SEM Corso SA Topografia, orientamento ed uso del GPS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SEM Corso SA2 2010. Topografia, orientamento ed uso del GPS"

Transcript

1 . Topografia, orientamento ed uso del GPS

2 Topografia Perche la cartografia? I contenuti e le finalità dell informazione geografica in un territorio montano L uomo ha sempre voluto conoscere l ambiente in cui vive per: trovare il cibo (e quindi mangiare) difendersi (dagli altri e dai fenomeni naturali) o attaccare lavorare e attivare il commercio divertirsi Quali sono i criteri di questa conoscenza? In funzione delle finalità che ci si propone si tratta di ricercare quelle informazioni che possono risultare significative Ogni informazione ha inoltre una importanza differente nel criterio di conoscenza in funzione della sua posizione Informazioni e posizioni non devono rimanere solo nella memoria dell uomo esploratore ma devono poter essere tramandate in famiglia, agli strateghi, agli amici,

3 Topografia Perche la cartografia? Come memorizzare le conoscenze? Oggi la risposta è semplice: posizione + informazione Nella storia il metodo di memorizzazione èsempre passato per disegni cartografici e per descrizioni scritte A secondo del fine, con evoluzione storica correlata alla tecnologia, la posizione è stata associata alla carta, l informazione al simbolo grafico e alle descrizioni Disegno o cartografia Il disegno ha come fine quello di trasferire l informazione senza voler associare alcun dato metrico. Non posso determinare distanze o dislivelli dal disegno La cartografia ha invece come primo obiettivo un contenuto metrico (funzione della scala) ed in un secondo tempo vuole trasferire l informazione con un simbolo, normalmente meno bello del disegno

4 Topografia Le curve di livello : isoipse Le carte topografiche Direttrici: segnate a tratto continuo e pesante, interrotte per portare l'indicazione della quota relativa (che è un multiplo dell'equidistanza); generalmente hanno equidistanza di 100 m.; Intermedie: sono comprese fra due curve direttrici e non portano l'indicazione di quota; generalmente equidistano 25 m.; Ausiliarie: hanno una equidistanza sottomultipla delle intermedie e vengono segnate con linea e trattini entro due curve intermedie successive; generalmente equidistanti 5 m..

5 Topografia Le carte topografiche La Scala di una carta: Una carta topografica e caratterizzata da una scala = La proporzione fra le realidimensionidel terreno e la sua rappresentazione grafica; definiremo pertanto la scala come il rapporto costante tra una distanza sulla carta (distanza grafica) e la sua corrispondente misurata sul terreno Sulla base della scala, dividiamo le carte topografiche in: geografiche (scale a denominatore molto grande, oltre ); corografiche (a scalaoltre ); topografiche (scale comprese fra e ); mappe (da a ). Quindi: Carta 1 : = 1 cm di carta nella realta corrisponde a m? 250 m Carta 1 : = 2 cm di carta nella realta corrispondono a m? 1000 m

6 L Orientamento Perche l orientamento? La guida, l espero, l istruttore, l amico che organizza la nostra gita I nostri strumenti di orientamento sul terreno più comuni... La segnaletica ufficiale della sentieristica Manufatti

7 L Orientamento Perche l orientamento? Un improvviso contrattempo impedisce all esperto di partecipare Ma cosa succede se... La segnaletica non è più poi così chiara Manufatti Non vi sono più manufatti o segnavia

8 L Orientamento Orientarsi Orientamento: Insieme delle conoscenze e delle capacita necessarie per individuare: La propria posizione La meta prestabilita Il percorso per raggiungerla Orientarsi significa saper rispondere alle seguenti domande: Dove sono? Dove vado? Dove sono stato? Dove andro? Determinazione di una posizione Determinazione di una direzione di marcia Stesura ed interpretazione di una relazione

9 L Orientamento Orientarsi Orientarsi significa conoscere lo spazio che ci circonda attraverso: la nostra vista, per individuare sul terreno dei punti di riferimento facilmente identificabili sulle carte (cime, rifugi, orografia, ecc.). la nostra vista, per individuare alcuni riferimenti nella volta celeste (sole, costellazioni) la topografia/cartografia, le relazioni e gli strumenti fondamentali (bussola, altimetro, GPS, ecc.)

10 L Orientamento osservando la volta celeste di notte Riconosciamo alcune costellazioni Stella polare Costellazione di Cassiopea Costellazione di Orione (mesi invernali). Cintura sorge a Est e tramonta a Ovest

11 L Orientamento osservando il cielo sereno di giorno Con l aiuto del sole Se l ora è nota è possibile creare una sorta di Rosa dei Venti sfruttando la nostra ombra Applicazione: orientare la carta

12 L Orientamento osservando il cielo sereno di giorno Con l aiuto del sole Lancetta delle ore indirizzata verso il sole Divido l ora per 2 Il valore che ottengo (ora) mi da la direzione del Nord Attenzione: le ore 6 p.m. vanno considerate le per questa applicazione, quindi il Nord si troverà nella direzione delle 09.00

13 L Orientamento e poi guardiamoci attorno Muschio si forma prevalentemente (umidità, ombra del sottobosco possono influire) sulla facciata rivolta a nord di alberi e rocce. Vegetazione A parità di quota, i boschi a latifoglie sono principalmente distribuiti sui versanti esposti a Sud, con maggior irraggiamento solare. Al contrario i boschi a sempreverdi sono distribuiti sui versanti con esposizione Nord Funghi di ghiaccio Sulla superficie di un ghiacciaio, le eventuali pietre presenti assieme al ghiaccio tendono a creare queste forme, con un orientamento ben definito dettato dall azione del sole Tracce nella neve Se lascio una traccia ben profonda del bastoncino sul manto nevoso, se il tempo volge al brutto posso sempre sperare di ritrovare le buchette lasciate lungo la traccia

14 L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Carta Altimetro Bussola

15 L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Le carte A casa per: Preparare la gita Progettare l itinerario Studiare la zona Sul posto per: Individuare l itinerario Riconoscere la zona Individuare alternative Supporto GPS

16 L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento L altimetro: un falso storico Serve per: Rilevare la quota Misurare il dislivello Controllare l andamento della pressione atmosferica (meteo)

17 L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento L altimetro: un falso storico Pressione: La pressione è una grandezza fisica, definita come il rapporto tra la forza agente ortogonalmente su una superficie e la superficie stessa (1013,25 hpa slm) Espressa in : atm, bar, mbar, mmhg, Pa, hpa,... Pressione nella libera atmosfera:

18 L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Aumento di quota Abbassamento di pressione... e osserviamo se la quota varia nell arco della serata Rifugio Arrivati al rifugio prendiamo l abitudine di tarare la quota del nostro altimetro... Diminuzione di quota Aumento di pressione

19 L Orientamento La bussola Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Freccia di collimazione/direzione Ago magnetico e reticolo allineamento carta/bussola Cerchio graduato Righello

20 L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento La bussola A cosa serve: Indicare il nord (Geografico o Magnetico?) Misurare degli angoli (Azimut) Mantenere/indicare la direzione di marcia E costituita da un ago magnetizzato libero di ruotare su un piano orizzontale, con una punta colorata che si orienta sempre a N e l altra punta che indica S. La freccia si dispone in direzione N S per effetto del campo magnetico terrestre IMPORTANTE: la bussola deve essere usata lontano da qualsiasi oggetto metallico, come auto, piccozza, moschettoni, chiodi

21 L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento La bussola Come la uso: Collimo (cerco di tenere la bussola il più orizzontale possibile) Ruoto il cerchio Leggo l Azimut

22 L Orientamento La bussola Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Polo Nord Magnetico = Polo Nord Geografico? Il polo Nord Magnetico (indicato dalla bussola) non èun punto geograficamente fisso. A latitudini prossime al Circolo Polare Artico/Antartico diventa fondamentale correggere l errore dovuto alla declinazione magnetica Alle nostre latitudini e per fini escursionistici o alpinistici l errore indotto dalla declinazione magnetica e irrilevante

23 L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento La bussola Curiosità: come si poteva avere la certezza di aver raggiunto il Polo Sud agli inizi del 900? Slittometro Sestante Teodolite

24 L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Esercizio 1 Individuazione di un punto sul terreno (P) a partire dalla conoscenza del punto in cui vi trovate (O) e del punto P sulla carta

25 esercizio 1 SEM Corso SA L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Siamo qui, e vogliamo individuare P dopo averlo individuato sulla carta P O

26 esercizio 1 SEM Corso SA L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Si rileva l azimut sulla carta per il punto (angolo con bussola o goniometro) P O

27 esercizio 1 SEM Corso SA L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Attraverso la linea di mira della bussola si individua la direzione verso la quale guardare, il punto cercato èsicuramente sulla linea di mira (se non abbiamo cappellato) e le informazioni dalla carta (orografia, quota) che sappiamo oggi leggere permettono di individuare il punto cercato. Se così non fosse, sappiamo almeno la direzione da seguire per arrivarci

28 L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Esercizio 2 Riconoscere un punto sul terreno attraverso la carta, partendo da una posizione nota

29 esercizio 2 SEM Corso SA L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Lobbia Alta??? Lobbia Alta??? Lobbia Alta??? L escursionista si trova in un punto noto e non sa quale sia la giusta cima da salire

30 esercizio 2 SEM Corso SA L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Con la bussola collimo verso la cima che credo essere quella corretta, e ricavo l Azimut della direzione collimata A collimazione avvenuta ruoto il cerchio della bussola a far combaciare la direzione del Nord con la direzione dell ago magnetico. Quindi leggo il valore dell Azimut ( = 85 ) 85

31 esercizio 2 SEM Corso SA L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Riporto l Azimut con bussola o goniometro sulla carta e seguendo la linea di collimazione troverò conferma della mia cima P 85 O

32 L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Esercizio 3 Calcolo su carta della posizione a partire da punti noti sul terreno

33 esercizio 3 SEM Corso SA L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento P Q? L escursionista conosce le cime P e Q e basandosi su di queste vuole determinare la propria posizione

34 esercizio 3 SEM Corso SA L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Con la bussola collimo verso il punto P, e mi scrivo l Azimut per quella direzione P Q Dopo sempre con la bussola collimo verso il punto Q, e mi scrivo l Azimut per quella direzione

35 esercizio 3 SEM Corso SA L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Si tracciano quindi sulla carta, a partire da ogni punto noto, le linee di mira secondo i valori di Azimut calcolati con la bussola. Il punto di intersezione tra le linee di mira corrisponde al punto di osservazione, cioè la nostra posizione

36 L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Esercizio 4 Orientarsi con Azimut e Altimetro

37 L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Anche nell individuazione del punto di stazione, conoscendo la quota con l altimetro ed un solo Azimut, il punto di stazione coincide con l intersezione della direzione dell Azimut con la curva di livello della quota

38 esercizio 5 SEM Corso SA L Orientamento Determinazione dell inclinazione Pendenza : rapporto tra dislivello (h) e distanza orizzontale proiettata (d) X 100 (espressa in %) 25/50 %= 0,5 X 100 = 50% Inclinazione: angolo compreso tra piano orizzontale e profilo del pendio tgα=h/d

39 esercizio 5 SEM Corso SA L Orientamento Determinazione dell inclinazione NON SONO UN INGEGNERE!!!!! Tabelle di conversione Regolo per la misura dell inclinazione:

40 esercizio 5 SEM Corso SA L Orientamento Determinazione dell inclinazione NON SONO UN INGEGNERE!!!!! E forse sono anche un pò pigro e pratico... Regolo per la misura dell inclinazione:

41 L Orientamento Errore di collimazione Avvertenza: Un errore di collimazione di qualche grado ha effetti diversi sulla distanza. 3 di errore dopo un percorso di 500 m comportano una differenza di posizione di 25 m, che diventano 150 m dopo 3 km di percorso P O 85

42 L Orientamento Compagni come riferimento Visibilità nulla: In caso di visibilità nulla bisognerà usare i propri compagni come riferimento. L ultimo della fila avrà in mano la bussola e con frequenti controlli indirizzerà i compagni nella giusta direzione. NON E FACILE!!

43 L Orientamento L errore indotto Errore indotto: Volendo raggiungere un punto in condizioni di scarsa visibilità è preferibile introdurre un errore voluto in modo da raggiungere la curva di livello del punto desiderato senz'altro a destra o a sinistra del punto stesso. Ora basta seguire la curva di livello nella direzione certa per centrare l obiettivo, senza perdere tempo in tentennamenti e ricerche frustranti

44 L Orientamento Gli strumenti fondamentali per l Orientamento Aggirare un ostacolo mantenendo la direzione di marcia Con visibilità es. grosso crepaccio si manda avanti un compagno ad aggirare l ostacolo fino che raggiunge il punto, oltre l ostacolo, che prosegue nella direzione seguita Senza visibilità girare di 90 verso destra o sinistra e contare i passi che ci consentono di deviare per il tratto necessario. Riprendere l Azimut precedente senza contare i passi fino a superare l ostacolo. Girare nuovamente di 90 ma nella direzione opposta a quanto fatto precedentemente, per un numero di passi uguale a quanto contato prima. Riprendere a questo punto l Azimut della direzione di marcia

45 Uso del GPS in Montagna Uso del GPS in montagna Utilizzo del GPS in montagna

46 Uso del GPS in Montagna Uso del GPS in montagna Indice: Definizione L impiego in montagna E bene sapere che Il file sharing Sviluppi futuri Conclusioni

47 Il GPS Definizione Uso del GPS in montagna G P lobal ositioning S ystem

48 Il GPS Definizione Uso del GPS in montagna I Segmenti GPS Segmento Spaziale 24 (31) Segmento Utente Segmento di Controllo Diego Garcia Ascension Is. Kwajalein Hawaii

49 Il GPS Definizione Uso del GPS in montagna Trilaterazione Una misura (lettura da un solo satellite) costringe la nostra posizione sulla superficie di una sfera Km Distanza =T x V Noi siamo da qualche parte sulla superficie di questa sfera.

50 Il GPS Definizione Uso del GPS in montagna Trilaterazione Una seconda misura restringe le possibilita all intersezione tra due sfere L intersezione di due sfere e un cerchio

51 Il GPS Definizione Uso del GPS in montagna Trilaterazione La terza misura riduce l incertezza a solo due punti Alcuni ricevitori cartografici sono già in grado di darci una posizione

52 Il GPS Definizione Uso del GPS in montagna Trilaterazione La quarta misura indica il punto corretto

53 Il GPS Uso del GPS in montagna Quanto èpreciso? Una domanda corretta?

54 Il GPS Uso del GPS in montagna Vasta gamma di applicazioni......

55 Il GPS Uso del GPS in montagna

56 GPS e attivita in montagna Uso del GPS in montagna Ma veniamo al dunque, il GPS impiegato in montagna... Articolo GPS Neve&Valanghe Letteratura GPS in montagna

57 GPS e carte Uso del GPS in montagna Cartografia per escursionismo. Vedere la propria posizione (cartografia GPS)

58 Uso del GPS in Montagna Visualizzazione della posizione e misura Uso del GPS in montagna Il GPS ci permette di: Vedere la nostra posizione (cartografia GPS)

59 Uso del GPS in Montagna Visualizzazione della posizione e misura Uso del GPS in montagna Il GPS ci permette di: Salvare waypoint di riferimento...quali: rifugi valichi segnaletica

60 Uso del GPS in Montagna Visualizzazione della posizione e misura Uso del GPS in montagna Il GPS ci permette di: Salvare tracciati e file sharing Acquisizione dei punti in continuo (spazio/tempo) Download e file sharing, ovvero condivisione dei dati (waypoint, tracce) con altri utenti GPS.

61 Uso del GPS in Montagna Navigazione Uso del GPS in montagna Il GPS ci permette di: navigare sui waypoint memorizzati.

62 Uso del GPS in Montagna Navigazione Uso del GPS in montagna Il GPS ci permette di: navigare sui tracciati memorizzati. Track Back, ovvero, tornare sui propri passi. Il sistema mi permette di navigare sulla traccia salvata verso il punto di partenza.

63 Uso del GPS in Montagna Navigazione Uso del GPS in montagna Creazione di percorsi e trasferimento su ricevitore GPS... per i più smanettoni... Comunicazion e dati

64 Uso del GPS in Montagna Verifica quote Uso del GPS in montagna Verifica della quota (funzione altimetro) Per l identificazione:. di un valico. di un rifugio. di un waypoint ma facendo attenzione!...

65 Uso del GPS in Montagna E bene sapere che Uso del GPS in montagna ±60m A volte il ricevitore ci fornisce delle precisioni poco accurate Oppure non èin grado si fornirci alcuna posizione Da cosa può dipendere? Questo problema dipende dalla costellazione dei satelliti (Disponibilità di SVs o valori di DOP).

66 Uso del GPS in Montagna E bene sapere che Uso del GPS in montagna DOP scarsa DOP buona

67 Uso del GPS in Montagna E bene sapere che Uso del GPS in montagna Si dice che il GPS per le quote sia impreciso. Quanto èveraquesta affermazione? Dato planimetrico (Latitudine/Longitudine Nord/Est) già utilizzabile

68 Uso del GPS in Montagna E bene sapere che Uso del GPS in montagna Si dice che il GPS per le quote sia impreciso. Quanto èvera questa affermazione? Dato altimetrico, già utilizzabile?

69 Uso del GPS in Montagna E bene sapere che Uso del GPS in montagna Ellissoide: superficie matematica Ondulazione del Geoide

70 Uso del GPS in Montagna E bene sapere che Uso del GPS in montagna Il Geoide, superficie fisica di riferimento per le quote s.l.m. Superficie normale in ogni punto alla direzione della forza di gravità Superficie di riferimento per la determinazione delle quote

71 Uso del GPS in Montagna E bene sapere che Uso del GPS in montagna Il geoide ha una forma irregolare Dipende dalla distribuzione della densità della terra Si ingobba verso l alto in corrispondenza delle catene montuose Si ingobba verso il basso in corrispondenza dei mari

72 Uso del GPS in Montagna E bene sapere che Uso del GPS in montagna Quote: ortometrica (slm) ed ellissoidica Sino all avvento del GPS si èsempre determinata la quota ortometrica Con il GPS si misura la quota ellissoidica La differenza delle due quote si chiama ondulazione del geoide Il modello di ondulazione del geoide è noto alla decina di centimetri

73 53,0 SEM Corso SA Uso del GPS in Montagna E bene sapere che Uso del GPS in montagna 52,0 Ondulazione del geoide tanto maggiore quanto più irregolare èla superficie del territorio 50,0 51,0

74 Uso del GPS in Montagna E bene sapere che Uso del GPS in montagna L ondulazione del geoide entro distanze contenute (10 Km) viene ritenuta costante. La calibrazione altimetrica delle quote consente di applicare il valore di ondulazione geoidica a tutti i nostri punti del percorso (waypoits, tracce..), per avere un dato altimetrico sufficientemente corretto GPS calcola una quota ellips. Confronto dei due valori = ondulazione del geoide Quota ortometrica impostata (s.l.m.)

75 Uso del GPS in Montagna il file sharing Uso del GPS in montagna

76 Uso del GPS in Montagna il file sharing Uso del GPS in montagna

77 Uso del GPS in Montagna il file sharing Uso del GPS in montagna

78 Uso del GPS in Montagna il file sharing Uso del GPS in montagna Fruizione dell ambiente di media alta montagna sempre più di massa Ambiente di media alta montagna soggetto (soprattutto oggi, anche in risposta al repentino cambiamento climatico globale) a modifiche nel medio (stagionale) e lungo (annuale) periodo N.B. Una traccia di percorso GPS valida/sicura per una determinata stagione/periodo, può non essere più sicura per quella/o immediatamente successiva/o

79 Uso del GPS in Montagna il file sharing Uso del GPS in montagna Da sito web specializzato nella divulgazione della conoscenza ed utilizzo del GPS in montagna nasce per favorire la conoscenza e l'utilizzo del navigatore satellitare nello sport a contatto con la natura dove fondamentale è la capacità di orientarsi. Le potenzialità delle macchine GPS sono talmente vasteche è relamente limitante pensarne l'utilizzo solo per destreggiarsi nel traffico cittadino. Sfruttiamo quindi questa tecnologia e i vantaggi che offre, e godiamoci la nostra oglia di avventura con più serenità! Quante volte ci siamo trovati in mountain bike ad un bivio incerti nella direzione da prendere? Qante volte la nostra gita sci alpinistica è stata rovinata dalla nebbia che ci ha costretti al ritorno non sapendo quale era la giusta via da salire? Allora da oggi qualsiasi sia il tuo sport, sfrutta la nuova opportunità che ti offriamo: scegli la tua meta, scarica la rotta per raggiungerla e vivi la tua avventura.

80 Uso del GPS in Montagna Consigli per gli acquisti Uso del GPS in montagna Consigli per gli acquisti Avere ben chiaro in mente il motivo per il quale voglio comprare un GPS cartografia spiccia (sub metrico)? navigatore da auto/ambiente (metrico)? rilievi ingegnieristici (sub centimetrico)? Avere ben chiaro in mente l utilizzo che ne farò uso in montagna? ingombro/peso alimentazione uso in mare? salsedine (IPX..)... uso in bici? resistenza a sollecitazioni...

81 Conclusioni Due parole sul GPS

82 Conclusioni Concludendo Nello zaino prima di tutto il buon senso supportato IN PRIMIS dalle nozioni classiche di orientamento, carta e bussola e perchè no, da un GPS cartografico.

CENNI DI CARTOGRAFIA e lettura delle carte topografiche

CENNI DI CARTOGRAFIA e lettura delle carte topografiche Scuola Interregionale di Escursionismo Veneto Friulano - Giuliana Corso di Formazione/Verifica per aspiranti Operatori Sezionali ONC e TAM CENNI DI CARTOGRAFIA e lettura delle carte topografiche Paluzza

Dettagli

Il taccuino dell esploratore

Il taccuino dell esploratore Il taccuino dell esploratore a cura di ORESTE GALLO (per gli scout: Lupo Tenace) SETTIMA CHIACCHIERATA L ORIENTAMENTO (terza parte) Acquisire dimestichezza con bussola e cartina topografica, significa

Dettagli

Caserma L. Pierobon 18 marzo 2010. U.N.U.C.I. sezione di Padova

Caserma L. Pierobon 18 marzo 2010. U.N.U.C.I. sezione di Padova Caserma L. Pierobon 18 marzo 2010 U.N.U.C.I. sezione di Padova NOZIONI DI TOPOGRAFIA Reticolato geografico Designazione di un punto Sistemi di misura Nord Geografico, Rete e Magnetico Distanze Scale di

Dettagli

Corso base di cartografia ed orientamento. Novembre 2004 a cura di Giorgio Berni

Corso base di cartografia ed orientamento. Novembre 2004 a cura di Giorgio Berni Corso base di cartografia ed orientamento Novembre 2004 a cura di Giorgio Berni Sommario Corso di cartografia ed orientamento... 2 Introduzione... 2 Le carte geografiche... 3 Definizioni generali... 3

Dettagli

CARTOGRAFIA. Autore: Mauro Vannini. Firenze, Via F. Bocchi 32

CARTOGRAFIA. Autore: Mauro Vannini. Firenze, Via F. Bocchi 32 CARTOGRAFIA Nozioni di base Autore: Mauro Vannini Uisp, Lega montagna Toscana Firenze, Via F. Bocchi 32 Ottobre 2010 Scopo della dispensa: Introduzione 1) Fornire le nozioni di base sul corretto uso delle

Dettagli

Orientamento. Orientarsi vuol dire saper riconoscere un punto cardinale. Come si puó riconoscere un punto cardinale? Bussola. Sole. Orologio.

Orientamento. Orientarsi vuol dire saper riconoscere un punto cardinale. Come si puó riconoscere un punto cardinale? Bussola. Sole. Orologio. Orientamento Orientarsi vuol dire saper riconoscere un punto cardinale Come si puó riconoscere un punto cardinale? Bussola Sole Orologio Stelle BUSSOLA Tacca di mira Ago Magnetico Cerchio graduato Ci indica

Dettagli

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Cartografia ed orientamento

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Cartografia ed orientamento Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Cartografia ed orientamento Contenuti della lezione 1. Definizioni generali 2. Le coordinate geografiche 3. Le carte e le proiezioni 4. Lettura di una carta

Dettagli

La Cartografia e l'uso di G.P.S. nella Protezione Civile

La Cartografia e l'uso di G.P.S. nella Protezione Civile La Cartografia e l'uso di G.P.S. nella Protezione Civile Obiettivi Introdurre il concetto di carta come rappresentazione dello spazio che ci circonda; Familiarizzare con le caratteristiche costitutive

Dettagli

Topografia e Orientamento C.A.I. Padova Scuola di Escursionismo Vasco Trento. Sommario

Topografia e Orientamento C.A.I. Padova Scuola di Escursionismo Vasco Trento. Sommario Club Alpino Italiano Sezione di Padova Scuola di Escursionismo Vasco Trento Topografiaa e Orientamento Sommario Introduzione... 3 1. Topografia... 4 1.1. La distanza... 4 1.2. La carta topografica... 5

Dettagli

Orientarsi con un bastone

Orientarsi con un bastone Orientarsi con un bastone Pianta in terra un bastone, puntandolo verso il sole in maniera che non faccia ombra sul terreno. Dopo almeno una ventina di minuti apparirà l ombra alla base del bastone, questa

Dettagli

DALLE CARTE ALLE SEZIONI GEOLOGICHE

DALLE CARTE ALLE SEZIONI GEOLOGICHE DALLE CARTE ALLE SEZIONI GEOLOGICHE PROFILO TOPOGRAFICO Il profilo topografico, detto anche profilo altimetrico, è l intersezione di un piano verticale con la superficie topografica. Si tratta quindi di

Dettagli

LE SCALE DI RIDUZIONE

LE SCALE DI RIDUZIONE LE SCALE DI RIDUZIONE la prima cosa che si deve osservare in una carta, insieme all'equidistanza fra le curve di livello, è la scala di riduzione che è sempre in primo piano, é altresì importante osservare

Dettagli

TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA. 7. Lettura delle carte topografiche

TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA. 7. Lettura delle carte topografiche Università degli studi di Firenze Facoltà di Lettere e Filosofia TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA a.a. 2010-2011 7. Lettura delle carte topografiche Camillo Berti camillo.berti@gmail.com Argomenti Dati identificativi

Dettagli

ASSOCIAZIONE NAZIONALE VIGILI DEL FUOCO IN CONGEDO VOLONTARIATO E PROTEZIONE CIVILE. Manuale tecnico - pratico - informativo

ASSOCIAZIONE NAZIONALE VIGILI DEL FUOCO IN CONGEDO VOLONTARIATO E PROTEZIONE CIVILE. Manuale tecnico - pratico - informativo Definizione e scopo della topografia Nel suo significato etimologico, topografia vuoi dire descrizione dei luoghi. La topografia è, infatti, quella scienza che ha per scopo lo studio, la descrizione e

Dettagli

CARTOGRAFIA. Analizziamo ora le diverse tipologie di supporto che si trovano sul mercato:

CARTOGRAFIA. Analizziamo ora le diverse tipologie di supporto che si trovano sul mercato: CARTOGRAFIA Con questa piccola guida vorrei illustrare in maniera semplice come si legge una carta topografica e come soprattutto si possa, in mancanza di un GPS tracciare una rotta o comunque decidere

Dettagli

GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS

GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS GPS GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS GPS Global Positioning System è costituito da una costellazione di satelliti NAVSTAR

Dettagli

GPS. Introduzione alla tecnologia di posizionamento GNSS SOKKIA. Sokkia 1

GPS. Introduzione alla tecnologia di posizionamento GNSS SOKKIA. Sokkia 1 GPS Introduzione alla tecnologia di posizionamento GNSS SOKKIA Sokkia 1 Che cos è il GPS Un sistema di posizionamento estremamente preciso Creato e gestito dal Ministero della Difesa Americano Nato per

Dettagli

Le mappe in formato di gitale si dividono principalmente in RASTER e VETTORIALI.

Le mappe in formato di gitale si dividono principalmente in RASTER e VETTORIALI. MAPPE DIGITALI Oltre al formato cartaceo, le mappe possono essere realizzate anche nel formato digitale, in pratica sono dei file/mappa che possono essere letti ed elaborati con appositi programmi o semplicemente

Dettagli

GPS Global Positioning System

GPS Global Positioning System GPS Global Positioning System GNSS GNSS Global Navigation Satellite System Il GNSS (Global Navigation Satellite System) è il sistema globale di navigazione satellitare basato sul sistema statunitense GPS

Dettagli

Misure di base su una carta. Calcoli di distanze

Misure di base su una carta. Calcoli di distanze Misure di base su una carta Calcoli di distanze Per calcolare la distanza tra due punti su una carta disegnata si opera nel modo seguente: 1. Occorre identificare la scala della carta o ricorrendo alle

Dettagli

TOPOGRAFI A E ORIENTAMENTO IN MONTAGNA. 04-09-2014 XXIV Corso di Alpinismo A1

TOPOGRAFI A E ORIENTAMENTO IN MONTAGNA. 04-09-2014 XXIV Corso di Alpinismo A1 Club Alpino Italiano - Sezione di Bozzolo TOPOGRAFI A E ORIENTAMENTO IN MONTAGNA TOPOGRAFIA E ORIENTAMENTO IN MONTAGNA Cenni di geodesia e topografia Cartografia Lettura ed interpretazione delle carte

Dettagli

CORSO DI ORIENTAMENTO

CORSO DI ORIENTAMENTO CLUB ALPINO ITALIANO CORSO DI ORIENTAMENTO Relatore del corso A.E. Pino Scattaro 1 Nel mezzo del cammin di ORIENTAMENTO di Pino Scattaro nostra vita, mi ritrovai in una selva oscura che la diritta via

Dettagli

OROLOGIO SOLARE Una meridiana equatoriale

OROLOGIO SOLARE Una meridiana equatoriale L Osservatorio di Melquiades Presenta OROLOGIO SOLARE Una meridiana equatoriale Il Sole, le ombre e il tempo Domande guida: 1. E possibile l osservazione diretta del Sole? 2. Come è possibile determinare

Dettagli

CAPITOLO VII USO DELLA CARTA TOPOGRAFICA

CAPITOLO VII USO DELLA CARTA TOPOGRAFICA CAPITOLO VII USO DELLA CARTA TOPOGRAFICA LA CARTA TOPOGRAFICA 88. La carta topografica è una rappresentazione grafica di una parte più o meno ampia della superficie terrestre in una determinata scala.

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo PIANO DIDATTICO Allegato n 9 CORSI DI FORMAZIONE E VERIFICA PER ACCOMPAGNATORI DI ESCURSIONISMO 1 LIVELLO AE/AC STRUTTURA DEI CORSI (Art. 22) I corsi

Dettagli

15. Lettura Carte Topografiche Scala cartografica: rapporto tra le distanze sulla carta e le rispettive distanze sul terreno

15. Lettura Carte Topografiche Scala cartografica: rapporto tra le distanze sulla carta e le rispettive distanze sul terreno 15. Lettura Carte Topografiche Scala cartografica: rapporto tra le distanze sulla carta e le rispettive distanze sul terreno La distanza planimetrica fra due punti di una carta può essere letta direttamente

Dettagli

Gps e Cartografia Digitale Sistema e principi di funzionamento. 2 Corso ASE Popoli, 5 luglio 2015 AE Arturo Acciavatti

Gps e Cartografia Digitale Sistema e principi di funzionamento. 2 Corso ASE Popoli, 5 luglio 2015 AE Arturo Acciavatti Gps e Cartografia Digitale Sistema e principi di funzionamento 2 Corso ASE Popoli, 5 luglio 2015 AE Arturo Acciavatti Carta topografica Bussola Altimetro Orientamento classico 2 L orientamento classico

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo Allegato n 9 PIANO DIDATTICO CORSI DI FORMAZIONE E VERIFICA PER ACCOMPAGNATORI DI ESCURSIONISMO AE 1 LIVELLO STRUTTURA DEI CORSI (Art. 22) I corsi

Dettagli

Nelle carte in scala 1:25.000 1 cm misurato sulla carta corrisponde a 25.000 cm nella realtà, cioè a 250 m e quindi 1 km = 4 cm.

Nelle carte in scala 1:25.000 1 cm misurato sulla carta corrisponde a 25.000 cm nella realtà, cioè a 250 m e quindi 1 km = 4 cm. Le carte topografiche sono strumenti per la rappresentazione in piano di zone geografiche non eccessivamente estese come il territorio di una provincia, di un comune o parti di esso. Fondamentale è l'individuazione

Dettagli

Materia: Tecnologie e Tecniche di Rappresentazione Grafica Classi PRIME Insegnanti: G. Lombardi, L. Nieri

Materia: Tecnologie e Tecniche di Rappresentazione Grafica Classi PRIME Insegnanti: G. Lombardi, L. Nieri PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE A. S. 2014/2015 Materia: Tecnologie e Tecniche di Rappresentazione Grafica Classi PRIME Insegnanti: G. Lombardi, L. Nieri Nuclei fondamentali di LE BASI DELLA RAPPRESENTAZIONE

Dettagli

CAPITOLO 1 L ASTRONOMIA DESCRITTIVA

CAPITOLO 1 L ASTRONOMIA DESCRITTIVA CAPITOLO 1 L ASTRONOMIA DESCRITTIVA Un famoso scienziato (secondo alcuni fu Bertrand Russell) tenne una volta una conferenza pubblica su un argomento di astronomia. Egli parlò di come la Terra orbiti intorno

Dettagli

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA Prof.ssa Sonia Russo

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA Prof.ssa Sonia Russo 1 LE MAPPE GEOGRAFICHE La cartografia è la scienza che si occupa di rappresentare graficamente su di un piano, gli elementi della superficie terrestre. Tali elementi possono essere già presenti in natura

Dettagli

Lettura delle carte, orientamento sul territorio

Lettura delle carte, orientamento sul territorio Corso di Primo Livello per Volontari di Protezione Civile Amm.ne Provinciale di Lecco Lettura delle carte, orientamento sul territorio Relatori: geologi Bonfanti Dr. Carlo, De Maron Dr. Egidio e Stanzione

Dettagli

COM È FATTA UNA MERIDIANA

COM È FATTA UNA MERIDIANA COM È FATTA UNA MERIDIANA L orologio solare a cui noi comunemente diamo il nome di meridiana, in realtà dovrebbe essere chiamato quadrante; infatti è così che si definisce il piano su cui si disegnano

Dettagli

INDICE CAPITOLO I : TOPOGRAFIA E SISTEMI DI MISURA LINEARI E ANGOLARI

INDICE CAPITOLO I : TOPOGRAFIA E SISTEMI DI MISURA LINEARI E ANGOLARI INDICE CAPITOLO I : TOPOGRAFIA E SISTEMI DI MISURA LINEARI E ANGOLARI 1. Definizione e scopo della topografia.... Pag. 1 2. Sistemi di misure lineari e angolari... Pag. 1 3. Misura delle lunghezze... Pag.

Dettagli

COORDINATE E DATUM. Nella geodesia moderna è molto spesso necessario saper eseguire TRASFORMAZIONI:

COORDINATE E DATUM. Nella geodesia moderna è molto spesso necessario saper eseguire TRASFORMAZIONI: COORDINATE E DATUM Viene detta GEOREFERENZIAZIONE la determinazione della posizione di un punto appartenente alla superficie terrestre (o situato in prossimità di essa) La posizione viene espressa mediante

Dettagli

IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI

IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI La geografia studia le caratteristiche dell ambiente in cui viviamo, cioè la Terra. Per fare questo, il geografo deve studiare: com è fatto il territorio (per esempio se ci

Dettagli

Orientarsi senza bussola

Orientarsi senza bussola Orientarsi senza bussola Nello sfortunato caso in cui, durante una esercitazione sull orientamento vi siate dimenticati a casa la bussola, non disperatevi, o almeno non immediatamente. Potreste essere

Dettagli

Didascalie Strumenti del Parco Astronomico sulla Rocca di

Didascalie Strumenti del Parco Astronomico sulla Rocca di Comune di Pecetto di Valenza Didascalie Strumenti del Parco Astronomico sulla Rocca di Pecetto di Valenza Progetto, rilevamenti e calcoli di: Luigi Torlai esperto di gnomonica e costruttore di meridiane.

Dettagli

APPUNTI DI CARTOGRAFIA E USO DI GPS

APPUNTI DI CARTOGRAFIA E USO DI GPS Unione di Comuni Lombarda Terre di Frontiera GRUPPO DI PROTEZIONE CIVILE APPUNTI DI CARTOGRAFIA E USO DI GPS Gennaio 2012 0 Appunti di cartografia L obiettivo di questi appunti è di fornire ai Volontari

Dettagli

Cenni sulle coordinate e i sistemi di riferimento. Orientare la carta e valutare l azimut. Posizionarsi sulla carta: la triangolazione

Cenni sulle coordinate e i sistemi di riferimento. Orientare la carta e valutare l azimut. Posizionarsi sulla carta: la triangolazione Cenni sulle coordinate e i sistemi di riferimento La carta topografica Orientare la carta e valutare l azimut Posizionarsi sulla carta: la triangolazione Il GPS La normativa di riferimento Guida alla compilazione

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

Indica il numero delle ore giornaliere nelle quali un punto (o una superficie) è colpito dalla radiazione solare.

Indica il numero delle ore giornaliere nelle quali un punto (o una superficie) è colpito dalla radiazione solare. APPUNTI SUI PERCORSI SOLARI Bibliografia Manuale di architettura bioclimatica - Cristina Benedetti Maggioli Editore SOLEGGIAMENTO. SOLEGGIAMENTO = NUMERO DI ORE Indica il numero delle ore giornaliere nelle

Dettagli

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA VOLUME 1 CAPITOLO 0 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: Terra... territorio...

Dettagli

Introduzione al sistema GPS. Corso GPS riservato ai soci

Introduzione al sistema GPS. Corso GPS riservato ai soci Introduzione al sistema GPS Corso GPS riservato ai soci Agenda 1. Generalità sul sistema GPS 2. Principi di orientamento 2 Generalità sul sistema GPS 3 NAVSTAR GPS, a cosa serve Il NAVSTAR GPS (Navigation

Dettagli

MATERIA: GENIO RURALE PROGRAMMAZIONE CLASSI TERZE: INDIRIZZO GESTIONE

MATERIA: GENIO RURALE PROGRAMMAZIONE CLASSI TERZE: INDIRIZZO GESTIONE MATERIA: GENIO RURALE PROGRAMMAZIONE CLASSI TERZE: INDIRIZZO GESTIONE 1. OBIETTIVI 1.1 COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA: Si tratta di competenze che la reciproca integrazione e interdipendenza fra i saperi

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

A NUMERAZIONE DEI SENTIERI

A NUMERAZIONE DEI SENTIERI ALLEGATI ALLA LEGGE SUI SENTIERI Allegato A NUMERAZIONE DEI SENTIERI Cartografia della Regione Calabria in scala 1:200.000 con indicazione dei settori relativi alla pianificazione numerale dei sentieri

Dettagli

T-TOUCH II Istruzioni per l'uso

T-TOUCH II Istruzioni per l'uso T-TOUCH II Istruzioni per l'uso Ringraziamenti Ci congratuliamo con Lei per aver scelto un orologio TISSOT, una delle marche svizzere più prestigiose al mondo. Il Suo orologio T-TOUCH beneficia di tutte

Dettagli

GPS GARMIN MONTERRA Palmare GPS con Android

GPS GARMIN MONTERRA Palmare GPS con Android GPS GARMIN MONTERRA Palmare GPS con Android Display da 4" multitouch a doppio orientamento molto resistente e ottimizzato per le attività all'aria aperta Sistema operativo Android scarica e utilizza le

Dettagli

Capitolo 1 ( Cenni di chimica/fisica di base ) Pressione

Capitolo 1 ( Cenni di chimica/fisica di base ) Pressione PRESSIONE: La pressione è una grandezza fisica, definita come il rapporto tra la forza agente ortogonalmente 1 su una superficie e la superficie stessa. Il suo opposto (una pressione con verso opposto)

Dettagli

Appunti sull orientamento con carta e bussola

Appunti sull orientamento con carta e bussola Appunti sull orientamento con carta e bussola Indice Materiale necessario... 2 Orientiamo la carta topografica con l'aiuto della bussola... 2 Azimut... 2 La definizione di Azimut... 2 Come misurare l azimut...

Dettagli

Autore: Mauro Vannini. Uisp, Lega Montagna Toscana, Firenze, Via F. Bocchi 32

Autore: Mauro Vannini. Uisp, Lega Montagna Toscana, Firenze, Via F. Bocchi 32 Il GPS in escursionismo 2 parte: Uso del GPS in ambiente 10/2010 Autore: Mauro Vannini Uisp, Lega Montagna Toscana, Firenze, Via F. Bocchi 32 Gps 1 Global Positioning System: Introduzione Il sistema di

Dettagli

IL RILIEVO DELLE GROTTE

IL RILIEVO DELLE GROTTE IL RILIEVO DELLE GROTTE di Andrea Maconi Indice 1 Premessa...2 2 Cosa si porta per fare un rilievo?...2 3 Schema di realizzazione di una poligonale...2 4 Dove fare i capisaldi?...3 5 Come leggere la bussola...4

Dettagli

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno Il Cornizzolo da Civate Zona Prealpi Lombarde Triangolo Lariano Corni di Canzo Tipo itinerario Ad anello Difficoltà E (per Escursionisti) Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero

Dettagli

UN CRITERIO PER LA DEFINIZIONE DI GIORNO CON NEVE AL SUOLO

UN CRITERIO PER LA DEFINIZIONE DI GIORNO CON NEVE AL SUOLO UN CRITERIO PER LA DEFINIZIONE DI GIORNO CON NEVE AL SUOLO Cosa si intende per giorno con neve al suolo? Se può essere relativamente semplice definirlo per un territorio pianeggiante ampio e distante da

Dettagli

Cartografia, topografia e orientamento

Cartografia, topografia e orientamento Cartografia, topografia e orientamento Mappa tratta dall archivio dei musei vaticani ANVVFC,, Presidenza Nazionale, febbraio 2008 pag 1 Orbita terrestre e misura del tempo Tutti sappiamo che la terra non

Dettagli

CARTOGRAFIA. Associazione Internazionale di Cartografia (A.I.C.)

CARTOGRAFIA. Associazione Internazionale di Cartografia (A.I.C.) CARTOGRAFIA La CARTOGRAFIA è l insieme delle operazioni Scientifiche, artistiche e tecniche che, a partire dai risultati delle levate originali o dall esame e dallo studio dei dati di una documentazione,

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA DETERMINAZIONE DELL OMBREGGIAMENTO DI SUPERFICI TRASPARENTI SU PARETE VERTICALE

ISTRUZIONI PER LA DETERMINAZIONE DELL OMBREGGIAMENTO DI SUPERFICI TRASPARENTI SU PARETE VERTICALE ISTRUZIONI PER LA DETERMINAZIONE DELL OMBREGGIAMENTO DI SUPERFICI TRASPARENTI SU PARETE VERTICALE Per ogni superficie trasparente presente sulle facciate degli edifici è possibile costruire una maschera

Dettagli

Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro

Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro INDICE Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro...1 LA TRIANGOLAZIONE...1

Dettagli

Il calore del sole e le fasce climatiche della terra

Il calore del sole e le fasce climatiche della terra Il calore del sole e le fasce climatiche della terra 1 Il sole trasmette energia e calore alla terra. Ma, dato che la terra ha una forma simile a quella di una sfera, che ruota su se stessa attorno a un

Dettagli

S O M M A R I O. BIBLIOGRAFIA e RISORSE WEB

S O M M A R I O. BIBLIOGRAFIA e RISORSE WEB S O M M A R I O Compagni inseparabili... 03 IL RETICOLATO GEOGRAFICO Meridiani e paralleli 04 LA COSTRUZIONE DELLE CARTE TOPOGRAFICHE Il sistema Universal Transverse Mercator 06 La carta topografica d

Dettagli

Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno

Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno Lucia Corbo e Nicola Scarpel Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno 2 SD ALTEZZA DEL SOLE E LATITUDINE Per il moto di Rivoluzione che la Terra compie in un anno intorno al Sole, ad un osservatore

Dettagli

Sole e ombre sul mappamondo da terrestri di Lucia Corbo

Sole e ombre sul mappamondo da terrestri di Lucia Corbo Sole e ombre sul mappamondo da terrestri di Lucia Corbo Mappamondo orientato da extraterrestri Tutti i mappamondi in commercio sono costruiti con l'asse della Terra inclinato di 23 27' rispetto alla verticale;

Dettagli

La misura in topografia

La misura in topografia La misura in topografia In questa dispensa di fornisce un cenno agli strumenti e alle tecniche di misura impiegate in topografia. Vengono descritti gli strumenti per misurare le lunghezze, quali il flessometro,

Dettagli

CORSI DI ESCURSIONISMO

CORSI DI ESCURSIONISMO CLUB ALPINO ITALIANO CORSI DI ESCURSIONISMO REGOLAMENTO e PIANI DIDATTICI COMMISSIONE CENTRALE PER L ESCURSIONISMO SCUOLA CENTRALE DI ESCURSIONIMO 203 La Commissione Centrale per l Escursionismo Visti:

Dettagli

Il Sistema di Posizionamento Globale (GPS)

Il Sistema di Posizionamento Globale (GPS) Il Sistema di Posizionamento Globale (GPS) Metodo di base: triangolazione nello spazio I satelliti GPS Determinazione delle distanze dai satelliti mediante misure di tempi di arrivo dei segnali Come è

Dettagli

CORSO DI TOPOGRAFIA A A.A. 2006-2007

CORSO DI TOPOGRAFIA A A.A. 2006-2007 CORSO DI TOPOGRAFIA A A.A. 6-7 APPUNTI LEIONI GPS PARTE II Documento didattico ad uso interno - www.rilevamento.it 1 1 Inserimento di un rilievo GPS in cartografia. Problemi di trasformaione di coordinate

Dettagli

LA LETTURA DELLA CARTA TOPOGRAFICA Guida all Orientamento G.Corbellini, Ed. Zanichelli 1985

LA LETTURA DELLA CARTA TOPOGRAFICA Guida all Orientamento G.Corbellini, Ed. Zanichelli 1985 LA LETTURA DELLA CARTA TOPOGRAFICA Guida all Orientamento G.Corbellini, Ed. Zanichelli 1985 UN PO' DI GEOGRAFIA: I PUNTI CARDINALI Prima di intraprendere la nostra avventura in compagnia della carta e

Dettagli

MATEMATICA CLASSE SECONDA OBIETTIVI OPERATIVI. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Conoscere il numero nei suoi vari aspetti.

MATEMATICA CLASSE SECONDA OBIETTIVI OPERATIVI. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Conoscere il numero nei suoi vari aspetti. MATEMATICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali e sa valutare l opportunità di

Dettagli

Manuale d'uso HERE Maps

Manuale d'uso HERE Maps Manuale d'uso HERE Maps Edizione 1.0 IT HERE Maps HERE Maps mostra ciò che si trova nelle vicinanze e guida verso il luogo in cui si desidera andare. È possibile: Trovare città, strade e servizi Trovare

Dettagli

L osservatorio è collocato all interno del Parco pineta tra Saronno e Varese. Attorno ad esso troviamo un incredibile distesa di alberi.

L osservatorio è collocato all interno del Parco pineta tra Saronno e Varese. Attorno ad esso troviamo un incredibile distesa di alberi. L osservatorio L osservatorio è collocato all interno del Parco pineta tra Saronno e Varese. Attorno ad esso troviamo un incredibile distesa di alberi. All interno troviamo la sala conferenze e i vari

Dettagli

LM Quaternario, Preistoria e Archeologia Corso di Cartografia tematica Dott. Maria Chiara Turrini

LM Quaternario, Preistoria e Archeologia Corso di Cartografia tematica Dott. Maria Chiara Turrini LM Quaternario, Preistoria e Archeologia Corso di Cartografia tematica Dott. Maria Chiara Turrini La distanza di quota tra isoipse è costante e prende il nome di EQUIDISTANZA. Generalmente il valore dell

Dettagli

IL CAMPO MAGNETICO TERRESTRE

IL CAMPO MAGNETICO TERRESTRE IL CAMPO MAGNETICO TERRESTRE La Terra, come ogni altro corpo dotato di massa, è circondata da un campo gravitazionale che attrae altri corpi. Siamo oggi in grado di determinare gli effetti della gravità,

Dettagli

Vivere la montagna in sicurezza

Vivere la montagna in sicurezza Vivere la montagna in sicurezza Buon senso e buone attrezzature. Per essere sicuri in montagna Chi la ama veramente non ne ha mai dubitato: la montagna va sempre rispettata. Valutando realisticamente le

Dettagli

6. Le conseguenze del moto di rivoluzione

6. Le conseguenze del moto di rivoluzione eclittica cerchio massimo sulla sfera celeste percorso apparente del Sole durante l'anno. interseca l'equatore celeste in due punti o nodi : Punto vernale (o punto γ o punto di Ariete) nodo ascendente.

Dettagli

Tecniche di orientamento

Tecniche di orientamento Appunti Vol. I Tecniche di orientamento Mino Testa INDICE Introduzione 3 I. La Carta Geografica 5 1.1 La scala 5 1.2 Segni convenzionali e legenda 7 1.3 Curve di livello 9 1.4 Tipi di carte 10 1.5 Misura

Dettagli

Quesiti della Classe di Abilitazione A072

Quesiti della Classe di Abilitazione A072 Quesiti della Classe di Abilitazione A072 1) Nel sistema di misura centesimale l angolo giro è suddiviso in: a) 360 gradi b) 400 gradi c) 2 radianti d) 206265 e) 10800 2) La sfera locale ha come raggio:

Dettagli

Conversione coordinate Sistema Informativo Territoriale Regionale e Infrastruttura di Dati Territoriale (SITR-IDT)

Conversione coordinate Sistema Informativo Territoriale Regionale e Infrastruttura di Dati Territoriale (SITR-IDT) Conversione coordinate Sistema Informativo Territoriale Regionale e Infrastruttura di Dati Territoriale (SITR-IDT) Indice 1. Le trasformazioni di coordinate... 3 1.1 Coordinate massime e minime ammesse

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM Syllabus. Versione 1 Febbraio 2007

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM Syllabus. Versione 1 Febbraio 2007 EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM Syllabus Versione 1 Febbraio 2007 Versione 1 Febbraio 2007 ECDL GIS Programma di certificazione 1. A chi si rivolge La certificazione ECDL

Dettagli

STRUMENTI STORICI PER LA MISURA DI ANGOLI, DISTANZE E DISLIVELLI Ottico-meccanici

STRUMENTI STORICI PER LA MISURA DI ANGOLI, DISTANZE E DISLIVELLI Ottico-meccanici STRUMENTI STORICI PER LA MISURA DI ANGOLI, DISTANZE E DISLIVELLI Ottico-meccanici STRUMENTI MODERNI PER TRACCIARE ALLINEAMENTI E PER LA MISURA DI ANGOLI E DISTANZE Squadri Ottico-meccanici Combinati ottico-elettronici

Dettagli

NORMATIVA DEI CORSI PER ACCOMPAGNATORE ESCURSIONISTICO NAZIONALE (A.E.N.) DELLA FEDERAZIONE ITALIANA ESCURSIONISMO

NORMATIVA DEI CORSI PER ACCOMPAGNATORE ESCURSIONISTICO NAZIONALE (A.E.N.) DELLA FEDERAZIONE ITALIANA ESCURSIONISMO NORMATIVA DEI CORSI PER ACCOMPAGNATORE ESCURSIONISTICO NAZIONALE (A.E.N.) DELLA FEDERAZIONE ITALIANA ESCURSIONISMO La pianificazione dei Corsi per Accompagnatore Escursionistico Nazionale (A.E.N.) della

Dettagli

Corretto posizionamento di strumentazione meteorologica

Corretto posizionamento di strumentazione meteorologica Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica Corso di laurea in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Fisica dell Atmosfera e del Clima Corretto posizionamento di strumentazione meteorologica

Dettagli

Mobile +39 349 4320563 info@guidemonterosa.info www.guidemonterosa.info. Gressoney, la valle del Lys e il Monte Rosa

Mobile +39 349 4320563 info@guidemonterosa.info www.guidemonterosa.info. Gressoney, la valle del Lys e il Monte Rosa SOCIETA DELLE GUIDE DI GRESSONEY Sede legale: Località Tache 11020 Gressoney-La-Trinité (Ao) Sede ufficio: Località Lago Gover 11025 Gressoney-Saint-Jean (Ao) Mobile +39 349 4320563 info@guidemonterosa.info

Dettagli

Livellazione Geometrica Strumenti per la misura dei dislivelli

Livellazione Geometrica Strumenti per la misura dei dislivelli Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento Livellazione Geometrica Strumenti per la misura dei dislivelli Nota bene: Questo documento rappresenta unicamente

Dettagli

Meteorologia Sinottica Proprietà dell Atmosfera PRESSIONE ATMOSFERICA. (parte 3^) 1

Meteorologia Sinottica Proprietà dell Atmosfera PRESSIONE ATMOSFERICA. (parte 3^) 1 PRESSIONE ATMOSFERICA (parte 3^) 1 PRESSIONE ATMOSFERICA misura della pressione atmosferica: barometri barometro a mercurio (Torricelli( Torricelli) è il più accurato necessita di correzioni per: altitudine

Dettagli

MONTAGNAVDA APP Come funziona

MONTAGNAVDA APP Come funziona MONTAGNAVDA APP Come funziona APP Montagna.VDA Le nuove potenzialità degli smartphone sono estremamente utili per chi percorre la montagna. In particolare l utilizzo del GPS con la possibilità di connessione

Dettagli

FEDERAZIONE SPELEOLOGICA TOSCANA

FEDERAZIONE SPELEOLOGICA TOSCANA FEDERAZIONE SPELEOLOGICA TOSCANA COMMISSIONE CATASTO Unione Speleologica Calenzano con il patrocinio del Comune di Calenzano CORSO DI CARTOGRAFIA E POSIZIONAMENTO GROTTE 29 30 maggio 2010 Istruttori Bernabini

Dettagli

FOTOVOLTAICO LA RADIAZIONE SOLARE

FOTOVOLTAICO LA RADIAZIONE SOLARE FOTOVOLTAICO LA RADIAZIONE SOLARE Il Sole Sfera di gas riscaldato da reazioni di fusione termonucleare che, come tutti i corpi caldi emette una radiazione elettromagnetica o solare. L energia solare è

Dettagli

Esploriamo i social network insieme ai figli

Esploriamo i social network insieme ai figli Esploriamo i social network insieme ai figli Perché fare un viaggio sul pianeta Google Map? Ci sono tre buone ragioni 1. Stimoli il senso dell orientamento nei bambini! La tua via, il tuo parchetto, la

Dettagli

Come scegliere un sistema di illuminazione stradale fotovoltaico

Come scegliere un sistema di illuminazione stradale fotovoltaico Come scegliere un sistema di illuminazione stradale fotovoltaico Guida e consigli tecnici per l esatto posizionamento del lampione e dell installazione tecnica e programmazione Concetti fondamentali Il

Dettagli

Osservatorio Meteorologico Rifugio Fiori del Baldo 1850 metri - Monte Baldo Verona

Osservatorio Meteorologico Rifugio Fiori del Baldo 1850 metri - Monte Baldo Verona Osservatorio Meteorologico Rifugio Fiori del Baldo 1850 metri - Monte Baldo Verona La sicurezza viene dal cielo www.meteomontebaldo.it L Osservatorio meteorologico Rifugio Fiori del Baldo é situato a 1850

Dettagli

Gianni Ferrari FORMULE E METODI PER LO STUDIO DEGLI OROLOGI SOLARI PIANI

Gianni Ferrari FORMULE E METODI PER LO STUDIO DEGLI OROLOGI SOLARI PIANI Gianni Ferrari FORMULE E METODI PER LO STUDIO DEGLI OROLOGI SOLARI PIANI INDICE ix PARTE I - Definizioni e considerazioni generali Capitolo 1 1 Coordinate equatoriali e azimutali del Sole Relazioni fondamentali

Dettagli

1. COME SI LEGGE LA CARTA NAUTICA 1 1.1 UNA PREMESSA. 44-00198 Roma

1. COME SI LEGGE LA CARTA NAUTICA 1 1.1 UNA PREMESSA. 44-00198 Roma 1. COME SI LEGGE LA CARTA NAUTICA 1 Si pensa spesso che per leggere una carta nautica basti guardarla: non è certo così. Anche diportisti con lunga esperienza di navigazione possono trovarsi impreparati

Dettagli

LA RADIAZIONE SOLARE. Tecnica del Controllo Ambientale. Prof. Maurizio Cellura

LA RADIAZIONE SOLARE. Tecnica del Controllo Ambientale. Prof. Maurizio Cellura LA RADIAZIONE SOLARE Tecnica del Controllo Ambientale Prof. Maurizio Cellura INTRODUZIONE Il progettista deve: 1. Definire le condizioni climatiche generali e locali; 2. Ricercale le soluzioni idonee;

Dettagli

Clima e parametri climatici 1

Clima e parametri climatici 1 Corso di Fisica Tecnica Ambientale Architettura-energia-ambiente: introduzione alla sostenibilità Laboratorio Integrato 1 anno CLASARCH indirizzo sostenibilità Clima e parametri climatici 1 Università

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

SISTEMI DI INTEGRAZIONE ELETTRONICA Il sistema GPS e la tecnologia RFID

SISTEMI DI INTEGRAZIONE ELETTRONICA Il sistema GPS e la tecnologia RFID ferrigno@unicas.it Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale SISTEMI DI INTEGRAZIONE ELETTRONICA Il sistema GPS e la tecnologia RFID Docente: Luigi Ferrigno GPS Il sistema GPS (Global Positioning

Dettagli

Corso di Topografia. L arte di perdersi

Corso di Topografia. L arte di perdersi L arte di perdersi Corso di Topografia Questo corso che ti proponiamo è il frutto dell'esperienza di un capo scout, che vuol far vivere l'avventura con competenza ai suoi ragazzi. Vuol essere un corso

Dettagli