolium. Via di Diana. III sec.d.c., Ostia Ricostruzione di un ambiente domestico. Età nuragica Coco con aglio Natura morta antica noto manuale di ricette pervenutoci sotto il nome di Apicio, o la cena di Trimalcione nel Satyricon di Petronio oppure la Edifagetica di Archestrato di Gela, una specie di prima guida gastronomica del mondo antico, ma l elenco potrebbe continuare a lungo. Notevole anche il corpus delle informazioni fornite dall archeologia, soprattutto la quantità di dati dall area vesuviana: Pompei, Ercolano e Stabia centri seppelliti dall eruzione del 79 d.c. restituiscono rappresentazioni figurate, ambienti completi di arredamenti, impronte di coltivazioni, reperti botanici, zoologici e anche veri cibi carbonizzati. Una sequenza di luoghi e di ambientazioni collegati al consumo, all elaborazione e alla produzione degli alimenti, corrispondenti alle varie sezioni espositive con un taglio mirato ad illustrare sia la preparazione e la presentazione dei cibi sia le tecniche di coltivazione con la ricostruzione di un antico paesaggio agrario italiano. In occasione della mostra è possibile visitare la domus romana di Via Varrone della seconda metà del I secolo d.c., situata presso la porta urbica occidentale (Torre Rossa) dove terminava il decumano massimo (coincidente con l odierno Corso Alfieri). Tra i resti della costruzione, riaperta al pubblico con un allestimento aggiornato, è di particolare interesse il tappeto a mosaico che decorava il pavimento della sala da pranzo (triclinium). Un inedito ciclo di conferenze, sarà dedicato ad alcuni aspetti dell alimentazione nell antichità e avrà da marzo, con cadenza mensile, fino a giugno. Più in particolare si parlerà, tra l altro, di vino, olivocultura, produzione olearia, ma anche dell alimentazione a Pompei grazie ai risultati degli studi su reperti organici e vegetali (come semi, frutti e pane, sopravvissuti all eruzione del 79 d.c.), e del cibo consacrato alle divinità. La mostra ha ispirato l estro di sei artisti contemporanei che hanno sposato con entusiasmo questa iniziativa che fin da subito ha avuto il sapore di una sfida; l arte contemporanea incontra l archeologia dandosi appuntamento in un luogo inusuale: il bookshop di Palazzo Mazzetti. Sensibilità, forza espressiva e grinta hanno preso così la forma delle creazioni di Roberto Amadè (cantautore e pittore), Simone Bordino (orafo), Gian Genta (scultore), Roberto Giannotti (designer e scultore), Paola Rattazzi (pittrice) e Sergio Unia (scultore). Dalla geniale penna dell artista livornese Luca Vinciguerra (pittore e scultore) è nata invece l originale mascotte Coco che promette di diventare il simbolo di un ricco calendario di iniziative collaterali alla mostra (cene a tema presso i ristoranti convenzionati, laboratori di archeo-cucina, divertenti eventi rivolti ai bambini e alle famiglie e molto altro ancora) da condividere anche attraverso le reti sociali seguendo l hashtag #originidelgusto e la pagina Facebook di Palazzo Mazzetti. La mostra, allestita fino al 5 luglio 2015, è promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e Fondazione Palazzo Mazzetti, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta e il Comune di Asti; si avvale del patrocinio della Regione Piemonte e della collaborazione di Civita per l organizzazione e la comunicazione; il catalogo è edito da Marsilio.

10 10 LONDRA SERA 10 LONDRA SERA

11 LONDRA SERA 11

12 12 LONDRA SERA FOTOGIORNALE Una petizione per la lingua italiana proposta dalla pubblicitaria ed esperta di comunicazione Annamaria Testa tramite il sito Change.org. è rivolta al governo italiano, alle amministrazioni pubbliche, ai media e alle imprese, cui viene chiesto di parlare un po di più, per favore, in italiano. Questa la petizione: La lingua italiana è la quarta più studiata al mondo. Oggi parole italiane portano con sé dappertutto la cucina, la musica, il design, la cultura e lo spirito del nostro paese. Invitano ad apprezzarlo, a conoscerlo meglio, a visitarlo. Le lingue cambiano e vivono anche di scambi con altre lingue. L inglese ricalca molte parole italiane ( manager viene dall italiano maneggiare, discount da scontare) e ne usa molte così come sono, da studio a mortadella, da soprano a manifesto. La stessa cosa fa l italiano: molte parole straniere, da computer a tram, da moquette a festival, da kitsch a strudel, non hanno corrispondenti altrettanto semplici, efficaci e diffusi. Privarci di queste parole per un malinteso desiderio di purezza della lingua non avrebbe molto senso. Ha invece senso che ci sforziamo di non sprecare il patrimonio di cultura, di storia, di bellezza, di idee e di parole che, nella nostra lingua, c è già. Ovviamente, ciascuno è libero di usare tutte le parole che meglio crede, con l unico limite del rispetto e della decenza. Tuttavia, e non per obbligo ma per consapevolezza, parlando italiano potremmo tutti interrogarci sulle parole che usiamo. A maggior ragione potrebbe farlo chi ha ruoli pubblici e responsabilità più grandi. Molti (spesso oscuri) termini inglesi che oggi inutilmente ricorrono nei discorsi della politica e nei messaggi dell amministrazione pubblica, negli articoli e nei servizi giornalistici, nella comunicazione delle imprese hanno efficaci corrispondenti italiani. Perché non scegliere quelli? Perché, per esempio, dire form quando si può dire modulo, jobs act quando si può dire legge sul lavoro, market share quando si può dire quota di mercato? Chiediamo all Accademia della Crusca di farsi, forte del nostro sostegno, portavoce e autorevole testimone di questa istanza presso il Governo, le amministrazioni pubbliche, i media, le imprese. E di farlo ricordando alcune ragioni per cui scegliere termini italiani che esistono e sono in uso è una scelta virtuosa. 1) Adoperare parole italiane aiuta a farsi capire da tutti. Rende i discorsi più chiari ed efficaci. È un fatto di trasparenza e di democrazia. 2) Per il buon uso della lingua, esempi autorevoli e buone pratiche quotidiane sono più efficaci di qualsiasi prescrizione. Dillo in italiano! 3) La nostra lingua è un valore. Studiata e amata nel mondo, è un potente strumento di promozione del nostro paese. 4) Essere bilingui è un vantaggio. Ma non significa infarcire di termini inglesi un discorso italiano, o viceversa. In un paese che parla poco le lingue straniere questa non è la soluzione, ma è parte del problema. 5) In itanglese è facile usare termini in modo goffo o scorretto, o a sproposito. O sbagliare nel pronunciarli. Chi parla come mangia parla meglio. 6) Da Dante a Galileo, da Leopardi a Fellini: la lingua italiana è la specifica forma in cui si articolano il nostro pensiero e la nostra creatività. 7) Se il nostro tessuto linguistico è robusto, tutelato e condiviso, quando serve può essere arricchito, e non lacerato, anche dall inserzione di utili o evocativi termini non italiani. 8) L italiano siamo tutti noi: gli italiani, forti della nostra identità, consapevoli delle nostre radici, aperti verso il mondo. (ER) Made of Italians at Expo 2015 È stato prorogato al 31 marzo il termine per inviare la propria Manifestazione d interesse per fornitura di beni e servizi nell ambito del programma Made of Italians di Expo Milano L iniziativa si rivolge a tutti gli italiani residenti all estero e a tutti i cittadini stranieri di origine italiana. Il programma vuole incoraggiare queste persone a cogliere l occasione di Expo per tornare a visitare il proprio Paese di origine. A tutti i cittadini che aderiranno al programma, verranno riservate esclusive promozioni e offerte su un ampia gamma di beni e servizi. La procedura attivata da Expo Milano spa è finalizzata alla ricezione di manifestazioni di interesse alla fornitura di beni e servizi per il programma Made of Italians a condizioni agevolate ed esclusive per il programma Made of Italians di Expo Milano 2015 e rientrare nelle categorie merceologiche specificate nel documento. Per beni e servizi si intende qualsiasi merceologia che potrebbe risultare d interesse per il programma Made of Italians, limitatamente ai settori: servizi di viaggio, musei e mostre, ristorazione e divertimenti, shopping. Le regioni italiane, tra cui la Puglia, stanno contribuendo alla diffusione locale di questa selezione nazionale rivolta agli esercenti con l obiettivo di consentire ai tantissimi pugliesi e italiani nel mondo che quest anno torneranno in Italia per visitare Expo, di poter raggiungere la regione e di trovare una fitta rete di alberghi, ristoranti, musei e negozi partner ufficiali di Expo Milano 2015, con sconti e vantaggi riservati esclusivamente ai possessori del Pass Made of Italians. Le richieste di informazioni e le manifestazione di interesse dovranno pervenire all indirizzo

13 LONDRA SERA 13 FOTOGIORNALE Le città più pericolose per le donne Non c è nessuna città italiana nella classifica stilata dall International Women s Travel Center sulle 16 città più pericolose per le donne che vede Bogotà al primo posto. Completano il triste podio Città del Messico e Lima. Al quarto posto New Delhi; a seguire Giacarta, Buenos Aires, Kuala Lumpur, Bangkok, Mosca, Manila, Parigi, Seoul, Londra, Pechino, Tokyo e New York. Non è matematicamente sicuro che se una turista donna si reca in una città definita pericolosa, questa rischi effettivamente qualcosa ma si rischia stupri, violenze fisiche e psicologiche, percosse di ogni genere e grado - commenta Giovanni D Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, che ha rilanciato la notizia in Italia -. Soprattutto se tra le prime 16 riscontriamo anche rinomate città europee come Londra o Parigi, rappresentano una minaccia per le donne. Non sorprende certo che i primi posti siano occupati da città che devono fare i conti con il degrado socio-culturale del Paese. Ma a sorpresa saltano fuori anche città economicamente forti. Tra le prime 16 città della lista stilata, figurano infatti anche Londra, Parigi, Tokyo e New York. Sebbene in queste ultime, i rischi sono più correlati ai relativi sobborghi. L insonnia caratterizza inventori e politici Nikola Tesla, il padre dell elettricità, dormiva due ore a notte, l ex premier Silvio Berlusconi e l Imperatore Napoleone Bonaparte dalle due alle quattro, Barack Obama sei ore, Margaret Thatcher meno di sei ore. Il patron di Microsoft Bill Gates se ne concede sette e Jeff Bezos, il fondatore di Amazon, ben otto. Winston Churchill avrebbe avuto l abitudine di riposare per quattro ore, ma con un pisolino durante il giorno di 90 minuti. Geniali inventori come Thomas Edison appena 4-5 ore e Alexander Bell oscillava da 4 a 6. Sono alcuni dei nomi di scienziati, politici, personalità del mondo della tecnologia, della finanza e dei media, il cui sonno è protagonista della ricerca condotta dalla National Sleep Foundation e pubblicata sul Daily Mail. Nonostante gli esempi di Berlusconi, Thatcher e Obama, i politici sono la categoria tra quelle esaminate dalla ricerca che più spesso si concede anche 9 ore a notte. Gli esperti raccomandano, alle persone tra i 18 e 65 anni, dalle sette alle nove ore di sonno a notte per mantenere un benessere generale. Leonardo da Vinci era solito dormire minuti ogni quattro ore. Un modello che, seppur vincente nel caso del grande inventore italiano, secondo gli ultimi studi - che hanno analizzato i rischi per la salute legati alla qualità e quantità del sonno - può provocare alcuni problemi. I ricercatori della Tel Aviv University hanno scoperto che usare il metodo del sonno interrotto equivale a non più di quattro ore consecutive di riposo. Gli esperti hanno più volte sottolineato che una buona qualità del sonno aiuta ad abbassare alcuni fattori rischio per la salute come il sovrappeso, la pressione alta sanguigna, il colesterolo e il diabete di tipo 2.

14 14 LONDRA SERA

15 LONDRA SERA 15

16 16 LONDRA SERA

SCUOLA DI COMUNICAZIONE. Proposta di MASTER di Primo livello in. MANAGEMENT e COMUNICAZIONE DEL MADE IN ITALY:

SCUOLA DI COMUNICAZIONE. Proposta di MASTER di Primo livello in. MANAGEMENT e COMUNICAZIONE DEL MADE IN ITALY: SCUOLA DI COMUNICAZIONE Proposta di MASTER di Primo livello in MANAGEMENT e COMUNICAZIONE DEL MADE IN ITALY: Promozione enogastronomica e valorizzazione delle eccellenze del territorio A.A.2014-15 Premessa

Dettagli

Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA

Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA 21, 22, 23 Giugno 2013 FIERA DEL LIBRO E DEL TURISMO ENOGASTRONOMICO L editoria enogastronomica da alcuni anni registra una crescita notevole. I media hanno dato e continuano

Dettagli

C I N E M A & C I B O F I L M F E S T I V A L

C I N E M A & C I B O F I L M F E S T I V A L FOOD FILM FEST C I N E M A & C I B O F I L M F E S T I V A L BERGAMO 15-20 SETTEMBRE 2015 piazza dante - domus bergamo quadriportico del sentierone palazzo dei contratti e delle manifestazioni COSA - DOVE

Dettagli

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione PoliCulturaExpoMilano2015 I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione Versione estesa Paolo Paolini, HOC-LAB (DEIB, Politecnico di Milano, IT), da una intervista a Dott.ssa Antonia Trichopoulou

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

Calabria antica-autentica-accogliente Coldiretti Calabria Campagna Amica settimana della Calabria agricola e agroalimentare Expo Milano

Calabria antica-autentica-accogliente Coldiretti Calabria Campagna Amica settimana della Calabria agricola e agroalimentare Expo Milano Calabria antica-autentica-accogliente, è questo il tema del programma di eventi ideato da Coldiretti Calabria, in collaborazione con la fondazione Campagna Amica, per la settimana della Calabria agricola

Dettagli

Per l Expo tutto l agroalimentare italiano in un click

Per l Expo tutto l agroalimentare italiano in un click Per l Expo tutto l agroalimentare italiano in un click - 14 gennaio 2015 - L Italia, campione del mangiar bene e del buon vino, leader mondiale nella sicurezza alimentare e nell eco-sostenibilità delle

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA: MITO O REALTÀ?

DIETA MEDITERRANEA: MITO O REALTÀ? DIETA MEDITERRANEA: MITO O REALTÀ? È necessario chiarire, innanzitutto, che col termine mediterraneo non ci si riferisce, ovviamente, soltanto all Italia! Mediterranei, infatti, sono il clima, il mare,

Dettagli

Una sana alimentazione per una sana sanità:

Una sana alimentazione per una sana sanità: CESENA 27 SETTEMBRE 2012 Una sana alimentazione per una sana sanità: l impatto di una corretta alimentazione sulla spesa sanitaria Roberto Copparoni Ministero della salute Direzione Generale per l igiene

Dettagli

EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO

EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO TUTELA DELLA BIODIVERSITA ED AGRICOLTURA BIOLOGICA Domenica 25 Ottobre 2015 con inizio

Dettagli

Il Workshops di Wine Pleasures. Alcuni pratici suggerimenti su come trarre il meglio dal Workshop di Wine Pleasures: prima, durante e dopo...

Il Workshops di Wine Pleasures. Alcuni pratici suggerimenti su come trarre il meglio dal Workshop di Wine Pleasures: prima, durante e dopo... Il Workshops di Wine Pleasures Alcuni pratici suggerimenti su come trarre il meglio dal Workshop di Wine Pleasures: prima, durante e dopo... Il Workshop di Wine Pleasures: che cos'è? Gli Workshop di Wine

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

ETICA E SPRECO ALIMENTARE I GRANDI PARADOSSI DEL SISTEMA ALIMENTARE MONDIALE

ETICA E SPRECO ALIMENTARE I GRANDI PARADOSSI DEL SISTEMA ALIMENTARE MONDIALE ETICA E SPRECO ALIMENTARE I GRANDI PARADOSSI DEL SISTEMA ALIMENTARE MONDIALE 2 ETICA E SPRECO ALIMENTARE - indice Etica e sostenibilità 3 grandi paradossi del sistema alimentare mondiale Spreco alimentare,

Dettagli

Piano nazionale del Turismo

Piano nazionale del Turismo Piano nazionale del Turismo 5 azioni per raddoppiare il PIL del turismo C o n f e r e n z a s t a m p a 22 settembre 2010 Emma Marcegaglia, Presidente di Confindustria Daniel John Winteler, Presidente

Dettagli

GUIDA DEL DOCENTE Risorse didattiche proposte da

GUIDA DEL DOCENTE Risorse didattiche proposte da GUIDA DEL DOCENTE Risorse didattiche proposte da Indice Obiettivi del concorso... 3 Perché partecipare... 3 Quando e come... 3 Interesse didattico... 4 Quali sono le classi interessate... 4 Quali sono

Dettagli

Roma Città del gusto 09.11.2009-08.04.2010 VIII EDIZIONE

Roma Città del gusto 09.11.2009-08.04.2010 VIII EDIZIONE [ MASTER IN COMUNICAZIONE E GIORNALISMO ENOGASTRONOMICO Roma Città del gusto 09.11.2009-08.04.2010 VIII EDIZIONE [ [ Una full immersion nel mondo del cibo e del vino per cogliere tutte le sfumature del

Dettagli

Dieta Mediterranea, Patrimonio dell'unesco

Dieta Mediterranea, Patrimonio dell'unesco Dieta Mediterranea, Patrimonio dell'unesco CuDriEc 10 giugno, 2015 La Dieta Mediterranea è Patrimonio dell Unesco, annoverata nel 2010 tra i beni immateriali dell Umanità; un meraviglioso ed equilibrato

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

IL PROGETTO PArC. Premessa I principi ispiratori: campagna-città andata e ritorno L idea Il modello Target Comunicazione Soggetti coinvolti

IL PROGETTO PArC. Premessa I principi ispiratori: campagna-città andata e ritorno L idea Il modello Target Comunicazione Soggetti coinvolti IL PROGETTO PArC Premessa I principi ispiratori: campagna-città andata e ritorno L idea Il modello Target Comunicazione Soggetti coinvolti PREMESSA L incontro tra produttori e consumatori sta acquisendo

Dettagli

SALONE EUROMEDITERRANEO DEL BUON CIBO E DEL BUON VINO

SALONE EUROMEDITERRANEO DEL BUON CIBO E DEL BUON VINO SALONE EUROMEDITERRANEO DEL BUON CIBO E DEL BUON VINO 29-30 NOVEMBRE - 1 DICEMBRE 2014 CENTRO LE CIMINIERE - CATANIA www.expofoodandwine.com LE STRADE LA STRADA DEL VINO Area dedicata alle aziende vitivinicole,

Dettagli

OBIETTIVI DEL MASTER

OBIETTIVI DEL MASTER L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. 2 turisti stranieri su 3 considerano la cultura e il cibo come principale motivazione di un viaggio in Italia e

Dettagli

IL DECALOGO DELL OSPITALITÀ ITALIANA RISTORANTI ITALIANI NEL MONDO

IL DECALOGO DELL OSPITALITÀ ITALIANA RISTORANTI ITALIANI NEL MONDO IL DECALOGO DELL OSPITALITÀ ITALIANA RISTORANTI ITALIANI NEL MONDO Revisione n. 2 25 novembre 2010 PREMESSA La cucina italiana è il frutto di un secolare processo storico della nostra società, da sempre

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

PADIGLIONE ITALIA EXPO 2015: IL PALINSESTO EVENTI UNA PIATTAFORMA IN CONTINUA EVOLUZIONE

PADIGLIONE ITALIA EXPO 2015: IL PALINSESTO EVENTI UNA PIATTAFORMA IN CONTINUA EVOLUZIONE PADIGLIONE ITALIA EXPO 2015: IL PALINSESTO EVENTI UNA PIATTAFORMA IN CONTINUA EVOLUZIONE Il Sito Espositivo 2 Padiglione Italia: Palazzo Italia e Cardo Il cuore del Sito Espositivo 3 Padiglione Italia:

Dettagli

L alimentazione: Alla scoperta del gusto

L alimentazione: Alla scoperta del gusto L alimentazione: Alla scoperta del gusto Breve storia del cibo Anche se preferiamo un bel piatto di pasta siamo tutti accomunati dal bisogno di cibo.oggi non è fame ma è questione di gusto. L uomo primitivo

Dettagli

for Companies www.thetravellerchef.com

for Companies www.thetravellerchef.com for Companies The Traveller Chef è un progetto di food, wine & cooking experiences nato al fine di valorizzare e diffondere il concetto del cibo come eccellenza del territorio, creatività, convivialità

Dettagli

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Progetto promosso da: Con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 OSSERVATORIO SANA 2015 a cura di OBIETTIVI

Dettagli

Materiale didattico. Com è fatto il cioccolato Giochi a squadre, visite didattiche e cioccolato: per diventare consumatori consapevoli

Materiale didattico. Com è fatto il cioccolato Giochi a squadre, visite didattiche e cioccolato: per diventare consumatori consapevoli Materiale didattico Com è fatto il cioccolato Giochi a squadre, visite didattiche e cioccolato: per diventare consumatori consapevoli Programma delle lezioni Attività interdisciplinari Classe quarta della

Dettagli

Salute: Buontempo, sinergia comune per informare su rischi obesità infantile Occorre un impegno comune tra istituzioni e associazionismo nella lotta

Salute: Buontempo, sinergia comune per informare su rischi obesità infantile Occorre un impegno comune tra istituzioni e associazionismo nella lotta I dati della ricerca sono meno positivi se consideriamo il tempo passato dai ragazzi davanti alla TV: la maggior parte dei ragazzi passa meno di 2 ore al giorno davanti alla TV, ma nel week-end le ore

Dettagli

Energia per la vita: cibo e non solo!

Energia per la vita: cibo e non solo! Scuola secondaria di primo grado Mastro Giorgio Nelli Gubbio Anno scolastico 2015-2016 PROGETTO di ISTITUTO Energia per la vita: cibo e non solo! Classi Prime - Cibo che passione: le cose belle della Terra

Dettagli

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta Silvia ZUCCONI Coordinatore Area Agroalimentare NOMISMA > SUPERFICI BIO SUPERFICI BIOLOGICHE (milioni di

Dettagli

COOKING MANIA. PROGRAMMA CORSI DI CUCINA Anno 2015/2016

COOKING MANIA. PROGRAMMA CORSI DI CUCINA Anno 2015/2016 COOKING MANIA PROGRAMMA CORSI DI CUCINA Anno 2015/2016 La Sicilia ha un patrimonio gastronomico unico al mondo e la nostra Accademia ha come obiettivo principale quello di valorizzare tutti i prodotti

Dettagli

for Companies www.thetravellerchef.com

for Companies www.thetravellerchef.com for Companies The Traveller Chef è un progetto di food, wine & cooking experiences nato al fine di valorizzare e diffondere il concetto del cibo come eccellenza del territorio, creatività, convivialità

Dettagli

Inviati speciali nei luoghi del possibile

Inviati speciali nei luoghi del possibile Sperimentazione di esperienze di studio finalizzate all orientamento professionale post diploma rivolte agli studenti dell ultimo biennio delle scuole secondarie statali di secondo grado della Regione

Dettagli

Una scuola grande un mondo!!!

Una scuola grande un mondo!!! Una scuola grande un mondo!!! Laboratori di educazione allo sviluppo sostenibile, alla mondialità, all educazione ambientale e all intercultura a.s. 2015/2016 centro per appropriato sviluppo tecnologico

Dettagli

AUDIZIONE PRESSO LA COMMISSIONE AGRICOLTURA DEL SENATO SUL DDL DIETA MEDITERRANEA (AS 313 AS 926)

AUDIZIONE PRESSO LA COMMISSIONE AGRICOLTURA DEL SENATO SUL DDL DIETA MEDITERRANEA (AS 313 AS 926) AUDIZIONE PRESSO LA COMMISSIONE AGRICOLTURA DEL SENATO SUL DDL DIETA MEDITERRANEA (AS 313 AS 926) 9 Giugno 2015 Desidero in primo luogo ringraziare il presidente e la Commissione per aver benignamente

Dettagli

QUANDO IL LARGO CONSUMO SI FA STRETTO

QUANDO IL LARGO CONSUMO SI FA STRETTO QUANDO IL LARGO CONSUMO SI FA STRETTO Giovanni Fantasia Milano, 19 novembre 2014 IN ITALIA, NONOSTANTE DEBOLI SEGNALI DI RIPRESA DELLA FIDUCIA, PERMANE IL GAP VS L EUROPA Evoluzione dell indice di fiducia

Dettagli

Centro di Educazione Ambientale LABTER Provincia di Pesaro e Urbino ASUR Dipartimento di Prevenzione PROGETTO ALIMENTAZIONE TRIENNALE

Centro di Educazione Ambientale LABTER Provincia di Pesaro e Urbino ASUR Dipartimento di Prevenzione PROGETTO ALIMENTAZIONE TRIENNALE Centro di Educazione Ambientale LABTER Provincia di Pesaro e Urbino ASUR Dipartimento di Prevenzione Indicazioni sintetiche e generali: PROGETTO ALIMENTAZIONE TRIENNALE - Il Centro di Educazione Ambientale

Dettagli

ROMA E IL LAZIO a Expo Milano 2015

ROMA E IL LAZIO a Expo Milano 2015 ROMA E IL LAZIO a Expo Milano 2015 EXPO 2015: UNA GRANDE OPPORTUNITÀ PER LA CRESCITA E IL LAVORO Attesi 20 milioni di visitatori Già venduti 8 milioni di biglietti 23,5 miliardi di indotto previsto tra

Dettagli

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Perché un Osservatorio sul turismo scolastico? L Osservatorio Touring sul turismo scolastico

Dettagli

SIAB 2010 Un nuovo capitolo sull arte bianca. Verona, 22/26 maggio 2010

SIAB 2010 Un nuovo capitolo sull arte bianca. Verona, 22/26 maggio 2010 Verona, 22/26 maggio 2010 La rassegna internazionale dedicata a tecnologie, materie prime e semilavorati per la produzione di pane, pasticceria, pizza e pasta. www.siabweb.com SIAB 2010 Un nuovo capitolo

Dettagli

L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche

L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, nata e promossa nel 2004 dall associazione internazionale Slow Food con la collaborazione delle regioni

Dettagli

Protocollo d Intesa tra il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR),

Protocollo d Intesa tra il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR), Protocollo d Intesa tra il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR), e Comune di Viterbo Educazione alimentare e stili di vita consapevoli: le scuole del

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche

L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, nata e promossa nel 2004 dall associazione internazionale Slow Food con la collaborazione delle regioni

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

16 DICEMBRE 2008. Sinergie per una corretta alimentazione

16 DICEMBRE 2008. Sinergie per una corretta alimentazione 16 DICEMBRE 2008 Sinergie per una corretta alimentazione Le competenze del Mipaaf Il Mipaaf ha tra le sue competenze la promozione e lo sviluppo delle politiche alimentari nazionali. In particolare il

Dettagli

Frutta Snack. Sintesi dei risultati del Monitoraggio Focus Group e Indagine con Questionario

Frutta Snack. Sintesi dei risultati del Monitoraggio Focus Group e Indagine con Questionario Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Università di Bologna Facoltà di Psicologia In collaborazione con: Università LUMSA

Dettagli

Cari associati, Cari colleghi del Consiglio Direttivo,

Cari associati, Cari colleghi del Consiglio Direttivo, Cari associati, Cari colleghi del Consiglio Direttivo, ho il piacere di aprire questa quarta Assemblea Generale di Confindustria Serbia con un incontro che va a suggellare tre anni di attività intensi,

Dettagli

E NATALE FATE UN REGALO AL PIANETA!!

E NATALE FATE UN REGALO AL PIANETA!! LEZIONE 3 Rivolta a tutti i ragazzi delle scuole dell infanzia, primaria e secondaria di primo grado. Per i docenti: sviluppate la traccia della tematica sotto presentata, adattandola con parole e iniziative,

Dettagli

Thai-Italian Chamber of Commerce

Thai-Italian Chamber of Commerce IL MERCATO AGROALIMENTARE IN THAILANDIA Il settore del Food in Thailandia è sicuramente uno dei piu promettenti e in rapida crescita. La concorrenza sta crescendo di pari passo; ogni anno infatti assistiamo

Dettagli

Dopo EXPO, il futuro dell educazione alimentare nella scuola. Dott.ssa Evelina Flachi Presidente Food Education Italy

Dopo EXPO, il futuro dell educazione alimentare nella scuola. Dott.ssa Evelina Flachi Presidente Food Education Italy Dopo EXPO, il futuro dell educazione alimentare nella scuola Dott.ssa Evelina Flachi Presidente Food Education Italy Nel passato sono stati molti e forse troppi i soggetti che hanno promosso un educazione

Dettagli

EXPO Una vetrina sul mondo Gli strumenti di Intesa Sanpaolo per le imprese: Il portale «Created in Italia» e «Candida la tua impresa»

EXPO Una vetrina sul mondo Gli strumenti di Intesa Sanpaolo per le imprese: Il portale «Created in Italia» e «Candida la tua impresa» EXPO Una vetrina sul mondo Gli strumenti di Intesa Sanpaolo per le imprese: Il portale «Created in Italia» e «Candida la tua impresa» Forlì, 16 gennaio 2015 1 L Esposizione Universale Expo Milano 2015

Dettagli

Birra e bevande Pasta ripiena Importatori. Delicatessen. Salumi Spezie. Olio. Formaggi. Export. Aceto. Latte e derivati. Parma, 5-8 Maggio CIBUS 2014

Birra e bevande Pasta ripiena Importatori. Delicatessen. Salumi Spezie. Olio. Formaggi. Export. Aceto. Latte e derivati. Parma, 5-8 Maggio CIBUS 2014 Prodotti BiologiciFrozenfood Pane e sostituti Formaggi Pasta ripiena CioccolatoAcque minerali Conserve vegetali Export Pasta secca Formaggi Carni Delicatessen CIBUS 2014 Salumi Buyer Parma, 5-8 Maggio

Dettagli

Mediet erranea. Sapori e profumi dal Mediterraneo. Festival del buon mangiare e del buon vivere

Mediet erranea. Sapori e profumi dal Mediterraneo. Festival del buon mangiare e del buon vivere Mediet erranea Sapori e profumi dal Mediterraneo Festival del buon mangiare e del buon vivere Piazza Armerina 16 19 marzo 2013 Chiostro dei Gesuiti centro storico Piazza: un modello di sviluppo Piazza

Dettagli

LE 4 STAGIONI DI CREMONA PROGRAMMAZIONE DEGLI EVENTI DI ANIMAZIONE

LE 4 STAGIONI DI CREMONA PROGRAMMAZIONE DEGLI EVENTI DI ANIMAZIONE LE 4 STAGIONI DI CREMONA 2015 PROGRAMMAZIONE DEGLI EVENTI DI ANIMAZIONE UN TUFFO NEL PASSATO Eventi a corredo dell iniziativa proposti da Antiquariato San Rocco 19 aprile - Spazio Comune Piazza Stradivari

Dettagli

L Azienda. quality In Mensa garantisce i suoi pasti

L Azienda. quality In Mensa garantisce i suoi pasti L Azienda In Mensa é un azienda specializzata a 360 nel campo della ristorazione collettiva, che si avvale di eccellenti collaboratori. L azienda garanti- sce elevata professionalità, massima sicurezza

Dettagli

PROMOZIONE DELLE ECCELLENZE, DEI TERRITORI E DELLA DIETA MEDITERRANEA

PROMOZIONE DELLE ECCELLENZE, DEI TERRITORI E DELLA DIETA MEDITERRANEA PROMOZIONE DELLE ECCELLENZE, DEI TERRITORI E DELLA DIETA MEDITERRANEA FONDO DI PEREQUAZIONE 2011 2012 Piano operativo marzo 2013 ns. rif. D13PTA0103S046 1. QUADRO DI RIFERIMENTO Il modello alimentare della

Dettagli

Il sistema agroalimentare

Il sistema agroalimentare ENAA 2015/2016 Il sistema agroalimentare Obiettivo: conoscere le principali componenti e caratteristiche del sistema agroalimentare italiano. SETTORE PRIMARIO Forme di conduzione e occupazione

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in F R A N C I A

il mercato dei prodotti agroalimentari in F R A N C I A (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in F R A N C I A 1 R e g n o U n i t o G i a p p o n e G e r m a n i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F r a n c

Dettagli

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 51 DEL 02/09/2015

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 51 DEL 02/09/2015 C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 51 DEL 02/09/2015 OGGETTO: CENTRO EUROPEO PER LE POLITICHE AMBIENTALI E "CHARTA DI

Dettagli

Osservatorio Sentiment 2015: La percezione degli italiani sull andamento dei prezzi e sull evoluzione del proprio potere di acquisto

Osservatorio Sentiment 2015: La percezione degli italiani sull andamento dei prezzi e sull evoluzione del proprio potere di acquisto CERMES Centro di Ricerca su Marketing e Servizi Osservatorio Sentiment 2015: La percezione degli italiani sull andamento dei prezzi e sull evoluzione del proprio potere di acquisto Milano, marzo 2015 Conten

Dettagli

Conferenza annuale per la salute mentale Brescia, lunedì 16 dicembre 2013 L esperienza degli UFE nel Dipartimento di salute mentale di Trento

Conferenza annuale per la salute mentale Brescia, lunedì 16 dicembre 2013 L esperienza degli UFE nel Dipartimento di salute mentale di Trento Conferenza annuale per la salute mentale Brescia, lunedì 16 dicembre 2013 L esperienza degli UFE nel Dipartimento di salute mentale di Trento Renzo De Stefani & Maurizio Capitanio Un caro saluto ai presenti

Dettagli

ROMIT Roman Itineraries

ROMIT Roman Itineraries Community Initiative INTERREG III B ROMIT Roman Itineraries Centro Studi EUROPA INFORM Rimini (Italy) Dicembre 2004 INDICE Pag. ABSTRACT 3 INTRODUZIONE 6 CAP. 1 - LA CULTURA NELLE NUOVE TENDENZE DEL TURISMO

Dettagli

Introduzione al Corso

Introduzione al Corso Introduzione al Corso Il Corso Professionale di Cucina Italiana ha l obbiettivo di fornire una preparazione di alto livello sulla cucina italiana a 360. Il corso, partendo dalle basi, propone un corso

Dettagli

PROGETTO ALIMENT - AZIONE CASTELFRANCO SAN CESARIO 2012/13 Le animazioni Coop Estense

PROGETTO ALIMENT - AZIONE CASTELFRANCO SAN CESARIO 2012/13 Le animazioni Coop Estense PROGETTO ALIMENT - AZIONE CASTELFRANCO SAN CESARIO 2012/13 Le animazioni Coop Estense SCUOLA D INFANZIA BIANCO BUONO LATTE 4 anni, scuola dell infanzia Latte, filiera, gusto, preferenze, Alimentazione:

Dettagli

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org In collaborazione con ti, ia! n o r P za, v en t r a p www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org MONZA APRIPISTA DEL PROGETTO: UN CONCORSO E 100 IDEE PER LA FASE PILOTA Sono state le scuole dell

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

OSPITALITA ITALIANA ITALIAN QUALITY EXPERIENCE Il Bel paese, la sua storia, le sue produzioni in mostra all Expo 2015

OSPITALITA ITALIANA ITALIAN QUALITY EXPERIENCE Il Bel paese, la sua storia, le sue produzioni in mostra all Expo 2015 OSPITALITA ITALIANA ITALIAN QUALITY EXPERIENCE Il Bel paese, la sua storia, le sue produzioni in mostra all Expo 2015 Agenda Italia 2015 - Master Plan del Governo per Expo Milano 2015 INIZIATIVA N. 17

Dettagli

Angela Maria Messina Tecnologo alimentare- Specialista in Scienza dell Alimentazione

Angela Maria Messina Tecnologo alimentare- Specialista in Scienza dell Alimentazione Angela Maria Messina Tecnologo alimentare- Specialista in Scienza dell Alimentazione Cosa abbiamo nel piatto: tecnologie, ambiente, educazione, sicurezza Milano, 17 ottobre 2012 Alimentarsi = elementare

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO PER LA SCUOLA PRIMARIA MANGIO LOCALE E PENSO UNIVERSALE A.S.

PROGETTO EDUCATIVO PER LA SCUOLA PRIMARIA MANGIO LOCALE E PENSO UNIVERSALE A.S. PROGETTO EDUCATIVO PER LA SCUOLA PRIMARIA MANGIO LOCALE E PENSO UNIVERSALE A.S. 2014/2015 La scuola bergamasca si prepara all Expo 2015 (esposizione universale) imparando a conoscere i prodotti a Chilometro

Dettagli

A SCUOLA CON GUSTO. Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto

A SCUOLA CON GUSTO. Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto A SCUOLA CON GUSTO Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto Il progetto A SCUOLA CON GUSTO Il progetto A SCUOLA CON GUSTO, giunto oggi alla quarta edizione, mira ad avvicinare adulti e

Dettagli

Alimentare la Salute. www.sanit.org. XI edizione: dal 14 al 17 Dicembre 2014 Palazzo dei Congressi Roma, P.le Kennedy 1.

Alimentare la Salute. www.sanit.org. XI edizione: dal 14 al 17 Dicembre 2014 Palazzo dei Congressi Roma, P.le Kennedy 1. XI edizione: dal 14 al 17 Dicembre 2014 Palazzo dei Congressi Roma, P.le Kennedy 1. Ingresso gratuito Alimentare la Salute Direzione scientifica: Organizzato da: Con il patrocinio di: www.sanit.org Segreteria

Dettagli

Alimentazione al Femminile A cura di

Alimentazione al Femminile A cura di Milano, 22 Giugno 2015 Alimentazione al Femminile A cura di SCENARIO E OBIETTIVI DELLA RICERCA PRESSO LE DONNE ITALIANE Questa ricerca ha l obiettivo di indagare a 360 gradi il tema dell alimentazione

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 02/07/2015 Il Resto del Carlino Pagina 24 PEREGO ACHILLE Gli italiani tornano formichine Consumi, oggi parte il test dei saldi

Dettagli

Titolo della presentazione

Titolo della presentazione Titolo della presentazione Antonio Valente L INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA. LA SCELTA DEL MERCATO ESTERO ADATTO AL PROPRIO CORE BUSINESS LE STRATEGIE DI SVILUPPO SUL TERRITORIO INDICE Abstract Analisi

Dettagli

PROGETTO SCUOLA EXPO MILANO 2015. Vademecum Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Settembre 2014

PROGETTO SCUOLA EXPO MILANO 2015. Vademecum Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Settembre 2014 PROGETTO SCUOLA EXPO MILANO 2015 Vademecum Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Settembre 2014 1. Premessa L Esposizione Universale del 2015, che avrà come tema centrale Nutrire il Pianeta, Energia

Dettagli

Olio Piave nasce in Veneto nel 1938 dalla tradizione e dalla passione olearia che la mia famiglia si tramanda di generazione in generazione da quasi

Olio Piave nasce in Veneto nel 1938 dalla tradizione e dalla passione olearia che la mia famiglia si tramanda di generazione in generazione da quasi Olio Piave nasce in Veneto nel 1938 dalla tradizione e dalla passione olearia che la mia famiglia si tramanda di generazione in generazione da quasi cento anni. Questa grande storia, unita alla continua

Dettagli

P.A.N. Prevenzione Alimentazione Nutrizione

P.A.N. Prevenzione Alimentazione Nutrizione P.A.N. Prevenzione Alimentazione Nutrizione Signora Dieta Mediterranea: più di 50 anni ma non li dimostra Giovedì 29 Ottobre 2009 CAMERA DEI DEPUTATI Palazzo Marini Sala delle Conferenze Via del Pozzetto,

Dettagli

inprogress 8.9.10.11 NOVEMBRE 2015 STAZIONE LEOPOLDA FIRENZE CUOCO 3.0 Visioni - Valori - Vantaggi L ECCELLENZA DI TOSCANA MIXOLOGY

inprogress 8.9.10.11 NOVEMBRE 2015 STAZIONE LEOPOLDA FIRENZE CUOCO 3.0 Visioni - Valori - Vantaggi L ECCELLENZA DI TOSCANA MIXOLOGY L ECCELLENZA DI TOSCANA 15 EDIZIONE DEGUSTAZIONE DELLE ECCELLENZE VITIVINICOLE TOSCANE CUOCO 3.0 Visioni - Valori - Vantaggi 28 CONGRESSO NAZIONALE FEDERAZIONE ITALIANA CUOCHI MIXOLOGY Cocktail in the

Dettagli

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Lo scenario: Il punto di partenza L isolamento che Castelfranco Veneto soffre da anni è testimoniato anche dalla mancanza di strategia e di progettualità

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

PILOT EUROPEAN REGIONAL INTERVENTIONS FOR SMART CHILDHOOD OBESITY PREVENTION IN EARLY AGE (PERISCOPE)

PILOT EUROPEAN REGIONAL INTERVENTIONS FOR SMART CHILDHOOD OBESITY PREVENTION IN EARLY AGE (PERISCOPE) This document arises from the project Periscope which has received funding from the European Union, in the framework of the Public Health Programme PILOT EUROPEAN REGIONAL INTERVENTIONS FOR SMART CHILDHOOD

Dettagli

LE ESPOSIZIONI UNIVERSALI ED EXPO MILANO 2015

LE ESPOSIZIONI UNIVERSALI ED EXPO MILANO 2015 LE ESPOSIZIONI UNIVERSALI ED EXPO MILANO 2015 3 Cosa è una Esposizione Universale Da oltre 100 anni, le Esposizioni Universali hanno un posto d eccellenza nell'educazione dei cittadini, del mondo e nel

Dettagli

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea La nuova piramide della dieta mediterranea moderna proposta dall INRAN (Istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e della Nutrizione) presenta

Dettagli

FIGURA PROFESSIONALE SBOCCHI OCCUPAZIONALI

FIGURA PROFESSIONALE SBOCCHI OCCUPAZIONALI L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. Vanta, inoltre, una varietà e una ricchezza di produzioni e tipicità enogastronomiche difficilmente riscontrabile

Dettagli

PRODOTTI ALIMENTARI CONFEZIONATI

PRODOTTI ALIMENTARI CONFEZIONATI shangguan chao jiang jiabei roberto manzari dong mi huang qin enrico rondinelli maicol zoia evoluzione dei PRODOTTI ALIMENTARI CONFEZIONATI BIJKER s SCOT THEORY esemplificazione sul nostro caso studio

Dettagli

CIR food EXPO MILANO 2015

CIR food EXPO MILANO 2015 CIR food EXPO MILANO 2015 QUALCHE DATO EXPO Periodo Evento 1 maggio - 31 ottobre 2015 Visitatori stimati 25 mio Superficie mq 1 mio Paesi partecipanti oltre 140 CIR food Numero locali gestiti 20 Dipendenti

Dettagli

superato le partenze), solo nel 1993.

superato le partenze), solo nel 1993. BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PRESENTATI DA ASSOCIAZIONI, ENTI, ISTITUTI IN ATTUAZIONE DEGLI OBIETTIVI DEL PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE SAPERE I SAPORI -

Dettagli

PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/16 SINTESI PROGETTO/ATTIVITA'

PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/16 SINTESI PROGETTO/ATTIVITA' PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/16 SINTESI PROGETTO/ATTIVITA' Classe/i: tutte le classi Scuola: Montessori 1.1 Denominazione progetto Crescere bene insieme: la merenda sana a scuola 1.2 Responsabile

Dettagli

L illuminazione. La cucina curativa

L illuminazione. La cucina curativa 5 L illuminazione Il Mio nome è Alessandro, faccio il cuoco, non sono un curatore e non posso fare miracoli, ma da qualche anno non uso più medicine o almeno cerco di evitarle il più possibile. Come? Semplice,

Dettagli

ARSIAL. Via R. Lanciani, 38 ROMA

ARSIAL. Via R. Lanciani, 38 ROMA Istituto Comprensivo Milani via Olivetti, 41 Terracina tel 0773 725919 fax 0773 722388 ARSIAL Servizio Comunicazione, Promozione e Marketing Via R. Lanciani, 38 ROMA Oggetto: Bando Scuole Progetto Sapere

Dettagli

MARKETING RISTORATIVO

MARKETING RISTORATIVO Università degli Studi di Parma Facoltà di Agraria Corso di Laurea in Scienze Gastronomiche Corso di MARKETING RISTORATIVO QUARTA LEZIONE (2 aprile 2008) I FATTORI DI SVILUPPO DEI CONSUMI EXTRADOMESTICI

Dettagli

Sostenibilità e Green Jobs Concorso nazionale per scuole di ogni ordine e grado

Sostenibilità e Green Jobs Concorso nazionale per scuole di ogni ordine e grado PREMESSA Sostenibilità e Green Jobs Concorso nazionale per scuole di ogni ordine e grado Secondo i calcoli dell impronta ecologica (Living Planet Report) la domanda ha superato l offerta: cioè molti paesi,

Dettagli

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv. FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.it Progetto pilota Linee

Dettagli

Innovare nell agroalimentare Il Parco Tecnologico Padano

Innovare nell agroalimentare Il Parco Tecnologico Padano Innovare nell agroalimentare Il Parco Tecnologico Padano Viviamo in un mondo globalizzato, e questa è una informazione acquisita, ma vi è ancora poca consapevolezza su ciò che in realtà globalizzazione

Dettagli

PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani.

PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani. ALLEGATO A REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani. 1 PREMESSA Molti avvenimenti in questi

Dettagli