anzio volano le prime tegole Riviera Zanardelli 45 Anzio Tel fax

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "anzio volano le prime tegole Riviera Zanardelli 45 Anzio Tel 06 98340765 - fax 06 98342058"

Transcript

1 N U M E R O C I N Q U A N T A N O V E - D I C E M B R E L I N F O R M A Z I O N E F A C E N T R O anzio volano le prime tegole Riviera Zanardelli 45 Anzio Tel fax

2 dicembre 2013 _ n.59 2 Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno QUESTO SPAZIO PUò ESSERE TUO!!!! Per informazioni:

3 CASO VILLETTE IN COMUNE ARRIVA LA FINANZA Space - Città Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno n.59 _ dicembre 2013 l editoriale OVER THE TOP..olino 3 Nel febbraio 2011 il Comune di Anzio ha acquistato delle villette site in Via del melograno Falasche da destinare a case popolari. Si tratta di sette appartamenti: quattro al piano terra con giardino e tre al piano superiore. La vicenda sin dall inizio aveva suscitato polemiche ma nelle ultime settimane si è scatenato un vero e proprio putiferio. Tutto è partito dal segretario comunale Pompeo Savarino il quale, come dichiarato nel consiglio comunale di fine ottobre, ha riscontrato delle irregolarità che da servitore dello Stato ho segnalato ad un altro servitore dello Stato : la Magistratura. Quello che non è chiaro è il prezzo d acquisto pagato dal Comune; si tratta di 220 mila euro a villetta, mentre il prezzo pubblicizzato da chi le ha costruite è di 190 mila euro l una. Qualche giorno dopo la segnalazione di Savarino, in comune si è presentata la Guardia di Finanza per acquisire gli atti riguardanti l acquisto degli alloggi. Oltre alle Fiamme Gialle gli stessi atti sono stati richiesti dalla Regione Lazio, la quale ha finanziato l acquisto di tali alloggi, mettendo a disposizione dell ente locale 3 milioni di euro. Il comune non ha ancora ricevuto i soldi e la Pisana prima di erogarli ha deciso di controllare in che modo sia stata spesa una parte di quel finanziamento. Il sindaco Bruschini, nel corso dello stesso consiglio, ha spiegato ai consiglieri la vicenda facendo chiarezza: il primo cittadino ha detto che del finanziamento regionale il Comune ha impegnato 1,2 milioni e per l acquisto di ogni villetta spettava un importo di 220 mila euro, relativo all Iva degli stessi. Queste ultime spese sempre come spiegato dal Sindaco dovevano essere a carico dell ente e non potevano essere coperte dal finanziamento. Bruschini ha anche aggiunto, in virtù del fatto che il finanziamento non è ancora arrivato, che il Comune ha dovuto chiudere la vicenda per evitare un contenzioso da parte del privato. Infatti con il compromesso stipulato, in caso di rinuncia all acquisto l ente avrebbe perso tutti i soldi spesi fino a quel momento. Per evitare questo, l atto è stato chiuso e quando arriveranno i finanziamenti regionali questi saranno poi inclusi nel bilancio. Un altro elemento che è emerso nel corso dello stesso consiglio comunale è la categoria dei villini: A7, la quale non rientra negli alloggi popolari. Quello che è certo è che il Comune di Anzio ha speso in totale euro per sette villini, da destinare a case popolari e dei quali oggi è proprietario a tutti gli effetti. Intanto si attende ancora che la Regione eroghi il finanziamento e la procura chiuda le indagini. Leonardo Tardioli Scopriamo l acqua calda dicendo che la scuola dovrebbe avere una posizione di vertice (over the top) all interno delle priorità di un continente, di una nazione e di una città. Ma non è una doccia fredda quella che in realtà facciamo ogni giorno accanto ai nostri ragazzi. Sappiamo bene che le strutture che accolgono i nostri figli sono per lo più datate e soffrono del silenzioso lavorio del tempo, come sappiamo bene che le risorse disponibili sono sempre più misere. Tuttavia alcuni accorgimenti potrebbero intiepidire un po gli animi di noi genitori, già molto turbati dal cornicione che viene giù, dal controsoffitto che cede, dalle perdite d acqua, dagli spifferi d aria, dalla mancanza di aule, dagli infissi poco sicuri, dalle visite di Bianca e Bernie, e dare il senso a tutti i cittadini che l amministrazione sta puntando alla conquista di una posizione di vertice per il settore Scuola. Sappiamo bene che Anzio vive in uno stato di emergenza per quanto riguarda il suo sviluppo sociale e culturale, e che il degrado a cui sta volgendosi è evidente e drammatico. Pertanto alcuni segnali diverrebbero azioni concrete con le quali trasmettere la volontà politica di perseguire un cambiamento di rotta per la città e i sui piccoli, che vorremmo grandi uomini di domani. Si potrebbe iniziare, per fare alcuni esempi, mettendo maggiormente in sicurezza gli ingressi delle scuole al mattino, nonché le uscite. Cercando di mitigare le difficoltà dei viandanti tra le giungle di auto, pulmini e motorini, magari chiudendo l accesso dei locomotori in tutte le vie dei plessi scolastici, senza eccezioni. Purtroppo le imprese titaniche della Polizia Locale non sono sufficienti a tutelare l incolumità dei nostri ragazzi. Poi si potrebbero trasformare le aree verdi degli edifici scolastici in giardini ben curati e insegnare così ai nostri figli l amore e il rispetto dell ambiente, dando ai giovani un grande esempio di civiltà ecologica, e magari renderli partecipi. Si potrebbe inoltre creare un blog istituzionale sul nuovo sito comunale, dove accogliere le richieste e i consigli dei genitori e ragazzi, e quant altro. Insomma, mettere la scuola al vertice degli impegni dell amministrazione è fondamentale, altrimenti la caccia alle streghe e ai topolini finirà per tagliare le gambe al nostro futuro. Andrea Mingiacchi

4 dicembre 2013 _ n.59 Space - Città 4 Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Il patrimonio edilizio scolastico è troppo vecchio e poco sicuro. BIOEDILIZIA PER SCUOLE PIù SICURE E ALL AVANGUARDIA Scuole più sicure, più all avanguardia, più ecosostenibili. Un sogno o un utopia? Il crollo del soffitto avvenuto la scorsa settimana al liceo Dettori di Cagliari, con il ferimento di un insegnante e di due studenti, ha riaperto la questione della messa in sicurezza degli edifici scolastici italiani. Un problema mai affrontato seriamente e che rimane il tallone d Achille di un Paese che fatica ad investire e valorizzare sul settore scuola. In Italia il patrimonio edilizio scolastico è troppo vecchio e poco sicuro: quasi il 60% delle scuole sono state costruite nel 1974, prima dell entrata in vigore della normativa antisismica, e solo il 7% sono state edificate negli ultimi venti anni. Quasi la metà degli edifici non possiede le certificazioni di agibilità e il 35,8% ha bisogno d interventi di manutenzione urgenti. Ai dati del rapporto Ecosistema Scuola 2012 di Legambiente si affiancano i fatti di cronaca, che mostrano il precario stato di salute di quelle strutture che ogni giorno accolgono studenti e insegnanti. Prima di Cagliari, due settimane fa, al Liceo Carlo Sigonio di Modena si sono staccati alcuni calcinacci. Tornando indietro nel tempo il ricordo va a quella maledetta casa dello studente dell Aquila, crollata il 6 aprile 2009 inseguito alle scosse di terremoto. A perdere la vita sono stati otto studenti universitari, morti sotto le macerie di una struttura che è franata su se stessa come un castello di carta. Nel 2008 in provincia di Torino il cedimento di un soffitto nel Liceo Darwin di Rivoli provoca, invece, la morte di un ragazzo. E ancora la tragedia che ha colpito il comune di San Giuliano di Puglia, in Molise, la più dura da dimenticare. Qui nel 2002 un sisma ha spazzato via la scuola Francesco Iovine, uccidendo un intera classe di bimbi della prima elementare. Le ventisei bare bianche, allineate all interno del Palazzetto dello Sport, sono rimaste impresse negli occhi di tutti. Questa tragedia, e quella dell Aquila, risvegliano ancora tanta rabbia. La casa dello studente, costruita negli anni sessanta presentava già all epoca dei vizi costruttivi, e i lavori effettuati nel 2000 l avevano indebolita ancor di più. Stesso discorso per la scuola molisana di San Giuliano, edificata negli anni settanta, e ristrutturata un anno prima del sisma. C è da chiedersi, con quali norme e quali criteri? Dov è la responsabilità, la deontologia e l etica professionale di chi costruisce? Gli studenti morti in Abruzzo e in Molise non sono vittime del terremoto, ma di chi ha voluto speculare sulla messa in sicurezza di queste strutture. È dunque necessario da parte del Paese una seria presa di coscienza del problema, perché non si può morire per il crollo di un soffitto o perché l edificio non è stato costruito a norma. Come ha sottolineato il presidente della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, Ermete Realacci: Serve dare massima attenzione alla messa in sicurezza degli edifici scolastici. Il Governo a tal fine ha stanziato dei fondi, ma è necessario anche rivedere il Patto di Stabilità interno per consentire agli Enti Locali che hanno risorse di investirle in interventi di messa in sicurezza e consolidamento antisismico degli edifici pubblici, proprio a partire da scuole e ospedali. Si potrebbe allora partire da quegli esempi virtuosi, di cui si parla poco, e che rappresentano l altra faccia di un Italia che invece ama scommettere e puntare sulla sicurezza, la manutenzione, la bioedilizia e l uso delle fonti rinnovabili. L esempio arriva direttamente dalla Toscana, dove ad Empoli è stato realizzato il nuovo plesso scolastico dell Istituto d Istruzione Superiore G. Ferraris F. Brunelleschi, frutto della collaborazione tra la Provincia di Firenze e l Istituto Nazionale di Bioarchitettura. Inaugurato nel febbraio 2013, le cortine murarie dell edificio sono in laterizio portante, come previsto dalle norme sismiche per le aree ad alta criticità, la copertura è in legno con tegole e la finitura esterna è stata realizzata inserendo un cappotto in fibra di legno. Il sistema di climatizzazione, invernale ed estivo, è a pannelli radianti con un sistema di ricambio dell aria a portata variabile; mentre il fabbisogno termico invernale è soddisfatto con una pompa di calore geotermica con una potenza di 180 kw. D estate quest ultima è integrata da un altra pompa di calore condensata ad aria da11 kw. Dalla provincia di Torino arriva, invece, l esempio dell eco scuola primaria di Scarmagno. Il rivestimento esterno della struttura è in doghe di legno di larice, mentre le strutture portanti sono state realizzate con un sistema costruttivo basato sulla tecnologia del legno, il sistema a secco tipo X-Lam, che impiega nelle pareti e nei solai pannelli di legno massiccio a strati incrociati. Anche qui si è optato un sistema di riscaldamento garantito da pompa di calore geotermica del tipo terreno/acqua. Per quanto riguarda invece le buone pratiche e i servizi sostenibili, diverse scuole piacentine optano per servizi scolastici sostenibili a km ed emissioni zero. Le scuole abruzzesi e quelle laziali hanno deciso di puntare sui pannelli fotovoltaici; ad esempio alla scuola media Sabin di Capistrello (Aq) è stato realizzato un impianto fotovoltaico da 10 chilowatt ottenendo così, grazie alla forza del sole, un considerevole risparmio energetico. Tutte esempi modello da copiare e riproporre per rinnovare una volta per tutte il patrimonio edilizio scolastico italiano. Perché una scuola più sicura, all avanguardia, ecosostenibile e salubre, non è un utopia ma un sogno che si può e si deve realizzare. Queste esperienze ne sono la prova. Luisa Calderaro BREVI: Cronaca, nuovo look per il lungomare di Anzio Colonia Nuovi marciapiedi, una pista ciclabile e una nuova illuminazione: sono questi gli interventi previsti per il lungomare di Anzio Colonia, nel tratto compreso tra via Bergamo e via Vespucci. I lavori, finanziati dalla Regione Lazio e in parte dal comune, sono iniziati nei giorni scorsi. Sempre ad Anzio Colonia, in zona Acqua del Turco, sono invece in corso i lavori per la sistemazione dell area e la realizzazione di parcheggi e illuminazione pubblica. Cronaca, Nettuno tre arresti per l omicidio O Micillo La Squadra Mobile di Roma ha arrestato tre pregiudicati affiliati all organizzazione criminale campana, ritenuti responsabili in concorso dell omicidio di Modestino Pellino, O Micillo, del clan camorristico dei Moccia, ucciso il 24 luglio 2012 a Nettuno in pieno giorno. Sport, ad Anzio torna la pista del ghiaccio Torna ad Anzio la pista di pattinaggio su ghiaccio sintetico, installata a Piazza Garibaldi. Una pista ecologica che non inquina, non consuma energia elettrica, ed è a impatto ambientale e costo zero. Anche per questo natale è pronta per far divertire tutti, grandi e piccini.

5 Space - Città Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno n.59 _ dicembre 2013 A metà dicembre il nuovo orario dei treni. In arrivo altri disagi per chi viaggia PENDOLARI DELLA NETTUNO-ROMA SUL PIEDE DI GUERRA 5 Il gigante Trenitalia ha paventato il cambio orario, come sua consuetudine, penalizzando ancora una volta la linea Nettuno-Roma, la FR8, che in questi anni ha ricevuto da Legambiente più Trofei Caronte in assoluto per essere la peggior tratta ferroviaria della Regione Lazio. Nel nuovo orario, che sarà in vigore da domenica 15 dicembre, si riscontra una riduzione delle corse giornaliere con l eliminazione del treno delle 8:32 da Nettuno e di una corsa da Roma tra le ore 20 e le 21 di sera, a ciò si aggiunge lo spostamento di 35 minuti in avanti dei treni pomeridiani in partenza da Termini. In questo modo decine di migliaia di pendolari ritarderanno il rientro a casa di oltre mezz ora. Per il Comitato Pendolari FR8a Carrozza il nuovo orario proposto da Trenitalia produrrà un peggioramento del servizio per la linea Nettuno-Roma e in una nota scrive: In generale, rimanendo invariati gli orari di partenza per Roma, il ritorno comporterà un attesa media in stazione di 35 ed un rientro a casa ritardato di quasi 3/4 d ora, considerando gli strutturali ritardi, in media tra i 10 e 30, ma con punte fino a 80! Oltretutto non si è tenuto conto degli orari scolastici: i ragazzi di Anzio e Nettuno saranno costretti col nuovo orario ad attendere un ora il primo treno utile. C è poi da sottolineare il fatto che il ritardo di 35 della partenza del 15:07 da Termini comporta che i genitori pendolari che devono riprendere i bimbi a scuola non arriveranno più in tempo alla chiusura (16:00). Il Comitato Pendolari FR8a Carrozza inoltre spiega come: La traslazione in avanti del treno delle 17:07 e l eliminazione dello shuttle a servizio del Formia delle 17:25, convoglierà sul 17:42 due gruppi di utenze, non basteranno 10 carrozze (si è fortunati se si arriva a 7 carrozze). Inoltre, da 22 treni per Roma e 22 da Roma, ne restano 21 per Roma e 21 da Roma. Abbiamo perso 2 treni e arriviamo a casa più tardi, con sovraffollamenti garantiti sui treni regionali per Napoli, per Formia, per Minturno e ovviamente per Nettuno. Che dire, dopo aver perso la battaglia legale avviata con la class-action, dopo esser stati condannati a pagare le spese processuali ammontanti a ,50, i pendolari della FR8 dovranno, forse, ingoiare un altro boccone amaro: viaggiare sempre più compressi su carrozze fredde d inverno e bollenti d estate, puzzolenti, sporche, con bagni al 90% fuori uso. Sembra quasi che ci si diverta a far viaggiare le persone in un modo nemmeno concepibile per le bestie, che, a quanto pare, sono molto più tutelate degli esseri umani. Forse il Pendolare non è un essere umano? Forse 488,10 euro annui di abbonamento non sono sufficienti come obolo per questo disumano traghettamento? Di sicuro c è che l articolo 16 della nostra Costituzione, riguardante il diritto alla mobilità, è sempre più calpestato dalle necessità di profitto di Trenitalia. Un Pendolare Francesco Scalcione Class Action, che bella parola. Ma cosa significa? Con il termine class-action (azione linea Fr8, Roma Nettuno ha così deciso class-action ). Per quanto concerne di classe) si intendono genericamente di ricorrervi, ma il Tribunale di Roma il presunto danno patrimoniale, che quei meccanismi processuali idonei ha respinto la domanda dei pendolari. l ordinanza ha confermato essere ad ottenere, in un unico processo,il L ordinanza del Tribunale, si legge in limitato, eventualmente, al solo risarcimento del danno subito da un gruppo di cittadini a causa dell illecito una nota sul sito Trenitalia, ha giudicato inammissibili tutte le istanze avanzate risarcimento del prezzo del biglietto aggiungono le Fs il Tribunale ha seriale prodotto da un soggetto dai pendolari, non giudicando «diritti dichiarato inammissibile la richiesta professionale, come avrebbe tuonato il individuali omogenei, tutelabili attraverso non giudicando diritti individuali mio insegnante di diritto. Dal 1 gennaio 2010 è possibile ricorrere alla class l azione di classe» quelli espressi dai passeggeri che hanno promosso l azione. omogenei, tutelabili attraverso l azione di classe quelli espressi dai pendolari che action (articolo 140-bis del Codice Per il Tribunale di Roma sono hanno promosso l azione. Ordinanza poi del consumo), per rendere giustizia ai inammissibili anche la richiesta di confermata anche in appello. Ed intanto cittadini in tutte quelle situazioni nelle quali si controverte per importi di valore contenuto e dunque, generalmente, si risarcimento del danno non patrimoniale e quella di adeguare il livello di servizio offerto agli standard previsti dal contratto i pendolari viaggiano sempre peggio, su carrozze vetuste, puzzolenti, non sicure. Ma, come scrisse Luigi Pirandello, Così tende a rinunciare alla difesa dei propri di servizio (questione che, secondo è se vi pare, questa è l Italia, che vi diritti. Il Comitato Pendolari della l ordinanza, esula dal perimetro della piaccia o no. Francesco Scalcione

6 dicembre 2013 _ n.59 Space - Città 6 Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno LA FIN-CISL CHIEDE PROGETTI SPERIMENTALI PER I FONDI DEL FEP NUOVE OPPORTUNITÁ PER LE COOPERATIVE DEI PESCATORI La FIN-Cisl ha aperto in Piazza Pia ad Anzio un ufficio dedicato ai marittimi. Dalla richiesta delle pensioni alla cassa integrazione, dalla rottamazione alla ricerca di fondi per l ammodernamento delle imbarcazioni e molto altro viene trattato dall operatrice di zona, già esperta del campo e supportata da una vasta rete di collaboratori. La novità più interessante per il settore pesca è il suggerimento e lo stimolo alla creazione di progetti sperimentali da proporre alle commissioni europee di Bruxelles in modo da non perdere le ultime possibilità di accedere a fondi destinati alla tutela ecologica e la difesa del patrimonio marino. L iniziativa della FIN-Cisl sta avendo successo in varie località marittime d Italia, ultima tra tutte la zona del Circeo e Sabaudia in cui il FEP (Fondo Europeo Pesca) per la regione Lazio ha aperto un bando di concorso che stanzia 900 mila euro per progetti di tutela e di sviluppo della flora e della fauna acquatiche. I progetti finanziati riguardano la tutela dell anguilla in ambienti acquatici che ricadono nella provincia di Latina, la protezione e la valorizzazione della fascia costiera del comune di San Felice Circeo e il miglioramento del lago salmastro di Sabaudia. Martina Curci, promotrice dell iniziativa ad Anzio, sostiene che nel nostro territorio molti dei fondi disponibili sono tornati indietro, con il disappunto delle commissioni europee, per mancanza organizzativa e conoscitiva dei canali giusti per interagire con il FEP. Oggi si affaccia un opportunità concreta anche se i fondi disponibili rispetto al passato sono limitati. Ad un primo approccio con i presidenti delle cooperative di pesca della zona, il riscontro e la disponibilità appaiono positivi. Roberto Palomba, presidente e astatore della Fanciulla d Anzio, lancia l allarme per la prima urgenza: la flotta peschereccia vive un profondo disagio per i costi eccessivi delle aziende,la diminuzione progressiva del pescato, ma anche per l insabbiamento del canale del porto che oggi, ad esempio, con un po di mare mosso la metà delle barche non possono uscire in pesca per non rischiare di essere travolti dai frangenti delle onde. Aldo Gualerni, della piccola pesca, chiede il fermo biologico sotto forma di cassa integrazione anche per le imbarcazioni più piccole che spesso vivono mesi interi senza poter lavorare a causa del maltempo invernale o della mucillagine estiva. Molte le idee che verranno vagliate nei primi incontri per essere presentate a Bruxelles, dalle proposte di riserve di pesca associate a bonifiche dei fondali oppure esperimenti di ripopolamento di specie ittiche. Alessandro Tinarelli Il Pd boccia il documento. Pochi investimenti alla cultura e zero al turismo DUBBI DEL PD SUL BILANCIO DI PREVISIONE Il comune di Anzio approva il bilancio di previsione 2013 con il voto favorevole della maggioranza di centrodestra, ma incassa un secco no dal Pd. Il Partito Democratico, nella seduta consiliare del 18 novembre, al momento della discussione ha fatto sentire tutto il suo dissenso sulle cifre e sulle varie voci che lo compongono indicando i motivi del suo voto contrario. Il primo a prendere la parola è stato il capogruppo del Pd, Andrea Mingiacchi, che pur non volendo entrare nello specifico tecnico delle voci, ha voluto fare delle considerazioni in merito: Di certo - ha esordito - quello che si legge nel Bilancio di Previsione è che ci troviamo davanti ad una città che dorme, una città morta. Non voglio drammatizzare, ma nel bilancio ci dovrebbe essere dell azione, si dovrebbe scoprire, leggendo quei numeri, una città coraggiosa che ha fatto delle scelte, che ha deciso di affrontare delle problematiche anche in un momento di crisi, ma quando si vedono le voci degli investimenti queste sono sempre piccole, troppo piccole. Alla voce cultura gli investimenti per il 2013 sono solo 47 mila euro, peraltro già spesi e finiti, che diverranno l anno prossimo e nel 2015 di La voce turismo ha un periodico zero! Ossia investimenti nei prossimi anni: zero! Mentre se andiamo alla voce gestione del territorio e dell ambiente, che indubbiamente va considerata per una crescita dal punto di vista eco-sostenibile della città, importante e fondamentale, leggiamo che per gli investimenti abbiamo 350 mila euro nel 2013 e 2014, per scendere a 75 mila nel 2015, forse perché si spera di rientrare di qualcosa. Il capogruppo PD ha voluto precisare che i tre esempi sono stati presi a caso, si potevano scegliere anche altre voci, per mostrare la situazione di arretratezza o di miopia di Anzio su certi temi. La città deve trovare il coraggio di investire di più su cultura e turismo, due volani fondamentali per rilanciare Anzio e aiutarla ad uscire dalla crisi. Occorre creare del movimento sottolinea Mingiacchi - aprire quei varchi per far ripartire la ripresa, per creare sviluppo, ma come lo possiamo fare se non si investe sui capitoli giusti? Abbiamo una città che potrebbe essere valorizzata tantissimo, il turismo potrebbe essere una fonte di guadagno, di entrata importantissima. Ma non abbiamo un Centro Congresso, un teatro, un luogo dove tenere delle Fiere, delle strutture che possano accogliere manifestazioni di un certo tipo di interesse che possano diventare di sviluppo per la città. E sulla questione cultura e valorizzazione dei beni culturali Mingiacchi ha infine sottolineato l impegno preso dall amministrazione con i cittadini sul progetto di riqualificazione e la valorizzazione del territorio, con dei percorsi culturali e artistici importanti per la città, come la rivalutazione delle Grotte di Nerone. Sembrava conclude Mingiacchi - che finalmente si stesse prendendo la strada giusta, che si stesse realizzando non solo uno sforzo cognitivo, programmatico e progettuale, ma anche pratico. Secondo me le somme per realizzare le promesse fatte ai cittadini dovrebbero essere comprese all interno dei euro degli investimenti, ma credo proprio che anche stavolta sarà una promessa che l Amministrazione difficilmente potrà mantenere. Maurizio D Eramo

7 Space - Città Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Da bisogno sociale e diritto ad arma di ricatto n.59 _ dicembre FAME DI LAVORO: COME SAZIARLA Caro lettore, a un mese di distanza è nuovamente richiesta la tua gentile attenzione. Chi scrive è colui che nello scorso numero di Anzio-Space ti ha rammentato come la disoccupazione in Italia e sul nostro territorio sia la radice dell attuale degrado sociale e politico che abbiamo visto all opera in modo chiaro anche alle ultime elezioni locali. La tua reazione infastidita per trovarti di fronte alle solite denunce che cadono nel vuoto è comprensibile e perciò con questo secondo articolo sul tema, chi scrive vorrebbe proporti alcune possibili soluzioni, ricordandoti che se nessuno che ha il potere di farlo le porta avanti, è perché non ne ha la volontà politica. L attuale crisi economica non è figlia della scarsità di ricchezza sociale, ma è figlia dei processi di privatizzazione e deregolamentazione finanziaria degli ultimi trent anni che hanno prodotto un gigantesco accumulo di ricchezza in pochissime mani e un aumento esponenziale del numero di cittadini impoveriti o sulla via di un progressivo impoverimento. La disoccupazione aumenta perché i bassi salari non permettono il consumo delle merci prodotte così che le aziende licenziano, chiudono o delocalizzano. La ricchezza c è, ma è distribuita in maniera diseguale. Per poter riavviare l economia va ridistribuita la ricchezza: vanno colpiti i grandi patrimoni oltre i 700mila euro, che in Italia interessano il 10% della popolazione, e l evasione fiscale che in Italia tocca i di euro l anno. Come? Con la leva fiscale. Per fare cosa? Per avviare un piano pubblico di investimenti in termini di nazionalizzazione di grandi aziende, telecomunicazioni e banche in modo da tornare a una sana programmazione economica, quella che rese l Italia un paese moderno fra gli anni 50 e 60. Quale volano di occupazione per milioni di cittadini sarebbe, quante aziende riaprirebbero perché finalmente in giro circolerebbero nuovamente i soldi per permettere ai lavoratori di acquistare le loro merci! Se il governo non lo fa - e nessun governo l ha fatto da 20 anni a questa parte anzi ha fatto il contrario - è perché evidentemente rappresenta quel 10% di popolazione e quegli evasori, non la maggioranza dei cittadini. Ciò che è scarso in realtà non è il patrimonio di ricchezza sociale ma l insieme dei processi biologici e fisici che noi chiamiamo ambiente e territorio. La smodata ricerca del profitto ha portato ad uno sviluppo dissennato che privilegiando la speculazione a breve ha creato dissesti ambientali enormi: le catastrofiche alluvioni in Sardegna e Calabria degli ultimi giorni testimoniano questo sperpero di territorio che in nome degli interessi dell edilizia, della malavita e delle politica al suo servizio ha devastato intere regioni e causato la morte di persone innocenti. Il lavoro da creare non è quello delle grandi opere come la Tav, la Turbogas, il ponte sullo Stretto o il mega porto faraonico promesso dal centro destra anziate e mai realizzabile, ma quello ottenibile grazie a un piano di recupero ambientale e idrogeologico che vedrebbe l assunzione di centinaia di migliaia di giardinieri, ingegneri, botanici, geologi, muratori, falegnami per rimboschire colline, ripristinare argini, mantenere edifici, progettare canali ecc. In parlamento oggi c è qualcuno che la pensa in questo modo? Direi di no, a parte qualche eccezione che al momento non incide in particolar modo sullo scenario politico. Ma i soldi, dove si trovano i soldi? Dirà qualcuno. I soldi ci sono, basterebbe dirottare le risorse per gli F35 su questi obiettivi, spostarvi le risorse per la Tav, eliminare i veri sprechi della sanità non i posti letto, e così via. Ma l Europa cosa direbbe l Europa? L Europa andrebbe ammonita di modificare i suoi trattati pena una sua fine ignominiosa, e l Italia ha il peso economico per imporre ciò, ma in Italia c è un governo così autorevole e rappresentativo in grado di farlo? Neanche per sogno! E allora di che stiamo parlando Su questi temi chi scrive propone la lettura dei seguenti volumi: V. Giacchè, Titanic Europa, Aliberti editore, euro 14,00; Id. Anschluss. La riunificazione della Germania e il futuro dell Europa, Aliberti editore, euro 19,00; P. Ferrero Pigs. La crisi spiegata a tutti, Derive Approdi, euro 12,00; E. Brancaccio, M. Passerella, L austerità è di destra e sta distruggendo l Europa, Il Saggiatore, euro 13,00. D. Moro, Club Bilderberg, Aliberti editore, euro 14,00. Umberto Spallotta

8 Space - Città dicembre 2013 _ n.59 8 Mensile di Informazione Lavinio-Space di Anzio e Nettuno La Neroniana Rugby gioca contro i Bisonti Rugby, la squadra del carcere di Frosinone DOMENICA ALL INSEGNA DELLA LEALTÀ SPORTIVA IL RUGBY CONQUISTA I DETENUTI Maurizio D Eramo Una domenica all insegna del valore sportivo e sociale. Protagonisti di una giornata unica sono stati la Neroniana Rugby Anzio e la formazione dei Bisonti Rugby, composta dai detenuti del carcere di massima sicurezza di Frosinone, che si sono incontrati sul campo da gioco nel girone laziale del campionato di Serie C di rugby. Le due formazioni si sono sfidate sul terreno della casa circondariale di Frosinone, dando vita ad una giornata di vero sport e ad una partita diversa dalle altre sia nel clima sia nella location: non c erano infatti spettatori ai bordi del campo, ma detenuti che dalle celle facevano il tifo per i loro compagni. Particolare anche la location, un campo circondato dalle alte mura del carcere, con tanto di garitte ai quattro angoli, realizzato in quella che era la gigantesca area comune dove i detenuti trascorrevano la cosiddetta ora d aria. A riprendere l evento le telecamere del programma Uno mattina di Rai Uno. La partita si è aperta con un minuto di raccoglimento, voluto dalla Federazione Rugby Italiana su tutti i campi da gioco, per sensibilizzare l opinione pubblica sul tema della violenza contro le donne. A tal riguardo i giocatori di casa sono scesi in campo con un nastro rosa al braccio, coinvolgendo poi anche quelli di Anzio per girare uno spot promozionale a favore dell Associazione Zonta International contro il femminicidio. A suggellare una giornata di grande sport e valore sociale, lo spirito di fair-play mai visto in molti altri campi di gioco. Tanto per fare un esempio a fine gara tutti i detenuti (ricordiamo che sono tutti dei 416 bis, condannati per reati di tipo associativo come mafia o traffico di droga) sono andati dai giocatori della Neroniana non solo a stringerne le mani, ma anche per ringraziarli di aver giocato con loro. Per sancire ancor di più la cordialità dell intera giornata, il coach della Neroniana, Michele Cuttitta, ha omaggiato il Presidente dei Bisonti Rugby Frosinone, Germana De Angelis, di una maglia ufficiale della nazionale Scozzese del Sei Nazioni. A proposito il risultato ha visto la vittoria per 22 a 12 dei Bisonti, ma questo era solo sport. Maurizio D Eramo Germana De Angelis è il presidente della squadra Bisonti Rugby Frosinone, nonché presidente dell Associazione Gruppo Idee. Una donna che crede fortemente nel valore dello sport e da anni lavora duramente per reinserire i detenuti nel tessuto sociale. Com è arrivato il rugby nel carcere di Frosinone? È da molto tempo che la mia associazione Gruppo Idee promuove tutta una serie di iniziative all interno dei carceri laziali, atte al recupero dei detenuti nel tessuto sociale, con dei progetti che impongano dei cambiamenti di vita a persone abituate a vivere nella negazione dei diritti nei confronti degli altri e nel mancato rispetto di norme di vita e di legge. Abbiamo pensato che insegnare il rugby potesse fare al caso nostro. Quando abbiamo parlato di questo progetto alla direttrice del carcere, dottoressa Pesante, abbiamo ricevuto subito il suo assenso, per cui ci siamo adoperati nel realizzarlo, anche se con un po di scetticismo Invece è stato davvero bellissimo vedere la risposta piena d entusiasmo dei ragazzi e come hanno fatto propri tutti gli insegnamenti di questo sport: il pieno rispetto delle regole, dell avversario, dell arbitro e anche lo spirito di squadra rispetto al singolo. Ma da lì a passare ad un campionato di serie C, ce ne vuole. Lo scorso anno abbiamo fatto delle partitelle dimostrative e visto che la squadra giocava bene e tutto sommato c era lo spirito giusto, abbiamo cercato di fare il salto, chiedendo alla Federazione l affiliazione della società. Devo dire che la FIR ha preso a ben volere il progetto, mandandoci degli allenatori federali che ci hanno dato e ci danno un grande aiuto. Poi come vedete, c è un clima cordiale, non ci sono guardie in campo perché i ragazzi sanno bene che sono sotto gli obiettivi di tutti. Loro sono una scommessa che da questo carcere può estendersi ad altri, ma sanno anche che se dovesse succedere qualcosa di sgradito, la Federazione li radierebbe e i bel giocattolo si spezzerebbe subito.

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo?

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo? IL BIGLIETTO INFLESSIBILE di Giorgio Mottola CLAUDIA DI PASQUALE Tutto si gioca sull Alta Velocità. Intanto i pendolari si devono arrangiare perché sembra che non interessino a nessuno. Ma i passeggeri

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli