Indice... IV. Indice Tabelle... VI. Indice Immaginie... VII. 1 Introduzione...10

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice... IV. Indice Tabelle... VI. Indice Immaginie... VII. 1 Introduzione...10"

Transcript

1 Indice Indice... IV Indice Tabelle... VI Indice Immaginie... VII 1 Introduzione Descrizione del dominio Obiettivi e finalità dell indagine Metodo di indagine Popolazione e campione considerato Strumenti utilizzati Dati raccolti ADA ATutor Claroline Docebo Dokeos Moodle Considerazioni sui dati raccolti Caratteristiche funzionali Caratteristiche tecniche Analisi comparativa delle piattaforme E-Learning Considerazioni conclusive Dokeos Introduzione a Dokeos Installazione Server WEB Dokeos Oogie e Woogie Videoconference Strumenti...78 IV

2 4.4 Caratteristiche Conclusioni...94 Bibliografia...97 Siti Internet di Rifermento...99 V

3 Indice Tabelle Tabella 2-1 Piattaforme Analizzate Tabella 2-2 Legenda Valutazioni Tabella ADA Tabella Atutor Tabella Claroline Tabella Docebo Tabella Dokeos Tabella Moodle Tabella Curva di Apprendimento PHP-ASP Tabella 3-2 Tabella Ripielogativa Valutazioni Piattaforma VI

4 Indice Immaginie Figura Grafico esemplificativo dei processi E-Learning Figura Diagramma ADA Figura Diagramma componenti Dokeos Figura Dokeos Figura 4-2 Installazione Dokeos Figura 4-3 Selezione Lingua Figura 4-4 Moduli Necessari Figura 4-5 Configurazione php.ini Figura 4-6 Permessi sulle Cartelle Figura 4-7 Connessione a MySQL Figura 4-8 Informazioni Piattaforma Figura 4-9 Riepilogo infomrazioni piattaforma Figura 4-10 Impostazioni di Sicurezza Figura 4-11 Home Page di Dokeos Figura 4-12 Menù per la creazione di Learing Path Figura 4-13 Configurazione Videoconferenza Dokeos Figura 4-14 Interfaccia per la Videolezione Figura Pagina di amministrazione Figura Creazione Corso Figura Configurazione contenuti VII

5 Figura Configurazione Interazione Figura Configurazione Gestione Figura Creazione tramite Template Figura Importazione tramite Oogie Figura Risultato importazione Oogie Figura Importazione tramite Woogie Figura Risultato importazione Woogie Figura SCORM Figura Percorsi didattici nel corso Figura Creazione Test Figura Agenda Figura Annunci Figura Forum Figura Gestione Documenti Figura Chat Figura Report Corso Figura Report Discente Figura Videoconferenza - Virtual Classroom VIII

6 6

7 1 Introduzione 1.1 Descrizione del dominio L'E-Learning 1, o Formazione a Distanza (FaD) nell'accezione italiana del termine, da alcuni anni sta attraversando una fase di attenzione ed interesse da parte di molte istituzioni ed enti scolastici. Tale interesse può essere collegato in primis dalla ventata di novità che la FaD apporta nel mondo scolastico e formativo; inoltre non va tralasciato un altro aspetto considerevole: la transizione del paradigma educativo da istituzionale a costruttivista, nel quale il discente è posto al centro del processo formativo. Inoltre bisogna considerare che i recenti progressi tecnologici ed innovativi hanno raggiunto un livello tale da garantire un supporto adeguato alle necessità della FaD. Questo sviluppo è stato reso possibile da vari fattori: dalla larga diffusione del personal computer; dall'affermarsi di Internet come rete globale di comunicazione; dalla comparsa di formati standard di documenti e dalla trasformazione di molti prodotti in formato digitale. In particolare, il costante aumento della popolazione (non soltanto scolastica) che ha accesso ad Internet 2 e il continuo miglioramento e diffusione dei mezzi di connessione ad esso, danno una forte spinta allo sviluppo di soluzioni per l utilizzo della FaD. 1 Si identifica l'e-learning con qualsiasi tipologia di formazione erogata tramite tecnologia informatica (di qualsiasi tipo: CD-ROM, Internet, intranet ecc.), comunemente conosciuta come formazione a distanza (FAD). 2 La Società di ricerca Gfk Group (Growth from Knowledge) ha pubblicato a Gennaio 2008 uno studio sulla diffusione di interneti in Europa: la nazione con il più alto numero di utenti internet rispetto al numero degli abitanti è l'islanda, nazione in cui circa l'88% della popolazione dai 14 anni in su utilizza internet con estrema regolarità. Al secondo posto segue la Finlandia con l'81% della popolazione ed al terzo la Norvegia con il 76%. In Italia la percentuale di utenti internet è pari al 53% della popolazione. A livello mondiale il World Economic Forum rileva che l'italia è al 42esimo posto nell'uso dei mezzi informatici ed in modo specifico di internet. 10

8 Figura Grafico esemplificativo dei processi E-Learning Caratteristiche fondamentali dell'e-learning sono: l indipendenza dalla presenza fisica nello stesso luogo del docente e del discente (ciò avveniva anche nel distance learning o d-learning 3 ); il superamento della simultaneità dell'insegnamento; la formazione di "comunità" di apprendimento in cui l'interazione fra il gruppo dei discenti non è meno significativa di quella tra docente e studente. Il discente non deve configurarsi come semplice "destinatario" del messaggio didattico, ma come soggetto attivo che apprende a partire dalle conoscenze e dalle capacità acquisite fino a quel momento, diventando sempre più consapevole e padrone delle procedure attraverso le quali conseguire ogni ulteriore forma di apprendimento; il recupero della dimensione sociale attraverso l'interazione fra tutte le componenti del processo formativo e l'apprendimento collaborativo; un 3 D-learning significa apprendimento a distanza. 11

9 fenomeno rilevante è l'ulteriore aumento di efficacia che si ottiene quando gli allievi sono coinvolti in attività di collaborazione. La capacità di stare al passo con l'evoluzione del mercato richiede alle imprese un'azione formativa non sporadica, ma continua, e quanto più possibile su larga scala. A differenza degli strumenti e dei metodi tradizionali, i corsi FaD offrono una risposta adeguata a queste esigenze a costi giudicati nella maggiorparte dei casi contenuti 4. I principali vantaggi dell'e-learning sono: l introduzione di forti elementi di flessibilità nel processo di apprendimento. La capacità di rispondere alle esigenze degli allievi sia dal punto di vista logistico, sia per quanto riguarda l organizzazione e la gestione dei tempi e dei percosi di apprendimento. La metodologia dell'apprendimento collaborativo spinge i partecipanti a collaborare verso obiettivi operativi comuni; l'uso integrato di più media (ipertesti, immagini, animazioni e video, suoni), arricchisce l esperienza formativa; la facile aggiornabilità dei contenuti della formazione distribuiti via web non è soltanto un vantaggio di tipo economico, è anche e soprattutto una necessità assoluta per mantenere elevata la qualità dei percorsi formativi e attuali le conoscenze erogate. L'investimento iniziale della progettazione, dello sviluppo e della messa in opera di una piattaforma di E-Learning si ripaga ampiamente se il numero degli allievi previsti è sufficientemente alto; l'utilizzo del web stimola nei discenti un atteggiamento autonomo ed 4 Da una ricerca dell'anee (Associazione Italiana per l'information Technology) è emerso che il costo dell attivazione delle lezioni E-Learning risulta mediamente del 30-40% inferiore rispetto ai corsi tradizionali in presenza. 12

10 esplorativo nei confronti del sapere. L'attività di studio si sta trasformando in attività di ricerca, selezione, valutazione critica e creazione di percorsi personalizzati. La passività dell'assimilazione del sapere altrui, troppo diffusa nelle scuole e nelle aziende, sta rivelando tutta la sua inadeguatezza di fronte ad un mondo in continua evoluzione. I principali svantaggi dell'e-learning sono: generalmente viene utilizzata una "interfaccia utente" 5 che contiene tutti gli elementi necessari per orientarsi e che facilita la corretta fruizione dei materiali offerti; tuttavia, il rischio è che si verifichi una eccessiva e dispersiva frammentazione dei contenuti; il controllo del ritmo di apprendimento e della sequenza di contenuti è lasciata al discente, ma solo all'interno di confini predefiniti per evitare l'effetto dipersione; questo sistema obbliga i docenti ad un aggiornamento verso l'uso delle nuove tecnologie; data l'alta eterogeneità dei destinatari, occorre molta cura nel progettare e realizzare sia concettualmente sia graficamente, le diverse interfacce da utilizzare nel dialogo con i potenziali utenti; non basta una presenza simultanea sulla rete di docente e allievi: occorre fare in modo che anche gli allievi possano instaurare una positiva rete di scambi reciproci; la FAD ha un costo di prima implementazione più alto rispetto ai corsi d'aula perché i materiali didattici e l'ambiente di interazione on-line devono entrambi essere progettati ad hoc. 5 Con interfaccia utente si intende ciò che si frappone tra la macchina e l'utente, ciò che fa dialogare l'uomo con la macchina. L'interfaccia utente non è necessariamente legata ad un sistema informatico (ad un PC), l'interfaccia è qualsiasi cosa che permette ad un utente di poter gestire (più o meno) semplicemente le funzionalità di un sistema. 13

11 Altri svantaggi di minor rilievo possono essere: la necessità di un'alfabetizzazione di tutta la popolazione in tema di informatica e telecomunicazioni 6 ; la necessità che nelle scuole e nelle università l'utilizzo del web a scopo di studio divenga prassi normale per tutti gli insegnanti oltre che per gli studenti. Dopo un periodo di evoluzione, a livello architetturale le piattaforme per l'e- Learning attuali sono costituite da tre componenti fondamentali: il Learning Management System (LMS) 7, riunisce tutti quei servizi necessari alla gestione delle attività per l'insegnamento on-line da parte degli utenti, come ad esempio: o gestione dei singoli studenti e delle classi virtuali o gestione dei corsi e dei loro cataloghi o verifiche e test sulla preparazione degli studenti o controllo e tracciamento delle attività, dei progressi e della frequenza degli studenti o visualizzazioni di rapporti sullo stato delle attività 6 Cfr nota 2 7 l Learning Management System (LMS) è la piattaforma applicativa (o insieme di programmi) che permette l'erogazione dei corsi in modalità E-Learning. Il Learning Management System presidia la distribuzione dei corsi on-line, l'iscrizione degli studenti, il tracciamento delle attività on-line. Gli LMS spesso operano in associazione con gli LCMS (Learning Content Management System) che gestiscono direttamente i contenuti, mentre all'lms resta la gestione degli utenti e l'analisi delle statistiche. 14

12 Il Learning Content Management System (LCMS) 8, riunisce tutte quelle funzionalità necessarie alla gestione dei contenuti per l'insegnamento on-line, come ad esempio: o creazione, gestione e memorizzazione dei contenuti didattici o composizione e modularizzazione delle unità didattiche autoconsistenti e riutilizzabili all'interno di corsi diversi, chiamate Learning Object (LO) 9 ; o tracciamento e memorizzazione delle interazioni deli studenti con i Learnin Object o strumenti di comunicazione ed interazione con gli utenti, suddivisi in due categorie: sincroni, come ad esempio le virtual classroom, i servizi di audio/videoconferenza, le chat, le lavagne elettroniche asincroni, come ad esempio l , i forum, le mailing-list, i labororatori virtuali. E molto importante che le componenti sopra descritte, siano aderenti allo standard SCORM (Sharable Content Object Preference Model) 10, cioè un insieme di specifiche tecniche che garantisce il riutilizzo, tracciamento e catalogazione (repository) dei Learning Object. Inoltre, gli elementi courseware 11 conformi a SCORM possono essere facilmente uniti ad altri elementi conformi per produrre un deposito di interscambio altamente modulare di materiali di apprendimento. 8 Il Learning Content Management System (LCMS) è un modulo software presente nelle piattaforme di E-Learning che riunisce tutte quelle funzionalità necessarie alla gestione dei contenuti per l'insegnamento on-line 9 Un learning object è ogni risorsa digitale che può essere riutilizzata per supportare l apprendimento. 10 Tecnicamente lo SCORM è un "modello virtuale" (reference model), cioè una raccolta di specifiche tecniche che consente, primariamente, lo scambio di contenuti digitali in maniera indipendente dalla piattaforma 11 Courseware, termine collettivo che indica tutti gli oggetti, digitali e non, che costituiscono un corso E-Learning 15

13 1.2 Obiettivi e finalità dell indagine Anche se sul mercato sono presenti molti software commerciali adatti alla fruizione dell e-learnig, con questa indagine si vuole porre l'attenzione sulle opportunità offerte dal mondo Open Source 12, il quale consente di annullare i costi di acquisto di una piattaforma di E-Learning e di limitare i costi di creazione e gestione di un tale sistema. La presente indagine tecnica ha lo scopo di analizzare e conoscere le caratteristiche di un insieme di software per l'e-learning di tipo Open Source. In particolare, le attività svolte sono state la ricerca, l analisi e la comparazione di alcuni software Open Source individuati a seguito di una prima fase di scrematura. Tra di essi è stato trattato in modo più specifico l LCMS 13 Dokeos, in quanto risultato nella top ten delle migliori piattaforme Open Source per l'e-learning In Informatica, Open Source (termine inglese che significa sorgente aperto) indica un software rilasciato con un tipo di licenza per la quale il codice sorgente è lasciato alla disponibilità di eventuali sviluppatori, in modo che con la collaborazione (in genere libera e spontanea) il prodotto finale possa raggiungere una complessità maggiore di quanto potrebbe ottenere un singolo gruppo di programmazione. 13 Cfr. nota 8 14 La top ten delle migliori piattaforme Open Source per E-Learning è stata pubblicata sul sito Il sito promuove l'innovazione nell'apprendimento attraverso l'utilizzo dei mezzi informatici. 16

14 2 Metodo di indagine 2.1 Popolazione e campione considerato Le piattaforme E-Learning Open Source prese in considerazione sono: Piattaforma Indirizzo WEB ADA Atutor Claroline Docebo Dokeos Moodle Tabella 2-1 Piattaforme Analizzate L architettura software su cui si basano è costituita dal web server Apache 15 (www.apache.org), dal linguaggio di scripting lato server PHP 16 (www.php.net) e dal DBMS MySQL 17 (www.mysql.org). 15 Apache è il nome dato alla piattaforma server WEB più diffusa (ma anche al gruppo di lavoro Open Source che ha creato, sviluppato e aggiornato il software server), in grado di operare da sistemi operativi UNIX-Linux, Mac e Microsoft. 16 PHP è un linguaggio di scripting interpretato, con licenza Open Source, originariamente concepito per la realizzazione di pagine WEB dinamiche. 17 MySQL è un database management system (DBMS) relazionale, composto da un client con interfaccia a caratteri e un server, entrambi disponibili sia per sistemi Unix come GNU/Linux che per Windows, anche se prevale un suo utilizzo in ambito Unix. 17

15 Questi strumenti, che rappresentano ormai lo standard per la realizzazione di servizi web su Internet, rientrano nella categoria del software libero grazie alla loro licenza software GNU GPL 18, che garantisce i seguenti principali benefici: vantaggi di tipo economico: grazie alla gratuità di utilizzo adottando un software libero si può risparmiare sulle licenze d'uso e reinvestire quanto risparmiato in formazione e acquisto di strumenti e/o servizi; vantaggi di tipo pratico: adottare ed utilizzare un software libero assicura la disponibilità dei codici sorgenti e quindi la possibilità di modificarli, o chiedere di modificare secondo le proprie esigenze qualsiasi software utilizzato; inoltre non ci si lega ad una specifica piattaforma hardware o ad un particolare sistema operativo, in quanto il porting 19 di software libero è fattibile grazie alla presenza dei sorgenti; motivi di carattere etico: l'adozione di software libero significa diffondere la condivisione del sapere. Diversamente da quanto avviene nello sviluppo di software commerciale/proprietario, dove tipicamente è il marketing a definire le caratteristiche del prodotto, nel modello Open Source chi definisce le caratteristiche e l'evoluzione del software sono gli utenti della comunità di sviluppo. Questo significa che le applicazioni Open Source sono molto concrete in quanto devono rispondere a requisiti specifici segnalati dagli utilizzatori stessi del programma. Nel modello Open Source, non esiste il vincolo di dover inserire delle nuove funzionalità per giustificare una nuova versione del software a pagamento o un eventuale aumento del costo delle licenze. 18 La GNU General Public License è una licenza per software libero. 19 In informatica, il porting di un componente software è un adattamento o una modifica del componente, volto a consentirne l'uso in un ambiente di esecuzione diverso da quello originale. 18

16 Le piattaforme citate sopra, sono a loro volta rilasciate con questa licenza (GNU GPL) 20, mutuandone quindi tutti i vantaggi. Dal lato client, per usare queste piattaforme è richiesto solamente un comune browser web: ciò rende la fruizione dei servizi offerti estremamente immediata ed universale. Infatti qualunque utente che abbia usato il proprio browser per navigare in Internet ha già le conoscenze necessarie affinché l'approccio a queste piattaforme sia intuitivo e familiare. Ovviamente l'utilizzo vero e proprio richiederà un apposita fase di conoscenza, anche perché ogni piattaforma ha caratteristiche peculiari che la distinguono dalle altre. Come già accennato, è garantito l'accesso a qualsiasi sistema operativo venga utilizzato dal lato client, in quanto lo strumento browser è onnipresente. Questa possibilità fa sì che si possa fruire dell'e-learning ovunque sia presente un computer con un browser installato. 20 Cfr nota 18 19

17 2.2 Strumenti utilizzati L indagine si è svolta individuando preventivamente un campione di piattaforme E-Learning aventi caratteristiche tali da essere quanto più omogenee possibili (in particolare per i requisiti software), al fine di comparare correttamente le caratteristiche considerate. Quindi si è provveduto a stilare una griglia di valutazione che contenesse tutti gli aspetti (funzionali e tecnici) ritenuti di interesse. Di conseguenza si è proceduto a valutare per ogni piattaforma tali caratteristiche, svolgendo dei test lato client attraverso i principali browser web (nello specifico Safari 21, Mozilla Firefox 22 e Internet Explorer 23 ). Dal lato server si è fatto uso di una macchina dedicata con SO Ubuntu Server al fine di fornire l'infrastruttura software necessaria al funzionamento delle piattaforme. Si è considerato importante, quando possibile, condurre una indagine di tipo empirico: ciò significa che in tutti i casi analizzati si è provveduto a scaricare il pacchetto software dal sito di competenza con l'obiettivo di installarlo in locale nel proprio computer onde effettuare analisi e test più approfonditi. 21 Safari è un browser web sviluppato da Apple Inc. per il sistema operativo Mac OS X. È il browser fornito di default con Mac OS X dalla versione 10.3 (Panther). 22 Mozilla Firefox è un web browser multipiattaforma prodotto da Mozilla Foundation. 23 Windows Internet Explorer (IE), precedentemente rilasciato come Microsoft Internet Explorer (ME), è il browser Internet più diffuso al mondo. 24 Ubuntu è un sistema operativo GNU/Linux nato nel 2004, basato su Debian, che si focalizza sull'utente e sulla semplicità di utilizzo. Ubuntu è orientato all'utilizzo desktop e pone una grande attenzione al supporto hardware. È prevista una nuova versione ogni sei mesi. Finanziato dalla società Canonical Ltd (registrata nell'isola di Man), questo sistema è rilasciato come software libero sotto licenza GNU GPL ed è gratuito e liberamente modificabile. Il termine Ubuntu significa: "io sono ciò che sono per merito di ciò che siamo tutti". 20

18 Ove sia stato possibile procedere anche ad una analisi on-line, si è fatto uso di demo on-line indagabili in remoto offerti dai rispettivi gestori dei singoli progetti software. In questo modo, e cioè mediante l utilizzo di un account di prova, si è potuto testare direttamente i servizi offerti. E' premura dello scrivente sottolineare che il metodo con il quale si è sviluppata l'intera indagine è stato scelto con l'obiettivo di essere il più possibile comprensibile per chiunque si appresti a leggere queste pagine. 2.3 Dati raccolti Al fine di fornire una valutazione delle caratteristiche esaminate nelle diverse piattaforme si sono attribuiti dei giudizi basati sull'esperienza soggettiva e sui dati raccolti nei siti di riferimento. La tabella sottostante descrive il sistema di valutazione adottato. Legenda Sistema di valutazione delle caratteristiche esaminate: *= insufficiente; ** = sufficiente; *** = buono; **** = distinto; ***** = ottimo Tabella 2-2 Legenda Valutazioni 21

19 2.3.1 ADA La sigla ADA significa Ambiente Digitale di Apprendimento. Questa piattaforma è stata sviluppata integralmente da Lynx s.r.l 25 ; infatti è l ambiente attraverso il quale Lynx eroga i servizi e le applicazioni per l'e- Learning. ADA fornisce una serie articolata di servizi in grado di gestire e integrare corsi multimediali on-line e off-line, supporto didattico in rete, accesso a risorse condivise, con attività di gestione dei flussi informativi. Figura Diagramma ADA 26 Nel diagramma sono riportati i moduli che compongono il sistema ADA. 25 Lynx s.r.l. è un gruppo di persone che da tredici anni si occupa di ambienti di apprendimento digitali. Lynx nasce ufficialmente a Roma nel 1995 come spin-off dell'università di Roma Tre, dall'unione di giovani ricercatori con competenze diverse (pedagogia, programmazione, grafica editoriale e 3D, video, telematica) e con esperienze di progettazione e realizzazione di strumenti multimedia. 26 Diagramma pubblicato sul sito 22

20 Nella seguente tabella sono esposti in forma schematica le principali caratteristiche tecniche e i requisiti necessari al corretto funzionamento; inoltre viene data una valutazione sulla qualità del prodotto e sulla sua versatilità. PRINCIPALI CARATTERISTICHE TECNICHE E REQUITI Nome e versione piattaforma ADA V Web Server DBMS Linguaggi si scripting server-side Apache MySQL, PostgreSQL, Microsoft SQL Server, Oracle PHP + Libreria PEAR Difficoltà d'installazione Presenza LMS Presenza LCMS Compatibilità SCROM Supporto LO ADERENZA AGLI STANDARD Alta NO NO PRESENZA DI STRUMENTI COMUNICATIVI CRONI Virtual CrassRoom Chat Chat Vocale Instant Messaging Video Conferencing NO, Con modulo esterno NO NO NO QUALITA' DELL'INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA NCRONA Tali strumenti sono di facile utilizzo *** *** Tali strumenti sono efficienti * Tali strumenti sono integrati PRESENZA DI STRUMENTI COMUNICATIVI ANCRONI Forum 23

21 Sistema integrato di Mailing list / Newsletter NO Electronic Board NO QUALITA DELL INFRASTUTTURA TECNOLOGICA ANCRONA Tali strumenti sono di facile utilizzo Tali strumenti sono efficienti Tali strumenti sono integrati PRESENZA DI ALTRE FUNZIONALITA *** *** ** Presenza di un sistema dintegrato on-line Help Presenza di supporto tecnico on site Disponibilità di plug-in Localizzazione della lingua NO QUALITA DELL INFRASTUTTURA TECNOLOGICA Facilità di utilizzo dell interfaccia Chiarezza delle istruzioni intuitività di utilizzo efficacia della fruizione Completezza della guida utente VERSATILITA DI PROGETTAZIONE DELL INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA ** ** *** *** Possibilità di scelta degli strumenti Facilità di utilizzo degli strumenti e di inserimento dei contenuti Possibilità di calibrare gli studenti in gruppi e/o singoli Possibilità di testing on line dei contenuti prima di pubblicarli ** ** Facilità di modifica dei contenuti *** UTENZA DELL INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA Per quale tipo di utenza è indicata la piattaforma? Medio-Basso Livello VERSATILITA TECNOLOGICA DELL INFRASTRUTTURA Richiede l installazione e la configurazione di un client? Si, per la creazione di corsi 24

22 Richiede l installazione e la configurazione di un server? E utilizzabile in Internet? E utilizzabile in una LAN? VERSATILITA DI INTERFACCIAMENTO CON L ESTERNO DELL INFRASTRUTTURA E collegabile con altre piattaforme E-Learning? NO Si possono importare contenuti da altre piattaforme? Si possono esportare contenuti in altre piattaforme? NO COSTI DELL INFRASTRUTTURA Tipo di licenza GNU-GPL Tabella ADA 25

23 2.3.2 ATutor ATutor è un sistema Open Source 27 per LCMS 28 progettato con accessibilità e adattabilità. Gli educatori possono creare, impacchettare e ridistribuire rapidamente i contenuti via web. Gli allievi imparano in un ambiente di apprendimento adattabile. ATutor è uno dei sistemi maggiormente usato nelle università di tutto il mondo, a titolo esemplificativo si può citare il caso dell Online Learning Evironment at University of Wollongong (Australia) che ha ricevuto il Platinum Awards 29 il 15 maggio 2008 dall IMS Global Learning Consortium 30. Nella tabella sottostante vengono riportate considerazioni in merito alle caratteristiche tecniche ed ai requisiti per il funzionamento; anche per questa piattaforma sono presentate delle valutazioni sulla qualità e sulla versatilità. PRINCIPALI CARATTERISTICHE TECNICHE E REQUITI Nome e versione piattafomra ATutor V Web Server DBMS Linguaggi si scripting server-side Difficotà d'installazione Apache MySQL, PostgreSQL, Microsoft SQL Server, Oracle PHP + Libreria PEAR Bassa 27 Cfr nota Cfr nota 8 29 Il Platinum Awards è il premio che viene annualmente riconosciuto agli enti o alle organizzazioni che si sono distinti per l uso della tecnologia per facilitare e migliorare l apprendimento. 30 La IMS Global Learning Consortium è un associazione no-profit che promuove lo sviluppo delle learning technology in ambito internazionale. 26

24 ADERENZA AGLI STANDARD Presenza LMS Presenza LCMS Compatibilità SCROM SCROM 1.2 Supporto LO PRESENZA DI STRUMENTI COMUNICATIVI CRONI Virtual CrassRoom Chat Chat Vocale Instant Messaging Video Conferencing NO, Con modulo esterno, Con modulo esterno, Con modulo esterno QUALITA' DELL'INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA NCRONA Tali strumenti sono di facile utilizzo **** Tali strumenti sono efficienti **** Tali strumenti sono integrati **** PRESENZA DI STRUMENTI COMUNICATIVI ANCRONI Forum Sistema integrato di Mailing list / Newsletter Electronic Board, Con modulo esterno QUALITA DELL INFRASTUTTURA TECNOLOGICA ANCRONA Tali strumenti sono di facile utilizzo Tali strumenti sono efficienti Tali strumenti sono integrati PRESENZA DI ALTRE FUNZIONALITA Presenza di un sistema dintegrato on-line Help Presenza di supporto tecnico on site Disponibilità di plug-in Localizzazione della lingua ***** **** *** 27

25 QUALITA DELL INFRASTUTTURA TECNOLOGICA Facilità di utilizzo dell interfaccia Chiarezza delle istruzioni intuitività di utilizzo efficacia della fruizione Completezza della guida utente **** ***** **** **** VERSATILITA DI PROGETTAZIONE DELL INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA Possibilità di scelta degli strumenti Facilità di utilizzo degli strumenti e di inserimento dei contenuti Possibilità di calibrare gli studenti in gruppi e/o singoli Possibilità di testing on line dei contenuti prima di pubblicarli **** **** Facilità di modifica dei contenuti *** UTENZA DELL INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA Per quale tipo di utenza è indicata la piattaforma? Medio-Alto Livello VERSATILITA TECNOLOGICA DELL INFRASTRUTTURA Richiede l installazione e la configurazione di un client? Richiede l installazione e la configurazione di un server? NO E utilizzabile in Internet? E utilizzabile in una LAN? VERSATILITA DI INTERFACCIAMENTO CON L ESTERNO DELL INFRASTRUTTURA E collegabile con altre piattaforme E-Learning? NO Si possono importare contenuti da altre piattaforme? Si possono esportare contenuti in altre piattaforme? COSTI DELL INFRASTRUTTURA Tipo di licenza GNU-GPL Tabella Atutor 28

26 2.3.3 Claroline Claroline è una piattaforma di E-Learning, che permette di creare e gestire corsi e spazi di collaborazione sul web. Claroline è stata sviluppata seguendo le necessità e le esperienze dei docenti: tra i suoi fondatori va citato Marcel Lebrun 31 che teorizzò i principi pedagocici sui quali tuttoggi si basa il sistema; e defini Claroline "La Piattaforma dagli insegnanti per gli insegnanti" 32. La sezione dedicata all'amministrazione è intuitiva e chiara e quindi non richiede specifiche capacità tecniche. Le caratteristiche principali ed i requisiti tecnici sono riportati nella seguente tabella. PRINCIPALI CARATTERISTICHE TECNICHE E REQUITI Nome e versione piattafomra Claroline Web Server DBMS Linguaggi si scripting server-side Apache, Microsoft IIS MySQL, PostgreSQL, Microsoft SQL Server, Oracle PHP Difficotà d'installazione Presenza LMS Presenza LCMS ADERENZA AGLI STANDARD Molto Bassa 31 Marcel Lebrun è docente presso l'ipm (Istituto di Pedagogia) dell'università Cattolica di Louvain (Belgio) dove è stata sviluppata la piattaforma. 32 Marcel Lebrun, A synthetic model for elearning with Claroline, articolo pubblicato nel

27 Compatibilità SCROM SCROM 1.2 Supporto LO PRESENZA DI STRUMENTI COMUNICATIVI CRONI Virtual CrassRoom Chat Chat Vocale Instant Messaging Video Conferencing NO NO NO NO QUALITA' DELL'INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA NCRONA Tali strumenti sono di facile utilizzo **** Tali strumenti sono efficienti **** Tali strumenti sono integrati ** PRESENZA DI STRUMENTI COMUNICATIVI ANCRONI Forum Sistema integrato di Mailing list / Newsletter Electronic Board NO QUALITA DELL INFRASTUTTURA TECNOLOGICA ANCRONA Tali strumenti sono di facile utilizzo Tali strumenti sono efficienti Tali strumenti sono integrati PRESENZA DI ALTRE FUNZIONALITA ***** *** ** Presenza di un sistema dintegrato on-line Help NO Presenza di supporto tecnico on site Disponibilità di plug-in Localizzazione della lingua QUALITA DELL INFRASTUTTURA TECNOLOGICA Facilità di utilizzo dell interfaccia Chiarezza delle istruzioni intuitività di utilizzo ***** **** 30

1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI

1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI 1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI Per implementare una piattaforma di e-learning occorre considerare diversi aspetti organizzativi, gestionali e tecnici legati essenzialmente

Dettagli

Un esperienza di e-learning con le piattaforme in uso alla Scuola IaD

Un esperienza di e-learning con le piattaforme in uso alla Scuola IaD Un esperienza di e-learning con le piattaforme in uso alla Scuola IaD di Marco Orazi e Mauro Ranchicchio La Scuola IaD inizia nel 1997 la sua attività di erogazione di corsi in modalità teledidattica mettendo

Dettagli

ADA. E learning e open source

ADA. E learning e open source 1 ADA. E learning e open source ADA 1.7.1 Come cresce un Ambiente Digitale per l'apprendimento open source Maurizio Graffio Mazzoneschi 2 Cos'è il software libero Libertà 0, o libertà fondamentale: la

Dettagli

Minerva. Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione. dr. Augusto Pifferi. dr. Guido Righini. http://minerva.mlib.cnr.

Minerva. Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione. dr. Augusto Pifferi. dr. Guido Righini. http://minerva.mlib.cnr. Minerva Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione dr. Augusto Pifferi Istituto di Cristallografia C.N.R. dr. Guido Righini Istituto di Struttura della Materia C.N.R. http://minerva.mlib.cnr.it

Dettagli

Progetto LearnIT PL/08/LLP-LdV/TOI/140001

Progetto LearnIT PL/08/LLP-LdV/TOI/140001 Progetto LearnIT PL/08/LLP-LdV/TOI/140001 Caro Lettore, Siamo lieti di presentare il secondo numero della newsletter LearnIT. In questo numero vorremmo spiegare di più su Learning Management Systems (LMS)

Dettagli

E-learning: esperienza nel Progetto STEEL

E-learning: esperienza nel Progetto STEEL Innovazione nella formazione universitaria Firenze, 21 marzo 2012 E-learning: esperienza nel Progetto STEEL Prof. Enrico Del Re Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Il progetto STEEL Progetto

Dettagli

Romecamp 2008 Roma 21 e 22/11/2008

Romecamp 2008 Roma 21 e 22/11/2008 Romecamp 2008 Roma 21 e 22/11/2008 L'Open Source entra nell'e Learning Paolo Gatti http://www.paologatti.it E learning: introduzione Per e learning si intende la possibilità di imparare sfruttando la rete

Dettagli

La piattaforma Moodle dell' ISFOL

La piattaforma Moodle dell' ISFOL La piattaforma Moodle dell' ISFOL Un CMS per la condivisione della conoscenza nei Gruppi di Lavoro e di Ricerca dell'istituto Franco Cesari - ISFOL Gruppi di Lavoro e di Ricerca come Comunità di Pratica

Dettagli

formazione professionale continua a distanza

formazione professionale continua a distanza formazione professionale continua a distanza Piattaforma formativainnovaforma.com Moodle 2.7 Moodle (acronimo di Modular Object-Oriented Dynamic Learning Environment, ambiente per l apprendimento modulare,

Dettagli

Una piattaforma LMS open-source: Claroline a cura di G.Cagni (Irre Piemonte) http://www.claroline.net

Una piattaforma LMS open-source: Claroline a cura di G.Cagni (Irre Piemonte) http://www.claroline.net Una piattaforma LMS open-source: a cura di G.Cagni (Irre Piemonte) http://www.claroline.net I modelli di formazione in modalità e-learning richiedono necessariamente l utilizzo di una tecnologia per la

Dettagli

porte aperte sull e-learning di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com

porte aperte sull e-learning di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com porte aperte sull e-learning di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com Cos è Moodle Moodle è un software per la gestione di corsi a distanza utilizzato a livello mondiale nelle Università, nelle

Dettagli

29 Novembre 2012 Open Source: un opportunità per far evolvere l ICT nelle imprese

29 Novembre 2012 Open Source: un opportunità per far evolvere l ICT nelle imprese DEFINIZIONE Joomla è un software di content management (CMS) sviluppato in php per la realizzazione di siti Internet dinamici, è gratuito e rilasciato sotto licenza GPL v.2, per il suo utilizzo non sono

Dettagli

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by LMS ERUDIO E-learning Formazione a distanza powered by SISTEMI 0 febbraio 01 Autore: L.albanese www.sgslweb.it Che cos è l E- Learning? L' e-learning sfrutta le potenzialità rese disponibili da Internet

Dettagli

Si appoggia a Internet come canale per veicolare le informazioni. Un LMS permette di:

Si appoggia a Internet come canale per veicolare le informazioni. Un LMS permette di: Compito I settimana del II modulo Fagnani Lorena classe E13 1. La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono

Dettagli

INCONTRIAMOCI IN RETE Piattaforma digitale accessibile, flessibile e collaborativa, per la comunicazione tra scuola e famiglia, la comunity

INCONTRIAMOCI IN RETE Piattaforma digitale accessibile, flessibile e collaborativa, per la comunicazione tra scuola e famiglia, la comunity INCONTRIAMOCI IN RETE Piattaforma digitale accessibile, flessibile e collaborativa, per la comunicazione tra scuola e famiglia, la comunity scolastica virtuale e molto di più. INinFO di Sabina Nuovo INFORMATICAinFORMAZIONE

Dettagli

EDULINK L.I.V.E. E-LEARNING PLATFORM. Manuale Docente

EDULINK L.I.V.E. E-LEARNING PLATFORM. Manuale Docente EDULINK L.I.V.E. E-LEARNING PLATFORM Manuale Docente Distribuito con licenza Gnu Free Documentation License Paolo Tomè Maggio 2012 INTRODUZIONE Software di Base La piattaforma, raggiungibile all'indirizzo

Dettagli

PON 2009-2011 Innovazione e Crescita a Supporto dell Efficienza dei Servizi per il Lavoro

PON 2009-2011 Innovazione e Crescita a Supporto dell Efficienza dei Servizi per il Lavoro PON 2009-2011 Innovazione e Crescita a Supporto dell Efficienza dei Servizi per il Lavoro Requisiti tecnici per la produzione di moduli formativi destinati all offerta didattica del progetto INCREASE Allegato

Dettagli

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning.

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning. La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono essere utilizzate per l erogazione di formazione online. Sulla

Dettagli

Veronica Mobilio - CNIPA. Scegliere una piattaforma

Veronica Mobilio - CNIPA. Scegliere una piattaforma L Open Source per l elearningl ATutor vs Moodle Veronica Mobilio - CNIPA Scegliere una piattaforma Le PA che decidono di erogare progetti formativi in modalità elearning si trovano di fronte alla necessità

Dettagli

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5 www.trustonline.org SOMMARIO 1. Introduzione 3 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3 2.1. Amministrazione degli utenti 5 2.2. Caricamento dei corsi 5 2.3. Publishing 6 2.4. Navigazione del corso

Dettagli

AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI. Paolo Rigo

AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI. Paolo Rigo AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI Paolo Rigo LA SCUOLA DIGITALE Il progetto di alfabetizzazione digitale della popolazione è ambizioso e la sua realizzazione non può che partire dalla scuola. Occorre potenziare

Dettagli

Manuale Piattaforma Didattica

Manuale Piattaforma Didattica Manuale Piattaforma Didattica Ver. 1.2 Sommario Introduzione... 1 Accesso alla piattaforma... 1 Il profilo personale... 3 Struttura dei singoli insegnamenti... 4 I Forum... 5 I Messaggi... 7 I contenuti

Dettagli

www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da

www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da Il nuovo servizio multimediale per la formazione e la didattica DESY è un applicazione web, dedicata a docenti e formatori, che consente, in

Dettagli

EduCms: un ambiente autore per la formazione a distanza

EduCms: un ambiente autore per la formazione a distanza EduCms: un ambiente autore per la formazione a distanza A. Frascari, A. Pegoretti Anastasis, Bologna afrascari@anastasis.it Sommario EduCms è un servizio web accessibile per la produzione di unità didattiche

Dettagli

ICT Solution. E-Learning. E-Learning. E-Learning

ICT Solution. E-Learning. E-Learning. E-Learning ICT Solution ICT Solution WeTech Srl è un'azienda italiana operante nel campo dell'information & Communication Technology che, grazie alla sua offerta di prodotti e servizi ad alto valore aggiunto, è in

Dettagli

elearnit propone una modalità di e-learning efficace, integrabile nei processi aziendali e semplice da usare.

elearnit propone una modalità di e-learning efficace, integrabile nei processi aziendali e semplice da usare. Gestire la conoscenza nell'era del web elearnit: un network di consulenti per la crescita della tua azienda Piattaforma di formazione via web senza costi di licenza Oggi molte aziende utilizzano la formazione

Dettagli

La Piattaforma Moodle

La Piattaforma Moodle 5 Luglio 2006 Moodle: Modular Object-Oriented Dinamic Learning Environment LCMS (Learning Content Management System): prodotto software per produrre e gestire corsi distribuiti via Internet Gestire l utente:

Dettagli

Indice. Questa guida è scaricabile alla pagina www.elearningeinnovazione.org/guide.php

Indice. Questa guida è scaricabile alla pagina www.elearningeinnovazione.org/guide.php Indice Gli LMS per le aziende Le piattaforme analizzate Gli strumenti adatti alla didattica aziendale Breve introduzione alle piattaforme Confronto tra le piattaforme Conclusioni L'autore Bibliografia

Dettagli

Gianluca Cicognani. La piattaforma FAD Chronos: demo e metodologia formativa

Gianluca Cicognani. La piattaforma FAD Chronos: demo e metodologia formativa Gianluca Cicognani La piattaforma FAD Chronos: demo e metodologia formativa Il progetto Osservatorio RRHH Spin-Off Formazione a distanza Evoluzione FAD Prima generazione: materiale cartaceo inviato per

Dettagli

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Le piattaforme Il concetto di ambiente di apprendimento riconduce storicamente a termini quali formazione

Dettagli

tratteremo di... Definizione di Internet e Web Linguaggio HTML e Siti web Statici Siti web Dinamici e codice PHP Breve accenno ai CMS Server Locale

tratteremo di... Definizione di Internet e Web Linguaggio HTML e Siti web Statici Siti web Dinamici e codice PHP Breve accenno ai CMS Server Locale LET S GO Progetto del corso Il web: introduzione ad Internet; i linguaggi digitali; siti statici e siti dinamici; i programmi CMS. Approfondimento di HTML e CSS. Web di qualità: tecniche di web writing;

Dettagli

Assessorato Pubblica Istruzione CENTRO @LL IN VILLACIDRO

Assessorato Pubblica Istruzione CENTRO @LL IN VILLACIDRO COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano ASSESSORATO ALLE POLITICHE CUTURALI Assessorato Pubblica Istruzione CENTRO @LL IN VILLACIDRO CATALOGO CORSI 1. Informatica di base Partendo dalla descrizione

Dettagli

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved WEB TECHNOLOGY Il web connette LE persone Indice «Il Web non si limita a collegare macchine, ma connette delle persone» Il Www, Client e Web Server pagina 3-4 - 5 CMS e template pagina 6-7-8 Tim Berners-Lee

Dettagli

e-learning connessione in rete

e-learning connessione in rete Per e-learning si intende un attività formativa (rivolta a utenti adulti, studenti universitari, studenti delle superiori, insegnanti, ecc.) che prevede: l utilizzo della connessione in rete per la fruizione

Dettagli

MagiCum S.r.l. Progetto Inno-School

MagiCum S.r.l. Progetto Inno-School MagiCum S.r.l. Progetto Inno-School Area Web Autore: Davide Revisione: 1.2 Data: 23/5/2013 Titolo: Innopedia File: Documentazione_tecnica Sito: http://inno-school.netsons.org/ Indice: 1. Presentazione

Dettagli

Corso di PHP. Prerequisiti. 1 - Introduzione

Corso di PHP. Prerequisiti. 1 - Introduzione Corso di PHP 1 - Introduzione 1 Prerequisiti Conoscenza HTML Principi di programmazione web Saper progettare un algoritmo Saper usare un sistema operativo Conoscere il concetto di espressione 2 1 Introduzione

Dettagli

Strumenti E learning. Presentazione tecnica

Strumenti E learning. Presentazione tecnica Strumenti E learning Presentazione tecnica Luglio 2008 Grazie all esperienza del proprio management e alla propria struttura tecnologica, InterAteneo è riuscito a creare un sistema di integrazione, tra

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO 2

LINEE DI INDIRIZZO 2 LINEE DI INDIRIZZO 2 ATTIVITÀ DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA A DISTANZA PER L APPRENDIMENTO NON FORMALE 1. Attività di Formazione a distanza (FAD) 1.1. La formazione a distanza (FAD) consiste nell

Dettagli

RiusaLO, la libreria di Learning Object della PA

RiusaLO, la libreria di Learning Object della PA RiusaLO, la libreria di Learning Object della PA 26 giugno 2013 Di cosa parleremo - Il Progetto ETICA pubblica nel sud e il Social learning - RiusaLO: obiettivi, contenuti e funzionalità della libreria

Dettagli

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server 1 Prerequisiti Pagine statiche e dinamiche Pagine HTML Server e client Cenni ai database e all SQL 2 1 Introduzione In questa Unità si illustra il concetto

Dettagli

Maria Aliberti, Sophia Danesino, Aurora Martina, Clotilde Moro, Mario Scovazzi e altri presentano la loro esperienza di DOCENTI COLLABORATIVI

Maria Aliberti, Sophia Danesino, Aurora Martina, Clotilde Moro, Mario Scovazzi e altri presentano la loro esperienza di DOCENTI COLLABORATIVI Maria Aliberti, Sophia Danesino, Aurora Martina, Clotilde Moro, Mario Scovazzi e altri presentano la loro esperienza di DOCENTI COLLABORATIVI Chi siamo? Un gruppo di docenti, tecnici, ricercatori. Cosa

Dettagli

Piattaforma FaD Formazione a distanza. Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di. formazione a distanza di EFA srl

Piattaforma FaD Formazione a distanza. Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di. formazione a distanza di EFA srl Piattaforma FaD Formazione a distanza Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di formazione a distanza di EFA srl 1 Indice generale 1. Scopo del documento 2. Definizioni e abbreviazioni

Dettagli

AMBIENTI DI APPRENDIMENTO: SPERIMENTAZIONE DI WebCeM COME STRUMENTO DI SUPPORTO ALLO STUDIO E ALLA CREAZIONE DI MATERIALE DIDATTICO

AMBIENTI DI APPRENDIMENTO: SPERIMENTAZIONE DI WebCeM COME STRUMENTO DI SUPPORTO ALLO STUDIO E ALLA CREAZIONE DI MATERIALE DIDATTICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO TESI DI LAUREA TRIENNALE IN COMUNICAZIONE DIGITALE AMBIENTI DI APPRENDIMENTO: SPERIMENTAZIONE DI WebCeM COME STRUMENTO DI SUPPORTO ALLO STUDIO E ALLA CREAZIONE DI MATERIALE

Dettagli

i n t e r n e t s i t i e c om pl e t o p e r g e st ire portali i l e f a c t r u m e n t o L o InfoTecna QuickWeb

i n t e r n e t s i t i e c om pl e t o p e r g e st ire portali i l e f a c t r u m e n t o L o InfoTecna QuickWeb i n t e r n e t s t r u m e n t o f a c i l e e c om pl e t o p e r g e st ire portali e s i t i L o InfoTecna QuickWeb QuickWeb è un' applicazione in grado di dare forma a siti web dinamici, avvalendosi

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation.

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation. Collaboration, content, people, innovation. The Need for a Learning Content Management System In un mercato in continua evoluzione, dominato da un crescente bisogno di efficienza, il capitale intellettuale

Dettagli

3. I Virtual Learning Environment ovvero: le piattaforme

3. I Virtual Learning Environment ovvero: le piattaforme 3.1 3. I Virtual Learning Environment ovvero: le piattaforme 3.2 VLE: un Un ambiente VLE è un integrato ambiente integrato L idea di ambiente include la nozione di integrazione di funzioni e contenuti

Dettagli

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09 Piattaforma e-learning Moodle Manuale ad uso dello studente Vers. 1 Luglio 09 Sommario 1. Introduzione...2 1.1 L ambiente...2 1.2 Requisiti di sistema...4 2. Come accedere alla piattaforma...4 2.1 Cosa

Dettagli

E-learning. Introduzione

E-learning. Introduzione E-learning Introduzione Definizione L'e-learning sfrutta le potenzialità rese disponibili da Internet per fornire formazione sincrona e/o asincrona agli utenti, che possono accedere ai contenuti dei corsi

Dettagli

e-learning @ scuola giovanni.ragno@scuole.bo.it itcs luxemburg progetto marconi 28 ottobre 2006

e-learning @ scuola giovanni.ragno@scuole.bo.it itcs luxemburg progetto marconi 28 ottobre 2006 e-learning @ scuola giovanni.ragno@scuole.bo.it itcs luxemburg progetto marconi 28 ottobre 2006 e-learning In molti contesti e-learning e formazione a distanza (FAD) sono associate in modo quasi biunivoco.

Dettagli

Un approccio innovativo basato su tecnologie Open Source. White Paper

Un approccio innovativo basato su tecnologie Open Source. White Paper Soluzioni software di CRM "Customer Relationship Management" Gestione delle relazioni con i clienti, delle trattative commerciali e delle iniziative di marketing, Gestione delle attività di supporto post-vendita

Dettagli

E-learning con Docebo

E-learning con Docebo E-learning con Docebo Introduzione La suite Doceboè un progetto open source completamentegratuito che mette a disposizione: LMS (Learning Management System) CMS(Content Management System) Mydocebo( la

Dettagli

Portale Iniziative Culturali e di Solidarietà (ICS) della Associazione Nazionale Alpini (ANA) - Sezione di Milano

Portale Iniziative Culturali e di Solidarietà (ICS) della Associazione Nazionale Alpini (ANA) - Sezione di Milano Portale Iniziative Culturali e di Solidarietà (ICS) della Associazione Nazionale Alpini (ANA) - Sezione di Milano 1. Scopo del documento. 2. Il Portale ICS: utenti, caratteristiche e obiettivi. 3. Il progetto.

Dettagli

GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning

GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning nelle Strutture Ospedaliere Caso Studio Le esigenze delle Strutture Ospedaliere Disporre di una soluzione tecnologica avanzata per gestire efficientemente

Dettagli

I.P.S.S.C.S. Piero Sraffa Brescia. Progetto portale scolastico intranet/extranet

I.P.S.S.C.S. Piero Sraffa Brescia. Progetto portale scolastico intranet/extranet I.P.S.S.C.S. Piero Sraffa Brescia Progetto portale scolastico intranet/extranet 1. Perchè un portale? Le nuove tecnologie informatiche permettono oggi alle istituzioni pubbliche e agli istituti scolastici

Dettagli

La piattaforma MOODLE. Le risorse e le attività di un corso

La piattaforma MOODLE. Le risorse e le attività di un corso La piattaforma MOODLE Le risorse e le attività di un corso Università di Brescia 9/10 aprile 2013 Per iniziare Le sezioni Formato Settimanale vs. per Argomenti Numero di sezioni di un corso, visibilità

Dettagli

Tecnologia utilizzata per l'erogazione di corsi di formazione in modalità classe virtuale

Tecnologia utilizzata per l'erogazione di corsi di formazione in modalità classe virtuale Premessa Il presente documento riporta una descrizione tecnico funzionale del servizio Teleskill Live utilizzato per l'erogazione in modalità classe virtuale di corsi di formazione on line dedicati ai

Dettagli

Oggetto: formazione online per insegnanti dal Politecnico di Milano

Oggetto: formazione online per insegnanti dal Politecnico di Milano Apertura iscrizioni master online in tecnologie per la didattica Prof. Paolo Paolini Politecnico di Milano HOC-LAB Viale Rimembranze di Lambrate 14 20134 MILANO Al Dirigente scolastico Milano, 2 Dicembre

Dettagli

Corso di PHP. Prerequisiti. 1 - Introduzione

Corso di PHP. Prerequisiti. 1 - Introduzione Corso di PHP 1 - Introduzione 1 Prerequisiti Conoscenza HTML Principi di programmazione web Saper progettare un algoritmo Saper usare un sistema operativo Compilazione, link, esecuzione di programmi Conoscere

Dettagli

Formazione in rete e apprendimento collaborativo

Formazione in rete e apprendimento collaborativo Formazione in rete e apprendimento collaborativo Ballor Fabio Settembre 2003 Cos è l e-learning Il termine e-learning comprende tutte quelle attività formative che si svolgono tramite la rete (Internet

Dettagli

IL PROGETTO DIONE IMPLEMETANZIONE DI UN SISTEMA INFORMATICO PER IL SUPPORTO ALLA DIDATTICA DELLA MARINA MILITARE

IL PROGETTO DIONE IMPLEMETANZIONE DI UN SISTEMA INFORMATICO PER IL SUPPORTO ALLA DIDATTICA DELLA MARINA MILITARE IL PROGETTO DIONE IMPLEMETANZIONE DI UN SISTEMA INFORMATICO PER IL SUPPORTO ALLA DIDATTICA DELLA MARINA MILITARE TV (AN) Filippo PONTIL Accademia Navale Livorno Ufficio Informatica/TLC filippo.pontil@marina.difesa.it

Dettagli

Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica

Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica Sommario Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica Introduzione al portale SSIS infofactory - Laboratorio di Intelligenza Artificiale - Univ. degli Studi di Udine 3-4 Dicembre

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Pag. 1 di 8 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Disciplina Tecnologie informatiche a.s. 2015/2016 Classe: 1 a Sez. Q,R,S Docente : Prof. Emanuele Ghironi / Prof.Davide Colella Pag. 2 di 8 PERCORSI MULTIDISCIPLINARI/INTERDISCIPLINARI

Dettagli

Relazione Su Soluzione Open Source Per Il Terzo Settore. a cura del Corso Sviluppatori Open Source per il Terzo Settore Polo di Bari

Relazione Su Soluzione Open Source Per Il Terzo Settore. a cura del Corso Sviluppatori Open Source per il Terzo Settore Polo di Bari Relazione Su Soluzione Open Source Per Il Terzo Settore a cura del Corso Sviluppatori Open Source per il Terzo Settore Polo di Bari Versione 1 Indice 1 Obiettivi......2 1.1 Problematiche del Terzo Settore....2

Dettagli

Piattaforma di e-learning I.R.Fo.M

Piattaforma di e-learning I.R.Fo.M Piattaforma di e-learning I.R.Fo.M Manuale d'uso per l'utente Ver. 1.0 Maggio 2014 I.R.Fo.M. - Istituto di Ricerca e Formazione per il Mezzogiorno 1 Sommario 1. Introduzione...3 1.1 L'ambiente...3 1.2

Dettagli

Piattaforma Moodle I.S.S.M. Tchaikovsky. Guida rapida per gli studenti

Piattaforma Moodle I.S.S.M. Tchaikovsky. Guida rapida per gli studenti Piattaforma Moodle I.S.S.M. Tchaikovsky (www.orientamusa.it/fad) Guida rapida per gli studenti Cos'è Moodle? In questa guida vengono esposte le conoscenze di base per poter navigare in una classe virtuale

Dettagli

GUIDA ALL USO DELLA PIATTAFORMA E-Learning DOCEBO

GUIDA ALL USO DELLA PIATTAFORMA E-Learning DOCEBO GUIDA ALL USO DELLA PIATTAFORMA E-Learning DOCEBO GUIDA A DOCEBO ACCESSO A DOCEBO L indirizzo di DOCEBO dell IPSSAR è il seguente: www.ipssarvieste.info/docebo. C è un apposito link nella parte bassa della

Dettagli

Alfresco ECM. La gestione documentale on-demand

Alfresco ECM. La gestione documentale on-demand Alfresco ECM La gestione documentale on-demand Alfresco 3.2 La gestione documentale on-demand Oltre alla possibilità di agire sull efficienza dei processi, riducendone i costi, è oggi universalmente conosciuto

Dettagli

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi E-learning Vantaggi e svantaggi vantaggi Abbattimento delle barriere spazio-temporali Formazione disponibile sempre (posso connettermi quando voglio e tutte le volte che voglio) e a bassi costi di accesso

Dettagli

Percorso Formativo C1

Percorso Formativo C1 1 Piano Nazionale di Formazione degli Insegnanti sulle Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione Percorso Formativo C1 Modulo 1 Infrastrutture informatiche all'interno di un istituto scolastico

Dettagli

E-learning & Opensource

E-learning & Opensource Linux Day 2004, 27 Novembre 2004 E-learning & Opensource Relatore : ing. Samuele E. Locatelli presentazione creata con openoffice.org 1.1.3 Key-point Learning - apprendimento Processo evoluzione: inizia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA PROGETTO INFORMATICA: UNPLUGGED ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PREMESSA Come è noto, l insegnamento della tecnologia/informatica è entrata a far parte del normale curricolo

Dettagli

Fondamenti di Informatica per l'apprendimento

Fondamenti di Informatica per l'apprendimento per l'apprendimento Outline Formazione a distanza 1 Formazione a distanza 2 3 4 5 Outline Formazione a distanza 1 Formazione a distanza 2 3 4 5 Le tecnologie educative Tecnologie digitali educative: Formazione

Dettagli

VADEMECUM PIATTAFORMA DOCEBO Operazioni del Docente Corsista

VADEMECUM PIATTAFORMA DOCEBO Operazioni del Docente Corsista VADEMECUM PIATTAFORMA DOCEBO Operazioni del Docente Corsista Indice Premessa Accesso alla piattaforma di gestione dei corsi I miei corsi Finestra di inizio lavoro Il menù di selezione Gestione sessioni

Dettagli

Uso del browser, posta elettronica e motori di ricerca Gmail e Google

Uso del browser, posta elettronica e motori di ricerca Gmail e Google Facoltà di Lettere e Filosofia Cdl in Scienze dell Educazione A.A. 2010/2011 Informatica (Laboratorio) Uso del browser, posta elettronica e motori di ricerca Gmail e Google Author Kristian Reale Rev. 2011

Dettagli

MCA nasce per ottimizzare i tempi ed aumentare la produttività.

MCA nasce per ottimizzare i tempi ed aumentare la produttività. MCA, ossia Multimedia Collaboration APP, è la soluzione di web collaboration contributiva e interattiva realizzata da HRC per apportare nuove funzionalità nella gestione di meeting e per poter condividere

Dettagli

Guida rapida per i corsisti

Guida rapida per i corsisti Guida rapida per i corsisti Premessa La piattaforma utilizzata per le attività a distanza è Moodle, un software per la gestione di corsi online. Dal punto di vista dello studente, si presenta come un sito

Dettagli

Area Organizzazione. www.isbassano.it

Area Organizzazione. www.isbassano.it Area Organizzazione www.isbassano.it Area Organizzazione 2 ORARIO SCOLASTICO - davinci 4 Caratteristiche principali Elaborazione automatica più efficace nel minor tempo Procedura automatica di assegnazione

Dettagli

ATTENZIONE il corso è evidenziabile sul catalogo interregionale ricercando l'id 11834

ATTENZIONE il corso è evidenziabile sul catalogo interregionale ricercando l'id 11834 corso GRATUITO: CHIEDI IL VOUCHER DI FORMAZIONE REGIONALE! Corso di specializzazione della durata di 450 ore: si svolgerà con una frequenza di 3/4 volte a settimana, in orario pomeridiano/serale (presumibilmente

Dettagli

PER FARE UN SITO INTERNET

PER FARE UN SITO INTERNET Diocesi Brescia Corso per animatori della Cultura e della Comunicazione PER FARE UN SITO INTERNET I diversi modelli di siti Internet. Dove e come pubblicarlo. INTERNET Rete di computer mondiale ad accesso

Dettagli

CONTENT MANAGMENT SYSTEMS

CONTENT MANAGMENT SYSTEMS CONTENT MANAGMENT SYSTEMS ESTRATTO DA: Ileana D'Incecco, Progettare la comunicazione web per organizzazioni non-profit con strumenti open source: ideazione e realizzazione del sito web della Casa delle

Dettagli

I servizi cloud per la didattica

I servizi cloud per la didattica I servizi cloud per la didattica Un servizio offerto da DidaCloud srls Fare startup significa fare cose nuove che cambiano la vita propria e altrui Riccardo Luna, primo direttore dell edizione italiana

Dettagli

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI]

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] 2014 FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] Cosa è. Il portale Docebo è una piattaforma E-Learning e un Content Management System Open Source che La Fondazione Angelo Colocci ha deciso di

Dettagli

Piattaforma e-learning Unifi Guida rapida per gli studenti

Piattaforma e-learning Unifi Guida rapida per gli studenti Piattaforma e-learning Unifi Guida rapida per gli studenti Premessa: La piattaforma utilizzata per le attività a distanza è Moodle, un software per la gestione di corsi online. Dal punto di vista dello

Dettagli

Sistema di erogazione didattica Organizzata attraverso Piattaforme L.C.M.S. (Learning Content Management System)

Sistema di erogazione didattica Organizzata attraverso Piattaforme L.C.M.S. (Learning Content Management System) Learning and Management System Sistema di erogazione didattica Organizzata attraverso Piattaforme L.C.M.S. (Learning Content Management System) Linee guida: 1. StartUp sistema videoconferenza in piattaforma

Dettagli

SEMINARIO: MINORI ED INTERNET Venerdì 30 Maggio 2003

SEMINARIO: MINORI ED INTERNET Venerdì 30 Maggio 2003 SEMINARIO: MINORI ED INTERNET Venerdì 30 Maggio 2003 Carlo Nati SSIS del Lazio Indirizzo Arte e Disegno Internet e didattica Internet ed il personale scolastico: TIC e professione docente L intervento

Dettagli

Associazione Nazionale Docenti

Associazione Nazionale Docenti www.associazionedocenti.it and@associazionedocenti.it Didattica digitale Le nuove tecnologie nella didattica Presentazione del Percorso Formativo Il percorso formativo intende garantire ai Docenti il raggiungimento

Dettagli

FAQ EIPASS A COSA SERVONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS?

FAQ EIPASS A COSA SERVONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS? FAQ EIPASS A COSA SERVONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS? COME SI OTTENGONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS? COME SI ACCEDE ALLA PIATTAFORMA? CHE COSA E' AULA DIDATTICA 3.0? IN CHE COSA CONSISTE L'ESAME? La Certificazione

Dettagli

METHODY: l unica one stop shop solution per i vostri progetti di e- learning

METHODY: l unica one stop shop solution per i vostri progetti di e- learning METHODY: l unica one stop shop solution per i vostri progetti di e- learning 1 METHODY: the one stop shop solution for your e-learning projects La FAD (Formazione a Distanza) dopo anni di sperimentazione

Dettagli

icteamt Funzionalità di valutazione Funzionalità di collaborazione Capacità di integrazione

icteamt Funzionalità di valutazione Funzionalità di collaborazione Capacità di integrazione Funzionalità di valutazione La soluzione WeLearn è stata studiata per consentire interoperabilità con software di assessment di terze parti per analizzare le competenze richieste, verificare gli skills

Dettagli

KPMG e-learning Solution La nostra offerta

KPMG e-learning Solution La nostra offerta KPMG e-learning Solution La nostra offerta BUSINESS PERFORMANCE SERVICES Aprile 2011 ADVISORY Agenda 1. Introduzione Il ruolo della tecnologia nella formazione Le opportunità offerte dall e-learning 2.

Dettagli

Alcune semplici definizioni

Alcune semplici definizioni Alcune semplici definizioni Un CMS (Content management system), in italiano Sistema di gestione dei contenuti è uno strumento software che si installa generalmente su un server web, il cui compito è facilitare

Dettagli

AVIPA 1. Presentazione generale dell'ambiente software

AVIPA 1. Presentazione generale dell'ambiente software AVIPA 1. Presentazione generale dell'ambiente software Viterbo, 10 Dicembre 2008 Presentazione a cura di Slide n.1 AVIPA: l'ambiente software Queste slides rappresentano le prime indicazioni sul lavoro

Dettagli

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE. Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE. Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com IL CORSO L utilizzo sempre più frequente delle nuove tecnologie nella vita quotidiana

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015. Ripasso programmazione ad oggetti. Basi di dati: premesse introduttive

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015. Ripasso programmazione ad oggetti. Basi di dati: premesse introduttive SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015 ASSE DISCIPLINA DOCENTE MATEMATICO INFORMATICA Cattani Barbara monoennio CLASSE: quinta CORSO D SEZIONE LICEO SCIENZE APPLICATE

Dettagli

Didattica fra aula e web

Didattica fra aula e web Didattica fra aula e web L'aula virtuale... con Moodle 2.3 come LCMS prof. Stefano Longagnani (precario) - ITIS "Alessando Volta" di Sassuolo 1 Didattica fra aula e web «Se tu hai una mela, e io ho una

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DEL DIPARTIMENTO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DEL DIPARTIMENTO Istituto di Istruzione Secondaria Superiore PEANO Via Andrea del Sarto, 6/A 50135 FIRENZE 055/66.16.28 055/67.80.41 www.peano.gov.it FITD06000T@PEC.ISTRUZIONE.IT posta@peano.gov.it Codice fiscale: 80032310486

Dettagli

Corso di Web Programming

Corso di Web Programming Corso di Web Programming 1. Introduzione a Internet e al WWW Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Informatica

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO

Dettagli

ERUDIO Sistema Web Integrato per Erogazione e Gestione delle Attività Formative

ERUDIO Sistema Web Integrato per Erogazione e Gestione delle Attività Formative ERUDIO Sistema Web Integrato per Erogazione e Gestione delle Attività Formative Sommario INDICE Lo strumento ideale per erogazione e gestione dei C.F.P. (Crediti formativi permanenti) Punti di Forza Sistema

Dettagli