DOCUMENTO DI VISIONE STRATEGICA DECENNALE DELL INRIM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOCUMENTO DI VISIONE STRATEGICA DECENNALE DELL INRIM"

Transcript

1 Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica DOCUMENTO DI VISIONE STRATEGICA DECENNALE DELL INRIM 28 Luglio 2010 (revisione 29 febbraio 2012) Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRiM) Strada delle Cacce Torino, Italy tel fax Pagina 1 di 23

2 INDICE EXECUTIVE SUMMARY... 3 PREMESSA IL CONTESTO La metrologia La ricerca metrologica internazionale e il piano di sviluppo europeo (EMRP) L accordo internazionale MRA Gli Istituti metrologici nazionali in Italia LA COLLOCAZIONE DELL INRIM LA VISIONE STRATEGICA LE LINEE STRATEGICHE Metrologia fondamentale Metrologia applicata Metrologia interdisciplinare Settori metrologici emergenti...20 DVS 29 febbraio 2012 Pagina 2 di 23

3 Executive Summary L INRIM, Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica, è inserito per la natura dei suoi compiti in un ambito di ricerca internazionale indirizzata da esigenze socio-economiche e scientifiche. La scienza delle misure è garante della correttezza degli scambi commerciali e della veridicità delle prestazioni tecniche dei prodotti. Il valore economico di questa attività è consistente, anche se non direttamente percepito dal pubblico a causa degli automatismi necessari per facilitare gli scambi commerciali. Inoltre le capacità di misura estremamente accurate sono alla base delle importanti interazioni tra metrologia, ricerca fondamentale e raffinate tecnologie. La metrologia si trova ad affrontare una grande sfida. Da una parte alcune delle attività tradizionali richiedono ancora progressi importanti per soddisfare l utenza, dall altra sono emerse nuove esigenze per grandezze di rilevante impatto sulla qualità della vita o che derivano dallo sviluppo delle tecnologie emergenti. Gli Istituti metrologici europei, tra i quali l INRIM, hanno deciso di rispondere a queste domande costituendo una società, EURAMET e.v., per la gestione di un programma di cooperazione nella ricerca, lo European Metrology Research Program (EMRP) che ha tra i suoi obiettivi la costituzione di una rete decentrata di Istituti e infrastrutture. In questo processo l INRIM potenzierà le proprie eccellenze e ne svilupperà di ulteriori in funzione delle necessità espresse dal Paese. L INRIM si colloca al quarto posto per dimensioni e risultati tra gli istituti metrologici dell Unione Europea. In quanto ente di ricerca vigilato dal MIUR, ha prodotto e produce risultati di eccellenza scientifica e di forte interesse industriale che lo pongono tra gli istituti ad alta produzione scientifica e tecnologica e non soltanto nell ambito degli Istituti Nazionali di Metrologia. Queste condizioni di partenza consentono di prevedere nel prossimo decennio per l INRIM uno sviluppo su basi solide, con la possibilità di rafforzare le attività strategiche e di aprirsi a nuovi campi, in cui INRIM potrà far valere e crescere le competenze acquisite negli anni e svolgere un ruolo di riferimento nazionale e internazionale DVS 29 febbraio 2012 Pagina 3 di 23

4 La costituzione di una rete europea di centri metrologici di eccellenza impone il potenziamento dei punti di forza riconosciuti e consolidati e la realizzazione di masse critiche adeguate per il raggiungimento dell eccellenza in nuovi ambiti. Nel prossimo decennio l INRIM si impegnerà in ricerche di metrologia fondamentale, metrologia applicata, metrologia interdisciplinare (Ambiente, Energia, Nuove Tecnologie, Salute) e in settori metrologici emergenti (Fenomeni Piezonuleari, Bioscienze, Ingegneria dei Materiali e Tecnologie delle Comunicazioni). Premessa L INRIM svolge un ruolo unico in Italia, collocato all intersezione tra la scienza e tecnologia d avanguardia e il servizio alla Nazione, in risposta alla domanda di misure affidabili, comparabili e accurate, espressa dal mondo industriale, dagli scambi commerciali, dagli organismi pubblici di regolamentazione e controllo e dalla ricerca scientifica. L INRIM contribuisce alla crescita della cultura scientifica nazionale nell ambito specifico della metrologia. INRIM nasce nel 2006 dalla fusione dell Istituto di Metrologia Gustavo Colonnetti del CNR e dell Istituto Elettrotecnico Nazionale Galileo Ferraris, Istituti di lunga tradizione con consolidate e profonde competenze nei campi della metrologia e della scienza dei materiali. Facendo avanzare la scienza delle misure, mantenendo e disseminando le unità di misura, sviluppando la tecnologia, l INRIM promuove l innovazione e la competitività dell industria Italiana. L INRIM sostiene l integrazione della metrologia europea sulla base del European Metrology Research Programme, favorendo lo sviluppo di una rete europea decentrata di Istituti Metrologici Nazionali. In questo processo, l INRIM potenzierà le proprie eccellenze e ne svilupperà di ulteriori in funzione delle necessità espresse dal Paese. L attenzione sarà rivolta ai settori portanti dell industria Italiana e in altri emergenti, caratterizzati dall impiego di nuove tecnologie e nei settori della salute pubblica, dell ambiente e dell energia. L INRIM collabora alla crescita del sistema metrologico dei Paesi che siglano con l Italia accordi di collaborazione scientifica, tecnologica e commerciale. DVS 29 febbraio 2012 Pagina 4 di 23

5 1 Il contesto 1.1 La metrologia Misurare significa conoscere. Questa affermazione sintetizza l importanza che le misure hanno avuto, hanno, e sempre avranno nell attività umana. Alla base delle scienze naturali e dell ingegneria, la Metrologia scienza e tecnica della misura è disciplina caratterizzata dall individuazione del misurando, dalla modellazione del processo di misurazione, dalla riferibilità del risultato ai campioni riconosciuti internazionalmente e dalla valutazione critica dell incertezza. Le unità di misura fondamentali e derivate sono definite dal Sistema Internazionale delle Misure (SI) che utilizza i risultati della ricerca scientifica e tecnologica per realizzare campioni che garantiscono la minima incertezza delle misurazioni. Tale livello di accuratezza consente, per converso, di verificare i modelli alla base della ricerca fondamentale. E dunque evidente che il Sistema Internazionale delle Misure evolve di pari passo con la ricerca scientifica e tecnologica e che il primo fruitore di tale Sistema è la ricerca fondamentale. Per la società e le imprese, la metrologia soddisfa le nuove e più urgenti necessità garantendo la correttezza degli scambi commerciali e la veridicità delle prestazioni tecniche dei prodotti. Fu l esigenza di considerare gli scambi commerciali su una dimensione mondiale che spinse fin dal 1875, con la firma della Convenzione del Metro da parte di 17 Paesi tra i quali l Italia, gli Istituti nazionali a operare in un contesto globale, pur mantenendo lo sguardo rivolto alle necessità del singolo Paese. La comparabilità e l interoperabilità delle misure sono fattori cruciali. La misura, di cui è assicurata la validità perché riferita ai campioni nazionali e con incertezza nota, è l elemento oggettivo essenziale alla metrologia legale nel definire la conformità a norme di prodotti e processi. Vari studi dimostrano l impatto delle misure sulla società. Si stima che nei paesi industrializzati le attività di misura incidano, sul prodotto interno lordo, per una quota dal 3% al 6%, giungendo anche al 40% per prodotti ad alta tecnologia, che richiedono tolleranze estreme nelle lavorazioni meccaniche, analisi accurate delle caratteristiche chimiche, meccaniche e termodinamiche dei materiali, riferimenti temporali accurati per i sistemi di navigazione e DVS 29 febbraio 2012 Pagina 5 di 23

6 controlli di sicurezza. Si pensi alle centinaia di misurazioni quotidiane nella catena di montaggio per la costruzione di un mezzo di trasporto e alle misure necessarie per garantire la qualità dei prodotti alimentari: le analisi chimiche per determinare la concentrazione di sostanze dannose nei cibi, le analisi microbiologiche per determinare la presenza di batteri nocivi, le analisi biologiche del DNA per assicurare che i cibi non siano geneticamente modificati. O, ancora, si pensi alla necessità di misure ambientali per garantire la qualità dell aria, delle acque, dei terreni, misure che devono poter essere confrontate per definire e regolamentare le produzioni industriali, l enorme quantità dei dati prodotti dalle stazioni meteorologiche e climatiche a supporto dei modelli di studio del clima e dei suoi cambiamenti: i modelli teorici si basano sull affidabilità dei dati prodotti dalle centinaia di stazioni disseminate sul globo. Ancora, i dispositivi per le terapie mediche, realizzati seguendo le tecnologie più avanzate, le analisi su cui è basata la diagnostica clinica, basate sui più nuovi principi della ricerca medica non possono prescindere da controlli di affidabilità e di confrontabilità delle loro caratteristiche. I campioni nazionali sono necessari per la corretta taratura degli strumenti di misura e costituiscono perciò il presupposto per la significatività e l affidabilità di tutte le misurazioni. Il compito di realizzare e disseminare i campioni è affidato in ciascun Paese a un istituto metrologico nazionale, istituito e regolato da apposite leggi che ne affermano l autonomia scientifica e gestionale. L Istituto metrologico nazionale partecipa alla formulazione delle strategie per quanto riguarda la metrologia a livello internazionale attraverso il Comitato Internazionale dei Pesi e delle Misure. 1.2 La ricerca metrologica internazionale e il piano di sviluppo europeo (EMRP) La metrologia si trova ad affrontare in questi tempi una grande sfida. Mentre i campi di attività tradizionali (comunicazioni, manifatturiero) richiedono ancora progressi importanti per soddisfare le richieste degli utenti, sono emerse nello scorso decennio nuove richieste per le grandezze che hanno un grosso impatto sulla qualità della vita o che derivano dallo sviluppo delle tecnologie emergenti. Come conseguenza gli istituti Metrologici dovrebbero attrezzarsi per DVS 29 febbraio 2012 Pagina 6 di 23

7 estendere le loro abilità alle aree dell ambiente, della nutrizione, dell agricoltura, della medicina, delle nanotecnologie e delle bioscienze. Gli organismi metrologici internazionali hanno sviluppato, rispetto alle nuove esigenze, la strategia di coinvolgere direttamente le organizzazioni mondiali (esempi sono World Meteorological Organization (WMO), World Health Organization (WHO), International Federation for Clinical Chemistry and Laboratory Medicine (IFCC)), gli organismi di regolamentazione internazionale (come US Federal Drug Administration (FDA) e Enterprise Directorate-General of the European Commission), e le associazioni industriali, per definire un core business a livello mondiale. Le esigenze metrologiche di ogni singola nazione stanno dunque diventando un investimento molto gravoso per ogni singolo Istituto, soprattutto in Europa in cui operano 27 differenti Istituti Nazionali. Nel panorama dell integrazione Europea, da anni si è cominciato a ragionare in termini di una rete di laboratori con competenze distribuite. Con l intento di ridurre le duplicazioni accrescendo l impatto sulla società, nel 2002 un certo numero di NMI Europei, tra cui l INRIM ha intrapreso uno studio per avviare un programma congiunto di ricerca di alto livello, a lungo termine. Da questo studio è nato l European Metrology Research Programme (EMRP), destinato a integrare i programmi di ricerca della singole nazioni. L EMRP è sostenuto dalla Commissione Europea e dagli Istituti che partecipano alla European Association of National Metrology Institutes (EURAMET e.v.) e opera per mezzo di bandi tematici. Nel triennio l azione IMERA Plus è stata finanziata con circa 64 milioni di euro. Nel 2009, l Articolo 169 del trattato europeo è stato attivato per la metrologia con un finanziamento di 400 milioni di euro per la durata di sette anni. L adesione di INRIM a IMERA Plus, dopo autorizzazione del Ministero vigilante, è avvenuta nell agosto 2007; l adesione del Governo Italiano all Art. 169 è avvenuta nel febbraio 2009, da parte del Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. 1.3 L accordo internazionale MRA (Mutual Recognition Arrangement of national measurement standards and of calibration and measurement certificates issued by national metrology institutes) DVS 29 febbraio 2012 Pagina 7 di 23

8 L INRIM opera nel contesto internazionale dei comitati tecnici della Conferenza Generale dei Pesi e delle Misure (CGPM), l organismo diplomatico degli Stati firmatari della Convenzione del Metro che decide in materia di unificazione internazionale delle unità di misura. L INRIM, insieme all INMRI-ENEA, partecipa all accordo internazionale di Mutuo Riconoscimento dei certificati di taratura, misura e prova emessi dagli Istituti Metrologici Nazionali (MRA Mutual Recognition Arrangement of national measurement standards and of calibration and measurement certificates issued by national metrology institutes), definito dalla CGPM nel 1999 per sostenere la globalizzazione della produzione industriale e degli scambi commerciali, e basato su periodici confronti internazionali di misura. La partecipazione a tali confronti ha permesso l approvazione delle 495 capacità di misura e taratura (CMC Calibration and Measurement Capabilities) dell INRIM. 1.4 Gli Istituti metrologici nazionali in Italia Il sistema metrologico nazionale fu istituito dalla legge 11 agosto 1991, n. 273, utilizzando le competenze dei tre istituti che a quel tempo operavano nel campo della metrologia, in particolare: l Istituto Elettrotecnico Nazionale Galileo Ferraris (IEN) per le unità elettromagnetiche, fotometriche e radiometriche, acustiche e di tempo e frequenza, l Istituto di Metrologia Gustavo Colonnetti /CNR (IMGC) per le unità di massa, lunghezza, temperatura e l Istituto di Metrologia delle Radiazioni Ionizzanti/ENEA (INMRI). Il decreto del 20 settembre 2002 del Ministero dell'ambiente e della Tutela del Territorio assegnava poi all IMGC il compito di realizzare i campioni per le misure di inquinamento atmosferico. La costituzione dell INRIM, con decreto legislativo 21 gennaio 2004, n. 38, ha realizzato la fusione dell IEN e dell IMGC, portando a due i soggetti che svolgono la funzione di istituto metrologico nazionale. Sebbene INRIM e INMRI-ENEA abbiano saputo coordinarsi coerentemente in ambito internazionale e abbiano frequenti collaborazioni scientifiche, sarebbe auspicabile proseguire sulla via della concentrazione delle funzioni di ricerca metrologica in un unico istituto nazionale, con competenze estese a tutto il complesso dei settori di misura, come già avviene nella maggior parte dei Paesi avanzati DVS 29 febbraio 2012 Pagina 8 di 23

9 Le attività delle strutture metrologiche italiane costituiscono da tempo un fondamentale e riconosciuto sostegno all industria nazionale ed agli scambi commerciali. Inoltre le attività di ricerca, sia strettamente legate allo sviluppo di nuovi metodi per misurazioni, sia nello sviluppo di nuovi modelli fisici, hanno saputo nel corso di quasi un secolo di attività conseguire risultati di punta in ambito internazionale. 2 La collocazione dell INRIM L INRIM si colloca al quarto posto per dimensioni e risultati tra gli istituti metrologici dell Unione Europea. In quanto ente di ricerca, vigilato dal MIUR, ha prodotto e produce risultati di eccellenza scientifica e di forte interesse industriale che lo pongono tra gli istituti ad alta produzione scientifica e tecnologica e non soltanto nell ambito degli Istituti Nazionali di Metrologia. La collocazione dell'inrim nel sistema nazionale della ricerca, che fa capo al MIUR, fa sì che l'istituto sia chiamato ad interpretare la propria missione di ente metrologico in modo aperto alla ricerca fondamentale e all innovazione tecnologica di alto profilo, nello spirito della nuova economia basata sulla conoscenza. Gli stretti e profondi legami che esistono tra metrologia e ricerca fondamentale da un lato e tra metrologia e innovazione tecnologica dall'altro, fanno sì che l'inrim abbia la possibilità di svolgere da questo punto di vista un ruolo unico nel sistema della ricerca nazionale. L INRIM partecipa attivamente agli organismi tecnici della Conferenza Generale dei Pesi e della Misure (CGPM) e dell EURAMET, prende parte e, talvolta, presiede i lavori dei comitati tecnici e, fin dal 1990, uno dei suoi ricercatori è stato nominato membro del Comitato Internazionale Pesi e Misure. Questo permette all INRIM di contribuire a definire le strategie e i programmi di ricerca a lungo termine della metrologia internazionale e europea. L INRIM ricopre un ruolo importante e significativo in campi di attività di metrologia applicata che potranno avere un notevole sviluppo nei prossimi 10 anni, si citano ad esempio: l applicazione della metrologia del tempo nel sistema di navigazione europeo Galileo, la recente disponibilità in INRIM di un laboratorio di microscopia elettronica e nano fabbricazione, e l avvio della ricerca in metrologia della medicina rigenerativa. DVS 29 febbraio 2012 Pagina 9 di 23

10 L INRIM è associato all azione relativa a 9 dei 12 poli per l innovazione tecnologica del Piemonte, al fine di beneficiare della struttura per interagire con l industria nella partecipazione a progetti congiunti. L INRIM ha attivato convenzioni formali con numerosi Enti e Università italiani e stranieri, e dà supporto agli organismi nazionali ed internazionali di normativa in tutti i suoi campi di attività. L INRIM partecipa e coordina progetti di ricerca finanziati o cofinanziati da bandi regionali, nazionali ed europei (Unione Europea e Agenzia Spaziale Europea), contribuendo in buona misura al finanziamento delle proprie ricerche. I finanziamenti esterni, provenienti da attività di disseminazione e da contratti di ricerca nazionali ed europei, contribuiscono per circa il 25% al bilancio dell INRIM. Queste condizioni di partenza consentono di prevedere nel prossimo decennio, per l INRIM, uno sviluppo su basi solide, con la possibilità di rafforzare le attività strategiche e di aprirsi a nuovi campi quali l ambiente, la salute, l energia, in cui INRIM potrà far valere e crescere le competenze acquisite negli anni e svolgere un ruolo di riferimento nazionale e internazionale 3 La visione strategica La costituzione di una rete europea di centri metrologici di eccellenza impone il potenziamento dei punti di forza riconosciuti e consolidati e la realizzazione di masse critiche adeguate per il raggiungimento dell eccellenza in nuovi ambiti. Pertanto, nel decennio le attività strategiche dell INRIM saranno: per la metrologia fondamentale, assicurare le basi del Sistema Internazionale mantenendo la scienza delle misure allineata agli sviluppi scientifici e tecnologici, in un decennio dominato dalla realizzazione delle unità sulla base del valore delle costanti fisiche fondamentali. per la metrologia applicata, rispondere alla domanda di tecnologie di misura e di disseminazione delle unità da parte del sistema produttivo, quali la metrologia dimensionale per l aerospazio e l industria meccanica, il timing per il sistema di DVS 29 febbraio 2012 Pagina 10 di 23

11 navigazione satellitare Galileo, e i nuovi ed armonizzati campioni di misura necessari negli ambiti biomedicale, agro-alimentare e farmaceutico. per la metrologia interdisciplinare, contribuire con riferimenti e tecnologie di misura a raggiungere gli obiettivi socio-economici per: o Ambiente - il monitoraggio climatico e ambientale, l uso sostenibile dell acqua e le tecnologie rinnovabili; o Energia l efficienza e il risparmio energetico, l ottimizzazione delle Reti di distribuzione e la caratterizzazione dei Fluidi energetici; o Nuove Tecnologie i settori delle Nanotecnologie, della Spintronica e delle Tecnologie Quantistiche; o Salute la diagnosi e la terapia nell ambito degli Ultrasuoni, la Diagnostica per immagini e la prevenzione dell esposizione a campi elettromagnetici; per i settori metrologici emergenti, esplorare una nuova strada di ricerca scientifica e tecnologica che preveda l impiego delle reazioni piezonucleari per ottenerne positive ricadute negli ambiti dell energia, della sicurezza e dell ambiente, rispondere alla sempre maggior richiesta in Italia di sviluppare attività di metrologia nelle bioscienze e di misurare le grandezze caratteristiche dell ingegneria dei materiali e nel campo delle tecnologie delle comunicazioni. La strategia di mantenimento, sviluppo e disseminazione di capacità di misura e taratura dell INRIM è determinata dalle necessità dell industria, del commercio, degli organi ministeriali e degli organismi di regolamentazione Italiani. La rete europea permetterà la razionalizzazione delle attività connesse all Accordo di Mutuo Riconoscimento e al mantenimento dei campioni nazionali, sulla base delle necessità espresse dal Paese e sentiti i ministeri competenti, liberando risorse per le eccellenze e assicurando la disseminazione ai massimi livelli e il supporto ai paesi emergenti per la crescita del proprio sistema metrologico nell ambito degli accordi intergovernativi per lo sviluppo tecnologico, culturale e commerciale. Per lo sviluppo economico e tecnologico italiano si provvederà perché dai risultati della ricerca derivino servizi di trasferimento tecnologico all industria e agli organismi governativi di regolamentazione. L INRIM potenzierà la disseminazione delle unità di misura alla struttura produttiva del paese, i laboratori di taratura e prova e gli utenti nazionali, attraverso il Servizio DVS 29 febbraio 2012 Pagina 11 di 23

12 Nazionale di Taratura. Una forte politica di radicamento sul territorio nazionale, a beneficio delle imprese e del cittadino, valorizzerà i risultati dell INRIM in termini di brevetti e spin-off, anche attraverso l associazione ai Poli di Innovazione Tecnologica della Regione Piemonte. L INRIM promuoverà l interazione con gli atenei e gli altri enti di ricerca, per ampliare la base di conoscenze e competenze e dunque la capacità di impatto. L Ente favorirà la formazione di ricercatori nei progetti applicativi di ampio respiro in modo da facilitarne l immissione nel mondo del lavoro e della ricerca pubblica e privata. In particolare promuoverà l istituzione di una scuola internazionale di dottorato in Metrologia e Scienza delle Misure, secondo le indicazioni del Piano Nazionale della Ricerca. 4 Le linee strategiche 4.1 Metrologia fondamentale La metrologia deve assicurare solide basi al Sistema Internazionale e alla scienza delle misure e mantenere la realizzazione delle unità allineata agli sviluppi della scientifici e tecnologici; il prossimo decennio sarà dominato dalla realizzazione delle unità di misura sulla base del valore delle costanti fisiche fondamentali. Basilare sarà l attività connessa all Accordo di Mutuo Riconoscimento per assicurare la disseminazione ai massimi livelli delle unità così realizzate. I prossimi anni vedranno completarsi la realizzazione del chilogrammo attraverso la determinazione delle costanti di Planck e Avogadro (a cui è legata anche la realizzazione della mole) assicurando la stabilità a lungo termine del campione di massa, oggi incerta. L estensione della scala assoluta di lunghezza alla regione gamma dello spettro elettromagnetico consentirà la determinazione diretta delle massa atomica, attraverso misurazioni di frequenza, e la verifica dell equivalenza massa/energia. Per quanto riguarda la termodinamica, la realizzazione del kelvin attraverso la determinazione della costante di Boltzmann per mezzo di tecniche acustiche (la misurazione delle velocità del suono nei gas) e la misurazione del rumore termico di un resistore sono le sfide più impegnative e capaci di innovazioni. Le future scale di temperatura richiederanno ricerche fondamentali in termometria primaria per la mise-en-pratique dell unità. DVS 29 febbraio 2012 Pagina 12 di 23

13 Una nuova definizione del secondo non è prevista per il prossimo decennio, ma il tempo è la grandezza misurabile con la maggiore accuratezza: lo sviluppo di un campione di frequenza basato sull atomo di Yb consentirà un accuratezza migliore di 1x Ciò nonostante, è prossima una svolta epocale: i sistemi in microonda saranno soppiantati da sistemi ottici. I campioni di frequenza permetteranno di verificare l equivalenza delle masse inerziali e gravitazionale, attraverso confronti nel tempo e nello spazio di campioni di frequenza che utilizzano specie atomi diverse, e l esistenza o meno di variazioni delle costanti fondamentali. Nell ambito della fotometria e radiometria, per sostenere la evoluzione delle nuove tecnologie ottiche e fotoniche, la prossima sfida è la realizzazione della candela attraverso il conteggio di fotoni. A questo fine dovranno essere sviluppati rivelatori a semiconduttore assoluti, la cui risposta sia determinata da costanti fondamentali attraverso l effetto fotoelettrico. La metrologia elettrica perseguirà, in coerenza con le nuove definizioni, il consolidamento delle sue unità di misura e la verifica della loro consistenza attraverso opportune misurazioni (per es. la chiusura di un triangolo metrologico tra gli effetti quantici attualmente utilizzati e la misura di correnti basate sul conteggio di singoli elettroni o di quantizzazione della fase). Mediante l applicazione di nuovi dispositivi quantistici e/o elettronici ad alta velocità, saranno sviluppati nuovi sistemi per l estensione in frequenza delle misure di precisione e della riferibilità delle unità elettriche. Una analoga estensione sarà necessaria nel campo delle alte frequenze, dove lo sviluppo delle applicazioni richiederà la disponibilità di sistemi di misura di precisione e la costruzione di riferimenti adeguati per frequenze nel sub-millimetrico. I modelli matematici sono uno strumento fondamentale per la comprensione dei fenomeni fisici, la progettazione degli esperimenti e l interpretazione e l analisi dei dati. Nuove tecnologie di misura possono essere sviluppate solo parallelamente ai modelli matematico-numerici necessari a descriverle e comprenderle. Per quanto riguarda la quantificazione dell incertezza delle misure, le tecniche basate sulla statistica Bayesiana rappresenteranno la prossima frontiera. 4.2 Metrologia applicata L INRIM deve rispondere alla crescente domanda di tecnologie di misura e di disseminazione delle unità da parte del sistema produttivo italiano. DVS 29 febbraio 2012 Pagina 13 di 23

14 Elettricità e magnetismo - I temi che si vanno delineando nel campo della metrologia elettrica si possono individuare nello sviluppo di metodi di misura riferibili per l elettronica di potenza e i convertitori, nelle misure elettriche riferite in regime alternato e genericamente variabile fino alla radio-frequenza, e nelle misure di affidabilità di dispositivi elettronici. A ciò si aggiungono la misura dei parametri di dispositivi elettrici ed elettronici per la produzione e lo stoccaggio di energia in sistemi distribuiti, la misura delle proprietà elettromagnetiche dei materiali e dei sistemi biologici, e le misure in alta frequenza (fino e oltre 300 GHz). Sul fronte del magnetismo, i temi dominanti saranno dettati dallo studio e la caratterizzazione di sistemi nanometrici e nano strutturati e di materiali per l energia e la spintronica. Per lo sviluppo delle tecnologie necessarie al miglioramento della qualità dei materiali, al loro impiego in prodotti tecnologici e la modernizzazione dei metodi di produzione, saranno necessari metodi, riferimenti e dati per la comprensione e il controllo dei processi di preparazione, delle proprietà fisico-strutturali e delle prestazioni dei materiali magnetici. Tempo e frequenza - Nel sistema di navigazione europeo Galileo, l'accuratezza della localizzazione è strettamente connessa all'accuratezza degli orologi. I problemi da risolvere riguardano lo sviluppo di orologi capaci di operare nello spazio, i sistemi di sincronizzazione terra-spazio, la definizione della scala di tempo di riferimento e valutazione degli errori degli orologi di bordo. L INRIM realizzerà, per ESA, la Galileo Time Validation Facility e validerà tutti gli aspetti del "timing" del sistema non appena i primi 4 satelliti saranno operativi. Questa sperimentazione sarà propedeutica alla definizione e realizzazione della Galileo Time Service Provider, una parte integrante del sistema che sarà messa in gara nei prossimi anni e che vedrà il coinvolgimento di uno o più istituti metrologici. Gli attuali sistemi di sincronizzazione saranno inadeguati per gli orologi ottici. Questo problema porterà (a livello continentale) allo sviluppo di sistemi di sincronizzazione basato su reti in fibra ottica, mentre è ad oggi un problema aperto individuare soluzioni funzionali alla scala intercontinentale. La collaborazione con industrie e centri di ricerca già affermati nel settore della geodesia permetterà l'utilizzo di algoritmi rapidi e affidabili per il confronto di orologi, riducendo la latenza dei risultati a mezz ora. Fotometria e radiometria - Le nuove tecnologie quantistiche che sfruttano le proprietà non-classiche della luce promuoveranno lo sviluppo di rivelatori di fotoni singoli capaci di rilevare la luce emessa da sorgenti un miliardo di volte più deboli rispetto alle fonti DVS 29 febbraio 2012 Pagina 14 di 23

15 convenzionali. Inoltre, la progettazione e la realizzazione di superfici otticamente ingegnerizzate richiederà di conoscere e manipolare le proprietà ottiche dei materiali. La metrologia dovrà quantificare e porre in relazione gli aspetti macroscopici desiderati e le proprietà strutturali microscopiche che li determinano. Massa e grandezze derivate - La ridefinizione del chilogrammo imporrà la revisione delle procedure necessarie a garantire la riferibilità dei campioni nazionali all unità. La metrologia delle grandezze derivate (forza, pressione e portata) si svilupperà in due direzioni. La prima è lo sviluppo di metodi primari per misurazioni in regime dinamico, che rispondono a interessi dei settori automobilistico e dell industria dei semiconduttori. La seconda è l estensione delle capacità di misura alle piccolissime scale, di interesse in campi molto diversi, quali l aerospaziale (per il controllo della spinta di satelliti scientifici) e la salvaguardia dell ambiente (monitoraggio di fughe di contaminanti). Ingegneria di precisione - Il settore metalmeccanico rappresenta il 41% dell industria manifatturiera italiana. L Italia è al primo posto nella produzione di macchine utensili ad asportazione e deformazione, con un ricavo stimato in oltre 2,6 miliardi di euro. Inoltre, è il quarto produttore di macchine di misura a coordinate. In questo settore, la metrologia dimensionale, dalla nanoscala alle grandi dimensioni, è uno degli strumenti indispensabili. E prevedibile una forte domanda di integrazione di sistemi di visione artificiale, di analisi di immagini digitalizzate e di metrologia dimensionale a coordinate nelle macchine utensili. Aerospazio - L industria aerospaziale evidenzia esigenze di misura e controllo dimensionali per strutture di grandi dimensioni (ad esempio, le strutture alari), per il volo in formazione di satelliti, per la realizzazione di telescopi operanti a terra e nello spazio, per il monitoraggio delle deformazioni del suolo. Questo richiederà capacità e metodi di misura dimensionale su grandi distanze (fino a parecchi chilometri), sia a terra che nello spazio, con risoluzioni migliori di una parte su dieci milioni. Metrologia in chimica E uno dei campi della metrologia con maggiore velocità di crescita, in virtù della necessità di misure chimiche affidabili in aspetti che vanno dalla vita quotidiana agli scambi commerciali nazionali e sovranazionali. Nuovi ed armonizzati standard di misura sono necessari negli ambiti della chimica ambientale, agro-alimentare e farmaceutica in applicazione a direttive europee. L'INRIM si sta muovendo, come gli altri Istituti Metrologici, nella direzione dello sviluppo di Materiali di Riferimento Certificati per riferire alle Unità SI le grandezze chimiche quali, ad esempio, la concentrazione di sostanze in traccia. DVS 29 febbraio 2012 Pagina 15 di 23

16 Termometria. Per quanto riguarda i dispositivi di misura della temperatura, le priorità riguardano i nuovi punti fissi termometrici ad alta temperatura, le applicazioni alla taratura rapida e a basso costo,lo sviluppo di nuovi sensori con capacità di auto taratura, e l imaging termico. Calcoli ab-initio di proprietà termiche e termodinamiche impossibili da misurare sono necessarie per ottimizzare i modelli termici dei processi industriali che fanno uso di alte energie e, quando siano validate, di evitare costose misurazioni. La determinazione quantitativa del vapore d acqua è critica nei modelli climatici; quella dell umidità nei solidi ha importanti applicazioni nei processi di produzione industriale ai fini del risparmio energetico. Acustica - L obiettivo è l espansione degli attuali metodi primari di misura, per fornire riferibilità su intervalli più estesi di frequenze e livelli, per la caratterizzazione di dispositivi di nuova generazione. Inoltre, gli ultrasuoni sono efficaci nel causare cambiamenti nella struttura macroscopica e microscopica dei materiali. Il successo delle loro potenziali applicazioni richiede il miglioramento nella comprensione dell'acustica dei sistemi multifase (cavitazione), come principale agente di tali cambiamenti. Per la riduzione del rumore ambientale, si studieranno i materiali fonoisolanti e alcune loro proprietà acustiche (porosità, compressibilità, resistenza al flusso) come base per lo studio della propagazione acustica per via solida. 4.3 Metrologia interdisciplinare La ricerca metrologica dovrà rispondere agli obiettivi socio-economici nei campi dell ambiente dell energia, delle nuove tecnologie e della salute, con approcci che combinano tecnologie e metodi diversi tra loro. Data la particolare rilevanza nell ambito europeo, la strategia INRIM è coordinata con gli altri Istituti Metrologici Primari. Ambiente La sfida è assicurare una crescita continua e sostenibile, minimizzando gli impatti negativi sull ambiente. Questo implica misure sempre più sofisticate e accurate e tipicamente comporta sensibilità elevate e tempi di misura molto lunghi legati all osservazione dei cambiamenti ambientali. La valutazione prestazionale delle nuove tecnologie sostenibili conduce naturalmente a un metodo multidisciplinare che integra la scienza delle misure con altre discipline e porta a condurre allo sviluppo di nuove tecniche di misura riferibili e validate. Gli assi portanti risultano essere: DVS 29 febbraio 2012 Pagina 16 di 23

17 - La misura dei cambiamenti ed il monitoraggio climatico, in termini di parametri metereologici, termodinamici e di concentrazione di specie chimica, per consentire, in un quadro globale, di ridurre le emissioni di gas serra ed accompagnare la transizione verso un economia basata su un minore uso di combustibili fossili; - Il monitoraggio ambientale e la misura di flussi e concentrazioni di specie regolate dal protocollo di Kyoto, per ridurre e gestire al meglio l inquinamento antropico dell aria e dell acqua. In particolare, è prevista la misura di parametri oceanici quali acidità, salinità, temperatura, densità e profili di flusso. - L uso sostenibile dell acqua con il controllo della qualità in termini di componenti chimici specifici e di parametri elettrochimici, la misura delle perdite di rete, e la rivelazione rapida di contaminanti per la protezione della salute. - Il sostegno alla tecnologia eolica mediante la riduzione dell impatto acustico dei generatori eolici, con lo sviluppo di tecniche a infrasuoni e la realizzazione di sonde microfoniche miniaturizzate (MEMS) per la misura della velocità del vento. Energia L obiettivo principale è individuare soluzioni per trasformare l attuale sistema energetico basato sui combustibili fossili in un sistema maggiormente sostenibile basato su di un ampio spettro di fonti rinnovabili. Il contributo della metrologia si articola in tre temi principali. Efficienza e risparmio energetico - La progettazione e caratterizzazione di dispositivi elettromagnetici ad alta efficienza per il risparmio energetico richiede la realizzazione di modelli multifisici del comportamento dei materiali e dei dispositivi nel loro complesso. Tale realizzazione permette la precisa caratterizzazione delle prestazioni dei dispositivi innovativi, la messa a punto di protocolli fruibili dalle aziende per la caratterizzazione dei loro prodotti, e il confronto delle prestazioni. Infine, per sostenere la transizione all impiego di sorgenti di luce ad alto risparmio energetico nell illuminazione pubblica verranno sviluppate la caratterizzazione e i riferimenti di misura per la tecnologia LED e OLED. La progettazione, l uso e la valutazione dell efficienza energetica dell ambiente costruito hanno ricadute su un settore molto ampio che va dalle abitazioni private ai complessi industriali e pubblici (scuole, ospedali, ecc.). E necessario migliorare le capacità di misura per rendere disponibili o facilitare la valutazione dell efficienza energetica dell ambiente costruito; la misura DVS 29 febbraio 2012 Pagina 17 di 23

18 delle prestazioni di materiali innovativi e riciclabili; la taratura di sensori multifunzione per il monitoraggio in situ di edifici e strutture intelligenti. Reti di distribuzione - La realizzazione di reti di trasporto dell energia su lunghissime distanze, in alta tensione continua e alternata, e lo sviluppo di reti integrate complesse, con generazione distribuita, richiede un avanzamento nelle capacità di misura dell energia, della potenza elettrica e della sua qualità. Per la caratterizzazione e la determinazione dell efficienza degli elementi costitutivi della rete e nella trasmissione di energia elettrica, al fine della gestione automatica e sicura della rete, dovrà essere sviluppata una nuova generazione di trasduttori nonconvenzionali (senza contatto, accoppiati a sistemi di misura e trasmissione dati wireless) per costituire reti di misura e monitoraggio per rendere sicura e affidabile la gestione complessiva della distribuzione. Fluidi energetici - La progressiva sostituzione di fonti energetiche rinnovabili al posto di quelle basate su combustibili fossili, richiede lo sviluppo di metodi metrologici e strumenti che ne caratterizzino la composizione e le proprietà termofisiche favorendone l affidabilità e migliorando i sistemi utilizzati per la loro produzione, immagazzinamento, trasporto e distribuzione. In questo ambito proseguirà l applicazione di metodi acustici alla caratterizzazione termodinamica di fluidi energetici innovativi, fra i quali: il gas naturale di origine e composizione non convenzionale, i cosiddetti biofuels, il gas naturale liquefatto. In prospettiva: verranno sviluppati metodi e sensori a microonde e acustici per le misure in situ presso reti di distribuzione ed impianti di estrazione e raffinazione dei fluidi energetici. Nuove tecnologie La metrologia intende rispondere alla crescente domanda di sviluppo e caratterizzazione al massimo livello di accuratezza di dispositivi e materiali dominati da effetti quanto-meccanici. Nanotecnologie e dispositivi - L INRIM possiede una delle rare risorse di nanofabbricazione per fasci ionici ed elettronici in Italia. Le tecniche messe a punto presso Nanofacility Piemonte INRIM costituiscono un laboratorio di eccellenza in collaborazione con l Università e il Politecnico di Torino. Tali tecniche permetteranno di ottenere materiali nanostrutturati su larga scala alla base di dispositivi che avranno applicazioni nell elettronica, nella sensoristica, nella spintronica e nelle tecnologie quantistiche. La miniaturizzazione dei dispositivi richiederanno la soluzione di problemi di misura specifici e specifici campioni di DVS 29 febbraio 2012 Pagina 18 di 23

19 riferimento per la caratterizzazione delle superfici, lo studio dell adesione e delle interazioni chimico-fisiche di nanoparticelle. Spintronica - Il controllo delle proprietà magnetiche a livello di singolo spin è di primaria importanza per la scienza delle misure applicata all'industria, alla salute e all'ambiente. Nel prossimo decennio si punterà verso la capacità di misurare le proprietà di nanostrutture sempre più piccole, costituite da gruppi sempre meno numerosi di atomi, all'interno di materiali ferromagnetici convenzionali (film sottili) opportunamente nanostrutturati. La misura delle dinamiche di spin ad alta frequenza e ad alta velocità è un argomento di frontiera. Questi fenomeni percorrono trasversalmente argomenti che vanno dalle dinamiche di frattura, ai terremoti e ai fenomeni di rumore. Offrono l'opportunità di misurare fenomenologie alla base dei sistemi di memorizzazione e di sensing magnetico di prossima generazione. Tecnologie Quantistiche - Una sfida per la metrologia del futuro è rappresentata dallo sviluppo tecnologico dei fenomeni descritti dalla meccanica quantistica. Un esempio è la crittografia quantistica, che può garantire comunicazioni assolutamente sicure ma il cui successo sul mercato richiede lo sviluppo di riferimenti metrologici dedicati. La meccanica quantistica offre inoltre nuove potenzialità alla metrologia, permettendo livelli di precisione ed accuratezza non raggiungibili da sistemi classici. Ad esempio l entanglement può essere sfruttato per ottenere misure al di sotto dello shot noise. Inoltre, la metrologia di sistemi mesoscopici operanti in regime quantistico è una delle frontiere future della meccanica. La realizzazione di un tale dispositivo consentirebbe di chiarire la transizione tra i domini classico e quantistico e di sviluppare tecnologie di misurazione intrinsecamente quantistiche (l analogo della quantum computation per la misurazione). Salute La metrologia dovrà coadiuvare lo sviluppo delle tecnologie di prevenzione, diagnosi e terapia sostenendo la competitività dell industria italiana del settore e dei servizi offerti. Ultrasuoni - Le tecniche a ultrasuoni sono attualmente uno degli strumenti diagnostici più utilizzati in medicina. La sicurezza e l efficacia del loro utilizzo richiede lo sviluppo di strumenti metrologici innovativi e dedicati. In questo ambito, è cruciale la realizzazione e lo sviluppo di campioni in grado di coprire regimi estesi di potenza ultrasonora, pressione acustica e frequenza. L INRIM è un centro di riferimento per gli ultrasuoni in medicina, in base a una convenzione stipulata con la Regione Piemonte. Per determinare la sicurezza delle applicazioni degli DVS 29 febbraio 2012 Pagina 19 di 23

20 ultrasuoni in medicina si svilupperanno metodi per la stima dei livelli di ultrasuoni in-vivo, sistemi di misura della potenza ultrasonora e degli effetti degli ultrasuoni sui tessuti tramite la realizzazione di fantocci. Ulteriori sviluppi riguarderanno: la realizzazione di strumenti e dispositivi acustici per nuove modalità terapeutiche inclusi trattamenti oncologici con trasduttori focalizzati a ultrasuoni di alta intensità (HIFU); lo studio degli effetti della radiazione ultrasonora per la somministrazione controllata di ossigeno in tessuti ipossici; la preparazione di nano-bolle per lo studio dei fenomeni di sonoporazione e somministrazione mirata di farmaci. Diagnostica per immagini l obiettivo riguarda la quantificazione della risposta dello strumento diagnostico attraverso l uso di tecniche informatiche che consentono di memorizzare immagini digitalizzate, ad esempio di biopsie, quantificando le indagini patologiche in misure al fine di assicurare diagnosi veloci, condivise e precise. Inoltre, nuove tecniche di misura basate sull interferometria a raggi X, permetteranno di evidenziare strutture e anomalie in tessuti molli che, essendo trasparenti a raggi X, sono invisibili alle tecniche radiografiche convenzionali. Uno dei problemi da risolvere per l applicazione clinica di tali tecniche è la misura e il controllo della posizione e dell assetto dei cristalli, che realizzano il sistema ottico, con risoluzioni alla scala delle dimensioni atomiche. Esposizione a campi elettromagnetici - Tema di lungo respiro è costituito dall impatto elettromagnetico di sistemi e dispositivi di potenza, così come di dispostivi elettronici e sistemi di telecomunicazione, in relazione alla sicurezza e alla salute umana. Si individuano come tematiche di sviluppo scientifico, con ricadute socio-economico e ricadute e nell ambito della normativa sulla sicurezza, quelle della valutazione indiretta di grandezze dosimetriche mediante lo sviluppo di metodi numerico-sperimentali non invasivi, dello sviluppo di metodi di misura per la valutazione dell assorbimento dell energia RF e a microonda negli organismi biologici, e dello studio di una nuova generazione di dispositivi a bassa emissione, quali ad esempio sistemi a risonanza magnetica per diagnostica MRI (Magnetic Resonance Imaging) e test non distruttivi. 4.4 Settori metrologici emergenti L impetuoso sviluppo di alcuni settori scientifici comporta una sempre maggior richiesta di Metrologia per l identificazione e misurazione delle grandezze caratteristiche a cui l INRIM DVS 29 febbraio 2012 Pagina 20 di 23

21 intende rispondere. Le aree che necessitano di un particolare intervento dal punto di vista metrologico sono: Fenomeni Piezonucleari Le reazioni piezonucleari sono fissioni di elementi non-radioattivi e relativamente leggeri (dal Ferro in giù), che si scindono in elementi inerti ancora più leggeri, senza la produzione di raggi gamma né di scorie radioattive, ma con l emissione di neutroni. Esse, come ricorda la radice greca della parola, sono indotte da onde di pressione, sia nei liquidi che nei solidi. Il ruolo dell INRIM sarà puramente metrologico: si tratterà di mettere a disposizione della Comunità Scientifica Nazionale, e in particolare degli altri EPR interessati, tutte le metodologie sperimentali di indagine, rilevazione e misura che si mostreranno utili allo scopo. L INRIM è interessato a partecipare al bando per il Progetto Bandiera L ambito Nucleare atteso per il Le prime esperienze sui liquidi sono state condotte presso il CNR di Roma, utilizzando soluzioni acquose di sali di ferro sollecitate da ultrasuoni, mentre le prime esperienze sui solidi sono state condotte presso il Politecnico di Torino in collaborazione con ricercatori di INFN e INRIM, utilizzando rocce granitiche o basaltiche sollecitate in compressione e portate a frattura fragile. I risultati salienti, già ottenuti dal gruppo di ricerca e pubblicati su autorevoli riviste internazionali di Fisica Sperimentale e di Meccanica Sperimentale, riguardano le prove sperimentali dirette e indirette delle reazioni piezonucleari. Tra queste ultime vi sono le emissioni neutroniche, che sono state rilevate in modo regolare e ripetibile utilizzando diverse tipologie di rivelatori. Considerando ad es. gli esperimenti condotti su rocce granitiche, vi è da osservare che, in funzione di diversi parametri, tra cui anche la scala dimensionale del provino, si sono verificate le emissioni più intense nelle prove di frattura, con flussi di neutroni da uno a due ordini di grandezza superiori rispetto al fondo naturale. La prova diretta delle reazioni piezonucleari è stata ottenuta tramite la recentissima tecnica spettroscopica EDS. Se queste reazioni possono avvenire in un laboratorio, ove le pressioni e le temperature, ma soprattutto le masse in gioco, sono di gran lunga inferiori a quelle presenti negli strati profondi della crosta terrestre, a maggior ragione esse avverranno in quest ultima, innescate da fenomeni di frattura e frantumazione di origine sismica e tettonica. D altra parte, come evidenziato nei lavori della Scuola Russa, prima e durante terremoti anche di media magnitudo si possono rilevare flussi neutronici sino a mille volte il fondo naturale. Può DVS 29 febbraio 2012 Pagina 21 di 23

22 sorprendere riscontrare dalla letteratura specialistica come le reazioni piezonucleari appena descritte e avvenute quasi istantaneamente in un provino di granito, possano essere avvenute in proporzioni confrontabili durante la formazione e la maggiore attività delle placche tettoniche (tra 3.8 e 2.5 miliardi di anni fa). Per quanto riguarda invece le applicazioni, se ne prevedono di molti e svariati tipi, ma quelle riguardanti la previsione dei terremoti, lo studio dell inquinamento da Carbonio, l accelerazione del decadimento delle scorie radioattive, e persino una eventuale produzione di energia pulita, appaiono del tutto possibili, se supportate da una ricerca scientifica adeguata. Bioscienze La sfida sarà sviluppare la metrologia primaria per la biologia cellulare e la genomica, attualmente agli inizi, e la metrologia applicata alla microbiologia, alla tossicologia, alla medicina rigenerativa e all ingegneria dei tessuti; realizzando infrastrutture metrologiche di eccellenza europea. Per fornire all industria italiana dei settori biotech e biomed campioni, materiali di riferimento e le capacità di misura di cui necessita, si può prefigurare la realizzazione di una piattaforma tecnologica sul territorio nazionale. Lo sviluppo di metodologie di misura innovative e di modelli matematico-numerici porteranno a quantificare interazioni fondamentali in sistemi biologici complessi. Tecniche consolidate porteranno ad applicazioni significative nell analisi dei residui di farmaci veterinari negli alimenti, nell identificazione di agenti patogeni, tossine e OGM, nell identificazione certa mediante l analisi del DNA. Sarà inoltre necessario assicurare l affidabilità e l uniformità dei risultati a un vasto spettro di tecnologie analitiche per misurazioni in linea: sistemi lab-on-chip, dispositivi di screening, strumenti per misurazioni remote, metodi micro e nano-analitici, conteggio di singole molecole. L analisi per attivazione neutronica continuerà ad essere tecnica fondamentale negli studi sia biomedici che piezonucleari. Materiali L ingegneria dei materiali è orientata alla comprensione, al controllo e alla progettazione delle proprietà dei comportamenti macroscopici in termini delle proprietà dei costituenti atomici, molecolari, e cellulari nel caso di biomateriali. La realizzazione di materiali funzionalizzati e di prodotti e servizi inaccessibili ai materiali convenzionali rappresentano una vera e propria sfida metrologica per la presenza contemporanea di due o più funzioni in uno stesso dispositivo e per DVS 29 febbraio 2012 Pagina 22 di 23

SOSTENIBILITÀ: ENERGIA E PREVISIONI TERREMOTI GRAZIE AL NUCLEARE PULITO = LA NUOVA FRONTIERA DELLA SCIENZA DISCUSSA AL POLITECNICO DI TORINO

SOSTENIBILITÀ: ENERGIA E PREVISIONI TERREMOTI GRAZIE AL NUCLEARE PULITO = LA NUOVA FRONTIERA DELLA SCIENZA DISCUSSA AL POLITECNICO DI TORINO AGENZIE DI STAMPA ADNKRONOS LANCI DI AGENZIA SOSTENIBILITÀ: ENERGIA E PREVISIONI TERREMOTI GRAZIE AL NUCLEARE PULITO SOSTENIBILITÀ: ENERGIA E PREVISIONI TERREMOTI GRAZIE AL NUCLEARE PULITO = LA NUOVA FRONTIERA

Dettagli

BANDO DI RICERCA 2010-2011: PROMUOVERE LA RICERCA D ECCELLENZA

BANDO DI RICERCA 2010-2011: PROMUOVERE LA RICERCA D ECCELLENZA BANDO DI RICERCA 2010-2011: PROMUOVERE LA RICERCA D ECCELLENZA Pavia, 9 luglio 2009 2 Finalità e principi In attuazione delle proprie finalità istituzionali, la Fondazione Alma Mater Ticinensis ha deciso

Dettagli

Il ruolo degli Istituti di Metrologia nel contesto competitivo globale

Il ruolo degli Istituti di Metrologia nel contesto competitivo globale Accreditamento e Taratura: strumenti per la competitività Il ruolo degli Istituti di Metrologia nel contesto competitivo globale Vito Fernicola INRIM - Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica Torino,

Dettagli

Sezione A 19 Giugno 2014 TEMA N. 1 Elettrotecnica/Energetica Macchine Elettriche TEMA N. 2 Elettrotecnica/Energetica Impianti elettrici

Sezione A 19 Giugno 2014 TEMA N. 1 Elettrotecnica/Energetica Macchine Elettriche TEMA N. 2 Elettrotecnica/Energetica Impianti elettrici Esame di Stato per l'abilitazione all esercizio della professione di Ingegnere Industriale I sessione 2014 Sezione A SECONDA PROVA SCRITTA (prova di classe) 19 Giugno 2014 TEMA N. 1 Elettrotecnica/Energetica

Dettagli

Sensori e trasduttori. Dispense del corso ELETTRONICA L Luca De Marchi

Sensori e trasduttori. Dispense del corso ELETTRONICA L Luca De Marchi Sensori e trasduttori Dispense del corso ELETTRONICA L Luca De Marchi Gli Obiettivi Struttura generale di sistemi di controllo e misura Sensori, trasduttori, attuatori Prima classificazione dei sistemi-sensori

Dettagli

L Istituto Galileo GALILEI di Crema

L Istituto Galileo GALILEI di Crema L Istituto Galileo GALILEI di Crema in continuità con la sua proposta formativa propone, a partire dall a.s. 2010/11, corsi quinquennali di: - ISTITUTO TECNOLOGICO, diurni e serali (ex ITIS) - LICEO SCIENTIFICO

Dettagli

Roadmap per la ricerca e l innovazione

Roadmap per la ricerca e l innovazione Roadmap per la ricerca e l innovazione EXECUTIVE SUMMARY Questo documento ha l obiettivo di descrivere visioni e strategie per il futuro del manufacturing italiano. Il documento è il risultato dell'attività

Dettagli

Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA

Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA IL SISTEMA PRODUTTIVO DELL EMILIA EMILIA-ROMAGNA ALCUNI PUNTI DI FORZA ALCUNI PUNTI DI DEBOLEZZA ALTO LIVELLO

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici

Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici Ravenna, 26 Settembre 2012 Tiziano Terlizzese NIER Ingegneria S.p.A. IL RAGGRUPPAMENTO La rete di imprese è composta da 3 PMI con un alta propensione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA Premesso che il programma di Governo ha previsto una legislatura caratterizzata da profonde riforme istituzionali; che tale

Dettagli

Come nella cultura, anche nel settore della ricerca l Unione Europea ha riversato non poche attenzioni.

Come nella cultura, anche nel settore della ricerca l Unione Europea ha riversato non poche attenzioni. DOSSIER RICERCA & INNOVAZIONE Come nella cultura, anche nel settore della ricerca l Unione Europea ha riversato non poche attenzioni. Nel 2007 è stato creato in Europa il Consiglio Europeo della Ricerca

Dettagli

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA ISTITUTO DI RICERCHE ECONOMICHE E SOCIALI Osservatorio Energia Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA PREMESSA Nel marzo 2007, l Unione europea ha varato il primo concreto

Dettagli

IL LASER. Principio di funzionamento.

IL LASER. Principio di funzionamento. IL LASER Acronimo di Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation (amplificazione di luce per mezzo di emissione stimolata di radiazione), è un amplificatore coerente di fotoni, cioè un dispositivo

Dettagli

IL FUTURO DEL SISTEMA INTERNAZIONALE DI UNITA' DI MISURA: IL RUOLO DELLE COSTANTI FONDAMENTALI DELLA FISICA

IL FUTURO DEL SISTEMA INTERNAZIONALE DI UNITA' DI MISURA: IL RUOLO DELLE COSTANTI FONDAMENTALI DELLA FISICA IL FUTURO DEL SISTEMA INTERNAZIONALE DI UNITA' DI MISURA: IL RUOLO DELLE COSTANTI FONDAMENTALI DELLA FISICA 1 Franco Cabiati, La scienza della misura, 01/10/2014, Xké, Torino Evoluzione nella natura dei

Dettagli

ENERGIA SOLARE: Centrali fotovoltaiche e termosolari. Istituto Paritario Scuole Pie Napoletane - Anno Scolastico 2012-13 -

ENERGIA SOLARE: Centrali fotovoltaiche e termosolari. Istituto Paritario Scuole Pie Napoletane - Anno Scolastico 2012-13 - ENERGIA SOLARE: Centrali fotovoltaiche e termosolari L A V E R A N A T U R A D E L L A L U C E La luce, sia naturale sia artificiale, è una forma di energia fondamentale per la nostra esistenza e per quella

Dettagli

La nuova politica di gestione dei rifiuti: riutilizzo, riciclaggio, green economy. Rosanna Laraia

La nuova politica di gestione dei rifiuti: riutilizzo, riciclaggio, green economy. Rosanna Laraia La nuova politica di gestione dei rifiuti: riutilizzo, riciclaggio, green economy Rosanna Laraia 1. Introduzione Tutti gli atti strategici e regolamentari dell Unione Europea, a partire dal VI Programma

Dettagli

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Il POR FESR Emilia Romagna ASSE 1 Ricerca industriale e trasferimento tecnologico 115 milioni

Dettagli

Policy La sostenibilità

Policy La sostenibilità Policy La sostenibilità Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 27 aprile 2011. 1. Il modello di sostenibilità di eni 3 2. La relazione con gli Stakeholder 4 3. I Diritti Umani 5 4. La

Dettagli

BOZZA BOLOGNA, 12 NOVEMBRE 2015. Comitato Paritetico Regione Emilia Romagna Confservizi Emilia Romagna

BOZZA BOLOGNA, 12 NOVEMBRE 2015. Comitato Paritetico Regione Emilia Romagna Confservizi Emilia Romagna Comitato Paritetico Regione Emilia Romagna Confservizi Emilia Romagna Contributo di CONFSERVIZI alla individuazione dei temi oggetto dell attività del Comitato Paritetico BOLOGNA, 12 NOVEMBRE 2015 BOZZA

Dettagli

Sensori, trasduttori e trasmettitori: Evoluzioni e tendenze

Sensori, trasduttori e trasmettitori: Evoluzioni e tendenze Piero G. Squizzato Sensori, trasduttori e trasmettitori: Evoluzioni e tendenze Nell automazione l elemento fondamentale è una precisa e affidabile misura delle variabili fisiche e chimiche, identificanti

Dettagli

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 Fondata nel 1945, UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE è associazione costruttori italiani

Dettagli

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PREMESSO CHE: Il Panel Inter-Governativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ha confermato che il cambiamento climatico é una realtà e la cui causa principale é l utilizzo

Dettagli

Laboratorio di Tempo e Frequenza

Laboratorio di Tempo e Frequenza Laboratorio di Tempo e Frequenza L'attività dell'inrim nel campo della metrologia del tempo e della frequenza ebbe inizio nel 1937 con la messa in funzione del primo campione di frequenza del laboratorio,

Dettagli

Intervista del Prof. Ing. Domenico Laforgia,

Intervista del Prof. Ing. Domenico Laforgia, 1. Quale è il ruolo dell ENERGIA nel mondo attuale? L Energia è il motore dello sviluppo e garantisce gli attuali livelli di qualità della vita. Non si può uscire dal sottosviluppo e non si può sostenere

Dettagli

f a c o l t à d i INGEGNERIA

f a c o l t à d i INGEGNERIA f a c o l t à d i INGEGNERIA UNIVERSITÀ politecnica delle marche facoltà di Via Brecce Bianche, 12 60131 Tel. 071 2204778 INGEGNERIA Per informazioni più approfondite relative alla didattica dei singoli

Dettagli

Energenia sponsorizza eventi a favore della bioagricoltura e dello sport per ragazzi

Energenia sponsorizza eventi a favore della bioagricoltura e dello sport per ragazzi Energenia sponsorizza eventi a favore della bioagricoltura e dello sport per ragazzi Via Positano 21, 70014 Conversano (BA) Tel.080 2141618 Fax 080 4952302 WWW.ENERGENIA.NET www.energenia.net 1 EDUCARSI

Dettagli

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Edizione 2015 40 anni di analisi e ricerca sulle trasformazioni economiche e sociali in Italia e in Europa:

Dettagli

Corso di Laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA

Corso di Laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA Corso di Laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA Anno: 1 Semestre: 1 Corso integrato: MATEMATICA, FISICA, STATISTICA ED INFORMATICA Disciplina: FISICA MEDICA Docente: Prof.

Dettagli

Classificazione dei Sensori. (raccolta di lucidi)

Classificazione dei Sensori. (raccolta di lucidi) Classificazione dei Sensori (raccolta di lucidi) 1 Le grandezze fisiche da rilevare nei processi industriali possono essere di varia natura; generalmente queste quantità sono difficili da trasmettere e

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE Allegato A alla delibera di Giunta n del. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE PREMESSO CHE: Il 10 dicembre 1997, nell ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Novembre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Verona NetConsulting 2012 1

Dettagli

idrogeno Laboratorio Sensori e Semiconduttori Dr. Marco Stefancich Gruppo Sensori e Semiconduttori Dipartimento di Fisica/CNR Università di Ferrara

idrogeno Laboratorio Sensori e Semiconduttori Dr. Marco Stefancich Gruppo Sensori e Semiconduttori Dipartimento di Fisica/CNR Università di Ferrara Dipartimento di Fisica Università di Ferrara INFM/CNR UdR di Ferrara L energia solare per la produzione di idrogeno Dr. Marco Stefancich Gruppo Sensori e Semiconduttori Dipartimento di Fisica/CNR Università

Dettagli

Istituto comprensivo Jacopo della Quercia Siena a.s. 2014/2015 CURRICOLO DI SCIENZE Scuola Secondaria di Primo Grado

Istituto comprensivo Jacopo della Quercia Siena a.s. 2014/2015 CURRICOLO DI SCIENZE Scuola Secondaria di Primo Grado Istituto comprensivo Jacopo della Quercia Siena a.s. 2014/2015 CURRICOLO DI SCIENZE Scuola ria di Primo Grado TRAGUARDI DI COMPETENZA CLASSE TERZA L alunno esplora e sperimenta, in laboratorio e all aperto,

Dettagli

Creare posti di lavoro proteggendo il clima I lavori verdi nei paesi del G8 e in Italia

Creare posti di lavoro proteggendo il clima I lavori verdi nei paesi del G8 e in Italia Briefing Creare posti di lavoro proteggendo il clima I lavori verdi nei paesi del G8 e in Italia Luglio 2009 I leader del G8 a L Aquila hanno l opportunità di dare impulso all economia e all occupazione

Dettagli

La RSA: introduzione metodologica

La RSA: introduzione metodologica La RSA: introduzione metodologica Cos è la RSA La Relazione sullo Stato dell Ambiente (RSA) è uno strumento di informazione con il quale le Pubbliche Amministrazioni presentano periodicamente ai cittadini

Dettagli

PICCOLE E MEDIE IMPRESE EFFICIENTI Programma per migliorare l efficienza energetica nelle piccole e medie imprese RELAZIONE TECNICA

PICCOLE E MEDIE IMPRESE EFFICIENTI Programma per migliorare l efficienza energetica nelle piccole e medie imprese RELAZIONE TECNICA ASSESSORATO DELL INDUSTRIA Allegato alla Delib.G.R. n. 63/7 del 15.12.2015 PICCOLE E MEDIE IMPRESE EFFICIENTI Programma per migliorare l efficienza energetica nelle piccole e medie imprese RELAZIONE TECNICA

Dettagli

APPUNTI DI RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE Dr. Claudio Santi. CAPITOLO 1 NMR Risonanza Magnetica Nucleare

APPUNTI DI RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE Dr. Claudio Santi. CAPITOLO 1 NMR Risonanza Magnetica Nucleare APPUNTI DI RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE Dr. Claudio Santi CAPITOLO 1 NMR Risonanza Magnetica Nucleare INTRODUZIONE Nel 1946 due ricercatori, F. Block ed E.M.Purcell, hanno indipendentemente osservato per

Dettagli

I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE

I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE Ing Giuseppe Magro Presidente Nazionale IAIA 1 Italia 2 La Valutazione Ambientale Strategica

Dettagli

PIANO TRIENNALE D ATTIVITÀ 2011-2013. Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 24 febbraio 2011

PIANO TRIENNALE D ATTIVITÀ 2011-2013. Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 24 febbraio 2011 PIANO TRIENNALE D ATTIVITÀ 2011-2013 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 24 febbraio 2011 2/175 INDICE Presentazione... 5 Executive Summary... 7 PARTE I ELEMENTI GENERALI: STRATEGIE, OBIETTIVI

Dettagli

ATI ARIOLI Spa Gerenzano VA STAZIONE SPERIMENTALE DELLA SETA DI COMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA (Dipartimento di Fisica)

ATI ARIOLI Spa Gerenzano VA STAZIONE SPERIMENTALE DELLA SETA DI COMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA (Dipartimento di Fisica) SCHEDE TECNICHE INTERVENTI CONCLUSI ATI ARIOLI Spa Gerenzano VA STAZIONE SPERIMENTALE DELLA SETA DI COMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA (Dipartimento di Fisica) ID75/2003 PROGETTO R&S Trattamento

Dettagli

SOSTENIAMO I PARLAMENTARI EUROPEI

SOSTENIAMO I PARLAMENTARI EUROPEI SOSTENIAMO I PARLAMENTARI EUROPEI 3 / PER UN FUTURO A BASSA EMISSIONE DI CARBONIO L Europa si è impegnata a limitare l aumento della temperatura globale a 2 C. Sotto questo livello si calcola che gli impatti

Dettagli

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale I beni culturali Il problema I beni culturali un elemento di estremo rilievo per la crescita della cultura e della qualità della vita dei cittadini - possono favorire lo sviluppo di alcune iniziative economiche

Dettagli

AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO. Risparmiare energia nell illuminazione

AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO. Risparmiare energia nell illuminazione Questa guida è stata realizzata in collaborazione con AIMB - Associazione Industriali Monza e Brianza e Lyte & Lyte Italy Srl Nova Milanese (MI). Suggerimenti per migliorare l utilità di queste guide e

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Sintesi del decreto legislativo sulla promozione della cogenerazione ad alto rendimento PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Il decreto

Dettagli

9. CONSUMI ENERGETICI

9. CONSUMI ENERGETICI 271 9. CONSUMI ENERGETICI E ormai più che consolidata la consapevolezza che i consumi energetici costituiscono il fattore determinante al quale sono riconducibili sia i cambiamenti climatici, che molte

Dettagli

I nuovi modelli del Sistema Sanità: sostenibilità, digitalizzazione ed innovazione

I nuovi modelli del Sistema Sanità: sostenibilità, digitalizzazione ed innovazione 4 HEALTHCARE SUMMIT I nuovi modelli del Sistema Sanità: sostenibilità, digitalizzazione ed innovazione Contributo alla tavola rotonda: Nuovi Business Models ed Innovazione Tecnologica per il SSN: risparmiare

Dettagli

IL GOVERNATORE CUOMO LANCIA IL FONDO PER L ENERGIA PULITA DA 5 MILIARDI DI DOLLARI PER LA CRESCITA DELL ECONOMIA DELL ENERGIA PULITA DI NEW YORK

IL GOVERNATORE CUOMO LANCIA IL FONDO PER L ENERGIA PULITA DA 5 MILIARDI DI DOLLARI PER LA CRESCITA DELL ECONOMIA DELL ENERGIA PULITA DI NEW YORK Per la Diffusione Immediata: 21/1/2016 Stato di New York Executive Chamber Andrew M. Cuomo Governatore IL GOVERNATORE ANDREW M. CUOMO IL GOVERNATORE CUOMO LANCIA IL FONDO PER L ENERGIA PULITA DA 5 MILIARDI

Dettagli

I cambiamenti climatici e le politiche dell'unione europea. Iter storico e nuove sfide

I cambiamenti climatici e le politiche dell'unione europea. Iter storico e nuove sfide I cambiamenti climatici e le politiche dell'unione europea. Iter storico e nuove sfide Laura Scichilone Dottore di ricerca in Storia del federalismo e dell unità europea CRIE-Centro di eccellenza Jean

Dettagli

Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica

Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica Fabrizio De Nisi, IC (Integrated Circuit) Consultant Il rapido sviluppo industriale in atto in numerose parti del mondo, sta generando

Dettagli

ONCOLOGIA OGGI Animali e Uomo Alleati Contro i Tumori

ONCOLOGIA OGGI Animali e Uomo Alleati Contro i Tumori ONCOLOGIA OGGI Animali e Uomo Alleati Contro i Tumori Venerdì 12 giugno 2009 ore 08.30 14.00 COMUNE DI ROMA Palazzo Senatorio- Aula Giulio Cesare P.zza del Campidoglio - Roma LE BIOBANCHE IN MEDICINA VETERINARIA

Dettagli

Obiettivi e Strumenti

Obiettivi e Strumenti Libro verde sul quadro al 2030 per le politiche energetiche e climatiche Consultazione pubblica del Ministero dello Sviluppo Economico Risposte Confindustria Confindustria considera il tema affrontato

Dettagli

Allegato A) REGIONI: FRIULI-VENEZIA GIULIA / TRENTINO-ALTO ADIGE / VENETO

Allegato A) REGIONI: FRIULI-VENEZIA GIULIA / TRENTINO-ALTO ADIGE / VENETO Linea strategica: Dispositivi e sensori innovativi Tematica di lavoro: Proteine transmembrana e loro effetti sul trasporto cellulare, Scienze biologiche, Chimica e tecnologie farmaceutiche, Biotecnologie

Dettagli

PLS Fisica Progetto Lauree Scientifiche

PLS Fisica Progetto Lauree Scientifiche Università di Palermo PLS Fisica Progetto Lauree Scientifiche Corsi di Laurea in Fisica Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Università degli Studi di Palermo 1 Laurea triennale in Scienze

Dettagli

CENTRALI TERMOELETTRICHE

CENTRALI TERMOELETTRICHE CENTRALI TERMOELETTRICHE Introduzione I procedimenti tradizionali di conversione dell energia, messi a punto dall uomo per rendere disponibili, a partire da fonti di energia naturali, energia in forma

Dettagli

Campioni atomici al cesio

Campioni atomici al cesio Campioni atomici al cesio Introduzione Gli orologi con oscillatore a cristallo di quarzo, che si sono via via rivelati più affidabili e precisi degli orologi a pendolo, hanno iniziato a sostituire questi

Dettagli

Progetto europeo PERSIL Opportunità del fotovoltaico in Provincia di Torino. Specifiche tecniche sugli impianti fotovoltaici e nuovo conto energia

Progetto europeo PERSIL Opportunità del fotovoltaico in Provincia di Torino. Specifiche tecniche sugli impianti fotovoltaici e nuovo conto energia Progetto europeo PERSIL Opportunità del fotovoltaico in Provincia di Torino Pinerolo-Nichelino-Ivrea-Collegno-Settimo T.se, 9-16-23 febbraio e 2-9 marzo 2011 Specifiche tecniche sugli impianti fotovoltaici

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

La viticoltura di precisione

La viticoltura di precisione Capitolo I La viticoltura di precisione L. Genesio *, T. De Filippis *, F. Di Gennaro *, E. Fiorillo *, A. Matese *, J. Primicerio *, L. Rocchi *, F.P. Vaccari * 1. La viticoltura di precisione nel Consorzio

Dettagli

Scienze della Terra. Esplicitazone del prodotto/compito ESITI DI APPRENDIMENTO

Scienze della Terra. Esplicitazone del prodotto/compito ESITI DI APPRENDIMENTO Scheda di progettazione delle Unità di Apprendimento Corso di grafica, informatica, biotecnologia, elettrotecnica ed elettronica Classi ANAGRAFICA UdA N 1 Titolo: Astronomia Anno Periodo inizio Settembre

Dettagli

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22 Al Collegio dei Docenti E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Oggetto : Pubblicazione Atto di Indirizzo del Dirigente Scolastico per la predisposizione

Dettagli

Programma Operativo 2014/2020

Programma Operativo 2014/2020 Programma Operativo Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014/2020 DOTAZIONE FINANZIARIA F.E.S.R. 2014/2020 965.844.740 Nel periodo 2007/2013 1.076.000.000 Criteri di concentrazione delle risorse per la

Dettagli

A relazione dell'assessore Giordano: Premesso che:

A relazione dell'assessore Giordano: Premesso che: REGIONE PIEMONTE BU26 28/06/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 11 giugno 2012, n. 18-3996 Approvazione dello schema di Protocollo d'intesa tra la Citta' di Torino, la Fondazione Torino Smart City,

Dettagli

Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions

Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions Indice EXECUTIVE SUMMARY... 4 1. IL CONTESTO... 7 1.1 QUADRO INTERNAZIONALE DI RIFERIMENTO... 7 1.2 CONSIDERAZIONI SULLA TRANSIZIONE VERSO

Dettagli

Normativa di riferimento

Normativa di riferimento Normativa di riferimento La normativa in materia di energie alternative da fonti rinnovabili è presente a diverse scale territoriali: da indirizzi a livello globale ed europeo sino ad una trattazione a

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO INDIRIZZO MECCANICA, MECCATRONICA ed ENERGIA Meccanica e Meccatronica Energia Materie plastiche

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO INDIRIZZO MECCANICA, MECCATRONICA ed ENERGIA Meccanica e Meccatronica Energia Materie plastiche IIS GIULIO NATTA RIVOLI (To) IL PRIMO BIENNIO ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO INDIRIZZO MECCANICA, MECCATRONICA ed ENERGIA Meccanica e Meccatronica Energia Materie plastiche Il primo biennio ha carattere

Dettagli

RETI T I DI D LAB A O B R O AT A O T R O I I P U P BB B L B IC I I I D E D LLA

RETI T I DI D LAB A O B R O AT A O T R O I I P U P BB B L B IC I I I D E D LLA RETI DILABORATORI PUBBLICI DELLA REGIONE PUGLIA PACCHETTO INNOVAZIONE Bari, 6 dicembre 2011 Reti per il rafforzamento del potenziale tecnologico regionale L azione (II Atto Integrativo dell APQ Ricerca

Dettagli

LinkO: una infrastruttura in fibra ottica per confronti remoti di tempo e frequenza ad alta accuratezza

LinkO: una infrastruttura in fibra ottica per confronti remoti di tempo e frequenza ad alta accuratezza LinkO: una infrastruttura in fibra ottica per confronti remoti di tempo e frequenza ad alta accuratezza D. Calonico, F. Levi, A. Mura, C. Clivati e A. Godone INRIM Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica

Dettagli

Il mondo produttivo e la Green Economy

Il mondo produttivo e la Green Economy Bologna Venerdì, 22 ottobre 2010 Verso un nuovo PER: linee di indirizzo per un Piano partecipato Il mondo produttivo e la Green Economy LA POLITICA ENERGETICA EUROPEA, LE GREEN TECHNOLOGIES, IL PIANO ANTICRISI

Dettagli

Il protocollo di Kyoto

Il protocollo di Kyoto Protocollo di Kyoto Il protocollo di Kyoto E' il primo tentativo globale di coordinamento delle politiche economiche di singoli stati sovrani. Il protocollo di Kyoto è lo storico accordo internazionale

Dettagli

Campioni di pressione e sensori Marina Sardi INRIM

Campioni di pressione e sensori Marina Sardi INRIM Campioni di pressione e sensori Marina Sardi INRIM In qualità di Istituto Metrologico Primario l INRIM realizza e mantiene la scala delle pressioni, che copre l intervallo di valori tra 10-6 Pa (campo

Dettagli

quale agisce una forza e viceversa. situazioni. applicate a due corpi che interagiscono. Determinare la forza centripeta di un

quale agisce una forza e viceversa. situazioni. applicate a due corpi che interagiscono. Determinare la forza centripeta di un CLASSE Seconda DISCIPLINA Fisica ORE SETTIMANALI 3 TIPO DI PROVA PER GIUDIZIO SOSPESO Test a risposta multipla MODULO U.D Conoscenze Abilità Competenze Enunciato del primo principio della Calcolare l accelerazione

Dettagli

LE ENERGIE RINNOVABILI

LE ENERGIE RINNOVABILI LE ENERGIE RINNOVABILI La definizione di energia rinnovabile è spesso legata al termine ecologia. Infatti vengono spesso erroneamente definite come energie che rispettano l ambiente. Ci sono diversi tipi

Dettagli

La Ricerca e Sviluppo in Italia nel periodo 2003-2005

La Ricerca e Sviluppo in Italia nel periodo 2003-2005 7 ottobre 2005 La Ricerca e Sviluppo in Italia nel periodo 2003-2005 L Istat presenta i principali risultati delle rilevazioni sulla Ricerca e Sviluppo intra-muros 1 (R&S) in Italia, riferiti alle imprese,

Dettagli

CLASSI PRIME TECNICO GRAFICO. a.s. 2014/ 2015

CLASSI PRIME TECNICO GRAFICO. a.s. 2014/ 2015 KIT DI RECUPERO DI GEOGRAFIA CLASSI PRIME TECNICO GRAFICO a.s. 2014/ 2015 MATERIALE DIDATTICO SOSPENSIONE DI GIUDIZIO GEOGRAFIA CLASSI PRIME Tecnico Grafico a.s. 2014 / 2015 COGNOME : NOME: CLASSE:. Il

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Operare in situazioni reali e/o disciplinari con tecniche e procedure di calcolo L alunno si muove con sicurezza nel calcolo anche con i numeri razionali, ne padroneggia le diverse e stima la grandezza

Dettagli

RICERCA E INNOVAZIONE 6

RICERCA E INNOVAZIONE 6 RICERCA E INNOVAZIONE 6 247 248 6.1 CREAZIONE DELLA INFRASTRUTTURA PER RICERCA E INNOVAZIONE Sviluppo della infrastruttura locale Obiettivi: sviluppare la capacità di produrre ricerca e sviluppo e gestire

Dettagli

PROSPETTIVE DELLE TECNOLOGIE ENERGETICHE MONDIALI 2050 (WETO-H2) MESSAGGI FONDAMENTALI

PROSPETTIVE DELLE TECNOLOGIE ENERGETICHE MONDIALI 2050 (WETO-H2) MESSAGGI FONDAMENTALI PROSPETTIVE DELLE TECNOLOGIE ENERGETICHE MONDIALI 2050 (WETO-H2) MESSAGGI FONDAMENTALI Lo studio WETO-H2 ha elaborato una proiezione di riferimento del sistema energetico mondiale e due scenari di variazione,

Dettagli

I NUOVI ISTITUTI TECNICI

I NUOVI ISTITUTI TECNICI Istituto Tecnico Industriale Statale Liceo Scientifico Tecnologico Ettore Molinari Via Crescenzago, 110/108-20132 Milano - Italia tel.: (02) 28.20.786/ 28.20.868 - fax: (02) 28.20.903/26.11.69.47 Sito

Dettagli

Come rispondere alle nuove esigenze di formazione nella manutenzione

Come rispondere alle nuove esigenze di formazione nella manutenzione METODI GESTIONALI E TECNICHE DI INGEGNERIA PER L INNOVAZIONE DELLA MANUTENZIONE INDUSTRIALE 21 Marzo 2005 Assolombarda - Milano Sala Camerana Come rispondere alle nuove esigenze di formazione nella manutenzione

Dettagli

STAINLESS STEEL AND SUPERALLOYS

STAINLESS STEEL AND SUPERALLOYS STAINLESS STEEL AND SUPERALLOYS Modernità, dinamismo, esperienza, conoscenza e stato dell arte degli impianti: questi sono gli elementi che hanno reso Italfond una tra le più accreditate acciaierie a livello

Dettagli

Energy in our life. 6. Perché risparmiare energia? 1. Forme di energia:

Energy in our life. 6. Perché risparmiare energia? 1. Forme di energia: Energy in our life 1. Forme di energia: Energia meccanica; Energia nucleare; Energia elettrica; Energia chimica; Energia termica; 1. Consumi nel mondo; 2. Consumi in italia; 3. Consumi in Sicilia; 4. Energia

Dettagli

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo»

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Torino, 28-30 Novembre 2011 Luca Pignatelli Demografia (2010-2011) Popolazione

Dettagli

PIANO DI LAVORO A.S. 2013/2014

PIANO DI LAVORO A.S. 2013/2014 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE PROFESSIONALE E TECNICO COMMERCIALE A. CASAGRANDE F. CESI TERNI PIANO DI LAVORO PROF. SCIULLI PERFILIA CLASSE: I D MATERIA: SCIENZE INTEGRATE (FISICA) sez. F. CESI A.S.

Dettagli

La Ricerca e Sviluppo in Italia nel 2006

La Ricerca e Sviluppo in Italia nel 2006 24 novembre 2008 La Ricerca e Sviluppo in Italia nel 2006 L Istat diffonde i risultati delle rilevazioni sulla Ricerca e Sviluppo intra-muros (R&S) in Italia, riferiti alle imprese, alle istituzioni pubbliche

Dettagli

Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per. la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della

Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per. la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della sostenibilità nel settore delle attività portuali PREMESSO CHE Il Documento di

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCIENZE. Traguardi per lo sviluppo delle competenze OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCIENZE. Traguardi per lo sviluppo delle competenze OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCIENZE L insegnamento delle scienze dovrebbe essere caratterizzato dall utilizzo e dall acquisizione delle metodologie euristiche, che alimentano

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra La Regione Emilia-Romagna, con sede in Bologna, Viale Aldo Moro, 52, codice fiscale n. 80062590379, rappresentata dall Assessore Alfredo Peri, in esecuzione della deliberazione

Dettagli

Koinè Consulting. Profilo aziendale

Koinè Consulting. Profilo aziendale Koinè Consulting Profilo aziendale Koinè Consulting è una società cooperativa a responsabilità limitata che svolge attività di consulenza e servizi alle imprese, avvalendosi di competenze interne in materia

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

CAMERA DEI DEPUTATI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO Camera dei Deputati 1 Senato della Repubblica CAMERA DEI DEPUTATI Doc. XII N. 595 RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO APPROVATA NELLA SEDUTA DI GIOVEDÌ 3 MAGGIO 2001 Risoluzione del Parlamento europeo sull

Dettagli

Corso di Metrologia applicata alla Meteorologia 20 Marzo 2013 Nozioni di metrologia Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica INRiM Torino g.lopardo@inrim.it Sommario Riferibilità Metrologica Incertezza

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio DIPARTIMENTO DI ENERGETICA, TERMOFLUIDODINAMICA APPLICATA E CONDIZIONAMENTI

Dettagli

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo Ridurre i divari Il problema Fino alla fine degli anni sessanta, la cooperazione allo sviluppo si identificava esclusivamente con la cooperazione economica o con l aiuto umanitario di emergenza. Questa

Dettagli

IL PROJECT LEASING. per. IMPIANTI di COGENERAZIONI ALIMENTATI DA BIOMASSA

IL PROJECT LEASING. per. IMPIANTI di COGENERAZIONI ALIMENTATI DA BIOMASSA IL PROJECT LEASING per IMPIANTI di COGENERAZIONI ALIMENTATI DA BIOMASSA NUOVE opportunità di sviluppo PER LA TUA IMPRESA nel settore dell Energia 1 GLI IMPIANTI DI COGENERAZIONE La cogenerazione, CHP (Combined

Dettagli

Migliorare il processo produttivo con SAP ERP

Migliorare il processo produttivo con SAP ERP ICI Caldaie Spa. Utilizzata con concessione dell autore. Migliorare il processo produttivo con SAP ERP Partner Nome dell azienda ICI Caldaie Spa Settore Caldaie per uso residenziale e industriale, generatori

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

FISICA STANDARD MINIMI IN TERMINI DI CONOSCENZE E COMPENTENZE

FISICA STANDARD MINIMI IN TERMINI DI CONOSCENZE E COMPENTENZE FISICA Anno Scolastico 2013-2014 Classe II C Insegnante : Franco Cricenti OBIETTIVI GENERALI Nel II anno degli istituti professionali accanto agli insegnamenti dell area generale comuni a tutti gli indirizzi

Dettagli

Grandezze fisiche e loro misura

Grandezze fisiche e loro misura Grandezze fisiche e loro misura Cos è la fisica? e di che cosa si occupa? - Scienza sperimentale che studia i fenomeni naturali suscettibili di sperimentazione e caratterizzati da entità o grandezze misurabili.

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Valutazione della Didattica A.A.2008-2009 Facoltà di Ingegneria

Università degli Studi di Perugia Valutazione della Didattica A.A.2008-2009 Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA CIVILE (Classe 8) ANALISI MATEMATICA 8,0 52 FISICA GENERALE II 7,9 56 IDRAULICA 7,6 71 LEGISLAZIONE OO.PP. E LAVORI 7,6 28 IDROLOGIA E INFRASTRUTTURE IDRAULICHE 7,6 111 DISEGNO CIVILE 7,5 65

Dettagli

CCNL per i Dipendenti da Istituti di Vigilanza Privata 2009-2011. Un contratto per il futuro.

CCNL per i Dipendenti da Istituti di Vigilanza Privata 2009-2011. Un contratto per il futuro. CCNL per i Dipendenti da Istituti di Vigilanza Privata 2009-2011. Un contratto per il futuro. Il settore della Vigilanza Privata italiana, in tempi recenti, ha conosciuto delle innovazioni di matrice normativa

Dettagli