Piazza Dante 1 - tel fax c.f ccp e mail:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piazza Dante 1 - tel. 0342510376 - fax 0342513485 - c.f. 00110340148 - ccp 11794237 - e mail: tecnico@comune.albosaggia.so."

Transcript

1 COMUNE DI ALBOSAGGIA Provincia di Sondrio Piazza Dante 1 - tel fax c.f ccp e mail: BANDO DI GARA PER LA PROGETTAZIONE, COSTRUZIONE E GESTIONE MEDIANTE PROJECT FINANCING DI UN IMPIANTO DI CREMAZIONE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI VIA MONACI RICERCA DEI MIGLIORI OFFERENTI ART. 155, COMMA 1, D.L.VO 163/2006 1) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE 1.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI, PUNTI DI CONTATTO Comune di Albosaggia Servizio Lavori Pubblici Piazza Dante Albosaggia (SO) Italia Tel.: Fax: Profilo del Committente (URL): 2) OGGETTO DEL CONTRATTO 2.1) DESCRIZIONE 2.1.1) Denominazione conferita al contratto dall amministrazione aggiudicatrice REALIZZAZIONE IMPIANTO DI CREMAZIONE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI VIA MONACI. CODICE CUP: I29D Codice Identificativo CIG BB Determina del Responsabile del Servizio lavori pubblici a contrattare n. 1 dell 8 gennaio ) Tipo di appalto e luogo di esecuzione a) Tipo di appalto Progettazione ed esecuzione. b) Luogo di esecuzione dei lavori: Comune di Albosaggia (SO) Via Monaci presso il Cimitero comunale ) Breve descrizione dell appalto Affidamento in concessione: 1. della progettazione definitiva ed esecutiva, comprensiva del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione; 2. della realizzazione con attribuzione del diritto di superficie con relativa direzione dei lavori e 1

2 coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione; 3. della gestione funzionale ed economica di un impianto di cremazione, su area di proprietà comunale contigua al Cimitero comunale di Via Monaci, sulla base del progetto preliminare presentato dal Promotore ed approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 101 del , a tutti gli effetti parte integrante della proposta presentata dal Promotore secondo l art 155, comma 1, lettera a), del D.L.vo 163/2006. Sono ammesse, ai sensi dell art 76 del D.L.vo 163/2006, varianti al progetto preliminare posto a base di gara, secondo le indicazioni e con le limitazioni di seguito riportate nel presente bando. 2.2) QUANTITATIVO O ENTITA DELL APPALTO 2.2.1) Quantitativo o entità totale Ai soli fini di un iniziale stima dei lavori e dell individuazione dei requisiti di ammissione alla gara, l investimento complessivo per la realizzazione dell opera come desumibile dalla proposta presentata dal Promotore è indicato pari a ,00 (IVA e altre tasse escluse), di cui ,00 per la costruzione (di cui ,00 oneri per la sicurezza), ,00 per spese tecniche, ,00 per altre spese di investimento (advisor amministrazione comunale). Con riferimento al preventivo sommario dell opera contenuto nella Relazione Illustrativa compresa nel progetto preliminare predisposto dal Promotore si possono individuare le seguenti categorie di lavori di cui all allegato A e all art. 3, comma 4 del D.P.R. 34/2000: Lavorazione Categoria Qualificazione Importo I.V.A. esclusa Prevalente o Subappaltabile D.P.R obbligatoria (si/no) comprensivo degli oneri di scorporabile (si/no) 34/2000 sicurezza Edifici civili OG1 Si ,00 Prevalente <=30% Importo totale ,00 Con riferimento alla proposta presentata dal Promotore si possono individuare le seguenti classi e categorie oggetto della progettazione definitiva ed esecutiva di cui alla L. 143/1949: Classe Categoria Lavoro Importo I.V.A. esclusa I B Opere edili ,00 V === Impianti strumentali ) Percentuale minima degli appalti di lavori da aggiudicare a terzi I concorrenti hanno la facoltà di appaltare parte delle lavorazioni, in questo caso dovranno indicare nell offerta in quale percentuale. 2

3 3) INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO 3.1) CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE 3.1.1) Situazione personale degli operatori, inclusi i requisiti relativi all iscrizione nell albo professionale o nel registro commerciale Sono ammessi alla procedura per l affidamento della concessione i soggetti di cui all art. 34, comma 1, del D.L.vo 163/2006, ovvero imprese che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi dell art. 37, comma 8, del D.L.vo 163/2006, nonché concorrenti con sede in altri Stati membri dell Unione Europea alle condizioni di cui all art. 3, comma 7, del D.P.R. 34/2000, in possesso dei requisiti indicati ai punti che seguono. Inoltre, per l ammissione alla gara, i concorrenti non devono trovarsi nelle condizioni preclusive e devono essere in possesso dei requisiti di ammissione indicati al paragrafo 6 del presente bando, dimostrati con le modalità, le forme ed i contenuti ivi previsti ) Capacità economica e finanziaria A pena di esclusione dalla gara, il concorrente deve provare, mediante dichiarazione sostitutiva, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, il possesso dei seguenti requisiti economico finanziari di cui all art. 98 del D.P.R. 554/1999: a) Fatturato medio annuo relativo alle attività svolte negli ultimi cinque anni antecedenti alla pubblicazione del bando pari o superiore a ,00; b) Capitale sociale minimo interamente versato pari o superiore a ,00; Qualora il concorrente sia un raggruppamento temporaneo di soggetti o un consorzio, i requisiti di cui alle sopra riportate lettere a) e b) devono essere posseduti dalla capogruppo, dalle mandanti o dalle consorziate nella misura prevista dall art. 95 del D.P.R. 554/ ) Capacità tecnica I concorrenti, con riferimento ai lavori direttamente eseguiti, devono essere in possesso di attestazione rilasciata da società di attestazione (SOA) di cui al D.P.R. 34/2000, regolarmente autorizzata, in corso di validità, che documenti la qualificazione in categorie e classifiche adeguate ai sensi dell art. 95 del D.P.R. 554/1999 ai lavori da assumere. Inoltre dovrà essere posseduta la qualificazione per la progettazione di cui all art. 18, comma 7, del D.P.R. n. 34/2000, in classifica III. In alternativa dovrà/anno essere indicato/i o associato/i per la redazione del progetto definitivo ed esecutivo uno o più soggetti di cui all art. 90, comma 1, lettere d), e), f), g) e h) del D.L.vo 163/2006 in possesso dei seguenti requisiti di cui all art. 66 del D.P.R. 554/1999: 1) conseguito per le prestazioni di servizi di cui all art. 50, comma 1, del D.P.R. 554/99 e successive modificazioni, espletati negli ultimi cinque esercizi antecedenti la data di pubblicazione del bando e per i quali risultino alla stessa data già approvati e depositati i relativi bilanci o denunzie dei redditi, un fatturato globale pari ad almeno tre volte l importo stimato per la progettazione ( ,00) e 3

4 cioè ,00; 2) espletato, negli ultimi dieci anni antecedenti la data di pubblicazione del bando, servizi di cui al citato art. 50 comma 1, del D.P.R. 554/99 relativi a lavori appartenenti ad ognuna delle classi e categorie dei lavori cui si riferiscono i servizi da affidare per un importo globale per ogni classe e categoria pari ad almeno il doppio dell importo stimato dei lavori da progettare; 3) espletato, negli ultimi dieci anni antecedenti la data di pubblicazione del presente bando, due servizi di cui al citato art. 50, comma 1, del D.P.R. 554/99 relativi a lavori, appartenenti ad ognuna delle classi e categorie dei lavori cui si riferiscono i servizi da affidare, per un importo totale non inferiore al 40% dell importo stimato dei lavori da progettare; 4) utilizzato, negli ultimi tre esercizi antecedenti la data di pubblicazione del presente bando, un numero medio annuo di personale tecnico pari a 2, essendo 1 le unità stimate per lo svolgimento del servizio. Non è in ogni caso consentita l indicazione o la associazione di uno stesso/i progettista/i da più di un concorrente; in tal caso sono esclusi dalla gara tutti i concorrenti che non hanno rispettato tale divieto. I concorrenti dovranno essere inoltre in possesso dei seguenti requisiti di cui all art. 98 del D.P.R. 554/1999: c) Svolgimento negli ultimi cinque anni di servizi di cremazione o servizi cimiteriali in genere per un importo medio pari o superiore a ,00; d) Svolgimento negli ultimi cinque anni di almeno un servizio di cremazione o servizi cimiteriali in genere per un importo medio non inferiore a ,00. In alternativa ai requisiti previsti dalle lettere c) e d) sopra indicate il concorrente deve possedere i requisiti previsti dalle lettere a) e b) di cui al precedente punto 3.1.2) in misura almeno doppia. Qualora il concorrente non esegua direttamente i lavori oggetto della concessione, come previsto dall art. 98, comma 3, del D.P.R. 554/1999 deve essere in possesso dei soli requisiti di cui alle precedenti lettere: a), b), c) e d). 4) PROCEDURA DI GARA A norma dell art. 155 del D.L.vo 163/2006 l affidamento in concessione della progettazione, costruzione e gestione delle opere avverrà mediante: a) Prima fase: Procedura ristretta ex artt. 3, comma 38, e 55, comma 6, del D.L.vo 163/2006; b) Seconda fase: Procedura negoziata ex art. 3, comma 40, del D.L.vo 163/2006, da svolgersi tra il soggetto promotore ed i due/il soggetti/o presentatori/e delle due/della migliori/e offerte/a nella procedura ristretta di cui alla prima fase della procedura. 4.1) CRITERI DI AGGIUDICAZIONE La selezione delle due migliori offerenti avverrà con il metodo dell offerta economicamente più vantaggiosa di cui all art. 83 del D.L.vo 163/2006. A tal fine viene posto a base di gara il progetto preliminare e gli elementi tecnico-economici offerti dal soggetto Promotore, Associazione Temporanea di Impresa (A.T.I.) 4

5 costituita da Impresa Nicola s.r.l. Biagi Impianti Termici s.r.l. Schena Arte Marmo s.r.l., prendendo in considerazione i seguenti elementi di valutazione delle offerte ai quali sarà attribuito il peso relativo a fianco indicato, su un complessivo punteggio massimo, pari a 100 punti: Elementi di valutazione Pesi Sub pesi suddivisi in: 1 Qualità architettonica Qualità architettonica ambientale Funzionalità Tempo di ultimazione dei lavori 5 2 Qualità costruttiva tecnologica 30 3 Piano gestionale e fruibilità dell opera Modalità di gestione Tariffe da applicare all utenza 10 4 Piano economico-finanziario Costo di gestione e manutenzione Rendimento (canone offerto al Comune) Durata della concessione Valore economico-finanziario del piano Contenuto della bozza di convenzione 5 Ai sensi dell art. 91, comma 3, del D.P.R. 554/1999, il calcolo dell offerta economicamente più vantaggiosa sarà effettuato utilizzando il metodo aggregativi-compensatore di cui all allegato B del medesimo decreto, determinando i coefficienti di valutazione per ogni elemento qualitativo mediante il metodo del confronto a coppie di cui all allegato A del D.P.R. 554/1999. Per quanto riguarda gli elementi di valutazione di natura quantitativa i coefficienti saranno determinati attraverso l interpolazione lineare tra i coefficienti pari a 1 (uno), attribuiti ai valori degli elementi offerti più conveniente per il Concedente, e coefficiente pari a 0 (zero), attribuito a quelli posti a base di gara. Non verranno prese in considerazione proposte progettuali che non contemplino almeno un elemento migliorativo (di tipo qualitativo o quantitativo) rispetto alla proposta del Promotore. a) Quanto agli elementi Qualità architettonica e Funzionalità l intervento proposto dal Promotore sarà concepito in modo da limitare il più possibile l impatto ambientale, i camini saranno mascherati e la forma è tale da integrarsi con il territorio con una architettura lineare e discreta. Verrà valutato il progetto preliminare proposto con riferimento agli eventuali miglioramenti apportati 5

6 all inserimento ambientale della struttura ed all uso di materiali che più si armonizzino con le preesistenze edilizie e con le caratteristiche dell area circostante. Nell alveo di un architettura lineare e discreta qualora vengano proposte soluzioni migliorative verranno anch esse valutate. E esclusa la possibilità per i concorrenti, a pena di esclusione dalla gara, di proporre varianti al progetto preliminare posto a base di gara per quanto riguarda: - Modifiche alla viabilità esistente; - Superficie complessiva delle strutture che non potrà essere inferiore a quanto indicato dal Promotore; - Dovrà essere mantenuta la tipologia di struttura su due livelli come indicato dal Promotore; - Non potrà essere introdotto l uso di materiali di finitura dell esterno non compatibili con le caratteristiche della zona di inserimento del manufatto ed alle preesistenze architettoniche dell ambito. b) Quanto all elemento Tempo di ultimazione dei lavori, è il tempo richiesto per la realizzazione dell opera. Il Promotore ha dichiarato di eseguire l opera in 240 giorni (8 mesi) naturali e consecutivi decorrenti dalla data di consegna dei lavori. Non sono pertanto ammesse offerte, a pena di esclusione dalla gara, che prevedano tempi di esecuzione dei lavori superiori. c) Quanto all elemento Qualità costruttiva tecnologica l intervento proposto dal Promotore in relazione all elemento principale in rapporto al quale si debbono esprimere le valutazioni tecnologiche, ovvero il forno crematorio, avrà le principali particolarità che si possono sintetizzare come segue: a. Pieno rispetto della normativa Ambientale relativamente all emissione dei fumi, l impianto in esercizio garantisce un abbattimento pari all 80% rispetto ai limiti imposti dalla normativa di riferimento; b. Grande silenziosità in esercizio e quindi pieno rispetto della figura dell operatore; c. Monitoraggio computerizzato in continuo delle condizioni di esercizio durante le cremazioni; d. Controllo e monitoraggio a distanza, tramite modem, da parte di personale dell Azienda. Verifica stato di esercizio e programma manutenzione; e. Operatività capace di completare cicli completi in 50/70 minuti; f. Utilizzo in automatico di additivo reagente (Factivate 20) ad ogni servizio per la pulizia del sistema di filtrazione; g. La particolare caratteristica che non prevede nessun maneggio delle ceneri da parte dell operatore; h. Rintracciabilità dei pezzi di ricambio in comuni centri di assistenza utilizzando normali apparati elettrici ed elettronici facilmente reperibili sul mercato; i. Intervento garantito di riparazione e manutenzione entro otto ore. Verrà valutato il progetto preliminare proposto con riferimento alle caratteristiche dichiarate dal Promotore in relazione agli elementi tecnologici ed in particolare al forno crematorio, come sopra 6

7 evidenziate in modo sintetico e non esaustivo, rispetto alle quali potranno essere proposte solo situazioni migliorative. E esclusa la possibilità per i concorrenti, a pena di esclusione dalla gara, di proporre varianti al progetto preliminare posto a base di gara per quanto riguarda: - Soluzioni tecnologiche, in particolare per quanto riguarda il forno crematorio, non comparabili con quanto proposto dal soggetto Promotore. d) Per le modalità di gestione si fa riferimento alla proposta del Promotore, prevedendo l attribuzione di un punteggio massimo di 5 punti per quella soluzione che, nel rispetto dei procedimenti individuati nella proposta a base di gara, garantisca le migliori caratteristiche per la gestione del servizio. e) Quanto all elemento Tariffe da applicare all utenza, si fa riferimento alla proposta del Promotore, prevedendo l attribuzione di un punteggio massimo di 10 punti per quella proposta che individuerà il maggiore ulteriore sconto sulla tariffa da applicare all utenza finale del servizio. f) Quanto all elemento Costo di gestione e manutenzione, si fa riferimento alla proposta del Promotore, prevedendo l attribuzione di un punteggio massimo di 10 punti per quella soluzione che, nel rispetto dei procedimenti individuati nella proposta a base di gara, garantisca le migliori caratteristiche per la gestione e la manutenzione dell impianto. g) Quanto all elemento Rendimento, il Promotore, nell adeguamento dell offerta richiesto dal Comune e recepito nella proposta a base di gara, prevede la corresponsione di un canone annuale di concessione a favore dell Amministrazione connesso con il numero di cremazioni effettuate divise per tipologia, con un minimo di ,00 a prescindere dal numero di cremazioni a partire dal secondo anno di esercizio dell impianto e comprensivo di adeguamento ISTAT annuale. Non sono pertanto ammesse offerte, a pena di esclusione dalla gara, che prevedano riduzioni dell importo percentuale offerto sulla tariffa che verrà proposta dai concorrenti. Nell adeguamento dell offerta richiesto dal Comune e recepito nella proposta a base di gara, prevede la corresponsione di altri benefit oltre al Rendimento che generano un valore economico definito. Non sono pertanto ammesse offerte, a pena di esclusione dalla gara, che prevedano riduzione dell importo complessivo dei suddetti benefit a favore del Comune. Non sono inoltre ammesse offerte, a pena di esclusione dalla gara, che non prevedano la realizzazione all intero dell esistente Cimitero comunale di un cinerario comune/area dispersione ceneri, per un costo di realizzazione minimo dell intervento di 5.000,00 netti. h) Quanto all elemento Durata della concessione, l offerta dovrà indicare la durata del rapporto concessorio relativo alla gestione dell opera realizzata, fermo restando il termine massimo di anni 30 indicato dal Promotore. 7

8 Il punteggio verrà attribuito in modo proporzionalmente inverso alla durata della concessione proposta. i) Quanto all elemento Valore conomico-finanziario del piano si fa riferimento al rapporto tra i contenuti economici della proposta formulata ed il piano stesso e verranno attribuiti fino ad un massimo di 5 punti al piano che più risponderà al parametro esplicitato. j) Quanto all elemento Contenuto della bozza di convenzione si fa riferimento alla proposta del Promotore, prevedendo l attribuzione di un punteggio massimo di 5 punti per quella bozza che, nel rispetto dei contenuti individuati nella proposta a base di gara, garantisca la migliore definizione dei rapporti tra Comune e Concessionario. 4.2) INFORMAZIONI DI CARATTERE AMMINISTRATIVO 4.2.1) Termine ultimo di presentazione delle domande di partecipazione: 8 febbraio 2010 ore ) Lingue utilizzabili per la presentazione delle domande: Ogni indicazione e comunicazione dovrà essere in lingua italiana o corredati da traduzione giurata. 6) ALTRE INFORMAZIONI 6.1) APPALTO CONCESSO AD UN PROGETTO/PROGRAMMA FINANZIATO DAI FONDI COMUNITARI: No 6.2) SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA Sono ammessi alla gara i soggetti costituiti da imprese con idoneità individuale di cui alle lettere a) (imprese individuali, anche artigiane, società commerciali, società cooperative), b) (consorzi tra società cooperative e consorzi tra imprese artigiane) e c) (consorzi stabili) dell art. 34, comma 1, del D.L.vo 163/2006, oppure da imprese con idoneità plurisoggettiva di cui alle lettere d) (raggruppamenti temporanei), e) (consorzi ordinari di concorrenti) ed f) (gruppo europeo di interesse economico) del medesimo articolo, oppure da imprese che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi dell art. 37 del D.L.vo 163/2006. Ai predetti soggetti si applicano altresì le disposizioni di cui all art. 95, commi 1, 2, 3 e 4, del D.P.R. 554/1999. Sono altresì ammessi concorrenti con sede in altri Stati membri dell Unione Europea o in paesi firmatari dell Accordo sugli Appalti Pubblici alle condizioni di cui all art. 47 del D.L.vo 163/2006, di cui all art. 3, comma 7, del D.P.R. 34/2000 e di cui al presente bando. 6.3) CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE Non è ammessa la partecipazione alla gara di concorrenti per i quali sussistono: a) le cause di esclusione di cui all art. 38 del D.L.vo 163/2006; Non è ammessa la partecipazione alla gara di progettisti indicati o associati per i quali sussistono: 8

9 a) le cause di esclusione di cui agli artt. 38 e 90, comma 8, del D.L.vo 163/2006 e di cui agli artt. 53 e 54 del D.P.R. 554/1999; b) l inesistenza dei requisiti di cui agli artt. 53 e 54 del D.P.R. 554/1999, rispettivamente in caso di società di ingegneria o di società professionali; La Commissione che procederà al controllo della documentazione e alla qualificazione dei concorrenti provvederà a: a) verificare la correttezza formale della documentazione ed, in caso negativo, ad escludere dalla gara i concorrenti cui essa si riferisce; b) verificare, sulla base di quanto dichiarato dai concorrenti ai sensi dell art. 38, comma 1, lettera m- quater), del D.L.vo 163/2006 che le offerte presentate non siano imputabili sulla base di unitovi elementi ad un unico centro decisionale; c) verificare che più concorrenti non abbiano indicato o associato lo stesso progettista ed, in caso positivo, ad escluderli dalla gara; d) verificare che i progettisti indicati o associati non abbiano partecipato alla redazione del progetto preliminare posto a base di gara ed, in caso positivo, ad escludere dalla gara il concorrente o i concorrenti che non abbiano rispettato tale divieto; La Commissione procede, ai sensi dell art. 48 del D.L.vo 163/2006, alla verifica circa il possesso dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa e, ove necessario, dei requisiti generali dei concorrenti al fine della loro ammissione alla gara. La Commissione ha la facoltà di richiedere alla stazione appaltante, ove lo ritenga necessario e senza che ne derivi un aggravio probatorio per i concorrenti, di effettuare, ai sensi dell art. 71 del D.P.R. 445/2000, ulteriori verifiche sulla veridicità delle dichiarazioni. La Commissione procede: a) all esclusione dalla gara dei concorrenti per i quali non risulti confermato il possesso dei requisiti generali e speciali; b) alla comunicazione di quanto avvenuto agli uffici della stazione appaltante, alla segnalazione del fatto all Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici ai sensi dell art. 48 del D.L.vo 163/2006 e dell art. 27, comma 1, del D.P.R. 34/2000 nonché all applicazione delle norme vigenti in materia di dichiarazioni non veritiere. 6.4) MODALITÀ DI PRESENTAZIONE E CRITERI DI AMMISSIBILITÀ DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE 6.4.1) La busta contenente la domanda di partecipazione e la documentazione per l ammissione alla gara dovrà pervenire al Comune di Albosaggia entro le ore del giorno 8 febbraio Essa dovrà essere sigillata e controfirmata su tutti i lembi di chiusura, riportare l indicazione dei lavori oggetto dell appalto ed indirizzata a Comune di Albosaggia - Ufficio lavori pubblici c/o Ufficio protocollo Piazza Dante Albosaggia (SO) e il nominativo dell impresa mittente. Resta inteso che il recapito della busta rimane a esclusivo rischio del mittente, ove per qualsiasi motivo la 9

10 busta stessa non giunga a destinazione in tempo utile. Oltre tale termine non resta valida alcuna offerta, anche se sostitutiva ed aggiuntiva ad offerta precedente ) Nella busta dovrà essere inserita, a pena di esclusione dalla gara, la seguente documentazione: a) domanda di partecipazione in bollo (marca da 14,62) sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente; nel caso di concorrente costituito da associazione temporanea o da un consorzio non ancora costituiti la domanda dovrà essere sottoscritta da tutti i soggetti che costituiranno la predetta associazione o consorzio; in caso di associazione temporanea o consorzio già costituito alla domanda dovrà essere allegato, in copia autenticata, il mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza conferito alla mandataria o l atto costitutivo del consorzio; alla domanda, in alternativa all autenticazione della sottoscrizione, deve essere allegata, a pena di esclusione dalla gara, fotocopia di un documento di identità del/dei sottoscrittore/i; la domanda può essere sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante ed in tal caso va allegata, a pena di esclusione dalla gara, copia conforme all originale della relativa procura; b) (per le sole imprese che eseguono i lavori) attestazione di qualificazione in originale (o fotocopia sottoscritta dal legale rappresentante ed accompagnata da fotocopia del documento di identità, in corso di validità, dello stesso) o, nel caso di concorrenti costituiti da imprese associate o da associarsi, più attestazioni (o fotocopie sottoscritte dai legali rappresentanti ed accompagnate da copie dei documenti di identità, in corso di validità, degli stessi) rilasciata/e da società di attestazione (SOA) di cui al D.P.R. 34/2000 regolarmente autorizzata, in corso di validità, che documenti la qualificazione per progettazione e costruzione in categorie e classifiche adeguate con riferimento ai lavori direttamente eseguiti e che documenti il possesso della certificazione del sistema di qualità aziendale, ai sensi dell art. 2, comma 1, lettera q) e art. 4 del D.P.R. 34/2000; (nel caso di concorrente stabilito in altri stati aderenti all Unione Europea o con sede in paesi firmatari dell Accordo sugli Appalti Pubblici, che non possiede l attestazione di qualificazione) dichiarazione/i sostitutiva/e resa/e ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 oppure, documentazione idonea equivalente resa/e secondo la legislazione dello Stato di appartenenza, con la/e quale/i il concorrente o suo procuratore, assumendosene la piena responsabilità, attesta di possedere i requisiti d ordine speciale previsti dal D.P.R. 34/2000 accertati, ai sensi dell art. 3, comma 7, del predetto D.P.R. 445/2000, in base alla documentazione prodotta secondo le norme vigenti nei rispettivi paesi e attesta che la cifra d affari in lavori di cui all art. 18, comma 2, lett. b) del D.P.R. 34/2000, conseguita nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del bando, non è inferiore a tre volte l importo complessivo dei lavori a base di gara. c) dichiarazione sostitutiva di cui all allegato sub. A, per i concorrenti non residenti in Italia documentazione idonea equivalente secondo la legislazione dello stato di appartenenza, debitamente compilata in ogni sua parte e sottoscritta con le modalità indicate nell allegato stesso con la quale il concorrente: 1) attesta, indicandole specificatamente, di non trovarsi nelle condizioni previste nell art. 38 del 10

11 D.L.vo 163/2006 e precisamente: a) di non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo o di amministrazione straordinaria e che nei propri riguardi non è in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni; b) che non è pendente nei propri confronti procedimento per l applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all art. 3 della L. 1423/1956 e non sussiste una delle cause ostative previste dall art. 10 della L. 575/1965; c) che nei propri confronti non è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell art. 444 del Codice di Procedura Penale, per reati gravi in danno dello Stato e della Comunità che incidono sulla moralità professionale, nonché per uno o più reati indicati all art. 45, paragrafo 1, della direttiva Ce 2001/18; d) di non aver violato il divieto di intestazione fiduciaria posto all art. 17 della L. 55/1990; e) di non aver commesso gravi infrazioni debitamente accertate alle norme in materia di sicurezza e a ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro, risultanti dai dati in possesso dell Osservatorio; f) di non aver commesso grave negligenza o malafede nell esecuzione di prestazioni affidate da codesta Stazione appaltante o un errore grave nell esercizio della propria attività professionale; g) di non aver commesso violazioni, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui è stabilito; h) che nell anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara non ha reso false dichiarazioni in merito ai requisiti e alle condizioni rilevanti per la partecipazione alle procedure di gara e per l affidamento dei subappalti, risultanti dai dati in possesso dell Osservatorio; i) che non ha commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui è stabilito; j) (per le imprese che occupano non più di 15 dipendenti e da 15 fino a 35 dipendenti che non abbiano effettuato nuove assunzioni dopo il 18/01/2000) attesta di non essere tenuta al rispetto delle norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili, di cui alla L. 68/1999; ovvero (per le imprese che occupano più di 35 dipendenti e per le imprese che occupano da 15 a 35 dipendenti che abbiano effettuato una nuova assunzione dopo il 18/01/2000) attesta di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili, di 11

12 cui alla L. 68/1999; k) che nei confronti dell impresa non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all art. 9, comma 2, lettera c) del D.L.vo 231/2001 o altra sanzione che comporta il divieto di contrattare con la Pubblica Amministrazione, compresi i provvedimenti interdettivi di cui all art. 36-bis, comma 1, del D.L. 223/2006, convertito con modificazioni dalla L. 248/2006; l) (per le sole imprese che eseguono i lavori) che nei confronti dell impresa non è stata applicata la sospensione o la decadenza dell attestazione SOA per aver prodotto falsa documentazione o dichiarazioni mendaci, risultanti dal casellario informatico; m) di non trovarsi nelle condizioni previste all art. 38, comma 1, lettera m-ter), D.L.vo 163/2006; n) che l impresa non si trovi, rispetto ad un altro partecipante alla medesima procedura di affidamento, in una situazione di controllo di cui all art C.C. o in una qualsiasi relazione, anche di fatto, che comporti che le offerte siano imputabili ad un unico centro decisionale, o, in alternativa, che l impresa si trovi, rispetto ad un altro partecipante alla medesima procedura di affidamento, in una situazione di controllo di cui all art C.C. e che tuttavia ha formulato autonomamente l offerta (in tal caso occorrerà indicare il concorrente con cui sussiste tale situazione, producendo in una separata busta chiusa documenti utili a dimostrare che la situazione di controllo non ha influito sulla formulazione dell offerta ai sensi dell art. 38, comma 2, lettera b), del D.L.vo 163/2006. ATTENZIONE: la dichiarazione di cui alla precedente lettera b) deve essere resa personalmente da ciascuno dei soggetti indicati nell art. 38, comma 1, lett. b) del D.L.vo 163/2006, mentre la dichiarazione di cui alla precedente lettera c) deve essere resa personalmente da ciascuno dei soggetti indicati nell art. 38, comma 1, lett. c) del D.L.vo 163/2006, come da allegato sub B. 2) indica la Camera di Commercio nel registro delle imprese della quale è iscritto, l attività per la quale è iscritto, il numero di iscrizione, la data di iscrizione, la durata e la data di termine, la forma giuridica, i nominativi, le qualifiche, le date di nascita e la residenza degli eventuali titolari, soci, direttori tecnici, amministratori muniti di poteri di rappresentanza e soci accomandatari; 3) elenca le imprese (denominazione, ragione sociale e sede) rispetto alle quali, ai sensi dell articolo 2359 C.C., si trova in situazione di controllo diretto o come controllante o come controllato (tale dichiarazione deve essere resa espressamente e anche se negativa; la mancanza di un univoca ed espressa indicazione comporta l esclusione della gara); 4) (nel caso si consorzi di cui all articolo 34, comma 1, lettere b) e c) del D.Lgs. n. 163/2006): di concorrere per i seguenti consorziati (indicare denominazione e sede legale di ciascun consorziato); 5) (nel caso di associazione o consorzio o GEIE non ancora costituiti): 12

13 che, in caso di aggiudicazione, sarà conferito mandato speciale con rappresentanza o funzioni di capogruppo a... nonché si uniformerà alla disciplina vigente in materia di lavori pubblici con riguardo alle associazioni temporanee o consorzi o GEIE. La quota di partecipazione al Raggruppamento, corrispondente alla percentuale dei lavori che verranno eseguiti, è del...%; 6) indica il domicilio fiscale, il codice fiscale, la partita IVA, il numero di telefono, il numero di fax; 7) indica le posizioni INPS, INAIL, CASSA EDILE e il C.C.N.L. applicato; 8) attesta di essere informato, ai sensi e per gli effetti del D.L.vo. 196/2003, che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell ambito del procedimento per il quale la dichiarazione viene resa; 9) (nel caso il concorrente sia in possesso di attestazione di qualificazione di sola costruzione): elenca i nominativi dei progettisti (indicati o associati) a cui intende affidare la progettazione definitiva ed esecutiva; 10) (nel caso il concorrente sia in possesso di attestazione di qualificazione per progettazione e costruzione): attesta di possedere i requisiti stabiliti nel bando di gara in relazione alla prestazione di progettazione definitiva ed esecutiva e specifica quali siano i soggetti (tecnici appartenenti alla struttura del concorrente oppure progettisti indicati o associati) che sono titolari dei requisiti e ne indica anche la misura; d) dichiarazione sostitutiva resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 oppure, per i concorrenti non residenti in Italia, documentazione idonea equivalente secondo la legislazione dello Stato di appartenenza, con la quale il concorrente dichiara il possesso dei requisiti di capacità economica e finanziaria e di capacità tecnica di seguito indicati: 1) fatturato medio annuo relativo alle attività svolte, negli ultimi cinque anni antecedenti la pubblicazione del presente bando, pari o superiore a ,00 come previsto al punto lettera a) del bando; 2) capitale sociale minimo interamente versato pari o superiore a ,00 come previsto al punto lettera b) del bando; 3) svolgimento, negli ultimi cinque anni, di servizi di cremazione o servizi cimiteriali in genere per un importo medio pari o superiore a ,00 come previsto al punto lettera c) del bando; 4) svolgimento, negli ultimi cinque anni, di almeno un servizio di cremazione o servizi cimiteriali in genere per un importo medio di ,00 come previsto al punto lettera d) del bando; In alternativa ai requisiti previsti dai punti 3) e 4) sopra indicate il concorrente deve possedere i requisiti previsti dai punti 1) e 2) di cui alla precedente lettera d) in misura almeno doppia. Qualora il concorrente non esegua direttamente i lavori oggetto della concessione, come previsto dall art. 13

14 98 comma 3 D.P.R. 554/1999 deve essere in possesso dei soli requisiti di cui alle precedenti punti: 1), 2), 3) e 4). e) (nel caso il concorrente sia in possesso di attestazione di qualificazione di sola costruzione): Dichiarazione sostitutiva del progettista incaricato di cui all allegato sub C ; f) Modello GAP per imprese partecipanti debitamente compilato e sottoscritto; g) Ricevuta del versamento di 70,00 quale Tassa sugli appalti da effettuarsi con una delle seguenti modalità: 1) mediante versamento on line collegandosi al portale web sistema di riscossione all indirizzo seguendo le istruzioni disponibili sul portale. A riprova dell avvenuto pagamento il partecipante deve allegare copia stampata dell di conferma, trasmessa dal sistema di riscossione; 2) mediante versamento sul conto corrente postale n , intestato a AUT. CONTR. PUBB. Via di Ripetta, 246, Roma (codice fiscale ), presso qualsiasi ufficio postale. La causale del versamento deve riportare esclusivamente: - il codice fiscale del partecipante; - il CIG che identifica la procedura = BB A comprova dell avvenuto pagamento, il partecipante deve allegare all offerta la ricevuta in originale del versamento ovvero fotocopia dello stesso corredata da dichiarazione di autenticità e copia di un documento di identità in corso di validità. h) Dichiarazione rilasciata da primario/i istituto/i di credito attestante la capacità finanziaria ed economica dell impresa ad assumere impegni per l entità dell investimento e contenente, altresì, l impegno a prestare, nell eventuale sede di offerta, una cauzione o una fideiussione pari a ,00, ai sensi dell art. 75, comma 1, del D.L.vo 163/2006, nonché un ulteriore cauzione ai sensi dell art. 153, comma 1, quinto periodo, del D.L.vo 163/2006 in misura pari a ,00 mediante fideiussione bancaria o assicurativa ed una fideiussione pari al 10% dell investimento, ai sensi dell art. 113 del D.L.vo 163/2006, qualora l impresa risultasse aggiudicataria della concessione. In caso di costituenda A.T.I. o consorzio, tale dichiarazione/i, pur presentata/e dalla sola mandataria, dovrà/dovranno menzionare tutti i soggetti partecipanti. Le dichiarazioni di cui ai punti c) e d) dell elenco dei documenti da inserire nella busta di partecipazione alla gara dovranno essere sottoscritte dal legale rappresentante in caso di concorrente singolo. Nel caso di concorrenti costituiti da imprese riunite o associate o da riunirsi o da associarsi le medesime dichiarazioni dovranno essere prodotte da ciascun concorrente che costituisce o che costituirà l associazione o il consorzio o il GEIE. Nel caso di consorzi stabili e di consorzi di cooperative le suddette dichiarazioni di cui ai punti c) e d) devono essere prodotte, a pena di esclusione dalla gara, anche dall impresa consorziata che eseguirà il lavoro. Le dichiarazioni possono essere sottoscritte anche da procuratori dei legali rappresentanti ed in tal caso va allegata, a pena di esclusione, copia conforme all originale della relativa procura. 14

15 La domanda e la dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. 445/2000 devono essere redatte preferibilmente utilizzando il modello allegato sub A che comprende la domanda di cui al punto a) e la dichiarazione di cui al punto c). La dichiarazione sostitutiva di cui al punto e), resa ai sensi del D.P.R. 445/2000, dovrà essere redatta preferibilmente utilizzando il modello allegato sub C. La domanda, le dichiarazioni e la documentazione inserite nella busta di partecipazione devono essere conformi e contenere, a pena esclusione dalla gara, quanto previsto ai punti a), b), c), d), e), f), g) e h). Per le imprese concorrenti aventi sede in altro Stato aderente all Unione Europea o con sede in paesi firmatari dell Accordo sugli Appalti Pubblici vale l art. 47 del D.L.vo 163/ ) DOCUMENTAZIONE DI GARA Gli interessati possono prendere visione dei documenti costituenti la proposta del Promotore (escluso il Piano Economico-Finanziario) come descritta al punto 2.1.3, posti a base di gara, presso il Servizio Lavori pubblici di questo Comune, sito in Albosaggia (SO), Piazza Dante 1, tel dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore ed il martedì ed il giovedì dalle ore 16,00 alle ore 17,00. La documentazione di gara è così costituita: Studio di inquadramento territoriale ed ambientale; Studio di fattibilità; Indagini geologiche e idrogeologiche preliminari; Relazione illustrativa; Capitolato speciale prestazionale opere edili e impianti; Capitolato speciale prestazionale specifiche tecniche forno crematorio; Specifiche delle caratteristiche del servizio e della gestione; Bozza di convenzione; Determinazione delle spese sostenute; Pesi ponderali di valutazione; Garanzie offerte; Piante, prospetti e sezioni. Di essa potrà essere ottenuta copia rivolgendosi direttamente alla copisteria RIGAMONTI GIOVANNA Via Boffalora, 27 - Sondrio tel. 0342/ ed ivi pagata. Non verrà rilasciata alcuna documentazione via fax. 6.6) INFORMAZIONI COMPLEMENTARI a) Le lettere di invito conterranno le modalità ed i tempi di presentazione dell offerta. L offerta dovrà contenere i seguenti documenti, a pena esclusione dalla gara: 15

16 1) Eventuale progetto architettonico preliminare se variato rispetto a quello presentato dal Promotore, secondo le indicazioni contenute nel presente bando ed in rispetto al punto 4.1) lettera b), vedasi anche punto 6.6) lettera e); 2) Elementi di valutazione della vantaggiosità della stessa confrontabili con quelli indicati nella proposta del Promotore; 3) Piano Economico Finanziario, asseverato da Istituto di Credito, come da punto 6.6) lettera l); 4) Garanzie di cui al successivo punto 6.6) lettera b; b) Garanzie richieste: ai sensi dell articolo 155, comma 3, del D.L.vo 163/2006 i partecipanti alla gara devono versare: 1) cauzione o fideiussione di cui all articolo 75, comma 1, del D.L.vo 163/2006 pari a ,00, avente le caratteristiche di cui ai successivi commi 2, 3, 4, 5, 6 e 7. 2) cauzione di cui all art. 153, comma 1, quinto periodo, del D.L.vo 163/2006 in misura pari a ,00 mediante fideiussione bancaria o assicurativa; L offerta dovrà inoltre essere corredata, a pena di esclusione, dall impegno di un fideiussore a rilasciare la garanzia fideiussoria per l esecuzione del contratto, di cui all art 113 del D.L.vo 163/2006, qualora l offerente risultasse affidatario. Nel caso di offerta sottoscritta da più imprese con la dichiarazione del relativo impegno a costituirsi in raggruppamento temporaneo di imprese o consorzio, la cauzione di cui all art. 75 del D.L.vo 163/2006 dovrà essere intestata a tutte le imprese del costituendo raggruppamento o consorzio. L importo della cauzione provvisoria sarà ridotto del 50% nei confronti delle imprese in possesso di certificazione di sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO 9000, rilasciata da organismi accreditati ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN e della serie UNI CEI EN/IEC La presentazione di cauzioni provvisorie inferiori o prive delle caratteristiche richieste costituirà formale causa di esclusione, considerato che il soggetto deputato all espletamento della gara non ha alcuna discrezione in merito alla valutazione dell apprezzabilità dell eventuale errore. La cauzione provvisoria verrà svincolata, ai sensi dell art. 75, comma 6, del D.L.vo 163/2006, per l aggiudicatario, automaticamente al momento della stipula del contratto, mentre per gli altri concorrenti non aggiudicatari, ai sensi dell art. 75, comma 9, del D.L.vo 163/2006, entro trenta giorni dalla comunicazione dell avvenuta aggiudicazione. All atto della stipula del contratto, all aggiudicatario verranno richieste: 1. la cauzione definitiva pari al 10% dell importo di esecuzione delle opere secondo le modalità di cui all art. 113 del D.L.vo 163/ la polizza assicurativa di cui all art. 129 del D.L.vo 163/2006 che tenga indenne la stazione appaltante da tutti i rischi di esecuzione da qualsiasi causa determinati e dai danni subiti a causa del danneggiamento o della distruzione totale o parziale di impianti ed opere per un importo pari a ,00 e che preveda anche una garanzia di responsabilità civile per danno a terzi nell esecuzione dei lavori sino alla data di emissione del certificato di collaudo provvisorio o di 16

17 regolare esecuzione per un massimale di ,00. c) L Aggiudicatario, entro trenta giorni dall aggiudicazione definitiva, dovrà inoltre provvedere al rimborso delle spese sostenute da parte del Concedente per l indizione e l esperimento della presente gara (pubblicità, versamenti Autorità di Vigilanza, Commissione giudicatrice, istruttoria,), qui preliminarmente stimate in ,00, oltre l I.V.A. sulle prestazioni dove il Comune l ha sostenuta ed esborsata. Per le funzioni di R.U.P e di Alta Sorveglianza l Aggiudicatario, entro trenta giorni dall approvazione del progetto esecutivo ed entro trenta giorni dal deposito degli atti di collaudo, dovrà provvedere al rimborso rispettivamente del 50% e del 100% delle spese sostenute da parte del Concedente, complessivamente stimate in ,00. d) L offerta tecnica potrà avvenire anche mediante la presentazione di proposte e soluzioni in variante al progetto preliminare posto a base di gara come meglio specificato al punto 4.1) del presente Bando; non sono ammesse, a pena di esclusione, proposte o soluzioni plurime o sotto forma di alternativa, anche per un solo elemento di valutazione; e) Il concessionario provvederà alla realizzazione dell opera in totale regime di autofinanziamento, recuperando l investimento effettuato attraverso i ricavi di gestione. L equilibrio dell investimento deve risultare dal Piano economico finanziario di cui all art. 143, comma 7, del D.L.vo 163/2006, asseverato da Istituto di credito o altro soggetto titolato di cui all art. 153, primo comma, del D.L.vo 163/2006. Ai sensi dell art. 118, comma 2, e 146, lettera b), del D.L.vo 163/2006, i candidati dovranno indicare nell offerta la percentuale di lavori che intendono affidare a terzi. E fatto altresì obbligo di indicare nell offerta le imprese collegate e controllate alle quali si intendono affidare i lavori, nonché di indicare le lavorazioni da subappaltare (art. 73, comma 3, del D.P.R. 554/1999 e art. 118 del D.L.vo 163/2006); Per i raggruppamenti temporanei è fatto l obbligo di indicare le parti di lavori ed i servizi o le parti di servizi da affidare a ciascun operatore economico raggruppato (art. 37, comma 4 e 13, del D.L.vo 163/2006); f) In attuazione del disposto dell art. 49 del D.L.vo 163/2006, il concorrente singolo o partecipante a raggruppamenti o consorzi potrà dimostrare il possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico e organizzativo avvalendosi dei requisiti di un altro soggetto. Ai fini di quanto sopra dovrà essere fornita in sede di domanda di partecipazione tutta la documentazione prevista al comma 2 del suddetto art. 49 del D.L.vo 163/2006. Si precisa che l avvalimento non è ammesso per il sistema di qualità; g) Società di progetto: l aggiudicatario ha l obbligo dopo l aggiudicazione, ai sensi dell art. 156, comma 1, ultimo periodo, del D.L.vo 163/2006 di costituire una società di progetto, in forma di società a responsabilità limitata o per azioni, anche in forma consortile, il cui capitale sociale avrà un ammontare minimo non inferiore a ,00. In caso di concorrente costituito da più soggetti, nell offerta deve essere indicata la quota di partecipazione al capitale sociale di ciascun soggetto. 17

18 h) La Stazione Appaltante si riserva la facoltà di applicare le disposizioni di cui all art. 140 del D.L.vo 163/2006; i) L accesso al piano-economico finanziario del Promotore è differito alla conclusione della procedura; j) Termini: 1) il termine massimo per l elaborazione e consegna della progettazione definitiva è di 60 giorni dalla aggiudicazione definitiva; quello per la progettazione esecutiva è di 60 giorni dalla data di approvazione del progetto definitivo. 2) L esecuzione dei lavori non potrà in ogni caso avvenire prima dell approvazione della progettazione esecutiva da parte della Stazione Appaltante; 3) il termine massimo per l ultimazione dei lavori è di 240 giorni (8 mesi) o altro termine inferiore proposto dall aggiudicatario, decorrenti dalla data del verbale di consegna delle aree e secondo le modalità di cui al punto del presente Bando; 4) la durata massima della concessione è fissata in 30 anni, o altro termine inferiore proposto dall aggiudicatario, dalla data di emissione del certificato di collaudo. k) E fatto l obbligo, pena l esclusione dalla gara, di corredare l offerta economica con un piano economico finanziario di cui all art. 143, comma 7, del D.L.vo 163/2006, asseverato da Istituto di credito o altro soggetto titolato di cui all art. 153, primo comma, del D.L.vo 163/2006; l) L Amministrazione si riserva la facoltà insindacabile di prorogare la data della gara, di sospendere la seduta di gara o aggiornarla. Per quant altro non specificatamente previsto nel presente bando e nella lettera d invito, si fa riferimento alle norme di legge vigenti in materia alla data di pubblicazione del bando stesso. I dati forniti dalle ditte concorrenti saranno trattati dall Amministrazione Comunale per le finalità connesse alla gara e per la successiva stipula e gestione del contratto; m) Si procederà all aggiudicazione mediante procedura negoziata, ai sensi dell art. 155, comma 1, lett. b) del D.L.vo 163/2006, da svolgersi tra il promotore e i concorrenti presentatori delle due migliori offerte nella gara relativa al presente bando; nel caso in cui alla presente gara partecipasse un unico soggetto, la procedura negoziata si svolgerà tra questo e il promotore a condizione che l offerta possa considerarsi migliorativa rispetto agli elementi posti a base di gara. L Amministrazione aggiudicatrice, a tal fine, entro 30 giorni dall individuazione delle due migliori offerte, o dell eventuale unica offerta, comunicherà al Promotore ed agli offerenti selezionati il termine di inizio e le modalità di svolgimento della procedura negoziata. Gli elementi di ulteriore miglioramento delle offerte saranno espressamente richiesti nell ambito dell invito alle imprese, avuto riguardo ai miglioramenti proposti nella fase di gara pubblica e saranno valutati sulla base dei criteri di cui al presente bando di gara. E previsto un solo rilancio migliorativo da parte di ciascun partecipante alla procedura negoziata. Nel caso risulti aggiudicatario un soggetto diverso dal Promotore, entro 60 giorni dall aggiudicazione definitiva, quest ultimo avrà il diritto al pagamento, a carico dell aggiudicatario, ai sensi dell art. 155, comma 4, del D.L.vo 163/2006 dell importo di ,00. 18

19 Il pagamento sarà effettuato dall Amministrazione aggiudicatrice prelevando tale importo dalle cauzioni versate dal soggetto aggiudicatario. n) La stipulazione del contratto sarà comunque subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di lotta alla mafia; o) Si precisa infine che l avviso indicativo della presente procedura è stato reso pubblico in data (ossia in data anteriore all entrata in vigore delle disposizioni del D.L.vo 152/2008, il c.d. terzo decreto correttivo al Codice dei contratti); ne consegue che la Stazione Appaltante è tenuta ad applicare alla gara cui il presente bando si riferisce, le disposizioni di cui agli artt. 153 e seguenti del D.L.vo 163/2006 nella versione vigente prima dell entrata in vigore del citato D.L.vo 152/2008. p) Responsabile del procedimento: Geom. Massimiliano Franchetti Comune di Albosaggia (SO). 6.7) ORGANISMO RESPONSABILE DELLE PROCEDURE DI RICORSO Il ricorso contro il presente bando è da inviare al Tribunale Amministrativo della Regione Lombardia. 6.8) DATA DI SPEDIZIONE DEL PRESENTE AVVISO ALLA G.U.R.I. 13 gennaio 2010 Albosaggia, 22 gennaio 2010 IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO LAVORI PUBBLICI (Geom. Massimiliano Franchetti) 19

20 ALLEGATO sub A al bando di gara bollo da. 14,62 SCHEMA DI DOMANDA DI AMMISSIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUIVA Spett. le COMUNE DI ALBOSAGGIA Servizio Lavori pubblici OGGETTO: PROCEDURA RISTRETTA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA PROGETTAZIONE DEFINITIVA ED ESECUTIVA, COMPRENSIVA DEL COORDINAMENTO PER LA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE DELLA REALIZZAZIONE CON ATTRIBUZIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE CON RELATIVA DIREZIONE DEI LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE E DELLA GESTIONE FUNZIONALE ED ECONOMICA DI UN IMPIANTO DI CREMAZIONE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE IN VIA MONACI (PROJECT FINANCING RICERCA DEI MIGLIORI OFFERENTI ART. 155, COMMA 1, DEL D.L.VO 163/2006). DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA GARA (PUNTO 6.4.2) lettera a) bando) E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (PUNTO 6.4.2) lettera c) bando). Il sottoscritto.... nato il...a.... con codice fiscale n.... in qualità di (1) dell impresa.... con sede in... domicilio fiscale... con codice fiscale n... con partita IVA n.... n. di telefono... n. di fax... CHIEDE di partecipare alla procedura ristretta indicata in oggetto come: impresa singola; ovvero capogruppo di una associazione temporanea di imprese o di un consorzio o di un GEIE; ovvero mandante di una associazione temporanea di imprese o di un consorzio o di un GEIE; A tal fine ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, consapevole delle sanzioni penali previste dall'articolo 76 del medesimo D.P.R. 445/2000 per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate, nonché di quanto previsto dall art. 75 del medesimo D.P.R. 445/2000 DICHIARA: a) di non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo o di amministrazione straordinaria e che nei propri riguardi non è in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni; b) che non è pendente nei propri confronti procedimento per l applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all art. 3 della L. 1423/56 e non sussiste una delle cause ostative previste dall art. 10 della L. 575/65; (tale dichiarazione deve essere resa personalmente da ciascuno dei soggetti 20

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE Al Comune di Lamporecchio Ufficio Tecnico Lavori Pubblici - Piazza Berni, 1-51035 Lamporecchio (PT) OGGETTO: CONCESSIONE DEI LAVORI DI COSTRUZIONE E GESTIONE DI UN IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F.

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. 96154220584 BANDO PER ISTITUZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Allegato A) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE (REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. 28.12.2000, N. 445) ------ OGGETTO: CONTRATTO AI SENSI DELL ART. 153, COMMI 1-14, DEL D.LGS. N. 163/2006 (FINANZA DI PROGETTO) DI COSTRUZIONE

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto,

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari CIG: 55637729E4 Procedura aperta per l affidamento del servizio di raccolta,

Dettagli

AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA

AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA Mod. PRES 1. PRESENTAZIONE DELL OFFERTA Per la pubblica gara avente ad oggetto Procedura aperta per l affidamento del servizio di assistenza ad personam Periodo

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno)

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno) COMUNE DI FORCE PROT. N. 5794 del 15 dicembre 2014 (Provincia Ascoli Piceno) BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE - AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 163/2006 - DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

C O M U N E D I M O D I C A

C O M U N E D I M O D I C A C O M U N E D I M O D I C A XI SETTORE Sezione 1 a - Manutenzione Strade e Illuminazione BANDO DI GARA Ai fini del presente bando-disciplinare si intende per: - CODICE : il D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA Settore Contratti e Appalti Tel. 030-3749968 3749907 per info. tecniche Tel. 030-3749341 Fax. 030-3749211 per inf. amministrat. www.provincia.brescia.it (bandi di gara) PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI,

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA D ATTO NOTORIO Autodichiarazioni a comprova requisiti soggettivi 1

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA D ATTO NOTORIO Autodichiarazioni a comprova requisiti soggettivi 1 Spett.le VERITAS SPA APPROVVIGIONAMENTI BENI E SERVIZI Via Porto di Cavergnago 99 30173 MESTRE VE acquisti@cert.gruppoveritas.it DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA D ATTO NOTORIO Autodichiarazioni a comprova requisiti

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale Da riportare su carta intestata Mod. 1 sez A Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ENTI DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO 14 PER

Dettagli

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS UFFICIO LAVORI PUBBLICI LAVÔRS PUBLICS Tel. 0432 99 20 21 - Fax 0432 99 20 51 lavori.pubblici@com-gonars.regione.fvg.it

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H. Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 DISCIPLINARE DI GARA

AZIENDA USL ROMA H. Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 DISCIPLINARE DI GARA AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 DISCIPLINARE DI GARA LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE E CONSOLIDAMENTO STATICO DEL PADIGLIONE EX FALEGNAMERIA

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI.

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Prot. n. 41227/app del 21/06/2007 PUBBLICO INCANTO (PROCEDURA APERTA) PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO DELLE OPERE

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA Art. 1 - Oggetto Il presente disciplinare di gara ha per oggetto le norme di partecipazione alla successiva gara,

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta)

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta) AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale S. Carlo di Potenza Ospedale S. Francesco di Paola di Pescopagano Via Potito Petrone 85100 Potenza Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 DISCIPLINARE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare COMUNE DI BARLETTA CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA N. 1/2009 Il Comune di Barletta, in esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA Poiché risulta che alla gara possono partecipare anche imprese in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione indicando i progettisti si chiede quale

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

MODALITÀ DI DIMOSTRAZIONE DEI REQUISITI DI CUI AGLI ARTICOLI 78 E 79 DEL D.P.R. 5 OTTOBRE 2010, N. 207

MODALITÀ DI DIMOSTRAZIONE DEI REQUISITI DI CUI AGLI ARTICOLI 78 E 79 DEL D.P.R. 5 OTTOBRE 2010, N. 207 MODALITÀ DI DIMOSTRAZIONE DEI REQUISITI DI CUI AGLI ARTICOLI 78 E 79 DEL D.P.R. 5 OTTOBRE 2010, N. 207 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 182 del 6 agosto 2011) In occasione dell entrata in vigore

Dettagli

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008) Amministrazione Centrale Direzione Affari Contrattuali e Patrimoniali CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a Il Presidente Pavia, 15 aprile 2015 EB/dc Prot. Spett.le Alla cortese attenzione Sig. via fax anticipata via mail a OGGETTO: Procedura negoziata per l affidamento del servizio di copertura assicurativa

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

Disciplinare di gara PREMESSO:

Disciplinare di gara PREMESSO: DISCIPLINARE DI GARA TELEMATICA PER L AFFIDAMENTO IN VIA NON ESCLUSIVA DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER L ANALISI, LA COPERTURA E LA GESTIONE DEI RISCHI RIGUARDANTI POLIZZE DI INTERESSE DELLA

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ARTT. 46 E 47 D.P.R. 445/2000 (possesso requisiti d ordine generale e speciale)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ARTT. 46 E 47 D.P.R. 445/2000 (possesso requisiti d ordine generale e speciale) mod. dichiarazione sostitutiva possesso requisiti d ordine generale e speciale DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ARTT. 46 E 47 D.P.R. 445/2000 (possesso requisiti d ordine generale e speciale) OGGETTO PROCEDURA

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

ART. 1 Ente appaltante

ART. 1 Ente appaltante La Scuola è sede di progetti Istituto Omnicomprensivo Statale San Demetrio Corone (CS) Dirigenza ed Uffici Amministrativi Via Dante Alighieri, n. 146 87069 San Demetrio Corone (CS) Tel. +39 0984 956086

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTT. 46, 47 E 76 DEL DPR 445/2000 E S.M.I.

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTT. 46, 47 E 76 DEL DPR 445/2000 E S.M.I. MODELLO 2 Parte A DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTT. 46, 47 E 76 DEL DPR 445/2000 E S.M.I. DEL CONCORRENTE Stazione appaltante: Azienda Ospedaliera

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui al D.D. n. 7 del 01/04/2015 Al Direttore del Dipartimento di LETTERE dell Università degli Studi di Perugia Piazza Morlacchi, 11-06123 PERUGIA

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture BANDI-TIPO per l affidamento di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro nei settori ordinari Documento di Consultazione

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

I.1) Umberto I n. 0761/87381, Lo schema di. Protocollo. Per I.2) DI ATTIVITA : SEZIONE II: quinquennio in E TECNICO. gara.

I.1) Umberto I n. 0761/87381, Lo schema di. Protocollo. Per I.2) DI ATTIVITA : SEZIONE II: quinquennio in E TECNICO. gara. Comune di Marta----Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 01010 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www.comune.marta.vt.it Bando di gara Servizio di tesoreria comunale dal 01/01/2014

Dettagli