COMUNE DI FIUMICINO. Progetto Semplifica. Con il contributo di

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI FIUMICINO. Progetto Semplifica. Con il contributo di"

Transcript

1 COMUNE DI FIUMICINO Progetto Semplifica Con il contributo di

2 Soggetti attuatori con la partecipazione di Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione regionale Lazio

3 Semplifica Gli obiettivi di fondo

4 Situazione as-is Attuazione a macchia di leopardo: 2000 Comuni in delega UnionCamere (maggior parte transattivo 2 vie); 4000 accreditati (maggior parte informativo); 2000 nel limbro Informatizzazione del Front-end poco standardizzata (salvo che per Impresainungiorno ), anche per via della disomogeneità negli adempimenti / regolamenti locali Integrazione dei Back-Office quasi assente Assenza di un sistema unitario di autenticazione e pagamento Terze Parti private Rappresentanze Datoriali in Delega Cittadino aspirante imprenditore UnionCamere accreditati Imprenditore Poste Italiane

5 Prospettiva to-be Terze Parti private Rappresentanze Datoriali in Delega Cittadino aspirante imprenditore Service Provider (egsp) Poste Italiane UnionCamere accreditati Imprenditore

6 Semplifica Approfondimenti

7 A. Contesto di riferimento Articolazione della relazione 1. Scenario normativo 2. Stato dell arte: elementi chiave 3. Identificazione dell utenza principale e delle sue esigenze 4. Identificazione degli altri attori coinvolti nel processo e delle loro esigenze B. Service System Modelling 5. Modello relazionale del Sistema di Servizi 6. Visione delle interazioni tra gli attori basata sui Servizi 7. Visione delle interazioni tra gli attori basata sui Processi 8. Rappresentazione dell impatto organizzativo 9. Esempi di Servizio C. Identificazione dei requisiti tecnologici 10. Requisiti tecnologici del Sistema dei Servizi 11. Architettura proposta per il Sistema dei Servizi D. Dati di sviluppo 12. Le semplificazioni legislative necessarie 13. Modello di business e ritorni stimabili E. Altre aree di approfondimento attualmente non coperte F. Roll Out dell iniziativa

8 1. Scenario normativo Art. 38 decreto legge n. 112 del 25 giugno 2008 Implementazione del portale impresa in un giorno Decreto interministeriale del 10 novembre 2011 misure per l attuazione del SUAP Circolare interministeriale del 28 settembre 2011 Sportello unico attività produttive Art. 6 decreto legge n.70 del 13 maggio certificazione e documentazione d impresa e SUAP DPR n. 160 del 7 settembre 2010 Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina SUAP Il DL Semplificazione impatta sulla disciplina esistente, non solo perché incide sul miglioramento di alcune procedure SUAP, ma anche perché punta a favorire forme di sperimentazione locale che vadano verso la realizzazione di servizi a valore aggiunto attraverso partenariato pubblico-privato. (art. 12 c.1) CAD D.Lgs.vo 150/09 Gestione associata dei servizi(l. 148/11)

9 4. Identificazione degli altri attori coinvolti nel processo e delle loro esigenze Governo UnionCamere Comuni Rappresentanz e Datoriali egovernment Service Providers Terze Parti private Migliorare efficacia ed efficienza dei servizi semplificando l interazione tra le amministrazioni generando un risparmio sulla spesa pubblica Valorizzare gli investimenti ed il portato innovativo connesso ad Impresa in un giorno, aumentandone gli accessi Aumentare l accessibilità del front-end dei SUAP telematici, l efficacia e l efficienza dei processi di back-office dei propri SUAP fisici. Migliorare la trasparenza e l integrabilità dei processi Aumentare il livello di efficacia, efficienza, trasparenza ed integrabilità dei processi verso i gli utenti e verso i SUAP dei Comuni integrando la pro anche servizi legati indirettamente al SUAP Offrire ai propri associati un accesso semplificato a servizi elementari e a valore aggiunto con un investimento contenuto ed un elevato livello di personalizzazione Valorizzare la propria capacità finanziaria, tecnologica e di rete per sviluppare una nuova offerta di servizi ad elevata qualità, che valorizzi l esistente, integrando attori pubblici e privati Ampliare il proprio mercato accedendo a nuovi segmenti di clientela grazie ad un sistema di VAS altamente personalizzabili ed integrati rispetto agli adempimenti pubblici. Accedere ad un nuovo mercato di utenti interessati ai prodotti / servizi indirettamente connessi alle attività SUAP grazie ad un marketplace sviluppato dall e-government Service Provider

10 5. Modello relazionale del Sistema di Servizi Terze Parti private Rappresentanze Datoriali in Delega Cittadino aspirante imprenditore E-Gov Service Provider UnionCamere accreditati Imprenditore

11 6. Visione delle interazioni tra gli attori basata sui Servizi Terze Parti private Cittadino aspirante imprenditore Imprenditore Offrono VAS basati sulla piattaforma dell egsp Interagisce per aprire / modificare / chiudere un attività imprenditoriale Offrono VAS basati sulla piattaforma dell egsp Erogano, su delega, documenti e certificazioni funzionali e/o affini alle pratiche Rappresentanze Datoriali Consente l accesso attraverso qualsiasi canale e modalità alla piattaforma di integrazione dei VAS Erogano, su richiesta, attività professionali connesse alle pratiche Abilita un sistema di integrazione sulle pratiche ed un marketplace Poste Italiane (egsp) Erogano, su richiesta, documenti e certificazioni funzionali e/o affini alle pratiche Comunica all utente il prezzo complessivo e richiede la transazione di pagamento. Quindi impacchetta ed invia all interfaccia SUAP di competenza. Al termine della transazione provvede ad accreditare sulle singole tesorerie / conti correnti il dovuto UnionCamere accreditati in Delega

12 7. Visione delle interazioni tra gli attori basata sui Processi Terze Parti private Risposta con l esito della verifica Cittadino aspirante imprenditore Rappresentanze Datoriali Avvio dei processi che abilitano la raccolta della documentazione richiesta (collect) Avvio del processo di apertura/modifica/can cellazione di un attività Scelta dei servizi facilitativi proposti dal VAS Dispatch dei pagamenti agli attori coinvolti Poste Italiane (egsp) Avvio dei processi dei servizi facilitativi accessori alla richiesta della prativa Avvio del processo per la predisposizione della pratica composta dagli adempimenti necessari Invio della pratica al SUAP di competenza ed attivazione del processo di back-office UnionCamere in Delega Avvio del processo di verifica e certificazione di competenza della PA preposta Imprenditore Compilazione della pratica e di eventuali ulteriori allegati, ed effettuazione del pagamento richiesto Sottomissione della pratica e della relativa documentazione richiesta accreditati Ricezione dell esito sulla valutazione della pratica richiesta Dispatch dei pagamenti agli attori coinvolti

13 8. Rappresentazione dell impatto organizzativo Scenario organizzativo AS IS Scenario organizzativo TO BE Il cittadino rimane coproduttore del servizio ma può interagire con un unico interlocutore: Poste UnionCamere rimane produttore del servizio pratica la cui distribuzione passa però a Poste Poste diventa coproduttore del servizio sgravando il cittadino dalla raccolta degli adempimenti e distributore di servizi abilitativi e facilitativi Poste diventa produttore e distributore di propri servizi abilitativi per il cittadino e per gli altri attori coinvolti (es payment) I Suap in proprio ed in delega e le altre PA coinvolte nel BO rimangono responsabili dei servizi elementari Terze parti, professionisti e altre pa continuano ad essere produttori dei propri servizi, ma il ruolo di distributore passa a Poste

14 9-1. Un esempio: Apertura di un Bar Incontro Domanda Offerta - Cliclavoro Richiesta Certificazione Antimafia Richiesta rinnovo documento identità Rich. Intervento tecnici abilitati n.o. impatto acustico Market Place dei professionisti Rich. Planimetrie e progetto Terze Parti private Leasing attrezzature Rigenerazione macchinari Finanza Agevolata Apertura c/c e accesso al Credito Allacci /volture energetici Stipula Polizza assicurativa Rappresentanze Datoriali Payment Trace, Booking & Storaging in Delega Cittadino aspirante imprenditore Autorizzazione per l attività di pubblici esercizi con somministrazione di alimenti e bevande Poste Italiane Apertura Bar (egsp) Richiesta Autorizzazione per l attività di pubblici esercizi con somministrazione di alimenti e bevande UnionCamere accreditati Imprenditore

15 9-2. Esempi di servizi facilitativi Apertura di un Bar Subentro in un negozio di abbigliamento Ampliamento di una panetteria Modifica impianto industriale Allacci / Volture energetiche Incontro domanda/offerta per l assunzione di personale tramite ClicLavoro Servizi di pagamento e conservazione evidenze delle transazioni effettuate Leasing attrezzature Market place dei professionisti Finanza agevolata Apertura c/c Accesso al credito Stipula polizza assicurativa Servizio di rigenerazione di macchinari Terze parti private Altre Pa Centri per l impiego egsp Poste Italiane Terze parti private

16 10. Requisiti tecnologici del Sistema dei Servizi Terze Parti private Rappresentanze Datoriali in Delega Cittadino aspirante imprenditore Service provider (egsp) Poste Italiane UnionCamere accreditati Imprenditore 1. Sistema di autenticazione unico 2. Sistema di interazione multimodale e multicanale tra gli attori coinvolti (con elevata personalizzazione) 4. Sistema collaborativo e di integrazione (ibrida) di documenti pubblici e privati 5. Marketplace sensibile al contesto delle prestazioni professionali 6. Sistema di prenotazione, esecuzione, raccolta e distribuzione pagamenti 8. Sistema di gestione di una base di conoscenza di adempimenti / servizi accessori / soggetti erogatori 9. Sistema di adattamento dei servizi elementari sensibile alle variazioni normative 10. Sistema di gestione documentale 3. Sistema per la creazione di VAS attraverso l integrazione di servizi elementari 7. Sistema di gestione di una base di conoscenza di adempimenti / requisiti / soggetti erogatori / costo 11. Sistema di tracciatura dei tempi e di integrazione dei back-office

17 11.1 Architettura proposta per il Sistema dei Servizi Accesso alternativo Accesso alternativo SUSI IMPRESA IN UN GIORNO SUAP Servizi general purpose PIATTAFORMA POSTE PDP SDP (sistemi di pagamento) BACK OFFICE HOST (procedure contabili) Servizi e funzionalità specialistiche del SUSI LAYER APPLICATIVO IBM Motore di regole ADVANCED CASE MANAGEMENT Document Management System Analytics Collaboration

18 11.2 Architettura proposta per il Sistema dei Servizi

19 12. Le semplificazioni necessarie Standardizzare/Ridurre il numero delle diverse modalità operative (obiettivo: ontologia unica; accettabili max 10 sistemi diversi ) Incrementare ricorso al portale impresa in un giorno Richiedere requisiti di interoperabilità con i SUAP Standardizzare i costi per il rilascio di documenti e autorizzazioni (es. diritti segreteria, bolli, ecc.) Evolvere da PEC a full-on-line

20 13. Modello di business e investimenti stimati In corso di analisi e sviluppo

21 14. Altre aree di approfondimento Digitalizzazione del processo di acquisizione dei requisiti pubblici Digitalizzazione dei back-office dei SUAP Marketing dei servizi

22 15. Pilot test Fiumicino Analisi in vitro nuove modalità operative Interazioni tra imprese e comune Evoluzione del SUAP Fiumicino verso interazione on line Seminari formativi congiunti Unindustria- Comune di Fiumicino per le Aziende del Territorio (non solo per associati Unindustria) Comunicazione e sensibilizzazione imprenditori ed opinione pubblica

23 16. I principali risultati del progetto Best practice di una fruttuosa collaborazione tra pubblico e privato in ottica moderna, tra piccole e grandi enti e imprese, in ottica paritaria Identificazione di una linea di sviluppo che ha rapidamente superato i confini territoriali e categoriali Possibile apertura di un nuovo mercato di servizi integrati alle aziende

24 Conclusioni Arrivederci ad Aprile

Implementazione di strutture di servizio all impresa nei rapporti con i SUAP: Progetto Semplifica 2

Implementazione di strutture di servizio all impresa nei rapporti con i SUAP: Progetto Semplifica 2 Implementazione di strutture di servizio all impresa nei rapporti con i SUAP: Progetto Semplifica 2 1 Scenario di riferimento La riforma della disciplina degli Sportelli Unici per le attività produttive

Dettagli

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 ADMINISTRA COMUNE DI NAPOLI Il progetto Administra nasce dall esigenza del Comune di Napoli di disporre di un unica infrastruttura tecnologica permanente di servizi

Dettagli

MUTA Modello Unico Trasmissione Atti

MUTA Modello Unico Trasmissione Atti MUTA Modello Unico Trasmissione Atti A cura di Elisabetta Sciacca Direzione SIRE / Responsabile Progetto Muta Milano, 15 settembre 2011 SINTESI DEI CONTENUTI 1. La piattaforma MUTA 2. I servizi 3. Scenari

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE. Attività Produttive, Politiche del Lavoro e dell'occupazione ----------------------------------------------

DIREZIONE CENTRALE. Attività Produttive, Politiche del Lavoro e dell'occupazione ---------------------------------------------- DIREZIONE CENTRALE Attività Produttive, Politiche del Lavoro e dell'occupazione ---------------------------------------------- Protocollo d Intesa tra Il Comune di Milano e l Ordine dei Consulenti del

Dettagli

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government Il progetto P.E.O.P.L.E. Dimensioni del progetto Presentato da 55 enti con quasi 7,4 milioni di abitanti, circa il 13% della popolazione nazionale. P.E.O.P.L.E. si basa su un budget iniziale complessivo

Dettagli

M.U.T.A. Modello Unico Trasmissione Atti

M.U.T.A. Modello Unico Trasmissione Atti Uno strumento per la semplificazione M.U.T.A. Modello Unico Trasmissione Atti un sistema per la Pubblica Amministrazione una risorsa per le Imprese 19 aprile 2011 Videoconferenza di presentazione INDICE

Dettagli

I servizi web e mobile del Cassetto Previdenziale Aziende Interventi innovativi per le Aziende

I servizi web e mobile del Cassetto Previdenziale Aziende Interventi innovativi per le Aziende I servizi web e mobile del Cassetto Previdenziale Aziende Interventi innovativi per le Aziende INPS - Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Settembre 2014 Obiettivi Aumentare l accessibilità

Dettagli

La Semplificazione Amministrativa a favore delle Imprese per la ripresa economica del Paese

La Semplificazione Amministrativa a favore delle Imprese per la ripresa economica del Paese La Semplificazione Amministrativa a favore delle Imprese per la ripresa economica del Paese Dal SUAP on line al Contratto in modalità elettronica con firma digitale Antonio Meola Segretario generale del

Dettagli

Integrazione dei flussi documentali con i procedimenti amministrativi

Integrazione dei flussi documentali con i procedimenti amministrativi Integrazione dei flussi documentali con i procedimenti amministrativi Dott.ssa Maria Pia Giovannini Responsabile dell Ufficio Sistemi per l efficienza della gestione delle risorse umane e finanziarie e

Dettagli

Prefettura di Roma Ufficio Territoriale del Governo

Prefettura di Roma Ufficio Territoriale del Governo Prefettura di Roma Ufficio Territoriale del Governo Ufficio del Rappresentante dello Stato e della Conferenza permanente Via IV Novembre 119/A 00187 ROMA Tel. 06/67294481-4344 Monitoraggio del processo

Dettagli

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche SITAS Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche Le procedure per l edificazione nei comuni della Regione Lazio classificati a rischio sismico soffrivano di: Complessa gestione

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA

COMUNE DI TERNO D ISOLA COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di BERGAMO Piano triennale di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni (Art 24 comma 3bis D.L. 90/2014) INDICE 1)

Dettagli

Livorno città digitale

Livorno città digitale Comune di Livorno Livorno città digitale Livorno città digitale Uno degli adempimenti dei primi 100 giorni del mandato è stata l ideazione e la formalizzazione nel Libro Bianco dell Innovazione tecnologica,

Dettagli

COMUNE DI TREZZANO ROSA Provincia di Milano

COMUNE DI TREZZANO ROSA Provincia di Milano COMUNE DI TREZZANO ROSA Provincia di Milano 20060 Trezzano Rosa Piazza XXV Aprile, 1 C.F. 83502090158 P.IVA 04670940156 info@comune.trezza norosa.mi.it www.comune.trezzanorosa.mi.it Tel. 02 920199 Tecnico

Dettagli

COMITATO TECNICO AGENDA DIGITALE E SEMPLIFICAZIONE

COMITATO TECNICO AGENDA DIGITALE E SEMPLIFICAZIONE Marco Tripi COMITATO TECNICO AGENDA DIGITALE E SEMPLIFICAZIONE Linee di indirizzo 14 febbraio 2013 Scenario internazionale - Agenda Digitale Italiana A livello globale la internet economy supera i 10.000

Dettagli

LA CITTADINANZA DIGITALE

LA CITTADINANZA DIGITALE . 1. LA CITTADINANZA DIGITALE Cambia il rapporto tra cittadini e amministrazione partendo dal principio che i cittadini sono al centro dell azione amministrativa, che essi godono di diritti di cittadinanza

Dettagli

I servizi di e-government

I servizi di e-government I servizi di e-government La Community regionale Net-SIRV 14 dicembre 2009 Andrea Boer Dirigente Servizio Progettazione e Sviluppo Reseaux della Società dell informazione Un RESEAU è una rete permanente

Dettagli

Le Province, l e-government e le politiche di sviluppo

Le Province, l e-government e le politiche di sviluppo AtoB Piemonte AtoB Piemonte è il progetto di e-government che le Province piemontesi hanno ideato per aziende, utenza e territorio al fine di semplificare, velocizzare e rendere più trasparenti i procedimenti

Dettagli

Direzione generale per gli studi la statistica e i sistemi informativi

Direzione generale per gli studi la statistica e i sistemi informativi MIUR AOODGSSSI REGISTRO UFFICIALE Prot. 2172 del 19.04.2011 - USCITA Alle Istituzioni Scolastiche Statali LORO SEDI OGGETTO PROGETTI DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA PER LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE. Come è noto

Dettagli

Evoluzione delle soluzioni paperless a supporto delle PAL

Evoluzione delle soluzioni paperless a supporto delle PAL Evento Regione Veneto 1 Le nuove sfide di dematerializzazione per gli Enti Locali Evoluzione delle soluzioni paperless a supporto delle PAL Marco di Luzio Responsabile Business Consulting Evento Regione

Dettagli

Capitolato speciale per la fornitura di

Capitolato speciale per la fornitura di ALLEGATO A Capitolato speciale per la fornitura di Servizi di verifica procedurale e funzionale delle componenti di servizio della Community Network dell'umbria nell'ambito del piano di Semplificazione

Dettagli

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE Lucia Picardi Responsabile Marketing Servizi Digitali Chi siamo 2 Poste Italiane: da un insieme di asset/infrastrutture

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP)

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Provincia di Forlì-Cesena Comune di Forlì Comune di Cesena Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Normativa di riferimento D.P.R. 20 ottobre

Dettagli

Obiettivi e potenzialità del nuovo impegno verso la standardizzazione

Obiettivi e potenzialità del nuovo impegno verso la standardizzazione Obiettivi e potenzialità del nuovo impegno verso la standardizzazione Dott.ssa Maria Pia Giovannini Agenzia per l Italia Digitale Componente della Commissione permanente per il coordinamento della modulistica

Dettagli

L evoluzione del modello del servizio CBI a supporto della P.A.

L evoluzione del modello del servizio CBI a supporto della P.A. CBI 2008 e Forum Internazionale sulla Fattura Elettronica L evoluzione del modello del servizio CBI a supporto della P.A. Luca Poletto Responsabile Product & Marketing Cash management BNL Gruppo BNP Paribas

Dettagli

COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso

COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni ai sensi dell articolo 24, comma 3 bis del D.L.

Dettagli

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi L AMMINISTRAZIONE LOCALE: IL FRONT OFFICE DELL INTERO MONDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Con il Piano di E-Government, con il ruolo centrale

Dettagli

BANDO VOUCHER DIGITALE Per enti locali in forma associata per la digitalizzazione e la semplificazione della PA lombarda

BANDO VOUCHER DIGITALE Per enti locali in forma associata per la digitalizzazione e la semplificazione della PA lombarda BANDO VOUCHER DIGITALE Per enti locali in forma associata per la digitalizzazione e la semplificazione della PA lombarda 1 Finalità dell intervento... 2 2 Modello di riferimento... 2 3 Soggetti abilitati

Dettagli

Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Pierpaolo Agostini, Responsabile Gestione e Monitoraggio Servizi Milano, 21 novembre 2013 consip profilo aziendale e missione Consip è una

Dettagli

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE)

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) Comune di Vigonovo Sistemi Informativi Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni

Dettagli

C.B.I.2:.2: potenzialità di Business nel nuovo dialogo Banca-Impresa

C.B.I.2:.2: potenzialità di Business nel nuovo dialogo Banca-Impresa Roma, 13-14 ottobre 2005 C.B.I.2:.2: potenzialità di Business nel nuovo dialogo Banca-Impresa Guido Gennari Direttore Commerciale Agenda Scenario di riferimento Nuovi modelli di servizio: DESQ::invoice

Dettagli

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in PROGRAMMA STRATEGICO TRIENNALE 2011-2013 Per La Realizzazione Del Sistema Informativo Regionale Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli

Dettagli

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina COMUNE DI FIRENZE Area Comunicazione Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina Forum P.A. - Roma, 08 maggio 2006 I PERCORSI DI CAMBIAMENTO E INNOVAZIONE NEL COMUNE DI FIRENZE

Dettagli

Il caso del Comune di Milano

Il caso del Comune di Milano Programma : Competenze professionali per l Innovazione Digitale Evoluzione dei Modelli Organizzativi e dei ruoli professionali e manageriali dell ICT per rispondere al business aziendale Milano, 29 gennaio

Dettagli

I sistemi di Pagamento Elettronico come abilitatore centrale della Rivoluzione Digitale. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

I sistemi di Pagamento Elettronico come abilitatore centrale della Rivoluzione Digitale. Università degli Studi di Roma Tor Vergata I sistemi di Pagamento Elettronico come abilitatore centrale della Rivoluzione Digitale Università degli Studi di Roma Tor Vergata Roma, 13 Marzo 2014 Rivoluzione Industriale e Rivoluzione Digitale Rivoluzione

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

COMUNE DI CARPEGNA. Montefeltro Provincia di Pesaro e Urbino. Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c.

COMUNE DI CARPEGNA. Montefeltro Provincia di Pesaro e Urbino. Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. COMUNE DI CARPEGNA Montefeltro Provincia di Pesaro e Urbino Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. 3bis Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 13 del 16/02/2015 Pag. 2 2.

Dettagli

Sistemi gestionali as a Service:

Sistemi gestionali as a Service: Sistemi gestionali as a Service: Una reale opportunità per le imprese? Andrea Gaschi School of Management Politecnico di Milano Agenda Un introduzione ai sistemi gestionali La situazione in Italia Le spinte

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE COMUNE DI CASTEL MELLA Provincia di Brescia PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ON LINE (articolo 24 c. 3 bis del D.L. 90/2014, convertito

Dettagli

DocPaperless Norma e Tecnica dei Processi Digitali. Overview. Novembre 2015

DocPaperless Norma e Tecnica dei Processi Digitali. Overview. Novembre 2015 DocPaperless Norma e Tecnica dei Processi Digitali Overview Novembre 2015 DocPaperless - Norma e Tecnica dei Processi Digitali Servizi, Competenza e Formazione per la Digitalizzazione Documentale è solo

Dettagli

Efficienza e innovazione nella PA

Efficienza e innovazione nella PA Roma, 10 dicembre 2009 Efficienza e innovazione nella Fausto Bolognini CEO Agenda Lo scenario di riferimento per la Le soluzioni di Quercia Software per la Le nuove opportunità legate al nodo CBI 2 I principali

Dettagli

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA 1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA La Regione Siciliana ha intrapreso nell'ultimo decennio un percorso di modernizzazione che ha come frontiera la creazione della Società dell Informazione, ovvero

Dettagli

Il Sistema di gestione del fascicolo penale digitale

Il Sistema di gestione del fascicolo penale digitale APQ PUGLIA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE PROGETTO PILOTA Informatizzazione Procura della Repubblica di Lecce Il Sistema di gestione del fascicolo penale digitale ForumPA 11 maggio 2009 Maurizio Natale InnovaPuglia

Dettagli

CONVENZIONE. Progetto per la semplificazione amministrativa. ComUnica la tua attività commerciale COMUNE DI

CONVENZIONE. Progetto per la semplificazione amministrativa. ComUnica la tua attività commerciale COMUNE DI Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura Lecce COMUNE DI Progetto per la semplificazione amministrativa C O N V E N Z I O N E T R A - la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

DIREZIONE QUALITÀ. Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità.

DIREZIONE QUALITÀ. Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità. DIREZIONE QUALITÀ La carta servizi di Verona Innovazione Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità. 1 Verona Innovazione 5 servizio nuova impresa 10 sportello comunica

Dettagli

L Infrastruttura CBI tra sicurezza ed efficienza

L Infrastruttura CBI tra sicurezza ed efficienza L Infrastruttura CBI tra sicurezza ed efficienza Ivana Gargiulo Project Manager Standard e Architettura Consorzio CBI Milano, 14 ottobre 2013 Luogo, Data Evoluzione e ruolo del Consorzio CBI 1995 2001

Dettagli

Progetto Costa d Amalfi

Progetto Costa d Amalfi 14-7-2000T.FEDERICI Convegno di lancio Progetto Costa d Amalfi 1 Progetto Costa d Amalfi Il cambiamento organizzativo degli Enti e la progettazione di reti locali opportunità da cogliere, criticità da

Dettagli

Fattura elettronica e conservazione

Fattura elettronica e conservazione Fattura elettronica e conservazione Maria Pia Giovannini Responsabile Area Regole, standard e guide tecniche Agenzia per l Italia Digitale Torino, 22 novembre 2013 1 Il contesto di riferimento Agenda digitale

Dettagli

Il sistema di pagamento online di Poste Italiane dedicato alle Pubbliche Amministrazioni

Il sistema di pagamento online di Poste Italiane dedicato alle Pubbliche Amministrazioni Il sistema di pagamento online di Poste Italiane dedicato alle Pubbliche Amministrazioni Il ruolo di Poste Italiane Poste Italiane svolge da sempre un importante ruolo di punto di contatto tra la Pubblica

Dettagli

P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6

P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6 Comune di Sospirolo P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6 PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione

Dettagli

www.open.toscana.it Per rendere realmente efficace questa misura, a quali aspetti occorre fare attenzione in particolare?

www.open.toscana.it Per rendere realmente efficace questa misura, a quali aspetti occorre fare attenzione in particolare? In questa brochure troverai tutte le informazioni necessarie per partecipare alla consultazione pubblica sulla semplificazione amministrativa della Regione Toscana Il tema della semplificazione da tempo

Dettagli

RICOGNIZIONE DELLA SITUAZIONE ESISTENTE...7

RICOGNIZIONE DELLA SITUAZIONE ESISTENTE...7 COMUNE DI SPECCHIA Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione e la compilazione on-line da parte di cittadini e imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al Comune INDICE

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

SOMMARIO 1 CONTESTO ATTUALE E SERVIZI ATTIVI... 2 OBIETTIVI DEL COMUNE...

SOMMARIO 1 CONTESTO ATTUALE E SERVIZI ATTIVI... 2 OBIETTIVI DEL COMUNE... COMUNE DI FONTE Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni ai sensi art. 24, comma 3 bis D.L. n. 90/2014 e s.m.i. SOMMARIO 1 CONTESTO ATTUALE

Dettagli

La Digitalizzazione in Regione Lombardia

La Digitalizzazione in Regione Lombardia La Digitalizzazione in Regione Lombardia Il progetto EDMA: il percorso di innovazione di Regione Lombardia nell'ambito della dematerializzazione Milano, Risorse Comuni, 19 Novembre 2009 A cura di Ilario

Dettagli

COMUNE DI CASTELCUCCO

COMUNE DI CASTELCUCCO COMUNE DI CASTELCUCCO Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni ai sensi art. 24, comma 3 bis D.L. n. 90/2014 e s.m.i. SOMMARIO 1 CONTESTO

Dettagli

SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (S.U.A.P.)

SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (S.U.A.P.) SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (S.U.A.P.) INORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.), previsto dal D.Lgs. n. 112/98, in attuazione della legge

Dettagli

INDICE 22-02-2005 15:25 Pagina V. Indice

INDICE 22-02-2005 15:25 Pagina V. Indice INDICE 22-02-2005 15:25 Pagina V Indice Gli autori XIII XVII Capitolo 1 I sistemi informativi aziendali 1 1.1 INTRODUZIONE 1 1.2 IL MODELLO INFORMATICO 3 1.2.1. Il modello applicativo 3 Lo strato di presentazione

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA Direzione Regionale della Campania Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord PROTOCOLLO DI INTESA TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE REGIONALE DELLA

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

Comune di Alberona Provincia di Foggia PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI ALBERONA

Comune di Alberona Provincia di Foggia PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI ALBERONA Comune di Alberona Provincia di Foggia PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI ALBERONA INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L EVOLUZIONE (TO-BE)...

Dettagli

Progetto Semplifica Italia. Cantieri regionali per la semplificazione

Progetto Semplifica Italia. Cantieri regionali per la semplificazione DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE ATTIVE, I SERVIZI PER IL LAVORO E LA FORMAZIONE Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema Fondo Sociale Europeo - Obiettivo Convergenza 2007-2013

Dettagli

Catalogo Servizi Metel

Catalogo Servizi Metel Metel, standard di settore e strumento di filiera Catalogo Servizi Metel Servizi per i documenti del ciclo dell ordine; dalla generazione alla gestione, alla distribuzione e conservazione sostitutiva a

Dettagli

SERVICE SCIENCE. Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11

SERVICE SCIENCE. Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 CSP COMPOSITE SERVICE PLATFORM Una piattaforma per disegno, implementazione, erogazione e monitoraggio di composite e-service a valore aggiunto attraverso la selezione

Dettagli

All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI ABILITATORI

All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI ABILITATORI 1 Lo scenario: i soggetti che operano su Internet All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI E-market player Digitalizzatori di processi

Dettagli

I servizi on line di prevenzione incendi

I servizi on line di prevenzione incendi I servizi on line di prevenzione incendi Stefano Marsella Il CAD - codice dell Amministrazione digitale (decreto legislativo n. 82 del 2005) prevede che: i servizi erogati dalle PA siano progressivamente

Dettagli

La Fatturazione elettronica

La Fatturazione elettronica La Fatturazione elettronica Audizione del Presidente e Amministratore Delegato di Sogei S.p.A. Ing. Cristiano Cannarsa Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria 3 Dicembre 2014 1 Quadro

Dettagli

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia Tabella 6: della Società dell Informazione, Asse I - Infrastruttura a banda larga 1. Completamento della copertura a banda larga degli Enti pubblici e dei siti strategici per l erogazione di servizi di

Dettagli

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE Flavia Marzano marzano@cibernet.it 10/05/2004 ARPA Club Forum PA 2004 Contenuti Cenni normativi Sistema di gestione documentale:

Dettagli

Allegato 1 al report del Tavolo SUAP del 9 dicembre 2013. Proposta per il POR Marche 2014/2020 Agenda Digitale Marche

Allegato 1 al report del Tavolo SUAP del 9 dicembre 2013. Proposta per il POR Marche 2014/2020 Agenda Digitale Marche Allegato 1 al report del Tavolo SUAP del 9 dicembre 2013 Proposta per il POR Marche 2014/2020 Agenda Digitale Marche PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE della Conferenza di servizi telematica per l approvazione

Dettagli

Pagamenti Elettronici - Progetto «Pago la Pubblica Amministrazione» Firenze, 27 Novembre 2015 Incontro con la Regione Toscana

Pagamenti Elettronici - Progetto «Pago la Pubblica Amministrazione» Firenze, 27 Novembre 2015 Incontro con la Regione Toscana Pagamenti Elettronici - Progetto «Pago la Pubblica Amministrazione» Firenze, 27 Novembre 2015 Incontro con la Regione Toscana 1 I pagamenti elettronici nella Strategia di Crescita Digitale SPID Obiettivi

Dettagli

PUGLISI SANTINA 31.1.1956 *++,-./,0,+ *++,-./,+1* 3,4/5 6$$ 7& ") ; '<6 ,=*=/50115*7& $$( (05=-// 0/*15*+,,0507& >(( (#,4,-/4

PUGLISI SANTINA 31.1.1956 *++,-./,0,+ *++,-./,+1* 3,4/5 6$$ 7& ) ; '<6 ,=*=/50115*7& $$( (05=-// 0/*15*+,,0507& >(( (#,4,-/4 PUGLISI SANTINA 31.1.1956!"#$%&')'" *++,-./,0,+ *++,-./,+1* 2 3,4/5 6$$ 7& ") 8,)$.9$% :' ; ' #,4,-/4,,5++,+5=7&!$>? #+./-5+,.5=+,,0517& $)$>? #+./-5+,,5/+,+447&

Dettagli

Comune di RACCONIGI PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE

Comune di RACCONIGI PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE Comune di RACCONIGI PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L EVOLUZIONE (TO-BE)... 6 Piano informatizzazione presentazione

Dettagli

COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI ROMANO CANAVESE INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L

Dettagli

1. PREMESSA. 2. IL QUADRO DI RIFERIMENTO PER LA COMUNITÀ 3. VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ATTUALE 4. ALTRI PROCEDIMENTI 5.

1. PREMESSA. 2. IL QUADRO DI RIFERIMENTO PER LA COMUNITÀ 3. VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ATTUALE 4. ALTRI PROCEDIMENTI 5. Via Alberti 4 38033 CAVALESE tel. 0462-241311 fax 0462-241322 C.F. 91016130220 e-mail: info@comunitavaldifiemme.tn.it pec: comunita@pec.comunitavaldifiemme.tn.it www.comunitavaldifiemme.tn.it PIANO DI

Dettagli

Nuove soluzioni organizzative e servizi integrati per l e-gov nella provincia di Como: Dai progetti ComOnLine e Comon.Net alla piattaforma

Nuove soluzioni organizzative e servizi integrati per l e-gov nella provincia di Como: Dai progetti ComOnLine e Comon.Net alla piattaforma Nuove soluzioni organizzative e servizi integrati per l e-gov nella provincia di Como: Dai progetti ComOnLine e Comon.Net alla piattaforma Giuliano Noci Politecnico di Milano Obiettivi di Clicc@Servizi

Dettagli

La società di informatica delle Camere di Commercio

La società di informatica delle Camere di Commercio La società di informatica delle Camere di Commercio InfoCamere, il braccio informatico delle Camere di Commercio InfoCamere è la società di informatica delle Camere di Commercio italiane, struttura di

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017

Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017 Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017 Premessa La semplificazione è essenziale per recuperare il ritardo competitivo dell Italia, liberare le risorse per tornare a crescere e restituire

Dettagli

Comune di MELLE Comune di VALMALA PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE

Comune di MELLE Comune di VALMALA PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE Comune di MELLE Comune di VALMALA PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L EVOLUZIONE (TO-BE)... 6 Piano informatizzazione

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA IN ITALIA NORMATIVE, ESPERIENZE ED EVOLUZIONE

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA IN ITALIA NORMATIVE, ESPERIENZE ED EVOLUZIONE LA FATTURAZIONE ELETTRONICA IN ITALIA NORMATIVE, ESPERIENZE ED EVOLUZIONE Reggio Emilia, 10 maggio 2016 Con la partecipazione di: PROGRAMMA Ore 14.15 Registrazione partecipanti Ore 14.30 INIZIO LAVORI:

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO CITTÀ DI MOGLIANO VENETO Provincia di Treviso Piazza Caduti, 8 31021 Cod. Fiscale 00565860269 Partita IVA 00476370267 Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni

Dettagli

Il Programma di razionalizzazione della spesa per beni e servizi della P.A.

Il Programma di razionalizzazione della spesa per beni e servizi della P.A. Il Programma di razionalizzazione della spesa per beni e servizi della P.A. Seminario sulle Convenzioni CONSIP in ambito ICT 28 Novembre 2003 Palazzo del Consiglio Regionale Sala Sinni Agenda 1. Apertura

Dettagli

Comuni di: Aicurzio, Basiano, Bellusco, Busnago, Cavenago B.za, Cambiago, Gessate, Masate, Mezzago, Ornago, Sulbiate, Verderio Inf.

Comuni di: Aicurzio, Basiano, Bellusco, Busnago, Cavenago B.za, Cambiago, Gessate, Masate, Mezzago, Ornago, Sulbiate, Verderio Inf. DETERMINAZIONE N. 08 DEL 04/02/2013 - COPIA OGGETTO: MODERNIZZAZIONE SISTEMA INFORMATICO CONSORTILE AFFIDAMENTO, MANUTENZIONE, AGGIORNAMENTO, ASSISTENZA AI SOFTWARE URBI DA UTILIZZARSI IN COLLEGAMENTO

Dettagli

COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA. Ufficio Segreteria. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Dichiarata immediatamente eseguibile COPIA

COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA. Ufficio Segreteria. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Dichiarata immediatamente eseguibile COPIA COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA Ufficio Segreteria Codice Ente 10332 ANNO 2015 DELIBERAZIONE N. 6 del 11/02/2015 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Dichiarata immediatamente eseguibile

Dettagli

CONSORZIO SERVIZI ECOLOGIA E AMBIENTE PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE

CONSORZIO SERVIZI ECOLOGIA E AMBIENTE PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE CONSORZIO SERVIZI ECOLOGIA E AMBIENTE PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE INDICE A) PREMESSA... B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... C) L EVOLUZIONE (TO-BE)... Piano informatizzazione

Dettagli

Dalla fatturazione elettronica alla Digital Supply Chain: prospettive di innovazione per banche, imprese e PA

Dalla fatturazione elettronica alla Digital Supply Chain: prospettive di innovazione per banche, imprese e PA Dalla fatturazione elettronica alla Digital Supply Chain: prospettive di innovazione per banche, imprese e PA Cristiano Salvini Responsabile Sviluppo Mercato Corporate e P.A., ICBPI Luogo, giorno Mese

Dettagli

Dematerializzare per Semplificare

Dematerializzare per Semplificare 1 Dematerializzare per Semplificare Dematerializzare non significa solamente il passaggio dalla carta al digitale. La semplificazione si ottiene solo con una profonda comprensione della complessità dei

Dettagli

Ridurre tempi e costi delle procedure edilizie e assicurare la certezza degli adempimenti per cittadini e imprese.

Ridurre tempi e costi delle procedure edilizie e assicurare la certezza degli adempimenti per cittadini e imprese. 4. L EDILIZIA L edilizia è un settore particolarmente critico: l Italia è al 112 posto della graduatoria Doing Business della Banca Mondiale. I cittadini e le imprese segnalano le seguenti complicazioni:

Dettagli

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DI PRATICHE EDILIZIE RESIDENZIALI PER VIA TELEMATICA

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DI PRATICHE EDILIZIE RESIDENZIALI PER VIA TELEMATICA GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DI PRATICHE EDILIZIE RESIDENZIALI PER VIA TELEMATICA INTRODUZIONE Sempre di più l evoluzione normativa è rivolta a favorire l'uso dell'informatica come strumento privilegiato nei

Dettagli

Il ruolo della Banca nel processo di innovazione della Pubblica Amministrazione e le sinergie con il Consorzio DAFNE

Il ruolo della Banca nel processo di innovazione della Pubblica Amministrazione e le sinergie con il Consorzio DAFNE Claudio G. Fornaro Intesa Sanpaolo - Direzione Marketing Small Business Il ruolo della Banca nel processo di innovazione della Pubblica Amministrazione e le sinergie con il Consorzio DAFNE Coverciano,

Dettagli

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE Roma, 04/01/2016 www.gepincontact.it 1 Agenda Chi siamo Partnership Prodotti & Servizi I nostri Clienti Contatti 2 Chi Siamo GEPIN CONTACT, società specializzata nei servizi

Dettagli

COMUNE DI GALATINA CONVENZIONE

COMUNE DI GALATINA CONVENZIONE CONVENZIONE L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA INFORMATICA REALIZZATA DALLE CAMERE COMMERCIO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI ASSEGNATE ALLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE 0 CONVENZIONE PER L UTILIZZO

Dettagli

Il Programma di Razionalizzazione degli acquisti della PA

Il Programma di Razionalizzazione degli acquisti della PA Programma per la Razionalizzazione degli Acquisti nella Pubblica Amministrazione Il Programma di Razionalizzazione degli acquisti della PA Dott. Pierpaolo Agostini Promozione Amministrazioni Territoriali

Dettagli

Portale integrato Lavoro, Formazione, Politiche sociali e Osservatorio e servizio Centri Impiego On Line

Portale integrato Lavoro, Formazione, Politiche sociali e Osservatorio e servizio Centri Impiego On Line Portale integrato Lavoro, Formazione, Politiche sociali e Osservatorio e servizio Centri Impiego On Line Dott.ssa Alessandra Bordini Provincia di Reggio Calabria Responsabile Servizio Pianificazione Progettazione

Dettagli

Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE

Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE Piazza Marconi, 1 C.A.P. 10010 - PROVINCIA DI TORINO Tel. 0125/72154 - Fax 72190 http://www.comune.piverone.to.it Cod. fisc. 84001150014 E-mail : comune.piverone@comune.piverone.to.it

Dettagli

Piano di Informatizzazione delle Procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni online

Piano di Informatizzazione delle Procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni online Allegato 1) Provincia di Como Piano di Informatizzazione delle Procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni online Approvato con la deliberazione del Presidente della Provincia

Dettagli

Agenda Digitale: questione tecnologica o solo culturale e organizzativa?

Agenda Digitale: questione tecnologica o solo culturale e organizzativa? Agenda Digitale: questione tecnologica o solo culturale e organizzativa? Paolo Donzelli DG Progetti strategici per l innovazione digitale Dipartimento per la Digitalizzazione della P.A. e l innovazione

Dettagli