"Attualità e prospettive del Dipartimento di Salute Mentale (DSM) nelle Aziende Sanitarie

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""Attualità e prospettive del Dipartimento di Salute Mentale (DSM) nelle Aziende Sanitarie"

Transcript

1 19 giugno 2015 Milano, Auditorium Testori, Palazzo Lombardia "Attualità e prospettive del Dipartimento di Salute Mentale (DSM) nelle Aziende Sanitarie Enrico Zanalda Direttore Dipartimento Funzionale Salute Mentale ASL TO3 Segretario Società Italiana di Psichiatria 2012/15

2 Commissione Senato della Repubblica su efficienza-efficacia del SSN INDICATORI VALUTAZIONE PER PERCORSO ASSISTENZIALE PERCORSO SALUTE MENTALE (Gennaio 2013) Dal Global Burden of Disease and Risk Factors, in Italia i disturbi mentali (con demenze ed disturbi da sostanze) sono il 21% del carico di malattia (DALY). In Italia, costo medio paziente disturbo mentale circa 2600/anno variabilità diagnosi fase di malattia: paziente psicotico 5400, mentre paziente non psicotico Il Progetto Obiettivo Tutela della Salute Mentale 1998/2000 indica quale priorità per DSM cura e riabilitazione dei disturbi mentali gravi con rischio cornicità/emarginazione L implementazione DSM nelle varie articolazioni assistenziali è avvenuta con velocità diverse nelle regioni italiane, determinando un ampia eterogeneità nell offerta. La risposta ai bisogni assistenziali dipende dalle modalità organizzative del DSM.

3 Rilevazione SIP 2013 Dimensioni Medie DSM E.ZANALDA, 2014

4 Presenza di Servizi e Strutture nei DSM 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% CSM CD Spdc Residenziali DH Centro crisi E.ZANALDA, 2014

5 Distribuzione dei DSM per articolazione di SC solo psichiatria con NPI e psicologia con sert con sert, NPI e psicologia solo psichiatria 36% psichiatria più una SC 26% con NPI con sert e NPI con psicologia con sert e psicologia psichiatria più tre SC 10% psichiatria più due SC 28% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40%

6 45-64 aa. 39% Casi attivi 2012: distribuzione per genere N= femmine 55% maschi 45% Distribuzione casi attivi per fascia d'età 0-17 aa. 0% oltre 64 aa. 27% aa. 34%

7 35% Distribuzione casi per categoria diagnostica Attivi N= Nuovi N= % 25% 20% 23% 29% 28% 28% 21% 19% 26% 15% 12% 10% 5% 8% 6% 0% schizofrenia e dist. corr. dist. dell'umore dist. d'ansia dist. di personalità altro casi attivi 2012 nuovi casi 2012

8 Peculiarità del DSM Il DSM modello POTSM è funzionale Azienda territoriale e ospedaliera DSM integrato con dipendenze, NPIA e psicologia Lotta allo stigma e interventi precoci per ridurre cronicizzazione Destinare risorse per innovazione e combattere burn out Equilibrio tra principio della territorialità e della scelta del paziente Facilitare aderenza ai trattamenti (culturale, organizzativo, ecc.) Attenzione alle risorse con aumento efficienza, rapporto con privato

9 Piano di Azioni Nazionale per la Salute Mentale (PANSM) Conferenza Stato Regioni 24 gennaio 2013 Deliberazione della Giunta Regionale 2 agosto 2013, n Riorganizzazione in ambito psichiatrico degli interventi territoriali a diversi livelli d intensità assistenziale che adotta metodologia basata su progetti individuali specifici e differenziati: Percorsi diagnostico-terapeutici-assistenziali (PDTA)

10 Percorsi di cura

11 Definizione dei Percorsi di Cura nei Dipartimenti di Salute Mentale disturbi schizofrenici, disturbi dell umore e disturbi gravi di personalità. Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (AGENAS) Gruppo Interregionale Salute Mentale (GISM) Documento approvato nella conferenza delle Regioni e PPAA seduta del 13 novembre 2014 Attività di studio e di ricerca finalizzata a individuare prestazioni funzionali ai percorsi di cura per specifiche patologie psichiatriche.

12 Modello di approccio per la realizzazione di una PSICHIATRIA di COMUNITÀ Differenziazione percorsi per intensità assistenziale secondo bisogni emergenti Elaborazione Piano di Trattamento Individuale (PTI) per utenti con elevata complessità clinico-assistenziale Flessibilità organizzativa ed elevata integrazione con le reti primaria e secondaria dei servizi Costruzione e individuazione spazi di socialità funzionali riabilitazione e promozione salute mentale

13 SRP 3.3 intensità assistenziale bassa media alta SRP 2 SRP 1 Post-acuzie SRP 3.2 SRP 3.1 Esordi bassa media alta intensità terapeutico-riabilitativa

14 14

15 Improving the Cost-Effectiveness of a Healthcare System for Depressive Disorders by Implementing Telemedicine: A Health Economic Modeling Study Lokkerbol J, Adema D, Cuijpers P, Reynolds CF, Schulz R, Weehiuzen R, Smit F. Am J Geriatr Psychiatry 22:3, March 2014 Conclusions For a healthcare system for depressive disorders to remain economically sustainable, its costbenefi t ratio needs to be improved. Offering preventive telemedicine at a large scale is likely to introduce such an improvement.

16 1. Videoconference tool: easymeeting 16

17 2. ccbt - ifightdepression 17

18 La telepsichiatria è paragonabile all intervento di persona, ed é utile per l integrazione clinica del DSM con i MMG; L inserimento in 11 CSM e 2 SPDC di strumenti di telemedicina e la dotazione a 30 MMG dei tablets risulta utile per il trattamento di pazienti con depressione lieve o moderata; L uso della Video Conferenza all interno delle strutture del DSM determina risparmio di tempo degli operatori. 18

19 CONCLUSIONI IL DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE DEVE GARANTIRE I LEA DI SETTORE ATTRAVERSO PERCORSI SANITARI DI TERAPIA E RIABILITAZIONE A TERMINE LA RESIDENZIALITA SOCIOSANITARIA E ALTRI INTERVENTI DI TUTELA DELLE PERSONE FRAGILI POTREBBERO ESSERE REALIZZATI IN COMUNE CON I DISTRETTI (SER.T., NPIA E DISABILITA ) E I SERVIZI SOCIALI INVESTIMENTI NELL INNOVAZIONE, LOTTA ALLO STIGMA E ATTENZIONE AL BURN OUT DEGLI OPERATORI DEVONO ESSERE PERSEGUITI GLI OPERATORI DELLA PSICHIATRIA DI COMUNITA DEVONO IMPEGNARSI A DIVULGARE I RISULTATI DELLE BUONE PRATICHE CLINICHE IL PERCORSO SANITARIO DEI PAZIENTI AUTORI DI REATO ALTERNATIVO AGLI OPG E COSTITUITO CON ATTIVITA DI CURA E VIGILANZA SANITARIA E.ZANALDA, 2015

PIANO DI AZIONI NAZIONALE PER LA SALUTE MENTALE

PIANO DI AZIONI NAZIONALE PER LA SALUTE MENTALE PIANO DI AZIONI NAZIONALE PER LA SALUTE MENTALE Indice Introduzione Premessa I problemi di salute mentale della popolazione: bisogni di salute, priorità, azioni, monitoraggio Cap. 1 Le aree di bisogno

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO RESIDENZIALITA PSICHIATRICA (AGENAS-GISM) LE STRUTTURE RESIDENZIALI PSICHIATRICHE. (25 marzo 2013)

GRUPPO DI LAVORO RESIDENZIALITA PSICHIATRICA (AGENAS-GISM) LE STRUTTURE RESIDENZIALI PSICHIATRICHE. (25 marzo 2013) GRUPPO DI LAVORO RESIDENZIALITA PSICHIATRICA (AGENAS-GISM) LE STRUTTURE RESIDENZIALI PSICHIATRICHE (25 marzo 2013) Indice: Premessa 1. Le Strutture Residenziali Psichiatriche 2. Indicazioni sull assetto

Dettagli

Il Direttore Generale Carlo Lucchina

Il Direttore Generale Carlo Lucchina Ai Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Locali Ai Direttori Generali delle Aziende Ospedaliere e p.c. Ai Direttori dei Dipartimenti di Salute Mentale LORO SEDI CIRCOLARE N 49.../SAN Oggetto: Indirizzi

Dettagli

I percorsi riabilitativi

I percorsi riabilitativi Azienda Ospedalieria Ospedale di Lecco" Conferenza Territoriale per la Salute Mentale 20 ottobre 2005 I percorsi riabilitativi Progetti e strutture residenziali F. Rossi Dipartimento Salute Mentale - DEFINIZIONE

Dettagli

Le attività di base essenziali per ogni tipologia di struttura e l apporto delle diverse professionalità nel lavoro di equipe

Le attività di base essenziali per ogni tipologia di struttura e l apporto delle diverse professionalità nel lavoro di equipe I CONFERENZA DELLA REGIONE LAZIO SULLA SALUTE MENTALE. 3 sessione IL GOVERNO CLINICO IN SALUTE MENTALE Le attività di base essenziali per ogni tipologia di struttura e l apporto delle diverse professionalità

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI PSICHIATRICI TERRITORIALI

ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI PSICHIATRICI TERRITORIALI I Sessione: Il problema del lavoro rispetto alla psicopatologia e alla psicologia Malattie psichiatriche e lavoro Milano Ospedale San Raffaele 19 Novembre 2010 ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI PSICHIATRICI TERRITORIALI

Dettagli

ADI per Alzheimer : un progetto sperimentale di assistenza. O. Casati; C. Negri Chinaglia, S.Chirchiglia; P. Bertolaia

ADI per Alzheimer : un progetto sperimentale di assistenza. O. Casati; C. Negri Chinaglia, S.Chirchiglia; P. Bertolaia ADI per Alzheimer : un progetto sperimentale di assistenza O. Casati; C. Negri Chinaglia, S.Chirchiglia; P. Bertolaia CONTESTO GENERALE In Italia l 80% circa dei pazienti affetti da demenza è assistita

Dettagli

III CONGRESSO NAZIONALE COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE DIPARTIMENTO PSICHIATRIA

III CONGRESSO NAZIONALE COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE DIPARTIMENTO PSICHIATRIA CORTE DI GIUSTIZIA POPOLARE PER IL DIRITTO ALLA SALUTE III CONGRESSO NAZIONALE IL DIRITTO ALLA SALUTE: UN DIRITTO INALIENABILE CRITICITA A CONFRONTO COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE DIPARTIMENTO PSICHIATRIA

Dettagli

LE AREE SOCIO-SANITARIE DI COMPETENZA DELLA A.S.L. Ass. Sociale Dottoressa Anna Maria Paladino Ass. Sociale Dottoressa Dorotea Verducci

LE AREE SOCIO-SANITARIE DI COMPETENZA DELLA A.S.L. Ass. Sociale Dottoressa Anna Maria Paladino Ass. Sociale Dottoressa Dorotea Verducci LE AREE SOCIO-SANITARIE DI COMPETENZA DELLA A.S.L. Ass. Sociale Dottoressa Anna Maria Paladino Ass. Sociale Dottoressa Dorotea Verducci AREA MATERNO INFANTILE ED ETÀ EVOLUTIVA (1) Assistenza di tipo consultoriale

Dettagli

IL SERVIZIO SOCIALE NEL DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE DI LECCO

IL SERVIZIO SOCIALE NEL DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE DI LECCO IL SERVIZIO SOCIALE NEL DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE DI LECCO SCALETTA: CONTESTO SOCIO-SANITARIO (Riabilitazione psicosociale) NORMATIVA DI SETTORE (Piano regionale salute mentale) FINALITA DSM - QUADRO

Dettagli

Conferenza territoriale per la salute mentale

Conferenza territoriale per la salute mentale Conferenza territoriale per la salute mentale Lecco, 3. 12. 2007 LA RESIDENZIALITA LEGGERA IN LOMBARDIA Giorgio Cerati Residenzialità psichiatrica: i punti critici Disomogeneità della presenza delle SR

Dettagli

DISTURBI AFFETTIVI. Antonio Lora DISTURBI AFFETTIVI NEI DSM LOMBARDI (2009) 27/09/2012 8.223 PAZIENTI CON DISTURBO BIPOLARE

DISTURBI AFFETTIVI. Antonio Lora DISTURBI AFFETTIVI NEI DSM LOMBARDI (2009) 27/09/2012 8.223 PAZIENTI CON DISTURBO BIPOLARE DISTURBI AFFETTIVI Antonio Lora DISTURBI AFFETTIVI NEI DSM LOMBARDI (2009) DIST. BIPOLARE DIST. 6% DEPRESSIVO 17% 8.223 PAZIENTI CON DISTURBO BIPOLARE 22.234 CON DISTURBO DEPRESSIVO PREVALENZA TRATTATA

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Matiz Alessandra Data di nascita 01/01/1957. Dirigente Psicologo I livello

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Matiz Alessandra Data di nascita 01/01/1957. Dirigente Psicologo I livello INFORMAZIONI PERSONALI Nome Matiz Alessandra Data di nascita 01/01/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Psicologo I livello ASL DI RM/F Dirigente ASL

Dettagli

Ospedale e territorio, esperienze ed evoluzione futura

Ospedale e territorio, esperienze ed evoluzione futura Ospedale e territorio, esperienze ed evoluzione futura Enrico Bollero Direttore Generale, Fondazione Policlinico Tor Vergata Coordinatore Forum Direttori Generali FEDERSANITÀ - Anci 1 Il problema La continuità

Dettagli

ATTIVITÀ TERRITORIALE

ATTIVITÀ TERRITORIALE L ATTIVITA DELLA STRUTTURA COMPLESSA DI PSICHIATRIA NEL 2013 ATTIVITÀ TERRITORIALE Redazione: Dr. Romolo Gadaldi Responsabile S.S. Area Territoriale S.C. Psichiatria STRUTTURE DELL AREA TERRITORIALE CPS

Dettagli

Riorganizzazione delle attività della Salute Mentale

Riorganizzazione delle attività della Salute Mentale Dipartimento Salute Mentale, Dipendenze Patologiche, Neuropsichiatria dell Infanzia e dell Adolescenza ASP PALERMO Riorganizzazione delle attività della Salute Mentale 30 Ottobre 2014 as is 1) ELEVATA

Dettagli

I Sessione ore 9,30. La gestione integrata: il modello del Centro demenze Unità Alzheimer della IHG, realizzato nel territorio della ASL Roma G.

I Sessione ore 9,30. La gestione integrata: il modello del Centro demenze Unità Alzheimer della IHG, realizzato nel territorio della ASL Roma G. I Sessione ore 9,30 La gestione integrata: il modello del Centro demenze Unità Alzheimer della IHG, realizzato nel territorio della ASL Roma G. Gabriele Carbone Responsabile medico Centro Demenze Unità

Dettagli

LA QUALITA DELLA CURA NEI DISTURBI MENTALI GRAVI IN LOMBARDIA. Antonio Lora ed Emiliano Monzani

LA QUALITA DELLA CURA NEI DISTURBI MENTALI GRAVI IN LOMBARDIA. Antonio Lora ed Emiliano Monzani LA QUALITA DELLA CURA NEI DISTURBI MENTALI GRAVI IN LOMBARDIA Antonio Lora ed Emiliano Monzani Progetto di ricerca Valutazione della qualità e dell esito nei programmi di cura incarico conferito a Eupolis

Dettagli

Aspetti della promozione della salute mentale attraverso lo sport: un bel gioco dura... tanto!

Aspetti della promozione della salute mentale attraverso lo sport: un bel gioco dura... tanto! Aspetti della promozione della salute mentale attraverso lo sport: un bel gioco dura... tanto! A Cura della Struttura Semplice Per lo sviluppo ed il monitoraggio di azioni in tema di educazione e promozione

Dettagli

6. I PROGETTI E LE AZIONI PROGRAMMATE. I progetti obiettivo previsti sono i seguenti:

6. I PROGETTI E LE AZIONI PROGRAMMATE. I progetti obiettivo previsti sono i seguenti: 6. I PROGETTI E LE AZIONI PROGRAMMATE I progetti obiettivo previsti sono i seguenti: 1. Tutela della salute mentale; 2. Tutela della salute delle persone anziane; 3. Tutela materno-infantile; 4. Sicurezza

Dettagli

A. I. T. Sa. M. ONLUS ASSOCIAZIONE ITALIANA TUTELA SALUTE MENTALE

A. I. T. Sa. M. ONLUS ASSOCIAZIONE ITALIANA TUTELA SALUTE MENTALE A. I. T. Sa. M. ONLUS ASSOCIAZIONE ITALIANA TUTELA SALUTE MENTALE Osservazioni generali Osservazioni al PSSR Si evidenziano solo alcune tra le criticità più rilevanti, la dove riguardano anche la salute

Dettagli

Sistema informativo e programmazione sanitaria

Sistema informativo e programmazione sanitaria 1^ Conferenza Regionale sulla Salute Mentale Verona, 9-109 maggio 2008 Sistema informativo e programmazione sanitaria Paolo Spolaore Centro Regionale di Riferimento per il Coordinamento del Sistema Epidemiologico

Dettagli

Le cure domiciliari nella programmazione nazionale. Carola Magni Ministero della Salute

Le cure domiciliari nella programmazione nazionale. Carola Magni Ministero della Salute Le cure domiciliari nella programmazione nazionale Carola Magni Ministero della Salute Alcune evidenze L incremento degli anziani >65 anni (oggi sono il 20% della popolazione, nel 2050 costituiranno il

Dettagli

Il management dei servizi ADI: l esperienza dei Distretti

Il management dei servizi ADI: l esperienza dei Distretti Le cure a casa in uno scenario di sicurezza: dal censimento al libro bianco Il management dei servizi ADI: l esperienza dei Distretti Masselli Mariella - Mete Rosario Roma 7 Luglio 2010 Il ruolo strategico

Dettagli

Il Medico di Famiglia e la disabilità da deficit cognitivo nell anziano

Il Medico di Famiglia e la disabilità da deficit cognitivo nell anziano Il Medico di Famiglia e la disabilità da deficit cognitivo nell anziano DONATO Giuseppe*, FURNARI Giacomo, ZACCARI Clara ^ *medico di Medicina Generale (MMG) presso ASL RmF-distretto 2, medico referente

Dettagli

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica

4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica 4 Congresso nazionale Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica Il FSE e la Telemedicina Dott.ssa Lidia Di Minco Direttore Ufficio Coordinamento, Sviluppo e Gestione del NSIS Direzione Generale

Dettagli

CRITERI E MODALITA DI ACCESSO (ACC)

CRITERI E MODALITA DI ACCESSO (ACC) POLITICA CRITERI E MODALITA DI ACCESSO (ACC) U.O. RIABILITAZIONE PSICHIATRICA RESIDENZA FRA MOSE BONARDI L unità di recupero e rieducazione funzionale Fra Mose Bonardi è una struttura per la riabilitazione

Dettagli

GNOCCHI» IL PROGETTO E LE MODALITÀ DI MISURAZIONE DEI

GNOCCHI» IL PROGETTO E LE MODALITÀ DI MISURAZIONE DEI EHEALTH 4 ALL «PREVENZIONE DELLA DISABILITÀ NELL ANZIANO: L APPROCCIO INNOVATIVO INTEGRATO DI FONDAZIONE DON GNOCCHI» IL PROGETTO E LE MODALITÀ DI MISURAZIONE DEI RISULTATI PROGETTUALI ING. G. POZZA DIRETTORE

Dettagli

II sessione 15.00 17.00 Assistenza multidisciplinare dell anziano nel territorio. Moderatori Dott.ssa M. Loffredo, Dr. M. Parisi, Dott.ssa L.B.

II sessione 15.00 17.00 Assistenza multidisciplinare dell anziano nel territorio. Moderatori Dott.ssa M. Loffredo, Dr. M. Parisi, Dott.ssa L.B. II sessione 15.00 17.00 Assistenza multidisciplinare dell anziano nel territorio Moderatori Dott.ssa M. Loffredo, Dr. M. Parisi, Dott.ssa L.B. Salehi 16.30 La rete integrata socio-sanitaria per le demenze

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. del OGGETTO: Approvazione Linee di Indirizzo regionali per i Disturbi dello Spettro Autistico (ASD). NOTE PER LA TRASPARENZA: Approvazione delle Linee di Indirizzo

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Dott. Bombara Antonio Indirizzo LOCRI VIA TEVERE 103, 89044 Telefono 0964/22420 Fax E-mail antonio_bombara@libero.it

Dettagli

1. I percorsi di cura come strumenti di gestione clinica

1. I percorsi di cura come strumenti di gestione clinica Definizione dei percorsi di cura da attivare nei dipartimenti di salute mentale per i disturbi schizofrenici, i disturbi dell umore e i disturbi gravi di personalità. Premessa Il Piano Nazionale di Azioni

Dettagli

DIMISSIONI PROTETTE E ASSISTENZA DOMICILIARE. MARIA IMMACOLATA COZZOLINO GERIATRA DIRETTORE DISTRETTO RMF1 mariai.cozzolino@aslrmf.

DIMISSIONI PROTETTE E ASSISTENZA DOMICILIARE. MARIA IMMACOLATA COZZOLINO GERIATRA DIRETTORE DISTRETTO RMF1 mariai.cozzolino@aslrmf. DIMISSIONI PROTETTE E ASSISTENZA DOMICILIARE MARIA IMMACOLATA COZZOLINO GERIATRA DIRETTORE DISTRETTO RMF1 mariai.cozzolino@aslrmf.it Popolazione anziana Distretto RMF1 Dati 2000 65-74 75-84 >85 M 3397

Dettagli

Giovanni de Girolamo ETA DI INSORGENZA DEI DISTURBI MENTALI: COSA SAPPIAMO? QUALI IMPLICAZIONI PER I SERVIZI?

Giovanni de Girolamo ETA DI INSORGENZA DEI DISTURBI MENTALI: COSA SAPPIAMO? QUALI IMPLICAZIONI PER I SERVIZI? Giovanni de Girolamo ETA DI INSORGENZA DEI DISTURBI MENTALI: COSA SAPPIAMO? QUALI IMPLICAZIONI PER I SERVIZI? CHE COSA E L ETA DI INSORGENZA? Vi sono vari criteri, non univoci, per definire l età di insorgenza

Dettagli

L innovazione dei servizi per la cura delle malattie croniche

L innovazione dei servizi per la cura delle malattie croniche Cooperativa Sociale Nòmos onlus Bagno a Ripoli, 2011 Convegno L evoluzione dei bisogni degli anziani: Le risposte dei servizi alle esigenze emergenti L innovazione dei servizi per la cura delle malattie

Dettagli

Archivio Corsi. Area clinica/medica/specialistica

Archivio Corsi. Area clinica/medica/specialistica Archivio Corsi Area clinica/medica/specialistica Pianeta anziano: la gestione della complessità Argomenti di geriatria L amore e la sessualità nell anziano Disturbi cognitivi nell anziano Vita dell anziano

Dettagli

Distretto di Carpi. Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011. Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo

Distretto di Carpi. Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011. Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo Distretto di Carpi Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011 Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo Settore Area Fragili U. O. Cure Primarie Area Disabili Area

Dettagli

Verso le buone pratiche di collaborazione tra Salute Mentale, Cure Primarie e Medicina Generale: il progetto regionale Riconoscere la depressione

Verso le buone pratiche di collaborazione tra Salute Mentale, Cure Primarie e Medicina Generale: il progetto regionale Riconoscere la depressione Convegno Verso le buone pratiche di collaborazione tra Salute Mentale, Cure Primarie e Medicina Generale: il progetto regionale Riconoscere la depressione Giovedì 5 Dicembre 2013 Venezia Mestre Auditorium

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 09-12-2014 (punto N 14 ) Delibera N 1127 del 09-12-2014 Proponente STEFANIA SACCARDI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E

Dettagli

Responsabile Centro Demenze Unità Alzheimer, Italian Hospital Group di Guidonia, Roma UN MODELLO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NELLA MALATTIA DI ALZHEIMER

Responsabile Centro Demenze Unità Alzheimer, Italian Hospital Group di Guidonia, Roma UN MODELLO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NELLA MALATTIA DI ALZHEIMER DOTT. GABRIELE CARBONE Responsabile Centro Demenze Unità Alzheimer, Italian Hospital Group di Guidonia, Roma UN MODELLO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NELLA MALATTIA DI ALZHEIMER La malattia di Alzheimer (MA)

Dettagli

ECM ACCREDITI 2012 02/08/2012

ECM ACCREDITI 2012 02/08/2012 ECM ACCREDITI 2012 02/08/2012 EVENTI VISIBILI SUL SITO REGIONE LIGURIA http://www.liguriainformasalute.it scegliere elenco corsi, da questa sezione è possibile selezionare le opzioni che si desiderano:

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PROGRAMMA STRAORDINARIO DI INTERVENTI PER L AUTISMO E GLI ALTRI DISTURBI PERVASIVI DELLO SVILUPPO

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PROGRAMMA STRAORDINARIO DI INTERVENTI PER L AUTISMO E GLI ALTRI DISTURBI PERVASIVI DELLO SVILUPPO Allegato alla Delib.G.R. n. 44/ 10 del 31.10.2007 PROGRAMMA STRAORDINARIO DI INTERVENTI PER L AUTISMO E GLI ALTRI DISTURBI PERVASIVI DELLO SVILUPPO Premessa L autismo, assieme agli altri disturbi pervasivi

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALBERTO SANTI Amministrazione Telefono dell Ufficio 06 58704411 A O San Camillo Forlanini Piazza Carlo Forlanini,

Dettagli

Infermieristica della salute mentale. Corso di Laurea in infermieristica A.A. 2014/2015 Dr. Gianfranco Preiti

Infermieristica della salute mentale. Corso di Laurea in infermieristica A.A. 2014/2015 Dr. Gianfranco Preiti Infermieristica della salute mentale Corso di Laurea in infermieristica A.A. 2014/2015 Dr. Gianfranco Preiti Le competenze dell infermiere in psichiatria e all interno dell equipe multi professionale La

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS

Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS Maria Bona Venturi CENTRO C.A.S.A. AIDS Dipartimento delle Cure Primarie Azienda USL di Bologna 1 Il Centro C.A.S.A. (Centro

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Petrone Loris Data di nascita 04/05/1952. Dirigente Medico Direttore di Unità Operativa Complessa

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Petrone Loris Data di nascita 04/05/1952. Dirigente Medico Direttore di Unità Operativa Complessa INFORMAZIONI PERSONALI Nome Petrone Loris Data di nascita 04/05/1952 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico Direttore di Unità Operativa Complessa ASL

Dettagli

Percorsi di integrazione tra salute mentale e medicina generale nell Azienda USL di Reggio Emilia

Percorsi di integrazione tra salute mentale e medicina generale nell Azienda USL di Reggio Emilia Percorsi di integrazione tra salute mentale e medicina generale nell Azienda USL di Reggio Emilia Maria Bologna Dipartimento Salute Mentale-DP AUSL Reggio Emilia Corso di Formazione Gestione della depressione

Dettagli

La riorganizzazione delle Cure Domiciliari nella Asl 3 Genovese. Loredana Minetti Direttore Distretto Sanitario 11

La riorganizzazione delle Cure Domiciliari nella Asl 3 Genovese. Loredana Minetti Direttore Distretto Sanitario 11 La riorganizzazione delle Cure Domiciliari nella Asl 3 Genovese Loredana Minetti Direttore Distretto Sanitario 11 POPOLAZIONE LIGURE Abitanti: Provincia Totale Maschi Femmine IM 221885 106286 115599 SV

Dettagli

L INFERMIERE IN ONCOLOGIA TRA MANAGEMENT E PRATICA CLINICA: QUALE FUTURO? CASE MANAGEMENT IN ONCOLOGIA

L INFERMIERE IN ONCOLOGIA TRA MANAGEMENT E PRATICA CLINICA: QUALE FUTURO? CASE MANAGEMENT IN ONCOLOGIA L INFERMIERE IN ONCOLOGIA TRA MANAGEMENT E PRATICA CLINICA: QUALE FUTURO? CASE MANAGEMENT IN ONCOLOGIA Lorenza Zullo Napoli 25 maggio 2013 Qual è il soggetto d interesse del case management? Il beneficiario

Dettagli

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSISTENZA PSICHIATRICA

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSISTENZA PSICHIATRICA La posizione della Società Italiana di Psichiatria sulla Proposta di Testo Unificato DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSISTENZA PSICHIATRICA Documento approvato dalla Conferenza delle Sezioni Regionali della

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo MASSIMO CLERICI Via Roncaglia 18 20146 Milano Telefono cell 338-7106055 Fax tel/fax 02-48018507

Dettagli

ASPETTI PSICHIATRICI

ASPETTI PSICHIATRICI Le nuove droghe e addiction comportamentali Varese, 5 dicembre 2012 ASPETTI PSICHIATRICI Marcello Diurni RELAZIONE ANNUALE 2011 DELL'OSSERVATORIO EUROPEO DELLE DROGHE E TOSSICODIPENDENZE Cannabis: Prevalenza

Dettagli

Gli assistenti sociali nelle ASL del Lazio: numeri e distribuzione. Paola De Riù, vice Presidente CROAS Lazio - ASL Viterbo

Gli assistenti sociali nelle ASL del Lazio: numeri e distribuzione. Paola De Riù, vice Presidente CROAS Lazio - ASL Viterbo Gli assistenti sociali nelle ASL del Lazio: numeri e distribuzione Paola De Riù, vice Presidente CROAS Lazio - ASL Viterbo Come eravamo La figura professionale dell assistente sociale nella sanità è stata

Dettagli

Assistenza multiprofessionale e multispecialistica integrata ai bambini con malattie rare e croniche complesse

Assistenza multiprofessionale e multispecialistica integrata ai bambini con malattie rare e croniche complesse Assistenza multiprofessionale e multispecialistica integrata ai bambini con malattie rare e croniche complesse Giovanni Corsello, Maria Piccione Dipartimento di Promozione della Salute e Materno-Infantile

Dettagli

Appropriatezza clinica, strutturale e operativa nella prevenzione, diagnosi e terapia dei disturbi dell alimentazione n. 17/22, Luglio-Agosto 2013

Appropriatezza clinica, strutturale e operativa nella prevenzione, diagnosi e terapia dei disturbi dell alimentazione n. 17/22, Luglio-Agosto 2013 Percorsi di cura dei disturbi dell alimentazione nella Regione Veneto Paolo Santonastaso Centro Regionale per i Disturbi Alimentari Dipartimento di Neuroscienze Università di padova Appropriatezza clinica,

Dettagli

SER.T SERVIZIO PUBBLICO PER LE TOSSICODIPENDENZE

SER.T SERVIZIO PUBBLICO PER LE TOSSICODIPENDENZE SER.T SERVIZIO PUBBLICO PER LE T.U. 309/90 e L.n.49/06 Prov.to30/10/07 (Conferenza stato/regioni) D.M.S. 444/90 e LR n.22/02 con relativi decreti Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli

Dettagli

NUOVO TRIENNIO FORMATIVO 2014-2016 IL DOSSIER FORMATIVO

NUOVO TRIENNIO FORMATIVO 2014-2016 IL DOSSIER FORMATIVO NUOVO TRIENNIO FORMATIVO 2014-2016 IL DOSSIER FORMATIVO Nuovo triennio 2014-2016 : il principio della qualità nella formazione ECM La formazione ECM è un processo in continuo divenire che si struttura

Dettagli

MiMS. Master in Management Sanitario. Il territorio

MiMS. Master in Management Sanitario. Il territorio 1 Il territorio 2 Il territorio: tendenze evolutive Aumentata l aspettativa di vita: U = 76 anni D = 82,4 anni Patologie croniche prevalgono su quelle acute Possibilità di eseguire piccoli interventi chirurgici

Dettagli

CURARE A CASA Aspetti organizzativi clinici e relazionali di interesse per il Medico di Medicina Generale

CURARE A CASA Aspetti organizzativi clinici e relazionali di interesse per il Medico di Medicina Generale CURARE A CASA Aspetti organizzativi clinici e relazionali di interesse per il Medico di Medicina Generale Introduzione Reggio Emilia, 19 e 26 maggio 2010 Riferimenti normativi Accordo Collettivo Nazionale

Dettagli

Direttore: Dott.ssa Anna Urbani CARTA DEI SERVIZI

Direttore: Dott.ssa Anna Urbani CARTA DEI SERVIZI Direttore: Dott.ssa Anna Urbani CARTA DEI SERVIZI Via Miranese 18 30035 Mirano (VE) Tel: 041 5795501 Fax: 041 5795501 e-mail: csm.mirano@ulss13mirano.ven.it DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE Direttore Dr.ssa

Dettagli

ART. 1 OGGETTO ART. 2 FINALITA'

ART. 1 OGGETTO ART. 2 FINALITA' LINEE GUIDA DEI PERCORSI ASSISTENZIALI CHE FAVORISCANO L INTEGRAZIONE ED IL COORDINAMENTO DELLE FUNZIONI SOCIALI, SANITARIE ED EDUCATIVE NEL SETTORE DELLA DISABILITÀ ADULTA ART. 1 OGGETTO Con il presente

Dettagli

Il Trattamento delle dipendenze alcoliche dal medico di famiglia alle strutture specialistiche

Il Trattamento delle dipendenze alcoliche dal medico di famiglia alle strutture specialistiche Il Trattamento delle dipendenze alcoliche dal medico di famiglia alle strutture specialistiche PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE PER LA DIPENDENZA DA ALCOOL 22/05/2015 Elena Bruno, Cristina

Dettagli

Società Scientifiche

Società Scientifiche Milano, 7 giugno 2006 Un iniziativa sostenuta da Pfizer Società Scientifiche Intervento del Prof. Roberto Bernabei 2006 Ambrosetti S.p.A. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Questo documento è stato ideato e preparato

Dettagli

Percorso Preventivo-Diagnostico-Terapeutico-Assistenziale Riabilitativo (PDTAR) per la popolazione e i pazienti con demenza Sintesi

Percorso Preventivo-Diagnostico-Terapeutico-Assistenziale Riabilitativo (PDTAR) per la popolazione e i pazienti con demenza Sintesi e le Aziende Ospedaliere, IRCCS, ASP(Aziende di Servizi alla Persona), Università elencate nel Documento Integrale Percorso Preventivo-Diagnostico-Terapeutico-Assistenziale Riabilitativo (PDTAR) per la

Dettagli

Relazione salute mentale adulti 01/03/2012

Relazione salute mentale adulti 01/03/2012 Relazione salute mentale adulti 01/03/2012 (a cura del responsabile Unità Funzionale Salute Mentale Adulti Zona delle Apuane, dott. Fabrizio Lazzerini)) La legge 180 e la legge 833 "Riforma del Servizio

Dettagli

The Silver Tsunami. Il mondo invecchia. Dati epidemiologici di incidenza e prevalenza della demenza in provincia di Bergamo. Il contesto demografico

The Silver Tsunami. Il mondo invecchia. Dati epidemiologici di incidenza e prevalenza della demenza in provincia di Bergamo. Il contesto demografico Dati epidemiologici di incidenza e prevalenza della demenza in provincia di Bergamo Alberto Zucchi Servizio Epidemiologia Aziendale-Dipartimento PAC ASL di Bergamo COMITATO SCIENTIFICO INTERAZIENDALE DELLE

Dettagli

Allegato B. Azienda Sanitaria Locale di Cuneo, Mondovì e Savigliano ORGANIGRAMMA

Allegato B. Azienda Sanitaria Locale di Cuneo, Mondovì e Savigliano ORGANIGRAMMA Allegato B Azienda Sanitaria Locale di Cuneo, Mondovì e Savigliano ORGANIGRAMMA ORGANIGRAMMA GENERALE Direttore Generale SC Legale SC Servizio Prevenzione Protezione dei Percorsi cardio respiratori dei

Dettagli

Corso La complessità in geriatria

Corso La complessità in geriatria Corso La complessità in geriatria Argomento La complessità dell assistenza domiciliare Materiale didattico Dott.ssa Fausta Podavitte Direttore del Dipartimento ASSI 11 marzo 2011 Dalle cure domiciliari

Dettagli

LCTLSN56M53F205Y alessandra.alciati @libero.it

LCTLSN56M53F205Y alessandra.alciati @libero.it F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALCIATI ALESSANDRA Indirizzo Telefono 3381985310 CF E-mail VIA CAPRERA 4, 20144 MILANO LCTLSN56M53F205Y alessandra.alciati @libero.it

Dettagli

LE STRUTTURE PRIVATE E LA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA

LE STRUTTURE PRIVATE E LA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA LE STRUTTURE PRIVATE E LA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA In Regione Lombardia i privati ricoprono un ruolo molto rilevante nel sistema sanitario. Un affermazione tanto più vera se si pensa alla riabilitazione

Dettagli

ALLEGATO _C _ Dgr n. del pag. 1/7

ALLEGATO _C _ Dgr n. del pag. 1/7 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO _C _ Dgr n. del pag. 1/7 Progetto ex Accordo Stato-Regioni rep. atti 13/CSR del 20/02/ 2014 per l utilizzo delle risorse vincolate per la realizzazione degli obiettivi

Dettagli

ALZHEIMER: PERCHE UNA DIAGNOSI PRECOCE

ALZHEIMER: PERCHE UNA DIAGNOSI PRECOCE ALZHEIMER: PERCHE UNA DIAGNOSI PRECOCE Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un progressivo allungamento della durata media della vita, e quindi ad un invecchiamento della popolazione, che determina l

Dettagli

Regione Lombardia ed allarme demenze Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale, Volontariato e Pari Opportunità

Regione Lombardia ed allarme demenze Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale, Volontariato e Pari Opportunità Regione Lombardia ed allarme demenze Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale, Volontariato e Pari Opportunità Milano, 24 marzo 2015 IL CAMBIAMENTO DEL CONTESTO Gli anziani (dai 65 anni in su)

Dettagli

«Fare Rete in Psichiatria»

«Fare Rete in Psichiatria» EXPO 2015 - Nutrire, Potenziare, Curare - Il futuro della Salute Mentale Milano 19-20 giugno 2015 «Fare Rete in Psichiatria» Il Case Manager nel percorso della presa in carico del paziente grave nel Servizi

Dettagli

Integrazione Ospedale-Territorio:

Integrazione Ospedale-Territorio: Integrazione Ospedale-Territorio: malattie rare ed assistenza integrativa Relatore Dott.ssa Francesca Canepa S.C. Assistenza Farmaceutica Convenzionata LEA I Livelli essenziali di assistenza (LEA) sono

Dettagli

PROPOSTA DI DISEGNO DI LEGGE INFERMIERI DI FAMIGLIA CONVENZIONATI

PROPOSTA DI DISEGNO DI LEGGE INFERMIERI DI FAMIGLIA CONVENZIONATI PROPOSTA DI DISEGNO DI LEGGE INFERMIERI DI FAMIGLIA CONVENZIONATI 1 / 8 RELAZIONE Egregi colleghi, la legislazione vigente riconosce già all infermiere un ruolo fondamentale in assistenza domiciliare,

Dettagli

COMUNE DI FERRARA AZIENDA USL DI FERRARA AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FERRARA

COMUNE DI FERRARA AZIENDA USL DI FERRARA AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FERRARA ACCORDO DI PROGRAMMA PER IL POTENZIAMENTO DELLA RETE DI SERVIZI PER LE MALATTIE DEMENTIGENE E PER I MALATI DI ALZHEIMER - DISTRETTO CENTRO NORD - 2011-2013 COMUNE DI FERRARA AZIENDA USL DI FERRARA AZIENDA

Dettagli

Presentazione del programma e degli obiettivi del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze Patologiche. Silvia Gallozzi

Presentazione del programma e degli obiettivi del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze Patologiche. Silvia Gallozzi Presentazione del programma e degli obiettivi del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze Patologiche Silvia Gallozzi Indicazioni operative specificate nella Determina Regionale B 02807/2013

Dettagli

L infermiere case manager in psichiatria

L infermiere case manager in psichiatria Studi & Esperienze 1 L introduzione di nuovi modelli organizzativi all interno dei servizi psichiatrici territoriali rappresenta un importante sfida per fornire risposte efficaci ai mutevoli bisogni di

Dettagli

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE VIII Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA VALUTAZIONE ALZHEIMER NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA

Dettagli

Flow-chart: Percorso del paziente con sospetto diagnostico di demenza MMG. Visita neurologica per sospetta demenza presso CDC

Flow-chart: Percorso del paziente con sospetto diagnostico di demenza MMG. Visita neurologica per sospetta demenza presso CDC Flow-chart: Percorso del paziente con sospetto diagnostico di demenza MMG Esami ematochimici: emocromo, glicemia, creatinina, ALT, Colesterolo, Trigliceridi, Na, K, Cl, VES, TSH reflex, Dosaggio vit B12

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO Ospedali: Legnano - Cuggiono - Magenta - Abbiategrasso

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO Ospedali: Legnano - Cuggiono - Magenta - Abbiategrasso AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO Ospedali: Legnano - Cuggiono - Magenta - Abbiategrasso Magenta, 29. 3. 2013 DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE Direttore: Dr Giorgio Cerati Tel. 02 97963.501

Dettagli

Curriculum Vitae. Realini Tiziana Via Nazionale, 41 23013 Cosio Valtellino Tel. 0342/635804. e-mail tiziana_realini@virgilio.it. Nazionalità italiana

Curriculum Vitae. Realini Tiziana Via Nazionale, 41 23013 Cosio Valtellino Tel. 0342/635804. e-mail tiziana_realini@virgilio.it. Nazionalità italiana Curriculum Vitae Realini Tiziana Via Nazionale, 41 23013 Cosio Valtellino Tel. 0342/635804 e-mail tiziana_realini@virgilio.it Nazionalità italiana Nata il 28-10-1958 Laureata in psicologia presso l università

Dettagli

Programmazione e governo della rete dei servizi socio sanitari e sociali Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato

Programmazione e governo della rete dei servizi socio sanitari e sociali Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato Programmazione e governo della rete dei servizi socio sanitari e sociali Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato Lecco 27 Febbraio 2014 IL CAMBIAMENTO DEL CONTESTO E LE REGOLE DI

Dettagli

Catalogo Welfare. Attività formative e servizi

Catalogo Welfare. Attività formative e servizi Catalogo Welfare Attività formative e servizi Irecoop Emilia Romagna, in qualità di ente di formazione di emanazione di Confcooperative Emilia Romagna, dal 1979 sviluppa progetti di formazione a servizio

Dettagli

Le opportunità della telemedicina

Le opportunità della telemedicina 5 Congresso Nazionale F.I.Te.La.B. Le opportunità della telemedicina nell assistenza di base Dr. Salvatore Amato Michele La Versa Telemedicina Per telemedicina intendiamo l'insieme di tecniche mediche

Dettagli

ALLEGATO A. Il presente allegato si compone di n 42 (quarantadue) pagine, inclusa la presente copertina. Via Caduti di Tutte le Guerre, 15 70126 Bari

ALLEGATO A. Il presente allegato si compone di n 42 (quarantadue) pagine, inclusa la presente copertina. Via Caduti di Tutte le Guerre, 15 70126 Bari T á á x á á É Ü t à É t Ä Ä x c É Ä à v { x w x Ä Ä t f t Ä â à x Servizio Programmazione Assistenza Territoriale e Prevenzione T á á x á á É Ü t à É T Ä j x Ä y t Ü x Servizio Programmazione Sociale e

Dettagli

Piano Strategico per la salute mentale Uno strumento per cambiare

Piano Strategico per la salute mentale Uno strumento per cambiare Piano Strategico per la salute mentale Uno strumento per cambiare Verso un lavoro di rete per la Salute Mentale di comunità in Sicilia, sviluppare politiche di partecipazione e processi di ripresa 1 Indice

Dettagli

Punto di contatto nazionale: strumenti di accesso, informazioni disponibili e punti di attenzione

Punto di contatto nazionale: strumenti di accesso, informazioni disponibili e punti di attenzione Punto di contatto nazionale: strumenti di accesso, informazioni disponibili e punti di attenzione Il patrimonio informativo delle strutture della rete sanitaria Dott.ssa Cristina Tamburini Direzione Generale

Dettagli

Appropriatezza diagnostica e terapeutica nella prevenzione delle fratture da fragilità da osteoporosi

Appropriatezza diagnostica e terapeutica nella prevenzione delle fratture da fragilità da osteoporosi Appropriatezza diagnostica e terapeutica nella prevenzione delle fratture da fragilità da osteoporosi La proposta del Ministero: un Registro Italiano delle Fratture da Fragilità (RIFF) Rossana Ugenti Direttore

Dettagli

La specializzazione in Medicina di Comunità è stata collocata nella classe della Medicina Clinica Generale.

La specializzazione in Medicina di Comunità è stata collocata nella classe della Medicina Clinica Generale. La specializzazione in Medicina di Comunità è stata collocata nella classe della Medicina Clinica Generale. Decreto MIUR su Riassetto delle Scuole di specializzazione di area sanitaria G.U. n. 285 del

Dettagli

FONDAZIONE OPERA SANTA RITA PRATO I SERVIZI PER L AUTISMO www.operasantarita.it

FONDAZIONE OPERA SANTA RITA PRATO I SERVIZI PER L AUTISMO www.operasantarita.it FONDAZIONE OPERA SANTA RITA PRATO I SERVIZI PER L AUTISMO www.operasantarita.it MEMORIA PER AUDIZIONE ALLA XII COMMISSIONE PERMANENTE (IGIENE E SANITÀ ) DEL SENATO L autismo è una sindrome di carattere

Dettagli

MAURIZIO PARI. m.pari@usl6.toscana.it

MAURIZIO PARI. m.pari@usl6.toscana.it INFORMAZIONI PERSONALI Nome MAURIZIO PARI Data di nascita 19/06/1959 Qualifica Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Collaboratore Professionale Sanitario Esperto Personale Infermieristico -

Dettagli

Allegato 1 Le strategie e le azioni di comunicazione dell Azienda USL 12 di Viareggio per l anno 2015

Allegato 1 Le strategie e le azioni di comunicazione dell Azienda USL 12 di Viareggio per l anno 2015 Allegato 1 Le strategie e le azioni di comunicazione dell Azienda USL 12 di Viareggio per l anno 2015 La programmazione della comunicazione per il 2015, anche a seguito della Valutazione del Piano precedente,

Dettagli

NPIA : la rete delle reti

NPIA : la rete delle reti Dr. Paolo Soli Direttore Struttura Complessa NPIA Modena Sud Ricordando Sergio Neri Liceo Classico Muratori Modena 17.10.2015 ITALIA NPIA : unica come specialità medica Scuola : unica inclusiva ( quasi

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO DEL SISTEMA DI RESIDENZIALITA PSICHIATRICA

DOCUMENTO TECNICO DEL SISTEMA DI RESIDENZIALITA PSICHIATRICA ALLEGATO B1 DOCUMENTO TECNICO DEL SISTEMA DI RESIDENZIALITA PSICHIATRICA Riferimenti normativi 1. Piano Sanitario Nazionale 2007-2009 adottato con DPCM del 7.4.2006. 2. Piano Socio Sanitario Regionale

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Sandro Caddeo Data di nascita 03-10-1955 Qualifica Dirigente medico primo livello psichiatra Amministrazione ASL RMC Incarico attuale dirigente medico responsabile

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Master in Psicologia Giuridica, Psicopatologia e Psicodiagnostica Forense presso AIPG

CURRICULUM VITAE. Master in Psicologia Giuridica, Psicopatologia e Psicodiagnostica Forense presso AIPG CURRICULUM VITAE Nome e Cognome Emanuela Massa Data di nascita 12 Ottobre 1970 Luogo di nascita E-mail Roma mouse.koss@tiscali.it TITOLI ACCADEMICI E DI STUDIO 1993 1999 Laurea in Psicologia, indirizzo

Dettagli

PROGETTO DI APPRENDIMENTO

PROGETTO DI APPRENDIMENTO PROGETTO DI APPRENDIMENTO IN AMBITO CLINICO PROBLEMA PRIORITARIO DI SALUTE SALUTE MENTALE Settembre 2006 Il percorso di apprendimento in ambito clinico relativo al problema prioritario di salute malattia

Dettagli