FileMaker Server 12. Guida alla configurazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FileMaker Server 12. Guida alla configurazione"

Transcript

1 FileMaker Server 12 Guida alla configurazione

2 RIEPILOGO... 4 SEZIONE 1: CONSIDERAZIONI SULL'HARDWARE PER FILEMAKER SERVER... 5 SOTTOSISTEMA DEL DISCO...5 NAS (Network Attached Storage)... 7 SAN (Storage Area Network)... 7 PROCESSORE...8 MEMORIA...8 RETE...9 VIRTUALIZZAZIONE DEL SERVER...10 RIEPILOGO DELLE CONSIDERAZIONI SULL'HARDWARE...11 SEZIONE 2: SISTEMA OPERATIVO WINDOWS: IMPOSTAZIONE E CONFIGURAZIONE AGGIORNAMENTO BIOS, FIRMWARE E DRIVER...12 AGGIORNAMENTO DI SERVICE PACK E PATCH...12 CONFIGURAZIONE DEL SOTTOSISTEMA DEL DISCO...12 FILE SHARING...13 DISATTIVAZIONE DEI SERVIZI NON NECESSARI...14 CONFIGURAZIONE DI ALTRE IMPOSTAZIONI DI SISTEMA DI WINDOWS SERVER...14 CONFIGURAZIONE DEL FIREWALL DI WINDOWS...16 CONFIGURAZIONE DELLA RICERCA DI VIRUS...16 DEFRAMMENTAZIONE DEL DISCO RIGIDO...16 SEZIONE 3: OS X: IMPOSTAZIONE E CONFIGURAZIONE OS X O OS X SERVER? RIMOZIONE DELLE APPLICAZIONI E DEI SERVIZI NON NECESSARI...18 File Sharing Spotlight Time Machine File Vault Dashboard AGGIORNAMENTI SOFTWARE...20 CONFIGURAZIONE DEL FIREWALL...21 PRIVILEGI DEL DISCO E STATO S.M.A.R.T SICUREZZA...22 CONFIGURAZIONE DELLA RICERCA DI VIRUS...22 SEZIONE 4: AMMINISTRAZIONE FILEMAKER SERVER CONFIGURAZIONE: IMPOSTAZIONI GENERALI: ADMIN CONSOLE...24 CONFIGURAZIONE: SERVER DATABASE: CLIENT FILEMAKER...25 CONFIGURAZIONE: SERVER DATABASE: DATABASE...26 CONFIGURAZIONE: SERVER DATABASE: SICUREZZA...27 CONFIGURAZIONE: SERVER DATABASE: DEFAULT FOLDER...27 CONFIGURAZIONE: SERVER DATABASE: REGISTRAZIONE...28 SEZIONE 5: BACKUP DEI DATABASE DI FILEMAKER SERVER PIANIFICAZIONE DI UNA STRATEGIA DI BACKUP...29 TECNICHE DI BACKUP...30 BACKUP PROGRAMMATI...30 BACKUP PROGRESSIVI...31 BACKUP DA RIGA DI COMANDO...32 ALTRE TECNICHE DI BACKUP...32 SALVA PROGRAMMI E GRUPPI...33 ESEMPIO DI METODO DI BACKUP...33 SEZIONE 6: RIEPILOGO DEL MONITORAGGIO DELL'INTEGRITÀ DEL SERVER SEZIONE 7: MONITORAGGIO DELLE PRESTAZIONI SU WINDOWS CREAZIONE DI UN INSIEME AGENTI DI RACCOLTA DATI...37 CREAZIONE DI UN CONTATORE AGENTI DI RACCOLTA DATI...40 Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 2

3 ANALISI DEI REGISTRI DI PRESTAZIONI...41 REVISIONE DEI REGISTRI DI PRESTAZIONI...42 VISUALIZZATORE EVENTI WINDOWS...44 ESPORTAZIONE DEI REGISTRI DEL VISUALIZZATORE EVENTI...45 UTILITÀ DUMP PROCESSO INTEGRATA DI FILEMAKER SERVER...45 SEZIONE 8: MONITORAGGIO DELLE PRESTAZIONI SU OS X MONITORAGGIO ATTIVITÀ...46 APP OS X SERVER E STRUMENTI SERVER ADMIN...47 TOP...48 SAR APPENDICE A: MATRICE CONTATORI PERFORMANCE MONITOR DI WINDOWS APPENDICE B: UTILIZZO DELLE PORTE IN FILEMAKER SERVER 12 (GUIDA AL FIREWALL) APPENDICE C: ESEMPI DI BACKUP DI SCRIPT DEL SISTEMA OPERATIVO COMANDI E SINTASSI...63 BACKUP CLOSE PAUSE RESUME AUTOMATIZZAZIONE DEI BACKUP IN WINDOWS...69 AUTOMATIZZAZIONE DEI BACKUP IN OS X APPENDICE C: HELPFUL LINKS Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 3

4 Riepilogo In qualsiasi ambiente, le prestazioni e l'affidabilità sono elementi essenziali per gli strumenti fondamentali di business. I database utilizzati da più utenti all'interno di un'organizzazione devono essere disponibili quando necessari e devono consentire agli utenti di eseguire le proprie attività nel modo più efficiente possibile. Generalmente, quando si lavora con i database di FileMaker Pro, è necessario che FileMaker Server sia installato, configurato e aggiornato correttamente per fornire un'elevata disponibilità a tutti gli utenti. Il presente documento spiega come installare, configurare e aggiornare correttamente FileMaker Server. Poiché FileMaker Server è il software che viene eseguito su più livelli di hardware e software del sistema operativo, è necessario analizzare diversi argomenti. La prima parte del presente documento è dedicata a come identificare l'hardware appropriato per FileMaker Server. Quindi viene discussa l'ottimizzazione del sistema operativo, per fornire una base appropriata per FileMaker Server. Successivamente, vengono riportati i dettagli sulla configurazione del software FileMaker Server e, infine, vengono presentati gli strumenti di controllo per comprendere al meglio quanto eseguito da ciascun server. Il presente documento è destinato a utenti esperti in materia e professionisti IT che necessitano di informazioni sui requisiti specifici e le migliori metodologie operative per implementare FileMaker Server nei loro ambienti. Esso fornisce informazioni sulla configurazione del modulo di gestione del database FileMaker Server, ma non consigli specifici per la configurazione o un'analisi della funzione Pubblicazione Web Personalizzata di FileMaker Server o delle funzioni ODBC, JDBC e Pubblicazione Web Immediata di FileMaker Server Advanced. Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 4

5 Sezione 1: Considerazioni sull'hardware per FileMaker Server FileMaker Server è alla base di qualsiasi soluzione di gruppo costruita sulla piattaforma FileMaker. FileMaker Server fornisce il collegamento ai dati FileMaker accessibili da FileMaker Pro e FileMaker Pro Advanced. Inoltre FileMaker Server, grazie al Motore per la pubblicazione Web, fornisce la funzione di Pubblicazione Web Personalizzata (CWP) per lavorare con PHP e altri ambienti di sviluppo basati sul Web con XML/XSLT. Se fornito in licenza come FileMaker Server Advanced, è in grado di supportare anche la connettività ODBC e JDBC e la funzione di Pubblicazione Web Immediata (IWP). La scelta dell'hardware più appropriato può risultare difficile dal momento che vi sono diverse variabili da considerare. Nonostante in genere la scelta di hardware più robusti risulti essere sempre la migliore, in questo caso l'intenzione del presente documento è quella di fornire agli amministratori alcune linee guida da considerare durante la scelta dell'hardware per un server FileMaker. Questa sezione analizza quattro grandi aree dell'hardware per server: sottosistema del disco, processore, memoria e rete. Sottosistema del disco Come per qualsiasi sistema di gestione di database, lo scopo principale del sottosistema del disco è quello di eseguire query sui dati all'interno del database. Questo compito è destinato al controller, che passa l'intera richiesta di dati al disco rigido. In un disco magnetico, il disco rigido sposta fisicamente la testina di lettura nella posizione (e nelle successive posizioni collegate) in cui si trovano i dati richiesti. Quindi si sposta all'interno del disco per "raccogliere" i dati e li invia al controller, che trasmette i dati all'utente dopo averli in alcuni casi elaborati. A causa dello spostamento fisico, la parte che richiede più tempo in una query è l'estrazione reale dei dati dal disco. Un sottosistema del disco rapido e ottimizzato per gestire in modo efficace i processi di lettura e scrittura ha un impatto significativo sulle prestazioni di qualsiasi database. Il sottosistema del disco, pertanto, è l'elemento più importante da considerare durante l'acquisto dell'apparecchiatura per un server FileMaker. Maggiori sono le dimensioni di un database, maggiore è il numero di utenti che vi si collegano, o maggiore è l'uso di calcoli (logica di business) all'interno del database, maggiore sarà la correlazione tra le prestazioni del server e il sottosistema del disco rigido. In parole povere, più una soluzione di database è complicata o attiva, maggiore è lo stress applicato al sottosistema del disco. SATA (Serial Advanced Technology Attachment) e SCSI (Small Computer System Interface) sono due delle interfacce disco rigido più comuni a livello di server. Generalmente le unità SATA sono da 7200 giri/min. Le unità SCSI comunemente disponibili sono da 7500, e giri/min. Il numero indica la velocità di rotazione dell'unità. Maggiore è la velocità di rotazione, maggiore è la velocità con cui vengono raggiunti i dati richiesti. Senza entrare troppo nei dettagli, è ovvio che maggiore è la velocità di rotazione dell'unità, maggiori sono la risposta e le prestazioni fornite all'utente finale. Un'alternativa più moderna ai dischi magnetici a rotazione sono le unità a stato solido (SSD), una memoria a semiconduttori. La memoria SSD presenta dei vantaggi rispetto ai supporti tradizionali, come latenza di lettura ridotta e prestazioni di lettura costanti. La posizione fisica dei dati è irrilevante per i dispositivi SSD e problemi come la frammentazione dei dati sono ridotti al minimo. D'altro canto, le memorie Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 5

6 SSD sono più costose, possono richiedere una maggiore potenza e hanno una durata limitata misurata in cicli di scrittura. Tuttavia, la tecnologia SSD si sta sviluppando rapidamente. Mentre la memoria flash "consumer grade" non è adatta per la memorizzazione di database, le unità "enterprise grade" possono fornire una base ad alte prestazioni per FileMaker Server. Indipendentemente dal tipo di unità specifica scelto, il sottosistema deve essere configurato per supportare un RAID (Redundant Array of Independent Disks/insieme ridondante di dischi indipendenti). Il presente documento presuppone che il lettore abbia una conoscenza generale della configurazione degli array. Per ulteriori informazioni sui sistemi RAID, vedere en.wikipedia.org/wiki/raid. I due motivi per l'implementazione di un RAID sono ridondanza e prestazioni. È necessario dotare un sistema di una certa ridondanza in caso di guasto di un'unità. Il problema non è se un'unità si sta per guastare, ma quando ciò accadrà. Per questo motivo, il livello RAID 0 (striping dei dati in un array) non è consigliato per i server di database. Il livello RAID 1 (mirroring dei dati su due unità) è leggermente migliore rispetto al livello RAID 0 per il grado di ridondanza che offre, ma non garantisce le prestazioni richieste dalla maggior parte dei sistemi di database. Le configurazioni degli array maggiormente diffuse, e consigliate, per le operazioni con database sono indicate di seguito: 1. RAID 5 I dati vengono divisi su più dischi. Questo significa che ogni blocco di dati viene diviso in n-1 parti dove n è il numero di unità fisiche nell'array e i dati di parità vengono calcolati e memorizzati nell'unità rimanente. I dati di parità in un sistema RAID 5 vengono distribuiti tra tutti i dischi. Il livello RAID 5 è pensato per la gestione di piccoli blocchi di dati. Per questo RAID 5 è il livello scelto per ambienti multitasking, multiutente e di database. In un sistema RAID 5, anche se un disco si rompe, i dati sono ancora completamente disponibili. I dati mancanti vengono ricalcolati in base ai dati ancora disponibili e alle informazioni di parità. Il calcolo dei dati può essere utilizzato anche per rimemorizzare i dati nelle unità installate per sostituire i dischi difettosi. Il livello RAID 5 è particolarmente adatto per i sistemi che richiedono una capacità medio/ elevata perché i costi per megabyte sono relativamente contenuti. Una serie di dischi RAID 5 supporta la perdita di un solo disco; la rottura di un altro disco prima di aver sostituito quello guastatosi in precedenza comporterà la perdita di tutti i dati presenti nel sistema. Tempi di accesso: molto buoni Velocità di trasmissione: buona Ridondanza: sì Unità fisiche richieste: 3 o più Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 6

7 2. RAID 1+0 I dati vengono divisi su 2 o più dischi e le stripe vengono copiate. RAID 10 è spesso la prima scelta per i database ad alto carico, perché la mancanza di parità da calcolare rende più veloce il processo di scrittura. Un disco di ogni sistema RAID 1 può danneggiarsi senza far perdere dati al sistema. In caso di rottura del secondo disco nello stesso insieme o di un errore di scrittura, i dati andrebbero persi. Molti venditori includono l'opzione di un disco "hot spare" per sostituire e ricostruire un'unità guasta. Tempi di accesso: molto buoni Velocità di trasmissione: molto buona Ridondanza: sì Unità fisiche richieste: 4 o più Inoltre, utilizzando un controller RAID, le prestazioni migliorano grazie alla suddivisione della funzione di ingresso e uscita (I/O) tra le unità. Il controller gestisce l'i/o per i dischi. Pensate al controller come a un vigile che regola tutte le attività dei dischi. Un buon controller del disco è dotato di un processore e di una memoria. Essendo dotato di un processore supplementare, il processore di sistema viene alleggerito dei processi di I/O. Un sistema senza un buon controller del disco necessita del processore di sistema per gestire tutte le attività dei dischi e qualsiasi altra funzione legata al sistema. La memoria on board permette di fornire la stessa assistenza al sistema alleggerendo la memoria di sistema delle operazioni di I/O dei dischi e assegnando un posto specifico a queste richieste. Per ottenere prestazioni più alte è possibile ricorrere al duplexing del disco. NAS (Network Attached Storage) Un dispositivo NAS, o Network Attached Storage, è collegato a un computer attraverso una connessione di rete. È un volume o unità disco da montare nella rete. Viene utilizzato generalmente nelle reti domestiche e delle piccole aziende per garantire risorse di storage condivise a prezzi estremamente contenuti. Tuttavia, NON è il dispositivo di memorizzazione che un utente utilizzerebbe per l'hosting o il backup dei database di FileMaker Server. Il NAS è collegato tramite interfaccia Ethernet ed è limitato a 10 Mb/s, 100 Mb/s o 1 Gb/s. Esistono altri problemi relativi a nuovi tentativi e collisioni nel traffico. In poche parole, gli array NAS sono troppo lenti per tutte le attività legate all'hosting di database. SAN (Storage Area Network) Si ricorre sempre più all'utilizzo di soluzioni SAN, o Storage Area Network. La differenza fondamentale tra un dispositivo SAN e uno NAS è la velocità di trasmissione dei dati tra i dispositivi. Un SAN si differenzia da un NAS per due elementi chiave. Generalmente un SAN è collegato tramite un cavo Fibre Channel dedicato che, all'interno del traffico della rete, isola il traffico legato alle funzioni dei dischi, escludendo quindi il traffico della rete esterno. La tecnologia Fibre Channel è decisamente più veloce rispetto a quella Ethernet. Le velocità esatte non sono importanti nel contesto generale. Ciò che è importante da capire è che i dispositivi SAN sono esponenzialmente più Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 7

8 veloci, risultando quindi una buona soluzione di storage per l'hosting dei database. In genere, in un'implementazione SAN la connessione tra server e disco è condivisa con altre attività dallo stesso computer fisico o da diversi altri computer. Vi è una certa competizione per le richieste dei dischi. Questo può influenzare la capacità del servizio di FileMaker Server di fornire un determinato throughput per le azioni correlate ai dischi e necessita di controllo. Processore Il processore è secondo solo all'i/o dei dischi nell'influenzare le prestazioni di FileMaker Server. Mentre FileMaker Pro gestisce alcune operazioni come l'ordinamento e il calcolo dei campi Riassunto, FileMaker Server gestisce una quantità significativa di operazioni che fanno lavorare molto il processore, come l'esecuzione di ricerche, la valutazione di calcoli non memorizzati e la risoluzione di relazioni. L'esecuzione di tutte queste attività sul server può avere un impatto positivo o negativo sulle prestazioni generali. Solitamente, le prestazioni migliorano perché molte azioni vengono eseguite a livello locale nello storage fisico dei dati. Tuttavia, se l'hardware server non dispone delle risorse adeguate, tutti gli utenti ne risentono. FileMaker Server esegue la maggior parte delle query, dei calcoli non memorizzati compresi nelle query, delle attività di indicizzazione e degli aggiornamenti dei risultati dei calcoli memorizzati quando viene modificata la definizione di un campo. Fortunatamente, FileMaker Server può contare sulla presenza di più processori. È possibile assegnare attività o thread (lavoro legato alle attività dei database) ai singoli processori. Con più processori, il lavoro può essere distribuito. Una singola attività non può essere distribuita tra i processori. Ad esempio, una singola richiesta può generare più thread, ma la maggior parte del lavoro può essere eseguita in un singolo thread. Questo thread è collegato a un singolo processore e può richiedere più tempo degli altri thread. Quindi la richiesta originale non sarà completata fino al completamento del singolo thread sul singolo processore. Inoltre è possibile vi siano diversi thread a lunga esecuzione in coda per un singolo processore perché non è possibile definire la priorità dei thread e rendere il processo più efficiente. Tuttavia, se un processore è occupato con un thread e gli altri processori sono liberi, i nuovi thread verranno assegnati a un processore libero, permettendo l'elaborazione di altre richieste anche se la richiesta che si sta elaborando richiede più tempo. È importante sapere che, nel controllo dell'attività dei processori, ci si può accorgere che, a carichi normali, un processore venga utilizzato più di un altro e, in altri casi, l'utilizzo dei processori sia distribuito più equamente. Questo è da ricondurre al fenomeno riportato in precedenza in cui un singolo processore si trova a dover gestire la maggior parte dei thread attivi. Memoria La memoria ricopre un ruolo importante quando si utilizza FileMaker Server. La scelta della RAM necessaria dipende da molti fattori, ma i più importanti sono i seguenti: Le dimensioni del/i database ospitato/i dal server Il numero di utenti che accedono a questi database Il tipo di dati memorizzati in questi database La complessità degli stessi database Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 8

9 Più questi fattori aumentano, maggiore è la memoria necessaria. Ogni singolo fattore può ridefinire i limiti, ma generalmente è la combinazione di più fattori a richiedere più memoria. Ad esempio, una semplice directory dei dipendenti contenente dati di tipo testuale e con logica interna minima è probabile gravi meno sulla memoria. Al contrario, una soluzione di processo di produzione che contiene dati di testo e dati binari/contenitore può includere una grande quantità di logica di business in script, campi di calcolo ed altri elementi di interfaccia; questa complessità aggiuntiva richiede più memoria. È importante anche considerare le dimensioni della cache di FileMaker Server. È la quantità di memoria riservata da FileMaker Server per gestire le richieste specifiche di azioni del database nella memoria. FileMaker Server utilizza la seguente formula per determinare le dimensioni massime consentite per la cache. memoria fisica in megabyte * 0,5 La formula non può essere modificata. L'unico modo per aumentare le dimensioni massime della cache è aumentare la quantità di RAM nel server. Se questa è un'operazione semplice per i sistemi a 64 bit, che teoricamente arrivano fino a 16 esabyte (16M terabyte) di RAM, i sistemi a 32 bit si limitano a 4 GB di RAM. Anche se viene applicata questa stessa formula, FileMaker mette un limite fisso di 800 MB per la cache sui sistemi a 32 bit. Questo limite tiene conto del fatto che il servizio FileMaker Server ha bisogno di caricare dati nella memoria, assegnare spazio per la cache e fornire un buffer sicuro per non superare il limite di 4 GB per ogni applicazione a 32 bit. Rete La qualità del throughput di rete dipende da diversi fattori, tra cui il tipo di scheda di interfaccia di rete (NIC) installata e l'infrastruttura fisica della rete. Mentre l'infrastruttura della rete può essere esterna alla sfera di influenza degli amministratori di FileMaker Server, gli amministratori devono essere consapevoli del fatto che possono sorgere problemi dovuti alla configurazione della rete, al traffico e all'indirizzamento. Gli amministratori del server potrebbero richiedere un amministratore di rete che li assista nella risoluzione dei problemi a questo livello. Gli utenti possono collegarsi e lavorare con i database attraverso una connessione LAN o WAN. Per collegarsi a un database ospitato di FileMaker Server attraverso Internet o una rete WAN è necessario solo l'accesso alla porta 5003 e TCP (utilizzate per i contenuti dei contenitori interattivi). Per ulteriori dettagli sulla configurazione della porta, vedere l'appendice B. Tuttavia, utilizzando una connessione WAN vi è maggior rischio per gli utenti di incorrere in colli di bottiglia tra sorgente e destinazione. I due fattori che incidono maggiormente sulle prestazioni sono il progetto della soluzione e la latenza di rete. Le prestazioni della rete saranno determinate dalla velocità del link più debole tra client e server. È possibile eseguire un "traceroute" dalla riga di comando o qualsiasi utility con questa funzione. Il traceroute è uno strumento di rete del computer utilizzato per determinare il percorso dei pacchetti attraverso una rete IP. Prestate attenzione al numero di hop e al tempo in millisecondi per ciascuno di questi hop. In genere, in un ambiente LAN, si ha un singolo hop. In un ambiente più ampio, potrebbero essercene di più.. Per ottenere le migliori prestazioni, gli utenti FileMaker Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 9

10 dovrebbero vedere un tempo inferiore a 10ms per ogni hop. Per ulteriori informazioni sul traceroute visitare il sito: I fattori chiave a cui prestare attenzione quando si sceglie una scheda NIC sono la velocità alla quale può operare nell'ambiente e le capacità di elaborazione integrate nella scheda stessa. Le velocità attuali delle schede di rete sono 10 Mb/s, 100 Mb/s e 1 Gb/s. È possibile utilizzare più schede di rete per creare un unico canale con larghezza di banda reale pari alla somma delle schede. Ad esempio, è possibile utilizzare due schede da 1Gb per ottenere un throughput da 2Gb. Se l'infrastruttura di rete lo supporta, può migliorare le prestazioni di FileMaker. Oltre alla memoria, anche il tipo di dati e la contemporaneità ricoprono un ruolo importante nella scelta della scheda di rete opportuna. Poiché FileMaker può memorizzare file multimediali di grandi dimensioni come grafici, filmati e presentazioni, è possibile trasferire grandi quantità di dati ai client. Ad esempio, le soluzioni con dati contenitore integrati o formati con molte immagini, in genere, richiedono una larghezza di banda maggiore rispetto a soluzioni con solo dati di testo. Inoltre, maggiore è il numero di utenti per una soluzione, maggiore è il numero di dati inviati via cavo. In questi casi, una connessione di rete lenta potrebbe provocare un collo di bottiglia e rallentare la risposta del database per tutti gli utenti. Per un server che contiene dati multimediali e ha un elevato numero di utenti si consiglia di utilizzare più schede da 1 Gb/s, mentre per le soluzioni più piccole con solo dati di testo dovrebbe essere sufficiente un'unica scheda di rete da 1 Gb/s. Dopo aver analizzato i limiti e le capacità esistenti e aver scelto la scheda NIC adatta al resto dell'ambiente di rete, è necessario ottenere una scheda NIC con elaborazione integrata. Le schede di rete di fascia più bassa utilizzano il processore di sistema per gestire le istruzioni. Assegnando questo compito al processore della scheda di rete, si influisce negativamente sulla velocità del server nella gestione delle richieste, in particolare in ambienti con un elevato carico di utenti e soluzioni con una grande quantità di dati. Virtualizzazione del server La virtualizzazione consente di eseguire più istanze di un sistema operativo e le applicazioni o servizi specifici sullo stesso hardware fisico. I motivi per cui i reparti IT scelgono la virtualizzazione sono molteplici. Nel mondo dell'informatico attento ai costi, la virtualizzazione permette di utilizzare l'intero potenziale dell'hardware in uso. Inoltre riduce significativamente i costi di amministrazione e molte altre attività di gestione correlate. La virtualizzazione in sé non rappresenta né una buona né una cattiva idea per FileMaker Server. Una macchina virtualizzata può condividere il disco fisico, il tempo del processore, la memoria e le interfacce di rete. In un ambiente server virtualizzato, FileMaker Server condivide le risorse. In questo modo, è sensibile come qualunque altro servizio alle incapacità di un ambiente virtualizzato sovraccarico di fornire prestazioni adeguate. Quindi, implementando FileMaker Server in un ambiente virtualizzato, è importante controllare le macchine per verificarne il carico sull'hardware fisico. È possibile regolare i sottosistemi primari di disco, processore, rete e memoria in base alle informazioni ottenute in seguito al controllo. Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 10

11 Uno degli aspetti positivi della virtualizzazione è che questi tipi di regolazione hardware possono essere effettuati in modo abbastanza semplice senza dover reinstallare il software o il sistema operativo. Si raccomanda quindi di fornire un'abbondante quantità di hardware ad ogni macchina virtualizzata e quindi di eseguire la regolazione in base al monitoraggio. Riepilogo delle considerazioni sull'hardware Nella scelta dell'hardware adatto per l'installazione di FileMaker Server, tener conto di sottosistema del disco velocità e numero di processori quantità di memoria componenti dell'interfaccia di rete Il sottosistema del disco è il fattore più importante, seguito dal processore. Pianificate la crescita e ricordate che nei database ospitati vengono inserite molte informazioni preziose. Nella maggior parte dei casi, le informazioni sono importanti o essenziali per l'organizzazione e deve essere assegnata loro una certa priorità. Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 11

12 Sezione 2: Sistema operativo Windows: Impostazione e configurazione Una volta scelto l'hardware appropriato, il passo successivo consiste nell'impostare e configurare il server. Questa sezione fornisce alcuni consigli specifici per impostare e configurare FileMaker Server sulla piattaforma Windows 200x Server. Anche se FileMaker Server verrà eseguito su versioni client di Windows come Windows 7, si consiglia di utilizzare questi sistemi operativi per lo sviluppo offline, la fase di testing o per scopi dimostrativi e non per il deploy in produzione. Aggiornamento BIOS, firmware e driver È importante eseguire l'aggiornamento all'ultimo BIOS, firmware e driver per i diversi componenti del sistema. L'aggiornamento di Windows non comprende questi tipi di aggiornamenti. Non si dia per scontato che il sistema sia aggiornato solo perché si possiede una macchina nuova. L'unico modo per sapere se la macchina è aggiornata è annotare le versioni e confrontarle con quelle elencate nei siti Web dei produttori. È bene ricordarsi di controllare periodicamente i siti Web dei produttori per gli aggiornamenti. Spesso gli amministratori non tengono conto degli aggiornamenti dei componenti riportati di seguito. BIOS/firmware della macchina Controller del disco, compreso controller RAID Unità disco Schede di interfaccia di rete (NIC) Adattatori display Sono tutti componenti importanti per le funzioni di FileMaker Server e il mancato aggiornamento può causare la corruzione dei dati o altri problemi in FileMaker Server. Aggiornamento di service pack e patch Dopo aver installato il sistema operativo Windows, verificare di aver installato l'ultimo service pack e gli altri aggiornamenti di sistema. Potrebbero esserci alcuni aggiornamenti per il software di sistema non necessari per migliorare le funzioni di hosting dei file di FileMaker Server. Ad esempio, Windows Media Player non è necessario per il corretto funzionamento di FileMaker Server. Si consiglia un test completo e la ricerca accurata di service pack e di patch prima di installarli in un ambiente di produzione. Configurazione del sottosistema del disco Un sottosistema del disco robusto è l'ingrediente più importante nella creazione di un server di database, come altrettanto importante è la corretta configurazione del sottosistema. Prima di leggere questa sezione, esaminare le raccomandazioni sul disco rigido e sulle impostazioni dell'array del disco nella sezione 1. Si raccomanda vivamente di configurare l'array del disco in tre partizioni del volume logico. Una partizione deve contenere il sistema operativo e FileMaker Server. La seconda partizione deve essere utilizzata per memorizzare i database ospitati da FileMaker Server. L'ultima partizione deve essere utilizzata per memorizzare i file di backup locali e i registri di prestazioni. È importante ci sia una separazione logica tra Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 12

13 l'applicazione (FileMaker Server), il volume di hosting (dove sono ospitati i database FileMaker) e il volume di backup (dove vengono memorizzati i file del processo di backup eseguito durante le attività quotidiane). Questa separazione logica ha tre vantaggi specifici. 1. I/O del disco ridotto al volume reale in cui vengono ospitati i database FileMaker. 2. Possibilità di utilizzare Performance Monitor per tenere traccia dell'i/o del disco a un volume specifico per l'attività dei database FileMaker. 3. Possibilità di deframmentare il volume specifico per i database FileMaker senza overhead e sprechi di tempo per deframmentare altri elementi. Di seguito sono riportati alcuni requisiti per il sottosistema del disco: Configurazione base Un unico controller, un singolo array RAID 1 per ridondanza e tre partizioni del volume logico sul singolo array. Configurazione tipica Un unico controller, un singolo array RAID 5 per ridondanza e prestazioni e tre partizioni del volume logico sul singolo array. Configurazione avanzata Un unico controller (eventualmente due), un singolo array RAID 1 per ridondanza per sistema operativo e volumi dell'applicazione e un array RAID 5 per i volumi che gestiscono le attività legate ai database. Questo con le tre partizioni del volume logico richieste. File Sharing È molto diffusa l'idea, sbagliata, che sia necessario utilizzare l'applicazione File Sharing per ospitare i database FileMaker. Il server database di FileMaker Server accede direttamente ai file di database di FileMaker e gestisce l'accesso alla rete dai client FileMaker. Non si ricorre mai a File Sharing. Se File Sharing è attivata e gli utenti della rete hanno accesso ai file di database, gli utenti che accedono ai file mentre FileMaker Server opera attivamente su questi possono corromperli, come descritto in precedenza. Inoltre i file di database non sono protetti perché un utente può copiarli in locale sulla propria postazione di lavoro. L'applicazione File Sharing può essere utilizzata per accedere ai file di database che non sono attivamente ospitati da FileMaker Server e ad altri file sul server. Non è consigliata perché un ulteriore carico può incidere sulle prestazioni del database. Anche con l'admin Console di FileMaker Server si possono caricare i file da ospitare e scaricare i file chiusi. In questo modo si evita di dover attivare File Sharing per spostare i file dal server o metterli su di esso. Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 13

14 Disattivazione dei servizi non necessari Alcuni servizi attivati in modo predefinito in Windows Server non sono necessari per il corretto funzionamento di FileMaker Server. Il servizio FileMaker Server richiede solo l'accesso al disco rigido/ai dischi rigidi e alla rete. Se FileMaker Server deve ospitare delle pagine Web e viene utilizzata una configurazione per singola macchina, viene utilizzato il server Web IIS predefinito in Windows. Tutti gli altri servizi non sono necessari per la condivisione dei database FileMaker. Con questo si intendono, ma non soltanto, servizi come condivisione di file e stampanti e funzionamento come controller di dominio o hosting di Exchange Server. Non sono state riscontrate incompatibilità tra FileMaker Server e gli altri servizi, a meno che questi non interferiscano con i file di database ospitati live. Qualsiasi servizio o applicazione che permetta l'accesso, la copia o il contatto con i file di database ospitati live è potenzialmente in grado di corrompere i database. È provato che i file ai quali si accede direttamente mentre FileMaker Server sta caricando vengono danneggiati e che, eliminando il processo in base al quale avviene l'accesso a questi file, viene eliminato anche il rischio di un nuovo danneggiamento. Pertanto è necessario evitare i processi che tentano di accedere ai file ospitati e sfruttare l'infrastruttura dell'intera azienda, come backup esterni e offsite, dove necessario. Prima di disattivare qualsiasi servizio, un amministratore FileMaker Server, con l'aiuto dell'amministratore di rete o del server, deve determinare quali sono i servizi non necessari all'interno dell'ambiente. Configurazione di altre impostazioni di sistema di Windows Server Potrebbe essere necessario apportare le seguenti modifiche alle impostazioni per altri componenti Windows per ottimizzare il sistema in cui verrà eseguito FileMaker Server. Indicizzazione del disco Disattivare l'indicizzazione del disco per il volume dei database ospitati e il volume di backup. In questo modo verrà ridotto l'overhead per l'indicizzazione di questi volumi per la ricerca dei file. Copie shadow Disattivare la copia shadow sul volume dei database ospitati. Le copie shadow permettono agli utenti di visualizzare i contenuti di cartelle condivise e i contenuti di versioni precedenti degli stessi file. L'attivazione di questa funzione rallenta l'i/o del disco e occupa spazio sul disco rigido. Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 14

15 Dimensioni fisse del file di scambio Impostare dimensioni fisse per il file di scambio della memoria virtuale in modo che il sistema operativo non perda tempo per regolarle. Alcune persone utilizzano la formula 1,5x o 2x RAM, ma sono sufficienti le dimensioni consigliate. Utilizzare queste dimensioni come dimensioni iniziali e massime e assicurarsi che la voce "Dimensioni gestite dal sistema" NON sia selezionata. Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 15

16 Aggiornamenti automatici Disattivare gli aggiornamenti! automatici o selezionare "Scarica automaticamente gli aggiornamenti, ma lascia decidere all'utente quando installarli". La disattivazione degli aggiornamenti automatici arresta il riavvio automatico e il traffico di rete causato da un aggiornamento di grandi dimensioni. Scegliendo solo di scaricare gli aggiornamenti, viene arrestato solo il riavvio automatico, ma non si interrompe il traffico di rete causato dal download di un aggiornamento di grandi dimensioni. Configurazione del firewall di Windows FileMaker Server richiede l'uso di un certo numero di porte di rete per comunicare. Queste porte e il relativo utilizzo sono riportati a partire da pagina 22 della versione inglese della Guida introduttiva di FileMaker Server 11, oltre che nell'appendice B del presente documento. Configurazione della ricerca di virus La ricerca di virus è importante per la sicurezza del server. Tuttavia, se configurata in modo non corretto, può influire negativamente sulle prestazioni dei database di FileMaker Server. La maggior parte delle applicazioni per la ricerca dei virus può essere configurata in modo da fornire diversi tipi di scansione. Evitare la scansione dei database in tempo reale o all'accesso quando questi sono ospitati dagli utenti. Ogni volta che un file o database viene modificato o interrogato per ottenere informazioni, viene avviata la scansione. Se il software di scansione è stato configurato per la scansione in tempo reale, il sistema impiega più tempo per la scansione del file, sovraccaricando il disco del server, la memoria e il processore. Inoltre questi servizi possono interferire con la scrittura corretta dei dati di FileMaker Server nel file di database, causando la potenziale corruzione del database. Si consiglia di escludere le posizioni dei database ospitati e dei file di backup di FileMaker Server dalla scansione in tempo reale. È bene configurare una scansione programmata del volume di backup immediatamente prima o dopo l'esecuzione dei backup programmati di FileMaker Server. Se si vuole eseguire la scansione del volume dei database ospitati, impostare una scansione programmata alla chiusura da parte di un programma di FileMaker Server di tutti i database ospitati. Deframmentazione del disco rigido Si consiglia una deframmentazione periodica della partizione contenente i file di database live. I database eseguono molti processi di lettura e scrittura che rendono il disco rigido molto frammentato. La deframmentazione del disco rigido può migliorare le prestazioni e la stabilità. I file ospitati live devono essere chiusi dall'admin Console o dalla riga di comando prima di eseguire la deframmentazione. NON eseguire la Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 16

17 deframmentazione della partizione quando i file sono ospitati. Il processo di chiusura dei file, deframmentazione e apertura dei file può essere eseguito da uno script della riga di comando. L'Appendice C contiene maggiori informazioni sullo scripting della riga di comando. Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 17

18 Sezione 3: OS X: Impostazione e configurazione Prima di installare e utilizzare FileMaker Server in un ambiente OS X è necessario eseguire alcune operazioni per garantire la massima affidabilità e il massimo rendimento. Inoltre l'ambiente server deve essere conservato in modo appropriato per tutta la sua vita per garantire stabilità, sicurezza e funzionamento ottimale costanti. Questa sezione descrive ciò che l'amministratore di FileMaker Server basato su Mac deve fare per fornire questo ambiente. OS X o OS X Server? Il primo passo nella configurazione di un Mac per FileMaker Server consiste nel determinare se utilizzare l'opzione Server per OS X. In OS X 10.6 (Snow Leopard), OS X e OS X Server erano due versioni del sistema operativo, fornite come installazioni differenti. OS X 10.6 Server è configurato per eseguire funzioni di tipo server come quelle di FileMaker Server. Pertanto, quando si utilizza Snow Leopard, OS X Server è la versione migliore per FileMaker Server. A partire da 10.7 (Lion), Apple ha cambiato Server in una app aggiuntiva che può essere installata sopra OS X. Questa app aggiuntiva consente di controllare funzioni quali l'amministrazione del server Web Apache o l'impostazione di File Sharing, ma non cambia l'installazione di base del sistema operativo. La maggior parte di queste funzioni non è necessaria quando è in esecuzione FileMaker Server. FileMaker Server attiva dei servizi necessari, ad esempio il server Web Apache per la pubblicazione Web, pertanto non è necessario installare OS X Server su Lion o Mountain Lion (10.8). Rimozione delle applicazioni e dei servizi non necessari Il servizio FileMaker Server non richiede altri servizi aggiuntivi forniti dal sistema operativo se non l'accesso al disco rigido/ai dischi rigidi e alla rete. Se FileMaker Server ospita pagine Web, vengono utilizzati il server Web Apache 2.2 e il Motore per la pubblicazione Web. Tutti gli altri servizi non sono necessari per la condivisione dei database FileMaker. Non sono state riscontrate incompatibilità tra FileMaker Server e gli altri servizi, a meno che questi non interferiscano con i file di database ospitati live. Qualsiasi servizio o applicazione che permetta l'accesso, la copia o il contatto con i file di database ospitati live è potenzialmente in grado di corrompere i database. È provato che i file ai quali si accede direttamente mentre FileMaker Server sta caricando vengono danneggiati e che, eliminando il processo in base al quale avviene l'accesso a questi file, viene eliminato anche il rischio di un nuovo danneggiamento. Pertanto è necessario evitare i processi che tentano di accedere ai file ospitati e sfruttare l'infrastruttura dell'intera azienda, come backup esterni e offsite, dove necessario. Prima di disattivare qualsiasi servizio, un amministratore FileMaker Server, con l'aiuto dell'amministratore di rete o del server, deve determinare quali sono i servizi non necessari all'interno dell'ambiente. File Sharing È molto diffusa l'idea, sbagliata, che sia necessario utilizzare l'applicazione File Sharing per ospitare i database FileMaker. Il server di database di FileMaker Server accede direttamente ai file di database di FileMaker e gestisce l'accesso alla rete dai client FileMaker. Non si ricorre mai a File Sharing. Se File Sharing è attivata e gli Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 18

19 utenti della rete hanno accesso ai file di database, gli utenti che accedono ai file mentre FileMaker Server opera attivamente su questi possono corromperli, come descritto in precedenza. Inoltre i file di database non sono protetti perché un utente può copiarli in locale sulla propria postazione di lavoro e accedere a tutti i dati contenuti. L'applicazione File Sharing può essere utilizzata per accedere ai file di database che non sono attivamente ospitati da FileMaker Server e ad altri file sul server. Non è consigliata perché un ulteriore carico può incidere sulle prestazioni del database. Poiché FileMaker Server 9 ha introdotto la possibilità di caricare un file di database sul server attraverso l'admin Console e di rimuovere i file di database dall'uso attivo, non è più necessario ricorrere a File Sharing per spostare i file di database sul server. Spotlight Come l'indicizzazione del disco in Windows, l'indicizzazione Spotlight di OS X può influire sulle prestazioni di FileMaker Server. Il servizio Spotlight controlla automaticamente il disco rigido e indicizza i dati scritti sull'unità per permettere una ricerca rapida di file e dati all'interno dei file. Poiché si tratta di un server FileMaker e non di un file server o di un computer desktop, raramente gli utenti eseguiranno ricerche di file. In OS X e OS X Server, il servizio Spotlight è attivato automaticamente. Per disattivare l'indicizzazione Spotlight in OS X, aprire le preferenze di sistema e selezionare Spotlight. Nella scheda relativa alla privacy, aggiungere tutti i volumi montati in FileMaker Server nell'apposita area perché vengano ignorati da Spotlight. È possibile determinare lo stato dell'indicizzazione utilizzando le utilità della riga di comando. Nel terminale, eseguire il seguente comando per visualizzare lo stato dell'indicizzazione: mdutil -s <percorso del volume> mdutil -s / <--per il volume di boot Questo comando può essere utilizzato per disattivare l'indicizzazione: sudo mdutil -i off <percorso del volume> sudo mdutil -i off / <--per il volume di boot Time Machine OS X ha aggiunto Time Machine tra le opzioni per il backup. Time Machine è un programma intelligente che non tenta di eseguire il backup dei file in uso, come i file live di FileMaker, evitando quindi di corromperli come se fosse configurato per il backup dei database. Tuttavia, l'amministratore può aggiungere facilmente il percorso in cui sono memorizzati i database nella sezione "Do not back up (Non eseguire il backup)" delle preferenze di Time Machine per evitare qualsiasi problema. Se si decide di utilizzare Time Machine per il backup del sistema, il backup dei file Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 19

20 FileMaker può non avvenire in modo corretto se FileMaker Server tenta di aprire un file di grandi dimensioni di cui Time Machine sta eseguendo il backup. Per ulteriori informazioni sul backup in generale, vedere la sezione 5 di questo bollettino tecnico. File Vault Non attivare FileVault per i database di FileMaker Server. FileVault viene utilizzato per criptare i dati scritti nella cartella principale di un utente. Questo richiede un livello di software aggiuntivo e un lavoro maggiore da parte del processore su qualsiasi dato spostato sul o dal disco rigido. Dall'introduzione di OS X 10.7 Lion, FileVault 2 non protegge l'intero disco, ma in entrambi i casi un utente deve accedere per decrittare i file. Poiché FileVault è progettato per lavorare sulla cartella principale di un utente, non proteggerà i database nel percorso predefinito di FileMaker Server e un utente dovrà eseguire l'accesso per decriptare i file. Dashboard L'applicazione Dashboard permette di eseguire delle mini-applicazioni chiamate widget. Una volta lanciata l'applicazione Dashboard, i widget vengono attivati e occupano spazio in memoria finché non si esce da Dashboard. Tuttavia, l'utente non esce da Dashboard semplicemente quando i widget non sono più visibili sulla schermata. Per uscire da Dashboard, l utente deve disconnettersi. Il modo più semplice per essere sicuri che i widget e altri servizi utente non siano in esecuzione e consumino risorse del server è disconnettersi. Poiché FileMaker Server viene eseguito come servizio, o daemon, non è necessario rimanere connessi. Infatti, per applicazioni come Dashboard e per sicurezza, è consigliabile rimanere disconnessi quando possibile. Aggiornamenti software L'amministratore deve installare tutti i firmware, driver e aggiornamenti software necessari. In OS X 10.8 Mountain Lion, gli aggiornamenti hardware e software Apple sono disponibili tramite Aggiornamento Software. In Mountain Lion, questa funzione è stata spostata nella scheda "Aggiornamenti" del Mac App Store. Eseguire gli aggiornamenti per gli altri hardware e software installati utilizzando i metodi appropriati; il software può prevedere l'aggiornamento automatico o potrebbe essere necessario che l'amministratore visiti dei siti Web per installare gli aggiornamenti. Ovviamente, si consiglia di testare gli aggiornamenti prima di inserirli in un ambiente di produzione. Questo non è sempre possibile; perciò l'amministratore deve essere in grado di giudicare se vi è il rischio di installare qualsiasi aggiornamento particolare. È inoltre possibile decidere se un aggiornamento particolare ha uno scopo pratico o meno dato l'uso della macchina. Ad esempio, un aggiornamento di itunes su una macchina utilizzata esclusivamente per FileMaker Server non è indispensabile e può quindi essere ignorato. Pertanto, NON si devono consentire gli aggiornamenti automatici. Oltre alla possibilità di installare aggiornamenti non necessari, molti richiedono di riavviare la macchina. Il riavvio automatico di FileMaker Server potrebbe rappresentare un problema per il lavoro eseguito sui database ospitati. Generalmente, anche se è possibile programmare l'aggiornamento per le ore in cui gli utenti sono scollegati, è meglio spegnere manualmente FileMaker Server prima di riavviarlo per evitare che il sistema operativo si arresti prima che il servizio FileMaker Server abbia chiuso tutti i file di database. Guida alla configurazione di FileMaker Server v Pagina 20

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Per iniziare con Parallels Desktop 9

Per iniziare con Parallels Desktop 9 Per iniziare con Parallels Desktop 9 Copyright 1999-2013 Parallels Holdings, Ltd. and its affiliates. All rights reserved. Parallels IP Holdings GmbH. Vordergasse 59 CH8200 Schaffhausen Switzerland Tel:

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Guida utente di Seagate Central

Guida utente di Seagate Central Guida utente di Seagate Central Modello SRN01C Guida utente di Seagate Central 2014 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e Seagate Media sono marchi

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file 1 di 1 Uso del computer e gestione dei file Argomenti trattati: Sistema operativo Microsoft Windows: interfaccia grafica e suoi elementi di base Avvio e chiusura di Windows Le FINESTRE e la loro gestione:

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

Guida dell'utente di Norton Save and Restore

Guida dell'utente di Norton Save and Restore Guida dell'utente Guida dell'utente di Norton Save and Restore Il software descritto in questo manuale viene fornito con contratto di licenza e può essere utilizzato solo in conformità con i termini del

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

Guida dell utente di Synology NAS

Guida dell utente di Synology NAS Guida dell utente di Synology NAS Basata su DSM 5.0 ID Documento Syno_UsersGuide_NAS_20140522 Contenuti Capitolo 1: Introduzione Capitolo 2: Introduzione a Synology DiskStation Manager Installazione Synology

Dettagli

Arcserve Replication and High Availability

Arcserve Replication and High Availability Arcserve Replication and High Availability Guida operativa per Oracle Server per Windows r16.5 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Suggerimenti forniti da MetaQuotes per l utilizzo di MetaTrader 4 con Mac OS

Suggerimenti forniti da MetaQuotes per l utilizzo di MetaTrader 4 con Mac OS Suggerimenti forniti da MetaQuotes per l utilizzo di MetaTrader 4 con Mac OS Nonostante esistano già in rete diversi metodi di vendita, MetaQuotes il programmatore di MetaTrader 4, ha deciso di affidare

Dettagli

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 INDICE Indice File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2...4 Requisiti di sistema: QLA Server...5 Requisiti di sistema:

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

Bitdefender Total Security 2015 Manuale d'uso

Bitdefender Total Security 2015 Manuale d'uso MANUALE D'USO Bitdefender Total Security 2015 Manuale d'uso Data di pubblicazione 20/10/2014 Diritto d'autore 2014 Bitdefender Avvertenze legali Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo manuale

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning.

In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning. In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning. Per collegare un iphone con connettore Lightning ad SPH-DA100 AppRadio e

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control

Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Il software descritto nel presente

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526320-411 Fax+41-52672-2010 Copyright 1999-2011

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp.

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. Symbolic Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. La nostra mission è di rendere disponibili soluzioni avanzate per la sicurezza

Dettagli

ReadyNAS per reti domestiche

ReadyNAS per reti domestiche ReadyNAS per reti domestiche Manuale del software Modelli: Serie Ultra (2, 4, 6) Serie Ultra Plus (2, 4, 6) Pro Pioneer NVX Pioneer 350 East Plumeria Drive San Jose, CA 95134 USA Dicembre 2010 202-10764-01

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

Web Solution 2011 EUR

Web Solution 2011 EUR Via Macaggi, 17 int.14 16121 Genova - Italy - Tel. +39 010 591926 /010 4074703 Fax +39 010 4206799 Cod. fisc. e Partita IVA 03365050107 Cap. soc. 10.400,00 C.C.I.A.A. 338455 Iscr. Trib. 58109 www.libertyline.com

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Guida all'implementazione Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione Assistenza Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero di serie riportato sull'etichetta del prodotto e utilizzarlo per registrare

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP Eseguire il collegamento al NAS tramite WebDAV A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Acronis Compute with Confidence, Acronis Startup Recovery Manager, Acronis Active Restore ed il logo Acronis sono marchi di proprietà di Acronis, Inc.

Acronis Compute with Confidence, Acronis Startup Recovery Manager, Acronis Active Restore ed il logo Acronis sono marchi di proprietà di Acronis, Inc. Copyright Acronis, Inc., 2000-2011.Tutti i diritti riservati. Acronis e Acronis Secure Zone sono marchi registrati di Acronis, Inc. Acronis Compute with Confidence, Acronis Startup Recovery Manager, Acronis

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli