opere pubbliche informa Periodico di informazione del Comune di Treviglio anno 2 n. 1 marzo 2008

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "opere pubbliche informa Periodico di informazione del Comune di Treviglio anno 2 n. 1 marzo 2008 www.comune.treviglio.bg.it"

Transcript

1 IL COMUNE DI informa Periodico di informazione del Comune di Treviglio anno 2 n. 1 marzo opere pubbliche ufficio lavori pubblici l anno del campanile museo scientifico

2 2 editoriale Numero tre in questo numero Il fenomeno dell abbandono dei rifiuti è un problema anche nostro. Piccolo rispetto ad altri, ma grande per l impatto negativo che ha sul decoro della città. E perché costa, costa inutilmente. Nei sacchetti di plastica del supermercato lasciati in giro o presso i cestini della spazzatura ci sta di tutto, e va tutto all inceneritore. L inceneritore costa: 87 per tonnellata di spazzatura Periodico del Comune di Treviglio Autorizzazione Tribunale di Bergamo RS 19/07 del 10/07/2007 chiuso in redazione il Direttore resp. Daniela Ciocca Redazione Ufficio Stampa e Ufficio Cultura del Comune di Treviglio piazza L. Manara, 1 Tel (centralino) Tel (addetto stampa) Testi Daniela Ciocca, Maria Pasquinelli, Graziano Quadri Foto: Daniela Ciocca, Stefano Cerea Grafica: fresco grafica, Treviglio Stampa: SIGRAF, Treviglio indifferenziata smaltita. La raccolta differenziata no, perché non brucia ma ricicla. La SABB compie ogni giorno 4 5 uscite in più per raccogliere spazzatura abbandonata. Sono lavori extra che costano. Vuota i cestini, ripulisce gli angoli e il giorno dopo si ricomincia daccapo. Ormai i luoghi sono storici e certificati : stazione Centrale (angolo di sinistra e zona vecchia pesa), via Veneto, via Fantoni, parcheggio Turro viale Piave, via Redipuglia, via Polidoro Caldara, via Canonica, via Probi Contadini, via Cavallotti angolo via Roma e n 23, via Trento n L inciviltà ha messo le radici. Anche un maggiore controllo sociale può essere una risposta utilissima. Diamoci una mano: convincere chi abbandona rifiuti a rispettare la città è un modo per vincere questa battaglia. Editoriale Numero tre... 2 I numeri della città I numeri dei lavori pubblici... 3 In primo piano Lavori pubblici... 4 Speciale lavori pubblici Cos è il POP... 6 Cosa sono gli oneri di urbanizzazione... 6 L Ufficio lavori pubblici: il chi e il dove... 7 Le opere e i giorni... 8 Nuovo progetto piscina comunale Skatepark in via dei Mulini Parcheggio Ovest Bicistazione Ovest Servizio sperimentale di bike sharing Il piano delle piste ciclabili va avanti Non scriverlo sui muri: diglielo Il campanile si fa bello Eventi L anno del campanile Il museo scientifico I gioielli di famiglia Ritratto di Miss Grace Henshaw Il trevigliese per tutti Corso di lingua nostra Redazionale Anche in Comune pagamenti con carta contactless Gruppi consiliari maggioranza minoranza Cooperativa edilizia ACLI CASA TREVIGLIO Qualità Convenienza Affidabilità nuovi cantieri a: TREVIGLIO, Arcene, Boltiere, Verdellino 035/ / ONORANZE FUNEBRI O.S.I.O.F. O.S.I.O.F. Servizi Funebri convenzionati con il Comune di Treviglio - INUMAZIONE 1.600,00 - TUMULAZIONE 1.900,00 MAGGIORI INFORMAZIONI PRESSO L UFFICIO CIMITERIALE DEL COMUNE. Pratiche per cremazione SERVIZIO DIURNO E NOTTURNO TREVIGLIO (BG) - VIALE PIAVE,

3 i numeri della città 3 I numeri dei Lavori pubblici STRADE anno 2007 interventi manutenzione ordinaria strade in economia n richieste interventi ENEL SOLE per illuminazione pubblica n. 220 interventi manutenzione ordinaria impianti semaforici in economia n. 200 interventi manutenzione ordinaria strade in appalto n. 80 ore per interventi manutenzione ordinaria strade in economia h interventi manutenzione ordinaria impianti semaforici in appalto n. 40 ore per interventi manutenzione ordinaria impianti semaforici in economia h 180 interventi manutenzione segnaletica verticale in economia n. 850 ore manutenzione segnaletica verticale in economia h Gli interventi per la manutenzione delle strade cittadine comportano una spesa per il 2008 di Tali interventi interessano strade interne ed esterne al centro abitato, secondo una programmazione e una rotazione precise. Nel 2008 saranno effettuati lavori di manutenzione, in particolare, su via Canonica, via Leonardo da Vinci, via Diaz, via XXIV Maggio, via Padova, via Case Operaie, via Correggio, via Leoncavallo e via Gorizia, su tratti della traversa interna della ex statale 11, su alcuni tratti della circonvallazione interna e su strade consorziali. Previsti anche rappezzi e ripristini su diverse altre vie. ILLUMINAZIONE PUBBLICA dati a tutto il 2007 Lampioni n Piste ciclabili km 22 Impianti semaforici n. 16 Strade km 107 Strade asfaltate km 102 Strade illuminate km 90 Strade non asfaltate km 5 Operai addetti manutenzione strade n. 3 VERDE PUBBLICO dati a tutto il 2007 Verde a sfalcio oggetto di manutenzione ordinaria, comprensivo di aiuole spartitraffico, aiuole parcheggi, scarpate, rotatorie m Verde fruibile dal cittadino circa m Verde gestito da privati (campi sportivi, giardino piscina, aiuole date in sponsorizzazione) circa m Verde a irrigazione automatica >50% Piante (parchi e alberate stradali) oltre n. 7000* Aree a verde attrezzato n. 19 Aree soggette a tutela igienica n. 32 * di cui oltre 800 messe a dimora negli ultimi tre anni

4 4 in primo piano Lavori pubblici

5 in primo piano 5 Ogni giorno centinaia di persone d ogni età percorrono strade e marciapiedi, sostano nei giardini pubblici, attraversano le piazze, entrano nelle scuole e negli uffici pubblici, abitano gli oltre 450 alloggi comunali, praticano sport e, così facendo, usano il patrimonio immobiliare del nostro Comune. Di tutto questo patrimonio, della sua manutenzione, del suo ampliamento e delle progettazioni a venire si occupa l Assessorato ai Lavori pubblici. L assessorato ha il compito di mantenere efficiente ed incrementare questo bene comune rispondendo ai bisogni della città e dei cittadini. Per sua natura e per le sue competenze, l Assessorato ai Lavori pubblici è il più pragmatico ed il più dotato di risorse economiche ed opera per realizzare, innestandoli nel tessuto urbano esistente, i progetti edilizi che concretizzano gli obiettivi di mandato del Sindaco. Ha anche l onere di portare a compimento, dopo attento studio, progetti pensati da altre amministrazioni, non realizzati ma lungamente attesi dai cittadini, come per esempio le riqualificazioni di via Pontirolo (lavori in corso) o di via Felice Cavallotti (in fase di appalto), opere che saranno ultimate entro il biennio La viabilità urbana ed extraurbana (tangenziale Sud), il recupero dei beni storici o artistici della città, come la ex chiesa dei Cappuccini, l ampliamento o il rifacimento delle attrezzature sportive, la manutenzione costante di scuole, alloggi pubblici e parchi urbani, la formazione dei parcheggi multipiano oltre alla risoluzione della annosa questione UPIM piazza Garibaldi, costituiscono obiettivi programmatici prioritari da realizzare sul medio lungo periodo, Il Comune investe laddove nessun privato investirebbe, promuovendo invece la compartecipazione delle imprese dove è possibile agire come partner. per la complessità dei lavori e dell impegno finanziario. I volumi di spesa necessari per questi interventi, infatti, sono difficilmente sostenibili dalle casse comunali con i cosiddetti mezzi ordinari di bilancio, trattandosi di opere molto onerose. Come fare? Nel 2008 il Piano delle opere pubbliche prevede di investire le entrate comunali laddove nessun privato investirebbe mai, per esempio sulla viabilità e sulle manutenzioni, promuovendo invece la compartecipazione delle imprese a quei progetti dove l imprenditoria può essere partner dell ente Comune, come è già accaduto per il progetto d ampliamento della piscina, opera anch essa al via entro il Questa modalità operativa ha consentito, grazie anche ad una previsione reale di investimenti, di impegnare (cioè di destinare concretamente soldi) circa l 80% delle opere previste. Un buon risultato, a nostro avviso, che segna un netto miglioramento rispetto agli anni scorsi. Nelle pagine e tabelle seguenti, l elenco completo e la descrizione puntuale delle opere in cantiere od impegnate. Graziano Quadri Assessore ai Lavori pubblici Oneri urbanizzativi a Treviglio Oneri urbanizzativi incassati Edilizia residenziale Nuova costruzione Ristrutturazione Zona A Centro storico e Castel Cerreto Zona B zona di completamento Zona C zona di espansione da urbanizzare Edilizia non residenziale Industria Artigianato Attività commerciali e direzionali 20,12 /m 3 6,42 /m 3 25,55 /m 3 10,90 /m 3 29,11 /m 3 10,90 /m 3 Nuova costruzione Ristrutturazione 50,80 /m 2 25,40 /m 2 140,38 /m 2 70,19 /m Consuntivo Assestato Utilizzo oneri di urbanizzazione per finanziare le spese correnti Previsionale Previsionale Previsionale Previsionale

6 6 lavori pubblici Cos è il POP Il Piano triennale delle opere pubbliche (POP) è il piano con cui ogni Amministrazione (la Provincia, il Comune ) individua quali investimenti fare per dare al proprio territorio le strutture (strade, edifici pubblici, parchi,impianti sportivi ) di cui ha bisogno. Gli obiettivi contenuti nel POP sono quelli considerati prioritari dalla Amministrazione comunale e sono da attuare gradualmente attraverso la programmazione annuale, specificando i costi che si devono sostenere e le fonti di finanziamento. Il POP viene aggiornato annualmente, in quanto nel tempo possono presentarsi urgenze non prevedibili oppure possono verificarsi nuove opportunità (ad esempio un finanziamento straordinario della Regione). Le fonti principali di entrata per gli inv e s t i - m e n t i possono essere: i proventi delle concessioni edilizie (oneri di urbanizzazione); il ricorso al credito (mutui) i contributi di altri Enti (Regione, Provincia, ecc.); contributi di privati, in genere attraverso il project financing; l eventuale vendita del patrimonio comunale (alienazioni di beni mobili o immobili). Nessuna opera può essere realizzata se non è inserita nel POP. Il POP viene redatto dagli Uffici entro il 15 settembre, viene approvato dalla Giunta comunale entro il 15 ottobre, è pubblicato per 60 giorni in modo che i cittadini e i loro rappresentanti possano proporre osservazioni e viene approvato definitivamente dal Consiglio comunale insieme con il Bilancio di previsione, di cui è allegato fondamentale. Il Piano triennale delle opere pubbliche del Comune di Treviglio è stato adottato insieme con il Bilancio di previsione 2008 il 27 febbraio scorso ed è consultabile sul sito comunale (menu di destra: Opere pubbliche). Realizzare nuove costruzioni significa aumentare l esigenza di servizi pubblici sul territorio. Per questo, prima di ritirare il permesso di costruire, chi costruisce deve pagare al Comune, oltre a una quota calcolata sul costo di costruzione, anche gli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria a titolo di partecipazione alle spese che il Comune sostiene per l urbanizzazione del territorio. Gli oneri di urbanizzazione primaria concorrono alla realizzazione di strade, parcheggi, fognature, illuminazione pubblica, verde pubblico, sistemi di distribuzione dell acqua, dell energia, del gas. Gli oneri di urbanizzazione secondaria sono destinati alla realizzazione di scuole e asili, centri civici, parchi urbani, impianti sportivi, parcheggi pubblici. L entità degli oneri varia in relazione all ampiezza demografica, alla collocazione geografica e allo sviluppo economico del Comune, in rapporto alla zona in Cosa sono gli oneri di urbanizzazione cui si o p e r a ( c e n t r o s t o r i c o, prima periferia, zona di espansione urb a n a, zona agricola, ecc.), al tipo di intervento (nuova costruzione o ristrutturazione), nonché alla destinazione d uso dell immobile (residenziale, direzionale, commerciale, artigianale, industriale, ecc.). Gli oneri urbanizzativi vengono aggiornati per legge almeno ogni tre anni. L Amministrazione comunale di Treviglio ha deciso di: non incrementare gli oneri urbanizzativi inalterati per il Centro storico per rilanciarne la ristrutturazione; mantenere inalterati gli oneri per gli interventi di edilizia convenzionata; applicare una riduzione del 50% degli oneri per gli interventi di edilizia convenzionata a canone sociale; applicare una riduzione degli oneri pari alla percentuale di riduzione del fabbisogno energetico, da un minimo del 5% a un massimo del 30%, nel caso di risparmio energetico. Il Bilancio di previsione 2008 ha confermato la scelta di ridurre il ricorso all utilizzo degli oneri di urbanizzazione per finanziare la spesa corrente. Secondo la programmazione dell Assessorato, entro il 2011 gli oneri saranno usati esclusivamente per gli investimenti, la loro destinazione naturale (vedi tabella alla pagina precedente). Questo consente di risparmiare territorio.

7 lavori pubblici 7 L Ufficio Lavori pubblici: il dove e il chi Gli Uffici del settore Lavori Pubblici hanno sede attualmente nell edificio di piazza Garibaldi 3, al primo piano. Al termine dei lavori di restauro (previsto entro l estate) gli Uffici del settore si trasferiranno nella nuova sede di viale C. Battisti, nella palazzina Sangalli (conosciuta anche come ex Orfanotrofio maschile). Contatti E mail Segreteria del settore LL.PP: Telefoni: (Fausta Rizzo); (Patricia Bonati) Fax: Orari di apertura al pubblico: martedì 9:00 12:30, giovedì 9:00 12:30 Dirigente del settore è l arch. Pierluigi Assolari, che gestisce anche Ambiente e Urbanistica ed Edilizia Privata. Contatto mail: Telefono: Fanno capo ai Lavori pubblici l Ufficio Edilizia residenziale pubblica, l Ufficio Edilizia scolastica, l Ufficio Cavi irrigui, verde pubblico, l Ufficio Strade, segnaletica, impianti semaforici. Organigramma Ufficio Responsabile Telefono Indirizzo e mail Edilizia residenziale pubblica Edilizia scolastica Cavi irrigui, verde pubblico Ufficio strade, segnaletica, impianti semaforici ing. Alberto Bani geom. Massimo Bertelli arch. Valentino Rondelli geom. GianMarino Cornelli Collaboratori tecnici: GianLuigi Valdameri, Matteo Perletti, Stefano Cerea Fanno capo ai LL.PP. anche le squadre: Servizi logistici: Franco D Adda, Roberto Marotto, Massimiliano Marchiori, Massimo D Adda, Rino Belloni, Marino Mariani (in aspettativa) Servizi manutentivi: Adriano Blini, Marco Passoni, Giannetto Cappellini Servizi cimiteriali: Norberto Caprì, Donatella Gini, Paolo Monzio Compagnoni, Giuseppe Locatelli, Cristian Aliberti, Fabrizio Tomassi Servizi manutentivi: Enzo Camozzi, Cristiano Possenti, Maurizio Monzani, Antonio Samà, Angelo Castelli, Fiorenzo Ciangherotti Servizio rogge: Roberto Fattori

8 8 lavori pubblici Le opere e i giorni Prima di essere realizzata un opera pubblica (un edificio, una strada, una pista ciclabile, un impianto sportivo, un giardino attrezzato ) è oggetto di una progettazione che si sviluppa per fasi. Queste fasi si chiamano progettazione preliminare e progettazione definitiva ed esecutiva. Quando il progetto definitivo esecutivo è deliberato dall organo competente (in alcuni casi la Giunta, in altri il Consiglio comunale), si pubblica il bando per la gara di appalto, si effettuano tutte le procedure di legge e si aggiudica l appalto al vincitore della gara. Dopo di che viene stipulato il contratto e la ditta aggiudicatrice esegue i lavori entro il termine fissato. L ultima fase del procedimento è il collaudo dell opera. A seconda dell entità dell opera, tra la progettazione iniziale e l esecuzione dei lavori trascorre anche più di un anno. Sono i cosiddetti tempi tecnici. Nessuna opera però può essere realizzata se non è compresa nel Piano delle opere pubbliche. Conseguenza: le opere inserite nel POP 2007 e progettate nel 2007 sono realizzate nel 2008, quelle del 2008 sono effettivamente realizzate nel 2009, e via dicendo. Questo vale naturalmente per le opere che sono più complesse da progettare e realizzare. Alcune di queste si estendono su più anni perché l impegno di spesa è frazionato e posto a carico di più bilanci. La tabella alla pagina seguente riporta le opere finanziate con il bilancio 2007 e contenute nel POP 2007, il nome del responsabile del singolo procedimento (il dirigente o un funzionario dell Ufficio Lavori pubblici) e la data entro la quale, secondo il cronoprogramma, l opera viene realizzata. lavori di realizzazione della pista ciclabile per il Cerreto lavori di realizzazione della pista ciclabile per le Battaglie urbanizzazione comparto 4 Geromina piantumazione di via abate G.B. Crippa

9 lavori pubblici 9 Opere POP 2007 Responsabile procedimento Esecuzione opere entro Manutenzione straordinaria Scuola Media Cameroni Manutenzione straordinaria Scuola Elementare Mozzi Massimo Bertelli Settembre 2008 Massimo Bertelli Primi settembre 2008 Adeguamento Centro Civico Culturale Alberto Bani Giugno 2008 Copertura campo sintetico via ai Malgari Nuove vasche Piscina comunale (project financing) Manutenzione straordinaria PalaFacchetti Alberto Bani Aprile 2008 Alberto Bani Alberto Bani A partire da maggio 2008 fino a gennaio 2010 (la realizzazione avviene per lotti di intervento) Ultimata Rotatoria via A. Crippa (cimitero) G. Marino Cornelli Agosto 2008 Opere urbanizzazione comparto 4 (Geromina) Pista ciclabile vie Vasco de Gama, Pontirolo, Guido Reni G. Marino Cornelli Agosto 2008 G. Marino Cornelli Luglio 2008 Pista ciclabile via Bergamo G. Marino Cornelli Luglio 2008 Riqualificazione via Pontirolo Valentino Rondelli Da novembre 2007 a gennaio 2009 Bicistazione stazione Ovest Luca Zambotti Da giugno 2008 a fine anno Riqualificazione via Cavallotti Manutenzione straordinaria case ex ALER di via Redipuglia Pierluigi Assolari (procedura di gara) Alberto Bani (esecuzione opere) Pierluigi Assolari (procedura di gara) Alberto Bani (esecuzione opere) Giugno 2008 (espletamento gara e aggiudicazione lavori) Tempi di realizzazione: 10 mesi Fine 2008 Studio fattibilità risparmio energetico Alberto Bani Maggio 2008 Skatepark via dei Mulini Valentino Rondelli Giugno 2008 realizzazione rotonda via abate G.B. Crippa ex SS 11 lavori di riqualificazione via Pontirolo

10 10 lavori pubblici Opere POP 2008 Investimento ( ) Responsabile procedimento Riqualificazione via Cavallotti (importo totale intervento: ) Pierluigi Assolari Alberto Bani Formazione parcheggio e verde pubblico area tra le vie Padova e Brasside G. Marino Cornelli Ristrutturazione circonvallazione interna, riqualificazione e arredo urbano Riqualificazione piazze e strade del centro storico (porfido e arredo) Lottizzazione Bollone e via San Zeno lotto: lotto (piazza Manara): lotto: G. Marino Cornelli G. Marino Cornelli Alberto Bani Ristrutturazione vie Milano, Magenta, Reduci, Villafranca, Solferino e Pastrengo Formazione parcheggio via del Bosco via Torriani Costruzione parcheggio Stazione Ovest, completamento zona sportiva (PalaFacchetti) Pista ciclabile ex statale 11 tra viale Merisio e via abate Crippa Valentino Rondelli G. Marino Cornelli G. Marino Cornelli G. Marino Cornelli Tangenziale sud (inizio) Pierluigi Assolari Ristrutturazione ex Upim (progettazione definitiva) Pierluigi Assolari Restauro facciate torre civica/campanile 1 lotto: Valentino Rondelli Recupero e formazione nuovi colombari cimitero, settore nord ovest Valentino Rondelli Riqualificazione parchi Roccolo/Cerreto Luca Zambotti Centro servizi Geromina Alberto Bani via F. Cavallotti Considerate anche le altre opere (es. manutenzioni straordinarie di edifici pubblici come la caserma dei Carabinieri e il commissariato di P.S., adeguamento statico edifici scolastici, interventi per risparmio energetico in edifici comunali, ecc.) non comprese nella tabella, l ammontare complessivo delle opere previste nel POP per il 2008 è di La successione temporale delle realizzazioni nell arco dell anno viene determinata da un ordine di priorità stabilito dalla Amministrazione comunale. Sulla base delle priorità indicate dalla Giunta, gli Uffici stabiliscono il cronoprogramma con la tempizzazione di tutte le fasi della realizzazione dell opera.

11 lavori pubblici 11 Nuovo progetto piscina comunale Il raddoppio delle vasche coperte, due nuove vasche esterne, un nuovo solarium e il potenziamento di spogliatoi e servizi, una palestra: questo in sintesi il progetto per la piscina comunale presentato dalla Società formata da Sport Management s.r.l. e altri, assegnataria del project financing bandito il 13 aprile 2007 dal Comune per la costruzione di una nuova vasca esterna dell impianto natatorio. Il progetto di Sport Management, che già gestisce la piscina, comporta una ristrutturazione e un ampliamento anche dell impianto vecchio, oggi costituito da due vasche, una di m. 25x16, con altezza variabile da m.1,5 a m. 2 ed una di m. 16x9 con altezza variabile da m. 0,90 a m. 1. L impianto natatorio rinnovato e ampliato sarà costituito da: due piscine separate da parete mobile. La prima, di cinque corsie regolamentari con fondo a m. 1,50 e dimensioni m. 25,00 x m. 13,50 sarà destinata al nuoto. La seconda, con fondo a m. 1,20, avrà funzione per acqua fitness, specialità hydrobike e corso nuoto bambini. Le due piscine vengono separate da parete mobile alta m. 3 che consente la gestione degli spazi vasca alternativamente o in contemporanea. La vasca bambini da m. 13,50 x 7,30 viene riproposta in alternativa all altra vasca bambini esistente: le ampie aperture mobili vetrate in estate la collegano direttamente con l ampio solarium esterno; quattro spazi fisioterapici. Vengono realizzati a nord, a lato dell impianto attuale (in grigio nella piantina); due vasche ludiche all aperto, realizzate a sud. La prima avrà forma circolare, diametro m. 12,50 con fondo vasca m. 1,20 completa di due scivoli per gioco bimbi. La seconda, semicircolare con diametro di m. 38, avrà altezza variabile da m. 1,10 a m. 1,40 e avrà al suo interno una vasca circolare gradonata per idromassaggio. Il costo dell intervento è di circa L assegnazione è avvenuta il 6 febbraio, la stipula del contratto di concessione avverrà a fine marzo. La Società di progetto che fa capo a Sport Management è disponibile a verificare la possibilità di attuare l intervento per stralci, a partire dalla costruzione delle due vasche esterne.

12 12 lavori pubblici Skatepark in via dei Mulini Entro l estate sarà a disposizione dei ragazzi trevigliesi lo skatepark di via dei Mulini, in zona Nord. Sulla pista, che occupa la parte del parco di via dei Mulini dal lato di via Gramsci, verranno installate le rampe per effettuare questo sport molto amato dai giovanissimi, finora praticato in spazi poco idonei e non in sicurezza, come i parcheggi e le strade cittadine. Nel disegno, le rampe e le altre attrezzature (pedane, sbarre per il salto) che verranno installate nel parco di via dei Mulini. Le strutture sono predisposte per un eventuale ampliamento futuro. La pista di skateboard ha un costo di , di cui per le strutture e per opere edili (pavimentazione ecc.). Insieme alla pista verrà realizzato l impianto di illuminazione di tutto il parco di via dei Mulini ( m 2, il più vasto della città) come più volte chiesto dai residenti e l illuminazione di via Gramsci (costo ). l area destinata alla realizzazione dello skatepark Parcheggio Ovest Posti auto: 285, di cui 6 destinati a portatori di handicap e 7 posti bus all ingresso laterale del PalaFacchetti; aiuole e aree a verde con tappeto erboso, 90 piante e 450 arbusti. Sono i numeri del nuovo parcheggio Ovest, con accesso da via Visconti (stazione) e da via del Bosco. I lavori inizieranno in settembre. Sarà pronto nel maggio La realizzazione del parcheggio costerà il progetto delle attrezzature dello skatepark il progetto del parcheggio Ovest

13 iniziative 13 Bicistazione Ovest Sono molti i pendolari trevigliesi che utilizzano la bicicletta per recarsi alle stazioni, ma sono insufficienti e non custodite (o del tutto assenti, come nel caso della stazione Ovest) le postazioni di deposito delle bici. Mentre stanno procedendo gli incontri per l acquisizione dell area necessaria per realizzare la bicistazione alla Centrale, il progetto della bicistazione consorella all Ovest ha invece preso il via. La bicistazione, modulare e contigua alla stazione Ovest, sorgerà in piazzale Mazzini, sul lato che immette in via Visconti, su un terreno ceduto dalle Ferrovie dello Stato. La superficie totale del lotto interessato è di m 2 670, di cui m 2 70 per la biciofficina. Sono previsti oltre 300 stalli per le biciclette, in parte per un futuro servizio di noleggio. La spesa complessiva è di Il cronoprogramma prevede che i lavori comincino in primavera e vengano eseguiti entro la fine del Servizio sperimentale di bike sharing Arriva il bike sharing anche a Treviglio. L Amministrazione comunale, in collaborazione con la Cassa Rurale BCC, introdurrà un servizio di biciclette a noleggio con il supporto tecnico organizzativo di C entro in bici. Il servizio è gratuito e sperimentale per tre mesi. Il progetto prevede inizialmente la fornitura di 20 biciclette divise in 5 stalli di sosta sparsi per la città. Tutti i cittadini, previa registrazione gestita da un software, possono accedere al servizio e utilizzare le biciclette per gli spostamenti dentro la città. Ogni cittadino che intenda utilizzare il servizio avrà a disposizione una chiave, codificata e non duplicabile, che consentirà l utilizzo di una qualsiasi delle 20 biciclette. Gli stalli sono dotati di apparecchiatura elettronica che, tramite la chiave, registra chi ha preso in uso la bicicletta e a che ora e, una volta riportata la bici in uno stallo, registra la riconsegna. Le bici, di color arancione, hanno inciso sul telaio il logo C entro in bici, sono dotate di gomme piene antiforatura, dadi antieffrazione, sella regolabile ma non asportabile, cestino ribaltabile, cavetto di chiusura e sella marcata in modo indelebile con la scritta bicicletta pubblica. In pratica sono state studiate per impedire il furto anche di singole parti. C entro in bici è uno strumento per lo shopping, per il lavoro, per ogni volta che si ha voglia di una pedalata all aria aperta. È soprattutto uno strumento per una nuova mobilità, una concreta alternativa all automobile nella nostra città. l area sulla quale sta sorgendo la bicistazione dell Ovest la presentazione del prototipo di bicicletta C entro in bici

14 14 lavori pubblici Il piano delle piste ciclabili va avanti Il Piano delle piste ciclabili è stato approntato/aggiornato dall Ufficio Lavori pubblici nel dicembre del Legenda: Tratto rosso piste ciclabili esistenti Tratto fucsia piste ciclabili già progettate, in fase di realizzazione (via Bergamo, via a. Crippa Cimitero, via Vasco de Gama e Pontirolo fino a incrocio con via Guido Reni) Tratto verde piste ciclabili in fase di progettazione (con progettazione preliminare): via del Maglio, via Cavallotti, tratto Tratto azzurro dell ex statale 11 tra viale Merisio e via a. Crippa, pista di collegamento a sud tra PIP 2 e ex statale 11 (lungo il tracciato della tangenziale sud), pista di collegamento tra PIP 1 e strada Bergamina per Casirate piste ciclabili di futura progettazione (tratti di circonvallazione esterna non serviti e tratti di collegamento con Pontirolo, Arcene, Brignano, Calvenzano; pista ciclabile Baslini PIP 1, prevista dall accordo di programma con le Ferrovie dello Stato) Tratto giallo piste ciclabili su sedi stradali esistenti esterne Punto rosso punto deposito e noleggio biciclette (bicistazione Ovest e bicistazione Centrale) Nell elenco delle Opere pubbliche sono presenti i seguenti tratti di pista ciclabile: 2008: via Cavallotti, tratto di circonvallazione esterna tra viali Merisio e via abate Crippa 2009: via Brusadelli via Fara 2010: via Verrazzano, con svincolo su via Bergamo, via del Maglio, via per Brignano

15 lavori pubblici 15 Non scriverlo sui muri: diglielo I graffiti sono il simbolo delle città spazzatura, una sorta di certificazione (dal blog di Beppe Grillo, 2 novembre 2005) La mano sullo spray può essere di tutti. La voce è solo tua. Cosa credi che preferirebbe lei? Per ripulire i muri dalle tue scritte abbiamo già speso migliaia Euro. Hai mai pensato a quante cose più utili si potrebbero fare con gli stessi soldi? Che coraggio c è a dipingere di notte un povero leone senza coda? Nessuno deve danneggiare ciò che è di tutti, nemmeno tu.

16 16 lavori pubblici Il campanile si fa bello Rocciatori che si calano dal campanile per registrare tutte le lesioni e le tipologie di degrado e per prendere campioni da analizzare in laboratorio; lancette che vengono smontate, restaurate e reinstallate. È cominciata così, dopo le verifiche strutturali e gli interventi di consolidamento edilizio, l operazione restauro del campanile. Visto da lontano è sempre bellissimo, visto da vicino, invece, ha bisogno di qualche intervento. Costerà la sistemazione delle facciate del campanile torre civica in attuazione del progetto preliminare elaborato dall arch. Valentino Rondelli dell Ufficio Lavori pubblici e dagli ingg. Pier Paolo e Christian Rossi della società R. Teknos s.r.l. di Bergamo. Le indagini diagnostiche hanno rilevato fenomeni di disgregazione e presenza di patine biologiche nei laterizi (tutto il fusto del campanile e la cuspide sono costituiti da muratura in mattoni) e fenomeni di esfoliazione e degradazione nelle parti in pietra (arenaria, dolomia, gneiss ), vale a dire nelle colonne delle bifore e della cella campanaria, nelle balaustre e nel fregio decorativo. Fenomeni di disgregazione sono stati notati anche nelle uniche superfici coperte da intonaco, quelle degli orologi. Nonostante tutto, però, malta e mattoni sono in condizioni di conservazione soddisfacenti: si tratterà quindi di provvedere a un operazione di pulitura e, nel caso la superficie dei mattoni tendesse a sfarinare, a un trattamento consolidante con silicato di etile. I mattoni danneggiati saranno sfilati, curati e girati. Le facciate del campanile saranno restaurate con lavaggi e altre operazioni atte a proteggere nel tempo la costruzione. Per effettuare questi lavori saranno anche necessarie opere di consolidamento della scala interna esistente. Il restauro, che sarà realizzato in unico lotto, è inserito nell elenco opere 2008 e sarà portato a termine, come da cronoprogramma, entro l autunno i rocciatori mentre eseguono rilievi sulla torre civica la posa in opera delle lancette restaurate uno dei rocciatori in corda doppia dal campanile lo stato di conservazione del bassorilievo del leone

17 eventi 17 L anno del campanile Millennio sì o millennio no, questo è l anno del campanile. La torre civica è stata meta di visite di scolaresche impegnate in concorsi o nello studio dei monumenti della nostra storia. Piccoli alunni e studenti un po più grandi sono sfilati avanti e indietro, dal Comune alla piazza e alla torre civica campanile: domande agli esperti, disegni, schizzi e tante teste girate all insù in occasione della visita alla torre campanile. Il campanile è già stato celebrato da una agenda del Millennio, da una monografia, da una sezione della mostra I luoghi fortificati della pianura bergamasca aperta fino al 23 marzo nella sala Crociera del Centro civico. Entro l estate ci sarà, se tutto va bene, una grande festa in piazza. lezione in piazza alunni delle scuole elementari disegnano il campanile alunni delle scuole elementari disegnano il campanile in visita alla torre campanaria in visita alla torre campanaria

18 18 eventi Il museo scientifico La sezione scientifica del Museo civico è ospitata nel padiglione centrale dell area del mercato coperto in piazza Cameroni. È un museo un po particolare perché non è concepito come una esposizione (da guardare), ma come una proposta di attività (da fare). Un museo nel quale si tocca cosa proibitissima nei musei d altro tipo, si compiono piccoli esperimenti di fisica, si impara facendo. Non a caso il suo cuore è ExplorAzione, laboratorio interattivo permanente per imparare la scienza giocando. Aperto il 15 dicembre scorso, il laboratorio si rivolge agli studenti delle scuole elementari, medie e del biennio delle superiori, ma anche agli adulti. Animato dalla associazione Mathesis sezione di Treviglio, il laboratorio ExplorAzione è aperto alle classi di studenti della fascia 8 16 anni, da lunedì a sabato, dalle 9:30 alle 12:30. Franco Fassi e Vittorio Erbetta, docenti di fisica nelle scuole superiori, con altri collaboratori, sono a disposizione per guidare bambini e ragazzi nel percorso di scoperta e apprendimento attraverso piccoli esperimenti di ottica, di elettrologia, di acustica. Mercoledì dalle 16:00 alle 18:00 e domenica dalle 15:00 alle 18:00, invece, l apertura per il pubblico. Le prossime attività del Museo Venerdì 14 marzo, alle ore 17:30, in occasione della Giornata mondiale del π, incontro sul tema Matematica e proverbi con il prof. Walter Macchi. Un divertente percorso attraverso la saggezza popolare dei proverbi i cui paradossi e le cui contraddizioni vengono analizzati ed interpretati da un punto di vista logico matematico. Settimana dal 14 al 20 aprile: giochi logico matematici. Da lunedì a venerdì partecipano 26 classi di scuola elementare. Sabato e domenica apertura al pubblico: chiunque potrà cimentarsi con la matematica e la logica. Venerdì 16 maggio dalle ore 21:00 alle 23:00, Primavera sotto le stelle, a cura del Gruppo Astrofili. osservazioni della volta celeste in piazza del Mercato proiezioni di diapositive della volta celeste all interno del Laboratorio Sabato 17 maggio dalle ore 21:00 alle 23:00, apertura serale con proposte laboratoriali per piccoli e grandi Settembre ottobre: corsi di formazione per docenti corsi con attività laboratoriali per bambini e ragazzi. Per informazioni: Ufficio Cultura, tel E mail:

19 i gioielli di famiglia le opere d arte del museo della città 19 Joshua Reynolds, Ritratto di Miss Grace Henshaw Joshua Reynolds (Plympton, 1723 Londra, 1792) Ritratto di Miss Grace Henshaw (1756) olio su tela, 66x51 cm provenienza: lascito Pier Luigi Della Torre, 1960 (Cat. n. 44) Il delicato Ritratto di Miss Grace Henshaw, giunto al museo cittadino grazie al lascito del professor Pier Luigi Della Torre, era stato, in un primo tempo, assegnato ad un ignoto pittore di scuola inglese del Settecento. I recenti studi eseguiti sulle opere facenti parte della collezione cittadina hanno però stabilito che l opera, restaurata nel 1992, è stata eseguita dal noto pittore inglese Joshua Reynolds: sul retro della tela, infatti, si trovano alcune iscrizioni con il nome dell autore e la data (1756). Dalle scritte, visibili su etichette applicate sul telaio e sul verso cornice, e da un timbro della dogana di Penthal stampigliato sulla tela, si ricava inoltre l identificazione della giovane ritratta con tale Grace Henshaw, moglie di Samuel Ibbetson di Bissons, paese della contea di Essex. Riguardo alla giovane donna, rappresentata in primo piano con un atteggiamento che ispira ingenuità e dolcezza, non si hanno motivi per invalidare l identificazione con Grace Henshaw, di cui però non sono state reperite notizie che possano ampliare quanto riportato dalle iscrizioni che si trovano sul retro del ritratto stesso. Si potrebbe però ipotizzare che il dipinto, eseguito quando Miss Henshaw era poco più che bambina, sia stato realizzato dal pittore come dono di nozze per il futuro marito della giovinetta, come spesso accadeva nelle famiglie agiate in quel periodo storico. Oltre alle iscrizioni sul retro del dipinti, anche le caratteristiche stilistiche del ritratto richiamano lo stile del noto ritrattista inglese che, all inizio degli anni Sessanta del Settecento, dichiarava di voler cogliere e valorizzare la personalità della figura nell immediatezza di una rappresentazione sobria e priva di orpelli. Miss Henshaw, vestita e acconciata come la moda del sesto settimo decennio del Settecento inglese voleva, viene rappresentata in tutta la freschezza della sua giovane età, con una capigliatura semplice e la mano sinistra delicatamente adagiata sul braccio. Queste componenti, unite ad una fattura pittorica eccellente per l accurata definizione fisionomica, per la contenuta volumetria del morbido incarnato e per le delicate trasparenze della tavolozza, reggono il confronto con lo stile proposto da Reynolds, dopo il suo viaggio in Italia ( ), in opere quali il Ritratto giovanile della moglie Joseph Hamar (Plymouth, City Museum and Art Gallery), il Ritratto non finito di collezione privata (cfr. Reynolds, a cura di N. Penny, New York, 1986, p. 59, fig. 44), o i doppi ritratti delle Ladies Amabel e Mary (The Cleveland Museum of Art) e di John Spencer e sua sorella (The Duke of Devonshire and the Chatsworth Settlement Trustees). Anche l aderenza di Reynolds ai canoni di perfezione, bellezza e armonia ispirati all arte antica e alla tradizione classicista trova qui un esito originale nell immagine della Henshaw, colta nella freschezza, nella delicatezza, nell ingenuità della sua età.[mp]

20 20 il trevigliese per tutti Corso di lingua nostra 3ª lezione In viaggio 3 ème leçon En voyageant Lesson 3 Travelling Ndèm inacc amò nda a spas Mi scusi Dov è la stazione/aeroporto/fermata degli autobus? Mi sono perso, mi può aiutare? Dove posso trovare un taxi? Vorrei un biglietto per Milano. Sola andata o andata e ritorno? Il treno è in ritardo. Da quale binario parte il treno per Milano? Vorrei denunciare il furto/lo smarrimento dei miei bagagli. Dov è il museo? Giri a destra/sinistra, prosegua dritto per 100 metri. Mi indica il centro città? A che ora è il volo per Praga? Quanto costa un biglietto aereo per Madrid? Quanto dura il volo? Vorrei soggiornare in un albergo vicino alla stazione. Vorrei una camera matrimoniale. Vorrei prenotare un soggiorno di 3 giorni per due persone tutto incluso. Devo fare qualche vaccinazione? Mi consiglia un buon ristorante? C è qualche riduzione per i bambini? Excusez moi Où est la gare/l aéroport/l arrête du bus? Je suis perdu. Pouvez vous m aider? Où est ce que je peux trouver un taxi? Je voudrais un ticket pour Milan. Aller seulement ou aller et retour? Le train est en retard. Quel est le quai pour Milan? Je voudrais porter plainte pour le vol/égarement de mon bagage. Où est le musée? Tournez à droite/gauche, puis tout droit pour 100 mètres. Pouvez vous m indiquer le centre ville? À quelle heure est le départ pour Prague? Combien ça coûte un billet d avion pour Madrid? Combien ça dure le vol? Je voudrais séjourner dans un hôtel près de la gare. Je voudrais une chambre pour deux. Je voudrais réserver un séjour de trois jours pour deux, tout compris. Est ce que je dois me vacciner? Pouvez vous me conseiller un bon restaurant? Y a t il des reductions pour le enfants? Excuse me Where is the train station/airport/bus stop? I am lost, could you help me? Where can I find a cab? A ticket to Milan please. Single or return ticket? The train is late. What platform does the train to Milan leave from? I d like to report the theft/loss of my luggage. Where is the Museum? Turn right/left, straight on for 100 meters. Could you please show me where the town centre is? What time is the flight to Prague? What is the fare for a flight to Madrid? How long is the flight? I'd like to stay in a hotel close to the station. A double room please. I'd like to make a reservation for a 3 day stay for 2 people, all included. Do I need to have any injections? Could you recommend a good restaurant? Is there any discount for kids? l ma scüze ndua l è la stassiù/al reoporto/la fermada di pulman? So pö nduè sò, l poderès mia dam na mà? Ndua i è i tàssi? An biglièt per Milà. Dùma a na o pò vegn ndré? Al treno l ria gnamò. l è nduè l binare de Milà? Gh arèse de fa la denuncia ch i ma ciulàt/che troe pö i valise. l è nduè al museo? Al nàghe a destra/sinistra, al nàghe drécc cèn meter. Per nà n centro sa va nduè? A che ùra l è l aparèchio per nà a Praga? Quàt a l è an biglièt per Madrid? Sa sta sö quat? Ma piasérèss stà n d un albergo tecàt a la stassiù. Na camera matrimuniàl per piezè. Vörerèsse prenutà: trì dé per dù persune, con det töt. G arò mìa de fa ì vacinassiù, nè? Nduè che sa mangia pulito? I bagài i paga meno? glossario camera matrimoniale camera singola suite treno stazione biglietto binario vagone fermata volo aereoplano lenzuola cuscino biancheria per il bagno sapone asciugacapelli colazione vocabulaire chambre à un grand lit chambre à un lit suite train gare billet / ticket quai wagon arrêt vol avion drap oreiller linge savon sèche cheveux petit déjeuner vocabulary double room single room suite train station ticket platform carriage stop flight airplane sheets pillow bathroom towels soap hair dryer breakfast vucabulare camera matrimuniàl camera per vü la camera püsé bèla che ghì treno, liturìna stassiù biglièt binare carossa fermada aparechio reoplàno lensöi cüsì salviète de laàs saù fon culassiù

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI:

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI: COMUNE DI FINALE EMILIA (Provincia di Modena) P.zza Verdi, 1 41034 Finale Emilia (Mo) Tel. 0535-788111 fa 0535-788130 Sito Internet: www.comunefinale.net SERVIZIO URBANISTICA E EDILIZIA PRIVATA AUTOCALCOLO

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

RENDICONTO DI FINE MANDATO

RENDICONTO DI FINE MANDATO MAGGIO 2014 RENDICONTO DI FINE MANDATO ASSESSORATO LL.PP. E VIABILITA ANNO 2009 Sistemazione aiuola via Zanchi per messa in sicurezza fermata ATB Manutenzione straordinaria spalcatura barriera verde Impianti

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

1. E indispensabile da sapere! Les must 1. Sì, è piacevole cominciare con la parola di assenso: sì Oui 2. A volte però non c è scelta, e siamo

1. E indispensabile da sapere! Les must 1. Sì, è piacevole cominciare con la parola di assenso: sì Oui 2. A volte però non c è scelta, e siamo 1. E indispensabile da sapere! Les must 1. Sì, è piacevole cominciare con la parola di assenso: sì Oui 2. A volte però non c è scelta, e siamo costretti a dire no... chi vi sente capisce subito che per

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

SP- 06 SCHEDA PROGETTO S. BARTOLOMEO. Analisi, Obiettivi e Strategie. Progetto. Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni)

SP- 06 SCHEDA PROGETTO S. BARTOLOMEO. Analisi, Obiettivi e Strategie. Progetto. Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni) S. BARTOLOMEO SP- 06 Progetto Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni) All interno del perimetro del PAC devono essere realizzati/ceduti i seguenti servizi: a) S5g - Servizi per la balneazione

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla?

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla? FAQ ITALO PIU 1- Cos è la Carta Italo Più? 2- Cosa puoi fare con Italo Più? 3- Dove e come posso acquistarla? 4- Quanto costa? 5- Come posso ricaricare la carta? 6- Dove posso controllare il saldo ed i

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI Ogni programma è preceduto da una testatina contenente, in forma sintetica, le informazioni relative al viaggio. Lo spazio a disposizione nella scheda è limitato

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 252 approvata il 15 aprile 2015 DETERMINAZIONE: ACQUISTO DI N. 42

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 404 PARTE PRIMA L E G G I - R E G O L A M E N T I DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Art. 2 (Finalità) 1. La Regione con la promozione della progettazione di qualità ed il ricorso alle procedure concorsuali,

Dettagli

Città di Novate Milanese

Città di Novate Milanese Città di Novate Milanese - Provincia di Milano - Cod. Fisc. P. Iva n. 02032910156 Sede municipale di V. Veneto, 18 c.a.p. 20026 Novate Milanese (MI) tel. 02/354731 fax. 02/33240000 lavpubblici@comune.novate-milanese.mi.it

Dettagli

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma PRODOTTO BASE UTENTE INFORMAZIONI SULL EMITTENTE ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo Sede legale e amministrativa Numero telefonico: 800.991.341 Numero fax: 06.87.41.74.25 E-mail

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

"IMPARIAMO A RICICLARE"

IMPARIAMO A RICICLARE COLLEGIO ARCIVESCOVILE Castelli PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE "IMPARIAMO A RICICLARE" (progetto di durata annuale) Anno scolastico 2008/2009 Classi terze e quarte - Scuola primaria FINALITA' Il Progetto

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE AAAA/AAAA DELL AMMINISTRAZIONE QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE AAAA/AAAA DELL AMMINISTRAZIONE QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE AAAA/AAAA QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI TIPOLOGIE RISORSE Entrate aventi destinazione vincolata per legge Entrate acquisite mediante contrazione di

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli