Retrospective, Stand-Up Meeting e Daily Journal Raccogliere feedback dal team

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Retrospective, Stand-Up Meeting e Daily Journal Raccogliere feedback dal team"

Transcript

1 Retrospective, Stand-Up Meeting e Daily Journal Raccogliere feedback dal team Pietro Di Bello & Jacopo Franzoi { p.dibello, j.franzoi

2 Chi siamo Pietro Di Bello, sviluppatore dal 1999, applico extreme Programming dal 2002, prima nel team Xplayers di Quinary e dal 2008 nel team Orione di Sourcesense. Jacopo Franzoi, sviluppatore dal 2003, applico i metodi agili dal Dopo un anno nel team Xplayers di Quinary, nel 2008 mi unisco al team Orione di Sourcesense. Faccio parte del Milano XP User Group. Orione è il team agile di Sourcesense Italia, con sede a Milano. Si occupa di sviluppo e di mentoring dei Metodi Agili. Per saperne di più:

3 Ci piacerebbe... Condividere con voi quello che abbiamo imparato su alcune importanti pratiche per il miglioramento del processo o Retrospective o Stand-Up Meeting Presentarvi la pratica del Daily Journal di fine giornata Sentire le vostre esperienze nell'uso di queste pratiche o quali ostacoli avete incontrato? o come li avete risolti?

4

5 Perchè adottare queste pratiche? Continuous Improvement Migliorare continuamente il processo di sviluppo dal team Adattarlo al cambiamento del contesto lavorativo

6 Continuous improvement "At regular intervals, the team reflects on how to become more effective, then tunes and adjusts its behavior accordingly." - Agile Manifesto, Principles giornalmente (=> standup meetings) e ad ogni iterazione di sviluppo (=> retrospective) "Perfect is a verb, not an adjective" - Kent Beck

7 Retrospective - una definizione retrospective a ritual held at the end of a project to learn from the experience and to plan changes for the next effort ("Project Retrospectives" - Norm Kerth) Il team tutto si ritrova per raccontarsi cosa è successo nell'ultimo periodo di lavoro trascorso, cosa è andato bene, cosa male e cosa si potrebbe fare di diverso.

8 Retrospective - chi, come e perchè? quali sono i benefici? o meno stress, frustrazione, inefficenza, dispersione o più produttività, trasparenza, condivisione, comunione o (e poi errare è umano, perseverare è diabolico) chi la fa? o tutto il team riunito o e il customer? per celebrare i successi e discutere dei problemi o prime directive il ruolo del facilitatore

9 La prime directive Regardless of what we discover, we understand and truly believe that everyone did the best job they could, given what they knew at the time, their skills and abilities, the resources available, and the situation at hand. Norm Kerth Project Retrospectives: A Handbook for Team Reviews

10 Retrospective - quando e quanto? quando? o tipicamente, alla fine di ogni iterazione quanto dura? o time-boxed o dipende da dimensione del team "età" e maturità del team intervallo di tempo intercorso dalla retrospective precedente quando finisce veramente?

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22 Forme di una retrospective Glad - Sad Mad Start Doing - Keep Doing - Stop Doing o con la variante: Start Doing - Keep Doing - Stop Doing - More Of - Less Of What worked well? What to do differently next time? What still puzzles us? Timeline

23

24

25

26

27 Timeline

28 Timeline (II)

29

30

31 Scenari negativi e come uscirne Il silenzio degli innocenti Scarso contributo da parte delle persone Certe persone non contribuiscono mai forse allora Manca un coordinatore della retrospective? Il coordinatore non ha preparato la retrospective? Il formato della retrospective è trito e ritrito ("il solito trantran")? Non tutti sono a loro agio a parlare apertamente a tutti?

32 Scenari negativi e come uscirne The Bronx Alcuni membri del team sono passivi, senza idee da proporre forse allora... Non tutti sono a loro agio a parlare apertamente a tutti? o provare ad adottare il Safety Check all'inizio della retrospective

33 Scenari negativi e come uscirne Parole, parole, parole... (all talk and no action) Si stabiliscono le azioni ma non si mettono in pratica Ad ogni retrospective riemergono sempre gli stessi problemi Scegliere azioni SMART, ovvero Specific, Measurable, Achievable, Relevant, Time Boxed Pubblicare in uno spazio visibile a tutti la lista delle azioni correttive scelte Rivedere ad inizio retrospective le azioni votate nella precedente e valutarne assieme i risultati

34 Scenari negativi e come uscirne Il solito tran-tran Si raccolgono pochi feedback Poche persone partecipano attivamente ( Il silenzio degli innocenti ) Variare il formato della retrospective

35 Scenari negativi e come uscirne Ortomercato effect & Ti spacco il capello in quattro Rimandiamo la discussione Proponiamo azioni correttive concrete Tranquilli, va tutto bene! Adottare il muro del pianto I soliti noti (aka Armiamoci e partite! ) Troppo spesso i "champions" responsabili delle azioni correttive sono gli stessi Basta retrospettiva! Meno frequenti o più brevi

36

37

38 Tutti in piedi!

39 Scenari negativi e come uscirne Soliloquio o Rimandiamo le discussioni tecniche Non ricordo (cosa ho fatto ieri!) o Daily journal o Tenere lo standup davanti alla taskboard del team Scusate il ritardo! o L'orario va condiviso da tutti, e rispettato Ipse-dixit

40 Daily Journal E un "diario di bordo" del progetto a fine giornata (sul wiki di progetto) chi lo scrive? quali sono i benefici? alcuni consigli o solo qualche minuto o suddiviso in carte o task o come uno standup (problemi, soluzioni, remaining) le cose vanno male quando... o diventa solo uno (sterile) elenco di cose fatte o nessuno lo scrive più o nessuno lo legge più

41 Un diario di bordo

42 Siate fantasiosi e creativi!

43 Riferimenti "Project Retrospectives" N.L. Kerth "Agile Retrospectives" E. Derby & D. Larsen

Agili, snelli e scattanti!

Agili, snelli e scattanti! Agili, snelli e scattanti! Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche 4 Giugno 2013 Emiliano Soldi PMP, PMI-ACP, CSM Agile Practice Leader & Coach http://www.emilianosoldipmp.info @EmilianoSoldi Agile

Dettagli

Ingegneria del Software

Ingegneria del Software Ingegneria del Software Processi di Sviluppo Agile Origini dello Sviluppo Agile Proposta di un gruppo di sviluppatori che rilevava una serie di criticità degli approcci convenzionali: Troppa rigidità dei

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

Sviluppo Agile. Prof. Filippo Lanubile. Processo software

Sviluppo Agile. Prof. Filippo Lanubile. Processo software Sviluppo Agile I processi (di sviluppo) del software bisogni nuovi o modificati Processo software Prodotto software nuovo o modificato Un processo software descrive quali sono le attività che concorrono

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

Poca documentazione: uso di Story Card e CRC (Class Responsibility Collabor) Collaborazione con il cliente rispetto alla negoziazione dei contratti

Poca documentazione: uso di Story Card e CRC (Class Responsibility Collabor) Collaborazione con il cliente rispetto alla negoziazione dei contratti Sviluppo Agile [Cockburn 2002] Extreme Programming (XP) [Beck 2000] Sono più importanti auto-organizzazione, collaborazione, comunicazione tra membri del team e adattabilità del prodotto rispetto ad ordine

Dettagli

Un team agile allo sprint. 28 Febbraio 2013 Emiliano Soldi

Un team agile allo sprint. 28 Febbraio 2013 Emiliano Soldi Un team agile allo sprint 28 Febbraio 2013 Emiliano Soldi una questione di leggerezza COMPLESSITÀ VARIABILITÀ SPRECHI SOVRA-ALLOCAZIONI COLLI DI BOTTIGLIA DEBITO BUSINESS/TECNICO RIDURRE TEMPI ATTESA RIDURRE

Dettagli

metodologie metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi

metodologie metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi metodologie a.a. 2003-2004 1 metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi più formalmente: un processo da seguire documenti o altri elaborati da produrre usando linguaggi più o

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

LABORATORIO 30 aprile. Date

LABORATORIO 30 aprile. Date LABORATORIO 30 aprile Date Laboratorio E un gioco che si chiama XP game materiale, manuali istruttori, etc... sono tutti disponibili online (vi darò i riferimenti) centrato su spiegare alcuni concetti

Dettagli

Gestione dello sviluppo software Modelli Agili

Gestione dello sviluppo software Modelli Agili Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A4_3 V1.1 Gestione dello sviluppo software Modelli Agili Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli

Dettagli

AGILE IL TEAM, MA IL CLIENTE? Trasmettere al cliente valori, vantaggi e necessità dello sviluppo agile

AGILE IL TEAM, MA IL CLIENTE? Trasmettere al cliente valori, vantaggi e necessità dello sviluppo agile AGILE IL TEAM, MA IL CLIENTE? Trasmettere al cliente valori, vantaggi e necessità dello sviluppo agile ANTONIO BONANNO 27 anni, Milano, laureato in legge 2003, Etz.it 2007, Digital Natives 2008, TripShake.com

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Sette

U Corso di italiano, Lezione Sette 1 U Corso di italiano, Lezione Sette M Two friends meet at the restaurant U Ciao, Paola M Hi, Paola U Ciao, Paola D Ciao Francesco, come stai? F Hi Francesco, how are you? D Ciao Francesco, come stai?

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Dodici

U Corso di italiano, Lezione Dodici 1 U Corso di italiano, Lezione Dodici U Al telefono M On the phone U Al telefono D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. F Hello, Hotel Roma, Good morning D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. U Pronto, buongiorno,

Dettagli

Scopri con noi la Milano che non ti aspetti!

Scopri con noi la Milano che non ti aspetti! 2. La nostra storia Our story Scopri con noi la Milano che non ti aspetti! Join us and discover the unexpected Milan! 4. La nostra storia Our story Cos è Hintown? Il punto di riferimento per chi viene

Dettagli

METODI AGILI IL CONTROLLO DI GESTIONE PER. Loredana G. Smaldore

METODI AGILI IL CONTROLLO DI GESTIONE PER. Loredana G. Smaldore METODI AGILI PER IL CONTROLLO DI GESTIONE 1 Fonte: Smaldore, L.G. (2014), Metodi «Agili» per il Controllo di Gestione, in Busco C., Giovannoni E. e Riccaboni A. (a cura di), Il controllo di gestione. Metodi,

Dettagli

Dall Audit al recupero dei Certificati Bianchi e all efficienza energetica: Un percorso dall obbligo all opportunità. In collaborazione con:

Dall Audit al recupero dei Certificati Bianchi e all efficienza energetica: Un percorso dall obbligo all opportunità. In collaborazione con: Dall Audit al recupero dei Certificati Bianchi e all efficienza energetica: Un percorso dall obbligo all opportunità Taormina, 24 Aprile 2015 Diagnosi Energetica cosa è Abbiamo visto in precedenza che

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciotto

U Corso di italiano, Lezione Diciotto 1 U Corso di italiano, Lezione Diciotto U Scusi, a che ora aprono i negozi a Bologna? M Excuse-me, what time do shops open in Bologna? U Scusi, a che ora aprono i negozi a Bologna? D Aprono alle nove F

Dettagli

PERFORMING IN ENGLISH. il coaching linguistico dedicato ai manager

PERFORMING IN ENGLISH. il coaching linguistico dedicato ai manager PERFORMING IN ENGLISH il coaching linguistico dedicato ai manager qual è la differenza tra teaching e coaching? Il teaching ha un approccio unidirezionale Il coaching ha un approccio bidirezionale TEACHING

Dettagli

Claudia Crescenzi Edoardo Gironi. REVERSE MENTORING www.growbp.it MILANO 18 NOVEMBRE 2013

Claudia Crescenzi Edoardo Gironi. REVERSE MENTORING www.growbp.it MILANO 18 NOVEMBRE 2013 Claudia Crescenzi Edoardo Gironi Chi siamo Espressione di un organizzazione liquida. Lavoriamo sul continuo miglioramento della nostra professionalità mantenendo la flessibilità che il mercato richiede.

Dettagli

Il Workshops di Wine Pleasures. Alcuni pratici suggerimenti su come trarre il meglio dal Workshop di Wine Pleasures: prima, durante e dopo...

Il Workshops di Wine Pleasures. Alcuni pratici suggerimenti su come trarre il meglio dal Workshop di Wine Pleasures: prima, durante e dopo... Il Workshops di Wine Pleasures Alcuni pratici suggerimenti su come trarre il meglio dal Workshop di Wine Pleasures: prima, durante e dopo... Il Workshop di Wine Pleasures: che cos'è? Gli Workshop di Wine

Dettagli

Agile in tough economic times. Agile in tough. Slide 1 30 April 2009

Agile in tough economic times. Agile in tough. Slide 1 30 April 2009 Slide 1 Indice Storia Agile di una startup nel nostro progetto Qual e il valore aggiunto di Agile nei periodi di incertezza Conclusioni Slide 2 Non disclosure agreement Ho firmato un NDA che non mi permette

Dettagli

EMAIL MARKETING CHE FUNZIONA PDF

EMAIL MARKETING CHE FUNZIONA PDF EMAIL MARKETING CHE FUNZIONA PDF ==> Download: EMAIL MARKETING CHE FUNZIONA PDF EMAIL MARKETING CHE FUNZIONA PDF - Are you searching for Email Marketing Che Funziona Books? Now, you will be happy that

Dettagli

Il Futuro. The Future Tense

Il Futuro. The Future Tense Il Futuro The Future Tense UNIT GOALS Unit Goals By the end of this unit the learner will be able to: 1. Conjugate the Futuro Semplice Simple Future regular verbs of all three major Italian conjugations.

Dettagli

per fare previsioni basate su ciò che si pensa, si crede o si suppone (spesso con verbi come think, expect, believe, suppose, ):

per fare previsioni basate su ciò che si pensa, si crede o si suppone (spesso con verbi come think, expect, believe, suppose, ): Lesson 17 (B1) Future simple / Present continuous / Be going to Future simple Quando si usa Il future simple si usa: per fare previsioni basate su ciò che si pensa, si crede o si suppone (spesso con verbi

Dettagli

Il Valore è. Risorse. Performance. La Performance comprende: Esigenze imprenditoriali Qualità Immagine Benefici sociali Incremento dei ricavi

Il Valore è. Risorse. Performance. La Performance comprende: Esigenze imprenditoriali Qualità Immagine Benefici sociali Incremento dei ricavi Il Valore è Performance Risorse La Performance comprende: Esigenze imprenditoriali Qualità Immagine Benefici sociali Incremento dei ricavi Le risorse comprendono: Tempi di produzione Tempi di programmazione

Dettagli

Introduzione L insegnante: Oggi impareremo a conoscere le nostre capacità e quelle degli altri. Impareremo anche come complementarsi a vicenda.

Introduzione L insegnante: Oggi impareremo a conoscere le nostre capacità e quelle degli altri. Impareremo anche come complementarsi a vicenda. www.gentletude.com Impara la Gentilezza 5 FARE COMPLIMENTI AGLI ALTRI Guida Rapida Obiettivi: i bambini saranno in grado di: di identificare i talenti e i punti di forza propri e degli altri, e scoprire

Dettagli

Claudio Carbonaro c.carbonaro@jmac.it

Claudio Carbonaro c.carbonaro@jmac.it Kart Factory uno strumento a supporto delle trasformazioni Lean Claudio Carbonaro c.carbonaro@jmac.it Kart Factory - Background Originariamente, il Lean Management Practical Training Programme è stato

Dettagli

Diamo forma alle idee

Diamo forma alle idee Diamo forma alle idee Cosa troverete in questa busta? Fase 1: Scegliere l ambito o l idea. Fase 2: Osservare il contesto e gli utenti Fase 3: Brainstorming, rovare fonti di ispirazione Fase 4: Seleziona

Dettagli

IPERCA. Il metodo a sei fasi Per gestire con successo progetti, incarichi e situazioni di vita e per accrescere continuamente l esperienza.

IPERCA. Il metodo a sei fasi Per gestire con successo progetti, incarichi e situazioni di vita e per accrescere continuamente l esperienza. PRInCIPI IPERCA Il metodo a sei fasi Per gestire con successo progetti, incarichi e situazioni di vita e per accrescere continuamente l esperienza. 1 Informare Qual è esattamente il mio incarico? 2 Pianificare

Dettagli

Virtual Teams @Tetra Pak. PMI NIC Branch Emilia Romagna e Marche Bologna, 8 aprile 2011

Virtual Teams @Tetra Pak. PMI NIC Branch Emilia Romagna e Marche Bologna, 8 aprile 2011 Virtual Teams @ PMI NIC Branch Emilia Romagna e Marche Bologna, 8 aprile 2011 Chi é Paola Botti g Nata e vissuta a Modena g Dipendente dal 1980 g g g Dal 2003 Director Sales Support, Supply Chain operations

Dettagli

Scrum. Caratteristiche, Punti di forza, Limiti. versione del tutorial: 1.0. www.analisi-disegno.com. Pag. 1

Scrum. Caratteristiche, Punti di forza, Limiti. versione del tutorial: 1.0. www.analisi-disegno.com. Pag. 1 Scrum Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 1.0 Pag. 1 Scrum è uno dei processi agili (www.agilealliance.com) il termine è derivato dal Rugby, dove viene chiamato Scrum il pacchetto

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Tre

U Corso di italiano, Lezione Tre 1 U Corso di italiano, Lezione Tre U Ciao Paola, come va? M Hi Paola, how are you? U Ciao Paola, come va? D Benissimo, grazie, e tu? F Very well, thank you, and you? D Benissimo, grazie, e tu? U Buongiorno

Dettagli

PROCESSI IT: Ottimizzazione e riduzione degli sprechi - Approccio Lean IT

PROCESSI IT: Ottimizzazione e riduzione degli sprechi - Approccio Lean IT CDC -Corte dei conti DGSIA Direzione Generale Sistemi Informativi Automatizzati SGCUS Servizio per la gestione del Centro Unico dei Servizi PROCESSI IT: Ottimizzazione e riduzione degli sprechi - Approccio

Dettagli

Unit 01: Welcome. Il materiale semplificato è tratto dal testo: M. Hobbs e J. Starr Keddle YOUR SPACE ed Loescher. Pp. 8-19, 21, 22, 24-27.

Unit 01: Welcome. Il materiale semplificato è tratto dal testo: M. Hobbs e J. Starr Keddle YOUR SPACE ed Loescher. Pp. 8-19, 21, 22, 24-27. Il materiale semplificato è tratto dal testo: M. Hobbs e J. Starr Keddle YOUR SPACE ed Loescher. Pp. 8-19, 21, 22, 24-27 01 Welcome Pagina 8. Es. 1: Tante parole della lingua inglese le senti anche quando

Dettagli

FACE THE CHANGE: A New Manager Connection FACE THE CHANGE FACE THE CHANGE

FACE THE CHANGE: A New Manager Connection FACE THE CHANGE FACE THE CHANGE FACE THE CHANGE: A New Manager Connection è un Master di nuova generazione per lo sviluppo delle competenze manageriali che si basa sul concetto di network. Nasce per valorizzare l enorme bacino di talento

Dettagli

FACE THE CHANGE! Master per lo sviluppo manageriale

FACE THE CHANGE! Master per lo sviluppo manageriale FACE THE CHANGE! Master per lo sviluppo manageriale PIANO FORMATIVO MODULO 1 MODULO 2 New Thing: visioni innovative sulla Leadership Self Training: lavorare su se stessi Presenza e concentrazione: gestire

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE ANTONIO GRAMSCI Via del Mezzetta, 7 50135 FIRENZE Tel. 055/610.281 Fax 055/608400

LICEO SCIENTIFICO STATALE ANTONIO GRAMSCI Via del Mezzetta, 7 50135 FIRENZE Tel. 055/610.281 Fax 055/608400 PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2014-2015 MATERIA: LINGUA E CIVILTA INGLESE CLASSE: 1 SEZIONE: E DOCENTE: FATIME HEMA Dal libro di testo Ben Wetz English Plus 1 Pre-Intermediate - ed. Oxford sono stati presentati:

Dettagli

REGOLE DEL GRUPPO RELATIVE ALLE RISORSE UMANE

REGOLE DEL GRUPPO RELATIVE ALLE RISORSE UMANE REGOLE DEL GRUPPO RELATIVE ALLE RISORSE UMANE Sono fermamente convinto che nel nostro nuovo Gruppo Monier la performance del nostro staff sarà più importante che mai. I nostri ambiziosi obiettivi aziendali

Dettagli

LINGUA INGLESE PROGRAMMA INTEGRATO DA CONOSCENZE, ABILITA E COMPETENZE CLASSI 1^M E 1^P

LINGUA INGLESE PROGRAMMA INTEGRATO DA CONOSCENZE, ABILITA E COMPETENZE CLASSI 1^M E 1^P LINGUA INGLESE PROGRAMMA INTEGRATO DA, ABILITA E COMPETENZE CLASSI 1^M E 1^P Libro di testo: NETWORK 1, Paul Radley (OUP) Student s Book e Workbook, Student s Audio CD, Class Audio CDs, My Digital Book

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Trenta

U Corso di italiano, Lezione Trenta 1 U Corso di italiano, Lezione Trenta M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada F Hi Osman, what are you

Dettagli

La valutazione del percorso formativo

La valutazione del percorso formativo La valutazione del percorso formativo L esperienza del biennio di Padova 1999-2000 Maria Carla Acler Premessa Il presente lavoro nasce dal desiderio di diffondere tra i colleghi l esperienza maturata all

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Otto

U Corso di italiano, Lezione Otto 1 U Corso di italiano, Lezione Otto U Ti piace il cibo somalo? M Do you like Somali food? U Ti piace il cibo somalo? D Sì, mi piace molto. C è un ristorante somalo a Milano. É molto buono. F Yes, I like

Dettagli

Joint staff training mobility

Joint staff training mobility Joint staff training mobility Intermediate report Alessandra Bonini, Ancona/Chiaravalle (IT) Based on https://webgate.ec.europa.eu/fpfis/mwikis/eurydice/index.php/belgium-flemish- Community:Overview and

Dettagli

for MV 0424 79098B INTRODUCTION

for MV 0424 79098B INTRODUCTION S C U O L A P R I M A R I A MY PORTFOLIO DOSSIER for MV 0424 79098B INTRODUCTION TABLE OF CONTENTS Introduction Una lettera per te La mia scheda personale Contatti con amici e paesi di lingua inglese Leggo,

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE ABOUT US ATTIVITA E SERVIZI ACTIVITY AND SERVICES TECNOLOGIE TECHNOLOGIES PERSONALE TEAM OBIETTIVI OBJECTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE B&G s.r.l. è una società di progettazione

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventidue

U Corso di italiano, Lezione Ventidue 1 U Corso di italiano, Lezione Ventidue U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare a

Dettagli

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 Ingegneria del Software Testing Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 1 Definizione IEEE Software testing is the process of analyzing a software item to detect the differences between

Dettagli

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE CLASSE IG ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Prof.ssa Rossella Mariani Testo in adozione: THINK ENGLISH 1 STUDENT S BOOK, corredato da un fascicoletto introduttivo al corso, LANGUAGE

Dettagli

I.C. AMEDEO DI SAVOIA AOSTA Martina Franca (Ta) Disciplina: INGLESE a.s. 2012 2013

I.C. AMEDEO DI SAVOIA AOSTA Martina Franca (Ta) Disciplina: INGLESE a.s. 2012 2013 I.C. AMEDEO DI SAVOIA AOSTA Martina Franca (Ta) LINEE DI PROGETTAZIONE ANNUALE DELLA CLASSE Disciplina: INGLESE a.s. 2012 2013 Traguardi PREMESSA per lo sviluppo DISCIPLINARE delle competenze L apprendimento

Dettagli

Dopo la sessione presenziale

Dopo la sessione presenziale Dopo la sessione presenziale Consigli per riunirti con il tuo capo La settimana successiva alla sessione presenziale, avrai come obiettivo quello di riunirti con il tuo capo per esporgli le riflessioni

Dettagli

Introduzione all Ingegneria del Software

Introduzione all Ingegneria del Software Introduzione all Ingegneria del Software Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 10 Dicembre 2013 Introduzione all Ingegneria del Software Ingegneria del Software Modelli di Sviluppo del Software

Dettagli

Piano C. Giugno 2013 PROGETTO MOLTIPLICAZIONE

Piano C. Giugno 2013 PROGETTO MOLTIPLICAZIONE Piano C Giugno 2013 PROGETTO MOLTIPLICAZIONE PROGETTO MOLTIPLICAZIONE PIANO C Valori e missione L innovazione nasce dalla condivisione: piano C crede nel mettere insieme le forze con onestà e trasparenza

Dettagli

Banche dati e portali di medicina narrativa (licenza CC BY)

Banche dati e portali di medicina narrativa (licenza CC BY) Corso Medicina Umanistica e Narrativa Roma, 8/9 aprile 2015 Banche dati e portali di medicina narrativa (licenza CC BY) Fabio D Orsogna Francesca Servoli Biblioteca Digitale Centro di Conoscenza Riccardo

Dettagli

MAD 2 www.mad2.eu info@mad2.eu a project by tree srl 1

MAD 2 www.mad2.eu info@mad2.eu a project by tree srl 1 Il percorso formativo MAD 2 rappresenta un efficace risposta ai fabbisogni di formazione di specifiche figure professionali specializzate nella progettazione, sviluppo e design di applicazioni per smartphone

Dettagli

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives Dr Mila Milani Comparatives and Superlatives Comparatives are particular forms of some adjectives and adverbs, used when making a comparison between two elements: Learning Spanish is easier than learning

Dettagli

-PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS)

-PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS) Visitaci su: http://englishclass.altervista.org/ -PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS) PREMESSA: RICHIAMI DI GRAMMATICA Il pronome (dal latino al posto del nome ) personale è quell elemento della frase

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Web e Social Network: non solo comunicazione ma condivisione A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB 2.0 SIAMO

Dettagli

Il Data Center come elemento abilitante alla competività dell impresa

Il Data Center come elemento abilitante alla competività dell impresa Il Data Center come elemento abilitante alla competività dell impresa Lorenzo Bovo Senior Solution Consultant HP Technology Consulting lorenzo.bovo@hp.com Udine, 23 Novembre 2009 2009 Hewlett-Packard Development

Dettagli

Java e solidarietà: il progetto Jug4Tenda

Java e solidarietà: il progetto Jug4Tenda Java e solidarietà: il progetto Jug4Tenda www.jugancona.it Jug Marche Relatore: Andrea Del Bene Java e solidarietà: il progetto Jug4Tenda Agenda Storia del progetto Architettura Processo di sviluppo Riferimenti

Dettagli

Classificazione Nuovo Esame PMP

Classificazione Nuovo Esame PMP Notizie sul nuovo esame PMP a partire dal Agosto 0 Classificazione Nuovo Esame PMP Questo è il link al documento del PMI: Crosswalk Between Current and New PMP Classifications del PMI Di seguito trovi

Dettagli

Progetto di Informatica III

Progetto di Informatica III Progetto di Informatica III Sviluppo Agile (Agile Software Development) Patrizia Scandurra Università degli Studi di Bergamo a.a. 2008-09 Sommario Metodologia agile Agile Manifesto Che cos è l agilità

Dettagli

Il Progetto ECCE Un esperienza locale ed europea tra Università e Impresa

Il Progetto ECCE Un esperienza locale ed europea tra Università e Impresa Il Progetto ECCE Un esperienza locale ed europea tra Università e Impresa Giornata Erasmus 2011 Monitoraggio del rapporto Università e Impresa Roma, 17 febbraio 2011 This project has been funded with support

Dettagli

ANYTIME HERO WHEN TASKS BECOME DEEDS. Marco Regazzo

ANYTIME HERO WHEN TASKS BECOME DEEDS. Marco Regazzo WHEN TASKS BECOME DEEDS Marco Regazzo (sui sistemi di incentivazione...) There is a MISMATCH between what SCIENCE KNOWS and what BUSINESS DOES (Daniel Pink) In questo video raccontiamo perchè i sistemi

Dettagli

Progetto Progesis Tra vantaggio e sicurezza Ancona, 24 25 maggio 2010 S C H E D E D I S O S T E G N O A L L A R I C E R C A A Z I O N E

Progetto Progesis Tra vantaggio e sicurezza Ancona, 24 25 maggio 2010 S C H E D E D I S O S T E G N O A L L A R I C E R C A A Z I O N E Progetto Progesis Tra vantaggio e sicurezza Ancona, 24 25 maggio 2010 S C H E D E D I S O S T E G N O A L L A R I C E R C A A Z I O N E a cura di Graziella Pozzo CONTENUTI SCHEDE Presentazione Scheda 1.

Dettagli

Importanza e significato dell Audit. Clinico in una prospettiva sistemica

Importanza e significato dell Audit. Clinico in una prospettiva sistemica Importanza e significato dell Audit Clinico in una prospettiva sistemica Ulrich Wienand MD PhD Azienda Ospedaliera Universitaria Arcispedale S. Anna - Ferrara Clinical Audit Iniziativa condotta da professionisti

Dettagli

L'organizzazione della giornata e della settimana tipo. Spunti per la programmazione. Verona, 12/06/2012 Relatrice: dott.

L'organizzazione della giornata e della settimana tipo. Spunti per la programmazione. Verona, 12/06/2012 Relatrice: dott. L'organizzazione della giornata e della settimana tipo. Verona, 12/06/2012 Relatrice: dott.ssa Elena Ziviani Suggerimenti in generale 1. Creare delle routine: la ciclicità e il ripetersi dell'organizzazione

Dettagli

CULTURA ORGANIZZATIVA E KATA

CULTURA ORGANIZZATIVA E KATA Il Kata del Miglioramento e del Coaching, KATA del Miglioramento e del Coaching L utilizzo di materiale con Copyright 2015 Mike Rother è pienamente riconosciuto e concesso dall autore CULTURA ORGANIZZATIVA

Dettagli

extreme Programming in un curriculum universitario

extreme Programming in un curriculum universitario extreme Programming in un curriculum universitario Lars Bendix Department of Computer Science Lund Institute of Technology Sweden Università di Bologna, 18 giugno, 2002 Extreme Programming On-site customer

Dettagli

La leva della LEAN TECHNOLOGY per aumentare competitività, produttività ed efficienza. Flavio Tonetto - 4 maggio 2015

La leva della LEAN TECHNOLOGY per aumentare competitività, produttività ed efficienza. Flavio Tonetto - 4 maggio 2015 La leva della LEAN TECHNOLOGY per aumentare competitività, produttività ed efficienza Flavio Tonetto - 4 maggio 2015 METODO SINERGIA: PASSIONE, COMPETENZA, CONCRETEZZA Gli obiettivi del convegno In questo

Dettagli

PROGRAMMA D'ESAME- INGLESE PROF. Schettino Francesco

PROGRAMMA D'ESAME- INGLESE PROF. Schettino Francesco PROGRAMMA D'ESAME- INGLESE PROF. Schettino Francesco Grammatica Past simple di to be: forma affermativa e negativa Past simple di to be: forma interrogativa e risposte brevi Past simple di to have: forma

Dettagli

Una guida alla gestione di Eventi no stress e Meeting no problem

Una guida alla gestione di Eventi no stress e Meeting no problem Una guida alla gestione di Eventi no stress e Meeting no problem Organizzare Meeting ed Eventi può essere stressante. Forse avete bisogno di un po di collaborazione. Provate quindi i nostri prodotti: vi

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

L esperto come facilitatore

L esperto come facilitatore L esperto come facilitatore Isabella Quadrelli Ricercatrice INVALSI Gruppo di Ricerca Valutazione e Miglioramento Esperto = Facilitatore L esperto ha la funzione principale di promuovere e facilitare la

Dettagli

Il metodo extreme Programming in sintesi

Il metodo extreme Programming in sintesi extreme Programming Approach Il metodo extreme Programming in sintesi Piergiuliano Bossi Coach Marina Morgagni Engagement Manager Quinary SpA Copyright 2001-2004 Quinary SpA Tutti i diritti sono riservati.

Dettagli

Associazione Culturale Il Cerchio Sciamanico

Associazione Culturale Il Cerchio Sciamanico FORUM DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE IL CERCHIO SCIAMANICO Linee Guida per la Registrazione Premessa importante Data la natura e la confidenzialità degli argomenti trattati questo forum NON E PUBBLICO ma

Dettagli

Innovazione di processo e di prodotto in un azienda del settore domotica

Innovazione di processo e di prodotto in un azienda del settore domotica Innovazione di processo e di prodotto in un azienda del settore domotica Marco Catuozzo (Responsabile R&D, sede di Erba) Mauro Sarchi (Project Leader applicazioni multimediali embedded, sede di Erba) Bticino

Dettagli

FORMAZIONE AVANZATA. Corso di introduzione al Project Management

FORMAZIONE AVANZATA. Corso di introduzione al Project Management FORMAZIONE AVANZATA Corso di introduzione al Project Management 1 1. Scenario di riferimento La costante diminuzione delle risorse di bilancio e dei trasferimenti pubblici, da un lato, e la necessità di

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Unità 4: Interazioni efficaci nelle organizzazioni

Unità 4: Interazioni efficaci nelle organizzazioni Unità 4: Interazioni efficaci nelle organizzazioni OH 1 Avere la prima diapositiva sullo schermo all'inizio dell'unità 5 min BENVENUTO E COLLEGAMENTO ALLA PRECEDENTE UNITÀ (FACOLTATIVO) Benvenuto ai partecipanti

Dettagli

Seminario Metodi Agili per la gestione dei progetti per Decision Makers

Seminario Metodi Agili per la gestione dei progetti per Decision Makers Seminario Metodi Agili per la gestione dei progetti per Decision Gestire la complessità, adattarsi al cambiamento. Velocemente. Questa è la sfida quotidiana di ogni manager, sia in campo IT che in tutti

Dettagli

La portata del software

La portata del software La portata del software Portata Contesto. In che modo il software in costruzione si inserirà nel sistema, prodotto o contesto aziendale esistente e quali vincoli impone il contesto? Obiettivi relativi

Dettagli

IL PROFILO DELL AZIENDA. Cherry Consulting S.r.l 1

IL PROFILO DELL AZIENDA. Cherry Consulting S.r.l 1 IL PROFILO DELL AZIENDA 1 Chi siamo e la nostra missione Chi siamo: un gruppo di manager che hanno maturato esperienze nella consulenza, nel marketing, nella progettazione, nella vendita di soluzioni e

Dettagli

FINALITA DEL PROGRAMMA DI COACHING

FINALITA DEL PROGRAMMA DI COACHING MANAGERS DEVELOPMENT ACTIONS Consulman PL On the job training for Managers Personal coaching for managers Focused workshop business game (based on focused scope) Plant assessment business game (based on

Dettagli

Presentazione del gioco

Presentazione del gioco Guida del giocatore Disclaimer: Start Up EU - Be a high Tech Entrepreneur has been funded with support from the European Commission. This website reflects the views only of the author, and the Commission

Dettagli

Il Nuovo Sistema Professionale ICT

Il Nuovo Sistema Professionale ICT Il Nuovo Sistema Professionale Simonetta Marangoni 30 settembre 2015 Risorse Umane, Organizzazione e Servizi Sintesi del documento 2 Il Sistema Professionale della famiglia risentiva di elementi di obsolescenza

Dettagli

Lean Value Stream Analysis

Lean Value Stream Analysis Articolo a firma di: Valentina Palazzo Inspearit Consultant Lean Value Stream Analysis Complessità, rilavorazioni, variabilità delle attività, sovrallocazioni, colli di bottiglia e debito tecnico rappresentano

Dettagli

OFFICE & WORKPLACE 2015

OFFICE & WORKPLACE 2015 OFFICE & WORKPLACE 2015 Maurizio Barison. bieffe, 1980. Alessandro Barison. dedicato a gente creativa dedicated to creative people Orgogliosamente costruito in Italia dal 1995 Emmesystem by Emme Italia

Dettagli

Enterprise Social Networking: Il "collante" per una giusta strategia web. Ma l'integrazione è la chiave di tutto.

Enterprise Social Networking: Il collante per una giusta strategia web. Ma l'integrazione è la chiave di tutto. Enterprise Social Networking: Il "collante" per una giusta strategia web Ma l'integrazione è la chiave di tutto. di Thomas Christel Settembre 2011 1 Nel business, i social network non possono essere slegati

Dettagli

I lucidi messi a disposizione sul sito del corso di Analisi e progettazione del software NON sostituiscono il libro di testo

I lucidi messi a disposizione sul sito del corso di Analisi e progettazione del software NON sostituiscono il libro di testo Luca Cabibbo Analisi e Progettazione del Software Sviluppo iterativo, evolutivo e agile Capitolo 2 marzo 2015 Lo sviluppo iterativo dovrebbe essere utilizzato solo per i progetti che si desidera che vadano

Dettagli

Syllabus. Corso On-Line. POSitivitiES. Learning. Applied Positive Psychology for European Schools

Syllabus. Corso On-Line. POSitivitiES. Learning. Applied Positive Psychology for European Schools PositivitiES Applied Positive Psychology for European Schools POSitivitiES Positive European Schools Corso On-Line Learning This project has been funded with support from the European Commission.This publication

Dettagli

Full version is >>> HERE <<<

Full version is >>> HERE <<< Full version is >>> HERE

Dettagli

Manuale per i Social Media dei Paesi Partecipanti a Expo2015

Manuale per i Social Media dei Paesi Partecipanti a Expo2015 Manuale per i Social Media dei Paesi Partecipanti a Expo2015 1 Introduzione Expo2015 Manuale per i Social Media dei Paesi Partecipanti Nelle settimane e mesi passati il Social Media Team ha ricevuto molte

Dettagli

CURRICOLO INGLESE CLASSE 1^ Comprende Vocaboli - Saluti - Presentazioni. Istruzioni. Espressioni e frasi di uso quotidiano riferite a se stesso.

CURRICOLO INGLESE CLASSE 1^ Comprende Vocaboli - Saluti - Presentazioni. Istruzioni. Espressioni e frasi di uso quotidiano riferite a se stesso. CLASSE 1^ Classe 1^ re vocaboli, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano, pronunciati chiaramente e lentamente relativi a se stesso. Produrre frasi significative riferite a oggetti e situazioni

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Quali sfide Tito per lo prese le sup n ply t azio chai ne n del fashion- lusso? sottotitolo Milano, XX mese 20XX

Quali sfide Tito per lo prese le sup n ply t azio chai ne n del fashion- lusso? sottotitolo Milano, XX mese 20XX Titolo presentazione Quali sfide per le supply chain del fashionsottotitolo lusso? Alessandro Brun Milano, XX mese 20XX Quali sfide per le supply chain del fashion-lusso? l settore del fashion-lusso continua

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventinove

U Corso di italiano, Lezione Ventinove 1 U Corso di italiano, Lezione Ventinove U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare

Dettagli

GREAT PLACE TO WORK JOURNEY! Giftwork Training per Managers

GREAT PLACE TO WORK JOURNEY! Giftwork Training per Managers GREAT PLACE TO WORK JOURNEY! Giftwork Training per Managers Sviluppo della cultura di leadership Quanto sono efficaci i manager nel creare un great place to work? COACHING COMPRENDERE TRASFORMARE 360 Trust

Dettagli