ATI GRUPPO MANERBIESI GRUPPO MANERBIESI SRL Manerbio BS MECTEX SPA Erba CO STAZIONE SPERIMENTALE PER LA SETA Milano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ATI GRUPPO MANERBIESI GRUPPO MANERBIESI SRL Manerbio BS MECTEX SPA Erba CO STAZIONE SPERIMENTALE PER LA SETA Milano"

Transcript

1 SCHEDE TECNICHE INTERVENTI CONCLUSI ATI GRUPPO MANERBIESI GRUPPO MANERBIESI SRL Manerbio BS MECTEX SPA Erba CO STAZIONE SPERIMENTALE PER LA SETA Milano ID79/2003 PROGETTO R&S MID Marcatura ed Identificazione Difetti AREA MD MODA DURATA 30 MESI QUADRO ECONOMICO PREVISIONE INIZIALE ,00 COSTO FINALE ,64 INTERVENTO FINANZIARIO EROGATO ,70 PREMESSA La filiera produttiva del tessile-abbigliamento è senz altro una delle più complesse nel panorama industriale. Infatti, si presenta estremamente parcellizzata e caratterizzata, soprattutto nel nostro paese, da un grandissimo numero di operatori, ciascuno estremamente specializzato. Questo aspetto raggiunge il suo massimo sviluppo nei cosiddetti distretti italiani e, se da un lato rappresenta uno dei punti di forza del sistema, dall altro, dà luogo a tutta una serie di problemi connessi con lo scambio delle informazioni da parte dei vari stadi della filiera, causando spesso

2 contestazioni e incomprensioni con conseguente aggravio dei costi di produzione. Particolare importanza riveste da questo punto di vista l identificazione e segnalazione dei difetti inevitabilmente presenti sul tessuto. Difetti che spesso hanno rilevanza diversa a seconda dello stadio produttivo coinvolto. A tal fine sono in corso studi volti a rendere il più automatica possibile la valutazione dei difetti. Sistemi di questo tipo sono già in uso, ma a causa dell enorme variabilità della tipologia dei difetti stessi, questo obiettivo è ancora lungi dall aver trovato una piena risoluzione tecnica e l ispezione ottica rimane indispensabile soprattutto per prodotti di elevata qualità, quali quelli cui è orientata la produzione nazionale e in particolare lombarda. Il confezionista spesso commissiona a terzi determinate tipologie di lavorazioni. DESCRIZIONE La sperimentazione effettuata ha avuto l obiettivo di sviluppare un sistema di marcatura che consenta, in fase di ispezione ottica delle pezze, di marcare i difetti stessi senza alterare il tessuto in modo permanente, ma in grado di resistere ai successivi trattamenti fisico-chimici specifici dei tessuti (verifica attraverso le solidità alla luce, al lavaggio, allo stiro e all invecchiamento provocato artificialmente). Attualmente il sistema di marcatura più diffuso in ambito tessile è un contrassegno di tipo fisico (il punto calabrone), mentre nei vari settori merceologici è possibile trovare applicazioni di tecnologie di marcatura più avanzate, che appaiono di possibile trasferimento anche nel settore tessile. I metodi più evoluti rispondono alle esigenze dell anticontraffazione, dell antitaccheggio e dell antipirateria e fanno uso principalmente di

3 marcatori elettronici e magnetici (come identificatori a Radio Frequenza, (RFID), elettromagneti singoli, inchiostri magnetici) o di marcatori visibili invisibili (marcatore colorato, invisibile, fluorescente, termocromico, Hidden Image). I sistemi chimici di marcatura che abbiamo individuato e sperimentato durante il progetto MID sono stati quelli che utilizzano sostanze che assorbono radiazioni ai margini o al di fuori del campo del visibile ( nm) ed in particolare quelle fluorescenti nel vicino infrarosso ( 800 nm), rilevabili solo ed esclusivamente in condizioni specifiche del tutto improbabili nell uso finale da parte del consumatore. Le sostanze fluorescenti assorbono energia di una certa lunghezza d onda λ a e la riemettono ad una lunghezza d onda λ e maggiore di λ a se downconversion, inferiore se up-conversion. I sistemi di visione devono quindi prevedere un mezzo di irraggiamento e uno di rilevazione della radiazione emessa specifici e differenziati in relazione alle lunghezze d onda a cui il fenomeno avviene. Nel caso del vicino infrarosso riportiamo lo schema del sistema di visione per sostanze down e up conversion rispettivamente: SORGENTE IR MARCATORE Down conversion nell IR Sostanze incolori o debolmente colorate capaci di assorbire nel vicino IR e di riemettere sempre nell infrarosso. L individuazione del marcatore avviene tramite una sorgente idonea e un detector sensibile alle lunghezze d onda di fluorescenza.

4 IR Up-Coversion IR Up-Conversion SORGENTE IR UV MARCATORE Coloranti up-conversion Sostanze capaci di assorbire radiazioni nella regione IR e di riemetterle nel visibile. In entrambe i casi abbiamo utilizzato illuminatori a LED con emissione a lunghezze d onda diverse a seconda delle caratteristiche spettroscopiche del marcatore. Il sistema di rilevazione nel primo caso è una telecamera con elevata sensibilità nel NIR, schermata con un filtro in grado di tagliare il campo dl visibile per cui è possibile utilizzare il sistema anche in ambienti normalmente illuminati. Nel caso degli up-conversion è invece necessario che l ambiente di lavoro sia completamente oscurato e il sistema rileva nel visibile la sola radiazione emessa dal marcatore. Per questo motivo si sono portate a reale applicazione solo sostanze della prima categoria. Sono state individuate una serie di sostanze fluorescenti nel vicino infrarosso con meccanismo down-conversion, introdotte in una formulazione che permette una metodica di marcatura riproducibile e facilmente gestibile da parte dell operatore. Sostanze in grado di consentire una marcatura poco visibile a occhio nudo e capaci di resistere alle lavorazioni successive senza perdere definizione.

5 Si sono provate dispersioni acriliche depositate con un pennello e un sistema con pennarello ricaricabile che si è rilevato di miglior applicazione. Tra i marcatori IR down-conversion presi in considerazione, valutando i risultati delle prove di solidità e la sensibilità di rilevazione, si sono potute individuare alcune sostanze con elevate e adeguate caratteristiche applicative e di cui si è sperimentata l applicazione industriale. Il sistema ha dimostrato di funzionare nella maggior parte dei casi considerati, ma per sfruttarne completamente le possibilità e facilitarne l uso in azienda è necessaria ancora una fase di sviluppo soprattutto ingegneristico non originariamente compresi nel budget del progetto, quali automatizzazione della regolazione delle condizioni di esposizione, software dedicati e integrati con quelli di controllo qualità e statistica. La foto seguente illustra il sistema di visione utilizzato in laboratorio per le prove di marcatura su tessuti che è stato testato, con alcune modifiche per renderne più agevole l utilizzo, anche nei reparti di riferimento del produttore di tessuti e del confezionista. TELECAMERA LED CAMPIONE TESSUTO

6 Le foto seguenti illustrano la sperimentazione del sistema di visione presso l azienda. Gli obiettivi del progetto sono stati pienamente raggiunti ed hanno consentito il deposito di un brevetto di invenzione industriale a conclusione delle attività di ricerca e di sperimentazione poste in atto dai partner dl Progetto M.I.D.

7 Il brevetto di invenzione industriale, avente il seguente titolo Metodo per l identificazione di difetti in manufatti tessili, comprende 18 Rivendicazioni che descrivono il metodo, i parametri di operatività ed il processo fino alla mappatura del tessuto sotto analisi di specola attrezzata.

Misura delle proprietà di trasmissione e assorbimento della luce da parte dei materiali mediante spettrofotometro

Misura delle proprietà di trasmissione e assorbimento della luce da parte dei materiali mediante spettrofotometro Misura delle proprietà di trasmissione e assorbimento della luce da parte dei materiali mediante spettrofotometro Apparato sperimentale: Spettrofotometro digitale SPID HR (U21830) con software di acquisizione,

Dettagli

TERMOGRAFIA. Sono state effettuate ispezioni termografiche in un unica giornata (04/02/2008), gli edifici ispezionati sono:

TERMOGRAFIA. Sono state effettuate ispezioni termografiche in un unica giornata (04/02/2008), gli edifici ispezionati sono: GreenLab S.r.l. - 2008 TERMOGRAFIA Premessa TERMOGRAFIA Oggetto della presente relazione è una campagna di rilievi termografici effettuati presso diversi edifici nei comuni di Forni di Sopra, Lauco, Prato

Dettagli

Classificazione dei laser

Classificazione dei laser Classificazione dei laser ATTENZIONE: i criteri di classificazione sono cambiati Classi introdotte nel 1993 Classi introdotte nel 2007 1 1 1M 2 2 3A 3B 2M 3R 3B 4 4 Che cos è la coerenza (spaziale):

Dettagli

Indagini termografiche

Indagini termografiche Indagini termografiche informazioni sintetiche sulle possibili applicazioni in ambito edile, impiantistico ed industriale Servizi di Termografia dbabitat srl fornisce il servizio di analisi, indagine e

Dettagli

Riccardo Di Liberto Struttura Complessa di Fisica Sanitaria Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo -Pavia

Riccardo Di Liberto Struttura Complessa di Fisica Sanitaria Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo -Pavia Effetti biologici derivanti da dall interazione tra fasci laser utilizzati nelle applicazioni industriali ed il corpo umano Riccardo Di Liberto Struttura Complessa di Fisica Sanitaria Fondazione IRCCS

Dettagli

INDAGINI TERMOGRAFICHE

INDAGINI TERMOGRAFICHE INDAGINI TERMOGRAFICHE INDAGO SRL Via Sestri 15/4 16154 GENOVA SESTRI Sede Operativa: Corso Italia 26-18012 Bordighera (IM) Tel/Fax: 0184-998536 Mail: info@indagosrl.it - indago@pec.it La termografia Per

Dettagli

LA TERMOGRAFIA SPETTRO ONDE ELETTROMAGNETICHE

LA TERMOGRAFIA SPETTRO ONDE ELETTROMAGNETICHE SPETTRO ONDE ELETTROMAGNETICHE La radiazione elettromagnetica è un mezzo di trasmissione dell energia sotto forma di onde aventi entrambe le componenti elettriche e magnetiche. La sequenza ordinata delle

Dettagli

Indice. - Premessa. - Indagine termografica. - Documentazione Fotografica e IR

Indice. - Premessa. - Indagine termografica. - Documentazione Fotografica e IR Indice - Premessa - Indagine termografica - Documentazione Fotografica e IR Premessa La caratterizzazione fisico-meccanica dei materiali costituenti un manufatto è indispensabile per stabilire un appropriato

Dettagli

Le sorgenti di radiazioni ottiche artificiali (ROA) non coerenti

Le sorgenti di radiazioni ottiche artificiali (ROA) non coerenti Le sorgenti di radiazioni ottiche artificiali (ROA) non coerenti Dr. Riccardo Di Liberto Struttura Complessa di Fisica Sanitaria Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo - Pavia Principali applicazioni

Dettagli

SPETTROSCOPIA ATOMICA

SPETTROSCOPIA ATOMICA SPETTROSCOPIA ATOMICA Corso di laurea in Tecnologie Alimentari La spettroscopia atomica studia l assorbimento, l emissione o la fluorescenza di atomi o di ioni metallici. Le regioni dello spettro interessate

Dettagli

ILLUMINIAMO IL TUO FUTURO

ILLUMINIAMO IL TUO FUTURO ILLUMINIAMO IL TUO FUTURO TECNOLOGIA LED Il LED è un dispositivo elettronico che trasforma la corrente da cui è attraversato in luce e calore, non irradiato, da dissipare attraverso un apposita struttura

Dettagli

Conoscere l'arte per conservare l'arte:

Conoscere l'arte per conservare l'arte: Conoscere l'arte per conservare l'arte: Indagini diagnostiche per i Beni Culturali Le opere d'arte sono oggetti unici e irripetibili e come tali vanno trattate. Conoscerne le fenomenologie di degrado e

Dettagli

Introduzione al telerilevamento

Introduzione al telerilevamento Introduzione al telerilevamento Telerilevamento = Remote Sensing Acquisizione di informazioni su un oggetto mediante un sensore non in contatto con esso, ossia mediante misure delle variazioni dei campi

Dettagli

Sensori, trasduttori e trasmettitori: Evoluzioni e tendenze

Sensori, trasduttori e trasmettitori: Evoluzioni e tendenze Piero G. Squizzato Sensori, trasduttori e trasmettitori: Evoluzioni e tendenze Nell automazione l elemento fondamentale è una precisa e affidabile misura delle variabili fisiche e chimiche, identificanti

Dettagli

Filtri per la saldatura e tecniche connesse requisiti di trasmissione e utilizzazioni raccomandate

Filtri per la saldatura e tecniche connesse requisiti di trasmissione e utilizzazioni raccomandate allegato 3 - protezione personale degli occhi Allegato 3 (*) Si riportano di seguito le appendici delle norme UNI EN 169 (1993), UNI EN 170 (1993) e UNI EN 171 (1993) Protezione personale degli occhi (*)

Dettagli

IL LASER. Principio di funzionamento.

IL LASER. Principio di funzionamento. IL LASER Acronimo di Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation (amplificazione di luce per mezzo di emissione stimolata di radiazione), è un amplificatore coerente di fotoni, cioè un dispositivo

Dettagli

PROTEZIONE DELLA VISTA E DEL CAPO

PROTEZIONE DELLA VISTA E DEL CAPO NORME EUROPEE PER LA PROTEZIONE DELLA VISTA Norme principali Norme per tipologia di filtro (lenti) Saldatura EN116 Requisiti di base EN169 Filtri per saldatura EN175 Dispositivi per la protezione degli

Dettagli

ATI ARIOLI Spa Gerenzano VA STAZIONE SPERIMENTALE DELLA SETA DI COMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA (Dipartimento di Fisica)

ATI ARIOLI Spa Gerenzano VA STAZIONE SPERIMENTALE DELLA SETA DI COMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA (Dipartimento di Fisica) SCHEDE TECNICHE INTERVENTI CONCLUSI ATI ARIOLI Spa Gerenzano VA STAZIONE SPERIMENTALE DELLA SETA DI COMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA (Dipartimento di Fisica) ID75/2003 PROGETTO R&S Trattamento

Dettagli

Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE

Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE Facoltà di Ingegneria Master in Sicurezza e Protezione Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE IMPIANTI DI RIVELAZIONE INCENDI Docente Fabio Garzia Ingegneria della Sicurezza w3.uniroma1.it/sicurezza

Dettagli

fornitore globale per la GDO

fornitore globale per la GDO fornitore globale per la GDO evision srl è specializzata in soluzioni software per le aziende della Grande Distribuzione (alimentare e non), per le piattaforme ortofrutticole e per le aziende manifatturiere.

Dettagli

ELETTRONICA PER IL TESSILE

ELETTRONICA PER IL TESSILE ELETTRONICA PER IL TESSILE MADE IN ITALY AZIENDA LA NOSTRA STRUTTURA La OMG, da cinquant anni sul mercato della progettazione e della costruzione di macchine speciali e di attrezzature meccaniche, è un

Dettagli

Un sistema semplice ed efficace Per la tracciabilità dei dispositivi medici sterilizzati in ospedale

Un sistema semplice ed efficace Per la tracciabilità dei dispositivi medici sterilizzati in ospedale Gestione informatizzata della distribuzione e della tracciabilità dei prodotti sterilizzati Un sistema semplice ed efficace Per la tracciabilità dei dispositivi medici sterilizzati in ospedale Il programma

Dettagli

RT CONTROLLO RADIOGRAFICO CORSO PER OPERATORI DI II LIVELLO TOTALE ORE : 120 (Pluri-Settoriale) - 80 (Settore Lettura Lastre) PARTE 1 - PRINCIPI DEL CONTROLLO RADIOGRAFICO 1.1) Scopo e limitazioni del

Dettagli

Visible Scanner VIS. Cap. Sociale 50.000,00 R.E.A. di Milano 1835352 - Registro delle Imprese n 05614450962 C.C.I.A.A. di Milano

Visible Scanner VIS. Cap. Sociale 50.000,00 R.E.A. di Milano 1835352 - Registro delle Imprese n 05614450962 C.C.I.A.A. di Milano Visible Scanner VIS European Advanced Technologies S.r.l. Sede Legale: Via Carducci, 32-20123 Milano P.I. / C.F. 05614450962 Unità Op. 1: Viale Europa, 28a - 24048 Treviolo BG Tel. +39 035 19901260 Fax

Dettagli

Luce blu e Lenti Transitions

Luce blu e Lenti Transitions Luce blu e Lenti Transitions Sommario Definizione di luce blu Dove si trova Benefici e problematiche potenziali relative all esposizione alla luce blu Lenti Transitions Caratteristica proprietà di filtrare

Dettagli

Spettroscopia Raman. Trasmissione-assorbimento

Spettroscopia Raman. Trasmissione-assorbimento Spettroscopia Raman Quando una radiazione monocromatica di frequenza n o e incidente ad un sistema molecolare la luce viene: assorbita se ha energia pari ad una possibile transizione ad un livello energetico

Dettagli

CR33 - CR34 GRAFIKSCAN 2200 GRAFIKSCAN 3000 SOFTWARE GRAFIKSCAN

CR33 - CR34 GRAFIKSCAN 2200 GRAFIKSCAN 3000 SOFTWARE GRAFIKSCAN CR33 - CR34 GRAFIKSCAN 2200 GRAFIKSCAN 3000 SOFTWARE GRAFIKSCAN P A C K A G I N G CR33 - CR34 Controllo di registro colori per macchine rotocalco da imballaggio CARATTERISTICHE TECNICHE Il controllo di

Dettagli

TERMOGRAFIA. FLIR Systems

TERMOGRAFIA. FLIR Systems TERMOGRAFIA Un controllo ad infrarossi dedicato all impianto elettrico consente di identificare le anomalie causate dall azione tra corrente e resistenza. La presenza di un punto caldo all interno di un

Dettagli

RADIAZIONI OTTICHE ARTIFICIALI: i DPI per OCCHI e VISO

RADIAZIONI OTTICHE ARTIFICIALI: i DPI per OCCHI e VISO RADIAZIONI OTTICHE ARTIFICIALI: i DPI per OCCHI e VISO Omar Nicolini - Az.USL di Modena (o.nicolini@ausl.mo.it) Lorenza Gandolfi Az.USL di Modena (l.gandolfi@ausl.mo.it) 1 DLgs.81/08 -Titolo VIII -Capo

Dettagli

WHITE PAPER. Perché Sony per la qualità delle immagini?

WHITE PAPER. Perché Sony per la qualità delle immagini? WHITE PAPER Perché Sony per la qualità delle immagini? Introduzione Perché Sony per la qualità delle immagini? Il futuro della videosorveglianza IP punta decisamente verso il Full HD. Molti produttori

Dettagli

In anticipo sul futuro. La tecnica termografica come strumento di verifica e diagnosi di malfunzionamenti

In anticipo sul futuro. La tecnica termografica come strumento di verifica e diagnosi di malfunzionamenti La tecnica termografica come strumento di verifica e diagnosi di malfunzionamenti La tecnica termografica genesi e definizioni Termografia: definizioni e principio di misura Dal greco: Scrittura del calore

Dettagli

PhoeniX. Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali

PhoeniX. Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali PhoeniX Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali PhoeniX Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali Phoenix è l ultima evoluzione della macchina d ispezione

Dettagli

PROCEMEX TWIN. Integrated Web Monitoring & Web Inspection System

PROCEMEX TWIN. Integrated Web Monitoring & Web Inspection System Procemex TWIN è l eccezionale punto d incontro tra le nostre competenze in ambito di monitoraggio rotture carta e ricerca difetti, e le reali richieste da parte del cliente per una soluzione più semplice,

Dettagli

D. Lgs 81/08 titolo VIII AGENTI FISICI. A cura di Norberto Canciani

D. Lgs 81/08 titolo VIII AGENTI FISICI. A cura di Norberto Canciani D. Lgs 81/08 titolo VIII AGENTI FISICI A cura di Norberto Canciani Capo I: DISPOSIZIONI GENERALI - definizioni e campo di applicazione - Agenti fisici: rumore, ultrasuoni, infrasuoni, vibrazioni meccaniche,

Dettagli

Valutazione mediante calcoli

Valutazione mediante calcoli Valutazione mediante calcoli Esposizione radiante: integrale nel tempo della Radianza, espressa in Joule per unità di area irradiata (J/m 2 ) Definizioni delle grandezze radiometriche Potenza radiante:

Dettagli

Vedere ciò che non si vede

Vedere ciò che non si vede Vedere ciò che non si vede LA LUCE UV È INVISIBILE Tuttavia essa influenza l aspetto finale dei prodotti stampati. Pertanto è importante conoscere le condizioni di visualizzazione in cui sono destinati

Dettagli

FONDAMENTI DI ILLUMINOTECNICA

FONDAMENTI DI ILLUMINOTECNICA Prof. Ceccarelli Antonio ITIS G. Marconi Forlì Articolazione: Elettrotecnica Disciplina: Tecnologie e progettazione di sistemi elettrici ed elettronici A.S. 2012/13 FONDAMENTI DI ILLUMINOTECNICA CHE COSA

Dettagli

1 Caratteristiche dei materiali utilizzati in ottica oftalmica di Alessandro Farini 1.1 Caratteristiche ottiche dei materiali oftalmici

1 Caratteristiche dei materiali utilizzati in ottica oftalmica di Alessandro Farini 1.1 Caratteristiche ottiche dei materiali oftalmici 1 Caratteristiche dei materiali utilizzati in ottica oftalmica di Alessandro Farini Esaminiamo in questo capitolo le principali caratteristiche dei vari materiali utilizzati nel campo dell'ottica oftalmica,

Dettagli

SPETTROSCOPIA MOLECOLARE

SPETTROSCOPIA MOLECOLARE SPETTROSCOPIA MOLECOLARE La spettroscopia molecolare studia l assorbimento o l emissione delle radiazioni elettromagnetiche da parte delle molecole. Il dato sperimentale che si ottiene, chiamato rispettivamente

Dettagli

DIESSE VISION. Sistema di ispezione per controllo di qualità e di processo

DIESSE VISION. Sistema di ispezione per controllo di qualità e di processo Automation & Supervision Industrial Team DIESSE VISION Sistema di ispezione per controllo di qualità e di processo La soluzione più veloce ed affidabile per l automazione delle ispezioni di qualità e di

Dettagli

PLATEVIEW ZOOM. Modello con interfaccia Ethernet - IP GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO

PLATEVIEW ZOOM. Modello con interfaccia Ethernet - IP GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO PLATEVIEW ZOOM Modello con interfaccia Ethernet - IP GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO Contenuto Prima di procedere all installazione del dispositivo, verificare che il contenuto della confezione sia tutto presente

Dettagli

elios SOFTWARE SISTEMA GESTIONALE PER LA PMI Helios - Sistema Gestionale Integrato per la PMI

elios SOFTWARE SISTEMA GESTIONALE PER LA PMI Helios - Sistema Gestionale Integrato per la PMI elios GESTIONALE PER LE PMI SISTEMA SOFTWARE GESTIONALE PER LA PMI Helios - Sistema Gestionale Integrato per la PMI L applicativo software per la Gestione delle Attività Aziendali ERP HELIOS GESTIONE PRODUZIONE

Dettagli

Sistema theremino Theremino Spectrometer Tecnologia

Sistema theremino Theremino Spectrometer Tecnologia Sistema theremino Theremino Spectrometer Tecnologia Sistema theremino - Theremino Spectrometer Technology - 15 agosto 2014 - Pagina 1 Principio di funzionamento Ponendo una telecamera digitale con un reticolo

Dettagli

Soluzione per il riconoscimento automatico delle targhe

Soluzione per il riconoscimento automatico delle targhe Soluzione per il riconoscimento automatico delle targhe COME NASCE LA SOLUZIONE L evoluzione tecnologica, l esperienza nell identifi cazione delle migliori soluzioni e l esigenza sempre più forte di potenziare

Dettagli

L analisi della luce degli astri: fotometria e spettrometria

L analisi della luce degli astri: fotometria e spettrometria Università del Salento Progetto Lauree Scientifiche Attività formativa Modulo 1 L analisi della luce degli astri: fotometria e spettrometria Vincenzo Orofino Gruppo di Astrofisica LA LUCE Natura della

Dettagli

INTRODUZIONE. Articolo qe001: versione 4

INTRODUZIONE. Articolo qe001: versione 4 INTRODUZIONE L obiettivo principale del progetto è dimostrare come ridefinire le strategie di gestione dei quadri elettrici disponendo di un network telematico in grado di monitorare e storicizzare tutti

Dettagli

Tuteliamo il futuro della tua impresa

Tuteliamo il futuro della tua impresa 1 2 Tuteliamo il futuro della tua impresa Medicina DEL LAVORO La tutela della salute, in chiave anche e soprattutto preventiva, è oggetto, attualmente, di sempre maggiore attenzione, in particolare negli

Dettagli

La Termografia. www.modulorstudio.it

La Termografia. www.modulorstudio.it La Termografia www.modulorstudio.it Modulor Studio s.r.l.s. Via Via Milazzo, 11 11 - - 96016 Lentini (SR) (SR) - Italia - Italia Tel. Tel. 095-2935054 Fax. Email 095-2937521 info@modulorstudio.it - Email

Dettagli

PAVIA INGEGNERIA INDUSTRIALE

PAVIA INGEGNERIA INDUSTRIALE PAVIA INGEGNERIA INDUSTRIALE Campus CRAVINO PAVIA Ingegneria sostenibile per la società di oggi e di domani www.unipv.it/industriale Energia Elettrica Energetica Meccanica 1 I corsi di INGEGNERIA INDUSTRIALE

Dettagli

La Nabla Quadro s.r.l.

La Nabla Quadro s.r.l. La Nabla Quadro s.r.l. Nasce dall iniziativa di ingegneri con esperienza decennale nell ambito dello studio e controllo delle ricadute ambientali dovute alla costruzione e all esercizio di infrastrutture

Dettagli

MACCHINA DI TEST PER SCHEDE ELETTRONICHE CHIP ON PAPER CHIP ON PLASTIC RFID

MACCHINA DI TEST PER SCHEDE ELETTRONICHE CHIP ON PAPER CHIP ON PLASTIC RFID MACCHINA DI TEST PER SCHEDE ELETTRONICHE CHIP ON PAPER CHIP ON PLASTIC RFID RobotroniX S.r.l. è una società di ingegneria che progetta e realizza sistemi innovativi in svariati ambiti tecnologici avvalendosi

Dettagli

ROA: effetti sulla salute e protezione dei lavoratori

ROA: effetti sulla salute e protezione dei lavoratori ROA: effetti sulla salute e protezione dei lavoratori Alessandra Cattini Dipartimento SanitàPubblica Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Reggio Emilia ROA: effetti sulla salute Gli effetti

Dettagli

Tubi fluorescenti. Le ESCO e le opportunità dei D.M. 20 luglio 2004 sull efficienza energetica

Tubi fluorescenti. Le ESCO e le opportunità dei D.M. 20 luglio 2004 sull efficienza energetica Tubi fluorescenti I tubi T12 furono i primi tubi introdotti sul mercato negli anni 30. Sono ormai praticamente fuori commercio. I tubi T8 furono introdotti sul mercato nel 1982. Hanno le stesse caratteristiche

Dettagli

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA MOBILE

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA MOBILE INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA MOBILE INDICE 1. PREMESSA 4 2. TELECAMERE 4 3. UNITA' DI STORAGE

Dettagli

Capitolo 4 Le spettroscopie. 1. Lo spettro elettromagnetico

Capitolo 4 Le spettroscopie. 1. Lo spettro elettromagnetico Capitolo 4 Le spettroscopie 1. Lo spettro elettromagnetico 2) Tipi di spettroscopia Emissione: transizione da livello superiore a livello inferiore Assorbimento: contrario 2.1 Spettroscopie rotazionali,

Dettagli

CONOSCERE LA LUCE. Propagazione nello spazio di un onda elettromagnetica.

CONOSCERE LA LUCE. Propagazione nello spazio di un onda elettromagnetica. FOTODIDATTICA CONOSCERE LA LUCE Le caratteristiche fisiche, l analisi dei fenomeni luminosi, la temperatura di colore. Iniziamo in questo fascicolo una nuova serie di articoli che riteniamo possano essere

Dettagli

LG -Lampade compatte a led Nozioni generali e principali caratteristiche

LG -Lampade compatte a led Nozioni generali e principali caratteristiche LG -Lampade compatte a led Nozioni generali e principali caratteristiche STRUTTURA della LAMPADA LG Possiamo individuare 3 componenti principali che formano la lampada compatta a led (1) Led e diffusore

Dettagli

sommario l approccio nebri-tech l innovazione

sommario l approccio nebri-tech l innovazione RFID SYSTEMS sommario 4 OUR company 6 8 l approccio nebri-tech 10 12 14 RFID: cos è LA TRACCIABiLITà L ANTICONTRAFFAZIONE SETTORI DI APPLICAZIONE 16 PRODOTTI e servizi 18 l innovazione 4 5 OUR COMPANY

Dettagli

edocubox Soluzione completa per tutti i documenti A UTHENTICATION DEVICE xperta s.r.l.

edocubox Soluzione completa per tutti i documenti A UTHENTICATION DEVICE xperta s.r.l. edocubox A UTHENTICATION DEVICE Soluzione completa per tutti i documenti Il dispositivo di autenticazione edocubox permette rapidi ed accurati controlli. FULL HighResolution 700 dpi per un corretto controllo

Dettagli

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione - 26 maggio 2015 - Continua a crescere il numero di start-up innovative nel nostro Paese: a fine aprile avevano

Dettagli

settore MEDICAL DEVICE

settore MEDICAL DEVICE settore MEDICAL DEVICE Il comparto Medical Device è uno dei settori maggiormente in crescita del nostro panorama industriale. SAM ERP2 è il software ERP di ultima generazione progettato e sviluppato proprio

Dettagli

Cronomaster ITALY. APPARECCHIATURA di controllo di ASSENZA CORTOCIRCUITI Nelle piastre di BATTERIE Pb. CONCETTO DI FUNZIONAMENTO

Cronomaster ITALY. APPARECCHIATURA di controllo di ASSENZA CORTOCIRCUITI Nelle piastre di BATTERIE Pb. CONCETTO DI FUNZIONAMENTO ITALY APPARECCHIATURA di controllo di ASSENZA CORTOCIRCUITI Nelle piastre di BATTERIE Pb. CONCETTO DI FUNZIONAMENTO L apparecchiatura verifica che non sussistano cortocircuiti, affermati o potenziali,

Dettagli

Tabella emissività. CARLESI STRUMENTI - Firenze 16

Tabella emissività. CARLESI STRUMENTI - Firenze 16 Tabella emissività Alcune macchine danno la possibilità di consultare una tavola delle emissività (non particolarmente estesa). La stessa può essere consultata tenendo in valigia una copia cartacea. Quasi

Dettagli

Sommario. Il gruppo p.1. La tecnologia p.2. MICRORED p.5. Microglass M.I.T. Made in Italy Technology

Sommario. Il gruppo p.1. La tecnologia p.2. MICRORED p.5. Microglass M.I.T. Made in Italy Technology Sommario 1 Il gruppo p.1 La tecnologia p.2 MICRORED p.5 By Microglass M.I.T. Made in Italy Technology Microglass s.r.l. P.I. 01444310930-33080 San Quirino (PN) Italia Sede amm.va: via Masieres 25/B Z.I.

Dettagli

SPETTROFOTOMETRI. Visibile e UV-Visibile

SPETTROFOTOMETRI. Visibile e UV-Visibile Visibile e UV-Visibile Il Produttore Gli spettrofotometri ONDA sono prodotti da una azienda con oltre dieci anni di esperienza nello sviluppo di strumenti UV/Vis, singolo e doppio raggio, con controllo

Dettagli

ATI SPEED AUTOMAZIONE

ATI SPEED AUTOMAZIONE DG Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione SCHEDE TECNICHE INTERVENTI CONCLUSI ATI SPEED AUTOMAZIONE - SPEED AUTOMAZIONE Srl Milano - SALMOIRAGHI Spa Monza (MB) - SPEED R&D Srl (ex IICS Srl) Milano

Dettagli

Diffrazione da reticolo: un CD come Spettroscopio

Diffrazione da reticolo: un CD come Spettroscopio Diffrazione da reticolo: un CD come Spettroscopio 1 -Argomento Esperimenti con uno spettroscopio realizzato con materiali a costo nullo o basso o di riciclo. Cosa serve - un vecchio CD, - una scatola di

Dettagli

LA MATERIA MATERIA. COMPOSIZIONE (struttura) Atomi che la compongono

LA MATERIA MATERIA. COMPOSIZIONE (struttura) Atomi che la compongono LA MATERIA 1 MATERIA PROPRIETÀ (caratteristiche) COMPOSIZIONE (struttura) FENOMENI (trasformazioni) Stati di aggregazione Solido Liquido Aeriforme Atomi che la compongono CHIMICI Dopo la trasformazione

Dettagli

Misura della concentrazione intracellulare di ioni calcio con tecniche di video-imaging

Misura della concentrazione intracellulare di ioni calcio con tecniche di video-imaging Misura della concentrazione intracellulare di ioni calcio con tecniche di video-imaging Lo ione Calcio è il catione più abbondante nel corpo umano La concentrazione intracellulare di Calcio è bassa (100

Dettagli

CATALOGO PRODOTTI. www. 2LS-TOOLS.com

CATALOGO PRODOTTI. www. 2LS-TOOLS.com CATALOGO PRODOTTI www. 2LS-TOOLS.com A proposito di 2LS I prodotti 2LS sono strumenti di posizionamento di alta qualità che colmano il divario esistente tra i laser fai da te a basso costo e gli strumenti

Dettagli

Vantaggi principali del led. I servizi offerti. Il nostro progetto per le aziende

Vantaggi principali del led. I servizi offerti. Il nostro progetto per le aziende Illuminazione a led Vantaggi principali del led - Rispetto ai prodotti tradizionali (lampade a incandescenza, alogene, fluorescenti e a scarica) la quantità di materia utilizzata nella fabbricazione è

Dettagli

Evoluzione dei LED ed efficientamento energetico

Evoluzione dei LED ed efficientamento energetico Evoluzione dei LED ed efficientamento energetico L impiego dei LED negli impianti di illuminazione permette oggi di contenere in misura significativa i consumi di energia elettrica, ma anche di ridurre

Dettagli

Genova 15 01 14 TIPOLOGIE DI LAMPADE

Genova 15 01 14 TIPOLOGIE DI LAMPADE Genova 15 01 14 TIPOLOGIE DI LAMPADE Le lampade a vapori di mercurio sono sicuramente le sorgenti di radiazione UV più utilizzate nella disinfezione delle acque destinate al consumo umano in quanto offrono

Dettagli

MANUTENZIONE INVERTER LEONARDO

MANUTENZIONE INVERTER LEONARDO MANUTENZIONE INVERTER LEONARDO Indice 1 REGOLE E AVVERTENZE DI SICUREZZA... 3 2 DATI NOMINALI LEONARDO... 4 3 MANUTENZIONE... 5 3.1 PROGRAMMA DI MANUTENZIONE... 6 3.1.1 Pulizia delle griglie di aerazione

Dettagli

ONDE ELETTROMAGNETICHE

ONDE ELETTROMAGNETICHE ONDE ELETTROMAGNETICHE ONDE ELETTROMAGNETICHE Sono parte integrante dell ambiente in cui viviamo e lavoriamo Di origine artificiale (per esempio le onde radio, radar e nelle telecomunicazioni) Di origine

Dettagli

I materiali. I materiali. Introduzione al corso. Tecnologia di produzione I materiali La misura della durezza. Le prove meccaniche distruttive

I materiali. I materiali. Introduzione al corso. Tecnologia di produzione I materiali La misura della durezza. Le prove meccaniche distruttive I materiali I materiali Introduzione al corso Tecnologia di produzione I materiali La misura della durezza Le prove meccaniche distruttive La meccanica dei materiali 2 2006 Politecnico di Torino 1 Obiettivi

Dettagli

I dispositivi di protezione degli occhi: Occhiali da sole

I dispositivi di protezione degli occhi: Occhiali da sole Verona 14 aprile 2011 I dispositivi di protezione degli occhi: Occhiali da sole Relatore: Gabriele Lualdi 91 UN PO DI TEORIA (1) Per un dispositivo di protezione dell occhio la caratteristica più importante

Dettagli

Programma di addestramento raccomandato per l esame di Termografia di 2 livello secondo EN 473

Programma di addestramento raccomandato per l esame di Termografia di 2 livello secondo EN 473 Programma di addestramento raccomandato per l esame di Termografia di 2 livello secondo EN 473 Parte 1 a - Concetti di base 1.0.0 - Natura del calore 1.1.0 - misura del calore: - strumentazione - scale

Dettagli

L'Azienda ed il suo ruolo nella lotta alla contraffazione. 3 Novembre 2011

L'Azienda ed il suo ruolo nella lotta alla contraffazione. 3 Novembre 2011 L'Azienda ed il suo ruolo nella lotta alla contraffazione 3 Novembre 2011 Le aree di business Sicurezza ed anticontraffazione Telematica e multimedia Coniazione, medaglistica ed arte Editoria 2 Le principali

Dettagli

Teoria dell immagine

Teoria dell immagine Archivi fotografici: gestione e conservazione Teoria dell immagine Elementi di base: la luce, l interazione tra luce e materia, il colore Mauro Missori Cos è la fotografia? La fotografia classica è un

Dettagli

Tecnica fotografica: Il bilanciamento del bianco

Tecnica fotografica: Il bilanciamento del bianco Tecnica fotografica: Il bilanciamento del bianco Capita a tutti di ritrovarci con una foto dai colori irreali. Cosa è andato storto? Semplice, ci siamo dimenticati di impostare il corretto bilanciamento

Dettagli

BigX. Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali

BigX. Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali BigX Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali BigX Macchina per il controllo dimensionale e dei difetti superficiali BigX è l ultima evoluzione della macchina d ispezione visiva

Dettagli

D.LGS.81/08 TITOLO VIII CAPO V RADIAZIONI OTTICHE ARTIFICIALI (ROA)

D.LGS.81/08 TITOLO VIII CAPO V RADIAZIONI OTTICHE ARTIFICIALI (ROA) D.LGS.81/08 TITOLO VIII CAPO V RADIAZIONI OTTICHE ARTIFICIALI (ROA) 1.1 Descrizione della fonte di rischio Le radiazioni ROA sono radiazioni elettromagnetiche che hanno la caratteristica di avere una lunghezza

Dettagli

SISTEMA 3D-MBS (Three Dimensional Multi Band System)

SISTEMA 3D-MBS (Three Dimensional Multi Band System) SISTEMA 3D-MBS (Three Dimensional Multi Band System) Sistema 3D-MBS 1 SISTEMA 3D-MBS (Three Dimensional Multi Band System) Il 3D-Multi Band System è un sistema integrato per la gestione della sicurezza

Dettagli

Una sorgente luminosa artificiale è generalmente costituita da due parti:

Una sorgente luminosa artificiale è generalmente costituita da due parti: Illuminotecnica Sorgenti luminose artificiali Definizioni Una sorgente luminosa artificiale è generalmente costituita da due parti: La lampada L apparecchio illuminante Le lampade, preposte alla conversione

Dettagli

IMPIANTI DI RIVELAZIONE INCENDIO. Ing. PAOLO MAURIZI Corso 818/84

IMPIANTI DI RIVELAZIONE INCENDIO. Ing. PAOLO MAURIZI Corso 818/84 IMPIANTI DI RIVELAZIONE INCENDIO Ing. PAOLO MAURIZI Corso 818/84 GENERALITA E OBIETTIVI Misure di protezione incendi Protezione di tipo attivo Salvaguardia della incolumità delle persone (attraverso un

Dettagli

LOTTO 10 Micro4taman con integrazione SPN IJSNOM

LOTTO 10 Micro4taman con integrazione SPN IJSNOM CcmpeftvttÒ / / /// / )/,,4/,/* /4..//Ì./4.. //yy LOTTO 10 Micro4taman con integrazione SPN IJSNOM JJflpQQdiuara: 35L240,00= IVA esclusa Condizioni djgara: la gara sarà aggiudicata con il criterio dell

Dettagli

25/01/2014. Perché filtrare la luce? Filtri e lenti per patologie oculari. Cosa conoscere? Spettro elettromagnetico. Radiazione elettromagnetica

25/01/2014. Perché filtrare la luce? Filtri e lenti per patologie oculari. Cosa conoscere? Spettro elettromagnetico. Radiazione elettromagnetica Filtri e lenti per patologie oculari FIRENZE 19 GENNAIO 2014 Silvano Abati silvanoabati@tiscali.it Dr. Scuola Internazionale di Ottica Optometria Firenze Stazione di Santa Maria Novella Binario 1 A Perché

Dettagli

Color Data Matrix. Figura 1. Esempi di codici Data Matrix (a) su metallo e (b) su carta.

Color Data Matrix. Figura 1. Esempi di codici Data Matrix (a) su metallo e (b) su carta. Color Data Matrix L identificazione dei prodotti mediante codici marcati direttamente sui pezzi sta diventando un elemento essenziale nei processi di fabbricazione industriale Molte simbologie lineari,

Dettagli

Valutazione e protezione dei rischi delle Radiazioni Ottiche Artificiali. Rischio laser in ambito medicale

Valutazione e protezione dei rischi delle Radiazioni Ottiche Artificiali. Rischio laser in ambito medicale Valutazione e protezione dei rischi delle Radiazioni Ottiche Artificiali Rischio laser in ambito medicale DLgs 81/2008 titolo VIII, capo V Indicazioni operative ISPESL www.ispesl.it Michele Saba Dipartimento

Dettagli

Avete un problema di automazione industriale? Per ogni problema esiste la soluzione, e se siete qui l avete già trovata.

Avete un problema di automazione industriale? Per ogni problema esiste la soluzione, e se siete qui l avete già trovata. Avete un problema di automazione industriale? Per ogni problema esiste la soluzione, e se siete qui l avete già trovata. Dal 1987 risolvo problemi di automazione industriale. Aziende leader nei settori

Dettagli

Paleontologia. Archeologia. Radioisotopi. Industria. Biologia. Medicina

Paleontologia. Archeologia. Radioisotopi. Industria. Biologia. Medicina Paleontologia Industria Radioisotopi Archeologia Medicina Biologia I radioisotopi I radioisotopi (o radionuclidi), sono dei nuclidi instabili che decadono emettendo energia sottoforma di radiazioni, da

Dettagli

L ARMONIZZAZIONE DEI PROCESSI CON IL CLIENTE AL CENTRO

L ARMONIZZAZIONE DEI PROCESSI CON IL CLIENTE AL CENTRO CASE STUDY L ARMONIZZAZIONE DEI PROCESSI CON IL CLIENTE AL CENTRO INTESA SANPAOLO FORMAZIONE S.C.P.A. OTTIMIZZA LA GESTIONE DEL CLIENTE ATTRAVERSO LA PIENA INTEGRAZIONE DEI PROCESSI DI BUSINESS Per Intesa

Dettagli

I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE

I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE Nell ultima notte di osservazione abbiamo visto bellissime immagini della Galassia, delle sue stelle e delle nubi di gas che la compongono.

Dettagli

COLLABORAZIONI: UNIVERSITÀ DELL INSUBRIA COMO - CNR LECCO

COLLABORAZIONI: UNIVERSITÀ DELL INSUBRIA COMO - CNR LECCO SCHEDE TECNICHE INTERVENTI CONCLUSI SOLIANI EMC Srl Como COLLABORAZIONI: UNIVERSITÀ DELL INSUBRIA COMO - CNR LECCO ID41/2003 PROGETTO R&S METALLIZZAZIONE ELETTROCHIMICA DI STRUTTURE TESSILI AREA MD NUOVI

Dettagli

Leica Rugby 320 SG & 410/420 DG I migliori in campo. Costruzioni Controllo macchine Agricoltura. Analist Group

Leica Rugby 320 SG & 410/420 DG I migliori in campo. Costruzioni Controllo macchine Agricoltura. Analist Group Leica Rugby 320 SG & 410/420 DG I migliori in campo Costruzioni Controllo macchine Agricoltura Leica Rugby 320 SG & 410/420 DG La scelta vincente quando l obiettivo è la precisione La massima precisione:

Dettagli

Linea SORTEX B. Ottimizzare la selezione tradizionale.

Linea SORTEX B. Ottimizzare la selezione tradizionale. Linea. Ottimizzare la selezione tradizionale. . Ottimizzare la selezione tradizionale. Cambiare le regole del gioco - impegnarsi ad aiutare gli operatori nel settore ad ottimizzare il processo di selezione

Dettagli

ATI STARTES JACQUARD Spa

ATI STARTES JACQUARD Spa SCHEDE TECNICHE INTERVENTI CONCLUSI ATI STARTES JACQUARD Spa STARTES JACQUARD Spa Villasanta MI MAKO SHARK Srl Dolzago LC ID55/2003 PROGETTO I&I Studio del fenomeno dell attrito e delle relative soluzioni

Dettagli

SERVIZI ANALISI, MONTAGGIO MANICHE, ACCESSORI. Filtrazione GAS E liquidi

SERVIZI ANALISI, MONTAGGIO MANICHE, ACCESSORI. Filtrazione GAS E liquidi SERVIZI ANALISI, MONTAGGIO MANICHE, ACCESSORI Filtrazione GAS E liquidi Introduzione Il centennale know-how di Testori S.p.A. e la produzione verticalmente integrata, permettono di supportare il cliente

Dettagli

SPETTROSCOPIA INFRAROSSA

SPETTROSCOPIA INFRAROSSA SPETTROSCOPIA INFRAROSSA Metodi fisici in chimica organica spettroscopia IR Vibrazioni molecolari 400-4000 4000 cm -1 Spettri molto complessi anche per molecole semplici:! Riconoscimento sostanze incognite

Dettagli