CITTA METROPOLITANA E SISTEMA WELFARE UN QUADRO D INSIEME E QUALCHE PROPOSTA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CITTA METROPOLITANA E SISTEMA WELFARE UN QUADRO D INSIEME E QUALCHE PROPOSTA"

Transcript

1 CITTA METROPOLITANA E SISTEMA WELFARE UN QUADRO D INSIEME E QUALCHE PROPOSTA

2 QUALCHE CONSIDERAZIONE SUL RAPPORTO REGIONE COMUNI IN SANITA (vedi pubblicazione ASTRID «La Sanità in Italia») MODELLO LOMBARDO: gestione centralizzata regionale MODELLO EMILIANO: patto di gestione tra regione ed Enti Locali Nel modello lombardo assolutamente negativa la netta separazione tra Aziende Ospedaliere e ASL: compromesso il principio dell integrazione socio-sanitaria nel territorio che era una delle caratteristiche del sistema lombardo Anche nel sistema ospedaliero mentre i privati hanno lavorato per grandi aggregazioni funzionali (S.Donato, S.Raffaele, Humanitas, IEO CERBA) il settore pubblico è stato a guardare privilegiando l accentramento di funzioni gestionali economicistiche (Infrastrutture Lombarde, Centralizzazione acquisti, adesso addirittura Agenzia lombarda del farmaco)

3 Per correggere la deriva: alcune direttrici fondamentali Una nuova centralità della cultura della presa in carico dei cittadini in condizione di bisogno (cuore del progetto di legge PD) L unificazione degli assessorati regionali Un Patto tra Regione ed enti locali per la riorganizzazione del sistema seguendo, in parte, le proposte della Giunta regionale Due possibili sperimentazioni: La sanità di montagna Il governo del sistema nella Città Metropolitana Anche se la Sanità non è indicata tra le competenze primarie della Città Metropolitana, non possiamo trascurare l esigenza che, per uno sviluppo equilibrato di questo territorio, venga assicurato un governo unitario del sistema di welfare di quest area. La tutela della salute è un fattore di sviluppo di una società e quindi la sua organizzazione non può essere estranea alle tematiche di un vero Piano Strategico la cui elaborazione e gestione è compito della Città Metropolitana

4 Da dove partire La proposta da cui potremmo partire è il modello che, in base alla legge 56, consentirà l elezione diretta degli organismi di gestione della Città Metropolitana 9 zone con forte autonomia nel territorio di Milano ( le future Municipalità) 7 zone omogenee nell area metropolitana Nella Città andrebbe superata l attuale divaricazione tra organizzazione della sanità (5 distretti sanitari) e del sociale (9 zone in coincidenza delle future municipalità), cosa auspicata e prevista dal Piano di zona oggi in vigore. Nell area metropolitana l organizzazione dei distretti coincide quasi interamente con quella delle zone omogenee salvo il caso di Paderno Dugnano che nelle zone omogenee è nel nord Milano mentre nell organizzazione distrettuale è nel distretto di Garbagnate Mediamente: 2 distretti in cinque zone omogenee 3 distretti nella zona Sud Ovest 3 distretti più quello del Trezzese nella zona Martesana In alcuni distretti si è sperimentata la formula di gestione di tipo aziendale In altri si sta avviando l esperienza dell Unione dei comuni

5 Coordinamento La normativa dovrebbe incoraggiare il coordinamento dei distretti per ogni zona omogenea Le 3 Aziende Ospedaliere dell area metropolitana vanno inserite nel sistema ASL e i diversi presidi vanno coordinati dagli organismi della zona omogenea nella quale sono collocati (vedi schede successive)

6 ZONA OMOGENEA ALTO MILANESE ASL 1 ABITANTI: DISTRETTI: 2 LEGNANO CASTANO PRIMO LEGNANO CUGGIONO

7 ZONA OMOGENEA NORD OVEST ASL 1 ABITANTI: DISTRETTI: 2 RHO, GARBAGNATE (Paderno Dugnano come zona omogenea è nel Nord Milano mentre come distretto è nel Nord Ovest) RHO, GARBAGNATE BOLLATE, PADERNO DUGNANO

8 ZONA OMOGENEA ADDA MARTESANA ASL 2 ABITANTI: DISTRETTI: 3 +1 PIOLTELLO, CERNUSCO SUL NAVIGLIO, TREZZO, MELZO CERNUSCO SUL NAVIGLIO, VAPRIO D ADDA, CASSANO D ADDA, MELZO, GORGONZOLA

9 ZONA OMOGENEA SUD EST ASL 2 ABITANTI: DISTRETTI: 2 SAN GIULIANO MILANESE PAULLO MELEGNANO, POLICLINICO SAN DONATO MILANESE

10 ZONA OMOGENEA SUD OVEST ASL 2 ABITANTI: DISTRETTI 3 ROZZANO, PIEVE EMANUELE, CORSICO HUMANITAS (ROZZANO)

11 ASL 1 ZONA OMOGENEA ABBIATENSE ABITANTI: DISTRETTI: 2 ABBIATEGRASSO, MAGENTA ABBIATEGRASSO, MAGENTA MAGENTINO

12 ZONA OMOGENEA NORD MILANO ASL MILANO ABITANTI: DISTRETTI: 2 CINISELLO BALSAMO SESTO S. GIOVANNI CINISELLO BALSAMO SESTO S. GIOVANNI MULTIMEDICA CITTA DELLA SALUTE (?)

13 CITTA DI MILANO ASL MILANO ABITANTI: DISTRETTI SANITARI 5 DISTRETTI SOCIALI 9 IRCSS: MAGGIORE POLICLINICO, TUMORI, BESTA SAN CARLO, SACCO, FATEBENEFRATELLI, M.MELLONI, CTO, BUZZI, GAETANO PINI, NIGUARDA, SAN PAOLO

14 Per la rete ospedaliera di Milano va riproposto il progetto di gestione coordinata del sistema lasciando autonomi solo gli IRCSS. Resta il nodo del sistema ottimale di gestione di una realtà complessa come quella della sanità nell area milanese. Fino ad oggi si è andati avanti con 3 ASL 3 Aziende Ospedaliere nell area metropolitana 5 Aziende ospedaliere a Milano 3 IRCCS Mi sembra arrivato il momento di lavorare per la definizione di una holding presieduta dal Sindaco Metropolitano con dentro i rappresentanti di tutte le zone omogenee capace di governare un sistema di poche aziende funzionali a logiche di servizio più che alle esigenze di gruppi di potere. Ovviamente si tratta di un progetto da ponderare seriamente ascoltando tutti quelli che possono dare un contributo ad un serio rilancio del sistema di welfare della Città Metropolitana.

15 IL PUNTO SUL SISTEMA WELFARE IN ZONA DI SIGNIFICATIVE SPERIMENTAZIONI ADDA MARTESANA NEL SETTORE SOCIALE VARATA L UNIONE DEI COMUNI NEL DISTRETTO DI CERNUSCO-GORGONZOLA ANCORA IN ELABORAZIONE L UNIONE NEL DISTRETTO DI MELZO NECESSARIO AVVIARE LA RIFLESSIONE NEL DISTRETTO DI PIOLTELLO DEFINIRE UNA POSIZIONE SERIA SUI COMUNI DELL ADDA NEL SETTORE SANITARIO APERTURA DEL CONFRONTO CON LA REGIONE SUL RIORDINO DELLA RETE OSPEDALIERA APPROVAZIONE DI UN NUOVO DOCUMENTO DI INDIRIZZO DA PARTE DELL ASSEMBLEA DEI SINDACI SUL QUALE BISOGNA OTTENERE RISPOSTE DI MERITO AVVIO DELLA TRASFORMAZIONE DEL PRESIDIO DI VAPRIO D ADDA CHE DEVE AVERE I CONTENUTI DI QUALITA INDICATI DAI SINDACI DEL TERRITORIO NECESSARIO ED URGENTE COLLOCARE LA SEDE AMMINISTRATIVA DELL ASL A GORGONZOLA

PIANI DI ZONA PROGRAMMAZIONE SOCIALE 2015 2017

PIANI DI ZONA PROGRAMMAZIONE SOCIALE 2015 2017 PIANI DI ZONA PROGRAMMAZIONE SOCIALE 2015 2017 ------- Accordo 16 dicembre 2014 sottoscritto tra Cgil, Cisl, Uil congiuntamente alle Federazioni regionali pensionati Spi, Fnp e Uilp della Lombardia e l

Dettagli

118 Milano - Ospedali di competenza

118 Milano - Ospedali di competenza 118 Milano - Ospedali di competenza ABBIATEGRASSO ABBIATEGRASSO VIA MUSSI G. BOLLATE BOLLATE VIA PIAVE CARDIOLOGICO MILANO VIA PAREA CARLO #RIA CARDIOCH CERNUSCO CERNUSCO SUL NAVIGLIO VIA UBOLDO CINISELLO

Dettagli

Distribuzione delle associazioni sul territorio della Città Metropolitana - aprile 2015

Distribuzione delle associazioni sul territorio della Città Metropolitana - aprile 2015 Le Associazioni presenti nel territorio della Città Metropolitana di Milano aprile 2015 Fonte: Registri provinciali dell Ufficio Terzo Settore Città Metropolitana Elaborazione: Osservatorio Sociale Città

Dettagli

ATS ATS della città Metropolitana di Milano

ATS ATS della città Metropolitana di Milano ATS ATS della città Metropolitana di Milano ATS DELL'INSUBRIA Pagina 1 ATS DELLA BRIANZA ATS DI BERGAMO ATS DI BRESCIA ATS DI PAVIA ATS DELLA VALLE PADANA ATS DELLA MONTAGNA Pagina 2 Pagina 3 IRCCS che

Dettagli

Comune di Abbiategrasso Piazza Guglielmo Marconi, 1 20081 (MI) Email: comune.abbiategrasso@legalpec.it

Comune di Abbiategrasso Piazza Guglielmo Marconi, 1 20081 (MI) Email: comune.abbiategrasso@legalpec.it Regione Lombardia - Giunta DIREZIONE GENERALE SALUTE GOVERNO DEI DATI, DELLE STRATEGIE E PIANI DEL SISTEMA SANITARIO FARMACEUTICA, PROTESICA E DISPOSITIVI MEDICI Piazza Città di Lombardia n.1 20124 Milano

Dettagli

PROGRAMMAZIONE OFFERTA FORMATIVA IeFP

PROGRAMMAZIONE OFFERTA FORMATIVA IeFP PROGRAMMAZIONE OFFERTA FORMATIVA IeFP Anno Formativo 2014/2015 Commissione provinciale per il Lavoro e la Formazione 16 ottobre 2013 PROGRAMMAZIONE IeFP A.F. 2014-2015 I percorsi presentati dagli enti

Dettagli

Le assenze dei dipendenti pubblici. Agosto 2012. Regione Lombardia

Le assenze dei dipendenti pubblici. Agosto 2012. Regione Lombardia Le assenze dei dipendenti pubblici Agosto 2012 Regione Lombardia (Agosto 2012/Agosto 2011) (1/10) COMUNE DI CASTELLANZA -97,44 0,01 COMUNE DI ARESE -97,06 0,01 COMUNE DI LONATE POZZOLO -94,12 0,05 COMUNE

Dettagli

Venerdì 30 novembre 2007 - ore 21 Melzo - Saloncino di Palazzo Trivulzio Via Dante, 1

Venerdì 30 novembre 2007 - ore 21 Melzo - Saloncino di Palazzo Trivulzio Via Dante, 1 Venerdì 30 novembre 2007 - ore 21 Melzo - Saloncino di Palazzo Trivulzio Via Dante, 1 Relazione Prof. Vittorio Mapelli Zone ACLI Cassano, Melzo e Cernusco Forum del Terzo Settore - Martesana Circolo «Spazio

Dettagli

Elenco Uffici Manpower

Elenco Uffici Manpower Elenco Uffici Manpower Filiale Indirizzo Telefono Fax ABBIATEGRASSO Mirabello AGRATE BRIANZA D'Agrate Galleria Mirabello, 11 20081 Abbiategrasso (MI) abbiategrasso.mirabello@manpow Via Antonio D'Agrate,

Dettagli

Direzione Generale. Roma, 20/10/2014

Direzione Generale. Roma, 20/10/2014 Direzione Generale Roma, 20/10/2014 Circolare n. 127 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Procedure effettuate in ambulatorio

Procedure effettuate in ambulatorio PERI ODO CODI CE_S TRUT TURA 2010 0310-2010 0315-2010 0317-2010 0332-2010 0334-2010 0351-2010 0356-2010 0358-2010 0366-2010 0368-2010 0372- DENOMINAZIONE_ST RUTTURA OSPEDALE DI CIRCOLO GALMARINI - TRADATE

Dettagli

C OMUNICAZIONI. a cura di Maurizio Neri

C OMUNICAZIONI. a cura di Maurizio Neri C OMUNICAZIONI a cura di Maurizio Neri Emergency life support for civilian war victims Associazione umanitaria italiana per la cura e la riabilitazione delle vittime delle guerra e delle mine antiuomo.

Dettagli

Per chi vuole saperne di più.

Per chi vuole saperne di più. Per chi vuole saperne di più. Sanità: la nuova riforma socio sanitaria della regione Lombardia è legge, ecco cosa cambia. La scorsa mese di agosto, dopo mesi di lavoro, settimane di contestazioni, cinque

Dettagli

OGGETTO: Report statistici screening oncologici ASL MI 2. Aggiornamento al 31/12/2009.

OGGETTO: Report statistici screening oncologici ASL MI 2. Aggiornamento al 31/12/2009. DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO DI MEDICINA PREVENTIVA NELLE COMUNTA Via Friuli, 2. 20084 - Lacchiarella (MI) tel. 02 82456701/02 fa. 02 82456703 Lacchiarella, 22 aprile 2011 Protocollo, 19.263 22/04/2011

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2014 Settore residenziale. MILANO a cura dell Ufficio Statistiche e Studi

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2014 Settore residenziale. MILANO a cura dell Ufficio Statistiche e Studi NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2014 Settore residenziale MILANO a cura dell Ufficio Statistiche e Studi data di pubblicazione: 28 novembre 2014 periodo di riferimento:

Dettagli

ATS BRESCIA Email: protocollo@pec.atsbrescia.it

ATS BRESCIA Email: protocollo@pec.atsbrescia.it Regione Lombardia - Giunta DIREZIONE GENERALE WELFARE Piazza Città di Lombardia n.1 20124 Milano www.regione.lombardia.it welfare@pec.regione.lombardia.it Tel 02 6765.1 Alla c.a. Direttori Generali ATS

Dettagli

RESOCONTO MILANO 1. PRESIDIO OSPEDALIERO AZIENDA OSPEDALIERA G. SALVINI OSPEDALE CADUTI BOLLATESI VIA PIAVE, 20 20021 BOLLATE (MI) tel.

RESOCONTO MILANO 1. PRESIDIO OSPEDALIERO AZIENDA OSPEDALIERA G. SALVINI OSPEDALE CADUTI BOLLATESI VIA PIAVE, 20 20021 BOLLATE (MI) tel. RESOCONTO MILANO 1 STRUTTURE DI RICOVERO E CURA ABBIATEGRASSO (MI) Presidio ospedaliero di Azienda Ospedaliera AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO OSPEDALE C.CANTU' PIAZZA B.C. MUSSI,1 20081

Dettagli

PATTO LOCALE TRA ENTI LOCALI E ASSOLOMBARDA PER LA SICUREZZA URBANA DELLE AREE PRODUTTIVE DEL SUD MILANO

PATTO LOCALE TRA ENTI LOCALI E ASSOLOMBARDA PER LA SICUREZZA URBANA DELLE AREE PRODUTTIVE DEL SUD MILANO Cerro al Lambro Melegnano Opera Rozzano San Donato Milanese San Giuliano Milanese Vizzolo Predabissi PATTO LOCALE TRA ENTI LOCALI E ASSOLOMBARDA PER LA SICUREZZA URBANA DELLE AREE PRODUTTIVE DEL SUD MILANO

Dettagli

AGENZIA PER I SERVIZI SANITARI REGIONALI. COINCIDENZA AMBITI SOCIALI E DISTRETTI SOCIOSANITARI (art. 8 L. 328/2000) Normativa di riferimento

AGENZIA PER I SERVIZI SANITARI REGIONALI. COINCIDENZA AMBITI SOCIALI E DISTRETTI SOCIOSANITARI (art. 8 L. 328/2000) Normativa di riferimento REGIONI ABRUZZO Coincidenza ambiti territoriali sociali e ambiti del distretto sanitario No 73 distretti sanitari 35 ambiti sociali Normativa di riferimento Note Il Piano sociale regionale 2002-04 (D.C.R.

Dettagli

ALL. 1. (DGR n. 3384 del 10/4/2015) INDICE:

ALL. 1. (DGR n. 3384 del 10/4/2015) INDICE: ALL. 1 AVVISO PUBBLICO CON SCADENZA 0 MAGGIO 2015 PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE N. 18 DEL 24 GIUGNO 2014 Norme a tutela dei coniugi separati o divorziati

Dettagli

3 Rapporto sulla fiscalità locale nei territori di Milano, Lodi e Monza e Brianza RAPPORTO 01/2015

3 Rapporto sulla fiscalità locale nei territori di Milano, Lodi e Monza e Brianza RAPPORTO 01/2015 3 Rapporto sulla fiscalità locale nei territori di Milano, Lodi e Monza e Brianza RAPPORTO 01/2015 A cura dei Settori Fisco e Diritto d Impresa Competitività Territoriale, Ambiente ed Energia Indice contenuti

Dettagli

TRA. L Agenzia per la Formazione, l Orientamento ed il Lavoro Est Milano

TRA. L Agenzia per la Formazione, l Orientamento ed il Lavoro Est Milano PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROGRAMMAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA CONDIVISO PER L ORIENTAMENTO, IL RIORIENTAMENTO, LA RIMOTIVAZIONE CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA NEL TERRITORIO DELL EST MILANO

Dettagli

Referente per l'istruttoria della pratica: Dott.ssa Cinzia Secchi 02/6765.5052 cinzia_secchi@regione.lombardia.it

Referente per l'istruttoria della pratica: Dott.ssa Cinzia Secchi 02/6765.5052 cinzia_secchi@regione.lombardia.it Regione Lombardia - Giunta ASSESSORE A SICUREZZA, PROTEZIONE CIVILE E IMMIGRAZIONE SIMONA BORDONALI Piazza Città di Lombardia n.1 20124 Milano www.regione.lombardia.it sicurezza@pec.regione.lombardia.it

Dettagli

Elenco locali convenzionati Ticket Service - Provincia di Milano

Elenco locali convenzionati Ticket Service - Provincia di Milano Elenco locali convenzionati Ticket Service - Provincia di Milano Consigliamo di rivolgersi in cassa centrale prima di effettuare gli acquisti In caso di mancato ritiro, scrivere a vouchersociale-it@edenred.com

Dettagli

PROVINCIA DI MILANO DIREZIONE CENTRALE ISTRUZIONE ED EDILIZIA SCOLASTICA

PROVINCIA DI MILANO DIREZIONE CENTRALE ISTRUZIONE ED EDILIZIA SCOLASTICA IL PATRIMONIO SCOLASTICO DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE E COSTITUITO DA 168 EDIFICI SCOLASTICI (RIFERITI ALLA SOLA ISTRUZIONE SUPERIORE); La popolazione della Provincia di Milano e di 3.083.995 LA POPOLAZIONE

Dettagli

RAPPORTO N 04/2016. 4 Rapporto sulla fiscalità locale nei territori di Milano, Lodi e Monza e Brianza

RAPPORTO N 04/2016. 4 Rapporto sulla fiscalità locale nei territori di Milano, Lodi e Monza e Brianza 4 Rapporto sulla fiscalità locale nei territori di Milano, Lodi e Monza e Brianza RAPPORTO N 04/2016 A cura dei Settori Fisco e Diritto d Impresa Competitività Territoriale, Ambiente ed Energia 4 Rapporto

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA DEI COMUNI DELL UFFICIO D AMBITO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO DELLA PROVINCIA DI MILANO

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA DEI COMUNI DELL UFFICIO D AMBITO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO DELLA PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA DEI COMUNI DELL UFFICIO D AMBITO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO DELLA PROVINCIA DI MILANO EX ART. 48, C. 3, L.R. N. 26/2003 COME MODIFICATO DALL ART. 1, L.R. N. 21/2010 1 Art.

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome CALDARULO TIZIANA Tel 02 994.302.203 Fax 02 995.66.56 E-mail dirsan@aogarbagnate.lombardia.it Nazionalità

Dettagli

PROGETTO ITACA ONLUS. Per la mente, con il cuore. *i dati citati all interno della presentazione sono riferiti alla sola sede di Milano

PROGETTO ITACA ONLUS. Per la mente, con il cuore. *i dati citati all interno della presentazione sono riferiti alla sola sede di Milano PROGETTO ITACA ONLUS Per la mente, con il cuore *i dati citati all interno della presentazione sono riferiti alla sola sede di Milano Progetto Itaca: chi siamo Progetto Itaca Onlus è oggi l Associazione

Dettagli

LOMBARDIA, IN PERICOLO L APPLICAZIONE DELLA

LOMBARDIA, IN PERICOLO L APPLICAZIONE DELLA Documento aggiornato al 03/04/2006 LOMBARDIA, IN PERICOLO L APPLICAZIONE DELLA 194 La Rosa nel Pugno di Milano ha condotto un indagine sul servizio di interruzione volontaria di gravidanza negli ospedali

Dettagli

Organizzazione dei servizi sanitari. Dr. Silvio Tafuri

Organizzazione dei servizi sanitari. Dr. Silvio Tafuri Organizzazione dei servizi sanitari Dr. Silvio Tafuri Premessa metodologica Classificazione dei sistemi sanitari in base alle fonti di finanziamento: n n n n Sistemi assicurativi Sistemi finanziati dalla

Dettagli

Referente per l'istruttoria della pratica: Mario Cassani Tel. 02/6765.3825 Nadia Rossella Da Re Tel. 02/6765.3393

Referente per l'istruttoria della pratica: Mario Cassani Tel. 02/6765.3825 Nadia Rossella Da Re Tel. 02/6765.3393 Regione Lombardia - Giunta DIREZIONE GENERALE SALUTE PROGRAMMAZIONE E GOVERNO DEI SERVIZI SANITARI ACCREDITAMENTO, APPROPRIATEZZA E CONTROLLI Piazza Città di Lombardia n.1 20124 Milano www.regione.lombardia.it

Dettagli

4.6 IL BIOSSIDO DI CARBONIO

4.6 IL BIOSSIDO DI CARBONIO 4.6 IL BIOSSIDO DI CARBONIO Il biossido di carbonio antropogenico deriva principalmente dalla combustione di fonti energetiche di origine fossile (petrolio e derivati, naturale, carbone). La quantità di

Dettagli

Formazione professionale

Formazione professionale Formazione professionale Quadro dell offerta formativa Milano - zona 2 pag. 78 Quadro dell offerta formativa Milano - zona 3 pag. 80 Quadro dell offerta formativa Milano - zona 4 pag. 81 Quadro dell offerta

Dettagli

ALLEGATO B CRITERI DI RIPARTO E MODALITÀ DI UTILIZZO DELLE RISORSE DEL FONDO SOCIALE REGIONALE

ALLEGATO B CRITERI DI RIPARTO E MODALITÀ DI UTILIZZO DELLE RISORSE DEL FONDO SOCIALE REGIONALE Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia 7 ALLEGATO B CRITERI DI RIPARTO E MODALITÀ DI UTILIZZO DELLE RISORSE DEL FONDO SOCIALE REGIONALE 1. Premessa Come precisato nella d.g.r. n. 8551/2008 relativa

Dettagli

Progetto Nemo Sostegno, educazione e aiuto per una vita piena del bambino con disabilità e dei suoi genitori

Progetto Nemo Sostegno, educazione e aiuto per una vita piena del bambino con disabilità e dei suoi genitori Sostegno, educazione e aiuto per una vita piena del bambino con disabilità e dei suoi genitori L abilità onlus L'Associazione si propone di: sostenere la famiglia del bambino con disabilità promuovendo

Dettagli

Istruzioni per l uso. Legenda. Abbreviazioni Scuola Statale Scuola Paritaria LR Scuola Legalmente Riconosciuta FP Centro di formazione Professionale

Istruzioni per l uso. Legenda. Abbreviazioni Scuola Statale Scuola Paritaria LR Scuola Legalmente Riconosciuta FP Centro di formazione Professionale 1 Istruzioni per l uso Il territorio della provincia di Milano è suddiviso in 11 ambiti funzionali per quanto riguarda gli Istituti secondari superiori e in 13 circoscrizioni per quanto riguarda i Centri

Dettagli

Urbanistica e industria in Lombardia Franco Sacchi (Direttore Centro Studi PIM)

Urbanistica e industria in Lombardia Franco Sacchi (Direttore Centro Studi PIM) Urbanistica e industria in Lombardia Franco Sacchi (Direttore Centro Studi PIM) Il rinnovo della città industriale Politecnico di Milano, Polo di Mantova, Salone Mantegnesco, 24 maggio 2012 http://www.pim.mi.it.

Dettagli

Il Settore Territoriale Aler di Sesto San Giovanni

Il Settore Territoriale Aler di Sesto San Giovanni Il Settore Territoriale Aler di Sesto San Giovanni ALER PIÙ VICINA AI SUOI CLIENTI ANCHE IN PROVINCIA Comuni dell hinterland milanese che possono rivolgersi al Settore Territoriale COMUNE N. ALLOGGI N.

Dettagli

Lombardia: Ecco gli ospedali al top dove curarsi Le indicazioni e le graduatorie offerte dal portale Dove e come mi curo per la Regione.

Lombardia: Ecco gli ospedali al top dove curarsi Le indicazioni e le graduatorie offerte dal portale Dove e come mi curo per la Regione. Lombardia: Ecco gli ospedali al top dove curarsi Le indicazioni e le graduatorie offerte dal portale Dove e come mi curo per la Regione. Da oggi per diversi importanti problemi di salute i cittadini potranno

Dettagli

Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino

Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino Direttore Settore Attuazione Mobilità Trasporti Ambiente Corridoi Europei in Italia (Reti TEN) Milano: una posizione strategica rispetto alle

Dettagli

Modifica del servizio a decorrere dal 12 Settembre 2013. Linea z401 Melzo-Vignate-Villa Fiorita M2

Modifica del servizio a decorrere dal 12 Settembre 2013. Linea z401 Melzo-Vignate-Villa Fiorita M2 A seguito di richiesta da parte della cliente e al fine di migliorare l offerta di servizio, a decorrere dal 12/09/2013 saranno attuate le seguenti modifiche alla rete di Linea z401 Melzo-Vignate-Villa

Dettagli

APPROFONDIMENTO TEMATICO II: CRITERI DI RIPARTO DEL FSR LOMBARDO

APPROFONDIMENTO TEMATICO II: CRITERI DI RIPARTO DEL FSR LOMBARDO CERGAS Centro di Ricerche sulla Gestione dell Assistenza Sanitaria e Sociale APPROFONDIMENTO TEMATICO II: CRITERI DI RIPARTO DEL FSR LOMBARDO 0 Le voci di finanziamento corrente al SSR lombardo nel 2007

Dettagli

Convegno SItI CURE PRIMARIE TRA MITO E REALTA : IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI 13 novembre 2009 Bergamo

Convegno SItI CURE PRIMARIE TRA MITO E REALTA : IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI 13 novembre 2009 Bergamo Convegno SItI CURE PRIMARIE TRA MITO E REALTA : IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI 13 novembre 2009 Bergamo L esperienza dell Azienda Sanitaria Locale della provincia di Varese ALCUNE CONSIDERAZIONI La creazione

Dettagli

20 Bollettino Ufficiale

20 Bollettino Ufficiale 20 Bollettino Ufficiale D.g.r. 1 agosto 2260 - n. X/2260 Determinazioni in merito al fondo sociale regionale 2014 LA GIUNTA REGIONALE Visto l articolo 2 dello «Statuto d Autonomia della Lombardia», approvato

Dettagli

Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di

Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di FORUMPA SANITA' 2001 A.S.L. della Provincia di Milano n 1 Dipartimento ASSI Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di Corsico e

Dettagli

Formazione e sviluppo per la Pubblica Amministrazione

Formazione e sviluppo per la Pubblica Amministrazione Formazione e sviluppo per la Pubblica Amministrazione aread L evoluzione tecnologica, linguistica, tecnico-normativa nella Pubblica Amministrazione L Agenzia per la Formazione, l Orientamento e il Lavoro

Dettagli

Le domande di finanziamento sulla Legge 215/92 IV bando: dati sulla provincia di Milano

Le domande di finanziamento sulla Legge 215/92 IV bando: dati sulla provincia di Milano Le domande di finanziamento sulla Legge 215/92 IV bando: dati sulla provincia di Milano In collaborazione con 1 PREMESSA Il presente rapporto analizza i dati delle domande di finanziamento presentate in

Dettagli

Linee guida per un Patto Metropolitano Per una forte e condivisa politica contro gli inquinamenti

Linee guida per un Patto Metropolitano Per una forte e condivisa politica contro gli inquinamenti Provincia di Milano Linee guida per un Patto Metropolitano Per una forte e condivisa politica contro gli inquinamenti Giunta Provinciale 11 settembre 2006 Atti n. 187671/11.1/2006/9255 pag. 1 La Giunta

Dettagli

INFORMASALUTE MILANO. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari

INFORMASALUTE MILANO. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA ISTITUTO NAZIONALE SALUTE, MIGRAZIONI E POVERTÀ MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELL INTERNO Fondo Europeo per l'integrazione dei cittadini di Paesi terzi INFORMASALUTE

Dettagli

Il fabbisogno di coordinamento

Il fabbisogno di coordinamento Network dei servizi sociali - Cergas Irs AZIENDE SOCIALI: ESPERIENZE A CONFRONTO 9 marzo 2010 Il fabbisogno di coordinamento ELENA MERONI DARIO A. COLOMBO Ne.A.S.S. nasce. 2007 Da un primo convegno di

Dettagli

titolo: il gruppo interaziendale HPH, esperienze e prospettive

titolo: il gruppo interaziendale HPH, esperienze e prospettive improving health gain orientation in all services: giovedì 13 ottobre 2011 auditorium RSA E.Bernardelli Paderno Dugnano via Maresciallo Giardino, 22 relatore: Fortunato D Orio Coordinatore Aziendale Rete

Dettagli

I Contratti di servizio come strumento di governance delle politiche di welfare locale

I Contratti di servizio come strumento di governance delle politiche di welfare locale I Contratti di servizio come strumento di governance delle politiche di welfare locale Raffaele Tomba Ponzano Veneto, 20 maggio 2011 Agenzia sanitaria e sociale regionale Area innovazione sociale 1 Fasi

Dettagli

METROPOLITANA. Daniela Gasparini 24 settembre 2013. AREA Metropolitana MILANESE: UNA CITTA DI CITTA

METROPOLITANA. Daniela Gasparini 24 settembre 2013. AREA Metropolitana MILANESE: UNA CITTA DI CITTA 1 MILANO CITTA METROPOLITANA Daniela Gasparini 24 settembre 2013 AREA Metropolitana MILANESE: UNA CITTA DI CITTA MILANO: VEDUTA NOTTURNA DALLE PREALPI LOMBARDE (D. Necchi) 2 2 DAL SATELLITE... Nel 1970

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA (ricognizione del gennaio-febbraio 2015 a cura del Presidente Regionale SID, Prof. Gianluca Perseghin) PROVINCIA DI MILANO

REGIONE LOMBARDIA (ricognizione del gennaio-febbraio 2015 a cura del Presidente Regionale SID, Prof. Gianluca Perseghin) PROVINCIA DI MILANO REGIONE LOMBARDIA (ricognizione del gennaio-febbraio 2015 a cura del Presidente Regionale SID, Prof. Gianluca Perseghin) ASL/USSL Ospedale (pubblico/ privato) Luogo con indirizzo postale Tipo di Struttura

Dettagli

www.naviglilombardi.it

www.naviglilombardi.it R egione Lombardia, nel corso degli ultimi anni, ha avviato un profondo cambiamento nella propria attività istituzionale, abbandonando progressivamente il ruolo di gestore tecnico amministrativo delle

Dettagli

Vaccinazione antihpv presso ambulatori specialistici in Regione Lombardia

Vaccinazione antihpv presso ambulatori specialistici in Regione Lombardia Vaccinazione antihpv presso ambulatori specialistici in Regione Lombardia Ente di appartenza Presidio Ospedaliero Numeri telefonici per A.O. Papa Giovanni XXIII di Bergamo Piazza OMS 1, Bergamo P.O. di

Dettagli

Udine, 30 ottobre 2015

Udine, 30 ottobre 2015 Udine, 30 ottobre 2015 2 CONVEGNO INTERREGIONALE CARD La Prevenzione nel distretto DIREZIONI TECNICHE REGIONALI: Stato dell arte nelle Regioni del Triveneto, della realizzazione delle leggi di riforma

Dettagli

Agenzia per la formazione, l orientamento e il lavoro Est Milano A.S.C.

Agenzia per la formazione, l orientamento e il lavoro Est Milano A.S.C. Agenzia per la formazione, l orientamento e il lavoro Est Milano A.S.C. Agenzia per la formazione, l orientamento e il lavoro Est Milano A.S.C. Azienda Speciale di cui al D.Lgs. 267/2000 Melzo, Via Cristoforo

Dettagli

RUOLO DELLA SPECIALISTICA AMBULATORIALE PUBBLICA NEI

RUOLO DELLA SPECIALISTICA AMBULATORIALE PUBBLICA NEI RUOLO DELLA SPECIALISTICA AMBULATORIALE PUBBLICA NEI CReG, NELLE AFT E NELLE UCCP In Lombardia ed a Milano in particolare, gli interventi che hanno come obiettivo l integrazione tra specialisti ambulatoriali

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Specializzazione in Chirurgia Generale all Università di Milano ( Luglio 1970 - voto 110 e lode / 110 )

CURRICULUM VITAE. Specializzazione in Chirurgia Generale all Università di Milano ( Luglio 1970 - voto 110 e lode / 110 ) Prof. Dott. MARCO GALEONE Nato a Milano CURRICULUM VITAE Maturità classica al Liceo G. Carducci di Milano Laurea in Medicina e Chirurgia all Università di Milano ( Luglio 1965 voto 105 / 110 ) Specializzazione

Dettagli

Rete di Orientamento al Volontariato

Rete di Orientamento al Volontariato Rete di Orientamento al Volontariato Avviso di Selezione per le organizzazioni da coinvolgere in un sistema di informazione e orientamento al volontariato Un sistema di orientamento al volontariato come

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono E-mail Nazionalità Vincenzo Petronella vin.petronella@gmail.com; Italiana Data di nascita Lucera (Foggia) 2 settembre 1966 Stato

Dettagli

DISPOSIZIONI PER LA VALORIZZAZIONE DEL RUOLO ISTITUZIONALE DELLA CITTÀ METROPOLITANA DI MILANO, IN APPLICAZIONE DELLA LEGGE 7 APRILE 2014, N.

DISPOSIZIONI PER LA VALORIZZAZIONE DEL RUOLO ISTITUZIONALE DELLA CITTÀ METROPOLITANA DI MILANO, IN APPLICAZIONE DELLA LEGGE 7 APRILE 2014, N. DISPOSIZIONI PER LA VALORIZZAZIONE DEL RUOLO ISTITUZIONALE DELLA CITTÀ METROPOLITANA DI MILANO, IN APPLICAZIONE DELLA LEGGE 7 APRILE 2014, N. 56 (DISPOSIZIONI SULLE CITTÀ METROPOLITANE, SULLE PROVINCE,

Dettagli

LE UNIONI DI COMUNI E IL RIFORMISMO MUNICIPALE: L ESPERIENZA DELL UNIONE BASSA ROMAGNA

LE UNIONI DI COMUNI E IL RIFORMISMO MUNICIPALE: L ESPERIENZA DELL UNIONE BASSA ROMAGNA Un nuovo modello di sviluppo e di governo del territorio per uscire dalla crisi Proposte di Laboratorio urbano Bologna, 13 gennaio 2012 LE UNIONI DI COMUNI E IL RIFORMISMO MUNICIPALE: L ESPERIENZA DELL

Dettagli

AGENZIA PER LA FORMAZIONE L ORIENTAMENTO E IL LAVORO SUD MILANO

AGENZIA PER LA FORMAZIONE L ORIENTAMENTO E IL LAVORO SUD MILANO AGENZIA N PER LA FORMAZIONE L ORIENTAMENTO E IL LAVORO SUD MILANO Convenzione 1 I Comuni elencati nella tabella 1 allegata al presente atto e la Provincia di Milano - premesso che gli Enti di cui sopra

Dettagli

www.fondazioneistud.it Testimonianza di best practice nelle cure palliative domiciliari a Milano

www.fondazioneistud.it Testimonianza di best practice nelle cure palliative domiciliari a Milano www.fondazioneistud.it Testimonianza di best practice nelle cure palliative domiciliari a Milano verso Damasco verso Damasco l incontro con Vittorio Ventafridda un nuovo modello di cure (modello Floriani)

Dettagli

Protocollo H1.2015.0023092 del 30/07/2015 Firmato digitalmente da CHIARA PENELLO Alla cortese attenzione dei Direttori Generali:

Protocollo H1.2015.0023092 del 30/07/2015 Firmato digitalmente da CHIARA PENELLO Alla cortese attenzione dei Direttori Generali: Regione Lombardia - Giunta DIREZIONE GENERALE SALUTE PROGRAMMAZIONE E GOVERNO DEI SERVIZI SANITARI SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO E PROGETTI DI SANITA' INTERNAZIONALE Piazza Città di Lombardia n.1 20124

Dettagli

(Elezione del Segretario metropolitano)

(Elezione del Segretario metropolitano) Regolamento Congressuale del Partito Democratico Federazione Metropolitana Milanese Per l elezione dell Assemblea metropolitana, del Segretario metropolitano e dei Coordinamenti e Segretari di Circolo

Dettagli

PROGETTO TAVOLO GIOVANI

PROGETTO TAVOLO GIOVANI PROGETTO TAVOLO GIOVANI Costituzione di un Tavolo di coordinamento con le associazioni di giovani di Cinisello Balsamo e le organizzazioni sociali che compongono il mondo delle realtà giovanili locali

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail MAURIZIA FICARELLI Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo di Milano ficarelli.maurizia@sancarlo.mi.it

Dettagli

Indirizzi delle filiali della Banca di Credito Cooperativo di CARUGATE. Filiale di: Indirizzo Telefono

Indirizzi delle filiali della Banca di Credito Cooperativo di CARUGATE. Filiale di: Indirizzo Telefono Banca di Credito Cooperativo di CARUGATE Agrate Brianza Via Mazzini, 17 02 6890096 Bellusco Via Garibaldi, 24 039 6883008 Bernareggio Via Libertà, 18 039 6884404 Brugherio c/o Centro Comm. Kennedy 039

Dettagli

Conoscere per agire: adulti responsabili per territori sostenibili. Soggetti Proponenti. www.e2sco.it. Capofila. Partner

Conoscere per agire: adulti responsabili per territori sostenibili. Soggetti Proponenti. www.e2sco.it. Capofila. Partner Conoscere per agire: adulti responsabili per territori sostenibili. Soggetti Proponenti AZIENDA MULTISERVIZI ABBIATENSE GESTIONI AMBIENTALI S.p.A. Capofila www.amaga.it www.e2sco.it www.consorzionavigli.it

Dettagli

Allegato A/1. Il sottoscritto, nato il. a in qualità di (carica sociale) dell Associazione/Cooperativa/Consorzio/impresa (denominazione)

Allegato A/1. Il sottoscritto, nato il. a in qualità di (carica sociale) dell Associazione/Cooperativa/Consorzio/impresa (denominazione) Allegato A/1 Spett.le ASL di Milano Corso Italia, 19 20122 MILANO OGGETTO: Ulteriori dichiarazioni in merito al servizio di trasporti sanitari a favore di soggetti sottoposti a trattamento dialitico per

Dettagli

Capitolo 7. Infrastrutture

Capitolo 7. Infrastrutture Capitolo 7 Infrastrutture Variabili e indicatori utilizzati: Dotazione infrastrutturale viaria Dotazione infrastrutturale ferroviaria Numero di autovetture circolanti Numero di veicoli per trasporto merci

Dettagli

VISION a Casa del Volontariato VOCE

VISION a Casa del Volontariato VOCE Un oasi di solidarietà, nel cuore della città. VISION a Casa del Volontariato VOCE LVolontari al Centro è il luogo che racchiude in modo nuovo la dimensione comunitaria della vita a Milano e nella sua

Dettagli

Allattamento al Seno: prevalenza, esclusività e durata in ASL Milano 1

Allattamento al Seno: prevalenza, esclusività e durata in ASL Milano 1 Allattamento al Seno: prevalenza, esclusività e durata in ASL Milano 1 Premessa Migliorare la salute delle madri e dei loro bambini è uno dei principali obiettivi di salute. Proteggere, promuovere e sostenere

Dettagli

Piazza Città di Lombardia n.1 20124 Milano. Tel 02 6765.1

Piazza Città di Lombardia n.1 20124 Milano. Tel 02 6765.1 Giunta Regionale DIREZIONE GENERALE SANITA' GOVERNO DEI SERVIZI SANITARI TERRITORIALI E POLITICHE DI APPROPRIATEZZA E CONTROLLO Piazza Città di Lombardia n.1 20124 Milano www.regione.lombardia.it sanita@pec.regione.lombardia.it

Dettagli

VADEMECUM UFFICIO PACE

VADEMECUM UFFICIO PACE VADEMECUM UFFICIO PACE In questi ultimi anni, in molti comuni italiani, si è andata diffondendo la pratica dell istituzione di un ufficio pace. Ma che cosa sono questi uffici? E di cosa si occupano? Attraverso

Dettagli

Le Università della Terza Età Distretto Lions 108 Ib4 Anno accademico 2011-2012

Le Università della Terza Età Distretto Lions 108 Ib4 Anno accademico 2011-2012 Le Università della Terza Età Distretto Lions 108 Ib4 Anno accademico 2011-2012 Nella cartina sono rappresentate le 14 UTE fondate dai Lions nella provincia di Milano che operano attraverso 19 sedi. I

Dettagli

Chiese penitenziali in Diocesi di Milano

Chiese penitenziali in Diocesi di Milano Chiese penitenziali in Diocesi di Milano ZONA PASTORALE DECANATO CHIESE 1 Affori Madonna di Fatima L.go Missionari Comboniani, 1 20126 Milano 1 Barona Santa Rita da Cascia Via S. Rita da Cascia, 22 20143

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

Il lavoro di Comunità e l organizzazione dei servizi sociali nei nuovi assetti istituzionali

Il lavoro di Comunità e l organizzazione dei servizi sociali nei nuovi assetti istituzionali Il lavoro di Comunità e l organizzazione dei servizi sociali nei nuovi assetti istituzionali 4/02/2015 Bruna Zani (Presidente della Scuola di Psicologia e di Scienze della Formazione Università di Bologna,

Dettagli

Il mercato nella grande Milano

Il mercato nella grande Milano Il mercato nella grande Milano 1/24 La classificazione in macroaree 2 Numero di compravendite nel I semestre 2010 e variazioni % tendenziali a un anno e a 5 anni Macroaree Compravendite I semestre 2010

Dettagli

CRITERI PER I PROGETTI TERRITORIALI DI MILANO Edizione 2015*

CRITERI PER I PROGETTI TERRITORIALI DI MILANO Edizione 2015* CRITERI PER I PROGETTI TERRITORIALI DI MILANO Edizione 2015* * I criteri sono stati approvati dal Consiglio di amministrazione nella riunione del 24 febbraio 2015, con applicazione dal 2015 ed esclusa

Dettagli

Donatella Passerini. Curriculum Vitae

Donatella Passerini. Curriculum Vitae Donatella Passerini Via del Ronco, 17 20097 S. DONATO M.SE (MI) +39 348 4103606 passerini@dasein.it Curriculum Vitae Dati Anagrafici Nata a Milano il 3 gennaio 1957 Istruzione e formazione Maturità Magistrale

Dettagli

Incidenti provinciali che hanno visto coinvolti mezzi per il Trasporto di Sostanze Pericolose

Incidenti provinciali che hanno visto coinvolti mezzi per il Trasporto di Sostanze Pericolose LIMBIATE MILANO via Monte Grappa ang. Pasubio tngenziale ovest -svin. Milano via Novara- - stirolo CEE 601-026-00-0 - GPL MILANO tangenziale Est dir. Venezia km 2,400 MESERO SP 170 loc. cascina Moroni

Dettagli

European curriculum vitae f o r m a t. Cicoletti Diletta

European curriculum vitae f o r m a t. Cicoletti Diletta European curriculum vitae f o r m a t Cicoletti Diletta Esperienza lavorativa Dal marzo 2003 - oggi Da Marzo 2003 Istituto per la Ricerca Sociale di Milano Via XX settembre, 24 20123 Milano Cooperativa

Dettagli

PRINCIPI ATTIVI SOGGETTI A NOTA AIFA PRESCRIVIBILI CON PIANO TERAPEUTICO

PRINCIPI ATTIVI SOGGETTI A NOTA AIFA PRESCRIVIBILI CON PIANO TERAPEUTICO NOTA 65 PRINCIPI ATTIVI SOGGETTI A NOTA AIFA PRESCRIVIBILI CON PIANO TERAPEUTICO Principi attivi Glatiramer (L03AX13) Interferone Beta 1A (L03AB07) Interferone Beta 1B (L03AB08) Peginterferone beta-1a

Dettagli

Convenzione. Pagina 1 di 9

Convenzione. Pagina 1 di 9 . AGENZIA PER LA FORMAZIONE L ORIENTAMENTO E IL LAVORO EST MILANO Convenzione Pagina 1 di 9 I Comuni elencati nella tabella 1 allegata al presente atto e la Provincia di Milano - premesso che gli Enti

Dettagli

IX LEGISLATURA DELIBERAZIONI. Seduta n. 66 del 04 ottobre 2011 URGENTE. ODG: Seduta n. 66 del 04 ottobre 2011 Pag. 1

IX LEGISLATURA DELIBERAZIONI. Seduta n. 66 del 04 ottobre 2011 URGENTE. ODG: Seduta n. 66 del 04 ottobre 2011 Pag. 1 IX LEGISLATURA DELIBERAZIONI Seduta n. 66 del 04 ottobre 2011 URGENTE ODG: Seduta n. 66 del 04 ottobre 2011 Pag. 1 Seduta n. 66 del 04 ottobre 2011 Ore 10.00 Presiede il Presidente: Assiste il Segretario:

Dettagli

Provincia di Milano - Assessorato all Istruzione Centro COME Cooperativa Farsi Prossimo

Provincia di Milano - Assessorato all Istruzione Centro COME Cooperativa Farsi Prossimo Provincia di Milano - Assessorato all Istruzione Centro COME Cooperativa Farsi Prossimo PROGETTO NON UNO DI MENO PER L INTEGRAZIONE POSITIVA DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI IMMIGRATI Anni scolastici 2005/06

Dettagli

Progetti e servizi per la mobilità regionale

Progetti e servizi per la mobilità regionale ECORailS Progetti e servizi per la mobilità regionale in Regione Lombardia Elena Foresti, Giorgio Stagni Brescia, 14.04.2011 1 Il trasporto regionale in Lombardia 1.920 km di linee con oltre 400 stazioni

Dettagli

Progetto SanGiulianOntime. La biblioteca comunale di San Giuliano Milanese. Dati di scenario

Progetto SanGiulianOntime. La biblioteca comunale di San Giuliano Milanese. Dati di scenario Città di San Giuliano Milanese Ufficio Tempi e Orari Città di San Giuliano Milanese Biblioteca Comunale di San Giuliano Milanese FONDAZIONE FELICITA ED ENRICO BIGNASCHI E FIGLI REALIZZAZIONE E STUDI DI

Dettagli

HORIZON 2020 E ALTRI FONDI EUROPEI PER IL NON PROFIT E LE IMPRESE SOCIALI I Fondi Europei di Sviluppo Regionale e il Fondo Sociale Europeo

HORIZON 2020 E ALTRI FONDI EUROPEI PER IL NON PROFIT E LE IMPRESE SOCIALI I Fondi Europei di Sviluppo Regionale e il Fondo Sociale Europeo HORIZON 2020 E ALTRI FONDI EUROPEI PER IL NON PROFIT E LE IMPRESE SOCIALI I Fondi Europei di Sviluppo Regionale e il Fondo Sociale Europeo Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 60/2 DEL 2.12.2015. Sistema Regionale delle Cure Territoriali. Linee di indirizzo per la riqualificazione delle cure primarie.

DELIBERAZIONE N. 60/2 DEL 2.12.2015. Sistema Regionale delle Cure Territoriali. Linee di indirizzo per la riqualificazione delle cure primarie. Oggetto: Sistema Regionale delle Cure Territoriali. Linee di indirizzo per la riqualificazione delle cure primarie. L Assessore dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale ricorda che nel Patto della

Dettagli

Il Dipartimento Oncologico Milanese (DOM ): obiettivi e attività

Il Dipartimento Oncologico Milanese (DOM ): obiettivi e attività Il Dipartimento Oncologico Milanese (DOM ): obiettivi e attività Intervento a cura di: Dr. ssa Gemma Lacaita Direttore Dip. SSB Cure Primarie Milano, 28 novembre 2012 Premessa 1 La Regione Lombardia ha

Dettagli

LA NUOVA CITTA METROPOLITANA PER UNA NUOVA SANITA IN LOMBARDIA. La riforma sanitaria e socio-sanitaria

LA NUOVA CITTA METROPOLITANA PER UNA NUOVA SANITA IN LOMBARDIA. La riforma sanitaria e socio-sanitaria LA NUOVA CITTA METROPOLITANA PER UNA NUOVA SANITA IN LOMBARDIA La riforma sanitaria e socio-sanitaria Per iniziare a parlare di riforma sanitaria, socio-sanitaria e sociale nel nostro territorio dobbiamo

Dettagli

Programma finalizzato all autonomia nell ambiente domestico di disabili e anziani

Programma finalizzato all autonomia nell ambiente domestico di disabili e anziani Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali Servizio Pianificazione e Sviluppo dei servizi sociali e socio - sanitari Programma finalizzato all autonomia nell ambiente domestico di disabili e anziani

Dettagli

Il Piano Strategico per lo Sviluppo del Nord Milano: fra presente e futuro

Il Piano Strategico per lo Sviluppo del Nord Milano: fra presente e futuro Il Piano Strategico per lo Sviluppo del Nord Milano: fra presente e futuro Renato Galliano, direttore generale MILANO METROPOLI AGENZIA DI SVILUPPO La genesi del piano 1998-2001 : Il piano strategico del

Dettagli