Principi di Ingegneria del software 5/ed Roger S. Pressman. Glossario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Principi di Ingegneria del software 5/ed Roger S. Pressman. Glossario"

Transcript

1 Principi di Ingegneria del software 5/ed Glossario Affidabilità il grado in cui un programma svolge la propria funzione con la precisione richiesta in un certo intervallo di tempo. Alfa testing testing condotto dal cliente presso il luogo di sviluppo; consiste di una simulazione di uso normale, sotto il controllo dello sviluppatore. Amplificazione dei difetti difetti introdotti nelle fasi iniziali dello sviluppo, se non individuati e corretti, risultano spesso amplificati e producono molteplici difetti nelle fasi successive. Analisi un insieme di attività volte a comprendere e modellare le necessità dei clienti ed i vincoli di sviluppo. Analisi dei requisiti un attività di modellazione il cui obiettivo è la comprensione di che cosa vuole veramente il cliente. Analisi dei rischi una tecnica per identificare i rischi e stimarne la probabilità e gli effetti. Analisi dei task un azione di ingegneria del software svolta durante la progettazione della user interface con lo scopo di comprendere meglio le interazioni degli utenti col sistema. Analisi dei valori limite un metodo di testing a black box per la progettazione di test case focalizzati sui valori al limite degli intervalli ammessi. Analisi del dominio attività di ingegneria del software object-oriented volta ad identificare le entità, e quindi le classi, rilevanti per il dominio applicativo e non specifiche della particolare applicazione. Analisi della safety un attività di gestione della qualità, tesa ad individuare e valutare i pericoli potenzialmente in grado di incidere negativamente sul software e di mettere a repentaglio un intero sistema. Analisi grammaticale una tecnica usata durante l analisi per individuare gli elementi e le funzionalità di base. Architettura la struttura complessiva dei componenti software, dei dati e dei contenuti manipolati dai componenti e le relazioni i componenti stessi. Associazione (in UML) definisce una relazione tra gli elementi di due o più classi. Astrazione (1) il livello di dettaglio tecnico di una qualche rappresentazione del software; (2) una modellazione coerente di dati o processi algoritmici.

2 2 GLOSSARIO Attività (di ingegneria del software) una delle attività che costituiscono il processo di sviluppo software, si articola in varie azioni o task set. Audit della configurazione attività svolta dal gruppo della qualità allo scopo di garantire che il processo di gestione dei cambiamenti sia corretto. Autorità preposta al controllo dei cambiamenti (CCA: Change Control Authority) una persona od un gruppo di persone che ha la responsabilità decisionale su opportunità, stato e priorità dei cambiamenti. Azione (1) di ingegneria del software: vedi task; (2) (in UML) passo elementare del behaviour degli oggetti, includono come azioni standard le principali istruzioni dei linguaggi di programmazione object-oriented. Baseline (anche: versione stabile) una specifica od un prodotto formalmente revisionato ed accettato, che servirà da base ad ulteriori sviluppi, e che può essere modificato solo attraverso procedure formali di controllo del cambiamento. Beta testing testing effettuato da alcuni utenti selezionati su una versione preliminare del prodotto presso la propria sede in piena autonomia. Black box testing tecnica di definizione di test case che non utilizza i dettagli interni di un programma per progettare i test, ma si basa solo sui requisiti esterni. Build vedi Cluster. CASE Computer Aided Software Engineering. Strumenti software di supporto per la progettazione di complessi sistemi software. Si veda anche, Strumenti automatici. Chief programmer team una possibile strutturazione del team di sviluppo secondo il paradigma chiuso. Ciclo di vita classico detto anche modello a cascata (waterfall model), un approccio strettamente sequenziale lineare allo sviluppo del software. Classe costrutto fondamentale del paradigma object-oriented per classificare elementi che condividono struttura e funzionalità. Cliente persona o gruppo che ha commissionato il software e che ne sosterrà i costi di sviluppo. Cluster una collezione di componenti di un programma (file di dati, librerie, moduli riutilizzabili, componenti appositamente sviluppati e così via) necessari per implementare una o più funzionalità del prodotto, che viene testata come gruppo. Codifica (anche implementazione) la produzione di codice sorgente. Coesione una misura qualitativa del grado in cui un componente software implementa un unica funzionalità ben definita e focalizzata. Complessità una misura quantitativa della complessità di un programma espressa in termini delle risorse di calcolo necessarie per eseguirlo. Complessità ciclomatica una misura della complessità logica di un programma, cioè dello sforzo per realizzarlo e comprenderlo, usata nei testing white-box. Componente (software) un elemento di base per costruire software in modo modulare, che impacchetta alcune funzionalità attribuendo al blocco un nome. Componente riusabile un elemento della configurazione che può essere riutilizzato in differente contesto. Configurazione (software) la collezione di programmi, documenti e dati che costituiscono un installazione e devono essere tenuti simultaneamente sotto controllo in caso di modifiche.

3 GLOSSARIO 3 Constraint (in UML) vincolo imposto su degli elementi di un modello il cui effetto è quello di restringere l insieme dei sistemi reali che sono effettivamente modellati. Controllo del progetto controllo di qualità e cambiamenti. Correttezza il grado di conformità del programma alle specifiche ed agli obiettivi del cliente. Coupling un indice del grado di connettività di un modulo con gli altri moduli, i dati globali e l ambiente esterno. CSR (Configuration Status Reporting, stesura di report sullo stato delle configurazioni) un attività che aiuta gli sviluppatori a comprendere quali cambiamenti sono stati fatti, quando, da chi e quali sono le conseguenze di tali modifiche. CVS Concurrent Versions System, strumento software ampiamente utilizzato per la gestione delle modifiche, che permette la modifica concorrente di risorse mantenendone le versioni successive. Data Flow Diagram (DFD) una notazione di modellazione per rappresentare una decomposizione funzionale del sistema. Data warehouse un ambiente distinto non direttamente integrato con le singole applicazioni di uso quotidiano, ma che comprende tutti i dati utilizzati dall azienda in un unico archivio informatico. Datatype (in UML) costrutto UML per modellare i tipi di dato. Debugging l attività che consiste nell individuazione della porzione di software affetta da errori (o difetti) rilevati nel software a seguito del suo utilizzo durante lo sviluppo (o da parte del cliente dopo la consegna) al fine di correggerli. Decomposizione funzionale una tecnica usata durante pianificazione, analisi e progettazione; il sistema viene suddiviso gerarchicamente in più sottosistemi fino a raggiungere una situazione in cui ciascun sottosistema è sufficientemente semplice da poter essere affrontato direttamente. Deployment l insieme delle operazioni di installazione, personalizzazione e configurazione del sistema software presso il cliente. Derivazione dei test case la definizione di test case (vedi) da usare per scoprire errori nel software. Design (anche progettazione) un attività che trasforma il modello analitico in un modello maggiormente dettagliato che guiderà l implementazione del software. Design architetturale un insieme di attività volte a fissare l architettura del sistema software. Design modulare (1) un prodotto dell attività di progettazione (o design) che presenta un elevata caratteristica di modularità); (2) un approccio alla progettazione che privilegia la modularità. Design pattern descrizione di specifici elementi del design, quali ad esempio un aggregazione di classi, le relazioni ed i meccanismi che rendono possibili le comunicazioni tra di esse, per risolvere un determinato problema del design. Design preliminare rappresentazione di massima di dati ed architettura del sistema. Design procedurale rappresentazione dei dettagli algoritmici contenuti all interno di un modulo. Diagramma stati-transizioni (STD: State Transition Diagram) una notazione per la modellazione del behaviour. Difetto mancanza di conformità ai requisiti individuato dopo la consegna al cliente.

4 4 GLOSSARIO Dimensione del progetto stima indicativa dell effort complessivo richiesto o del numero di persone necessarie per portarlo a termine. Documentazione attività di raccolta ed elaborazione di informazioni descrittive del processo o del prodotto ed il risultato dell attività stessa. Efficienza di rimozione dei difetti (DRE: Defect Removal Efficiency) un valore fra 0 e 1 che fornisce un indicazione del grado di rimozione degli errori dal software prima della consegna. Effort la quantità di lavoro necessario per svolgere una data attività, spesso misurato in mesi-uomo. Elementi della configurazione software (SCI: Software Configuration Item) i singoli pezzi di codice, documenti e dati che sono gestiti da un SCM. Errore mancanza di conformità ai requisiti individuato prima della consegna al cliente. Extreme programming (XP) un modello di processo agile che enfatizza la pianificazione basata su scenari, consegne incrementali, refactoring, pair programming e testing continuo. Facilità di manutenzione (anche maintainability) l indice della semplicità con cui un programma può essere modificato. Function point (FP) una misura delle funzionalità fornite dal software. Garanzia di qualità del software su basi statistiche (statistical software quality assurance) tecniche per il miglioramento del processo basate sulla misurazione di prodotto e processo ed analisi statistiche dei dati così raccolti. Generazione automatica di codice produzione di codice sorgente a partire da rappresentazioni astratte del software non in codice sorgente attraverso l uso di strumenti automatici. Gestione dei cambiamenti un attività ombrello che permette al team di sviluppo di un progetto software di identificare, valutare, accettare ed effettuare modifiche in maniera controllata e sistematica. Gestione della qualità (SQA: Software Quality Assurance) un attività ad ombrello costituita da un insieme di azioni di ingegneria del software che mirano ad assicurare che il processo di costruzione del software implichi un alta qualità del prodotto finale. Gestione delle configurazioni la gestione dei cambiamenti a programmi, documenti e dati. Go, no-go punto di decisione strategica in cui il manager o il cliente decide se il progetto può proseguire o deve essere abbandonato. Gruppo indipendente (ITG: Independent Test Group) un gruppo di persone che non hanno partecipato allo sviluppo e la cui principale responsabilità è il testing del software. Indicatore una metrica che fornisce indicazioni relative ad un processo di sviluppo software, ad un progetto o al prodotto stesso. Ingegneria dei requisiti le attività richieste per estrarre, elaborare, negoziare, specificare e validare i requisiti del software o del sistema. Ingegneria dei sistemi disciplina focalizzata sull analisi e la progettazione di tutti gli elementi di un prodotto, servizio o tecnologia per la trasformazione di informazioni o per il controllo che siano completi, comprendendo non solo il software ma anche il suo contesto di funzionamento.

5 GLOSSARIO 5 Ingegneria del software una disciplina che si occupa dei processi produttivi e delle metodologie di sviluppo finalizzate alla realizzazione di sistemi software, utilizzando saldi principi di ingegneria per produrre in maniera economica sistemi software complessi ma affidabili, usarli in maniera corretta e mantenerli facendoli evolvere nel tempo. Insieme di base l insieme dei test derivati utilizzando il testing per cammini di base. Integration testing un passo del testing in cui si verifica la correttezza delle interazioni fra più componenti; alla sua conclusione il sistema è stato integrato completamente. Integrità il grado con cui è possibile controllare l accesso al software od ai dati da parte di persone non autorizzate. Interoperabilità il grado di facilità di comunicazione o interfacciamento di un applicazione con altre. ISO 9001:2000 uno standard di qualità che si applica all ingegneria del software. Joint application development (JAD) una specifica tecnica per la raccolta dei requisiti. KISS (Keep It Simple, Stupid!) principio di semplicità per la progettazione software. Livello di astrazione il grado di dettaglio usato in una qualche rappresentazione del software. LOC linee di codice. Manutenzione le attività necessarie per modificare il software dopo la consegna al cliente. MDD (Model Driven Development) tipo di processo di sviluppo software che parte da modelli ad alto livello di astrazione, che poi vengono raffinati e specializzati fino ad arrivare al software funzionante. Messaggio richiesta di eseguire un metodo (un operazione in UML) con i relativi parametri inviata da un oggetto ad un altro. Metodi analitici notazioni ed euristiche per modellare le necessità dei clienti ed i vincoli di sviluppo. Metodi Formali un approccio all ingegneria del software in cui specifiche e design vengono descritti mediante notazioni formali basate sulla matematica. Metodo (1) algoritmo per elaborare i dati degli oggetti di una classe; (2) in UML un metodo è il body che definisce l algoritmo che realizza una operazione di una classe; (3) processo di sviluppo software (vedi). Metrica una misura quantitativa del grado con cui un sistema, un componente od un processo possiede un determinato attributo. Miglioramento dei processi software (Software Process Improvement: SPI) un insieme di attività di ingegneria del software volte a migliorare la prassi relativa alla produzione software all interno di un azienda od organizzazione. Milestone (anche punto di controllo) un istante temporale utilizzato per indicare il progresso durante un progetto. Una milestone è raggiunta quando uno o più elaborati sono stati verificati dal punto di vista della qualità ed approvati formalmente. Misura (1) attività ombrello che definisce e raccoglie le misurazioni per la valutazione del processo, del progetto o del prodotto; (2) un indicazione quantitativa dell ampiezza, della quantità, della dimensione, della capacità o della lunghezza di un determinato attributo di un prodotto o di un processo. Misurazione l atto di determinare una misura, mediante raccolta di dati quantitativi.

6 6 GLOSSARIO Modellazione CRC (Class-Responsibility-Collaborator) un metodo di modellazione object-oriented per identificare ed organizzare le classi rilevanti per i requisiti del sistema o del prodotto. Modellazione dei dati metodo di analisi che modella gli oggetti-dato e le loro relazioni. Modellazione del behaviour l attività di rappresentazione astratta delle modalità, dette stati, che influenzano il behaviour di un applicazione e degli eventi che causano transizioni da stato a stato. Modello rappresentazione di una entità in modo semplificato, astraendo da alcuni aspetti/ dettagli irrilevanti per lo scopo a cui è destinato. Modello a spirale un modello di processo di sviluppo software evolutivo. Modello del design un modello del sistema da realizzare abbastanza dettagliato da poter essere facilmente implementato. Modello del processo di sviluppo software (anche metodo di sviluppo software) tipologia di processi di sviluppo software. Modularità suddivisione di un programma o modello in più componenti chiamati moduli che vengono integrati per soddisfare i requisiti del problema. Monitoraggio del progetto l attività di controllo dell avanzamento del progetto che permette al manager di conoscere in ogni istante lo stato del progetto ed introdurre eventuali correzioni al piano di progetto. Notazione (di modellazione) linguaggio, che generalmente comprende rappresentazioni grafiche, usato per rappresentare modelli. Object-oriented un approccio allo sviluppo software basato sulla classificazione degli elementi base di un sistema e l incapsulazione dei dati insieme alle operazioni per manipolarli. Object-Oriented Analysis (OOA) una tecnica per individuare le classi degli oggetti costituenti un dominio o un sistema, le loro relazioni e struttura base. Object-oriented design (OOD) una tecnica per trasformare un modello analitico realizzato mediante OOA in un corrispondente modello del design. OCL (Object Constraint Language) un linguaggio testuale associato a UML per descrivere espressioni prive di side-effect, dette query, da utilizzare ad esempio nella formulazione di constraint. Oggetti-dato la rappresentazione di un informazione composita destinata ad essere trattata dal software. Oggetto un elemento dotato di identità che incapsula dati ed operazioni su di essi. Open source software di cui viene reso disponibile il codice sorgente. Operazione in UML indica solamente la signature di un metodo (nome, parametri ed eventuale valore di ritorno), mentre l algoritmo può opzionalmente essere dato a parte. Ordine di cambiamento (ECO: Engineering Change Order) una mini-specifica che descrive i cambiamenti da eseguire, i vincoli da rispettare ed i criteri di revisione ed audit. Outsourcing affidamento delle attività di realizzazione del software ad una terza parte o, più in generale, un attività che porta all acquisizione di software o componenti software da una fonte esterna. Pair programming impiego di due persone che collaborano alla stessa workstation per sviluppare il codice garantendo un meccanismo di soluzione in tempo reale dei problemi ed una garanzia di qualità.

7 GLOSSARIO 7 Paradigma GQM (Goal, Question, Metric) una tecnica per identificare metriche significative per ogni parte del processo di sviluppo software; si basa su un obiettivo di misurazione esplicito, un insieme di domande e metriche formulate per aiutare a rispondere a queste domande. PDL (Program Design Language) (anche pseudocodice) un linguaggio che frammischia il vocabolario di una lingua (ad esempio l italiano) e la sintassi generale di un altra (usualmente un linguaggio di programmazione strutturato). Performance testing un testing con lo scopo di provare le prestazioni del software, quali tempi di risposta, capacità di sopportazione del carico (in associazione con stress testing); tale tipo di test viene eseguito in tutti i passi del processo di testing dallo unit testing in avanti. Piano dei test una descrizione della strategia e tattica che saranno adottate durante l attività di testing. Piano di progetto una descrizione degli aspetti gestionali di un progetto che comprende lo scope del progetto, i suoi rischi, le risorse e l effort necessari e lo schedule. Piano di riduzione, monitoraggio e gestione dei rischi (RMMM: Risk Mitigation, Monitoring and Management Risk) un piano che individua i rischi e stabilisce come monitorare il progetto per controllare se si verificano ed, in tal caso, come reagire per mitigarne gli effetti, e per diminuire le probabilità che si verifichino. Planning di progetto l attività che porta alla realizzazione del piano di progetto. Portabilità l impegno richiesto per trasportare un programma da un ambiente, hardware o software, ad un altro. Processo di sviluppo software struttura di riferimento entro la quale si svolgono le attività necessarie alla realizzazione di software di alta qualità. Processo unificato un processo di sviluppo software guidato dagli use case, basato sull architettura, iterativo e incrementale che impiega la notazione UML. Prodotto intermedio qualsiasi documento o elaborato sia prodotto come conseguenza di una o più azioni di ingegneria del software. Produttività quantità di lavoro svolto in un unità di tempo (in media). Progettazione dei dati un attività che trasforma il modello dei dati sviluppato durante l analisi in strutture dati che possano essere implementate. Progettazione dei test case un insieme di tecniche per la derivazione di test case efficaci. Progettazione della user interface un azione di ingegneria del software che identifica gli oggetti e le azioni della user interface, e poi crea uno screen layout che costituisce la base del prototipo della user interface. Program design language, vedi PDL. Programmazione strutturata una metodologia di progettazione procedurale che vincola il numero e il tipo dei costrutti logici utilizzati per rappresentare il dettaglio dell algoritmo, per indirizzare lo sviluppatore alla definizione di algoritmi meno complessi e pertanto più facili da leggere, testare e manutenere. Prototipazione la costruzione di un prototipo del sistema, ovvero di una applicazione con funzionalità e prestazioni ridotte. Qualità il livello a cui un prodotto si conforma ai suoi requisiti sia impliciti che espliciti. Quality function deployment (QFD) una tecnica che traduce i bisogni del cliente in requisiti tecnici per il software, ponendo l accento sulla comprensione di ciò che è prezioso per il cliente ed implementando tali valori tramite il processo di ingegneria.

8 8 GLOSSARIO Raccolta collaborativa di requisiti (anche FAST: Facilitated Application Specification Techniques) una tecnica di riunioni strutturate fra clienti e sviluppatori al fine di individuare i requisiti di base. Raffinamento passo a passo (stepwise refinement) una strategia di progettazione topdown che prevede di sviluppare programmi raffinando successivamente i vari livelli di dettaglio procedurale. Recovery testing un system testing che forza il software ad incorrere in errore in molti modi diversi e verifica che il recupero sia eseguito correttamente. Refactoring processo di modifica di un sistema software in modo tale da non alterarne il behaviour esterno pur migliorandone la struttura interna; spesso eseguito iterativamente durante l evoluzione del design in codice. Regression testing consiste nel rieseguire alcuni dei test già condotti al fine di garantire che le modifiche non abbiano prodotto effetti indesiderati. Reingegnerizzazione una serie di attività che trasformano i sistemi legacy (difficili da manutenere) in software di alta qualità. Report dei cambiamenti fornisce dettagli sulla valutazione di una richiesta di cambiamento dal punto di vista della validità tecnica, dei potenziali effetti collaterali, dell impatto globale sugli altri oggetti della configurazione, sulle funzioni di sistema e sui costi previsti. Reverse engineering sviluppo di modelli o comprensione del design a partire dal software come solo elemento di informazione. Revisione tecnico formale una riunione strutturata diretta da ingegneri software allo scopo di scoprire errori in un prodotto intermedio o finito. Richiesta di cambiamento fornisce dettagli sulla tipologia di cambiamento richiesto, quali motivazioni, previsioni di tempi e costi, analisi preliminare degli impatti e così via. Rischi a livello business l insieme dei potenziali problemi legati al business che possono far fallire il progetto. Rischi del progetto l insieme dei potenziali problemi ed eventi sfavorevoli che possono far fallire il progetto. Risorse tutto ciò che è necessario per completare il progetto, quale personale, hardware, materiali, informazioni, eccetera. Riusabilità il grado in cui un programma [od alcune sue parti] può essere utilizzato di nuovo in altre applicazioni. Riuso a componenti la capacità di riusare una parte di un modello, del codice sorgente, alcuni test case e così via, avendo descritto il sistema in termini di componenti. Scenario descrizione informale di una particolare interazione fra sistema e utenti, dal termine inglese il cui significato originario è la descrizione della scena e dell azione di un opera teatrale. Scheduling di un progetto software l attività di stabilire le tempistiche per il lavoro di sviluppo; comporta la distribuzione dell effort stimato lungo la durata prevista del progetto e la sua suddivisione fra i singoli task. SCM repository (Software Configuration Management repository) insieme di meccanismi e strutture dati per la gestione delle configurazioni software che consentono al team di sviluppo di gestire le modifiche in modo efficace.

9 GLOSSARIO 9 Scope del progetto descrive le funzioni e le caratteristiche che devono essere fornite all utente finale, i dati di input e output, i contenuti che vengono presentati agli utenti come conseguenza dell uso del software e le prestazioni, i vincoli, le interfacce ed il livello di affidabilità che contribuiscono a delimitare il sistema. Security testing un system testing per verificare che i meccanismi di protezione costruiti all interno del sistema lo proteggano efficacemente da usi impropri. Sicurezza (anche security) la capacità del sistema di operare senza ammettere interferenze da attacchi interni o esterni. Side effect (anche effetto collaterale) effetto inatteso dovuto all esecuzione di codice. Six sigma una metodologia rigorosa e disciplinata che utilizza dati ed analisi statistiche per misurare e migliorare le prestazioni operative di un impresa identificando ed eliminando i difetti nella produzione e nei processi di servizio. Smoke testing una prima fase di test grossolano mirato ad escludere malfunzionamenti catastrofici e molto evidenti. Software codice sorgente ed eseguibile, documentazione e dati. Specifica dei requisiti descrive le funzioni e le prestazioni richieste per il sistema computerizzato da sviluppare ed i vincoli che governano il suo sviluppo. Stakeholder qualunque persona o gruppo sia interessata al completamento di un progetto di software. Stile architetturale definisce una categoria di sistemi costruiti usando alcune tipologie di componenti e connettori nonché aderenti ad un insieme di vincoli di integrazione. Stima attività di pianificazione del progetto volta a prevedere l effort, i tempi ed i costi di un progetto software. Stress test un system testing per provare i programmi in situazioni di carico molto alto o addirittura eccessivo. Strumenti automatici di stima strumenti che aiutano a stimare costi ed effort dei progetti. Struttura di un processo un piccolo numero di attività strutturali applicabili a tutti i progetti software, indipendentemente dalle loro dimensioni o dalla loro complessità, e di attività ombrello applicabili all intero processo di sviluppo software. Suddivisione in classi di equivalenza un metodo di testing black-box che suddivide il dominio dei dati di input di un programma in classi di dati, dalle quali derivare test case. Sviluppo Agile (anche modellazione agile) uno stile di ingegneria del software che enfatizza la comunicazione con i clienti, la consegna incrementale di software, metodologie informali basate su prodotti intermedi e team di sviluppo molto motivati e capaci. Sviluppo Aspect-Oriented (AOD: Aspect Oriented Development) un approccio allo sviluppo software che enfatizza i concern (detti anche requisiti sull aspetto che comprendono feature, funzionalità e contenuti informativi) che riguardano l intera architettura e non possono essere incapsulati in singoli componenti. System testing parte dell attività di testing in cui il software e gli altri elementi costituenti il sistema vengono provati come un tutt uno e verificati rispetto ai requisiti funzionali del sistema. Task un insieme di operazioni correlate che determinano un prodotto del lavoro di ingegneria del software, a cui è stato dato un nome identificativo.

10 10 GLOSSARIO Task set un insieme di task, o azioni, di ingegneria del software necessarie al completamento di un attività parte di un processo di sviluppo software. Test case insieme di valori o di condizioni per mezzo di cui un tester determina se il software ha una caratteristica voluta. Testabilità l impegno necessario per stabilire, tramite testing, se un programma svolge la funzione prevista. Testing un insieme di attività volte a trovare errori nel software. Testing dei cicli (loop testing) una tecnica di testing white-box che si concentra esclusivamente sulla validità dei costrutti di ciclo. Testing per cammini di base una tecnica di progettazione di test a white box che usa il flusso algoritmico del programma per derivare i test. Testing white box tecnica di definizione di test case che si basa sulla conoscenza della logica interna di programmazione del software da testare. Time-boxing una tecnica di tempificazione e controllo di progetto che stabilisce limiti inamovibili per il completamento di ogni specifico task del progetto. Tool (anche strumento software) software applicativo utilizzato a supporto delle attività di ingegneria del software, quali ad esempio tool per la modellazione o per il testing. Vedi anche CASE. UML (Unified Modeling Language) una notazione visuale omnicomprensiva per la modellazione di software e sistemi. Unit testing parte della strategia di testing focalizzata sulla verifica dei singoli componenti del sistema. Usabilità (1) l impegno necessario per apprendere ad utilizzare il programma, a prepararne i dati d ingresso e ad interpretarne i dati d uscita; (2) una misura qualitativa della facilità con cui si apprende ad usare una user interface in maniera efficiente e corretta. Use-case una descrizione testuale che definisce una specifica interazione fra utenti e sistema, spesso (ma non sempre) scritta sotto forma di scenario d uso. User-story uno scenario d uso del sistema da parte dell utente usato in Extreme programming per derivare le caratteristiche e le funzionalità del software che deve essere realizzato. Utente la persona che effettivamente utilizza il software o il prodotto in cui il software è contenuto. Validation testing parte del testing che permette di validare i requisiti rispetto al software che si è costruito. Verifica insieme di attività che assicurano che il software realizzi correttamente una determinata funzione. Vincolo una restrizione, o limitazione, imposta sui requisiti o sul design. Walkthrough una tecnica di revisione tecnico formale basata sulla lettura di documenti (requisiti, modelli o codice) allo scopo di simulare l esecuzione della parte di sistema. WBS (Work Breakdown Structure, struttura di ripartizione del lavoro) l insieme di tutti i task richiesti per sviluppare il software; definito come parte del modello di processo. Workflow la sequenza di operazioni di lavoro richieste per completare una qualche attività o lavoro; spesso (ma non sempre) impiegata in connessione con modelli di processo software.

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Unified Process Prof. Agostino Poggi Unified Process Unified Software Development Process (USDP), comunemente chiamato

Dettagli

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione Processi (di sviluppo del) software Fase di Analisi dei Requisiti Un processo software descrive le attività (o task) necessarie allo sviluppo di un prodotto software e come queste attività sono collegate

Dettagli

Cos è l Ingegneria del Software?

Cos è l Ingegneria del Software? Cos è l Ingegneria del Software? Corpus di metodologie e tecniche per la produzione di sistemi software. L ingegneria del software è la disciplina tecnologica e gestionale che riguarda la produzione sistematica

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

Il ciclo di vita del software

Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Definisce un modello per il software, dalla sua concezione iniziale fino al suo sviluppo completo, al suo rilascio, alla sua successiva evoluzione,

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT Executive Master in Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT OBIETTIVI Il Master ha l obiettivo di formare executive e professional nella governance dei progetti e dei servizi IT, integrando quelle

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA GESTIONE DEL PROGETTO SOFTWARE CON UML

INTRODUZIONE ALLA GESTIONE DEL PROGETTO SOFTWARE CON UML Università degli Studi di Parma Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica DISPENSE INTRODUTTIVE INTRODUZIONE ALLA GESTIONE DEL PROGETTO SOFTWARE CON UML Prof. Giulio Destri

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Ciclo e Processo di Sviluppo: approcci tradizionali, evolutivi, agili, free open source software

Ciclo e Processo di Sviluppo: approcci tradizionali, evolutivi, agili, free open source software Ciclo e Processo di Sviluppo: approcci tradizionali, evolutivi, agili, free open source software 1 Ingegneria del software L istituzione e l impiego di principi ingegneristici fondati, allo scopo di ottenere

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Release Management Obiettivi Obiettivo del Release Management è di raggiungere una visione d insieme del cambiamento nei servizi IT e accertarsi che tutti gli aspetti di una release (tecnici e non) siano

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Corso di Programmazione ad Oggetti

Corso di Programmazione ad Oggetti Corso di Programmazione ad Oggetti Introduzione alla programmazione ad oggetti a.a. 2008/2009 Claudio De Stefano 1 La programmazione modulare Un programma può essere visto come un insieme di moduli che

Dettagli

Business Process Modeling and Notation e WebML

Business Process Modeling and Notation e WebML Business Process Modeling and Notation e WebML 24 Introduzione I Web Service e BPMN sono standard de facto per l interoperabilità in rete a servizio delle imprese moderne I Web Service sono utilizzati

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

GoBus: Progettazione e Sviluppo di un App a Supporto della Mobilità

GoBus: Progettazione e Sviluppo di un App a Supporto della Mobilità GoBus: Progettazione e Sviluppo di un App a Supporto della Mobilità Gemma Catolino, Elisa D Eugenio, Davide De Chiara, Alessandro Longo Dipartimento di Studi e Ricerche Aziendali - Management & Information

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza PROCESS MAPPING (2) Approcci: 2- Identificazione del processo Esaustivo (o dei processi) da analizzare Mappatura a largo spettro (es.: vasta implementazione di un ERP) In relazione al problema ad es. i

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello del sistema 4 2.1 Requisiti hardware........................ 4 2.2 Requisiti software.........................

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

Ricognizione di alcune Best Practice

Ricognizione di alcune Best Practice Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale di riferimento Ricognizione di alcune Best Practice applicabili

Dettagli

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Scheda descrittiva del programma Open-DAI ceduto in riuso CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Agenzia per l Italia Digitale - Via Liszt 21-00144 Roma Pagina 1 di 19 1 SEZIONE 1 CONTESTO

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA Prova Finale GESTIONE DELLA TRANSIZIONE SECONDO LO STANDARD ITIL ITIL SERVICE TRANSITION

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Descrizioni VHDL Behavioral

Descrizioni VHDL Behavioral 1 Descrizioni VHDL Behavioral In questo capitolo vedremo come la struttura di un sistema digitale è descritto in VHDL utilizzando descrizioni di tipo comportamentale. Outline: process wait statements,

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

Analisi di Software Open Source per Project Management con logia PHP Relazione di Tirocinio

Analisi di Software Open Source per Project Management con logia PHP Relazione di Tirocinio Analisi di Software Open Source per Project Management con logia PHP Relazione di Tirocinio Umberto Sartore - 578209 Relatore: Prof. Ennio Buro UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Anno di corso: 2004/2005. Istruzioni. Istruzioni per lo svolgimento dei progetti didattici. versione 1.1

Anno di corso: 2004/2005. Istruzioni. Istruzioni per lo svolgimento dei progetti didattici. versione 1.1 versione 1.1 per lo svolgimento dei progetti didattici Corso di Laboratorio di Programmazione II Prof. Luca Forlizzi Anno Accademico 2004-2005 GENERALITÀ...3 Scopo del documento...3 Struttura del documento...3

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Lezione 1 Cosa è la Programmazione Orientata agli Oggetti Metodologia per costruire prodotti software di grosse dimensioni che siano affidabili e facilmente

Dettagli

DigitPA LINEE GUIDA. Centro di competenza del riuso. DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 140

DigitPA LINEE GUIDA. Centro di competenza del riuso. DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 140 LINEE GUIDA PER L INSERIMENTO ED IL RIUSO DI PROGRAMMI INFORMATICI O PARTI DI ESSI PUBBLICATI NELLA BANCA DATI DEI PROGRAMMI INFORMATICI RIUTILIZZABILI DI DIGITPA DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Integrazione. Ecad. Mcad. Ecad - MENTOR GRAPHICS

Integrazione. Ecad. Mcad. Ecad - MENTOR GRAPHICS Integrazione Ecad Mcad Ecad - MENTOR GRAPHICS MENTOR GRAPHICS - PADS La crescente complessità del mercato della progettazione elettronica impone l esigenza di realizzare prodotti di dimensioni sempre più

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/i nome/i Castelli Flavio Email flavio.castelli@gmail.com Sito web personale http://www.flavio.castelli.name Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

Tipologie di pianificatori. Pianificazione. Partial Order Planning. E compiti diversi. Pianificazione gerarchica. Approcci integrati

Tipologie di pianificatori. Pianificazione. Partial Order Planning. E compiti diversi. Pianificazione gerarchica. Approcci integrati Tipologie di pianificatori Pianificazione Intelligenza Artificiale e Agenti II modulo Pianificazione a ordinamento parziale (POP) (HTN) pianificazione logica (SatPlan) Pianificazione come ricerca su grafi

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. PROPOSTE di TIROCINI/TESI di LAUREA - Prof. Patrizia Scandurra

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. PROPOSTE di TIROCINI/TESI di LAUREA - Prof. Patrizia Scandurra PROPOSTE di TIROCINI/TESI di LAUREA - Prof. Patrizia Scandurra A seguire alcune proposte di tirocini/tesi in tre ambiti dell ingegneria del software (non del tutto scorrelati): (1) Model-driven driven

Dettagli

Progettazione Orientata agli Oggetti

Progettazione Orientata agli Oggetti Progettazione Orientata agli Oggetti Sviluppo del software Ciclo di vita del software: comprende tutte le attività dall analisi iniziale fino all obsolescenza (sviluppo, aggiornamento, manutenzione) Procedimento

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Abstract Data Type (ADT)

Abstract Data Type (ADT) Abstract Data Type Pag. 1/10 Abstract Data Type (ADT) Iniziamo la nostra trattazione presentando una nozione che ci accompagnerà lungo l intero corso di Laboratorio Algoritmi e Strutture Dati: il Tipo

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

Elementi di UML (7): Diagrammi dei componenti e di deployment

Elementi di UML (7): Diagrammi dei componenti e di deployment Elementi di UML (7): Diagrammi dei componenti e di deployment Università degli Studi di Bologna Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Scienze di Internet Anno Accademico 2004-2005 Laboratorio

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Cap.1 - L impresa come sistema

Cap.1 - L impresa come sistema Cap.1 - L impresa come sistema Indice: L impresa come sistema dinamico L impresa come sistema complesso e gerarchico La progettazione del sistema impresa Modelli organizzativi per la gestione Proprietà

Dettagli

Permutazione degli elementi di una lista

Permutazione degli elementi di una lista Permutazione degli elementi di una lista Luca Padovani padovani@sti.uniurb.it Sommario Prendiamo spunto da un esercizio non banale per fare alcune riflessioni su un approccio strutturato alla risoluzione

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Informatica Industriale Modello funzionale: Informazione Progettazione concettuale

Informatica Industriale Modello funzionale: Informazione Progettazione concettuale DIIGA - Università Politecnica delle Marche A.A. 2006/2007 Informatica Industriale Modello funzionale: Informazione Progettazione concettuale Luca Spalazzi spalazzi@diiga.univpm.it www.diiga.univpm.it/~spalazzi/

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli