Curriculum aziendale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Curriculum aziendale"

Transcript

1 s.n.c. Gestione Faunistica Ambientale Curriculum aziendale

2 Curriculum professionale dello Studio G.F.A. Gestione Faunistica ed Ambientale s.n.c. Attività professionale 1997 Incarico dell Amministrazione Provinciale di Vibo Valentia per: Redazione del Piano Faunistico Provinciale, comprensivo di creazione di archivi tematici in formato shapefile, attraverso l impiego di Sistemi Informativi Territoriali. Durata mesi 6. Incarico, come facente parte di raggruppamento di imprese, della Provincia di Massa e Carrara : Consulenza, progettazione, assistenza tecnica, fornitura del software necessario e realizzazione del progetto di revisione del Piano Faunistico Venatorio Provinciale di Massa e Carrara, comprensivo di creazione di archivio tematici in formato shapefile, attraverso Sistemi Informativi Territoriali. Durata mesi 8. Incarico dell A.T.C. Siena 17 per il programma di gestione delle popolazioni di cinghiale nei distretti di caccia ricadenti nell A.T.C (individuazione distretti di caccia, censimenti e piani di prelievo, contenimento danni e miglioramenti ambientali, ecc.) Incarico del Dott. Santilli : A.T.C. n. 18 di Siena programma di gestione delle popolazioni di cinghiale nei distretti di caccia ricadenti nell A.T.C. per l anno stesura delle cartografie delle aree assegnate a ciascuna squadra, ecc.). Durata mesi 6. Incarico della Comunità Montana Alto Tevere Umbro: Redazione piani di sviluppo economico produttivo e di gestione dell Azienda Agrituristico Venatoria Perrubbio e di annesso Centro di Allevamento di cervi. Durata mesi 5. Incarico del Comitato Regionale Toscano Arcicaccia: Progetto di ripristino di aree umide della Toscana. Durata mesi Incarico dell A.T.C. Parma 4: consulenza tecnica e redazione del piano annuale di gestione; programma di gestione del cinghiale e piano contenimento danni; progettazione ed assistenza tecnica per le Zone di Rispetto venatorio; censimenti e programma di controllo delle popolazioni di volpe e corvidi; ricognizione delle risorse ambientali e della consistenza faunistica del territorio; assistenza tecnica per la gestione delle Zone di Ripopolamento e Cattura. Incarico, come facente parte di gruppo di imprese, dell A.T.C. Siena 17, Siena 18 e Siena 19: programma di gestione delle popolazioni di cinghiale nei distretti di caccia ricadenti nell A.T.C. (censimenti e piani di prelievo,contenimento danni e miglioramenti ambientali, revisione area vocata, ecc.); programma di gestione della piccola selvaggina: progettazione ed assistenza tecnica per le Zone di Rispetto Venatorio e recinti di ambientamento; progetti di ripristino, miglioramento ambientale e relativi collaudi; censimenti e piani di prelievo per capriolo, daino e muflone.

3 stesura delle cartografie delle aree assegnate a ciascuna squadra, ecc.). Incarico dell A.T.C. Livorno 9: censimenti e stesura del piano di assestamento faunistico -venatorio delle popolazioni di capriolo, daino e muflone. Realizzazione di recinti di ambientamento per Galliformi e Lepre, programma di gestione e di incremento della piccola selvaggina. Incarico, come facente parte di raggruppamento di imprese, della Provincia di Massa e Carrara per la revisione dell area vocata per la caccia al cinghiale. Durata mesi 2. Incarico dell A.T.C. Grosseto 6: programma di gestione delle popolazioni di cinghiale nei distretti di caccia ricadenti nell A.T.C. (individuazione distretti di caccia, censimenti e piani di prelievo, contenimento danni e miglioramenti ambientali, revisione area vocata, ecc.). Durata mesi 16. Incarico della Provincia di Livorno per supporto tecnico per la revisione del Piano Faunistico Venatorio Provinciale comprensivo di creazione di archivio tematici in formato shapefile, attraverso Sistemi Informativi Territoriali. Durata mesi Incarico dell A.T.C. Grosseto 6: programma di gestione delle popolazioni di cinghiale nei distretti di caccia ricadenti nell A.T.C. (individuazione distretti di caccia, censimenti e piani di prelievo, contenimento danni e miglioramenti ambientali, revisione area vocata, ecc.) comprensivo Territoriali (GIS). Durata 14. Incarico, come facente parte di gruppo di imprese, dell A.T.C. Siena 17: programma di gestione delle collaudi; censimenti e piani di prelievo per capriolo, daino e muflone. Incarico, come facente parte di gruppo di imprese, dell A.T.C. Siena 19: programma di gestione delle collaudi; censimenti e piani di prelievo per capriolo, daino e muflone. Incarico dell ATC Parma 4: consulenza tecnica e redazione del piano annuale di gestione, programma di gestione del cinghiale e piano contenimento danni, progettazione ed assistenza tecnica per le Zone di Rispetto venatorio, programma di controllo e censimenti delle popolazioni di volpe e corvidi, assistenza tecnica per la gestione delle Zone di Ripopolamento e Cattura. Territoriali (GIS). Incarico della Provincia di Lucca: Redazione linee progettuali per il Piano faunistico - venatorio provinciale comprensivo di creazione di archivio tematici in formato shapefile, attraverso Sistemi Informativi Territoriali. Incarico della Provincia di Grosseto per la valutazione delle vocazionalità faunistiche e del funzionamento delle Aziende Faunistico Venatorie della Provincia di Grosseto comprensivo di

4 censimenti e creazione di archivio tematici in formato shapefile, attraverso Sistemi Informativi Territoriali. Durata mesi 4. Incarico dell A.T.C. Livorno 9: programma di gestione della piccola selvaggina, progettazione e assistenza tecnica delle Zone di Rispetto Venatorio e recinti di ambientamento. Gestione delle popolazione di Cervidi nei distretti ricadenti nell A.T.C. e gestione della popolazione di Cinghiale nel territorio dell A.T.C. (individuazione dei distretti di caccia, coordinamento dell attività di prevenzione danni alle colture agricole, censimenti e stime della popolazione, stesura piani di prelievo, stesura delle cartografie delle aree assegnate a ciascuna squadra). Assistenza tecnica al Comitato di gestione, elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Aggiornamento catasto appostamenti fissi senza richiami Incarico, come facente parte di gruppo di imprese, dell A.T.C. Siena 17: programma di gestione delle collaudi; censimenti e piani di prelievo per capriolo, daino e muflone. Durata anni1. Incarico, come facente parte di gruppo di imprese, dell A.T.C. Siena 19: programma di gestione delle collaudi; censimenti e piani di prelievo per capriolo, daino e muflone. Incarico dell ATC Parma 4: consulenza tecnica e redazione del piano annuale di gestione, programma di gestione del cinghiale e piano contenimento danni, programma di gestione del capriolo, censimenti delle popolazione di Capriolo e stesura dei piani di prelievo, censimenti, progettazione ed assistenza tecnica per le Zone di Rispetto venatorio, programma di controllo e censimenti e delle popolazioni di volpe e corvidi, censimenti ed assistenza tecnica per la gestione delle Zone di ripopolamento e Cattura. Territoriali (GIS). Incarico dell A.T.C. Grosseto 6: programma di gestione delle popolazioni di cinghiale nei distretti di caccia ricadenti nell A.T.C. (individuazione distretti di caccia, censimenti e piani di prelievo, contenimento danni e miglioramenti ambientali, revisione area vocata, ecc.) comprensivo Territoriali (GIS). Durata 14 mesi. Incarico dell A.T.C. Livorno 9: programma di gestione della piccola selvaggina, progettazione e assistenza tecnica delle Zone di Rispetto Venatorio e recinti di ambientamento. Gestione delle popolazione di Cervidi nei distretti ricadenti nell A.T.C. e gestione della popolazione di Cinghiale nel territorio dell A.T.C. (individuazione dei distretti di caccia, coordinamento dell attività di prevenzione danni alle colture agricole, censimenti e stime della popolazione, stesura piani di prelievo, stesura delle cartografie delle aree assegnate a ciascuna squadra). Assistenza tecnica al Comitato di gestione, elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Aggiornamento catasto appostamenti fissi senza richiami.

5 Incarico della Provincia di Prato: Esecuzione delle procedure tecniche necessarie ai fini della costituzione della Zona di Ripopolamento e Cattura da denominarsi Cotone. Durata mesi 4. Incarico della Sezione Provinciale di Parma della Federazione Italiana Caccia: Effettuazione n.7 corsi di abilitazione per volpe, corvidi e nutria. Durata mesi Incarico della Provincia di Lucca: Realizzazione dell indagine conoscitiva e del programma di gestione finalizzati alla costituzione dell Oasi Monte Vecchio Orecchiella, comprensivo di creazione di archivio tematici in formato shapefile, attraverso Sistemi Informativi Territoriali. Incarico come facente parte di gruppo di imprese, dell A.T.C. Siena 17: programma di gestione delle collaudi; censimenti e piani di prelievo per piccola selvaggina (fasianidi e lepre), capriolo, daino e muflone. Durata anni 5. Incarico, come facente parte di gruppo di imprese, dell A.T.C. Siena 19: programma di gestione delle collaudi; censimenti e piani di prelievo per piccola selvaggina (fasianidi e lepre), capriolo, daino e muflone. Incarico dell ATC Parma 4: consulenza tecnica e redazione del piano annuale di gestione, programma di gestione del cinghiale e piano contenimento danni, programma di gestione del capriolo, censimenti delle popolazione di capriolo e stesura dei piani di prelievo, censimenti, progettazione ed assistenza tecnica per le Zone di Rispetto venatorio, programma di controllo delle popolazioni di volpe e corvidi, censimenti ed assistenza tecnica per la gestione delle Zone di Ripopolamento e Cattura. Territoriali (GIS). Incarico dell A.T.C. Grosseto 6: programma di gestione delle popolazioni di cinghiale nei distretti di caccia ricadenti nell A.T.C. (individuazione distretti di caccia, censimenti e piani di prelievo, contenimento danni e miglioramenti ambientali, revisione area vocata, ecc.) comprensivo Territoriali (GIS). Durata 1 anno. Incarico della Provincia di Grosseto per la valutazione delle vocazionalità faunistiche e del funzionamento delle Aziende Faunistico Venatorie ed Agrituristico Venatorie della Provincia di Grosseto, comprensivo di censimenti e creazione di archivio tematici in formato shapefile, attraverso Sistemi Informativi Territoriali. Durata mesi 4. Incarico dell A.T.C. Livorno 9: gestione delle popolazione di Cervidi e del Cinghiale nei distretti ricadenti nell A.T.C. (individuazione dei distretti di caccia, coordinamento dei censimenti, stesura piani di prelievo, verifiche sui capi prelevati, stesura della documentazione necessaria all assegnazione delle aree di caccia a ciascun cacciatore, stesura delle cartografie delle aree assegnate a ciascun

6 cacciatore, assistenza tecnica al Comitato di gestione, ecc.) comprensivo dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Durata mesi 5. Incarico degli A.T.C. n. 14 e n. 15 di Pisa: programma di controllo delle popolazioni di volpe, corvidi e nutria, comprensivo di censimenti e creazione di archivio tematici in formato shapefile, attraverso Sistemi Informativi Territoriali Incarico, come facente parte di gruppo di imprese, dell A.T.C. Siena 19: programma di gestione delle collaudi; censimenti e piani di prelievo per piccola selvaggina (fasianidi e lepre), capriolo, daino e muflone, assistenza tecnica giornaliera. Incarico dell ATC Parma 4: consulenza tecnica e redazione del piano annuale di gestione, programma di gestione del cinghiale e piano contenimento danni, programma di gestione del capriolo, censimenti, progettazione ed assistenza tecnica per le Zone di Rispetto venatorio, programma di controllo delle popolazioni di volpe e corvidi, censimenti ed assistenza tecnica per la gestione delle Zone di ripopolamento e Cattura. Territoriali (GIS). Durata 3 anni. Incarico dell A.T.C. Grosseto 6: programma di gestione delle popolazioni di cinghiale nei distretti di caccia ricadenti nell A.T.C. (individuazione distretti di caccia, censimenti e piani di prelievo, contenimento danni e miglioramenti ambientali, ecc.) comprensivo dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Durata 3 anni. A.T.C., nelle Zone di rispetto venatorio e nelle Zone di ripopolamento e cattura. Incarico dell A.T.C. Livorno 9: gestione delle popolazione di Cervidi nei distretti ricadenti nell A.T.C. (individuazione dei distretti di caccia, coordinamento dei censimenti, stesura piani di prelievo, verifiche sui capi prelevati, stesura della documentazione necessaria all assegnazione delle aree di caccia a ciascun cacciatore, stesura delle cartografie delle aree assegnate a ciascun cacciatore, assistenza tecnica al Comitato di gestione, ecc.) comprensivo dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Durata mesi 5. Incarico dell A.T.C. n. 14 e n. 15 di Pisa: censimenti e programma di controllo delle popolazioni di corvidi. Incarico dell A.T.C. n. 12 di Lucca: censimenti delle popolazione di Capriolo e stesura dei piani di prelievo comprensivo dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Durata mesi 9. Incarico della Provincia di Grosseto per la valutazione delle vocazionalità faunistiche e del funzionamento delle Aziende Faunistico Venatorie ed Agrituristico Venatorie della Provincia di Grosseto, comprensivo di censimenti e creazione di archivio tematici in formato shapefile, attraverso Sistemi Informativi Territoriali. Durata mesi 9. Incarico della Sezione Provinciale di Parma della Federazione Italiana Caccia: Effettuazione n.2 corsi di abilitazione per volpe, corvidi e nutria. Durata mesi 1.

7 2003 Incarico, come facente parte di gruppo di imprese, dell A.T.C. Siena 19: programma di gestione delle collaudi; censimenti e piani di prelievo per piccola selvaggina (fasianidi e lepre), capriolo, daino e muflone, assistenza tecnica giornaliera. Incarico dell ATC Parma 4 per: consulenza tecnica e redazione del piano annuale di gestione, programma di gestione del cinghiale e piano contenimento danni, programma di gestione del capriolo, censimenti, progettazione ed assistenza tecnica per le Zone di Rispetto venatorio, programma di controllo delle popolazioni di volpe e corvidi, censimenti ed assistenza tecnica per la gestione delle Zone di ripopolamento e Cattura. Durata anni 3. A.T.C., nelle Zone di rispetto venatorio e nelle Zone di ripopolamento e cattura. Durata 1. Incarico dell A.T.C. Livorno 9: gestione delle popolazione di Cervidi nei distretti ricadenti nell A.T.C. (individuazione dei distretti di caccia, coordinamento dei censimenti, stesura piani di prelievo, verifiche sui capi prelevati, stesura della documentazione necessaria all assegnazione delle aree di caccia a ciascun cacciatore, stesura delle cartografie delle aree assegnate a ciascun cacciatore, assistenza tecnica al Comitato di gestione, ecc.) comprensivo dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Durata 3 anni. Incarico dell A.T.C. Livorno 9: gestione della popolazione di Cinghiale nel territorio dell A.T.C. (individuazione dei distretti di caccia, coordinamento dell attività di prevenzione danni alle colture agricole effettuata dalle squadre, stime della popolazione, stesura piani di prelievo, stesura della documentazione necessaria all assegnazione delle aree di caccia a ciascuna squadra, stesura delle cartografie delle aree assegnate a ciascuna squadra, assistenza tecnica al Comitato di gestione, ecc.) comprensivo dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Durata 3 anni. Incarico dell A.T.C. n. 14 di Pisa: Programma di controllo e censimenti delle popolazioni di corvidi. Incarico dell A.T.C. n. 15 di Pisa: Programma di controllo e censimenti delle popolazioni di corvidi. Durata anni 3. Incarico dell A.T.C. n. 12 di Lucca: Censimenti delle popolazione di Capriolo e stesura dei piani di prelievo comprensivo dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Incarico della Provincia di Grosseto per la valutazione delle vocazionalità faunistiche e del funzionamento di sei Aziende Faunistico Venatorie della Provincia di Grosseto comprensivo di censimenti e dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Durata mesi 6. Incarico della Sezione Provinciale di Parma della Federazione Italiana Caccia: Effettuazione n.1 corso di abilitazione per volpe, corvidi e nutria. Durata mesi 1. Incarico della Provincia di Livorno per la valutazione delle vocazionalità faunistiche e del funzionamento delle Aziende Faunistico Venatorie ed Agrituristico Venatorie della Provincia di Livorno, comprensivo di censimenti e creazione di archivio tematici in formato shapefile, attraverso Sistemi Informativi Territoriali. Durata mesi 6.

8 2004 Incarico dell A.T.C. Siena 19: programma di gestione delle popolazioni di cinghiale nei distretti di caccia ricadenti nell A.T.C. (censimenti e piani di prelievo,contenimento danni e miglioramenti ambientali, revisione area vocata, ecc.); programma di gestione della piccola selvaggina: progettazione ed assistenza tecnica per le Zone di Rispetto Venatorio e recinti di ambientamento; progetti di ripristino, miglioramento ambientale e relativi collaudi; censimenti e piani di prelievo per piccola selvaggina (fasianidi e lepre), capriolo, daino e muflone, assistenza tecnica giornaliera. Durata anni 1. A.T.C., nelle Zone di rispetto venatorio e nelle Zone di ripopolamento e cattura. Durata 1 anno. Incarico dell A.T.C. n. 14 di Pisa: Programma di controllo e censimenti delle popolazioni di corvidi. Incarico dell A.T.C. n. 12 di Lucca: Censimenti delle popolazione di Capriolo e stesura dei piani di prelievo comprensivo dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Incarico della Provincia di Grosseto per la valutazione delle vocazionalità faunistiche e del funzionamento delle Aziende Faunistico Venatorie della Provincia di Grosseto comprensivo di censimenti e dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Durata 1 anno. Incarico della Sezione Provinciale di Pisa della Federazione Italiana Caccia: Effettuazione n.4 corsi di abilitazione cacciatori ai sensi art.37 L.R.T. N.3/94. Durata mesi Incarico dell A.T.C. Siena 19: programma di gestione delle popolazioni di cinghiale nei distretti di caccia ricadenti nell A.T.C. (censimenti e piani di prelievo,contenimento danni e miglioramenti ambientali, revisione area vocata, ecc.); programma di gestione della piccola selvaggina: progettazione ed assistenza tecnica per le Zone di Rispetto Venatorio e recinti di ambientamento; progetti di ripristino, miglioramento ambientale e relativi collaudi; censimenti e piani di prelievo per piccola selvaggina (fasianidi e lepre), capriolo, daino e muflone. Territoriali (GIS). Incarico dell A.T.C. Grosseto 6: programma di gestione delle popolazioni di cinghiale (individuazione distretti di caccia, censimenti e stesura piani di prelievo, stesura piano di prevenzione e contenimento danni e miglioramenti ambientali, revisione area vocata, stesura delle cartografie delle aree assegnate a ciascuna squadra, elaborazione di un bilancio economico preventivo e uno consuntivo di ciascun distretto. ecc.) comprensivo dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Durata 1 anno. A.T.C., nelle Zone di rispetto venatorio e nelle Zone di ripopolamento e cattura. Durata 1 anno. Incarico dell A.T.C. n. 14 di Pisa: Programma di controllo e censimenti delle popolazioni di corvidi. Incarico della Provincia di Grosseto: elaborazione dei dati tecnici delle Aziende Faunistico Venatorie della Provincia di Grosseto. Durata 6 mesi.

9 2006 Incarico dell A.T.C. Siena 17: Direzione Tecnica, programma di gestione delle popolazioni di cinghiale nei distretti di caccia ricadenti nell A.T.C. (censimenti e piani di prelievo,contenimento danni e miglioramenti ambientali, revisione area vocata, ecc.); programma di gestione della piccola selvaggina: progettazione, assistenza tecnica per le Zone di Rispetto Venatorio e le Zone di Ripopolamento e Cattura, recinti di ambientamento; progetti di ripristino, miglioramento ambientale e relativi collaudi; censimenti e piani di prelievo per piccola selvaggina (fasianidi e lepre), capriolo, daino e muflone. Durata anni 5. Incarico dell A.T.C. Siena 19: programma di gestione delle popolazioni di cinghiale nei distretti di caccia ricadenti nell A.T.C. (censimenti e piani di prelievo,contenimento danni e miglioramenti ambientali, revisione area vocata, ecc.); programma di gestione della piccola selvaggina: progettazione ed assistenza tecnica per le Zone di Rispetto Venatorio e le Zone di Ripopolamento e Cattura, recinti di ambientamento; progetti di ripristino, miglioramento ambientale e relativi collaudi; censimenti e piani di prelievo per piccola selvaggina (fasianidi e lepre), capriolo, daino e muflone. Incarico dell ATC Parma 4: consulenza tecnica e redazione del piano annuale di gestione, programma di gestione del cinghiale e piano contenimento danni, programma di gestione del capriolo, censimenti, progettazione ed assistenza tecnica per le Zone di Rispetto Venatorio, programma di controllo delle popolazioni di volpe e corvidi, censimenti ed assistenza tecnica per la gestione delle Zone di Ripopolamento e Cattura. Durata anni 3. Territoriali (GIS). Durata 1 anno. Incarico dell A.T.C. Grosseto 6: programma di gestione delle popolazioni di cinghiale (individuazione distretti di caccia, censimenti e stesura piani di prelievo, stesura piano di prevenzione e contenimento danni e miglioramenti ambientali, revisione area vocata, stesura delle cartografie delle aree assegnate a ciascuna squadra, elaborazione di un bilancio economico preventivo e uno consuntivo di ciascun distretto. ecc.) comprensivo dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Durata 1 anno. A.T.C., nelle Zone di rispetto venatorio e nelle Zone di ripopolamento e cattura. Durata 1 anno. Incarico dell A.T.C. Livorno 9: gestione delle popolazione di Cervidi nei distretti ricadenti nell A.T.C. (individuazione dei distretti di caccia, coordinamento dei censimenti, stesura piani di prelievo, verifiche sui capi prelevati, stesura della documentazione necessaria all assegnazione delle aree di caccia a ciascun cacciatore, stesura delle cartografie delle aree assegnate a ciascun cacciatore, assistenza tecnica al Comitato di gestione, ecc.) comprensivo dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Durata 1 anno. Incarico dell A.T.C. Livorno 9: gestione della popolazione di Cinghiale nel territorio dell A.T.C. (individuazione dei distretti di caccia, coordinamento dell attività di prevenzione danni alle colture agricole effettuata dalle squadre, censimenti e stime della popolazione, stesura piani di prelievo, stesura delle cartografie delle aree assegnate a ciascuna squadra, assistenza tecnica al Comitato di gestione, ecc.) comprensivo dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS) Durata 1 anno. Incarico dell A.T.C. n. 14 di Pisa: Programma di controllo e censimenti delle popolazioni di corvidi.

10 2007 Incarico dell A.T.C. Siena 19: programma di gestione delle popolazioni di cinghiale nei distretti di caccia ricadenti nell A.T.C. (censimenti e piani di prelievo,contenimento danni e miglioramenti ambientali, revisione area vocata, ecc.); programma di gestione della piccola selvaggina: progettazione ed assistenza tecnica per le Zone di Rispetto Venatorio e le Zone di Ripopolamento e Cattura, e recinti di ambientamento; progetti di ripristino, miglioramento ambientale e relativi collaudi; censimenti e piani di prelievo per piccola selvaggina (fasianidi e lepre), capriolo, daino e muflone. Territoriali (GIS). Durata 1 anno. Incarico dell A.T.C. Grosseto 6: programma di gestione delle popolazioni di cinghiale (individuazione distretti di caccia, censimenti e stesura piani di prelievo, stesura piano di prevenzione e contenimento danni e miglioramenti ambientali, revisione area vocata, stesura delle cartografie delle aree assegnate a ciascuna squadra, elaborazione di un bilancio economico preventivo e uno consuntivo di ciascun distretto. ecc.) comprensivo dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Durata 3 anni. A.T.C., nelle Zone di rispetto venatorio e nelle Zone di ripopolamento e cattura. Durata 1 anno. Incarico dell A.T.C. Livorno 9: gestione delle popolazione di Cervidi nei distretti ricadenti nell A.T.C. (individuazione dei distretti di caccia, coordinamento dei censimenti, stesura piani di prelievo, verifiche sui capi prelevati, stesura della documentazione necessaria all assegnazione delle aree di caccia a ciascun cacciatore, stesura delle cartografie delle aree assegnate a ciascun cacciatore, assistenza tecnica al Comitato di gestione, ecc.) comprensivo dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Durata 1 anno. Incarico dell A.T.C. Livorno 9: gestione della popolazione di Cinghiale nel territorio dell A.T.C. (individuazione dei distretti di caccia, coordinamento dell attività di prevenzione danni alle colture agricole effettuata dalle squadre, censimenti e stime della popolazione, stesura piani di prelievo, stesura delle cartografie delle aree assegnate a ciascuna squadra, assistenza tecnica al Comitato di gestione, ecc.) comprensivo dell elaborazione di archivi tematici in formato shapefile mediante l utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali (GIS). Durata 1 anno. Incarico dell A.T.C. n. 14 di Pisa: Programma di controllo e censimenti delle popolazioni di corvidi. Incarico dell A.T.C. Reggio Calabria 1: predisposizione relazioni tecniche ed altra documentazione relative all' impianto di un allevamento di lepre e di un centro di produzione fagiani. Durata mesi Incarico dell A.T.C. Siena 19: programma di gestione delle popolazioni di cinghiale nei distretti di caccia ricadenti nell A.T.C. (censimenti e piani di prelievo,contenimento danni e miglioramenti ambientali, revisione area vocata, ecc.); programma di gestione della piccola selvaggina: progettazione ed assistenza tecnica per le Zone di Rispetto Venatorio e le Zone di Ripopolamento e Cattura, recinti di ambientamento; progetti di ripristino, miglioramento ambientale e relativi collaudi;

11 censimenti e piani di prelievo per piccola selvaggina (fasianidi e lepre), capriolo, daino e muflone. Durata anni 3. Territoriali (GIS). Durata 3 anni. Incarico dell A.T.C. n. 12 di Lucca: Censimenti delle popolazione di Capriolo e stesura dei piani di prelievo Incarico dell A.T.C. n. 12 di Lucca: Censimenti delle popolazione di Capriolo e stesura dei piani di prelievo. Incarico dell A.T.C. Cosenza 2: Predisposizione piano di immissione selvaggina per la stagione venatoria 2008/09 relazioni tecniche ed altra documentazione. Durata mesi 6. Incarico della Sezione Provinciale di Pisa della Federazione Italiana Caccia: Effettuazione n.4 corsi di abilitazione cacciatori ai sensi art.37 L.R.T. N.3/94. Durata mesi 1. Incarico della Provincia di Grosseto: Effettuazione n.6 corsi di abilitazione cacciatori ai sensi art.37 L.R.T. N.3/94. Durata mesi 6. Incarico della Provincia di Cosenza: Collaborazione alla stesura del Piano faunistico venatorio provinciale. Durata mesi 8 mesi in corso. Il sottoscritto Andrea Capaccioli, nato a Firenze il 28/6/1958 e residente in Firenze Via Montebello n.70 consapevole delle sanzioni penali richiamate dall'art. 76 del D.P.R 28/12/00 n. 445 in caso di dichiarazioni mendaci e della decadenza dei benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base di dichiarazioni non veritiere, di cui all'art. 75 del D.P.R. del 28/12/00 n. 445, ai sensi e per gli effetti dell'art. 47 del citato D.P.R445/2000, sotto la propria responsabilità dichiara che quanto sopra corrisponde a verità. Il sottoscritto dichiara inoltre, ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs.n.196 del 30 giugno 2003, di essere stato informato che i dati personali contenuti nella presente dichiarazione saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell'ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa. Firenze, dicembre 2009 Dott.For. Andrea Capaccioli

PROTOCOLLO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE AGLI AMBITI TERRITORIALI DI CACCIA DELLE ZONE DI RIPOPOLAMENTO E CATTURA DELLA PROVINCIA DI FIRENZE

PROTOCOLLO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE AGLI AMBITI TERRITORIALI DI CACCIA DELLE ZONE DI RIPOPOLAMENTO E CATTURA DELLA PROVINCIA DI FIRENZE Allegato A alla Deliberazione della Giunta Provinciale n. 513 del 19.12.2002 PROTOCOLLO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE AGLI AMBITI TERRITORIALI DI CACCIA DELLE ZONE DI RIPOPOLAMENTO E CATTURA DELLA PROVINCIA

Dettagli

BOZZA REGOLAMENTO DI CACCIA AL CINGHIALE ATC CS3

BOZZA REGOLAMENTO DI CACCIA AL CINGHIALE ATC CS3 BOZZA REGOLAMENTO DI CACCIA AL CINGHIALE ATC CS3 Art. 1 (Caratteri generali) 1. Il presente, disciplina la gestione faunistico-venatoria del cinghiale nella Provincia di Cosenza, nel rispetto della normativa

Dettagli

ANNATA VENATORIA 2014/2015 VISTO

ANNATA VENATORIA 2014/2015 VISTO ANNATA VENATORIA 2014/2015 Il Comitato di Gestione dell Ambito Territoriale di Caccia CS2, al fine di garantire una corretta ed efficace gestione della caccia nel territorio dei 29 Comuni, VISTO la Legge

Dettagli

Provincia di Pisa Ambito Territoriale di Caccia Pisa Occidentale 15. Distretti di Caccia di Selezione:

Provincia di Pisa Ambito Territoriale di Caccia Pisa Occidentale 15. Distretti di Caccia di Selezione: Provincia di Pisa Ambito Territoriale di Caccia Pisa Occidentale 15 Distretti di Caccia di Selezione: Piani di gestione e prelievo Stagione Venatoria 2015/2016 Allegati: Piani di Prelievo Moduli Provincia

Dettagli

La gestione della piccola fauna stanziale: problemi e prospettive

La gestione della piccola fauna stanziale: problemi e prospettive La gestione della piccola fauna stanziale: problemi e prospettive Marco Ferretti ma.ferretti@provincia.pistoia.it Provincia di Pistoia Dati e indicazioni provenienti prevalentemente da ricerche svolte

Dettagli

Il/Ia sottoscritto/a nato/a. il, residente a. in via/loc. e/o allevamento zootecnico sito in agro del Comune di

Il/Ia sottoscritto/a nato/a. il, residente a. in via/loc. e/o allevamento zootecnico sito in agro del Comune di Allegato A Alla Provincia di Bari Servizio Agricoltura, Caccia, Pesca, Risorse Via Amendola 189/b 70100 Bari DOMANDA DI CONTRIBUTO PER DANNI ARRECATI DALLA FAUNA SELVATICA ALLE PRODUZIONI AGRICOLE, ALLE

Dettagli

Il Sottoscritto. nato a il. residente a in via. Tel. Cell. Mail. Cod. Fiscale. Titolare della licenza di caccia n del. Rilasciata dalla questura di il

Il Sottoscritto. nato a il. residente a in via. Tel. Cell. Mail. Cod. Fiscale. Titolare della licenza di caccia n del. Rilasciata dalla questura di il Marca da bollo 14,62 Spettabile PROVINCIA DI BRESCIA Settore Caccia Via Milano, 13 25126 BRESCIA Prot. A.T.C. N del Il Sottoscritto nato a il residente a in via Tel. Cell. Mail. Cod. Fiscale Titolare della

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome AZARA SILVIO RAIMONDO Indirizzo 5, via carraia bassa, 56017, San Giuliano Terme ( PI ) Telefono 3395372962

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONDUZIONE DI ZONE DI RIPOPOLAMENTO E CATTURA

REGOLAMENTO PER LA CONDUZIONE DI ZONE DI RIPOPOLAMENTO E CATTURA REGOLAMENTO PER LA CONDUZIONE DI ZONE DI RIPOPOLAMENTO E CATTURA (Delibera del CdG n. 53 del 26.04.2004 come modificata con delibera CdG n. 221 del 19.03.2007, n. 75 del 18.03.2013) SOMMARIO ART. 1 PREMESSA

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETA' (Artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETA' (Artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000) ALLEGATI Al Dirigente scolastico del 3 CIRCOLO San Nicolo Politi Via dei Diritti del Fanciullo, 45 95031 - ADRANO Oggetto: Istanza di candidatura RSPP Il/La sottoscritto/a.., chiede di svolgere il ruolo

Dettagli

Regolamento per la gestione ed il prelievo venatorio degli ungulati nella Provincia di Firenze.

Regolamento per la gestione ed il prelievo venatorio degli ungulati nella Provincia di Firenze. Regolamento per la gestione ed il prelievo venatorio degli ungulati nella Provincia di Firenze. TITOLO I - Principi generali Art. 1 Finalità Art. 2 Vocazione del territorio Art. 3 Unità di gestione Art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA CACCIA DI SELEZIONE AI CERVIDI

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA CACCIA DI SELEZIONE AI CERVIDI AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA FIRENZE N. 5 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA CACCIA DI SELEZIONE AI CERVIDI TITOLO I. Norme Generali Art. 1- Finalità 1. Il presente regolamento disciplina la caccia

Dettagli

DOCUMENTO PROPOSTO DA PRO CINGHIALE E C.S.T. TOSCANA L INCOTRO A CASETTA DEL 23/10/2014

DOCUMENTO PROPOSTO DA PRO CINGHIALE E C.S.T. TOSCANA L INCOTRO A CASETTA DEL 23/10/2014 DOCUMENTO PROPOSTO DA PRO CINGHIALE E C.S.T. TOSCANA L INCOTRO A CASETTA DEL 23/10/2014 Vista l incresciosa situazione gestionale faunistico venatoria verificatasi in Toscana con l avvento della riforma

Dettagli

Premessa. Il rapporto tra Provincia di Grosseto e ISPRA: il Protocollo tecnico

Premessa. Il rapporto tra Provincia di Grosseto e ISPRA: il Protocollo tecnico Protocollo Tecnico tra Provincia di Grosseto e ISPRA per la gestione faunistico venatoria e le azioni di controllo (art.19 Legge n.157/92 ed art.37 L.R.T. n.3/94) delle popolazioni di Cinghiale, Volpe,

Dettagli

Amministrazione Provinciale dell Aquila

Amministrazione Provinciale dell Aquila Amministrazione Provinciale dell Aquila Settore Politiche Ambientali Risorse Naturali ed Energetiche PROGRAMMA CORSO DI ABILITAZIONE PER SELECONTROLLORI PRINCIPI DI CONOSCENZA DELLA FAUNA SELVATICA a)

Dettagli

settembre 2012, n. XX/R Modifiche al regolamento

settembre 2012, n. XX/R Modifiche al regolamento 6 21.9.2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 50 1. Al comma 2 dell articolo 83 del d.p.g.r. 33/R/2011 la parola lui è sostituita dalla seguente loro. Art. 13 Modifiche all articolo 100

Dettagli

828 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 2 del 14.1.2015

828 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 2 del 14.1.2015 828 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 2 del 14.1.2015 Direzione Generale Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Area di Coordinamento Politiche di Solidarietà Sociale e Integrazione

Dettagli

PROVINCIA DI PISA. SOGGETTO APPALTANTE : Provincia di Pisa P.zza Vittorio Emanuele II, n. 14 56125 Pisa

PROVINCIA DI PISA. SOGGETTO APPALTANTE : Provincia di Pisa P.zza Vittorio Emanuele II, n. 14 56125 Pisa PROVINCIA DI PISA Avviso di selezione pubblica per il servizio di svolgimento dei Censimenti delle specie in indirizzo all interno delle Aziende Faunistico Venatorie e delle Zone di Ripopolamento e Cattura

Dettagli

A.T.C. AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA FO5

A.T.C. AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA FO5 A.T.C. AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA FO5 Consiglio Direttivo (Legge Regionale n.8/94 art.31 e n. 6/00) Via Balzella, 41/D Forlì tel 0543-777289 fax 0543-750517 e-mail atcfc@libero.it Approvate dal Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLA FAUNA SELVATICA IN PROVINCIA DI FIRENZE. Articolo 6 Attivazione degli interventi e sistema informativo gestionale

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLA FAUNA SELVATICA IN PROVINCIA DI FIRENZE. Articolo 6 Attivazione degli interventi e sistema informativo gestionale REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLA FAUNA SELVATICA IN PROVINCIA DI FIRENZE Articolo 1 Finalità Articolo 2 Piani di controllo con cattura e/o abbattimento Articolo 3 Cattura Articolo 4 Tempi ed orari Articolo

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS CONVENZIONE IN FORMA DI SCRITTURA PRIVATA PER L AFFIDAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI RIMOZIONE, POSA E RIPRISTINO TABELLE PERIMETRALI DELLE ZONE TEMPORANEE DI RIPOPOLAMENTO E

Dettagli

Finalità. L offerta formativa prepara il selecontrollore per l iscrizione a due diverse sezioni dell Albo, a scelta del candidato:

Finalità. L offerta formativa prepara il selecontrollore per l iscrizione a due diverse sezioni dell Albo, a scelta del candidato: Dipartimento V Agricoltura ed ambiente rurale U.O. Ambiente rurale e naturale, gestione faunistica Provincia di Lodi Via Fanfulla, 14 26900 Lodi C.F. 92514470159 tel. 0371.442.1 fax 0371.416027 pec: provincia.lodi@pec.regione.lombardia.it

Dettagli

Gestione della Fauna. ATC Unico di Brescia LA GESTIONE FAUNISTO VENATORIA DELL. Suddivisione cacciatori

Gestione della Fauna. ATC Unico di Brescia LA GESTIONE FAUNISTO VENATORIA DELL. Suddivisione cacciatori ATC Unico di Brescia LA GESTIONE FAUNISTO VENATORIA DELL DELL ATC UNICO DI BRESCIA Suddivisione cacciatori Comprende 132 comuni in 11 Zone Omogenee: Totale territorio Agro Silvo Pastorale 205.419 ha Superficie

Dettagli

della Regione Toscana Bollettino Ufficiale: via F. Baracca, 88-50127 Firenze - Fax: 055-4384620

della Regione Toscana Bollettino Ufficiale: via F. Baracca, 88-50127 Firenze - Fax: 055-4384620 Anno XLII Repubblica Italiana BOLLETTINO UFFICIALE della Regione Toscana Parte Prima n. 37 venerdì, 29 luglio 2011 Firenze Bollettino Ufficiale: via F. Baracca, 88-50127 Firenze - Fax: 055-4384620 Portineria

Dettagli

SEZIONE I. CONSIGLIO REGIONALE - Deliberazioni. 2 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 25 del 20.6.2007

SEZIONE I. CONSIGLIO REGIONALE - Deliberazioni. 2 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 25 del 20.6.2007 2 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 25 del 20.6.2007 SEZIONE I CONSIGLIO REGIONALE - Deliberazioni DELIBERAZIONE 16 maggio 2007, n. 54 Piano faunistico-venatorio 2007-2010. Il

Dettagli

Modello vendita Produttori Agricoli

Modello vendita Produttori Agricoli Modello vendita Produttori Agricoli VENDITA DI PRODOTTI RICAVATI DALLA PROPRIA AZIENDA (PRODUTTORI AGRICOLI) IN FORMA ITINERANTE, SUL FONDO DI PRODUZIONE, ALL INTERNO DI LOCALI, TRAMITE DISTRIBUTORI AUTOMATICI

Dettagli

Progetto n. 1. Di seguito viene fornita una descrizione dei singoli progetti.

Progetto n. 1. Di seguito viene fornita una descrizione dei singoli progetti. Ai sensi dell art. 10 della L.R. 3/94, ai fini del finanziamento regionale, le Province presentano alla Giunta Regionale il Programma Annuale di Gestione provinciale che comprende gli interventi per la

Dettagli

REGIONE TOSCANA Sportelli della caccia e della pesca Contatti

REGIONE TOSCANA Sportelli della caccia e della pesca Contatti REGIONE TOSCANA Sportelli della caccia e della pesca Contatti Direzione Agricoltura e sviluppo rurale SETTORE ATTIVITA' FAUNISTICO- VENATORIA, PESCA DILETTANTISTICA, PESCA IN MARE Via di Novoli 26-50127

Dettagli

DISCIPLINA DELLE ZONE PER L'ALLENAMENTO E L'ADDESTRAMENTO DEI CANI DA CACCIA E PER LE GARE CINOFILE (art. 16 L.R. n. 29/94)

DISCIPLINA DELLE ZONE PER L'ALLENAMENTO E L'ADDESTRAMENTO DEI CANI DA CACCIA E PER LE GARE CINOFILE (art. 16 L.R. n. 29/94) DISCIPLINA DELLE ZONE PER L'ALLENAMENTO E L'ADDESTRAMENTO DEI CANI DA CACCIA E PER LE GARE CINOFILE (art. 16 L.R. n. 29/94) ART. 1 - FINALITA' Il presente regolamento disciplina le zone per l'addestra-mento

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE AMBIENTALE, FAUNISTICA E VENATORIA DELLE AZIENDE AGRITURISTICHE VENATORIE E FAUNISTICHE VENATORIE

REGOLAMENTO DI GESTIONE AMBIENTALE, FAUNISTICA E VENATORIA DELLE AZIENDE AGRITURISTICHE VENATORIE E FAUNISTICHE VENATORIE REGOLAMENTO DI GESTIONE AMBIENTALE, FAUNISTICA E VENATORIA DELLE AZIENDE AGRITURISTICHE VENATORIE E FAUNISTICHE VENATORIE Approvato con deliberazione Consiliare n. 52 del 21.04.2009 Pag. 1 di 13 TITOLO

Dettagli

REGOLAMENTO per il risarcimento dei danni arrecati dalla fauna selvatica e dall attività venatoria alle produzioni agricole

REGOLAMENTO per il risarcimento dei danni arrecati dalla fauna selvatica e dall attività venatoria alle produzioni agricole AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA FIRENZE N. 5 REGOLAMENTO per il risarcimento dei danni arrecati dalla fauna selvatica e dall attività venatoria alle produzioni agricole A.T.C. FIRENZE 5 VIA CITTADELLA, 25/A

Dettagli

PROGRAMMA VENATORIO. Annata 2013/2014. Linee Generali

PROGRAMMA VENATORIO. Annata 2013/2014. Linee Generali PROGRAMMA VENATORIO Annata 2013/2014 Linee Generali L art.9 comma 15 della L.R n. 27 del 13.8.98 dispone che, in attuazione del Piano faunistico venatorio regionale, la Giunta Regionale approva il programma

Dettagli

CAPITOLO I Principi generali. Art.1

CAPITOLO I Principi generali. Art.1 REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA PREVENZIONE, L ACCERTAMENTO ED IL RISARCIMENTO DEI DANNI CAUSATI ALLE OPERE ED ALLE COLTURE AGRICOLE E FORESTALI DALLA FAUNA SELVATICA E DALL ATTIVITÀ VENATORIA CAPITOLO

Dettagli

MODULO 2. Da restituire entro il 31 maggio 2013. Il sottoscritto nato a il. residente in. via n. telefono lic. di caccia n. e-mail

MODULO 2. Da restituire entro il 31 maggio 2013. Il sottoscritto nato a il. residente in. via n. telefono lic. di caccia n. e-mail MODULO 2 AUTODICHIARAZIONE AI FINI DEL CENSIMENTO DEI RICHIAMI VIVI DI CUI ALL art. 4 L. 11 febbraio 1992 n. 157 DETENUTI DAI CACCIATORI IN REGIONE LOMBARDIA Da restituire entro il 31 maggio 2013 ALLA

Dettagli

PROTOCOLLO OPERATIVO CACCIA DI SELEZIONE AL MUFLONE NEL TERRITORIO A CACCIA PROGRAMMATA DELL A.T.C. LUCCA 11

PROTOCOLLO OPERATIVO CACCIA DI SELEZIONE AL MUFLONE NEL TERRITORIO A CACCIA PROGRAMMATA DELL A.T.C. LUCCA 11 PROTOCOLLO OPERATIVO CACCIA DI SELEZIONE AL MUFLONE NEL TERRITORIO A CACCIA PROGRAMMATA DELL A.T.C. LUCCA 11 In applicazione del Regolamento sperimentale per la gestione del muflone in Provincia di Lucca

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ZONE DI ADDESTRAMENTO CANI E DELLE GARE CINO-VENATORIE

REGOLAMENTO DELLE ZONE DI ADDESTRAMENTO CANI E DELLE GARE CINO-VENATORIE REGOLAMENTO DELLE ZONE DI ADDESTRAMENTO CANI E DELLE GARE CINO-VENATORIE Approvato con delibera del Consiglio Provinciale n. 67 del 30 dicembre 2013 Pag. 1 di 11 ART. 1 Finalità 1. Il presente regolamento

Dettagli

DOTT. GEOL. ALBERTO SOREGAROLI V. C. SPECIANO 5, 26100 CREMONA TEL/FAX: 0372 412634 CELL: 3382135952

DOTT. GEOL. ALBERTO SOREGAROLI V. C. SPECIANO 5, 26100 CREMONA TEL/FAX: 0372 412634 CELL: 3382135952 DOTT. GEOL. ALBERTO SOREGAROLI V. C. SPECIANO 5, 26100 CREMONA TEL/FAX: 0372 412634 CELL: 3382135952 ALLEGATO 15 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA (Art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

Dettagli

A.T.C. RN2. Ambito Territoriale di Caccia RN2 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NELL ATC RN2

A.T.C. RN2. Ambito Territoriale di Caccia RN2 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NELL ATC RN2 A.T.C. RN2 Ambito Territoriale di Caccia RN2 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DI UNGULATI NELL ATC RN2 Dicembre 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 Finalità 1. Il presente regolamento recepisce

Dettagli

La normativa per la lavorazione delle carni di selvaggina della Regione Toscana

La normativa per la lavorazione delle carni di selvaggina della Regione Toscana La carne degli ungulati selvatici: elementi per le buone metodologie di conservazione e lavorazione La normativa per la lavorazione delle carni di selvaggina della Regione Toscana A cura di: Sandro Nicoloso

Dettagli

CAPO I ALLEVAMENTO DI FAUNA SELVATICA. Art.1 Ambito di applicazione

CAPO I ALLEVAMENTO DI FAUNA SELVATICA. Art.1 Ambito di applicazione Dalla DGR 1519/03 DIRETTIVE CONCERNENTI L'ALLEVAMENTO DI FAUNA SELVATICA A SCOPO DI RIPOPOLAMENTO, ALIMENTARE, ORNAMENTALE ED AMATORIALE (L.R. 8/1994, art. 62, comma 1, lett. c) CAPO I ALLEVAMENTO DI FAUNA

Dettagli

Il sottoscritto... nato a... (prov...) il... e residente in Comune di... CAP.. (prov...) via... n... Codice Fiscale...

Il sottoscritto... nato a... (prov...) il... e residente in Comune di... CAP.. (prov...) via... n... Codice Fiscale... Per il rinnovo: la domanda deve essere presentata entro e non oltre il 30 giugno precedente alla data di scadenza della struttura Marca da bollo ALLA PROVINCIA DI FORLI -CESENA SERVIZIO AGRICOLTURA SPAZIO

Dettagli

REGIONE EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI PIACENZA

REGIONE EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI PIACENZA REGIONE EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI PIACENZA REGOLAMENTO INTERNO DELL A.T.C. PC/2 Il Consiglio Direttivo dell ATC PC/2 nella seduta del 11/11/2008 vista la lettera R dell art. 6 punto 13 dello Statuto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DELL AREA CONTIGUA Stagione Venatoria 2009-2010, 2010-2011.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DELL AREA CONTIGUA Stagione Venatoria 2009-2010, 2010-2011. REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DELL AREA CONTIGUA Stagione Venatoria 2009-2010, 2010-2011. ART. 1 Accesso per l esercizio venatorio nell area contigua (zona di pre-parco) L esercizio

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA REGOLAMENTO DELLE UNITA DI GESTIONE PER LA CACCIA ALLA LEPRE NELLA PROVINCIA DI SAVONA

PROVINCIA DI SAVONA REGOLAMENTO DELLE UNITA DI GESTIONE PER LA CACCIA ALLA LEPRE NELLA PROVINCIA DI SAVONA PROVINCIA DI SAVONA REGOLAMENTO DELLE UNITA DI GESTIONE PER LA CACCIA ALLA LEPRE NELLA PROVINCIA DI SAVONA (Deliberazione del Consiglio Provinciale n. 34 del 05/07/2012) TITOLO I Disposizioni generali

Dettagli

Verso la nuova pianificazione faunistico venatoria: ricerca e gestione per la piccola selvaggina

Verso la nuova pianificazione faunistico venatoria: ricerca e gestione per la piccola selvaggina Verso la nuova pianificazione faunistico venatoria: ricerca e gestione per la piccola selvaggina Provincia di Pistoia Marco Ferretti ma.ferretti@provincia.pistoia.it Di cosa parlerò? Dati e indicazioni

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE 5 ALLEGATO A Criteri e modalità di istituzione, autorizzazione e gestione delle Zone per l allenamento e l addestramento dei cani e per le gare e le prove cinofile (ZAC) (art. 33, l.r. 7/1995) Principi

Dettagli

CALENDARIO VENATORIO RELATIVO ALL INTERO TERRITORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2015/2016

CALENDARIO VENATORIO RELATIVO ALL INTERO TERRITORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2015/2016 ALLEGATO A CALENDARIO VENATORIO RELATIVO ALL INTERO TERRITORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2015/2016 L esercizio venatorio nella stagione 2015/2016, è consentito con le seguenti modalità: 1) SPECIE E PERIODI

Dettagli

ACCADEMIA FAUNISTICA BERGAMASCA

ACCADEMIA FAUNISTICA BERGAMASCA CORSO PER LA FORMAZIONE E L ABILITAZIONE PER ASPIRANTI CACCIATORI DI SELEZIONE AGLI UNGULATI CALENDARIO LEZIONI 2013 I MODULO - PARTE GENERALE 1 Introduzione e presentazione del corso: - Assessore provinciale

Dettagli

Provincia di Foggia DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE AGRICOLTURA, CACCIA E PESCA

Provincia di Foggia DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE AGRICOLTURA, CACCIA E PESCA Provincia di Foggia DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE, CACCIA E PESCA OGGETTO: L.R. 27/98. APPROVAZIONE BANDO PER L EROGAZIONE DI INCENTIVI FINALIZZATI AD INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO AMBIENTALE

Dettagli

Indicare con O + numero i punti di appostamento, e con X + lettera i relativi posti auto

Indicare con O + numero i punti di appostamento, e con X + lettera i relativi posti auto DISTRETTO DI CACCIA DI SELEZIONE Stagione Venatoria ATC 15-7 Area Omogenea 8 Sottozona 1 ATC 15 - maggio 2015 1 2 4 ATC 15-7 Area Omogenea 8 Sottozona 2 1 2 1 3 4 ATC 15-7 Area Omogenea 8 Sottozona 3 2

Dettagli

Responsabile di progetto Cognome e Nome

Responsabile di progetto Cognome e Nome N. PROGETTO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE interni estern i ore Proposta Piani Finalizzati annualità 2011: Produzione locale di lepri da destinare al ripopolamento SCHEDA DI PROGETTO NUMERO dei soggetti (e

Dettagli

F O R M A T O INFORMAZIONI MOSCA TERESA. Teremosca@libero.it E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E. Nome. Indirizzo. Telefono.

F O R M A T O INFORMAZIONI MOSCA TERESA. Teremosca@libero.it E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E. Nome. Indirizzo. Telefono. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo MOSCA TERESA Telefono E-mail Nazionalità Teremosca@libero.it Italiana Data di nascita 13\06\1972

Dettagli

SCHEMA AVVISO PUBBLICO

SCHEMA AVVISO PUBBLICO SCHEMA AVVISO PUBBLICO FORMAZIONE DI UN ELENCO DI PROFESSIONISTI CUI AFFIDARE INCARICHI DI TECNICI DI CUI AGLI ARTT. 90 E 91 E SERVIZI DI CUI ALL ALL. IIA CATEGORIA 12 DEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI

Dettagli

Prot. n. (ABF/03/20954) ------------------------------------------------------------- LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Prot. n. (ABF/03/20954) ------------------------------------------------------------- LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Prot. n. (ABF/03/20954) ------------------------------------------------------------- LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Richiamata la Legge 11 febbraio 1992, n. 157 "Norme per la protezione della

Dettagli

2l Caccia e pesca d.p.g.r. 33/R/2011 1

2l Caccia e pesca d.p.g.r. 33/R/2011 1 2l Caccia e pesca d.p.g.r. 33/R/2011 1 Decreto del Presidente della Giunta Regionale 26 luglio 2011, n. 33/R Regolamento di attuazione della legge regionale 12 gennaio 1994, n. 3 (Recepimento della legge

Dettagli

Regolamento provinciale per la costituzione e gestione delle zone addestramento cani e gare cinofile (Delibera di Consiglio n. 37 del 27 aprile 1999)

Regolamento provinciale per la costituzione e gestione delle zone addestramento cani e gare cinofile (Delibera di Consiglio n. 37 del 27 aprile 1999) Regolamento provinciale per la costituzione e gestione delle zone addestramento cani e gare cinofile (Delibera di Consiglio n. 37 del 27 aprile 1999) TITOLO I Disposizioni generali e di programmazione

Dettagli

ISPEZIONE E CONTROLLO SELVAGGINA CACCIATA E ALLEVATA. Cenni di legislazione venatoria relativa agli aspetti sanitari

ISPEZIONE E CONTROLLO SELVAGGINA CACCIATA E ALLEVATA. Cenni di legislazione venatoria relativa agli aspetti sanitari ISPEZIONE E CONTROLLO SELVAGGINA CACCIATA E ALLEVATA Cenni di legislazione venatoria relativa agli aspetti sanitari Legge 11 febbraio 1992, n. 157 Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma

Dettagli

PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE AREE PER LADDESTRAMENTO, LALLENAMENTO E LE GARE DEI CANI

PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE AREE PER LADDESTRAMENTO, LALLENAMENTO E LE GARE DEI CANI PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE AREE PER LADDESTRAMENTO, LALLENAMENTO E LE GARE DEI CANI Approvato con delibera C.P. n. 122 del 13/10/2005 Art. 1 FINALITA 1) Le aree di cui al presente

Dettagli

Verdi Cafaro ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE. Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado

Verdi Cafaro ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE. Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado Giuseppe Pasquale Verdi Cafaro ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado Sede centrale Via G. Verdi, n. 65-76123 Andria (BT) Telefono 0883 246.239 - Fax 0883-56.45.45

Dettagli

l sottoscritt CHIEDE di essere ammesso a partecipare all avviso di selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il conferimento di un

l sottoscritt CHIEDE di essere ammesso a partecipare all avviso di selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il conferimento di un Fac simile di domanda Al Direttore Generale dell Azienda Ospedaliero Universitaria di Cagliari Via Ospedale, 54 09124 Cagliari l sottoscritt CHIEDE di essere ammesso a partecipare all avviso di selezione

Dettagli

PRONTUARIO delle LEGGI AMBIENTALI

PRONTUARIO delle LEGGI AMBIENTALI PRONTUARIO delle LEGGI AMBIENTALI INDICE GENERALE Argomento Violazione Norme transitorie Norme definitive 1 aib 2 aib 4 aib Documentazioni e comunicazioni Impianti e espianti Trasform., modifiche,convers.

Dettagli

AVVISO ESPLORATIVO PUBBLICO

AVVISO ESPLORATIVO PUBBLICO C O M U N E D I P A L M A C A M P A N I A P R O V I N C I A D I N A P O L I Via Municipio, 74 tel. 081/8207447 - fax 081/8246065 Ufficio Tecnico - Settore V Mail: utcprotezionecivile@comune.palmacampania.na.it

Dettagli

COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI VENATORIE PIEMONTESI

COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI VENATORIE PIEMONTESI COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI VENATORIE PIEMONTESI OSSERVAZIONI E PROPOSTE MODIFICATIVE AL CALENDARIO VENATORIO REGIONALE 2015-2016 Il Coordinamento delle Associazioni Venatorie del Piemonte, presa

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA SV 2 - ZONA PONENTE REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LA CACCIA DI SELEZIONE AGLI UNGULATI POLIGASTRICI - REV.

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA SV 2 - ZONA PONENTE REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LA CACCIA DI SELEZIONE AGLI UNGULATI POLIGASTRICI - REV. AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA SV 2 - ZONA PONENTE REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LA CACCIA DI SELEZIONE AGLI UNGULATI POLIGASTRICI - REV. 15/05/2015 L A.T.C. SV2 si prefigge il conseguimento delle finalità

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE Al Comune di Fiesole.. ISTANZA DI PARTECIPAZIONE Oggetto: Avviso preventivo per lo svolgimento di indagine di mercato finalizzata all affidamento mediante procedura negoziata di servizi attinenti all architettura

Dettagli

A.T.C. RC2 PROGETTO FINALIZZATO. Richiesta di finanziamento 30.000,00. Art. 12, comma 4, del vigente Regolamento di Attuazione degli A.T.C.

A.T.C. RC2 PROGETTO FINALIZZATO. Richiesta di finanziamento 30.000,00. Art. 12, comma 4, del vigente Regolamento di Attuazione degli A.T.C. A.T.C. RC2 PROGETTO FINALIZZATO SERVIZIO VOLONTARIO VIGILANZA VENATORIA, AMBIENTALE, AUSILIO AI CENSIMENTI, AL MONITORAGGIO ED ALLE IMMISSIONI DI FAUNA SELVATICA, AVVISTAMENTO INCENDI BOSCHIVI, ASSISTENZA

Dettagli

Da dicembre 2000 a settembre 2005. Ervet Emilia Romagna Valorizzazione Economica Territorio S.p.A. Bologna

Da dicembre 2000 a settembre 2005. Ervet Emilia Romagna Valorizzazione Economica Territorio S.p.A. Bologna Esperienze professionali Da giugno 1996 a febbraio 1997 Fondiaria Assicurazione Siena Collaboratore nell Agenzia Generale di Siena: Studi e ricerche di marketing ; Corso di formazione professionale interno

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N.2 - POTENZA

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N.2 - POTENZA AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N.2 - POTENZA via Mantova, 45-85100 Potenza. Tel.: 0971/410023 Fax: 0971/330018 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DEL CINGHIALE PER LA PROVINCIA DI POTENZA

Dettagli

Allegato alla delibera di Consiglio I.P. 5757/2009

Allegato alla delibera di Consiglio I.P. 5757/2009 Allegato alla delibera di Consiglio I.P. 5757/2009 Regolamento per l'esercizio dell'attività venatoria nelle aree contigue (zone di Pre-Parco) del Parco Regionale del Corno alle Scale per il periodo 2009/2013.

Dettagli

SELEZIONE DI SOGGETTI QUALIFICATI PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 AVVISO PUBBLICO

SELEZIONE DI SOGGETTI QUALIFICATI PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DI SOGGETTI QUALIFICATI PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 In esecuzione della determina dirigenziale n. 18 del 23 gennaio 2006 ai sensi

Dettagli

COMUNE DI PIENZA PROVINCIA DI SIENA

COMUNE DI PIENZA PROVINCIA DI SIENA COMUNE DI PIENZA PROVINCIA DI SIENA Prot. gen. Riservato all Ufficio Tecnico COMUNICAZIONE INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA art. 80 comma 2, lettere a) Legge Regione Toscana n. 1/2005 (di cui è

Dettagli

Responsabile del procedimento. Dirigente Responsabile Servizio attività economicocommerciali. (Dott. Giovanni Bertugli)

Responsabile del procedimento. Dirigente Responsabile Servizio attività economicocommerciali. (Dott. Giovanni Bertugli) Al Comune di Modena tit.... Responsabile del procedimento prot. n del / / Dirigente Responsabile Servizio attività economicocommerciali (Dott. Giovanni Bertugli) S. C. I. A. VENDITA DI PRODOTTI RICAVATI

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE AGLI ELENCHI MINISTERIALI EX LEGGE 818/1984 (in materia di prevenzione incendi)

DOMANDA DI ISCRIZIONE AGLI ELENCHI MINISTERIALI EX LEGGE 818/1984 (in materia di prevenzione incendi) (marca da bollo 16,00) All Ordine degli Architetti, P.P. e C. della prov. di Prato Via Pugliesi 26 59100 Prato (PO) e p.c. Al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Prato Via Paronese 100 59100 Prato

Dettagli

R E G I O N E C A L A B R I A

R E G I O N E C A L A B R I A R E G I O N E C A L A B R I A ASSESSORATO AGRICOLTURA FORESTE FORESTAZIONE IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE VISTA la L.R. n 9/96; VISTA la L.R. n 1 del 11/01/2006 che all art. 12 comma 1 modifica la

Dettagli

REGISTRAZIONE CACCIATORE

REGISTRAZIONE CACCIATORE REGISTRAZIONE CACCIATORE Per accedere alle funzionalità di prenotazione on-line è necessario prima registrarsi. I passi necessari per la registrazione sono i seguenti: 1) Collegarsi al sito https://webs.rete.toscana.it/sifv

Dettagli

ASCENSORI MONTACARICHI PIATTAFORME ELEVATRICI

ASCENSORI MONTACARICHI PIATTAFORME ELEVATRICI ASCENSORI MONTACARICHI PIATTAFORME ELEVATRICI (DPR 30.04.1999 n.162 e circolare del Ministero per l industria, il commercio e l artigianato 14.04.1997 n.157296) COMUNICAZIONE DI MESSA IN ESERCIZIO E RICHIESTA

Dettagli

REGISTRAZIONE CACCIATORE

REGISTRAZIONE CACCIATORE REGISTRAZIONE CACCIATORE Per accedere alle funzionalità di prenotazione on-line è necessario prima registrarsi. I passi necessari per la registrazione sono i seguenti: 1) Collegarsi al sito https://webs.rete.toscana.it/sifv

Dettagli

OGGETTO: Denuncia e richiesta di risarcimento danni causati dalla selvaggina e dell'attività venatoria.

OGGETTO: Denuncia e richiesta di risarcimento danni causati dalla selvaggina e dell'attività venatoria. (Scrivere in stampatello ed in modo leggibile) Spett.le Parco Nazionale delle Cinque Terre Via T. Signorini n.118 Riomaggiore OGGETTO: Denuncia e richiesta di risarcimento danni causati dalla selvaggina

Dettagli

COMUNICATO STAMPA FABBRICATI RURALI: DOMANDE DI VARIAZIONE DELLA CATEGORIA CATASTALE ENTRO IL 30

COMUNICATO STAMPA FABBRICATI RURALI: DOMANDE DI VARIAZIONE DELLA CATEGORIA CATASTALE ENTRO IL 30 COMUNICATO STAMPA FABBRICATI RURALI: DOMANDE DI VARIAZIONE DELLA CATEGORIA CATASTALE ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2011 Il decreto del Ministro dell Economia e delle Finanze 14 settembre 2011, pubblicato in data

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

Annata 2015/2016. ART.1 Stagione venatoria

Annata 2015/2016. ART.1 Stagione venatoria CALENDARIO VENATORIO Annata 2015/2016 Vista la L.R. n 27 del 13.08.1998 e s.m.i.; Vista la L.R. n 12 del 29.07.2004; Visto il Decreto legge n. 7 del 31.01.2005; Visto il Piano Faunistico Venatorio Regionale

Dettagli

Oggetto: Domanda di contributo per l indennizzo dei danni arrecati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole DICHIARA

Oggetto: Domanda di contributo per l indennizzo dei danni arrecati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole DICHIARA Oggetto: Domanda di contributo per l indennizzo dei danni arrecati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole IL SOTTOSCRITTO NATO A IL RESIDENTE A IN TELEFONO CELLULARE CODICE FISCALE PARTITA IVA

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER IL CENTRO REGIONALE PER LO STUDIO DELLA DINAMICA DEI LITORALI PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DEL CRSDL

PROTOCOLLO DI INTESA PER IL CENTRO REGIONALE PER LO STUDIO DELLA DINAMICA DEI LITORALI PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DEL CRSDL PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DEL CRSDL CENTRO REGIONALE PER LO STUDIO DELLA TRA PROVINCIA DI GROSSETO PROVINCIA DI LIVORNO PROVINCIA DI LUCCA PROVINCIA DI MASSA - CARRARA PROVINCIA DI PISA COMUNE

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) FABI MASSIMO Telefono(i) 0521 702441 Fax 0521 703630 E-mail mfabi@ao.pr.it Esperienza professionale 2011 tutt oggi Coordinatore F.I.A.S.O.

Dettagli

AGENZIA DI STAMPA. WWW.GEAPRESS.ORG info@geapress.org

AGENZIA DI STAMPA. WWW.GEAPRESS.ORG info@geapress.org Emendamenti al Ddl 588 presentati in Commissione Politiche dell'unione Europea del Senato nel Giugno 2013. Sono riportati quelli relativi all'art. 19 bis della legge 157/92 (cosiddetta "legge caccia")

Dettagli

Indirizzo 22, via Frassinelli e Mulini, 90046, Monreale, Italia. Telefono 333-9857449 Fax E-mail giovanbattistapola@virgilio.it

Indirizzo 22, via Frassinelli e Mulini, 90046, Monreale, Italia. Telefono 333-9857449 Fax E-mail giovanbattistapola@virgilio.it Curriculum Vitae Informazioni personali Nome / Cognome Giovan Battista Pola Indirizzo 22, via Frassinelli e Mulini, 90046, Monreale, Italia. Telefono 333-9857449 Fax E-mail giovanbattistapola@virgilio.it

Dettagli

Provincia di Ancona. DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO nell esercizio dei poteri della Giunta provinciale. n. 143 del 05/06/2014

Provincia di Ancona. DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO nell esercizio dei poteri della Giunta provinciale. n. 143 del 05/06/2014 Provincia di Ancona DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO nell esercizio dei poteri della Giunta provinciale n. 143 del 05/06/2014 Oggetto: GESTIONE UNGULATI, SPECIE CINGHIALE - APPROVAZIONE PIANI

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo MARIANNA QUALITA Telefono 055/7591437 E-mail Nazionalità Fax 055/7591454 Data di nascita 29/07/1969

Dettagli

LEPRE Il modello di gestione in uso in Emilia-Romagna: presente e prospettive Criticità, elementi di conflitto, fattori limitanti

LEPRE Il modello di gestione in uso in Emilia-Romagna: presente e prospettive Criticità, elementi di conflitto, fattori limitanti LEPRE Il modello di gestione in uso in Emilia-Romagna: presente e prospettive Criticità, elementi di conflitto, fattori limitanti Le ultime due stagioni Il modello gestionale in uso LEPRE E ZRC Provenienza

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 476 DEL 05/05/2016

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 476 DEL 05/05/2016 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 476 DEL 05/05/2016 Il Direttore Generale, Dott. Enrico Desideri su proposta della struttura aziendale Direttore Amministrativo adotta la seguente deliberazione: OGGETTO:

Dettagli

L inserimento nell elenco degli esperti non comporta alcun diritto ad ottenere incarichi professionali da parte della Regione Puglia.

L inserimento nell elenco degli esperti non comporta alcun diritto ad ottenere incarichi professionali da parte della Regione Puglia. R E G I O N E ALLEGATO A P U G L I A ASSESSORATO ALLE RISORSE AGROALIMENTARI (AGRICOLTURA, ALIMENTAZIONE, ACQUACOLTURA,FORESTE, CACCIA E PESCA) SETTORE CACCIA E PESCA VIA CADUTI DI TUTTE LE GUERRE, 13

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome:

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome: AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO (Provincia di Milano)

COMUNE DI INVERUNO (Provincia di Milano) COMUNE DI INVERUNO (Provincia di Milano) COMPONENTE GEOLOGICA, IDROGEOLOGICA E SISMICA DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO AI SENSI DELLA L.R. 12/2005 E SECONDO I CRITERI DELLA D.G.R. n. 8/7374/08 Integrazioni

Dettagli

Il sottoscritto nato a il / /, residente a Via n. tel. Cod. Fisc con sede legale a. Costituita in data E-MAIL @

Il sottoscritto nato a il / /, residente a Via n. tel. Cod. Fisc con sede legale a. Costituita in data E-MAIL @ ALLEGATO 1 Al Sindaco del Comune di Guspini, Via Don Minzoni, 10 Oggetto: Istanza di partecipazione alla ripartizione dei fondi disponibili per l attività svolta all Associazione nelle Stagioni Sportive

Dettagli

ATTIVITA DI AGRITURISMO Segnalazione Certificata Inizio Attività (S.C.I.A.) per NUOVA APERTURA SUBINGRESSO IN ATTIVITA ESISTENTE

ATTIVITA DI AGRITURISMO Segnalazione Certificata Inizio Attività (S.C.I.A.) per NUOVA APERTURA SUBINGRESSO IN ATTIVITA ESISTENTE COMUNE DI CAROVIGNO (BR) PROV. BRINDISI Settore Gestione del Territorio Urbanistica LL. PP. Sezione Attività Produttive SUAP Polizia Amministrativa Commercio AVVERTENZA: la presente segnalazione certificata

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Il seguente documento è una copia dell'atto. La validità legale è riferita esclusivamente al fascicolo in formato PDF firmato digitalmente. Parte prima Decreti Regolamenti e decreti Assessorato Difesa

Dettagli

Data scadenza 30 luglio 2014 ore 12

Data scadenza 30 luglio 2014 ore 12 REGIONE PIEMONTE BU28 10/07/2014 Fondazione del Piemonte per l'oncologia - Candiolo (Torino) Avviso pubblico per la selezione degli aspiranti alla nomina di un componente (profilo clinico di area chirurgica)

Dettagli

Oggetto: Selezione Biologo per raccolta, elaborazione e archiviazione dati della ricerca scientifica: affidamento al dott. Francesco Ferretti

Oggetto: Selezione Biologo per raccolta, elaborazione e archiviazione dati della ricerca scientifica: affidamento al dott. Francesco Ferretti DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE COPIA N. 32 DEL 23-02-2015 Oggetto: Selezione Biologo per raccolta, elaborazione e archiviazione dati della ricerca scientifica: affidamento al dott. Francesco Ferretti DIREZIONE

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E Allegato 1 INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAMERLENGO ALESSANDRA Indirizzo VIA TOMMASO ROSSI, N. 36. Telefono 3204481883 SAN GIORGIO DELSANNIO

Dettagli

PIANO STRATEGICO PROVINCIALE PER LA

PIANO STRATEGICO PROVINCIALE PER LA PIANO STRATEGICO PROVINCIALE PER LA RIDUZIONE DEL RANDAGISMO CANINO http://www.ibriwolf.it/ PIANO STRATEGICO PROVINCIALE per la RIDUZIONE del RANDAGISMO CANINO documento di pianificazione di carattere

Dettagli