PIANO DELLA COMUNICAZIONE ANNO 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO DELLA COMUNICAZIONE ANNO 2014"

Transcript

1 PIANO DELLA COMUNICAZIONE ANNO 2014 Legge n.150/2000 D.P.R n. 422 Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 19 del 25/02/2014 1/9

2 PREMESSA L'evoluzione che caratterizza l'attuale scenario dell'informazione e dell'interazione via Web sta profondamente modificando l'approccio del settore pubblico alla rete. Internet è oggi il canale di riferimento per comunicare con i cittadini. Il rapporto tra la Pubblica Amministrazione e i cittadini sta vivendo una fase di profondo mutamento: i siti istituzionali non costituiscono più il principale punto di accesso alle informazioni. Sempre più spesso i cittadini cercano sul Web la soluzione ai propri problemi, si informano attraverso le proprie reti di relazioni, cercano il dialogo diretto con il proprio interlocutore, sia esso un azienda o un ente pubblico, all interno di spazi pensati per una comunicazione a due vie. In questo scenario, gli spazi di social networking rappresentano una grande opportunità per la PA, non solo per informare e comunicare in maniera efficace ma anche per costruire una relazione di fiducia, per ascoltare e monitorare il livello di soddisfazione dei cittadini. Le prescrizioni dettate dalla legislazione più recente in materia di trasparenza dell attività delle Pubblica Amministrazione, enti locali compresi, mirano sia al miglioramento dei rapporti con i cittadini sia alla prevenzione della corruzione sia a dare applicazione ai principi di eguaglianza, imparzialità, buon andamento, responsabilità, efficacia, economicità, efficienza, integrità e lealtà che rappresentano i punti essenziali di riferimento per le attività delle PA. Il Piano della Comunicazione Anno 2014 del Comune si prefigge l obiettivo di sfruttare tutti i canali di comunicazione a sua disposizione per raggiungere, interessare e coinvolgere la propria utenza. 2/9

3 ANALISI SULLA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Siti istituzionali Il sito registra in media 30 mila visitatori all anno. Il sito, aggiornato costantemente, contribuisce a rafforzare un immagine autorevole dell ente e delle sue attività. Le pagine più visitate sono quelle utilizzate dai cittadini per dialogare con l ente comunale: in due anni si sono registrati 60 mila accessi alla voce contatta uffici, seguono quelle bandi di gara (58 mila), tributi e imposte (41 mila), servizi on line (39 mila) commercio (30 mila). Fra le curiosità, l area del notiziario cattolico è stato cliccato 18 mila volte, al pari della pagina relativa alla raccolta differenziata. Il sito istituzionale palauturismo.com ha un numero di visitatori inferiore rispetto a palau.it, registrando una media di 10 mila visitatori all anno. L interesse per il portale è legato soprattutto alle voci dove dormire (24 mila click), da vedere (20 mila), come arrivare (17 mila). Questo fenomeno non è dovuto ad una minore attrattiva del portale ma alla differente tipologia di utenti: i potenziali turisti anziché con un sito statico, se pur aggiornato, preferiscono interagire sui social network ritenendoli più dinamici. Infatti la pagina facebook dell ufficio turismo genera un traffico di visitatori molto superiore a quella del Comune di Palau. La pagina di riferimento alla Roccia dell Orso, luogo simbolo di Palau, è la più visitata (oltre 9 mila click), quella delle spiagge è stata vista 11 mila volte. Social network Facebook La pagina ufficiale dell ufficio comunicazione del Comune è stata lanciata il Al , la pagina piaceva a 126 utenti individuali. Al la pagina ha toccato i 600 mi piace. Il profilo di Palau Turismo conta oggi 5 mila 680 mi piace. Solo nello scorso anno il numero di persone che ha visto un suo contenuto è stato di oltre 1 milione 100 mila. Il profilo Comune di Palau al momento spunta invece 614 mi piace, sempre nel 2013 si contano oltre persone che hanno visto un contenuto del profilo. Twitter Per garantire una presenza parallela e sincronizzata anche su un altro importante social network, il è stato attivato il profilo di twitter istituzionale. Al , inseriti 587 tweet, con 65 follower. Al , inseriti tweet con 450 follower Youtube Istituito a novembre 2010 Palau turismo conta ad oggi circa 42 mila visualizzazioni, ci sono 146 video caricati. Si tratta di filmati promozionali in tutte le lingue su Palau, servizi televisivi e una 3/9

4 collezione di estratti dai film girati a Palau. L 80 per cento dei visitatori del canale youtube sono italiani, seguono nella parte alta della classifica quelli di Svizzera, Stati Uniti, Germania, Spagna, Inghilterra, Belgio, Brasile e Paesi Bassi. 4/9

5 L'AMMINISTRAZIONE APERTA E TRASPARENTE Amministrazione trasparente Il Decreto Legislativo n. 33 del 14/3/2013 "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicazione, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni" ha operato un riordino in un unico corpo normativo degli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni, introducendo nuovi obblighi. Sul sito palau.it, la sezione amministrazione trasparente è stata realizzata e parzialmente riempita di contenuti. Allo stato attuale i vari settori competenti stanno raccogliendo informazioni e dati previsti dalla normativa. Social network La presenza del Comune sui social network ha realmente aperto la porta ad una sua maggiore trasparenza. Sta trasformando il cittadino da utente esterno e passivo dei servizi della PA in interlocutore attivo e coinvolto nei processi. Ciò conferisce un nuovo significato alla trasparenza della PA: da obbligo normativo tale requisito diviene uno strumento di apertura verso l utenza e di disponibilità alla costruzione di processi virtuosi di partecipazione. Si sta passando da un approccio che vede la Rete non più solo come un sistema di informazione verso il cittadino, ma ad un approccio che la inquadra, invece, come un canale di comunicazione con diversi livelli di relazione: 1. ascolto: monitorare ciò che avviene nei social network; 2. presidio: essere presenti nei social network; 3. interazione: interagire con gli utenti dei social network; 4. partecipazione: sfruttare i social network per costruire momenti di partecipazione. POLICY D USO Presidiare canali articolati di comunicazione con il cittadino, come i social media, ha comportato per l Amministrazione impatti organizzativi (vedi la recente assunzione di un giornalista pubblicista per lo svolgimento di funzioni di supporto all informazione istituzionale). La dimensione dinamica dei social network rende l informazione molto più complessa da gestire, essendo l ambito gestionale attinente non ad un semplice output di tipo documentale (come una brochure, un sito web o una pubblicità), ma ad un vero e proprio processo strutturato. È quindi di particolare importanza definire ed approvare, entro l anno, tanto le regole di comportamento dei dipendenti e dell organizzazione rispetto agli strumenti e ai contesti disponibili (policy interna), quanto quelle degli utenti e dei cittadini rispetto a tali luoghi digitali (policy esterna). 5/9

6 ISTITUZIONE TEMPORANEA DI UN UFFICIO CON FUNZIONI DI SUPPORTO ALLA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE: Con deliberazione n. 47 del approvazione del piano annuale delle assunzioni, anno 2014, la Giunta Comunale, secondo quanto previsto dall art. 90 del TUEL e disciplinato dall art.26 del regolamento sull ordinamento degli uffici e dei servizi, ha istituito un ufficio temporaneo (durata del mandato amministrativo) posto alle dirette dipendenze funzionali del Sindaco. Dal 1 gennaio 2014 è stata assunta una giornalista pubblicista per lo svolgimento delle funzioni di supporto all informazione istituzionale, alla scopo di promuovere la conoscenza e la comprensibilità delle attività svolte attraverso i principali mezzi di comunicazione. In particolare, il professionista dovrà: mantenere i rapporti con i giornalisti di quotidiani, settimanali, radio e tv a diffusione locale; organizzare conferenze stampa; svolgere funzioni di supporto agli amministratori e ai servizi nei rapporti da tenere con la stampa, per la promozione di servizi o per la risposta ad articoli apparsi su quotidiani e settimanali per i quali si vogliono trasmettere precisazioni o smentite; svolgere un attività di informazione gestita in proprio dall ente, con la pubblicazione sul sito internet dei comunicati istituzionali; predisporre la rassegna stampa degli articoli apparsi su quotidiani o settimanali per una diffusione organica. 6/9

7 STRUMENTI DELLA COMUNICAZIONE UTILIZZATI palau.it palauturismo.it Intranet Facebook Youtube Twitter Comunicati istituzionali Conferenza stampa Rassegna stampa Comunicati di pubblica utilità Volantino/depliant Striscioni Inserzioni pubblicitarie Lettera avviso Assemblee / Incontri Stand a fiere e mostre Manifesto/Locandina ANALISI SWOT Punti di forza Debolezze Uffici amministrativi dedicati e specializzati Sistema integrato di comunicazione Comunicazione verbale fra soggetti coinvolti nelle azioni di comunicazione Capacità dell ufficio comunicazione di rielaborare gli atti amministrativi in notizie I servizi al cittadino su palau.it sono proposti essenzialmente in modo passivo. Riduzione delle risorse per attività pubblicitarie e limiti di legge per tali investimenti, recentemente introdotti La rete dei referenti interni non è del tutto consapevole dell importanza della comunicazione Opportunità Minacce Dialogo con i soggetti della comunicazione e dell informazione Dialogo tra istituzioni e stakeholders (portatori di interesse) Partecipazione e trasparenza Accesso alle nuove forme e ai nuovi canali della comunicazione 7/9

8 INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE Il bacino territoriale della sub-regione Gallura presenta un vasto numero di mezzi di informazione e comunicazione: un patrimonio che contribuisce alla ricchezza del dibattito pubblico e della democrazia nel territorio del nord-est della Sardegna. II sistema dei media è fortemente eterogeneo, sia per le caratteristiche e la natura dei mezzi, che per la loro dislocazione territoriale. Nel complesso si può affermare che i palaesi, sia nelle vesti di fruitori che di investitori, mostrano un buon interesse per i mezzi di informazione, web e social network fra tutti, poiché puntano l'obiettivo su un tipo di informazione a carattere fortemente locale. TARGET DI RIFERIMENTO Le azioni previste si rivolgono a cinque macro - categorie di riferimento: 1. l'amministrazione Regionale 2. le Istituzioni (tutte le Province e i Comuni sardi, gli altri Enti Pubblici di riferimento) 3. i media (Agenzie di stampa, quotidiani di informazione, nazionali e locali, periodici di informazione culturale, periodici specializzati, radio e TV nazionali e locali, media on-line) 4. gli operatori, gli stakeholders, gli opinion leaders (Scuola, Enti di formazione, Associazioni, soggetti pubblici e privati) 5. i cittadini OBIETTIVI Adeguamento alle misure dettate dal Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013, in termini di obbligo di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni sul web da parte delle Pubbliche Amministrazioni, in attuazione della legge 190/2012, o legge "anticorruzione".; Adeguamento della homepage del sito istituzionale, con realizzazione della struttura atta ad ospitare i dati previsti da Amministrazione Trasparente per tutto il Comune. Inserimento ed aggiornamento dati forniti dai diversi settori. Continua fidelizzazione del cittadino utente del sito istituzionale con l impiego di applicazioni che fungano da attrattore. Costante aggiornamento del sito e dei profili ufficiali di facebook e twitter dell ufficio comunicazione Comunicati di pubblica utilità L obiettivo è inviare 72 comunicati da pubblicare sulla Nuova Sardegna nell arco solare /9

9 Stampa e televisioni Mantenere un rapporto più diretto con i giornalisti. Comunicazione e condivisione Confronto collegiale sulle attività di informazione e sviluppare un linguaggio condiviso e comprensibile agli interlocutori esterni. Sviluppo della cultura della comunicazione Compatibilmente con i fondi disponibili, avviare corsi di tecniche di comunicazione, con lo scopo di aumentare la capacità di comunicare efficacemente, così da ridurre gli errori e le incomprensioni. Comunicazione interna Creare coesione e senso di appartenenza con la diffusione di informazioni all interno dell ente. 9/9

Piano della Comunicazione Anno 2011

Piano della Comunicazione Anno 2011 Piano della Comunicazione Anno 2011 Legge n.150/2000 D.P.R. 21-9-2001 n. 422 Approvato con deliberazione di G.C. n. 81 del 20/10/2011 1/8 INTRODUZIONE 2/8 PREMESSA Nello scenario socio-economico attuale,

Dettagli

Comunicare una consultazione online

Comunicare una consultazione online Comunicare una consultazione online Questo materiale didattico è stato realizzato da Formez PA nel Progetto PerformancePA, Ambito A Linea 1, in convenzione con il Dipartimento della Funzione Pubblica,

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ANCONA. ART 1 Principi generali: oggetto e finalità

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ANCONA. ART 1 Principi generali: oggetto e finalità REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ANCONA ART 1 Principi generali: oggetto e finalità Il Comune di Ancona, con il presente regolamento, disciplina le attività d

Dettagli

Comunicare la ricerca e i risultati dei progetti Ager Pagina 1

Comunicare la ricerca e i risultati dei progetti Ager Pagina 1 Comunicare la ricerca e i risultati dei progetti Ager Pagina 1 Perché queste linee guida I progetti di ricerca scientifica creano valore ed hanno un forte impatto sull economia, ma spesso trovano grosse

Dettagli

Piano di Comunicazione della Provincia di Livorno

Piano di Comunicazione della Provincia di Livorno Piano di Comunicazione della Provincia di Livorno 1. Analisi del contesto/scenario: L Italia è interessata da un rilevante fenomeno di disaffezione e di allontanamento dei cittadini dalle Istituzioni e

Dettagli

Marco Barbieri #INPS_Social

Marco Barbieri #INPS_Social Marco Barbieri #INPS_Social Informare, comunicare e ascoltare attraverso nuovi canali Rimini Meeting 2013 22 agosto 2013 Meeting Rimini 22 agosto 2013 Premessa Dal portale alla presenza integrata sul web

Dettagli

SOCIAL MEDIA MARKETING. pubblishock.it

SOCIAL MEDIA MARKETING. pubblishock.it SOCIAL MEDIA MARKETING - 2 - COSA SONO I SOCIAL NETWORK? I social network sono delle piattaforme web nate per condividere idee e informazioni con altre persone, che a loro volta possono esprimere il proprio

Dettagli

Estratto dal verbale delle deliberazioni di Giunta

Estratto dal verbale delle deliberazioni di Giunta COPIA dell ORIGINALE Deliberazione N. 321 / 2013 Estratto dal verbale delle deliberazioni di Giunta OGGETTO: LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO SUI SOCIAL MEDIA - LINEE DI INDIRIZZO L anno duemilatredici

Dettagli

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 - Principi generali 1. Il Comune di Sarezzo, con il presente documento, disciplina le attività di informazione

Dettagli

BOZZA PIANO COMUNICAZIONE 2015

BOZZA PIANO COMUNICAZIONE 2015 Comune di Pontecagnano Faiano Ufficio di Gabinetto BOZZA PIANO COMUNICAZIONE 2015 QUADRO NORMATIVO In relazione alla legge 150 del 7 giugno 2000, Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione

Dettagli

Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico.

Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico. Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico. Per raggiungere i vostri obiettivi affidatevi a dei professionisti. UFFICI STAMPA PR WEB UFFICI STAMPA

Dettagli

LIFEGATE IL MEDIA NETWORK. 2.000.000 visitatori unici anno. Oltre 330.000 ascoltatori in FM. 300.000 ascoltatori in streaming 8.

LIFEGATE IL MEDIA NETWORK. 2.000.000 visitatori unici anno. Oltre 330.000 ascoltatori in FM. 300.000 ascoltatori in streaming 8. IL MEDIA NETWORK 2.000.000 visitatori unici anno 250.000 Facebook 16.000 Twitter 1.800 Linkedin Oltre 330.000 ascoltatori in FM 300.000 ascoltatori in streaming eventi di arte e sostenibilità (Talenti

Dettagli

2.571. Presenze in radio, programmi televisivi e telegiornali. Comunicati stampa. Articoli su quotidiani e periodici

2.571. Presenze in radio, programmi televisivi e telegiornali. Comunicati stampa. Articoli su quotidiani e periodici 190 Presenze in radio, programmi televisivi e telegiornali 168 Comunicati stampa 2.571 Articoli su quotidiani e periodici 37mila visualizzazioni della pagina online della Carta dei diritti 500 post su

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE BIENNIO 2015/2016 PREMESSA

PIANO DI COMUNICAZIONE BIENNIO 2015/2016 PREMESSA PIANO DI COMUNICAZIONE BIENNIO 2015/2016 PREMESSA Il Piano di comunicazione 2015/2016 riassume i principali impegni comunicativi che l Ente prevede di attuare con riferimento agli indirizzi programmatici

Dettagli

Piano annuale della comunicazione

Piano annuale della comunicazione Agenzia Formazione Orientamento Lavoro di Monza e Brianza Piano annuale della comunicazione 2014 Approvato con verbale di determinazione dell amministratore unico n. 30 del 15/11/2013 SOMMARIO Premessa

Dettagli

UVB COMMUNICATION DALLA CARTA ALLA RETE

UVB COMMUNICATION DALLA CARTA ALLA RETE UVB COMMUNICATION DALLA CARTA ALLA RETE Gabriele Pasetti, Ufficio Comunicazione Unione Veneta Bonifiche CONFERENZA ORGANIZZATIVA A.N.B.I. 2013 ALGHERO, 8-10 MAGGIO 2013 L informazione in rete èimmediata,

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

LA STRATEGIA OBIETTIVI GENERALI

LA STRATEGIA OBIETTIVI GENERALI LA STRATEGIA La comunicazione di CONCORD ITALIA è finalizzata a sensibilizzare la cittadinanza sulle attività, l impatto e la sostenibilità delle nostre azioni nell ambito degli interventi realizzati dai

Dettagli

Camera dei deputati LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE

Camera dei deputati LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Camera dei deputati LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE INCONTRO CON LA STAMPA PARLAMENTARE Sala del Mappamondo 20 dicembre 2012 INDICE Introduzione....3 Il sito Internet...4 La rassegna stampa...4 La Web tv...5

Dettagli

ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEGLI ORGANISMI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO. Workshop. Genova, 14 novembre 2013

ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEGLI ORGANISMI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO. Workshop. Genova, 14 novembre 2013 ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEGLI ORGANISMI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO Workshop Genova, 14 novembre 2013 La leva giusta Il piano di comunicazione Stefano Tiberio responsabile relazioni esterne

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

Pubblica Amministrazione e social media. /100 1 di 39

Pubblica Amministrazione e social media. /100 1 di 39 /100 1 di 39 Di cosa parleremo Valutazione degli utenti sulla qualità dei servizi on line Partecipazione e web 2.0 Indici di qualità e benchmarking /100 2 di 39 Metodi per la rilevazione e il confronto

Dettagli

2013-2014 CARTA DEI SERVIZI ANG

2013-2014 CARTA DEI SERVIZI ANG 2013-2014 CARTA DEI SERVIZI ANG AGENZIA NAZIONALE PER I GIOVANI 2013-2014 1 CARTA DEI SERVIZI La carta dei servizi costituisce una rappresentazione organica e trasparente dei servizi offerti dall Agenzia

Dettagli

PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE

PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE Comune di Ronco Scrivia (Provincia di Genova) PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE INTRODUZIONE Il Piano per la comunicazione e la partecipazione è uno strumento flessibile e quindi in condizione

Dettagli

Programma Triennale della Trasparenza e Integrità. Anni 2015-2017

Programma Triennale della Trasparenza e Integrità. Anni 2015-2017 Programma Triennale della Trasparenza e Integrità Anni 2015-2017 Le novità normative nell ambito del vasto progetto di riforma della Pubblica Amministrazione impongono agli enti locali la revisione e la

Dettagli

CARLO. Govone ... ... ...

CARLO. Govone ... ... ... PIA CASAA SAN CARLO Govone............................ Pia Casa San Carlo I.P.A.B. Via Boetti 1 12040 GOVONE - CN Tel. e Fax. 017358148 P.I.00992290049 C.F.81000950048 1 PREMESSA Il presente Programma

Dettagli

La comunicazione istituzionale rappresenta, da oltre un decennio, un tema di rilevante interesse per le amministrazioni pubbliche italiane.

La comunicazione istituzionale rappresenta, da oltre un decennio, un tema di rilevante interesse per le amministrazioni pubbliche italiane. ALLEGATO 1 PROVINCIA DI BRINDISI SERVIZIO 1 SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE P R O G E T T O UFFICIO STAMPA E SUPPORTO UFFICIO COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE DELLA PROVINCIA DI BRINDISI 1 MOTIVAZIONI La funzione

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità

Programma triennale per la trasparenza e l integrità Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale G. Falcone e P. Borsellino Via G. Giolitti, 11 20022 Castano Primo (MI) Tel. 0331 880344 fax 0331 877311 C.M. MIIC837002

Dettagli

YOUTH ON THE MOVE I GIOVANI PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO: NUOVE IDEE E PROGETTI INNOVATIVI

YOUTH ON THE MOVE I GIOVANI PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO: NUOVE IDEE E PROGETTI INNOVATIVI All. A) Formulario per la realizzazione del Project Work Finale A. DATI SUL PROPONENTE A.1 Istituto Scolastico: I.T.E. P.F. Calvi (Belluno) A.2 Classe/Classi coinvolte: IV B B. DATI DI SINTESI DEL PROGETTO

Dettagli

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO STRATEGIA DI COMUNICAZIONE 2014-2020 La Strategia di comunicazione e gli obblighi di pubblicità 2 L attività

Dettagli

Assessore LORENA ANASTASI

Assessore LORENA ANASTASI Assessorato: INFORMATIZZAZIONE (AGENDA DIGITALE) E SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA FIBRA OTTICA REGIONALE E COMPLETAMENTO WI.FI CENTRO STORICO A fine 2015 abbiamo ottenuto comunicazione dell approvazione

Dettagli

Programma triennale per l trasparenza e l integrità Istituto Comprensivo di S. Vito al T.

Programma triennale per l trasparenza e l integrità Istituto Comprensivo di S. Vito al T. 2014-16 Programma triennale per l trasparenza e l integrità Istituto Comprensivo di S. Vito al T. la trasparenza nei confronti dei cittadini e dell intera collettività, poiché rappresenta uno strumento

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 Le modifiche normative intervenute, nell ambito dell ampio programma di riforma della Pubblica Amministrazione, impongono agli Enti Locali

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 2016. Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Alessandria

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 2016. Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Alessandria PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 2016 Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Alessandria PREMESSA Il presente Programma Triennale 2014/2016 rappresenta il terzo

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015-2017 Indice: PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Premessa 2015-2017......2 1. Responsabilità, elaborazione, adozione e aggiornamento del Programma...4 2. I dati da pubblicare sul sito istituzionale

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA ANNI 2014 2015-2016 La redazione del Programma Triennale per la Trasparenza e Integrità è strutturata in sezioni relative a: Premessa Supporto normativo

Dettagli

develon web d.social il potere della conversazione develon.com

develon web d.social il potere della conversazione develon.com develon web d.social il potere della conversazione develon.com Facebook, Twitter, Flickr, YouTube, forum tematici, blog, community... Qualcuno dice che il Web 2.0 ha cambiato il mondo. Qualcun altro, meno

Dettagli

Programmi di Attività 2012

Programmi di Attività 2012 Programmi di Attività 2012 Gabinetto di Presidenza Servizio Informazione e comunicazione istituzionale Assemblea Legislativa 1 GABINETTO DI PRESIDENZA... 4 ATTIVITÀ DI RACCORDO FRA GIUNTA E ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Dettagli

Claudia Costantini costantini.pe.camcom@eccellenzeindigitale.it

Claudia Costantini costantini.pe.camcom@eccellenzeindigitale.it Claudia Costantini costantini.pe.camcom@eccellenzeindigitale.it Lo scenario mondiale Fonte: We are social Lo scenario italiano Fonte: We are social La gestione dei contenuti Il mito da sfatare: dei Social

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PREMESSA Le recenti e numerose modifiche normative nell ambito del vasto progetto di riforma della Pubblica Amministrazione impongono agli Enti Locali

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO (Approvato con Delibera del C.C. n. 80 del 30/11/2005) 1 REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE... 1 DEL COMUNE DI BORGO A

Dettagli

Cos è. Mission & Vision. Attitude in Web, area di IT Attitude, ha competenze specifiche nel settore informatico e nel web marketing.

Cos è. Mission & Vision. Attitude in Web, area di IT Attitude, ha competenze specifiche nel settore informatico e nel web marketing. Cos è Mission & Vision COMUNICAZIONE. SOLUZIONI INFORMATICHE. CONSULENZA AZIENDALE. WEB MARKETING. Attitude in Web, area di IT Attitude, ha competenze specifiche nel settore informatico e nel web marketing.

Dettagli

COMUNE DI BIANCHI (Provincia di Cosenza)

COMUNE DI BIANCHI (Provincia di Cosenza) COMUNE DI BIANCHI (Provincia di Cosenza) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013/2015 Il principio di Trasparenza deve essere inteso come accessibilità totale, anche attraverso lo strumento

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015 1 COMUNE DI MONIGA DEL GARDA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015 PREMESSA 2 COMUNE DI MONIGA DEL GARDA Il Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n.33 ha riordinato la disciplina

Dettagli

Gara creativa Video contest oom+

Gara creativa Video contest oom+ Gara creativa Video contest oom+ Categoria Comunicazione Finanziaria Marketing CCB I 10.2014 oom+: video contest concorso a premi promosso dalle Casse Rurali Trentine (patrocinio Comune di Trento e Provincia

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Triennio 2013 2015 1 Indice Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Articolo 4. Articolo 5. Articolo 6. Articolo 7. Oggetto e Finalità Organizzazione e

Dettagli

FACEBOOK IN TOURISM Destinazioni turistiche e Social Network

FACEBOOK IN TOURISM Destinazioni turistiche e Social Network + FACEBOOK IN TOURISM Destinazioni turistiche e Social Network A cura di Roberta Garibaldi e Roberto Peretta Ed. FrancoAngeli 2011 I contenuti generati dagli utenti hanno oggi una riconosciuta importanza

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA ANNI 2015 2016 2017 1 Il Programma Triennale della Trasparenza e Integrità è strutturato in sezioni relative a: 1) Premessa; 2) Supporto normativo; 3)

Dettagli

Christian Saviane Dall ERP ai nuovi media con Socialmailer

Christian Saviane Dall ERP ai nuovi media con Socialmailer Christian Saviane SCENARIO Il mondo è cambiato Siamo bombardati da schermi e almeno uno è sempre con noi Più della metà degli italiani sono connessi a internet (penetrazione del 58%); In italia ci sono

Dettagli

Piano di Comunicazione dei Fondi Strutturali

Piano di Comunicazione dei Fondi Strutturali REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Repubblica Italiana UNIONE EUROPEA In Sardegna, verso l'europa POR SARDEGNA 2000/2006 Piano di Comunicazione dei Fondi Strutturali Allegato al Complemento di programmazione

Dettagli

Mi chiamo Stefania Moretti e rappresento l Azienda AUDIO VIDEO ITALIANA, fondata nel 1972 da Vittorio Moretti.

Mi chiamo Stefania Moretti e rappresento l Azienda AUDIO VIDEO ITALIANA, fondata nel 1972 da Vittorio Moretti. Mi chiamo Stefania Moretti e rappresento l Azienda AUDIO VIDEO ITALIANA, fondata nel 1972 da Vittorio Moretti. La mia Azienda si occupa, sin dall anno di fondazione, di Produzione Cinematografica e Video,

Dettagli

#ridieassapori è in linea con i nuovi bisogni e tendenze delle persone mosse dalla necessità di avere le informazioni sempre a portata di mano.

#ridieassapori è in linea con i nuovi bisogni e tendenze delle persone mosse dalla necessità di avere le informazioni sempre a portata di mano. In futuro non andremo più in ricerca di notizie, saranno le notizie a trovare noi, oppure saremo noi stesse a crearle. E quel futuro è già iniziato (Socialnomics) #ridieassapori racchiude l obiettivo principale

Dettagli

OBIETTIVO STRATEGICO 6

OBIETTIVO STRATEGICO 6 OBIETTIVO STRATEGICO 6 Cesare Giannetti operatore area sviluppo Croce Rossa Italiana Legnano (MI) La Strategia 2020 e il suo motto saving lives, changing minds Obiettivo 6 Agiamo con una struttura capillare,

Dettagli

COMUNE DI GIOIOSA MAREA. Provincia di Messina

COMUNE DI GIOIOSA MAREA. Provincia di Messina COMUNE DI GIOIOSA MAREA Provincia di Messina AGGIORNAMENTO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2016-2018 Indice: Premessa......2 1. Responsabilità, elaborazione, adozione e aggiornamento

Dettagli

SOCIAL NETWORK UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA. Presentazione, Linee guida e Policy d'uso

SOCIAL NETWORK UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA. Presentazione, Linee guida e Policy d'uso SOCIAL NETWORK UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA Presentazione, Linee guida e Policy d'uso Sommario - Introduzione - Social network e università in Italia (1) - Social network e università in italia (2)

Dettagli

Comune di Borgosatollo Provincia di Brescia

Comune di Borgosatollo Provincia di Brescia Comune di Borgosatollo Provincia di Brescia LINEE GUIDA PER IL SERVIZIO DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE DEL COMUNE DI BORGOSATOLLO Approvate con Delibera di Giunta n 96/2015 1. Finalità del documento Con

Dettagli

COMUNE DI SETTIMO SAN PIETRO PROVINCIA DI CAGLIARI PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL INTEGRITA 2015/2017

COMUNE DI SETTIMO SAN PIETRO PROVINCIA DI CAGLIARI PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL INTEGRITA 2015/2017 COMUNE DI SETTIMO SAN PIETRO PROVINCIA DI CAGLIARI PROGRAMMA TRIENNALE DELLA TRASPARENZA E DELL INTEGRITA 2015/2017 Approvato con deliberazione del G.C. n. 008 del 24 febbraio 2015 SOMMARIO Articolo 1

Dettagli

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO VIA AMENDOLA, 18 TEL E FAX 0985/81036 CSIC836001@istruzione.it Sito web : www.icdiamantebuonvicino.gov.it 87023 DIAMANTE

Dettagli

Relazione del Presidente Aggiornamento attività Progetto promo - commerciale Approvazione Bilancio Consuntivo 2014 Varie ed eventuali

Relazione del Presidente Aggiornamento attività Progetto promo - commerciale Approvazione Bilancio Consuntivo 2014 Varie ed eventuali ORDINE DEL GIORNO: Assemblea dei Soci Umbria Congressi 24 Febbraio 2015 Relazione del Presidente Aggiornamento attività Progetto promo - commerciale Approvazione Bilancio Consuntivo 2014 Varie ed eventuali

Dettagli

STREAMIT Presentazione Corporate per Enti Pubblici e Istituzioni

STREAMIT Presentazione Corporate per Enti Pubblici e Istituzioni STREAMIT Presentazione Corporate per Enti Pubblici e Istituzioni Lo scenario Il rapporto con i media è profondamente cambiato. Il consumo di video su Internet solo nell ultimo anno è aumentato del 19%.

Dettagli

Tutto il Lazio è paese.

Tutto il Lazio è paese. Tutto il Lazio è paese. Sagre e Feste tradizionali una giornata particolare alla scoperta del lazio www.laziofeste.it per conoscere il calendario aggiornato degli eventi. 2 CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE TUTTO

Dettagli

Il ruolo del web per le Associazioni

Il ruolo del web per le Associazioni Il ruolo del web per le Associazioni Nuove opportunità di comunicazione e raccolta fondi Francesca De Spirito Responsabile Comunicazione & Ufficio Stampa AISM Parliamo di > La rete AISM on line > Il web

Dettagli

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 WEB MARKETING 2.0 La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 È un stato di evoluzione del Web, caratterizzato da strumenti e piattaforme che enfatizzano la collaborazione e la condivisione

Dettagli

Promozione Lombardy compagnie aeree 2012 Ryanair-Trawelfly-Wizzair-AirDolomiti

Promozione Lombardy compagnie aeree 2012 Ryanair-Trawelfly-Wizzair-AirDolomiti DENOMINAZIONE DELL INIZIATIVA Promozione Lombardy compagnie aeree 2012 Ryanair-Trawelfly-Wizzair-AirDolomiti SOGGETTO PROPONENTE CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. di Bergamo La Camera di Bergamo si propone come

Dettagli

CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE

CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2015 2016 2017 1 allegato a) deliberazione del Consiglio di Amministrazione. n. /2015 PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Web e Social Network: non solo comunicazione ma condivisione A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB 2.0 SIAMO

Dettagli

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004 Documento di programmazione del progetto denominato: Realizzazione della seconda fase di sviluppo di intranet: Dall Intranet istituzionale all Intranet per la gestione e condivisione delle conoscenze.

Dettagli

COMUNICARE SULLA STAMPA E ONLINE

COMUNICARE SULLA STAMPA E ONLINE COMUNICARE SULLA STAMPA E ONLINE Dare visibilità alla campagna significa PORTARE GENTE IN PIAZZA Attività di ufficio stampa 1 Pubblicazione e condivisione online 2 Qual è il nostro obiettivo? Far sì che

Dettagli

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 Piano di comunicazione 2015 Indice Premessa 3 Azioni di comunicazione 3 Azione propedeutica: definizione dell immagine

Dettagli

PIANO AZIENDALE DI COMUNICAZIONE AOVV

PIANO AZIENDALE DI COMUNICAZIONE AOVV SONDALO SONDRIO MORBEGNO CHIAVENNA PIANO AZIENDALE DI COMUNICAZIONE AOVV DETERIMAZIONI IN ORDINE AGLI OBIETTIVI DI INTERESSE REGIONALE DEI DIRETTORI GENERALI DELLE AZIENDE OSPEDALIERE PER L ANNO 2008,

Dettagli

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita istituto d'istruzione superiore liceo classico e scientifico v. julia ACRI (CS) PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita Anni 2014-2016 Deliberato dal Consiglio d Istituto in data 04/06/2014

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e Integrità 2015-2018

Programma Triennale per la Trasparenza e Integrità 2015-2018 Programma Triennale per la Trasparenza e Integrità 2015-2018 IL CONSIGLIO D ISTITUTO VISTO IL D.L.vo 150/2009 VISTO L ART. 32 della L.69/2009 VISTA LA L. 190/2012 VISTO IL D.L.vo n.33/2013 VISTA la circolare

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità

Programma triennale per la trasparenza e l integrità Comune di Prata di Pordenone Approvato con delibera di Giunta n 9 del 21 gennaio 2014 Programma triennale per la trasparenza e l integrità Anni 2014-2016 Sottotitoli del catalogo Redatto in conformità

Dettagli

Noi ci mettiamo la faccia. Chi consiglierebbe ad un amico un prodotto o servizio nel quale con crede o lo ritiene inutile o una bufala? Nessuno!

Noi ci mettiamo la faccia. Chi consiglierebbe ad un amico un prodotto o servizio nel quale con crede o lo ritiene inutile o una bufala? Nessuno! Noi ci mettiamo la faccia Chi consiglierebbe ad un amico un prodotto o servizio nel quale con crede o lo ritiene inutile o una bufala? Nessuno! Un portale diverso: utile! Vacanzelandi@è il primo portale

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014 2016

PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014 2016 COMUNE DI FERRERA DI VARESE PROVINCIA DI VARESE PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014 2016 Approvato con deliberazione di G.C. n. del INDICE 1. PREMESSA NORMATIVA 2. CONTENUTO DEL PROGRAMMA

Dettagli

Ciclo di seminari tecnici di approfondimento. Sede: Palazzo Soragna Strada al Ponte Caprazucca, 6/a

Ciclo di seminari tecnici di approfondimento. Sede: Palazzo Soragna Strada al Ponte Caprazucca, 6/a Ciclo di seminari tecnici di approfondimento Sede: Palazzo Soragna Strada al Ponte Caprazucca, 6/a 20 ottobre 2011 ore 16 PRESIDIARE IL MERCATO SU INTERNET: strategia, sito web, marketing, comunicazione

Dettagli

ALLEGATO B I SOGGETTI - GLI STRUMENTI - LE AZIONI DEL PIANO DI COMUNICAZIONE

ALLEGATO B I SOGGETTI - GLI STRUMENTI - LE AZIONI DEL PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO B I SOGGETTI - GLI STRUMENTI - LE AZIONI DEL PIANO DI COMUNICAZIONE I REFERENTI DELLA COMUNICAZIONE Tutti i dipendenti del Comune sono, in qualche maniera, coinvolti nel processo della comunicazione,

Dettagli

Gli argomenti qui accennati trovano una più grande ed esaustiva declinazione sul BLOG: www.aimepernettaz.com

Gli argomenti qui accennati trovano una più grande ed esaustiva declinazione sul BLOG: www.aimepernettaz.com In questa breve guida si prenderanno in considerazione alcuni Social Media e le possibilità in termini di promozione turistica che questi ultimi consentono Gli argomenti qui accennati trovano una più grande

Dettagli

Lo Sportello Informativo on line La tua Regione a portata di mouse

Lo Sportello Informativo on line La tua Regione a portata di mouse UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA Per favorire il dialogo con i cittadini la Regione Calabria lancia lo sportello informativo, il servizio on line che consente di avere, in tempi certi,

Dettagli

Applicazione Mobile con Realtà Aumentata

Applicazione Mobile con Realtà Aumentata Applicazione Mobile con Realtà Aumentata 5 Sensi, società di Consulenza e Servizi, è specializzata in Marketing Digitale e Comunicazione per i Mercati Esteri, nel segmento Lusso e Premium. Innovazione

Dettagli

Bilancio Sociale 2011-2012

Bilancio Sociale 2011-2012 I dati occupazionali sono peggiori di quelli regionali e di area, ma indicano un lieve miglioramento rispetto alle previsioni dell anno scorso; è l unico dato incoraggiante. Il tasso di occupazione è il

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELLA TRASPARENZA

PIANO TRIENNALE DELLA TRASPARENZA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Didattica di Santa Teresa di Riva Via Francesco Crispi, 495 98028 S. TERESA DI RIVA (ME) Tel. e Fax: 0942/791410 e-mail: meee06000t@istruzione.it

Dettagli

L esperienza di San Giuliano Milanese

L esperienza di San Giuliano Milanese Sistema di Gestione Flussi Documentali COMUNE DI SAN GIULIANO MILANESE L esperienza di San Giuliano Milanese Dott.ssa Laura Garavello Responsabile dei servizi di supporto gestionale OBIETTIVI DELL AMMINISTRAZIONE

Dettagli

FOCUS. www.wikabu.com

FOCUS. www.wikabu.com FOCUS WIKABU: l innovativa app mobile che consente agli utenti di scoprire dove acquistare i prodotti visti in pubblicità (cartacea, cartellonistica e digitale). Il servizio mira a soddisfare sia il bisogno

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO WEB AZIENDALE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO WEB AZIENDALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 6 FRIULI OCCIDENTALE 33170 Pordenone - Via Vecchia Ceramica, 1 - C.P. 232 Tel. 0434/369111 - Fax. 0434/523011 - C.F. / P. Iva 01278420938 PEC: Ass6PN.protgen@certsanita.fvg.it

Dettagli

AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale

AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale Un gruppo compatto e professionale, un esperienza pluriennale, un approfondita conoscenza del mondo della comunicazione in tutte le sue sfaccettature,

Dettagli

master in Management della Comunicazione Pubblica e Istituzionale Legge 150/2000

master in Management della Comunicazione Pubblica e Istituzionale Legge 150/2000 master in Management della Comunicazione Pubblica e Istituzionale Legge 150/2000 Eidos Communication Via A. Salandra, 1/A - 00187 Roma T. 06.42.01.41.00 F. 06.42.00.48.73 E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2014-2015 - 2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2014-2015 - 2016 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2014-2015 - 2016 La redazione del Programma Triennale per la Trasparenza e Integrità è strutturata in sezioni relative a: 1. Premessa ; 2. Supporto

Dettagli

MAGAZINE, community Ed EvENtI FoRMAto FAMIGLIA

MAGAZINE, community Ed EvENtI FoRMAto FAMIGLIA MAGAZINE, community Ed EvENtI FoRMAto FAMIGLIA FattoreFamiglia è il Magazine online dedicato alla famiglia è la Community formato famiglia è Party Kids Events: eventi per privati e corporate è FaFaNetwork:

Dettagli

COMUNE DI CENTO Provincia di Ferrara PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015/2017

COMUNE DI CENTO Provincia di Ferrara PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015/2017 COMUNE DI CENTO Provincia di Ferrara PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015/2017 Predisposto dal responsabile per la Trasparenza Segretario Generale Dott.ssa Margherita Clemente Adottato

Dettagli

Cos è ICTv? ICTv è la nuova WebTv interamente dedicata alla tecnologia e all informatica.

Cos è ICTv? ICTv è la nuova WebTv interamente dedicata alla tecnologia e all informatica. Cos è ICTv? ICTv è la nuova WebTv interamente dedicata alla tecnologia e all informatica. Gratuita, ricca di contenuti e in italiano, la WebTv risponde alla domanda di contenuti multimediali dei navigatori

Dettagli

Per un edilizia. Media partner. Project management

Per un edilizia. Media partner. Project management Innovazioni Soluzioni Per un edilizia sostenibile e di qualità Progetto promosso da Ance Veneto, Ance Friuli Venezia Giulia, con gli Ordini provinciali degli ingegneri e degli architetti del Veneto e del

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE. la comunicazione non consiste nella mera diffusione della notizia, ma deve produrre un senso e fare capire

PIANO DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE. la comunicazione non consiste nella mera diffusione della notizia, ma deve produrre un senso e fare capire la comunicazione non consiste nella mera diffusione della notizia, ma deve produrre un senso e fare capire Premessa e contesto Ai sensi dell art. 12 della legge n 150/2000 Disciplina delle attività di

Dettagli

Promuovi la tua attività gratuitamente su INTERNET: il Social Media Marketing

Promuovi la tua attività gratuitamente su INTERNET: il Social Media Marketing Promuovi la tua attività gratuitamente su INTERNET: il Social Media Marketing Nethics siti internet e SMM C.so Stati Uniti 72 - Susa (TO) manutenzione@nethics.it - Tel.: 0122/881266 Programma del corso

Dettagli

Comitato di Sorveglianza

Comitato di Sorveglianza REGIONE LAZIO ASSESSORATO ALL AGRICOLTURA, CACCIA E PESCA DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE (PSR) DEL LAZIO 2007/2013 IN ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO

Dettagli

Comune di Grumolo delle Abbadesse Provincia di Vicenza

Comune di Grumolo delle Abbadesse Provincia di Vicenza Comune di Grumolo delle Abbadesse Provincia di Vicenza Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2012 / 2014 Pag. 1 a 1 PREMESSA L e recenti e numerose modifiche normative nell ambito del vasto

Dettagli

Area E Sito internet

Area E Sito internet W Sito internet ebarea E ( Bilancio Sociale 2007 2012 r Sezione 3. Risultati per Aree di attività r Area E. Sito internet 115 Sito internet Presentazione La Fondazione, da decenni impegnata nella promozione

Dettagli

COMUNE DI SERGNANO Provincia di Cremona

COMUNE DI SERGNANO Provincia di Cremona COMUNE DI SERGNANO Provincia di Cremona PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PREMESSA Le recenti e numerose modifiche normative nell ambito del vasto progetto di riforma della Pubblica

Dettagli

Azienda 2.0. Le imprese e i social networks, opportunità e gestione dei rischi. Stefano Ventura

Azienda 2.0. Le imprese e i social networks, opportunità e gestione dei rischi. Stefano Ventura Azienda 2.0 Le imprese e i social networks, opportunità e gestione dei rischi Stefano Ventura 1. Il nuovo scenario social 2. Necessaria strategia 2.0 3. La nostra esperienza 4. La gestione dei rischi 1.

Dettagli