QUANDO. nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC CENTER

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUANDO. nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC CENTER"

Transcript

1 C O N V E G N O N A Z I O N A L E 16_05_2012 Roma Sala della Comunicazione del MIUR Viale Trastevere 76/a QUANDO LO SPAZIO INSEGNA nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC CENTER Il modello architettonico e didattico-organizzativo alla base di 4het Gymnasium Amsterdam, Olanda 2 ESTERNO EDIFICIO - 4HET GYMNASIUM LUOGO AMSTERDAM, OLANDA ANNO DI COSTRUZIONE 2008 SURFACE MQ (DIVISI IN TRE BLOCCHI) COSTO 4,5 M. AMBIENTI 30 CLASSI, 8 AMBIENTI TEMATICI N ; DOCENTI N STUDENTI 60 (88% <40 ANNI) 650 STUDENTI (11-18 ANNI) 1/36

2 La scuola La scuola è stata costruita con un costo di al mq. È una secondaria di secondo grado con un offerta formativa orientata alla valorizzazione dei talenti di tipo artistico degli studenti. Non mancano però le discipline classiche alla base della formazione liceale. 3 TIPOLOGIA DI SCUOLA La slide mostra le possibili disposizione che questa scuola può assumere. Si tratta infatti di una scuola temporanea o come diremmo noi prefabbricata che è stata costruita su questo sito e zona della città per incentivare le attività culturali e rivitalizzare il quartiere. 2/36

3 4 LA CORTE La forma della scuola definita a corte assume un sua importanza per due motivi: a) crea un senso di appartenenza alla scuola e quindi anche un senso di sicurezza, favorendo la percezione di benessere dello studente; b) la corte diventa uno spazio di socializzazione, anche per attività all esterno. IVIC CENTER didattico-organizzativo alla base di 4het Gymnasium 5 LA CORTE / /36

4 6 LA CORTE /3 4/36

5 7 GLI STUDENTI Gli studenti che ci hanno accompagnato nella vista alla scuola hanno età diverse, poiché l altra caratteristica della scuola è la possibilità di avere saltare anni scolastici a seconda delle competenze possedute per ciascuna disciplina prevista: lo studente nella foto infatti sebbene abbia 11 anni frequenta il II anno. 8 L'INGRESSO La scuola dopo all ingresso principale presenta una serie di armadietti per gli studenti. 5/36

6 9 DOVE ANDIAMO QUESTA MATTINA? Per non dimenticare dove andare o per eventuali modifiche apportate all ultimo minuto per assenza di qualche insegnante, è presente un monitor in ogni area di passaggio. 6/36

7 10 LA PIANTINA Mostra la forma della scuola che si innalza per tre piani. Da questa emerge evidente l atrio, punto di ritrovo. 7/36

8 11 L ATRIO L area frequentata dagli studenti sia durante i tre break previsti nella giornata che durante le ore di pausa o ancora per la realizzazione degli spettacoli. 8/36

9 12 L ATRIO /2 9/36

10 13 L ATRIO /3 10/36

11 14 IL PALCOSCENICO Poiché si tratta di una scuola che valorizza le competenze canore e artistiche degli studenti, un elemento essenziale è il palcoscenico. Qui realizzato in ardesia. Questo materiale si sposa perfettamente sia con le esigenze della scuola sia con quelle degli studenti per esprimere la loro creatività. 11/36

12 15 L ATRIO /5 12/36

13 16 RAPPORTO ESTERNO-INTERNO Un elemento di continuità con l esterno è rappresentato dalle pareti in vetro che rappresentano un punto di connessione. 13/36

14 17 L ORGANIZZAZIONE DELLA SCUOLA La scuola è pubblica ed è organizzata (http://www.het4egymnasium.nl/) secondo una struttura che prevede un mentore per ciascuno dei tre livelli scolastici (onderbouw, middenbouw, bovenbouw). Questo tipo di organizzazione è supportata da una infrastruttura tecnologica sia per gli studenti che per i docenti basata sull uso di gmail 14/36

15 Laura De Roo Pedagoga 18 L ORGANIZZAZIONE DELLA SCUOLA /2 Dalla parte della segreteria L altro software utilizzato è Magister, come ci dice la sig. Laura De Roo. 15/36

16 19 L ORGANIZZAZIONE DELLA SCUOLA /3 Dalla parte degli insegnanti L insegnante di lingua ci mostra come gestisce dal suo iphone le presenze/assenze degli studenti; il profitto e la comunicazione scuola-famiglia. 16/36

17 20 IL SECONDO PIANO Salendo al secondo piano della scuola, l elemento che fa da trait d union è ancora l ardesia come superficie espressiva. 21 IL SECONDO PIANO /2 17/36

18 22 GLI SPAZI DI COLLEGAMENTO Al secondo piano gli spazi di collegamento (corridoi e atri) vengono utilizzati in maniera flessibile dagli studenti, per studiare da soli e in compagnia e inoltre in alcuni punti sono arredati con poltroncine e tavolini, oltre ad essere spazi cablati. 18/36

19 23 LE CLASSI Le classi sebbene tradizionali nella forma, sono realizzate con pareti di vetro e sono contrassegnate da un numero e dal piano di lavoro, cioè da quali classi sarà occupata l aula nel corso della settimana. Non è presente molta tecnologia solo videoproiettori o qualche LIM e gli studenti non hanno l obbligo di portare il proprio computer che utilizzano per le attività didattiche. 19/36

20 24 LE CLASSI /2 25 LA VOCE DEGLI STUDENTI SUL MODELLO DIDATTICO Dal video degli studenti emerge come le attività siano flessibili, non c è un modello strutturato di lezione frontale e poi attività a casa, ma spesso gli studenti vengono prima coinvolti in attività di gruppo in classe ed a casa 20/36

21 26 SECONDO PIANO La piantina del secondo piano ripercorre lo stesso modello del piano sottostante con lo stesso modello e organizzazione delle aule. 21/36

22 27 SECONDO PIANO /2 22/36

23 28 LA MEDIATECA E uno spazio diviso in maniera funzionale a possibili attività individuali e di gruppo ed utilizzato dagli studenti durante le ore buche e/o per attività collaborative realizzate dagli insegnanti con gli studenti. 23/36

24 29 LE COMPETENZE DIGITALI È lo spazio dove le classi della scuola depositano i loro video dedicati alla produzione di materiali didattici, divulgativi o semplicemente di documentazione dei loro spettacoli. 24/36

25 30 L AULA DI MUSICA Uno spazio dedicato alle attività di preparazione dei pezzi musicali per gli spettacoli o per le lezioni. L aula è utilizzata dagli studenti non solo durante le ore di lezione. 25/36

26 31 L AULA DI MUSICA /2 26/36

27 32 INTERVISTA I PARTE La De Roo racconta l approccio delle scuole alle attività degli studenti: la valorizzazione dei talenti Laura De Roo Pedagoga 33 INTERVISTA DOCENTI 27/36

28 In questa intervista i docenti raccontano il modello didattico della scuola che, poiché ginnasio ospita una popolazione di studenti interessati a studiare e a proseguire gli studi all università. L altro punto che emerge dall intervista riguarda il motivo per cui un liceo è stato costruito in una zona della città abitata da una popolazione prevalentemente araba e quindi con un potenziale di degrado. Per ovviare a questo possibile rischio la scuola è stata costruita per creare una nuova elite e offrire una opportunità a tutti gli studenti talentuosi richiamando in quel quartiere anche studenti di altra origine ed estrazione sociale. 34 LA SALA INSEGNANTI La stanza degli insegnanti è uno spazio multifunzionale in cui è possibile lavorare oltre a trascorrere la pausa pranzo e altri momenti di sospensione delle attività. 28/36

29 35 L'ESTERNO: LA PALESTRA La parte esterna della scuola mostra il contesto isolato in cui è costruita ed adiacente alla struttura principale si trova la palestra. 29/36

30 36 LA PALESTRA/DISCOTECA Anche lo spazio palestra è utilizzato per molteplici scopi: sia come spazio per attività sportive, ma anche come luogo dove trascorrere del tempo per studiare (all interno è dotata di divani, tavoli e poltrone). Lo spazio esterno è utilizzato con scopi didattici solo nella stagione estiva. 30/36

31 37 LO SPAZIO ESTERNO Il rapporto degli studenti con lo spazio esterno mostra un comportamento di estrema responsabilità e libertà. Gli studenti lo vivano come spazio annesso all edificio scolastico e quindi lo utilizzano anche per attività didattiche all aperto. Inoltre gli è consenti di uscire e rientrare nelle pause e nella pausa pranzo. 31/36

32 38 LO SPAZIO ESTERNO /2 39 IL QUARTIERE DI OUTHAVENS 32/36

33 I video vogliono ricreare l ambiente intorno alla scuola. Come si vede è un cantiere a cielo aperto in un contesto di degrado caratterizzato da porti commerciali, fabbriche e comunque zone di transito e non adibite ad abitazioni. Come detto in precedenza, per avviare un processo di recupero e rivitalizzazione oltre alla scuola è stato costruito uno studentato per gli studenti universitari e altre abitazioni sempre sullo stile della scuola. 40 LA STORIA DELLA SCUOLA Dalle foto, viene rappresentata il momento della costruzione della scuola. Iniziato nel 2008 su un sito completamente aperto e 33/36

34 probabilmente abbandonato. La scuola è fatta di moduli che variano in lunghezza, ma tutti di 3,95 m larghezza. Si possono montare e smontare trasportandoli su tir. La scelta progettuale è ricaduta su questa soluzione sostenuta da motivi di sostenibilità e riusabilità. La vita di questa struttura è di circa anni. 41 LA STORIA DELLA SCUOLA /2 Laura De Roo Pedagoga In questa seconda parte dell intervista la sig. De Roo racconta della scuola attraverso il quartiere. Si tratta di una scuola temporanea così come tutta la zona/quartiere che è in fase di costruzione. La progettazione della scuola è stata avviata con gli studenti, il dirigente e gli architetti ed è stato chiesto agli studenti quali spazi e strumenti avrebbero voluto dentro la scuola. (La tendenza alla coprogettazione si è diffusa nei paesi del nord Europa in Finlandia soprattutto per creare quel senso di appartenenza alla comunità). Quando la scuola ha aperto i battenti aveva solo 100 studenti ed un primo anno. Nel tempo con la costruzione del quartiere il numero degli stduenti è aumentato a 600 ed è previsto che aumentino ancora. 34/36

35 42 IL PROGETTO NEL CONTESTO La scuola è collocata nel quartiere di Outhavens, un area in via di sviluppo ed espansione. Poiché la fase di costruzione sarà lunga, il comune (municipalità) ha deciso di costruire la scuola per creare il tessuto sociale e umano per un quartiere residenziale, come mostra la mappa della progetto dell area. La scuola è stata costruita in poco tempo, circa 6 mesi. La scelta di creare degli edifici temporanei (lo studentato oltre alla scuola) consente di trasformare un area in abbandono in un luogo culturalmente vivace che contribuisce ad aumentare anche il valore economico del territorio. 43 CREDITI Convegno Promosso di Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca MIUR - Viale Trastevere 76/a - In collaborazione con Indire Ricerca Indire - Via M. Buonarroti 10, Firenze - Indire Ricerca Gruppo di lavoro "Quando lo spazio insegna" Andrea Benassi Area Didattica e ICT Samuele Borri Referente Sistemi Informativi Ilaria Bucciarelli Comunicazione Lorenzo Calistri Comunicazione Giusy Cannella Area Didattica e ICT Elena Mosa Area Didattica e ICT Giuseppe Moscato Area Didattica e ICT Elettra Morini Area Qualità professionale insegnanti Elisabetta Mughini Referente Comunicazione Massimiliano Naldini Area Qualità professionale insegnanti Laura Parigi Area Didattica e ICT Valentina Toci Area Qualità professionale insegnanti Leonardo Tosi Area Didattica e ICT Coordinamento gruppo di lavoro Samuele Borri Referente Sistemi Informativi Dalla Scuola al civic center 4het Gymnasium - Amsterdam, Olanda link Il modello architettonico e didattico-organizzativo alla base di 4het Gymnasium Presentazione a cura di Andrea Benassi, Giusy Cannella, Valentina Toci Di Fotografia: Lorenzo Calistri, hvdn architetti team di progettazione (Albert Herder, Arie van der Neut) Riprese video per le presentazioni: Francesco Cacchiani Montaggio video: Andrea Benassi, Francesco Cacchiani Progetto grafico e coordinamento di immagine: Gabriele Pieraccini Revisione e ottimizzazione presentazione online: Lorenzo Calistri 35/36

36 36/36

L innovazione degli spazi scolastici. Ing. Samuele Borri Dirigente Tecnologo INDIRE

L innovazione degli spazi scolastici. Ing. Samuele Borri Dirigente Tecnologo INDIRE L innovazione degli spazi scolastici Ing. Samuele Borri Dirigente Tecnologo INDIRE Le nuove scuole dell Abruzzo: l innovazione possibile Roma, 14 giugno 2016 Spazi educativi e architetture scolastiche

Dettagli

POLO ARTISTICO. LiceoArtisticoLiceoMusicaleCoreutico. Misticoni-Bellisario - Pescara CREATI

POLO ARTISTICO. LiceoArtisticoLiceoMusicaleCoreutico. Misticoni-Bellisario - Pescara CREATI POLO ARTISTICO LiceoArtisticoLiceoMusicaleCoreutico Misticoni-Bellisario - Pescara CREATI Il Liceo Artistico, Musicale e Coreutico Misticoni Bellisario è organizzato operativamente in due sedi: V. Bellisario

Dettagli

Didattica in movimento: le classi senza aula. Prof.ssa Marzia Papi Scuola secondaria di primo grado E.Jenco Istituto Comprensivo Darsena

Didattica in movimento: le classi senza aula. Prof.ssa Marzia Papi Scuola secondaria di primo grado E.Jenco Istituto Comprensivo Darsena Didattica in movimento: le classi senza aula Prof.ssa Marzia Papi Scuola secondaria di primo grado E.Jenco Istituto Comprensivo Darsena Innovare è possibile! Didattica in movimento: le classi senza aula

Dettagli

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE. Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE. Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com IL CORSO L utilizzo sempre più frequente delle nuove tecnologie nella vita quotidiana

Dettagli

Il quadro generale del sistema scolastico italiano

Il quadro generale del sistema scolastico italiano Il quadro generale del sistema scolastico italiano Dall osservatorio EENET un esempio di scheda per descrivere il sistema scolastico nei singoli paesi Stefania Bocconi, Istituto Tecnologie Didattiche -

Dettagli

RAPPORTO AUTOVALUTAZIONE ISTITUTO RAV

RAPPORTO AUTOVALUTAZIONE ISTITUTO RAV RAPPORTO AUTOVALUTAZIONE ISTITUTO RAV Risultati Questionario Istituto di Istruzione Superiore Cambi Serrani ANIS002001 L ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CAMBI SERRANI E LA SICUREZZA L ISTITUTO DI ISTRUZIONE

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE: Educazione e promozione culturale AREA DI INTERVENTO: Centri di aggregazione (bambini, giovani, anziani)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE: Educazione e promozione culturale AREA DI INTERVENTO: Centri di aggregazione (bambini, giovani, anziani) TITOLO DEL PROGETTO: Edu-CARE La domanda va consegnata presso: Consorzio Aranea - Segreteria Servizio Civile Via della Repubblica 82/C - 71100 Foggia Per informazioni: Referente: Ilaria D Urso Tel: 0881.770866

Dettagli

PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA / LAVORO. Anno scolastico 2015/2016

PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA / LAVORO. Anno scolastico 2015/2016 PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA / LAVORO Anno scolastico 2015/2016 Le recenti disposizioni in materia di alternanza scuola / lavoro sono state una preziosa opportunità per sviluppare nuovi progetti di collaborazione

Dettagli

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato La nuova biblioteca pubblica della città di Prato, l Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini, è situata

Dettagli

LORENZO ROTA. Istituto Superiore. di Calolziocorte

LORENZO ROTA. Istituto Superiore. di Calolziocorte Istituto Superiore LORENZO ROTA di Calolziocorte Liceo Scientifico Liceo Scientifico delle Scienze Applicate Liceo delle Scienze Umane Amministrazione Finanza e Marketing Costruzione Ambiente e Territorio

Dettagli

Investire nel valore e nell identità del Liceo economico-sociale

Investire nel valore e nell identità del Liceo economico-sociale Investire nel valore e nell identità del Liceo economico-sociale Lezioni economico-sociali Programma di aggiornamento dei docenti 11/11/2013 1 Il Progetto Nel 2011 nasce il progetto di accompagnamento

Dettagli

A scuola con uno Snappet - per apprendere e comprendere di più e meglio

A scuola con uno Snappet - per apprendere e comprendere di più e meglio SoloTablet iphone App scarica l'applicazione gratuita dall'app Store Mi piace Mi piace 881 1k Segui @Solotablet Follow Us I protagonisti si raccontano A scuola con uno Snappet - per apprendere e comprendere

Dettagli

Vicenza, 16 febbraio 2012 ILL.MI DIRIGENTI SCOLASTICI SCUOLE INFANZIA E PRIMARIA SECONDARIA I E II GRADO

Vicenza, 16 febbraio 2012 ILL.MI DIRIGENTI SCOLASTICI SCUOLE INFANZIA E PRIMARIA SECONDARIA I E II GRADO ADR- Associazione Docenti di Religione Presidenza Nazionale Via Sacro Cuore, 87-97015 MODICA (RG) - Tel. 0932/762374 Fax 0932 455328 Sede di rappresentanza: Via del Castro Pretorio 30 00185 ROMA Tel. 06/45492246

Dettagli

CESENATICO biblio Fig. 1 L aspetto esterno della biblioteca di Cesenatico è quello di una architettura che unisce stilemi classici ad un impianto razionalista dei primi del secolo. L edificio affaccia

Dettagli

Il risparmio energetico comincia da scuola

Il risparmio energetico comincia da scuola Il risparmio energetico comincia da scuola Progetto sperimentale promosso dalla Regione Piemonte sulla sensibilizzazione degli studenti al risparmio energetico e alla sostenibilità ambientale STEFANO PASQUINO

Dettagli

SCEGLI CON IL CUORE. ARCHITETTURA VIRTUALE corso master

SCEGLI CON IL CUORE. ARCHITETTURA VIRTUALE corso master SCEGLI CON IL CUORE ARCHITETTURA VIRTUALE pag. ARCHITETTURA VIRTUALE Master patrocinato dall Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e provincia, con rilascio di crediti

Dettagli

PROGETTO: Con-TE-Sto

PROGETTO: Con-TE-Sto ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: Con-TE-Sto TITOLO DEL PROGETTO: Con-TE-Sto SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione culturale Area d'intervento: Centri di aggregazione

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

IN-COSCIENZA CIVILE. SCUOLA: Liceo Alessandro Volta - Federico Fellini di Riccione (Rimini)

IN-COSCIENZA CIVILE. SCUOLA: Liceo Alessandro Volta - Federico Fellini di Riccione (Rimini) IN-COSCIENZA CIVILE SCUOLA: Liceo Alessandro Volta - Federico Fellini di Riccione (Rimini) ARCHIVIO: Archivio del Premio Ilaria Alpi - Biblioteca comunale di Riccione ALTRI PARTNER: Associazione Ilaria

Dettagli

TERRACCIANO COMUNICAZIONE. organizzano in collaborazione con ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI BARI E PROVINCIA

TERRACCIANO COMUNICAZIONE. organizzano in collaborazione con ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI BARI E PROVINCIA TERRACCIANO COMUNICAZIONE organizzano in collaborazione con ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI BARI E PROVINCIA in collaborazione con la COMMISSIONE CULTURA Il primo evento

Dettagli

La progettazione Sostenibile. Esperienze e Programmi del Collegio di Milano. a cura di Massimiliano Mari e Augusto Camera.

La progettazione Sostenibile. Esperienze e Programmi del Collegio di Milano. a cura di Massimiliano Mari e Augusto Camera. La progettazione Sostenibile Esperienze e Programmi del Collegio di Milano a cura di Massimiliano Mari e Augusto Camera Riflessioni Da sempre il rapporto tra il costruire e l ambiente circostante è al

Dettagli

che NON HANNO SUPERATO LA VALUTAZIONE DI FATTIBILITÀ

che NON HANNO SUPERATO LA VALUTAZIONE DI FATTIBILITÀ AUTORITÀ PER LA PARTECIPAZIONE DELLA TOSCANA Progetto SCUOLA di PARTECIPAZIONE Azioni Bilancio Partecipativo emerse in occasione del WORLD CAFÉ del 2 gennaio 203 che NON HANNO SUPERATO LA VALUTAZIONE DI

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO

PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO DIREZIONE MANUTENZIONE DEL PATRIMONIO, EDILIZIA SCOLASTICA, TURISTICO-SPORTIVA E PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI LUIGI

Dettagli

La scuola d infanzia statale Villaggio Ina si presenta.

La scuola d infanzia statale Villaggio Ina si presenta. La scuola d infanzia statale Villaggio Ina si presenta. La scuola d infanzia statale Villaggio Ina fa parte dell Istituto Comprensivo di Pontelagoscuro.. E situata nel quartiere di Barco, nello stesso

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN PROGETTAZIONE STRATEGICA PER LA VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE ARCHITETTONICHE, URBANE E AMBIENTALI

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN PROGETTAZIONE STRATEGICA PER LA VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE ARCHITETTONICHE, URBANE E AMBIENTALI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN PROGETTAZIONE STRATEGICA PER LA VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE ARCHITETTONICHE, URBANE E AMBIENTALI SCHEDA RIASSUNTIVA Direzione Direttore Scientifico: Prof. Sergio

Dettagli

Accademia di Belle Arti Biennio Specialistico Sperimentale

Accademia di Belle Arti Biennio Specialistico Sperimentale Accademia di Belle Arti Biennio Specialistico Sperimentale Articolazione del percorso formativo Scopo del corso è di consentire agli studenti in possesso di Diploma d Accademia di proseguire e completare

Dettagli

Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media

Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media Interventi di prevenzione delle situazioni di disagio a scuola Percorsi educativi Classi Prime Educazione psico-affettiva L educazione psico-affettiva,

Dettagli

Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA

Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE LA CONFERENZA DEI PRESIDI

Dettagli

LE NOSTRE SCUOLE. Scuola dell Infanzia di Via Vallicula Via Vallicula n. 11 tel. 040 417393

LE NOSTRE SCUOLE. Scuola dell Infanzia di Via Vallicula Via Vallicula n. 11 tel. 040 417393 LE NOSTRE SCUOLE Scuola dell Infanzia di Via Vallicula Via Vallicula n. 11 tel. 040 417393 Organizzazione: la scuola è situata nel rione di Barcola ed è formata da due sezioni, composte ciascuna da bambini

Dettagli

Regolamento per l'uso delle nuove tecnologie

Regolamento per l'uso delle nuove tecnologie All. 11 POF 2014-15 Regolamento per l'uso delle nuove tecnologie L uso delle nuove tecnologie e la possibilità di accedere da scuola alle risorse documentarie tramite Internet è un fattore che può migliorare

Dettagli

PoliTo in Light CONCORSO DI IDEE per la realizzazione di un installazione temporanea luminosa nella Corte d Onore del Castello del Valentino

PoliTo in Light CONCORSO DI IDEE per la realizzazione di un installazione temporanea luminosa nella Corte d Onore del Castello del Valentino PoliTo in Light CONCORSO DI IDEE per la realizzazione di un installazione temporanea luminosa nella Corte d Onore del Castello del Valentino PoliTo in light 2015 Finalità del Bando di concorso Il bando

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it Indirizzi di studio 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia 2. Elettronica ed Elettrotecnica 3. Informatica e Telecomunicazioni

Dettagli

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO 1 Argomento FASE STORICA 1 FASE : La prima colonia marina di Ostia nacque nel 1916, su progetto dell'architetto

Dettagli

LICEO ARTISTICO AUDIOVISIVO E MULTIMEDIALE

LICEO ARTISTICO AUDIOVISIVO E MULTIMEDIALE AUDIOVISIVO E MULTIMEDIALE Gli studenti, a conclusione del percorso di studi, dovranno: avere approfondito la conoscenza degli elementi costitutivi dei linguaggi audiovisivi e multimediali negli aspetti

Dettagli

PATTO FORMATIVO TRA SCUOLE CIVICHE DI MILANO FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE E L ALLIEVO DELLA SCUOLA D ARTE DRAMMATICA PAOLO GRASSI. Art.

PATTO FORMATIVO TRA SCUOLE CIVICHE DI MILANO FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE E L ALLIEVO DELLA SCUOLA D ARTE DRAMMATICA PAOLO GRASSI. Art. PATTO FORMATIVO TRA SCUOLE CIVICHE DI MILANO FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE E L ALLIEVO DELLA SCUOLA D ARTE DRAMMATICA PAOLO GRASSI Art. 1 Scuole Civiche di Milano Fondazione di Partecipazione Scuole Civiche

Dettagli

STILE ITALIAN O. ililililil il l. ililil ilililt

STILE ITALIAN O. ililililil il l. ililil ilililt STILE ITALIAN O t ililililil il l 9 770042 633009 40002 ililil ilililt Y IN MONTAGNA AL LIMITE DEL BOSCO TESTO DI DELFINA MALATESTA / FOTO DI ALESSANDRO BELGIOJOSO E STUDIO SANCASSANI - MILANO A SANKT

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA SCHERMA Viale Tiziano 74 00196 ROMA

FEDERAZIONE ITALIANA SCHERMA Viale Tiziano 74 00196 ROMA FEDERAZIONE ITALIANA SCHERMA Viale Tiziano 74 00196 ROMA PROPOSTA PER UN PROGETTO PILOTA PER UNA PALESTRA DI SCHERMA AD USO POLIVALENTE Studio Architetti V. Marconi & F. Marconi 12 Luglio 2007 Premessa

Dettagli

Nominativo dipendente Tipologia incarico Ente committente Data inizio Data termine Compenso lordo

Nominativo dipendente Tipologia incarico Ente committente Data inizio Data termine Compenso lordo Indire Incarichi, retribuiti e non, autorizzati dall'amministrazione ai propri dipendenti (Pubblicazione ai sensi dell'art.18, D.lgs. n.33/2013 e art.53, c.14, D.lgs. n.165/2001) Periodo di riferimento:

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE ISTRUZIONE CARLO PIAGGIA. Catalogo Corsi Competenze Digitali 2016 D.M. 762/2015. ISI Carlo Piaggia

ISTITUTO SUPERIORE ISTRUZIONE CARLO PIAGGIA. Catalogo Corsi Competenze Digitali 2016 D.M. 762/2015. ISI Carlo Piaggia ISI Carlo Piaggia Catalogo Corsi Formazione DPR 762/2015 Discipline umanistiche e TIC BASE Docente prof. Paolo Masini Formatore Miur Il percorso si propone di offrire indicazioni e strumenti per organizzare

Dettagli

Paciolo D Annunzio. liceo classico - liceo linguistico - liceo scientifico

Paciolo D Annunzio. liceo classico - liceo linguistico - liceo scientifico Paciolo D Annunzio liceo classico - liceo linguistico - liceo scientifico Sede 2 Sede: Via Alfieri 43036 Fidenza(PR) tel +039 0524 526102 www.paciolo-dannunzio.gov.it VISITE GUIDATE (su prenotazione) MICROSTAGE

Dettagli

One to one nella didattica: esiti e processi

One to one nella didattica: esiti e processi One to one nella didattica: esiti e processi Ricerca presentata dal Presidente dell Indire Giovanni Biondi in occasione del Primo Forum sulla Scuola del futuro (Firenze, 23 ottobre 2015) In questi anni

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA 2014-2015 ISCRIZIONI

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA 2014-2015 ISCRIZIONI ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI SCUOLA DELL INFANZIA PRIMARIA - SECONDARIA DI PRIMO GRADO Via Porrettana 258 40037 SASSO MARCONI tel.051.841185 fax 051-843224 e-mail: ic.sassomarconi@libero.it -

Dettagli

Prova Pratico/Grafica (6 + 2 ore)

Prova Pratico/Grafica (6 + 2 ore) Università di Camerino Esame di Stato di Abilitazione ad Esercizio della Professione di Architetto Sessione Novembre 2009 Laurea Specialistica Prova Pratico/Grafica (6 + 2 ore) Tema N.1. Complesso residenziale

Dettagli

Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia Anno Accademico 2013-2014

Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia Anno Accademico 2013-2014 PONTIFICIA FACOLTÀ TEOLOGICA DELL ITALIA MERIDIONALE Sezione SAN LUIGI Via Petrarca, 115-Napoli Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia Anno Accademico 2013-2014 Indirizzi Percorsi di arte e teologia

Dettagli

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Architettura d interni

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Architettura d interni Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design Corso di laurea in Architettura d interni Dipartimento ambiente costruzioni e design Il Dipartimento

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Il progetto Valutazione & Miglioramento

Il progetto Valutazione & Miglioramento Il progetto Valutazione & Miglioramento Valutazione & Miglioramento è un progetto che si pone la finalità di promuovere il miglioramento delle scuole mediante percorsi di valutazione e autovalutazione,

Dettagli

Antoniano per l emergenza terremoto

Antoniano per l emergenza terremoto Figura 1 Un momento delle attività di animazione di Zecchino in Emilia Antoniano per l emergenza terremoto Subito dopo il terremoto che ha colpito l Emilia nel maggio scorso, Antoniano ha deciso lo stanziamento

Dettagli

Introduzione. Le Consulte provinciali degli studenti si sono attivate per svolgere al meglio il loro ruolo caratterizzante di

Introduzione. Le Consulte provinciali degli studenti si sono attivate per svolgere al meglio il loro ruolo caratterizzante di BASILICATA 1 2 Introduzione Il presente documento è il risultato del lavoro del gruppo di ricerca promosso dall USR della Basilicata e composto dai Dirigenti dell Ufficio I e dell Ufficio II, dai due Dirigenti

Dettagli

PROGETTO DI INNOVAZIONE DIDATTICA PER LIVELLI DI COMPETENZA

PROGETTO DI INNOVAZIONE DIDATTICA PER LIVELLI DI COMPETENZA PROGETTO DI INNOVAZIONE DIDATTICA PER LIVELLI DI COMPETENZA Chiamiamo educazione il coltivare modalità diverse di andare dal passato e dal presente verso il possibile. JEROME BRUNER Premessa La scuola

Dettagli

La presenza di questo strumento in classe modifica l ambiente di apprendimento. La possibilità di andare alla

La presenza di questo strumento in classe modifica l ambiente di apprendimento. La possibilità di andare alla IV edizione Anno Accademico 2009/2010 Il CORSO L uso delle nuove tecnologie a scuola ha trasformato la relazione comunicativa tra studenti ed insegnanti, modificando gli stili di apprendimento, le strategie

Dettagli

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero PREMESSA La creazione di un ambiente sempre più favorevole allo scambio interculturale è uno degli obiettivi primari della scuola ed i programmi

Dettagli

DISCIPLINE GRAFICHE e LABORATORIO DI GRAFICA

DISCIPLINE GRAFICHE e LABORATORIO DI GRAFICA Anno Scolastico 2014/2015 LICEO ARTISTICO INDIRIZZO: GRAFICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA A DISCIPLINE GRAFICHE e LABORATORIO DI GRAFICA SECONDO BIENNIO/QUINTO ANNO OBIETTIVI GENERALI/ FINALITÀ Conoscere

Dettagli

Low Cost Design Park Workshop@ Milano

Low Cost Design Park Workshop@ Milano Low Cost Design Park Workshop@ Milano...è un workshop che favorisce la progettazione partecipata applicata allo spazio urbano della Fabbrica del Vapore, con il coinvolgimento di studenti della scuola secondaria

Dettagli

DIGITAL LEARNING SCUOLA, APPRENDIMENTO E TECNOLOGIE DIDATTICHE

DIGITAL LEARNING SCUOLA, APPRENDIMENTO E TECNOLOGIE DIDATTICHE CONVEGNO INTERNAZIONALE DIGITAL LEARNING SCUOLA, APPRENDIMENTO E TECNOLOGIE DIDATTICHE 18/19 Novembre 2010 Sala Consiliare del Comune di Cinisello Balsamo, Via XXV Aprile, 4 Cinisello Balsamo Centro QUA_SI/Universiscuola,

Dettagli

Progetto : cultura della prevenzione e cittadinanza attiva di Domenico Trovato, Irre del Veneto

Progetto <Sicurezza in cattedra> : cultura della prevenzione e cittadinanza attiva di Domenico Trovato, Irre del Veneto Progetto : cultura della prevenzione e cittadinanza attiva di Domenico Trovato, Irre del Veneto Uno sguardo alla normativa Dopo l emanazione del D.Lvo 626/1994 si è assistito ad

Dettagli

Progetto Manipolare e creare l arte Linguaggi, creatività, espressione

Progetto Manipolare e creare l arte Linguaggi, creatività, espressione LOGOS Didattica della Comunicazione Didattica Comunicazione e comunità hanno la stessa radice linguistica: le comunità esistono attraverso la condivisione di significati comuni e di forme comuni di comunicazione(j.

Dettagli

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa P.O.F. piano offerta formativa piano offerta formativa / LICEO LINGUISTICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO LICEO ARTISTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE ROSINA SALVO Trapani P.O.F

Dettagli

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza La scelta della scuola? Una decisione importante Ecco Il

Dettagli

Corso di Aggiornamento Professionale Parlare in pubblico. Comunicare, insegnare, apprendere con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM)

Corso di Aggiornamento Professionale Parlare in pubblico. Comunicare, insegnare, apprendere con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) IL CORSO Il Corso di Formazione e Aggiornamento professionale "Parlare in pubblico" è organizzato dal Communication Strategies Lab, del Dipartimento di Scienze dell'educazione e dei processi culturali

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE PER L ESERCIZIO 2015

PROGRAMMA ANNUALE PER L ESERCIZIO 2015 PROGRAMMA ANNUALE PER L ESERCIZIO 2015 RELAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA (art.2 del D.I. 1 febbraio 2001 n.44) Dirigente scolastico: Laura Innocenti Direttore dei servizi generali e amministrativi: Maria

Dettagli

VIVERE LA STORIA DELL XI MUNICIPIO

VIVERE LA STORIA DELL XI MUNICIPIO PROPOSTA DI PROGETTO DIDATTICO Anno scolastico 2014/2015 VIVERE LA STORIA DELL XI MUNICIPIO (PROPOSTA INTERATTIVA SCUOLA-TERRITORIO ATTRAVERSO LA CONOSCENZA DIRETTA DEI MONUMENTI ) Discipline: Storia/Arte

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO CHI SIAMO LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO SI TROVA IN VIA MAGELLANO 42 FA PARTE DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI VIA RAIBERTI DIRIGENTE SCOLASTICO: Dott.

Dettagli

Andare a scuola. Daniela Giordano Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria Facoltà di Scienze della Formazione

Andare a scuola. Daniela Giordano Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria Facoltà di Scienze della Formazione Andare a scuola Daniela Giordano Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria Facoltà di Scienze della Formazione Gabriele De Micheli Corso di Laurea Magistrale in Progettazione architettonica

Dettagli

Proposte Didattiche. Asilo Nido Bolle di Musica Via Somalia 1a/5 Grugliasco

Proposte Didattiche. Asilo Nido Bolle di Musica Via Somalia 1a/5 Grugliasco Proposte Didattiche Asilo Nido Bolle di Musica Via Somalia 1a/5 Grugliasco Il Progetto Un bambino è una persona piccola, con piccole mani, piccoli piedi e piccole orecchie, ma non per questo con idee piccole.

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO: IN CAMMINO PER L ARTE

TITOLO DEL PROGETTO: IN CAMMINO PER L ARTE TITOLO DEL PROGETTO: IN CAMMINO PER L ARTE FINALITA Educazione continua all arte: si parte dalla scuola La scuola primaria propone di decorare le aule dell edificio con vernici atossiche; le proposte del

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA CIALDINI di scuola dell infanzia, di scuola primaria, di scuola secondaria di primo grado Tel.

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA CIALDINI di scuola dell infanzia, di scuola primaria, di scuola secondaria di primo grado Tel. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA CIALDINI di scuola dell infanzia, di scuola primaria, di scuola secondaria di primo grado Tel. 036272147 - Fax 0362333550 - E-mail: info@icviacialdini.it- CF:83010500151

Dettagli

1992 DM 26/08/92 Norme di prevenzione incendi per l edilizia scolastica Legge 11/01/96 n. 23 Norme per l edilizia scolastica

1992 DM 26/08/92 Norme di prevenzione incendi per l edilizia scolastica Legge 11/01/96 n. 23 Norme per l edilizia scolastica 1. Premessa La presente relazione è parte integrante del progetto preliminare dei Lavori di adeguamento per la divisione del plesso scolastico di via Segni in due parti: scuola per l'infanzia al piano

Dettagli

1.1. DIMENSIONE E COMPLESSITA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA ORGANICO DI FATTO 2014/2015

1.1. DIMENSIONE E COMPLESSITA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA ORGANICO DI FATTO 2014/2015 PRESENTAZIONE Il Programma Annuale rappresenta lo strumento esecutivo fondamentale per il passaggio dalla fase programmatica all attuazione del Piano dell Offerta Formativa, attraverso l individuazione

Dettagli

Claudio Nardi architetto Maurizio Andruetto e Monica Deri - Associazione LP

Claudio Nardi architetto Maurizio Andruetto e Monica Deri - Associazione LP Claudio Nardi architetto Maurizio Andruetto e Monica Deri - Associazione LP L Architetto è quella figura che copre un ruolo sociale, culturale, di ricercatore e di marcatore di nuove tendenze. Claudio

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE TECNICA E LICEALE GALILEO GALILEI LICEO DELLE SCIENZE UMANE TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING TECNICO SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI Ministero della Pubblica

Dettagli

Riferimenti per la consegna della candidatura: CONSULTARE LA TABELLA ALLA FINE DELLA SCHEDA PROGETTO

Riferimenti per la consegna della candidatura: CONSULTARE LA TABELLA ALLA FINE DELLA SCHEDA PROGETTO Riferimenti per la consegna della candidatura: CONSULTARE LA TABELLA ALLA FINE DELLA SCHEDA PROGETTO Per sole informazioni: Circoscrizione Salesiana Italia Centrale Segreteria Servizio Civile Via Marsala,

Dettagli

Brochure informativa

Brochure informativa Finale Nazionale Giochi del Mediterraneo 2014 Palermo 17/05/2014 Brochure informativa (dei 110.000 partecipanti appartenenti alle 20 regioni italiane solo 800 sono arrivati a questo punto.) Con il patrocinio

Dettagli

LA SCUOLA MONTESSORI NEI PRIMI PROGETTI DI HERMANN HERTZBERGER: I TEMI CHIAVE DELLO SPAZIO PER L APPRENDIMENTO

LA SCUOLA MONTESSORI NEI PRIMI PROGETTI DI HERMANN HERTZBERGER: I TEMI CHIAVE DELLO SPAZIO PER L APPRENDIMENTO LA SCUOLA MONTESSORI NEI PRIMI PROGETTI DI HERMANN HERTZBERGER: I TEMI CHIAVE DELLO SPAZIO PER L APPRENDIMENTO Arch. Simona Martino Urbino, 13 marzo 2014 1 Hermann Hertzberger, architetto, vive in Olanda

Dettagli

Istituto Tecnico. Pasini. Settore Tecnologico. Schio

Istituto Tecnico. Pasini. Settore Tecnologico. Schio Istituto Tecnico Pasini Settore Tecnologico Schio LA STORIA L'Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri "L. e V. Pasini" di Schio nel 2009 ha festeggiato il suo 50 anno di vita autonoma. La storia dell'istituto

Dettagli

REPORT ESITI MONITORAGGIO DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

REPORT ESITI MONITORAGGIO DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA M.I.U.R. U.S.R. per la Campania Direzione Generale ISTITUTO COMPRENSIVO 3 - GADDA Via A. Gramsci,22 80010 Quarto (Na) Tel & Fax: 081/8768767 e-mail : naic8fc004@istruzione.it Sito web : www.icterzogadda.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2013 / 2014. INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA DI Disegno professionale CLASSE V SEZ.

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE. Anno scolastico 2013 / 2014. INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA DI Disegno professionale CLASSE V SEZ. Liceo Artistico Statale di Crema e Cremona Bruno Munari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE Cod. Doc.: M 7.3 A-1 Rev. 2 del : 08/10/2013 Anno scolastico 2013 / 2014 INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA DI Disegno

Dettagli

Sistema scolastico in Polonia

Sistema scolastico in Polonia Sistema scolastico in Polonia Skola Podstawowa Nr 1 1. Il numero dei bambini in classe non è superiore a 26. 2. Ci sono 19 classi nella scuola e più di 400 alunni. 3. L ora di lezione è di 45 min. 4. La

Dettagli

ARREDAMENTO D INTERNI [AI]

ARREDAMENTO D INTERNI [AI] corso di qualificazione professionale ARREDAMENTO D INTERNI [AI] Progetto: Alessia Carraro L allestimento di spazi interni, l ambiente prossimo con il quale intratteniamo i più stretti rapporti, che ci

Dettagli

ONE DAY CREATIVE DESIGN WORKSHOP Il percorso progettuale e la creatività con metodo

ONE DAY CREATIVE DESIGN WORKSHOP Il percorso progettuale e la creatività con metodo ONE DAY CREATIVE DESIGN WORKSHOP Il percorso progettuale e la creatività con metodo OBIETTIVI Trasmettere ai partecipanti il processo progettuale applicato al design industriale dai più avanzati studi

Dettagli

PROGETTO DI CARTOGRAFIA PER LA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/16

PROGETTO DI CARTOGRAFIA PER LA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/16 ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD PROGETTO DI CARTOGRAFIA PER LA SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2015/16 INSEGNANTE REFERENTE: Ferrari Elisa SASSUOLO E LA CARTOGRAFIA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Scuola

Dettagli

Università degli Studi ecampus: un servizio progettato «intorno» allo studente

Università degli Studi ecampus: un servizio progettato «intorno» allo studente Università degli Studi ecampus: un servizio progettato «intorno» allo studente Infrastruttura fisica: LE SEDI BARI Infrastruttura virtuale: LA PIATTAFORMA E-LEARNING Bari, p.zza G. Cesare 13 ecampus è

Dettagli

Finalità, strumenti, tappe e organizzazione del progetto

Finalità, strumenti, tappe e organizzazione del progetto Finalità, strumenti, tappe e organizzazione del progetto Info www.ascuoladiopencoesione.it ascuoladiopencoesione@dps.gov.it Pag. 1 1. Cos è A Scuola di OpenCoesione A Scuola di OpenCoesione [ASOC] è il

Dettagli

A cura prof.ssa Brunella Pellegrini

A cura prof.ssa Brunella Pellegrini A cura prof.ssa Brunella Pellegrini 1 IMPOSTAZIONE METODOLOGICA L istituto da anni e orientato alla sperimentazione delle nuove tecnologie nella didattica curricolare ed extracurricolare. Il personale

Dettagli

1934: Amerigo Belloni: La nuova sede del liceo ginnasio Giuseppe Parini da Milano - Rivista mensile del Comune, febbraio 1934, pagg.

1934: Amerigo Belloni: La nuova sede del liceo ginnasio Giuseppe Parini da Milano - Rivista mensile del Comune, febbraio 1934, pagg. http://emeroteca.braidense.it/ 1934: Amerigo Belloni: La nuova sede del liceo ginnasio Giuseppe Parini da Milano - Rivista mensile del Comune, febbraio 1934, pagg. 63-66 Elaborazione digitale e trascrizione

Dettagli

FONDI STRUTTURALI EUROPEI -Programma Operativo Nazionale Per la Scuola - competenze e ambienti per l apprendimento

FONDI STRUTTURALI EUROPEI -Programma Operativo Nazionale Per la Scuola - competenze e ambienti per l apprendimento FONDI STRUTTURALI EUROPEI -Programma Operativo Nazionale Per la Scuola - competenze e ambienti per l apprendimento Il Programma Operativo Nazionale Per la Scuola - competenze e ambienti per l apprendimento,

Dettagli

URBAN ECOFESTIVAL MUSIC CONTEST OFFICINA GIOVANI PRATO 22/23 LUGLIO 2015

URBAN ECOFESTIVAL MUSIC CONTEST OFFICINA GIOVANI PRATO 22/23 LUGLIO 2015 URBAN ECOFESTIVAL MUSIC CONTEST OFFICINA GIOVANI PRATO 22/23 LUGLIO 2015 La nuova musica sostenibile URBAN ECOFESTIVAL giunge alla sua 10 edizione e la città di Prato ospita con grande entusiasmo ed energia

Dettagli

Sede di Milano Palazzo Lombardia

Sede di Milano Palazzo Lombardia Informazioni sui rischi specifici esistenti, sulle misure di prevenzione e protezione e di emergenza adottate presso: Sede di Milano 1. ATTIVITA PRESENTI NELLA SEDE è un grande complesso edilizio pubblico

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto COSTRUENDO RETI SOLIDALI Ambito/settore di intervento A06 - ASSISTENZA DISABILI Tipologia destinatari Disabili Adulti Giorni

Dettagli

utilizzando e padroneggiando anche strumenti moderni

utilizzando e padroneggiando anche strumenti moderni CONOSCENZE il sapere finalizzato al saper fare e al saper essere COMPETENZE attraverso ricerche e stili personali CREATIVITA utilizzando e padroneggiando anche strumenti moderni TECNOLOGIA in un clima

Dettagli

COORDINATORI: ATTIVITA DA SVOLGERE

COORDINATORI: ATTIVITA DA SVOLGERE COORDINATORI: ATTIVITA DA SVOLGERE Allo scopo di ottenere una più adeguata conoscenza dell ambiente di lavoro/studio, soprattutto per i nuovi allievi, e di attivare i necessari automatismi nelle operazioni

Dettagli

LICEO ARTISTICO STATALE DI TREVISO Anno scolastico 2005-2006

LICEO ARTISTICO STATALE DI TREVISO Anno scolastico 2005-2006 LICEO ARTISTICO STATALE DI TREVISO Anno scolastico 2005-2006 REGOLAMENTO D ISTITUTO La Costituzione repubblicana, lo Statuto delle studentesse e degli studenti e il Regolamento dell autonomia delle Istituzioni

Dettagli

PROGETTO: CRESCIAMO INSIEME

PROGETTO: CRESCIAMO INSIEME ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: CRESCIAMO INSIEME TITOLO DEL PROGETTO: CRESCIAMO INSIEME SETTORE e Area di Intervento: EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE Centri di Aggregazione (bambini,

Dettagli

ARREDAMENTO D INTERNI [AI]

ARREDAMENTO D INTERNI [AI] corso di qualificazione professionale ARREDAMENTO D INTERNI [AI] Progetto: Alessia Carraro L allestimento di spazi interni, l ambiente prossimo con il quale intratteniamo i più stretti rapporti, che ci

Dettagli

1.1. DIMENSIONE E COMPLESSITA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA ORGANICO DI FATTO 2013/2014

1.1. DIMENSIONE E COMPLESSITA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA ORGANICO DI FATTO 2013/2014 PRESENTAZIONE Il Programma Annuale rappresenta lo strumento esecutivo fondamentale per il passaggio dalla fase programmatica all attuazione del Piano dell Offerta Formativa, attraverso l individuazione

Dettagli