QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE"

Transcript

1 QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE DATI GENERALI Dati informativi - descrittivi Denominazione del museo o della raccolta museale Indirizzo Comune Provincia Telefono to web Tipologia del museo Archeologico Demoantropologico/ Etnografico Scientifico Minerario Paleontologico Artistico Misto (indicare le tematiche esposte) Altro Cap Fax Della tecnica Storico Casa museo Di impresa Territoriale (contenente più tematiche rappresentative del territorio) Ecomuseo Contenuti dell esposizione Temi esposti Materiali esposti Materiali in deposito Soggetto proprietario del museo Ente locale Consorzio di Comuni Soggetto individuale privato Associazione Società Ente ecclesiastico Università statale Ente formativo Altro Identificativi del soggetto proprietario Indirizzo Comune Provincia Telefono to web Cap Fax 12

2 Modalità di istituzione del museo Con atto pubblico Con altra forma (estremi) (indicare) irettore del museo Cognome e nome Modalità di attribuzione dell incarico te Modalità di attuazione della gestione del museo Gestione diretta Affidamento della gestione a seguito di convenzione/contratto dal al Affidamento della gestione a seguito di procedimento di evidenza pubblica dal al Altro (specificare) Soggetto gestore del museo Associazione Cooperativa Fondazione Società S.p.a. pubblica Istituzione Privato Volontari Altro (specificare) Identificativi del soggetto gestore Indirizzo Comune Provincia Telefono to web Cap Fax Responsabile e /o referente legale del soggetto gestore 1 Responsabile e/o referente del museo (in caso di affidamento della direzione e gestione a società, ente, associazione) all interno del soggetto gestore Cognome e nome Funzione 1 Nel caso in cui il referente del soggetto gestore sia diverso dal referente del museo 2

3 A) STATUS GIURIDICO A chi appartengono le collezioni del museo? Proprietario % proprietà In modo permanente / temporaneo Regione Stato Comune Comunità Montana Provincia Consorzio EE. LL Privati Ente Ecclesiastico Permanente Permanente Permanente Permanente Permanente Permanente Permanente Permanente In caso di collezioni trasferite in custodia all Ente titolare, indicare le specifiche dell atto di deposito te Il museo è dotato di statuto? Estremi atto Chi ha sottoscritto lo statuto? te Quali sono le norme fissate nello statuto? Nello statuto è indicato: si no Denominazione e sede del museo o della raccolta museale Natura dell organismo permanente e senza fine di lucro Missione e finalità Possesso di collezioni permanenti Disponibilità di collezioni depositate o date in comodato dallo Stato o da altri soggetti Funzioni e compiti Organismi di governo Obblighi del museo nei confronti del soggetto proprietario Organi che hanno il compito di controllare l attuazione di contratti e convenzioni Assetto finanziario e ordinamento contabile Personale Inalienabilità delle collezioni Funzioni e compiti in riferimento al contesto territoriale 3

4 Il museo è dotato di regolamento? Estremi atto Chi ha sottoscritto il regolamento? te Principali norme fissate nel regolamento Nel regolamento è indicato: si no Principi di gestione Strutture museali e loro utilizzo Modalità di prestito dei reperti Modalità di accesso al museo Orari di accesso al pubblico Modalità di riproduzione dei beni esposti Diritti per la riproduzione Modalità per l effettuazione di riprese fotografiche, cinematografiche e televisive Modalità e canoni di concessione per l utilizzo occasionale di spazi del museo Strutture e funzioni degli organi di direzione e gestione del museo Dotazione di personale Organigramma Modalità di acquisizione delle collezioni Modalità di catalogazione delle collezioni Modalità di gestione del deposito Modalità di esposizione delle collezioni Ricerca Rapporti con altri musei Servizi per il pubblico Rapporti fra soggetto proprietario, direttore e soggetto gestore del museo Modalità di utilizzo delle attrezzature scientifiche Modalità di manutenzione delle attrezzature scientifiche Criteri di scelta del personale Organi consultivi 4

5 B) ASSETTO FINANZIARIO Quali le fonti di finanziamento del museo? Quali gli importi e la percentuale di spesa? Fonte Euro % Voci di spesa Euro % Stato Direttore museo/consulente.scientifico Regione Manutenzione dell immobile Comune Manutenzione ordinaria Comunità Montana Personale Provincia Manutenzione straordinaria Consorzio EE. LL Pubblicazioni Privati Attività didattiche Ente Ecclesiastico Attività educative Biglietti Mostre Vendita bookshop Promozioni Vendita punto ristoro Assicurazioni Diritti per riproduzioni Spese di amministrazione Autofinanziamento Consulenze Sponsorizzazioni Altro Consulenze Affitti Vendita servizi mostre Altro te te C) STRUTTURE DEL MUSEO Descrizione della sede museale Sede unica Sedi secondarie: indicare i riferimenti Indirizzo Comune Provincia Telefono to web Cap Fax 5

6 Descrizione dell immobile Numero dei piani fuori terra Numero dei piani interrati Superficie coperta totale (mq) Bookshop (mq) Ascensore Spazi espositivi (mq) Depositi (mq) Laboratori (mq) Luogo ristoro (mq) te Proprietario dell immobile in cui ha sede il museo Ente locale titolare dell istituzione del museo Altro ente locale (specificare) In affitto dal In comodato dal Altro (specificare) al al La sede museale è sottoposta a vincoli?, è sottoposto al vincolo culturale, è sottoposto al vincolo paesistico È parzialmente accessibile ai disabili Nel caso in cui la sede non sia accessibile ai disabili, si dispone di deroga per dimostrare impossibilità tecnica o vincolo di tutela? È stata fatta una valutazione del rischio ambientale per le opere e per l edificio? È stata fatta una valutazione del rischio strutturale dell edificio? Se si, quali aspetti sono stati presi in considerazione? È stata fatta una valutazione di sicurezza nell uso, con particolare riferimento alla fruibilità dell immobile? te 6

7 La sede museale è Aperta Chiusa (indicare la causa della chiusura) Spazi interni Caratteri degli spazi interni Gli spazi espositivi sono attrezzati e adeguati a presentare le tematiche scelte Vi sono spazi adeguati per il deposito dei materiali Vi sono spazi per le esposizioni temporanee Vi sono spazi adeguati per la preparazione degli allestimenti delle mostre Vi sono spazi adeguati e dedicati alle attività didattiche Vi sono percorsi di visita stabiliti I percorsi di visita sono chiaramente riconoscibili Nei percorsi di visita sono previste delle aree di sosta tali da non rendere faticosa la visita al museo Vi sono spazi per gli uffici Vi sono spazi dedicati al bookshop Vi sono spazi per un punto ristoro Vi sono spazi per l intrattenimento dei bambini Vi sono percorsi museali appositamente dedicati ai disabili Se sì, specificare per qual tipo di disabilità si parziale mq no Vi sono spazi per l accoglimento di gruppi di visitatori Vi sono spazi per conferenze Gli spazi sono adeguati per il visitatore che ha disabilità motorie Vi sono spazi per la consultazione /studio Vi sono spazi per la proiezione di video Vi è uno spazio per il guardaroba Spazi esterni Vi sono aree parcheggio libere Vi sono aree parcheggio a pagamento Vi sono parcheggi per disabili Vi sono spazi per l esposizione all aperto Vi sono spazi per il restauro dei materiali Vi sono spazi per la manutenzione delle attrezzature Altro si parziale mq no Di quali tipi di laboratorio è dotato il museo? 7

8 Depositi sono sufficienti? Sono dotati di una strumentazione di rilevazione minima e adeguata dei valori di T, U e Lux? Vengono ispezionati periodicamente? Come sono organizzati? Servizi igienici Vi sono servizi igienici? Se si, sono: te Facilmente raggiungibili Accessibili ai portatori di handicap Adeguati anche ai bambini Allestimento Il sistema di allestimento è flessibile e adattabile alla possibile modifica del percorso museale L allestimento è di facile manutenzione? Occorre l intervento di specialisti per la manutenzione Vi sono spazi arredati per la sosta del pubblico? Sono adeguati per persone anziane Sono adeguati per bambini Vi sono allestimenti studiati per rispondere alle esigenze di diverse categorie di visitatori? Se si, specificare per quale categoria di visitatori 8

9 Di quali attrezzature scientifiche dispone il museo? Il museo è dotato di impianto di riscaldamento funzionante? Parzialmente Il museo è dotato di impianto di umidificazione - deumidificazione funzionanti? Il museo è dotato di impianti di condizionamento dell aria? Dotazioni Informatiche I visitatori possono utilizzare strumenti informatici collocati all interno del percorso museale per approfondire i contenuti di alcune tematiche esposte? Vi sono degli spazi dedicati esclusivamente alla consultazione dotati di strumenti informatici? Le attrezzature informatiche sono predisposte anche per l utilizzo da parte dei disabili? specificare per quale tipo di disabilità Gli spazi per il personale sono dotati di terminali per la connessione ad internet? D) PERSONALE DEL MUSEO Dotazione personale Quali funzioni svolge il personale? Custodia Pulizia locali Biglietteria Assistenza all utenza Manutenzione ordinaria Manutenzione straordinaria Attività didattica Attività educativa Attività per disabili Amministrazione Allestimento museale Allestimento mostre Attività di ricerca Attività di restauro Attività di catalogazione Promozione Organizzazione di eventi Direzione Altro (specificare) 9

10 è pensato di far svolgere alcune di queste funzioni a personale inserito in altre realtà museali per migliorare i costi e la qualità? Quali attività sono già svolte in cooperazione con altri musei? 10

11 Dotazione di personale - figure professionali / requisito minimo Tabella A Figura professionale Cognome e nome Titolo di studio Rapporto di lavoro Atto formale di incarico Ore sett.li di lavoro Ore annue di formazione Rapporto di volontariato 11

12 ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, Quali figure si dovrebbero inserire per migliorare la qualità dei servizi museali? Quali competenze dovrebbero essere migliorate e aggiornate? E) SICUREZZA Il museo si è adeguato alle prescrizioni del decreto legislativo 626/94 e successive integrazioni? sono in corso degli adeguamenti Chi è il responsabile della sicurezza? Il museo è dotato di un sistema di antintrusione funzionante e periodicamente revisionato? te sono in corso degli adeguamenti F) GESTIONE E CURA DELLE COLLEZIONI Registrazione e inventariazione Esiste un registro del materiale? Se si, in quale percentuale il materiale è registrato? Esiste un inventario del materiale? Se si, in quale percentuale il materiale è inventariato? Catalogazione Esiste un catalogo del materiale? Se si, in quale percentuale il materiale è catalogato? 12

13 Le schede di catalogazione sono conformi alla normativa catalografica dell Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione? La catalogazione è stata effettuata in collaborazione con il centro di catalogo della RAS? Sono stati effettuati disegni, foto, filmati del materiale? Il catalogo è informatizzato? Scambi effettuano prestiti del proprio materiale? ricevono prestiti? Qualora si concedano o ricevano prestiti, si fa riferimento a principi concordati in ambito internazionale (Principi generali di gestione dei prestiti e degli scambi di opere d arte tra le Istituzioni) Ricerca effettuano studi scientifici sulle collezioni? collabora a campagne di scavo o a progetti di ricerca con Soprintendenze e/o Università? In che modo le ricerche sono divulgate? (specificare) 13

14 G) RAPPORTI CON IL PUBBLICO E RELATIVI SERVIZI Modalità di accesso Ingresso: Gratuito A pagamento Tipologie e tariffe del biglietto: Intero Ridotto Gruppi Scolaresche Esenzione Altro (specificare) Esiste un biglietto cumulativo con altre strutture operanti nel territorio? (specificare) Affluenza del pubblico Numero annuo di visitatori: Totale Di cui: Di cui: Con ingresso gratuito Specificare gratuità ngoli Visitatori con meno di 18 anni Visitatori oltre i 60 anni Scolaresche Gruppi organizzati Carta dei servizi Esiste una Carta dei Servizi? 14

15 Attività culturali Il Museo organizza o collabora ad attività culturali per: Mostre temporanee Dibattiti e conferenze Presentazioni di libri Concerti Eventi nel territorio Corsi e seminari Le attività culturali sono raccordate ad altre che si svolgono nel territorio? Se si, specificare Servizi per gli utenti Di quali dei seguenti servizi è dotato il museo? Servizio didattico Servizio educativo Biblioteca e/o centro di documentazione Archivio schede Altro (specificare) Servizi on line Sono stati predisposti servizi on line per gli utenti? Prenotazioni visite Acquisto biglietti Guest book Monitoraggio sull utenza Sono stati predisposti sistemi per il monitoraggio delle presenze? Sono stati predisposti sistemi di rilevazione sul gradimento della qualità dei servizi offerti? E stato predisposto un registro riservato ai commenti? Apertura al pubblico Giorni settimanali di apertura (orario invernale) Ore settimanali di apertura (orario invernale) Giorni settimanali di apertura (orario estivo) Ore settimanali di apertura (orario estivo) Apertura stagionale Apertura solo su prenotazione Apertura anche su prenotazione 15

16 Comunicazione dell orario di apertura Gli orari sono comunicati e aggiornati con segnaletica all'esterno del museo presso gli uffici turistici sulla stampa locale sul web altro Informazioni e segnaletica E stata predisposta la segnaletica esterna per arrivare al Museo? All ingresso è presente un punto di informazione? Sono stati predisposti sistemi di orientamento all interno? (pianta, indicazioni direzionali, segnalazione dei servizi) I materiali esposti sono corredati da didascalie con informazioni essenziali, chiare e leggibili? Le didascalie hanno un supporto, un formato, una grafica uniforme? È adottato uno stile grafico omogeneo per le comunicazioni (logo, biglietti, cartelli, materiale informativo, sito internet)? Apparati informativi e didattici L utente può disporre per una migliore comprensione del materiale esposto di: pannelli informativi schede mobili depliant illustrativi in più lingue audioguide proiezioni audiovisive visite guidate strumentazione speciale per disabili altro H) RAPPORTI CON IL TERRITORIO Raccordo con altre strutture culturali Il Museo collabora: con le biblioteche e gli archivi storici della zona con le associazioni culturali operanti nel territorio con le scuole presenti nel territorio altri soggetti (specificare) 16

17 Promozione All interno del Museo è diffuso materiale promozionale delle altre strutture museali presenti nella zona? (specificare) Il materiale informativo e promozionale è disponibile: presso altri musei del territorio presso le strutture ricettive presso gli uffici turistici presso gli uffici comunali altro (specificare) Raccordo con aziende del territorio Esistono sinergie con le attività artigiane, le aziende biologiche e di produzione della zona? (specificare) Visto: Il Responsabile del Museo me Cognome Firma Data 17

Questionario di autovalutazione

Questionario di autovalutazione Questionario di autovalutazione SCHEDA ANAGRAFICA i Denominazione del museo e recapiti A.1.1 Denominazione. A.1.2 Complesso di appartenenza (1). A.1.3 Indirizzo (2) A.1.4 Località (3). A.1.5 CAP A.1.6

Dettagli

SERVIZI OFFERTI Il Museo della Città eroga i seguenti servizi:

SERVIZI OFFERTI Il Museo della Città eroga i seguenti servizi: CARTA DEI SERVIZI DEL COMUNE DI SASSARI Settore Sviluppo Locale, Politiche Culturali e Marketing Turistico Macro categoria attività Museo della Città Finalità attività Il Museo della Città, è il luogo

Dettagli

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO DEL MUSEO E DELLE MOTO E DEI CICLOMOTORI DEMM

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO DEL MUSEO E DELLE MOTO E DEI CICLOMOTORI DEMM COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO DEL MUSEO E DELLE MOTO E DEI CICLOMOTORI DEMM Approvato con D.G.C. n. 50 del 18/05/09 Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE Il presente regolamento disciplina

Dettagli

COMUNE DI PALAGIANO. Provincia di Taranto. Regolamento DEL MUSEO CIVICO NARRACENTRO

COMUNE DI PALAGIANO. Provincia di Taranto. Regolamento DEL MUSEO CIVICO NARRACENTRO COMUNE DI PALAGIANO Provincia di Taranto Regolamento DEL MUSEO CIVICO NARRACENTRO Approvato con Delibera di C.C. n. 12 del 19 marzo 2012 ART. 1 Denominazione e sede Il Museo Civico di Palagiano denominato

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI Il Museo civico è, lo specchio della storia sociale, economica, culturale, religiosa ed artistica del territorio cuneese. Il suo patrimonio

Dettagli

SCHEDA DI AUTOVALUTAZIONE DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI

SCHEDA DI AUTOVALUTAZIONE DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI Regione Marche Servizio Internazionalizzazione, Cultura, Turismo, Commercio e attività promozionali Progetto Museo Diffuso SCHEDA DI AUTOVALUTAZIONE DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI Per eventuali chiarimenti

Dettagli

STRUTTURE E SEDI DELL AMMINISTRAZIONE

STRUTTURE E SEDI DELL AMMINISTRAZIONE 1/6 STRUTTURE E SEDI DELL AMMINISTRAZIONE b. STANDARD MINIMI PER L ACCESSO AL PUBBLICO AVVERTENZA L argomento qui trattato è valido per tutti gli Istituti del Ministero (musei, archivi, biblioteche ),

Dettagli

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ANTIQUARIUM PITINUM MERGENS Approvato con Delibera 1 Art.1 Costituzione dell Antiquarium Pitinum Mergens e sue finalità

Dettagli

COMUNE DI BRACCIANO REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO

COMUNE DI BRACCIANO REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO COMUNE DI BRACCIANO REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO Art. 1 Denominazione, definizione, sede Il Museo Civico di Bracciano è un organismo permanente, senza fini di lucro, istituito dal Comune di Bracciano con

Dettagli

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 Statuto del Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 1 Art. 1 Denominazione e sede del museo Per iniziativa del Comune di Zavattarello è costituito il del

Dettagli

Regolamento di organizzazione e funzionamento del MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE DI SCHILPARIO

Regolamento di organizzazione e funzionamento del MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE DI SCHILPARIO Regolamento di organizzazione e funzionamento del MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE DI SCHILPARIO Premessa Il MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE di Schilpario successivamente indicato solamente come MUSEO ETNOGRAFICO

Dettagli

LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE

LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE 1 LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE Legenda D.G.R. 33/21 = Delibera della Giunta Regionale n. 33/21 del 08.08.2013 Riconoscimento regionale dei musei e delle raccolte

Dettagli

Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale

Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale Articolo 1 Istituzione...

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO DI CAMAIORE

REGOLAMENTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO DI CAMAIORE Comune di Camaiore 12 REGOLAMENTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO DI CAMAIORE Approvato con deliberazione del C.C. n 50 del 26.07.2005 Ripubblicato il Regolamento dal 26/08/2005 al 09/09/2005 REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI MONTEPULCIANO (Provincia di Siena) REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO PINACOTECA CROCIANI

COMUNE DI MONTEPULCIANO (Provincia di Siena) REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO PINACOTECA CROCIANI COMUNE DI MONTEPULCIANO (Provincia di Siena) REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO PINACOTECA CROCIANI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 29.03.2013 Indice: Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE...3

Dettagli

LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE

LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE LINEE-GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE Legenda D.G.R. 33/21 = Delibera della Giunta Regionale n. 33/21 del 08.08.2013 Riconoscimento regionale dei musei e delle raccolte museali

Dettagli

IL PROGETTO DI RILEVAMENTO, STUDIO E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DEI MUSEI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

IL PROGETTO DI RILEVAMENTO, STUDIO E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DEI MUSEI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA IL PROGETTO DI RILEVAMENTO, STUDIO E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DEI MUSEI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Il progetto è stato promosso e finanziato dal Ministero per i beni e le attività culturali - Direzione

Dettagli

Regolamento del Museo di 'Palazzo Corte Metto' del Comune di Auronzo di Cadore. Premessa

Regolamento del Museo di 'Palazzo Corte Metto' del Comune di Auronzo di Cadore. Premessa Regolamento del Museo di 'Palazzo Corte Metto' del Comune di Auronzo di Cadore Premessa Il Museo Palazzo Corte Metto (ex Museo della Flora, Fauna e Mineralogia) farà parte della costituenda rete museale

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DEL MUSEO ARCHEOLOGICO DEL FINALE

REGOLAMENTO COMUNALE DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DEL MUSEO ARCHEOLOGICO DEL FINALE Museo Archeologico del Finale Complesso Monumentale di Santa Caterina 17024 Finale Ligure Borgo (SV), Italia Tel. +39.019.690020 fax +39.019.681022 www.museoarcheofinale.it info@museoarcheofinale.it REGOLAMENTO

Dettagli

SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI

SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI 5.1 Visite SERVIZIO DESCRIZIONE CONDIZIONI visita possibilità di accesso a: Piano Nobile Stanze del cardinale Museo del Barocco Romano Museo dell Arte Contemporanea Parco Chigi Mostra temporanea accesso:

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali. CARTA DEI SERVIZI Museo di Palazzo Reale, Genova

Ministero per i Beni e le Attività Culturali. CARTA DEI SERVIZI Museo di Palazzo Reale, Genova Ministero per i Beni e le Attività Culturali CARTA DEI SERVIZI Museo di Palazzo Reale, Genova 2013 PRESENTAZIONE CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei servizi risponde all esigenza di fissare principi

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA

REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA 34 REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 15/I93197/2003 P.G. NELLA SEDUTA DEL 02/02/2004 Art. 1 Premessa Il presente regolamento

Dettagli

IL SISTEMA MUSEALE DELLA PROVINCIA DI PARMA

IL SISTEMA MUSEALE DELLA PROVINCIA DI PARMA IL SISTEMA MUSEALE DELLA PROVINCIA DI PARMA Analisi su base economico gestionale delle realtà museali provinciali, per una progettazione consapevole di sviluppo futuro del Sistema museale provinciale.

Dettagli

Vivere il museo 2013

Vivere il museo 2013 OBIETTIVI DEL PROGETTO: 1. ACQUARIO CIVICO (Sede 91334) Scheda progetto Vivere il museo 2013 apporre migliorie alle vasche espositive del percorso interno supportando il lavoro dei biologi acquaristi nella

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEI MUSEI STORICI DELL INAF

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEI MUSEI STORICI DELL INAF DIPARTIMENTO STRUTTURE SERVIZIO MUSEI LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEI MUSEI STORICI DELL INAF Ai sensi del D.L. 138/2003 Riordino dell'istituto Nazionale di Astrofisica (art. 3, comma 1, lettera i) e del

Dettagli

Regolamento del MUSEO CIVICO DI CASTELLEONE

Regolamento del MUSEO CIVICO DI CASTELLEONE Deliberazione della Giunta regionale 20 dicembre 2002 n -7/II643 (BURL-16 gennaio 2003-2 supp. Str.) recante i criteri e linee guida per il riconoscimento dei musei e delle raccolte museali in Lombardia,

Dettagli

TARIFFE DI PALAZZO E PARCO CHIGI APPROVATE CON ATTO DI GIUNTA MUNICIPALE N 86 DEL 29/06/2015

TARIFFE DI PALAZZO E PARCO CHIGI APPROVATE CON ATTO DI GIUNTA MUNICIPALE N 86 DEL 29/06/2015 TARIFFE DI PALAZZO E PARCO CHIGI APPROVATE CON ATTO DI GIUNTA MUNICIPALE N 86 DEL 29/06/2015 TARIFFE BIGLIETTERIA Intero - Visita guidata del Piano Nobile 8,00 - Visita guidata di Parco Chigi 6,00 - Visita

Dettagli

COMUNE DI CALVI DELL UMBRIA PROVINCIA DI TERNI

COMUNE DI CALVI DELL UMBRIA PROVINCIA DI TERNI COMUNE DI CALVI DELL UMBRIA PROVINCIA DI TERNI TELEFONO 0744/710119-710723 - FAX 0744/710159 - E-MAIL: COMUNECALVI@TISCALINET.IT ART. 1 Il Comune di Calvi dell Umbria, in esecuzione della deliberazione

Dettagli

All. A1 alla delibera di Giunta n. 78 del 13 marzo 2009

All. A1 alla delibera di Giunta n. 78 del 13 marzo 2009 L.R. 75/97 Presentazione progetto anno 2009 DENOMINAZIONE SOGGETTO RICHIEDENTE indirizzo città c.a.p. prov. telefoni fax e-mail cod. fisc. sito web part. IVA Forma giuridica del richiedente (ente locale,

Dettagli

STATUTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO SA DOMU E SU NURAXI ARRUBIU E DELL AREA ARCHEOLOGICA NURAGHE ARRUBIU DI ORROLI

STATUTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO SA DOMU E SU NURAXI ARRUBIU E DELL AREA ARCHEOLOGICA NURAGHE ARRUBIU DI ORROLI STATUTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO SA DOMU E SU NURAXI ARRUBIU E DELL AREA ARCHEOLOGICA NURAGHE ARRUBIU DI ORROLI Approvato con deliberazione del consiglio comunale n 74 in data 26/11/2010.. Art. 1.

Dettagli

REGOLAMENTO INDIRIZZI E CRITERI PER LA FRUIZIONE DEL MUSEO CIVICO DI PALAZZO TRAVERSA E SALE COMUNALI

REGOLAMENTO INDIRIZZI E CRITERI PER LA FRUIZIONE DEL MUSEO CIVICO DI PALAZZO TRAVERSA E SALE COMUNALI REGOLAMENTO INDIRIZZI E CRITERI PER LA FRUIZIONE DEL MUSEO CIVICO DI PALAZZO TRAVERSA E SALE COMUNALI (Delib. G.C. n. 136/2002 integrato con Delib. G.C. n. 315/2002) TIT. I MUSEO CIVICO DI PALAZZO TRAVERSA

Dettagli

Museo Archeologico Ambientale REGOLAMENTO. del MUSEO ARCHEOLOGICO AMBIENTALE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)

Museo Archeologico Ambientale REGOLAMENTO. del MUSEO ARCHEOLOGICO AMBIENTALE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO) REGOLAMENTO del MUSEO ARCHEOLOGICO AMBIENTALE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO) INDICE: 1. DENOMINAZIONE E SEDE 2. NATURA DI ORGANISMO PERMANENTE E SENZA SCOPO DI LUCRO 3. COMPITI E FINALITÀ 4. POSSESSO

Dettagli

Museo Archeologico Ambientale

Museo Archeologico Ambientale STATUTO del MUSEO ARCHEOLOGICO AMBIENTALE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO) Art. 1 Denominazione e sede Il Museo Archeologico Ambientale è una struttura di cui Ente titolare è il Comune di San Giovanni

Dettagli

La Carta dei servizi costituisce lo strumento attraverso cui il Museo comunica con i propri utenti e si confronta con loro.

La Carta dei servizi costituisce lo strumento attraverso cui il Museo comunica con i propri utenti e si confronta con loro. CARTA DEI SERVIZI CHE COS è LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei servizi costituisce lo strumento attraverso cui il Museo comunica con i propri utenti e si confronta con loro. La Carta individua i servizi

Dettagli

COMUNE DI PIADENA. (Provincia di Cremona) Regolamento del Museo Archeologico Platina

COMUNE DI PIADENA. (Provincia di Cremona) Regolamento del Museo Archeologico Platina COMUNE DI PIADENA (Provincia di Cremona) Regolamento del Museo Archeologico Platina Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 37 del 23/11/2009 Aggiornato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI AFFIDATI ALLA GESTIONE DELLA FONDAZIONE BRESCIA MUSEI (approvata dalla Giunta Comunale con delib. n. 1129 del 31.10.

CARTA DEI SERVIZI AFFIDATI ALLA GESTIONE DELLA FONDAZIONE BRESCIA MUSEI (approvata dalla Giunta Comunale con delib. n. 1129 del 31.10. CARTA DEI SERVIZI AFFIDATI ALLA GESTIONE DELLA FONDAZIONE BRESCIA MUSEI (approvata dalla Giunta Comunale con delib. n. 1129 del 31.10.2007) F O N D A Z I O N E INDICE 1. Introduzione... pag. 3 2. Presentazione

Dettagli

Regolamento comunale dei Musei di Savignano

Regolamento comunale dei Musei di Savignano COMUNE DI SAVIGNANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Via Doccia n. 64, 41056 Savignano sul Panaro (MO) COPIA Regolamento comunale dei Musei di Savignano Il presente regolamento: è stato approvato con atto

Dettagli

REGOLAMENTO MUSEO LABORATORIO DELLA MENTE ASL ROMA E REGIONE LAZIO. Maggio 2012

REGOLAMENTO MUSEO LABORATORIO DELLA MENTE ASL ROMA E REGIONE LAZIO. Maggio 2012 REGOLAMENTO MUSEO LABORATORIO DELLA MENTE ASL ROMA E REGIONE LAZIO Maggio 2012 Il museo denominato Museo Laboratorio della Mente (d ora in avanti MLM) con sede a Roma Piazza S. Maria della Pietà n.5, Padiglione

Dettagli

Comune di Verucchio REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO DI VERUCCHIO

Comune di Verucchio REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO DI VERUCCHIO Comune di Verucchio Provincia di Rimini REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO DI VERUCCHIO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 75/2008 Modificato

Dettagli

REGOLAMENTI MUSEO FORTE BRAMAFAM REGOLAMENTO ISTITUTIVO

REGOLAMENTI MUSEO FORTE BRAMAFAM REGOLAMENTO ISTITUTIVO REGOLAMENTI MUSEO FORTE BRAMAFAM Il Consiglio Direttivo del due aprile 2012 visto il verbale di consegna da parte dell Ufficio Tecnico Erariale all Associazione per gli Studi di Storia e Architettura Militare

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica Art. 1. È costituita l Associazione culturale denominata MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA SALA MOSTRE, DELLE SALE E DEL CHIOSTRO DEL MUSEO CIVICO DELLA LAGUNA SUD SAN FRANCESCO FUORI LE MURA

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA SALA MOSTRE, DELLE SALE E DEL CHIOSTRO DEL MUSEO CIVICO DELLA LAGUNA SUD SAN FRANCESCO FUORI LE MURA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA SALA MOSTRE, DELLE SALE E DEL CHIOSTRO DEL MUSEO CIVICO DELLA LAGUNA SUD SAN FRANCESCO FUORI LE MURA Il presente regolamento riguarda le norme e le condizioni

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA CANDIDATURA AL BANDO VALORIZZAZIONE 2015 SEZIONE N. 2 GIACIMENTI CULTURALI

LINEE GUIDA PER LA CANDIDATURA AL BANDO VALORIZZAZIONE 2015 SEZIONE N. 2 GIACIMENTI CULTURALI LINEE GUIDA PER LA CANDIDATURA AL BANDO VALORIZZAZIONE 2015 SEZIONE N. 2 GIACIMENTI CULTURALI a. STUDIO SCIENTIFICO Lo studio dovrà essere redatto in un testo tra le 3.000 e le 10.000 battute e dovrà giustificare

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO E CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DEL MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE IN FAENZA

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO E CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DEL MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE IN FAENZA - Fondazione Allegato a) alla decisione n. 23/PR del 8.03.2006 REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO E CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DEL MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE IN FAENZA Art. 1 - Istituzione

Dettagli

REGIONE Avviso Unico Cultura 2014

REGIONE Avviso Unico Cultura 2014 BANDO LOMBARDIA REGIONE Avviso Unico Cultura 2014 Progetti di promozione Beneficiari educativa e culturale di preminente interesse Enti locali, Università, soggetti pubblici e soggetti privati no regionale

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI DEL MUSEO

LA CARTA DEI SERVIZI DEL MUSEO LA CARTA DEI SERVIZI DEL MUSEO MUSEO GEOLOGICO G. Cortesi Castell Arquato LA CARTA DEI SERVIZI DEL MUSEO 1. PREMESSA La Carta dei servizi, costituisce lo strumento attraverso cui il Museo comunica con

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MUSEO DELLA PREISTORIA DELLA TUSCIA E DELLA ROCCA FARNESE. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.

REGOLAMENTO DEL MUSEO DELLA PREISTORIA DELLA TUSCIA E DELLA ROCCA FARNESE. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. REGOLAMENTO DEL MUSEO DELLA PREISTORIA DELLA TUSCIA E DELLA ROCCA FARNESE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 del 21/11/2008 INDICE Premesse Art. 1 Denominazione, Sede, Appartenenza

Dettagli

Comune di Clusone. Regolamento di organizzazione e funzionamento del MAT Museo Arte e Tempo

Comune di Clusone. Regolamento di organizzazione e funzionamento del MAT Museo Arte e Tempo Comune di Clusone Deliberazione del Consiglio Comunale n. 54 del 27/12/2005 Regolamento di organizzazione e funzionamento del MAT Museo Arte e Tempo Art. 1 (Oggetto del Regolamento) E istituito il MAT

Dettagli

ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n.

ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n. ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n. 42/1997) 1) le domande di iscrizione all Albo degli Istituti culturali della

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DEL MUSEO GALLERIA D ARTE MODERNA DI MILANO

CARTA DEI SERVIZI DEL MUSEO GALLERIA D ARTE MODERNA DI MILANO CARTA DEI SERVIZI DEL MUSEO GALLERIA D ARTE MODERNA DI MILANO CHE COS É LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei servizi costituisce lo strumento attraverso cui il Museo comunica con i propri utenti e si confronta

Dettagli

Comune di Castell Arquato Provincia di Piacenza REGOLAMENTO. Approvato con deliberazione del Commissario Straordinario n. 8 del 06.02.

Comune di Castell Arquato Provincia di Piacenza REGOLAMENTO. Approvato con deliberazione del Commissario Straordinario n. 8 del 06.02. Comune di Castell Arquato Provincia di Piacenza REGOLAMENTO DEI MUSEI CIVICI DI CASTELL ARQUATO Approvato con deliberazione del Commissario Straordinario n. 8 del 06.02.2009 Art. 1 DENOMINAZIONI E SEDI

Dettagli

LINEE GUIDA PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI

LINEE GUIDA PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI LINEE GUIDA PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI 1 Premessa Le presenti Linee guida, nelle more di una legge organica di settore, costituiscono uno degli interventi del piano di razionalizzazione

Dettagli

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Alle Aziende ed Enti Associati Loro Sedi FEDERCULTURE SERVIZIO LEGISLATIVO CIRCOLARE 3/14 Oggetto: Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale,

Dettagli

Approvato con delibera n. 45/CC del 26.11.2008 TITOLO I PRINCIPI GENERALI, FINALITA E ORGANIZZAZIONE DEL MUSEO CAPO I NORME GENERALI

Approvato con delibera n. 45/CC del 26.11.2008 TITOLO I PRINCIPI GENERALI, FINALITA E ORGANIZZAZIONE DEL MUSEO CAPO I NORME GENERALI REGOLAMENTO DEL MUSEO ARCHEOLOGICO COMUNALE COMUNE DI DICOMANO Provincia di Firenze (Legge Regionale 4 dicembre 1980, n. 89, D.M. 10 maggio 2001 Atto di indirizzo sui criteri tecnico scientifici e sugli

Dettagli

REGOLAMENTO N. 5 DEL 18 dicembre 2006 IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

REGOLAMENTO N. 5 DEL 18 dicembre 2006 IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 5 DEL 18 dicembre 2006 IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Visto l art. 121, 4 comma della Costituzione; Visto lo Statuto della Regione Campania; Vista l approvazione del regolamento da

Dettagli

N 23 del 29 settembre 2014

N 23 del 29 settembre 2014 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 23 del 29 settembre 2014 Oggetto: Modifica statuto e adozione regolamento Polo Museale Casa Zapata per partecipazione al bando Riconoscimento Regionale dei musei

Dettagli

ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI VILLA FARNESINA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI

ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI VILLA FARNESINA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI ACCADEMIANAZIONALEDEILINCEI VILLAFARNESINA CARTADELLAQUALITÀDEISERVIZI 1 1.Caratteristiche della carta La Carta della qualità dei servizi risponde ad una duplice esigenza: fissare principi e regole nel

Dettagli

Regolamento MUSEO CASA ORTEGA

Regolamento MUSEO CASA ORTEGA COMUNE DI SAN GIOVANNI A PIRO (Provincia di Salerno) Regolamento del MUSEO CASA ORTEGA Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 30/01/2013 1 PREMESSA Norme di riferimento Il presente

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI, IL BILANCIO, LE RISORSE UMANE E LA FORMAZIONE

Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI, IL BILANCIO, LE RISORSE UMANE E LA FORMAZIONE IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368, e successive modificazioni; VISTO il decreto legislativo 8 gennaio 2004, n. 3; VISTO il decreto legislativo 22 gennaio 2004,

Dettagli

Carta della qualità dei servizi

Carta della qualità dei servizi MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA CULTURALI E DEL TURISMO Museo di Palazzo Davanzati - Firenze - 2013 - Carta della qualità dei servizi I. PRESENTAZIONE CHE COS È LA CARTA DELLA DEI SERVIZI La Carta

Dettagli

COMUNE DI MONTELEONE DI SPOLEO

COMUNE DI MONTELEONE DI SPOLEO COMUNE DI MONTELEONE DI SPOLEO (Provincia di Perugia ) MUSEO CIVICO COMUNALE ECOMUSEO DELLA DORSALE APPENNINICA UMBRA Regolamento (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 75 del 22.10.2014) Il

Dettagli

INDAGINE SULLA GESTIONE DEI DEPOSITI MUSEALI E SULLA MOVIMENTAZIONE DEI BENI ARCHEOLOGICI

INDAGINE SULLA GESTIONE DEI DEPOSITI MUSEALI E SULLA MOVIMENTAZIONE DEI BENI ARCHEOLOGICI INDAGINE SULLA GESTIONE DEI DEPOSITI MUSEALI E SULLA MOVIMENTAZIONE DEI BENI ARCHEOLOGICI QUESTIONARIO Nell'ambito del Dottorato in Scienze e Tecnologie per l'archeologia e i Beni Culturali dell Università

Dettagli

COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO

COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 16

Dettagli

DIOCESI DI PITIGLIANO-SOVANA-ORBETELLO MUSEO DIOCESANO DI PALAZZO ORSINI IN PITIGLIANO STATUTO

DIOCESI DI PITIGLIANO-SOVANA-ORBETELLO MUSEO DIOCESANO DI PALAZZO ORSINI IN PITIGLIANO STATUTO DIOCESI DI PITIGLIANO-SOVANA-ORBETELLO MUSEO DIOCESANO DI PALAZZO ORSINI IN PITIGLIANO STATUTO Il presente Statuto è stato promulgato dal Vescovo e Ordinario diocesano, con Decreto del 3/05/2012, protocollo

Dettagli

Linee di indirizzo per l affidamento dei servizi di Biblioteca e Archivio storico. 1. Oggetto

Linee di indirizzo per l affidamento dei servizi di Biblioteca e Archivio storico. 1. Oggetto Linee di indirizzo per l affidamento dei servizi di Biblioteca e Archivio storico 1. Oggetto Con il presente atto si definiscono le linee di indirizzo per l affidamento, mediante procedimento ad evidenza

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 907 del 23 marzo 2010 pag. 1/6

ALLEGATOA alla Dgr n. 907 del 23 marzo 2010 pag. 1/6 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 907 del 23 marzo 2010 pag. 1/6 Regione del Veneto Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo Organizzazione e funzionamento della Mediateca

Dettagli

Museo Archeologico Nazionale di Porto Torres Antiquarium Turritano

Museo Archeologico Nazionale di Porto Torres Antiquarium Turritano SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHEOLOGICI PER LE PROVINCE DI SASSARI E NUORO Sede operativa di Porto Torres C A R T A D E I S E R V I Z I Museo Archeologico Nazionale di Porto Torres Antiquarium Turritano

Dettagli

FONDAZIONE CARIPLO Modulo Extrabando

FONDAZIONE CARIPLO Modulo Extrabando GUIDA ALLA PRESENTAZIONE 1) Come presentare un progetto al di fuori dei bandi della Fondazione? Per presentare un progetto che non rientra nei bandi della Fondazione Cariplo è necessario: a) compilare

Dettagli

PROVINCIA. DI VENEZIA Settore Cultura e Patrimonio Culturale Museale. Museo Provinciale di Torcello CARTA DEI SERVIZI E DEL VISITATORE

PROVINCIA. DI VENEZIA Settore Cultura e Patrimonio Culturale Museale. Museo Provinciale di Torcello CARTA DEI SERVIZI E DEL VISITATORE PROVINCIA DI VENEZIA Settore Cultura e Patrimonio Culturale Museale Museo Provinciale di Torcello CARTA DEI SERVIZI E DEL VISITATORE versione integrale INDICE 1. INTRODUZIONE p. 3 2. SEDI E COLLEZIONI

Dettagli

Regolamento del Sistema museale di Massa Marittima e dei singoli musei

Regolamento del Sistema museale di Massa Marittima e dei singoli musei Regolamento del Sistema museale di Massa Marittima e dei singoli musei Premessa Il Sistema museale del Comune di Massa Marittima è stato istituito con delibera di Consiglio Comunale n. 62 dell 11/09/02

Dettagli

REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNALE DENOMINATO MANTOVA UFFICIO MUSEI e MONUMENTI. TITOLO I Costituzione del servizio

REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNALE DENOMINATO MANTOVA UFFICIO MUSEI e MONUMENTI. TITOLO I Costituzione del servizio REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNALE DENOMINATO MANTOVA UFFICIO MUSEI e MONUMENTI TITOLO I Costituzione del servizio 1 Costituzione, denominazione e sede Il Comune di Mantova, richiamate: la fondazione del

Dettagli

Statuto Museo d Arte Moderna e Contemporanea A. Ortiz Echague

Statuto Museo d Arte Moderna e Contemporanea A. Ortiz Echague COMUNE DI ATZARA PROVINCIA DI NUORO Via Vittorio Emanuele, 27 08030 ATZARA telefono 0784/65205 fax 0784/65380 e-mail: servizi.sociali@comune.atzara.nu.it UFFICIO SERVIZI SOCIALI Statuto Museo d Arte Moderna

Dettagli

Regolamento per il funzionamento. e l utilizzo del Parco delle Terme, degli edifici e del bunker di Kesselring

Regolamento per il funzionamento. e l utilizzo del Parco delle Terme, degli edifici e del bunker di Kesselring Regolamento per il funzionamento e l utilizzo del Parco delle Terme, degli edifici e del bunker di Kesselring 1 Art.1 PREMESSA STORICO ARTISTICA Il complesso termale di Recoaro, situato all intero di un

Dettagli

ANNI ADEI SERV I Z I D EIMU SEI PROVINCIA DI RAVENNA

ANNI ADEI SERV I Z I D EIMU SEI PROVINCIA DI RAVENNA 10 ANNI Provinciale 1997-2007 Sistema Museale [ ] ccart ADEI SERV I Z I D EIMU SEI PROVINCIA DI RAVENNA Nel quadro dell adeguamento agli standard di qualità museali prescritti dalla normativa regionale,

Dettagli

CARTA DEI DIRITTI DELL'UTENTE DEL MUSEO DI STORIA NATURALE ED ARCHEOLOGIA DI MONTEBELLUNA

CARTA DEI DIRITTI DELL'UTENTE DEL MUSEO DI STORIA NATURALE ED ARCHEOLOGIA DI MONTEBELLUNA CARTA DEI DIRITTI DELL'UTENTE DEL MUSEO DI STORIA NATURALE ED ARCHEOLOGIA DI MONTEBELLUNA Il fruitore di servizi del museo ha diritto A) A ricevere in modo chiaro ed efficace tutte le informazioni sul

Dettagli

ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n.

ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n. ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n. 42/1997) 1) Entro il 15 gennaio 2016 gli istituti culturali in possesso dei

Dettagli

*4. Proprietà. Informazioni sul museo. 1. Denominazione Museo. 2. Provincia. 3. Tipologia. Page 1. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj.

*4. Proprietà. Informazioni sul museo. 1. Denominazione Museo. 2. Provincia. 3. Tipologia. Page 1. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. nmlkj. SI Informazioni sul museo 1. Denominazione Museo 2. Provincia Avellino 5 6 Benevento Caserta Napoli Salerno 3. Tipologia storico archeologico artistico demoetnoantropologico scientifico naturalistico composito

Dettagli

Art. 1 E istituito IL MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO, denominato Del BOSCO a seguito del deposito dei beni storico archeologici provenienti

Art. 1 E istituito IL MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO, denominato Del BOSCO a seguito del deposito dei beni storico archeologici provenienti Art. 1 E istituito IL MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO, denominato Del BOSCO a seguito del deposito dei beni storico archeologici provenienti prevalentemente dal territorio relativo al comune di Supersano e i

Dettagli

MODULO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI

MODULO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI Richiedente:.. [ Titolo progetto:.. MODULO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI Si richiede di compilare il presente modulo e di inviarlo firmato e completo degli allegati a: Fondazione di Piacenza e Vigevano

Dettagli

SERVIZI OFFERTI L'Archivio Storico eroga i seguenti servizi:

SERVIZI OFFERTI L'Archivio Storico eroga i seguenti servizi: CARTA DEI SERVIZI DEL COMUNE DI SASSARI Settore Sviluppo Locale, Politiche Culturali e Marketing Turistico Macro categoria attività Archivio Storico Comunale Conservazione e tutela di tutti i documenti

Dettagli

1 29/11/02 Approvato con deliberazione C.C. 29/11/2002 n. 88

1 29/11/02 Approvato con deliberazione C.C. 29/11/2002 n. 88 Pagina 1 di 5 Documento Rev. Data Oggetto della revisione 1 29/11/02 Approvato con deliberazione C.C. 29/11/2002 n. 88 Redazione A. Mazzucchi Controllo Approvazione B. Armone Caruso F.to A. Mazzucchi F.to

Dettagli

SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI. Servizio Museo

SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI. Servizio Museo SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI Servizio Museo D. Lgs. 33/2013 Art. 35 - Schema di procedure per l erogazione del servizio visite guidate Oggetto del Servizio: servizi di gestione

Dettagli

CITTÀ DI CERVIGNANO DEL FRIULI Provincia di Udine

CITTÀ DI CERVIGNANO DEL FRIULI Provincia di Udine CITTÀ DI CERVIGNANO DEL FRIULI Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CASA DELLA MUSICA Adottato con deliberazione consiliare n. 23 del 25 marzo 2011 Articolo 1 Pagina 1 di 6 Oggetto del regolamento

Dettagli

Regolamento di utilizzo Villa Renatico Martini

Regolamento di utilizzo Villa Renatico Martini Regolamento di utilizzo Villa Renatico Martini APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 64 DEL 21 GIUGNO 1996 MODIFICATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 4 DEL 13 FEBBRAIO 2001 ED ELEMENTI INTEGRATIVI DELIBERAZIONE

Dettagli

Avviso pubblico per l affidamento del servizio di gestione del Centro di Educazione Ambientale Val Sarmento

Avviso pubblico per l affidamento del servizio di gestione del Centro di Educazione Ambientale Val Sarmento Avviso pubblico per l affidamento del servizio di gestione del Centro di Educazione Ambientale Val Sarmento Il Centro di Educazione Ambientale Val Sarmento è una struttura della Comunità Montana Val Sarmento,

Dettagli

GEOMUSEO MONTEARCI STEFANO INCANI

GEOMUSEO MONTEARCI STEFANO INCANI COMUNE DI MASULLAS (OR) GEOMUSEO MONTEARCI STEFANO INCANI CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI Presentazione del museo Principi fondamentali Diritti e doveri degli utenti Standard di qualità Partecipazione

Dettagli

Sintesi statistiche sul sistema museale in Sardegna. Anno 2011

Sintesi statistiche sul sistema museale in Sardegna. Anno 2011 Sintesi statistiche sul sistema museale in Sardegna Anno 2011 2014 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Presidenza Direzione Generale della Programmazione unitaria e della Statistica regionale Servizio della

Dettagli

Oggetto: Richiesta contributo su fondi provinciali a sostegno di manifestazioni, eventi e iniziative varie nel settore Turismo/ Tempo Libero ANNO 2010

Oggetto: Richiesta contributo su fondi provinciali a sostegno di manifestazioni, eventi e iniziative varie nel settore Turismo/ Tempo Libero ANNO 2010 Spettabile PROVINCIA DI COMO Assessorato TURISMO E Marketing Territoriale All Ass. Achille Mojoli Via Sirtori, 5 22100 - COMO Mod. 1/10 Oggetto: Richiesta contributo su fondi provinciali a sostegno di

Dettagli

SETTORE CULTURA, TURISMO, SPORT E TEMPO LIBERO PIANO PROVINCIALE 2003

SETTORE CULTURA, TURISMO, SPORT E TEMPO LIBERO PIANO PROVINCIALE 2003 SETTORE CULTURA, TURISMO, SPORT E TEMPO LIBERO PIANO PROVINCIALE 2003 INTERVENTI PER BIBLIOTECHE, ARCHIVI STORICI, MUSEI E BENI CULTURALI (L. R. 18/2000) ALLEGATO ALLA DELIBERA DI GIUNTA N. 173 DEL 23/04/2003

Dettagli

l identità aziendale

l identità aziendale l identità aziendale i valori cooperativi Crediamo nella CULTURA come valore di tutti. Crediamo che la COOPERAZIONE sia la forma d impresa più innovativa e funzionale alla creazione di un nuovo modello

Dettagli

ART. 1 - FINALITA' 2 ART. 2 - FUNZIONI 2 ART. 3 - ORGANIZZAZIONE 2 ART. 4 - PATRIMONIO 3 ART. 5 - COOPERAZIONE 3

ART. 1 - FINALITA' 2 ART. 2 - FUNZIONI 2 ART. 3 - ORGANIZZAZIONE 2 ART. 4 - PATRIMONIO 3 ART. 5 - COOPERAZIONE 3 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI CERVIA APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIB. N 49 DEL 23 AGOSTO 2007 TITOLO I - PRINCIPI GENERALI 2 ART. 1 - FINALITA' 2 ART. 2 - FUNZIONI 2 ART. 3 - ORGANIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI BUTTRIO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MUSEO DELLA CIVILTA ' DEL VINO - CENTRO DI DOCUMENTAZIONE LABORATORIO DI RICERCA

COMUNE DI BUTTRIO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MUSEO DELLA CIVILTA ' DEL VINO - CENTRO DI DOCUMENTAZIONE LABORATORIO DI RICERCA COMUNE DI BUTTRIO P R O V I N C I A D I U D I N E REGOLAMENTO COMUNALE DEL MUSEO DELLA CIVILTA ' DEL VINO - CENTRO DI DOCUMENTAZIONE LABORATORIO DI RICERCA Approvato con deliberazione consiliare n 35/2000

Dettagli

CARTA DELLA QUALITÁ DEI SERVIZI

CARTA DELLA QUALITÁ DEI SERVIZI CARTA DELLA QUALITÁ DEI SERVIZI DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO GENNA MARIA DI VILLANOVAFORRU LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO GENNA MARIA DI VILLANOVAFORRU 1. PREMESSA La

Dettagli

Faq MUSE - domande frequenti

Faq MUSE - domande frequenti Faq MUSE - domande frequenti Quali sono gli orari del MUSE? Il MUSE è aperto nei seguenti orari: dal martedì al venerdì: dalle 10.00 alle 18.00; sabato, domenica e festivi: dalle 10.00 alle 19.00. tutti

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MUSEO

REGOLAMENTO DEL MUSEO REGOLAMENTO DEL MUSEO Approvato con deliberazione del Consiglio d Istituto del 17 gennaio 2013 Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE Il presente regolamento disciplina l organizzazione e il funzionamento del Museo

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI DEL MUSEO DEGLI STRUMENTI ASTRONOMICI DELL'INAF-OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI CAPODIMONTE. 1. Premessa

LA CARTA DEI SERVIZI DEL MUSEO DEGLI STRUMENTI ASTRONOMICI DELL'INAF-OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI CAPODIMONTE. 1. Premessa LA CARTA DEI SERVIZI DEL MUSEO DEGLI STRUMENTI ASTRONOMICI DELL'INAF-OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI CAPODIMONTE 1. Premessa La Carta della qualità dei servizi risponde all esigenza di fissare principi e regole

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE N.B. Qualora ritenga importante integrare il questionario con commenti particolari o chiarimenti che ritiene importanti può farlo scrivendo quanto ritiene opportuno nello

Dettagli

SERVIZI EDUCATIVI MUSEALI E DOMANDA DELLE SCUOLE

SERVIZI EDUCATIVI MUSEALI E DOMANDA DELLE SCUOLE 1 SERVIZI EDUCATIVI MUSEALI E DOMANDA DELLE SCUOLE Come i musei si aprono alla società: l organizzazione dei servizi educativi I Servizi educativi dei Musei si collocano nel progetto di valorizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA

REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA Art. 1 - Istituzione del Sistema 1. Il Sistema Museale Naturalistico del Lazio RESINA è istituito ai sensi dell art. 22 della L.R. 42/97

Dettagli

CASA DELLE CULTURE Relazione Tecnica

CASA DELLE CULTURE Relazione Tecnica CASA DELLE CULTURE Relazione Tecnica Premessa Il progetto della Casa delle Culture a Modena nasce dall esigenza delle Associazioni degli immigrati presenti nel territorio di usufruire di spazi per costituire

Dettagli