REGOLAMENTO PER LE CATEGORIE FREE PATTINAGGIO ARTISTICO STAGIONE SPORTIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO PER LE CATEGORIE FREE PATTINAGGIO ARTISTICO STAGIONE SPORTIVA 2007-2008"

Transcript

1 REGOLAMENTO PER LE CATEGORIE FREE PATTINAGGIO ARTISTICO STAGIONE SPORTIVA Le categorie Free sono le categorie in cui sono suddivisi gli atleti che non hanno raggiunto lo score e gli eventuali requisiti richiesti per il passaggio di categoria, come previsto dallo specifico Regolamento. Le categorie Free, ed i relativi limiti di età, sono le seguenti: GIOVANI L atleta deve aver compiuto 10 anni e non deve aver compiuto 12 anni al primo luglio della stagione in corso. RAGAZZI L atleta deve aver compiuto 12 anni e non deve aver compiuto 14 anni al primo luglio della stagione in corso TEEN AGER L atleta deve aver compiuto 14 anni e non deve aver compiuto 16 anni al primo luglio della stagione in corso ESPERTI L atleta deve aver compiuto 16 anni e non deve aver compiuto 19 anni al primo luglio della stagione in corso ELITE L atleta deve aver compiuto 19 anni al primo luglio della stagione in corso Un atleta può gareggiare solo nella categoria corrispondente alla sua età. Nella stessa stagione un atleta può gareggiare solo nelle categorie Free o in quelle nazionali, ad eccezione delle gare nazionali open per le categorie allievi, junior e senior ; competizioni aperte agli atleti delle categorie nazionali e agli atleti Free. Le gare Free costituiscono un circuito di gare, che termina con una finale chiamata Coppa Italia. Ogni Comitato può organizzare sino ad un massimo di tre prove regionali Free. Due o più Comitati possono associarsi, dall inizio della stagione e per tutta la stagione, per organizzare gare Free. Approvato nella riunione di Consiglio Federale del 13 Luglio

2 ISCRIZIONE ALLE GARE FREE E ALLA COPPA ITALIA L iscrizione alle gare Free e alla Coppa Italia viene effettuata previo pagamento di una tassa di iscrizione la cui entità è stabilita dalla società o dal Comitato che organizza la gara. La tassa di iscrizione rimane al Comitato organizzatore. Spetta ai Comitati la scelta e l iscrizione dei propri atleti alle gare Free. La società è responsabile dell iscrizione del suo atleta nella categoria appropriata ed è deferibile agli organi di disciplina nel caso in cui i dati relativi al suo atleta non corrispondano al vero o nel caso in cui l atleta venga iscritto non rispettando i parametri richiesti dal presente regolamento. MODALITA DI ESTRAZIONE PER L ORDINE DELLA DISCESA IN PISTA L estrazione per l ordine della discesa in pista viene effettuato con le consuete modalità. Il sorteggio deve essere effettuato la sera precedente l inizio della gara, da un dirigente della società o del Comitato da cui la competizione stessa è organizzata, alla presenza di un rappresentante di una seconda società. Nel caso in cui il numero di atleti di una categoria sia superiore a venti, è facoltà del comitato organizzatore suddividere la categoria in due gruppi, chiamati A e B. Per la suddivisione delle sottocategorie è consigliata la seguente procedura: Si effettua l estrazione di tutti gli atleti iscritti in quella categoria, secondo la consueta modalità. Dopo l estrazione, la prima metà degli atleti viene assegnata al gruppo A e la seconda metà al gruppo B. Se il numero di atleti non è esattamente divisibile, al gruppo A viene assegnato un atleta in più. In ogni gruppo di riscaldamento possono allenarsi al massimo 10 atleti. La durata del gruppo di riscaldamento è di 5 minuti. La eventuale suddivisione di una categoria in due gruppi e la formazione dei gruppi di riscaldamento verrà effettuata dal Presidente di Giuria appena prima dell inizio della gara, dopo aver fatto l appello ed aver verificato il numero di atleti effettivamente presenti. Nella Coppa Italia non è possibile effettuare alcuna suddivisione in gruppi. CALENDARIO DELLE GARE FREE E DELLA COPPA ITALIA Il consigliere di settore della FISG stabilisce la data della Coppa Italia. Tale data verrà comunicata alle società entro il 15 giugno della stagione agonistica antecedente a quella in cui si svolgerà, unitamente al calendario delle gare nazionali. Le società e i Comitati che intendono organizzare la Coppa Italia devono far pervenire la richiesta al consigliere di settore entro e non oltre il 30 giugno della stagione agonistica antecedente a quella in cui la Coppa Italia si svolgerà. La FISG farà pervenire a tutte le società ed al consigliere GUG di settore, entro il 15 luglio, il calendario ufficiale delle gare nazionali, che indicherà la data ed il luogo dove la Coppa Italia si svolgerà. Approvato nella riunione di Consiglio Federale del 13 Luglio

3 Il programma completo della Coppa Italia deve essere pubblicato e diramato a cura degli organizzatori almeno 1 mese prima della data della manifestazione. L elenco definitivo degli iscritti deve essere inviato al GUG 3 settimane prima della gara. Le società o i comitati che organizzano le gare Free devono darne comunicazione alla FISG entro e non oltre il 10 settembre della stagione agonistica. L organizzazione della Coppa Italia spetta ad un Comitato. La Coppa Italia può svolgersi quando tutte le prove Free si sono concluse. MODALITA DI SELEZIONE DEGLI ATLETI PER LA COPPA ITALIA Alla Coppa Italia possono partecipare solo gli atleti meglio classificati nelle prove di Coppa Regionale. A tal fine, ogni atleta, in ogni gara Free, riceve un punteggio in base alla sua classifica, come riportato nelle seguenti tabelle: DAL 16 IN POI 1 Per le categorie con numero di concorrenti compreso fra 4 e 6 i punteggi saranno così ridotti: Approvato nella riunione di Consiglio Federale del 13 Luglio

4 Per le categorie con un numero di concorrenti uguale o inferiore a 3 i punteggi saranno così ridotti: Nel caso in cui una categoria venga divisa in due gruppi, ciascun atleta di ogni gruppo riceverà il punteggio corrispondente al suo posto in classifica. Per quella categoria ci saranno due primi, due secondi, due terzi posti ecc. Ogni Comitato stilerà la classifica di ogni atleta, considerando i punteggi ottenuti in due sole prove. Nel caso in cui un atleta abbia partecipato a tutte e tre le prove, verranno attribuiti punti solo ai due migliori piazzamenti ottenuti. In caso di parità prevale il concorrente che ha partecipato al maggior numero di gare. Se anche in questo caso i concorrenti sono alla pari,prevale il più giovane. E escluso dalla scelta per la Finale Coppa Italia chi abbia partecipato a una sola gara Free. Nel caso in cui due o più Comitati si siano associati per gare Free, ciascun Comitato dovrà scorporare dalla classifica della gara in oggetto i propri atleti, in modo da stilare, ai fini dell attribuzione del punteggio, una classifica separata. Nella Finale Coppa Italia ogni Comitato può essere rappresentato in una categoria da 3 atleti, sulla base della classifica stilata nel modo descritto. I Comitati che abbiano conseguito uno o più piazzamenti tra il 1 ed il 3 posto nella Finale Coppa Italia dell anno precedente, potranno partecipare con un concorrente in più, limitatamente alla categoria in oggetto. Hanno inoltre diritto ad un ulteriore concorrente per categoria i Comitati nelle cui prove di Coppa Regionale abbiano partecipato, ad almeno due gare su tre, più di 16 concorrenti ella categoria in oggetto. Un Comitato può quindi partecipare alla Finale Coppa Italia, in ogni categoria, con un massimo di 5 atleti. Ogni Comitato è responsabile dell iscrizione dei propri atleti alla finale di Finale Coppa Italia ed è deferibile nel caso i cui l iscrizione non sia stata effettuata secondo quanto previsto dal presente regolamento. Nelle gare Free viene letta la classifica dei soli primi 15 classificati. Tutti gli altri concorrenti vengono considerati a pari merito. Approvato nella riunione di Consiglio Federale del 13 Luglio

5 Nella Finale Coppa Italia, può essere premiato con una coppa il Comitato che ha totalizzato il punteggio più alto, scaturito dalla somma dei punti acquisiti da ciascun atleta sulla base del seguente prospetto: DAL 16 IN POI 1 Per le categorie con numero di concorrenti compreso fra 4 e 6 i punteggi saranno così ridotti: Per le categorie con un numero di concorrenti uguale o inferiore a 3 i punteggi saranno così ridotti: Vengono sommati i punteggi degli atleti appartenenti allo stesso Comitato. Approvato nella riunione di Consiglio Federale del 13 Luglio

6 Vince la Finale Coppa Italia il Comitato che totalizza il punteggio più alto. A parità di punteggio la Coppa Italia sarà assegnata al Comitato che avrà conseguito il maggior numero di vittorie o, in caso di ulteriore parità, il maggior numero di secondi posti o, in caso di ulteriore parità, il maggior numero di terzi posti. Qualora anche il numero di terzi posti risulti pari, la Coppa Italia sarà assegnata al Comitato che avrà totalizzato, come media aritmetica, la più giovane età fra i concorrenti. UFFICIALI DI GARA PER LE GARE FREE E PER LA COPPA ITALIA Le gare free vengono giudicate da persone preparate dal GUG con appositi corsi e convocate dal Comitato o dalla società che organizza la gara. Le spese di viaggio e soggiorno sono a carico del Comitato o della Società che organizza. Le gare free vengono giudicate con il sistema 6.0. Nel caso in cui il pannello giudicante sia formato da 3 giudici, il calcolo delle classifiche verrà effettuato con il sistema OBO. Sarà cura del Comitato organizzatore provvedere al sistema informatico per il calcolo delle classifiche ed ai relativi segretari di competizione. Nelle gare Free non possono venire utilizzati Ufficiali di gara tesserati per il GUG. La Finale Coppa Italia verrà giudicata con il Sistema di Giudizio ISU. Sarà compito del GUG reperire tutti gli Ufficiali di gara necessari ed il sistema informatico. Nella Finale Coppa Italia i costi relativi alla giuria sono a carico del GUG. Approvato nella riunione di Consiglio Federale del 13 Luglio

7 REGOLAMENTO TECNICO PATTINAGGIO ARTISTICO CATEGORIE FREE STAGIONE SPORTIVA CATEGORIA CONTENUTO TECNICO DURATA GIOVANI RAGAZZI MASSIMO: 6 jump elements (uno dei quali deve essere un Axel type jump) di cui massimo 3 combinazioni o sequenze. Una sola combinazione può contenere tre salti 1 trottola saltata di almeno 4 giri 1 trottola combinata di almeno 4 giri 1 trottola in una sola posizione di almeno 4 giri 1 sequenza di almeno 2 spirali che occupi l intera pista (se nessuna spirale dura almeno 3 secondi la chiamata sarà spiral sequenze no level). Se la sequenza non occupa l intera pista, si deve applicare una detrazione nel GOE da- 1 a sequenza di passi che occupi l intera pista. Se la sequenza non occupa l intera pista, si deve applicare una detrazione nel GOE da- 1 a -3. Per passi e trottole esistono solo il livello 1 e 2. Elementi di ipotetico livello superiore verranno comunque identificati come livello 2 MASSIMO: 6 jump elements (uno dei quali deve essere un Axel type jump) di cui massimo 3 combinazioni o sequenze. Una sola combinazione può contenere tre salti 1 trottola saltata di almeno 5 giri 1 trottola combinata di almeno 5 giri 1 trottola in una sola posizione di almeno 5 giri DONNE 1 sequenza di spirali che occupi l intera pista (se nessuna spirale dura almeno 3 secondi la chiamata sarà spiral sequenze no level). Se la sequenza non occupa l intera pista, si deve applicare una detrazione nel Durata massima: 3 Durata minima: 2 Durata massima: 3 Durata minima: 2 Approvato nella riunione di Consiglio Federale del 13 Luglio

8 GOE da- 1 a sequenza di passi che occupi l intera pista. Se la sequenza non occupa l intera pista, si deve applicare una detrazione nel GOE da- 1 a -3. TEEN AGER ESPERTI ELITE UOMINI 2 sequenze di passi che occupino l intera pista. Se la sequenza non occupa l intera pista, si deve applicare una detrazione nel GOE da- 1 a -3. Lo specialist identifica l elemento eseguito e, per trottole e passi, il livello come per le categorie ISU Come da communication ISU per la categoria novice Come da regolamento ISU per la categoria junior Come da regolamento ISU per la categoria senior MASCHI: al massimo 3 30 FEMMINE: al massimo 3 durata minima per maschi e femmine: 2 30 MASCHI: al massimo 4 FEMMINE: al massimo 3 30 durata minima per maschi e femmine: 2 30 MASCHI: al massimo 4 30 FEMMINE: al massimo 4 durata minima per maschi e femmine: 2 30 La durata massima è consigliata agli atleti che intendono passare nelle categorie nazionali, al fine di riuscire ad introdurre tutti gli elementi necessari a raggiungere lo score minimo previsto. Il Regolamento per le categorie FREE è uguale al Regolamento delle categorie non ISU fino alla categoria Ragazzi e a quello ISU per le categorie Teen ager (Novice), Esperti (Junior) ed Elite (Senior) nel contenuto tecnico. Approvato nella riunione di Consiglio Federale del 13 Luglio

9 Questa decisione è stata presa per poter giudicare la finale FREE di Coppa Italia con il nuovo sistema di giudizio e per rendere la Coppa Italia test valido ai fini del passaggio di categoria. L atleta è ovviamente libero di eseguire ciò che è in grado di fare. Nella Coppa Italia FREE otterrà uno score tecnico in base a ciò che esegue; nelle gare giudicate con il sistema 6.0, il giudice terrà in considerazione solo gli elementi eseguiti entro il massimo stabilito. Ad esempio se l atleta esegue un jump element in più oltre il massimo previsto, il giudice non lo terrà in considerazione. Nel caso in cui la gara sia giudicata con il sistema 6.0, quando la durata delle spirali è inferiore a 3 secondi e quando il numero dei giri nelle trottole è inferiore a quello minimo richiesto, il giudice applicherà la detrazione di un decimo nel merito tecnico. Non è permessa la musica vocale cantata. REGOLE GENERALI PER IL PATTINAGGIO IN COPPIA Qualsiasi gara in coppia verrà giudicata con il sistema 6.0. La durata dei programmi è quello della rispettiva categoria, ma il contenuto tecnico viene limitato, al fine di salvaguardare l incolumità dei pattinatori. 1. La partecipazione delle coppie è ammessa a partire dalla categoria Ragazzi. 2. In tutte le categorie i soli sollevamenti permessi sono quelli in cui l uomo non alza la donna al di sopra delle spalle. 3. Sono vietati i sollevamenti mano nella mano e la completa estensione delle braccia dell uomo. 4. Sono ammesse le seguenti prese: mano all ascella mano sul fianco 5. Il sollevamento può essere un trasporto, senza rotazione. 6. La donna può appoggiarsi sulla schiena e sulle gambe dell uomo. 7. Sono vietate le spirali della morte, mentre sono permesse le figure in cui la donna ruota attorno all uomo in posizione angelo 8. Dei salti lanciati sono permessi solo i semplici. 9. Nella valutazione del programma si dovrà dare massimo credito all unisono, alla scivolata e alla qualità di esecuzione delle spinte, degli incrociati e dei singoli elementi. 10. Una coppia che desiderasse gareggiare nelle categorie nazionali, essendo in grado di eseguire gli elementi richiesti, deve fare domanda al Consigliere di settore di essere visionata dall apposito Gruppo di Lavoro. MODALITA DI GIUDIZIO La Finale Coppa Italia viene giudicata con il Sistema di Giudizio ISU. Per le categorie Giovani e Ragazzi si applicano le regole previste per le corrispondenti categorie regionali Principianti e Cadetti. Per le categorie Teen ager, Esperti ed Elite si applicano le regole previste dall ISU per le categorie Novice, Junior e Senior. Le gare free vengono giudicate con il sistema 6.0. Ad ogni programma il giudice delle categorie Free assegna due punteggi: il primo per il merito tecnico ed il secondo per la presentazione. Approvato nella riunione di Consiglio Federale del 13 Luglio

10 Nel primo punteggio (Merito tecnico) il giudice deve tenere in considerazione soprattutto: 1. la qualità degli elementi eseguiti: salti, trottole e passi 2. la qualità del pattinaggio: sicurezza, scorrevolezza, scivolata, profondità dei fili, equilibrio. 3. qualità delle posizioni e mantenimento dell equilibrio durante la loro esecuzione 4. qualità dei passi incrociati e delle spinte 5. varietà del programma 6. precisione e sicurezza nell esecuzione degli elementi 7. velocità Nel secondo punteggio (Presentazione) il giudice deve tenere in considerazione soprattutto: 1. la composizione del programma e la sua conformità con la musica scelta. 2. Utilizzazione dello spazio e della pista 3. variazione della velocità in rapporto con le variazioni di tempo della musica 4. qualità dei movimenti, portamento e stile 5. musicalità del pattinatore e capacità di interpretare la musica scelta Il giudice delle categorie Free dovrà dare credito soprattutto ai pattinatori capaci di scivolare, di spingere correttamente e di mantenere la velocità. Deve essere premiata soprattutto la qualità di esecuzione degli elementi. Elementi difficili, ma male eseguiti non devono avere un peso eccessivo e non devono assolutamente essere sopravvalutati. Le posizioni nelle trottole e negli angeli devono essere semplici ma pulite. Credito deve essere dato ad una buona flessibilità. A nessun elemento deve essere data una preminente importanza ed il programma deve sempre essere valutato nel suo insieme. Per quanto riguarda i salti, deve essere prestata una particolare attenzione ad una corretta partenza da un filo chiaro e preciso e ad un corretto atterraggio. La corretta esecuzione di un salto non è comunque più importante di una buona qualità di base del pattinaggio. Nelle trottole si devono considerare soprattutto la rotazione controllata, la velocità, la posizione, la centratura. 10 Approvato nella riunione di Consiglio Federale del 13 Luglio 2007

Regolamento per la formazione della Squadra Nazionale di artistico e di danza 2016 / 2017

Regolamento per la formazione della Squadra Nazionale di artistico e di danza 2016 / 2017 Regolamento per la formazione della Squadra Nazionale di Artistico e di Danza 2016 / 2017 1. La Squadra Nazionale 2016 17 sarà formata dagli atleti che soddisferanno nella stagione 2015 16 i criteri di

Dettagli

BOLZANO ON ICE. Associazione Sportiva Dilettantistica Pattinaggio Artistico. PALAONDA - Stadio del ghiaccio di Bolzano 31.gennaio.-01.

BOLZANO ON ICE. Associazione Sportiva Dilettantistica Pattinaggio Artistico. PALAONDA - Stadio del ghiaccio di Bolzano 31.gennaio.-01. ALTO ADIGE - SŰDTIROL ICE CUP DI PATTINAGGIO ARTISTICO PALAONDA - Stadio del ghiaccio di Bolzano 31.gennaio.-01.febbraio 2015 Trofeo nazionale categorie FREE ALTO ADIGE - SŰDTIROL ICE CUP DI PATTINAGGIO

Dettagli

BOLZANO ON ICE. Associazione Sportiva Dilettantistica Pattinaggio Artistico. PALAONDA - Stadio del ghiaccio di Bolzano 31.gennaio.-01.

BOLZANO ON ICE. Associazione Sportiva Dilettantistica Pattinaggio Artistico. PALAONDA - Stadio del ghiaccio di Bolzano 31.gennaio.-01. ALTO ADIGE - SŰDTIROL ICE CUP DI PATTINAGGIO ARTISTICO PALAONDA - Stadio del ghiaccio di Bolzano 31.gennaio.-01.febbraio 2015 Trofeo nazionale categorie FREE ALTO ADIGE - SŰDTIROL ICE CUP DI PATTINAGGIO

Dettagli

COM IITATO REG IIONE LOMBARD IIA

COM IITATO REG IIONE LOMBARD IIA COMITATO REGIONE LOMBARDIA DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI CALENDARIO GARE STAGIONE SPORTIVA 2007 // 2008 COM IITATO REG IIONE LOMBARD IIA SETTORE FIGURA Approvate con delibera del C.F. n 6-07/360 del

Dettagli

1 GARA REGIONALE TRIVENETA

1 GARA REGIONALE TRIVENETA Alla Federazione Italia Sport del Ghiaccio Settore pattinaggio di Figura Agli Organi Periferici FISG Al Settore GUG 1 GARA REGIONALE TRIVENETA CATEGORIE CADETTI NOVICE JUNIOR SENIOR NAZIONALE E INTERREGIONALE

Dettagli

APERTO A TUTTI GLI ATLETI TESSERATI F.I.S.G. DI TUTTE LE REGIONI ITALIANE

APERTO A TUTTI GLI ATLETI TESSERATI F.I.S.G. DI TUTTE LE REGIONI ITALIANE ALTO ADIGE - SŰDTIROL ICE CUP DI PATTINAGGIO ARTISTICO CATEGORIE FREE PALAONDA - Stadio del ghiaccio di Bolzano 16.-17. MARZO 2013 APERTO A TUTTI GLI ATLETI TESSERATI F.I.S.G. DI TUTTE LE REGIONI ITALIANE

Dettagli

Regolamento JUNIOR BIKE BRESCIA - 2015

Regolamento JUNIOR BIKE BRESCIA - 2015 Regolamento JUNIOR BIKE BRESCIA - 2015 Lo Junior Bike Brescia è un circuito di manifestazioni ludico- sportive NON agonistiche riservate ai giovani e Giovanissimi, organizzato in due gironi distinti :

Dettagli

ASIAGO CIRCOLO PATTINATORI

ASIAGO CIRCOLO PATTINATORI SPORTIVI GHIACCIO ASIAGO & CIRCOLO PATTINATORI ASIAGO Spett.le FISG Settore Pattinaggio di Figura FISG G.U.G. Pattinaggio di Figura FISG Comitato Provincia di Trentino FISG Comitato Provinciale Alto Adige

Dettagli

PATTINAGGIO ARTISTICO VARIAZIONE NORME ATTIVITA 2015

PATTINAGGIO ARTISTICO VARIAZIONE NORME ATTIVITA 2015 FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMMISSIONE DI SETTORE ARTISTICO 00196 ROMA - VIALE TIZIANO, 74 - Tel.06-91684011 - www.fihp.org / e-mail - artistico@fihp.org COMUNICATO UFFICIALE N.66/2014 Roma,

Dettagli

MANIFESTAZIONE PATROCINATA DAL COMUNE DI FELTRE. Feltre, 28 e 29 MARZO 2015 PROGRAMMA PROVVISORIO

MANIFESTAZIONE PATROCINATA DAL COMUNE DI FELTRE. Feltre, 28 e 29 MARZO 2015 PROGRAMMA PROVVISORIO GARA INTERREGIONALE FREE PER ATLETI NON AMMESSI ALLA COPPA ITALIA XIII edizione TROFEO CITTA' DI FELTRE II MEMORIAL GIOVANNI BELATI (valevole per i passaggi di categoria) MANIFESTAZIONE PATROCINATA DAL

Dettagli

PROGRAMMA PROMOZIONALE GR UISP 2014/2015

PROGRAMMA PROMOZIONALE GR UISP 2014/2015 PROGRAMMA PROMOZIONALE GR UISP 2014/2015 a cura della referente regionale M. Porreca Il programma promozionale GR 2014-2015 prevede: 1. INDIVIDUALE: per categorie di età, con 3 livelli tecnici. -Pag. 2-2.

Dettagli

Lega Nazionale Pattinaggio GRUPPI FOLK NORME DI ATTIVITA EDIZIONE 2015. Ed. 10/2015 V2b

Lega Nazionale Pattinaggio GRUPPI FOLK NORME DI ATTIVITA EDIZIONE 2015. Ed. 10/2015 V2b Lega Nazionale Pattinaggio GRUPPI FOLK NORME DI ATTIVITA EDIZIONE 2015 Ed. 10/2015 V2b 1 Art. 1) PARTECIPAZIONE Possono partecipare alle categorie COMPETITIVE tutte le Società regolarmente affiliate alla

Dettagli

COMITATO REGIONALE LIGURE

COMITATO REGIONALE LIGURE COMITATO REGIONALE LIGURE INTEGRAZIONE ALLE NORME ATTUATIVE NAZIONALI ANNO 2015 CATEGORIA GIOVANISSIMI PREMESSA Le presenti norme integrano quanto stabilito nel Regolamento Tecnico e nelle Norme Attuative

Dettagli

AGORA - LO STADIO DEL GHIACCIO Pista coperta 30 mt X 60 mt

AGORA - LO STADIO DEL GHIACCIO Pista coperta 30 mt X 60 mt CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTO DI PATTINAGGIO DI FIGURA 2013 ORGANIZZAZIONE AGORA SKATING TEAM Via dei Ciclamini 23 201XX Milano Tel : 02-48300946 - Fax : 02.4121821 e-mail : info@stadioghiaccio.it DATA

Dettagli

CAMPIONATI ITALIANI DI PATTINAGGIO DI FIGURA 2016 Artistico - Danza Sincronizzato. Junior e Senior

CAMPIONATI ITALIANI DI PATTINAGGIO DI FIGURA 2016 Artistico - Danza Sincronizzato. Junior e Senior CAMPIONATI ITALIANI DI PATTINAGGIO DI FIGURA 2016 Artistico - Danza Sincronizzato Junior Senior Organizzazione F.I.S.G. Federazione Italiana Sport del Ghiaccio Via Piranesi, 46 Milano Tel. 02 70141329

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO BANDO DI REGATA

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO BANDO DI REGATA FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO BANDO DI REGATA REGATA INTERNAZIONALE DI GRAN FONDO D INVERNO SUL PO Torino, Domenica 15 Febbraio 2015 34015 Mu 1. Comitato organizzatore locale (COL): Società Canottieri

Dettagli

TRENTO CUP 2014. Trento, 08-09 novembre 2014

TRENTO CUP 2014. Trento, 08-09 novembre 2014 CIRCOLO PATTINATORI ARTISTICI TRENTO Associazione sportiva dilettantistica Sede legale:via Fersina 15 38100 Trento Recapito postale: Casella postale 263 38100 Trento Codice fiscale 96034740223 partita

Dettagli

COMITATO REGIONALE LIGURE

COMITATO REGIONALE LIGURE COMITATO REGIONALE LIGURE INTEGRAZIONE ALLE NORME ATTUATIVE NAZIONALI ANNO 2014 CATEGORIA GIOVANISSIMI PREMESSA Le presenti norme integrano quanto stabilito nel Regolamento Tecnico e nelle Norme Attuative

Dettagli

Comitato Chiara Giavi. In ricordo di Chiara atleta indimenticabile. 14 MEMORIAL INTERNAZIONALE DI NUOTO CHIARA GIAVI MONTEBELLUNA 4-5 - 6 Gennaio 2010

Comitato Chiara Giavi. In ricordo di Chiara atleta indimenticabile. 14 MEMORIAL INTERNAZIONALE DI NUOTO CHIARA GIAVI MONTEBELLUNA 4-5 - 6 Gennaio 2010 1 Comitato Chiara Giavi In ricordo di Chiara atleta indimenticabile 14 MEMORIAL INTERNAZIONALE DI NUOTO CHIARA GIAVI MONTEBELLUNA 4-5 - 6 Gennaio 2010 Organizzazione: Montenuoto s.s.d. a r.l. Montebelluna

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO BANDO DI REGATA

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO BANDO DI REGATA FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO BANDO DI REGATA CAMPIONATI ITALIANI DI GRAN FONDO MEETING NAZIONALE DI FONDO ALLIEVI E CADETTI REGATA NAZIONALE DI GRAN FONDO MASTER Pisa, Canale dei Navicelli, Domenica

Dettagli

I. H. P A. C. S. I. PATTINAGGIO ARTISTICO

I. H. P A. C. S. I. PATTINAGGIO ARTISTICO Lo Skating Club Gioni di Trieste ha il piacere di invitarvi Al F. I. H. P A. C. S. I. PATTINAGGIO ARTISTICO Liberi maschili e femminili e Solo Dance. Le gare di Libero maschile e femminile e Solo Dance

Dettagli

Comitato Chiara Giavi. In ricordo di Chiara atleta indimenticabile. 16 MEMORIAL INTERNAZIONALE DI NUOTO CHIARA GIAVI MONTEBELLUNA 5-6 - 7 Gennaio 2012

Comitato Chiara Giavi. In ricordo di Chiara atleta indimenticabile. 16 MEMORIAL INTERNAZIONALE DI NUOTO CHIARA GIAVI MONTEBELLUNA 5-6 - 7 Gennaio 2012 1 Comitato Chiara Giavi In ricordo di Chiara atleta indimenticabile 16 MEMORIAL INTERNAZIONALE DI NUOTO CHIARA GIAVI MONTEBELLUNA 5-6 - 7 Gennaio 2012 Organizzazione: Montenuoto s.s.d. a r.l. Montebelluna

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMITATO REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA SETTORE ARTISTICO

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMITATO REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA SETTORE ARTISTICO FEDERZIONE ITLIN HOCKEY E PTTINGGIO COMITTO REGIONLE FRIULI VENEZI GIULI SETTORE RTISTICO COMUNICTO N. 27//10 Trieste, 21/10/2010 lle Società di rtistico F.V.G. l Presidente Reg. F.I.H.P. Dott. Fabio Hollan

Dettagli

Comitato Regionale Toscano

Comitato Regionale Toscano Comitato Regionale Toscano Calendario e Regolamento stagione invernale 2015/2016 CATEGORIA CAMPIONATI ASSOLUTI REGIONALI INVERNALI 5/6 Dicembre 2015 Livorno (piscina La Bastia) Sabato 5/12 pomeriggio 200SL

Dettagli

FIDAL TOSCANA REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA PARTECIPAZIONE A MANIFESTAZIONI REGIONALI E PROVINCIALI DI CORSE SU STRADA 2008

FIDAL TOSCANA REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA PARTECIPAZIONE A MANIFESTAZIONI REGIONALI E PROVINCIALI DI CORSE SU STRADA 2008 FIDAL TOSCANA REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA PARTECIPAZIONE A MANIFESTAZIONI REGIONALI E PROVINCIALI DI CORSE SU STRADA 2008 Art.1 DEFINIZIONI 1. Le manifestazioni di atletica leggera sono costituite

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO SETTORE ARTISTICO 00196 ROMA - VIALE TIZIANO, 74 - Tel.06-91684011 Fax- 91684029

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO SETTORE ARTISTICO 00196 ROMA - VIALE TIZIANO, 74 - Tel.06-91684011 Fax- 91684029 FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO SETTORE ARTISTICO 00196 ROMA - VIALE TIZIANO, 74 - Tel.06-91684011 Fax- 91684029 - www.fihp.org / e-mail - artistico@fihp.org COMUNICATO UFFICIALE N. 88/2014 Roma,

Dettagli

X. Campionato Nazionale Assoluto Roma, 1-2 Agosto 2014, Stadio del Nuoto, 50m

X. Campionato Nazionale Assoluto Roma, 1-2 Agosto 2014, Stadio del Nuoto, 50m X. Campionato Nazionale Assoluto Roma, 1-2 Agosto 2014, Stadio del Nuoto, 50m Gare in programma e svolgimento Il programma dei Campionati avrà svolgimento a serie, in due giornate e quattro turni di gara

Dettagli

R E G O L A M E N T O

R E G O L A M E N T O R E G O L A M E N T O 1. L A.S.D. Trofeo TOPOLINO Sci indice ed organizza, con l'approvazione della F.I.S.I. e del Comitato Trentino FISI, una gara valida quale Selezione Nazionale per il 54 Trofeo Topolino

Dettagli

Il cronometraggio sarà sia di tipo automatico con piastre e manuale.

Il cronometraggio sarà sia di tipo automatico con piastre e manuale. 19 TROFEO CITTA DI CREMA 20-21 - 22 Giugno 2014 VASCA RISCALDATA DA 50m A 8 CORSIE SCOPERTA INIZIO MANIFESTAZIONE VENERDÌ ORE 18.45 C/O CENTRO NATATORIO COMUNALE VIA INDIPENDENZA 97/A 26013 CREMA (CR)

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETÀ SU PISTA ALLIEVE / I 1^ PROVA REGIONALE

CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETÀ SU PISTA ALLIEVE / I 1^ PROVA REGIONALE FEDERA Z I O N E I T A L I A N A D I A T L E T I C A L E G G E R A Comitato Regionale LOMBARDIA CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETÀ SU PISTA ALLIEVE / I 1^ PROVA REGIONALE MARIANO COMENSE(CO) - Campo Comunale

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO COMITATO REGIONALE LOMBARDIA

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO COMITATO REGIONALE LOMBARDIA FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO COMITATO REGIONALE LOMBARDIA Bando della 1 ^ prova della Coppa Italia di Fondo (Cadetti, Junior, Senior valido per le Classifiche Nazionali) (Master non valido per le Classifiche

Dettagli

PROGRAMMI GARE NAZIONALI PIAZZA DI SIENA 2015. COPPA DEI GIOVANI - TROFEO CHALLENGE BRUNO SCOLARI 23-24 maggio 2015

PROGRAMMI GARE NAZIONALI PIAZZA DI SIENA 2015. COPPA DEI GIOVANI - TROFEO CHALLENGE BRUNO SCOLARI 23-24 maggio 2015 PROGRAMMI GARE NAZIONALI PIAZZA DI SIENA 2015 COPPA DEI GIOVANI - TROFEO CHALLENGE BRUNO SCOLARI 23-24 maggio 2015 La categoria prevede due classifiche, una a Squadre e una Individuale e un ulteriore classifica

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA ARTISTICA A.S.C. SALEMI ( TRAPANI ) 14 APRILE - 2013 PALAZZETTO DELLO SPORT

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA ARTISTICA A.S.C. SALEMI ( TRAPANI ) 14 APRILE - 2013 PALAZZETTO DELLO SPORT CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA ARTISTICA A.S.C. SALEMI ( TRAPANI ) 14 APRILE - 2013 PALAZZETTO DELLO SPORT ORGANIZZAZIONE TECNICA : Responsabile generale = Sig. Colicchia Sebastiano = Tel. 328 7273766,

Dettagli

Regolamento tecnico di Nuoto Salvamento. (edizione novembre 2011)

Regolamento tecnico di Nuoto Salvamento. (edizione novembre 2011) Regolamento tecnico di Nuoto Salvamento (edizione novembre 2011) Premessa Il presente regolamento tecnico è basato sulle regole adottate dalla Federazione Italiana Nuoto (FIN) ed adattate alle esigenze

Dettagli

TENNIS TAVOLO 2013-2014

TENNIS TAVOLO 2013-2014 TENNIS TAVOLO 2013-2014 Il Centro Sportivo Italiano, Comitato Provinciale di Milano, in collaborazione con SPORT-ORG snc, organizza l attività 2013/14 di Tennis Tavolo. 1 11 COPPA CSI PROVINCIALE INDIVIDUALE

Dettagli

REGOLAMENTI CORSA CAMPESTRE FIDAL PIEMONTE 2012

REGOLAMENTI CORSA CAMPESTRE FIDAL PIEMONTE 2012 REGOLAMENTI CORSA CAMPESTRE FIDAL PIEMONTE 2012 1) CORSA CAMPESTRE CAMPIONATI FEDERALI REGIONALI Campionati piemontesi individuali Assoluti: 15/1/2012 Novara (NO) CDS Giovanile: 5/2/2012 - Verbania (VB)

Dettagli

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 Affiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti) Riaffiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti)

Dettagli

Regolamento Campionato Provinciale Ginnastica Artistica 2014-2015. Consiglio Provinciale Varese REGOLAMENTO

Regolamento Campionato Provinciale Ginnastica Artistica 2014-2015. Consiglio Provinciale Varese REGOLAMENTO Consiglio Provinciale Varese REGOLAMENTO Ginnastica Artistica Regolamento 1 Consiglio Provinciale Varese CAMPIONATO NAZIONALE FASE PROVINCIALE Ginnastica Artistica Regolamento La manifestazione è aperta

Dettagli

Forum Europeo delle Associazioni Sportive, Culturali e del Tempo Libero. Sezione Ginnastica Artistica Femminile

Forum Europeo delle Associazioni Sportive, Culturali e del Tempo Libero. Sezione Ginnastica Artistica Femminile Forum Europeo delle Associazioni Sportive, Culturali e del Tempo Libero Sezione Ginnastica Artistica Femminile In convenzione con: A.S.I. Alleanza Sportiva Italiana Settore Promozionale Agonistico TROFEO

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO DI PATTINAGGIO SPETTACOLO E SINCRONIZZATO COPPA RISPORT Firenze 20/23 Marzo 2014

CAMPIONATO ITALIANO DI PATTINAGGIO SPETTACOLO E SINCRONIZZATO COPPA RISPORT Firenze 20/23 Marzo 2014 FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO SETTORE ARTISTICO 00196 ROMA - VIALE TIZIANO, 74 - Tel.06-91684011 Fax- 91684029 - www.fihp.org / e-mail - artistico@fihp.org COMUNICATO UFFICIALE N. 83/2013 Roma,

Dettagli

Comitato Chiara Giavi. In ricordo di Chiara atleta indimenticabile. 17 MEMORIAL INTERNAZIONALE DI NUOTO CHIARA GIAVI MONTEBELLUNA 4-5 Gennaio 2014

Comitato Chiara Giavi. In ricordo di Chiara atleta indimenticabile. 17 MEMORIAL INTERNAZIONALE DI NUOTO CHIARA GIAVI MONTEBELLUNA 4-5 Gennaio 2014 1 Comitato Chiara Giavi In ricordo di Chiara atleta indimenticabile 17 MEMORIAL INTERNAZIONALE DI NUOTO CHIARA GIAVI MONTEBELLUNA 4-5 Gennaio 2014 Organizzazione: Montenuoto s.s.d. a r.l. Montebelluna

Dettagli

ATLETICA LEGGERA. Pista

ATLETICA LEGGERA. Pista ATLETICA LEGGERA Pista CATEGORIA ANNI DI NASCITA Ragazzi/e 2004-2005 Cadetti/e 2002-2003 Programma Categoria Gruppi Gare Ragazzi/e Corse 60-600 - 4x100 (cambio libero) Salti Alto - Lungo Lanci Peso gomma

Dettagli

REGOLAMENTO COMITATO NAZIONALE ALLENATORI PATTINAGGIO di FIGURA C.N.A. F.

REGOLAMENTO COMITATO NAZIONALE ALLENATORI PATTINAGGIO di FIGURA C.N.A. F. FEDERAZIONE ITALIANA SPORT GHIACCIO REGOLAMENTO COMITATO NAZIONALE ALLENATORI PATTINAGGIO di FIGURA C.N.A. F. Approvato con Delibera del Consiglio Federale N. 3-11/190 del 29 Aprile 2011 ART. 1 - DEFINIZIONE

Dettagli

A.S.D. Dreaming Ice in Parma

A.S.D. Dreaming Ice in Parma ASD Ice Fananays A.S.D. Dreaming Ice in Parma CRLazio 1 PROVA CAMPIONATO Regionale LAZIO MEMORIAL SUSANNA CARPANI Fanano 5-6 dicembre 2015 Spett.li FISG Settore Pattinaggio di Figura FISG G.U.G. Pattinaggio

Dettagli

FIDASC Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia 10 CAMPIONATO ITALIANO ANNI VERDI CON CANI DA FERMA E DA CERCA SU QUAGLIE LIBERATE 2015

FIDASC Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia 10 CAMPIONATO ITALIANO ANNI VERDI CON CANI DA FERMA E DA CERCA SU QUAGLIE LIBERATE 2015 FIDASC Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia 10 CAMPIONATO ITALIANO ANNI VERDI CON CANI DA FERMA E DA CERCA SU QUAGLIE LIBERATE 2015 REGOLAMENTO TECNICO ART. 1 SCOPI 1.1 La FIDASC, nell

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA TAEKWONDO

FEDERAZIONE ITALIANA TAEKWONDO MEMORIAL CAVALLI Competizione per Squadre Regionali FEDERAZIONE ITALIANA TAEKWONDO REGOLAMENTO TECNICO E ORGANIGRAMMA DELLA GARA MEMORIAL CAVALLI A cura del Settore Tecnico FITA MODULO DI GARA per le prove

Dettagli

Solar System Tour quinta edizione

Solar System Tour quinta edizione Solar System Tour quinta edizione Catania, 30 Novembre 2013 Descrizione Il Solar System Tour è una manifestazione sportivo-culturale organizzata, nell ambito delle proprie iniziative divulgative per le

Dettagli

Regolamento del Settore Attività Giovanile. Approvato dal Consiglio Federale Del 13 aprile 2013 con delibera n. 124

Regolamento del Settore Attività Giovanile. Approvato dal Consiglio Federale Del 13 aprile 2013 con delibera n. 124 Regolamento del Settore Attività Giovanile Approvato dal Consiglio Federale Del 13 aprile 2013 con delibera n. 124 TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI art. 1 - L Attività Giovanile 1- Per organizzare e coordinare

Dettagli

ENDAS NAZIONALE REGOLAMENTO

ENDAS NAZIONALE REGOLAMENTO ENDAS NAZIONALE SETTORE KARATE REGOLAMENTO 1 L ENDAS Ente Nazionale Democratico di Azione Sociale, organizza i " Campionati Regionali ", fase preliminare, valida per la qualificazione alle " FINALI NAZIONALI

Dettagli

CAMPIONATO REGIONALE DI CORSA CAMPESTE CIRCUITO REGIONALE C.U. N. 1

CAMPIONATO REGIONALE DI CORSA CAMPESTE CIRCUITO REGIONALE C.U. N. 1 CAMPIONATO REGIONALE DI CORSA CAMPESTE CIRCUITO REGIONALE C.U. N. 1 1 TAPPA 13 DICEMBRE 2014 Pontedera - Pisa 2 TAPPA 18 GENNAIO 2015 Santonuovo Pistoia 3 TAPPA 25 GENNAIO 2015 Galceti Prato 4 TAPPA 8

Dettagli

Regolamento Trofeo Regionale Corsa su Strada REGIONALE LOMBARDO REGOLAMENTO

Regolamento Trofeo Regionale Corsa su Strada REGIONALE LOMBARDO REGOLAMENTO CONSIGLIO REGIONALE LOMBARDO REGOLAMENTO Campestre_Regolamento Pag. 1 / 1 CONSIGLIO REGIONALE LOMBARDO 17 Trofeo Regionale Corsa Campestre Regolamento La manifestazione è aperta a tutte le categorie, maschili

Dettagli

OGGETTO: Regolamento Campionato Provinciale di corsa campestre 2013.

OGGETTO: Regolamento Campionato Provinciale di corsa campestre 2013. A tutte le società sportive della provincia di Sondrio Al Gruppo Giudici di Gara di Sondrio e p.c. Al Comitato Regionale Lombardo FIDAL OGGETTO: Regolamento Campionato Provinciale di corsa campestre 2013.

Dettagli

REGOLAMENTI FIDAL MARCHE Attività Invernale 2015

REGOLAMENTI FIDAL MARCHE Attività Invernale 2015 REGOLAMENTI FIDAL MARCHE Attività Invernale 2015 1 SOMMARIO Pag. 3 4 Affiliazione Tesseramento pag. 5 7 Norme per organizzazione manifestazioni pag. 8 Regolamenti Attività invernale settore assoluto pag.

Dettagli

ATTIVITA' REGIONALE DI CORSA IN MONTAGNA 2011

ATTIVITA' REGIONALE DI CORSA IN MONTAGNA 2011 FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA COMITATO REGIONALE FRIULI - VENEZIA GIULIA ATTIVITA' REGIONALE DI CORSA IN MONTAGNA 2011 Norme generali di svolgimento delle manifestazioni di Campionato Regionale

Dettagli

ATTIVITA MASTERS 2013 (35 anni e oltre)

ATTIVITA MASTERS 2013 (35 anni e oltre) ATTIVITA MASTERS 2013 (35 anni e oltre) DISPOSIZIONI GENERALI 1. PARTECIPAZIONE ALLE GARE 1.1 Gli atleti sia italiani che stranieri per partecipare alle gare devono essere in regola con il tesseramento

Dettagli

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile.... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2

Dettagli

DANZA. B1 danza classica (balli da sala e liscio unificato) A2 danze caraibiche

DANZA. B1 danza classica (balli da sala e liscio unificato) A2 danze caraibiche DANZA Art. 20 Categorie A - DANZA SPORTIVA B DANZA ARTISTICA A1 balli standard B1 danza classica (balli da sala e liscio unificato) A2 danze caraibiche B2 - danza modern/jazz (mambo-salsa-merengue) A3-

Dettagli

III TROFEO UBI BANCA POPOLARE DI BERGAMO LOVERE, 9 OTTOBRE 2011

III TROFEO UBI BANCA POPOLARE DI BERGAMO LOVERE, 9 OTTOBRE 2011 Bando di Regata III TROFEO UBI BANCA POPOLARE DI BERGAMO REGATA PROMOZIONALE APERTA LOVERE, 9 OTTOBRE 2011 1 - INVITO La Federazione Italiana Canottaggio indice e la Società Canottieri Sebino organizza

Dettagli

SAGGIO DELLE SCUOLE CAMPIONATO ITALIANO A SQUADRE TROFEO ITALIANO ALLIEVI DEBUTTANTI TROFEO ITALIANO ALLIEVI

SAGGIO DELLE SCUOLE CAMPIONATO ITALIANO A SQUADRE TROFEO ITALIANO ALLIEVI DEBUTTANTI TROFEO ITALIANO ALLIEVI SAGGIO DELLE SCUOLE CAMPIONATO ITALIANO A SQUADRE TROFEO ITALIANO ALLIEVI DEBUTTANTI TROFEO ITALIANO ALLIEVI Tor di Quinto Roma, Ippodromo militare Gen. Giannattasio, data 30 Ottobre/2 Novembre SAGGIO

Dettagli

Campionato Nazionale Cup 2016 a squadre e individuale

Campionato Nazionale Cup 2016 a squadre e individuale Campionato Nazionale Cup 2016 a squadre e individuale A cura di Cinzia Pennesi Ilenia Oberni Alice Grecchi Monia Melis Ginevra Civiletti Sonia Frasca Componenti Commissione Tecnica Nazionale Aggiornato

Dettagli

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 Affiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti) Riaffiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti)

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE MTB ANNO SPORTIVO 2015

REGOLAMENTO PROVINCIALE MTB ANNO SPORTIVO 2015 REGOLAMENTO PROVINCIALE MTB ANNO SPORTIVO 2015 Art. 1 I campionati CSI di Mountain Bike sono riservati a tutti i tesserati al Centro Sportivo Italiano in regola con il tesseramento che ha validità dal

Dettagli

La manifestazione è valida come Campionato Provinciale U.S. Acli Roma di Nuoto

La manifestazione è valida come Campionato Provinciale U.S. Acli Roma di Nuoto "MEMORIAL FABIO GORI 2015" XV edizione Trofeo delle Scuole Nuoto del Centro-Sud Il Trofeo sarà articolato in tre giornate gara. La manifestazione avrà carattere competitivo ( si disputeranno infatti gare

Dettagli

REGOLAMENTI ATTIVITA INVERNALE 2012

REGOLAMENTI ATTIVITA INVERNALE 2012 REGOLAMENTI ATTIVITA INVERNALE 2012 CAMPIONATO REGIONALE INDIVIDUALE DI CROSS ALL/JUN/SEN-PRO Pizzo (VV), 22 Gennaio 2012 1.La Fidal indice e l Atletica Conoscere Jonadi organizza i Campionati Regionali

Dettagli

Settore Promozionale TROFEO GYM PRIME GARE

Settore Promozionale TROFEO GYM PRIME GARE Settore Promozionale TROFEO GYM PRIME GARE Il Trofeo Gym Prime Gare, a carattere regionale, è rivolto a tutte le ginnaste alle prime esperienze di gara e pertanto è riservato a coloro che non partecipano

Dettagli

CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI. Specialità Volo

CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI. Specialità Volo CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI 2013 Specialità Volo 1. CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI MASCHILI 1.1 CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTO INDIVIDUALE A questa competizione parteciperanno i migliori 16 giocatori di categoria

Dettagli

ATLETICA LEGGERA PROGRAMMI REGOLAMENTI 2014-2015. CATEGORIE E DISTANZE: campestre, strada e montagna. Categorie anni gare individuali staffette

ATLETICA LEGGERA PROGRAMMI REGOLAMENTI 2014-2015. CATEGORIE E DISTANZE: campestre, strada e montagna. Categorie anni gare individuali staffette ATLETICA LEGGERA PROGRAMMI REGOLAMENTI 2014-2015 1. Campionato provinciale di atletica leggera: saranno 10 le gare valide per il campionato Provinciale di atletica leggera e precisamente 2 di corsa campestre,

Dettagli

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016 Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016 CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile.... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2

Dettagli

M.S.P. ITALIA SEZIONE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE Programma Tecnico Serie B SERIE B

M.S.P. ITALIA SEZIONE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE Programma Tecnico Serie B SERIE B SERIE B 1. Il Campionato è riservato alle ginnaste più esperte. Sono escluse le ginnaste partecipanti al Campionati di Serie A; 2. La competizione è individuale; 3. E prevista una classifica assoluta determinata

Dettagli

II TROFEO UBI BANCA POPOLARE DI BERGAMO LOVERE, 3 OTTOBRE 2010

II TROFEO UBI BANCA POPOLARE DI BERGAMO LOVERE, 3 OTTOBRE 2010 Bando di Regata II TROFEO UBI BANCA POPOLARE DI BERGAMO REGATA PROMOZIONALE APERTA LOVERE, 3 OTTOBRE 2010 1 - INVITO La Federazione Italiana Canottaggio indice e la Società Canottieri Sebino organizza

Dettagli

Federazione Italiana di Atletica Leggera Comitato Regionale Emilia-Romagna REGOLAMENTO INVERNALE 2015

Federazione Italiana di Atletica Leggera Comitato Regionale Emilia-Romagna REGOLAMENTO INVERNALE 2015 Federazione Italiana di Atletica Leggera Comitato Regionale Emilia-Romagna REGOLAMENTO INVERNALE 2015 1 CAMPIONATI INDIVIDUALI DI CORSA CAMPESTRE - ANNO 2015 1. Il Comitato Regionale FIDAL Emilia Romagna

Dettagli

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP SOLO DANCE NORME ATTIVITA 2015

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP SOLO DANCE NORME ATTIVITA 2015 Lega Pattinaggio a Rotelle UISP SOLO DANCE NORME ATTIVITA 2015 2 COMUNICAZIONI E NORME GENERALI UISP Lega Pattinaggio introduce dalla stagione sportiva 2014-2015 due nuove categorie Categoria Debuttanti

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE di SCI 15ª edizione REGOLAMENTO SCI ALPINO 2013. Andalo (TN), 14/17 marzo 2013

CAMPIONATO NAZIONALE di SCI 15ª edizione REGOLAMENTO SCI ALPINO 2013. Andalo (TN), 14/17 marzo 2013 REGOLAMENTO SCI ALPINO 2013 1.CATEGORIE Cuccioli m/f dal 2004 al 2005 Esordienti m/f dal 2002 al 2003 Ragazzi m/f 2000/2001 Allievi m/f 1998/1999 Juniores m/f 1996/1997 Criterium m/f dal 1993 al 1995 Seniores

Dettagli

2 Prova Campionato Regionale Di Corsa Campestre Tezze Sul Brenta (VI)

2 Prova Campionato Regionale Di Corsa Campestre Tezze Sul Brenta (VI) e.p.c. Ai Comitati Provinciali Ai Coordinatori Tecnici Provinciali Ai Responsabili Regionali e Provinciali Atletica Leggera Ai Responsabili Regionali e Provinciali Giudici di Gara Ai Presidenti Provinciali

Dettagli

ANNO 2013/2014 GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE E FEMMINILE

ANNO 2013/2014 GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE E FEMMINILE ANNO 2013/2014 GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE E FEMMINILE REGOLAMENTO: BIG TEAM - Programma rivolto a ginnaste/i principianti o che frequentano corsi di avviamento allo sport. - Questo programma di competizioni

Dettagli

NORME ATTIVITA' PROMOZIONALE 2013

NORME ATTIVITA' PROMOZIONALE 2013 NORME ATTIVITA' PROMOZIONALE 2013 ESORDIENTI M/F (6-11 anni) NORME GENERALI Gli Esordienti sono suddivisi in tre fasce d età secondo il seguente schema: Esordienti C 6-7 anni (nati negli anni 2007-2006)

Dettagli

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA 1 CONCORSI Concorso individuale LIVELLO A Categorie: ALLIEVE: un attrezzo a scelta e Corpo libero obbligatorio JUNIOR: 2 attrezzi a scelta SENIOR:

Dettagli

REGOLAMENTI CORSA IN MONTAGNA 2015

REGOLAMENTI CORSA IN MONTAGNA 2015 REGOLAMENTI CORSA IN MONTAGNA 2015 1. NORME GENERALI 1.1 La corsa in montagna è una specialità dell'atletica leggera. 1.2 La gara di corsa in montagna si svolge all'aperto, su un percorso naturale, in

Dettagli

PROGETTO GIOVANI MARCHE S.O. 2016

PROGETTO GIOVANI MARCHE S.O. 2016 Comitato Regionale F.I.S.E. Marche PROGETTO GIOVANI MARCHE S.O. 2016 IX. EDIZIONE PROGETTO GIOVANI PROMESSE PONY PROGETTO AMATORI MARCHE REGOLAMENTO Anche per il 2016 il PROGETTO GIOVANI MARCHE si riconferma,

Dettagli

PROGRAMMA. Trofeo Laudense 2013-2014

PROGRAMMA. Trofeo Laudense 2013-2014 PROGRAMMA Trofeo Laudense 2013-2014 1 REGOLAMENTO TROFEO LAUDENSE 1. Il 1 livello potrà esser eseguito esclusivamente dai bambini frequentanti la scuola dell infanzia. 2. La classifica sarà divisa in livelli

Dettagli

C.O.N.I. FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO

C.O.N.I. FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO C.O.N.I. FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO 1) INVITO La Federazione Italiana Canottaggio indice e il Circolo Canottieri Piediluco, quale Comitato Organizzatore, in collaborazione con: Delegazione Regionale

Dettagli

Regolamenti 2010/2011 dell Attività a Squadre e dei relativi Campionati Parte Specifica

Regolamenti 2010/2011 dell Attività a Squadre e dei relativi Campionati Parte Specifica Regolamenti 2010/2011 dell Attività a Squadre e dei relativi Campionati Parte Specifica CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2 maschile... 4 Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO SPORTIVO TROFEO TURISMO MAGIONE 2012

REGOLAMENTO SPORTIVO TROFEO TURISMO MAGIONE 2012 REGOLAMENTO SPORTIVO TROFEO TURISMO MAGIONE 2012 Art. 1 La AMUB Magione S.p.a. indice ed organizza il Trofeo Turismo Magione 2012. Il Trofeo si svolge in conformità con il Codice Sportivo Internazionale

Dettagli

Oggetto: Campionato Nazionale AICS di Pattinaggio Artistico Gruppi Spettacolo e Sincronizzato Prato - 12 novembre 2006.

Oggetto: Campionato Nazionale AICS di Pattinaggio Artistico Gruppi Spettacolo e Sincronizzato Prato - 12 novembre 2006. Roma, 21/09/2006 Prot.n. Ai Comitati Regionali AICS Ai Comitati Provinciali AICS Ai Circoli di Pattinaggio Artistico Loro Sedi Oggetto: Campionato Nazionale AICS di Pattinaggio Artistico Gruppi Spettacolo

Dettagli

DISPOSIZIONI ATTIVITA AGONISTICA MASTER 2014-2015

DISPOSIZIONI ATTIVITA AGONISTICA MASTER 2014-2015 Versione del 25/9/2014 DISPOSIZIONI ATTIVITA AGONISTICA MASTER 2014-2015 Art. 1 Generalità L'Attività Agonistica Master 2014/2015 prevede, per ogni arma e per ciascuna delle categorie d età da 24 anni

Dettagli

Centro Sportivo Italiano Commissione Tecnica Atletica legg. Cross Corsa in montagna COMUNICATO UFFICIALE N 14 DEL 10.12.

Centro Sportivo Italiano Commissione Tecnica Atletica legg. Cross Corsa in montagna COMUNICATO UFFICIALE N 14 DEL 10.12. COMUNICATO UFFICIALE N 14 DEL 10.12.2015 Il Consiglio Provinciale C.S.I. di Reggio Emilia indice e la Commissione Tecnica C.S.I. di ATLETICA, con la collaborazione della F.I.D.A.L. e dei G.G.G., organizza

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O COMUNICATO UFFICIALE N. 171/A Il Consiglio Federale - Nella riunione del 30 aprile 2013; - ravvisata la necessità

Dettagli

REGOLAMENTO 2015 Giochi di Apertura GIOCO 1/4 - PRENDI I BARATTOLI

REGOLAMENTO 2015 Giochi di Apertura GIOCO 1/4 - PRENDI I BARATTOLI REGOLAMENTO 2015 Giochi di Apertura GIOCO 1/4 - PRENDI I BARATTOLI ART 1 - PARTECIPANTI: Le categorie sono le seguenti: Categoria bambini dai 6 ai 10 anni (anni di nascita dal 2009 al 2005) Categoria ragazzi

Dettagli

1. Alla manifestazione FANTINI CUP di Beach Volley si applica la seguente formula di gara:

1. Alla manifestazione FANTINI CUP di Beach Volley si applica la seguente formula di gara: FORMULE DI GARA Formula di gara (2x2 Maschile e Femminile) 1. Alla manifestazione FANTINI CUP di Beach Volley si applica la seguente formula di gara: - formula di gara con pool preliminari e tabellone

Dettagli

RISERVATO ALLE CLASSI BAMBINI-FANCIULLI M/F - RAGAZZI M/F ESORDIENTI/A M/F ESORDIENTI/B M/F CADETTI M/F JUNIORES M/F SENIORES M/F

RISERVATO ALLE CLASSI BAMBINI-FANCIULLI M/F - RAGAZZI M/F ESORDIENTI/A M/F ESORDIENTI/B M/F CADETTI M/F JUNIORES M/F SENIORES M/F RISERVATO ALLE CLASSI BAMBINI-FANCIULLI M/F - RAGAZZI M/F ESORDIENTI/A M/F ESORDIENTI/B M/F CADETTI M/F JUNIORES M/F SENIORES M/F ORGANIZZAZIONE: COMITATO PROVINCIALE CSEN DI BARI UFFICIO GARE NAZIONALE

Dettagli

Regolamenti 2015/2016 Metodo per l Elaborazione Automatica della Classifica Individuale Unica Nazionale

Regolamenti 2015/2016 Metodo per l Elaborazione Automatica della Classifica Individuale Unica Nazionale Regolamenti 2015/2016 Metodo per l Elaborazione Automatica della Classifica Individuale Unica Nazionale INDICE CAPO 1 - NORME GENERALI... 2 Articolo 1.1 - Obiettivi.... 2 Articolo 1.2 - Periodo valido....

Dettagli

11 GRAN PREMIO REGIONALE DI CORSA CAMPESTE C.U. N. 1

11 GRAN PREMIO REGIONALE DI CORSA CAMPESTE C.U. N. 1 11 GRAN PREMIO REGIONALE DI CORSA CAMPESTE CIRCUITO REGIONALE C.U. N. 1 1 TAPPA 9 GENNAIO 2011 S. Ippolito di Galciana Prato 2 TAPPA 16 GENNAIO 2011 Lago del Santonuovo Pistoia 3 TAPPA 30 GENNAIO 2011

Dettagli

- PATTINAGGIO ARTISTICO -

- PATTINAGGIO ARTISTICO - POLISPORTIVE ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI PROMOZIONE SPORTIVA GIOVANILI SALESIANE Sede nazionale. Via Nomentana 175-00161 ROMA Tel. 06/4462179 - Fax 06/491310 - PATTINAGGIO ARTISTICO - Art. 20 Attività L'attività

Dettagli

Provincia di Varese Circoscrizione 2

Provincia di Varese Circoscrizione 2 C.O.N.I. FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO Regione Lombardia CONI Comitato di Varese Provincia di Varese Circoscrizione 2 Comune di Varese Camera di Commercio Varese 1) INVITO La Federazione Italiana Canottaggio

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI REGOLAMENTO DEI GIOCATORI Approvato dal Consiglio Federale il 3 settembre 2013 L attività dei giocatori è disciplinata dal Regolamento dei Giocatori, dal Regolamento delle Competizioni e da altre specifiche

Dettagli

13 CAMPIONATO INTERREGIONALE N U O T O

13 CAMPIONATO INTERREGIONALE N U O T O CONSIGLIO REGIONALE DI TOSCANA DIREZIONE TECNICA REGIONALE 13 CAMPIONATO INTERREGIONALE DI N U O T O 2 TAPPA CIRCUITO SPECIAL SWIMMERS Carrara 18 Gennaio 2015 Piscina di Carrara Via Sarteschi,1 tel. 0585/71419

Dettagli

BANDO SERIE DI CONTEST MUSICALI FOLLOW THE BEAT

BANDO SERIE DI CONTEST MUSICALI FOLLOW THE BEAT BANDO SERIE DI CONTEST MUSICALI FOLLOW THE BEAT Art. 1 FOLLOW THE BEAT è una serie di contest itineranti aperti a tutti i gruppi musicali, di carattere non professionistico, presenti sul territorio. Il

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA ARTISTICA NORME ORGANIZZATIVE 2013/2014 PARTE I CRITERI GENERALI

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA ARTISTICA NORME ORGANIZZATIVE 2013/2014 PARTE I CRITERI GENERALI CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA ARTISTICA NORME ORGANIZZATIVE 2013/2014. PARTE I CRITERI GENERALI 1 Validità dei regolamenti Tutte le Fasi del Campionato Nazionale di Ginnastica artistica si svolgono

Dettagli

Nuoto programmazione 2014/2015 Estiva

Nuoto programmazione 2014/2015 Estiva FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO Comitato Regionale Lombardo Milano, 12 febbraio 2015 Ns. rif. 15-170 Alle Ai Al Ai Alle Al Al Alla Alla Società affiliate Delegati Provinciali GUG Fiduciari Provinciali GUG Sezioni

Dettagli