Le regole italiane di catalogazione REICAT

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le regole italiane di catalogazione REICAT"

Transcript

1 PROVINCIA DI PADOVA Assessorato alla cultura Le regole italiane di catalogazione REICAT CORSO DI CATALOGAZIONE Biblioteca di Abano Terme - 11 dicembre 2009 Presentazione di Antonio Zanon, Cristiana Lighezzolo, Chiara Masut (Consorzio Biblioteche Padovane Associate)

2 Dalle RICA alle REICAT Le nuove Regole italiane di catalogazione (REICAT) sono nate perché si è ritenuto che le RICA non fossero più rispondenti alle mutate esigenze delle biblioteche e dell utenza, all evoluzione della teoria e della pratica catalografica a livello internazionale, alle nuove tipologie di materiali sempre più presenti nelle biblioteche ma soprattutto al passaggio dal catalogo cartaceo al catalogo automatizzato, dal catalogo di una singola istituzione al catalogo collettivo [Presentazione] / Rossella Caffo // In: Regole italiane di catalogazione : REICAT / a cura della Commissione permanente per la revisione delle regole italiane di catalogazione. Roma : ICCU, p. ix.

3 Articolazione del codice Introduzione Parte I: Descrizione bibliografica e informazioni sull esemplare Parte II: Opere ed espressioni Parte III: Responsabilità Appendici Indice analitico

4 Parte seconda Opere ed espressioni E la parte più nuova e maggiormente sviluppata, sia rispetto alle RICA che ad altri nuovi codici E costituita da sei capitoli (8-13) che si occupano di fornire: le definizioni di opera ed espressione le norme per individuare l opera o le opere contenute in una pubblicazione le norme per assegnare il titolo uniforme le norme per il trattamento delle espressioni di una stessa opera

5 Parte terza Responsabilità E la parte dedicata a distinguere e definire i tipi di relazioni presenti tra una pubblicazione e le persone od enti che hanno contribuito alla sua realizzazione, a partire dalla fase della concezione della o delle opere contenute fino alla fase della sua produzione materiale Le norme permettono di distinguere il ruolo svolto da ciascuna persona od ente, a partire dalla responsabilità di autore in senso stretto per proseguire con la distinzione delle responsabilità per l espressione, per la pubblicazione e per il singolo esemplare Ciascuna persona od ente verrà collegata alla registrazione al livello più appropriato. Così l autore verrà collegato a livello dell opera, il traduttore a livello dell espressione, l editore a livello di pubblicazione o produzione materiale e il possessore (o il decoratore o il legatore) a livello del singolo esemplare

6 Appendici Le REICAT contengono otto appendici: A. Abbreviazioni e simboli B. Uso delle maiuscole e dei numerali C. Designazioni generiche dei materiali D. Designazioni specifiche del materiale E. Forme di presentazione della musica scritta F. Traslitterazione o trascrizione di scritture diverse dall alfabeto latino G. Titoli uniformi per le edizioni della Bibbia H. Termini di genere consigliati per i titoli collettivi uniformi

7 REICAT PARTE 2: OPERE ED ESPRESSIONI

8 Parte 2: Opere ed espressioni Struttura della parte 2: Cap. 8: Opera e espressione Cap. 9: Titoli uniformi Cap. 10: Espressioni di una stessa opera Cap. 11: Opere nuove connesse a opere preesistenti Cap. 12: Opere contenute nella pubblicazione e assegnazione dei titoli uniformi Cap. 13: Accesso ad altri titoli

9 Opera ed espressione Per opera si intende una creazione intellettuale o artistica rappresentata da un testo, una musica o un altra forma di espressione (un film, un balletto, ecc.) o da un oggetto materiale o un manufatto (un disegno, una scultura) Rappresentano la medesima opera tutte le realizzazioni che, secondo le norme, sono considerate versioni o modificazioni (espressioni) che non danno origine ad un opera nuova distinta da quella preesistente

10 Tratto da: Paul Weston, Qualche riflessione su FRBR, presentazione illustrata al Seminario AIB, sezione Veneto, Venezia, 15 ottobre 2004

11 Opera Le REICAT prevedono che, in ogni pubblicazione, venga individuata l opera contenuta e che quest opera venga distinta da tutte le altre opere presenti in catalogo attraverso un titolo uniforme che la identifichi Questo titolo viene assegnato a tutte le pubblicazioni che contengono l opera indipendentemente dalla forma che il titolo assume nella pubblicazione

12 Titolo uniforme Tit. orig.: To the lighthouse

13 Espressioni Per espressione si intende la specifica forma intellettuale o artistica che un opera ha assunto in una sua particolare realizzazione In senso stretto si possono considerare espressioni distinte tutte le realizzazioni di un opera che comportano differenze nel contenuto testuale (o musicale, visivo etc.) Poiché differenze anche minime si riscontrano quasi sempre in pubblicazioni diverse e, con una certa frequenza, anche in gruppi di esemplari appartenenti ad una stessa edizione (p.e. nelle ristampe) è opportuno considerare come espressioni distinte soltanto le realizzazioni o famiglie di realizzazioni affini, anche se non identiche, che sono praticamente e utilmente identificabili nel catalogo

14 Espressioni Unica espressione Diverse espressioni

15 Nuove espressioni o nuove opere Costituiscono espressioni di una stessa opera le modificazioni o versioni alternative che, mantenendo la natura e il carattere di questa, hanno la funzione di permetterne la fruizione (lettura o consultazione, ascolto, visione, etc.), oppure di ampliare o prolungare la possibilità di fruirne: p. es. in diverse lingue o forme di riproduzione, in versioni aggiornate, accresciute o ridotte, o semplicemente in forme differenti Si considerano invece opere distinte quelle che risultano da modificazioni di natura, carattere o genere di un opera preesistente o che comunque si presentano formalmente come opere nuove

16 Cap. 10: Espressioni della stessa opera Si considerano espressioni diverse di una stessa opera: edizioni che presentano testi varianti (p.es.: 2. ed. ampliata); traduzioni in lingue diverse (in italiano, in inglese, in francese); trasposizioni in una diversa forma di realizzazione o rappresentazione (ad esempio orale audiolibri anziché scritta); edizioni ridotte o abbreviate rispetto alla versione integrale scelte di brani di un opera Registrazioni di esecuzioni di composizioni musicali e rappresentazioni di opere teatrali, musicali o comunque destinate alla scena

17 Versioni (edizioni) diverse

18 Versioni (edizioni) diverse

19 Versioni in lingue diverse

20 Testo ed audiolibro

21 Testo e opera teatrale

22 Cap. 11: Opere nuove connesse a opere preesistenti Il cap. 11 si occupa di definire i casi nei quali si è in presenza di una nuova opera connessa ad un opera preesistente piuttosto che di due espressioni della stessa opera: Rifacimenti, riscritture e rielaborazioni, anche ad opera dello stesso autore, che si presentano come opere nuove (ad esempio con un nuovo titolo) Trasposizioni di genere o di stile Trasposizioni in una diversa forma d arte o d espressione, p. es. opere teatrali basate su opere letterarie, opere cinematografiche o televisive basate su opere letterarie o viceversa, opere grafiche basate su opere letterarie.

23 Rifacimenti, riscritture rielaborazioni

24 Trasposizione di genere o di stile

25 Trasposizione di genere o di stile

26 Trasposizioni di genere: parodie

27 Opere cinematografiche o televisive basate su opere letterarie

28 Opere grafiche su opere letterarie

29 RICERCA ATTRAVERSO LE OPERE

30 Ricerca attraverso le opere Assumere l opera come elemento organizzativo del catalogo permette di organizzare le ricerche attraverso le opere piuttosto che attraverso le pubblicazioni Nei cataloghi attuali, quando si cercano le opere di un autore, il catalogo dà accesso direttamente alle pubblicazioni, il che significa che, se di un autore la biblioteca possiede un opera in tre edizioni diverse ed una seconda in cinque edizioni diverse, il catalogo mostrerà senza ulteriori filtri tutte e otto le registrazioni Nel caso di autori con centinaia di registrazioni a catalogo è facile immaginare come possa essere difficile orientarsi tra le risposte per essere certi di avere preso in considerazione tutte le possibili edizioni dell opera ricercata

31 Esempio: To the lighthouse di Virginia Woolf Opera: To the lighthouse / Virginia Woolf Espressione = Gita al faro, traduzione di Giulia Celenza Pubblicazione = Garzanti, 1974 Espressione = Al faro, traduzione di Nadia Fusini Pubblicazione = Feltrinelli, 1992

32 Esempio di ricerca attraverso le pubblicazioni

33 L esempio di ricerca attraverso le opere, che viene illustrato nelle diapositive seguenti è tratto da: Titoli uniformi per l opera e l espressione / MariaDePanicis // In: Le nuove regole italiane di catalogazione: opere ed espressioni, responsabilità : 3 giornata di studio della Commissione RICA, Roma, Biblioteca Ricerca attraverso le opere In una ricerca basata sulle opere, quando si interroga il catalogo per conoscere tutte le opere di un autore possedute dalla biblioteca, il catalogo dà accesso ad una registrazione che contiene l elenco delle opere In questo elenco ciascuna opera compare una sola volta e, anche se si è in presenza di un autore molto prolifico, risulta agevole orientarsi all interno della sua produzione

34 Ricerca per Pirandello, Luigi Elenco degli autori Pirandello, Giorgio Pirandello, Luigi Pirandello, Rosanna Piraneo, Antonello Piranese, A. Dall elenco degli autori si seleziona la voce appropriata

35 Ricerca per: Pirandello Luigi [Opere] / Pirandello, Luigi [Opere. Racconti e novelle] / Pirandello, Luigi [Opere. Romanzi] / Pirandello, Luigi [Opere. Teatro] / Pirandello, Luigi L esclusa / Pirandello, Luigi Il fu Mattia Pascal / Pirandello, Luigi Novelle per un anno / Pirandello, Luigi Pensaci, Giacomino / Pirandello, Luigi Sei personaggi in cerca d autore / Pirandello, Luigi Il turno / Pirandello, Luigi Dall elenco delle opere si seleziona l opera Sei personaggi in cerca d autore

36 Registrazione dell opera Visualizzazione dei rinvii Sei personaggi in cerca d autore / Pirandello, Luigi < Sechs Personen suchen einen Autor / Pirandello, Luigi < Six charachters in search of author / Pirandello, Luigi < Six personnages en quête d auteur / Pirandello, Luigi < Seis personajes en busca de autor / Pirandello, Luigi Si accede alla registrazione dell opera, dove si trova il titolo uniforme. Da questa scheda si può richiedere la visualizzazione dei rinvii

37 Registrazione dell opera Visualizzazione delle espressioni Sei personaggi in cerca d autore / Pirandello, Luigi Sei personaggi in cerca d autore (audioregistrazioni) Sei personaggi in cerca d autore (braille) Sei personaggi in cerca d autore (in francese) Sei personaggi in cerca d autore (in inglese) Oppure si può richiedere la visualizzazione delle espressioni. Selezionando l espressione in francese si ottengono tutte le pubblicazioni dell opera Sei personaggi in cerca d autore in quella lingua

38 Elenco delle pubblicazioni Six personnages en quête d'auteur / Luigi Pirandello ; version française de B. Cremie. Paris : Editions de la Nouvelle revue française, 1925 Six personnages en quête d'auteur / Luigi Pirandello. Paris : Gallimard, 1977 Six personnages en quête d'auteur / de Luigi Pirandello ; texte français: Huguette Hatem Paris : L'avant-scene, 1997 Selezionando la pubblicazione appropriata si accede all elenco degli esemplari presenti a catalogo

39 IL TITOLO UNIFORME Capitolo 9

40 Titolo uniforme Il titolo uniforme è il titolo con cui un opera, o una sua parte, viene identificata ai fini catalografici Le funzioni del titolo uniforme sono le seguenti: identificare un opera distinguendola da eventuali opere diverse con lo stesso titolo raggruppare le edizioni di un opera pubblicate con titoli differenti o varianti, nella stessa lingua o in lingue diverse, o in diversi mezzi o forme di realizzazione consentire una presentazione ordinata e strutturata delle opere di un autore e delle edizioni di ciascuna opera consentire la segnalazione di relazioni tra opere distinte ma connesse tra di loro

41 Titolo uniforme Un opera deve essere rappresentata da un solo titolo e ciascun titolo uniforme deve riferirsi ad una sola opera Se un opera è conosciuta con più titoli si deve scegliere un solo titolo da utilizzare come titolo uniforme. Gli altri titoli o le varianti del titolo si utilizzano come rinvii al titolo scelto Si utilizza il titolo con cui l opera è comunemente conosciuta. Può essere il titolo originale o un titolo adottato nelle versioni successive così come il titolo tradizionale Ci si basa sul titolo che compare nelle pubblicazioni dell opera stessa nella lingua originale e si sceglie il titolo usato più di frequente

42 Titoli collettivi uniformi I titoli collettivi uniformi sono titoli di raggruppamento formulati dal catalogatore in maniera normalizzata per registrare e organizzare nel catalogo raccolte di opere di uno stesso autore oppure più opere o pubblicazioni indipendenti che sia opportuno trattare collettivamente o collegare tra di loro (paragrafo 9.0.5) Essi sono formulati possibilmente in italiano e, per distinguerli dai titoli uniformi relativi a singole opere sono racchiusi, possibilmente, tra parentesi quadrate. Se la raccolta comprende solo opere di uno stesso genere al titolo collettivo uniforme si può aggiungere un termine appropriato. [Opere. Poesia] / Carducci, Giosuè [Opere. Teatro] / Pirandello, Luigi

43 Titoli collettivi uniformi [Opere] / Porta, Carlo [Opere] / Aristoteles

44 ASSEGNAZIONE DEI TITOLI UNIFORMI Capitolo 12

45 Pubblicazioni che contengono una sola opera Se la pubblicazione contiene una sola opera si assegna il titolo uniforme appropriato all opera contenuta Omero, Iliade Antony and Cleopatra

46 Pubblicazioni che contengono due o tre opere dello stesso autore Per le pubblicazioni che contengono fino a tre opere di uno stesso autore si assegna un titolo uniforme per ciascuna opera contenuta The man who would be king Titolo uniforme della prima opera The bridge-builders Titolo uniforme della seconda opera

47 Raccolta di più di tre opere dello stesso autore Invece la pubblicazione Tutto il teatro di Albert Camus, contiene quattro opere dello stesso autore (Il malinteso, Caligola, I giusti e Lo stato d'assedio). Poiché le opere sono più di tre ad essa verrà assegnato un titolo collettivo uniforme. I titoli uniformi delle singole opere sono facoltativi. [Opere. Teatro] (in italiano) / Camus, Albert (facoltativo) Le malentendu / Camus, Albert (facoltativo) Caligula / Camus, Albert (facoltativo) Les justes / Camus, Albert (facoltativo) L'état de siège / Camus, Albert

48 Raccolta di più di tre opere di autori diversi Quando si è in presenza di una pubblicazione che contiene più opere preesistenti di autori diversi o anonimi si assegna come titolo uniforme il titolo d insieme, cioè il titolo che identifica la raccolta Come esempio le REICAT presentano la pubblicazione Il teatro greco : tutte le tragedie / a cura di Carlo Diano Si tratta di una raccolta che contiene più di tre opere teatrali di Eschilo, Sofocle ed Euripide che ha un titolo d insieme che identifica la pubblicazione stessa. In questo caso non si può utilizzare il titolo collettivo uniforme, in quanto le opere sono di più autori non in collaborazione, e pertanto per la formulazione del titolo uniforme si utilizza il cosiddetto titolo d insieme, cioè il titolo che caratterizza la raccolta: Il teatro greco < a cura di Carlo Diano>

49 Raccolta di più di tre opere di autori diversi Il teatro greco <a cura di Carlo Diano>

50 PARTE 3: RESPONSABILITÀ

51 Parte 3: Responsabilità Struttura della parte 3: Cap. 14: Relazioni di responsabilità Cap. 15: Intestazioni uniformi per le persone Cap. 16: Intestazioni uniformi per gli enti Cap. 17: Responsabilità per l opera Cap. 18: Responsabilità per particolari espressioni Cap. 19: Responsabilità per la pubblicazione e la produzione materiale Cap. 20: Responsabilità relative all esemplare

52 Relazioni di responsabilità Per responsabilità, ai fini catalografici si intende la relazione che lega un opera o una delle sue espressioni a una o più persone o enti che l hanno concepita, composta, realizzata, modificata o eseguita Sono compresi le persone o gli enti che hanno assunto formalmente queste responsabilità pur non avendo svolto le relative attività Le norme distinguono: Livello di responsabilità Tipo di responsabilità Grado di responsabilità

53 Livello di responsabilità Le REICAT fanno una distinzione tra le responsabilità a livello di opera da quelle relative a particolari espressioni Si considerano responsabilità a livello dell opera quelle che riguardano la concezione, composizione o realizzazione dell opera stessa nella sua forma originale Si considerano responsabilità a livello dell espressione quelle che riguardano espressioni derivate da quella originale (p.e. edizioni rivedute o aggiornate, traduzioni in altre lingue, esecuzioni o rappresentazioni, ecc.)

54 Esempio di livello di responsabilità Stabilire il livello di responsabilità è necessario per poter collegare il nome della persona al livello corretto rispetto alle entità di opera ed espressione

55 Tipo di responsabilità Le norme fanno una distinzione tra la responsabilità di autore e gli altri tipi di responsabilità Hanno responsabilità di autore le persone o enti che hanno concepito, composto o realizzato l opera stessa nella sua forma originale Si considerano responsabilità diverse quelle di: cura o direzione (progettazione, coordinamento, regia, etc.) della realizzazione di un opera di più autori o collaboratori raccolta di più opere o loro parti, di uno stesso autore o di più autori modificazione di un opera in una particolare espressione che non sia considerata nuova e distinta da quella preesistente (p.e. i traduttori, i curatori dell edizione di un testo, ecc.)

56 Grado di responsabilità Le norme distinguono tre gradi di responsabilità: responsabilità principale (o primaria) per la persona e l ente che è l unico o il principale autore dell opera, o il primo tra non più di tre coautori; responsabilità coordinata per le persone o enti che hanno pari responsabilità per l opera rispetto alla persona o ente a cui è assegnata la responsabilità principale responsabilità secondaria (o subordinata) per le persone o enti che hanno per l opera una responsabilità di grado inferiore rispetto alle precedenti (curatori, direttori, traduttori, ecc.)

57 Tipo di intestazioni Ai tre gradi di responsabilità corrispondono rispettivamente: l intestazione principale: è sempre unica e in caso di un opera di più di tre autori o di autore non conosciuto può mancare le intestazioni coordinate: possono essere una o due e sono applicabili solo in presenza di un intestazione principale le intestazioni secondarie: possono essere presenti o assenti e possono riguardare una o più persone od enti

58 Tipo di intestazione Intestazione principale Turoldo, David Maria Intestazioni coordinate Zanzotto, Andrea Intestazione secondaria Anselmi Tiberto, Franca In UNIMARC 700 = Intestazione principale 701 = Intestazione coordinata 702 = Intestazione secondaria

59 ATTRIBUZIONE DELLA RESPONSABILITÀ

60 Responsabilità a livello di opera Un opera può avere come autore o autori: a) persone o enti sconosciuti o comunque non identificati in maniera sufficiente ai fini catalografici Non si attribuisce l intestazione principale b) una persona o un ente di cui si conosce il nome Si assegna l intestazione principale al nome dell autore c) più persone o enti di cui si conosce il nome o che sono comunque identificati. L intestazione principale viene attribuita a: La persona o l ente che viene presentato come autore principale Il primo tra due o tre autori se non c è un unico autore presentato come principale Nessuna intestazione principale se ci sono più di tre autori e nessuno viene presentato come principale

61 Responsabilità a livello di espressione Queste responsabilità possono riguardare: edizioni o versioni diverse o alternative, abbreviate o accresciute, rivedute o aggiornate traduzioni; letture o recitazioni di testi scritti ed esecuzioni o rappresentazioni di opere musicali, teatrali o comunque destinate alla scena Ai responsabili dell espressione si assegna una intestazione secondaria collegata al titolo uniforme dell opera con le aggiunte necessarie per identificare l espressione

62 Responsabilità a livello di espressione Opera Harry Potter and the chamber of secrets Rowling, J. K. Espressione in italiano Harry Potter and the chamber of secrets (in italiano) Astrologo, Marina Espressione in francese Harry Potter and the chamber of secrets (in francese) Ménard, Jean-François

63 Responsabilità a livello di pubblicazione Si considerano responsabili a livello di pubblicazione o produzione materiale gli enti e le persone responsabili di attività che rientrano nella realizzazione editoriale o materiale della pubblicazione o nella sua distribuzione, vendita o diffusione Ai responsabili per la pubblicazione si possono assegnare intestazioni secondarie collegate alla registrazione bibliografica della pubblicazione, quindi ad un livello inferiore sia a quello dell opera che a quello dell espressione

64 Responsabilità a livello di pubblicazione Opera Harry Potter and the chamber of secrets Rowling, J. K. Espressione in italiano Harry Potter and the chamber of secrets (in italiano) Astrologo, Marina Pubblicazione in italiano Harry Potter e la camera dei segreti» Salani Espressione in francese Harry Potter and the chamber of secrets (in francese) Ménard, Jean-François Pubblicazione in francese Harry Potter et la chambre des secrets» Gallimard jeunesse

65 Responsabilità a livello di esemplare Si considerano responsabilità relative all esemplare quelle di persone ed enti che hanno avuto la proprietà o il possesso del singolo esemplare o sono responsabili di attività o interventi relativi ad esso (p.es. la sua decorazione, la legatura, correzioni o postille manoscritte) Alle persone o enti che rivestono responsabilità per il singolo esemplare si possono assegnare intestazioni secondarie collegate alla registrazione bibliografica della pubblicazione

66 INTESTAZIONE UNIFORME

67 Intestazione uniforme L intestazione uniforme ha lo scopo di presentare il nome di un autore, persona od ente, sempre nello stesso modo, indipendentemente dalla forma con la quale si presenta nelle pubblicazioni Anche le REICAT, come prima le RICA, ribadiscono il principio per cui ogni persona ed ogni ente devono essere rappresentati da una sola intestazione e questa, a sua volta, deve riferirsi ad una sola entità Da tutte le altre forme del nome di un autore presenti nelle pubblicazioni possedute o comunemente citate nei repertori si fa rinvio alla forma selezionata

68 Intestazione uniforme All intestazione uniforme si arriva attraverso un percorso di normalizzazione che parte dal rispetto della forma del nome con cui l autore è comunemente identificato. A questo aspetto sono dedicati i capitoli 15 e 16, che si occupano rispettivamente degli autori persone e degli autori enti. In ambedue i capitoli i criteri per la costruzione dell intestazione uniforme sono strutturati nello stesso modo: Scelta del nome Elementi del nome e loro ordine Qualificazioni Rinvii e richiami

69 Scelta del nome L intestazione uniforme per una persona si basa sul nome con il quale una persona è generalmente identificata Può trattarsi del nome reale o di una sua variante, di un nome assunto, di uno pseudonimo o di un soprannome o di un espressione comunque sufficiente a identificare la persona nel catalogo Di norma il nome è quello che la persona adopera nelle sue opere in lingua originale Se la persona si presenta nelle sue opere con più nomi si sceglie il nome o la forma più frequente Esempi: Manzoni, Alessandro Nome reale Svevo, Italo Pseudonimo di Schmitz, Ettore Altan Forma prevalente per Altan, Francesco

70 Qualificazioni in caso di omonimia Questa parte delle REICAT contiene le norme per distinguere due o più intestazioni che risulterebbero identiche pur riferendosi a persone diverse. Le norme prescrivono di aggiungere al nome dell autore una o più qualificazioni nell ordine che segue: Gli anni di nascita e di morte, o altre indicazioni cronologiche Manzoni, Giacomo < > La forma completa del nome o il nome reale per una persona registrata sotto uno pseudonimo Caravaggio <Michelangelo Merisi> (Qualificazione usata per distinguere l intestazione per il pittore da quella per il Comune di Caravaggio) Un espressione che indichi la professione, lo stato o l ambito principale di attività della persona Rossi, Mario <ingegnere>

71 Qualificazioni per gli autori enti Anche per gli autori enti vale la norma per cui, in caso di due o più intestazioni che risulterebbero identiche pur riferendosi a enti diversi, si deve aggiungere al nome dell ente una o più qualificazioni nell ordine che segue: a) per le sigle la forma estesa se conosciuta; INCA <Istituto nazionale confederale di assistenza> I.N.C.A. <Istituto nazionale per le conserve alimentari> b) la località in cui l ente ha sede o l ambito territoriale di riferimento; Accademia dei Concordi <Ravenna> Accademia dei Concordi <Rovigo> c) la data di costituzione, o di svolgimento, o le date estreme di attività; Italia. Comando supremo delle forze armate <1918-> Italia. Comando supremo delle forze armate < > d) un espressione che indichi la natura dell ente Israel (intestazione di rinvio per lo stato di Israele) Israel <casa editrice> (per distinguerla dallo stato)

72 Rinvii e richiami I richiami e i rinvii creano dei legami tra le forme dei nomi degli autori e permettono di creare una struttura che lega tra di loro le forme scelte come intestazione uniforme e le altre forme del nome di un autore a) I rinvii rimandano all intestazione uniforme da nomi (o forme del nome) diversi da quello adottato Lorenzini, Carlo vedi: Collodi, Carlo b) I richiami (o rinvii reciproci) collegano due o più intestazioni uniformi connesse: p.e. il nome di una persona e il nome di un ente di cui la persona fa parte oppure uno pseudonimo collettivo Jarrett, Keith vedi anche: Keith Jarrett Trio Kieth Jarrett Trio vedi anche: Jarrett, Keith

73 Rinvii e richiami specifici per gli enti Un caso particolare, specifico degli autori enti, è costituito dai richiami che collegano la forma precedente alla forma successiva del nome di un ente che ad un certo punto della propria attività cambia denominazione in maniera significativa ISPES vedi anche: Eurispes Eurispes vedi anche: ISPES

Regole italiane di catalogazione

Regole italiane di catalogazione Regole italiane di catalogazione (REICAT) BOZZA COMPLESSIVA Versione riveduta e aggiornata Gennaio 2009 Sommario 0. INTRODUZIONE... 14 0.1. Oggetto delle norme... 14 0.1.1. Scopo e struttura delle norme...

Dettagli

REICAT e MARC21. Un matrimonio possibile? Agnese Galeffi

REICAT e MARC21. Un matrimonio possibile? Agnese Galeffi REICAT e MARC21. Un matrimonio possibile? Agnese Galeffi Presentiamo gli sposi La sposa REICAT (2009) REgole Italiane di CATalogazione I suoi antenati sono le RICA (1979) Regole Italiane di Catalogazione

Dettagli

PROVINCIA DI PADOVA Assessorato alla cultura. Corso di catalogazione

PROVINCIA DI PADOVA Assessorato alla cultura. Corso di catalogazione PROVINCIA DI PADOVA Assessorato alla cultura Corso di catalogazione Biblioteca civica di Abano Terme 9 dicembre 2009 Presentazione di Antonio Zanon, Cristiana Lighezzolo, Chiara Masut (Consorzio Biblioteche

Dettagli

L indicizzazione per soggetto

L indicizzazione per soggetto PROVINCIA DI PADOVA Assessorato alla cultura L indicizzazione per soggetto Biblioteca di Abano Terme 2009 Presentazione di Antonio Zanon, Cristiana Lighezzolo, Chiara Masut (Consorzio Biblioteche Padovane

Dettagli

Il titolo uniforme è il titolo con cui un opera, o una sua parte, viene identificata ai fini catalografici identificare un opera

Il titolo uniforme è il titolo con cui un opera, o una sua parte, viene identificata ai fini catalografici identificare un opera Titolo uniforme Il titolo uniforme è il titolo con cui un opera, o una sua parte, viene identificata ai fini catalografici Le funzioni del titolo uniforme sono: identificare un opera distinguendola da

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.)

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) (A cura di Barbara Limonta e Giulia Scacco) INDICE Introduzione pag. 3 Efficacia della registrazione

Dettagli

GUIDA ALLA NAVIGAZIONE

GUIDA ALLA NAVIGAZIONE GUIDA ALLA NAVIGAZIONE 1. Accesso al sito La consultazione di AMAtI è subordinata alla registrazione al sito. Per registrarsi è necessario contattare la redazione all indirizzo francesca.simoncini@unifi.it.

Dettagli

IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE EMILIO BERTOCCI IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE

IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE EMILIO BERTOCCI IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE EMILIO BERTOCCI IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE 1 INDICE 1...3 La biblioteca e il catalogo...3 2...4 Tipi di cataloghi...4 3...6 Cenno sulle fonti d informazione...6 4...7 Catalogo e bibliografia...7 5...8

Dettagli

Linee guida sull'applicazione REICAT e nuove Regole SBN

Linee guida sull'applicazione REICAT e nuove Regole SBN CENTRO DI ATENEO PER I SERVIZI BIBLIOTECARI / casb Linee guida sull'applicazione REICAT e nuove Regole SBN La presente guida, concepita come uno strumento di lavoro in divenire e dunque destinata ad un

Dettagli

Gruppo di lavoro sul libro antico TRACCIATO SOMMARIO. per la registrazione del libro antico in UNIMARC

Gruppo di lavoro sul libro antico TRACCIATO SOMMARIO. per la registrazione del libro antico in UNIMARC Associazione Italiana Utenti Aleph Gruppo di lavoro sul libro antico TRACCIATO SOMMARIO per la registrazione del libro antico in UNIMARC Firenze, Accademia della Crusca 11 febbraio 2005 ITALE Associazione

Dettagli

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Le norme cosiddette organizzative definiscono le caratteristiche ed i requisiti che sono stati definiti come necessari e qualificanti per le organizzazioni al

Dettagli

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 Informazioni generali Legge 22 aprile 1941, n. 633 più volte modificata modifiche disorganiche farraginosa in corso di revisione integrale (presentata bozza il 18.12.2007)

Dettagli

Corso Intensivo di Formazione per Redattore di Casa Editrice

Corso Intensivo di Formazione per Redattore di Casa Editrice Corso Intensivo di Formazione per Redattore di Casa Editrice Bando del corso 2016 I. IL CORSO IN BREVE L obiettivo del corso è quello di formare delle figure che siano in grado di operare nel difficile

Dettagli

Software a supporto della Gestione amministrativa dello Sportello Unico Versione 2.1

Software a supporto della Gestione amministrativa dello Sportello Unico Versione 2.1 Pag. 1 di 9 Software a supporto della Gestione amministrativa dello Sportello Unico Versione 2.1 Interventi sul software RE V. REDAZIONE VERIFICHE ED APPROVAZIONI CONTROLLO APPROVAZIONE AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Corso Universitario Intensivo per Redattore di Casa Editrice

Corso Universitario Intensivo per Redattore di Casa Editrice Corso Universitario Intensivo per Redattore di Casa Editrice I. Il corso in breve L obiettivo del corso è quello di formare delle figure che siano in grado di operare nel difficile e sempre più articolato

Dettagli

Premio Sheikh Zayed per il libro

Premio Sheikh Zayed per il libro Premio Sheikh Zayed per il libro 1 Sommario Nota sul premio...3 Obiettivi del premio...4 I settori del premio...5 Per candidarsi al premio...7 Le regole della giuria...9 Contatti...10 2 Nota sul premio

Dettagli

LICEO ETTORE MAJORANA - ROMA SEZIONE 4 - SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA

LICEO ETTORE MAJORANA - ROMA SEZIONE 4 - SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA 4.1 Requisiti generali LICEO ETTORE MAJORANA - ROMA Il LS Majorana ha stabilito, tiene aggiornato, attua e documenta il proprio Sistema di gestione della qualità (SGQ) in accordo con in requisiti della

Dettagli

Capitolo 1. Lavoro autonomo, attività d impresa: alcune nozioni fondamentali

Capitolo 1. Lavoro autonomo, attività d impresa: alcune nozioni fondamentali Capitolo 1 Lavoro autonomo, attività d impresa: alcune nozioni fondamentali Il termine imprenditore esprime un concetto economico prima ancora che giuridico. L imprenditore è, infatti, colui che si pone

Dettagli

CATALOGARE IL LIBRO ANTICO IN SBN TRIESTE Ottobre 2008 LA TIPOGRAFIA DI ANTICO REGIME

CATALOGARE IL LIBRO ANTICO IN SBN TRIESTE Ottobre 2008 LA TIPOGRAFIA DI ANTICO REGIME CATALOGARE IL LIBRO ANTICO IN SBN TRIESTE Ottobre 2008 LA TIPOGRAFIA DI ANTICO REGIME 1 Tipografia di antico regime Libro a stampa antico = libro prodotto manualmente prima dell introduzione di procedimenti

Dettagli

L INDICIZZAZIONE SEMANTICA

L INDICIZZAZIONE SEMANTICA L INDICIZZAZIONE SEMANTICA Nell indicizzazione semantica un documento viene indicizzato per il contento concettuale dell opera che manifesta ovvero secondo il significato. Essa pertanto ha lo scopo di

Dettagli

MIUR ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE. CONSERVATORIO DI MUSICA GIOVANNI PIERLUIGI DA PALESTRINA Piazza E. Porrino, 1 CAGLIARI

MIUR ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE. CONSERVATORIO DI MUSICA GIOVANNI PIERLUIGI DA PALESTRINA Piazza E. Porrino, 1 CAGLIARI MIUR ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE CONSERVATORIO DI MUSICA GIOVANNI PIERLUIGI DA PALESTRINA Piazza E. Porrino, 1 CAGLIARI REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA Parere del Consiglio Accademico del 23/05/2011

Dettagli

Capitolo 3 Guida operativa del programma TQ Sistema

Capitolo 3 Guida operativa del programma TQ Sistema Capitolo 3 Guida operativa del programma TQ Sistema Panoramica delle funzionalità Questa guida contiene le informazioni necessarie per utilizzare il pacchetto TQ Sistema in modo veloce ed efficiente, mediante

Dettagli

2.1 Introduzione ai linguaggi di marcatura

2.1 Introduzione ai linguaggi di marcatura Fondamenti di Informatica Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Informatica Applicata 2.1 Introduzione ai linguaggi di marcatura Antonella Poggi Anno Accademico 2012-2013 DIPARTIMENTO DI SCIENZE DOCUMENTARIE

Dettagli

Edilizia, urbanistica e ambiente Parte 3: Contabilità dei lavori

Edilizia, urbanistica e ambiente Parte 3: Contabilità dei lavori Edilizia, urbanistica e ambiente Parte 3: Contabilità dei lavori Premessa Il presente documento è stato elaborato dal Gruppo di Lavoro Standard di qualità ai fini della qualificazione professionale della

Dettagli

INTRODUZIONE A SBNWEB

INTRODUZIONE A SBNWEB Dal 2004: apertura dell'indice SBN (INDICE 2) a sistemi di gestione non SBN-nativi che utilizzino i più diffusi formati bibliografici (UNIMARC, MARC21) per dotare altri applicativi del colloquio con l'indice

Dettagli

Classificazione decimale Dewey Classe 800 Letteratura

Classificazione decimale Dewey Classe 800 Letteratura Classificazione decimale Dewey Classe 800 Letteratura a cura di Marta Ricci 1 Cos è Letteratura per la CDD Si classificano in 800 le opere d immaginazione volte all intrattenimento. Le opere di contenuto

Dettagli

Gonzati Annalisa. Contrà Riale 13 36100 Vicenza. catalogazione@bibliotecabertoliana.it

Gonzati Annalisa. Contrà Riale 13 36100 Vicenza. catalogazione@bibliotecabertoliana.it F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e nome Numero civico, strada o piazza, codice postale, città, paese Gonzati Annalisa Telefono / cellulare

Dettagli

Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing

Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing 1 Premessa Nel processo di armonizzazione dell Ingegneria Europea, il Consiglio Nazionale degli Ingegneri,

Dettagli

TECNICA DI CATALOGAZIONE BIBLIOGRAFICA IN SBN II. I collegamenti

TECNICA DI CATALOGAZIONE BIBLIOGRAFICA IN SBN II. I collegamenti EMILIO BERTOCCI TECNICA DI CATALOGAZIONE BIBLIOGRAFICA IN SBN II. I collegamenti CPFP L. DURAND DE LA PENNE 2 EMILIO BERTOCCI TECNICA DI CATALOGAZIONE BIBLIOGRAFICA IN SBN II. I COLLEGAMENTI CPFP L. DURAND

Dettagli

Indicatori di occorrenza Indica la presenza facoltativa (0-1) dell'elemento

Indicatori di occorrenza Indica la presenza facoltativa (0-1) dell'elemento Nelle righe che seguono si cercherà di dar conto delle scelte operate nella definizione del modello attraverso una descrizione puntuale delle unità informative (elementi della DTD) in cui è stata segmentata

Dettagli

Profilo delle scuole universitarie di teatro (SUT)

Profilo delle scuole universitarie di teatro (SUT) 4.3.3.1.4. Profilo delle scuole universitarie di teatro (SUT) del 10 giugno 1999 1. Statuto Le scuole universitarie di teatro (SUT) rientrano nella categoria delle scuole universitarie professionali. Sono

Dettagli

TESI Laurea Triennale - Norme redazionali

TESI Laurea Triennale - Norme redazionali TESI Laurea Triennale - Norme redazionali Formattazione 1. I testi devono essere redatti utilizzando il font Times New Roman 2. Il corpo del carattere deve essere di 12 o 13 punti (le note vanno in corpo

Dettagli

Testi regolamentari dell istituzione G. Minguzzi

Testi regolamentari dell istituzione G. Minguzzi Testi regolamentari dell istituzione G. Minguzzi REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO INTEGRATO DELLE BIBLIOTECHE C. GENTILI DELL ISTITUTO DI PSICHIATRIA, P. OTTONELLO DELL UNIVERSITÀ DI BOLOGNA E G.

Dettagli

Le Specifiche sono state elaborate da CNGeGL per la definizione degli Standard di

Le Specifiche sono state elaborate da CNGeGL per la definizione degli Standard di Standard di qualità ai fini della qualificazione professionale della categoria dei geometri Specifica E03 Edilizia, urbanistica e ambiente Contabilità dei lavori Sommario Il presente documento specifica

Dettagli

Due strumenti della comunicazione scientifica

Due strumenti della comunicazione scientifica 4 CAPITOLO 1 visto, l offerta in Internet, sostenuta da un crescente numero di docenti e di università, di pubblicazioni scientifiche digitali ad accesso libero e gratuito. Mutano anche i contenuti? A

Dettagli

«EN FRANÇAIS SUR LES PLANCHES» «In francese sul palcoscenico»

«EN FRANÇAIS SUR LES PLANCHES» «In francese sul palcoscenico» «EN FRANÇAIS SUR LES PLANCHES» «In francese sul palcoscenico» Bando di concorso regionale 2007/2008 Preambolo - Obiettivo L obiettivo di questo concorso sul teatro in lingua francese è di - sviluppare

Dettagli

Istruzioni per l'uso del Catalogo

Istruzioni per l'uso del Catalogo Istruzioni per l'uso del Catalogo Cos'è Sebina Opac Sebina Online Public Access Catalogue è il catalogo online ad accesso pubblico delle Biblioteche modenesi. Il suo indirizzo web è: http://sebinaweb.cedoc.mo.it/sebinaopac/opac

Dettagli

La norma UNI EN ISO 14001:2004

La norma UNI EN ISO 14001:2004 La norma COS È UNA NORMA La normazione volontaria Secondo la Direttiva Europea 98/34/CE del 22 giugno 1998: "norma" è la specifica tecnica approvata da un organismo riconosciuto a svolgere attività normativa

Dettagli

LICEO MUSICALE E COREUTICO SEZIONE COREUTICA PROFILO DI ENTRATA

LICEO MUSICALE E COREUTICO SEZIONE COREUTICA PROFILO DI ENTRATA Prot. n. 2250 del 04.05.2012 LICEO MUSICALE E COREUTICO SEZIONE COREUTICA In linea con quanto disposto dall articolo 7, comma 2 del D.P.R. 15 marzo 2010, n. 89, l Accademia Nazionale di Danza definisce

Dettagli

Università degli Studi di Genova - Sistema Bibliotecario di Ateneo. Le nuove Regole Italiane di Catalogazione (REICAT)

Università degli Studi di Genova - Sistema Bibliotecario di Ateneo. Le nuove Regole Italiane di Catalogazione (REICAT) Le nuove Regole Italiane di Catalogazione (REICAT) Corso di formazione per personale dell area delle biblioteche dell Ateneo genovese con la partecipazione di docenti del Sistema Bibliotecario di Ateneo

Dettagli

STATISTICA ECONOMICA STATISTICA PER L ECONOMIA

STATISTICA ECONOMICA STATISTICA PER L ECONOMIA STATISTICA ECONOMICA STATISTICA PER L ECONOMIA a.a. 2009-2010 Facoltà di Economia, Università Roma Tre Archivio Statistico delle Imprese Attive (ASIA) L archivio è costituito dalle unità economiche che

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA CENTRO DI ATENEO PER LE BIBLIOTECHE CENTRO DI CALCOLO DI ATENEO IPSOW - Integrazione del Prestito locale SBN con l OPAC WEB: visualizzazione dello stato di prestabilità

Dettagli

MANUALE UTENTE DOMANDA WEB SUPER MEDIA VERSIONE 1.0

MANUALE UTENTE DOMANDA WEB SUPER MEDIA VERSIONE 1.0 MANUALE UTENTE DOMANDA WEB SUPER MEDIA VERSIONE 1.0 Pagina 2 INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2 ABBREVIAZIONI... 3 2. PREMESSA... 4 2.1 TIPOLOGIE DI UTENZA... 4 2.2 AUTENTICAZIONE...

Dettagli

OPERA OMNIA MULTIMEDIALE BEATO GIACOMO ALBERIONE AIUTO PER "CERCA NEL TESTO"

OPERA OMNIA MULTIMEDIALE BEATO GIACOMO ALBERIONE AIUTO PER CERCA NEL TESTO OPERA OMNIA MULTIMEDIALE BEATO GIACOMO ALBERIONE AIUTO PER "CERCA NEL TESTO" Lo strumento cerca nel testo permette una ricerca: nei testi di don Alberione divisi per punti (i numeri a bordo pagina dell

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI RANZANICO PROVINCIA DI BERGAMO SEDE: PIAZZA DEI CADUTI, 1 - C.A.P. 24060 - CODICE FISCALE E PARTITA I.V.A. 00579520164 TEL. (035) 829022 - FAX (035) 829268 - E-MAIL: info@comune.ranzanico.bg.it

Dettagli

VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 10 Scienze dell Antichità, Filosofico- Letterarie e

VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 10 Scienze dell Antichità, Filosofico- Letterarie e VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 10 Scienze dell Antichità, Filosofico- Letterarie e Storico-Artistiche Versione 1.0 10/12/2015 Sommario Obiettivi del documento...

Dettagli

Biblioteche e Fototeca Carta dei servizi

Biblioteche e Fototeca Carta dei servizi Biblioteche e Fototeca Carta dei servizi CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei servizi è un documento che informa gli utenti sui servizi che la Nuova Manica Lunga intende garantire e pone la sua

Dettagli

Conferma della Validità della patente di guida

Conferma della Validità della patente di guida Tomassini Conferma della Validità della patente di guida Manuale Utente per Medico/Struttura/CML Servizio di sviluppo SVI Pagina 1 di 104 INDICE DEI CONTENUTI 1 GENERALITÀ... 4 1.1 LISTA DI DISTRIBUZIONE...

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Che cos'è la tesina? un testo scritto di tipo saggistico (argomento, documenti, lunghezza a discrezione dello studente)

Che cos'è la tesina? un testo scritto di tipo saggistico (argomento, documenti, lunghezza a discrezione dello studente) OBIETTIVI Migliorare le capacitàdi svolgimento di un progetto autonomo di scrittura documentata. Consolidare le abilità di ricerca delle fonti. Rafforzare le abilitàdi organizzazione dei contenuti. Che

Dettagli

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI E LETTERE BIENNIO ITALIANO e 3. lavoro individuale 4. lavoro di gruppo 5. laboratorio di lettura e scrittura 6. correzione sistematica collettiva e individualizzata degli esercizi eseguiti a casa e delle

Dettagli

PROPOSTA DI ACCORDO PER LA BUONA GESTIONE DELLE RELAZIONI NEI PROGETTI DI FICTION

PROPOSTA DI ACCORDO PER LA BUONA GESTIONE DELLE RELAZIONI NEI PROGETTI DI FICTION PROPOSTA DI ACCORDO TRA LA RAI E GLI SCENEGGIATORI PER LA BUONA GESTIONE DELLE RELAZIONI NEI PROGETTI DI FICTION Roma, 12.12.2012 2 PREMESSA La fiction televisiva è un prodotto industriale che mira sia

Dettagli

Premesse alla statistica

Premesse alla statistica Premesse alla statistica Versione 22.10.08 Premesse alla statistica 1 Insiemi e successioni I dati di origine sperimentale si presentano spesso non come singoli valori, ma come insiemi di valori. Richiamiamo

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.1.0 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 CONTABILITA... 3 1.1 Consultazione Mastrini: Richiamo movimenti di anni

Dettagli

Linee guida per la compilazione dell'authority Control- Autore personale in SBN

Linee guida per la compilazione dell'authority Control- Autore personale in SBN Linee guida per la compilazione dell'authority Control- Autore personale in SBN Questo documento ha lo scopo di dare delle indicazioni metodologiche e delle regole che permettano di implementare l archivio

Dettagli

AGGIORNAMENTO AREA SEMANTICA GESTIONE SOGGETTARI

AGGIORNAMENTO AREA SEMANTICA GESTIONE SOGGETTARI Pag. 1 di 9 Manuale Utente Aprile 2013 -MUT-01--Gestione_Soggetto Pag. 2 di 9 INDICE 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DESCRIZIONE... 3 3. GESTIONE DI EDIZIONI DIVERSE DEL SOGGETTARIO DI FIRENZE... 3 3.1

Dettagli

Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le Informazioni bibliografiche APPLICATIVO SBNWEB

Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le Informazioni bibliografiche APPLICATIVO SBNWEB Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le Informazioni bibliografiche APPLICATIVO SBNWEB GESTIONE ACQUISIZIONI ORDINI Manuale utente Versione 1.0 Versione 1.0 08/03/2013

Dettagli

BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE FIRENZE CARTA DEI SERVIZI

BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE FIRENZE CARTA DEI SERVIZI BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE FIRENZE CARTA DEI SERVIZI SECONDA EDIZIONE LA CARTA DEI SERVIZI E l impegno scritto che prendiamo con i nostri utenti e riguarda i servizi ed i progetti di miglioramento L

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO E CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DEL MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE IN FAENZA

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO E CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DEL MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE IN FAENZA - Fondazione Allegato a) alla decisione n. 23/PR del 8.03.2006 REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO E CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DEL MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE IN FAENZA Art. 1 - Istituzione

Dettagli

CLASSE PRIMA COMPETENZE SPECIFICHE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E ATTIVITA'

CLASSE PRIMA COMPETENZE SPECIFICHE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E ATTIVITA' ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOVIZZO SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ESPRESSIONE MUSICALE FINALITA La musica, componente fondamentale e universale dell esperienza e dell intelligenza umana, offre uno spazio simbolico

Dettagli

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin)

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) PROGRAMMAZIONE GENERALE DI ITALIANO PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO 1 biennio, 2 biennio, 5 anno. Conoscenze disciplinari Conoscere le strutture

Dettagli

MANUALE D IDENTITA VISIVA

MANUALE D IDENTITA VISIVA MANUALE D IDENTITA VISIVA INDICE: 1. Premessa: identità, identità visiva e immagine 2. Identità visiva del logo Uisp: dal progetto al regolamento 3. Il Restyling del marchio Uisp 4. Il logo Uisp: colori

Dettagli

Guida per l inserimento dei dati delle collezioni museali nel portale ANMS-Coll Map.

Guida per l inserimento dei dati delle collezioni museali nel portale ANMS-Coll Map. Guida per l inserimento dei dati delle collezioni museali nel portale ANMS-Coll Map. A cura di Vincenzo Vomero e Stefano Martellos Questa guida ha lo scopo di fornire un primo aiuto per una più rapida

Dettagli

Brevi istruzioni su come fare una tesi. I testi riportati sono tratti da: pagina web sul libro di Umberto Eco Come si fa una tesi di laurea

Brevi istruzioni su come fare una tesi. I testi riportati sono tratti da: pagina web sul libro di Umberto Eco Come si fa una tesi di laurea Brevi istruzioni su come fare una tesi I testi riportati sono tratti da: pagina web sul libro di Umberto Eco Come si fa una tesi di laurea L inizio e la fine Una delle prime cose da fare per cominciare

Dettagli

Raccomandazione di Nairobi, XIX Conferenza dell'unesco

Raccomandazione di Nairobi, XIX Conferenza dell'unesco Raccomandazione di Nairobi, XIX Conferenza dell'unesco La Raccomandazione sulla tutela legale dei traduttori e della traduzione e gli strumenti pratici per migliorare la condizione dei traduttori è stata

Dettagli

Linee guida in materia di diritto di reprografia di testi presenti nelle biblioteche universitarie

Linee guida in materia di diritto di reprografia di testi presenti nelle biblioteche universitarie Linee guida in materia di diritto di reprografia di testi presenti nelle biblioteche universitarie > Oggetto della tutela della legge sul diritto d autore Oggetto della tutela della legge n. 633 del 1941

Dettagli

Software per la gestione automatizzata del prestito Fluxus

Software per la gestione automatizzata del prestito Fluxus Software per la gestione automatizzata del prestito Fluxus Caratteristiche generali e funzioni principali per operatori con ruolo di responsabile (aggiornato alla release 7.1) a cura di Monica Leoni e

Dettagli

INGLESE - SCUOLA PRIMARIA Classe 1 a

INGLESE - SCUOLA PRIMARIA Classe 1 a INGLESE - SCUOLA PRIMARIA Classe a comprendere testi di vario tipo. Colori Oggetti di uso comune Animali domestici Numeri (-0) Identificare la corrispondenza parole/immagini e viceversa di : colorioggetti-animali-numeri

Dettagli

Ricerca del nome dell Autore nell Indice SBN

Ricerca del nome dell Autore nell Indice SBN Linee guida per la compilazione dell'authority Control Autore personale in SBN Questo documento ha lo scopo di dare delle indicazioni metodologiche e delle regole che permettano di implementare l archivio

Dettagli

Gruppo Utenti MARC 21

Gruppo Utenti MARC 21 Gruppo Utenti MARC 21 Un caloroso benvenuto a tutti! Grazie della vostra presenza! Buon lavoro! Milano - 2008, Università Cattolica del Sacro Cuore Roma - 2009, URBS, Unione Romana Biblioteche Scientifiche

Dettagli

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI. a cura di Claudio Picozza

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI. a cura di Claudio Picozza IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI a cura di Claudio Picozza 1 CONTABILITA NAZIONALE E CONTI ECONOMICI NAZIONALI La Contabilità Nazionale è rappresentata da l'insieme di tutti i conti economici che

Dettagli

Indice dei contenuti

Indice dei contenuti Gesttiione Knowlledge Base Serrviiziio dii Conttactt Centterr 055055 Manualle dii consullttaziione Indice dei contenuti 1. Introduzione... 4 2. Modalità di accesso alle informazioni... 5 2.1. Accesso diretto

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA Conoscere, percepire e riconoscere i suoni dell ambiente. Discriminare e interpretare gli eventi sonori. Acquisire una corretta postura. Cantare in coro.

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 10 Anno Scolastico 2015-2016 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina ITALIANO Classe PRIMA DATI IN EVIDENZA IN PREMESSA (richiami al

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE LE ESSENZIALI DI DISEGNO E classe prima Liceo scientifico utilizzare regole e tecniche grafiche progettare un minimo percorso grafico costruire un disegno geometrico, impiegando in maniera appropriata

Dettagli

Standard di documentazione Linee guida per la rappresentazione dei processi

Standard di documentazione Linee guida per la rappresentazione dei processi ALLEGATO B Standard Parte 2 Standard di documentazione Linee guida per la rappresentazione dei processi Pagina 1 di 11 SOMMARIO 1. INTRODUZIONE...3 1.1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...3 1.2 RIFERIMENTI...3

Dettagli

VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI

VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI Rev. Data Causale Redazione Verifica Approvazione 00 Xx/xx/xxxx Prima emissione INDICE SCOPO DELLA PROCEDURA RESPONSABILITÀ CAMPO DI APPLICAZIONE MODALITÀ

Dettagli

EMILIO BERTOCCI I LINGUAGGI DI INDICIZZAZIONE

EMILIO BERTOCCI I LINGUAGGI DI INDICIZZAZIONE EMILIO BERTOCCI I LINGUAGGI DI INDICIZZAZIONE 2004 INDICE 1 3 Definizioni 3 2 3 Distinzioni 3 3 4 Soggettari e thesauri 4 4 6 Il Soggettario di Firenze 6 5 8 I sistemi di classificazione 8 1 Definizioni

Dettagli

ALLEGATO VII WWF-WORLD WIDE FUND FOR NATURE (PRECEDENTEMENTE WORLD WILDLIFE FUND) - e - ASSOCIAZIONE ITALIANA PER IL WORLD WILDLIFE FUND

ALLEGATO VII WWF-WORLD WIDE FUND FOR NATURE (PRECEDENTEMENTE WORLD WILDLIFE FUND) - e - ASSOCIAZIONE ITALIANA PER IL WORLD WILDLIFE FUND ALLEGATO VII WWF-WORLD WIDE FUND FOR NATURE (PRECEDENTEMENTE WORLD WILDLIFE FUND) - e - ASSOCIAZIONE ITALIANA PER IL WORLD WILDLIFE FUND ACCORDO DI LICENZA ACCORDO DI LICENZA ACCORDO del 16 maggio 1997

Dettagli

Agenzia del Territorio CONSULTAZIONE BANCA DATI ISPEZIONI IPOTECARIE

Agenzia del Territorio CONSULTAZIONE BANCA DATI ISPEZIONI IPOTECARIE Agenzia del Territorio CONSULTAZIONE BANCA DATI ISPEZIONI IPOTECARIE Sommario Informazioni... 3 Informazioni Generali... 3 Informazioni importanti per una corretta navigazione... 3 Scelta dell ambito territoriale...

Dettagli

Linea guida di inserimento dati Antiriciclaggio-XP DM-141

Linea guida di inserimento dati Antiriciclaggio-XP DM-141 La linea guida consente tramite la procedura operativa per il primo inserimento dei dati di raggiungere una corretta creazione dei registri soggetti e prestazioni ai fini DM-141. Procedura operativa al

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 450/2009 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 450/2009 DELLA COMMISSIONE 30.5.2009 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 135/3 REGOLAMENTO (CE) N. 450/2009 DELLA COMMISSIONE del 29 maggio 2009 concernente i materiali attivi e intelligenti destinati a venire a contatto con

Dettagli

Il Nuovo Manuale di Stile

Il Nuovo Manuale di Stile I LIBRI SEMPRE APERTI Il Nuovo Manuale di Stile di Roberto Lesina EDIZIONE 2.0 GUIDA ALLA REDAZIONE DI DOCUMENTI, RELAZIONI, ARTICOLI, MANUALI, TESI DI LAUREA I LIBRI SEMPRE APERTI Il Nuovo Manuale di

Dettagli

Corso di Laurea in Storia e conservazione dei beni artistici e archeologici

Corso di Laurea in Storia e conservazione dei beni artistici e archeologici Corso di Laurea in Storia e conservazione dei beni artistici e archeologici Presidente: Luigi Spezzaferro Segretario: Maria Filosa Ubicazione: Ponte P.Bucci, cubo 21b, Arcavacata di Rende (CS) Telefono:

Dettagli

Istituto Superiore di Scienze Religiose G. Toniolo - Pescara

Istituto Superiore di Scienze Religiose G. Toniolo - Pescara Istituto Superiore di Scienze Religiose G. Toniolo - Pescara Corso di Metodologia Teologica per gli studenti del primo anno Prof. Bruno Marien Lezione 4 16 novembre 2009 La descrizione dell'informazione

Dettagli

DGR 61-7119 DEL 15.10.2007 OGGETTO: SISTEMA REGIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA IN SANITA ED ISTITUZIONE DEL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO ECM REGIONALE.

DGR 61-7119 DEL 15.10.2007 OGGETTO: SISTEMA REGIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA IN SANITA ED ISTITUZIONE DEL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO ECM REGIONALE. DGR 61-7119 DEL 15.10.2007 OGGETTO: SISTEMA REGIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA IN SANITA ED ISTITUZIONE DEL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO ECM REGIONALE. DGR 62-7503 DEL 19.11.2007 OGGETTO: MODIFICA ED INTEGRAZIONE

Dettagli

Database Modulo 3 DEFINIRE LE CHIAVI

Database Modulo 3 DEFINIRE LE CHIAVI Database Modulo 3 DEFINIRE LE CHIAVI Nell organizzazione di un archivio informatizzato è indispensabile poter definire univocamente le informazioni in esso inserite. Tale esigenza è abbastanza ovvia se

Dettagli

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE: indicatori e livelli

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE: indicatori e livelli (1) ASSE DEI LINGUAGGI : ITALIANO CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE: indicatori e livelli 1. Padroneggia gli strumenti espressivi ed argomentativi indispensabili per gestire l interazione comunicativa verbale

Dettagli

Monitoraggio della rete d assistenza Fase1 Anagrafica ASL Comuni - Assistibili

Monitoraggio della rete d assistenza Fase1 Anagrafica ASL Comuni - Assistibili Monitoraggio della rete d assistenza Fase1 Anagrafica ASL Comuni - Assistibili Versione 1.1 30 Novembre 2004 Manuale_Utente_MRA.doc Pagina 1 di 97 Versione 1.1 Indice 1. Introduzione... 5 1.1 Definizioni...

Dettagli

Tracciamento di fabbricati

Tracciamento di fabbricati Standard di qualità ai fini della qualificazione professionale della categoria dei geometri Specifica T10 Geomatica e attività catastali Tracciamento di fabbricati Sommario Il presente documento specifica

Dettagli

- Guida Utente IMPRESA- GEMA. Codice Documento: LI-MU-A366-GEMA-IMPRESA Revisione del Documento: 05 Data revisione: 14-01-2015. Struttura Redatto da:

- Guida Utente IMPRESA- GEMA. Codice Documento: LI-MU-A366-GEMA-IMPRESA Revisione del Documento: 05 Data revisione: 14-01-2015. Struttura Redatto da: - Guida Utente IMPRESA- GEMA Codice Documento: LI-MU-A366-GEMA-IMPRESA Revisione del Documento: 05 Data revisione: 14-01-2015 Struttura Redatto da: A366 Area Sistemi di Settore Approvato da: A525 Area

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PREPARAZIONE DELLA TESI DI LAUREA

LINEE GUIDA PER LA PREPARAZIONE DELLA TESI DI LAUREA LINEE GUIDA PER LA PREPARAZIONE DELLA TESI DI LAUREA OBIETTIVI E SIGNIFICATO La preparazione della tesi di Laurea è un importante opportunità attraverso cui lo studente può esprimere le proprie capacità

Dettagli

Guida alla redazione del Fascicolo XBRL

Guida alla redazione del Fascicolo XBRL o Europeo 2015 22.2.3 BILANCIO EUROPEO 2015 Guida alla redazione del Fascicolo XBRL Versione 22.2.3 Data Marzo 2015 Sommario GUIDA ALLA REDAZIONE DEL FASCICOLO XBRL parte 1 Premessa o Europeo e la gestione

Dettagli

Edilizia, urbanistica e ambiente Parte 9: Coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dell opera

Edilizia, urbanistica e ambiente Parte 9: Coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dell opera Edilizia, urbanistica e ambiente Parte 9: Coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dell opera Premessa Il presente documento è stato elaborato dal Gruppo di Lavoro Standard di qualità ai fini

Dettagli

ALLEGATO D. Roma lì, / / Equitalia S.p.A. il Titolare

ALLEGATO D. Roma lì, / / Equitalia S.p.A. il Titolare 1 Premessa e quadro normativo Il Contratto sottoscritto da Equitalia S.p.A. e ha ad oggetto l affidamento dei servizi di implementazione e manutenzione del nuovo Sistema Informativo Corporate - Sistema

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI.

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI. CONSORZIO PER LA SCUOLA MOSAICISTI DEL FRIULI REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI. Approvato con decreto del Presidente n. 12 del 10 dicembre 2013; adeguato ai sensi dell art. 18 della

Dettagli

CINERGIE ONLINE Norme redazionali

CINERGIE ONLINE Norme redazionali CINERGIE ONLINE Norme redazionali CINERGIE MEDIA I testi devono essere compresi tra 5000 e 7000 battute e NON devono contenere note. Per tutto il resto si rimanda alle norme di CINERGIE SEMESTRALE CINERGIE

Dettagli

DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici Uff.VII

DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici Uff.VII DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici Uff.VII DECRETO MINISTERIALE N. 17 del 9 febbraio 2005 Norme per lo svolgimento degli esami di Stato nelle sezioni di liceo

Dettagli

LICENZA PER L UTILIZZAZIONE DELLE OPERE MUSICALI AMMINISTRATE DALLA SIAE IN SITI WEB NON MUSICALI n. /I/... URL DEL SITO OGGETTO DELLA LICENZA...

LICENZA PER L UTILIZZAZIONE DELLE OPERE MUSICALI AMMINISTRATE DALLA SIAE IN SITI WEB NON MUSICALI n. /I/... URL DEL SITO OGGETTO DELLA LICENZA... Questo contratto di licenza è visualizzato per informazione. La licenza deve essere richiesta attraverso i servizi on line. Si attiva così la procedura automatizzata di emissione MAV. A pagamento avvenuto,

Dettagli

Estero: IVA Regolamento comunitario Territorialità dei servizi Disposizioni Interpretative

Estero: IVA Regolamento comunitario Territorialità dei servizi Disposizioni Interpretative n 27 del 22 luglio 2011 circolare n 416 del 21 luglio 2011 referente BRUGNOLI/mr Estero: IVA Regolamento comunitario Territorialità dei servizi Disposizioni Interpretative Nella Gazzetta ufficiale dell

Dettagli