CITTA di SURBO (Provincia di Lecce)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CITTA di SURBO (Provincia di Lecce)"

Transcript

1 CITTA di SURBO (Provincia di Lecce) Settore Servizi Socio-Assistenziali Via Codacci Pisanelli n. 25 Tel. 0832/ Fax CRITERI DI SELEZIONE PER L INDIVIDUAZIONE DI SOGGETTI OPERANTI NEL CAMPO DELLO SPORT PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO BUONI-SPORT RIVOLTO AD ANZIANI E DISABILI Vista la Legge Reg. n.33/2006 Norme per lo sviluppo dello Sport per tutti, così come modificata dalla L.R. n. 32 del 19/11/2012; Vista la Deliberazione di Giunta Regionale n. 724 dell 11/04/2012, con la quale è stato approvato il nuovo testo delle Linee guida sulla programmazione dello sport per tutti ; Vista la Deliberazione di Giunta Regionale n. 90 del 5/2/2013, Sospensione termini per la presentazione delle istanze di contributo per il 2013 attivazione piattaforma online ; Visto il decreto del Ministero della Salute del 24 aprile 2013 Disciplina della certificazione dell'attivita' sportiva non agonistica e amatoriale e linee guida sulla dotazione e l'utilizzo di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita ; Vista la D.G.C. n. 152 del 17/09/2015 Servizio Buoni Sport per anziani e diversamente abili. Atto di indirizzo : L AMMINISTRAZIONE COMUNALE ha inteso rifinanziare il Servizio Buoni Sport, per la realizzazione di attività motoria a favore di max 100 anziani e max 30 diversamente abili, per ulteriori 24 mesi (da ottobre 2015 a maggio da ottobre 2016 a maggio da ottobre 2017 a maggio 2018), al fine di dare continuità alle attività motorie ad essi rivolte, nonché di ampliare e diversificare sul territorio l offerta di attività motorie a favore della popolazione anziana e diversamente abile. Pertanto, propone a soggetti professionalmente idonei, che già operano nel territorio del Comune di Surbo, la possibilità di attivare corsi a favore di anziani e diversamente abili residenti in questo Comune. 1

2 1)Oggetto del servizio a) Organizzazione e gestione di corsi di attività motoria per 24 mesi, ottobre/novembre 2015 maggio/giugno 2016; ottobre maggio 2017; ottobre maggio 2018, nei giorni feriali, per n. 2 lezioni la settimana di 60 minuti ciascuna, a favore di max 100 persone anziane dai 60 anni in su; b) Organizzazione e gestione di corsi di attività motoria per 24 mesi, ottobre/novembre 2015 maggio/giugno 2016; ottobre maggio 2017; ottobre maggio 2018, nei giorni feriali, per n. 2 lezioni la settimana di 60 minuti ciascuna, a favore di max 30 persone disabili senza limite di età. 2) Requisiti I soggetti che intendono presentare domanda devono avere la disponibilità di spazi propri, di impianti e strutture sportive, agibili ed idonee ai sensi dell art. 10 della Legge Reg. n.33/2006 e ss.mm.ii., nonché ai sensi di tutta la normativa vigente in materia, ubicati nel territorio del Comune di Surbo ed avere i requisiti previsti all art.11, comma 2 della Legge Reg. n.33/2006 e ss.mm.ii., precisamente: a) Associazioni e società sportive dilettantistiche di cui all art.90, comma 17, della Legge n.289/2002 e s.m.i., purchè regolarmente affiliate alle federazioni sportive nazionali, alle discipline sportive associate, alle associazioni benemerite e agli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e/o dal CIP e costituite con atto pubblico, scrittura privata autenticata o registrata; b) Enti di promozione sportiva, federazioni sportive nazionali, federazioni sportive paraolimpiche, associazioni benemerite riconosciuti dal CONI e/o dal CIP, e discipline associate riconosciute a carattere nazionale e presenti a livello comunale; c) Enti morali che perseguono, in conformità alla normativa di settore, finalità educative, ricreative e sportive senza fini di lucro; d) Associazioni di promozione sociale, iscritte al registro regionale istituito con la L.R. 39/2007, aventi come attività prevalente quella sportiva, da desumere dalla relazione sulle attività sociali svolte; Ed inoltre: e) avere esperienza, documentata, di almeno 2 anni nell organizzazione e/o gestione di attività motoria per anziani e disabili; f) essere iscritti alla C.C.I.A.A. per l attività in oggetto oppure, per gli Enti non commerciali, essere in possesso del riconoscimento del C.O.N.I.; g) mettere a disposizione personale professionalmente qualificato (è richiesto il possesso del Diploma Universitario di Istruttore ISEF o della Laurea in Scienze dell attività motoria o Laurea in Fisioterapia o di titoli equipollenti, o comprovata esperienza di almeno tre anni, documentata, nella conduzione di attività similari), con un rapporto di lavoro e/o collaborazione conforme alla normativa vigente; h) disporre di adeguata copertura assicurativa per infortuni e R.C.T.; i) non avere pendenze giudiziarie in corso; l) non avere avuto, o non avere in corso, cause di risoluzione contrattuale per inadempienza con Amministrazioni Pubbliche; m) dichiarare di accettare incondizionatamente tutte le condizioni previste dai presenti criteri. 2

3 3) Parametri da rispettare. Il rapporto numerico istruttore/anziani viene stabilito in circa 30 anziani per ogni istruttore. Il rapporto numerico istruttore/diversamente abili viene stabilito in un massimo di 10 diversamente abili per ogni istruttore. Nei progetti che prevedono attività di nuoto o acquaticità, deve essere garantita, oltre alla presenza di un istruttore in acqua per ogni corso, anche la presenza di un assistente bagnino che segua la lezione a bordo vasca. Lo spazio a disposizione per ogni utente dovrà essere tale da consentirgli di effettuare con facilità i movimenti previsti dall attività svolta. La temperatura minima da mantenere nelle strutture dovrà essere pari a 18/20 gradi centigradi e dovrà essere garantita una corretta aerazione dei locali. Devono essere rispettati i parametri fissati dalla A.S.L. per la temperatura dell acqua in vasca. 4) Corrispettivi economici. Per la frequenza ai corsi degli anziani e diversamente abili residenti nel solo Comune di Surbo è prevista la corresponsione di un contributo come di seguito riportato: 4.1 UN CONTRIBUTO UNA TANTUM che l Amministrazione Comunale riconoscerà ad ogni anziano e diversamente abile, regolarmente iscritto e frequentante uno dei corsi attivati nelle seguenti misure: a) 10,12 al mese pro-capite per anziano, onnicomprensive, nel caso di frequenza a corsi svolti in palestra o piscina e rivolti a gruppi di circa n. 30 persone, per un massimo di n. 100 adesioni; b) 38,12 al mese pro-capite per diversamente abile, onnicomprensiva, nel caso di frequenza a corsi organizzati in palestra o piscina e rivolti a gruppi non superiori a n. 10 persone, per un massimo di n. 30 adesioni; Gli utenti beneficiari del contributo di cui sopra, al fine di ottenere l erogazione della somma assegnata dal Comune, dovranno far pervenire all Amministrazione Comunale corrispondenza dalla quale risulti il soggetto individuato (Società, Ente o Associazione) presso il quale svolgono l attività motoria, allegando, inoltre, copia della ricevuta di pagamento della somma dovuta per la frequenza dei corsi (di cui al successivo punto 4.2). La trasmissione può avvenire, eventualmente, anche per il tramite del soggetto individuato presso cui svolgono il corso. Sarà cura degli stessi fornire dichiarazione attestante l ammontare delle quote pagate dai corsisti, con documentazione agli atti presso gli uffici dei soggetti medesimi. Per parte sua, ogni soggetto gestore, entro il , dovrà fornire prospetti riportanti i dati relativi agli anziani e disabili iscritti e frequentanti i corsi attivati (nome, cognome, data di nascita, residenza, codice fiscale, ammontare quota a carico dell utente, ammontare contributo ad personam), con apposizione di timbro e firma. Sulla base di tali prospetti, effettuate le opportune verifiche, l Amministrazione Comunale provvederà a corrispondere direttamente al gestore i contributi ad personam riconosciuti. A fini contabili e di programmazione, si chiede, inoltre, ai soggetti gestori, di inoltrare al Settore Servizi Socio Assistenziali, entro il , un primo elenco degli iscritti a quella data. 3

4 4.2 - UNA SOMMA ONNICOMPRENSIVA, a carico di ciascun utente, determinata nella misura massima sotto indicata: a) 6,25 al mese pro-capite per anziano, onnicomprensiva, per la partecipazione a corsi svolti in palestra o piscina e rivolti a gruppi di circa n.30 persone; b) 12,50 al mese pro-capite per diversamente abile, onnicomprensiva, per la partecipazione a corsi organizzati in palestra o piscina e rivolti a gruppi non superiori a n. 10 persone; Sono previste possibilità di esonero parziale o totale per condizioni di accertato disagio economico, la cui valutazione è di competenza dell Amministrazione Comunale, sulla base del Regolamento per l accesso ai servizi e alle prestazioni di Ambito, approvato con D.C.C. n. 42 del 28/11/2008. Ogni soggetto, relativamente alla quota mensile a carico di ogni utente, potrà proporre prezzi differenziati, purché non superino i suddetti tetti massimi, e dovrà indicarli nel progetto di cui al successivo punto 7. Fino al , si riconosce agli anziani e diversamente abili la possibilità di: iscriversi ai corsi attivati dai soggetti individuati, limitatamente ai posti disponibili, con riconoscimento del contributo comunale; trasferirsi da un corso ad un altro. Nel caso di trasferimento da un corso ad un altro, l utente porterà con sé le proprie quote: gli verrà, quindi, riconosciuto un unico contributo comunale ed il versamento della quota da questi effettuato in sede di iscrizione, sarà valido per il corso in cui l utente si è trasferito (nell ipotesi di corsi attivati da soggetti diversi, saranno questi a farsi carico dell onere di trasferimento della quota di iscrizione). Nel caso di ritiro dal corso, l utente non percepirà alcun contributo comunale, ma avrà diritto ad ottenere la restituzione della quota di iscrizione versata al soggetto. Scaduto il suddetto termine (30/11/2015) nulla verrà restituito all utente. Dal 01/12/2015, si riconosce ai soggetti individuati la facoltà di integrare con nuovi iscritti i corsi attivati non completi, purché questi ultimi si facciano interamente carico dell ammontare dei costi, senza alcun contributo da parte dell Amministrazione. Il soggetto potrà non attivare il corso qualora non raggiunga il numero minimo di 15 iscritti, restituendo integralmente la quota versata agli anziani e/o disabili, i quali potranno rivolgersi ad altri soggetti. 5) Modalità di presentazione della domanda e documentazione. I soggetti che intendono espletare i corsi di attività motoria dovranno redigere apposita domanda, utilizzando esclusivamente l allegato modello A, rendendo obbligatoriamente le relative dichiarazioni in esso contenute. Alla domanda dovrà essere allegata la seguente documentazione: - copia documento di identità, in corso di validità, del legale rappresentante che sottoscrive l istanza; - progetti elaborati in conformità con quanto previsto dal successivo art. 6; - elenco nominativo degli istruttori impegnati nell attività di cui sopra, con indicazione della loro qualifica (allegando copia del diploma attestante il titolo richiesto al punto 2); 4

5 - documentazione attestante il possesso dei requisiti preferenziali di cui al punto 7; - copia della polizza assicurativa per infortuni e RCT; - certificati di agibilità dei locali utilizzati per le attività motorie; - certificato attestante l assenza di barriere architettoniche; - attestazione sul possesso dei requisiti di cui all art. 38 del d.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. (allegato B); - autocertificazione nei casi di cui all art. 89 del D.Lgs 159/2011-comunicazione antimafia (allegato C); - attestazione tracciabilità (modello D). Eventuale altra documentazione potrà essere richiesta dalla Commissione a corredo delle dichiarazioni presentate. 6) Progetto Non sono previsti limiti rispetto al numero di progetti da presentare. I soggetti che intendono espletare il servizio di che trattasi, devono produrre almeno n. 2 progetti specifici, uno per ciascuna tipologia di corso proposto per gli anziani ed i diversamente abili, contenenti la descrizione delle attività proposte, delle metodologie adottate, degli strumenti e delle attrezzature utilizzate. I progetti potranno contenere tutti gli elementi aggiuntivi o di arricchimento ritenuti necessari, anche tenendo presenti i requisiti preferenziali di cui al successivo punto 7, che andranno opportunamente documentati. Ogni progetto dovrà contenere, inoltre, l indicazione, avente carattere vincolante, dei corrispettivi che verranno richiesti ad ogni anziano e diversamente abile per la partecipazione ad ogni tipologia di corso organizzato. Tali prezzi non dovranno comunque superare i limiti massimi indicati al precedente punto 4. 7) Requisiti preferenziali Ai soggetti, in possesso dei requisiti previsti, che intendono espletare il servizio di che trattasi, il numero delle quote riconosciute dal Comune agli utenti verrà assegnato, agli stessi, in maniera proporzionale al punteggio complessivo, sulla base dei seguenti requisiti preferenziali: a. applicare il minor prezzo, per la stessa tipologia di corsi, rispetto alla quota massima fissata a carico degli anziani e diversamente abili; b. aver già svolto attività motoria per anziani e disabili ; c. garantire la presenza di personale qualificato aggiuntivo rispetto al minimo previsto; d. organizzare corsi di formazione e/o aggiornamento per il personale utilizzato; e. organizzare iniziative collaterali all attività motoria, specificamente rivolte alla medesima utenza, da realizzarsi oltre il monte-ore previsto al punto 1 lettera a) e b), senza ulteriori oneri economici a carico degli utenti e/o dell Amministrazione Comunale; f. attivare corsi per un numero maggiore di anziani e/o disabili rispetto al numero delle quote riconosciute dall A.C., senza oneri aggiuntivi a carico della stessa, i quali dovranno versare esclusivamente la quota a loro carico di cui al punto 4.2; g. garantire la disponibilità di un servizio di primo soccorso presso la struttura utilizzata per le attività. 5

6 a CRITERI DI VALUTAZIONE DEI REQUISITI PREFERENZIALI Applicare il minor prezzo, per la stessa tipologia di corsi, rispetto alla quota massima fissata a carico degli anziani e diversamente abili: PUNTI 15 per il primo migliore ribasso sulla sola quota massima fissata a carico degli anziani PUNTI 10 per il secondo migliore ribasso sulla sola quota massima fissata a carico degli anziani PUNTI 5 per il terzo (e successivi) migliore ribasso sulla sola quota massima fissata a carico degli anziani PUNTI 15 per il primo migliore ribasso sulla sola quota massima fissata a carico dei disabili PUNTI 10 per il secondo migliore ribasso sulla sola quota massima fissata a carico dei disabili PUNTI 5 per il terzo (e successivi) migliore ribasso sulla sola quota massima fissata a carico dei disabili Punteggio max attribuibile 100 Max punti 30 b Aver già svolto attività motoria per anziani e disabili: PUNTI 2,5 per attività svolta a favore di anziani per un periodo di anni da 3 a 5 PUNTI 2,5 per attività svolta a favore di disabili per un periodo di anni da 3 a 5 PUNTI 5 per attività svolta a favore di anziani per un periodo di anni da 5 a 8 PUNTI 5 per attività svolta a favore di disabili per un periodo di anni da 5 a 8 PUNTI 7,5 per attività svolta a favore di anziani per un periodo di anni superiore a 8 PUNTI 7,5 per attività svolta a favore di disabili per un periodo di anni superiore a 8 (le frazioni di anno superiori a 6 mesi equivalgono ad un anno) Max punti 15 c Garantire la presenza di personale qualificato aggiuntivo rispetto al minimo previsto: Max punti 10 6

7 PUNTI 5 personale aggiuntivo solo nei corsi rivolti ad anziani PUNTI 5 personale aggiuntivo solo nei corsi rivolti a disabili PUNTI 10 personale aggiuntivo in entrambi i corsi d Organizzare corsi di formazione e/o aggiornamento per il personale utilizzato: PUNTI 5 formazione/aggiornamento solo del personale utilizzato per corso anziani PUNTI 5 formazione/aggiornamento solo per personale utilizzato per corso disabili PUNTI 10 formazione/aggiornamento del personale utilizzato per entrambi i corsi. Max punti 10 e Organizzare iniziative collaterali all attività motoria, specificamente rivolte alla medesima utenza, da realizzarsi oltre il monte-ore previsto al punto 1 lettera a) e b), senza ulteriori oneri economici a carico degli utenti e/o dell Amministrazione Comunale : PUNTI 2,5 per iniziative collaterali rivolte solo ad anziani PUNTI 2,5 per iniziative collaterali rivolte solo a disabili PUNTI 5 per iniziative collaterali rivolte ad entrambe le categorie Max punti 5 f Attivare corsi per un numero maggiore di anziani e/o disabili rispetto al numero delle quote riconosciute dall A.C., senza oneri aggiuntivi a carico della stessa, i quali dovranno versare esclusivamente la quota a loro carico di cui al punto 4.2: PUNTI 7,5 per accoglienza di tutte le domande in più di anziani PUNTI 7,5 per accoglienza di tutte le domande in più di disabili PUNTI 15 per accoglienza di tutte le domande in più da parte di entrambe le categorie Max punti 15 g Garantire la disponibilità di un servizio di primo soccorso presso la struttura utilizzata per le attività: PUNTI 5 presenza di un medico PUNTI 5 dotazione presso la struttura di un defibrillatore PUNTI 5 presenza di un operatore addetto all utilizzo del defibrillatore Max punti 15 7

8 Per l assegnazione delle quote, il punteggio individuale complessivo minimo richiesto, ottenuto dalla somma dei suddetti requisiti preferenziali, deve essere almeno pari a 50 punti. Al di sotto non verrà assegnata alcuna quota. Il punteggio individuale complessivo (Pi), ottenuto dalla somma dei suddetti requisiti preferenziali, verrà riparametrato (Pr) in base al numero delle Associazioni/Enti/Società (N) che abbiano presentato domanda: Pr = Pi 100 (punteggio max attribuibile) x N Per ciascun candidato si procederà a moltiplicare il valore ottenuto (Pr) per il numero di quote riconosciute dall A.C. agli anziani e per il numero di quote riconosciute dall A.C. ai disabili, ottenendo, rispettivamente, le quote di anziani (QA) e disabili (QD) assegnate ad ogni soggetto: QA = Pr x 100 QD = Pr x 30 Se dalla sommatoria delle quote di anziani (QA) e/o disabili (QD) assegnate a tutti i candidati, dovessero risultare dei resti da distribuire, gli stessi saranno assegnati al soggetto che abbia ottenuto il punteggio maggiore. Tutti gli arrotondamenti saranno effettuati per eccesso. Nel caso in cui un soggetto assegnatario di quote non provveda ad attivare i corsi, le quote assegnate al medesimo saranno ridistribuite equamente tra gli altri soggetti. 8) Commissione e suoi compiti Alla scadenza per la presentazione delle domande, verrà nominata dal Responsabile del Settore SSA un apposita Commissione, presieduta dallo stesso e così composta: Responsabile del Settore SSA (o un suo delegato); Legale Rappresentante della locale Associazione Anziani In Movimento (o un suo delegato); Legale Rappresentante dell Associazione per Diversamente Abili Marco 6.31 (o un suo delegato); Referente dell UTC; Segretario verbalizzante (senza diritto di voto), individuato dal Responsabile del Settore SSA all interno del proprio Settore. Tale Commissione avrà il compito di: 1. vagliare, sulla base delle disposizioni di cui ai punti precedenti, le diverse richieste di accreditamento che perverranno entro il termine utile successivamente indicato; 2. provvedere all attribuzione delle quote disponibili, in conformità a quanto disposto dall avviso di ricerca ed in particolare dal precedente punto 7; 3. predisporre l elenco dei soggetti individuati con indicazione delle attività, degli spazi assegnati e/o utilizzati nel rispetto di quanto precedentemente previsto, dandone comunicazione agli interessati con pec; 8

9 4. verificare, successivamente alla trasmissione degli stessi al Settore Servizi Socio Assistenziali, l elenco degli iscritti a cui verrà riconosciuta la quota ad personam (l elenco dovrà contenere gli estremi dell iscrizione, numero progressivo e data); 5. vigilare sul corretto andamento dei corsi attivati, verificandone la conformità ai progetti presentati; 6. essere punto di riferimento per gli utenti e per ogni eventuale problema che dovesse insorgere. Si provvederà ad inoltrare comunicazione dell avvenuta individuazione ai soggetti interessati, indicando anche i termini entro cui dovranno essere effettuate le iscrizioni e la data ufficiale di avvio dei corsi in oggetto. Analoga comunicazione verrà inviata all Associazione Anziani in movimento ed all Associazione Marco 6.31, che sono preposti alla diffusione delle informazioni ai cittadini e che, per questo scopo, verranno dotati di apposite schede informative sul calendario, sui soggetti accreditati, sulle tipologie dei corsi attivati nelle diverse strutture e sulle indicazioni riguardanti la documentazione che ogni cittadino-utente dovrà produrre in sede d iscrizione. L Amministrazione Comunale provvederà, inoltre, a diffondere le stesse informazioni attraverso il proprio sito istituzionale. Le iscrizioni saranno raccolte direttamente dai soggetti accreditati, presso l ufficio già precedentemente individuato e comunicato nella domanda di accreditamento. A tale proposito, i soggetti accreditati sono tenuti al rispetto della privacy per quanto concerne il trattamento dei dati relativi agli utenti dei corsi. Eventuali comportamenti scorretti, non conformi a quanto previsto dal presente atto, tenuti dai soggetti potranno dar vita a provvedimenti da parte dell Amministrazione Comunale, rapportati alla gravità del fatto, e pregiudicare la loro partecipazione a future iniziative comunali. 9. Termini per la presentazione della domanda La DOMANDA e la documentazione di cui al precedente punto 5 dovranno essere inserite in busta chiusa, controfirmata sui lembi di chiusura, riportante la dicitura SERVIZIO BUONI SPORT PER ANZIANI E DIVERSAMENTE ABILI, indirizzata AL COMUNE DI SURBO - SETTORE SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI - via Codacci Pisanelli n SURBO (Lecce) e pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre le entro le ore del giorno 12 ottobre I presenti criteri, unitamente alla relativa modulistica e all Avviso Pubblico, sono disponibili sul sito istituzionale dell Ente al seguente indirizzo: La copia potrà essere ritirata, altresì, presso il Settore Servizi Socio Assistenziali del Comune di Surbo nei giorni di lunedì e mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 12.00, martedì e giovedì dalle ore alle ore

COMUNE DI TARZO Provincia di Treviso

COMUNE DI TARZO Provincia di Treviso COMUNE DI TARZO Provincia di Treviso BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEI CAMPI DA CALCIO (CIG. 5088440984) Il Comune di Tarzo, in esecuzione della delibera consiliare n.11

Dettagli

Oggetto: bando di gara per la Concessione del servizio di gestione del Complesso Sportivo sito in zona Falciano.

Oggetto: bando di gara per la Concessione del servizio di gestione del Complesso Sportivo sito in zona Falciano. 081.5026501-5026511 fax 081.5027595 cod. Fiscale 81002610616 AREA TECNICA SETTORE LAVORI PUBBLICI Oggetto: bando di gara per la Concessione del servizio di gestione del Complesso Sportivo sito in zona

Dettagli

AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COPERTI E DEI CORSI DI ATTIVITA FISICO MOTORIA AVVISO PUBBLICO

AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COPERTI E DEI CORSI DI ATTIVITA FISICO MOTORIA AVVISO PUBBLICO COMUNE DI IMPRUNETA PROVINCIA DI FIRENZE AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COPERTI E DEI CORSI DI ATTIVITA FISICO MOTORIA AVVISO PUBBLICO Il Responsabile Ufficio

Dettagli

COMUNE DI LORETO. (Provincia di Ancona) Settore III. Loreto, 30/05/2014

COMUNE DI LORETO. (Provincia di Ancona) Settore III. Loreto, 30/05/2014 COMUNE DI LORETO (Provincia di Ancona) Settore III Loreto, 30/05/2014 AVVISO PUBBLICO BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE SITA IN VIA BERSAGLIERI D ITALIA Articolo

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari Servizio Pubblica Istruzione, Sport e Tempo Libero

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari Servizio Pubblica Istruzione, Sport e Tempo Libero BANDO PUBBLICO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE OPERANTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI TRIGGIANO - INDIVIDUAZIONE DEI CRITERI - Art. 1 FINALITA Il Comune di Triggiano

Dettagli

LA CITTA DI BIELLA. Intende affidare in gestione a terzi, attraverso Avviso Pubblico, l impianto sportivo comunale:

LA CITTA DI BIELLA. Intende affidare in gestione a terzi, attraverso Avviso Pubblico, l impianto sportivo comunale: AVVISO PUBBLICO FINALIZZATO ALL'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO COMUNALE COSTITUITO DA: CAMPO DI CALCIO SITO IN CORSO 53 FANTERIA, CAMPO DI CALCIO DI VIA LOMBARDIA E CAMPETTO DI CALCIO

Dettagli

CITTA di GINOSA Provincia di Taranto

CITTA di GINOSA Provincia di Taranto CITTA di GINOSA Provincia di Taranto Ufficio Personale P.zza Marconi - C.A.P. 74013 Tel. 099.8290233-Fax.099.8244826 Cod. Fisc.: 80007530738 - P.I 00852030733 AVVISO DI MOBILITÀ ESTERNA VOLONTARIA PER

Dettagli

CITTA DI TORRE DEL GRECO 3^ AREA

CITTA DI TORRE DEL GRECO 3^ AREA CITTA DI TORRE DEL GRECO 3^ AREA Regolamento per la concessione in uso delle palestre coperte e degli spazi aperti adibiti ad attività sportive annessi alle scuole cittadine di proprietà comunale CITTA

Dettagli

Allegato A COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma

Allegato A COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma Allegato A COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma BANDO Affidamento custodia e manutenzione dell impianto sportivo comunale denominato Stadio Comunale G. Fattori sito in Via Bandiera snc per il periodo

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER CANDIDATURE ALL INCARICO DI ESPERTO SPECIALISTA DI EDUCAZIONE FISICA

AVVISO PUBBLICO PER CANDIDATURE ALL INCARICO DI ESPERTO SPECIALISTA DI EDUCAZIONE FISICA AVVISO PUBBLICO PER CANDIDATURE ALL INCARICO DI ESPERTO SPECIALISTA DI EDUCAZIONE FISICA Avviso pubblico per l assegnazione dell incarico di Esperto specialista di Educazione Fisica nell ambito del Programma

Dettagli

COMUNE DI MAGLIANO ROMANO PROVINCIA DI ROMA UFFICIO TECNICO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI MAGLIANO ROMANO PROVINCIA DI ROMA UFFICIO TECNICO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI MAGLIANO ROMANO PROVINCIA DI ROMA UFFICIO TECNICO LAVORI PUBBLICI Prot. n. 1110/2015 del 15/07/2015 Ente Appaltante: Comune di Magliano Romano Piazza Risorgimento 1 00060 Magliano Romano (Roma)

Dettagli

AREA AFFARI GENERALI

AREA AFFARI GENERALI AREA AFFARI GENERALI BANDO DI MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA EX ART. 30 D.LGS 165/2001 PER LA COPERTURA A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO DI UN POSTO DI ISTRUTTORE CONTABILE CAT. C SETTORE FINANZIARIO. IL SEGRETARIO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PATARI RODARI

ISTITUTO COMPRENSIVO PATARI RODARI ISTITUTO COMPRENSIVO PATARI RODARI C.F. 97061390791 Cod. Mecc. CZIC85200P pec: czic85200p@pec.istruzione.it Via A. Daniele, 17 88100 CATANZARO Cod. Mecc. CZIC85200P e-mail: czic85200p@istruzione.it sito

Dettagli

CITTA DI PORTO TORRES Provincia di Sassari

CITTA DI PORTO TORRES Provincia di Sassari CITTA DI PORTO TORRES Provincia di Sassari REGOLAMENTO COMUNALE ATTIVITÀ DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE NEI CIRCOLI PRIVATI DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE N 52 DEL 17/07/2007 TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA TENUTA DELL ALBO COMUNALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO;

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA TENUTA DELL ALBO COMUNALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO; REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA TENUTA DELL ALBO COMUNALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO; Approvato con deliberazione di G.M. n. 57 del 24/03/2003 REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA TENUTA DELL

Dettagli

COMUNE DI MASSA Settore Pubblica Istruzione e Sport

COMUNE DI MASSA Settore Pubblica Istruzione e Sport COMUNE DI MASSA Settore Pubblica Istruzione e Sport BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI SPAZI NELLE PALESTRE COMUNALI E PROVINCIALI UBICATE NEL COMUNE DI MASSA. STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 1. Oggetto del bando

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA GESTIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO: PALESTRA ANNESSA ALLA SCUOLA L.DA VINCI In esecuzione della Delibera di Giunta n.

BANDO DI GARA PER LA GESTIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO: PALESTRA ANNESSA ALLA SCUOLA L.DA VINCI In esecuzione della Delibera di Giunta n. BANDO DI GARA PER LA GESTIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO: PALESTRA ANNESSA ALLA SCUOLA L.DA VINCI In esecuzione della Delibera di Giunta n.151-2013 e Determinazione del Responsabile del Settore 2 n97/2013

Dettagli

COMUNE DI TARZO Provincia di Treviso BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE

COMUNE DI TARZO Provincia di Treviso BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE COMUNE DI TARZO Provincia di Treviso BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE Il Comune di Tarzo, in esecuzione della delibera consiliare n.10 del 18.4.2013,

Dettagli

5. Luoghi di realizzazione delle attività Le attività oggetto della convenzione si svolgono generalmente sul territorio del Quartiere.

5. Luoghi di realizzazione delle attività Le attività oggetto della convenzione si svolgono generalmente sul territorio del Quartiere. Comune di Bologna Quartiere Saragozza Avviso pubblico per la selezione di un'organizzazione di volontariato cui affidare lo svolgimento di attività rivolte a cittadini anziani in carico al servizio di

Dettagli

BANDO PER LA PUBBLICA SELEZIONE FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE PER LA GESTIONE DELLA LUDOTECA COMUNE DI BUDONI

BANDO PER LA PUBBLICA SELEZIONE FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE PER LA GESTIONE DELLA LUDOTECA COMUNE DI BUDONI Prot.6673 COMUNE DI BUDONI (PROV. DI OLBIA- TEMPIO) Servizi Socio-Culturali P.zza Giubileo 08020 Budoni TEL. 0784/844007 FAX 0784/844420 Email:servizisociali@comune.budoni.ot.it BANDO PER LA PUBBLICA SELEZIONE

Dettagli

CITTÀ DI MONDOVÌ Provincia di Cuneo. Assessorato Sport AVVISO PUBBLICO

CITTÀ DI MONDOVÌ Provincia di Cuneo. Assessorato Sport AVVISO PUBBLICO Allegato A CITTÀ DI MONDOVÌ Provincia di Cuneo Assessorato Sport AVVISO PUBBLICO ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A SOSTEGNO DELL ORGANIZZAZIONE E DELLA REALIZZAZIONE DI EVENTI SPORTIVI E DI INTERVENTI

Dettagli

BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA

BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA 1. Oggetto e finalità utilizzo palestra scolastica. a)

Dettagli

Comune di Torre del Greco (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO COMUNALE. Albo delle Associazioni. Rapporti con le Associazioni

Comune di Torre del Greco (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO COMUNALE. Albo delle Associazioni. Rapporti con le Associazioni Comune di Torre del Greco (Provincia di Napoli) Settore Servizi Sociali e Cultura REGOLAMENTO COMUNALE PER l ISTITUZIONE DELL Albo delle Associazioni E PER I Rapporti con le Associazioni Approvato con

Dettagli

Bando per la concessione di contributi per l acquisto di defibrillatori 2015.

Bando per la concessione di contributi per l acquisto di defibrillatori 2015. Bando per la concessione di contributi per l acquisto di defibrillatori 2015. L AZIENDA ULSS 12 VENEZIANA INFORMA CHE LA REGIONE VENETO, AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE 2 APRILE 2014, N. 11 ART. 26, CON

Dettagli

IL RESPONSABILE DELL AREA

IL RESPONSABILE DELL AREA Comune di Creazzo Provincia di Vicenza Piazza del Comune, 6 Tel. 0444/338258 - Fax 0444/338297 - C.F. P.IVA 00264180241 AREA III - TERRITORIO E LAVORI PUBBLICI Prot. n. 2429/2015 BANDO DI PUBBLICO CONCORSO

Dettagli

Art. l (Finalità) Art. 2 (Oggetto dell Avviso Pubblico)

Art. l (Finalità) Art. 2 (Oggetto dell Avviso Pubblico) ALLEGATO A REGIONE LAZIO Dipartimento Programmazione Economica e Sociale Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport Avviso Pubblico per la presentazione

Dettagli

Allegato A Regolamento per la concessione e l utilizzo delle palestre scolastiche. PREMESSA

Allegato A Regolamento per la concessione e l utilizzo delle palestre scolastiche. PREMESSA Allegato A Regolamento per la concessione e l utilizzo delle palestre scolastiche. PREMESSA Scopo del presente regolamento è di favorire e promuovere l apertura delle palestre scolastiche comunali al territorio

Dettagli

AVVISO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE. Determinazione dirigenziale a contrarre n.02 del 09.01.2009

AVVISO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE. Determinazione dirigenziale a contrarre n.02 del 09.01.2009 AVVISO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE - VIA DANTE-. Determinazione dirigenziale a contrarre n.02 del 09.01.2009 CIG. 0258703078 1. ENTE APPALTANTE Comune

Dettagli

pec: aid@postacert.difesa.it DIREZIONE GENERALE

pec: aid@postacert.difesa.it DIREZIONE GENERALE AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE D INTERESSE FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI CONSULENZA FISCALE, TRIBUTARIA, AMMINISTRATIVA E CONTABILE. Premessa Si rende noto che intende

Dettagli

COMUNE DI CANARO. Provincia di Rovigo Ufficio Tecnico Comunale IL COMUNE DI CANARO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI CANARO. Provincia di Rovigo Ufficio Tecnico Comunale IL COMUNE DI CANARO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO IL COMUNE DI CANARO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO Oggetto: indagine di mercato per la ricerca, individuazione e selezione di operatori economici da invitare alla procedura negoziata senza previa pubblicazione

Dettagli

Prot. n 0000255/A22 Petronà, 2 febbraio 2016

Prot. n 0000255/A22 Petronà, 2 febbraio 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI PETRONÀ C.F. 97035390794 C.M. CZIC83600R TEL. 0961933007 FAX 0961933007 Via Arenacchio - 88050 P E T R O N À CZ Mail: czic83600r@istruzione.it; czic83600r@pec.istruzione.it

Dettagli

COMUNE DI BAGHERIA (provincia di PALERMO) Regolamento ENTI NON PROFIT

COMUNE DI BAGHERIA (provincia di PALERMO) Regolamento ENTI NON PROFIT COMUNE DI BAGHERIA (provincia di PALERMO) Regolamento ENTI NON PROFIT Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 64 del 20 nov. 2014 Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo

Dettagli

PROVINCIA DI SIENA SERVIZI ALLA PERSONA CULTURA POLITICHE DEL TURISMO

PROVINCIA DI SIENA SERVIZI ALLA PERSONA CULTURA POLITICHE DEL TURISMO PROVINCIA DI SIENA SERVIZI ALLA PERSONA CULTURA POLITICHE DEL TURISMO BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE E CONDUZIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI ADIBITI A GIOCO DI CALCIO CIG -

Dettagli

ANNO 2011. Legge regionale n. 12 del 23 maggio 2008 Art. 20 Cooperazione sanitaria internazionale

ANNO 2011. Legge regionale n. 12 del 23 maggio 2008 Art. 20 Cooperazione sanitaria internazionale Gabinetto della Presidenza della Giunta regionale Settore Affari Internazionali e Comunitari Direzione Sanità Settore Programmazione Sanitaria BANDO Per il personale sanitario dipendente delle strutture

Dettagli

BANDO PUBBLICO DI SELEZIONE PER IL FINANZIAMENTO DI SERVIZI DI TELEFONIA SOCIALE RIVOLTI ALLE PERSONE ANZIANE

BANDO PUBBLICO DI SELEZIONE PER IL FINANZIAMENTO DI SERVIZI DI TELEFONIA SOCIALE RIVOLTI ALLE PERSONE ANZIANE BANDO PUBBLICO DI SELEZIONE PER IL FINANZIAMENTO DI SERVIZI DI TELEFONIA SOCIALE RIVOLTI ALLE PERSONE ANZIANE ART. 1- OGGETTO DEL BANDO L Assessorato dell Igiene Sanità e dell Assistenza Sociale - Direzione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL DIRIGENTE SCOLASTICO

AVVISO PUBBLICO IL DIRIGENTE SCOLASTICO Istituto Tecnico Statale - V. D ALESSANDRO Economico e Tecnologico C/da Verneta 85042 Lagonegro (PZ) ; C.F. 83001010764 Tel. Presidenza (0973) 41227 Centralino: (0973) 21137 ; Fax (0973 22001) E-mail:

Dettagli

Città di Melegnano (Città Metropolitana di Milano)

Città di Melegnano (Città Metropolitana di Milano) Città di Melegnano (Città Metropolitana di Milano) Area Governo del Territorio PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELL'INCARICO DI STUDIO TECNICO RELATIVO ALLA INDIVIDUAZIONE E QUANTIFICAZIONE PRELIMINARE

Dettagli

DISTRETTO SOCIO SANITARIO D32

DISTRETTO SOCIO SANITARIO D32 DISTRETTO SOCIO SANITARIO D32 CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEL PROGETTO MOBILITA SOCIALE Art.1 Oggetto del Capitolato Il progetto di mobilità sociale è uno strumento necessario per poter superare l estrema

Dettagli

AVVISO PER LA SELEZIONE DI ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIALE CIG 55888332E4

AVVISO PER LA SELEZIONE DI ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIALE CIG 55888332E4 AVVISO PER LA SELEZIONE DI ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIALE CIG 55888332E4 1. Ente affidante: Consorzio per la realizzazione del sistema integrato di welfare

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE DELL ALBO DELLE ASSOCIAZIONI E DEL VOLONTARIATO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE DELL ALBO DELLE ASSOCIAZIONI E DEL VOLONTARIATO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE DELL ALBO DELLE ASSOCIAZIONI E DEL VOLONTARIATO Approvato con deliberazione del C.C. n dei 00.00.201 CAPO I VALORIZZAZIONE DELLE FORME ASSOCIATIVE Art. 1 Principi

Dettagli

D.ALIGHIERI. Via A.Pende,2 Tel. E Fax 080.673501 70010 CASAMASSIMA C.F. 80009340722 bamm109004@istruzione.it - www.smediadante.it

D.ALIGHIERI. Via A.Pende,2 Tel. E Fax 080.673501 70010 CASAMASSIMA C.F. 80009340722 bamm109004@istruzione.it - www.smediadante.it Prot. n. 2190/A36a Casamassima, 09/08/2012 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE Assistenza Educativa Scolastica Metodo ABA per alunni autistici PREMESSO CHE: - l art.13 (comma 1 lett. A) della legge quadro 104/92

Dettagli

C O M U N E D I P O N T E (PROVINCIA DI BENEVENTO) UFFICIO TECNICO

C O M U N E D I P O N T E (PROVINCIA DI BENEVENTO) UFFICIO TECNICO C O M U N E D I P O N T E (PROVINCIA DI BENEVENTO) UFFICIO TECNICO Piazza XXII Giugno - C. A. P. 82O30 - Cod. Fisc. 80000630626 - C/C Postale N.11617826- Tel.0824/875281 - FAX 0824/874337 - e-mail: ufficiotecnico@comunediponte.it

Dettagli

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) tel. 02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi.

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) tel. 02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi. CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) tel. 02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi.it 1. E indetta asta pubblica secondo il criterio dell offerta economicamente

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER A FAVORE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO PER INTERVENTI DI FORMAZIONE ANNO

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER A FAVORE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO PER INTERVENTI DI FORMAZIONE ANNO pri BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER A FAVORE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO PER INTERVENTI DI FORMAZIONE ANNO 2013 1. Oggetto della procedura di assegnazione di finanziamenti

Dettagli

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA Regolamento per la concessione di contributi a sostegno dei Centri vacanza per minori ai sensi del Regolamento Regionale approvato con DPReg n. 0190/PRES del 22.05.2001 e dei Centri socio-educativi per

Dettagli

Comune di Gudo Visconti

Comune di Gudo Visconti Il Comune di Gudo Visconti, al fine di pervenire alla stipula delle convenzioni per il periodo settembre 2013 agosto 2016 per l attività di trasporto sociale in favore di soggetti anziani e diversamente

Dettagli

Comune di Nuoro. Regolamento per la concessione di contributi alle Società Sportive

Comune di Nuoro. Regolamento per la concessione di contributi alle Società Sportive Comune di Nuoro Regolamento per la concessione di contributi alle Società Sportive Pubblicato a cura dei Servizi Assistenza Organi Istituzionali, Ufficio di Presidenza del Consiglio e Innovazione Informatica

Dettagli

Al Sindaco del Comune di:

Al Sindaco del Comune di: Prot. n.1225 del 16/01/13 Al Sindaco del Comune di: 1. Caivano (NA) 2. Cesa (CE) 3. Ottaviano (NA) 4. Calvizzano (NA) Oggetto: LETTERA DI INVITO PER EROGAZIONE DI FINANZIAMENTI AI COMUNI CONSORZIATIPER

Dettagli

AVVISO DI GARA PUBBLICA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLE PALESTRE COMUNALI DI VIA F.LLI CERVI N. 21 AD ARGELATO CAPOLUOGO.

AVVISO DI GARA PUBBLICA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLE PALESTRE COMUNALI DI VIA F.LLI CERVI N. 21 AD ARGELATO CAPOLUOGO. AVVISO DI GARA PUBBLICA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLE PALESTRE COMUNALI DI VIA F.LLI CERVI N. 21 AD ARGELATO CAPOLUOGO. In esecuzione della determinazione del Responsabile del Settore Servizi

Dettagli

L appalto avrà durata di 12 mesi, indicativamente dal 1 ottobre 2015 al 31 ottobre 2016.

L appalto avrà durata di 12 mesi, indicativamente dal 1 ottobre 2015 al 31 ottobre 2016. AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO Per manifestazione di interesse a partecipare alla procedura negoziata, previa gara informale, per l affidamento del SERVIZIO DI GESTIONE DI APERTURA AL PUBBLICO, ACCOGLIENZA

Dettagli

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA, DEL CAMPO SPORTIVO E DEI LOCALI SCOLASTICI.

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA, DEL CAMPO SPORTIVO E DEI LOCALI SCOLASTICI. DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA, DEL CAMPO SPORTIVO E DEI LOCALI SCOLASTICI. A.S. 2012/2013 L Istituto scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO VIA LUIGI RIZZO, 1 di seguito chiamato scuola,

Dettagli

BANDO PUBBLICO IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO PUBBLICO IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n. 126 C/13 Melfi, 9 gennaio 2015 BANDO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN ESPERTO ESTRANEO ALL AMMINISTRAZIONE DESTINATARIO DI INCARICO PER PRESTAZIONI PROFESSIONALI FINALIZZATE ALL INTEGRAZIONE

Dettagli

Art. 2 - Soggetti ammissibili e svolgimento prove Possono presentare domanda:

Art. 2 - Soggetti ammissibili e svolgimento prove Possono presentare domanda: AVVISO PUBBLICO PER LO SVOLGIMENTO DELL ESAME DI ABILITAZIONE PER GUIDA TURISTICA DELLA PROVINCIA DI LIVORNO E PER L ESTENSIONE TERRITORIALE E/O LINGUISTICA PER GUIDE GIA ABILITATE Premessa La Provincia

Dettagli

per la concessione di contributi, sovvenzioni e vantaggi economici a sostegno delle attività sportive

per la concessione di contributi, sovvenzioni e vantaggi economici a sostegno delle attività sportive COMUNE DI SERRENTI Provincia del Medio Campidano Regolamento per la concessione di contributi, sovvenzioni e vantaggi economici a sostegno delle attività sportive Approvato dal Consiglio Comunale con atto

Dettagli

Comune di Pantelleria Provincia di Trapani

Comune di Pantelleria Provincia di Trapani Comune di Pantelleria Provincia di Trapani AVVISO PUBBLICO Scadenza: 23/04/2013 Per l avvio dell istruttoria finalizzata all affidamento in concessione dell impianto sportivo di Kamma Premesso che: - il

Dettagli

PROGETTI SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO

PROGETTI SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO BANDO SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO ANNO 2009 42 1. I progetti 1. L idea nasce dalla consapevolezza che il Servizio Civile Nazionale rappresenta per molti giovani una significativa opportunità di crescita

Dettagli

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO ART. 1 - OGGETTO E FINALITA 1. Il presente Regolamento disciplina l utilizzo

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI UN DOCENTE ESTERNO DI MADRELINGUA INGLESE

AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI UN DOCENTE ESTERNO DI MADRELINGUA INGLESE Liceo Ginnasio Statale "G. Asproni" - Nuoro Prot. N. 5504/A14 Nuoro, 03dicembre 14 AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI UN DOCENTE ESTERNO DI MADRELINGUA INGLESE IL DIRIGENTE SCOLASTICO visto l art. 40

Dettagli

COMUNE DI LANCIANO ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Servizi Socio-Assistenziali AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI LANCIANO ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Servizi Socio-Assistenziali AVVISO PUBBLICO Home Care Premium 2012 Comune di Lanciano COMUNE DI LANCIANO ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Servizi Socio-Assistenziali AVVISO PUBBLICO PER L ISTITUZIONE DI

Dettagli

COMUNE DI LONATE POZZOLO

COMUNE DI LONATE POZZOLO AVVISO PUBBLICO ISTRUTTORIA PUBBLICA FINALIZZATA ALL INDIVIDUAZIONE DI LABORATORIO DI ANALISI MEDICHE ACCREDITATO DISPONIBILE ALLA REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI INTERVENTI DOMICILIARI DI PRELIEVI PER DIAGNOSTICA

Dettagli

C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale

C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI AIUTO DOMESTICO DISABILI GRAVI ASSISTENZA IGIENICO PERSONALE DISABILI GRAVI Art.1

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVE PER GLI STUDENTI

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVE PER GLI STUDENTI REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVE PER GLI STUDENTI (emanato con decreto rettorale n. 688 del 16 luglio 1997; modificato con delibere del Consiglio di Amministrazione nelle sedute

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE INDIVIDUAZIONE E NOMINA DI N 2 EDUCATORI PROFESSIONALI PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI ANNO SCOLASTICO 2009/2010

BANDO DI SELEZIONE INDIVIDUAZIONE E NOMINA DI N 2 EDUCATORI PROFESSIONALI PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI ANNO SCOLASTICO 2009/2010 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE V. VIVALDI VIA CROTONE, 57 88100 CATANZARO Tel. 0961/31056 Fax 0961/391908 www.scuolavivaldi.it czic86700c@istruzione.it Cod. Mecc. CZIC86700C Distretto n. 1 Catanzaro Codice

Dettagli

Al fine di reperire le risorse umane per lo svolgimento delle funzioni attribuite alla WELLNESS FOR LIFE S.R.L. E' INDETTA

Al fine di reperire le risorse umane per lo svolgimento delle funzioni attribuite alla WELLNESS FOR LIFE S.R.L. E' INDETTA AVVISO DI SELEZIONE PER L IMPIEGO DI SOGGETTI SPORTIVI: ISTRUTTORE FITNESS, ISTRUTTORE FITNESS SALA PESI, ISTRUTTORE FITNESS ACQUATICO, ISTRUTTORE IDROBIKE Al fine di reperire le risorse umane per lo svolgimento

Dettagli

ATTIVITA DI AVVIAMENTO ALLO SPORT CIP

ATTIVITA DI AVVIAMENTO ALLO SPORT CIP ATTIVITA DI AVVIAMENTO ALLO SPORT CIP Il Comitato Italiano Paralimpico continuerà, anche in futuro, ad avere una competenza diretta su tutta l attività di avviamento allo sport. La gestione delle attività

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO D.R. N. 688 DEL 10/12/2007 (sostituisce il testo emanato con D.R. n. 449 del 06/09/2007.) REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO CAPO I Art. 1 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

Comune di Torino Divisione Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie BANDO

Comune di Torino Divisione Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie BANDO Gabinetto della Presidenza della Giunta regionale Settore Affari Internazionali Direzione Sanità Settore Assistenza Sanitaria Territoriale Direzione Politiche Sociali e Politiche per la Famiglia A.O. Ospedale

Dettagli

AVVISO. Azione B. FORMAZIONE OSS CON CERTIFICAZIONI DELLE COMPETENZE Qualifica OSS. Lotto 10 Provincia di OLBIA/TEMPIO Lotto 11 Provincia di SASSARI

AVVISO. Azione B. FORMAZIONE OSS CON CERTIFICAZIONI DELLE COMPETENZE Qualifica OSS. Lotto 10 Provincia di OLBIA/TEMPIO Lotto 11 Provincia di SASSARI Si comunica che l Assessorato Regionale del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale ha affidato a LARISO coop. soc. onlus le attività formative previste nei 2 Lotti territoriali

Dettagli

COMUNE DI DUGENTA. Provincia di Benevento. Via Nazionale, 139 cap 82030 - tel.0824/978003 - Fax 0824/978381 E-mail: dugenta@tin.it

COMUNE DI DUGENTA. Provincia di Benevento. Via Nazionale, 139 cap 82030 - tel.0824/978003 - Fax 0824/978381 E-mail: dugenta@tin.it COMUNE DI DUGENTA Provincia di Benevento Via Nazionale, 139 cap 82030 - tel.0824/978003 - Fax 0824/978381 E-mail: dugenta@tin.it Prot. 1614 del 25/03/2010 OGGETTO: Avviso per la costituzione di elenchi

Dettagli

COMUNE DI MARRADI PROVINCIA DI FIRENZE

COMUNE DI MARRADI PROVINCIA DI FIRENZE COMUNE DI MARRADI PROVINCIA DI FIRENZE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO PER IL SERVIZIO DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE DEL COMUNE DI MARRADI. VISTE le seguenti

Dettagli

L Assessorato alle Politiche Sociali, nell ambito delle proprie competenze,

L Assessorato alle Politiche Sociali, nell ambito delle proprie competenze, Provincia di Viterbo Assessorato Formazione Professionale, Politiche del Lavoro, Politiche Sociali e Giovanili, Politiche Comunitarie, Pubblica Istruzione Via Saffi n 49-01100 Viterbo BANDO PER LA PRESENTAZIONE

Dettagli

SI DICHIARA. E inoltre requisito essenziale la piena ed incondizionata idoneità fisica all'incarico.

SI DICHIARA. E inoltre requisito essenziale la piena ed incondizionata idoneità fisica all'incarico. Allegato alla deliberazione Prot. n. 0035194 N. 591 del 05/08/2015 Brescia, 10 agosto 2015 AVVISO PUBBLICO PER INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE DELLA DURATA DI QUATTRO MESI A N. 1 MEDICO SPECIALISTA IN NEFROLOGIA

Dettagli

Avviso Pubblico n. 06-2006 MASTER REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO FORMAZIONE LAVORO CULTURA E SPORT

Avviso Pubblico n. 06-2006 MASTER REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO FORMAZIONE LAVORO CULTURA E SPORT Avviso Pubblico n. 06-2006 MASTER REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO FORMAZIONE LAVORO CULTURA E SPORT Regione Basilicata - Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport Complemento di Programmazione POR

Dettagli

DISTRETTO SOCIO SANITARIO D20 (PALAGONIA, SCORDIA, MILITELLO V.C., RADDUSA, RAMACCA, CASTEL DI IUDICA)

DISTRETTO SOCIO SANITARIO D20 (PALAGONIA, SCORDIA, MILITELLO V.C., RADDUSA, RAMACCA, CASTEL DI IUDICA) CITTA DI PALAGONIA V Dipartimento Servizi Sociali Provincia di Catania DISTRETTO SOCIO SANITARIO D20 (PALAGONIA, SCORDIA, MILITELLO V.C., RADDUSA, RAMACCA, CASTEL DI IUDICA) OGGETTO: AVVISO PUBBLICO PER

Dettagli

Art.2 - Domanda di ammissione -

Art.2 - Domanda di ammissione - Avviso ammissione Master - Anno accademico 2013/2014 Art.1 Ammissione - Per l'anno accademico 2013/2014 è indetta la procedura per l ammissione al master. La scheda, contenente gli elementi utili per l

Dettagli

Comune di Castiglione del Lago (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE.

Comune di Castiglione del Lago (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE. Comune di Castiglione del Lago (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE. INDICE TITOLO I ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI art. 1 Finalità

Dettagli

Prot. n 3542 /B15 Roma 24/07/2015. Associazioni Sportive Loro Sedi

Prot. n 3542 /B15 Roma 24/07/2015. Associazioni Sportive Loro Sedi MINISTERO DELL ISTRUZIONE UNIVERSITÀ RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO MARTIN LUTHER KING VIA DEGLI ORAFI n 30-00133 ROMA - DISTRETTO SCOLASTICO XVI tel.06/2023327/2023663

Dettagli

Comune di San Giustino Provincia di Perugia

Comune di San Giustino Provincia di Perugia Comune di San Giustino Provincia di Perugia BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT DI SAN GIUSTINO CAPOLUOGO - C.I.G. n. Z8D09C286B. 1. Ente proponente: Comune di San

Dettagli

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa.

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa. Dote Sport Con D.G.R. X/3731 del 19 giugno 2015 sono stati approvati i criteri e le modalità per l assegnazione della Dote Sport, misura prevista dall art. 5 della l.r. 1 ottobre 2014, n. 26 che intende

Dettagli

Allegato 1. Data di pubblicazione dell Avviso sul web: / / Data di scadenza della selezione : / /

Allegato 1. Data di pubblicazione dell Avviso sul web: / / Data di scadenza della selezione : / / Data di pubblicazione dell Avviso sul web: / / Data di scadenza della selezione : / / Allegato 1 AVVISO DI SELEZIONE Autorizzato con D.R./Delibera C.d.A. n. del Visto il Regolamento per il conferimento

Dettagli

RETTIFICA BANDO DI GARA

RETTIFICA BANDO DI GARA AREA TECNICA SETTORE 7 URBANISTICA E AMBIENTE PEC: edilizia@pec.comune.roggianogravina.cs.it Via Bufaletto n 18-87017 Roggiano Gravina Tel. 0984/501538 Fax 0984/507389 C.F. 00355760786 Prot. 3418 del 17/04/

Dettagli

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA SETTORE LAVORI PUBBLICI - VIABILITA' E MOBILITA' Protocollo n. 0032126/2013 Spinea, lì 24/10/2013 OGGETTO: AVVISO PUBBLICO DI PREINFORMAZIONE PER L'AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA

Dettagli

REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ARPAS

REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ARPAS Direzione amministrativa Servizio Provveditorato ed economato AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI ASSISTENZA

Dettagli

Prot. 235 Catanzaro, 23 gennaio 2016

Prot. 235 Catanzaro, 23 gennaio 2016 Istituto Comprensivo Catanzaro Est Via F. Paglia, 23 Tel. e fax 0961-725202 88100 CATANZARO Cod. Mecc. CZIC85900D. C.F. 80002240796 Web : www.iccatanzaroest.gov.it e-mail : czic85900d@istruzione.it - czic85900d@pec.it

Dettagli

CAMPUS WORLD - CHINA TRAINING MOBILITY OVERSEAS. a.a. 2013/2014

CAMPUS WORLD - CHINA TRAINING MOBILITY OVERSEAS. a.a. 2013/2014 CAMPUS WORLD - CHINA TRAINING MOBILITY OVERSEAS a.a. 2013/2014 Art. 1 SCOPI Nell ambito delle politiche di internazionalizzazione, l Ateneo ha sottoscritto un protocollo di intesa con la Regione Marche

Dettagli

REGIONE MOLISE. Direzione Generale Area III. Servizio Politiche Sociali. POR FSE Molise. Obiettivo Competitività regionale e occupazione 2007-2013

REGIONE MOLISE. Direzione Generale Area III. Servizio Politiche Sociali. POR FSE Molise. Obiettivo Competitività regionale e occupazione 2007-2013 REGIONE MOLISE Direzione Generale Area III Servizio Politiche Sociali POR FSE Molise Obiettivo Competitività regionale e occupazione 2007-2013 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELLA GIUNTA REGIONALE

Dettagli

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d);

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO il Regolamento delle attività culturali, sociali e ricreative degli studenti, emanato con decreto rettorale

Dettagli

e dal quale emerga chiaramente:

e dal quale emerga chiaramente: LINEE GUIDA PER LA CONCESIONE DI CONTRIBUTI PER LE ATTIVITA SPORTIVE Art. 1: PRINCIPI Il Comune di Fabriano intende valorizzare la socializzazione attraverso lo sport e sostenere la crescita dei luoghi

Dettagli

Art. 2 SOGGETTI AMMESSI A PRESENTARE DOMANDA E REQUISITI DI AMMISSIBILITA

Art. 2 SOGGETTI AMMESSI A PRESENTARE DOMANDA E REQUISITI DI AMMISSIBILITA pro Bando per il sostegno di progetti a favore dei Centri Sociali per anziani della provincia di Milano (D.G.P. atti n. 283290 13.3\2008\405 /2008 del /12/2008) ART. 1. - OGGETTO La Provincia di Milano

Dettagli

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Art. 1 oggetto Il presente regolamento disciplina la concessione dei rimborsi e dei contributi alle associazioni di volontariato di protezione civile. Art. 2 riferimenti normativi Legge Regionale 12 giugno

Dettagli

COMUNE DI PIETRAPERZIA

COMUNE DI PIETRAPERZIA COMUNE DI PIETRAPERZIA PROVINCI DI ENNA BANDO DI GARA OGGETTO: Affidamento del servizio Assistenza domiciliare anziani nel Comune di Pietraperzia in esecuzione della Delibera di Giunta Comunale n. 105

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE.

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE. COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE. PREMESSA Scopo del presente regolamento è di favorire e promuovere l apertura delle

Dettagli

GARA PER IL SERVIZIO DI ORDINI E ACQUISTI PER LE 2 FARMACIE COMUNALI

GARA PER IL SERVIZIO DI ORDINI E ACQUISTI PER LE 2 FARMACIE COMUNALI GARA PER IL SERVIZIO DI ORDINI E ACQUISTI PER LE 2 FARMACIE COMUNALI Il Consiglio di Amministrazione di ASCM ( Azienda Speciale Comune di Melzo ) bandisce gara per ottenere la migliore offerta per la gestione

Dettagli

Il bando Liguria/unioni di Comuni

Il bando Liguria/unioni di Comuni Il bando Liguria/unioni di Comuni Contributi alle nuove Unioni di Comuni Amministrazione Erogatrice Regione Liguria Istituzionale Normativa Dlgs 18 agosto 2000 n.267, articolo 32 Dl 31 maggio 2010 n.78/2010,

Dettagli

ASL DELLA PROVINCIA DI LODI AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA VOLONTARIA

ASL DELLA PROVINCIA DI LODI AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA VOLONTARIA ASL DELLA PROVINCIA DI LODI AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA VOLONTARIA In esecuzione della deliberazione n. 265 del 09.09.2015 è indetto ai sensi dell art. 30 comma 2-bis del D.Lgs n. 165/2001 e s.m.i. avviso

Dettagli

CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani

CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani Siciliana ia Regionale di Trapani REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI SPORTIVI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 02 febbraio

Dettagli

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia SERVIZIO PERSONALE ED ORGANIZZAZIONE CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI SERVIZI DI SUSSIDIARIETA L anno duemilanove il giorno del mese tra Il Comune di Spinea,

Dettagli

BANDO DI GARA. Comune di Sirmione. P.zza Virgilio, 52 Sirmione (BS) t 030 9909110 / 116 f 030 9909101. www.comune.sirmione.bs.it

BANDO DI GARA. Comune di Sirmione. P.zza Virgilio, 52 Sirmione (BS) t 030 9909110 / 116 f 030 9909101. www.comune.sirmione.bs.it BANDO DI GARA PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE PER GLI ADEMPIMENTI DI CARATTERE FISCALE/TRIBUTARIA E CONTABILE E ASSISTENZA NELLA GESTIONE DELL INVENTARIO COMUNALE periodo 1 aprile 2013/31

Dettagli

I.P.A. DISCIPLINARE DI GARA

I.P.A. DISCIPLINARE DI GARA I.P.A. Istituto di Previdenza ed Assistenza per i dipendenti del Comune di Roma DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SOGGIORNI STUDIO IN INGHILTERRA, IRLANDA E STATI UNITI D AMERICA, A FAVORE DEI

Dettagli

Prot. n. 1511 / II - 2 del 05/03/2013 IL DIRIGENTE SCOLASTICO RILEVATO

Prot. n. 1511 / II - 2 del 05/03/2013 IL DIRIGENTE SCOLASTICO RILEVATO I.I.S.S. MEDITERRANEO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE PULSANO-MARUGGIO VIA CHIESA, 49 74026 PULSANO (TA) Tel./Fax 099-5337341-0995337241 Tel./Fax 099-676687 (Maruggio) Prot. n. 1511 / II -

Dettagli