Storia contemporanea comparata ROMANIA-ITALIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Storia contemporanea comparata ROMANIA-ITALIA"

Transcript

1 Storia contemporanea comparata ROMANIA-ITALIA Alba Julia, 4/15 Maggio 2014 Prof. VIVIANA SACCANI Michella Corniola Jessica Vergnani

2 La Romania nella 1^ Guerra mondiale Quando scoppiò la Prima Guerra Mondiale, Romania si dichiarò neutra. Dopo due anni, nell agosto 1916 si associò agli Alleati. La guerra terminò l'11 novembre 1918 e le vennero restituite la Basarabia e la Bucovina. Il 1 dicembre 1918 si votò a Blaj, in presenza di oltre delegati l Unione della Transilvania con la Romania, realizzandosi così l unità di tutti i romeni in un solo stato

3 La Romania nella 2^ Guerra mondiale e l ascesa della dittatura di ANTONESCU Dopo lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, alla Romania furono tolte dalla Russia, la Basarabia, il nord della Bucovina e la provincia Herţa, e in seguito al Trattato di Vienna del 30 agosto 1940, la Germania e l Italia diedero all Ungheria il nord-est della Transilvania. La crisi dell estate del 1940 portò all abdicazione di Carlo II in favore di suo figlio, Michele minorenne ed il governo della Romania fu preso dal generale Ion Antonescu che dirigeva Guardia di Ferro, sperando così in un aiuto da parte della Germania. Di conseguenza, Romania entrò in guerra, come alleata della Germania, contro l Unione Sovietica tra gli anni Ion Antonescu

4 Nel 1944, il 23 agosto, il re Michele I comandò l arresto di Ion Antonescu. Il nuovo governo della Romania dichiarò guerra alla Germania il 24 agosto 1944, portando il suo potenziale economico e militare per il sostentamento dell Alleanza delle Nazioni Unite. Re Michele I Il governo fu preso con la forza dai comunisti sostenuti dal potere russo, il 6 marzo In seguito al Trattato di Parigi, del 10 febbraio 1947, alla Romania fu riconsegnato il nord-est della Transilvania, mentre la Basarabia ed il nord della Bucovina (Repubblica Moldova di oggi) restarono all U.R.S.S. Dopo l abdicazione del re Michele I, fu proclamata la Repubblica Popolare Romena il 30 dicembre STORIA RECENTE La dittatura di Ceausescu durò 24 anni e terminò dopo la rivolta popolare il 22 dicembre del 1989 (furono però 45 gli anni complessivi vissuti sotto il regime comunista: ). Durante la rivolta i morti furono circa 1100 ed i feriti tra 4000 e 5000.

5 Una pagina storia in comune: LA PERSECUZIONE degli EBREI Una celebrazione in Romania per ricordare l'olocausto -

6 La persecuzione degli EBREI in ROMANIA Gli ebrei in Romania sono presenti sin dal II secolo. Nel1878 la Romania diventò uno Stato indipendente e agli ebrei vennero concessi gli stessi diritti di cui godevano tutti; ma su ne godevano solo 2.000, questo favorì l'emigrazione della popolazione ebraica in Palestina e negli USA. Nel 1910 fu emanato un articolo che chiedeva la segregazione degli ebrei,questo fu poi abolito nel perché non era più possibile continuare a discriminare persone (secondo il censimento del 1930). Una famiglia ebrea dinanzi alla sua casa distrutta durante il pogrom di Chisinau (Kishinev) del 1903 Con l'entrata in guerra della Romania cominciarono i massacri e le deportazioni e dai individui che formavano le comunità ebraiche ne rimasero alla fine della guerra.

7 L emanazione delle leggi razziali dopo l ascesa del generale Antonescu giunto al potere insieme ai vertici della "Guardia di Ferro" L'8 agosto 1940 vennero emanate due leggi: la prima definiva gli Ebrei e la seconda imponeva una serie di restrizioni. 1. Venivano definiti Ebrei non solo coloro che professavano la religione ebraica ma anche i bambini battezzati figli di Ebrei. Anche le mogli ebree convertite ricaddero nella definizione. 2. La seconda legge introdusse il divieto di matrimoni misti e l'espulsione dagli impieghi pubblici, dai giornali, dai consigli d'amministrazione delle aziende, dagli ordini professionali. Queste leggi furono gli ultimi atti dei governi controllati da re Carol.

8 MASSACRO DI ODESSA Fu uno dei massacri più significativi, è avvenuto in una cittadina ucraina. Qui vennero uccisi o bruciati tra e ebrei. Dei 6 milioni di ebrei morti provenivano dalla Romania.

9 L ascesa al potere di Mussolini e l inizio della dittatura Il 23 marzo 1919 Benito Mussolini, assieme ad un gruppo di ex combattenti, futuristi e repubblicani fondava a Milano i fasci italiani di combattimento. Nel 1921 il movimento si trasformò in Partito Nazionale Fascista con a capo Mussolini. Dopo la marcia su Roma del 28 ottobre del 22 da parte di fascisti, per paura, Vittorio Emanuele III ordinò a Mussolini di formare il governo. In politica estera Mussolini cominciò ad attuare una politica espansionistica conquistando l Etiopia nel 35. Nel 36 Italia e Germania stipularono un accordo, l asse Roma Berlino, un asse attorno al quale dovevano ruotare gli altri popoli d Europa.

10 La propaganda in Italia dopo le leggi razziali del settembre del 38

11 Il campo di transito di Fossoli A circa sei chilometri da CARPI, in località Fossoli rimangono ancora le tracce visibili di quello che, nel corso del 1944, è diventato il Campo poliziesco e di transito utilizzato dalle SS come anticamera dei Lager del Reich. Il campo di Fossoli nacque come campo di PRIGIONA E CONCENTRAMENTO Situato nell'omonima località dell'emilia-romagna, allestito dagli italiani nel Fu successivamente utilizzato dalla Repubblica Sociale Italiana e quindi direttamente dalle SS come principale CAMPO DI CONCENTRAMENTO E TRANSITO (in lingua tedesca: Polizei- und Durchgangslager) per la deportazione in Germania di ebrei e oppositori politici

12 I CIRCA PRIGIONIERI POLITICI E RAZZIALI che passarono da Fossoli ebbero come tragiche destinazioni i campi di AUSCHWITZ-BIRKENAU, DACHAU, BUCHENWALD, FLOSSENBURG Dalla stazione di Carpi partono, in sette mesi di attività del campo, 8 convogli ferroviari, 5 dei quali destinati ad Auschwitz. Sul primo diretto verso questa meta, il 22 febbraio, viaggia anche Primo Levi che rievoca la sua breve esperienza a Fossoli nelle prime pagine di "Se questo e un uomo" e nella poesia "Tramonto a Fossoli". Ben 2844 ebrei passarono per il campo di Fossoli, di questi ben 2802 furono deportati. NELL AGOSTO DEL 44 FU ABBANDONATO dalle SS che trasferirono la loro attività concentrazionaria ai fini della deportazione a Bolzano.

13 Campo di concentramento e sterminio di San Sabba Lo stabilimento per la pilatura del riso La Risiera di San Sabba è un complesso costruito nel 1913 nel rione di San Sabba. La Risiera, oltre ad essere usata come campo di smistamento di oltre 8000 ebrei deportati provenienti dalle Province orientali, Solveni e Croati, destinati agli altri campi di concentramento nazisti. Fu quindi ADOPERATA IN PARTE ANCHE COME LAGER, luogo di detenzione, tortura ed eliminazione di prigionieri sospettati di attività sovversiva nei confronti delle regime nazista. Fu campo di PRIGIONIA PROVVISORIO PER I MILITARI ITALIANI CATTURATI.

14 I prigionieri più pericolosi venivano invece uccisi nella risiera tramite un colpo di mazza alla nuca o tramite fucilazione. C'era un FORNO CREMATORIO per i cadaveri: questo forno venne ricavato da un essiccatoio in cui in precedenza veniva asciugato il riso. I nazisti, dopo aver utilizzato per le esecuzioni i più svariati metodi, come la morte PER GASSAZIONE utilizzando automezzi appositamente attrezzati, si servirono all'inizio del 1944 dell'essiccatoio della risiera, prima di trasformarlo definitivamente in un forno crematorio. Il primo utilizzo come forno crematorio lo si ebbe IL 4 APRILE 1944 con la cremazione di una settantina di cadaveri di ostaggi fucilati il giorno precedente in località limitrofe. Da allora, fino alla data della liberazione, il forno crematorio fu adoperato per bruciare i corpi di OLTRE 3500 PRIGIONIERI DELLA RISIERA, soppressi direttamente dal personale carcerario ivi operante. Joseph Oberhauser, ultimo comandante della Risiera pur riconosciuto colpevole e condannato all'ergastolo, rimase a fare il birraio a Monaco di Baviera perché l'estradizione tra l'italia e la Germania è legalmente possibile solo per crimini commessi dopo il 1948.

GIORNATA DELLA MEMORIA 25 GENNAIO 2013

GIORNATA DELLA MEMORIA 25 GENNAIO 2013 GIORNATA DELLA MEMORIA 25 GENNAIO 2013 RACCONTIAMO DI LUOGHI E DI FATTI CHE NON DEVONO ESSERE DIMENTICATI RICORDIAMO COLORO CHE HANNO AVUTO IL CORAGGIO DI SCEGLIERE IL BENE Classe v Scuola Primaria di

Dettagli

IL CAMPO DI CONCENTRAMENTO

IL CAMPO DI CONCENTRAMENTO IL CAMPO DI CONCENTRAMENTO Era il Konzentrationslager (campo di concentramento in tedesco). Il campo di concentramento di Auschwitz fu uno dei tre campi principali che formavano il complesso concentrazionario

Dettagli

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia L inizio del conflitto: l invasione della Polonia La seconda Guerra Mondiale scoppiò nel 1939 dopo l invasione della Polonia da parte dei Tedeschi. La Repubblica Polacca non accettò le imposizioni tedesche

Dettagli

IL NAZISMO LE PREMESSE:

IL NAZISMO LE PREMESSE: IL NAZISMO LE PREMESSE: Dopo la Guerra la Germania si trovò in una condizione peggiore dell'italia. Le condizioni di Pace avevano cercato di umiliare la Nazione che era ritenuta responsabile della guerra,

Dettagli

Mario Teglio LA MIA VITA CON LE LEGGI RAZZIALI DEL1938 CONSEGUENZE DELLA LEGGE SULLA MIA FAMIGLIA

Mario Teglio LA MIA VITA CON LE LEGGI RAZZIALI DEL1938 CONSEGUENZE DELLA LEGGE SULLA MIA FAMIGLIA Mario Teglio LA MIA VITA CON LE LEGGI RAZZIALI DEL1938 CONSEGUENZE DELLA LEGGE SULLA MIA FAMIGLIA Siamo nel 1938 e la mia famiglia, composta da 5 persone (i miei genitori e noi tre figli), viveva come

Dettagli

Il Lager di Bolzano. Note storiche e documenti. di Carla Giacomozzi, Giuseppe Paleari 2006. Progetto Storia e memoria: il Lager di Bolzano

Il Lager di Bolzano. Note storiche e documenti. di Carla Giacomozzi, Giuseppe Paleari 2006. Progetto Storia e memoria: il Lager di Bolzano Il Lager di Bolzano Note storiche e documenti di Carla Giacomozzi, Giuseppe Paleari 2006 Progetto Storia e memoria: il Lager di Bolzano IL NOME Il nome ufficiale del Lager di Bolzano era: Pol.-Durchgangslager

Dettagli

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore Il nazismo al potere La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo Lezioni d'autore Dal sito: www.biography.com La Repubblica di Weimar (1919-1933) 3 ottobre 1918: Il Reich tedesco-prussiano

Dettagli

Lungo cammino verso la libertà. I genocidi parte Il genocidio degli ebrei

Lungo cammino verso la libertà. I genocidi parte Il genocidio degli ebrei Lungo cammino verso la libertà Corso introduttivo alla conoscenza dei diritti umani e delle loro violazioni I genocidi parte Il genocidio degli ebrei XIX INCONTRO Video invettive Quando venne presa la

Dettagli

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Storia contemporanea n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Anno Accademico 2011/2012 1 9. La seconda guerra mondiale Le origini e le responsabilità: A provocare il conflitto è la politica

Dettagli

Gennaio 1919 viene eletta una Assemblea Costituente. Ad Agosto viene presentata la Costituzione di Weimar Giugno 1919 viene firmata la pace di

Gennaio 1919 viene eletta una Assemblea Costituente. Ad Agosto viene presentata la Costituzione di Weimar Giugno 1919 viene firmata la pace di Progetto Auschwitz Percorso per: - un introduzione storica sull avvento del nazismo e sull ideologia nazista; - per riflettere sul senso di un regime totalitario - per riflettere sulla progressiva legislazione

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

La mia storia in breve

La mia storia in breve La mia storia in breve Ho vissuto in prima persona e molto intensamente, gli avvenimenti della seconda guerra mondiale che hanno portato l Italia a diventare una Repubblica. Il mese d agosto del 1943,

Dettagli

Il nazismo al potere La Repubblica di Weimar iperinflazione Reich tedesco-prussiano

Il nazismo al potere La Repubblica di Weimar iperinflazione Reich tedesco-prussiano Il nazismo al potere La Repubblica di Weimar Il breve periodo della Repubblica di Weimar è rimasto impresso nella memoria collettiva del popolo tedesco e dell Europa come quello della cosiddetta iperinflazione,

Dettagli

Medio Oriente e mondo islamico

Medio Oriente e mondo islamico Unità 13 Medio Oriente e mondo islamico L UNITà IN BREVE Unità 13 Medio Oriente e mondo islamico 1. Guerre mondiali, sionismo e risveglio musulmano Nel 1914, l impero ottomano aveva perso tutti i suoi

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia.

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. La Francia e l Inghilterra a loro volta intervennero a sua difesa. Cosi Hitler

Dettagli

La rivoluzione francese

La rivoluzione francese La rivoluzione francese Comunque la si giudichi, qualunque interpretazione se ne dia, non si può negare che la rivoluzione francese rappresenti una svolta nella storia: il mondo dopo di essa sarà diverso.

Dettagli

Antonella Pulvirenti www.maestrantonella.it

Antonella Pulvirenti www.maestrantonella.it SECOLO/ XV sec = 1400 (dal 1400 al 1500) RINASCIMENTO XVI sec = 1500 (dal 1500 al 1600) XVII sec = 1600 XVIII sec = 1700 (dal 1700 al 1800) SCOPERTA DELL AMERICA (1492) RIFORMA PROTESTANTE (1517) GUERRE

Dettagli

L abolizione della pena di morte in Italia

L abolizione della pena di morte in Italia L abolizione della pena di morte in Italia 1. Dal Medioevo all Ottocento: il primato della Toscana. La pena capitale cominciò ad essere applicata in Italia dall Imperatore Enrico II, all inizio dell XI

Dettagli

IL FASCISMO 1919-1943

IL FASCISMO 1919-1943 IL FASCISMO 1919-1943 Origini del fascismo 1919-1921 Il fascismo prende il potere 1922-1924 Diventa una regime totalitario di massa (dittatura) 1925-1943 Le origini del Fascismo 1919-1921 Dalla crisi economica

Dettagli

La società francese. Nobiltà

La società francese. Nobiltà 1. Nuovi ideali e crisi economica demoliscono l antico regime La Rivoluzione francese, insieme a quella americana, è giustamente considerata uno dei momenti essenziali della nostra storia e della nostra

Dettagli

PIAZZA SAN PIETRO BASILICA DI SAN PIETRO CAPPELLA SISTINA GUARDIE SVIZZERE CASTEL S.ANGELO STATUA DEL MOSE

PIAZZA SAN PIETRO BASILICA DI SAN PIETRO CAPPELLA SISTINA GUARDIE SVIZZERE CASTEL S.ANGELO STATUA DEL MOSE ARCO DI TITO SINAGOGA PIAZZA SAN PIETRO BASILICA DI SAN PIETRO CAPPELLA SISTINA GUARDIE SVIZZERE CASTEL S.ANGELO PANTHEON STATUA DEL MOSE COLOSSEO S. GIOVANNI IN LATERANO PALAZZO DEL QUIRINALE STATUA DI

Dettagli

Avvicinare la memoria: la deportazione in Europa nei Lager nazisti

Avvicinare la memoria: la deportazione in Europa nei Lager nazisti Fondazione Memoria della Deportazione Biblioteca Archivio Pina e Aldo Ravelli Centro Studi e Documentazione sulla Resistenza e sulla Deportazione nei lager nazisti ONLUS Via Dogana 3 20123 Milano, tel.

Dettagli

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA 1848-1849 La Prima Guerra d Indipendenza Nel 1848 un ondata rivoluzionaria investì quasi tutta l Europa. La ribellione scoppiò anche nel Veneto e nella Lombardia,

Dettagli

Storia e geografia di Auschwitz

Storia e geografia di Auschwitz Storia e geografia di Auschwitz PRESENTAZIONE DEL CAMPO DI AUSCHWITZ A U L A M A G N A I S T I T U T O T U L L I O B U Z Z I P R A T O, 2 5 N O V E M B R E 2 0 1 0 M A R I A C R I S T I N A C A P U T I

Dettagli

Viaggio della memoria 29 30 31 gennaio 2013, noi c eravamo

Viaggio della memoria 29 30 31 gennaio 2013, noi c eravamo Viaggio della memoria 29 30 31 gennaio 2013, noi c eravamo Il sottocampo di Gusen All inizio del dicembre 1939 ebbe inizio la costruzione di Gusen I, campo di lavoro dipendente da quello centrale di Mauthausen

Dettagli

PROGETTO STRANIERI STORIA

PROGETTO STRANIERI STORIA Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 9 1600-1700 A cura di Maurizio Cesca PROGETTO STRANIERI SMS Maffucci-Pavoni Milano pag. 1 L Europa dal

Dettagli

dal sito Lager e deportazione Audiovisite: Lager di Mauthausen

dal sito Lager e deportazione Audiovisite: Lager di Mauthausen Percorso di visita autoguidata al Lager di Mauthausen Città di Nova Milanese, Biblioteca Civica Popolare, Archivio Storico Dal sito Lageredeportazione Audio guida al Lager di Mauthausen A cura di Giuseppe

Dettagli

Rivoluzione francese

Rivoluzione francese 2 3 4 1 5 6 7 8 9 10 11 12 13 Orizzontali 2. Governo moderato che si instaurò al termine della Rivoluzione 5. Importante esponente della Rivoluzione 7. Catturarono Luigi XVI 8. La fortezza di Parigi 10.

Dettagli

Liceo Tasso Il viaggio della Memoria 2012

Liceo Tasso Il viaggio della Memoria 2012 Liceo Tasso Il viaggio della Memoria 2012 Al professor Sandro Baldi e alla presidenza del Liceo classico T. Tasso di Roma Da domenica 1 a martedì 3 aprile 2012 si è tenuto il Viaggio della Memoria, patrocinato

Dettagli

L apogeo di Luigi XIV guerra di devoluzione guerra d Olanda supremazia francese La fine della supremazia francese coalizione antifrancese

L apogeo di Luigi XIV guerra di devoluzione guerra d Olanda supremazia francese La fine della supremazia francese coalizione antifrancese Dal 500 fino alla pace di Westfalia che mette fine alla guerra dei Trent anni (1618-48), Francia e Impero si sono scontrati, in Italia e nell area tedesca, per la supremazia in Europa. Impedendo agli Asburgo

Dettagli

Il Fascismo in Italia (1922-1936)

Il Fascismo in Italia (1922-1936) Il Fascismo in Italia (1922-1936) Le fasi del fascismo 1. Fase legalitaria (1922-1924) I Fascisti fanno parte di un governo di coalizione. Termina con le elezioni del 1924 e l uccisione di Matteotti. 2.

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

GIORGIO PERLASCA. La storia maestra di vita

GIORGIO PERLASCA. La storia maestra di vita GIORGIO PERLASCA La storia maestra di vita Bibliografia: Enrico Deaglio, La banalità del bene. Storia di Giorgio Perlasca, Feltrinelli Giorgio Perlasca, L impostore, Il Mulino Dalbert Hallenstein e Carlotta

Dettagli

Spunti bibliografici:

Spunti bibliografici: Lo sport: un diritto dell uomo? Le Olimpiadi di Berlino (1936) : storie di uomini e donne durante il nazismo. Rimini, 18 gennaio 2007 ore 15, Cineteca Comunale. Laboratorio per gli studenti nell ambito

Dettagli

I Cristiani e gli Ebrei

I Cristiani e gli Ebrei I Cristiani e gli Ebrei La casa del Papa: Basilica di San Pietro e Musei Vaticani Le catene di San Pietro e la neve estiva nella Basilica di San Pietro in vincoli e nella Basilica di Santa Maria Maggiore

Dettagli

Gli omnibus a vapore

Gli omnibus a vapore L automobile I trasporti urbani Le strade ferrate non fornivano alle città un efficiente mezzo di trasporto interno. Per questo furono necessari gli omnibus a cavalli e poi i tram, i quali consentirono

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale CAUSE POLITICHE 1. Le cause Contrasti Francia Germania per l Alsazia Lorena Contrasto Italia Impero Austro Ungarico per Trento e Trieste Espansionismo di Austria, Russia e Italia

Dettagli

Il Museo Statale di Auschwitz-Birkenau: quali attività per mantenere i resti del complesso concentrazionario e per commemorarne le vittime

Il Museo Statale di Auschwitz-Birkenau: quali attività per mantenere i resti del complesso concentrazionario e per commemorarne le vittime Comune di Bolzano / Assessorato alla Cultura / Archivio Storico Comune di Nova Milanese / Assessorato alla Cultura / Biblioteca Civica Popolare Giorno della Memoria 2003 Deportazione: fonti per conoscere

Dettagli

Le categorie protette dal diritto internazionale umanitario

Le categorie protette dal diritto internazionale umanitario Diritto internazionale umanitario (DIU) Le categorie protette dal diritto internazionale umanitario Elena Castiglione Vds Roma Nord Istruttore DIU Monitore CRI Istruttore TI PS Che cosa è il Diritto Internazionale

Dettagli

Percorsi di confine. Trieste / Gorizia / Nova Gorica Redipuglia / Caporetto

Percorsi di confine. Trieste / Gorizia / Nova Gorica Redipuglia / Caporetto Percorsi di confine Trieste / Gorizia / Nova Gorica Redipuglia / Caporetto Laboratori di storia a cielo aperto a.s. 2014-2015 Non semplici gite, ma percorsi alla scoperta dei luoghi della memoria e delle

Dettagli

PRIMA GUERRA MONDIALE

PRIMA GUERRA MONDIALE Capitolo 4L A PRIMA GUERRA MONDIALE Il mondo durante la Prima Guerra Mondiale Alle origini del conflitto Nel 1914 l Europa era percorsa da molteplici tensioni e da rivalità profonde tra gli Stati, che

Dettagli

Intervista di Biagi a Primo Levi

Intervista di Biagi a Primo Levi Intervista di Biagi a Primo Levi Levi come ricorda la promulgazione delle leggi razziali? Non è stata una sorpresa quello che è avvenuto nell estate del 38. Era luglio quando uscì Il manifesto della razza,

Dettagli

Storia del campo di concentramento di Mauthausen

Storia del campo di concentramento di Mauthausen Hans Maršálek Storia del campo di concentramento di Mauthausen Documentazione 9. Sono sano sto bene 65 9. Sono sano sto bene A certi prigionieri era permesso, una volta al mese, di scrivere una lettera

Dettagli

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Unità 1 Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Itinerario 1 Il cammino degli Stati europei 10 Le origini dell Europa 10 Un continente diverso dagli altri 10 L Europa romana e medievale 12 L Impero

Dettagli

Insegnare la storia contemporanea in Europa

Insegnare la storia contemporanea in Europa R D 30 FONDAZONE PER LA SCUOLA nsegnare la storia contemporanea in Europa Tema di una ricerca promossa dalla Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo, l insegnamento della storia contemporanea

Dettagli

IL FASCISMO. La via italiana al totalitarismo

IL FASCISMO. La via italiana al totalitarismo IL FASCISMO La via italiana al totalitarismo LA MARCIA SU ROMA La Marcia su Roma (inizia il 27 ottobre) colpisce lo Stato nel pieno disfacimento dei suoi poteri. Facta si dimette il 28 ottobre. Il Re,

Dettagli

Preliminari di guerra

Preliminari di guerra Preliminari di guerra Le vittorie diplomatiche di Hitler Marzo 1938. L Austria viene annessa al Reich (ANSCHLUSS) Questione dei Sudeti. Accordi di Monaco (29-30 settembre 1938) Entro il marzo 1939 tutta

Dettagli

GIAPPONE. ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte

GIAPPONE. ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte GIAPPONE ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte 1913/1920 grande sviluppo industriale e urbano: occupazione mercato asiatico Con la pace: crisi economica, revanchismo.

Dettagli

Il Giorno del Ricordo, ricorrenza nazionale di cui oggi celebriamo il decimo anniversario dell istituzione, ha contribuito a far conoscere la storia

Il Giorno del Ricordo, ricorrenza nazionale di cui oggi celebriamo il decimo anniversario dell istituzione, ha contribuito a far conoscere la storia Signor Presidente del Senato, Signor Prefetto, signora Presidente della Regione, Signor Sindaco di Trieste, Signori rappresentanti delle Associazioni degli esuli, gentili ospiti, la giornata odierna è

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE

LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA SOCIETÀ FRANCESE NEL 1700 In Francia, nel 1700, il re Luigi XVI ha tutti i poteri. I nobili sono amici del re. I nobili hanno molti privilegi. Anche il clero (vescovi e cardinali)

Dettagli

Percorso di visita autoguidata al Lager di Mauthausen

Percorso di visita autoguidata al Lager di Mauthausen Percorso di visita autoguidata al Lager di Mauthausen Capire e rispettare Ti appresti a visitare ciò che resta del Lager nazista di Mauthausen cercando di leggere quei pochi segni originari ancora presenti

Dettagli

Il Risorgimento. Com era l Italia dopo il Congresso di Vienna, ossia prima del Risorgimento?

Il Risorgimento. Com era l Italia dopo il Congresso di Vienna, ossia prima del Risorgimento? Il Risorgimento Risorgimento (una definizione semplice): Si chiama Risorgimento la serie di avvenimenti che portano l Italia, nel corso dell Ottocento, all unità e all indipendenza. L Italia diventa un

Dettagli

L eccidio di Kos, ottobre 1943. Un buon libro su una tragedia dimenticata e qualche appunto su una vicenda minore

L eccidio di Kos, ottobre 1943. Un buon libro su una tragedia dimenticata e qualche appunto su una vicenda minore Per il 150 anniversario dell Unità d Italia, 65 della Repubblica e 64 della fondazione dell Istituto storico della Resistenza in Piemonte il 13 aprile 2011 si è tenuta a Torino, presso il Circolo degli

Dettagli

Nel campo di Auschwitz

Nel campo di Auschwitz Primo Levi Primo Michele Levi (Torino, 31 luglio 1919 Torino, 11 aprile 1987) è stato uno scrittore, partigiano e chimico italiano, autore di racconti, memorie, poesie romanzi. Nel 1943 fu catturato dai

Dettagli

Liceo Scientifico, Classico, Socio-Psico-Pedagogico Leonardo da Vinci di Terracina (LT) Ricerca a cura di: Prof.ssa Emma Filomena Livoli

Liceo Scientifico, Classico, Socio-Psico-Pedagogico Leonardo da Vinci di Terracina (LT) Ricerca a cura di: Prof.ssa Emma Filomena Livoli Liceo Scientifico, Classico, Socio-Psico-Pedagogico Leonardo da Vinci di Terracina (LT) Ricerca a cura di: Prof.ssa Emma Filomena Livoli 70 anni... portati bene! Il Liceo scientifico di Terracina è nato

Dettagli

Storia contemporanea. Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16

Storia contemporanea. Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16 Storia contemporanea Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16 GIOLITTI 1892-93 1893 dimissioni scandalo Banca romana 1903-1905 1906-1907 1911-1914 GIOLITTI Liberale, abile e scrupoloso

Dettagli

Storia e civiltà d'italia. Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org. Opava

Storia e civiltà d'italia. Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org. Opava Storia e civiltà d'italia Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org Opava Ideologia fascista? Il fascismo nasce come movimento, non come pensiero politico. La parola

Dettagli

II Guerra Mondiale CRONOLOGIA militare

II Guerra Mondiale CRONOLOGIA militare II Guerra Mondiale CRONOLOGIA militare 1931-1939 Gli eventi anticipatori 18 Settembre 1931 Il Giappone invade la Manciuria. Luglio 1936 La guerra civile spagnola (luglio 1936 - aprile 1939) 2 Ottobre 1935

Dettagli

Il canto del sottufficiale Stark tratto da L istruttoria Oratorio in undici canti Opera teatrale del drammaturgo tedesco Peter Weiss.

Il canto del sottufficiale Stark tratto da L istruttoria Oratorio in undici canti Opera teatrale del drammaturgo tedesco Peter Weiss. La classe III A presenta: Il canto del sottufficiale Stark tratto da L istruttoria Oratorio in undici canti Opera teatrale del drammaturgo tedesco Peter Weiss. Il dramma si basa sulle note prese da Weiss

Dettagli

PIAZZA VENEZIA LA PICCOLA PIAZZA VENEZIA, NEL 1870

PIAZZA VENEZIA LA PICCOLA PIAZZA VENEZIA, NEL 1870 PIAZZA VENEZIA LA PICCOLA PIAZZA VENEZIA, NEL 1870 A DESTRA, PALAZZO VENEZIA; IN FONDO, PALAZZETTO VENEZIA CHE SARA INTERAMENTE SMONTATO E RIMONTATO ALCUNE DECINE DI METRI PIU INDIETRO PER DARE SPAZIO

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 222 del 27/06/2014

Delibera della Giunta Regionale n. 222 del 27/06/2014 Delibera della Giunta Regionale n. 222 del 27/06/2014 Dipartimento 54 - Dipartimento Istr., Ric., Lav., Politiche Cult. e Soc. Direzione Generale 11 - Direzione Generale Istruzione, Formazione,Lavoro e

Dettagli

INDICE L AVVENTO DI HITLER IN GERMANIA

INDICE L AVVENTO DI HITLER IN GERMANIA INDICE L AVVENTO DI HITLER IN GERMANIA LA GUERRA DI SPAGNA LA SITUAZIONE DELL EUROPA PRIMA DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE IL PATTO D ACCIAIO L EUROPA SOTTO IL DOMINIO NAZISTA L INVASIONE DELLA FRANCIA L

Dettagli

LE NOSTRE VOCI. Istituto Comprensivo F. DE SANCTIS. Via Peraine -Moiano (B.) Sito web icmoiano.gov.it. Docente: Tollerante Agnese

LE NOSTRE VOCI. Istituto Comprensivo F. DE SANCTIS. Via Peraine -Moiano (B.) Sito web icmoiano.gov.it. Docente: Tollerante Agnese . LE NOSTRE VOCI Istituto Comprensivo F. DE SANCTIS Via Peraine -Moiano (B.) Sito web icmoiano.gov.it Docente: Tollerante Agnese Classe III B -Febbraio 2014 SOMMARIO Il giorno 27 il ricordo della shoah

Dettagli

Il crollo dello stato liberale e l avvento del fascismo

Il crollo dello stato liberale e l avvento del fascismo L Italia fascista Il crollo dello stato liberale e l avvento del fascismo La nascita e l affermazione del Fascismo La prima riunione del movimento dei fasci di combattimento si tenne a Milano nel 1919.

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 592 DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE d iniziativa del senatore COSSIGA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA L 8 GIUGNO 2006 Riconoscimento del diritto di autodeterminazione

Dettagli

Notizie in breve Esteri Italia. pag. 1 pag. 2

Notizie in breve Esteri Italia. pag. 1 pag. 2 N.102 25 gennaio 2005 aggiornate alle ore 13.00 del lunedì Notizie in breve Esteri Italia pag. 1 pag. 2 Notizie per parlare Tragedia familiare a Padova Il gioco del Lotto: la follia del 53 Il Giorno della

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE (1789-1799)

LA RIVOLUZIONE FRANCESE (1789-1799) LA RIVOLUZIONE FRANCESE (1789-1799) COSA FU Fu un periodo di radicale e a tratti violento sconvolgimento sociale, politico e culturale occorso in Francia tra il 1789 e il 1799, i cui effetti principali

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

Si può sempre dire un sì o un no :

Si può sempre dire un sì o un no : Si può sempre dire un sì o un no : in viaggio per allargare il perimetro della nostra coscienza E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: noi ricordiamo. Ecco dove alla

Dettagli

Lo scoppio della guerra fredda

Lo scoppio della guerra fredda Lo scoppio della guerra fredda 1) 1945: muta la percezione americana dell URSS da alleato ad avversario e nemico 2) 1946: ambio dibattito interno all amministrazione Truman sulla svolta in politica estera

Dettagli

La Corte di giustizia precisa le condizioni alle quali a un disertore proveniente da uno Stato terzo può essere concesso asilo nell Unione europea

La Corte di giustizia precisa le condizioni alle quali a un disertore proveniente da uno Stato terzo può essere concesso asilo nell Unione europea Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 20/15 Lussemburgo, 26 febbraio 2015 Stampa e Informazione Sentenza nella causa C-472/13 Andre Lawrence Shepherd / Bundesrepublik Deutschland

Dettagli

La nostra storia e la storia degli altri. Viaggio intorno al Confine Orientale. Viaggio di studio 25-29 marzo 2009

La nostra storia e la storia degli altri. Viaggio intorno al Confine Orientale. Viaggio di studio 25-29 marzo 2009 La nostra storia e la storia degli altri Viaggio intorno al Confine Orientale Istituto storico grossetano della Resistenza e dell età contemporanea Regione Toscana Istituto storico della Resistenza in

Dettagli

Napoleone, la Francia, l l Europa

Napoleone, la Francia, l l Europa L Età napoleonica Napoleone, la Francia, l l Europa Nel 1796 Napoleone intraprese la campagna d d Italia. Tra il 1796 e il 1799 l l Italia passò sotto il dominio francese. Nacquero alcune repubbliche(cisalpina,

Dettagli

STORIA 10. Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 10 L ILLUMINISMO E LE GRANDI RIVOLUZIONI

STORIA 10. Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 10 L ILLUMINISMO E LE GRANDI RIVOLUZIONI Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 10 L ILLUMINISMO E LE GRANDI RIVOLUZIONI A cura di Maurizio Cesca PROGETTO STRANIERI SMS Maffucci-Pavoni

Dettagli

- GUSEN CASTELLO DI HARTHEIM MAUTHAUSEN - DACHAU

- GUSEN CASTELLO DI HARTHEIM MAUTHAUSEN - DACHAU Durata del viaggio: 4 giorni/3 notti (in pullman gran turismo) Data di partenza da GENOVA: Venerdì 08 Maggio 2015 Città di transito: SALISBURGO LINZ - MONACO DI BAVIERA Campi da visitare: EBENSEE - GUSEN

Dettagli

La vita quotidiana durante la guerra

La vita quotidiana durante la guerra La vita quotidiana durante la guerra 1936: il discorso di Giuseppe Motta Ascoltiamo il discorso pronunciato da Giuseppe Motta, allora Consigliere federale, e quindi leggiamo il testo qui sotto riportato

Dettagli

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea?

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea? L Europa in sintesi Cos è l Unione europea? È europea È un unione = si trova in Europa. = unisce paesi e persone. Guardiamola più da vicino: cosa hanno in comune gli europei? Come si è sviluppata l Unione

Dettagli

Il progetto, nato da una collaborazione tra le Biblioteche Civiche Torinesi e il Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei

Il progetto, nato da una collaborazione tra le Biblioteche Civiche Torinesi e il Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei 2010 Il progetto, nato da una collaborazione tra le Biblioteche Civiche Torinesi e il Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà, presenta una serie di proposte

Dettagli

Diritto Internazionale Umanitario. Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone

Diritto Internazionale Umanitario. Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone Diritto Internazionale Umanitario Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone DIRITTO Insieme di regole esterne alla morale o alla religione che disciplinano i rapporti sociali NAZIONALE: insieme di norme

Dettagli

DISCORSO DEL MAGNIFICO RETTORE PROF.SSA CRISTIANA COMPAGNO

DISCORSO DEL MAGNIFICO RETTORE PROF.SSA CRISTIANA COMPAGNO CARNIA 1944. UN ESTATE DI LIBERTÀ INCONTRO SULL ESPERIENZA DELLA REPUBBLICA LIBERA DELLA CARNIA ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA martedì 29 maggio 2012, ore 11 Aula Magna di Piazzale Kolbe

Dettagli

L'Europa cristiana si espande: la Reconquista e le Crociate

L'Europa cristiana si espande: la Reconquista e le Crociate L'Europa cristiana si espande: la Reconquista e le Crociate Cristiani e musulmani nell'xi secolo Fra mondo cristiano e mondo musulmano erano continuati, nel corso del Medioevo, gli scambi commerciali e

Dettagli

La Svizzera e l oro nazista

La Svizzera e l oro nazista La Svizzera e l oro nazista Sintesi del rapporto intermedio della Commissione Indipendente d Esperti Svizzera Seconda Guerra Mondiale La Svizzera e l oro nazista Sintesi del rapporto intermedio della Commissione

Dettagli

LEGGI RAZZIALI e PERSECUZIONE ITALIANA dei CITTADINI EBREI

LEGGI RAZZIALI e PERSECUZIONE ITALIANA dei CITTADINI EBREI LEGGI RAZZIALI e PERSECUZIONE ITALIANA dei CITTADINI EBREI La società civile amanteana ha già, con sempre maggiore commozione e ricordo, iniziato la celebrazione del Giorno della Memoria, che culminerà

Dettagli

Ciampi a Sesto San Giovanni ricorda gli scioperi del 1944

Ciampi a Sesto San Giovanni ricorda gli scioperi del 1944 L incontro con la cittadinanza e con gli ex deportati Un convegno di studi storici della Fondazione Isec sul tema L Italia alla metà del XX secolo Ciampi a Sesto San Giovanni ricorda gli scioperi del 1944

Dettagli

Emissioni in tempo di guerra

Emissioni in tempo di guerra Emissioni in tempo di guerra Prima guerra mondiale Campo di concentramento dell Asinara I biglietti creati per la circolazione dei campi di prigionia ripetono le caratteristiche della carta moneta a corso

Dettagli

Pronto, qui Prima linea - Cisterna d'asti 13/11/14

Pronto, qui Prima linea - Cisterna d'asti 13/11/14 1 2 1968-1969 la grande contestazione nelle Università 12 dicembre 1969 strage di piazza Fontana 17 morti 88 feriti 28 maggio 1974 strage di piazza della Loggia a Brescia 8 morti e 102 feriti 4 agosto

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ISTITUTO TECNICO SETTORE TECNOLOGICO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI CLASSE: IV MATERIA: STORIA

PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ISTITUTO TECNICO SETTORE TECNOLOGICO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI CLASSE: IV MATERIA: STORIA PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ISTITUTO TECNICO SETTORE TECNOLOGICO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI CLASSE: IV MATERIA: STORIA Modulo n 1 : Il seicento tra rivolte, rivoluzioni e depressione

Dettagli

La Rivoluzione francese segnò quindi la fine dell'assolutismo e diede inizio a un nuovo periodo in cui i protagonisti sono la borghesia e il popolo.

La Rivoluzione francese segnò quindi la fine dell'assolutismo e diede inizio a un nuovo periodo in cui i protagonisti sono la borghesia e il popolo. La Rivoluzione francese fu un periodo di grandi sconvolgimenti sociali, politici e culturali avvenuto tra il 1789 e il 1799, che segna il limite tra l'età moderna e l'età contemporanea nella storia francese.

Dettagli

Sul Diritto Internazionale Umanitario

Sul Diritto Internazionale Umanitario Sul Diritto Internazionale Umanitario Istruttore di Diritto Internazionale Umanitario: Emanuele Biolcati Gruppo Pionieri di Torino 1 Emanuele Biolcati Diritto Internazionale Umanitario Sommario 1 4 CG

Dettagli

CRONOLOGIA DELLA SHOAH

CRONOLOGIA DELLA SHOAH PAGINE DI STORIA EBRAICA WOLF MURMELSTEIN CRONOLOGIA DELLA SHOAH DAI SEGNI PREMONITORI ALL EPILOGO IN RELAZIONE AGLI EVENTI POLITICI E BELLICI PIU RILEVANTI 1918-1945 E NOSTRO DOVERE RICORDARE PER RICORDARE

Dettagli

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE Gli Italiani vogliono essere indipendenti. Gli Italiani cercano di liberarsi dagli austriaci e dagli amici degli austriaci. Questo periodo si chiama RISORGIMENTO. Gli

Dettagli

CRONOLOGIA DELLA SHOAH

CRONOLOGIA DELLA SHOAH CRONOLOGIA DELLA SHOAH DAI SEGNI PREMONITORI FINO ALLA RESA DELLA GERMANIA NAZISTA, IN RELAZIONE AGLI EVENTI POLITICI E BELLICI PIU RILEVANTI, 1919 1945. WOLF MURMELSTEIN wolf.murmelstein@tiscali.it PERIODO

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 326 del 21/07/2015

Delibera della Giunta Regionale n. 326 del 21/07/2015 Delibera della Giunta Regionale n. 326 del 21/07/2015 Dipartimento 54 - Dipartimento Istr., Ric., Lav., Politiche Cult. e Soc. Direzione Generale 11 - Direzione Generale Istruzione, Formazione,Lavoro e

Dettagli

LA DEPORTAZIONE POLITICA DALL ITALIA: MEMORIA, STORIA, RICERCA

LA DEPORTAZIONE POLITICA DALL ITALIA: MEMORIA, STORIA, RICERCA La deportazione tra memoria e storia: lo stato della ricerca Introduzione LA DEPORTAZIONE POLITICA DALL ITALIA: MEMORIA, STORIA, RICERCA di Rossella Ropa I trasferimenti coatti dall Italia occupata alla

Dettagli

Segni di memoria pubblica a Bolzano, 1943 1945

Segni di memoria pubblica a Bolzano, 1943 1945 Segni di memoria pubblica a Bolzano, 1943 1945 di Carla Giacomozzi Giorno della Memoria lunedì 21 gennaio 2008 Progetto Storia e memoria: il Lager di Bolzano In questo Giorno della Memoria parliamo di

Dettagli

Fu prima ricercatrice all Università Fotografia di Leo Visco Gilardi

Fu prima ricercatrice all Università Fotografia di Leo Visco Gilardi Giovanna Massariello, nata a Milano il 7 settembre 1947, era figlia di Augusto, noto professore di Italiano e Latino al Liceo Classico Carducci di Milano, e di Maria Arata, deportata al Lager di Ravensbrück.

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Dall Impero Ottomano alla Repubblica di Turchia L A T U R C H I A N E L L A P R I M A G U E R R A M O N D I A L E E S U B I T O D O P O

Dall Impero Ottomano alla Repubblica di Turchia L A T U R C H I A N E L L A P R I M A G U E R R A M O N D I A L E E S U B I T O D O P O Dall Impero Ottomano alla Repubblica di Turchia L A T U R C H I A N E L L A P R I M A G U E R R A M O N D I A L E E S U B I T O D O P O L Impero Ottomano Massima espansione (1683) L Impero nel 1914 La

Dettagli

Il testo deve essere gestibile dall apprendente e compatibile con le sue esigenze comunicative. L obiettivo all interno della classe plurilingue

Il testo deve essere gestibile dall apprendente e compatibile con le sue esigenze comunicative. L obiettivo all interno della classe plurilingue Il testo deve essere gestibile dall apprendente e compatibile con le sue esigenze comunicative. L obiettivo all interno della classe plurilingue deve essere quello di rendere accessibile il testo a tutti

Dettagli