Alta scuola pedagogica dei Grigioni. Concetto linguistico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Alta scuola pedagogica dei Grigioni. Concetto linguistico"

Transcript

1 Alta scuola pedagogica dei Grigioni Concetto linguistico Marzo 2015

2 1 Indice Basi legali... p Introduzione... p Lingue e plurilinguismo nella formazione di base 2.1 Le prime lingue... p Il diploma bilingue... p Le lingue seconde... p Il plurilinguismo nella formazione di base... p Il plurilinguismo nella formazione continua... p Il plurilinguismo nella ricerca... p Servizi interni... p Appendice... p. 9 Fig. 1: Il concetto linguistico per la scuola pubblica del Canton Grigioni, valido a partire dall anno scolastico 2010/11, rispettivamente 2012/13 Fig. 2: Modello formativo per la lingua seconda all ASPGR (valido per il ciclo ) Fig. 3: Modello formativo per la lingua seconda all ASPGR (valido a partire da settembre 2015)

3 2 Basi legali - Legge sulle scuole universitarie e sulla ricerca, del Linee guida dell ASPGR, 1. luglio Piano quadro di studi dell ASPGR, ottobre Piano quadro di studi dell ASPGR, dicembre Regolamento concernente il diploma bilingue, 1. luglio Direttive concernenti il conseguimento dell abilitazione all insegnamento della prima lingua, 6 settembre Direttive concernenti il conseguimento dell abilitazione all insegnamento della lingua seconda, 6 settembre Concetto linguistico per la scuola pubblica del Canton Grigioni, 22 aprile Insegnamento delle lingue nella scuola obbligatoria: strategia della CDPE e programma di lavoro per la coordinazione a livello nazionale, risoluzione della CDPE del 25 marzo Introduzione Il Canton Grigioni può vantare una pluriennale pratica plurilingue nei contesti scolastici e istituzionali. L Alta scuola pedagogica dei Grigioni (ASPGR), l unica alta scuola pedagogica trilingue in Svizzera, può attingere a questa esperienza per farla confluire direttamente nella formazione delle e degli insegnanti. L ASPGR non solo assume un ruolo eminente nella formazione di base e nella formazione continua delle e degli insegnanti del Canton Grigioni e dei cantoni con esso confinanti ma partecipa anche attivamente a vari progetti di ricerca e progetti scolastici tra cui figura la valutazione e l accompagnamento di scuole bilingui. In quest ottica si sono create importanti collaborazioni come ad esempio con le alte scuole pedagogiche bilingui del Vallese e di Friburgo, con l Istituto per il plurilinguismo di Friburgo e la Libera Università di Bolzano. L ASPGR si profila come centro di competenza specializzato in questioni legate al plurilinguismo ed è

4 3 impegnata ad assumere un ruolo attivo nell ambito della ricerca sul plurilinguismo sia a livello nazionale che internazionale. Presso l ASPGR viene riservata una posizione prioritaria alle lingue cantonali tedesco, italiano e romancio. Nei Grigioni l italiano ed il romancio sono lingue minoritarie. All ASPGR le lezioni sono tenute per il 50% circa in lingua italiana per gli studenti e le studentesse italofone e per il 30% circa in romancio per le studentesse e gli studenti di lingua romancia 1. Sono in vigore disposizioni specifiche per coloro che optano di conseguire il diploma bilingue: queste disposizioni sono regolate nel Regolamento per il diploma bilingue. La formazione nell ambito delle lingue all ASPGR si rifà al Concetto linguistico per la scuola pubblica del Canton Grigioni (cfr. Fig. 1 in appendice). Accanto ad una specifica prima lingua (tedesco, italiano, romancio) esso prevede una prima lingua seconda a partire dalla 3 a classe e una seconda lingua seconda a partire dalla 5 a classe (nell area tedescofona, italiano/romancio e inglese, nelle aree italofone e di lingua romancia tedesco e inglese) 2. All ASPGR si possono scegliere anche l inglese, il francese o il tedesco come lingue seconde che, nel loro complesso, costituiscono un opzione attraente anche per studentesse e studenti provenienti da altri cantoni. Il plurilinguismo costituisce un esigenza precipua per l ASPGR e conferisce alla scuola la sua peculiare identità. L ASPGR cura e promuove le tre lingue cantonali in tutti gli ambiti d uso. Il presente Concetto linguistico persegue l obiettivo che tutti coloro che sono attivi all ASPGR possano di regola usare la propria lingua cantonale venendo compresi dagli altri. L ASPGR organizza specifici corsi di lingua creando in tal modo i presupposti perché le collaboratrici ed i collaboratori possano apprendere attivamente una seconda lingua cantonale. Inoltre la scuola sostiene l acquisizione di conoscenze passive di una terza lingua cantonale. Al fine di poter realizzare occasioni didattiche plurilingui, l ASPGR crea le premesse affinché tutte le studentesse e tutti gli 1 Decisione del governo Nr. 594 (1. maggio 2002). 2 Si opera una distinzione tra lingua prima e seconda lingua. Le prime lingue comprendono le lingue scolastiche del Cantone, tedesco, romancio e italiano. Le lingue seconde sono rappresentate da quelle lingue che vengono insegnate a scuola a partire da una data classe accanto alla lingua scolastica.

5 4 studenti possano appropriarsi delle necessarie competenze ricettive in almeno una seconda lingua cantonale. La direzione dell ASPGR si impegna affinché le tre lingue cantonali vengano usate equamente in tutti gli ambiti della scuola. Alle lingue minoritarie italiano e romancio viene data particolare attenzione. Grazie alla sua impostazione plurilingue nella formazione di base, nella formazione continua e nella ricerca, e grazie a una cultura di comunicazione trilingue (media, internet, ecc.), l ASPGR si posiziona pubblicamente come istituzione trilingue o plurilingue. Per poter far fronte alle peculiari esigenze derivanti dal suo impianto plurilingue, l ASPGR ha istituito al suo interno un Ufficio lingue, direttamente subordinato alla direzione. Esso si offre come punto di riferimento per questioni linguistiche e per consulenze puntuali; esso dispone inoltre di un servizio interno di traduzione. 2. Lingue e plurilinguismo nella formazione di base 2.1 Le prime lingue Il fatto di padroneggiare la lingua scolastica costituisce una qualificazione chiave per poter praticare professionalmente l insegnamento in tutte le discipline scolastiche. Di questo si tiene conto all ASPGR attribuendo alle prime lingue tedesco, italiano e romancio un valore preminente. Dato che le studentesse e gli studenti di lingua italiana e romancia assolvono una parte della loro formazione nella loro prima lingua, viene prestata particolare attenzione affinché un numero adeguato dei moduli tra cui figurano anche moduli non connessi alla didattica delle lingue vengano impartiti nella corrispondente prima lingua. In questo senso si possono prevedere gruppi separati per prime lingue se necessario e se sussistono condizioni pedagogiche plausibili anche indipendentemente dalla grandezza del gruppo. Nei moduli frequentati da tutti i gruppi linguistici e in cui i tedescofoni rappresentano la maggioranza, la direzione della formazione di base si impegna a formare i gruppi docenti in modo tale che parti del modulo possano essere tenute per gruppi linguistici separati.

6 5 Nei moduli impartiti principalmente in lingua tedesca, alle studentesse ed agli studenti di lingua romancia e italiana viene, nella misura del possibile, messo a disposizione il materiale didattico tradotto nella loro prima lingua. Inoltre viene loro offerta l opportunità di preparare le verifiche nella loro prima lingua; a seconda del modulo la verifica va fatta obbligatoriamente nella prima lingua. Il Dipartimento formazione di base è responsabile per la pianificazione dell uso delle lingue nei moduli e della suddivisione in gruppi in base a criteri linguistici. Il rettorato, in collaborazione con l Ufficio lingue, verifica se le direttive del Concetto linguistico vengono rispettate. La formazione pratica professionale avviene prevalentemente nella rispettiva prima lingua, sia nella preparazione che nello svolgimento pratico concreto. L ASPGR si impegna a reperire un numero sufficiente di posti di tirocinio nelle tre regioni linguistiche soprattutto per quanto riguarda le regioni linguistiche di lingua romancia e italiana. A questo fine l ASPGR attiva collaborazioni con il Canton Ticino, con le scuole svizzere all estero e con i paesi confinanti. L ASPGR annovera sedi scolastiche di cooperazione in tutte e tre le regioni linguistiche. I dettagli sono regolati dalle Direttive concernenti il conseguimento dell abilitazione all insegnamento della prima lingua. 2.2 Il diploma bilingue L ASPGR permette di conseguire un diploma bilingue nelle combinazioni romanciotedesco e italiano-tedesco (rispettivamente: tedesco-italiano). Dato che negli individui bilingui normalmente esiste una disparità a livello di competenze tra le due lingue, si usa distinguere tra una prima lingua (a maggiore competenza) e una lingua seconda (a minore competenza). Dovendo menzionare le due lingue, si usa indicare prima quella a maggiore competenza e al secondo posto quella con competenza minore. Dalle studentesse e dagli studenti che intendono conseguire il diploma bilingue, cioè l abilitazione all insegnamento in due lingue, vengono richieste prestazioni considerevoli in quanto vengono presupposte elevate competenze in entrambe le lingue in tutti gli ambiti e le discipline didattiche (conoscenze a livello delle discipline e delle didattiche disciplinari). Le studentesse e gli studenti di prima

7 6 lingua romancia ottengono senza eccezioni un diploma bilingue; coloro che sono di prima lingua italiana possono prendere in considerazione il suo ottenimento. Le studentesse e gli studenti che intendono conseguire il diploma bilingue svolgono i propri tirocini nelle due regioni linguistiche del caso. Essi sono in grado di gestire tutto l insegnamento nelle due lingue a un livello di prima lingua. I dettagli sono regolati dalle Direttive concernenti il conseguimento dell abilitazione all insegnamento della prima lingua e dal Regolamento concernente il diploma bilingue. 2.3 Le lingue seconde Le studentesse e gli studenti possono scegliere come lingua seconda tra le lingue scolastiche del Cantone, tedesco, italiano e romancio oltre al francese e all inglese. Per coloro che sono di lingua romancia o italiana il tedesco costituisce obbligatoriamente la prima lingua seconda. Le studentesse e gli studenti dell indirizzo di studio di scuola elementare devono ottenere un abilitazione all insegnamento in almeno una lingua seconda. È possibile orientarsi verso altre lingue seconde già durante lo studio ampliando così la gamma disciplinare. Come provvedimento di sostegno della lingua cantonale italiana, l ASPGR ha la facoltà di emettere norme specifiche che regolano la scelta di tale lingua come lingua seconda. La formazione nelle lingue seconde si ispira a una didattica integrata del plurilinguismo, orientata all azione, alle competenze e alla comunicazione concreta. La relativa abilitazione all insegnamento implica una competenza specifica a livello didattico, linguistico e culturale 3. Il modello formativo sottostante viene sotto allegato e mostra l organizzazione dello studio delle lingue seconde. Per incrementare le competenze linguistiche e promuovere la comprensione interculturale le studentesse e gli studenti devono assolvere uno stage linguistico in una regione della loro lingua seconda. L ASPGR offre loro inoltre varie opportunità per prendere parte a progetti di scambio all estero e li sostiene nella pianificazione di un eventuale soggiorno semestrale fuori dalla Svizzera. 3 Mettendo a disposizione occasioni formative in questo senso, l ASPGR si impegna a realizzare condizioni necessarie affinché le studentesse e gli studenti possano conseguire le competenze linguistiche appropriate.

8 7 I dettagli sono regolati dalle Direttive concernenti il conseguimento dell abilitazione all insegnamento della lingua seconda. 2.4 Il plurilinguismo nella formazione di base Le studentesse e gli studenti dell ASPGR vivono il plurilinguismo come una componente vincolante nella loro formazione. Ciò significa che quei moduli che hanno come argomento il plurilinguismo vengono per principio organizzati in forma plurilingue per tutte le studentesse e tutti gli studenti. Il Dipartimento della formazione di base è impegnato a creare le premesse perché le studentesse e gli studenti possano frequentare moduli a carattere immersivo in possibilmente tutti i settori disciplinari 4. Al momento della nomina di nuovi docenti si cerca di operare in modo che in un numero possibilmente alto di settori disciplinari siano presenti docenti con competenze linguistiche nelle tre lingue cantonali. Il Dipartimento formazione di base è chiamato a organizzare proposte di insegnamento immersivo. Il Rettorato, con il sostegno dell Ufficio lingue, verifica se le direttive del Concetto linguistico vengono rispettate. 3. Il plurilinguismo nella formazione continua L ASPGR promuove il plurilinguismo anche a livello delle opzioni nella formazione continua. In base a specifici corsi si impegna a sviluppare le competenze linguistiche e le competenze metodico-didattiche delle e degli insegnanti già attivi nella professione soprattutto per quanto concerne le lingue scolastiche (prime lingue) e le lingue seconde del Cantone. A seconda delle possibilità organizza corsi di genere non linguistico nelle lingue minoritarie italiano e romancio. 4 Con il termine immersivo si intende l insegnamento disciplinare in una lingua seconda.

9 8 4. Il plurilinguismo nella ricerca In quanto unica scuola universitaria svizzera trilingue, l ASPGR concentra le proprie attività di ricerca non da ultimo su aspetti e questioni connessi al plurilinguismo nel Canton Grigioni. Inoltre, dal 2009, l ASPGR dispone di un ufficio specifico per il plurilinguismo, il settore Plurilinguismo, integrato nel Dipartimento ricerca, sviluppo e prestazione di servizi. Il settore in questione pratica ricerca applicata del plurilinguismo sotto il punto di vista pedagogico, linguistico, sociale, politico ed economico. L ASPGR si impegna ad occupare un ruolo attivo nel contesto delle reti nazionali ed internazionali della ricerca nel campo del plurilinguismo. Gli aspetti prioritari della ricerca sono rappresentati ad esempio dai temi educazione e formazione, immigrazione e migrazione interna, contatti linguistici, acquisizione delle lingue e delle competenze linguistiche. I progetti così realizzati contribuiscono tra le altre cose a perfezionare e promuovere l insegnamento plurilingue. In questo senso le scuole bilingui hanno un ruolo importante. L accompagnamento di scuole bilingui e la relativa valutazione rappresentano importanti sfere di attività del Dipartimento ricerca, sviluppo e prestazione di servizi. 5. Servizi interni L impostazione plurilingue viene sostenuta da tutti i reparti dei servizi interni dell ASPGR (segretariato, mediateca) e ha carattere manifesto in ogni ambito (pagina web, pubblicazioni, comunicazione verso l esterno e verso l interno).

10 9 6. Appendice Fig. 1 Il concetto linguistico per la scuola pubblica del Canton Grigioni, valido a partire dall anno scolastico 2010/11, rispettivamente 2012/13 5 Lingua Scuole tedescofone Scuole italofone Scuole di lingua romancia Tedesco Italiano Romancio scolastica Scuola elementare Prima lingua seconda Seconda lingua Italiano 3 a 6 a classe Romancio possibile a partire dalla 1 a. classe (Ems, Flims, Rhäzüns, Bergün Lenzerheide,). Tedesco 3 a 6 a classe Inglese a partire dalla 5 a classe Tedesco 3 a 6 a classe come disciplina scolastica, in parte anche come lingua dell insegnamento seconda Livello secondario I Lingua scolastica Prima lingua seconda Seconda lingua Tedesco Italiano Romancio (disciplina scolastica e lingua insegnamento) Italiano o romancio Tedesco Tedesco (disciplina scolastica e lingua insegnamento) Inglese seconda 5 Nella nuova legge scolastica, entrata in vigore il 1. agosto 2013, le scuole bilingui sono esplicitamente menzionale.

11 Fig. 2 Modello formativo per la lingua seconda all ASPGR (valido per il ciclo ) 10

12 11 Fig. 3 Modello formativo per la lingua seconda all ASPGR (valido da settembre 2015) Formazione nella didattica delle lingue seconde all ASPGR (scuola elementare) Struttura della formazione in ambito didattico (secondo RSP 2015) Formazione didattica per la prima lingua seconda Formazione didattica per ogni ulteriore lingua seconda 8 punti ECTS 5 punti ECTS

MANUALE Tirocinio di diploma Autonomia nella realtà professionale quotidiana

MANUALE Tirocinio di diploma Autonomia nella realtà professionale quotidiana MANUALE Tirocinio di diploma Autonomia nella realtà professionale quotidiana Dipartimento della formazione professionale pratica 3. anno di formazione Ogni insegnamento ha i propri ritmi, che bisogna conoscere,

Dettagli

Profilo della formazione in linguistica applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali

Profilo della formazione in linguistica applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali 4.3.3.1.2. Profilo della formazione in linguistica applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali (SUP-LA) del 10 giugno 1999 1. Statuto La formazione in linguistica applicata di livello

Dettagli

d e c r e t a : I. Disposizioni generali

d e c r e t a : I. Disposizioni generali 5.1.8.4.4 Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie per i docenti e le docenti del livello prescolastico e del livello elementare (del 10 giugno 1999) La Conferenza

Dettagli

STRATEGIA DELLE LINGUE PER IL SETTORE DEL SECONDARIO II

STRATEGIA DELLE LINGUE PER IL SETTORE DEL SECONDARIO II STRATEGIA DELLE LINGUE PER IL SETTORE DEL SECONDARIO II Strategia della CDPE del 24 ottobre 2013 per il coordinamento a livello nazionale dell insegnamento delle lingue seconde nel settore del secondario

Dettagli

Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV)

Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV) 4.3.3.1.5. Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV) del 10 giugno 1999 1. Statuto Le scuole universitarie d arti visive 1 e d arti applicate (SUAAV) rientrano nella

Dettagli

Perfezionamento nella lingua tedesca per le scuole elementari di lingua italiana

Perfezionamento nella lingua tedesca per le scuole elementari di lingua italiana Erziehungs-, Kultur- und Umweltschutzdepartement Graubünden Departament d educaziun, cultura e protecziun da l ambient dal Grischun Dipartimento dell educazione, cultura e protezione dell ambiente dei

Dettagli

Allegato: PIANO NAZIONALE L2 INTERVENTI PER L INSEGNAMENTO / APPRENDIMENTO DI ITALIANO L2 PER ALUNNI DI RECENTE IMMIGRAZIONE DI SCUOLA SECONDARIA DI

Allegato: PIANO NAZIONALE L2 INTERVENTI PER L INSEGNAMENTO / APPRENDIMENTO DI ITALIANO L2 PER ALUNNI DI RECENTE IMMIGRAZIONE DI SCUOLA SECONDARIA DI Allegato: PIANO NAZIONALE L2 INTERVENTI PER L INSEGNAMENTO / APPRENDIMENTO DI ITALIANO L2 PER ALUNNI DI RECENTE IMMIGRAZIONE DI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO Il fenomeno della elevata presenza

Dettagli

Profilo delle scuole universitarie di teatro (SUT)

Profilo delle scuole universitarie di teatro (SUT) 4.3.3.1.4. Profilo delle scuole universitarie di teatro (SUT) del 10 giugno 1999 1. Statuto Le scuole universitarie di teatro (SUT) rientrano nella categoria delle scuole universitarie professionali. Sono

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Allegato parte integrante regolamento PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Regolamento per l inserimento e l integrazione degli studenti stranieri nel sistema educativo provinciale (articolo 75 della legge provinciale

Dettagli

Profilo della formazione in psicologia applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali

Profilo della formazione in psicologia applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali 4.3.3.1.3. Profilo della formazione in psicologia applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali (SUP-PA) del 10 giugno 1999 1. Statuto La formazione in psicologia applicata di livello SUP

Dettagli

Legge federale sulle lingue nazionali e la comprensione tra le comunità linguistiche

Legge federale sulle lingue nazionali e la comprensione tra le comunità linguistiche Legge federale sulle lingue nazionali e la comprensione tra le comunità linguistiche (Legge sulle lingue, LLing) Progetto del L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 4 e

Dettagli

Il Programma per la formazione permanente.

Il Programma per la formazione permanente. Anno VII 15 dicembre 2008 Numero speciale a cura di Giuseppe Anzaldi NUMERO SPECIALE: IL PROGRAMMA PER LA FORMAZIONE PERMANENTE Introduzione Obiettivi e struttura I quattro pilastri Comenius Erasmus Leonardo

Dettagli

Cartificate of Advanced Studies (CAS) Docente di pratica professionale SI/SE

Cartificate of Advanced Studies (CAS) Docente di pratica professionale SI/SE Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento formazione e apprendimento Cartificate of Advanced Studies (CAS) Docente di pratica professionale SI/SE Piano degli studi 2015/2016

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Disegnatrice/Disegnatore con attestato federale di capacità (AFC) nel campo professionale pianificazione del territorio e della costruzione del

Dettagli

Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi

Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi Repubblica e Cantone 340 Ticino Estratto Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi Volume 134 Bellinzona, 27 giugno 34/2008 Regolamento degli studi liceali (del 25 giugno 2008) IL CONSIGLIO

Dettagli

Regolamento degli studi liceali (del 25 giugno 2008)

Regolamento degli studi liceali (del 25 giugno 2008) Regolamento degli studi liceali (del 25 giugno 2008) 5.1.7.2 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO richiamati la Legge sulle scuole medie superiori del 26 maggio 1982 e il relativo Regolamento

Dettagli

Ciclo di studio con diploma per docenti di scuola specializzata superiore a titolo principale (DSS)

Ciclo di studio con diploma per docenti di scuola specializzata superiore a titolo principale (DSS) Ciclo di studio con diploma per docenti di scuola specializzata superiore a titolo principale (DSS) Descrizione dei moduli Moduli Modulo 1 Progettare, realizzare e valutare un unità di formazione Modulo

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Operatrice pubblicitaria/operatore pubblicitario con attestato federale di capacità (AFC) del 20 dicembre 2005 (Stato 26 febbraio 2007) 53106 Operatrice

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Lattoniera/lattoniere con attestato federale di capacità (AFC) del 12 dicembre 2007 45404 Lattoniera AFC/Lattoniere AFC Spenglerin EFZ/Spengler

Dettagli

del 30 novembre 1998 (Stato 21 dicembre 2004)

del 30 novembre 1998 (Stato 21 dicembre 2004) Ordinanza sulla maturità professionale 412.103.1 del 30 novembre 1998 (Stato 21 dicembre 2004) L Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (Ufficio federale), visto l articolo

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Telematica/Telematico con attestato federale di capacità (AFC) del 20 dicembre 2006 47415 Telematica AFC/Telematico AFC Telematikerin EFZ/Telematiker EFZ

Dettagli

Capitolo II Ammissione e promozione

Capitolo II Ammissione e promozione Regolamento sulla maturità professionale (del aprile 000) ultima modifica: cfr. Bollettino ufficiale 11/007/.0.007...1 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visti: - la Legge federale

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Ottico con attestato federale di capacità (AFC) del 10 maggio 2010 85504 Ottico AFC Augenoptikerin EFZ/Augenoptiker EFZ Opticienne CFC/Opticien CFC L Ufficio

Dettagli

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le finalità, l organizzazione e il funzionamento del Corso di studio in Giurisprudenza

Dettagli

Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Specialista in fotografia con attestato federale di capacità (AFC)

Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Specialista in fotografia con attestato federale di capacità (AFC) Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Specialista in fotografia con attestato federale di capacità (AFC) 412.101.220.01 dell 8 dicembre 2004 (Stato 1 gennaio 2013) 35210 Specialista

Dettagli

La Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE),

La Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE), 4.2.2.3. Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie per i docenti e le docenti del livello prescolastico e del livello elementare del 10 giugno 1999 La Conferenza

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 25 ottobre 2006 43906 Meccanica di macchine edili AFC/Meccanico di macchine edili AFC Baumaschinenmechanikerin

Dettagli

Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie per i docenti e le docenti del livello secondario I

Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie per i docenti e le docenti del livello secondario I 4.2.2.4. Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie per i docenti e le docenti del livello secondario I del 26 agosto 1999 La Conferenza svizzera dei direttori cantonali

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 2 novembre 2010 28404 Imbottitrice di mobili AFC/Imbottitore di mobili AFC Industriepolsterin EFZ/Industriepolsterer

Dettagli

Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola elementare Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola dell infanzia

Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola elementare Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola dell infanzia Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento formazione e apprendimento Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola elementare Bachelor of Arts in Insegnamento nella scuola

Dettagli

ELISABETTA RANIERI DOCENTE DI LINGUA E CULTURA INGLESE NELLA SCUOLA SECONDARIA II GRADO

ELISABETTA RANIERI DOCENTE DI LINGUA E CULTURA INGLESE NELLA SCUOLA SECONDARIA II GRADO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail ELISABETTA RANIERI Nazionalità ITALIANA Data di nascita 16\01\1963 ESPERIENZA

Dettagli

DOTAZIONE DI PERSONALE IN FORZA AL PRECEDENTE GESTORE (dati forniti dall attuale appaltatore) CCNL Cooperative Sociali livello C3 part time 20 ore

DOTAZIONE DI PERSONALE IN FORZA AL PRECEDENTE GESTORE (dati forniti dall attuale appaltatore) CCNL Cooperative Sociali livello C3 part time 20 ore Comune di Prato Appalto, mediante procedura aperta per l affidamento di attività di facilitazione linguistica, didattica inclusiva e mediazione -culturale da realizzarsi nelle scuole del primo ciclo dell

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE F. BESTA MILANO

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE F. BESTA MILANO ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE F. BESTA MILANO PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI INDICE: PREMESSA 1. FINALITA 2. CONTENUTI 3. LA COMMISSIONE ACCOGLIENZA 4. PRIMA FASE DI ACCOGLIENZA

Dettagli

persona in formazione è stipulato dall azienda o organizzazione di riferimento. Art. 9 Ubicazione della formazione di base ad impostazione aziendale

persona in formazione è stipulato dall azienda o organizzazione di riferimento. Art. 9 Ubicazione della formazione di base ad impostazione aziendale Promemoria 19 Reti di aziende formatrici Cos è una rete di aziende formatrici? Una rete di aziende formatrici è un unione di aziende che, non sono in grado o preferiscono non dover offrire una formazione

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 20 dicembre 2006 47413 Installatrice elettricista AFC/Installatore elettricista AFC Elektroinstallateurin EFZ/Elektroinstallateur

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 20 dicembre 2006 64404 Disegnatrice-metalcostruttrice AFC/ Disegnatore-metalcostruttore AFC Metallbaukonstrukteurin

Dettagli

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n.

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. 40 Premessa Il presente documento contiene indicazioni e orientamenti

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Mugnaia/Mugnaio con attestato federale di capacità (AFC) del 4 novembre 2011 21005 Mugnaia AFC/Mugnaio AFC Müllerin EFZ/Müller EFZ Meunière CFC/Meunier

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANISTICHE MANIFESTO DEGLI STUDI PER IL TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANISTICHE MANIFESTO DEGLI STUDI PER IL TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANISTICHE MANIFESTO DEGLI STUDI PER IL TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO CLASSE A246 - Lingua e civiltà francese Il tirocinio formativo attivo (TFA)

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Operatrice sociosanitaria/ con attestato federale di capacità (AFC) del 13 novembre 2008 86911 Operatrice sociosanitaria AFC/ Operatore sociosanitario

Dettagli

Istituto Istruzione Secondaria Superiore PEANO

Istituto Istruzione Secondaria Superiore PEANO PROGETTO SCAMBI CULTURALI E SOGGIORNI LINGUISTICI All interno del Regolamento per i viaggi di istruzione, il progetto Scambi Culturali e Soggiorni Linguistici presenta i seguenti aspetti specifici: 1.

Dettagli

La Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE),

La Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE), 4.2.2.5. Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie in logopedia e dei diplomi delle scuole universitarie in terapia psicomotoria del 3 novembre 2000 La Conferenza

Dettagli

del 25 ottobre 2006 (Stato 1 gennaio 2013)

del 25 ottobre 2006 (Stato 1 gennaio 2013) Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Meccanica di macchine agricole/meccanico di macchine agricole con attestato federale di capacità (AFC) del 25 ottobre 2006 (Stato 1 gennaio

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

SEZIONE PRIMA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER L INSEGNAMENTO SECONDARIO DELL UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE ART. 1

SEZIONE PRIMA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER L INSEGNAMENTO SECONDARIO DELL UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE ART. 1 SEZIONE PRIMA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER L INSEGNAMENTO SECONDARIO DELL UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE ART. 1 Per conseguire le finalità di cui all art. 4, secondo comma, della legge 19 novembre

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Assistente d ufficio con certificato federale di formazione pratica (CFP) dell 11 luglio 2007 (stato il 1 febbraio 2012) 68103 Assistente d ufficio

Dettagli

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER \ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 Art.1 Master universitari REGOLAMENTO MASTER 1. In attuazione dell articolo 1,

Dettagli

Riconoscimento dei diplomi d'insegnamento esteri

Riconoscimento dei diplomi d'insegnamento esteri Riconoscimento dei diplomi d'insegnamento esteri L esame di diplomi d insegnamento esteri avviene in base ai requisiti minimi previsti nei regolamenti di riconoscimento svizzeri, nonché in base ai principi

Dettagli

Raccomandazioni concernenti la pedagogia interculturale negli istituti di formazione delle docenti e dei docenti

Raccomandazioni concernenti la pedagogia interculturale negli istituti di formazione delle docenti e dei docenti Raccomandazioni concernenti la pedagogia interculturale negli istituti di formazione delle docenti e dei docenti COHEP, novembre 2007 Stato del rapporto: Accolte dall assemblea dei membri della COHEP il

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 6 dicembre 2006 Tecnologa tessile AFC/Tecnologo tessile AFC Textiltechnologin EFZ/Textiltechnologe

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) dell 11 settembre 2007 80606 Addetta alla cura di tessili AFC/Addetto alla cura di tessili AFC Textilpflegerin

Dettagli

TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO

TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO 2. TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO Il Tirocinio Formativo Attivo (TFA) è un corso abilitante all insegnamento istituito dalle università. Esso ha durata annuale e attribuisce, tramite un esame finale sostenuto

Dettagli

Legge federale sulle professioni mediche universitarie

Legge federale sulle professioni mediche universitarie Decisioni del Consiglio degli Stati del 27.11.2014 Decisioni del Consiglio nazionale del 5.3.2015 Legge federale sulle professioni mediche universitarie (, LPMed) Modifica del 20 marzo 2015 L Assemblea

Dettagli

del 5 maggio 2011 (Stato 1 gennaio 2013) Sezione 1: Oggetto, indirizzi professionali e durata

del 5 maggio 2011 (Stato 1 gennaio 2013) Sezione 1: Oggetto, indirizzi professionali e durata Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Artigiana del cuoio e dei tessili/ Artigiano del cuoio e dei tessili con attestato federale di capacità (AFC) 412.101.221.62 del 5 maggio

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI Pag. 1 a 7 Protocollo di accoglienza alunni stranieri Istituto Comprensivo Via Cassia 1694 Roma XV Municipio XXVIII Distretto PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI Il Protocollo di accoglienza alunni

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 21 aprile 2009 31604 Doratrice corniciaia AFC/Doratore corniciaio AFC Vergolderin-Einrahmerin EFZ/Vergolder-Einrahmer

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Polimeccanica/Polimeccanico con attestato federale di capacità (AFC) del 3 novembre 2008 45705 Polimeccanica AFC/Polimeccanico AFC Polymechanikerin EFZ/Polymechaniker

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Telematica/Telematico con attestato federale di capacità (AFC) del 27 aprile 2015 47420 Telematica AFC/Telematico AFC Telematikerin EFZ/Telematiker

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE CLASSE DELLE LAUREE IN SERVIZIO SOCIALE L-39 Ai sensi del D.M. 270/2004 (Social Service) A.A. 2014/2015 TITOLO

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 22 agosto 2007 21806 Macellaia-salumiera AFC/Macellaio-salumiere AFC Fleischfachfrau EFZ/Fleischfachmann EFZ

Dettagli

Legge sulle scuole universitarie e sugli istituti di ricerca (LSUIR)

Legge sulle scuole universitarie e sugli istituti di ricerca (LSUIR) Legge sulle scuole universitarie e sugli istituti di ricerca (LSUIR) del... Il Gran Consiglio del Cantone dei Grigioni, visti gli art. 89 cpv. e cpv. della Costituzione cantonale; visto il messaggio del

Dettagli

Decisioni del Consiglio degli Stati dell 11.12.2013 Legge federale sugli stranieri

Decisioni del Consiglio degli Stati dell 11.12.2013 Legge federale sugli stranieri Decisioni del Consiglio degli Stati dell 11.12.2013 (LStr) (Integrazione) e-parl 08.01.2014 15:39 Modifica del L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto il messaggio del Consiglio federale

Dettagli

ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA

ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA VISTO l art. 3 comma 4 del D.P.R. 275/1999 come modificato dall art. 1, comma 14, della Legge

Dettagli

Ordinanza sulla traduzione nell amministrazione generale della Confederazione

Ordinanza sulla traduzione nell amministrazione generale della Confederazione Ordinanza sulla traduzione nell amministrazione generale della Confederazione 172.081 del 19 giugno 1995 (Stato 1 gennaio 2009) Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 36 e 61 capoverso 1 della

Dettagli

Politica per la Qualità della Formazione

Politica per la Qualità della Formazione Politica per la Qualità della Formazione Valutazione e accreditamento lasciano un segno se intercettano la didattica nel suo farsi, se inducono il docente a rendere il suo rapporto con i discenti aperto,

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Operatrice socioassistenziale/operatore socioassistenziale del 16 giugno 2005 94303 Operatrice socioassistenziale/operatore socioassistenziale Fachfrau

Dettagli

Giorgio Ostinelli La formazione degli insegnanti nella Confederazione Elvetica

Giorgio Ostinelli La formazione degli insegnanti nella Confederazione Elvetica Bergamo, 26 ottobre 2012 Giorgio Ostinelli La formazione degli insegnanti nella Confederazione Elvetica Il sistema educativo in un paese federalista e plurilingue In Svizzera l educazione, dalla scuola

Dettagli

prachenportfoli péen des langue eo delle lingue guage Portfolio péen des langue

prachenportfoli péen des langue eo delle lingue guage Portfolio péen des langue prachenportfoli Opuscolo informativo Informationsbroschüre Brochure d information Information brochure péen des langue Versione svizzera Schweizer Version Version suisse Swiss version eo delle lingue Portfolio

Dettagli

LE QUATTRO DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

LE QUATTRO DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE LE QUATTRO DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE Formazione Formazione continua Riforme delle professioni Ricerca e sviluppo INDICE 3 LE QUATTRO DIMENSIONI DELL A FORMAZIONE PROFESSIONALE 5 INTERLOCUTORI

Dettagli

I docenti di italiano L2 di «Certifica il tuo italiano». Gli esiti del monitoraggio

I docenti di italiano L2 di «Certifica il tuo italiano». Gli esiti del monitoraggio I docenti di italiano L2 di «Certifica il tuo italiano». Gli esiti del monitoraggio Mariagrazia Santagati Università Cattolica, Fondazione Ismu Mariagrazia Santagati Università Cattolica Fondazione Ismu

Dettagli

Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Coltellinaia/Coltellinaio con attestato federale di capacità (AFC)

Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Coltellinaia/Coltellinaio con attestato federale di capacità (AFC) Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Coltellinaia/Coltellinaio con attestato federale di capacità (AFC) 412.101.221.83 del 18 luglio 2012 (Stato 1 gennaio 2013) 43813 Coltellinaia

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Falegname CFP Del 1 dicembre 2005 (stato: ) Proposte di modifica del 24.02.2012 30506 Falegname CFP Schreinerpraktikerin/Schreinerpraktiker Aide-menuisière/Aide-menuisier

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Ortopedica/Ortopedico con attestato federale di capacità (AFC) del 12 giugno 2008 54005 Ortopedica AFC/Ortopedico AFC Orthopädistin EFZ/Orthopädist EFZ

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento LIFELONG LEARNING PROGRAMME Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento permanente, o Lifelong Learning Programme (LLP), è stato istituito con decisione del Parlamento europeo e del

Dettagli

414.713.1 Convenzione tra Confederazione e Cantoni sullo sviluppo dei cicli di studio master delle scuole universitarie professionali

414.713.1 Convenzione tra Confederazione e Cantoni sullo sviluppo dei cicli di studio master delle scuole universitarie professionali Convenzione tra Confederazione e Cantoni sullo sviluppo dei cicli di studio master delle scuole universitarie professionali (Convenzione per i master alle SUP) del 24 agosto 2007 (Stato 1 ottobre 2007)

Dettagli

Anno scolastico 2013/2014. Curricolo verticale. Servizi socio sanitario/ Servizi Commerciali

Anno scolastico 2013/2014. Curricolo verticale. Servizi socio sanitario/ Servizi Commerciali Istituto Istruzione Superiore 'Mattei Fortunato' Eboli (SA) Anno scolastico 2013/2014 Curricolo verticale Servizi socio sanitario/ Servizi Commerciali Disciplina: DIRITTO ED ECONOMIA Al termine del percorso

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI

REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI * SCHEDE * LA STRUTTURA DEI NUOVI PERCORSI FORMATIVI L avvio dei nuovi percorsi è previsto per l anno accademico 2011/2012. I PERCORSI DI STUDIO PER

Dettagli

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 (Ambito di applicazione) ALLEGATI: Allegato 1 Proposta di progetto

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 (Ambito di applicazione) ALLEGATI: Allegato 1 Proposta di progetto REGOLAMENTO INTERNO IN MATERIA DI CORSI FORMAZIONE FINALIZZATA E PERMANENTE, DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E SECONDO LIVELLO E DEI MASTER DI ALTO APPRENDISTATO (emanato con decreto rettorale

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Fabbro maniscalco con attestato federale di capacità (AFC) dell 11 novembre 2008 43703 Fabbro maniscalco AFC Hufschmiedin EFZ/Hufschmied EFZ Maréchale-ferrante

Dettagli

Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi scolastici e professionali esteri

Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi scolastici e professionali esteri 4.2.3.1. Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi scolastici e professionali esteri del 27 ottobre 2006 La Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE), visti

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 53107 Pittrice di scenari AFC/Pittore di scenari AFC Theatermalerin EFZ/Theatermaler EFZ Peintre

Dettagli

ACCORDO TRA LA REGIONE MARCHE L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE. Visti: - gli artt. 117 e 118 della Costituzione che assegnano alle Regioni competenze

ACCORDO TRA LA REGIONE MARCHE L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE. Visti: - gli artt. 117 e 118 della Costituzione che assegnano alle Regioni competenze ACCORDO TRA LA REGIONE MARCHE E L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE Visti: - gli artt. 117 e 118 della Costituzione che assegnano alle Regioni competenze esclusive in materia di Istruzione e Formazione Professionale

Dettagli

Gestire un portfolio. Direttive. Anno di studio 2007/08 2 anno di studio

Gestire un portfolio. Direttive. Anno di studio 2007/08 2 anno di studio Reparto Formazione di pratica professionale Gestire un portfolio Direttive Anno di studio 2007/08 2 anno di studio Sommario 1. Introduzione 3 1.1 Storia del portfolio 3 1.2 Portfolio uno strumento d accompagnamento

Dettagli

Sezione 1: Oggetto e durata. del 1 novembre 2013 (Stato 1 gennaio 2014)

Sezione 1: Oggetto e durata. del 1 novembre 2013 (Stato 1 gennaio 2014) Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Addetta alla cucitura/addetto alla cucitura con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 1 novembre 2013 (Stato 1 gennaio 2014)

Dettagli

Allegato A) 1. PREMESSA

Allegato A) 1. PREMESSA Delibera N. 1193 del 10.04.2006 Riforma scolastica nelle scuole primarie e secondarie di primo grado in lingua italiana. Anno scolastico 2006/200 (modificata con delibera n. 4926 vom 29.12.2006) omissis

Dettagli

Ordinanza sulla diffusione della formazione svizzera all estero

Ordinanza sulla diffusione della formazione svizzera all estero Ordinanza sulla diffusione della formazione svizzera all estero (Ordinanza sulle scuole svizzere all estero, OSSE) 418.01 del 28 novembre 2014 (Stato 1 gennaio 2015) Il Consiglio federale svizzero, visti

Dettagli

CONVENZIONE tra UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE. Centro Linguistico di Ateneo (Centro di servizi per la didattica e la ricerca)

CONVENZIONE tra UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE. Centro Linguistico di Ateneo (Centro di servizi per la didattica e la ricerca) CONVENZIONE tra UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE Centro Linguistico di Ateneo (Centro di servizi per la didattica e la ricerca) e SOCIETA DANTE ALIGHIERI Comitato di Campobasso VISTA la legge 9 maggio

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA D.R. 7675 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA IL RETTORE - Vista la Legge del 19 novembre 1990, n.341 e in particolare gli articoli 6 e 7, concernenti la riforma degli ordinamenti didattici universitari;

Dettagli

Obiettivi strategici 2016 2020 del Consiglio federale per la fondazione Pro Helvetia

Obiettivi strategici 2016 2020 del Consiglio federale per la fondazione Pro Helvetia Obiettivi strategici 2016 2020 del Consiglio federale per la fondazione Pro Helvetia 1 Situazione iniziale 1.1 Basi Pro Helvetia è una fondazione di diritto pubblico dotata di personalità giuridica e contabilità

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 3 maggio 2011 35316 CFP Printmedienpraktikerin EBA/Printmedienpraktiker EBA Assistante

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Elettronica multimediale / Elettronico multimediale con attestato federale di capacità (AFC) Avamprogetto del 10 febbraio 2012 47006 Elettronica

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Aiuto muratrice/aiuto muratore con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 14 settembre 2010 (Stato: 1 settembre 2014) 51007 Aiuto

Dettagli

Legge federale concernente il promovimento dell istruzione dei giovani Svizzeri all estero

Legge federale concernente il promovimento dell istruzione dei giovani Svizzeri all estero Legge federale concernente il promovimento dell istruzione dei giovani Svizzeri all estero (LISE) 418.0 del 9 ottobre 1987 (Stato 13 giugno 2006) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto

Dettagli

Master of Arts in Insegnamento per il livello secondario I

Master of Arts in Insegnamento per il livello secondario I Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento formazione e apprendimento Master of Arts in Insegnamento per il livello secondario I Piano degli studi 2015/2016 Approvato in data

Dettagli

Istituto Comprensivo Rinnovata Pizzigoni, via Castellino da Castello, 10, Milano

Istituto Comprensivo Rinnovata Pizzigoni, via Castellino da Castello, 10, Milano Istituto Comprensivo Rinnovata Pizzigoni, via Castellino da Castello, 10, Milano Scuole primarie Rinnovata Pizzigoni, Dante Alighieri, scuola secondaria di primo grado Puecher PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA

Dettagli

1 Istruzione. 1.1 Asilo nido o nido d infanzia

1 Istruzione. 1.1 Asilo nido o nido d infanzia 1 Istruzione In Italia esiste il diritto-dovere all istruzione e alla formazione che inizia a 6 anni. Il sistema nazionale di istruzione è rappresentato dalle scuole pubbliche e private. La scuola dell

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Operatrice pubblicitaria/operatore pubblicitario con attestato federale di capacità (AFC) del 1 ottobre 2014 53108 Operatrice pubblicitaria

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Cuoca in dietetica / Cuoco in dietetica con attestato federale di capacità (AFC) del 9 ottobre 2006 79004 Cuoca in dietetica AFC / Cuoco in dietetica AFC

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Impiegata del commercio al dettaglio/ Impiegato del commercio al dettaglio con attestato federale di capacità (AFC) 1 dell 8 dicembre 2004 (stato

Dettagli