p.8 p.10 p.20 ECONOMIA, SOCIETÀ E CULTURA Periodico di informazione della Cassa Rurale di Fiemme

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "p.8 p.10 p.20 ECONOMIA, SOCIETÀ E CULTURA Periodico di informazione della Cassa Rurale di Fiemme"

Transcript

1 Anno XI - Numero 2 - Quadrimestrale - Spedizione in A.P. - 45% art. 2 comma 20/BL. 662/96 D.C.I. TRENTO - Agosto 2011 Periodico di informazione della Cassa Rurale di Fiemme ECONOMIA, SOCIETÀ E CULTURA p.8 p.10 p.20 Bando Premi e Borse di Studio Iniziativa Nuovi Nati Carlo Deflorian

2

3 Sommario Periodico di informazione della Cassa Rurale di Fiemme Banca di Credito Cooperativo Autorizzazione Tribunale di Trento n del Editore/Proprietario: CASSA RURALE DI FIEMME Predazzo, via Garibaldi 10 Tel Fax Direttore Responsabile: MARIO FELICETTI Comitato di redazione: GOFFREDO ZANON PAOLO NONES PAOLO DEFRANCESCO RENZO DAPRÀ PIERPAOLO DELLANTONIO SANDRO PEDOT MASSIMO PIAZZI MASSIMILIANO DEFLORIAN DENIS VINANTE Foto: MARIO FELICETTI MASSIMO PIAZZI ARCHIVIO CASSA RURALE Impaginazione e stampa: LITOTIPOGRAFIA ALCIONE Lavis (Trento) EDITORIALE p. 4 Editoriale del Presidente p. 5 Editoriale del Direttore IN PRIMO PIANO p. 6 Resoconto assemblea dei soci 2011 p. 8 Bando Premi e Borse di Studio p. 10 Iniziativa Nuovi Nati p. 11 Permesso funghi al Bancomat p. 12 Risparmiolandia: l economia raccontata ai bambini p. 14 Concorso fotografico Il valore di una foto, una foto di valore p. 15 Concorso Premia il tuo risparmio p. 16 Consegna diplomi corso Job Trainer DALLA COMUNITÀ E DAL TERRITORIO p. 18 Cambia volto il salone della sede di Predazzo p. 20 Il personaggio: Carlo Deflorian p. 24 Reportage da Parigi e Castelli della Loira p. 25 Fondazione Il Sollievo: incontro pubblico p. 26 Il nuovo osservatorio nelle speranze degli Astrofili p. 34 La posta dei lettori SALUTE p. 30 Le piante officinali p. 32 Le ricette di cucina Quanti fossero interessati a ricevere il giornale Crescere Insieme, sono pregati di comunicare presso i nostri sportelli, l indirizzo. Sarà cura della Cassa Rurale provvedere con tempestività alla spedizione a domicilio. 3

4 presidente Goffredo Zanon La crisi perdura molto di più di quello che si pensava anzi, in questi ultimi tempi, nuovi scenari preoccupanti si delineano Cari Soci, nell accingermi a scrivere queste poche righe per portarvi il saluto mio e del Consiglio di Amministrazione, sto pensando a quello che si può dire riguardo alla situazione generale del 2011 dopo che sono passati più di sette mesi. Penso e ripenso, cerco e ricerco ma, di notizie positive riguardanti l economia mondiale e previsioni per il futuro, di certo non riesco ad individuarne. La crisi perdura molto di più di quello che si pensava anzi, in questi ultimi tempi, nuovi scenari preoccupanti si delineano. Il 2009 doveva essere l anno più critico ed invece tanto il 2010 quanto il 2011 si stanno rivelando forse ancora più preoccupanti. Anche la nostra economia locale continua a risentire, come del resto è logico, di questa fase stagnante. Le famiglie fanno fatica ad arrivare a fine mese e le imprese soffrono la crisi del mercato con conseguenti difficoltà negli investimenti e nello sviluppo. Evidentemente anche la nostra Cassa Rurale deve fare i conti con questa realtà. C è sempre più richiesta di credito e la raccolta non cresce in una situazione di questo tipo. Dopo questa panoramica piena di ottimismo (permettetemi la battuta) Ritengo che solo cerchiamo di capire quale sia il ruolo una Cassa Rurale sana, solida e patrimonializzata possa della nostra Cassa continuare a svolgere Rurale di Fiemme un ruolo di importante e come il Consiglio sostegno alle nostre di Amministrazione, insieme a tutta famiglie e alla nostra economia la struttura, cerchi di affrontare questo momento. Ritengo che solo una Cassa Rurale sana, solida e patrimonializzata possa continuare a svolgere un ruolo di importante sostegno alle nostre famiglie e alla nostra economia. Per fare questo il Consiglio di Amministrazione si sta impegnando a fondo operando con attenzione nel perseguire gli obiettivi che riescano a soddisfare le esigenze di soci e clienti e nello stesso tempo rafforzino la solidità della Cassa Rurale. Impegno non facile, però solo con questi obiettivi, potremo garantire un futuro sereno al nostro Istituto. A forza di pensare però, finalmente, una cosa positiva mi è venuta in mente! Come sapete a cavallo tra fine 2010 e inizio 2011 c è stata la visita ispettiva della Banca d Italia e il conseguente rapporto ispettivo si pronuncia in un giudizio complessivamente favorevole. Vorrei sottolineare che questa Non voglio fare della facile retorica però conclusione non è doveroso ribadire è assolutamente che solo con la vostra fedeltà e la vostra scontata, anzi, vicinanza continua, negli ultimi anni tutto questo è possibile c è (e giustamente) molta severità nelle ispezioni, anche con sanzioni pesanti per le Banche che non siano in regola. Questo conferma la complessiva buona salute della Cassa Rurale di Fiemme, l impegno della struttura e l attenzione che il Consiglio di Amministrazione dedica alla gestione dell Istituto. Non voglio fare della facile retorica però è doveroso ribadire che solo con la vostra fedeltà e la vostra vicinanza continua, tutto questo è possibile. Cercheremo di superare, come del resto abbiamo già fatto in oltre cent anni di storia, questo momento critico sicuri che ne usciremo tutti insieme nel comune interesse di tutta la collettività. Un abbraccio 4

5 direttore Paolo Defrancesco Il problema vero è quello dei debiti sovrani, presente su entrambe le sponde dell Atlantico. Come nella vita delle persone anche nella vita delle aziende ci sono dei momenti particolari che assumono significato e rilevanza. Per una banca uno di questi momenti è la visita ispettiva della Banca d Italia, che ha valenza di un periodico ed approfondito check-up che fornisce un qualificato parere sullo stato di salute della banca. La visita ispettiva è durata più di due mesi ed è stata condotta da tre funzionari, la cui presenza ha costituito una proficua occasione di confronto su temi strategici, gestionali ed operativi per il management della banca e per gli esponenti aziendali che a vario titolo hanno avuto modo di relazionarsi con gli ispettori.il rapporto ispettivo, consegnato agli amministratori a maggio, ha fatto emergere risultanze in prevalenza favorevoli, e dietro questa locuzione tecnica si evince un giudizio complessivamente positivo. L esito dell ispezione ha quindi confortato gli amministratori ma penso che in primis debba confortare i soci ed i clienti, rassicurandoli sullo stato di salute della loro Cassa Rurale. È un esito per niente scontato di questi tempi, ed è quindi con soddisfazione che ne diamo conto su queste pagine. Ovviamente l ispezione ha messo a fuoco anche alcune criticità che non possono essere ignorate e che ci devono spronare ad un continuo miglioramento nell interesse dell azienda, dei soci e di tutti i clienti. Per questo ci siamo già messi al lavoro per rimuovere le carenze evidenziate dalla vigilanza. A proposito di momenti particolari, cosa sta succedendo in queste settimane sui mercati finanziari? Non è semplice dare una risposta ma provo a sintetizzare alcuni elementi che appaiono abbastanza chiari. L economia mondiale sta facendo più fatica del previsto ad uscire dalla crisi e la crescita è più lenta delle attese. C è un rallentamento anche in paesi che nei mesi scorsi avevavo indicatori positivi, e qualcuno teme una recessione (che comunque ad oggi non pare plausibile). Il problema vero è invece quello dei debiti sovrani, presente su entrambe le sponde dell Atlantico. Gli USA ed i paesi dell Euro hanno accumulato un forte debito pubblico. Alcuni stati europei (Grecia, Irlanda e Portogallo) non sembrano in grado di onorare puntualmente questo loro debito e pertanto sono considerati ad elevato rischio di default (insolvenza). Da giugno in poi i mercati hanno valutato più rischioso anche il debito pubblico di Spagna ed Italia. Bisogna ricordare che prima dell Euro i paesi ritenuti più fragili avrebbero scontato una perdita di valore della loro moneta. Ora che la moneta è unica, i tassi di interesse dei titoli emessi dagli stati (e quindi i relativi prezzi) sono la sola variabile di mercato capace di esprimere la sfiducia degli investitori. Siccome le banche hanno nei loro attivi grosse quantità di questi titoli governativi ne consegue un deprezzamento delle quotazioni delle azioni bancarie, le quali pesano parecchio sui listini delle borse già negativamente condizionate dal rallentamento della crescita economica. In questa situazione in Europa c è bisogno di concertare un azione di sostegno ai titoli governativi, ed in questo senso si sta muovendo la banca centrale europea, che però chiede in contropartita ai governi dei songoli stati l adozione di misure per rimettere in ordine i loro conti pubblici. Uno dei principi su cui si basa il credito cooperativo è il cosidetto patto intergenerazionale. Noi abbiamo la responsabilità di consegnare alle generazioni future un azienda solida almeno quanto l abbiamo ereditata dai nostri predecessori. È un patto che oltre a rispondere a dei principi morali risponde anche ad esigenze economiche di equilibrio e stabilità. Col normale buon senso tutti quanti lo applichiamo alla nostra economia famigliare e privata. Nei bilanci statali italiani questo patto però è saltato da decenni e la cruda realtà - che i nostri politici non ammettono - è che da troppo tempo stiamo vivendo sopra le nostre possibilità, indebitando le generazioni future. I mercati ci stanno semplicemente ricordando che non esiste una gran differenza fra amministrare una famiglia, un azienda o uno Stato. Le uscite non possono superare permanentemente le entrate. La crisi in corso ci impone di prenderne atto e ci fornisce l occasione per agire con responsabilità e coraggio. I mercati attendono ormai azioni forti. 5

6 in primo piano Dall assemblea la conferma di un momento difficile per tutti Nonostante tutto comunque, il bilancio chiuso al 31 dicembre dell anno scorso e presentato il 30 aprile all assemblea dei soci può ritenersi soddisfacente Lo hanno ribadito sia il presidente Goffredo Zanon che il direttore Paolo Defrancesco: la crisi che attanaglia l intera realtà internazionale ormai dal 2008 è tutt altro che superata ed anche il 2010 è stato un anno di difficoltà, per le famiglie e per le imprese, che hanno dovuto fare ricorso al credito spesso in maniera significativa, a volte anche aggravando la loro posizione. Nonostante tutto comunque, il bilancio chiuso al 31 dicembre dell anno scorso e presentato il 30 aprile all assemblea dei soci può ritenersi soddisfacente, come hanno potuto verificare gli stessi soci, intervenuti numerosi all assemblea annuale, ospitata nell ampio salone dello Sporting Center di Predazzo. Nella prima parte della riunione, sono stati ricordati doverosamente i 52 soci ed i quattro ex dipendenti (Gianni Bonsaver, Martino Giacomuzzi, Roberto Perin e Maria Volcan) scomparsi nell ultimo anno, dopodichè sono stati premiati con una targa i 21 soci che potevano vantare 50 anni di iscrizione. Ne parliamo a parte. Il presidente Zanon ha quindi presentato la propria relazione, illustrando in sintesi ma con precisione e chiarezza i dati principali del documento contabile. Qualche cifra, per evidenziare le indicazioni più significative: l utile è stato alla fine pari a , rispetto ai del 2009, con il patrimonio netto che è salito a 71,8 milioni di euro, confermando la solidità del nostro istituto di credito e le garanzie che esso è in grado di dare a tutta la compagine sociale, rafforzate grazie al grado di fedeltà di soci e clienti ed alla serietà degli amministratori che si sono succeduti nei decenni. È salita leggermente da 413 a 420 milioni la raccolta diretta, anche se, proprio per effetto della crisi e della ridimensionata capacità di risparmio delle famiglie, sono emersi dei segnali di rallentamento. Sono aumentati gli impieghi, passati da 382 a 402 milioni di euro, e la cosa, ha precisato il presidente Zanon, comporta la necessità di pensare ad una politica del credito più 6

7 mirata e più attenta, anche se non mancherà, come sempre, una particolare attenzione alle famiglie, agli artigiani, alle piccole imprese, che, ha ribadito Zanon, sono la base del tessuto sociale che ha dato il via al nostro movimento cooperativo. Il momento non è facile ma la Cassa Rurale sarà sempre vicina a famiglie e imprese In ogni caso, cresce il volume di affari che, nel 2010, ha raggiunto i 945 milioni, rispetto ai 905 dell anno precedente. Segno inequivocabile dell interesse che viene riposto dagli utenti nei confronti della Cassa. Da sottolineare anche il bilancio sociale, che ha visto la Cassa Rurale di Fiemme distribuire al mondo dell associazionismo e del volontariato, nel corso dell anno, ben euro, cifra ancora superiore rispetto ai del 2009, mentre altre iniziative sono state programmate a sostegno della formazione degli operatori socio/sanitari, per l assistenza ai diabetici (malattia purtroppo in espansione anche nelle valli di Fiemme e Fassa) e per la Fondazione Il Sollievo, istituita alla fine del 2010 e della quale è uno dei soci fondatori la stessa Cassa Rurale di Fiemme. È nei momenti difficili che emerge il patrimonio di fiducia esistente tra Cassa Rurale e soci privati e quant altro) non contribuiscono certamente allo sviluppo del territorio, invitando quindi i soci a valutare con molta attenzione determinate proposte. Da parte del direttore anche l invito a guardare con fiducia al futuro, nella consapevolezza che è proprio nei momenti difficili che emerge con maggiore evidenza il grande patrimonio di fiducia che caratterizza il rapporto tra la Cassa Rurale ed i suoi soci. Gli interventi degli amministratori si sono conclusi con la puntuale relazione di Renato Dalpalù, presidente del Collegio Sindacale. Poi l approvazione, unanime, delle relazioni e del bilancio. Al termine dell assemblea, i partecipanti hanno potuto gustare il rinfresco preparato per l occasione. I PREMIATI Per 50 anni di fedeltà alla Cassa Rurale, sono stati premiati lo scorso 30 aprile i seguenti 21 soci: Italo Craffonara, Giuseppe Delladio, Flavio Dellantonio, Renato Dellantonio, Alessandro Demartin, Mariano Guadagnini e Giovani Morandini di Predazzo, Giuseppe Vanzetta e Giuseppe Vanzo di Ziano, Evaristo Bolognini, Giovanni Bozzetta, Otto Carestia, Margherita Cicci, Mario Deflorian, Romedio Doliana, Francesco Mich fu Natale,. Giovanni Battista Piazzi e Maria Maddalena Zeni di Tesero, Fabio Zancanella di Molina, Enrico Capovilla di Capriana ed Emilio Bortolotti di Valfloriana. Nelle cifre in dettaglio è poi entrato il direttore Paolo Defrancesco, il quale ha stigmatizzato anche la concorrenza di quanti (le Poste, i promotori finanziari 7

8 in primo piano Premi di Studio e Borse di Studio 2011 Due iniziative della Cassa Rurale di Fiemme per incentivare la crescita culturale della nostra comunità. Il Consiglio di Amministrazione della Cassa Rurale di Fiemme ha rinnovato anche quest anno i bandi di concorso per l assegnazione dei Premi di Studio e delle Borse di Studio riservati ai Soci o ai figli dei Soci della Cassa Rurale. L iniziativa si rivolge ai giovani studenti delle scuole professionali, superiori e università con l intento di stimolare l impegno scolastico affinchè acquisiscano quelle conoscenze indispensabili per affrontare le sfide del futuro. Investire sui giovani significa investire sul futuro della comunità. Un giovane che, terminati gli studi, affronta il mondo del lavoro è una vera risorsa con grandi potenzialità. Entusiasmo, voglia di mettersi in gioco, creatività e inventiva, sono le doti più comuni nei giovani. Spesso non trovano gli spazi per esprimersi ma di certo non mancano le capacità. Alla base però ogni giovane deve avere una conoscenza culturale allargata e profonda, indispensabile per costruire il proprio futuro. La Cassa Rurale, attraverso le iniziative dei Premi di Studio e delle Borse di Studio, si pone l obiettivo di stimolare l impegno scolastico dei ragazzi, affinchè raggiungano brillanti risultati, e incentivare i percorsi di studio all estero affinchè imparino le lingue straniere e si confrontino con altre culture e stili di vita. Esperienze fondamentali che rappresentano un requisito indispensabile nella ricerca di un posto di lavoro in una economia che è sempre più globalizzata. Borse di Studio L iniziativa di assegnazione delle borse di studio agli studenti che hanno frequentato un periodo di studio all estero è iniziata nel 2005 e quest anno siamo giunti alla settima edizione. Nelle sei edizioni pre- cedenti hanno beneficiato dell intervento 50 studenti, una media di 8 all anno, con un costo complessivo per la Cassa pari a ,00 euro. Anche in questa edizione il Consiglio ha voluto riservare l iniziativa ai Soci o ai figli dei Soci, mantenendo l agevolazione della quota di ingresso per i giovani studenti che volessero diventare Soci della Cassa Rurale di Fiemme. La borsa di studio per soggiorni all estero di tre mesi ammonta a 750,00 euro mentre la borsa di studio per soggiorni all estero di durata superiore ammonta a 1.000,00 euro. Premi di Studio Il bando dei Premi di Studio prevede l assegnazione di un premio agli studenti meritevoli che hanno terminato gli studi professionali, di scuola media superiore o universitari. È riservato agli studenti Soci o figli di Soci della Cassa Rurale di Fiemme, a dimostrazione dell attenzione che il Consiglio di Amministrazione riserva ai propri Soci. Per gli studenti che intendono diventare Soci è prevista una agevolazione sotto forma di sconto della quota socio. Siamo giunti alla XVII^ edizione del bando e, per dare un idea della dimensione dell iniziativa, solamente negli ultimi sei anni sono stati premiati 246 studenti di cui 148 di loro sono diventati nuovi soci e 52 lo erano già. Un bel segnale di apprezzamento dell iniziativa e contemporaneamente un ringiovanimento della compagine sociale. Verranno premiati gli studenti delle Scuole di formazione professionale che hanno ottenuto la qualifica o il diploma professionali, gli studenti di Scuola superiore che hanno ottenuto il diploma di maturità e i neo laureati. La novità di questa edizione è che non 8

9 saranno più premiati gli studenti che hanno ottenuto la qualifica di operatore socio sanitario. Erano compresi nel bando delle passate edizioni perché, su richiesta delle strutture socio sanitarie locali, c era una carenza di personale qualificato da inserire negli organici delle strutture. Ad oggi questa carenza è stata superata e i diplomati sono in esubero rispetto ai posti disponibili e alle necessità del prossimo futuro. Il requisito richiesto a tutti è di aver superato gli esami con un punteggio pari o superiore al 90% del punteggio massimo previsto. Unica eccezione gli studenti di Scuola superiore che praticano una attività sportiva a livello agonistico. In questo caso il requisito richiesto è di aver ottenuto il diploma di maturità con un punteggio pari o superiore all 80% del punteggio massimo previsto. Lo studente in possesso della qualifica professionale riceverà un premio di 200 euro, quello che ha ottenuto il diploma professionale riceverà un premio di 250 euro. Gli studenti che hanno ottenuto il diploma di maturità saranno assegnatari di un viaggio premio mentre per gli studenti universitari il bando prevede di poter scegliere fra due opzioni: per le lauree specialistiche o magistrali il premio consiste nella partecipazione gratuita ad un corso formativo di Job Trainer nel quale il giovane potrà potenziare le proprie capacità di orientamento, di relazione e di progettualità futura migliorando l autostima e la responsabilità. Per le lauree brevi (triennali) gli studenti potranno scegliere fra il viaggio premio o la partecipazione al corso formativo. Il regolamento del bando e i moduli di domanda sono pubblicati sul nostro sito internet e andranno presentate presso le filiali della Cassa Rurale entro il termine del 30 settembre 2011 complete di tutta la documentazione richiesta. Per ogni eventuale chiarimento gli interessati potranno rivolgersi presso le nostre filiali. Renzo Daprà 9

10 in primo piano Benvenuto ai Nuovi Nati La nascita di un figlio è l evento della vita, l amplificazione della speranza e dei sentimenti, la proiezione nel futuro. Un bambino determina una nuova gioia nella famiglia, sprigiona un energia diversa e un senso più positivo della vita. È sicuramente un momento importante da festeggiare e da ricordare. La Cassa Rurale di Fiemme, nell ambito delle varie iniziative rivolte ai propri Soci, ha istituito il Benvenuto ai Nuovi Nati, una iniziativa speciale per testimoniare la concreta vicinanza alle famiglie dei Soci che festeggiano il lieto evento. Ci sembra un bel modo per dare il nostro benvenuto ai nuovi piccoli nati e partecipare alla gioia dell evento con i loro genitori. L iniziativa Benvenuto ai Nuovi Nati prevede un regalo per i genitori, utile nei primi mesi di crescita del bambino, ed un premio al neonato, un piccolo gesto che guarda lontano con l augurio di piena realizzazione dei suoi progetti futuri. Per ricevere il Benvenuto ai Nuovi Nati il Socio dovrà presentare domanda presso una nostra filiale, entro sei mesi dalla nascita del bambino, allegando la documentazione richiesta. I requisiti necessari sono: essere socio della Cassa Rurale di Fiemme da almeno 1 anno; essere titolare o contitolare di conto corrente. Siamo convinti che l iniziativa sarà apprezzata dai nostri Soci pur nella consapevolezza che rappresenta un semplice gesto di vicinanza e accoglienza, ma è un modo per guardare lontano, per confermare la nostra attenzione ai soci di oggi e a quelli che saranno i soci di domani. I bambini e i giovani sono la nostra ricchezza, la scommessa che oggi facciamo per un domani migliore, che speriamo animato da valori profondi e dalla stessa luce che c è nel sorriso dei bambini. Renzo Daprà Una nuova iniziativa della Cassa Rurale di Fiemme riservata alle famiglie dei Soci che hanno avuto un lieto evento. 10

11 in primo piano Permesso funghi al Bancomat Possibilità di effettuare i permessi per la raccolta dei funghi anche in orari in cui gli sportelli bancari o postali sono chiusi. Al fine di permettere agli ospiti della valle di Fiemme di poter effettuare i permessi per la raccolta dei funghi anche in orari in cui gli sportelli bancari o postali sono chiusi, le Casse Rurali di Fiemme, in collaborazione con la propria software house Phoenix, hanno reso disponibile questo servizio presso tutti gli sportelli bancomat. Riportiamo di seguito le informazioni su come effettuare il permesso, naturalmente dopo aver inserito la propria tessera e digitato il codice segreto: Ricariche e Pagamenti Pagamenti Permessi Funghi Indicare Nome Cognome, data inizio raccolta e numero giorni. Ricordiamo che oltre al prelevamento, ormai utilizzato da tutti, ci sono molte altre operazioni (e se ne aggiungeranno ancora) che si possono fare ai nostri sportelli, in totale autonomia e 24 ore su 24. Si può ad esempio: ricaricare il cellulare pagare il bollo auto pagare il canone rai Infine a Ziano è stato installato un bancomat, con schermo touch screen, che permette di effettuare in modo facile e veloce versamenti di contanti ed assegni sul proprio conto corrente. Provatelo. Naturalmente l augurio per tutti è quello di riuscire a riempire il cestino di succulenti porcini e finferli. Giuseppe Zorzi 11

12 in primo piano L economia raccontata ai bambini Riproposta anche quest anno una bella iniziativa che vuole trasmettere ai bambini il messaggio del risparmio, della cooperazione, della solidarietà Un grazie agli alunni, alle maestre ed ai dirigenti scolastici per la collaborazione È stata confermata anche quest anno una delle più interessanti iniziative promosse dalla Cassa Rurale di Fiemme a beneficio dei giovani alunni delle classi quarte e quinte elementari di tutte le scuole dei paesi che si trovano nel territorio di competenza. Lo scopo, come per il passato, era quello di insegnare ai bambini l economia, in modo semplice, con un linguaggio adeguato, senza troppi contenuti tecnici e terminologie complicate, sensibilizzandoli su una serie di tematiche importanti, come il valore del denaro, del risparmio e della cooperazione, il ruolo della Cassa Rurale, che si ispira ad una ultracentenaria, fondamentale storia di solidarietà e di impegno sociale, al servizio delle comunità locali. Ancora una volta, la proposta del nostro istituto di credito è stata ben accolta da parte delle insegnanti e dei dirigenti scolastici. A tutti va subito la gratitudine della Rurale per la loro sensibilità e la collaborazione prestata durante i momenti di incontro e di confronto con gli alunni. La novità più rilevante di quest anno è stata la realizzazione di un filmato, particolarmente significativo e che, come i soci ricorderanno, è stato presentato anche in occasione dell assemblea annuale di fine aprile. Tra l altro, per quanti volessero ancora prenderne visione, si trova sul sito della Cassa net. In pratica racconta l esperienza di una scolaresca che esce sul territorio per motivi di studio, assieme alle maestre. Visita un cantiere edile ed uno degli alunni dice ad un compagno che quei mattoni che i muratori stanno utilizzando per una nuova costruzione, sono anche miei, visto che la ditta ha potuto acquistarli anche grazie ai suoi risparmi ed alla conseguente disponibilità di denaro che la Rurale ha prestato all impresa. Una catena che non si interrompe, almeno fino a quando il risparmio viene alimentato. Oggi, a dire il vero, la situazione economica generale non è particolarmente positiva, anche se si spera che le cose possano cambiare in tempi rapidi, al fine di portare l economia, italiana e mondiale, fuori dal tunnel nel quale è precipitata dopo la crisi del I responsabili delle filiali hanno incontrato i ragazzi in tutti i paesi, durante i mesi di aprile e maggio, trovando da parte loro molto interesse e grande attenzione ai problemi sollevati. Alcuni (in particolare quelli della classe V B Predazzo) hanno anche predisposto dei disegni ed una lettera di ringraziamento per l esperienza vissuta. Sentiamo il bisogno hanno scritto a Massimo Vanzetta, responsabile della sede di Predazzo, di ringraziarla di vero cuore per averci dato l opportunità di conoscere tante cose che noi sinceramente non sapevamo. Lei è stato molto chiaro ed esauriente nella spiegazione, ha suscitato il nostro interesse e soprattutto abbiamo capito quanto siano importanti il risparmio, la solidarietà, la cooperazione. Ha usato parole semplici, chiare e concrete,così abbiamo potuto apprendere concetti un po difficili, ma importanti. Lo sa che alcuni di noi hanno deciso di voler fare da grandi il suo lavoro, vista l utilità di questo per tutta la comunità? Anche il filmino ci è piaciuto molto. Complimenti agli attori che lo hanno realizzato ed hanno spiegato tanto bene. Grazie anche per quanto ci ha donato e per aver pazientemente e in modo chiaro risposto a tutte le nostre domande. Grazie anche alla signora Clotilde: ci hanno colpito la sua gentilezza ed i suoi sorrisi. L iniziativa sarà ripetuta anche nei prossimi anni. 12

13 13

14 in primo piano Concorso fotografico Il valore di una foto, una foto di valore La fotografia è probabilmente fra tutte le forme d arte la più accessibile e la più gratificante. Può registrare volti o avvenimenti oppure narrare una storia. Può sorprendere, divertire ed educare. Può cogliere, e comunicare, emozioni e documentare qualsiasi dettaglio con rapidità e precisione. (John Hedgecoe) È proprio vero che quando si intraprende una strada con decisione poi gli eventi ti aiutano a raggiungere la meta. Un esempio chiaro in questa direzione è stato il concorso fotografico organizzato dalla Cassa Rurale. Tutto è partito dall intezione del consiglio di amministrazione di fare del calendario un mezzo di comunicazione, un veicolo per trasmettere messaggi importanti a soci e clienti. Cosi è stato nel 2010 con il calendario dei bimbi africani, visi, sguardi, che cercano di penetrare nei nostri cuori e risvegliare la nostra sensibilità. Chiedendosi come coivolgere ancor più le nostre comunità è nata l idea del concorso fotografico, lanciando un tema legato ad un messaggio, ad un valore vicino al nostro essere impresa cooperativa da rappresentare con una immagine. Abbozzatto il programma, grazie ad un confronto con i ragazzi della quarta classe dell ITC di Predazzo, impegnati nel loro percorso di costituzione dell associazione cooperativa scolastica CooperAttiva, e intezionati, a loro volta, ad organizzare un concorso, si è concretizzato il progetto il valore di una foto, una foto di valore. Il progetto rivolto alle scuole superiori della Valle di Fiemme ha portato i ragazzi ad individuare, a rendere immagine, i valori della cooperazione, cosi come enunciati dalla Carta dei Valori della Cooperazione Trentina. Un processo che crediamo li abbia aiutati a prendere consapevolezza dei comportamenti legati ai valori stessi, e nello stesso tempo a comprenderli a pieno. Alcuni momenti formativi concordati con il dirigente scolastico Biasori e coordinati dalla dott.ssa Marina Pancheri della Federazione Trentina della Cooperazione hanno supportato gli studenti nell impegnativo compito. L esito del concorso è stato un successo oltre le aspettative, più di 100 le fotografie presentate, e grande qualità del materiale che testimonia l impegno e la creatività dei ragazzi. Nella mostra fotografica, allestita dai ragazzi della CooperAttiva presso l Itc di Predazzo, sono stati esposti i migliori lavori e nel corso dell estate 12 scatti saranno selezionati per il calendario Cogliamo l occasione per ringraziare tutti quanti hanno contribuito alla realizzazione del progetto, in particolare la prof.ssa Francesca Piovesan dell Itc di Predazzo, il dirigente e i docenti delle scuole di Fiemme e i ragazzi della Acs CooperAttiva. Tutte le foto e i vincitori del concorso su : Massimo Piazzi 14

15 in primo piano La Dea Bendata non va in vacanza!! Nel mese di giugno si è fermata a Molina di Fiemme. Grazie al CONCORSO PAC NEF 2011 IL RISPARMIO TI PRE- MIA, la Cassa Rurale di Fiemme ha premiato Bonelli Enzo di Molina di Fiemme, nostro socio e cliente, con il gioiello Apple: Iphone 4. La consegna è stata fatta presso la filiale di Molina dal responsabile Riz Renzo a testimoniaza della consueta vicinanza ai clienti e garanzia di servizio in tutte le filiali della banca. Il Concorso a premi PAC NEF Il risparmio ti premia è stato promosso da Cassa Centrale Banca, in collaborazione con la Cassa Rurale di Fiemme, a favore dei sottoscrittori di PAC NEF. Il concorso, denominato Il risparmio ti premia, ha preso avvio il 1 aprile 2011 e terminerà il 31 dicembre Sarà caratterizzato da 10 estrazioni mensili e 1 estrazione finale. Parteciperanno al concorso tutti i sottoscrittori di PAC NEF nel periodo indicato. Qualora sia tu il prossimo vincitore di una delle estrazioni, la Banca ti contatterà per consegnarti il premio. Tra le particolarità, facciamo presente che il concorso prevede il raddoppio delle possibilità di vincita, se il cliente procede alla registrazione del suo profilo utente sul sito di e autorizza la ricezione on-line della propria documentazione (contabili, rendicontazioni periodiche nonché eventuali comunicazioni dal Fondo). Per farlo, è compito della Banca rilasciare il codice utente e la password (a tale proposito, vi invitiamo a presentarvi nella vostra filiale), mentre sarà il cliente ad autorizzare la ricezione on-line al primo collegamento sul sito di NEF. Potete consultare il sito nel quale trovate tutti i dettagli per poter partecipare al concorso e dove vengono elencati i premi in palio. Per eventuali ulteriori informazioni in merito vi invitiamo a consultare le nostre filiali. Buona fortuna! 15

16 in primo piano Consegna diplomi corso Job Trainer Abbiamo reputato Job Trainer un opzione allettante, che poteva offrirci delle opportunità di crescita personale e possibilità di metterci in gioco L inizio della nostra avventura in Job Trainer è partita con la consegna dei premi studio messi a disposizione dalla Cassa Rurale di Fiemme per coloro che conseguono la Laurea Specialistica. Non avevamo mai avuto un esperienza diretta con questo tipo di corsi: ne avevamo sentito parlare, ma nessuno dei due aveva avuto ancora la possibilità di entrarne in contatto. Sapevamo solamente che si trattava di corsi di alta formazione con molteplici scopi, tra i quali far acquisire maggiore consapevolezza circa le proprie capacità, aiutare a perseguire obiettivi chiari e completi, lavorare in team, conoscere i propri punti di forza e di debolezza. Proprio per questi motivi fin dall inizio abbiamo reputato Job Trainer un opzione allettante, che poteva offrirci delle opportunità di crescita personale e possibilità di metterci in gioco. Fiduciosi da un lato e timorosi dall altro siamo partiti verso questo viaggio avendo un unica certezza: non sarebbe stata di certo una vacanza! Per quattro giorni abbiamo condiviso questa esperienza con altri giovani trentini laureandi e neolaureati. Il programma è stato intenso, ricco di momenti di condivisione e di riflessione sia su noi stessi che sulle modalità attraverso le quali ci rapportiamo con gli altri e con il mondo esterno. Il percorso si è snodato attraverso sessioni di lavoro diversificate: accanto alle ore di lezione e di prove pratiche indoor, si sono affiancate prove all aria aperta in cui tutti noi ci siamo messi in gioco per raggiungere degli obiettivi sia comuni che individuali. Tali attività ci hanno aiutato a ottenere maggior consapevolezza sulle nostre capacità e competenze, anche e soprattutto attraverso una rete di feedback costruita con il confronto. Per entrambi si è trattato di un esperienza sicuramente positiva, che ha lasciato alcuni spunti e suggerimenti interessanti utili per perseguire gli obiettivi lavorativi futuri. Job Trainer offre la possibilità di fare esperienze di vita vera in un ambiente protetto, non giudicante, e di conoscere persone nuove, con storie diverse e differenti competenze, instaurando un legame di amicizia e di stima che difficilmente può essere raggiunto in altri contesti. Non è facile esprimere a parole tutte le potenzialità di Job Trainer, l unica cosa da fare è provare: provare a mettersi in gioco per riuscire a capire che solo tramite le esperienze - siano esse positive o negative - si può veramente imparare e conoscere. Francesca Dondio Olaf Andreatta 16

17 Intervista a Marco Parolini, responsabile del progetto Job Trainer Cosa è Job Trainer? È una sfida di tre giorni, utile per il resto della vita. JobTrainer non ti indica il tuo sogno o progetto ma ti offre importanti strumenti per chiarirlo o realizzarlo. Più motivazione e sicurezza di sé in primis. Job Trainer è un progetto nuovo, come sta andando? Al termine del 2011 saranno già cinque i Campus realizzati e oltre 120 i giovani che hanno conseguito il diploma di certificazione JobTrainer. Sono oltre 20 le Casse Rurali Trentine coinvolte, ciascuna con gruppi che vanno dalle 6 alle 20 unità. Quali sono le ragioni di un tale interesse? Tra i giovani sta aumentando la sensazione che è necessario dotarsi di strumenti di autoefficacia per il lavoro: in altre parole le competenze tecniche apprese all Università non sono più sufficienti, come non lo è neppure il voto di laurea. Al colloquio di lavoro vieni valutato per come comunichi, per la tua flessibilità, per le tue passioni. Capacità indispensabili anche per chi intende mettersi in proprio o sviluppare un suo progetto professionale. Bisogna però essere aiutati a riconoscerle e a coltivarle, infatti spesso non ne siamo coscienti e non le esprimiamo: per questo le simulazioni di colloquio durante JT riscuotono sempre un grande successo. Cosa si attendono i partecipanti? Vogliono sentirsi più motivati, più sicuri di sé in un mondo che cambia ogni giorno e non offre certezze. Per questo è fondamentale sviluppare un carattere intraprendente, per far fronte alle situazioni invece che esserne in balia. E chi si sente sicuro non ha paura a prendersi dei piccoli rischi, a provare e a buttarsi verso ciò che vuole. Come ti sembrano i partecipanti a Job- Trainer? Hanno delle caratteristiche comuni. Hanno molta voglia di imparare, sono curiosi rispetto agli altri, vogliono vedere oltre le apparenze, hanno alcune idee e progetti oppure vogliono chiarirsi. Sviluppano una motivazione così elevata che è comprensibile il perché dei loro progressi in soli 3 gg di Campus. Per certi aspetti sono già eccellenti e questo è anche frutto del processo di selezione: infatti possono partecipare solo coloro che hanno superato la Domanda di Ammissione. Nel debriefing finale una ragazza ha detto che si aspettava una risposta, mentre se ne esce con mille domande delle risposte mentre invece Oggi serve fortuna o talento? Un proverbio cinese dice che la fortuna è quando il talento incontra l opportunità, quindi senz altro in primo luogo ci vuole talento. Chi ha talento non da mai la colpa agli altri, ma trova sempre dentro di sé le risorse per fare ciò che desidera. 17

18 dalla comunità e dal territorio Cambia volto il salone della sede di Predazzo Tra le novità più importanti nuovi spazi funzionali un area self sull ingresso quattro services chiusi una moderna postazione informativa e un area giochi per i bambini. I lavori sono iniziati a fine agosto e dureranno presumibilmente fino all inizio del prossimo mese di dicembre, per il ponte di Sant Ambrogio, ma il salone centrale della sede di Predazzo della Cassa Rurale di Fiemme è destinato a cambiare volto, all insegna della modernità, della funzionalità e del massimo rispetto della privacy. Tre anni fa, l opera di ammodernamento del piano rialzato era iniziata con la realizzazione dei quattro nuovi uffici dell area consulenza, facenti parte di un progetto più complessivo e più ampio, predisposto dalla ditta Deika di Bolzano, specializzata nel settore specifico. Per quanto riguarda il secondo intervento, come sottolinea il vicedirettore Massimo Piazzi, è finalizzato a garantire una maggiore privacy per i soci ed i clienti che entrano nella nostra sede, oltre a favorire una più funzionale attività di consulenza. All entrata dell istituto, in cima alla breve scalinata coperta, è prevista l area self, dove saranno sistemati un secondo sportello Bancomat (che viene così ad aggiungersi a quello esterno, su via Garibaldi) ed un distributore delle monete. Da questa zona, si potrà accedere ad un info point, un punto informativo aperto 24 ore su 24, comprendente anche il casellario della posta, e ad un nuovo ufficio di consulenza, con possibilità di accesso, autonomo ed indipendente, anche a banca chiusa, al di fuori dell orario normale. Tale ufficio sarà affiancato ad un altro ufficio consulenza, raggiungibile dal salone centrale. Gli interventi più significativi riguardano proprio quest ultimo, con una nuova distribuzione degli spazi relativi all ufficio del direttore di filiale, l ufficio per il suo vice e quattro nuovi services, separati tra di loro e dall area di attesa con pareti in vetro ed una porta automatica, sempre in vetro, mentre all interno dei box, davanti al banco degli operatori, sarà sistemata anche una poltroncina, per eventuali, brevi soste. L assistenza e le consulenze sono garantite, all insegna della più assoluta riservatezza. Alle spalle delle casse, è prevista una spettacolare pare- 18

19 te illuminata, con le foto dei paesaggi e delle montagne di Fiemme, che potranno essere cambiate in base alle stagioni ed in sintonia con particolari eventi di carattere sportivo, sociale e turistico. Il tutto all insegna della massima luminosità, in un area operativa più ariosa, più chiara e con nuovi soffitti e nuovi colori che la renderanno ancora più accogliente. La novità più rilevante riguarda comunque la creazione di una piccola ma importante postazione di lavoro circolare, immediatamente a sinistra dopo l entrata nel salone, con una hostess che illustrerà ai clienti come utilizzare l area self e darà a tutti preziose indicazioni sui diversi servizi interni, oltre ad accompagnarli, in caso di necessità, nei vari uffici. Naturalmente sarà tolto l attuale bancone che fino ad oggi è servito come punto informativo. Inoltre (altra novità), sarà allestito un angolo destinato ai bambini, con un tavolino, alcune seggiole e qualche gioco, che consenta ai più piccoli di trascorrere il loro tempo senza stancarsi ed ai genitori di portare a termine in tutta tranquillità le loro operazioni bancarie. In un secondo momento, un domani, è prevista anche una porta di accesso alla scalinata che porta al piano superiore, dove si trovano gli altri uffici, al fine di garantire un maggiore controllo. I lavori, come si diceva, sono iniziati a fine agosto e, aspetto importante, saranno tutti affidati agli artigiani locali, mentre la Deika, oltre alla progettazione, cura la direzione degli stessi. Nessun problema per gli utenti rassicura Piazzi. Sarà infatti ampiamente garantita la piena operatività del salone, con tre casse provvisorie ed il potenziamento di Predazzo 2, la filiale situata presso il Centro Commerciale, in fondo a Via Fiamme Gialle, dove sarà disponibile un altra cassa. In sostanza, l intervento sarà realizzato per stralci, quindi senza alcun disagio. Un investimento importante, ma davvero in grado di assicurare una nuova immagine e soprattutto sensibili benefici per tutti. M.F. 19

20 dalla comunità e dal territorio Il personaggio: Carlo Deflorian una vita per la musica di MARIO FELICETTI Ci vorrebbe una pubblicazione intera per raccontare la straordinaria storia musicale del prof. Carlo Deflorian, uno di quei personaggi che in valle di Fiemme, ma non solo, hanno espresso e continuano a rappresentare il talento puro degli artisti veri. Il campo è quello musicale, che per lui vuol dire sensibilità, cultura, preparazione, fantasia, capacità di trasmettere messaggi che prendono il cuore e che, assieme alla sua riconosciuta umanità, creano un mix di sentimenti e di valori destinati a durare nel tempo. Ha compiuto i 75 anni lo scorso 16 agosto, ma continua a lavorare con lo spirito e la lucidità di un ventenne, dopo una vita dedicata all attività che più gli piaceva e che gli ha dato e continua a regalargli grandi soddisfazioni. Diplomato in pianoforte presso il Conservatorio Monteverdi di Bolzano, è stato insegnante, direttore di bande e cori, compositore raffinato e sensibile, arrangiatore, elaboratore di canti popolari e religiosi, ottenendo diversi premi ed importanti riconoscimenti che hanno documentato la sua ispirazione e le sue qualità non comuni. Ora è a riposo, nella sua casa all uscita di Tesero, da dove può gustare un panorama mozzafiato sulla valle di Fiemme, ma continua a scrivere musica, con molti progetti in testa e la voglia di dire ancora qualche cosa di importante. In una carriera che sembra tutt altro che giunta al capolinea. LA VITA Carlo Deflorian è nato il 16 agosto 1936 ed è uno dei quattordici fratelli (quattro maschi e dieci femmine) di una famiglia particolarmente numerosa. Il padre Leonardo, scomparso nel 1985, è stato direttore della ex Cassa Rurale di Tesero fino alla pensione. La madre, Teresina Delugan, morta a 92 anni nel 1998, faceva la molinara, in uno dei tanti mulini situati lungo il corso del rio Stava, travolto anch esso dalla tragica colata di fango nel 19 luglio Fu don Giovanni Dellantonio di Moena, parroco a Tesero, a scoprir- 20

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA!

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! I piccoli reporter della Guglielmo Marconi intervistano la dott.ssa Laura Bottini, psicologa che collabora con il nostro istituto. A cura del gruppo 4 dei Piccoli Reporter Quando

Dettagli

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero PREMESSA La creazione di un ambiente sempre più favorevole allo scambio interculturale è uno degli obiettivi primari della scuola ed i programmi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015 PROGETTO CONTINUITA SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA. FUNZIONE STRUMENTALE CONTINUITA : Ins. Drago Maria Rosaria

Anno scolastico 2014-2015 PROGETTO CONTINUITA SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA. FUNZIONE STRUMENTALE CONTINUITA : Ins. Drago Maria Rosaria Anno scolastico 2014-2015 PROGETTO CONTINUITA SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA FUNZIONE STRUMENTALE CONTINUITA : Ins. Drago Maria Rosaria PREMESSA Quello del passaggio dalla scuola dell Infanzia alla scuola

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

Istituto Comprensivo G. Siani S.Angelo a Cupolo S. Nicola Manfredi PROPOSTA FORMATIVA. Incontriamoci a scuola!!!

Istituto Comprensivo G. Siani S.Angelo a Cupolo S. Nicola Manfredi PROPOSTA FORMATIVA. Incontriamoci a scuola!!! Istituto Comprensivo G. Siani S.Angelo a Cupolo S. Nicola Manfredi PROPOSTA FORMATIVA Incontriamoci a scuola!!! Cari genitori, come sapete, entro il prossimo 20 Febbraio, dovrete provvedere ad iscrivere

Dettagli

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata molto positiva perché ci ha permesso di far conoscere

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE

REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE Unione Europea Fondo Sociale Europeo Con l Europa investiamo nel vostro futuro Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Direzione Didattica Statale, 1 Circolo, Nocera Superiore (SA) -

Dettagli

RELAZIONE MORALE ANNO 2010

RELAZIONE MORALE ANNO 2010 RELAZIONE MORALE ANNO 2010 Nel corso del 2010, il Gruppo Dirigente ha proseguito la propria attività nel solco degli scopi fissati dallo statuto associativo, impegnandosi in primo luogo nella promozione,

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

Recitiamo! Fantasia, colore e divertimento!

Recitiamo! Fantasia, colore e divertimento! Glossario 1. I bambini imparano ciò che vivono! 2. Un po di me 3. Recitiamo! Fantasia, colore e divertimento! 4. Obbiettivi 5. Tempi e costi 6. Altre piccole chicche 1. I bambini imparano ciò che vivono

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Insight - Viaggi nel Servizio Civile è la nuova rubrica del Servizio Civile Nazionale della Regione Lazio.

Insight - Viaggi nel Servizio Civile è la nuova rubrica del Servizio Civile Nazionale della Regione Lazio. MAGGIO 2016 47 GIOVANI COINVOLTI DAL 2013 3 PROGETTI VIAGGI NEL SERVIZIO CIVILE COMUNE DI RIETI Insight - Viaggi nel Servizio Civile è la nuova rubrica del Servizio Civile Nazionale della Regione Lazio.

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia?

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia? La nostra biografia Ecco la rielaborazione degli alunni di 5^ dell anno scolastico 2006/2007 delle notizie acquisite dalla lettura della sua biografia e dall incontro con il prof. Paolo Storti, ex allievo

Dettagli

TAGESMUTTER - IL SORRISO Cooperativa sociale di Servizi per l Infanzia

TAGESMUTTER - IL SORRISO Cooperativa sociale di Servizi per l Infanzia Un nido a dimensione familiare TAGESMUTTER - IL SORRISO Cooperativa sociale di Servizi per l Infanzia La Cooperativa sociale Tagesmutter del Trentino - Il Sorriso nasce per valorizzare il lavoro educativo

Dettagli

LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF

LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF Comitato Unicef Emilia Romagna Comitato Unicef Bologna LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF presso la Casa Circondariale di Bologna Le testimonianze delle detenute e delle volontarie Le detenute: B. O. (Romania)

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE Allegato 9 MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE Istituto Istruzione Superiore Luigi Di Savoia RIETI MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE PREMESSA La creazione di un ambiente sempre più favorevole allo scambio

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C P A G I N A 1 UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C Giorno 27 novembre, noi alunni della classe 5^ A Primaria del plesso Romana, ci siamo recati presso la sede centrale dell Istituto comprensivo Piero

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

DOL Diploma on Line per esperti di didattica assistita MODULO DI PROGETTAZIONE (2 anno) Playing with Pinocchio. Relazione finale di Sonia Graziotto

DOL Diploma on Line per esperti di didattica assistita MODULO DI PROGETTAZIONE (2 anno) Playing with Pinocchio. Relazione finale di Sonia Graziotto DOL Diploma on Line per esperti di didattica assistita MODULO DI PROGETTAZIONE (2 anno) Playing with Pinocchio Relazione finale di Sonia Graziotto Migliorare la qualità dell insegnamento, avvalendosi delle

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront La famiglia La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. b. a. c. d. f. e. Nonni a scuola dai nipoti oggi lezione di Internet Nove scuole, 900 anziani, 900 ragazzi Obiettivo: creare

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/2016

PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CESALPINO PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2015/2016 MOTIVAZIONE La continuità didattica è parte determinante del processo

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

PIANO dell OFFERTA FORMATIVA P.O.F.

PIANO dell OFFERTA FORMATIVA P.O.F. ISTITUTO COMPRENSIVO VIA VOLSINIO Via Volsinio, 23-25 - 00199 Roma Tel./Fax 06/8546344 E-MAIL: rmic8d900r@istruzione.it PEC: rmic8d900r@pec.istruzione.it SITO WEB: www.istitutoviavolsinio.it PIANO dell

Dettagli

F.A.Q. - FREQUENTLY ASKED QUESTIONS

F.A.Q. - FREQUENTLY ASKED QUESTIONS Cari Sposi, in questo documento troverete le risposte alle domande che ci vengono poste più spesso relativamente al servizio fotografico di un matrimonio. E importante che le leggiate perché vi daranno

Dettagli

1 livello: alfabetizzazione di base per alunni neo immigrati 2 livello: rinforzo, consolidamento della lingua italiana

1 livello: alfabetizzazione di base per alunni neo immigrati 2 livello: rinforzo, consolidamento della lingua italiana dal POF 6.. Progettii comunii a tuttii ii pllessii Progetto di accoglienza per alunni di lingua non italiana Il Progetto di Accoglienza del nostro Istituto è articolato in diversi interventi educativo

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Festa di compleanno della FILARMONICA AVVENIRE BRUSIO CHE COMPIE 125 ANNI

Festa di compleanno della FILARMONICA AVVENIRE BRUSIO CHE COMPIE 125 ANNI Intervento di Arturo Plozza sindaco di Brusio Brusio, sabato 19.05.2012 Festa di compleanno della FILARMONICA AVVENIRE BRUSIO CHE COMPIE 125 ANNI Buona sera a tutti! Una festa di paese che coinvolge tutta

Dettagli

La vita di un musicista è molto impegnativa se si vogliono ottenere buoni risultati durante le esecuzioni, quanto tempo dedica allo studio?

La vita di un musicista è molto impegnativa se si vogliono ottenere buoni risultati durante le esecuzioni, quanto tempo dedica allo studio? Venerdì 19 dicembre 2014 alle ore 16,30 presso il Salone delle Feste di Villa Durazzo in Santa Margherita Ligure incontro con il violoncellista Giovanni Ricciardi Maestro domani sera alle ore 21,00, in

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

Parlamento delle Idee

Parlamento delle Idee Il 14 aprile 2015 siamo andati a Potenza per far visita alla sede della Regione Basilicata. Siamo stati accolti in una delle tante sale che la compongono e ci è stato mostrato un breve filmato che spiegava

Dettagli

(ANNO SCOLASTICO 2015/18)

(ANNO SCOLASTICO 2015/18) (ANNO SCOLASTICO 2015/18) dal Rapporto La Buona Scuola. Facciamo crescere il Paese, frutto del lavoro portato avanti congiuntamente dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal Ministro Stefania Giannini

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 Anche quest anno ormai sta volgendo al termine. Con tanta gioia nel cuore posso

Dettagli

PROGETTO PON MATEMATICAMENTE

PROGETTO PON MATEMATICAMENTE PROGETTO PON MATEMATICAMENTE In quest anno scolastico nel nostro Circolo Didattico per la prima volta si è realizzato il Progetto PON: Obiettivo C Migliorare i livelli di conoscenza e competenza dei giovani

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

Gli orari e i servizi

Gli orari e i servizi INfanzia IN fiore Le Scuole dell infanzia di Attraverso esperienze reali impariamo le norme e i comportamenti da adottare in caso di pericolo I progetti Gli esperti Sportello psicologico una psicologa

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi Comunicato stampa L identikit e le scelte dei diplomati calabresi I diplomati calabresi si raccontano prima e dopo il diploma. Quest anno la Regione Calabria ha esteso il progetto AlmaDiploma - l associazione

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Asili nido comunali di Verbania PROGETTO EDUCATIVO Anno scolastico 2013-2014

Asili nido comunali di Verbania PROGETTO EDUCATIVO Anno scolastico 2013-2014 L educazione è un diritto di tutti i bambini e ragazzi, che devono poterne fruire senza limitazioni Ma è anche un bene degli adulti, di tutti gli adulti che la difendono e la arricchiscono e con la partecipazione

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

GIROTONDO DI PAROLE Edizioni

GIROTONDO DI PAROLE Edizioni GIROTONDO DI PAROLE Edizioni Associazione Culturale Lecce,. Preg.ma/o Dirigente dell Istituto Scolastico e p.c. alla/al Responsabile dei Progetti Buongiorno, mi chiamo Alessandra Toma e con la mia Associazione

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

Oliver va a Londra! Sezione 1. L Accademia e la Scuola di Oliver

Oliver va a Londra! Sezione 1. L Accademia e la Scuola di Oliver Febbraio 2013 Anno 2 Sezione 1 L Accademia e la Scuola di Oliver Sezione 1 L Accademia e la Scuola di Oliver Oliver va a Londra! L evento Un cuore per te Le Botteghe di Oliver Twist: secondo incontro a

Dettagli

La Scuola dell Infanzia

La Scuola dell Infanzia La Scuola dell Infanzia Un ambiente educativo accogliente e stimolante; nel quale sia naturale sviluppare, attraverso esperienze, attività e giochi, alcune competenze di base che strutturino la crescita

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni)

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Per prepararci all evento finale IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Mentre le attività scolastiche e quelle delle ACS stanno svolgendosi ancora a pieno ritmo, cominciamo a

Dettagli

Le attività Fragile (l ombra che resta)

Le attività Fragile (l ombra che resta) Introduzione all uso (per gli studenti) Cari studenti e studentesse di italiano, questo Cdlibro è uno strumento con il quale speriamo di farvi apprezzare lo studio della lingua, di aspetti della cultura

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI COMUNE DI MOSSA Assessorato all Istruzione Scuola di Musica Comunale Istituzione Musicale di Interesse Nazionale MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO SCOLASTICO 2015/2016 in Convenzione con e CONSERVATORIO STATALE

Dettagli

IL PROGETTO DI M.B. Stralci dal documento di sintesi e progetto professionale. Allegato per esercitazione in gruppo nel 2 laboratorio - seconda parte

IL PROGETTO DI M.B. Stralci dal documento di sintesi e progetto professionale. Allegato per esercitazione in gruppo nel 2 laboratorio - seconda parte IL PROGETTO DI M.B. Stralci dal documento di sintesi e progetto professionale Allegato per esercitazione in gruppo nel 2 laboratorio - seconda parte La domanda iniziale La signora M.B. si è avvicinata

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Anno scolastico 2007-2008

Anno scolastico 2007-2008 Anno scolastico 2007-2008 I BAMBINI CHE SI PERDONO NEL BOSCO di Andrea Canevaro Quando un bambino va a scuola, è come se fosse portato nel bosco, lontano da casa. Ci sono bambini che si riempiono le tasche

Dettagli

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSE QUARTA B G.Galilei VINCI INSEGNANTI: Melani Cinzia, Parri Donatella, Voli Monica, Anno Scolastico 2011-2012 COMPETENZE INTERESSATE: Raccogliere, organizzare

Dettagli

Il giro del mondo in 40 giorni

Il giro del mondo in 40 giorni Centro Ricreativo Estivo Qiqajon 2015 Dall 8 giugno al 17 luglio Il giro del mondo in 40 giorni Introduzione Il Progetto Qiqajon è una realtà dinamica, in continua crescita, che si occupa nello specifico

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini 20 15 16 Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti per i bambini Gentili Insegnanti, per la seconda volta il nostro programma si presenta in una veste grafica snella e

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

CONCORSO MUSICALE PER GIOVANI MUSICISTI RISERVATO AGLI ISTITUTI SCOLASTICI AD INDIRIZZO MUSICALE

CONCORSO MUSICALE PER GIOVANI MUSICISTI RISERVATO AGLI ISTITUTI SCOLASTICI AD INDIRIZZO MUSICALE CONCORSO MUSICALE PER GIOVANI MUSICISTI RISERVATO AGLI ISTITUTI SCOLASTICI AD INDIRIZZO MUSICALE L Istituto Secondario di Primo Grado Istituto Comprensivo N 1 di Albenga, in collaborazione con il Comune

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

Gli alunni delle classi IV e V, il dieci marzo duemilaotto, hanno ospitato nella palestra dell edificio scolastico, il direttore della banca Popolare di Ancona, ente che ha finanziato il progetto Ragazzi

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

Scuola Primaria Montanaso, 28 maggio 2014 PRESENTAZIONI: NOI RAGAZZI DI QUINTA DIAMO IL BENVENUTO A TUTTI VOI E VI AUGURIAMO UN BUON ASCOLTO.

Scuola Primaria Montanaso, 28 maggio 2014 PRESENTAZIONI: NOI RAGAZZI DI QUINTA DIAMO IL BENVENUTO A TUTTI VOI E VI AUGURIAMO UN BUON ASCOLTO. Scuola Primaria Montanaso, 28 maggio 2014 PRESENTAZIONI: BUON POMERIGGIO. NOI RAGAZZI DI QUINTA DIAMO IL BENVENUTO A TUTTI VOI E VI AUGURIAMO UN BUON ASCOLTO. QUEST ANNO ABBIAMO RIFLETTUTO SUL TEMA DELLLA

Dettagli

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5.

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. 1) Ciao Laura e ben trovata, parliamo del Campionato appena terminato, un ottimo risultato della vostra squadra

Dettagli

FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015

FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015 FONDAZIONE TEATRO LA FENICE DI VENEZIA Area formazione&multimedia FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015 In collaborazione con PREMESSA Anche per l anno scolastico 2014/2015 La Fondazione

Dettagli

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 Evento Flashmob Pensieri raccolti nel gruppo: Sabato ci siamo trovati al Centro e dopo aver indossato le magliette siamo andati tutti

Dettagli