POSTE ITALIANE S.p.A. DIVISIONE BANCOPOSTA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "POSTE ITALIANE S.p.A. DIVISIONE BANCOPOSTA"

Transcript

1 POSTE ITALIANE S.p.A. DIVISIONE BANCOPOSTA CARATTERISTICHE DEI BOLLETTINI DI CONTO CORRENTE POSTALE IN EURO Divisione Bancoposta Direzione Processi e Sistemi Informativi Servizio Sistema Informativo Cuas Edizione: Agosto

2 INDICE Generalità del bollettino di conto corrente postale in Euro: a) Corpo del bollettino Euro b) Zona di codifica OCR o Codeline del bollettino Euro Dimensioni del bollettino di versamento Euro e della zona di codifica OCR/Codeline Descrizione delle caratteristiche Fisico-Chimiche della carta del bollettino Euro Tipologie dei bollettini Euro Descrizione delle caratteristiche dei bollettini Euro premarcati di clienti Fatturatori Descrizione delle caratteristiche dei bollettini Euro premarcati di clienti Non Fatturatori Descrizione delle caratteristiche dei bollettini Euro Bianchi Personalizzati Descrizione delle caratteristiche dei bollettini Euro Bianchi Generici Avvertenze Allegato 1: bollettini Euro Premarcati di clienti Fatturatori Allegato 2: bollettini Euro Bianchi Generici Allegato 3: layout generale dei bollettini Euro Allegato 4: zona di codifica OCR/codeline dei bollettini Euro Allegato 5: bollettini Euro Premarcati di clienti Non Fatturatori Allegato 6: bollettini Euro Bianchi Personalizzati 2

3 GENERALITA DEL BOLLETTINO DI CONTO CORRENTE POSTALE IN EURO Il nuovo formato del bollettino in Euro, struttura della Codeline e corpo del bollettino, deve rispettare le seguenti caratteristiche: La stampa di tutti i dati significativi posti nel corpo del bollettino (N c.c.p., Intestazione del Conto, Importo in Euro, Tipo Documento, eventuale Codice Cliente) deve essere rigorosamente di colore nero, mentre tutti gli altri dati non significativi (griglia, causale, data scadenza, ecc.) possono essere di un colore cieco ; Non è più previsto l utilizzo di alcun codice a barre; eventuali clienti che manifestassero tale esigenza, potranno inserirlo nella zona ad essi riservata (Zona Cliente), previa Autorizzazione della Divisione Bancoposta; La Causale del versamento è posizionata solo sul fronte del bollettino, nella Zona riservata al Cliente; Gli estremi dell Autorizzazione alla Stampa sono disposti sul fronte della Ricevuta di Accredito, trasversalmente sul bordo destro, rispettando il seguente formato Aut. n del / / ; Le Avvertenze sono posizionate sul retro della Ricevuta di Versamento; La zona riservata alla lettura ottica o zona di codifica o codeline è quella posta nella parte inferiore del bollettino della sola Ricevuta di Accredito. I caratteri da utilizzare nella zona di codifica, sono OCR Font B Size 1 ECMA 11; Il Codice Cliente (ex V campo), eventualmente presente nella codeline, è costituito da 16 caratteri numerici con l aggiunta di 2 caratteri numerici di controcodice per effettuare i controlli di check-digit. 3

4 a) Corpo del bollettino Euro Il Corpo del Bollettino è stato suddiviso in zone ben specificate, per le quali si riporta la posizione esatta nella parte ricevuta di accredito, riservate a contenere i seguenti dati: LN conto corrente postale: max 8 caratteri numerici. Quando è prestampato il Font utilizzato deve essere lo stesso della codeline. Posizione dell angolo superiore sinistro della zona riservata: 34,5 mm. dalla linea di taglio a sinistra della ricevuta di accredito; 10 mm. dal bordo superiore della ricevuta di accredito. LImporto in Euro: max 8 cifre intere e 2 cifre decimali separati da, (virgola). Quando è prestampato si deve utilizzare il Font OCR B esteso delle stesse dimensioni del Font utilizzato in codeline. Posizione dell angolo superiore sinistro della zona riservata: 116 mm. dalla linea di taglio a sinistra della ricevuta di accredito; 10 mm. dal bordo superiore della ricevuta di accredito. LIntestazione del Beneficiario: quando è prestampato si compone di 2 righe x 55 caratteri alfanumerici (in maiuscolo) al massimo. Il font utilizzato è OCR B esteso delle stesse dimensioni del Font in codeline. Posizione dell angolo superiore sinistro della zona riservata: 7,5 mm. dalla linea di taglio a sinistra della ricevuta di accredito; 24,5 mm. dal bordo superiore della ricevuta di accredito. LTipo Documento (TD xxx : dove xxx è il codice che identifica il tipo di bollettino Euro, composto da 3 caratteri numerici OCR B identico a quello utilizzato in codeline). Tale dato è sempre prestampato per i bollettini Euro, oltre che in codeline, anche nel corpo del bollettino, sulla ricevuta di accredito. Posizione dell angolo superiore sinistro della zona riservata: 7,5 mm. dalla linea di taglio a sinistra della ricevuta di accredito; 16,5 mm. dal bordo superiore della ricevuta di accredito. LCodice Cliente (solo in caso di presenza dello stesso), prestampato anche nel corpo del bollettino, utilizzando lo stesso Font della codeline. Posizione dell angolo superiore sinistro della zona riservata: 7,5 mm. dalla linea di taglio a sinistra della ricevuta di accredito; 42 mm. dal bordo superiore della ricevuta di accredito. LSpazio riservato per il Timbro dell Ufficio Postale (55x34 mm.). Posizione dell angolo superiore destro della zona riservata: 55 mm. dalla linea di taglio a sinistra della ricevuta di accredito; 49 mm. dal bordo superiore della ricevuta di accredito. Lo stesso spazio deve essere riservato, specularmente alla linea di taglio tra le due ricevute, per il timbro sulla ricevuta di versamento. LSpazio riservato al Cliente (Zona Cliente : 95x43 mm.). Posizione dell angolo superiore sinistro della zona riservata: 58,5 mm. dalla linea di taglio a sinistra della ricevuta di accredito; 35 mm. dal bordo superiore della ricevuta di accredito. 4

5 Per il layout del corpo del bollettino ed il corretto posizionamento delle varie zone sopra specificate, vedere: Allegato 1: bollettini Euro Premarcati di clienti Fatturatori Allegato 2: bollettini Euro Bianchi Generici Allegato 3: layout generale dei bollettini Euro Allegato 5: bollettini Euro Premarcati di clienti Non Fatturatori Allegato 6: bollettini Euro Bianchi Personalizzati 5

6 b) Zona di codifica OCR o Codeline del bollettino Euro Le caratteristiche generali della zona di codifica OCR del bollettino Euro sono riassunte nella Tabella C: Tabella C Zona riservata alla linea di codifica OCR Caratteristiche della linea di codifica OCR Spaziatura dei caratteri OCR Lunghezza: 165 mm Altezza: 19 mm Deve essere assolutamente vuota e bianca, parallela al bordo inferiore del bollettino e centrata rispetto alla linea ideale di codifica dei caratteri OCR. La linea virtuale dei caratteri OCR deve essere compresa all interno della zona riservata, ad 8.5 mm dal bordo inferiore del bollettino. Deve essere parallela al bordo inferiore del bollettino e può estendersi da 9 mm dal bordo destro e 6 mm dalla linea di taglio del bollettino. Spazio bianco minimo 0.35 mm. La collocazione di ciascun carattere deve essere comunque compresa nel decimo di pollice riservato. I caratteri da stampare nella zona di codifica OCR (a cura del cliente o presso l Ufficio Postale al momento dell accettazione) debbono essere allineati alla linea virtuale di codifica che, a sua volta, è composta da 4 (quattro) campi numerici delimitati da caratteri speciali. La stampa di tutti i caratteri costituenti la linea di codifica deve essere effettuata utilizzando sempre caratteri OCR Font B Size 1 ECMA 11. Nella Tabella D si riportano i 4 (quattro) campi costituenti la linea di codifica, partendo dal bordo destro del bollettino. Per ogni campo viene riportato il relativo Identificativo, una breve Descrizione e la Posizione esatta (espressa sia in decimi di pollice che in mm.) del carattere delimitatore a destra del campo stesso. (*) La zona di codifica riservata al quarto campo dal bordo destro del bollettino, contiene o il Codice Cliente o il Codice Bancoposta: LIl Codice Cliente si compone di 16 caratteri numerici riservati al correntista che intende utilizzare tale campo (ex V campo) + 2 caratteri numerici di controcodice pari al resto della divisione dei primi 16 caratteri per 93 (Modulo 93. Valori possibili dei caratteri di controcodice: 00 92). LIl Codice Bancoposta invece, sempre marcato allo sportello di accettazione sui bollettini ove non è premarcato il Codice Cliente, risulta così composto: AGGGFFFFFFSSPPPP + 2 caratteri di controcodice A: Ultima cifra dell anno in corso (valori possibili: 0 9) GGG: Progressivo giorno dell anno (valori possibili: 1 366) FFFFFF: Frazionario dell Ufficio Postale di accettazione del versamento SS: Sezione dell Ufficio Postale di accettazione del versamento PPPP: Progressivo Giornaliero di accettazione alla Sezione dell Ufficio Postale Anche nel caso di stampa del Codice Bancoposta i 2 caratteri di controcodice sono calcolati allo stesso modo del Codice Cliente (Modulo 93 dei 16 caratteri numerici utilizzati per la codifica). Per la zona di codifica OCR o codeline vedere Allegati 3 e 4. 6

7 Tabella D Identificativo Campo Descrizione 1 - Tipo Documento Codice di 3 (tre) caratteri numerici che identifica in maniera univoca il tipo di bollettino Euro (premarcato, bianco, ecc.). Tale campo, il primo da destra, è preceduto a destra dal segno delimitatore > (maggiore) 2 - Numero di Conto Corrente Postale Tale campo, il secondo da destra, è preceduto a destra dal segno delimitatore < (minore), contiene il numero di conto corrente postale e si compone di 8 caratteri numerici (nel caso di numeri di c.c.p. di lunghezza inferiore, bisognerà aggiungere i necessari zeri iniziali fino a raggiungere la lunghezza di 8 caratteri). 3 - Importo in Euro Tale campo, il terzo da destra, è preceduto a destra dal segno delimitatore > (maggiore), contiene l importo del versamento espresso in Euro e si compone di 8 cifre intere e due decimali separati dal segno +. Pertanto la lunghezza fissa di tale campo, escluso il delimitatore, è pari ad 11 caratteri (8 cifre per la parte intera dell importo, 2 cifre per la parte decimale ed 1 carattere separatore ( + ). Anche per l importo, in caso di lunghezza inferiore, bisognerà aggiungere i necessari zeri non significativi. 4 - Codice Cliente/ Codice Bancoposta (*) Tale campo, il quarto da destra, è preceduto a destra dal segno delimitatore > (maggiore), contiene, in funzione del Tipo Documento, o il Codice Cliente, premarcato dal titolare del conto, o il Codice Bancoposta che viene invece stampato, solo in assenza del Codice Cliente, dall Ufficio Postale all atto dell accettazione del versamento. In entrambi i casi, tale campo si compone di 18 caratteri numerici (16 di codifica e 2 di controllo). I due caratteri di controllo sono pari al Resto della divisione per 93 dei 16 caratteri di codifica (MOD 93). Posizione del segno delimitatore a destra del campo Il segno delimitatore > del campo Tipo Documento, è posizionato nel 4 decimo di pollice a partire dal bordo destro del bollettino. La distanza dal bordo destro della punta del carattere >, essendo questo preceduto da tre caratteri OCR (spazi) per un totale di 3 decimi di pollice, è pari a circa 7,5 mm. Il segno delimitatore < del campo Numero di Conto Corrente Postale, è posizionato nel 10 decimo di pollice a partire dal bordo destro del bollettino. La distanza dal bordo destro della coda del carattere <, essendo questo preceduto da 9 caratteri OCR per un totale di 9 decimi di pollice, è pari a circa 22,8 mm. Il segno delimitatore > del campo Importo in Euro, è posizionato nel 22 decimo di pollice a partire dal bordo destro del bollettino. La distanza dal bordo destro della punta del carattere >, essendo questo preceduto da 21 caratteri OCR per un totale di 21 decimi di pollice, è pari a circa 53,3 mm. Il segno delimitatore > del campo Codice Cliente/Codice Bancoposta, è posizionato nel 43 decimo di pollice a partire dal bordo destro del bollettino. La distanza dal bordo destro della punta del carattere >, essendo questo preceduto da 42 caratteri OCR per un totale di 42 decimi di pollice, è pari a circa 106,6 mm. - Tale campo è delimitato anche alla sua sinistra dal carattere < (minore) la cui punta risulta essere posizionato a circa 7,5 mm. dalla linea di taglio della Ricevuta di Accredito (il carattere < è posizionato al 62 decimo di pollice) 7

8 DIMENSIONI DEL BOLLETTINO DI VERSAMENTO EURO E DELLA ZONA DI CODIFICA OCR/CODELINE Si riportano di seguito, in Tabella A, le dimensioni del bollettino di versamento Euro: Tabella A Altezza del Modulo mm. 102 Totale lunghezza del bollettino (standard mm. 297 lunghezza foglio A4) Lunghezza della Ricevuta del Versamento mm. 132 Lunghezza della Ricevuta di Accredito mm. 165 Altezza del corpo del bollettino mm. 83 Altezza della zona di codifica OCR/codeline mm. 19 Distanza ottimale delle mezzeria della linea di mm. 8,5 codifica dal bordo inferiore del bollettino DESCRIZIONE DELLE CARATTERISTICHE FISICO CHIMICHE DELLA CARTA DEL BOLLETTINO EURO Si riportano di seguito, in Tabella B, le caratteristiche fisico-chimiche della carta da utilizzare per i bollettini di versamento Euro: Tabella B Peso Da 80 a 100 gr/mq Valore ottimale: 90 gr/mq Direzione della venatura Deve essere parallela al bordo inferiore del bollettino Spessore Da a 0.14 mm. Valore ottimale :0.12 mm. Rigidità Ottimale è da 3 a 4.5 misurato su Taber V5 o equivalente Levigatezza Da 50 a 120 sec. (misurato con strumento Bekk o equivalente) Valore ottimale: 80 sec. Resistenza allo strappo Da un minimo di 40 g. in macchina in ambedue le direzioni Valori ottimali: longitudinale 71g, trasversale 75 g) (misurazione con Elmendorff Tester o equivalente) Coefficiente statico di attrito Da 0.3 a 0.6 Valore ottimale: 0.5 Porosità Minimo di 25s/100cc misurata su Gurley Densometer o equivalente) Valore ottimale: 90 Resistenza della superficie 16A nella scala Dennison Wax Pick Test o equivalente Riflettenza ottica (carta bianca) misurazione ossido di magnesio come bianco standard riflettenza 100% con il metodo Infinite Pad su 65 mmq Angolo di taglio Da 88 a 92. Valore ottimale: 90 8

9 TIPOLOGIE DEI BOLLETTINI EURO Sono possibili 4 tipologie distinte di Bollettini Euro, che vengono indicati nella Tabella E, specificando per ognuno di essi i campi di codeline che sono già prestampati prima dell accettazione presso l Ufficio Postale. Tabella E Tipo Codice Tipo Documento Descrizione Campi Prestampati Bollettini Premarcati di Clienti Fatturatori (è noto l importo) Codice Cliente, Importo, Numero di c.c.p., Codice Tipo Documento Bollettini Premarcati di Clienti Non Fatturatori (non è noto l importo) Codice Cliente, Numero di c.c.p., Codice Tipo Documento Bollettini Bianchi Personalizzati Numero di c.c.p, Codice Tipo Documento Bollettini Bianchi Generici Codice Tipo Documento Si sottolinea che i campi sono prestampati sia nella zona di codifica OCR o codeline, sia nel corpo del bollettino in zone ben specificate. Per i bollettini Euro Bianchi sia Personalizzati che Generici (codici 451 e 123), ove non è prestampato il Codice Cliente, viene marcato, al momento dell accettazione all Ufficio Postale, il relativo Codice Bancoposta, nella stessa zona riservata in codeline al Codice Cliente. 9

10 DESCRIZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEI BOLLETTINI EURO PREMARCATI DI CLIENTI FATTURATORI Tipo Documento: 896 Dati Prestampati: Tipo Documento, Importo, Numero di Conto Corrente Postale, Codice Cliente. Manca il Codice Bancoposta, essendo prestampato il Codice Cliente. Tale tipo di documento è illustrato in Allegato 1. Codeline: <XXXXXXXXXXXXXXXXCC> EEEEEEEE+DD> CCCCCCCC< 896> Codice Cliente (16+2 Mod 93) Importo (8, separatore,2) N c.c.p. (8) Tipo Doc. (3) Per le Posizioni e la descrizione dei campi in codeline, vedere Tabella D. Ricevuta di Versamento LDimensioni: Larghezza = 132 mm Altezza = 102 mm. LDeve presentare una striscia di 4 mm. in colore rosso o grigio chiaro nel bordo superiore nella quale deve essere prestampata la scritta CONTI CORRENTI POSTALI Ricevuta di Versamento BancoPosta. LDeve presentare nell angolo in alto a sinistra il simbolo dell EURO. LDeve riportare le informazioni utili alle Poste Italiane (N. di conto, corretta Intestazione del c.c.p. beneficiario, Importo espresso in EURO con parte intera separata da quella decimale). LLa zona riservata al Bollo dell Ufficio Postale (55x34 mm.) deve essere lasciata in bianco e contraddistinta da una dicitura che non deve compromettere la leggibilità del bollo. Il riquadro da lasciare libero per l apposizione del timbro da parte dell Ufficio Postale deve essere: mm. 49 dal bordo superiore della ricevuta di versamento e mm. 55 in lunghezza partendo dalla linea di taglio delle due Ricevute. LDeve riportare le informazioni riservate al correntista che emette la fattura rispettando le dislocazioni indicate nell Allegato 3 (ZONA CLIENTE). Ricevuta di Accredito LDimensioni: Larghezza = 165 mm. Altezza = 102 mm. LDeve presentare una striscia di 4 mm. in colore rosso o grigio chiaro nel bordo superiore nella quale deve essere prestampata la scritta CONTI CORRENTI POSTALI Ricevuta di Accredito BancoPosta. LDeve presentare nell angolo in alto a sinistra, in un apposito riquadro (con caratteristiche tali da non essere rilevato nella fase di acquisizione dell immagine), il simbolo dell EURO (7X7 mm a 7,5 mm dalla linea sinistra di taglio: vedere Allegato 3) 10

11 LLa zona riservata al Bollo dell Ufficio Postale (55x34 mm.) deve essere lasciata in bianco e contraddistinta da una dicitura che non deve compromettere la leggibilità del bollo. Il riquadro da lasciare libero per l apposizione del timbro da parte dell Ufficio Postale deve essere: mm. 49 dal bordo superiore della ricevuta di accredito e mm. 55 in lunghezza partendo dalla linea di taglio delle due Ricevute. LDeve riportare le informazioni riservate al correntista che emette la fattura rispettando le dislocazioni indicate nell Allegato 3 (Zona Cliente: 95x43 mm.): il cui angolo superiore sinistro deve essere posizionato a 58,5 mm. dalla linea di taglio che divide le due Ricevute ed a 35 mm. dal bordo superiore del bollettino) LDeve riportare le informazioni utili alle Poste Italiane (Numero di c.c.p., corretta Intestazione del Beneficiario, Importo espresso in EURO con parte intera separata da quella decimale dalla virgola e Tipo Documento). Le zone anzidette dovranno rispettare le dimensioni e le posizioni indicate nell Allegato 3 onde consentire un appropriato trattamento dell immagine e dei dati contabili da parte delle procedure informatizzate presso le Poste Italiane, ed esattamente: Dato Posizione nella ricevuta di accredito dell angolo superiore sinistro della zona riservata N Conto Corrente Postale A 34,5 mm. dalla linea di taglio che divide le due Ricevute ed a 10 mm. dal bordo superiore Importo Intestazione c.c.p. del bollettino A 116 mm. dalla linea di taglio che divide le due Ricevute ed a 10 mm. dal bordo superiore del bollettino 2 righe x 55 caratteri A 7,5 mm. dalla linea di taglio che divide le due Ricevute ed a 24,5 mm. dal bordo superiore del bollettino Tipo Documento (TD 896) A 7,5 mm. dalla linea di taglio che divide le due Ricevute ed a 16,5 mm. dal bordo superiore del bollettino Codice Cliente A 7,5 mm. dalla linea di taglio che divide le due Ricevute ed a 42 mm. dal bordo superiore del bollettino Font caratteri Come caratteri in codeline OCR B esteso delle stesse dimensioni dei caratteri utilizzati in codeline OCR B esteso delle stesse dimensioni dei caratteri utilizzati in codeline (caratteri alfanumerici in maiuscolo) OCR B esteso delle stesse dimensioni dei caratteri utilizzati in codeline Come caratteri in codeline LIl colore che dovrà essere usato per i caratteri significativi è il nero. LDovrà essere, possibilmente, usato il colore rosso (con caratteristiche tali da non essere rilevato nella fase di acquisizione dell immagine) per i dati non significativi come le scritte sul C/C n., intestato a, di Euro, Bollo dell Ufficio Postale, IMPORTANTE NON SCRIVERE NELLA ZONA SOTTOSTANTE. 11

12 LLa parte inferiore del certificato di accreditamento da riservare all acquisizione ottica dei dati costituenti la linea di codifica OCR deve rispondere alle caratteristiche illustrate nell Allegato 4. LIl correntista Fatturatore, previa Autorizzazione di Poste Italiane S.p.A., provvede alla prestampa dei bollettini secondo la dislocazione dei campi e dei caratteri indicati negli Allegati 1, 3 e 4. 12

13 DESCRIZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEI BOLLETTINI EURO PREMARCATI DI CLIENTI NON FATTURATORI Tipo Documento: 674 Dati Prestampati: Tipo Documento, Numero di Conto Corrente Postale, Codice Cliente. L Importo del versamento viene marcato in codeline al momento dell accettazione all Ufficio Postale. Manca il Codice Bancoposta, essendo prestampato il Codice Cliente. Tale tipo di documento è illustrato in Allegato 5. Codeline prima di accettazione allo sportello: <XXXXXXXXXXXXXXXXCC> CCCCCCCC< 674> Codice Cliente (16+2 Mod 93) Importo (8, separatore,2) N c.c.p. (8) Tipo Doc. (3) marcato allo Sportello di Accettazione Per le Posizioni e la descrizione dei campi in codeline, vedere Tabella D. Ricevuta di Versamento LDimensioni: Larghezza = 132 mm Altezza = 102 mm. LDeve presentare una striscia di 4 mm. in colore rosso o grigio chiaro nel bordo superiore nella quale deve essere prestampata la scritta CONTI CORRENTI POSTALI Ricevuta di Versamento BancoPosta. LDeve presentare nell angolo in alto a sinistra il simbolo dell EURO. LDeve riportare le informazioni utili alle Poste Italiane (N. di conto, corretta Intestazione del c.c.p. beneficiario). LLa zona riservata al Bollo dell Ufficio Postale (55x34 mm.) deve essere lasciata in bianco e contraddistinta da una dicitura che non deve compromettere la leggibilità del bollo. Il riquadro da lasciare libero per l apposizione del timbro da parte dell Ufficio Postale deve essere: mm. 49 dal bordo superiore della ricevuta di versamento e mm. 55 in lunghezza partendo dalla linea di taglio delle due Ricevute. LDeve riportare le informazioni riservate al correntista rispettando le dislocazioni indicate nell Allegato 3 (ZONA CLIENTE). Ricevuta di Accredito LDimensioni: Larghezza = 165 mm. Altezza = 102 mm. LDeve presentare una striscia di 4 mm. in colore rosso o grigio chiaro nel bordo superiore nella quale deve essere prestampata la scritta CONTI CORRENTI POSTALI Ricevuta di Accredito BancoPosta. 13

14 LDeve presentare nell angolo in alto a sinistra, in un apposito riquadro (con caratteristiche tali da non essere rilevato nella fase di acquisizione dell immagine), il simbolo dell EURO (7X7 mm a 7,5 mm dalla linea sinistra di taglio: vedere Allegato 3) LLa zona riservata al Bollo dell Ufficio Postale (55x34 mm.) deve essere lasciata in bianco e contraddistinta da una dicitura che non deve compromettere la leggibilità del bollo. Il riquadro da lasciare libero per l apposizione del timbro da parte dell Ufficio Postale deve essere: mm. 49 dal bordo superiore della ricevuta di accredito e mm. 55 in lunghezza partendo dalla linea di taglio delle due Ricevute. LDeve riportare le informazioni riservate al correntista che emette la fattura rispettando le dislocazioni indicate nell Allegato 3 (Zona Cliente 95x43 mm. : il cui angolo superiore sinistro deve essere posizionato a 58,5 mm. dalla linea di taglio che divide le due Ricevute ed a 35 mm. dal bordo superiore del bollettino). LDeve riportare le informazioni utili alle Poste Italiane (Numero di c.c.p., corretta Intestazione del Beneficiario e Tipo Documento). Dovranno altresì essere prestampate le caselle, nella zona riservata all Importo, ove, chi compilerà il bollettino, trascriverà appunto l Importo espresso in EURO con parte intera separata da quella decimale dalla virgola. Le zone anzidette dovranno rispettare le dimensioni e le posizioni indicate nell Allegato 3 onde consentire un appropriato trattamento dell immagine e dei dati contabili da parte delle procedure informatizzate presso le Poste Italiane, ed esattamente: Dato Posizione nella ricevuta di accredito dell angolo superiore sinistro della zona riservata N Conto Corrente Postale A 34,5 mm. dalla linea di taglio che divide le due Ricevute ed a 10 mm. dal bordo superiore Intestazione c.c.p. Tipo Documento (TD 674) Codice Cliente del bollettino 2 righe x 55 caratteri A 7,5 mm. dalla linea di taglio che divide le due Ricevute ed a 24,5 mm. dal bordo superiore del bollettino A 7,5 mm. dalla linea di taglio che divide le due Ricevute ed a 16,5 mm. dal bordo superiore del bollettino A 7,5 mm. dalla linea di taglio che divide le due Ricevute ed a 42 mm. dal bordo superiore del bollettino Font caratteri Come caratteri in codeline OCR B esteso delle stesse dimensioni dei caratteri utilizzati in codeline (caratteri alfanumerici in maiuscolo) OCR B esteso delle stesse dimensioni dei caratteri utilizzati in codeline Come caratteri in codeline LIl colore che dovrà essere usato per i caratteri significativi è il nero. LDovrà essere, possibilmente, usato il colore rosso (con caratteristiche tali da non essere rilevato nella fase di acquisizione dell immagine) per i dati non significativi come le scritte sul C/C n., intestato a, di Euro, Bollo dell Ufficio Postale, IMPORTANTE NON SCRIVERE NELLA ZONA SOTTOSTANTE. 14

15 LLa parte inferiore del certificato di accreditamento da riservare all acquisizione ottica dei dati costituenti la linea di codifica OCR deve rispondere alle caratteristiche illustrate nell Allegato 4. LIl correntista Non Fatturatore, previa Autorizzazione di Poste Italiane S.p.A., provvede alla prestampa dei campi Tipo Documento (1 ), N conto corrente postale (2 ) e Codice Cliente (ex V campo) della linea di codifica OCR secondo le dislocazioni dei campi e dei caratteri di separazione indicati negli Allegati 3 e 4. Il campo Importo (3 campo) viene invece stampato in codeline al momento dell accettazione presso l Ufficio Postale. 15

16 DESCRIZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEI BOLLETTINI EURO BIANCHI PERSONALIZZATI Tipo Documento: 451 Dati Prestampati: Tipo Documento, Numero di Conto Corrente Postale. L Importo del versamento ed il Codice Bancoposta vengono marcati in codeline al momento dell accettazione all Ufficio Postale. Manca il Codice Cliente. Tale tipo di documento è illustrato in Allegato 6. Codeline prima di accettazione allo sportello: CCCCCCCC< 451> Codice Bancoposta (16+2 Mod 93) Importo (8, separatore,2) N c.c.p. (8) Tipo Doc. (3) marcati allo Sportello di Accettazione Per le Posizioni e la descrizione dei campi in codeline, vedere Tabella D. Per tale Tipo di bollettino si evidenzia che qualora è noto l importo del versamento, lo stesso può essere prestampato dal cliente solo nel corpo del bollettino ma non in codeline. Ricevuta di Versamento LDimensioni: Larghezza = 132 mm Altezza = 102 mm. LDeve presentare una striscia di 4 mm. grigio chiaro o bianco nel bordo superiore nella quale deve essere prestampata la scritta CONTI CORRENTI POSTALI Ricevuta di Versamento BancoPosta. LDeve presentare nell angolo in alto a sinistra il simbolo dell EURO. LDeve riportare le informazioni utili alle Poste Italiane (N. di conto, corretta Intestazione del c.c.p. beneficiario). LLa zona riservata al Bollo dell Ufficio Postale (55x34 mm.) deve essere lasciata in bianco e contraddistinta da una dicitura che non deve compromettere la leggibilità del bollo. Il riquadro da lasciare libero per l apposizione del timbro da parte dell Ufficio Postale deve essere: mm. 49 dal bordo superiore della ricevuta di versamento e mm. 55 in lunghezza partendo dalla linea di taglio delle due Ricevute. Ricevuta di Accredito LDimensioni: Larghezza = 165 mm. Altezza = 102 mm. LDeve presentare una striscia di 4 mm. in colore grigio chiaro o bianco nel bordo superiore nella quale deve essere prestampata la scritta CONTI CORRENTI POSTALI Ricevuta di Accredito BancoPosta. LDeve presentare nell angolo in alto a sinistra, in un apposito riquadro (con caratteristiche tali da non essere rilevato nella fase di acquisizione dell immagine), il simbolo dell EURO (7X7 mm a 7,5 mm dalla linea sinistra di taglio: vedere Allegato 3) 16

17 LLa zona riservata al Bollo dell Ufficio Postale (55x34 mm.) deve essere lasciata in bianco e contraddistinta da una dicitura che non deve compromettere la leggibilità del bollo. Il riquadro da lasciare libero per l apposizione del timbro da parte dell Ufficio Postale deve essere: mm. 49 dal bordo superiore della ricevuta di accredito e mm. 55 in lunghezza partendo dalla linea di taglio delle due Ricevute. LDeve riportare le informazioni utili alle Poste Italiane (Numero di c.c.p., corretta Intestazione del Beneficiario e Tipo Documento). Dovranno altresì essere prestampate le caselle, nella stessa zona riservata all Importo, ove, chi compilerà il bollettino, trascriverà appunto l Importo espresso in EURO con parte intera separata da quella decimale dalla virgola. Le zone anzidette dovranno rispettare le dimensioni e le posizioni indicate nell Allegato 3 onde consentire un appropriato trattamento dell immagine e dei dati contabili da parte delle procedure informatizzate presso le Poste Italiane, ed esattamente: Dato Posizione nella ricevuta di accredito dell angolo superiore sinistro della zona riservata N Conto Corrente Postale A 34,5 mm. dalla linea di taglio che divide le due Ricevute ed a 10 mm. dal bordo superiore Intestazione c.c.p. Tipo Documento (TD 451) del bollettino 2 righe x 55 caratteri A 7,5 mm. dalla linea di taglio che divide le due Ricevute ed a 24,5 mm. dal bordo superiore del bollettino A 7,5 mm. dalla linea di taglio che divide le due Ricevute ed a 16,5 mm. dal bordo superiore del bollettino Font caratteri Come caratteri in codeline OCR B esteso delle stesse dimensioni dei caratteri utilizzati in codeline (caratteri alfanumerici in maiuscolo) OCR B esteso delle stesse dimensioni dei caratteri utilizzati in codeline LIl colore che dovrà essere usato per i caratteri significativi è il nero. LDovrà essere, possibilmente, usato il colore rosso (con caratteristiche tali da non essere rilevato nella fase di acquisizione dell immagine) per i dati non significativi come le scritte sul C/C n., intestato a, di Euro, Bollo dell Ufficio Postale, IMPORTANTE NON SCRIVERE NELLA ZONA SOTTOSTANTE LLa parte inferiore del certificato di accreditamento da riservare all acquisizione ottica dei dati costituenti la linea di codifica OCR deve rispondere alle caratteristiche illustrate nell Allegato 4. Il correntista, previa Autorizzazione di Poste Italiane S.p.A., provvede alla prestampa dei campi Tipo Documento (1 ), N conto corrente postale (2 ) della linea di codifica OCR secondo le dislocazioni dei campi e dei caratteri di separazione indicati negli Allegati 3 e 4. Il campo Importo (3 campo) ed il Codice Bancoposta vengono invece stampati in codeline al momento dell accettazione presso l Ufficio Postale. 17

18 DESCRIZIONE DEI BOLLETTINI EURO BIANCHI GENERICI Tipo Documento: 123 Dati Prestampati: Tipo Documento I campi Codice Bancoposta, Importo e Numero di c.c.p., vengono marcati in codeline al momento dell accettazione all Ufficio Postale. Tale tipo di documento è illustrato in Allegato 2. Codeline prima di accettazione allo sportello: 123> Codice Bancoposta (16+2 Mod 93) Importo (8, separatore,2) N c.c.p. (8) Tipo Doc. (3) marcati allo Sportello di Accettazione Per le Posizioni e la descrizione dei campi in codeline, vedere Tabella D. Ricevuta di Versamento LDimensioni: Larghezza = 132 mm Altezza = 102 mm. LDeve presentare una striscia di 4 mm. grigio chiaro o bianco nel bordo superiore nella quale deve essere prestampata la scritta CONTI CORRENTI POSTALI Ricevuta di Versamento BancoPosta. LLa zona riservata al Bollo dell Ufficio Postale deve essere lasciata in bianco e contraddistinta da una dicitura che non deve compromettere la leggibilità del bollo. Il riquadro da lasciare libero per l apposizione del timbro da parte dell Ufficio Postale deve essere: mm. 49 dal bordo superiore della ricevuta di versamento e mm. 59 in lunghezza partendo dalla linea di taglio delle due Ricevute. LDeve presentare nell angolo in alto a sinistra il simbolo dell EURO. Ricevuta di Accredito LDimensioni: Larghezza = 165 mm. Altezza = 102 mm. LDeve presentare una striscia di 4 mm. in colore grigio chiaro o bianco nel bordo superiore nella quale deve essere prestampata la scritta CONTI CORRENTI POSTALI Ricevuta di Accredito BancoPosta. LDeve presentare nell angolo in alto a sinistra, in un apposito riquadro (con caratteristiche tali da non essere rilevato nella fase di acquisizione dell immagine), il simbolo dell EURO (7X7 mm a 7,5 mm dalla linea sinistra di taglio: vedere Allegato 3) 18

19 LLa zona riservata al Bollo dell Ufficio Postale (55x34 mm.) deve essere lasciata in bianco e contraddistinta da una dicitura che non deve compromettere la leggibilità del bollo. Il riquadro da lasciare libero per l apposizione del timbro da parte dell Ufficio Postale deve essere: mm. 49 dal bordo superiore della ricevuta di accredito e mm. 55 in lunghezza partendo dalla linea di taglio delle due Ricevute. LDeve riportare prestampate le caselle necessarie per una corretta compilazione dei dati relativi a N Conto Corrente postale, Intestazione, Importo in Euro, nelle zone riservate. Inoltre, anche per tali documenti, deve sempre essere prestampato anche nel corpo del bollettino, oltre che in codeline, il Tipo Documento. Dato Tipo Documento (TD 123) Posizione nella ricevuta di accredito dell angolo superiore sinistro della zona riservata A 7,5 mm. dalla linea di taglio che divide le due Ricevute ed a 16,5 mm. dal bordo superiore del bollettino Font caratteri OCR B esteso delle stesse dimensioni dei caratteri utilizzati in codeline LLa parte inferiore del certificato di accreditamento da riservare all acquisizione ottica dei dati costituenti la linea di codifica OCR deve rispondere alle caratteristiche illustrate nell Allegato 4. Nella zona di codifica OCR/codeline è prestampasto solo il campo Tipo Documento (1 ), mentre il N di conto corrente postale, l Importo ed il Codice Bancoposta vengono invece stampati al momento dell accettazione presso l Ufficio Postale. 19

20 AVVERTENZE Le Avvertenze devono essere posizionate sul retro della Ricevuta di Versamento e contengono solamente istruzioni per la corretta compilazione. Per quanto attiene le varie tipologie di bollettini Euro, le Avvertenze: Lsono obbligatorie per i bollettini Premarcati di Clienti Non Fatturatori, Bianchi e Bianchi Personalizzati. Per i soli Premarcati di Clienti Non Fatturatori, possono essere inserite, invece che sul retro della Ricevuta di Versamento, nella zona del foglio A4 non riservata alla stampa del bollettino; Lnon necessarie per i bollettini Premarcati di Clienti Fatturatori. Testo delle Avvertenze: Il Bollettino deve essere compilato in ogni sua parte (con inchiostro nero o blu) e non deve recare abrasioni, correzioni o cancellature. La causale è obbligatoria per i versamenti a favore delle Pubbliche Amministrazioni. Le informazioni richieste vanno riportate in modo identico in ciascuna delle parti di cui si compone il bollettino. 20

POSTE ITALIANE S.p.A. DIVISIONE BANCOPOSTA

POSTE ITALIANE S.p.A. DIVISIONE BANCOPOSTA POSTE ITALIANE S.p.A. DIVISIONE BANCOPOSTA CARATTERISTICHE DEI BOLLETTINI DI CONTO CORRENTE POSTALE IN EURO Divisione Bancoposta Direzione Processi e Sistemi Informativi Servizio Sistema Informativo Cuas

Dettagli

AUTORIZZAZIONE ALLA STAMPA IN PROPRIO

AUTORIZZAZIONE ALLA STAMPA IN PROPRIO AUTORIZZAZIONE ALLA STAMPA IN PROPRIO Edizione 2010 INDICE Descrizione delle tipologie di bollettino Ricevuta di Versamento Ricevuta di Accredito Zona di codifica o codeline Codifica monodimensionale 128

Dettagli

AUTORIZZAZIONE ALLA STAMPA IN PROPRIO

AUTORIZZAZIONE ALLA STAMPA IN PROPRIO AUTORIZZAZIONE ALLA STAMPA IN PROPRIO Edizione 2013 Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta 1 di 40 INDICE Descrizione delle tipologie di bollettino pag. 3 Ricevuta di Versamento

Dettagli

AUTORIZZAZIONE ALLA STAMPA IN PROPRIO. Edizione 2015

AUTORIZZAZIONE ALLA STAMPA IN PROPRIO. Edizione 2015 AUTORIZZAZIONE ALLA STAMPA IN PROPRIO Edizione 2015 Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta 1 di 55 INDICE 1. INTRODUZIONE 3 2. DESCRIZIONE DELLE TIPOLOGIE DI BOLLETTINO DI

Dettagli

Visto l articolo 1, comma 161, primo periodo, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, il quale stabilisce che gli enti locali, relativamente ai tributi

Visto l articolo 1, comma 161, primo periodo, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, il quale stabilisce che gli enti locali, relativamente ai tributi Visto l articolo 1, comma 161, primo periodo, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, il quale stabilisce che gli enti locali, relativamente ai tributi di propria competenza, procedono alla rettifica delle

Dettagli

TRACCIATO RECORD RENDICONTAZIONE BOLLETTINI INCASSATI

TRACCIATO RECORD RENDICONTAZIONE BOLLETTINI INCASSATI TRACCIATO RECORD RENDICONTAZIONE BOLLETTINI INCASSATI TRACCIATO RECORD RENDICONTAZIONE BOLLETTINI INCASSATI LA RENDICONTAZIONE ELETTRONICA Poste Italiane prevede la possibilità, per i clienti che ne facciano

Dettagli

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Scheda Tecnica Modello Copia Fronte Retro CS1 CS2 prima (carta chimica) seconda conto corrente prima (carta chimica) seconda (carta chimica) terza conto corrente

Dettagli

Visto l articolo 1, comma 161, primo periodo, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, il quale stabilisce che gli enti locali, relativamente ai tributi

Visto l articolo 1, comma 161, primo periodo, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, il quale stabilisce che gli enti locali, relativamente ai tributi Visto l articolo 1, comma 161, primo periodo, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, il quale stabilisce che gli enti locali, relativamente ai tributi di propria competenza, procedono alla rettifica delle

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DELLE FINANZE DIREZIONE FEDERALISMO FISCALE. IL DIRETTORE GENERALE DELLE FINANZE DI CONCERTO CON IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO E CON IL CAPO DEL

Dettagli

Decreto interministeriale del 23 maggio 2014 - Min. Economia e Finanze

Decreto interministeriale del 23 maggio 2014 - Min. Economia e Finanze Decreto interministeriale del 23 maggio 2014 - Min. Economia e Finanze di concerto con: Agenzia delle Entrate Approvazione del bollettino di conto corrente postale per il versamento del tributo sui servizi

Dettagli

ALLEGATO 1. Prezzi degli invii raccomandati e assicurati non retail e retail (Valori in euro)

ALLEGATO 1. Prezzi degli invii raccomandati e assicurati non retail e retail (Valori in euro) ALLEGATO 1 degli invii raccomandati e assicurati non retail e retail (Valori in euro) Tab a) INVII RACCOMANDATI NON RETAIL PER L'INTERNO AM CP EU fino a 20 g 2,20 2,50 3,20 oltre 20 g fino a 50 g 2,60

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 23 maggio 2014 Approvazione del bollettino di conto corrente postale per versamento del tributo sui servizi indivisibili (TASI). (14A04126) (GU n.122 del

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. N. 2008/5838 Approvazione del modello di comunicazione annuale dati IVA con le relative istruzioni, delle caratteristiche tecniche per la stampa e delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica

Dettagli

Allegato A. Caratteristiche tecniche del bollino farmaceutico

Allegato A. Caratteristiche tecniche del bollino farmaceutico Allegato A Caratteristiche tecniche del bollino farmaceutico 65 1. Caratteristiche tecniche del supporto di sicurezza. Il supporto cartaceo di sicurezza del bollino è formato da tre strati con le seguenti

Dettagli

Servizio di documentazione tributaria

Servizio di documentazione tributaria Ministero dell'economia e delle Finanze Decreto del 03/04/2008 Titolo del provvedimento: Approvazione del nuovo modello di bollettino di conto corrente postale per il versamento dell'imposta comunale sugli

Dettagli

DECISIONE S2 del 12 giugno 2009 riguardante la tessera europea di assicurazione malattia (2010/C 106/09)

DECISIONE S2 del 12 giugno 2009 riguardante la tessera europea di assicurazione malattia (2010/C 106/09) C 106/26 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 24.4.2010 DECISIONE S2 del 12 giugno 2009 riguardante la tessera europea di assicurazione malattia (Testo rilevante ai fini del SEE e dell'accordo CE/Svizzera)

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 14 maggio 2013. Approvazione del modello di bollettino di conto corrente postale concernente il versamento del

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE Page 1 of 5 MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 14 maggio 2013 Approvazione del modello di bollettino di conto corrente postale concernente il versamento del tributo comunale sui rifiuti e

Dettagli

Servizio di documentazione tributaria

Servizio di documentazione tributaria Ministero dell'economia e delle Finanze Decreto Interministeriale del 25/03/2009 Titolo del provvedimento: Approvazione del nuovo modello di bollettino di conto corrente postale per il versamento dell'imposta

Dettagli

scaricato da www.risorsedidattiche.net

scaricato da www.risorsedidattiche.net MOLTIPLICA E DIVIDI PER 10, 100, 1.000 A. Osserva, scrivi i risultati e poi completa la regola. X10 X1.000 X100 1 X 10 = 1 X 100 = 1 X 1.000 = Regola Se moltiplico un numero per 10 scrivo questo numero

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. N. 2010/59225 Approvazione del modello INTRA 12 per la dichiarazione mensile relativa agli acquisti da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato effettuati dagli enti non soggetti Iva e dagli agricoltori

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

SCHEDA TECNICA. Codice a barre 3 di 9

SCHEDA TECNICA. Codice a barre 3 di 9 SCHEDA TECNICA Codice a barre 3 di 9 MAGGIO, 2013 INDICE 1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 3 2 BLOCCO CODICE A BARRE... 3 3 CARATTERISTICHE DEL CODICE A BARRE 3 DI 9... 3 3.1 CARATTERISTICHE DEL CODICE

Dettagli

L 276/4 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea DECISIONE N. 190. del 18 giugno 2003

L 276/4 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea DECISIONE N. 190. del 18 giugno 2003 L 276/4 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea DECISIONE N. 190 del 18 giugno 2003 concernente le caratteristiche tecniche della tessera europea di assicurazione malattia (Testo rilevante ai fini del

Dettagli

Menù magazzino. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù magazzino. Categoria prodotti. Descrizione campi. Categoria prodotti

Menù magazzino. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù magazzino. Categoria prodotti. Descrizione campi. Categoria prodotti Categoria prodotti 153 Menù magazzino In StudioXp è possibile gestire per ciascuna ditta delle funzionalità minime di magazzino. La gestione integrata con la procedura consente di gestire un archivio di

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

10 Gestione codici a barre (barcode) e produzione etichette

10 Gestione codici a barre (barcode) e produzione etichette 10 Gestione codici a barre (barcode) e produzione etichette Navigator 6 gestisce l inserimento degli articoli nei documenti e nel carico scarico tramite lettori Barcode. Le tipologie di codice utilizzate

Dettagli

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie Facoltà di Scienze Motorie CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO Una tabella che contiene parole e numeri che possono essere elaborati applicando formule matematiche e funzioni statistiche. Esame di Informatica

Dettagli

TAVOLA 1 ORGANIZZAZIONE DELLO SPAZIO. Esercizio di divisione dello spazio, costruzioni grafiche elementari, scritturazioni e uso del colore.

TAVOLA 1 ORGANIZZAZIONE DELLO SPAZIO. Esercizio di divisione dello spazio, costruzioni grafiche elementari, scritturazioni e uso del colore. TAVOLA 1 ORGANIZZAZIONE DELLO SPAZIO Esercizio di divisione dello spazio, costruzioni grafiche elementari, scritturazioni e uso del colore. IL E I SUOI FORMATI Formati e disposizioni degli elementi grafici

Dettagli

IMPOSTAZIONE DELLE TAVOLE GRAFICHE

IMPOSTAZIONE DELLE TAVOLE GRAFICHE IMPOSTAZIONE DELLE TAVOLE GRAFICHE Esercizio di divisione dello spazio, costruzioni grafiche elementari, scritturazioni e uso del colore. IL E I SUOI FORMATI Formati e disposizioni degli elementi grafici

Dettagli

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE TPO PROGETTAZIONE UD 03 GESTIONE DEL CARATTERE IL TIPOMETRO LA MISURAZIONE DEL CARATTERE A.F. 2011/2012 MASSIMO FRANCESCHINI - SILVIA CAVARZERE 1 IL TIPOMETRO: PARTI FONDAMENTALI Il tipometro è uno strumento

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Guida rapida per la composizione di una distinta di Bonifico XML SEPA

SEPA Single Euro Payments Area. Guida rapida per la composizione di una distinta di Bonifico XML SEPA SEPA Single Euro Payments Area Guida rapida per la composizione di una distinta di Bonifico XML SEPA Introduzione Lo scopo di questo documento è quello di fornire le indicazioni pratiche per poter generare

Dettagli

Formattazione e Stampa

Formattazione e Stampa Formattazione e Stampa Formattazione Formattazione dei numeri Formattazione del testo Veste grafica delle celle Formattazione automatica & Stili Formattazione dei numeri Selezionare le celle, poi menu:

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 La scheda vai a La scheda Vai è probabilmente la meno utilizzata delle tre: permette di spostarsi in un certo punto del documento, ad esempio su una determinata pagina

Dettagli

Il Foglio Elettronico. Microsoft Excel

Il Foglio Elettronico. Microsoft Excel Il Foglio Elettronico 1 Parte I Concetti generali Celle e fogli di lavoro.xls Inserimento dati e tipi di dati Importazione di dati Modifica e formattazione di fogli di lavoro FOGLIO ELETTRONICO. I fogli

Dettagli

Imprese Svizzera. Entrate di pagamenti CREDIT SUISSE PVBR Expert Documentazione tecnica

Imprese Svizzera. Entrate di pagamenti CREDIT SUISSE PVBR Expert Documentazione tecnica Imprese Svizzera Entrate di pagamenti CREDIT SUISSE PVBR Expert Documentazione tecnica Sommario Introduzione 3 La polizza di versamento (PVBR) Numero di partecipante 4 Indicazioni relative alla polizza

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere 3.3 Formattazione Formattare un testo Modificare la formattazione del carattere Cambiare il font di un testo selezionato Modificare la dimensione e il tipo di carattere Formattazione del carattere In Word,

Dettagli

FORMATO PROVA FINALE

FORMATO PROVA FINALE FORMATO PROVA FINALE Il Consiglio di Corso di Laurea in Scienze dell Amministrazione ha deliberato di adottare un nuovo format per le tesi cui occorre dunque attenersi. Quelle qui riportate sono le regole

Dettagli

Per il solo anno 2013 Precompilazione dei bollettini Tares Considerazioni finali

Per il solo anno 2013 Precompilazione dei bollettini Tares Considerazioni finali 21 maggio 2013 Decreto Ministero dell Economia e delle Finanze del 14 maggio 2013 di approvazione del modello di bollettino di conto corrente postale concernente il versamento del tributo comunale sui

Dettagli

Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE...

Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE... Manuale Operatore Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE...6 4.1. Saldi...6 4.1.1. Riepilogo saldi...6

Dettagli

FONDO PENSIONE PREVAER PROTOCOLLI COMUNICAZIONE

FONDO PENSIONE PREVAER PROTOCOLLI COMUNICAZIONE FONDO PENSIONE PREVAER PROTOCOLLI COMUNICAZIONE Versione del 01/11/2012 STRUTTURA DEL FILE Il file Excel è costituito da un elenco sequenziale di righe ciascuna delle quali è identificata attraverso un

Dettagli

PVBR UBS Polizza di versamento Avviso di pagamento mediante filetransfer. Gennaio 2013

PVBR UBS Polizza di versamento Avviso di pagamento mediante filetransfer. Gennaio 2013 PVBR UBS Polizza di versamento Avviso di pagamento mediante filetransfer Gennaio 2013 Indice 1. Introduzione... 5 1.1 PVBR UBS: la polizza di versamento bancario con numero di riferimento... 5 1.2 Schema

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA Normativa di riferimento: DECRETO LEGISLATIVO 10 febbraio 2005 n. 30 "Codice della proprietà industriale"; DECRETO 13 gennaio

Dettagli

TEL 06 47055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA MU-RI

TEL 06 47055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA MU-RI MINISTERO DELL0 SVILUPPO ECONOMICO DIREZIONE GENERALE LOTTA CONTRAFFAZIONE - UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI 00187 ROMA- VIA MOLISE N 19 SALA DEL PUBBLICO/PATLIB 00187 ROMA -VIA S. BASILIO N 14 Indirizzo

Dettagli

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1 MICROSOFT ACCESS Premessa ACCESS è un programma di gestione di banche dati, consente la creazione e modifica dei contenitori di informazioni di un database (tabelle), l inserimento di dati anche mediante

Dettagli

DECRETA: ARTICOLO 1 Approvazione del modello di bollettino di con/o corrente postale

DECRETA: ARTICOLO 1 Approvazione del modello di bollettino di con/o corrente postale PROT.:t 5":5 8 Visti gli articoli 8 e 9 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, che disciplinano l'imposta municipale propria; Visto l'articolo 13 del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito

Dettagli

Operazioni fondamentali

Operazioni fondamentali Foglio elettronico Le seguenti indicazioni valgono per Excel 2007, ma le procedure per Excel 2010 sono molto simile. In alcuni casi (per esempio, Pulsante Office /File) ci sono indicazioni entrambe le

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

Allegato 2 Allegato Tecnico

Allegato 2 Allegato Tecnico Allegato 2 Allegato Tecnico CARATTERISTICHE TECNICHE DEGLI SCONTRINI PER IL GIOCO DEL LOTTO Gli scontrini sono forniti in bobine da 1.500 esemplari utili e da due code, una iniziale ed una finale, ciascuna

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

TRACCIATO RECORD Bollettini GENERICI TD 896

TRACCIATO RECORD Bollettini GENERICI TD 896 TRACCIATO RECORD Bollettini GENERICI TD 896 Specifiche tecniche relative al tracciato record previsto per i bollettini 896 Codice identificativo Codice Documento Documento redatto da Progressivo Numero

Dettagli

PROCEDURE E MODALITÀ OPERATIVE PER L'OMOLOGAZIONE DEI PRODOTTI PER L EDITORIA - CONDIZIONI TECNICHE -

PROCEDURE E MODALITÀ OPERATIVE PER L'OMOLOGAZIONE DEI PRODOTTI PER L EDITORIA - CONDIZIONI TECNICHE - PROCEDURE E MODALITÀ OPERATIVE PER L'OMOLOGAZIONE DEI PRODOTTI PER L EDITORIA - CONDIZIONI TECNICHE - Edizione: Ottobre 2010 1 INDICE MODULI APPLICABILI... 3 DOCUMENTI CITATI... 3 1 SCOPO... 3 2 CAMPO

Dettagli

M:\Manuali\VARIE\GENERAZIONE REPORT PARAMETRICI.doc GENERAZIONE REPORT PARAMETRICI

M:\Manuali\VARIE\GENERAZIONE REPORT PARAMETRICI.doc GENERAZIONE REPORT PARAMETRICI M:\Manuali\VARIE\GENERAZIONE REPORT PARAMETRICI.doc GENERAZIONE REPORT PARAMETRICI Di seguito, riportiamo le istruzioni per la gestione delle query parametriche utile ad eventuali ricerche di casi particolari,

Dettagli

BPIOL - Bollettino Report Gold. Manuale Utente

BPIOL - Bollettino Report Gold. Manuale Utente BPIOL - Bollettino Report Gold Manuale Utente BPIOL - BOLLETTINO REPORT GOLD MANUALE UTENTE PAG. 1 Indice Indice... 1 1 - Introduzione... 2 2 - Come accedere alla funzione BPIOL Bollettino Report Gold...

Dettagli

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL)

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) 1. Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei Personal computer. Essi

Dettagli

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Prima parte AA 2013/2014

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Prima parte AA 2013/2014 LUdeS Informatica 2 EXCEL Prima parte AA 2013/2014 COS E EXCEL? Microsoft Excel è uno dei fogli elettronici più potenti e completi operanti nell'ambiente Windows. Un foglio elettronico è un programma che

Dettagli

TEL 06 47055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI BREVETTO PER INVENZIONE INDUSTRIALE MOD. INV-RI

TEL 06 47055800 - FAX 06 47887779 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI UNA DOMANDA DI BREVETTO PER INVENZIONE INDUSTRIALE MOD. INV-RI MINISTERO DELL0 SVILUPPO ECONOMICO DIREZIONE GENERALE LOTTA CONTRAFFAZIONE - UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI 00187 ROMA- VIA MOLISE N 19 SALA DEL PUBBLICO/PATLIB 00187 ROMA -VIA S. BASILIO N 14 Indirizzo

Dettagli

Stampante HP Color LaserJet serie CP1510 Guida alla carta e ai supporti di stampa

Stampante HP Color LaserJet serie CP1510 Guida alla carta e ai supporti di stampa Stampante HP Color LaserJet serie CP1510 Guida alla carta e ai supporti di stampa Copyright e licenza 2007 Copyright Hewlett-Packard Development Company, L.P. Sono vietati la riproduzione, l'adattamento

Dettagli

parti del bollettino, cedole spazio a forma quadrata la persona che riceve qualcosa

parti del bollettino, cedole spazio a forma quadrata la persona che riceve qualcosa Unità 12 Il bollettino postale CHIAVI In questa unità imparerai: che cos è un bollettino postale e come si compila le parole legate alla posta e ad alcuni servizi postali la forma del futuro semplice dei

Dettagli

CONTI CORRENTI CONTI CORRENTI PREMESSA MENU PRINCIPALE

CONTI CORRENTI CONTI CORRENTI PREMESSA MENU PRINCIPALE PREMESSA MENU PRINCIPALE Il programma ARGO costituisce uno strumento flessibile, affidabile e semplice per venire incontro alle esigenze delle Istituzioni scolastiche in materia di gestione informatizzata

Dettagli

1. AVVERTENZE GENERALI

1. AVVERTENZE GENERALI ALLEGATO B Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Dichiarazione di inizio e variazione dati Soggetti diversi dalle persone fisiche (Modello AA7/10) Allegato B CONTENUTO E CARATTERISTICHE TECNICHE

Dettagli

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel Esercitazione Exel: il foglio di lavoro B.1 Introduzione Exel è un applicazione che serve per la gestione dei fogli di calcolo. Questo programma fa parte del pacchetto OFFICE. Le applicazioni di Office

Dettagli

Stampante HP Color LaserJet serie CP1210

Stampante HP Color LaserJet serie CP1210 Stampante HP Color LaserJet serie CP1210 Guida alla carta e ai supporti di stampa Copyright e licenza 2007 Copyright Hewlett-Packard Development Company, L.P. Sono vietati la riproduzione, l'adattamento

Dettagli

Guida all uso del foglio elettronico Excel Lezioni ed esercizi

Guida all uso del foglio elettronico Excel Lezioni ed esercizi Lezioni di EXCEL Guida all uso del foglio elettronico Excel Lezioni ed esercizi 1 Il foglio elettronico Excel Excel è un foglio elettronico che consente di effettuare svariate operazioni nel campo matematico,

Dettagli

Allegato A. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello Comunicazione Dati Albo dei Caf

Allegato A. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello Comunicazione Dati Albo dei Caf Allegato A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello Comunicazione Dati Albo dei Caf Allegato A CONTENUTO E CARATTERISTICHE TECNICHE DEI DATI RELATIVI ALLE COMUNICAZIONI DATI ALBO DEI

Dettagli

APPENDICE 5. Caratteristiche delle buste e degli avvisi di ricevimento. 1. Caratteristiche delle buste e dell avviso di ricevimento

APPENDICE 5. Caratteristiche delle buste e degli avvisi di ricevimento. 1. Caratteristiche delle buste e dell avviso di ricevimento APPENDICE 5 Caratteristiche delle buste e degli avvisi di ricevimento 1. Caratteristiche delle buste e dell avviso di ricevimento La corrispondenza è contenuta in buste del formato previsto dallo standard

Dettagli

Risoluzione n. 60/E. Direzione Centrale Gestione Tributi. Roma 27 febbraio 2002

Risoluzione n. 60/E. Direzione Centrale Gestione Tributi. Roma 27 febbraio 2002 Direzione Centrale Gestione Tributi Risoluzione n. 60/E Roma 27 febbraio 2002 OGGETTO: Contributo unificato per le spese degli atti giudiziari di cui all articolo 9 della legge 21 dicembre 1999, n. 488.

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI Tel: 0831228219-221 222

CAMERA DI COMMERCIO DI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI Tel: 0831228219-221 222 CAMERA DI COMMERCIO DI BRINDISI UFFICIO BREVETTI E MARCHI Tel: 0831228219-221 222 ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI BREVETTO PER MODELLI INDUSTRIALI DI UTILITA DECRETO LEGISLATIVO 10 febbraio

Dettagli

SCHEDA TECNICA CODICE COMMERCIALE 2D PER I PRODOTTI POSTATARGET

SCHEDA TECNICA CODICE COMMERCIALE 2D PER I PRODOTTI POSTATARGET SCHEDA TECNICA CODICE COMMERCIALE 2D PER I PRODOTTI POSTATARGET INDICE Scopo e Campo di Applicazione... 3 2 Termini e Definizioni... 3 3 Introduzione... 3 4 Generalità... 4 5 Simbologia... 5 6 Struttura

Dettagli

Lezione del 31/05/2010 - Foglio elettronico e didattica

Lezione del 31/05/2010 - Foglio elettronico e didattica Lezione del 31/05/2010 - Foglio elettronico e didattica Attività della giornata lezione sul foglio elettronico generalità indirizzi delle celle, indirizzi relativi indirizzi di aree di celle, nomi delle

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

Come costruire una distribuzione di frequenze per caratteri quantitativi continui

Come costruire una distribuzione di frequenze per caratteri quantitativi continui Come costruire una distribuzione di frequenze per caratteri quantitativi continui Consideriamo i dati contenuti nel primo foglio di lavoro (quello denominato dati) del file esempio2.xls. I dati si riferiscono

Dettagli

SCHEDA TECNICA PRODOTTO RISPOSTA PRIORITARIA

SCHEDA TECNICA PRODOTTO RISPOSTA PRIORITARIA SCHEDA TECNICA PRODOTTO RISPOSTA PRIORITARIA EDIZIONE: GENNAIO 2013 INDICE 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO... 3 2 POSSIBILI APPLICAZIONI E VANTAGGI... 3 3 CONDIZIONI DI ACCESSO... 4 4 RIFERIMENTI NORMATIVI...

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE GESTIONE TRIBUTI

DIREZIONE CENTRALE GESTIONE TRIBUTI Prot. 207966/2001 DIREZIONE CENTRALE GESTIONE TRIBUTI Approvazione dei nuovi modelli dei bollettini per il versamento in euro sui conti correnti postali intestati all Agenzia delle Entrate Ufficio di Roma

Dettagli

Lavorare con i paragrafi

Lavorare con i paragrafi Capitolo 4 Lavorare con i paragrafi Utilizzare il pannello Paragrafo La maggior parte della formattazione relativa ai paragrafi è gestita dal pannello Paragrafo (Figura 4.1). In questo capitolo Utilizzare

Dettagli

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE Si tratta di un software appartenente alla categoria dei fogli di calcolo: con essi si intendono veri e propri fogli elettronici, ciascuno dei quali è diviso in righe e colonne,

Dettagli

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo VENDITE E MAGAZZINO Gestione Prezzi Sconti e Listini La gestione dei prezzi può essere personalizzata, grazie ad una serie di funzioni apposite per l impostazione di diversi

Dettagli

Corso di Informatica II. Corso di Informatica II. Corso di Informatica. Access 22/03/2009. Ing. Dario Sguassero. Ing.

Corso di Informatica II. Corso di Informatica II. Corso di Informatica. Access 22/03/2009. Ing. Dario Sguassero. Ing. Lezione del 20 marzo 2009 Introduzione ad Access Informatica Presentazione di Microsoft Access Access Accessè un programma della suite Office per la gestione dei database (archivi) Un database è una raccolta

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE Prot. 23840/2013 Modalità e termini di attuazione delle disposizioni contenute nell articolo 16, commi 1, 2 e 4- bis del decreto 31 maggio 1999, n. 164, modificato dal decreto 7 maggio 2007, n. 63. Approvazione

Dettagli

FILE COGE per contabilità in Excel

FILE COGE per contabilità in Excel FILE COGE per contabilità in Excel L utilizzo del foglio di calcolo elettronico può simulare il funzionamento della COntabilità GEnerale (COGE), permette di avere sicurezza dei calcoli e controllo dei

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI PAG.2 DI 29 INDICE 1. GENERALITÀ 3 2. STRUTTURA DEL FLUSSO INFORMATIVO 5 2.1 FLUSSO

Dettagli

Concetti Fondamentali

Concetti Fondamentali EXCEL Modulo 1 Concetti Fondamentali Excel è un applicazione che si può utilizzare per: Creare un foglio elettronico; costruire database; Disegnare grafici; Cos è un Foglio Elettronico? Un enorme foglio

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE M.K.GANDHI WORD 2007. Isabella Dozio 17 febbraio 2012

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE M.K.GANDHI WORD 2007. Isabella Dozio 17 febbraio 2012 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE M.K.GANDHI WORD 2007 Isabella Dozio 17 febbraio 2012 L IMPOSTAZIONE DI WORD 2007 PULSANTE - Fare clic qui per aprire, salvare o stampare il documento e per informazioni

Dettagli

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI PAG.2 DI 27 INDICE 1. GENERALITÀ 3 2. STRUTTURA DEL FLUSSO INFORMATIVO 5 2.1 FLUSSO

Dettagli

Servizio di monitoraggio dei pagamenti effettuati con bollettino premarcato Manuale Porta dei pagamenti Pag. 1 di 25

Servizio di monitoraggio dei pagamenti effettuati con bollettino premarcato Manuale Porta dei pagamenti Pag. 1 di 25 Servizio di monitoraggio dei pagamenti effettuati con bollettino premarcato Manuale Porta dei pagamenti Pag. 1 di 25 Servizio di monitoraggio dei pagamenti effettuati con bollettino premarcato Manuale

Dettagli

Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign

Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign Credo sia utile impostare fin da subito le unità di misura. InDesign > Unità e incrementi Iniziamo poi creando un nuovo documento. File

Dettagli

SPECIFICA FUNZIONALE 0.20.02 STANDARD PER ETICHETTA IMBALLO MATERIA PRIMA E COMPONENTI D ACQUISTO

SPECIFICA FUNZIONALE 0.20.02 STANDARD PER ETICHETTA IMBALLO MATERIA PRIMA E COMPONENTI D ACQUISTO Pagina: 1/14 REVISIONI ALLA SPECIFICA REV. DATA EMISSIONE COMPILATO VARIAZIONE E/O MODIFICA APPROVATO 0 01.06.2009 P. ARDUINI G. SONEGO 1 01.07.2009 P. ARDUINI Revisione generale G. SONEGO 2 30.11.2009

Dettagli

Proprietà dei campi modulo PDF

Proprietà dei campi modulo PDF Proprietà dei campi modulo PDF Informazioni sulle proprietà dei campi modulo Modificare le proprietà dei campi modulo Scheda Generali per proprietà dei campi modulo Scheda Aspetto per proprietà dei campi

Dettagli

COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO

COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO PROVINCIA DI BOLOGNA DELIBERAZIONE C O P I A N. 41 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: APPROVAZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE CON POSTE ITALIANE S.P.A.

Dettagli

[Tutoriale] Realizzare un cruciverba con Excel

[Tutoriale] Realizzare un cruciverba con Excel [Tutoriale] Realizzare un cruciverba con Excel Aperta in Excel una nuova cartella (un nuovo file), salviamo con nome in una precisa nostra cartella. Cominciamo con la Formattazione del foglio di lavoro.

Dettagli