Diamo valore alle persone

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Diamo valore alle persone"

Transcript

1 ATTIVITÀ DELLA BCC Bilancio Sociale Bilancio Sociale 2011 Diamo valore alle persone 01

2 presentazione del presidente... 1 RELAZIONE SOCIALE... 2 presentazione del DIRETTORE attività della bcc... 4 LA RACCOLTA... 4 GLI IMPIEGHI... 6 l opportunità I soci...10 la contabilità sociale Una banca dei soci, per i soci giovani...18 BORSE DI STUDIO la mia banca È così...20 I collaboratori...22 i fornitori iniziative sul territorio...26 Le testimonianze...27 La BCC sempre con noi...31 Bilancio Sociale 2010 Una BCC con tre anime Banca Cooperativa Locale RICONOSCIMENTI Il Bilancio Sociale 2010 ha vinto il premio AIFIN Banca e Territorio, destinato alla banca territoriale italiana che ha realizzato il miglior documento informativo sotto il profilo dell innovazione e della comunicazione verso i propri portatori di interessi (Soci, clienti, collaboratori, comunità locale).

3 Diamo valore alle persone Consideriamo il nostro Socio nelle vesti di cliente, imprenditore, fornitore o dipendente, nelle sue diverse sfaccettature e quotidianità, sapendo però che dietro ciascuna di queste categorie ci sono persone, c è una umanità che ci piace e con cui vogliamo condividere le nostre scelte. Il Bilancio Sociale rappresenta l attività della nostra BCC nei confronti dei suoi interlocutori primari: Soci, clienti, fornitori, dipendenti e tutti coloro che operano nella comunità locale. Ma dietro queste parole, queste definizioni, c è qualcosa di più profondo: ci sono le persone, con la loro umanità, i loro desideri e le aspettative per il futuro. Pensiamo, infatti, che le parole non debbano semplicemente descrivere la realtà in maniera fredda e razionale: spetta a noi dar loro un significato e condividerlo, esprimendolo pienamente. Il nostro interlocutore principale è e rimane il Socio, cioè chi possiede le azioni della cooperativa e opera per il suo sviluppo. È fondamentale per noi mantenere una base sociale ampia e diffusa, favorendo l ingresso di nuovi Soci, soprattutto giovani. La continuità nel tempo della nostra BCC è, infatti, frutto di un ricambio generazionale, i cui protagonisti sono i nostri Soci, i nostri Giovani Soci. Con il titolo di questo Bilancio Sociale - Diamo valore alle persone - vogliamo esprimere tutto ciò che arricchisce la vita e la capacità mutualistica della nostra cooperativa di credito, frutto dei diversi ruoli che i nostri Soci assumono nella comunità locale. Consideriamo il nostro Socio nelle vesti di cliente, imprenditore, fornitore o dipendente, nelle sue diverse sfaccettature e quotidianità, sapendo però che dietro ciascuna di queste categorie ci sono persone, c è una umanità che ci piace e con cui vogliamo condividere le nostre scelte. Sappiamo che per ognuno di loro ci sono famiglie che lavorano e giovani che crescono. Per ogni imprenditore vediamo la tenacia e la lungimiranza, necessarie per affrontare le nuove sfide economiche. Ogni volta che accompagniamo una coppia nell acquisto della prima casa, pensiamo alla famiglia che intende costruire e ai figli che verranno. L attenzione alle persone si traduce anche in un impegno a favore delle realtà associative, caritative, sportive e sociali che operano sul territorio. Anche in questo caso, quando sosteniamo un società sportiva sappiamo che ci sono dei ragazzi che si allenano con passione e sacrificio, che hanno ambizioni e traguardi da raggiungere; quando aiutiamo un asilo o una scuola conosciamo la dedizione che viene rivolta alla crescita e al percorso di studi dei ragazzi e il sostegno alle famiglie per conciliare gli impegni di lavoro. Anche quest anno, quindi, portando a conoscenza dei nostri Soci e clienti l attività aziendale dal punto di vista sociale e della coerenza rispetto allo Statuto, manteniamo l obiettivo di dare valore alle persone, come abbiamo sempre cercato di fare nella nostra storia più che centenaria. Secondo Ricci Presidente BCC ravennate e imolese 1

4 Relazione Sociale Differenti nei numeri, differenti nei fatti Attività della bcc Il 2011 ha visto riconfermarsi la presenza di problemi economici e finanziari a livello internazionale che non hanno risparmiato l economia locale e il nostro territorio. In questa situazione, abbiamo svolto il nostro ruolo di banca locale attenta alle esigenze dei Soci e dei clienti; non ci siamo tirati indietro di fronte alle difficoltà, continuando a erogare finanziamenti alle imprese e alle famiglie (+1,75%), pur in un quadro di contrazione generale che ci ha portato a selezionare gli interventi, evitando le concentrazioni in settori economici molto esposti alla crisi. La trasparenza, la cura degli investimenti per l economia locale ed un Fondo di Garanzia per le obbligazioni sottoscritte dalla clientela, unico nel sistema bancario italiano, sono le prerogative che qualificano il nostro ruolo di banca locale cooperativa, mutualistica e differente. La fiducia dei nostri Soci e clienti si è rispecchiata nel favorevole risultato della raccolta complessiva, con un incremento del 3,26% rispetto all anno precedente. I Soci Il Socio è al centro della nostra attenzione. Il valore della relazione con i nostri Soci è da sempre una caratteristica che ci contraddistingue. Una forte attività dedicata e la politica della porta aperta ai nuovi Soci, hanno permesso alla nostra BCC di raggiungere quota Soci. Un traguardo soddisfacente che con l incremento di oltre unità, superiore a quello degli ultimi anni, vede l ingresso di numerosi giovani, vera fonte del ricambio generazionale della nostra storica cooperativa. I Giovani Oltre giovani clienti, di cui oltre giovani Soci, conoscono la nostra BCC per l impegno e la dedizione verso coloro che studiano, lavorano e che hanno progetti per il futuro. Un insieme di attività ricomprese in un più ampio progetto: la campagna 6 DEI NOSTRI. Con questa iniziativa la BCC intende rendere partecipi i giovani del territorio della vita della loro BCC, con iniziative dedicate ed un coinvolgimento attento alle nuove tendenze sociali. Inoltre la nostra BCC pone un attenzione particolare alla crescita dei giovani nella cultura e negli studi, dedicando ogni anno borse di studio a più livelli e per differenti fasce d età (nel 2011, 47 borse di studio per un valore complessivo di Euro). La mia Banca è così La forza di una BCC nasce dal suo territorio e per questo tutta la sua attività è volta al suo sviluppo, anche in termini di risorse destinate all acquisto di prodotti e servizi (oltre Euro a favore di fornitori locali), al fabbisogno di personale (463 dipendenti che vivono e lavorano nelle nostre città) e alla crescita delle relazioni interpersonali tra i Soci, rappresentate dal Consiglio di Amministrazione e più largamente dalla Consulta dei Soci, identificativa delle quattro zone territoriali. La BCC è poi collocata nel più ampio sistema nazionale di Iccrea Holding, grazie al quale le BCC italiane possono fornire servizi e prodotti vantaggiosi, al passo coi tempi. Il Sistema delle BCC permette poi di creare un valore aggiunto sul territorio, consentendo di sviluppare quelle iniziative finanziarie di grandi dimensioni, che solo nel 2011 ha portato, attraverso la nostra BCC, circa 300 milioni di Euro in investimenti alle imprese locali. Interventi sul territorio Sappiamo quanto è importante per ogni comunità locale sostenere lo sviluppo e la valorizzazione del proprio territorio. Nel 2011 la nostra BCC ha sostenuto oltre interventi, a più livelli, per un impegno di spesa complessivo di oltre 1 milione e 700 mila Euro. Le tante iniziative sostenute vengono rappresentate in questo Bilancio sociale da differenti realtà: piccole e grandi, culturali, assistenziali o sportive. Quello che conta per la nostra BCC è essere una banca vicina al territorio, che non ha mai smesso di sostenere chi impegna il proprio tempo per creare valore per la propria comunità. 2

5 Un legame sempre più stretto Nella copertina di questo Bilancio Sociale 2011 e nelle foto che identificano i diversi capitoli, abbiamo inserito una immagine ricorrente: si tratta di un nastro con i nostri colori, verde, blu e arancione, con un nodo al centro. È un simbolo che abbiamo già portato all attenzione dei nostri Soci durante gli incontri informativi realizzati all inizio dell anno: rappresenta il legame fra la BCC e i suoi Soci, un legame che è la risorsa indispensabile per affrontare e superare i momenti di crisi che tutti abbiamo conosciuto in questi anni. Questo elemento di unione ci accompagnerà per tutto il 2012: all Assemblea annuale, agli incontri conviviali e alle iniziative culturali, nei convegni e nelle altre occasioni di incontro. Il nodo è il simbolo dell unione e della partecipazione tra i Soci e la BCC e rappresenta le due risorse indispensabili per affrontare e superare la crisi. È anche simbolo di memoria e di attenzione per le cose importanti da sapere e da ricordare. Rimanere uniti, dare valore alle persone, venire incontro ai bisogni dei più deboli: sono queste le nostre semplici intenzioni, che ogni giorno proviamo a concretizzare. Le difficoltà economiche veramente straordinarie che stanno colpendo anche il nostro territorio, riducono le risorse disponibili: dobbiamo fare squadra coi nostri Soci per svolgere bene il nostro compito, sia nella cura del risparmio sia nell erogazione del credito, con minori mezzi disponibili. È bene ricordare ai molti commentatori superficiali dei nostri mezzi di informazione che la responsabilità nella gestione del risparmio riguarda il denaro sudato dei risparmiatori, dei nostri Soci in primo luogo: non è una moneta piovuta da chissà dove. La sostenibilità nel tempo dei crediti, concessi per mutui e investimenti familiari o di impresa, è l altro grande e sfidante compito della nostra cooperativa: la recessione economica rende più difficile questa sostenibilità, occorre perciò maggior prudenza e rigore. La qualità dei servizi e la loro efficienza è il terzo elemento da curare in tempi difficili come questi, per evitare che il gravoso aumento dei costi generali (luce, riscaldamento, personale) generi prezzi e condizioni troppo sbilanciate per i Soci e i clienti. I risultati positivi conseguiti dalla nostra BCC nel 2011 ci hanno consentito di mantenere gli impegni presi. Questo, grazie alla fiducia che i nostri Soci non ci hanno mai fatto mancare. Sono i Soci, quindi, che per primi realizzano il Bilancio Sociale, essendone protagonisti in prima persona. Le testimonianze dirette che trovate in queste pagine, rappresentano alcune esperienze significative fra i nostri oltre Soci. Un compito e una responsabilità importante che abbiamo chiesto ai nostri Soci, che ci auguriamo contribuiscano a mantenere saldo il rapporto fra tutti noi, per il bene della nostra cooperativa di credito e per le nostre comunità. Edo Miserocchi Direttore BCC ravennate e imolese 3

6 Bilancio Sociale ATTIVITÀ DELLA BCC 01 Attività della BCC La raccolta La raccolta del risparmio e il credito: una risorsa per il territorio L apporto della base sociale alla raccolta del risparmio è significativo: al , oltre il 44% della massa fiduciaria è conferito da Soci. Più della metà dei crediti in essere (63%), è stato erogato a favore dei Soci, in conformità alle vigenti disposizioni di Vigilanza. SCELGO DI investire sul territorio, attraverso una Banca che attua un circolo virtuoso, per il presente e per il futuro. Valentina Stoppa dipendente pubblica Marina di Ravenna Lavoriamo per una finanza che si impegni a migliorare la propria offerta e i propri processi di lavoro, per garantire sempre maggiore convenienza ai nostri Soci e clienti. Una famiglia che lavora, che fa del risparmio la base per la realizzazione dei propri progetti, cerca quindi un risparmio sicuro, garantito. Una scelta di sicurezza che si accompagna ad una scelta etica: investire sul territorio attraverso una Banca che attua un circolo virtuoso, per il presente e per il futuro. Sono una donna che lavora, ho una famiglia, ho due figli. Cercavo la possibilità di fare un investimento sicuro e garantito per il futuro della mia famiglia e dei miei bambini. In BCC ho trovato un ambiente amichevole che mi ha saputo dare garanzie importanti. Mi ha saputo dare fiducia e mi ha proposto un investimento in cui ho subito creduto, perché il mio risparmio viene investito sul territorio per la crescita dello stesso e quindi mi ha dato un importante valore etico per il mio investimento. Questo mi fa anche pensare che investendo per il territorio ci sia un futuro più garantito per la mia famiglia e per i miei figli. 4

7 ATTIVITÀ DELLA BCC Bilancio Sociale differente nei numeri ,26% ,40% raccolta diretta e complessiva A fine 2011 la raccolta diretta ha raggiunto Euro (+ 3,40%) e quella complessiva Euro (+ 3,26%) Raccolta complessiva Raccolta diretta differente nei FATTI La sicurezza dell investimento, grazie alla consistenza patrimoniale della BCC ed alla tutela del Fondo di Garanzia degli Obbligazionisti del Credito Cooperativo. L acquisto di Obbligazioni Garantite consente ai risparmiatori clienti delle BCC senza alcun aggravio di costo di ottenere garanzia del loro rimborso in caso di insolvenza dell emittente. Una caratteristica di solidità e di affidabilità del Credito Cooperativo. 5

8 Bilancio Sociale ATTIVITÀ DELLA BCC GLI impieghi grazie al sostegno continuo della BCC ho potuto consolidare e diversificare nel tempo (30 anni di storia) la mia attività in un contesto in continua evoluzione. Claudio Iacobini Floricoltura La Serra Imola Essere trasparenti: questo il principale elemento per una relazione improntata sulla fiducia, tra chi chiede credito e chi sostiene il credito. Una società costituita da due persone, una delle quali Socio oltre che cliente BCC. Classica attività di medie dimensioni, legata alla terra e ai propri mezzi che, grazie al sostegno continuo della BCC, si è potuta consolidare e diversificare nel tempo (30 anni di storia), in un contesto in continua evoluzione. Siamo nati come un azienda agricola, come coltivatori di piante destinate ai fioristi. Nel tempo abbiamo deciso di sviluppare la nostra azienda, prettamente agricola, in un attività aperta al campo commerciale, affrontando la nuova sfida del commercio e della clientela privata. Questo ha implicato una trasformazione della nostra azienda, attuata grazie a grandi sacrifici e al sostegno della BCC. Sono più di 20 anni che abbiamo attuato quella scelta, che nel tempo ha saputo ricompensarci con risultati e soddisfazioni, ma anche con continue sfide. La nostra è infatti un attività stagionale e questo implica necessità finanziarie cicliche: i mezzi apportati con il sostegno della nostra BCC ci permettono di affrontare i momenti critici e di stanca legati alla stagionalità della natura, oltre che al normale rischio imprenditoriale. 6

9 ATTIVITÀ DELLA BCC Bilancio Sociale differente nei numeri Il credito I crediti hanno raggiunto Euro (+ 1,75% rispetto al 2010) Credito Erogato Domande di finanziamento Composizione percentuale del credito per categoria di clienti Famiglie Consumatrici 35,49% Servizi (alloggio e ristorazione, trasporti, forniture, sanità, istruzione) 11,33% Costruzioni e attività immobiliari 16,80% Manifatturiero 14,15% Agricoltura, silvicoltura e pesca 10,58% COMMERCIO 8,51% Varie 3,14% Finanziamenti erogati nel Mutui casa alle famiglie per un totale di Euro (di cui 46 trasferimenti da altre banche a BCC per Euro) Crediti al consumo per un totale di Euro 890 Prestiti agrari per un totale di Euro 354 Mutui artigiani per un totale di Euro 135 Prestiti ai commercianti per un totale di Euro 191 mutui verdi per investimenti in energia pulita rinnovabile per un totale di Euro 7

10 Bilancio Sociale ATTIVITÀ DELLA BCC l opportunità In un momento di grandi spese, la decisione di entrare in BCC è una questione di scelta e convinzione, non di prezzo. Tiziano Carli, Barbara Spinelli e Leonardo Giovane FAMIGLIA DI RAVENNA Il sostegno della BCC per le giovani coppie. Iniziative dedicate e condizioni estremamente vantaggiose. Contenuto profitto per una banca, ma la possibilità di incominciare un cammino con l aiuto della BCC. L impegno di una BCC è rivolto prevalentemente a favore dei Soci, delle loro famiglie, delle loro comunità, del loro futuro. Un percorso che può iniziare con il farsi Socio e condividere i valori del Credito Cooperativo. In un momento di grandi spese, la decisione di entrare in BCC è una questione di scelta e convinzione, non di prezzo. Abbiamo conosciuto la BCC in occasione della ristrutturazione della nostra casa. Abbiamo trovato una Banca vicina alle giovani coppie, disponibile a sostenere una famiglia nel suo progetto. Grazie all iniziativa dei mutui casa dedicata alle giovani famiglie siamo diventati Soci con una quota ridotta, potendo usufruire anche di una serie di vantaggi e condizioni esclusive dedicate ai Soci della Banca. In un secondo momento, quando la situazione familiare ce lo ha permesso, abbiamo integrato la nostra quota da Socio per sentirci più partecipi nell attività della nostra BCC, la Banca che ci ha sostenuto nel nostro progetto di vita. 8

11 ATTIVITÀ DELLA BCC Bilancio Sociale differente nei FATTI Essere al fianco dei nostri Soci e clienti è per noi una priorità. Il perdurare di una difficile situazione economica non ci ha distolto dal continuare ad erogare finanziamenti a coloro che si trovavano in momento di difficoltà o a chi ha ricercato idee e potenzialità di sviluppo per una nuova ripresa economica. IMPRESE Interventi diretti della BCC e accordi sul territorio Sostegno al reddito Accordi con le Province, i Consorzi fidi e le associazioni di categoria al fine di prevenire e fronteggiare gli effetti della crisi sulle possibilità di accesso al credito per le PMI. Agricoltura Anticipazione sui conferimenti e sospensione dei finanziamenti; Finanziamenti agevolati per acquisto di macchine e attrezzature; Contributo a favore del progetto di ricerca finalizzato a contrastare la diffusione della batteriosi del kiwi. Accordi con l ABI (Associazione Bancaria Italiana) Misure a sostegno delle piccole e medie imprese, in collaborazione con il Ministero dell Economia e delle Finanze, dall ABI e dalle Associazioni rappresentative delle imprese. FAMIGLIE Sostegno al reddito Rinnovato l Accordo con la Provincia di Ravenna e il Nuovo Circondario Imolese per l anticipazione, senza oneri, dell indennità di cassa integrazione. Piano Famiglie In collaborazione con l ABI e le Associazioni dei consumatori, l accordo prevede la sospensione del rimborso delle rate dei mutui ed è volto al sostegno delle famiglie in difficoltà a seguito della crisi. Il sostegno della BCC Dedicati alle giovani famiglie: Scuola, PC e prime spese importanti. Nel 2011 con il Prestito Cicogna 207 famiglie hanno potuto sostenere le prime piccole spese con un contributo complessivo di di Euro. Sportello della Solidarità In collaborazione con la Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche, continua il progetto per favorire lo sviluppo della mutualità e solidarietà, a beneficio di tutti coloro che vivono nel nostro territorio e che affrontano un momento di difficoltà. Al la nostra BCC conta 53 Mutui Solidarietà per circa Euro. INTERVENTI DI SOSTEGNO Proroghe, sospensioni e modifiche FAMIGLIE: 207 per Euro IMPRESE: 740 per Euro 947 INTERVENTI per euro Gruppo bancario Iccrea BCC + ICCREA CREDITO al territorio Credito erogato Credito erogato con il supporto di Iccrea

12 Bilancio Sociale I SOCI 02 i soci Un segno di continuità, ieri ed oggi. La BCC ha mantenuto negli anni la sua anima, le sue caratteristiche, differenziandosi dalle altre banche, per trasparenza e vicinanza al Socio. Mauro Graziani agricoltore, Lugo Socio dal 1982 La nostra storia Credito Cooperativo Provincia di Ravenna 1980 Credito Coop. Imolese 1990 CRA* di Ravenna e Russi 1955 CRA* di Faenza 1898 CRA* di Lugo Memoria storica di una BCC con i suoi valori e la sua storia. Tempi nuovi ma con la stessa anima. Cosa vuol dire partecipare alla vita della cooperativa? La BCC sempre presente nelle tappe fondamentali della storia locale e del territorio. La BCC ha mantenuto negli anni la sua anima, le sue caratteristiche, differenziandosi dalle banche sulla piazza, per trasparenza e vicinanza al Socio. Ritengo molto importanti le iniziative messe in campo dalla Banca a favore dei Soci, in campo finanziario e consulenziale. Non sono mancati gli incontri per illustrare a noi Soci quelli che sono gli strumenti per meglio comprendere gli scenari economici e finanziari. Un pregio della BCC è quello di applicare condizioni di favore per i propri Soci, oltre che sostenere finanziariamente i diversi momenti della nostra vita personale o lavorativa. * CRA: Cassa Rurale ed Artigiana, denominazione delle Banche di Credito Cooperativo fino al

13 I SOCI Bilancio Sociale L essere Socio mi dà un senso di appartenenza ad una Banca che rispetto alle altre è radicata sul territorio e esprime valori di trasparenza. i. tori nderli lizzare re ni el e no o ze. o il turo rio pre itori. Essere Socio della BCC come scelta IL CredIto di appartenenza. CooperatIvo Essere un giovane Socio, con Con una visione I giovani più Che moderna ed attuale, pur rimanendo ancorato vogliono ai valori fare di Impresa condivisione e trasparenza. Un progetto di sistema I valori evocati da una stretta per scrivere di mano insieme e l Italia da un che verrà. rapporto di collaborazione in un mondo molto competitivo e sempre orientato al prezzo. Il valore di una scelta differente. Sono Socio da qualche anno ed è per me un piacere appartenere a questa impresa che sul territorio può fare molto. L essere Socio mi dà un senso di appartenenza ad una Banca che rispetto alle altre è radicata sul territorio e esprime quei valori di trasparenza che abbraccio e condivido nella mia attività lavorativa. I miei rapporti con la BCC si possono definire di lunga durata, rapporti di condivisione di un percorso di crescita che oggi ha portato l attività di famiglia al raggiungimento di buoni risultati in termini di sviluppo sul territorio. Il rapporto che ci lega con la BCC è assolutamente improntato sulla fiducia e sulla trasparenza e questo per noi è molto importante perché in altre realtà questo non avviene. Per questo ritengo che la fiducia che mi trasmette la mia BCC rappresenti la base per lavorare con assoluta serenità. Matteo Leoni IMPRENDITORE, Faenza Giovane Investire socio sui giovani, scommettere sui giovani, chiamarli a fare la propria parte e dare loro adeguate opportunità. Che questa sia la strada giusta ho potuto verificarlo in tante occasioni. Crediamo nel futuro della giovane impresa. Per questo la sosteniamo. Giorgio Napolitano, Presidente della Repubblica 01/12/

14 Bilancio Sociale I SOCI I numeri della nostra BCC Le persone e gli imprenditori che scelgono di diventare soci della nostra BCC lo fanno per una scelta consapevole e uno sguardo attento allo sviluppo economico e sociale del nostro territorio, più che per obiettivi di profitto. EVOLUZIONE DELLA COMPAGINE SOCIALE SOCI DI CUI 21% GIOVANI UOMINI 65.55% Il 2011 ha visto un incremento (+7,6%) dei Soci ed in particolare la crescita della parte femminile all interno della compagine sociale. Imprese Enti Donne DONNE 29.81% Enti/imprese 4.64% Uomini ,13% 5,32% 27,96% 28,79% Nella foto: Giovanna Martorano e Matteo Camprini 66,91% 65,89% Numero Soci 12

15 I SOCI Bilancio Sociale Al 31 dicembre 2011 il capitale sociale ammontava a Euro ed era composto da azioni, comprese quelle derivanti da rivalutazione e ristorno, con un incremento di circa il 15% rispetto all anno capitale SOCIALE % Nella foto: Polisportiva Corrado Zannoni, i ragazzi della pallavolo Diffusione per Area nuovi Soci entrati nel 2011 Rete di RAVENNA Soci 416 entrati nel 2011 Rete di LUGO Soci 376 entrati nel 2011 Rete di Faenza Soci 544 entrati nel 2011 Rete di imola Soci 161 entrati nel

16 Bilancio Sociale I SOCI La Contabilità Sociale Ricavi netti Interessi attivi e proventi assimilati Commissioni attive Dividendi e altri proventi Risultato netto attività di negoziazione Risultato netto attività di copertura Utili (perdite) da cessione o riacquisto di: a) crediti b) attività finanziarie disponibili per la vendita c) attività finanziarie detenute sino alla scadenza d) passività finaziarie Risultato netto attività e passività finanziarie valutate al fair value Altri proventi/oneri di gestione Utili (perdite) delle partecipazioni A) Totale ricavi netti Consumi Interessi passivi e oneri assimilati Commissioni passive Altre spese amministrative ( al netto imposte indirette e apporti al sociale) Rettifiche/Riprese di valore nette per deterioramento di: a) crediti b) attività finanziarie disponibili per la vendita c) attività finanziarie detenute sino alla scadenza d) altre operazioni finanziarie Accantonamenti netti ai fondi per rischi ed oneri Rettifiche/Riprese di valore nette su attività materiali (al netto ammortamenti) Rettifiche/Riprese di valore nette su attività immateriali (al netto ammortamenti) Rettifiche di valore dell avviamento B) Totale consumi C) Valore aggiunto caratteristico lordo Risultato netto della valutazione al fair value delle attività materiali e immateriali Utili (Perdite) da cessioni di investimenti D) Valore aggiunto globale lordo Rettifiche/Riprese di valore nette su attività materiali (ammortamenti) Rettifiche/Riprese di valore nette su attività immateriali (ammortamenti) E) Valore aggiunto globale netto Spese per il personale Altre spese amministrative: imposte indirette Altre spese amministrative: apporti al sociale F) Risultato prima delle imposte Imposte sul reddito dell esercizio dell operatività corrente G) Utile dell operatività corrente al netto delle imposte Utile del gruppo di attività in via di dismissione al netto delle imposte H) UTILE D ESERCIZIO 14

17 I SOCI Bilancio Sociale Var. % ,51% ,35% ,71% ,93% ,11% ,58% ,51% ,10% ,00% ,41% ,12% ,28% ,46% ,62% ,61% ,64% ,37% ,99% ,66% ,95% ,12% ,09% ,35% ,53% ,51% - - Totale ricavi netti Valore per i clienti Rappresenta la quota di interessi e commissioni pagate dai nostri clienti e da tutti coloro che hanno utilizzato i nostri finanziamenti, i nostri servizi e prodotti. Totale consumi Valore per i risparmiatori ed i fornitori Rappresenta quanto corrisposto a tutti coloro che hanno depositato i propri risparmi o hanno sottoscritto forme di investimento obbligazionario proposte dalla nostra BCC, nonché a coloro che hanno fornito beni o servizi. Valore Aggiunto caratteristico Lordo Differenza tra i ricavi netti (valore per i clienti) e i consumi (valore per i risparmiatori ed i fornitori). Valore Aggiunto Globale Stabilità per tutti i portatori di interesse Con le rettifiche di valore e gli accantonamenti viene conferita stabilità al Patrimonio della Banca. Risultato prima delle Imposte Valore per le Risorse Umane, Valore per i Soci e Valore per la Comunità Per raggiungere il risultato prima delle imposte, occorre tener conto degli stipendi erogati ai dipendenti, che entrano in oltre 460 famiglie della nostra zona di operatività, delle iniziative promosse a favore dei Soci e di tutte le imposte corrisposte a favore della pubblica amministrazione (locale, regionale e nazionale). Risultato d Esercizio Rappresenta il contributo che la BCC fornisce alla creazione di valore sul territorio ,51% 15

18 Bilancio Sociale I SOCI Una banca dei soci, per i soci Socio anch io e i nuovi conti correnti dedicati ai nostri Soci Il sistema che offre una serie di prodotti e servizi a condizioni esclusive, oltre a tante iniziative legate al territorio. Chi sceglie di diventare Socio della BCC ravennate e imolese può contare su un punto di riferimento certo per far fronte a qualsiasi esigenza creditizia, di investimento e di risparmio. Nella foto: Benvenuto ai nuovi Soci, Cervia 8 Aprile 2011 LE CARTE BCC IL RISPARMIO PER I SOCI Euro Risparmio per i Soci Euro Risparmio per i Soci Euro Sconto diretto per i Soci Per i nostri Soci il vantaggio di avere gratuitamente una carta per ogni esigenza contratti contratti contratti Carta BCC Carta di credito Carta BCC Cash Bancomat Conad Card Gold 16

19 I SOCI Bilancio Sociale Progetto di destinazione dell utile netto sottoposto all Assemblea dei Soci 2012 DIVIDENDO RIVALUTAZIONE RISTORNO A FAVORE DEI SOCI UTILE UTILE F.DO MUTUALITÀ E BENEFICENZA F.DO NAZIONALE DI MUTUALITÀ RISERVA LEGALE il patrimonio ed il tier La nozione di patrimonio che la banca utilizza nelle sue valutazioni è sostanzialmente riconducibile al Patrimonio di Vigilanza, nelle due componenti di base (Tier 1) e supplementare (Tier 2), che insieme costituiscono il Total Capital Ratio (TCR). Il coefficiente patrimoniale così definito rappresenta infatti il miglior riferimento per una efficace gestione in chiave sia strategica sia di corrente operatività. Esso costituisce il presidio di riferimento delle disposizioni di Vigilanza prudenziale, in quanto risorsa finanziaria in grado di assorbire le possibili perdite prodotte dall esposizione della banca ai rischi tipici della propria attività, assumendo un ruolo di garanzia nei confronti di depositanti e creditori % min Il valore minimo di Total Capital Ratio stabilito è dell 8%, questi sono i valori della nostra BCC: TCR...14,03% Tier ,52% 17

20 Bilancio Sociale I GIOVANI 03 i GIOVANI Essere Socio di una BCC è come essere in una grande famiglia. Questa grande famiglia nel momento del bisogno ti aiuta GIOVANI clienti di cui giovani Soci GIOVANI SOCI Sono in tanti i giovani che scelgono di farsi Socio. Essere giovani e allora perché farsi Socio? Ma la BCC cosa fa per i giovani? Crescere con la BCC: scuola, lavoro, sport ed eventi. Ho realizzato un mio sogno. Grazie alla BCC. Una casa, acquistata con il sacrificio del lavoro quotidiano, che a soli 22 anni ho potuto acquistare anche grazie al mutuo BCC. Essere Socio BCC mi ha permesso di affrontare l impegno finanziario dei miei prossimi 10 anni con maggiore spinta personale, consapevole delle agevolazioni a me riservate. A 23 anni sono diventato Socio e ho realizzato il mio sogno di aprire la mia attività lavorativa. Nel 2008 la mia BCC ha creduto nuovamente in me sostenendo la mia attività in un nuovo progetto. Ho realizzato il mio secondo sogno. Tutto quello che ho realizzato fino ad oggi lo devo alla BCC che ha creduto in me. Essere Socio di una BCC è essere come in una grande famiglia. Questa grande famiglia nel momento del bisogno ti aiuta. Ho avuto un bimbo da poco e una delle prime esigenze è stata quella di dover acquistare una cameretta. Con il Prestito Cicogna, destinato alle giovani famiglie, ho potuto affrontare le prime spese con un minimo contributo. Sono davvero orgoglioso di essere Socio della BCC. 18

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)?

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? Il Progetto Caratteristiche del progetto 1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? L idea è di creare un centro giovani in Parrocchia

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Chiarimenti in materia di rilascio di garanzie

Chiarimenti in materia di rilascio di garanzie Chiarimenti in materia di rilascio di garanzie L andamento del ciclo economico e le numerose norme che, a vario titolo, richiedono la presentazione di garanzie a supporto di obbligazioni assunte hanno

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

Guida 2014 Attività & Progetti

Guida 2014 Attività & Progetti Guida 2014 Attività & Progetti Sommario pag. Premessa... 4 Obiettivo di questa GUIDA... 4 Lista Progetti... 4 Referenti Progetti... 5 I. Progetto UN FIOCCO IN AZIENDA... 6 Benefici del Programma II. Progetto

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

Al servizio del lavoro

Al servizio del lavoro www.lavoro.regione.lombardia.it Al servizio del lavoro Guida alle politiche di Regione Lombardia a sostegno dell occupazione. Opportunità e iniziative: per chi è disoccupato per i lavoratori colpiti dalla

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014 CIRCOLARE N. 14/E Roma, 4 giugno 2014 OGGETTO: Le perdite e svalutazioni su crediti La nuova disciplina ai fini IRES e IRAP introdotta dall articolo 1, commi 158-161, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.140 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 20 marzo 2015 Organismo Pagatore AGEA

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Premessa I Confidi - Consorzi e Cooperative di garanzia collettiva fidi - sono i soggetti che, ai sensi della legge 326/2003, svolgono esclusivamente

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Giugno 2012 Il presente documento è stato redatto in lingua inglese.

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

Cos è una cooperativa e come si costituisce

Cos è una cooperativa e come si costituisce Cos è una cooperativa e come si costituisce SOMMARIO 1. Introduzione al mondo della cooperazione 2. La società cooperativa 3. Costituzione di una cooperativa 4. Libri e adempimenti formali della cooperativa

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli