UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE Corso di Elaborazione Elettronica di Immagini IL COLORE PARTE 2 Gabriele Guarnieri

2 Sommario Spazi colore percettivamente uniformi 1 Spazi colore percettivamente uniformi: CIE-Lab e CIE-Luv 2 3 Adattamento cromatico 4 Profili colore

3 Esperimento di MacAdam Lo spazio colore CIE-Lab Lo spazio colore CIE-Luv SPAZI COLORE PERCETTIVAMENTE UNIFORMI (CIE-LAB e CIE-LUV)

4 Esperimento di MacAdam Lo spazio colore CIE-Lab Lo spazio colore CIE-Luv Spazi colore percettivamente uniformi In molti casi è necessario misurare la distanza tra due colori: Estrazione dei bordi Approssimazione di colori fuori gamma Quantizzazione Stima della temperatura colore... Sarebbe utile avere uno spazio colore percettivamente uniforme, in cui cioè la distanza percepita tra due colori sia proporzionale alla distanza euclidea tra le coordinate colorimetriche.

5 Esperimento di MacAdam Esperimento di MacAdam Lo spazio colore CIE-Lab Lo spazio colore CIE-Luv Lo spazio colore XYZ non è percettivamente uniforme. Esperimento di MacAdam (1942): Un osservatore tenta di riprodurre un colore dato mescolando 3 sorgenti primarie A causa della limitata sensibilità dell occhio, il colore ottenuto non è identico al campione Si ripete più volte l esperimento, e si misura la dispersione Risultato: L errore commesso varia notevolmente a seconda del colore di partenza.

6 Esperimento di MacAdam Esperimento di MacAdam Lo spazio colore CIE-Lab Lo spazio colore CIE-Luv Rappresentando le misure sul diagramma di cromaticità, si ottengono nuvole di punti di forma ellittica: Ellissi di MacAdam. La dimensione delle ellissi nel diagramma a fianco è 10 volte quella reale.

7 Lo spazio colore CIE-Lab Esperimento di MacAdam Lo spazio colore CIE-Lab Lo spazio colore CIE-Luv Idea: Distorcere lo spazio XYZ con una funzione non lineare, in modo da trasformare le ellissi di MacAdam in cerchi della stessa dimensione. Nel 1976 viene introdotto lo spazio colore CIE-Lab: L = 116f (Y /Y w ) 16 a = 500 [ f (X/X w ) f (Y /Y w ) ] b = 200 [ f (Y /Y w ) f (Z/Z w ) ] dove X w, Y w e Z w sono le coordinate del punto di bianco, e ( ) 3 3 t se t > 6 f (t) t altrimenti

8 Lo spazio colore CIE-Lab Esperimento di MacAdam Lo spazio colore CIE-Lab Lo spazio colore CIE-Luv L = 25 L = 50 L = 75 Proprietà: L varia da 0 a 100 Ai grigi corrisponde a = 0 e b = 0

9 Lo spazio colore CIE-Lab Esperimento di MacAdam Lo spazio colore CIE-Lab Lo spazio colore CIE-Luv La distanza percepita tra due colori è data, come si è detto, dalla distanza euclidea: E (L 2 L 1 ) 2 + (a 2 a 1 ) 2 + (b 2 b 1 ) 2 E = Empfindung (sensazione). Per convenzione, due colori appaiono indistinguibili quando E 1. La validità del modello è controversa: La quantità E è significativa soltanto per piccole distanze Anche per piccole distanze, i risultati sono talvolta inaccurati

10 Esperimento di MacAdam Lo spazio colore CIE-Lab Lo spazio colore CIE-Luv Codifica di immagini nello spazio colore CIE-Lab Alcuni formati (TIFF e PDF) consentono di rappresentare immagini in Lab Vantaggi: Consente di rappresentare quasi ogni colore visibile (perché è una trasformazione dello spazio XYZ) È device independent (cioè le coordinate rappresentano le proprietà fisiche del colore, e non le istruzioni macchina per riprodurlo su un dispositivo) Rumore di quantizzazione poco visibile Lo spazio XYZ non viene usato per la codifica perché non è percettivamente uniforme richiederebbe più bit o una correzione gamma

11 Esperimento di MacAdam Lo spazio colore CIE-Lab Lo spazio colore CIE-Luv Codifica di immagini nello spazio colore CIE-Lab Codifica (8 bit): L: riscalato da [0, 100] a [0, 255] a, b: limitati a [ 128, 127] e rappresentati in complemento a 2 ( cielab ) o con offset di 128 ( icclab ) In Matlab: >> imwrite(lab, Lab_image.tif, Colorspace, cielab ) >> imwrite(lab, Lab_image.tif, Colorspace, icclab ) Le funzioni lab2uint8 e lab2double consentono di convertire i valori Lab da una rappresentazione all altra. Matlab usa la rappresentazione icclab

12 Esperimento di MacAdam Lo spazio colore CIE-Lab Lo spazio colore CIE-Luv Codifica di immagini nello spazio colore CIE-Lab Limitazioni: La codifica di a e b esclude alcuni colori visibili Codifica inefficiente (molti valori non corrispondono a colori visibili) Per visualizzare l immagine, è necessario convertirla Se possibile, usando il profilo colore del monitor (vedremo) Altrimenti, usando uno spazio colore standard (tipicamente srgb)

13 Lo spazio colore CIE-Luv Esperimento di MacAdam Lo spazio colore CIE-Lab Lo spazio colore CIE-Luv Alternativa allo spazio colore CIE-Lab, proposta nel 1976 L = 116f (Y ) 16 4X u = X + 15Y + 3Z 9Y v = X + 15Y + 3Z Meno usato ma presenta alcuni vantaggi: Le coordinate u e v non dipendono dalla luminanza La trasformazione razionale preserva l allineamento tra punti La formula per E è più complessa (coinvolge anche i punti di bianco)

14 Esperimento di MacAdam Lo spazio colore CIE-Lab Lo spazio colore CIE-Luv Diagramma di cromaticità nello spazio CIE-Luv

15 Introduzione Combinazione degli inchiostri Stampa a 4 colori (CMYK) STAMPA E SPAZI COLORE CMYK

16 Introduzione Spazi colore percettivamente uniformi Introduzione Combinazione degli inchiostri Stampa a 4 colori (CMYK) Monitor e televisori utilizzano sorgenti luminose che emettono luce (sintesi additiva) Nella stampa invece si usano inchiostri che assorbono luce (sintesi sottrattiva) Si usa un altro modello Per stampare un immagine a colori, sono necessari almeno 3 inchiostri. La scelta più comune è Ciano (C), che assorbe la luce rossa Magenta (M), che assorbe la luce verde Giallo (Y), che assorbe la luce blu

17 Combinazione degli inchiostri Introduzione Combinazione degli inchiostri Stampa a 4 colori (CMYK) La trasformazione non è rappresentabile con una matrice perché gli inchiostri si combinano seguendo una legge non lineare Conviene misurare separatamente il colore prodotto da ogni combinazione. Con N inchiostri sono possibili 2 N combinazioni: primari di Neugebauer

18 Introduzione Combinazione degli inchiostri Stampa a 4 colori (CMYK) Retini per mezzetinte Le mezzetinte vengono riprodotte usando retini (halftone screen) o tecniche di dithering, che variano la frazione di area coperta da inchiostro. La superficie appare uniforme se vista a distanza Lo spettro di riflessione del colore risultante è dato da una combinazione lineare degli spettri di ciascun primario di Neugebauer, pesata rispetto alla frazione di area che occupano R(λ) = 2 N k=1 a k R k (λ) Per ridurre le interferenze, i diversi inchiostri usano retini con angoli diversi e, talvolta, densità diverse

19 Dot gain Spazi colore percettivamente uniformi Introduzione Combinazione degli inchiostri Stampa a 4 colori (CMYK) Diversi fenomeni fanno sì che l area occupata dall inchiostro sia maggiore del previsto (e quindi l immagine stampata sia più scura) Dot gain o tone value increase: L inchiostro tende a diffondersi a causa della porosità della carta Il diametro dei punti del retino si allarga, e la superficie coperta dall inchiostro aumenta L entità del fenomeno dipende da diversi fattori Tipo di carta (minore su carta patinata) Percentuale di copertura (nullo a 0% e 100%) Tipo di inchiostro, processo di stampa, ecc. Viene tipicamente descritto da una funzione non lineare

20 Yule-Nielsen effect Spazi colore percettivamente uniformi Introduzione Combinazione degli inchiostri Stampa a 4 colori (CMYK) La luce che illumina il foglio stampato non viene riflessa dallo stesso punto, bensì viene diffusa dalla carta e restituita da punti diversi. Fenomeno descritto da Yule e Nielsen nel 1951 L entità dell effetto dipende dalla densità del retino. Per retini molto densi, lo spettro di riflessione è descritto dalla legge R(λ) = [ 2 N k=1 a k R 1/p k (λ)] p p = 2 L esponente p nei sistemi di stampa reali vale

21 Stampa a 4 colori (CMYK) Introduzione Combinazione degli inchiostri Stampa a 4 colori (CMYK) In un sistema di stampa reale, usando soltanto 3 colori non si riesce a riprodurre adeguatamente il nero (ad esempio il testo) Difficoltà di dosaggio degli inchiostri Difficoltà di allineamento delle lastre/testine di stampa Notevole consumo di inchiostro Costi, tempi di asciugatura Conviene usare un quarto inchiostro di colore nero (K = key ) Il calcolo avviene tipicamente in due fasi: Black generation: calcola la percentuale di inchiostro nero Undercolor removal: riduce la percentuale di inchiostro ciano, magenta e giallo

22 Profili ICC Adattamento cromatico Rendering intent PROFILI COLORE E STANDARD ICC

23 Spazi colore percettivamente uniformi Profili ICC Adattamento cromatico Rendering intent Ogni dispositivo (fotocamera, scanner, monitor, stampante, formati di file, ecc.) utilizza un proprio spazio colore È quindi necessario usare appositi algoritmi per convertire un immagine da uno spazio colore a un altro: color management Spesso le caratteristiche dei dispositivi sono molto variabili e non rispettano le specifiche Per ottenere una riproduzione accurata dei colori, è necessario Misurare (con colorimetri, spettrofotometri, ecc.) le caratteristiche del dispositivo e costruire un modello: caratterizzazione Correggere il comportamento del dispositivo: calibrazione

24 Profili ICC Adattamento cromatico Rendering intent International Color Consortium (ICC) Consorzio formato nel 1993 da 8 industrie Obiettivo: sviluppare e promuovere un sistema di color management che consenta l interoperabilità tra diversi dispositivi, applicazioni e sistemi operativi Pubblica le specifiche per un formato di file standard che descrive le proprietà colorimetriche di un dispositivo: Profilo ICC Basato sul formato dei profili ColorSync di Apple Lo standard è attualmente alla versione (ISO :2005), ma molti software implementano soltanto la versione 2

25 Profili ICC Spazi colore percettivamente uniformi Profili ICC Adattamento cromatico Rendering intent Un profilo ICC descrive un algoritmo per convertire i colori dallo spazio usato dal dispositivo ad un profile connection space (PCS) di riferimento, e viceversa Due possibili PCS: XYZ o Lab

26 Profili Matrix / TRC Profili ICC Adattamento cromatico Rendering intent Usati tipicamente per descrivere monitor e fotocamere. Invertibili Il profilo contiene i coefficienti della matrice e i valori tabulati delle tone reproduction curves. La versione 4 consente di definire curve parametriche (gamma + offset)

27 Profili CLUT / TRC Profili ICC Adattamento cromatico Rendering intent Usati tipicamente per descrivere stampanti. Non invertibili Il profilo contiene i valori tabulati della color look-up table e delle tone reproduction curves

28 Adattamento cromatico Profili ICC Adattamento cromatico Rendering intent I dispositivi hanno tipicamente un punto di bianco ben definito Monitor: primari accesi alla massima potenza Stampanti: carta senza inchiostro, illuminante D50 Solitamente si desidera che la conversione da un profilo colore all altro faccia corrispondere i punti di bianco È necessario introdurre un apposita chromatic adaptation transform (CAT), che opera sulle coordinate del PCS per passare da un dispositivo all altro

29 Adattamento cromatico Profili ICC Adattamento cromatico Rendering intent Modello di Von Kries: L occhio umano si adatta al punto di bianco della scena regolando il guadagno dei 3 canali LMS corrispondenti alle risposte dei coni La trasformazione da XYZ a LMS è lineare, e può essere rappresentata da una matrice B Procedimento: X 2 Y 2 = B 1 L w2 /L w1 0 0 X 1 0 M w2 /M w1 0 B Y 1 Z S w2 /S w1 Z 1 Esistono color appearance models più complessi, che comprendono anche trasformazioni non lineari

30 Adattamento cromatico Profili ICC Adattamento cromatico Rendering intent Sono state proposte diverse stime per la matrice B. Lo standard ICC suggerisce la matrice di Bradford: B = Nello standard ICC, il PCS usa sempre un punto di bianco D50. Ogni profilo ICC comprende dunque una CAT che riporta il punto di bianco del dispositivo a D50

31 Rendering intent Spazi colore percettivamente uniformi Profili ICC Adattamento cromatico Rendering intent Gli spazi colore dei diversi dispositivi hanno tipicamente gamme (gamut) diverse Conseguenze: Alcuni colori dello spazio di partenza non possono essere riprodotti dal dispositivo di destinazione Alcuni colori dello spazio di destinazione non vengono usati È necessario usare algoritmi di gamut mapping nella conversione. Il metodo da usare dipende dal tipo di immagine e dall applicazione

32 Rendering intent Spazi colore percettivamente uniformi Profili ICC Adattamento cromatico Rendering intent Lo standard ICC definisce quattro diversi diversi rendering intent Relative colorimetric Absolute colorimetric Perceptual Saturation I profili a matrice possono realizzare soltanto i colorimetric intent I profili a CLUT possono realizzare anche i perceptual e saturation intent. Il metodo è definito dal costruttore del profilo, e ad ogni intent corrisponde un proprio gruppo di TRC e CLUT

Istogramma e contrasto

Istogramma e contrasto Istogramma e contrasto Laboratorio di Multimedia 1 Modulo Grafica 8-3-2010 Davide Gadia gadia@dico.unimi.it Istogramma Informazioni sulle caratteristiche dell'immagine Ascisse: I valori di quantizzazione

Dettagli

I profili colore. - Generalità -

I profili colore. - Generalità - Colorimetria I profili colore - Generalità - I problemi legati al colore? A monitor si vedono le immagini con certi colori, nella stampa ne risultano altri. Lo stesso file immagine a colori dà un risultato

Dettagli

Gestione digitale del colore in grafica, fotografia e tipografia

Gestione digitale del colore in grafica, fotografia e tipografia Gestione digitale del colore in grafica, fotografia e tipografia Gestione digitale del colore Periferiche digitali Monitor (LCD, CRT) Scanner (piani, a tamburo) Fotocamere (reflex, compatte) Stampanti,

Dettagli

IL COLORE NELLE IMMAGINI DIGITALI

IL COLORE NELLE IMMAGINI DIGITALI Università degli Studi di Trieste Corso di Elaborazione Elettronica di Immagini 1 IL COLORE NELLE IMMAGINI DIGITALI 31 Ottobre 2007 Sommario 1 Cenni sul funzionamento dell occhio 2 Proprietà delle sorgenti

Dettagli

Il colore. IGEA 2006-07 7 febbraio 2007

Il colore. IGEA 2006-07 7 febbraio 2007 Il colore IGEA 2006-07 7 febbraio 2007 La luce Radiazione elettromagnetica 380 740 nanometri (790 480 THz) Percezione della luce /1 Organi sensoriali: Bastoncelli Molto sensibili (anche a un solo fotone:

Dettagli

Le immagini digitali: introduzione

Le immagini digitali: introduzione Le immagini digitali: introduzione 1 L immagine digitale Un immagine pittorica è compsta da milioni di pigmenti colorati molto piccoli che, messi vicino l uno all altro, danno l impressione dei vari oggetti.

Dettagli

Teoria del colore. Sintesi Cromatica Additiva RGB

Teoria del colore. Sintesi Cromatica Additiva RGB Teoria del colore A partire da tre colori Rosso, Verde, Blu è possibile generare tutta la rimanente scala cromatica mescolando con le dovute percentuali questa terna di riferimento. Si immagini di proiettare

Dettagli

Pressione, taglio e cordonatura: l altra faccia del display La gestione colore n. 12345678901234567890123456789. Postilla. Comunicazione.

Pressione, taglio e cordonatura: l altra faccia del display La gestione colore n. 12345678901234567890123456789. Postilla. Comunicazione. Comunicazione Stampa Pressione, taglio e cordonatura: l altra faccia del display La gestione colore n. 12345678901234567890123456789 Postilla COMUNICAZIONE Pressione, taglio e cordonatura: l altra faccia

Dettagli

Capitolo V : Il colore nelle immagini digitali

Capitolo V : Il colore nelle immagini digitali Capitolo V : Il colore nelle immagini digitali Lavorare con il colore nelle immagini digitali L uso dei colori nella visione computerizzata e nella computer grafica implica l incorrere in determinate problematiche

Dettagli

Corso di Visione Artificiale. Percezione e Colore. Samuel Rota Bulò

Corso di Visione Artificiale. Percezione e Colore. Samuel Rota Bulò Corso di Visione Artificiale Percezione e Colore Samuel Rota Bulò Percezione del colore La percezione del colore è dovuta all'interazione tra la luce emessa da una sorgente, gli oggetti incontrati nel

Dettagli

Il campionamento. La digitalizzazione. Teoria e pratica. La rappresentazione digitale delle immagini. La rappresentazione digitale delle immagini

Il campionamento. La digitalizzazione. Teoria e pratica. La rappresentazione digitale delle immagini. La rappresentazione digitale delle immagini ACQUISIZIONE ED ELABORAZIONE DELLE IMMAGINI Teoria e pratica La digitalizzazione La digitalizzazione di oggetti legati a fenomeni di tipo analogico, avviene attraverso due parametri fondamentali: Il numero

Dettagli

gestione e modifica di immagini fotografiche digitali

gestione e modifica di immagini fotografiche digitali gestione e modifica di immagini fotografiche digitali il colore e le immagini la gestione delle immagini Il computer è in grado di gestire le immagini in formato digitale. Gestire vuol dire acquisirle,

Dettagli

LA GESTIONE DEL COLORE elementi di base della teoria del colore

LA GESTIONE DEL COLORE elementi di base della teoria del colore LA GESTIONE DEL COLORE elementi di base della teoria del colore IL COLORE È IL RISULTATO DI UNA INTERAZIONE DI TRE ELEMENTI Una Sorgente Luminosa Un Osservatore Un Oggetto LA LUCE È UNA FORMA DI RADIAZIONE

Dettagli

Modelli di colore. Un tocco di blu non guasta

Modelli di colore. Un tocco di blu non guasta Modelli di colore Un tocco di blu non guasta Obiettivi Come faccio a rappresentare i colori in una immagine? Per formati immagine raster e vettoriali Come specificare che il mare della mia foto è di colore

Dettagli

Capitolo 6 ELABORAZIONE DI IMMAGINI A COLORI

Capitolo 6 ELABORAZIONE DI IMMAGINI A COLORI Capitolo 6 ELABORAZIONE DI IMMAGINI A COLORI Il colore viene utilizzato nelle immagini digitali per due motivi principali: è un descrittore che semplifica l identificazione di un oggetto e la sua estrazione

Dettagli

Fiery Color Server. Riferimento per il colore Fiery

Fiery Color Server. Riferimento per il colore Fiery Fiery Color Server Riferimento per il colore Fiery 2009 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE Corso di Elaborazione Elettronica di Immagini IL COLORE PARTE 1 Gabriele Guarnieri Sommario Percezione e acquisizione del colore 1 Percezione e acquisizione del colore

Dettagli

Guida alla qualità del colore

Guida alla qualità del colore Pagina 1 di 7 Guida alla qualità del colore Nella presente guida vengono descritte le opzioni disponibili sulla stampante per la regolazione e la personalizzazione della resa del colore. Menu Qualità Modalità

Dettagli

I metodi colore in Photoshop e il significato dei canali

I metodi colore in Photoshop e il significato dei canali I metodi colore in Photoshop e il significato dei canali IL COLORE Iniziamo a pensare alla luce come definita da due caratteristiche indipendenti: 1. LUMINOSITÀ 2. COLORE Luminosità quanto è forte questa

Dettagli

Tipi di colore. Informazioni sul colore. Durante la stampa. Uso del colore. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi

Tipi di colore. Informazioni sul colore. Durante la stampa. Uso del colore. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi L'uso del colore consente di migliorare e ottimizzare l'effetto del materiale stampato e di renderne più piacevole la lettura rispetto alla stampa in bianco e nero. Il colore consente inoltre di velocizzare

Dettagli

La prima conversione. f profilo di origine: il profilo. f profilo di destinazione: il. f intento di rendering: la scelta

La prima conversione. f profilo di origine: il profilo. f profilo di destinazione: il. f intento di rendering: la scelta g di Mauro Boscarol I concetti di base della soft proof Come ottenere una replica fedele dell originale che sarà stampato attraverso una soft proof? Per ottenere buoni risultati è necessario che le conversioni

Dettagli

Fiery Network Controller per Xerox WorkCentre 7800 Series. Stampa a colori

Fiery Network Controller per Xerox WorkCentre 7800 Series. Stampa a colori Fiery Network Controller per Xerox WorkCentre 7800 Series Stampa a colori 2013 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato

Dettagli

INFORMATICA. Elaborazione delle immagini digitali. Università degli Studi di Foggia Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale

INFORMATICA. Elaborazione delle immagini digitali. Università degli Studi di Foggia Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale INFORMATICA Università degli Studi di Foggia Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale A.A. 2014/2015 II ANNO II SEMESTRE 2 CFU CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNICHE DELLE ATTIVITÀ MOTORIE

Dettagli

Corso di Grafica Computazionale

Corso di Grafica Computazionale Corso di Grafica Computazionale Premesse Teoriche Docente: Massimiliano Corsini Laurea Specialistica in Ing. Informatica Università degli Studi di Siena Overview Premesse Teoriche Mini-ripasso geometria

Dettagli

La gestione dei colori nei sistemi digitali

La gestione dei colori nei sistemi digitali La gestione dei colori nei sistemi digitali Alberto Ferrante http://albertoferrante.name 24 marzo 2010 A. Ferrante La gestione dei colori nei sistemi digitali 1 / 31 Introduzione I colori che vediamo sul

Dettagli

Fiery E100 Color Server. Stampa a colori

Fiery E100 Color Server. Stampa a colori Fiery E100 Color Server Stampa a colori 2011 Electronics For Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in

Dettagli

C=1.44. densità d accumulo, potente strumento di controllo del colore

C=1.44. densità d accumulo, potente strumento di controllo del colore C=1.44 k=1.45 M=1.41 Y=.76 densità d accumulo, potente strumento di controllo del colore di Mike Ruff (Chief Technology Officer di Nazdar Consulting Services) Trentasette anni di attività e consulenza

Dettagli

IL COLORE E LA SUA RAPPRESENTAZIONE

IL COLORE E LA SUA RAPPRESENTAZIONE http://imagelab.ing.unimo.it Dispense del corso di Elaborazione di Immagini e Audio Digitali IL COLORE E LA SUA RAPPRESENTAZIONE Prof. Roberto Vezzani LA LUCE La luce è una radiazione elettromagnetica

Dettagli

Terzo convegno colore_digitale Reggio Emilia, 5 e 6 giugno 2009 a cura di Mauro Boscarol

Terzo convegno colore_digitale Reggio Emilia, 5 e 6 giugno 2009 a cura di Mauro Boscarol Terzo convegno colore_digitale Reggio Emilia, 5 e 6 giugno 2009 a cura di Mauro Boscarol Gestione del Colore in Stampa Fotografica Marcello Melis marcello.melis@profilocolore.it (www.profilocolore.it)

Dettagli

Evoluzione e semplificazione per chi intende calibrare, ottimizzare, creare i profili ICC e DeviceLinks.

Evoluzione e semplificazione per chi intende calibrare, ottimizzare, creare i profili ICC e DeviceLinks. pre stampa COLORANT2 E COPRA3: INTEGRAZIONE TRA I SOFTWARE Evoluzione e semplificazione per chi intende calibrare, ottimizzare, creare i profili ICC e DeviceLinks. Giovanni Daprà Da sempre nel settore

Dettagli

C M A P M IONAM A E M NT N O

C M A P M IONAM A E M NT N O IMMAGINE DIGITALE Nelle immagini digitali, il contenuto fotografico (radiometria) viene registrato sotto forma di numeri. Si giunge a tale rappresentazione (RASTER) suddividendo l immagine fotografica

Dettagli

Xerox EX Print Server Powered by Fiery per Xerox Color C75 Press / Xerox Integrated Fiery Color Server per Xerox Color C75 Press.

Xerox EX Print Server Powered by Fiery per Xerox Color C75 Press / Xerox Integrated Fiery Color Server per Xerox Color C75 Press. Xerox EX Print Server Powered by Fiery per Xerox Color C75 Press / Xerox Integrated Fiery Color Server per Xerox Color C75 Press Stampa a colori 2012 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento

Dettagli

vrebbe apparire uguale o molto simile

vrebbe apparire uguale o molto simile Colore I fondamenti della gestione digitale Di Mauro Boscarol Fotocamere, monitor e stampanti non interpretano in modo univoco le informazioni cromatiche di un immagine. Per ottenere una corrispondenza

Dettagli

INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB

INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB Psicologia e comunicazione A.A. 2013/2014 Università degli studi Milano-Bicocca docente: Diana Quarti INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB A.A. 2013/2014 docente: Diana Quarti

Dettagli

Immagini digitali Appunti per la classe 3 R a cura del prof. ing. Mario Catalano

Immagini digitali Appunti per la classe 3 R a cura del prof. ing. Mario Catalano Immagini digitali LA CODIFICA DELLE IMMAGINI Anche le immagini possono essere memorizzate in forma numerica (digitale) suddividendole in milioni di punti, per ognuno dei quali si definisce il colore in

Dettagli

Origine delle immagini. Elaborazione delle immagini. Immagini vettoriali VS bitmap 2. Immagini vettoriali VS bitmap.

Origine delle immagini. Elaborazione delle immagini. Immagini vettoriali VS bitmap 2. Immagini vettoriali VS bitmap. Origine delle immagini Elaborazione delle immagini Adobe Photoshop I programmi per l elaborazione di immagini e la grafica permettono in genere di: Creare immagini ex novo (con gli strumenti di disegno)

Dettagli

Le immagini digitali. Le immagini digitali. Caterina Balletti. Caterina Balletti. Immagini grafiche. Trattamento di immagini digitali.

Le immagini digitali. Le immagini digitali. Caterina Balletti. Caterina Balletti. Immagini grafiche. Trattamento di immagini digitali. 1 Le immagini digitali Le immagini digitali Università IUAV di venezia Trattamento di immagini digitali immagini grafiche immagini raster immagini vettoriali acquisizione trattamento geometrico trattamento

Dettagli

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI asdf LA CODIFICA DELLE IMMAGINI 3 March 2012 Premessa L'articolo che segue vuole essere, senza alcuna pretesa di rigore scientifico e di precisione assoluta, in quanto non ne possiedo le competenze, una

Dettagli

Giuseppe Andretta. le impostazioni di colore in photoshop CS2

Giuseppe Andretta. le impostazioni di colore in photoshop CS2 Giuseppe Andretta le impostazioni di colore in photoshop CS2 Adobe Photoshop CS 2 Introduzione Un immagine digitale, sia essa un bitmap o un file vettoriale, è espressa attraverso dei numeri di colore.

Dettagli

EX700i Print Server/ Integrated Fiery Color Server. Stampa a colori

EX700i Print Server/ Integrated Fiery Color Server. Stampa a colori EX700i Print Server/ Integrated Fiery Color Server Stampa a colori 2011 Electronics For Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato

Dettagli

FOTOGRAFIA DIGITALE GESTIONE BASE DEL COLORE VISUALIZZARE E STAMPARE CORRETTAMENTE LE IMMAGINI. A cura di Mauro Minetti

FOTOGRAFIA DIGITALE GESTIONE BASE DEL COLORE VISUALIZZARE E STAMPARE CORRETTAMENTE LE IMMAGINI. A cura di Mauro Minetti FOTOGRAFIA DIGITALE GESTIONE BASE DEL COLORE VISUALIZZARE E STAMPARE CORRETTAMENTE LE IMMAGINI Aprile 2005 A cura di Mauro Minetti INDICE CAPITOLI 1) PREMESSA 2) MONITOR E PROFILO COLORE 3) CALIBRAZIONE

Dettagli

Gestione del colore con Adobe Photoshop

Gestione del colore con Adobe Photoshop Gestione del colore con Adobe Photoshop COLOR SETTINGS (Impostazioni colore) E' lo strumento per impostare la politica di gestione del colore in Photoshop. Vi si accede dal Menù: Edit>Color settings..

Dettagli

Che cos'è la profondità di colore

Che cos'è la profondità di colore Che cos'è la profondità di colore 1 Vediamo che cos'è la Profondità di Bit e di Colore di una immagine o di un filmato video; vediamo inoltre cosa sono Gamma dinamica e Gamma di densità. La profondità

Dettagli

CORSO DI FISICA TECNICA 2 AA 2013/14 ILLUMINOTECNICA. Lezione n 3:

CORSO DI FISICA TECNICA 2 AA 2013/14 ILLUMINOTECNICA. Lezione n 3: CORSO DI FISICA TECNICA 2 AA 2013/14 ILLUMINOTECNICA Lezione n 3: Elementi caratterizzanti il colore Grandezze fotometriche qualitative Le Sorgenti Luminose artificiali Ing. Oreste Boccia 1 Elementi caratterizzanti

Dettagli

Perché è necessario avere uno standard della resa per pagina?

Perché è necessario avere uno standard della resa per pagina? Introduzione Perché è necessario avere uno standard della resa per pagina? La resa per pagina descrive il numero stimato di pagine che è possibile stampare con una particolare cartuccia di stampa. Storicamente,

Dettagli

Suddivisioni, psicologia e leggibilità dei colori. Come si suddividono.

Suddivisioni, psicologia e leggibilità dei colori. Come si suddividono. Teoria dei Colori Suddivisioni, psicologia e leggibilità dei colori. Il nostro occhio, percependo solo alcune delle moltissime onde che la luce diffonde colpendo gli oggetti, riconosce uno spetto di sette

Dettagli

Documento tecnico: Introduzione, vantaggi e confronto con i sistemi di prova del colore tradizionali

Documento tecnico: Introduzione, vantaggi e confronto con i sistemi di prova del colore tradizionali Documento tecnico: PROVA COLORE A VIDEO Introduzione, vantaggi e confronto con i sistemi di prova del colore tradizionali Questo documento tecnico tratta della prova colore a video e ne dimostra la validità

Dettagli

Informatica pratica. L'immagine digitale

Informatica pratica. L'immagine digitale Informatica pratica L'immagine digitale Riassunto della prima parte Fino ad ora abbiamo visto: le cose necessarie per utilizzare in modo utile il computer a casa alcune delle tante possibilità dell'uso

Dettagli

La percezione del colore

La percezione del colore 30 Gennaio 2007 Corso di Laurea in Informatica Multimediale Facoltà di Scienze MMFFNN Università di Verona La percezione del colore Chiara Della Libera DSNV Università di Verona Sezione di Fisiologia Umana

Dettagli

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI LA CODIFICA DELLE IMMAGINI Anche le immagini possono essere memorizzate in forma numerica (digitale) suddividendole in milioni di punti, per ognuno dei quali si definisce il colore in termini numerici.

Dettagli

Esercitazioni di Informatica Grafica A.A. 2009-2010

Esercitazioni di Informatica Grafica A.A. 2009-2010 Esercitazioni di Informatica Grafica A.A. 2009-2010 Ing. Simone Garagnani simone.garagnani@unibo.it UNIVERSITA DI BOLOGNA Simone Garagnani - Esercitazioni di Informatica Grafica PARTE II Gli strumenti

Dettagli

Stampa offset. Il numero di castelletti nelle macchine è limitato, e la stampa deve adattarsi di conseguenza...

Stampa offset. Il numero di castelletti nelle macchine è limitato, e la stampa deve adattarsi di conseguenza... Stampa offset Il numero di castelletti nelle macchine è limitato, e la stampa deve adattarsi di conseguenza... stampa b/n: un solo castelletto, facile si possono riprodurre solo neri e grigi, ma il foglio

Dettagli

TAGA.ISO12647-2 GUIDA ALL USO DELLA NORMA Rev.03 Dicembre 08

TAGA.ISO12647-2 GUIDA ALL USO DELLA NORMA Rev.03 Dicembre 08 STANDARD INTERNAZIONALE ISO 12647-2 Tecnologia grafica Controllo del processo per la produzione delle selezioni retinate a colori, delle prove e delle copie stampate Parte 2: Procedimenti litografici Offset

Dettagli

Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu)

Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu) Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria Dipartimento DArTe A.A. 2015-2016 - Corso di Laurea Magistrale in Architettura Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu) condotto

Dettagli

Noi vediamo gli oggetti, perché la luce emessa dalla sorgente arriva all oggetto e si diffonde in tutte le direzioni poi la luce che l oggetto

Noi vediamo gli oggetti, perché la luce emessa dalla sorgente arriva all oggetto e si diffonde in tutte le direzioni poi la luce che l oggetto Noi vediamo gli oggetti, perché la luce emessa dalla sorgente arriva all oggetto e si diffonde in tutte le direzioni poi la luce che l oggetto rimanda indietro arriva ai nostri occhi. Dipende da: SI PROPAGA

Dettagli

I vantaggi dei profili device link

I vantaggi dei profili device link g di Mauro Boscarol I vantaggi dei profili device link Lo standard di gestione del colore Icc (International Color Consortium) prevede tre classi di profili di periferica: monitor, input (cioè scanner

Dettagli

Corso pratico di Informatica LA SCANSIONE DELL IMMAGINE. Autore. Prof. Renato Avato. Faenza, ottobre 2000. Scansione dell immagine. R.

Corso pratico di Informatica LA SCANSIONE DELL IMMAGINE. Autore. Prof. Renato Avato. Faenza, ottobre 2000. Scansione dell immagine. R. Corso pratico di Informatica LA SCANSIONE DELL IMMAGINE Autore Prof. Renato Avato Faenza, ottobre 2000 1 DIGITALIZZAZIONE DELL IMMAGINE 1.1 Considerazioni tecniche sulla scansione Le nuove tecnologie in

Dettagli

Componenti multimediali per il Web. Modulo 14

Componenti multimediali per il Web. Modulo 14 Componenti multimediali per il Web Modulo 14 Obiettivi Valutare e usare strumenti di utilità e produzione grafica anche animata per inserire e modificare componenti multimediali (immagini, immagini animate,

Dettagli

Garantire la coerenza dei colori delle stampe

Garantire la coerenza dei colori delle stampe Garantire la coerenza dei colori delle stampe Introduzione Il monitor: una finestra sul colore Le stampanti a getto d'inchiostro sono dispositivi RGB Gestione colore e stampa in Nikon ViewNX Gestione colore

Dettagli

Immagini digitali: concetti di base

Immagini digitali: concetti di base Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica Elaborazione di Immagini e Suoni / Riconoscimento e Visioni Artificiali 2 c.f.u. Anno Accademico 28/29 Docente: ing. Salvatore Sorce

Dettagli

I colori primari sottrattivi sono pigmenti che, se miscelati in diverse proporzioni, producono uno spettro di colori. A differenza dei monitor, le

I colori primari sottrattivi sono pigmenti che, se miscelati in diverse proporzioni, producono uno spettro di colori. A differenza dei monitor, le Colori primari I colori primari additivi sono i tre colori della luce (rosso, verde e blu) dai quali si ottengono tutti i colori dello spettro visibile tramite mescolanza additiva di combinazioni diverse.

Dettagli

La prove dinamiche sugli edifici II parte strumentazione e analisi dei segnali

La prove dinamiche sugli edifici II parte strumentazione e analisi dei segnali La prove dinamiche sugli edifici II parte strumentazione e analisi dei segnali Luca Facchini e-mail: luca.facchini@unifi.it Introduzione Quali strumenti vengono utilizzati? Le grandezze di interesse nelle

Dettagli

L informazione grafica. Le immagini digitali. Esempi. Due grandi categorie. Introduzione

L informazione grafica. Le immagini digitali. Esempi. Due grandi categorie. Introduzione 1 2 L informazione grafica Le immagini digitali grafica a caratteri grafica vettoriale Introduzione grafica raster 3 4 Due grandi categorie Esempi Immagini reali: acquisite da una scena reale mediante

Dettagli

Curve Harmony Offset

Curve Harmony Offset Curve Harmony Offset 1. Introduzione e scelta del metodo di lavorazione pag. 1 1.5 Definizione calibrazione mirata senza linearizzazione lastra pag. 2 1.6 Definizione calibrazione mirata con linearizzazione

Dettagli

CHE COS È IL COLORE? Colore - X 10 Y 8 Z 35

CHE COS È IL COLORE? Colore - X 10 Y 8 Z 35 CHE COS È IL COLORE? Il colore nasce dalla luce. La luce che colpisce un oggetto viene parzialmente assorbita a seconda del colore. La parte non assorbita viene riflessa e trasmessa ai recettori cromatici

Dettagli

grafica / comunicazione stampa

grafica / comunicazione stampa grafica / comunicazione stampa IL CMS Compendio alle slide sui profili colore Estratto dal volume Real World Color Management di: Fraser, Murphy, Bunting edizioni Peachpit Press. Il presente sussidio didattico

Dettagli

Esperienza 1: Luce e Colori della luce

Esperienza 1: Luce e Colori della luce 1 Introduzione 1 Esperienza 1: Luce e Colori della luce 1 Introduzione Il colore è la percezione visiva generata dai segnali nervosi che i fotorecettori della retina mandano al cervello quando assorbono

Dettagli

Non vediamo l'ora di ammirare i risultati.

Non vediamo l'ora di ammirare i risultati. Le macchine da stampa digitali a 5 colori Ricoh Pro C7100x offrono una straordinaria scelta di possibilità creative per progettisti grafici e stampatori, fornendo valore aggiunto ad una vasta gamma di

Dettagli

Codifica delle immagini

Codifica delle immagini FONDAMENTI DI INFORMATICA Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine Codifica delle immagini 2000 Pier Luca Montessoro (si veda la nota di copyright alla slide n.

Dettagli

KERALAB, l importanza del pre-stampa e della gestione del colore nel processo della decorazione digitale per piastrelle

KERALAB, l importanza del pre-stampa e della gestione del colore nel processo della decorazione digitale per piastrelle di Antonio Maccari e Fulvio Masini KERALAB, l importanza del pre-stampa e della gestione del colore nel processo della decorazione digitale per piastrelle La crescente adozione di tecnologie di decoro

Dettagli

INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB

INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB Psicologia e comunicazione A.A. 2015/2016 Università degli studi Milano-Bicocca docente: Diana Quarti LEZIONE 02 INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB A.A. 2015/2016 docente:

Dettagli

Introduzione. Adobe Photoshop Avanzato Lezione 1.1

Introduzione. Adobe Photoshop Avanzato Lezione 1.1 1 spazi Adobe Photoshop Avanzato Lezione 1.1 Colorimetrici e loro Applicazione Introduzione Quello del colore è un argomento ambivalente: qualsiasi grafico vi potrà dire allo stesso tempo di amare visceralmente

Dettagli

Normativa ISO per la stampa industriale

Normativa ISO per la stampa industriale Normativa ISO per la stampa industriale Milano, 9 novembre 2006 Mauro Boscarol manutenzione per stampare in modo stabile e ripetitivo manutenzione per stampare in modo stabile e ripetitivo calibrazione

Dettagli

Giorgio Maria Di Nunzio

Giorgio Maria Di Nunzio Università degli Studi di Padova Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell Antichità Fondamenti di Informatica A.A. 2012/2013 Giorgio Maria Di Nunzio Immagini Digitali Ä Dispense aggiuntive

Dettagli

Guida Colore. Luce e colore. 1. Che cosa è il colore? 2. Lo spettro dei colori

Guida Colore. Luce e colore. 1. Che cosa è il colore? 2. Lo spettro dei colori Guida Colore Luce e colore 1. Che cosa è il colore? 2. Lo spettro dei colori 3. Colore diretto e colore riflesso 4. I tre colori primari della miscelazione additiva 5. I tre colori primari della miscelazione

Dettagli

Codifica delle immagini

Codifica delle immagini Codifica delle immagini Abbiamo visto come la codifica di testi sia (relativamente) semplice Un testo è una sequenza di simboli Ogni simbolo è codificato con un numero Ed ecco che il testo è trasformato

Dettagli

Codifica delle immagini

Codifica delle immagini FONDAMENTI DI INFORMATICA Ing. DAVIDE PIERATTONI Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine Codifica delle immagini 2000-2007 P. L. Montessoro - D. Pierattoni (cfr.la nota di copyright alla

Dettagli

Immagini digitali. Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento. Immagini digitali

Immagini digitali. Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento. Immagini digitali Immagini digitali Immagini digitali Paolo Zatelli Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento Paolo Zatelli Università di Trento 1 / 22 Immagini digitali Outline 1 Immagini digitali

Dettagli

COME COSTRUIRE UNA CURVA DI STAMPA (Press Gain)

COME COSTRUIRE UNA CURVA DI STAMPA (Press Gain) 1 COME COSTRUIRE UNA CURVA DI STAMPA (Press Gain) Obiettivo Grazie alla costruzione delle curva di stampa è possibile analizzare la resa della gradazione tonale delle proprie condizioni di riproduzione

Dettagli

Immagini vettoriali Immagini bitmap (o raster) Le immagini vettoriali .cdr.swf .svg .ai.dfx .eps.pdf .psd

Immagini vettoriali Immagini bitmap (o raster) Le immagini vettoriali .cdr.swf .svg .ai.dfx .eps.pdf .psd Esistono due tipi di immagini digitali: Immagini vettoriali, rappresentate come funzioni vettoriali che descrivono curve e poligoni Immagini bitmap, (o raster) rappresentate sul supporto digitale come

Dettagli

Forza ai Colori. aniva

Forza ai Colori. aniva Forza ai Colori. aniva Premessa aniva consente la stampa di immagini, partendo dai dati di immagine, a livello della stampa fotografica. Oltre agli inchiostri per la stampa offset, a questo fine occorre

Dettagli

FONDAMENTI DI ILLUMINOTECNICA

FONDAMENTI DI ILLUMINOTECNICA Prof. Ceccarelli Antonio ITIS G. Marconi Forlì Articolazione: Elettrotecnica Disciplina: Tecnologie e progettazione di sistemi elettrici ed elettronici A.S. 2012/13 FONDAMENTI DI ILLUMINOTECNICA CHE COSA

Dettagli

Corso di Visione Artificiale. Immagini digitali. Samuel Rota Bulò

Corso di Visione Artificiale. Immagini digitali. Samuel Rota Bulò Corso di Visione Artificiale Immagini digitali Samuel Rota Bulò Immagini digitali Un immagine viene generata dalla combinazione di una sorgente di energia e la riflessione o assorbimento di energia da

Dettagli

PHOTOSHOP RITOCCO CROMATICO Massimo Picardello Progetto Campus One

PHOTOSHOP RITOCCO CROMATICO Massimo Picardello Progetto Campus One PHOTOSHOP RITOCCO CROMATICO Massimo Picardello Progetto Campus One USO ELEMENTARE DEL LIVELLO DI REGOLAZIONE CURVE BASATO SU VALORI NUMERICI STANDARD Se un immagine presenta dominanti o appiattimento dei

Dettagli

PHOTOSHOP RITOCCO CROMATICO Massimo Picardello Progetto Campus One

PHOTOSHOP RITOCCO CROMATICO Massimo Picardello Progetto Campus One PHOTOSHOP RITOCCO CROMATICO Massimo Picardello Progetto Campus One ACCENTUAZIONE DEL CONTRASTO CON IL FILTRO MASCHERA DI CONTRASTO Il filtro Maschera di contrasto misura, in ciascun canale, la differenza

Dettagli

ABC del colore. Descrizione della catena di distribuzione del colore

ABC del colore. Descrizione della catena di distribuzione del colore ABC del colore Descrizione della catena di distribuzione del colore 2 ABC del colore Introduzione 5 L industria del colore 5 Chapter 1: Colore di qualità sufficiente 6 Chapter 2: Capitolo 2: Nozioni di

Dettagli

Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni?

Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni? Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni? In questo caso la situazione sembra del tutto diversa. Il testo scritto è costruito combinando

Dettagli

Interazione luce - materia

Interazione luce - materia Interazione luce - materia 1 Modelli di illuminazione Il modello di illuminazione descrive l interazione tra la luce e gli oggetti della scena Descrive i fattori che determinano il colore di un punto della

Dettagli

La scienza delle immagini a colori e dei CCD

La scienza delle immagini a colori e dei CCD INTRODUZIONE SULLE IMMAGINI A COLORI IMMAGINI A COLORI La scienza delle immagini a colori e dei CCD autore: Daniel Duggan traduzione e adattamento Alessandra Zanazzi Pag 1 di 6 Questo progetto è stato

Dettagli

I formati dei file immagine

I formati dei file immagine I formati dei file immagine Le immagini vettoriali Le immagini vettoriali sono caratterizzate da linee e curve definite da entità matematiche chiamate vettori I vettori sono segmenti definti da un punto

Dettagli

EOS 500D. Comunicazioni alla stampa. Approfondimento. Canon Consumer Imaging SEGUE COMUNICATO COMPLETO

EOS 500D. Comunicazioni alla stampa. Approfondimento. Canon Consumer Imaging SEGUE COMUNICATO COMPLETO Canon Consumer Imaging Cliccando sul pulsante verde accedi alla pagina Internet da cui è possibile scaricare le foto ad alta risoluzione EOS 500D Approfondimento SEGUE COMUNICATO COMPLETO Tecnologia CMOS

Dettagli

Fondamenti di Informatica 2. Codifica delle immagini

Fondamenti di Informatica 2. Codifica delle immagini Corso di per il corso di Laurea di Ingegneria Gestionale Codifica delle immagini Università degli Studi di Udine - A.A. 2010-2011 Docente Ing. Sandro Di Giusto Ph.D. 1 Scalare vs Vettoriale Per codificare

Dettagli

Grafica Online Luca Panella Innovatek scrl - Bari

Grafica Online Luca Panella Innovatek scrl - Bari Grafica Online Luca Panella Innovatek scrl - Bari Sommario Scenario Web Nozioni di grafica on-line Principali programmi di grafica web Realizzazione di banner e layout per il web 2 Risorse online Sito

Dettagli

L'algebra di Boole falso vero livello logico alto livello logico basso Volts

L'algebra di Boole falso vero livello logico alto livello logico basso Volts L algebra di Boole L'algebra di Boole comprende una serie di regole per eseguire operazioni con variabili logiche. Le variabili logiche possono assumere solo due valori. I due possibili stati che possono

Dettagli

Guida alla stampa. Xanté Corporation Xanté Europe Marketing 1 6921RE Duiven Paesi Bassi. Tel.: +31 26 3193 210 Fax: +31 26 3193 211

Guida alla stampa. Xanté Corporation Xanté Europe Marketing 1 6921RE Duiven Paesi Bassi. Tel.: +31 26 3193 210 Fax: +31 26 3193 211 Guida alla stampa Xanté Corporation Xanté Europe Marketing 1 6921RE Duiven Paesi Bassi Tel.: +31 26 3193 210 Fax: +31 26 3193 211 Internet: www.xante.com Guida alla stampa 1 Marchi XANTÉ e Ilumina sono

Dettagli

Guida all uso del Modulo opzionale

Guida all uso del Modulo opzionale Guida all uso del Modulo opzionale PowerCertifier è un modulo software per l autocertificazione delle stampe effettuate con Power Proof o Power Plotter e utilizzate come prove colore. A tale scopo il modulo

Dettagli

Tecnica fotografica: Il bilanciamento del bianco

Tecnica fotografica: Il bilanciamento del bianco Tecnica fotografica: Il bilanciamento del bianco Capita a tutti di ritrovarci con una foto dai colori irreali. Cosa è andato storto? Semplice, ci siamo dimenticati di impostare il corretto bilanciamento

Dettagli

Test percettivi per la valutazione del contrasto di immagini digitali

Test percettivi per la valutazione del contrasto di immagini digitali Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Test percettivi per la valutazione del contrasto di immagini digitali Alessandro Rizzi,

Dettagli

5.2. Pipetta. 2: Lo strumento di luce/ombra

5.2. Pipetta. 2: Lo strumento di luce/ombra 2: Lo strumento di luce/ombra Scostamento Luce a «0%» e Ombra a «100%» Con lo strumento di luce/ombra possono essere fissati il punto più chiaro, il punto medio e quello più scuro dell immagine. Sotto

Dettagli