1) CHE COS E UNA DORSALE CICLOTURISTICA?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1) CHE COS E UNA DORSALE CICLOTURISTICA?"

Transcript

1 1) CHE COS E UNA DORSALE CICLOTURISTICA? Una dorsale cicloturistica è una infrastruttura leggera, di lunga percorrenza, utilizzata esclusivamente da ciclisti. Le dorsali sono normalmente caratterizzate da un tracciato quanto più possibile lineare, largo almeno due corsie, con pendenze modeste o ridotte, e accompagnata da aree di sosta attrezzate e ombreggiate. L infrastruttura ciclabile è il presupposto necessario per il cicloturismo sicuro, composto e rispettoso dei paesaggi e dei luoghi attraversati. Presupposto necessario ad una buona dorsale cicloturistica sono paesaggi gradevoli, esperienze culturali e per il tempo libero, ampia offerta di servizi di supporto al turista e al mezzo con cui si sposta la bicicletta. infrastruttura leggera = tipo di infrastruttura a basso impatto ambientale ed economico. esclusivamente o prevalentemente? Per le sue elevate qualità ambientali e paesaggistiche, e per il tipo di turisti e utilizzatori cui si rivolge, una dorsale cicloturistica non è mai percorsa ESCLUVIAMENTE da ciclisti. La promiscuità con pedoni e altri mezzi di trasporto cosiddetti a propulsione umana (ad esempio skateboard, pattini e monopattini) è quindi normalmente consentita lungo questo tipo di infrastrutture. 2) CHE COS E UNA CICLOVIA? Una ciclovia (o pista ciclabile) è un percorso protetto o comunque riservato alle biciclette, dove il traffico motorizzato è escluso. Lo scopo di questa tipologia di percorsi è di separare il traffico ciclabile da quello motorizzato e da quello pedonale, che hanno velocità diverse, per migliorare la sicurezza stradale dei ciclisti e, più in generale, per facilitare lo scorrimento degli altri veicoli. I percorsi ciclabili sono normalmente destinati agli spostamenti quotidiani. spostamenti quotidiani = indicano percorsi destinati agli spostamenti e alle attività quotidiane (tipicamente le tratte casa-scuola, casa-lavoro, o gli spostamenti per fare acquisti). I percorsi ciclabili sono solitamente situati su strade principali o nelle loro vicinanze, poiché pensati per portare alla meta nel modo più diretto possibile. Si differenziano dalla mobilità del tempo libero, più attrattiva da un punto di vista paesaggistico e caratterizzata da viaggi plurigiornalieri. 3) CHE COS E IL CICLOTURISMO? Il cicloturismo è una forma di turismo praticata in bicicletta, con le eventuali varianti "treno + bici" o barca + bici lungo alcuni tratti delle dorsali cicloturistiche. Questo tipo di turismo si caratterizza come una maniera di viaggiare particolarmente economica, che fuoriesce dai canoni e dai consueti itinerari del turismo di massa: i cicloturisti sono accomunati da una spiccata sensibilità ambientale, dalla passione per la bicicletta, dalla curiosità per i luoghi sconosciuti al grande pubblico e da una grande adattabilità alle situazioni impreviste.

2 4) CHE COSA SIGNIFICA SVILUPPO TERRITORIALE SOSTENIBILE? Lo sviluppo territoriale sostenibile è una forma di sviluppo territoriale che risponde alle esigenze (ai problemi) del presente senza compromettere la salvaguardia dell ambiente e delle risorse per le generazioni future. La sostenibilità territoriale considera le dimensioni ambientale, economica, sociale, culturale e politica. 5) COME IDENTIFICARE LE RISORSE PRESENTI SUL TERRITORIO? Con risorse territoriali si intendono tutte le risorse, materiali e immateriali, presenti su un determinato territorio. Esistono almeno due tipi di risorse territoriali: le risorse naturali e le risorse umane. Le prime costituiscono le caratteristiche fisiche e la ricchezza ambientale di un territorio; le seconde contribuiscono al suo sostentamento, al suo sviluppo e alla costruzione della sua identità. 6) PERCHE VENTO? VENTO è il progetto per un infrastruttura leggera lungo il fiume Po, un mezzo per rimettere in contatto il paesaggio e le sue peculiarità (ambientali, economiche, sociali, culturali) con i cittadini che lo attraversano e che lo abitano. VENTO persegue un idea di cicloturismo inclusiva, che si traduca in sviluppo territoriale e locale sostenibile, in una concreta e stabile occasione di occupazione e di rilancio economico distribuiti nei territori attraversati. VENTO è un progetto culturale e di nuova occupazione, rivolto e connesso in maniera diretta ai territori situati lungo il fiume Po. 7) COSA SIGNIFICA ITINERARIO INEDITO? L itinerario progettato dai partecipanti al concorso deve essere inedito, ossia non coincidere per più del 50% della sua lunghezza totale con una pista o itinerario ciclabile già esistente. L itinerario dovrà altresì collegarsi in almeno un punto (intersecandosi o connettendosi) al tracciato di VENTO. 8) I NUMERI: RAGGIUNGIMENTO DEL NUMERO MINIMO Al fine di aumentare la varietà delle proposte progettuali, e per incentivare il reciproco apprendimento tra territori, istituti e classe quanto più variegate possibile, si è deciso di fissare un numero minimo di scuole partecipanti, fissato al numero di dieci (10). Il raggiungimento di tale quota è da considerarsi conditio sine qua non per l effettiva apertura del concorso di idee. La comunicazione del raggiungimento del numero minimo di partecipanti sarà pubblicata sulla pagina web nella sezione dedicata al concorso entro il 27 ottobre In caso di mancato raggiungimento del numero suddetto, il Concorso si intende ad ogni effetto annullato. 9) PUO LO STESSO DOCENTE COORDINARE PIU CLASSI? Il bando esplicita chiaramente al punto 3.2 Requisiti di partecipazione al concorso che un docente può essere referente di (può coordinare) più classi dello stesso Istituto Scolastico, fermo restando che non sono ammesse aggregazioni di più classi, né della stessa scuola né tra scuole differenti. Ciascuna classe potrà partecipare esclusivamente in forma singola al Concorso di Idee, nella totalità degli studenti iscritti alla classe Via Bonardi, Milano Tel Fax

3 (un sottoinsieme della classe o un gruppo di studenti appartenenti alla stessa classe sono da considerarsi non ammissibili al concorso). Requisiti di partecipazione al concorso = vedi punto 3. Requisiti di partecipazione al concorso del concorso di idee VENTO gira nelle scuole!. 10) COME FACCIO A TRASMETTERE I DOCUMENTI PER VIA TELEMATICA? Al fine di evitare eventuali costi e ritardi nella consegna dei documenti richiesti, e per snellire le procedure di ricezione e di verifica dei progetti partecipanti, si è deciso per la trasmissione telematica (cioè tramite casella di posta elettronica) delle documentazioni allegate alle proposte progettuali. Per stabilire l ammissibilità della proposta si farà fede quindi all orario indicato nella mail. Se la trasmissione telematica semplifica decisamente le procedure di invio e di ricezione, è fondamentale prestare attenzione a come si rinominano i file allegati e l oggetto delle mail, in modo da evitare confusione nella gestione e nella ricezione degli elaborati. è fondamentale = si veda il punto 11) perché rinominare i file /le mail. 11) PERCHE RINOMINARE I FILE/LE MAIL? La richiesta esplicita di rinominare i file inviati e gli oggetti delle mail ha l obiettivo di semplificare la ricezione e la gestione degli stessi da parte della Segreteria Organizzativa. E importante rinominare i documenti/gli oggetti delle mail nella maniera corretta perché - siano più facilmente archiviabili; - siano più facilmente gestibili se inviati/ricevuti in gran numero; - non si confondano con eventuali altri progetti o soggetti omonimi. La corretta dicitura dei file e delle mail servirà inoltre alla Segreteria Organizzativa per poter tracciare al meglio la provenienza geografica delle proposte e dei partecipanti, a fini di indagine statistica. 12) IL COPYRIGHT: UTILIZZO DEI DATI E PATERNITA DEI PROGETTI PROPOSTI Data la natura pubblica del concorso, promosso da un Ente Universitario e di ricerca (DAStU Dipartimento di Architettura e Studi Urbani, Politecnico di Milano), viene richiesta l autorizzazione per l eventuale divulgazione dei progetti e dei materiali loro allegati (immagini, grafiche, video, riprese, interviste, ) in ogni pubblicazione e/o evento che il Politecnico di Milano riterrà necessari e/o opportuni, a fini didattici e promozionali. Il Politecnico di Milano garantisce il trattamento dei dati riservati ai sensi del D.L. 196/2003, nonché l attribuzione dei diritti d autore nella menzione dei progetti in pubblico: nulla è dovuto [in termini di retribuzioni economiche] fatto salvo il diritto a essere nominato e a tutelare l integrità del proprio contributo. retribuzioni economiche = vista la natura pubblica del concorso di idee e dell Ente promotore, non sono consentite transazioni economiche tra l Ente promotore e i soggetti partecipanti. 13) QUAL E LA LUNGHEZZA CONSIGLIATA (min-max) PER IL TRACCIATO? Il documento CONCORSO DI IDEE non prevede nessun limite restrittivo alla lunghezza dell itinerario proposto. Si consiglia tuttavia di assestare la proposta di itinerario ciclabile inedito ad un ambito territoriale conosciuto nel dettaglio, in modo tale da aumentare l efficacia della proposta progettuale. Via Bonardi, Milano Tel Fax

4 14) E POSSIBILE PROPORRE DIVERSI TRACCIATI INDIPENDENTI CONNESSI A VENTO? No. Un Itinerario ciclabile deve poter essere percorribile in continuità e sicurezza, senza presentare interruzioni. L itinerario inedito proposto può tuttavia comprendere uno o più brevi tratti del tracciato di VENTO, ad esempio nell eventualità di attraversare il fiume Po per passare da una sponda all altra. Sì. 15) IL TRACCIATO INEDITO PUO CONNETTERSI/INTERSECARE VENTO IN PIU PUNTI? 16) IL TRACCIATO INEDITO PROPOSTO PUO COSTITUIRE UN ALTERNATIVA PARZIALE AL TRACCIATO ORIGINARIO DI VENTO? Sì, a condizione che vengano rispettati i criteri di connessione con il tracciato originario di VENTO. No. 17) LO SVILUPPO DEL TRACCIATO E VINCOLATO AI CONFINI (COMUNALI, PROVINCIALI, REGIONALI) DEL TERRITORIO DI APPARTENENZA DELLA SCUOLA? 18) PER UNA CICLOVIA E SEMPRE PREFERIBILE UTILIZZARE IL MANTO ASFALTATO? Sì, per una ciclovia è sempre meglio utilizzare un manto asfaltato o una pavimentazione compatta. Ai fini del Concorso di idee la proposta progettuale può anche comporsi del solo itinerario ciclabile inedito. Le classi, nello sviluppo della propria proposta progettuale, sono comunque libere di scendere nei dettagli tecnici. 19) IL PROGETTO PUO PREVEDERE NUOVE INFRASTRUTTURE A COMPLETAMENTO DEL TRACCIATO? Assolutamente sì. Il Concorso di Idee si propone di raccogliere idee per la valorizzazione e la promozione culturale dei territori che si affacciano sul tracciato di VENTO e che con esso possono entrare in relazione, rafforzando le connessioni con i diversi contesti urbani e sociali attraversati dal percorso ciclabile. Infrastrutture come ponti e attraversamenti ciclabili, attracchi, illuminazione, elementi di arredo urbano, verde e altre aree attrezzate per la sosta, etc. contribuiscono al completamento della proposta progettuale. 20) SONO IPOTIZZABILI DELLE MODIFICHE AL TRACCIATO DI VENTO IN ALCUNI SUOI PUNTI CRITICI? Sì, a condizione che il punto critico sia individuato e compreso all interno dell itinerario inedito proposto. Via Bonardi, Milano Tel Fax

5 Sì, è possibile. 21) È POSSIBILE PENSARE A PERCORSI CICLABILI DI DIVERSA "DIFFICOLTÀ"? 22) IN CASO DI PERCORSI STERRATI DI BREVE DISTANZA È POSSIBILE UTILIZZARLI COME COLLEGAMENTI A PUNTI SENSIBILI (CASCINE, OASI, ORATORI,...) SENZA CHE QUESTO OBBLIGHI ALL'ASFALTATURA DI QUESTI TRATTI? Sì, è possibile evitare di prevedere l asfaltatura di tratti di collegamento a punti sensibili, mentre il tracciato principale dovrà preferibilmente essere in asfalto (vd. FAQ n. 18). 23) QUAL È LA DENOMINAZIONE CORRETTA DA ASSEGNARE AI FILE DEGLI ELABORATI? Gli elaborati finali da consegnare entro le ore 24:00 dell 8 aprile 2015, sono da nominare come segue: a) TAVOLE GRAFICHE: [Tavola]_[01/02] [Istituto]_[Classe] b) VIDEO: [Video]_[Istituto]_[Classe] c) TRACCIATO DELL'ITINERARIO: [Tracciato]_[Istituto]_[Classe] d) RELAZIONE: [Relazione]_[Istituto]_[Classe] e) LIBERATORIE: [Liberatoria] [Allegato C/D1/D2] [Istituto]_[Classe] NB. L unità di misura corretta del formato delle tavole è "mm" anziché "cm", quindi: 840x594 mm. La trasmissione dei file dovrà essere fatta mediante il servizio di file sharing di https://www.wetransfer.com/ inserendo come destinatario l indirizzo del concorso Il testo del messaggio dovrà riportare le seguenti informazioni: Titolo della proposta; Nome dell Istituto Scolastico; Nome e Cognome del Docente referente; Classe partecipante; Indirizzo per invio conferma di ricezione. L oggetto della mail dovrà essere nominato come segue: [VENTO gira nelle scuole!]_[titolo proposta]_[comune]_[sigla provincia]_[istituto]_[classe] Esempio: VENTO gira nelle scuole!_il VENTO è cambiato_casale Monferrato_AL_Istituto Superiore Leonardo da Vinci_III B Via Bonardi, Milano Tel Fax

RETI CICLABILI per favorire la mobilità ciclistica in ambito urbano ed extraurbano

RETI CICLABILI per favorire la mobilità ciclistica in ambito urbano ed extraurbano RETI CICLABILI per favorire la mobilità ciclistica in ambito urbano ed extraurbano prima edizione gennaio 2006 ultimo aggiornamento 14-06-2011 1 La mobilità ciclistica Tutti, a ragione, ritengono che l

Dettagli

BANDI 2014. Bando senza scadenza LINEE GUIDA

BANDI 2014. Bando senza scadenza LINEE GUIDA Bando senza scadenza BREZZA: piste cicloturistiche connesse a VENTO Il problema Dorsali e piste cicloturistiche sono infrastrutture leggere di lunga e media percorrenza che permettono, con un impatto ambientale

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

Eugenio Morello, Politecnico di Milano (DiAP Laboratorio di Simulazione Urbana Fausto Curti )

Eugenio Morello, Politecnico di Milano (DiAP Laboratorio di Simulazione Urbana Fausto Curti ) Milano, 22 ottobre 2012 Bando di CONCORSO DI IDEE per STUDENTI POLIMI e UNIMI RIQUALIFICAZIONE DEGLI SPAZI APERTI DEL CAMPUS BONARDI (area aperta antistante gli edifici Trifoglio, Nave e 12 del Campus

Dettagli

La circolazione delle biciclette in doppio senso di marcia

La circolazione delle biciclette in doppio senso di marcia La circolazione delle biciclette in doppio senso di marcia PREMESSA Il tema della mobilità sostenibile è divenuto ormai oggetto quotidiano di confronto e di impegno istituzionale. Il Nuovo Codice della

Dettagli

Delega al Benessere studentesco Michele Rostan

Delega al Benessere studentesco Michele Rostan Delega al Benessere studentesco Michele Rostan L agenda della delega riguarda quattro aree di intervento: 1) conoscere il profilo degli studenti, 2) sostenere l attività di studio, 3) facilitare la mobilità

Dettagli

Concorso di idee I percorsi del commercio alessandrino

Concorso di idee I percorsi del commercio alessandrino Concorso di idee I percorsi del commercio alessandrino Premessa per stimolare il confronto per far nascere nuove idee per premiare le migliori per essere pronti al cambiamento per dare un contributo concreto

Dettagli

Presentazione Workshop Casale Monferrato

Presentazione Workshop Casale Monferrato Il Corso interateneo di Laurea Biennale Magistrale in Progettazione delle aree verdi e del Paesaggio Presentazione Workshop Casale Monferrato 14 maggio 2014 Referenti: Prof. G. Brancucci e Prof.ssa Ilda

Dettagli

Mobilità ciclistica tra Mediglia e Paullo: Ieri, Oggi e... Domani

Mobilità ciclistica tra Mediglia e Paullo: Ieri, Oggi e... Domani Mobilità ciclistica tra Mediglia e Paullo: Ieri, Oggi e... Domani Mobilità ciclistica tra Mediglia e Paullo: ieri SP ex SS 415 Paullese munita di banchina MIBICI mt 4.080 Mobilità ciclistica tra Mediglia

Dettagli

VENETO IN BICICLETTA:

VENETO IN BICICLETTA: Monselice, 28 novembre 2011 GAL Patavino GAL Bassa Padovana Su due ruote tra i Colli Euganei e la Bassa Padovana VENETO IN BICICLETTA: Piano di valorizzazione del cicloturismo Rete Escursionistica Veneta

Dettagli

ISTRUZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE DELLE RETI CICLABILI

ISTRUZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE DELLE RETI CICLABILI Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ISTRUZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE DELLE RETI CICLABILI 2014 1 QUADRO DI RIFERIMENTO NORMATIVO... 4 2 DEFINIZIONI... 5 3 PROGETTAZIONE DELLE RETI CICLABILI

Dettagli

Matteo Dondé Architetto 06/02/2014

Matteo Dondé Architetto 06/02/2014 «La bicicletta è il veicolo più rapido nella via della delinquenza perchè la passione del pedale trascina al furto, alla truffa, alla grassazione!» Cesare Lombroso Nuova città mobile senz auto? Per raggiungere

Dettagli

Territori ciclabili / città ciclabili 5 luglio 2012 Luca Marescotti

Territori ciclabili / città ciclabili 5 luglio 2012 Luca Marescotti Cover Territori ciclabili / città ciclabili 5 luglio 2012 Luca Marescotti VENTO. In bicicletta da VENezia a TOrino lungo il Po passando per EXPO 2015 giovedì 5 luglio alle 21 - sala dell'annunziata in

Dettagli

Giuseppe Piras Architetto 10/04/2015 TROPPE AUTOMOBILI IN CIRCOLAZIONE

Giuseppe Piras Architetto 10/04/2015 TROPPE AUTOMOBILI IN CIRCOLAZIONE Verso la «Mobilità Nuova» TROPPE AUTOMOBILI IN CIRCOLAZIONE 1 Verso la «Mobilità Nuova» Verso la «Mobilità Nuova» Un recentissimo studio danese ha provato a verificare gli effetti positivi dell andare

Dettagli

BIKE NETWORK PIANO STRATEGICO PER LO SVILUPPO DELLA RETE CICLOTURISTICA TRASFRONTALIERA DELL AREA INTERREG DELLA REGIONE LOMBARDIA E DELLA SVIZZERA

BIKE NETWORK PIANO STRATEGICO PER LO SVILUPPO DELLA RETE CICLOTURISTICA TRASFRONTALIERA DELL AREA INTERREG DELLA REGIONE LOMBARDIA E DELLA SVIZZERA Corso di formazione per accompagnatori ciclo-turistici Milano, 15 febbraio 2008 BIKE NETWORK PIANO STRATEGICO PER LO SVILUPPO DELLA RETE CICLOTURISTICA TRASFRONTALIERA DELL AREA INTERREG DELLA REGIONE

Dettagli

Provincia di ModenaProvincia. IL BILANCIO DI GENERE della Provincia di Modena

Provincia di ModenaProvincia. IL BILANCIO DI GENERE della Provincia di Modena Provincia IL BILANCIO DI GENERE della 1 Lo sviluppo delle capacità umane nell attività di Gender Auditing Il ruolo della società e delle istituzioni dovrebbe essere quello di stimolare e promuovere la

Dettagli

Mediterranean sights Concorso video per la promozione del patrimonio culturale nel Mediterraneo

Mediterranean sights Concorso video per la promozione del patrimonio culturale nel Mediterraneo Mediterranean sights Concorso video per la promozione del patrimonio culturale nel Mediterraneo 1. Premessa L Italia, la Tunisia ed il Libano, attraverso rispettivamente il Ministero dei beni e delle attività

Dettagli

Tipo EA1a Strada rurale di pianura

Tipo EA1a Strada rurale di pianura Schede dei tipi di percorso Percorso EA1a Foglio 1 di 10 DEFINIZIONE DEL TIPO DESCRIZIONE SINTETICA Ambito: Sistema funzionale: Extraurbano Sistema insediativo diffuso Percorso su Strada rurale di pianura

Dettagli

RACCONTA IL TUO TERRITORIO, DIVENTA PROTAGONISTA DEL PADIGLIONE ITALIA. Concorso di idee bandito nell ambito del progetto EXPERIA

RACCONTA IL TUO TERRITORIO, DIVENTA PROTAGONISTA DEL PADIGLIONE ITALIA. Concorso di idee bandito nell ambito del progetto EXPERIA RACCONTA IL TUO TERRITORIO, DIVENTA PROTAGONISTA DEL PADIGLIONE ITALIA Concorso di idee bandito nell ambito del progetto EXPERIA Che cosa è Experia? Experia è un progetto in collaborazione tra Rai Expo,

Dettagli

Titolo III Aiuti alle Medie Imprese e ai Consorzi di PMI per i Programmi Integrati di Investimento PIA Turismo

Titolo III Aiuti alle Medie Imprese e ai Consorzi di PMI per i Programmi Integrati di Investimento PIA Turismo Regolamento 30 Dicembre 2009 n. 36 della Regione Puglia dei Regimi di Aiuto in esenzione per le imprese turistiche Titolo III Aiuti alle Medie Imprese e ai Consorzi di PMI per i Programmi Integrati di

Dettagli

T A DO MI LA BRIANZA TE LA DO IO LA BRIANZA GET YOUR BRIANZA NOW

T A DO MI LA BRIANZA TE LA DO IO LA BRIANZA GET YOUR BRIANZA NOW Prima edizione CONCORSO FOTOGRAFICO NAZIONALE T A DO MI LA BRIANZA TE LA DO IO LA BRIANZA GET YOUR BRIANZA NOW Itinerari, Gastronomia, Cultura e Sport 1. Oggetto e obiettivi La Provincia di Monza e della

Dettagli

La Federazione Italiana Amici

La Federazione Italiana Amici La Federazione www.fiab-onlus.it La FIAB è una 9 federazione di 2 Associazioni e Gruppi cicloecologisti locali. Fondata nel 1989 siamo presenti in 17 regioni con 120 associazioni e 13.000 soci 2 1 20 19

Dettagli

Politecnico di Milano Scuola di Architettura e Società Corso di Laurea Magistrale in Pianificazione Urbana e Politiche Territoriali

Politecnico di Milano Scuola di Architettura e Società Corso di Laurea Magistrale in Pianificazione Urbana e Politiche Territoriali Corso di Laurea Magistrale in Pianificazione Urbana e Politiche Territoriali Linee guida progettuali per un nuovo Piano delle Regole Lombardo il caso Meda: modelli insediativi e indirizzi urbanistici per

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA COMMISSIONE EDUCAZIONE AMBIENTALE E RISPARMIO ENERGETICO GRUPPO DI LAVORO PER LA MOBILITA SOSTENIBILE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA COMMISSIONE EDUCAZIONE AMBIENTALE E RISPARMIO ENERGETICO GRUPPO DI LAVORO PER LA MOBILITA SOSTENIBILE Report Azioni per la Mobilità Sostenibile - 2013 Compiti e ruolo del Mobility Manger La figura del Mobility Manager è stata istituita dall articolo 3 del Decreto 27 Marzo 1998 del Ministero dell'ambiente

Dettagli

IL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE (PUMS) LINEE DI INDIRIZZO

IL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE (PUMS) LINEE DI INDIRIZZO IL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE (PUMS) LINEE DI INDIRIZZO Popolazione/Inhabitants 1,800,000 1,700,000 1,600,000 1,500,000 1,400,000 1,300,000 1,200,000 1,100,000 1,000,000 Residenti a Milano

Dettagli

Castel del Monte. Appunti di viaggio tra storia, architettura, tradizioni e paesaggio

Castel del Monte. Appunti di viaggio tra storia, architettura, tradizioni e paesaggio Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le Province di Bari, Barletta-Andria-Trani e Foggia In collaborazione con PROVINCIA BARLETTA ANDRIA TRANI Castel del Monte. Appunti di viaggio

Dettagli

SULLA STRADA DEGLI ANTICHI ROMANI: LA VIA CLAUDIA AUGUSTA

SULLA STRADA DEGLI ANTICHI ROMANI: LA VIA CLAUDIA AUGUSTA SULLA STRADA DEGLI ANTICHI ROMANI: LA VIA CLAUDIA AUGUSTA Mantova Ostiglia Vigasio Veronaa Veneto, Lombardia 5 giorni/4 notti Questo percorso sarà dedicato alla percorrenza del primo tratto dell antica

Dettagli

La Ciclabile Adriatica

La Ciclabile Adriatica a Porto S.Giorgio un percorso ad ostacoli o un opportunità per il territorio? AP 10/2015 L associazione FIAB Ascoli Piceno ha realizzato questo dossier per sollecitare le istituzioni (Regione Marche, Provincia

Dettagli

1.3.8 Le normative di riferimento. 1.4 Piste ciclabili 1.4.1 Il ciclismo: uno sport per tutti. 1.4.2 Il ciclismo su pista

1.3.8 Le normative di riferimento. 1.4 Piste ciclabili 1.4.1 Il ciclismo: uno sport per tutti. 1.4.2 Il ciclismo su pista 14 i frutti della terra. I bambini hanno così l occasione di veder nascere da un seme e maturare sotto ai propri occhi la verdura che solitamente vedono solo in tavola. 1.3.8 Le normative di riferimento

Dettagli

Incontro pubblico sul tema: LA MOBILITA' SOSTENIBILE NELLE AREE UMIDE E NELL'AREA METROPOLITANA DI CAGLIARI

Incontro pubblico sul tema: LA MOBILITA' SOSTENIBILE NELLE AREE UMIDE E NELL'AREA METROPOLITANA DI CAGLIARI Cagliari 18 febbraio 2015 Incontro pubblico sul tema: LA MOBILITA' SOSTENIBILE NELLE AREE UMIDE E NELL'AREA METROPOLITANA DI CAGLIARI Presentazione proposta dell Asse ciclopedonale dell Area Vasta di Cagliari,

Dettagli

Relazione Descrittiva

Relazione Descrittiva PROGETTO PRELIMINARE Realizzazione di rete sentieristica PSR 2007/2013 misura 313 azione 3 Relazione Descrittiva R.T.P rr.architetti&co. capogruppo Arch Michele Roberto Lapenna Arch. Rosita Vinella Ing.

Dettagli

PREMIO in Memoria di Carlo Rossini Concorso per la migliore idea imprenditoriale

PREMIO in Memoria di Carlo Rossini Concorso per la migliore idea imprenditoriale PREMIO in Memoria di Carlo Rossini Concorso per la migliore idea imprenditoriale 1^ EDIZIONE Premessa La BCC dell Alta Brianza - Alzate Brianza Via IV Novembre 549 istituisce il primo concorso per la migliore

Dettagli

Indagine sulla mobilità ciclabile nell Area Metropolitana di Cagliari Dipendenti della Regione Sardegna. Rapporto di sintesi

Indagine sulla mobilità ciclabile nell Area Metropolitana di Cagliari Dipendenti della Regione Sardegna. Rapporto di sintesi Indagine sulla mobilità ciclabile nell Area Metropolitana di Cagliari Dipendenti della Regione Sardegna Rapporto di sintesi L indagine e l analisi dei risultati, di cui questo report rappresenta una sintesi,

Dettagli

LA VISIONE DELLA MOBILITÀ NUOVA

LA VISIONE DELLA MOBILITÀ NUOVA Verso la «Mobilità Nuova» TROPPE AUTOMOBILI IN CIRCOLAZIONE 1 Verso la «Mobilità Nuova» Verso la «Mobilità Nuova» TROPPE AUTOMOBILI IN CIRCOLAZIONE 2 Verso la «Mobilità Nuova» Secondo una ricerca condotta

Dettagli

città metropolitane: Mobilità, crisi e cambio modale

città metropolitane: Mobilità, crisi e cambio modale città metropolitane: Mobilità, crisi e cambio modale In questa fermata Audimob, l analisi dei dati riguarda un approfondimento su scelte e possibili cambiamenti per la domanda di mobilità dei cittadini

Dettagli

vista la L.R. n. 7 del 04/02/1997, artt. 4 e 5; vista la L.R. 28/2001; vista la L.R. 18/2004;

vista la L.R. n. 7 del 04/02/1997, artt. 4 e 5; vista la L.R. 28/2001; vista la L.R. 18/2004; 6812 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 24 del 20 02 2014 3. Di dare atto che il provvedimento viene redatto in forma integrale e per estratto, con parti oscurate non necessarie ai fini di pubblicità

Dettagli

I Woonerven: ESEMPI EUROPEI

I Woonerven: ESEMPI EUROPEI SVIZZERA Aarau: cuscino berlinese in una via residenziale SVIZZERA Berna: porta di ingresso ad una via residenziale SVIZZERA Dietikon: continuitàtra via, area di sosta e area di svago SVIZZERA Friburgo:

Dettagli

I BORGHI DELLA VALNERINA

I BORGHI DELLA VALNERINA CASTELDILAGO E VALNERINA 1 I BORGHI DELLA VALNERINA PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO E RIQUALIFICAZIONE DELL OFFERTA TURISTICA La Cooperativa Ergon, attuale proprietaria di un consistente patrimonio

Dettagli

Progetto Bike Tourism per la valorizzazione e la promozione sostenibile delle risorse endogene transfrontaliere

Progetto Bike Tourism per la valorizzazione e la promozione sostenibile delle risorse endogene transfrontaliere Progetto co-finanziato attraverso il Programma Interreg IV Italia-Austria (FESR) Progetto Bike Tourism per la valorizzazione e la promozione sostenibile delle risorse endogene transfrontaliere Istituzione

Dettagli

MILANO - MARTEDÌ, 5 MAGGIO 2009. Sommario

MILANO - MARTEDÌ, 5 MAGGIO 2009. Sommario REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE MILANO - MARTEDÌ, 5 MAGGIO 2009 1º SUPPLEMENTO ORDINARIO Sommario Anno XXXIX - N. 89 - Poste Italiane - Spedizione in abb. postale - 45% - art. 2, comma 20/b -

Dettagli

Primo Incontro di ascolto in Zona 2

Primo Incontro di ascolto in Zona 2 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Primo Incontro di ascolto in Zona 2 Cascina Cattabrega,via Trasimeno 49 20 luglio 2015 All incontro hanno preso parte 36 persone. I partecipanti sono stati 25

Dettagli

MI-01 Il Mincio dal Garda a Mantova

MI-01 Il Mincio dal Garda a Mantova MI-01 Lombardia in bicicletta - Itinerari Partenza: Peschiera del Garda, stazione ferroviaria Arrivo: Mantova, stazione ferroviaria Lunghezza Totale (km): 46.0 Percorribilità: In bicicletta Tempo di percorrenza

Dettagli

Note su incontro del 3 dicembre 2014 con il consigliere comunale Maurizio Policastro su PGTU

Note su incontro del 3 dicembre 2014 con il consigliere comunale Maurizio Policastro su PGTU Note su incontro del 3 dicembre 2014 con il consigliere comunale Maurizio Policastro su PGTU (redatto il 4 dicembre 2014) 1 SINTESI... 1 2 IL PGTU... 1 2.1 IL PGTU IN BREVE... 2 2.2 LE 6 AREE DI ROMA...

Dettagli

Cicloturismo: un opportunità di sviluppo per il Friuli Venezia Giulia. Elisabetta Rosso Per il Coordinamento regionale FIAB FVG

Cicloturismo: un opportunità di sviluppo per il Friuli Venezia Giulia. Elisabetta Rosso Per il Coordinamento regionale FIAB FVG Cicloturismo: un opportunità di sviluppo per il Friuli Venezia Giulia Elisabetta Rosso Per il Coordinamento regionale FIAB FVG AGENDA 1. Cos'è la FIAB 2. Perché investire sul CICLOTURISMO 3. NUMERI sul

Dettagli

Le Università e la Ciclabilità. Luca Studer con Rosanna Iuliano e Marco Ponti Laboratorio Mobilità e Trasporti www.trasporti.polimi.

Le Università e la Ciclabilità. Luca Studer con Rosanna Iuliano e Marco Ponti Laboratorio Mobilità e Trasporti www.trasporti.polimi. Le Università e la Ciclabilità con Rosanna Iuliano e Marco Ponti Laboratorio Mobilità e Trasporti www.trasporti.polimi.it Genova 12 dicembre 2013 Indice 2 1. Il progetto Campus Sostenibile 2. La nuova

Dettagli

Ti presento il POR FESR

Ti presento il POR FESR UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale CONCORSO ALLA SCOPERTA DEL POR LOMBARDIA. Seconda edizione Ti presento Guida alle tematiche del concorso Alla scoperta del POR Lombardia 1 1. La politica

Dettagli

Una pedalata per il territorio: le esperienze di successo dell Alto Adige e della ciclabile Brennero- Verona

Una pedalata per il territorio: le esperienze di successo dell Alto Adige e della ciclabile Brennero- Verona Una pedalata per il territorio: le esperienze di successo dell Alto Adige e della ciclabile Brennero- Verona Andreas Pichler, Direttore Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige Turismo (ciclabile) in Alto Adige

Dettagli

Facoltà di Ingegneria. Gruppo Trasporti del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale dei Materiali (DICAM)

Facoltà di Ingegneria. Gruppo Trasporti del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale dei Materiali (DICAM) BANDO Concorso fotografico e di cortometraggi SAFETY ON THE ROAD La Presidenza della Facoltà di Ingegneria dell Università degli Studi di Palermo con la collaborazione della Fondazione Marida Correnti

Dettagli

Chiarimenti normativi ministeriali in materia stradale

Chiarimenti normativi ministeriali in materia stradale Chiarimenti normativi ministeriali in materia stradale Ing. Enrico Chiarini Premessa Questo documento, redatto in forma personale, raccoglie alcune richieste di parere e alcune richieste di chiarimento

Dettagli

Prot. n. 17968 Treviso, 8 febbraio 2013. Concorso La scuola va in città: - CO 2 + Allegria, a.s. 2012/2013

Prot. n. 17968 Treviso, 8 febbraio 2013. Concorso La scuola va in città: - CO 2 + Allegria, a.s. 2012/2013 Prot. n. 17968 Treviso, 8 febbraio 2013 Concorso La scuola va in città: - CO 2 + Allegria, a.s. 2012/2013 La mobilità nelle città è un tema cruciale che si è imposto con forza all attenzione dell opinione

Dettagli

REGIONE PUGLIA Assessorato ai Trasporti Settore Sistema Integrato Trasporti P.O. Mobilità Sostenibile e Ciclabilità

REGIONE PUGLIA Assessorato ai Trasporti Settore Sistema Integrato Trasporti P.O. Mobilità Sostenibile e Ciclabilità Project CY.RO.N.MED (A.1.223) - CYCLE ROUTE NETWORK OF THE MEDITERRANEAN Proposta di Piano di Rete Ciclabile di Area vasta Descrizione della proposta Contesto di riferimento Secondo dati ufficiali dell

Dettagli

Mobility management e ciclabilità al Politecnico

Mobility management e ciclabilità al Politecnico Mobility management e ciclabilità al Politecnico Intervista di Governance International con l Arch. Enrico Prevedello, mobility manager al Politecnico di Milano Introduzione Secondo le statistiche, Milano

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA VALORIZZAZIONE STRATEGICA DEI TERRITORI DELL ASTA FLUVIALE DEL PO

PROTOCOLLO D INTESA PER LA VALORIZZAZIONE STRATEGICA DEI TERRITORI DELL ASTA FLUVIALE DEL PO COMUNE DI PIACENZA PROTOCOLLO D INTESA PER LA VALORIZZAZIONE STRATEGICA DEI TERRITORI DELL ASTA FLUVIALE DEL PO TRA COMUNE DI CREMONA COMUNE DI PIACENZA PROVINCIA DI LODI.,.ottobre 2015 Premesso che: L

Dettagli

Premessa. Sintesi dei risultati dell indagine pag. 1. Scheda metodologica e composizione del campione pag. 3

Premessa. Sintesi dei risultati dell indagine pag. 1. Scheda metodologica e composizione del campione pag. 3 Indice Premessa Sintesi dei risultati dell indagine pag. 1 Scheda metodologica e composizione del campione pag. 3 L utilizzo delle bicicletta nella Città di Torino pag. 6 Bicicletta in Città gruppi a confronto

Dettagli

SESTA EDIZIONE DEL CONCORSO DI IDEE. Regolamento Piccoli e grandi inventori crescono

SESTA EDIZIONE DEL CONCORSO DI IDEE. Regolamento Piccoli e grandi inventori crescono SESTA EDIZIONE DEL CONCORSO DI IDEE Regolamento Piccoli e grandi inventori crescono Art.1 Premesse e finalità Il premio è rivolto agli studenti degli ultimi due anni del ciclo di studi delle scuole primarie

Dettagli

area tematica: MOBILITÀ TRASPORTI SISTEMA INFRASTRUTTURALE

area tematica: MOBILITÀ TRASPORTI SISTEMA INFRASTRUTTURALE Tabella A. area tematica: MOBILITÀ TRASPORTI SISTEMA INFRASTRUTTURALE sottotemi Analisi delle dinamiche e delle criticità Consistente pendolarismo caratterizzato da uno scarso uso del mezzo pubblico (gli

Dettagli

Lavori di realizzazione Nuovi percorsi pedonali e ciclabili dall incrocio di via Sardegna / via Cagliari alla fermata metropolitana Assemini

Lavori di realizzazione Nuovi percorsi pedonali e ciclabili dall incrocio di via Sardegna / via Cagliari alla fermata metropolitana Assemini RELAZIONE GENERALE DESCRIZIONE DEL PROGETTO Nonostante nel Comune di Assemini siano presenti tre fermate della linea metropolitana, la zona più densamente popolata è anche quella meno servita dal collegamento

Dettagli

Manifesto per la Mobilità Nuova a Perugia

Manifesto per la Mobilità Nuova a Perugia 1/6 Forum Nuova Mobilità Umbria, Salviamo il Paesaggio Perugia, Legambiente Umbria, ACU Umbria, Unione Nazionale Consumatori, Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada, Monimbò Bottega del

Dettagli

Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI

Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI AGRICOLTURA COMMERCIO TURISMO ARTIGIANATO In questi anni l Amministrazione Comunale ha portato avanti l azione

Dettagli

4 Partnership Meeting 18.6.2013 Trieste Sala Tessitori del Consiglio regionale della Regione FVG

4 Partnership Meeting 18.6.2013 Trieste Sala Tessitori del Consiglio regionale della Regione FVG 4 Partnership Meeting 18.6.2013 Trieste Sala Tessitori del Consiglio regionale della Regione FVG Vegal: Cinzia Gozzo, Diego Gallo APT Venezia: Paola Basso Indice della presentazione 1 SCHEDE TAPPE PERCORSO

Dettagli

PISTOIA ED IL COMMERCIO

PISTOIA ED IL COMMERCIO Pistoia PISTOIA ED IL COMMERCIO FAR VIVERE E RILANCIARE IL COMMERCIO NEL CENTRO STORICO È NECESSARIO UN ACCORDO CONDIVISO Pistoia Confesercenti ha dimostrato di avere a cuore il commercio del centro storico.

Dettagli

ALLEGATO B. Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani

ALLEGATO B. Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani ALLEGATO B Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani Questa parte è dedicata alla presentazione della fase analitica e valutativa della qualità degli spazi verdi

Dettagli

REGIONE TOSCANA. Bando per l'assegnazione di bonus acquisto bici per i pendolari

REGIONE TOSCANA. Bando per l'assegnazione di bonus acquisto bici per i pendolari Allegato 1 REGIONE TOSCANA Direzione Politiche della Mobilità, Infrastrutture e Trasporto pubblico locale Settore Amministrativo e Contabile per il Trasporto Pubblico Locale Bando per l'assegnazione di

Dettagli

Contenuti: COMPENDIO NAZIONALE SU TURISMO E MOBILITA' SOSTENIBILE ITALIA

Contenuti: COMPENDIO NAZIONALE SU TURISMO E MOBILITA' SOSTENIBILE ITALIA COMPENDIO NAZIONALE SU TURISMO E MOBILITA' SOSTENIBILE ITALIA Contenuti: 1. Presentazione del progetto SEEMORE 2. Sviluppi nazionali su turismo e mobilità sostenibile 3. Azioni SEEMORE nella Provincia

Dettagli

Comune di Firenze P.I.U.S.S. AREA METROPOLITANA FIORENTINA LA CITTA DEI SAPERI

Comune di Firenze P.I.U.S.S. AREA METROPOLITANA FIORENTINA LA CITTA DEI SAPERI Comune di Scandicci Provincia di Firenze Comune di Firenze P.I.U.S.S. AREA METROPOLITANA FIORENTINA LA CITTA DEI SAPERI LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER

Dettagli

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Scheda tecnica MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Redazione a cura di Contesto Oramai in molte realtà urbane è diventato difficoltoso riuscire a percorrere il tragitto che separa la

Dettagli

European Mobility Week. Palermo 16/22 settembre. Mobilità sostenibile a Palermo

European Mobility Week. Palermo 16/22 settembre. Mobilità sostenibile a Palermo European Mobility Week Palermo 16/22 settembre Mobilità sostenibile a Palermo A A sampler (of benzene level) in a central street: Via Roma Zone a traffico limitato ZTL A = auto Euro 3 and Euro 4 e mezzi

Dettagli

LE ROTATORIE DI SECONDA GENERAZIONE

LE ROTATORIE DI SECONDA GENERAZIONE LE ROTATORIE DI SECONDA GENERAZIONE Alcuni criteri di pianificazione delle rotatorie Cenni alla manualistica della Regione Piemonte, della Regione Lombardia e di altri Paesi europei Torino, 14 DICEMBRE

Dettagli

REGIONE EMILIA ROMAGNA RETE PREVISIONALE DELLE CICLOVIE REGIONALI RELAZIONE TECNICA

REGIONE EMILIA ROMAGNA RETE PREVISIONALE DELLE CICLOVIE REGIONALI RELAZIONE TECNICA 2 REGIONE EMILIA ROMAGNA RETE PREVISIONALE DELLE CICLOVIE REGIONALI RELAZIONE TECNICA INDICE PREMESSA... 3 CAP. 1 Finalità e obiettivi strategici... 6 CAP. 2 Pianificazione... 8 CAP. 3 La rete di ciclovie...

Dettagli

AGGREGAZIONE COMUNI PROVINCIA DI AVELLINO CAPOFILA COMUNE DI FRIGENTO

AGGREGAZIONE COMUNI PROVINCIA DI AVELLINO CAPOFILA COMUNE DI FRIGENTO Stradale. Procedura concorsuale per l'assegnazione di contributi finanziari ai Regione Campania Decreto Dirigenziale 54 del 25/03/2013 COMUNI AZIONI PER LA SICUREZZA STRADALE PREMESSA...3 SETTORE A...3

Dettagli

PROGETTO DECÒ TER - DESIGN È COMPETITIVITÀ PER IL TERZIARIO BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI IDEE PROGETTUALI PROPOSTE DA GIOVANI DESIGNER

PROGETTO DECÒ TER - DESIGN È COMPETITIVITÀ PER IL TERZIARIO BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI IDEE PROGETTUALI PROPOSTE DA GIOVANI DESIGNER PROGETTO DECÒ TER - DESIGN È COMPETITIVITÀ PER IL TERZIARIO Allegato A BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI IDEE PROGETTUALI PROPOSTE DA GIOVANI DESIGNER INDICE 1. INFORMAZIONI GENERALI 1.1 Premessa 1.2 Riferimenti

Dettagli

Cittadini e Amministrazione insieme per progettare il nuovo volto del Centro Storico. Sala della Giostra 19/09/2015

Cittadini e Amministrazione insieme per progettare il nuovo volto del Centro Storico. Sala della Giostra 19/09/2015 Cittadini e Amministrazione insieme per progettare il nuovo volto del Centro Storico Sala della Giostra 19/09/2015 Presentazione Risultati - Il programma Accoglienza partecipanti e caffè di benvenuto Presentazione

Dettagli

STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1

STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 Sabrina Spaghi Università

Dettagli

Progettazione della circolazione urbana

Progettazione della circolazione urbana Norme per i Piani Urbani del Traffico (PUT): Art. 36 del C.d.S. Direttive per la redazione, adozione ed attuazione dei PUT (D.M. LL.PP. G.U. del 24.06.1995, n 146) [redatte su indicazioni del CIPET] 1

Dettagli

Tesi Sistema di monitoraggio e condivisione delle problematiche legate alla ciclo-mobilità urbana

Tesi Sistema di monitoraggio e condivisione delle problematiche legate alla ciclo-mobilità urbana Università IUAV di Venezia Facoltà di Pianificazione del Territorio Laurea magistrale in Sistemi Informativi Territoriali e Telerilevamento Tesi Sistema di monitoraggio e condivisione delle problematiche

Dettagli

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili

Dettagli

Le tendenze applicative

Le tendenze applicative Le tendenze applicative La scelta della tipologia da adottare Le misure inizialmente usate erano quelle di controllo del volume di traffico. Le comunità hanno spostato l attenzione verso le misure di controllo

Dettagli

INDAGINE SUL CICLOTURISMO IN TRENTINO. - estate 2009 -

INDAGINE SUL CICLOTURISMO IN TRENTINO. - estate 2009 - Osservatorio Provinciale per il Turismo Servizio Turismo - Provincia Autonoma Trento www.turismo.provincia.tn.it/osservatorio/ Ufficio Piste ciclopedonali Servizio Conservazione della natura e valorizzazione

Dettagli

Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione del Territorio

Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione del Territorio Università degli Studi di Firenze - Facoltà di Architettura Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione del Territorio UNA RETE DI GREENWAYS PER IL TERRITORIO DEL COMUNE DI PRATO: occasioni di riqualificazione

Dettagli

PREMIO MARCHE ARCHITETTURA

PREMIO MARCHE ARCHITETTURA PREMIO MARCHE ARCHITETTURA Organizzato da: Università Politecnica delle Marche DARDUS Dipartimento di Architettura, Rilievo, Disegno, Urbanistica e Storia Patrocinato da: Regione Marche Con la collaborazione:

Dettagli

Campo prova per la formazione e la sicurezza stradale centro didattico polivalente per il perfezionamento alla guida

Campo prova per la formazione e la sicurezza stradale centro didattico polivalente per il perfezionamento alla guida Con il patrocinio del Comune, della Provincia e dell Osservatorio Provinciale Sicurezza Stradale di Reggio Emilia 0522 33 16 80 Campo prova per la formazione e la sicurezza stradale centro didattico polivalente

Dettagli

!"" #""$%&! #'$ " # &%"!$! ' &!"" &$)#$*!"!# + $!# &'$!$"!#$"$

! #$%&! #'$  # &%!$! ' &! &$)#$*!!# + $!# &'$!$!#$$ !"" #""$%&! #'$ % ( " # &%"!$! ' &!"" &$)#$*!"!# + $!# &'$!$"!#$"$ L anno duemilasette il giorno trenta del mese di maggio nella sala Informalavoro del Comune di Busalla, TRA Il Presidente in rappresentanza

Dettagli

Ponte Foce del Saline. Variante P. Definitivo Montesilvano 3 Marzo 2013

Ponte Foce del Saline. Variante P. Definitivo Montesilvano 3 Marzo 2013 www.webstrade.it Ponte Foce del Saline. Variante P. Definitivo Montesilvano 3 Marzo 2013 PROPOSTA DI VARIANTE DEL PROGETTO DEFINITIVO DEL PONTE FOCE DEL SALINE, IN RELAZIONE ALLA RIQUALIFICAZIONE DEL PP1

Dettagli

Confcommercio Associazione Territoriale di Abbiategrasso

Confcommercio Associazione Territoriale di Abbiategrasso BANDO DISCIPLINARE PER IL CONCORSO DI IDEE PER LA PROGETTAZIONE DEL MARCHIO RAPPRESENTATIVO DEL DISTRETTO DIFFUSO DEL COMMERCIO DI ABBIATEGRASSO E ROBECCO SUL NAVIGLIO Confcommercio Associazione Territoriale

Dettagli

Secondo Bando. Provincia di Roma

Secondo Bando. Provincia di Roma Provincia di Roma Programma per la formazione di interventi integrati di valorizzazione e sviluppo degli insediamenti storici della Provincia di Roma - PRO.V.I.S. 2007 Secondo Bando Programma per la formazione

Dettagli

proposta per Le forme della Riqualificazione

proposta per Le forme della Riqualificazione proposta per In Urbe Le forme della Riqualificazione 20 anni di esperienza per 10 milioni di mq costruiti. In questa unica frase si racchiude la chiave del successo di Vibrotek, azienda specializzata nella

Dettagli

normativa in materia di

normativa in materia di Proposte di modifica normativa in materia di mobilità ciclistica Ing. Enrico Chiarini Coordinatore Area Tecnica FIAB Ing. Enrico Chiarini Proposte di modifica normativa in materia di mobilità ciclistica

Dettagli

La Nabla Quadro s.r.l.

La Nabla Quadro s.r.l. La Nabla Quadro s.r.l. Nasce dall iniziativa di ingegneri con esperienza decennale nell ambito dello studio e controllo delle ricadute ambientali dovute alla costruzione e all esercizio di infrastrutture

Dettagli

Elaborato n 1 RELAZIONE TECNICA

Elaborato n 1 RELAZIONE TECNICA COMUNE DI TURRIACO PROVINCIA DI GORIZIA LAVORI DI SISTEMAZIONE VIABILITA PER REALIZZAZIONE DI UN PERCORSO CICLABILE - PEDONALE E SUPERAMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE IN VIA AQUILEIA, VIA ROMA, VIA MEITNER,

Dettagli

Lez. 10 Piani Urbani del traffico e Piani della mobilita

Lez. 10 Piani Urbani del traffico e Piani della mobilita Laurea Magistrale in Architettura e innovazione Sviluppo Urbano Sostenibile AA 2013-14 Prof. Maria Rosa Vittadini mariaros@iuav.it Lez. 10 Piani Urbani del traffico e Piani della mobilita Piani urbani

Dettagli

Il progetto Movicentro: l esperienza del Comune di Cuneo. Città di Cuneo Assessorato alla mobilità e ai trasporti

Il progetto Movicentro: l esperienza del Comune di Cuneo. Città di Cuneo Assessorato alla mobilità e ai trasporti Negli ultimi anni i livelli di traffico e di inquinamento atmosferico registrati a Cuneo hanno indotto istituzioni e cittadini all adozione di nuove e più sostenibili modalità di spostamento. Il Comune

Dettagli

Piazzale Michelangelo, S. Leonardo, Arcetri e Pian de Giullari

Piazzale Michelangelo, S. Leonardo, Arcetri e Pian de Giullari Cascine Argingrosso e borghi antichi Albereta Rovezzano e i mulini Bellosguardo e Monteoliveto Castello e le ville medicee Piazzale Michelangelo, S. Leonardo, Arcetri e Pian de Giullari Ponte a Mensola

Dettagli

Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km

Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km 1. CARATTERISTICHE DELLA LINEA Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km 2. IL RUOLO DELLE GREENWAYS

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Relazione di indirizzo politico-programmatico in tema di mobilità nella Città di Carpi

Relazione di indirizzo politico-programmatico in tema di mobilità nella Città di Carpi Relazione di indirizzo politico-programmatico in tema di mobilità nella Città di Carpi L'Amministrazione Comunale di Carpi ha tra i suoi obbiettivi prioritari la valorizzazione dell'ambiente urbano attraverso

Dettagli

Regione Liguria Consiglio Regionale Assemblea Legislativa della Liguria Comitato Regionale per le Comunicazioni (Co.Re.Com.)

Regione Liguria Consiglio Regionale Assemblea Legislativa della Liguria Comitato Regionale per le Comunicazioni (Co.Re.Com.) Regione Liguria Consiglio Regionale Assemblea Legislativa della Liguria Comitato Regionale per le Comunicazioni (Co.Re.Com.) Segreteria Co.Re.Com. Via Fieschi 15 Genova Orario al pubblico: dal lunedì al

Dettagli

Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE COMUNALE O PROVINCIALE ESEMPIO

Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE COMUNALE O PROVINCIALE ESEMPIO Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE COMUNALE O PROVINCIALE ESEMPIO Si prega di compilare il seguente questionario, costituente parte integrante dell iter per l attribuzione del

Dettagli

SERVIZIO INQUINAMENTO ATMOSFERICO, ACUSTICO E RISCHI INDUSTRIALI

SERVIZIO INQUINAMENTO ATMOSFERICO, ACUSTICO E RISCHI INDUSTRIALI SERVIZIO INQUINAMENTO ATMOSFERICO, ACUSTICO E RISCHI INDUSTRIALI VISTA la legge 8 luglio 1986, n. 349, che ha istituito il Ministero dell Ambiente e ne ha definito le funzioni; VISTA la legge 3 marzo 1987,

Dettagli

via Calzolai via Malpasso

via Calzolai via Malpasso Nel corso del 2015 il Comune di Ferrara ha realizzato un grosso intervento di ricucitura di un percorso ciclo-pedonale che nel suo complesso attraversa i centri abitati di Francolino, Malborghetto di Boara,

Dettagli

BANDO CONCORSO FOTOGRAFICO E DI DOCUMENTAZIONE L UMBRIA E I SUOI PAESAGGI NELLA MEMORIA STORICA

BANDO CONCORSO FOTOGRAFICO E DI DOCUMENTAZIONE L UMBRIA E I SUOI PAESAGGI NELLA MEMORIA STORICA Direzione Programmazione, innovazione e competitività dell Umbria Ambito di coordinamento: Territorio, Infrastrutture e Mobilità Servizio Valorizzazione del territorio e tutela del paesaggio, promozione

Dettagli