Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "www.tuttosuicimiteri.it"

Transcript

1 INDICE DELLA DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE Aggiornamanto 21/11/2013 Sono elencati i documenti presenti nel sito sia nel settore DOCUMENTI che nel settore UTILITA PER PROGETTISTI. L indice si articola negli argomenti e sezioni seguenti. DOCUMENTAZIONE Studi e Ricerche Normativa Nazionale Regionale Regolamenti Ordinanze Norme Cimitero per Animali Gestione Amministrativa Varie di Gestione Amministrativa Carta dei Servizi Concessioni Tariffari Modulistica Gestione Operativa Cimiteri nella Storia e nel Mondo Varie inclassificabili Documentazione UTILITA PER PROGETTISTI Dimensionamento campi Spazi di manovra Vialetti e percorsi Manufatti Varie inclassificabili Utilità Studi e Ricerche Carta dei servizi cimiteriali - criteri di redazione e controllo Come redigere una carta dei servizi che preveda tutti gli obblighi del gestore e come tener sotto controllo la qualità del servizio Indice di vecchiaia fino al 2011 Movimentazione dei cadaveri nel cimitero Esame delle ricollocazioni a cui è soggetto un cadavere nel suo processo di mineralizzazione in un cimitero INDICE DELLA DOCUMENTAZIONE rev 01.doc pag. 1 di 8

2 Piramide delle età Evoluzione della piramide delle età in Italia Popolazione straniera fino al 2011 Relazione SEFITDIECI 2013 Relazione Cingano al Sefitdieci 2013 Tassi di natalità e mortalità fino al 2010 Normativa 00 Indice Regolamenti di Polizia Mortuaria Indice dei regolamenti comunali disponibili nel sito 00 REGESTO delle Leggi Regionali di ambito funerario e cimiteriale Elenco ordinato dei documenti ed atti prodotti dalle varie regioni italiane, in materia funeraria e cimiteriale Nazionale 1990 DPR n 285_1990 Regolamento nazionale di polizia mortuaria 2000 Consiglio di Stato - Competenza esclusiva ingegneri in materia cimiteriale Sentenza del Consiglio di Stato che stabilisce che la materia cimiteriale rientra fra quelle di carattere igienico - sanitario, quali ad esempio le fognature, e pertanto è di esclusiva competenza degli ingegneri CIRCOLARE 24 giugno 1993 n 24 Esplicativa DPR 285_90 CIRCOLARE 31 luglio 1998 n 10 - esplicativa DPR 285_90 DPR 14_01_1997- Indirizzo requisiti attività sanitarie.pdf Approvazione dell'atto di indirizzo alle regioni e provincie TN e BZ in materia requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi minimi per attività sanitarie. DPR Disciplina imposta di bollo Atti soggetti ed atti esenti dall'imposta di bollo Imposta di bollo - elenco atti esenti Atti documenti registri esenti da bollo - DPR Tab B (2007) LEGGE 30 marzo 2001 n_130 - Cremazione e dispersione delle ceneri RD-TUllss Testo Unico leggi sanitarie (2013) Regionale EmiliaRom Lett_16_5_2002 competenze delegabili dal Sindaco ai dirigenti x PM. EmiliaRom LREmRo_ funeraria e polizia mortuaria FriuliVG LRFrVG_ funeraria e polizia mortuaria Lombardia_LR_N_ pdf Estratto della Legge Regionale relativo alle "Norme in materia di attività dei Servizi necroscopici funebri e cimiteriali". Puglia (LE) Lecce - Regolamento luce votiva..pdf Toscana LRTos_2004_29 Affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri Veneto - DGRVen_ tumulazione fuori dai cimiteri. Veneto Circ_16_11_2005 Affidamento urne cinerarie Veneto LRVen_ registro comunale cremazione Veneto LRVen_ Norme in materia funeraria Veneto LRVen_ Norme in materia funeraria Allegato A. Veneto Normativa regionale di Polizia Mortuaria - raccolta Raccolta di norme, circolari, lettere, delibere ecc.. INDICE DELLA DOCUMENTAZIONE rev 01.doc pag. 2 di 8

3 Regolamenti Abruzzo (CH) Chieti - Regolamento di PM Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 150 del 15 febbraio 2011 Abruzzo (PE) Pescara - Regolamento di PM Aggiornato con delibera di Consiglio Comunale n. 31 del Abruzzo (TE) Giulianova - Regolamento di PM Regolamento comunale di Polizia Mortuaria approvato con Del. di C.C. n. 118 del 17/11/ Non omologato dal Ministero. Abruzzo Cellino _Attanasio (TE) - Regolamento di PM Basilicata (PZ) Potenza - Regolamento di PM Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 81 del Calabria (RC) Reggio Calabria - Regolamento di PM Adottato con deliberazione della Commissione Straordinaria n. 35 del 28/02/2013 Campania (AV) Avellino - Regolamento di PM Riapprovato con deliberazione di Consiglio Comunale n.138 del 30 dicembre 2009 Campania (NA) Napoli - Regolamento di PM Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 11 del 21 febbraio 2006 Emilia Romagna (BO) Bologna - Regolamento di PM Data inizio vigore: 17/07/ modificato piu' volte - in vigore 02/04/2012 Testo totalmente consolidato Emilia Romagna (RA) Ravenna - Regolamento di PM Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n /259 del 17/12/2002, esecutivo dall 11/01/2003 ai sensi e per gli effetti dell art. 134 del D.Lgs. 18/08/2000 n.267 Emilia Romagna (RA) Ravenna - Regolamento di PM.pdf Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n /259 del 17/12/2002, esecutivo dall 11/01/2003 ai sensi e per gli effetti dell art. 134 del D.Lgs. 18/08/2000 n.267 Emilia Romagna (RE) Reggio Emilia - Regolamento di PM approvato con deliberazione consiliare n. 3731/74 del 16/3/2008 Emilia Romagna (RN) Rimini - Regolamento di PM Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale in data con n Emilia Romagnia (FE) Ferrara - Regolamento di PM Friuli - Venezia Giulia (TR) Trieste Regolamento di PM approvato dalla Giunta Provinciale Amministrativa in data 8 settembre 1932 al N. 812 Modificato con deliberazione del Consiglio comunale in data 24 maggio 1977, n. 295, Friuli Venezia Giulia - (UD) Udine Regolamento di PM Deliberazione Consiliare n. 56 d ord. del 9 maggio 2005 modificato con deliberazione consiliare n. 45 del 24 aprile 2006 Lazio (RI) Rieti - Regolamento di PM Approvato dalla Commissione consigliare per le modifiche statutarie Lazio (RM) Roma - Regolamento di PM Deliberazione del Consiglio Comunale di Roma, n del 30 ottobre1979. Lazio (VT) Viterbo - Regolamento di PM Approvato con Deliberazione n 108 del 03/07/2012 Liguria (GE) Genova - Regolamento di PM Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 39 del Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 98 del 13 dicembre In vigore dal 04 gennaio 2012 Liguria (GE) Savignone Regolamento cremazione Liguria (SP) La Spezia - Regolamento di PM Approvato dal consiglio Comunale in data 12/07/2011 INDICE DELLA DOCUMENTAZIONE rev 01.doc pag. 3 di 8

4 Lombardia (BG) Bergamo - Regolamento di PM Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n.14 Reg./ Prop. Del. Nella seduta del 30/01/2012 Lombardia (MI) Milano - Regolamento di PM Approvato dal Consiglio Comunale in data , esecutivo dal Lombardia (MN) Mantova - Regolamento di PM Marche (AN) Ancona - Regolamento di PM Molise (IS) Isernia - Regolamento concessione loculi Adottato con Delibera di Consiglio Comunale N 60 del 30 luglio 2008 Piemonte (AL) Alessandria - Regolamento cremazione Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 53 del 29 aprile 2011 Piemonte (AL) Alessandria - Regolamento di PM Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 53 del 29 aprile 2011 Piemonte (TO) Torino - Regolamento di PM Modificazioni ed integrazioni approvate con deliberazione del Consiglio Comunale in data 11 ottobre modificato piu' volte - in vigore dal 28 gennaio 2013 testo consolidato. Puglia (LE) Lecce - Regolamento di PM Puglia (LE) Lecce - Regolamento luce votiva Sardegna (CA) Cagliari - Regolamento di PM Delibera del Consiglio Comunale n 9 del 15 febbraio 2005 Sardegna (SS) Sassari - Regolamento di PM Approvato con delibera del Consiglio Comunale n 60 del 5 giugno Sicilia (CT) Catania - Regolamento di PM approvato con deliberazione podestariale n dell approvata dalla G. P. G. in seduta A. VIII.- N 4751/II Sicilia (PA) Palermo - Regolamento di PM Toscana (AR) Arezzo - Regolamento cremazione Toscana (LI) Collesalvetti - Regolamento di P.M. Toscana (PI) Pisa - Regolamento di PM Regolamento di Polizia Mortuaria del Comune di Pisa approvato con delibera C.C. n 936 del esecutiva il.15/12/2003 Toscana (SI) Siena - Regolamento di PM Regolamento approvato con delibera del Consiglio Comunale n 51 del 7/02/2008 Trentino Alto Adige (BZ) Bolzano - Regolamento di PM Approvato con Deliberazione Commissariale n. 339 del , prot , ultima modifica con Deliberazione di Consiglio n. 20 del , prot , Trentino_Alto Adige (TN) Trento - Regolamento di PM Approvato con deliberazione del Consiglio comunale 09 aprile 1997 n. 38 è entrato in vigore il giorno 20 giugno Umbria (PG) Perugia - Regolamento di PM Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 37 del Val d'aosta (AO) Aosta Regolamento di PM Deliberazione del consiglio comunale n.40 del cordinato con le modifiche approvate dalla deliberazione consiliare n.164 del e integrato con le modifiche agli artt. 42 e 44 introdotte dalla deliberazione consiliare n.75 del Veneto (PD) Padova - Regolamento di PM Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 6 del 25 gennaio 2011 Veneto (TV) Breda di Piave - Regolamento di PM Approvato con deliberazione di C.C. n. 75 del Veneto (VE) Venezia - Regolamento di PM Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 07 marzo 2012 INDICE DELLA DOCUMENTAZIONE rev 01.doc pag. 4 di 8

5 Veneto (VI) Vicenza - Contratto di servizio Contratto di servizio per la gestione dei servizi funebri e cimiteriali n. rep. Seg del 15 gennaio 2007 Veneto (VI) Vicenza - Regolamento di PM Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 07 marzo 2012 Veneto (VR) Verona - Regolamento di PM Ordinanze Disposizioni operative per esumazioni-estumulazioni Possono essere inserire nel Regolamento o essere allegate ad una ordinanza Ordinanza di campagna di esumazione - estumulazione Venezia esempio di ordinanza: potrebbe essere completata con le disposizioni operative (vedi) Ordinanza di campagna si esumazione - estumulazione bozza rev 4 Vigevano Schema di Ordinanza del Sindaco per Esumazioni rev01 Schema di Ordinanza del Sindaco per Tumulazione provvisoria rev01 Disposizioni operative per esumazioni-estumulazioni Possono essere inserire nel Regolamento o essere allegate ad una ordinanza Ordinanza di campagna di esumazione - estumulazione Venezia esempio di ordinanza: potrebbe essere completata con le disposizioni operative (vedi) Ordinanza di campagna si esumazione - estumulazione bozza rev 4 Vigevano Schema di Ordinanza del Sindaco per Esumazioni rev01 Schema di Ordinanza del Sindaco per Tumulazione provvisoria rev01 Norme Cimitero Per Animali Piemonte LRPie_ cimiteri per animali Piemonte RRPie_2001-5R cimiteri per animali Gestione Amministrativa 00 Indice della Gestione Amministrativa Varie di Gestione Amministrativa Applicazione bollo Atti relativi a procedure cimiteriali soggetti o meno a imposta di bollo Atto di morte - autorizzazione al trasporto - seppellimento Procedura, atti e responsabilità dalla morte alla sepoltura Carta dei Servizi Carta dei servizi cimiteriali - criteri di redazione e controllo» 45.5 KiB - 64 hits - September 10, 2013 Come redigere una carta dei servizi che preveda tutti gli obblighi del gestore e come tener sotto controllo la qualità del servizio Concessioni Concessione cimiteriale tumulazione - ospite Il Diritto al Sepolcro concessione - diritti al sepolcro - tomba di famiglia - subentro - revoca. decadenza INDICE DELLA DOCUMENTAZIONE rev 01.doc pag. 5 di 8

6 Recupero e adeguamento tombe difformi Si fa riferimento alla legislazione della Regione Lombardia, suggerendo una procedura conforme Tumulazioni autorizzazioni -Tumulazione provvisoria Autorizzazioni in caso di concessione del servizio cimiteriale - autorizzazione a tumulazione provvisoria in mancanza di loculi Tariffari Nessun tariffario presente Modulistica 01A Modello di Verbale di esumazione - estumulazione Autorizzazione inumazione tumulazione IMOLA Benemerito autorizzazione inumazione tumulazione IMOLA Concessione aggiornamento intestazione IMOLA.pdf Concessione anticipata richiesta IMOLA Concessione in vita per avvicinamento al sepolcro del coniuge Concessione cimiteriale Rinnovo SEGRATE Crematorio conferma arrivo resti AMSEFC Cremazione cadavere IMOLA Cremazione Delega Ritiro Ceneri TEA Cremazione Dichiarazione volontà defunto AMSEFC Cremazione Resti Mortali IMOLA Cremazione Richiesta AMSEFC Cremazione Richiesta AMSEFC Dispersione ceneri cinerario comune richiiesta AMSEFC Disposizioni operative per esumazioni_estumulazioni Estumulazione ordinaria allo scadere concessione cimiteriale EMPOLI Estumulazione ordinaria allo scadere concessione cimiteriale EMPOLI Estumulazione straordinaria prima della scadenza EMPOLI Esumazione Estumulazione straordinarie Richiesta MONCALIERI Esumazione richiesta IMOLA Ingresso veicoli per lavori autorizzazione CATANIA Ingresso veicoli per lavori richiesta CATANIA Ingresso veicoli privati FIRENZE Intestazione Concessionario Tomba di Famiglia IMOLA Inumazione EMPOLI inumazione richiesta IMOLA Luce Votiva richiesta IMOLA Manutenzione tomba di famiglia richiesta VERONA Riordinamento richiesta IMOLA Riunione resti PALERMO Traslazione richiesta IMOLA Trasporto funebre Conferma orario AMSEFC Trasporto funebre Conferma orario AMSEFC Tumulazione assenso AMSEFC Tumulazione richiesta IMOLA INDICE DELLA DOCUMENTAZIONE rev 01.doc pag. 6 di 8

7 Veneto Verbale chiusura cassa per trasporto cadavere.pdf Gestione Operativa Operazioni cimiteriali - Esumazioni ed Estumulazioni Descrizione delle fasi di lavoro ed adempimenti relativi ad operazioni di esumazione - estumulazione. Utilizzabile per inserimento in capitolato o regola dell'arte Operazioni cimiteriali - Ripristini igienici loculi Operazioni cimiteriali - Sepoltura di ceneri in cinerario comune Operazioni cimiteriali - Sepoltura di ceneri in cinerario comune Operazioni cimiteriali - Sepoltura di ceneri in manufatto Descrizione delle fasi di lavorazione collocazione di urne cinerarie in cinerari, ossari, loculi, tombe di famiglia. Utilizzabile per inserimento in capitolato o come regola dell'arte. Operazioni cimiteriali - Sepoltura ossa in ossario comune Operazioni cimiteriali - Sepoltura per inumazione Descrizione delle fasi di lavorazione ed adempimenti relativi ad inumazioni. Utilizzabile per inserimento in capitolato o come regola dell'arte. Operazioni cimiteriali - Sepoltura per tumulazione Descrizione delle fasi di lavoro ed adempimenti relativi a tumulazioni. Utilizzabile per inserimento in capitolato o regola dell'arte Operazioni cimiteriali - Sistemazione dei tumuli a terra Descrizione delle operazioni di manutenzione dei tumuli sopra le fosse Sportello in vetro anziché la lapide Nel caso di chiusura ossario/cinerario in vetro, chi tiene le chiavi? Cimiteri nella Storia e nel Mondo Cimiteri - trasmissione RAI3 di Passepartout Interessante trasmissione RAI di Philippe Daverio con una bella esplorazione antropologica che passa in rassegna l antico Egitto, la Grecia e Roma antica, l Italia, gli Stati Uniti, la Turchia, i cimiteri ebraici e quelli acattolici Nuovo Crematorio in Belgio 2013 Storia del cimitero di Forlimpopoli Varie inclassificabili Documenti Manuale di navigazione nel sito Manuale di istruzione per gli utenti del sito UTILITA PER PROGETTISTI Dimensionamento campi TAV 01A Griglia campo comune - planimetrie TAV 01C Griglia campo comune - testa testa TAV 01D Griglia campo comune - cippo Vialetti e percorsi TAV 2A Percorsi cimiteriali calcestre-pianta TAV 2B Percorsi cimiteriali calcestre-sezioni INDICE DELLA DOCUMENTAZIONE rev 01.doc pag. 7 di 8

8 TAV 2E Percorsi cimiteriali pietra-pianta TAV 2F Percorsi cimiteriali pietra-sezioni Manufatti TAV 11A Copritomba provvisorio - tumulo pianta TAV 11D Copritomba provv - recinto in legno TAV 22B Colombari-loculi 3-4 file - lapidi a cassettone TAV 25A Loculo chiusura lastra in c.a. TAV 25B Loculo chiusura mattoni e intonaco TAV 36A Tombini-cassoni griglia TAV 36B Tombini-cassoni sezioni e piante TAV 36C Tombini-cassoni dettagli Spazi di manovra Spazi di manovra autofunebre TAV 51B Schema inserimento feretri TAV 52A Scala a carrello e Montaferetri TAV 55A Autofunebre - spazi di manovra e ingombri Varie inclassificabili Utilità 00 File ctb da utilizzare con i files in formato dwg scaricati La redazione di TuttoSuiCimiteri. QR code del sito puntalo con il tuo device (smartphone o tablet) ed avrai accesso diretto al sito ovunque tu sia. Il sito è stato studiato anche per la sua comoda consultazione ed interattività (condivisione, download e forum) da device con tecnologia touch screen, provalo. store di Google che su App Store di itune di Apple, nonché su WindowsPhone ed altri sistemi operativi per smartphone e tablets, usali sono molto comodi ed immediati, similmente alle App. Ricorda che le app (applicazioni) per la lettura del QR code e codici a barre, sono disponibili ed in genere gratuite sia su Play store di Google che su App Store di itune di Apple, nonché su WindowsPhone ed altri sistemi operativi per smartphone e tablets, usali sono molto comodi ed immediati, similmente alle App. INDICE DELLA DOCUMENTAZIONE rev 01.doc pag. 8 di 8

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza ti trovi in: Home - Agenzia - Uffici - Indirizzi e Organigramma periferico - Uffici Dogane Gli Uffici delle Dogane Gli Uffici delle Dogane Regione Abruzzo Basilicata Campania Dogane Avezzano Pescara Potenza

Dettagli

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA Area di Agrigento (Sicilia) AG CDL CATANIA Alessandria (Piemonte) AL CDL MILANO Ancona (Marche) AN CDL PADOVA Aosta (Valle d'aosta) AO CDL MILANO Arezzo (Toscana) AR CDL ROMA

Dettagli

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale) ABRUZZO Chieti - Pescara http://www.unich.it/unichieti/appmanager/unich/didattica?_nfpb=true&_pagelabel=ssis_didatticafirstpage_v2 costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

Dettagli

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO -

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO Previnet è in grado di mettere a disposizione dei propri clienti un network

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso Chieti L'Aquila Pescara Teramo Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone 3 7 3 5 6 4 5 7 6 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI E TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI 3 A09 DISCIPLINE

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane;

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane; Prot. n. 29228 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI ABRUZZO - MOLISE UFFICIO ISPETTIVO DI PESCARA Pescara, Chieti, L'Aquila, Teramo, Campobasso, Isernia Via Latina n.7 -. 65121 Pescara Telefono 06 5793.3110

Dettagli

SEFIT. La pianificazione cimiteriale: come e perché Daniele Fogli

SEFIT. La pianificazione cimiteriale: come e perché Daniele Fogli La pianificazione cimiteriale: come e perché Daniele Fogli L incidenza della cremazione in Italia Incidenza attuale e passata della cremazione in Italia In Italia la cremazione, nel corso del 2005, ha

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano A cura dell Area Professionale Statistica L Automobile Club d Italia produce ormai da molti anni la pubblicazione Localizzazione degli Incidenti

Dettagli

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata Mobilità professionale personale ATA profilo professionale DSGA Destinatari dei corsi di di cui all'art. 7 CCNI 3.12.29 - art. 1, comma 2, sequenza contrattuale 25.7.28 - (ex art. 48 CCNL/27) DSGA Personale

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44 LA CLASSIFICA REGIONALE Il confronto tra reddito disponibile e i sette indicatori di consumo nel 2008 Posizione REGIONI Reddito disponibile (euro procapite) Consumi alimentari (euro) Consumo energia elettrica

Dettagli

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale EDIZIONE SETTEMBRE 2010 INDICE 1 CARATTERISTICHE DELLA SPERIMENTAZIONE... 3 2 CONDIZIONI DI ACCESSO ALLA

Dettagli

64 I.T.S. Lombardia 7 Veneto Piemonte. Emilia Romagna Liguria. Toscana. Marche 3. Abruzzo Lazio 4. Molise 1. Basilicata. Sardegna. Calabria.

64 I.T.S. Lombardia 7 Veneto Piemonte. Emilia Romagna Liguria. Toscana. Marche 3. Abruzzo Lazio 4. Molise 1. Basilicata. Sardegna. Calabria. Lombardia 7 Veneto Piemonte 6 3 Emilia Romagna Liguria 4 Toscana 3 7 Umbria Friuli V. Giulia Marche 3 Abruzzo Lazio 4 7 Molise 64 I.T.S. 3 Sardegna 3 Basilicata Calabria 4 Sicilia 5 Gli ITS in Abruzzo

Dettagli

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese 17 giugno 2013 Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese I dati desk sul credito alle imprese Dall avvento della crisi (dal 2008 in poi) l andamento dei prestiti alle imprese italiane

Dettagli

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado PIEMONTE ALESSANDRIA A028 EDUCAZIONE ARTISTICA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A032 EDUCAZIONE MUSICALE NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A033 EDUCAZIONE TECNICA NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO

SINTESI DELLO STUDIO SINTESI DELLO STUDIO CARO AFFITTI E COSTO PER LA CASA: DIFFICOLTA DA RISOLVERE Maggio 2009 Nel II semestre 2008 le famiglie italiane per pagare l affitto della casa in cui vivono hanno impiegato il 26,4%

Dettagli

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO ABRUZZO DR ABRUZZO AREA DI STAFF AL DIRETTORE REGIONALE ABRUZZO DR ABRUZZO CENTRO DI ASSISTENZA MULTICANALE DI PESCARA ABRUZZO DR ABRUZZO DIRETTORE REGIONALE AGGIUNTO 1 ABRUZZO DR ABRUZZO UFFICIO ACCERTAMENTO

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica PRESSO LE SOCIO-RIABILITATIVE ALLE DATE DEL 31 MARZO E 30 GIUGNO 2002

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quarta annualità un indagine

Dettagli

I numeri degli Istituti Tecnici Superiori

I numeri degli Istituti Tecnici Superiori I numeri degli Istituti Tecnici Superiori Al 4 aprile 04 64 ITS 40 percorsi attivati circa 5000 corsisti 73 corsi sono già conclusi 300 già diplomati 4,5% femmine Su 4 diplomati di n. 68 corsi censiti

Dettagli

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Dopo un ulteriore incremento dell 1% il prezzo medio in Italia si attesta a 8,5 euro al mese Forti oscillazioni nei centri minori, pressoché

Dettagli

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza 2 Rapporto Famiglia-reddito-casa A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 2008 1 INDICE Nota introduttiva pag. 3 Dati demografici pag. 4 Tabella

Dettagli

RAPPORTO SULLE DIFESE ANTICRIMINE DEL SETTORE BANCARIO

RAPPORTO SULLE DIFESE ANTICRIMINE DEL SETTORE BANCARIO RAPPORTO SULLE DIFESE ANTICRIMINE DEL SETTORE BANCARIO NEL 2010 E vietata la riproduzione anche parziale senza l autorizzazione di OSSIF 1 INDICE PREMESSA... 3 Capitolo 1... 4 Impianti e caratteristiche...

Dettagli

Breve sintesi - 2012

Breve sintesi - 2012 Breve sintesi - 2012 L Italia e l Europa nel 2012 Nel 2010 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato un nuovo decennio di iniziative per la Sicurezza Stradale 2011-2020 al fine di ridurre

Dettagli

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI Roma 27 giugno 2012 Prot. n. All.ti n. 07-12-000181 12 Alle Imprese di assicurazione autorizzate all esercizio del ramo R.C. auto con sede legale in Italia LORO

Dettagli

COMUNE DI LADISPOLI Provincia di Roma

COMUNE DI LADISPOLI Provincia di Roma COMUNE DI LADISPOLI Provincia di Roma Regolamento di Polizia Mortuaria. (Approvato con delibera di C.C. n. 69 del 20.09.1999) (Modificato con delibera di C.C. n. 79 del 12.12.2001) INDICE GENERALE TITOLO

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ufficio Scolastico Provinciale di Frosinone

Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ufficio Scolastico Provinciale di Frosinone Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ufficio Scolastico Provinciale di Frosinone Sommario Richiesta certificato di abilitazione...1 A chi indirizzare la richiesta...1

Dettagli

La produzione di rifiuti urbani in Italia

La produzione di rifiuti urbani in Italia La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER 1 RIFIUTI OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE APRILE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la terza annualità un indagine

Dettagli

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE RELATORE: GEN.B. COSIMO PICCINNO

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE RELATORE: GEN.B. COSIMO PICCINNO COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE RELATORE: GEN.B. COSIMO PICCINNO ATTIVITA PRELIMINARI GRUPPO DI LAVORO Dott. Pietro COMBA Istituto Superiore di Sanità Cap. Pietro DELLA PORTA Carabinieri

Dettagli

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 il prezzo medio ora è di 8,4 euro al metro quadro cali generalizzati nei principali centri: bene padova (1,6), tengono meglio roma (0,1%)

Dettagli

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI Analisi della UIL sui siti internet dei Comuni Capoluogo di Provincia e delle Regioni Roma Agosto 2008 UIL- Servizio Politiche Territoriali TRASPARENZA

Dettagli

Assemblea dei Delegati di Coopersalute

Assemblea dei Delegati di Coopersalute Assemblea dei Delegati di Coopersalute Firenze, 21 giugno 2010 Villa Vittoria Firenze Fiera TOTALE ISCRITTI febbraio 2010 54.568 ISCRITTI ISCRITTI in percentuale suddivisi per regione di residenza febbraio

Dettagli

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena SMART CITY INDEX La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena Lo Smart City Index Al fine di misurare il livello di smartness di una città, Between ha creato lo Smart City Index, un ranking delle

Dettagli

Numero di graduatorie 2013

Numero di graduatorie 2013 Trasferimenti Volontari Individuali - DOMANDE 2013 5.930 Domande presentate 5.810 Domande inserite in graduatoria (120 RISORSE ESCLUSE PER MANCANZA REQUISITI PREVISTI DALL ACCORDO DEL 22 MAGGIO 2013) 132

Dettagli

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Calabria e Crotone maglia nera per il lavoro irregolare Primato positivo per Emilia Romagna e Bolzano L economia sommersa arruola un

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI. APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 49 DEL 30.10.2008 Art: 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento

Dettagli

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006 DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel A cura della Camera di commercio di Milano Imprese attive nel settore

Dettagli

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno NOTA PER LA STAMPA Roma, 17 aprile 2009 CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno Le imprese italiane pagano un prezzo sempre più alto per la crisi del credito:

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quinta annualità un indagine

Dettagli

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico OGGETTO: ISTRUTTORIA PER LA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI. IL RESPONSABILE DEL SETTORE PREMESSO che: Le tariffe di

Dettagli

DISTRIBUTORI RCS ABRUZZO. per tutte le province:

DISTRIBUTORI RCS ABRUZZO. per tutte le province: DISTRIBUTORI RCS ABRUZZO Bookservice s.r.l. Gross Ancona Via Albertini 36 60131 Ancona Tel: 071 2861810 Fax: 071 2861642 Email: bookserv@tin.it BASILICATA per la provincia di: Matera CE.DI. Puglia S.S.

Dettagli

Distributori RCS Education

Distributori RCS Education Distributori RCS Education ABRUZZO Bookservice S.r.l. Gross Ancona Via Albertini 36 60131 Ancona Tel: 071 2861810 Fax: 071 2861642 Email: bookserv@tin.it BASILICATA per la provincia di: Matera CE.DI. Puglia

Dettagli

A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI. c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia

A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI. c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia Settembre 2015 Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio prezzi &

Dettagli

Indagine sulle tariffe applicate

Indagine sulle tariffe applicate Indagine sulle tariffe applicate 1 Indagine realizzata a cura dell Osservatorio prezzi&tariffe di Cittadinanzattiva 2 Indice Premessa... 5 Nota metodologica... 7 I risultati dell indagine... 8 Dati territoriali...

Dettagli

LE ASSOCIATE ACRI FONDAZIONI DI ORIGINE BANCARIA

LE ASSOCIATE ACRI FONDAZIONI DI ORIGINE BANCARIA LE ASSOCIATE ACRI FONDAZIONI DI ORIGINE BANCARIA Abruzzo Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell Aquila Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti Fondazione Pescarabruzzo Fondazione

Dettagli

PIANO CIMITERIALE NORMATIVA TECNICA DI ATTUAZIONE

PIANO CIMITERIALE NORMATIVA TECNICA DI ATTUAZIONE COMUNE DI PEREGO Provincia di Lecco PIANO CIMITERIALE NORMATIVA TECNICA DI ATTUAZIONE Contenuti del Piano Cimiteriale Comunale Il Piano Cimiteriale Comunale è redatto ai sensi dell art. 6 del Regolamento

Dettagli

I percorsi interaziendali

I percorsi interaziendali I percorsi interaziendali Lombardia La sicurezza D. Lgs 81/08-626 - Base (4h) San Donato (MI) Melzo (MI) Pavia Vimercate (MB) Trescore Balneario (BG) Desenzano del Garda (BS) Paullo (MI) Mantova Cologno

Dettagli

Appendici al Conto generale del patrimonio

Appendici al Conto generale del patrimonio Appendici al Conto generale del patrimonio Appendice 1 Beni mobili ATTIVITA' (Mobili) - Consistenze e variazioni di beni mobili divisi per > e > Tabella MINISTERI CATEGORIA

Dettagli

AT Regione Filiale denominazione UP Indirizzo Comune Provincia

AT Regione Filiale denominazione UP Indirizzo Comune Provincia AT Regione Filiale denominazione UP Indirizzo Comune Provincia CENTRO LAZIO ROMA 2 NORD ROMA NOMENTANO Piazza Bologna, 3 Roma RM CENTRO LAZIO ROMA 5 OVEST ROMA BRAVETTA Via Degli Arcelli, Snc Roma RM CENTRO

Dettagli

Transizione alla televisione digitale nella Provincia autonoma di Trento. Fondazione Ugo Bordoni

Transizione alla televisione digitale nella Provincia autonoma di Trento. Fondazione Ugo Bordoni Transizione alla televisione digitale nella Provincia autonoma di Trento Fondazione Ugo Bordoni Un esempio di transizione: dalla fotografia analogica alla fotografia digitale Alcuni esempi di transizione

Dettagli

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Cod. ISTAT INT 00023 AREA: Amministrazioni pubbliche e Servizi sociali Settore di interesse: Istituzioni Pubbliche e Private Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Titolare: Dipartimento per

Dettagli

UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE

UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE ABRUZZO L'ABRUZZO Via F. Filomusi Guelfi - 67100 -L'Aquila Tel. 0862446148-0862446142 Fax 0862446101-0862446145 E-mail: sr-abr@beniculturali.it E-mail certificata: mbac-sr-abr@mailcert.beniculturali.it

Dettagli

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI Adottato con deliberazione del

Dettagli

tour febbraio-aprile terza edizione

tour febbraio-aprile terza edizione tour 2014 febbraio-aprile terza edizione 60 città 141 ordini e collegi provinciali patrocinanti edizione 2013 93.280 12% 12% 17% 29% 30% ALCUNI NUMERI contatti autorevole comitato scientifico enti e aziende

Dettagli

I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza

I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza 8 giugno 2015 I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza Premessa: quadro dei dati desk e andamento del credit crunch Dall avvento della crisi economica

Dettagli

Il Consiglio Nazionale Andi ha approvato importanti delibere sul futuro della professione

Il Consiglio Nazionale Andi ha approvato importanti delibere sul futuro della professione http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.0_.a.a.a.a 1 di 2 27/12/2011 17.14 Feb 07 2011 Il Consiglio Nazionale Andi ha approvato importanti delibere sul futuro della professione Sondaggio ANDI Delibera

Dettagli

GUIDA INFORMATIVA PER LE PRATICHE DI POLIZIA MORTUARIA

GUIDA INFORMATIVA PER LE PRATICHE DI POLIZIA MORTUARIA Comune di Budrio Settore Affari Generali Servizio Comunicazione e Certificazione GUIDA INFORMATIVA PER LE PRATICHE DI POLIZIA MORTUARIA Abbiamo predisposto questa guida nell intento di facilitare i contatti

Dettagli

Estratto dal Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con deliberazione consiliare nr.73 del 29.6.2005

Estratto dal Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con deliberazione consiliare nr.73 del 29.6.2005 Estratto dal Regolamento di Polizia Mortuaria Approvato con deliberazione consiliare nr.73 del 29.6.2005 Art.61 Oggetto e finalità 1. Il presente Capo disciplina la cremazione, l affidamento, la conservazione

Dettagli

COMUNE DI AIRASCA. Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI

COMUNE DI AIRASCA. Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI COMUNE DI AIRASCA Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 49 del 28/11/2008

Dettagli

Lettere Lingue Mediazione linguistica

Lettere Lingue Mediazione linguistica Lettere Lingue Mediazione linguistica I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-10

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE ----------- IL DIRETTORE GENERALE Decreto n.5 VISTO il Contratto collettivo nazionale del Comparto scuola, sottoscritto il 26/05/99, ed in particolare l art.34, che ha delineato il profilo di Direttore

Dettagli

Tabelle tecniche. First for Steam Solutions

Tabelle tecniche. First for Steam Solutions Tabelle tecniche First for Steam Solutions E X P E R T I S E S O L U T I O N S S U S T A I N A B I L I T Y I NOSTRI PRODOTTI Apparecchiature per vapore e aria compressa scaricatori di condensa filtri ed

Dettagli

TABELLA MODIFICHE TARIFFE SERVIZI E CONCESSIONI CIMITERIALI ANNO 2015

TABELLA MODIFICHE TARIFFE SERVIZI E CONCESSIONI CIMITERIALI ANNO 2015 TABELLA MODIFICHE TARIFFE SERVIZI E CONCESSIONI CIMITERIALI ANNO 2015 TRASPORTO SALME / CADAVERI 2014 2015 Trasporto salme / cadaveri (vedi rilascio autorizzazione al trasporto) Accoglienza salme / cadaveri

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE L AFFIDAMENTO - - LA CONSERVAZIONE LA DISPERSIONE - DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Approvato con Delib. CC n. 13/8.5.08 Esecutivo dal 28/5/08

Dettagli

2015: RADIAZIONI AUTOVETTURE SECONDO LA CLASSE EURO (Val. %)

2015: RADIAZIONI AUTOVETTURE SECONDO LA CLASSE EURO (Val. %) Roma, 6 novembre 2015 MERCATO AUTOVEICOLI ACI: RALLENTA AD OTTOBRE IL MERCATO DELLE AUTO USATE MENTRE PER I MOTOCICLI SI REGISTRA UN CALO DEL 9% Rallenta, ma non si ferma, nel mese di ottobre il trend

Dettagli

RILASCIO CERTIFICATO DI ABILITAZIONE

RILASCIO CERTIFICATO DI ABILITAZIONE RILASCIO CERTIFICATO DI ABILITAZIONE normativa di riferimento importi tasse regionali modello di domanda Ufficio Relazioni con il Pubblico CERTIFICATI DI ABILITAZIONE Il Direttore Generale per il Piemonte,

Dettagli

MODULO LOCALE. Quotidiani e periodici con diffusione locale

MODULO LOCALE. Quotidiani e periodici con diffusione locale MODULO LOCALE Quotidiani e periodici con diffusione locale ABRUZZO Chieti Centro (il) - ed. Chieti Lanciano-Vasto L Aquila Centro (il) - ed. l'aquila Avezzano Sulmona Pescara Centro (il) Pescara Centro

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO REGOLAMENTO COMUNALE RELATIVO ALLA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con deliberazione del

Dettagli

Osservatorio Nazionale. Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009

Osservatorio Nazionale. Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009 Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009 Marzo 2010 Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2009 I prestiti personali Le prestazioni in caso di infortunio

Dettagli

La Crisi della Ristorazione

La Crisi della Ristorazione La Crisi della Ristorazione Ufficio studi 1 L IMPATTO DELLA CRISI SULLA RISTORAZIONE IN ITALIA I sumi delle famiglie nella ristorazione La spesa delle famiglie in servizi di ristorazione è stata nel 2011

Dettagli

Dati ambientali nelle città Gestione dei rifiuti urbani Anno 2007

Dati ambientali nelle città Gestione dei rifiuti urbani Anno 2007 8 maggio 2009 Dati ambientali nelle città Gestione dei rifiuti urbani Anno 2007 L'Istat presenta i dati sulla gestione dei rifiuti urbani derivanti dall indagine Dati ambientali nelle città che ha coinvolto

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO SULLA CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI ALESSANDRIA Comune di OZZANO MONFERRATO Via S. Maria nr. 1 Cap.15039 Ozzano Monferrato Tel. 0142/487153 Fax 0142/487038 Servizio Cimiteriale REGOLAMENTO SULLA CREMAZIONE E

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI.

COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con deliberazione C.C. n. 47 del 27/11/2008

Dettagli

Allegato 2 Schema di regolamento comunale in materia di cremazione Art. 1 (Autorizzazione alla cremazione) 1. La cremazione di cadavere deve essere

Allegato 2 Schema di regolamento comunale in materia di cremazione Art. 1 (Autorizzazione alla cremazione) 1. La cremazione di cadavere deve essere Allegato 2 Schema di regolamento comunale in materia di cremazione Art. 1 (Autorizzazione alla cremazione) 1. La cremazione di cadavere deve essere autorizzata dal Comune (2) ove è avvenuto il decesso,

Dettagli

Regioni / Atenei INFERMIERISTICA OSTETRICIA

Regioni / Atenei INFERMIERISTICA OSTETRICIA Professioni sanitarie Infermieristiche e Prefessioni sanitaria Ostetrica afferenti alla classe SNT/1 Regioni / Atenei INFERMIERISTICA OSTETRICIA INFERMIERISTICA PEDIATRICA Chieti 243 10 L'Aquila 300 10

Dettagli

Comune di Castelnovo ne Monti

Comune di Castelnovo ne Monti Comune di Castelnovo ne Monti REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI (Delib. C.C. n. 91 del 30/11/2007) ART. 1 - AUTORIZZAZIONE ALLA CREMAZIONE DI CADAVERI, DI RESTI

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Numero posti disponibili per studenti comunitari e non comunitari residenti in Italia di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286,

Dettagli

Progetto Network Scuola Impresa Telecom Italia 2014/2015

Progetto Network Scuola Impresa Telecom Italia 2014/2015 GRUPPO TELECOM ITALIA Progetto Network Scuola Impresa /2015 Formazione/Informazione Licei Scientifici, Classici e Istituti Tecnico Commerciali Introduzione Quando? A partire da Dicembre 2014 Per Chi? Per

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato 02/09/2011

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato 02/09/2011 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato 02/09/2011 A giugno 2011 in Italia 37.787 gelaterie artigiane, che danno lavoro a 87.992 addetti. Nell'artigianato 6 assunzioni di gelatai su 10 sono di

Dettagli

ProdottiTipici.it. il portale più gustoso che c è. Viaggio nel mondo dei prodotti tipici news, eventi e curiosità a portata di click.

ProdottiTipici.it. il portale più gustoso che c è. Viaggio nel mondo dei prodotti tipici news, eventi e curiosità a portata di click. ProdottiTipici.it il portale più gustoso che c è Chi Siamo Più di 200 clienti e oltre 500 siti realizzati, la BBC da 10 anni consente alle aziende di essere visibili tramite internet, dalla nostra esperienza

Dettagli

Le operazioni di esumazione

Le operazioni di esumazione Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI 1 PERCHÉ

Dettagli

38 CON DELIBERAZINE CONSILIARE N. 37/08.07.2009 SONO STATE APPROVATE LE SEGUENTI MODIFICHE AL REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA, APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 100 IN DATA

Dettagli

Capitolo 10. Elezioni

Capitolo 10. Elezioni Capitolo 10 Elezioni 10. Elezioni A partire dal referendum istituzionale e dall elezione per l Assemblea costituente del 2 giugno 1946, l Istat, in collaborazione con il Ministero dell interno, ha curato

Dettagli

LA MOBILITA SOSTENIBILE IN ITALIA: indagine sulle principali 50 città

LA MOBILITA SOSTENIBILE IN ITALIA: indagine sulle principali 50 città LA MOBILITA SOSTENIBILE IN ITALIA: indagine sulle principali 50 città Lorenzo Bertuccio Direttore Scientifico Euromobility Gruppo di lavoro: Emanuela Cafarelli Aldo Di Berardino Federica Parmagnani L indagine

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione.

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 28/06/2013 Circolare n. 103 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle

Dettagli

COMUNE DI TARZO (TV) Approvato con deliberazione consiliare n. /2013.

COMUNE DI TARZO (TV) Approvato con deliberazione consiliare n. /2013. All. A del. C.C. n. /2013 COMUNE DI TARZO (TV) REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DI DEFUNTI E/O RESTI MORTALI Approvato con deliberazione

Dettagli

INTRODUZIONE CENNI STORICI

INTRODUZIONE CENNI STORICI INTRODUZIONE CENNI STORICI UN RITO ANTICO E MODERNO La cremazione è un rito adottato in ogni epoca da più popoli in varie parti del mondo, tra cui le antiche civiltà mediterranee: Greci, Etruschi e Romani

Dettagli

Progetto Network Scuola Impresa Telecom Italia 2014

Progetto Network Scuola Impresa Telecom Italia 2014 GRUPPO TELECOM ITALIA Progetto Network Scuola Impresa Formazione/Informazione Licei Scientifici, Classici e Istituti Tecnico Commerciali a cura di Fabrizio Picciau Indice del documento Introduzione Obiettivi

Dettagli

AUTORITA REGIONALI COMPETENTI

AUTORITA REGIONALI COMPETENTI AUTORITA REGIONALI COMPETENTI REGIONE ABRUZZO Direzione Sanità Ufficio IAN - Servizio Prevenzione Collettiva Via Conte di Ruvo, 74 - PESCARA Tel. 085 7672673/606 REGIONE BASILICATA Dipartimento Sicurezza

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto APPENDICE AL REGOLAMENTO PER L USO, L ACCESSO E LA VISITABILITÀ DEI CIMITERI COMUNALI ------------------------------- NORME RELATIVE ALL AFFIDAMENTO, ALLA CONSERVAZIONE ED ALLA DISPERSIONE DELLE CENERI

Dettagli

ELENCO SEDI DELLE PROVE PER L'AMMISSIONE ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE IN MEDICINA A.A. 13/14

ELENCO SEDI DELLE PROVE PER L'AMMISSIONE ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE IN MEDICINA A.A. 13/14 Abruzzo Chieti Istituzione Scolastica "GALIANI DE STERLICH" Abruzzo Chieti Università degli Studi "G. d'annunzio" CHIETI PESCARA Abruzzo L'Aquila Istituzione Scolastica "SCUOLA MEDIA D.ALIGHIERI" Abruzzo

Dettagli

L INDICE DEL RISCHIO DI POVERTA LOCALE. Rapporto concluso sulla base delle informazioni statistiche disponibili al 29-05-2009

L INDICE DEL RISCHIO DI POVERTA LOCALE. Rapporto concluso sulla base delle informazioni statistiche disponibili al 29-05-2009 L INDICE DEL RISCHIO DI POVERTA LOCALE Luglio 2009 Una analisi per i comuni capoluogo di provincia PUBBLICAZIONI Monografia A cura di Rapporto concluso sulla base delle informazioni statistiche disponibili

Dettagli