Lingue straniere (biennio e triennio del Linguistico)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lingue straniere (biennio e triennio del Linguistico)"

Transcript

1 Lingue straniere (biennio e triennio del Linguistico) PREMESSA Sono presentati obiettivi comuni che riguardano le competenze comunicative, gli obiettivi specifici relativi al singolo indirizzo, i criteri di verifica e di valutazione adottati dai docenti di lingua straniera e illustrati distintamente per biennio e triennio. Le lingue insegnate nel nostro istituto sono: inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo sia nel biennio che nel triennio. Gli obiettivi comuni di tutte le lingue insegnate nel nostro istituto sono definiti con riferimento al Quadro Comune Europeo di riferimento per le lingue (Consiglio d'europa - Strasburgo, 1998) che prevede i seguenti livelli: Al, A2, B 1, B2, C l, C2.* (In Allegato si possono consultare la griglia riassuntiva dei diversi livelli con le rispettive attività comunicative e le competenze indicate dal Quadro Comune Europeo cfr. Quadro comune europeo di riferimento, Cap , Tabella 6.) BIENNIO LICEO LINGUISTICO Alla fine del biennio del Liceo Linguistico si prevede il raggiungimento dei seguenti livelli: Bl (Inglese) - A2 (seconda e terza lingua). Per la lingua russa il livello raggiungibile di certificazione alla fine del primo biennio è A1, in quanto il livello A2 prevede la conoscenze e l'uso di tutti i casi, degli aspetti imperfettivo e perfettivo dei verbi e di verbi di moto; conoscenze che, verosimilmente, possono essere considerate apprese sola alla fine della classe terza. Anche per la lingua tedesca si potrà raggiungere al termine del primo biennio il livello A1, poiché parte del programma grammaticale prevista per A2 verrà affrontata nel primo quadrimestre della classe terza. Livello base Autonomo A2 Comprende frasi ed espressioni di uso frequente relative ad ambiti di immediata rilevanza (es. informazioni personali e familiari di base, fare la spesa, la geografia locale, l'occupazione). Comunica in attività semplici e di routine che richiedono un semplice scambio di informazioni su argomenti familiari e comuni. Sa descrivere in termini semplici aspetti del suo background, dell'ambiente circostante e sa esprimere bisogni immediati. B1 Comprende i punti chiave di argomenti familiari che riguardano la scuola, il tempo libero ecc. Sa muoversi con disinvoltura in situazioni che possono verificarsi mentre viaggia nel paese in cui si parla la lingua. E' in grado di produrre un testo semplice relativo ad argomenti che siano familiari o di interesse personale. E' in grado di descrivere esperienze ed avvenimenti, sogni, speranze e ambizioni e spiegare brevemente le ragioni delle sue opinioni e dei suoi progetti. OBIETTIVI Conoscenza di base delle strutture grammaticali, funzioni comunicative, lessico, aspetti di vita e cultura del paese di cui si studia la lingua. Competenza linguistico-comunicativa comprendere in modo globale brevi testi orali e scritti su argomenti noti inerenti alla sfera personale

2 e sociale; produrre brevi testi orali e scritti per descrivere in modo semplice persone e situazioni; partecipare a brevi conversazioni e interagisce in semplici scambi su argomenti noti di interesse personale; riflettere sul sistema (fonologia, morfologia, sintassi, lessico, ecc.) e sulle funzioni linguistiche, anche in un ottica comparativa con la lingua italiana; riflettere sulle strategie di apprendimento della lingua straniera al fine di sviluppare autonomia nello studio. Competenze culturali comprendere e analizzare aspetti relativi alla cultura dei paesi in cui si parla la lingua, con particolare riferimento all ambito sociale; analizzare semplici testi orali, scritti, iconico-grafici su argomenti di interesse personale e sociale; confrontare aspetti della propria cultura con aspetti relativi alla cultura dei paesi in cui la lingua è parlata. Modalità di verifica e valutazione TEST D'INGRESSO (INGLESE) Sarà effettuato un test d'ingresso di Inglese per le classi prime, uguale in tutte le classi. Il test è strutturato e mira a valutare la competenza linguistica su aspetti comunicativi, lessicali e grammaticali ed anche la capacità di comprensione di un testo, in riferimento ad un livello elementare. TEST D'USCITA ALLA FINE DEL BIENNIO. Si effettueranno test finali in tutte le lingue studiate, comuni per tutte le classi seconde. PROVE COMUNI Sono possibili prove comuni per classi parallele nel corso dell'anno. PROVE DI VERIFICA Frequenza: minimo quattro per quadrimestre Tipologia ( a scelta fra): esercizi di diverso tipo, prevalentemente a risposta chiusa (scelta multipla, inserimento, completamento o costruzione di dialoghi, formulazione di domande su risposte date, etc.). comprensione di un testo scritto, prevalentemente di tipo narrativo o espositivo. produzione di un breve testo su modello e/o su argomenti trattati in classe. traduzione in lingua di brevi e semplici frasi strettamente legate al lessico ed alle strutture grammaticali e situazioni comunicative esercitate. Conversazione su esperienze personali e argomenti di carattere quotidiano. Esposizione orale di argomenti relativi alla cultura dei paesi di cui si studia la lingua. un significativo numero di sondaggi dal posto. test di ascolto e comprensione. prove di dettato. Nelle singole verifiche verrà usata la scala completa dei voti (da 1 a 10). Valutazione Al termine del primo quadrimestre sia l insegnante titolare che il docente di conversazione esprimeranno la propria valutazione con un voto ciascuno. La valutazione formativa si baserà esclusivamente sui risultati ottenuti in rapporto agli obiettivi cognitivi della disciplina fissati in precedenza. La valutazione finale sommativa terrà conto sia degli aspetti cognitivi che degli aspetti non-cognitivi (interesse e coinvolgimento, impegno e puntualità nell'eseguire i compiti assegnati, progressi compiuti nel

3 corso dell'anno) e sarà espressa da un voto unico. Trasparenza dei criteri dei voti All'alunno verranno comunicati i criteri di valutazione e sarà reso esplicito il livello di competenza che si dovrà raggiungere per essere ritenuto sufficiente. I risultati delle verifiche scritte ed orali verranno sempre comunicati (con tempi e modalità diverse). I compiti scritti possono, su richiesta, essere fotocopiati dallo studente. GRIGLIA DI VALUTAZIONE Voto Impegno ed interesse Risultati e progressi 1-2 Lo studente non partecipa ai processi di apprendimento Non si evidenzia alcun tipo di progresso Lo studente non raggiunge gli obiettivi prefissati: Lo studente non partecipa o partecipa minimamente la comunicazione è impedita dalle diffusissime e/o ai processi di apprendimento se non in modo gravi carenze lessicali e strutturali. saltuario e privo di efficacia Nel corso dell' anno, inoltre, non si rivela alcun Lo studente dimostra un modesto coinvolgimento nei processi di apprendimento che segue spesso con superficialità e in modo discontinuo Lo studente dimostra un soddisfacente coinvolgimento nei processi di apprendimento che segue comunque con efficacia, anche se non sempre in modo costante Lo studente dimostra un buon coinvolgimento nei processi di apprendimento che segue con discreta costanza. Lo studente dimostra un coinvolgimento molto buono nei processi di apprendimento. significativo miglioramento. Lo studente raggiunge solo parzialmente gli obiettivi. Commette un considerevole numero di errori e non sa esprimersi con accuratezza ed efficacia. Risulta incapace di evitare di ripetere, anche se più volte corretto, gli stessi errori, di cui dimostra in genere scarsa consapevolezza Lo studente raggiunge solo la competenza essenziale in quanto non riesce sempre ad esporre le proprie conoscenze con accuratezza e precisione. Nel corso dell' anno si rilevanoperò lenti ma costanti progressi. Lo studente raggiunge la maggior parte degli obiettivi prefissati e consegue mediamente votazioni elevate nelle singole prove. Lo studente raggiunge gli obiettivi prefissati e consegue mediamente votazioni elevate nelle singole prove. Lo studente dimostra un ottimo o eccellente Lo studente raggiunge gli obiettivi prefissati e coinvolgimento e una propensione ad approfondire consegue mediamente votazioni molto elevate. lo studio in modo autonomo. Secondo biennio e quinta classe del liceo linguistico Gli obiettivi comuni sono definiti con riferimento al Quadro Comune Europeo di riferimento per le lingue (Consiglio d'europa Strasburgo, 1998) che prevede i seguenti livelli: Al, A2, B l, B2, Cl, C2. In Allegato si possono consultare la griglia riassuntiva dei diversi livelli e le rispettive attività comunicative e le competenze indicate dal Quadro Comune Europeo-(cfr. Quadro comune europeo di riferimento, Cap , Tabella 6.). Alla fine del triennio si prevede il raggiungimento dei seguenti livelli:

4 Inglese: B2 (C1) Seconda e Terza lingua: B1 (B2) B2 Comprende le idee principali di testi complessi su argomenti sia concreti che astratti, comprese le discussioni tecniche nel suo campo di specializzazione. È in grado di interagire con una certa scioltezza e spontaneità che rendono possibile un'interazione naturale con i parlanti nativi senza sforzo per l'interlocutore. Sa produrre un testo chiaro e dettagliato su un'ampia gamma di argomenti e spiegare un punto di vista su un argomento fornendo i pro e i contro delle varie opzioni. Cl Comprende un'ampia gamma di testi complessi e lunghi e ne sa riconoscere il significato implicito. Si esprime con scioltezza e naturalezza. Usa la lingua in modo flessibile ed efficace per scopi sociali, professionali e accademici. Riesce a produrre testi chiari, ben costruiti, dettagliati su argomenti complessi, mostrando un sicuro controllo della struttura testuale, dei connettori e degli elementi di coesione. OBIETTIVI Nel corso del triennio le quattro abilità (saper comprendere, parlare, leggere e scrivere) saranno sviluppate attraverso l'acquisizione di contenuti linguistici e culturali. Sarà dedicata particolare attenzione al raggiungimento dei seguenti obiettivi: Lingua Saper comprendere in maniera globale e in modo analitico testi scritti di carattere letterario e di attualità. Saper produrre testi di tipo descrittivo, espositivo, argomentativo, su temi di attualità, letteratura, cinema, arte, ecc. Saper esporre oralmente e in modo argomentato le proprie conoscenze sugli stessi temi. Saper rispondere a domande di comprensione su testi di varia difficoltà, anche specialistici o letterari. Saper riflettere sul sistema linguistico e sugli usi linguistici in un ottica comparativa con le altre lingue studiate. Utilizzare la lingua straniera come mezzo di comunicazione in occasione di eventuali stage di lavoro all'estero e in Italia. Saper usare il dizionario bilingue e monolingue. Cultura Saper riconoscere i generi letterari e le costanti che li caratterizzano: prosa - poesia teatro. Saper comprendere ed interpretare testi o altri prodotti di carattere letterario, sociale o artistico. Saper analizzare produzioni artistiche di varia natura utilizzando le nuove tecnologie dell informazione e della comunicazione come mezzo di approfondimento autonomo. PROVE DI VERIFICA Frequenza: minimo quattro per quadrimestre. Tipologia (a scelta tra): Comprensione del testo con domande aperte Riassunti Saggi brevi Composizioni di vario genere (descrizioni di persone o luoghi; narrazioni; articoli giornalistici; descrizioni di eventi; lettere personali o formali; composizioni argomentative; recensioni di libri o

5 film). Test grammaticali/lessicali di diverso tipo, prevalentemente a risposta chiusa (scelta multipla, inserimento, completamento o costruzione di dialoghi, formulazione di domande su risposte date, etc.). Traduzione di brevi frasi. Esposizione orale delle conoscenze acquisite sugli argomenti svolti. Presentazione orale di ricerche svolte individualmente o in gruppo su argomenti di natura sociale, artistica, storica o letteraria. Un significativo numero di sondaggi dal posto. Test di ascolto e comprensione. Prove di dettato. Verifiche su argomenti di civiltà. Nelle singole verifiche verrà usata la scala completa dei voti (da 1 a 10). VALUTAZIONE Al termine del primo quadrimestre sia l insegnante titolare che il docente di conversazione esprimeranno la propria valutazione con un voto ciascuno. La valutazione formativa si baserà esclusivamente sui risultati ottenuti in rapporto agli obiettivi della disciplina fissati in precedenza. La valutazione finale sommativa terrà conto sia degli aspetti cognitivi che degli aspetti non-cognitivi (interesse e coinvolgimento, impegno e puntualità nell'eseguire i compiti assegnati, progressi compiuti nel corso dell'anno) e sarà espressa da un voto unico. TRASPARENZA DEI CRITERI E DEI VOTI All'alunno verranno comunicati i criteri di valutazione e sarà reso esplicito il livello di competenza che si dovrà raggiungere per essere ritenuto sufficiente. I risultati delle verifiche scritte ed orali verranno sempre comunicati (con tempi e modalità diverse). I compiti scritti possono, su richiesta,essere fotocopiati dallo studente. OBIETTIVI SPECIFICI PER LA CONVERSAZIONE Tali obiettivi valgono per tutto il quinquennio e riguardano i seguenti quattro punti: o Pronuncia: Conoscenza della corretta pronuncia dei vari fonemi che caratterizzano la lingua studiata; riduzione al minimo dell'accento italiano. o Comunicazione: Sviluppo delle capacità espressive e di comprensione della lingua parlata; l'alunno sarà capace di interagire su diverse situazioni e su molteplici argomenti. Vita, cultura e attualità del paese di cui si parla la lingua: conoscenza e capacità di discutere su argomenti di vita, cultura e attualità del paese relativo alla lingua studiata mediante stimoli di vario genere e fonti autentiche (es. letture, giochi, ascolto, audiovisivi, internet e mass media in generale. e Approccio socio-culturale: sviluppo di una sensibilità interculturale attraverso la conoscenza di diverse realtà storico, culturali e sociali. N.B. Le verifiche e i criteri di valutazione della conversazione in lingua straniera si conformano ai criteri della lingua orale già specificati nel quaderno.

6 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLE PROVE ORALI DEL TRIENNIO Fascia Voto Valutazione ECCELLENTE 10 OTTIMO 9 BUONO 8 DISCRETO 7 SUFFICIENTE 6 INSUFFICIENTE 5 NETTAMENTE INSUFFICIENTE 4 Conoscenza coordinata e ampia. Comprensione approfondita. Inquadramento dei contenuti in un ampio contesto di collegamenti anche interdisciplinari e sintesi personali. Espressione fluida e sicura. Conoscenza buona. Comprensione di tutti gli argomenti trattati. Analisi chiare e sintesi organiche. Espressione appropriata con adeguata padronanza delle terminologie specifiche. Conoscenza discreta e comprensione adeguata di tutti gli argomenti trattati. Espressione corretta con analisi chiare ed apprezzabili capacità di sintesi Conoscenza puntuale degli elementi basilari. Comprensione essenziale. Espressione corretta ma elementare Conoscenza non completa degli elementi fondamentali. Comprensione approssimativa. Analisi superficiali. Espressione non sempre chiara e corretta Conoscenza frammentaria. Comprensione limitata. Analisi parziali e scorrette; sintesi confuse. Scarsa proprietà di linguaggio TOTALMENTE INSUFFICIENTE 3-1 Conoscenza di qualche nozione isolata e priva di significato. Comprensione marginale. Espressione scorretta e incoerente GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLE PARTI COMPONENTI LA SECONDA PROVA DELL ESAME DI STATO (in quindicesimi) Comprensione del testo Pertinenza delle risposte Maggioranza di risposte non pertinenti Limitata comprensione del testo (1) Risposte nel complesso accettabili comprensione sufficiente (2) Risposte pertinenti ma non del tutto esaurienti (3) Tutte le risposte sono pertinenti ed esaurienti (4) Riassunto Individuazione delle informazioni chiave Mancata comprensione di parti essenziali del testo (1) Parziale individuazione delle aree principali del testo (2) Personalizzazione delle risposte Scarsa rielaborazione personale del testo (1) Discreta rielaborazione personale del testo (2) Risposte rielaborate in modo personale ed originale (3) Organizzazione e personalizzazione del testo; coesione e coerenza; stile Testo disorganizzato, frammentario e di difficile lettura (1) Idee principali esposte in modo meccanico con rielaborazione scarsa (2) Correttezza morfosintattica Scritto con numerosi errori gravi (1) Lessico Frequenti scorrettezze (1) Molti errori (2) Alcuni errori (2) Alcuni errori (3) Stutture corrette o solo con qualche imprecisione (4) Correttezza morfosintattica Scritto con numerosi errori gravi (1) Sostanzialmente corretto (3) Appropriato e vario (4) Totale: /15 Lessico Lessico scorretto e non pertinente (0) Molti errori (2) Alcuni errori (1)

7 Il testo presenta le idee principali (3) Testo esauriente e pertinente nell argomento e/o nell indicazione dell atteggiamento dell autore (4) Composizione Pertinenza alla traccia Testo di limitata pertinenza alla traccia (1) Testo troppo sintetico, superficiale o poco approfondito (2) Testo pertinente alla traccia ma non del tutto esauriente (3) Testo esauriente e originale (4) Idee esposte in modo coerente con discrete rielaborazione personale e/o utilizzo di connettivi (3) Idee esposte in modo coerente con rielaborazione personale ed un uso appropriato di connettivi (4) Organizzazione del testo, coesione e coerenza, stile Testo disorganizzato e privo di coesione fra le parti (1) Esposizione meccanica, ripetitiva; scarsa coesione fra le parti (2) Esposizione Chiara e ordinate con tentative di utilizzo di connettivi (3) Idee esposte in modo personale, coerente e con un uso appropriato dei connettivi. (4) Alcuni errori (3) Strutture corrette o solo con qualche imprecisione (4) Sostanzialmente corretto (2) Appropriato e vario (3) Totale: /15 Correttezza Lessico morfosintattica Scritto con numerosi Lessico scorretto e non errori gravi (1) pertinente (0) Molti errori (2) Alcuni errori (1) Alcuni errori (3) Strutture corrette o con solo qualche imprecisione (4) Sostanzialmente corretto (2) Appropriato e vario (3) Totale: /15 VALUTAZIONE COMPLESSIVA: /15 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA TERZA PROVA SCRITTA DELL ESAME DI STATO (in quindicesimi) USO DELLA LINGUA - COMPETENZE PUNTI A. Si esprime in forma sciolta e corretta, con poche imprecisioni. 6 B. Si esprime in forma essenzialmente corretta, con pochi errori. 5 C. Lo scritto presenta alcuni errori che non interferiscono con la comunicazione. 4 D (1). Lo scritto presenta diversi errori che non pregiudicano la comunicazione. 3 D (2). Lo scritto presenta pochi errori ma in un testo limitato. E (1). Il testo è molto scorretto e solo parzialmente comprensibile. 2 E (2). Lo scritto è estremamente breve. F (1). Il testo è molto scorretto e di difficile comprensione. 1 F (2). La risposta è assente. CONTENUTI CONOSCENZE A. Risposta completa ed esauriente. 6 B (1). La risposta è soddisfacente, ma leggermente incompleta. 5 B (2). Risposta completa ma con testo troppo lungo. C. La risposta presenta informazioni rilevanti ma il contenuto è sviluppato superficialmente / 4 parzialmente / confusamente. D (1). La risposta è in parte fuori tema e le informazioni rilevanti sono sviluppate 3 superficialmente. D (2). La risposta è incompleta. E (1). La risposta è completamente fuori tema. 2 E (2). La risposta è estremamente incompleta. F. La risposta è assente. 1 PRESENTAZIONE CAPACITA A. L argomento è sviluppato in modo chiaro e consequenziale. 3 B. L argomento è sviluppato solo parzialmente in modo chiaro e consequenziale. 2 C (1). L argomento è sviluppato in modo confuso. 1 C (2). La risposta è assente.

8 QUADRO COMUNE EUROPEO DI RIFERIMENTO PER LE LINGUE (CONSIGLIO D'EUROPA STRASBURGO, 1998) Livello base Al Comprende e usa espressioni di uso quotidiano e frasi indispensabili per soddisfare bisogni di tipo concreto. Sa presentare se stesso/a e gli altri ed è in grado di fare domande e rispondere su informazioni personali (dove abita, le persone che conosce e le cose che possiede...). Interagisce in modo semplice purché l'altra persona parli lentamente e chiaramente e sia disposta a collaborare. A2 Comprende frasi ed espressioni di uso frequente relative ad ambiti di immediata rilevanza (es. informazioni personali e familiari di base, fare la spesa, la geografia locale, l'occupazione). Comunica in attività semplici e di routine che richiedono un semplice scambio di informazioni su argomenti familiari e comuni. Sa descrivere in termini semplici aspetti del suo background, dell'ambiente circostante e sa esprimere bisogni immediati. Livello Autonomo B1 Comprende i punti chiave di argomenti familiari che riguardano la scuola, il tempo libero ecc. Sa muoversi con disinvoltura in situazioni che possono verificarsi mentre viaggia nel paese in cui si parla la lingua. È in grado di produrre un testo semplice relativo ad argomenti che siano familiari o di interesse personale. È in grado di descrivere esperienze ed avvenimenti, sogni, speranze e ambizioni e spiegare brevemente le ragioni delle sue opinioni e dei suoi progetti. B2 Comprende le idee principali di testi complessi su argomenti sia concreti che astratti, comprese le discussioni tecniche nel suo campo di specializzazione. È in grado di interagire con una certa scioltezza e spontaneità che rendono possibile un'interazione naturale con i parlanti nativi senza sforzo per l'interlocutore. Sa produrre un testo chiaro e dettagliato su un'ampia gamma di argomenti e spiegare un punto di vista su un argomento fornendo i pro e i contro delle varie opzioni. Livello Padronanza Cl Comprende un'ampia gamma di testi complessi e lunghi e ne sa riconoscere il significato implicito. Si esprime con scioltezza e naturalezza. Usa la lingua in modo flessibile ed efficace per scopi sociali, professionali e accademici. Riesce a produrre testi chiari, ben costruiti, dettagliati su argomenti complessi, mostrando un sicuro controllo della struttura testuale, dei connettori e degli elementi di coesione. C2 Comprende con facilità praticamente tutto ciò che sente e legge. Sa riassumere informazioni provenienti da diverse fonti sia parlate che scritte, ristrutturando gli argomenti in una presentazione coerente. Sa esprimersi spontaneamente, in modo molto scorrevole e preciso, individuando le più sottili sfumature di significato in situazioni complesse.

9 ALLEGATO 2 OBIETTIVI DIDATTICI DELL'INSEGNAMENTO DELLE LINGUE STRANIERE LIVELLO A2 Attività comunicative Comprensione orale: capisce frasi ed espressioni relative ad aree di immediata priorità (famiglia/scuola). Capisce abbastanza per far fronte a bisogni immediati di tipo concreto, se il discorso è articolato lentamente e chiaramente. Comprende semplici indicazioni e annunci, capisce le informazioni essenziali da un breve testo registrato, sa identificare i punti principali di film e video quando l'elemento visivo supporta il commento. Comprensione scritta: comprende testi semplici e brevi, con un lessico di uso frequente, su argomenti comuni di tipo concreto. Comprende tipologie base di lettere, fax, , su argomenti familiari. Sa riconoscere le informazioni importanti per orientarsi a livello di indicazioni, elenchi, orari, pubblicità, menu, ecc. È in grado di identificare informazioni specifiche in documenti scritti o istruzioni semplici. Interazione orale: È in grado di interagire purché l'interlocutore collabori se necessario. Gestisce dialoghi di routine su argomenti familiari in situazioni quotidiane prevedibili (p. e. inviti e scuse, forme di cortesia, stati d'animo), anche con "parlanti nativi". Nelle discussioni informali, sa dire cosa fare, dove andare, sa prendere accordi per incontrarsi, esprimere il consenso o il disaccordo con gli altri; nelle discussioni formali, è in grado di dire ciò che pensa su cose e fatti quando viene interpellato direttamente; può sostenere un'intervista semplice. E in grado di argomentare su ciò che si può fare, formulando proposte o replicando, chiedendo e dando indicazioni (p. e. discutendo un documento). Sa gestire aspetti della vita quotidiana quali viaggio, alloggio, cibo e compere; sa chiedere e fornire informazioni, (per esempio di tipo personale, utilizzando una cartina, sulle regole di un gioco). Interazione scritta: Sa scrivere brevi e semplici appunti relativi a bisogni immediati; sa scrivere lettere personali molto semplici, esprimendo ringraziamenti e scuse e messaggi relativi a bisogni immediati. Produzione orale: Sa dare una semplice descrizione di persone, condizioni di vita o di lavoro, di routine, ciò che piace e non piace, ecc. tramite una serie di frasi semplici e coordinate. Sa descrivere esperienze ( luoghi e cose, gente, la propria famiglia,...); sa dare annunci brevi preparati; sa rivolgersi ad un pubblico per p. e. presentare un oratore, fare un brindisi. Produzione scritta: Sa scrivere una serie di frasi semplici legate con connettori come "e", "ma", "perché". Sa scrivere brevi descrizioni elementari di eventi, esperienze personali e attività passate, su aspetti quotidiani del proprio ambiente con frasi collegate fra loro. Competenza linguistico-comunicativa Pragmatica: o scioltezza del parlato: si fa capire in brevi interventi, con pause e false partenze. flessibilità: costruisce frasi attraverso semplice ricombinazione di elementi appresi. coerenza: unisce gruppi di parole con semplici connettori (e, ma, perché). precisione: comunica informazioni limitate, familiari e di routine in scambi semplici e diretti. Linguistica: ampiezza del lessico: possiede un lessico sufficiente per esprimere bisogni comunicativi di base. accuratezza grammaticale: utilizza alcune strutture semplici correttamente, ma compie ancora siste maticamente errori di base. controllo fonologico: la pronuncia è generalmente abbastanza chiara, malgrado un notevole accento straniero ma a volte deve ripetere per farsi capire. controllo ortografico: scrive con relativa precisione parole brevi che fanno parte del suo repertorio orale.

10 LIVELLO B1 Attività comunicative Comprensione orale: Comprende i punti principali di un discorso standard chiaro su argomenti familiari che si incontrano regolarmente sul lavoro, a scuola, nel tempo libero ecc., incluse brevi narrazioni. Segue istruzioni dettagliate. Comprende la maggior parte delle informazioni contenute in materiali trasmessi o registrati su argomenti di interesse personale, esposti lentamente in linguaggio standard. Comprensione scritta: Legge con soddisfacente livello di comprensione testi pratici su argomenti relativi al suo campo di studio ed ai suoi interessi (lettere, opuscoli, brevi documenti ufficiali, articoli di giornali, istruzioni). Sa leggere globalmente testi lunghi per trovare l'informazione desiderata e raccogliere informazioni da parti diverse di un testo, o da diversi testi, per svolgere un compito preciso. Interazione orale: È in grado di comunicare con una certa disinvoltura su argomenti familiari, di routine e non (viaggio, banca, negozi, ufficio postale), relativi ai suoi interessi. Sa esprimere pensieri su argomenti più astratti e culturali come film e musica. Comprende nei punti principali i discorsi di parlanti nativi che si esprimono con un linguaggio standard chiaramente articolato. Riesce a partecipare a discussioni formali ed informali e a mantenere una conversazione, pur avendo delle difficoltà ad esprimere esattamente quel che pensa e purché l' interlocutore sia disponibile a ripetere qualche frase o parola particolare. Interazione scritta: Sa scrivere lettere personali, messaggi e appunti in cui si chiedono o si inviano semplici informazioni di interesse immediato, mettendo in risalto i punti che ritiene importanti. Produzione orale: Sa fornire, in maniera abbastanza scorrevole, una descrizione semplice di soggetti vari purché compresi nel suo campo di interesse (eventi reali o immaginari, trama di un libro o film), presentandola come una sequenza lineare di punti. Sa descrivere le sue reazioni e sentimenti, argomentando quasi sempre con chiarezza le sue posizioni. In pubblico, sa sostenere brevi relazioni, rispondere a domande chiare e dirette, dando semplici giustificazioni e spiegazioni. Produzione scritta: Sa scrivere testi articolati (racconti, descrizioni di eventi e viaggi, descrizioni di reazioni e sentimenti, resoconti di esperienze), in maniera semplice su una gamma di argomenti familiari, unendo una serie di elementi isolati in una sequenza lineare. Sa riassumere, relazionare, dare la propria opinione su temi familiari, scrivere brevi e semplici saggi su argomenti di interesse generale. Competenza linguistico-comunicativa Pragmatica: e scioltezza del parlato: sviluppa un discorso in modo comprensibile, pur con pause e evidenti correzioni. flessibilità: sa adattare la sua espressione per affrontare situazioni meno di routine. coerenza: usa i connettori più frequenti per unire semplici frasi al fine di raccontare una storia o descrivere qualche cosa. precisione: spiega i punti principali di un'idea o problema con sufficiente precisione Linguistica: ampiezza del lessico: possiede un lessico sufficiente per esprimersi con alcune circonlocuzioni sulla maggioranza degli argomenti relativi alla vita quotidiana. accuratezza grammaticale: comunica con ragionevole accuratezza in contesti familiari, anche se è evidente l'influenza della lingua madre. Sono presenti errori ma il messaggio è chiaro. controllo fonologico: la pronuncia è chiaramente comprensibile, malgrado l'accento straniero e qualche occasionale more. controllo ortografico: sa produrre un breve testo scritto articolato che risulta comprensibile. LIVELLO B2 Attività comunicative Comprensione orale: Comprende i punti principali di discorsi complessi dal punto di vista del contenuto e della forma (conferenze, discorsi, rapporti, annunci e messaggi) relativi ad argomenti concreti o astratti in una lingua standard, comprese le discussioni relative all'indirizzo di specializzazione. Può seguire un intervento di una certa lunghezza e un'argomentazione complessa purché l'argomento sia abbastanza familiare e la struttura generale sia indicata con connettori espliciti. Può comprendere la maggior parte delle registrazioni, documenti radio e televisione, interviste, talk-show.

11 Comprensione scritta: Può leggere autonomamente, adattando il modo e la rapidità di lettura a differenti testi e obiettivi e utilizzando i riferimenti convenienti in maniera selettiva. Possiede un lessico esteso ma può avere delle difficoltà con espressioni poco frequenti. Può leggere una corrispondenza familiare e coglierne il senso. Per orientarsi, è in grado di percorrere rapidamente un testo lungo e complesso e rilevarne i punti pertinenti. Riesce ad ottenere informazioni, idee ed opinioni da fonti specializzate nel suo campo/indirizzo; al di fuori del suo campo, ha bisogno di tanto in tanto di un dizionario. Interazione orale: Può comunicare con disinvoltura, correttezza ed efficacia in una gamma estesa di argomenti di ordine generale, indicando chiaramente le relazioni tra le idee. Riesce ad esporre le sue opinioni personali e a difenderle fornendo spiegazioni e argomentazioni. Comprende nei particolari un parlante nativo, anche in situazioni rumorose, purché in lingua standard; riesce a cogliere, con un certo sforzo, buona parte di ciò che si dicono tra di loro parlanti nativi che si esprimono liberamente. Può ugualmente sostenere una conversazione abbastanza facile con loro su temi generali, trasmettendo diversi gradi di emozione. E in grado di adeguarsi a registri linguistici sia informali (tra amici) che formali; affrontare situazioni comunicative come collaborazione per la soluzione di un problema pratico (organizzare qualche cosa), ottenere beni o servizi (discutere una multa immeritata, ottenere un risarcimento), scambiare informazioni (resoconto dettagliato di una procedura), intervistare ed essere intervistato seguendo o meno temi prefissati. Interazione scritta: Può riferire delle informazioni ed esprimere dei punti di vista per iscritto e adattarsi a quelli degli altri. Può scrivere delle lettere che esprimono diversi gradi di emozione, sottolineare quello che è importante per lui in un avvenimento o un'esperienza e fare dei commenti sulle notizie e i punti di vista del corrispondente. Produzione orale: Può fare una descrizione chiara ed una presentazione dettagliata su una gamma estesa di temi relativi al suo campo di interesse, sviluppando e giustificando le idee con argomentazioni ed esempi pertinenti. É in grado di esprimere queste competenze comunicative partecipando ad un dibattito, facendo un'esposizione personale o annunci pubblici o rivolgendosi ad un auditorio. Produzione scritta: Può scrivere dei testi chiari e dettagliati su una gamma estesa di argomenti relativi al suo campo di interesse, facendo la sintesi e la valutazione di informazioni ed argomenti presi da fonti diverse. Può scrivere delle descrizioni elaborate di avvenimenti ed esperienze reali o immaginarie, indicando la relazione tra le idee, in un testo articolato, rispettando le regole del genere. Può anche scrivere un saggio o un rapporto che sviluppi un argomento in modo metodico, sottolineando con appropriatezza i punti principali e i dettagli pertinenti che lo sostengono. Competenza linguistico-comunicativa Pragmatica: scioltezza del parlato: può parlare abbastanza a lungo e regolarmente, pur con alcune esitazioni. flessibilità: può adattare la comunicazione alla situazione ed al destinatario, adattarsi ai normali cambiamenti di tema e stile, variare le formulazioni. coerenza: sa usare un certo numero di connettori, anche se, a volte, con "salti". precisione: comunica informazioni dettagliate. Linguistica: ampiezza del lessico: possiede un ampio lessico relativo ad argomenti generali o specifici. Lacune possono ancora provocare esitazioni o uso di perifrasi. accuratezza grammaticale: controlla abbastanza bene la grammatica, nonostante errori occasionali e sintattici che sa correggere e che non creano malintesi. controllo fonologico: la pronuncia e l'intonazione sono chiare e naturali. controllo ortografico: l'ortografia e la punteggiatura sono relativamente esatti ma possono subire l'influenza della lingua materna. LIVELLO Cl Attività comunicative Comprensione orale: Può seguire un intervento di una certa lunghezza su soggetti astratti o complessi fuori dal suo campo, anche se le relazioni tra le idee sono soltanto implicite, ma può aver bisogno di far confermare qualche dettaglio, in particolare se l'accento non è familiare. Può riconoscere una gamma estesa di espressioni idiomatiche e correnti, notando i cambiamenti di registro. Segue la maggior parte delle conferenze, discussioni e dibattiti con una certa facilità; può capire particolari di un annuncio pubblico

12 emesso in cattive condizioni (p. e. annunci pubblici in una stazione); comprende informazioni tecniche complesse (come istruzioni per l'uso); capisce una gamma estesa di materiale registrato o radiodiffuso, anche in lingua non standard, compresi i film e le trasmissioni televisive che fanno uso di gergo. Comprensione scritta: Può comprendere nel dettaglio testi lunghi e complessi relativi o meno al suo campo, a condizione di poterne rileggere le parti difficili. Può comprendere qualsiasi tipo di corrispondenza, con l'eventuale uso di dizionario, una vasta gamma di testi di informazione, istruzioni, anche al di fuori del suo campo, se può rileggerne i passaggi più complicati. Interazione orale: Può esprimersi con disinvoltura e spontaneità, possiede una buona padronanza lessicale che gli permette di superare facilmente delle lacune con perifrasi. Solo un argomento concettualmente difficile può impedirgli di esprimersi con fluidità. Può usare la lingua nei contesti più vari, con abilità ed efficacia, compreso il registro affettivo, allusivo o umoristico. Può sostenere un dibattito o una conversazione formale ed informale, anche su soggetti astratti, complessi e non familiari; può intervistare o essere intervistato sviluppando o mettendo in rilievo il punto discusso, senza nessun aiuto e utilizzando le interiezioni nel modo corretto. Interazione scritta: Può esprimersi con chiarezza e precisione, adattandosi al destinatario con facilità ed efficacia. Nella corrispondenza personale, si esprime con chiarezza, disinvoltura e precisione, anche in un registro affettivo, allusivo o umoristico. Produzione orale: Può fare la presentazione e descrizione di un tema complesso, integrandolo con argomentazioni secondarie e sviluppandone i punti particolari per arrivare ad una conclusione adeguata. Può fare un annuncio pubblico o rivolgersi ad un auditorio con facilità, con accento e intonazione che trasmettono sfumature particolari di significato. Produzione scritta: Può scrivere testi ben strutturati su soggetti complessi, sottolineando i punti più importanti e confermando un punto di vista in modo elaborato con ulteriori argomentazioni, con giustificazioni ed esempi pertinenti. Può scrivere dei saggi, rapporti, testi descrittivi ed immaginari dettagliati, ben costruiti, in uno stile sicuro, personale e spontaneo. Competenza linguistico-comunicativa Pragmatica: scioltezza del parlato: si esprime con facilità e spontaneità, se il soggetto non è concettualmente difficile. flessibilità: v. B2. coerenza: sa produrre un testo ben strutturato, controllando bene i connettori. precisione: sa definire con precisione opinioni e affermazioni in termini di certezza/dubbio, fiducia/diffidenza, similitudine, ecc. Linguistica: ampiezza del lessico: controlla un vasto repertorio lessicale che gli permette di superare facilmente le lacune. Controlla pure le espressioni idiomatiche e familiari. accuratezza grammaticale: gli errori sono rari. controllo fonologico: può variare l'intonazione e porre l'accento drastico correttamente per esprimere sottili sfumature di senso. controllo ortografico: l'impaginazione, i paragrafi e la punteggiatura sono logici e facilitano la comprensione. A parte qualche lapsus, l'ortografia è esatta.

TABELLA 1 Livelli comuni di riferimento: scala globale

TABELLA 1 Livelli comuni di riferimento: scala globale TABELLA 1 Livelli comuni di riferimento: scala globale avanzato intermedio elementare C2 C1 B2 B1 A2 A1 È in grado di comprendere senza sforzo praticamente tutto ciò che ascolta o legge. Sa riassumere

Dettagli

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Inglese, francese, tedesco, spagnolo Indirizzi Classico e Linguistico BIENNIO (Li, L2), (L3 l a e 2 a liceo) OBIETTIVI GENERALI (L1, L2, L3 e sezioni classiche) Obiettivo

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

Competenze Abilità Conoscenze Tempi

Competenze Abilità Conoscenze Tempi DIPARTIMENTO DI INGLESE PRIMO BIENNIO Primo anno COMPETENZE ASSE DEI LINGUAGGI Utilizza gli strumenti espressivi per gestire l interazione comunicativa per i principali scopi di uso quotidiano. - comprende

Dettagli

SEZIONE DI POTENZIAMENTO DI INGLESE Scuola secondaria di primo grado

SEZIONE DI POTENZIAMENTO DI INGLESE Scuola secondaria di primo grado SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - SCUOLA MEDIA PARITARIA Via Vittorio Emanuele II, 80-10023 Chieri (TO) Tel: 0119472185 / Fax: 0119411267 Web: http://www.salesianichieri.it mail: scuolasanluigi@salesianichieri.it

Dettagli

Ore di lezione presso il CIAL

Ore di lezione presso il CIAL Direzione Didattica e Servizi agli Studenti Centro Linguistico di Ateneo Viene illustrata di seguito l offerta formativa del CLA in preparazione ai livelli linguistici stabiliti dal Common European Framework.

Dettagli

Descrittori di competenze per Francese e Inglese nella scuola secondaria di I grado

Descrittori di competenze per Francese e Inglese nella scuola secondaria di I grado Descrittori di competenze per Francese e Inglese nella scuola secondaria di I grado Milano, 7 Marzo 2006 Lorena Parretti Testo base per le lingue straniere del Consiglio d Europa Quadro Comune Europeo

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE INGLESE-FRANCESE

PIANO DI LAVORO ANNUALE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE INGLESE-FRANCESE ISTITUTO COMPRENSIVO DI RONCADE via Vivaldi 24-31056 Roncade (TV) PIANO DI LAVORO ANNUALE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE INGLESE-FRANCESE Traguardi di sviluppo delle competenze relative

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE

DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE LICEO CLASSICO CAVOUR TORINO DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE Documento programmatico Anno scolastico 2014-15 1. DOCUMENTO PROGRAMMATICO DEI DOCENTI DI LINGUA INGLESE. Gli insegnanti di Lingua Inglese del

Dettagli

UFFICIO RELAZIONI INTERNAZIONALI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE PROGRAMMA ERASMUS+ MOBILITA AI FINI DI TIROCINIO A.A. 2015/2016

UFFICIO RELAZIONI INTERNAZIONALI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE PROGRAMMA ERASMUS+ MOBILITA AI FINI DI TIROCINIO A.A. 2015/2016 UFFICIO RELAZIONI INTERNAZIONALI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE A.A. 2015/2016 PROGETTO ERASMUS+ A.A. 2015-2016 Gli studenti interessati a svolgere uno stage all estero, nell ambito del programma Erasmus+,

Dettagli

ITALIANO Primo Biennio [approvato nella riunione di Dipartimento 16 Settembre 2015]

ITALIANO Primo Biennio [approvato nella riunione di Dipartimento 16 Settembre 2015] ITALIANO Primo Biennio [approvato nella riunione di Dipartimento 16 Settembre 2015] Il biennio della scuola secondaria di secondo grado costituisce una continuazione coerente dell educazione linguistica

Dettagli

Indicazioni 0perative PDP alunni stranieri Allegato 5

Indicazioni 0perative PDP alunni stranieri Allegato 5 Anno scolastico 2014/2015 Indicazioni 0perative PDP alunni stranieri Allegato 5 Gli alunni stranieri per i quali si prevedere la progettazione di un Piano Didattico Personalizzato sono quelli non ancora

Dettagli

Curricolo di LINGUA INGLESE

Curricolo di LINGUA INGLESE Curricolo di LINGUA INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2012 I traguardi sono riconducibili ai livelli A1 e A2 del Quadro Comune Europeo

Dettagli

INGLESE CLASSE PRIMA

INGLESE CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA L allievo/a comprende oralmente i punti essenziali di testi in lingua standard su argomenti familiari o di studio che affronta normalmente a scuola. ASCOLTO (Comprensione orale) Capire i punti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO SETTORI: ECONOMICO - TURISTICO - TECNOLOGICO INDIRIZZI: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING - RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING - SISTEMI

Dettagli

1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) 2. COMPETENZE (sapere i contenuti disciplinari proposti)

1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) 2. COMPETENZE (sapere i contenuti disciplinari proposti) 1 di 6 09/12/2013 12.23 PROGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA TECNICO MATERIA: TEDESCO (2^Lingua straniera) ANNO SCOLASTICO:2013/2014 1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) Revisione e completamento

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dante Arfelli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dante Arfelli SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dante Arfelli Via Sozzi, N 6-47042 Cesenatico (FC) - Cod. fisc. 90041150401 Tel 0547 80309 fax 0547 672888 - Email: fomm08900a@istruzione.it Sito web: www.smcesenatico.net

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SECONDO BIENNIO LINGUA e C IVILTA INGLESE

PROGRAMMAZIONE SECONDO BIENNIO LINGUA e C IVILTA INGLESE PROGRAMMAZIONE SECONDO BIENNIO LINGUA e C IVILTA INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO LINGUA Lo studente dovrà acquisire competenze linguistico-comunicative corrispondenti al Livello B2 del Quadro Comune

Dettagli

Dove siamo. L'attività didattica è esplicata in tre macro-tipologie: - formazione individuale; - formazione aziendale; - formazione professionale.

Dove siamo. L'attività didattica è esplicata in tre macro-tipologie: - formazione individuale; - formazione aziendale; - formazione professionale. Chi siamo Istituto Formazione Franchi è agenzia formativa accreditata presso la Regione Toscana dal 2003 ed opera sul territorio regionale con una presenza capillare e diffusa in ogni Comune. L'attività

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE Pag. 1 di 3 ANNO SCOLASTICO 2014-15 DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE INDIRIZZO AFM SIA RIM CLASSE BIENNIO TRIENNIO DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE

Dettagli

I.O. Angelo Musco. Scuola Secondaria di I grado. Programmazione Lingua Straniera. Francese. a.s. 2015/2016. Classi prime

I.O. Angelo Musco. Scuola Secondaria di I grado. Programmazione Lingua Straniera. Francese. a.s. 2015/2016. Classi prime I.O. Angelo Musco Scuola Secondaria di I grado Programmazione Lingua Straniera Francese a.s. 2015/2016 I docenti di Lingue Straniere cureranno l insegnamento attraverso un metodo funzionale-comunicativo,

Dettagli

LINGUA INGLESE RICEZIONE ORALE (ASCOLTO) - SCUOLA PRIMARIA

LINGUA INGLESE RICEZIONE ORALE (ASCOLTO) - SCUOLA PRIMARIA LINGUA INGLESE RICEZIONE ORALE (ASCOLTO) - SCUOLA PRIMARIA L alunno riconosce se ha o meno capito messaggi verbali orali, chiede spiegazioni, svolge i compiti secondo le indicazioni date in lingua straniera

Dettagli

INDIRIZZI : AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING-SISTEMI INFORMATIVI- RELAZIONI INTERNAZIONALI SCIENZE BANCARIE FINANZIARIE E ASSICURATIVE

INDIRIZZI : AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING-SISTEMI INFORMATIVI- RELAZIONI INTERNAZIONALI SCIENZE BANCARIE FINANZIARIE E ASSICURATIVE Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: INGLESE CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING-SISTEMI INFORMATIVI- RELAZIONI INTERNAZIONALI SCIENZE BANCARIE FINANZIARIE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO 1. PRIMO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISCIPLINA : LINGUA

Dettagli

Ricezione orale (ascolto) Ricezione scritta (lettura) ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASALBUTTANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Ricezione orale (ascolto) Ricezione scritta (lettura) ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASALBUTTANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASALBUTTANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO DI INGLESE - CLASSE PRIMA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLA CLASSE PRIMA comprende i punti essenziali di messaggi chiari

Dettagli

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: TECNICO TURISTICO

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: TECNICO TURISTICO PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: TECNICO TURISTICO DOCENTE: SILVIA ZANICHELLI CLASSE: 1^ T MATERIA DI INSEGNAMENTO: LINGUA E CIVILTA STRANIERA INGLESE NUMERO

Dettagli

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: B 2 ALBERGHIERO

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: B 2 ALBERGHIERO PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: B 2 ALBERGHIERO DOCENTE: SILVIA ZANICHELLI CLASSE: 1^ B MATERIA DI INSEGNAMENTO: LINGUA E CIVILTA STRANIERA INGLESE NUMERO ORE

Dettagli

MATERIA: TEDESCO 2^ lingua CLASSI: PRIME TERZE QUINTE. INDIRIZZI: Relazioni Internazionali per il Marketing - Amministrazione Finanza e marketing

MATERIA: TEDESCO 2^ lingua CLASSI: PRIME TERZE QUINTE. INDIRIZZI: Relazioni Internazionali per il Marketing - Amministrazione Finanza e marketing Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: TEDESCO 2^ lingua CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI: Relazioni Internazionali per il Marketing - Amministrazione Finanza e marketing Nodi concettuali

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO REPUBBLICA ITALIANA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI Via Giovanni XXIII, n. 64-38065 MORI Cod. Fisc. 94024510227 - Tel. 0464-918669 Fax 0464-911029 www.icmori.it e-mail: segr.ic.mori@scuole.provincia.tn.it

Dettagli

Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI. Lessico approfondito relativo agli argomenti trattati.

Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI. Lessico approfondito relativo agli argomenti trattati. ISTITUTO COMPRENSIVO 3 VICENZA DIPARTIMENTO DI LINGUA STRANIERA CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA SECONDARIA COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Comunicazione in lingua straniera Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE

Dettagli

Programmazione Didattica del Dipartimento di Lingua e civiltà spagnola

Programmazione Didattica del Dipartimento di Lingua e civiltà spagnola Programmazione Didattica del Dipartimento di Lingua e civiltà spagnola A.S. 2015/2016 CLASSE: PRIMA INDIRIZZO DI STUDI: LINGUISTICO COMPETENZE LINGUISTICHE Alla fine del primo anno di studio della lingua

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: LINGUE STRANIERE DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte TRAGUARDI PER LO SVILUPPO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA *** *** *** PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno Scolastico 2015/16

ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA *** *** *** PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno Scolastico 2015/16 ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA *** *** *** PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno Scolastico 201/1 DOCENTE: Giuria Maria Angela. CLASSE: IIIC MATERIA: Lingua francese. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO (CURRICOLO

Dettagli

ISTITUTO TECNICO STATALE MARCONI CAGLIARI ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CLASSE: I S

ISTITUTO TECNICO STATALE MARCONI CAGLIARI ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CLASSE: I S ISTITUTO TECNICO STATALE MARCONI CAGLIARI ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CLASSE: I S DOCENTE: PROF.SSA CARLA COCCO OBIETTIVI EDUCATIVI E FORMATIVI

Dettagli

INGLESE COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE. b. Utilizza la lingua inglese nell uso delle tecnologie dell informazione e della comunicazione

INGLESE COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE. b. Utilizza la lingua inglese nell uso delle tecnologie dell informazione e della comunicazione INGLESE COMPETENZE SPECIFICHE AL a. Nell incontro con persone di diverse nazionalità è in grado di esprimersi a livello elementare in lingua inglese. b. Utilizza la lingua inglese nell uso delle tecnologie

Dettagli

DIPARTIMENTO LINGUE STRANIERE. OBIETTIVI MINIMI Inglese - I ANNO A1-A2

DIPARTIMENTO LINGUE STRANIERE. OBIETTIVI MINIMI Inglese - I ANNO A1-A2 Comprensione della lingua orale DIPARTIMENTO LINGUE STRANIERE OBIETTIVI MINIMI Inglese - I ANNO A1-A2 - Comprende brevi messaggi contenenti lunghe pause che gli permettono di coglierne il senso. - Comprende

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SPAGNOLO A.S. 2014-2015. Griglie di valutazione approvate dal Dipartimento. valide per entrambi gli indirizzi LL e LES

DIPARTIMENTO DI SPAGNOLO A.S. 2014-2015. Griglie di valutazione approvate dal Dipartimento. valide per entrambi gli indirizzi LL e LES Griglie di valutazione approvate dal Dipartimento valide per entrambi gli indirizzi LL e LES 1 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLE PROVE OGGETTIVE Il voto viene attribuito secondo una scala che va da 1 a 10 dove

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA di PRIMO GRADO LINGUE STRANIERE

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA di PRIMO GRADO LINGUE STRANIERE Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO GIULIO BEVILACQUA Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

LINGUE STRANIERE. Presentazione

LINGUE STRANIERE. Presentazione LINGUE STRANIERE Presentazione La conoscenza di almeno due lingue comunitarie oltre alla lingua materna è obiettivo strategico dell istruzione obbligatoria in ambito europeo. L esercizio della cittadinanza

Dettagli

Programma Corso Standard Italiano per stranieri A2

Programma Corso Standard Italiano per stranieri A2 Programma Corso Standard Italiano per stranieri A2 1) Conoscenze e abilità da conseguire L obiettivo di questo corso è di portare gli studenti al livello A2 o soglia, così definito dal Quadro comune Europeo

Dettagli

SCHEDA PER L AUTOVALUTAZIONE

SCHEDA PER L AUTOVALUTAZIONE SCHEDA PER L AUTOVALUTAZIONE Descrizione delle competenze richieste per ciascuno dei 6 livelli riconosciuti dal Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue. A1 LIVELLO DI CONTATTO (o introduttivo)

Dettagli

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE Dalla competenza chiave alla competenza base Competenza chiave: comunicazione nelle lingue straniere. Competenza base:

Dettagli

CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Nuclei tematici Listening Traguardi per lo sviluppo della competenza Raggiungimento del livello A2 del Quadro Comune Europeo di riferimento. L alunno

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI Lingua e cultura inglese AREA LINGUISTICA LINGUA E CULTURA INGLESE

OBIETTIVI FORMATIVI Lingua e cultura inglese AREA LINGUISTICA LINGUA E CULTURA INGLESE AREA LINGUISTICA LINGUA E CULTURA INGLESE OBIETTIVI FORMATIVI (LINGUISTICO) LINGUA INGLESE Obiettivi formativi del Biennio Funzioni linguistico-comunicative - Funzioni linguistico-comunicative necessarie

Dettagli

C ambridge Academy LETTERA DI PRESENTAZIONE

C ambridge Academy LETTERA DI PRESENTAZIONE C ambridge Academy Autorizzazione del Ministero della Pubblica Istruzione D.M. del 07/06/1967 P.zza Castelnuovo, 50 90141 PALERMO Tel. +39(0)91 58 21 29 +39(0)91601 45 29 +39(0)91 688 11 96 Fax +39(0)91

Dettagli

Programmazione di INGLESE Indicazioni Nazionali 2012

Programmazione di INGLESE Indicazioni Nazionali 2012 ISTITUTO COMPRENSIVO "Dante Alighieri" di COLOGNA VENETA (Vr) Via Rinascimento, 45-37044 Cologna Veneta - tel. 0442 85170 - fax 0442 419294 www.iccolognaveneta.it - e-mail: vric89300a@istruzione.it - vric89300a@pec.istruzione.it

Dettagli

Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello 3 (5-6) Livello 4 (4-5) Livello 5 (2-4) lessico

Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello 3 (5-6) Livello 4 (4-5) Livello 5 (2-4) lessico ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per lo scritto - biennio Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello (5-6) Livello (-5) Livello 5 (2-) Lessico Ottimo Buono Uso essenziale del Difficoltà nel Uso

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE)

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Lo studente acquisisce competenze linguistico-comunicative corrispondenti

Dettagli

L'Ente Certificatore British Institutes rilascia attestati di studio utili per:

L'Ente Certificatore British Institutes rilascia attestati di studio utili per: Esami British Institutes Gli esami British Institutes si rivolgono a tutti coloro desiderino certificare le proprie competenze linguistiche: studenti della scuola pubblica e privata di ogni genere e grado,

Dettagli

LINGUA E CIVILTA' SPAGNOLA PROGRAMMAZIONE PRIMO BIENNIO DEL LICEO LINGUISTICO

LINGUA E CIVILTA' SPAGNOLA PROGRAMMAZIONE PRIMO BIENNIO DEL LICEO LINGUISTICO LINGUA E CIVILTA' SPAGNOLA PROGRAMMAZIONE PRIMO BIENNIO DEL LICEO LINGUISTICO Alla fine del primo biennio del liceo linguistico lo studente dovrà dimostrare di aver conseguito le seguenti competenze linguistiche:

Dettagli

LINGUA INGLESE - L3 PRIMO BIENNIO. Obiettivi formativi:

LINGUA INGLESE - L3 PRIMO BIENNIO. Obiettivi formativi: LINGUA INGLESE - L3 PRIMO BIENNIO Obiettivi formativi: Acquisire maggiore consapevolezza sia della cultura straniera che della propria esempio di una cultura diversa dalla propria Acquisire ed usare autonomamente

Dettagli

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento Disciplina: FRANCESE Classe: 3 A SIA A.S. 2015/2016 Docente: Prof.ssa Maria Claudia Signorato ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La componente classe che studia il francese è rappresentata da 6

Dettagli

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Profilo dello studente Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola,

Dettagli

BRITISH SCHOOL COSENZA. di Academy of Languages. Proposta di convenzione. per il CIRCOLO DELLA STAMPA DI COSENZA MARIA ROSARIA SESSA

BRITISH SCHOOL COSENZA. di Academy of Languages. Proposta di convenzione. per il CIRCOLO DELLA STAMPA DI COSENZA MARIA ROSARIA SESSA BRITISH SCHOOL COSENZA di Academy of Languages Proposta di convenzione per il CIRCOLO DELLA STAMPA DI COSENZA MARIA ROSARIA SESSA A/A 2014-2015 British School di Academy of Languages persegue come attività

Dettagli

LINGUA COMUNITARIA INGLESE SCUOLA SECONDARIA CLASSE PRIMA

LINGUA COMUNITARIA INGLESE SCUOLA SECONDARIA CLASSE PRIMA LINGUA COMUNITARIA INGLESE SCUOLA SECONDARIA CLASSE PRIMA Livello A2 Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue del Consiglio d Europa TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI AD ASCOLTO

Dettagli

ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per lo scritto - biennio

ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per lo scritto - biennio ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per lo scritto - biennio Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello 3 (5-6) Livello 4 (4-5) Livello 5 (2-4) Lessico Ottimo Buono Uso essenziale del lessico Difficoltà

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FINALE LIGURE CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FINALE LIGURE CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI FINALE LIGURE CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 COMPETENZA al termine del primo ciclo di istruzione Dimostra una padronanza della lingua italiana tale

Dettagli

LINGUE STRANIERE: INGLESE e FRANCESE. Obiettivi

LINGUE STRANIERE: INGLESE e FRANCESE. Obiettivi LINGUE STRANIERE: INGLESE e FRANCESE Obiettivi Ascoltare Parlare Leggere 1. individuare gli elementi essenziali della situazione; 2. individuare le intenzioni comunicative; 3. capire il significato globale

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Anno Scolastico 2014-2015 Istituto PROFESSIONALE grafico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA PRIMO BIENNIO OBIETTIVI GENERALI/ FINALITA' OBIETTIVI EDUCATIVI

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE AREA LINGUISTICA L2:

CURRICOLO DISCIPLINARE AREA LINGUISTICA L2: CURRICOLO DISCIPLINARE AREA LINGUISTICA L2: Inglese, Spagnolo, Francese. Traguardi di sviluppo delle competenze prima e seconda lingua straniera L alunno: organizza il proprio apprendimento; utilizza lessico,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SAN VENANZO - TR SCUOLA PRIMARIA INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V

ISTITUTO COMPRENSIVO SAN VENANZO - TR SCUOLA PRIMARIA INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V ISTITUTO COMPRENSIVO SAN VENANZO - TR SCUOLA PRIMARIA MACRO INDICATORI ASCOLTO (comprensivo ne orale) INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V vocaboli, canzoncine,

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Disciplina: SPAGNOLO TRAGUARDI COMPETENZE FINE SCUOLA DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMPETENZE SPECIFICHE ABILITA'/CAPACITA CONOSCENZE L alunno comprende oralmente e per

Dettagli

Scuola Primaria INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V

Scuola Primaria INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V MACRO INDICATORI ASCOLTO (comprensivo ne Scuola Primaria INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V vocaboli, canzoncine, filastrocche narrazioni ed espressioni

Dettagli

LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA

LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA (I traguardi sono riconducibili al Livello A1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue del Consiglio d Europa per la sc. primaria) (I traguardi

Dettagli

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo)

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo) ISTITUTO COMPRENSIVO SALVADOR ALLENDE Paderno Dugnano Linee progettuali disciplinari CLASSI TERZE - a.s.2014-2015 AREA DISCIPLINARE : Linguistico-artistica-espressiva MATERIA: ITALIANO FINALITA DELLA DISCIPLINA

Dettagli

LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA

LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA 1 RICEZIONE ORALE 1. Familiarizzare coi primi suoni della lingua inglese 2. Comprendere semplici espressioni di uso quotidiano, pronunciate chiaramente. 3. Comprendere,

Dettagli

CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE PRIMA

CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE PRIMA CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA NUCLEI FONDANTI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Sa usare la comunicazione orale e scritta per collaborare e interagire positivamente con gli altri

Dettagli

LINGUA E CULTURA STRANIERA

LINGUA E CULTURA STRANIERA LINGUA E CULTURA STRANIERA LICEO CLASSICO LINEE GENERALI E COMPETENZE Lo studio della lingua e della cultura straniera deve procedere lungo due assi fondamentali tra loro interrelati: lo sviluppo di competenze

Dettagli

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 e-mail: info@istitutocalvino.gov.it Codice Fiscale: 97270410158 internet: www.istitutocalvino.gov.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. GALILEI PIEVE A NIEVOLE

ISTITUTO COMPRENSIVO G. GALILEI PIEVE A NIEVOLE ISTITUTO COMPRENSIVO G. GALILEI PIEVE A NIEVOLE PIANIFICAZIONE MODULI DI APPRENDIMENTO classe I sezione DISCIPLINA: LINGUA STRANIERA INSEGNANTE: ANNO SCOLASTICO COMPOSIZIONE DELLA CLASSE: MASCHI: FEMMINE:

Dettagli

CLASSE 3^ ITALIANO ASCOLTARE PARLARE LEGGERE OBIETTIVI DECLINATI PER CONOSCENZE, ABILITA' E COMPETENZECLASSE

CLASSE 3^ ITALIANO ASCOLTARE PARLARE LEGGERE OBIETTIVI DECLINATI PER CONOSCENZE, ABILITA' E COMPETENZECLASSE OBIETTIVI DECLINATI PER CONOSCENZE, ABILITA' E COMPETENZECLASSE 1 CLASSE 3^ ITALIANO ASCOLTARE Conoscenze Abilità Competenze - Conoscere le strategie di ascolto di testi orali: racconti, argomentazioni,

Dettagli

PRIMA LINGUA COMUNITARIA (LINGUA INGLESE) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

PRIMA LINGUA COMUNITARIA (LINGUA INGLESE) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA PRIMA LINGUA COMUNITARIA (LINGUA INGLESE) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L alunno comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. Descrive

Dettagli

GRIGLIA DI CORREZIONE

GRIGLIA DI CORREZIONE ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA ITCG-LC San Marco Argentano a.s. 0/5 GRIGLIA DI CORREZIONE TIOLOGIA A (Analisi del testo) Candidato/a: Classe: Indicatori Comprensione Sintesi Analisi Commento Interpretazione

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI INGLESE

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI INGLESE classe prima LE ESSENZIALI DI INGLESE comprendere e decodificare semplici testi e/o messaggi orali e scritti comprendere informazioni dirette e concrete su argomenti di vita quotidiana (famiglia, acquisti,

Dettagli

LINGUA ITALIANA CONOSCENZE

LINGUA ITALIANA CONOSCENZE Classe 1^ Scuola Secondaria di I Grado COMPETENZA DI OBIETTIVI DI RIFERIMENTO APPRENDIMENTO Ascoltare, comprendere e comunicare oralmente 1.1 Ascoltare per intervenire in modo pertinente nelle conversazioni.

Dettagli

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ITALIANO

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ITALIANO CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ITALIANO Livello di base non raggiunto Non ha raggiunto tutte le competenze minime previste nel livello di base Riconosce ed utilizza le strutture linguistiche di base Comprende

Dettagli

ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/14 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO :

ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/14 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO : ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/1 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO : GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DELLE PROVE ORALI

Dettagli

Le griglie utilizzate per la correzione della terza prova sono due, una per inglese l altra per le prove delle altre discipline.

Le griglie utilizzate per la correzione della terza prova sono due, una per inglese l altra per le prove delle altre discipline. Le griglie utilizzate per la correzione della terza prova sono due, una per inglese l altra per le prove delle altre discipline. 1 Griglie di valutazione della I prova scritta ANALISI DEL TESTO più che

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CLASSE I

SCUOLA PRIMARIA CLASSE I SCUOLA PRIMARIA CLASSE I ITALIANO INDICATORI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO STANDARD PER LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE Ascoltare e comprendere Leggere e comprendere Comunicare oralmente Mantenere l attenzione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO Unione Europea Fondi strutturali 2007-2013 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Regione Sicilia ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE GAETANO CURCIO ISPICA Liceo Classico -

Dettagli

Presentazione Corsi di Lingua Inglese Gennaio 2014

Presentazione Corsi di Lingua Inglese Gennaio 2014 Presentazione Corsi di Lingua Inglese Gennaio 2014 PAG. 1 DI 11 Sommario 1 CHI SIAMO... 3 2 I LIVELLI DELLA LINGUA INGLESE... 4 2.1 Panoramica Generale... 4 2.2 Descrizione Breve dei Livelli di conoscenza

Dettagli

CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE

CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE COMPETENZE CHIAVE EUROPEA: E considerato essenziale il raggiungimento di un livello di competenza comunicativo riconducibile al livello

Dettagli

Presentazione Corsi di Lingua Inglese Marzo Aprile 2014

Presentazione Corsi di Lingua Inglese Marzo Aprile 2014 Presentazione Corsi di Lingua Inglese Marzo Aprile 2014 PAG. 1 DI 7 Sommario 1 CHI SIAMO... 3 2 I LIVELLI DELLA LINGUA INGLESE... 4 2.1 Panoramica Generale... 4 2.2 Descrizione Breve dei Livelli di conoscenza

Dettagli

I DISCORSI E LE PAROLE

I DISCORSI E LE PAROLE SCUOLA DELL INFANZIA INDICATORI I DISCORSI E LE PAROLE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3 anni 4 anni 5 anni ASCOLTARE E Ascoltare brevi e semplici racconti. Capire il messaggio delle parole usate dall insegnante.

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA Pag. 1 di 11 ANNO SCOLASTICO 2015/2016 DIPARTIMENTO DI INDIRIZZO RIM SPAGNOLO CLASSE BIENNIO TRIENNIO RIUNIONE DEL 10 settembre 2015 Orario di inizio 9,00 orario di conclusione 11.00 PRESENTI : Prof.ssa

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER L INSEGNAMENTO DELLA LINGUA E CIVILTA INGLESE - I BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER L INSEGNAMENTO DELLA LINGUA E CIVILTA INGLESE - I BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER L INSEGNAMENTO DELLA LINGUA E CIVILTA INGLESE - I BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 L insegnamento di lingue straniere nel biennio si propone di promuovere lo sviluppo graduale

Dettagli

CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione nella madre lingua

CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione nella madre lingua ISTITUTO COMPRENSIVO 3 - VICENZA DIPARTIMENTO DI ITALIANO CURRICOLO DI LINGUA ITALIANA SCUOLA SECONDARIA Fine classe terza COMPETENZE CHIAVE COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE

Dettagli

GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA VERIFICA DI ITALIANO - 1 BIENNIO Anno scolastico 2013/14

GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA VERIFICA DI ITALIANO - 1 BIENNIO Anno scolastico 2013/14 1 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA VERIFICA DI ITALIANO - 1 BIENNIO Anno scolastico 2013/14 LINGUA: correttezza morfo-sintattica//competenza lessicale e stilistica Numerosi e ripetuti errori in ambito ortografico

Dettagli

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G.VERONESE-G.MARCONI SEDE ASSOCIATA G.. MARCONII Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO Docentte:: Sandro Marchioro Classe 2 IFP I a..s:: 20015/ /2016 FINALITA

Dettagli

DESTINAZIONE ALLE SCUOLE ITALIANE ALL ESTERO: il 18 OTTOBRE LA PUBBLICAZIONE DEL BANDO PER LE SELEZIONI LINGUISTICHE

DESTINAZIONE ALLE SCUOLE ITALIANE ALL ESTERO: il 18 OTTOBRE LA PUBBLICAZIONE DEL BANDO PER LE SELEZIONI LINGUISTICHE DESTINAZIONE ALLE SCUOLE ITALIANE ALL ESTERO: il 18 OTTOBRE LA PUBBLICAZIONE DEL BANDO PER LE SELEZIONI LINGUISTICHE Sulla G.U. del 18 ottobre con la pubblicazione del decreto MAE/MIUR per l indizione

Dettagli

In questo primo anno di scuola media il metodo adottato sarà il più vario possibile. Sarà data molta importanza all aspetto orale per abituare gli

In questo primo anno di scuola media il metodo adottato sarà il più vario possibile. Sarà data molta importanza all aspetto orale per abituare gli ISTITUTO COMPRENSIVO PIETRASANTA 1^ SCUOLA MEDIA SECONDARIA DI 1^GRADO P.E.BARSANTI PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA ANNUALE DOCENTE: PROF.SSA SILVIA BIBOLOTTI MATERIA: LINGUA FRANCESE CLASSE 1^ A

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI SPAGNOLO

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI SPAGNOLO LE ESSENZIALI DI SPAGNOLO classe prima Liceo linguistico comprendere informazioni dirette e concrete su argomenti quotidiani comprendere e seguire istruzioni brevi e semplici comprendere il senso generale

Dettagli

Pistoia Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali, Turistici e Socio-Sanitari

Pistoia Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali, Turistici e Socio-Sanitari ASSE DEI LINGUAGGI Tecnico servizi socio-sanitari 1 ANNO PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTALE ITALIANO Anno Competenze (1) Abilità/Capacità/ Saper fare (2) Conoscenze/ Saperi (3) Moduli (4) 1 Padroneggiare gli

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. DI

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO (BES - SVANTAGGIO LINGUISTICO)

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO (BES - SVANTAGGIO LINGUISTICO) Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO "VIA GUICCIARDINI, 6" PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO (BES - SVANTAGGIO LINGUISTICO)

Dettagli

Accademia Meytaqui (1983)

Accademia Meytaqui (1983) Accademia Meytaqui (1983) L Accademia Meytaqui è riconosciuta ed omologata da: Ministero dell Interno; Ministero dei Trasporti Pubblici; Generalitat de Catalunya Departament d Educació. La scuola: ABBIAMO

Dettagli

ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per i lavori scritti - Ginnasio

ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per i lavori scritti - Ginnasio ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per i lavori scritti - Ginnasio Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello 3 (5-6) Livello 4 (4-5) Livello 5 (2-4) Lessico Ottimo Buono Uso essenziale del Difficoltà

Dettagli

RACCORDO TRA LE COMPETENZE

RACCORDO TRA LE COMPETENZE L2 RACCORDO TRA LE COMPETENZE (AREA SOCIO AFFETTIVA E COGNITIVA) L2 COLLEGAMENTO TRA LE COMPETENZE DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Il Quadro Comune di riferimento Europeo distingue

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 10 Anno Scolastico 2015-2016 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina ITALIANO Classe PRIMA DATI IN EVIDENZA IN PREMESSA (richiami al

Dettagli

Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua

Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua Modalità di verifica e criteri di valutazione MODALITA DI VERIFICA BIENNIO Le verifiche, frequenti e diversificate,

Dettagli